CATALOGO CORSI ECM. Edizione 2015 CESVIP LOMBARDIA. Provider accreditato ECM CPD - Regione Lombardia. A cura di:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CATALOGO CORSI ECM. Edizione 2015 CESVIP LOMBARDIA. Provider accreditato ECM CPD - Regione Lombardia. A cura di:"

Transcript

1 CATALOGO CORSI ECM Edizione 2015 A cura di: CESVIP LOMBARDIA Provider accreditato ECM CPD - Regione Lombardia

2 Premessa CESVIP Lombardia - società di formazione operante a partire dal 1996 sul territorio lombardo attraverso le sue sette sedi è organismo accreditato dalla Commissione Nazionale per la Formazione Continua in qualità di Provider per l erogazione e gestione di attività didattiche finalizzate al rilascio di crediti E.C.M. Il sistema di Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) nasce con lo scopo di mantenere elevate le competenze dei professionisti di ambito sanitario nonché di garantire un diritto dei cittadini che richiedono operatori attenti, aggiornati, sensibili capaci di risposte che risolvano la domanda di cura ed al tempo stesso quelle più complessive di salute. degli eventi E.C.M. e quindi dei corsi inseriti nel presente Catalogo sono da una parte il personale sanitario, medico e non medico, che opera all interno di aziende di ambito sanitario sia private che pubbliche; dall altra i liberi professionisti del medesimo settore, che possono trovare nei corsi proposti uno strumento di attestazione del loro necessario aggiornamento professionale. Grazie all impegno di personale altamente qualificato - tra cui progettisti, docenti, coordinatori e tutor - CESVIP Lombardia è in grado di offrire programmi formativi efficaci ed aggiornati, erogati da docenti dalla conclamata esperienza didattica e in possesso di know how di alto livello. Con l obiettivo di contribuire in maniera determinante a mantenere elevata la professionalità degli operatori sanitari, il nostro ente è da sempre attento a formulare interventi che risultino perfettamente in linea con le esigenze espresse dal settore sanitario lombardo e con le linee guida fornite dal Ministero della Salute e dalla Commissione Nazionale per la Formazione Continua.

3 Elenco corsi AREA COMPETENZE TECNICHE - ambito SANITARIO Titolo evento/corso Ore corso Crediti ECM Pagina La gestione di pazienti affetti da malattia di Alzheimer e altre demenze senili L'assistenza al paziente portatore di piaghe da decubito Alimentazione e idratazione del paziente disfagico L importanza dell alimentazione nelle patologie degenerative autoimmuni AREA COMUNICAZIONE Titolo evento/corso Ore corso Crediti ECM Pagina Teamworking e dinamiche di gruppo Strumenti e tecniche per la gestione dei conflitti Modalità comunicative e gestione della relazione con i familiari delle persone assistite Modalità di comunicazione efficace con la persona assistita e gestione della relazione d'aiuto Accompagnamento al decesso del malato terminale e tecniche per l elaborazione del lutto Aggiornamenti professionali: accompagnamento al decesso del malato terminale e tecniche di animazione Tecniche di ascolto e di costruzione della relazione e comunicazione con la famiglia

4 AREA GIURIDICO-AMMINISTRATIVA Titolo evento/corso Ore corso Crediti ECM Pagina Formazione sul modello D.Lgs 231/ La gestione informatizzata della cartella clinica della persona assistita nelle strutture sanitarie AREA SICUREZZA SUL LAVORO Titolo evento/corso Ore corso Crediti ECM Pagina Il Burn Out e la gestione dello stress Tecniche per la movimentazione manuale di carichi e pazienti BLSD - Rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione precoce Formazione iniziale per addetti al primo soccorso Formazione iniziale per addetti antincendio in strutture a rischio incendio elevato Formazione di base in materia di sicurezza, igiene e salute per lavoratori del settore sanitario (art. 87 D.Lgs. 81/08)

5 Corsi per il rilascio di crediti ECM Area COMPETENZE TECNICHE ambito SANITARIO LA GESTIONE DI PA ZIENTI AFFETTI DA MALATTIA DI ALZHEIMER E ALTRE DEMENZE SENILI Infermieri e più genericamente tutto il personale con funzioni assistenziali-sanitarie che opera con soggetti affetti da Alzheimer o altre demenze senili. Il numero di pazienti affetti da malattia di Alzheimer è in crescita esponenziale all interno delle società ad economia più avanzata. La gestione di questa tipologia di pazienti pone problematiche complesse di diversa natura, medica ma anche relazionale ed etica. La formazione e la qualificazione del personale addetto all assistenza quotidiana del malato diventa pertanto un fattore fondamentale per consentire di gestire in modo efficace la relazione con il paziente e la famiglia e contenere i fattori di stress degli operatori. In considerazione del contesto appena descritto, l obiettivo del corso è quello di favorire l'acquisizione degli elementi teorici e degli strumenti pratici per poter effettuare una corretta diagnosi e per eseguire un adeguato trattamento del paziente affetto da Malattia di Alzheimer o altre demenze. Avranno particolare rilevanza le metodiche di prevenzione e diagnosi precoce. Saranno inoltre presentati software a somministrazioni illimitate, realizzati per monitorare il decorso ed il trend di questi disturbi. Contenuti Il cervello: Neurofisiologia, neuropsicologia, e neuroanatomia La psicologia della III età Introduzione alla tematica Alzheimer e altre demenze Morbo di Parkinson La malattia di Creutzfeldt-Jacob e la Sindrome di Wernicke-Korsakoff Medicina preventiva e Genetica predittiva La genetica dell'alzheimer Diagnosi precoce Le capacità operative necessarie per la gestione del paziente L utilizzo delle tecniche di stimolazione/riabilitazione cognitiva 12 ore 5

6 L ASSISTENZA AL PAZIENTE PORTATORE DI PIAGHE DA DECUBITO Medici, Infermieri, Operatori Socio Sanitari e più genericamente tutto il personale sanitario con funzioni assistenziali-sanitarie che opera con persone portatrici di lesioni da decubito. Favorire lo sviluppo di competenze per essere in grado di: riconoscere i diversi gradi e fasi dell ulcera, i segni clinici di infezione locale per poter scegliere il presidio antidecubito più idoneo e pianificare interventi di prevenzione trattamento della LDD; applicare correttamente i prodotti per la medicazione in base ai nuovi standard previsti dalle linee guida e alla tipologia di medicazione che in questi ultimi anni ha permesso un nuovo approccio di cura al paziente portatore di LDD. Contenuti I gradi e le fasi di classificazione delle ulcere da pressione (LDD) Le linee guida dell AHRQ sulla cura e sui principi assistenziali dei pazienti con ulcere La guarigione tessutale in ambiente umido I presidi di medicazione in relazione alle fasi ed ai gradi di sviluppo dell ulcera Prevenzione delle LDD con l utilizzo delle scale di valutazione/monitoraggio dello stato nutrizionale Utilizzo dei materassi antidecubito di terza generazione come prevenzione e trattamento delle LdD Riparazione tessutale in ambiente umido Preparazione del letto della ferita Il dolore: prevenzione del dolore al dressing change Lettura fotografica delle lesioni e rispettive fasi Tecniche per l individuazione dello stato fisiologico e/o di alterazione della cute perilesionale 12 ore ALIMENTAZIONE E IDRATAZIONE DEL PAZIENTE DISFAGICO Medici, infermieri professionali e generici, operatori socio sanitari, fisioterapisti e tutte le professioni di ambito sanitario interessate ad acquisire competenze strutturate e aggiornate sul tema della disfagia. Le strutture socio sanitarie e assistenziali registrano un crescente incremento nel numero dei pazienti disfagici. La gestione di questa tipologia di pazienti pone problematiche complesse di diversa natura, medica ma anche relazionale ed etica. La formazione e la qualificazione del personale addetto all assistenza quotidiana del malato diventa pertanto un fattore fondamentale per consentire di gestire in modo efficace la relazione con il paziente e la famiglia e contenere i fattori di stress degli operatori. In considerazione del contesto appena descritto, l obiettivo del corso è quello di fornire un approfondimento sul tema della disfagia, con particolare riferimento alle tecniche e alle metodologie per favorire l alimentazione e l idratazione dell ospite disfagico. Contenuti Come cambia il corpo e la funzione alimentare nell anziano Fattori di rischio di malnutrizione nella popolazione anziana Le tre fasi della deglutizione: orale, faringea, esofagea I disturbi della deglutizione Sintomi della disfagia: perdita di liquidi/cibi semisolidi/solidi ai lati della bocca durante il pasto; presenza di scialorrea; lungo tempo di permanenza del boccone in bocca con solidi/semisolidi/liquidi Cause di disfagia nell anziano Identificazione degli anziani a rischio di disidratazione Modificazioni da invecchiamento primario e fattori estrinseci che interferiscono con l atto deglutitorio Disfagia e Aspirazione: indicazioni e complicanze della Nutrizione Enterale Norme di gestione della sonda per la Nutrizione Enterale (P.E.G./S.N.G.) Quando sospendere o evitare la Nutrizione e Idratazione Enterale Tipi di dieta enterale: diete elementari o monometriche; diete semi-elementari o polimeriche 12 ore 6

7 L IMPORTANZA DELL ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOG IE DEGENER ATIVE AUTOIMMUNI Medici, Infermieri, Operatori Socio Sanitari e più genericamente tutte le professioni di ambito sanitario interessate ad acquisire competenze sul tema delle patologie autoimmuni e relativa alimentazione. Si definisce malattia autoimmune una condizione patologica provocata da una reazione immunitaria contro costituenti propri dell'organismo (cellule, proteine, frammenti peptidici) che vengono "scambiati" per agenti estranei pericolosi ed attaccati per essere distrutti. Le malattie autoimmuni di più frequente riscontro sono: l'artrite reumatoide, il diabete mellito di tipo I, il Morbo di Chron, la colite ulcerosa, la sclerosi multipla, il lupus eritematoso sistemico, la sindrome di Sjogren, la psoriasi, la sclerodermia, la polimiosite, le connettiviti autoimmuni e la tiroidite di Hashimoto. Attraverso un'alimentazione corretta è possibile modificare il decorso della malattia, ridurre l'intensità ed il numero dei disturbi fisici ad essa correlati, allungare i periodi di benessere, diminuire le fasi di riacutizzazione e migliorare la prognosi. In considerazione del contesto appena descritto, l obiettivo del corso è quello di fornire conoscenze aggiornate in materia di malattie degenerative autoimmuni e relative alla alimentazione più adeguata per le persone affette da tali patologie. Contenuti Alimentazioni a base di alimenti ad alto contenuto di vitamine antiossidanti A, C, E Alimentazione senza alimenti ricchi di glutine (grano, farro, kamut, seitan) Alimentazione alternativa ai dolci tradizionali sostituendo latte, uova, burro e zucchero con latti vegetali (di riso, soia, avena, mandorla), creme di nocciola, uva passa e succo di mela Tecniche di mantenimento di un peso corretto (BMI compreso fra 18.5 e 24.9) La prevenzione dell insorgere di radicali liberi e infiammazione dei tessuti Cenni su molecole dotate di attività antinfiammatoria: polifenoli, capsaicina, reveratrolo, etc. Modalità per posizionare, gestire e monitorare le vie di accesso e del paziente in NP 8 ore 7

8 Corsi per il rilascio di crediti ECM Area COMUNICAZIONE TEAMWORKING E DINAMICHE DI GRUPPO Medici, infermieri, operatori sanitari, fisioterapisti e più genericamente tutto il personale di strutture sanitarie che si operano in équipe con la finalità comune di assistere le persone ospiti della struttura. Il corso si focalizzerà sulle tematiche legate alla costruzione di un team di lavoro e alla gestione delle sue dinamiche interne. Il buon funzionamento delle diverse équipe che operano nelle strutture sociosanitarie è infatti un fattore centrale per la riuscita dell intervento terapeutico e per contenere i fattori di stress e di burn out. Questi dunque gli obiettivi che si intende perseguire: - incrementare le competenze comunicative relazionali ed organizzative dei partecipanti - accrescere la capacità degli operatori di interagire con i colleghi - incrementare lo spirito di collaborazione interdisciplinare - accrescere la capacità di condurre con efficacia le riunioni di equipe Contenuti Dinamiche di gruppo: da gruppo a gruppo di lavoro La collaborazione e la comprensione, la capacità di integrazione delle diversità Comunicare efficacemente all'interno del proprio gruppo di lavoro, le difficoltà comunicative Riconoscere e risolvere problemi in gruppo, definire e valutare programmi di gruppo Adottare modalità cooperative per produrre un risultato collettivo Metodi e strumenti per il lavoro di gruppo efficace: metodologie del lavoro di gruppo e la partecipazione nei diversi ruoli; la partecipazione attiva Il lavoro all interno di un equipe: metodi e tecniche di problem setting e solving Tecniche e strumenti per la gestione dei conflitti all interno del gruppo di lavoro Processi di decisione di gruppo: riconoscere e risolvere problemi in gruppo, produrre soluzioni e risultati collettivi 12 ore 8

9 STR UMENTI E TECNICHE PER LA GESTIONE DEI CONFLITTI Medici, infermieri, operatori sanitari, fisioterapisti, psicologi, educatori professionali e più genericamente tutto il personale di strutture sanitarie che operano in équipe e si relazionano quotidianamente con le persone assistite. I cambiamenti sempre più veloci aumentano il numero di conflitti che si creano all interno delle aziende, in particolar modo all interno di strutture che erogano servizi alla persona quali la RSA vista la delicata utenza di riferimento che molto spesso ingenera nell operatore processi di stress, tensioni legate al coinvolgimento emotivo, non ultimo fenomeni di burn out. Il conflitto è un'esperienza emotivamente impegnativa ma di per sé non è positivo né negativo. La connotazione che avrà dipende da come sarà affrontato. Affrontare e risolvere positivamente un conflitto consente una crescita importante delle persone coinvolte. Se un conflitto si spegne senza che venga gestito niente può garantirci che non ne possa nascere un altro ancora più pericoloso. Contenuti Individuazione ed analisi delle diverse tipologie di conflitti L'incidenza dei conflitti sul clima interno alla struttura sanitaria Minimizzare il danno economico per l'ente derivante dai conflitti interni Trasformare l'energia negativa dei conflitti in fattori motivanti Conflitti distruttivi e conflitti costruttivi: riuscire ad individuarli per scegliere la soluzione più adatta Strumenti e tecniche per risolvere i conflitti La negoziazione degli interessi contrapposti Il rispetto delle regole interne Il Piano Personale di Miglioramento: costruire un piano d azione concreto per lavorare sulle proprie aree di miglioramento individuate durante il corso di formazione. 12 ore MODALITÀ COMUNICATIVE E GESTIONE DELLA RELAZIONE CON I FAMILIARI DELLE PERSONE ASSISTITE Infermieri, operatori sanitari, educatori professionali, psicologi e più genericamente tutto il personale sanitario che si relaziona con i familiari delle persone assistite. Il corso si focalizzerà su una tematica centrale per gli operatori sanitari in particolare per quelli che lavorano con minori o persone comunque non autosufficienti e che quindi devono necessariamente instaurare relazioni positive ed efficace con la famiglia in modo da farne un valido alleato nel processo terapeutico/riabilitativo del soggetto. L obiettivo è quello di fornire conoscenze strumenti e tecniche per comunicare efficacemente con le famiglie al fine di costruire una opportuna e positiva relazione. Contenuti Elementi e caratteristiche della relazione con la famiglia nel contesto educativo Le varie fasi della relazione, modalità e strumenti per osservare, interpretare, calibrare, guidare Elementi della comunicazione: verbale, non verbale, paraverbale Modalità di organizzazione di una comunicazione in rapporto al contesto di riferimento, agli obiettivi, alle caratteristiche degli interlocutori/destinatari La comunicazione empatica e la capacità di ascolto attivo Distorsioni ed errori nel processo di comunicazione e la gestione efficace delle obiezioni La gestione della comunicazione nei contesti di gruppo (riunioni, incontri, ecc.) 8 ore 9

10 MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE CON LA PERSONA ASSISTITA E GESTIONE DELLA RELAZIONE D AIUTO Infermieri, operatori sanitari, educatori professionali, psicologi e più genericamente tutto il personale sanitario che si relaziona con le persone assistite e con i loro familiari. Il corso si focalizza sulle problematiche legate alla gestione della relazione di aiuto in situazioni di multi problematicità e conflittualità latente o palese tra di diversi soggetti coinvolti nella relazione: utente, operatore, famiglia e intende fornire le competenze necessarie a gestire in modo efficace la relazione d aiuto con l utente e la famiglia, soprattutto in situazioni di conflitto intra-familiare o tra utente e struttura. Contenuti Il concetto di relazione d aiuto L intelligenza emotiva: la condivisione sociale delle emozioni L ascolto empatico La comunicazione verbale e non verbale L osservazione del contesto La risposta al bisogno di aiuto: la condivisione La relazione d aiuto in ambito assistenziale, sanitario ed educativo Gestione delle relazioni e dei conflitti con le famiglie degli utenti 8 ore ACCOMPAGNAMENTO AL DECESSO DEL MALATO TERMINALE E TECNICHE PER L ELABOR AZIONE DEL LUTTO Infermieri, operatori socio sanitari e più genericamente tutto il personale di strutture sanitarie che si relaziona con malati terminali e con i relativi familiari. La morte all interno di una struttura sanitaria è un evento quasi quotidiano a cui però l operatore non riesce mai ad abituarsi in quanto ogni esperienza di accompagnamento del paziente alla morte fa vibrare corde personali particolari legate anche al momento e alle esperienze personali che l operatore sta vivendo. Per questo diventa sempre più necessario fornire al personale sanitario gli strumenti per gestire il dolore accompagnamento alla morte. La gestione di questa tipologia di pazienti pone problematiche complesse di diversa natura, medica ma anche relazionale ed etica. La formazione e la qualificazione del personale addetto all assistenza quotidiana del malato diventa pertanto un fattore fondamentale per consentire di gestire in modo efficace la relazione con il paziente e la famiglia e contenere i fattori di stress degli operatori. Contenuti Situazioni traumatiche e psicologiche delle situazioni di crisi L elaborazione individuale e collettiva della crisi L accompagnamento al decesso da parte dell operatore nei confronti della persona morente La normalizzazione della situazione di crisi Fattori e strumenti della normalizzazione: dall empatia alla ricostruzione dei significati La relazione d aiuto nelle situazioni critiche tra psicologia ed etica La gestione del coinvolgimento emotivo nelle situazioni di decesso della persona assistita Psicologia, psicofisiologia e psicopatologia del lutto Psicodiagnostica del lutto e delle situazioni traumatiche tra metodo scientifico ed empatia L assistenza psico-sociale delle famiglie in lutto per morte naturale (malattia e vecchiaia) o traumatica (morte di un bambino, suicidio, etc.) nelle strutture sanitarie Strumento e tecniche volte a favorire l elaborazione del lutto 12 ore 10

11 AGGIORNAMENTI PROFESSIONALI: ACCOMPAGNAMENTO AL DECESSO DEL MALATO TERMINALE E TECNICHE DI ANIMAZIONE Infermieri, operatori socio sanitario e animativo, più genericamente tutto il personale di strutture sanitarie che si relaziona con malati terminali e con i relativi familiari. Fornire al personale sanitario gli strumenti sia per gestire le attività animative all interno della struttura, sia per gestire il processo di accompagnamento alla morte. Contenuti Situazioni traumatiche e psicologiche delle situazioni di crisi L elaborazione individuale e collettiva della crisi Il coinvolgimento emotivo L accompagnamento al decesso da parte dell operatore nei confronti della persona morente La normalizzazione della situazione di crisi Fattori e strumenti della normalizzazione: dall empatia alla ricostruzione dei significati La relazione d aiuto nelle situazioni critiche tra psicologia ed etica La gestione del coinvolgimento emotivo nelle situazioni critiche e la prevenzione del burn out e delle crisi dei caregivers Psicologia, psicofisiologia e psicopatologia del lutto Psicodiagnostica del lutto e delle situazioni traumatiche tra metodo scientifico ed empatia L assistenza psico-sociale delle famiglie in lutto per morte naturale (malattia e vecchiaia) o traumatica (morte di un bambino, suicidio, etc.) nelle strutture sanitarie Strumento e tecniche volte a favorire l elaborazione del lutto Il gruppo nell RSA Coinvolgere l anziano Le attività educative Le attività ricreative, culturali e artistiche Le attività motorie 16 ore TECNICHE DI ASCOLTO E DI COSTR UZIONE DELLA RELAZIONE E COMUNICAZIONE CON LA FAMIGLI A Infermieri, operatori socio sanitari e più genericamente tutto il personale di strutture sanitarie che si relaziona con malati terminali e con i relativi familiari. Favorire l acquisizione di modalità e strumenti per una corretta e proficua relazione con i familiari delle persone assistite nei vari servizi socio-assistenziali e sanitari (in particolare ADI e SAD). Contenuti Comunicazione come processo sociale Elementi della comunicazione: i livelli verbale, non verbale e paraverbale Modalità di organizzazione di una comunicazione in rapporto al contesto di riferimento, agli obiettivi, alle caratteristiche degli interlocutori/destinatari Modalità e strumenti per osservare, interpretare, calibrare, guidare La comunicazione empatica e la capacità di ascolto La gestione delle emozioni Comunicazione come processo sociale Elementi della comunicazione: i livelli verbale, non verbale e paraverbale Modalità di organizzazione di una comunicazione in rapporto al contesto di riferimento, agli obiettivi, alle caratteristiche degli interlocutori/destinatari Modalità e strumenti per osservare, interpretare, calibrare, guidare La comunicazione empatica e la capacità di ascolto La gestione delle emozioni 16 ore 11

12 Corsi per il rilascio di crediti ECM Area GIURIDICO-AMMINISTRATIVA FORMAZIONE SUL MODELLO D.LGS 231/01 Tutto il personale sanitario incaricato alla predisposizione di modelli organizzativi coerenti con quanto previsto dal D.Lgs. 231/01. Il Decreto n.231 dell 8 giugno 2001 ha introdotto per la prima volta nel nostro ordinamento giuridico il principio della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, prevedendo la possibilità, o meglio il rischio, che società ed enti possano essere direttamente chiamati a rispondere dei reati commessi nel loro interesse da dirigenti, dipendenti, partner o collaboratori, e da tutti coloro che operano in nome e per conto della società, dai quali quest ultima tragga un interesse o un vantaggio. Si tratta di una responsabilità che si aggiunge a quella della persona fisica che ha realizzato materialmente il fatto. In considerazione del contesto appena descritto, l obiettivo del corso è quello di fornire ai partecipanti nozioni necessarie alla realizzazione, all'interno dell azienda di appartenenza, di progetti di adeguamento alle regole disciplinate dal D.Lgs. 231/01 sulla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche. Contenuti Inquadramento generale della normativa di riferimento e principali novità apportate dal D.Lgs 231 Disciplina del D.Lgs. 231/01: soggetti interessati, responsabilità dell Ente Individuazione delle aree e dei processi a rischio Tipologie di reati previsti dal D.Lgs. 231/01 Predisposizione di organigrammi e mansionari dettagliati e aggiornati Mappatura normativa e protocolli Composizione del modello: parte generale, codice etico, sistema sanzionatorio, capitolo sulla governante, parti speciali per ciascuna tipologia di reato Esame del modello base Estensione del modello nei gruppi di imprese 8 ore 12

13 LA GESTIONE INFORMATIZZATA DELLA CARTELLA CLINICA DELLA PERSONA ASSISTITA NELLE STR UTTURE SANITARIE Tutte le professioni sanitarie interessate ad approfondire legate alla gestione cartacea e/o informatizzata della cartella clinica all interno delle strutture sanitarie. In questi ultimi decenni, la cartella clinica è diventata sempre di più uno strumento essenziale e, al tempo stesso, un problema complesso. Infatti, da semplice registrazione di dati essenziali del paziente e della sua malattia, si è passati ad una raccolta di sempre più numerosi documenti sanitari ed informazioni che, nella loro articolazione organica e logica, devono soddisfare numerose necessità, e non solo quelle strettamente clinico-diagnostico-terapeutiche del paziente. Pertanto, alle strutture sanitarie è imposta la necessità di gestire la documentazione clinica secondo regole codificate o, per meglio dire, basate su criteri di rintracciabilità, chiarezza, accuratezza, veridicità, pertinenza e completezza. In considerazione del contesto appena descritto, l obiettivo del corso è quello di fornire competenze in materia di gestione della cartella clinica come strumento di lavoro e documento medico-legale. Contenuti Introduzione alla Cartella Clinica e cenni storici Struttura e gestione della Cartella Clinica Considerazioni Medico Legali - Responsabilità - Diritto all anonimato e Privacy Custodia (Conservazione - Archiviazione - Alienazione) Cartella clinica informatica Evoluzione della cartella clinica: da time-oriented a problem oriented Dalla gestione dei dati anagrafici al completamento della scheda anamnestica. La registrazione del consenso informatico Le modalità di organizzazione dei dati clinici nella cartella clinica informatizzata 8 ore 13

14 Corsi per il rilascio di crediti ECM Area SICUREZZA SUL LAVORO IL BUR N OUT E LA GESTIONE DELLO STRESS Contenuti Lavoratori impiegati in strutture sanitarie soggetti a rischio stress che necessitano della relativa formazione ai sensi del D.Lgs. 81/08 che ha introdotto l'obbligo per il datore di lavoro di valutare il rischio stress lavoro-correlato nonché formare ed informare i lavoratori su questo fattore di rischio. Il D.Lgs.81/08 ha introdotto l'obbligo per il datore di lavoro di valutare il rischio stress lavoro correlato, nell'ambito della propria azienda, e formare ed informare i lavoratori su questo fattore di rischio. Ciò vale dunque anche per il settore sanitario, laddove questi sarà tenuto a verificare se sussista o meno la possibilità che le condizioni lavorative possano indurre nei lavoratori una condizione di stress e formare/informare i lavoratori su questo argomento con un apposito momento formativo. Il corso che stiamo proponendo intende fornire una panoramica sul tema dello stress lavoro correlato presente in tutte le strutture sanitarie che erogano servizi di cura alla persona nonché un approfondimento sui rischi psicosociali e in particolare sul rischio stress - burn out. Modulo 1: Stress lavoro correlato e rischi psico-sociali I fattori di rischio psico-sociali nell'ottica del nuovo D. Lgs. 81/08 Patologie e disturbi derivanti dal rischio da stress lavoro-correlato La gestione dei rapporti interpersonali nello staff aziendale Il sistema di gestione aziendale per la prevenzione dal rischio stress lavoro-correlato Le misure di prevenzione e i comportamenti da assumere Modulo 2: Strumenti e tecniche per la prevenzione e gestione dello stress Inquadramento concettuale: cosa si intende per stress, burn out e coping I sintomi del burn out e le sue fasi La sindrome di burn out come malattia professionale nel lavoro assistenziale Modalità di prevenzione del rischio stress Modalità di intervento quando lo stress arriva al burn out Motivazione interiore e strategie di adattamento: la resilienza Il fitness cognitivo-emotivo 8 ore 14

15 TECNICHE PER LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI E PAZIENTI Medici, psicologi, infermieri, operatori e assistenti sanitari, educatori professionali e più genericamente tutto il personale sanitario soggetto ai rischi tipici della movimentazione delle persone. Il lavoro degli operatori sanitari richiede un impegno fisico non indifferente legato soprattutto alle attività di movimentazione delle persone assistite. Varie statistiche collocano le professioni sanitarie ed il personale ausiliario tra coloro che sono a più alto rischio di incorrere in danni muscolo-scheletrici in particolare per ciò che concerne la colonna vertebrale. Degli studi hanno dimostrato che la maggior parte delle giornate lavorative perse per malattie è imputabile alle lombalgie. Il lavoro manuale nell assistenza ospedaliera non può certamente essere sradicato anche perché esso rappresenta un aspetto essenziale nella cura stessa dei pazienti. Nelle movimentazioni il personale addetto espone pericolosamente il suo rachide a sforzi eccessivi affaticandosi inutilmente e facilitando così l insorgenza di dolori sia per sovraccarico articolare che muscolare. Contenuti Definizione del rischio MMC e inquadramento normativo Elementi di anatomia dell apparato muscolo-scheletrico I rischi connessi all attività di movimentazione manuale dei carichi e delle persone Le principali patologie dorso-lombari Valutazione del rischio per la movimentazione dei carichi e delle persone (Modello NIOSH) Tecniche e procedure da adottare per evitare di assumere posizioni pericolose I massimali di peso secondo la normativa Protocolli di sorveglianza sanitaria 8 ore BLSD RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE E DEFIBRILLAZIONE Personale medico-infermieristico-sanitario che necessita di essere abilitato ad effettuare manovre rianimatorie e all'impiego del DAE (Defibrillatore semi-automatico Esterno). Il Decreto 18 marzo 2011 ha determinato i criteri e le modalità di diffusione dei defibrillatori automatici esterni di cui all'art. 2 della L. 191/09 e ha previsto la necessità di effettuare una formazione adeguata all uso dei defibrillatori sia dei cittadini che del personale sanitario al fine di assicurare la presenza capillare sul territorio, a fianco dei defibrillatori, di personale in grado di utilizzare questa manovra in condizioni di sicurezza per il paziente lo stesso e per tutte le persone presenti intorno al paziente. La formazione del personale sanitario diventa quindi fondamentale per creare un nucleo di operatori qualificati in grado di svolgere a loro volta il compito di formatori dei colleghi e dei cittadini. Contenuti Riconoscimento dei segni di allarme dell attacco cardiaco Valutazione dello stato di coscienza, del respiro spontaneo, dell attività cardiaca Attivazione del sistema sanitario di emergenza Ventilazione artificiale con sistema pallone autoespansibile-maschera Uso della cannula di Guedel Valutazione del polso carotideo Massaggio cardiaco esterno Sequenza di rianimazione cardiorespiratoria a 2 soccorritori Posizione laterale di sicurezza Manovra di Heimlich (disostruzione delle vie aeree) Conoscenza dei meccanismi di base della terapia elettrica Conoscenza dei principi di funzionamento del defibrillatore semiautomatico Uso del defibrillatore semiautomatico 8 ore 15

CATALOGO CORSI di FORMAZIONE

CATALOGO CORSI di FORMAZIONE Con l entrata in vigore del nuovo Accordo Stato-Regioni avvenuta il 26 gennaio 2012, i contenuti formativi legati alla Sicurezza sul Lavoro hanno subito degli adeguamenti sostanziali, sia nei CONTENUTI,

Dettagli

Catalogo dell Offerta Formativa TecnoAmbiente Srl

Catalogo dell Offerta Formativa TecnoAmbiente Srl Catalogo dell Offerta Formativa TecnoAmbiente Srl Sommario Addetto lotta agli incendi - Luogo di lavoro a rischio di incendio basso - DM 10/03/1998... 2 Addetto lotta agli incendi - Luogo di lavoro a rischio

Dettagli

PROCEDURA DI FORMAZIONE INFORMAZIONE E ADDESTRAMENTO

PROCEDURA DI FORMAZIONE INFORMAZIONE E ADDESTRAMENTO PROCEDURA DI FORMAZIONE INFORMAZIONE E ADDESTRAMENTO PREMESSA Tale si compone delle seguenti macro-aree: - procedura di formazione informazione e addestramento riportante campo di applicazione e destinatari,

Dettagli

NOVACONSULT CORSI DI FORMAZIONE

NOVACONSULT CORSI DI FORMAZIONE NOVACONSULT CORSI DI FORMAZIONE Per informazioni, contattare Novaconsult Via Gaggia n 1/a - 20139 MILANO Tel. +39 02.57408940 - Fax +39 02.57407100 e-mail: info@novaconsult.it www.novaconsult.it INDICE

Dettagli

Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it

Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it NOVACONSULT TEAM CORSI DI FORMAZIONE Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it www.novaconsult.it INDICE Premessa Corso base per lavoratori Corso di formazione

Dettagli

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA DEFINIRE.

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA DEFINIRE. PREISCRIZIONE AL CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE PER A Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 190 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato

Dettagli

Irecoop Lombardia Sede di Como Via Martino Anzi, 8 tel. 031 308175 fax 031268387 email irecooplombardia@confcooperative.it

Irecoop Lombardia Sede di Como Via Martino Anzi, 8 tel. 031 308175 fax 031268387 email irecooplombardia@confcooperative.it tel. 031 308175 fax 031268387 www.irecooplombardia.confcooperative.it PREMESSA Irecoop Lombardia è l Agenzia Formativa promossa dalla Confcooperative Lombardia (organismo regionale della Confederazione

Dettagli

CATALOGO PERCORSI SICUREZZA

CATALOGO PERCORSI SICUREZZA CATALOGO PERCORSI SICUREZZA (valido da febbraio a maggio 2016) Irecoop Lombardia tel. 031 308175 fax 031268387 www.irecooplombardia.confcooperative.it PREMESSA Irecoop Lombardia è l Agenzia Formativa promossa

Dettagli

CORSI ANTINCENDIO MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

CORSI ANTINCENDIO MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE CORSI ANTINCENDIO MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 1 DELLA LEGGE 3 AGOSTO 2007, N. 123, IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA

Dettagli

09 AGGIORNAMENTO ADDETTI ALL EMERGENZA RISCHIO MEDIO 10 AGGIORNAMENTO ADDETTI ALL EMERGENZA RISCHIO ELEVATO

09 AGGIORNAMENTO ADDETTI ALL EMERGENZA RISCHIO MEDIO 10 AGGIORNAMENTO ADDETTI ALL EMERGENZA RISCHIO ELEVATO ID CATALOGO FORMATIVO CORSO 01 FORMAZIONE PER LAVORATORI - RISCHIO BASSO 02 FORMAZIONE PER LAVORATORI - RISCHIO MEDIO 03 FORMAZIONE PER LAVORATORI - RISCHIO ELEVATO 04 AGGIORNAMENTO PER LAVORATORI 05 FORMAZIONE

Dettagli

Destinatari Il corso è rivolto a tutti i lavoratori. Requisiti: Nessun requisito minimo.

Destinatari Il corso è rivolto a tutti i lavoratori. Requisiti: Nessun requisito minimo. Il Corso di Formazione ed Informazione per Lavoratori (tutti i livelli di rischio) assolve gli obblighi indicati nel D.lgs 81/08, T.U. Sicurezza e s.m.i. del D.Lgs. 106/09 e gli aggiornamenti dell'ultimo

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: MINI OSS

PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: MINI OSS PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: MINI OSS Addetto alle operazioni di supporto nella gestione domestica e di assistenza nella cura della persona AGENZIA FORMATIVA: New Training

Dettagli

AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI RISCHIO BASSO

AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI RISCHIO BASSO SICUREZZA AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI RISCHIO BASSO OBIETTIVI Il corso di aggiornamento antincendio rischio basso è destinato agli addetti antincendio che dovranno svolgere tale compito presso aziende

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO INCARICATO DI PRIMO SOCCORSO AZIENDA GRUPPO A

PROGRAMMA DEL CORSO INCARICATO DI PRIMO SOCCORSO AZIENDA GRUPPO A PROGRAMMA DEL CORSO INCARICATO DI PRIMO SOCCORSO AZIENDA GRUPPO A (Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009 art. 45 e DM 15/07/03, n.388) Durata del corso Date e orari del corso Sede del corso

Dettagli

RandstadforSafety sicurezza sul luogo di lavoro

RandstadforSafety sicurezza sul luogo di lavoro proposta formativa RandstadforSafety sicurezza sul luogo di lavoro a cura di Randstad Hr Solutions Randstad Hr Solutions sviluppo e professionalità con le soluzioni Randstad monitoraggio e check di sviluppo

Dettagli

ALLEGATO N.08. DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI (AI SENSI DEL D.Lgs.9.04.2008/N.81) _ ATTESTATI CORSI DIPENDENTI

ALLEGATO N.08. DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI (AI SENSI DEL D.Lgs.9.04.2008/N.81) _ ATTESTATI CORSI DIPENDENTI ALLEGATO N.08. DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI (AI SENSI DEL D.Lgs.9.04.2008/N.81) _ ATTESTATI CORSI DIPENDENTI 01.CORSO R.L.S.. 02.CORSO INFORMAZIONE/FORMAZIONE. 03.CORSO PREPOSTI. 04.CORSO ANTINCENDIO.

Dettagli

Primo Soccorso e gestione dell emergenza sanitaria aziendale: aspetti normativi, organizzativi e istruzione teorica e pratica

Primo Soccorso e gestione dell emergenza sanitaria aziendale: aspetti normativi, organizzativi e istruzione teorica e pratica OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESU ID. 784 CORSO DI FORMAZIONE Primo Soccorso e gestione dell emergenza sanitaria aziendale: aspetti normativi, organizzativi e istruzione teorica e pratica Destinatari Il

Dettagli

Titolo rilasciato: Il rilascio dell attestato di partecipazione avverrà solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste.

Titolo rilasciato: Il rilascio dell attestato di partecipazione avverrà solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste. CORSI DI AGGIORNAMENTO FORMAZIONE DATORE DI LAVORO-RSPP secondo artt. 34 e 37 del D.Lgs. 81/08 ACCREDITATO 16 ECM (SETTORE SANITA : rischio ALTO 14 ore) Conforme alle indicazioni degli Accordi Stato-Regioni

Dettagli

PRONTO SOCCORSO Milano, 27 gennaio 2005 S008/05 PRONTO SOCCORSO IN AZIENDA. Egregio Associato,

PRONTO SOCCORSO Milano, 27 gennaio 2005 S008/05 PRONTO SOCCORSO IN AZIENDA. Egregio Associato, PRONTO SOCCORSO Milano, 27 gennaio 2005 S008/05 PRONTO SOCCORSO IN AZIENDA Associazione Nazionale Aziende distributrici Prodotti e servizi per l ufficio, l informatica e la telematica Fondata nel 1945

Dettagli

MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI

MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI INTRODUZIONE Il Club Alpino Italiano Regione Lombardia (CAI-Lombardia) è impegnato come

Dettagli

Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo A (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n.

Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo A (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n. TITOLO Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo A (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n.388) OBIETTIVI GENERALI Saper riconoscere tempestivamente le

Dettagli

MILANO antinfortunistica SRL

MILANO antinfortunistica SRL Milano 07/09/2015 Spett.le Cliente, con la presente comunichiamo che nei prossimi giorni inizieranno, a nostra cura, una nuova serie di corsi di formazione "antinfortunistica D.Lgs. 81/08 e s.m.i." tra

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO. Percorsi di formazione trasversale. STUDIO BINI ENGINEERING srl DIVISIONE CONSULENZA DIREZIONALE ED ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

CATALOGO FORMATIVO. Percorsi di formazione trasversale. STUDIO BINI ENGINEERING srl DIVISIONE CONSULENZA DIREZIONALE ED ORGANIZZAZIONE AZIENDALE CATALOGO FORMATIVO Percorsi di formazione trasversale pag. 1 INDICE: PAGINA ORE COSTO (IVA esclusa) PERCORSI DI FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN 3 MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Addetto antincendio - rischio

Dettagli

MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI

MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI INTRODUZIONE Il Club Alpino Italiano Regione Lombardia (CAI-Lombardia) è impegnato come

Dettagli

Sicurezza. nei luoghi di lavoro. Emergenza e uso del defibrillatore (DAE)

Sicurezza. nei luoghi di lavoro. Emergenza e uso del defibrillatore (DAE) Sicurezza nei luoghi di lavoro Emergenza e uso del defibrillatore (DAE) Catalogo corsi 2016 1 2 format s.a.s. di Telloli Silvano & C. Direzione e Amministrazione: Trento - via del Brennero 136 telefono

Dettagli

C R O C E R O S S A I T A L I A N A C O M I T A T O C E N T R A L E

C R O C E R O S S A I T A L I A N A C O M I T A T O C E N T R A L E C R O C E R O S S A I T A L I A N A C O M I T A T O C E N T R A L E ORDINANZA COMMISSARIALE N 528/04 DEL 20.07.2004 IL COMMISSARIO STRAORDINARIO VISTO lo Statuto della Croce Rossa Italiana approvato con

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO. CORSO DI FORMAZIONE ADDETTO PRIMO SOCCORSO Aziende Gruppo A D.Lgs. 81/2008 s.m.i., art. 46 e D.M. 15 luglio 2003, n 388

SICUREZZA SUL LAVORO. CORSO DI FORMAZIONE ADDETTO PRIMO SOCCORSO Aziende Gruppo A D.Lgs. 81/2008 s.m.i., art. 46 e D.M. 15 luglio 2003, n 388 SICUREZZA SUL LAVORO CORSO DI FORMAZIONE ADDETTO PRIMO SOCCORSO Aziende Gruppo A D.Lgs. 81/2008 s.m.i., art. 46 e D.M. 15 luglio 2003, n 388 16 ore PER TUTTI I SETTORI DI ATTIVITA Il corso di formazione

Dettagli

Formazione Particolare Aggiuntiva dei Preposti Accordo Stato Regioni 21/12/11

Formazione Particolare Aggiuntiva dei Preposti Accordo Stato Regioni 21/12/11 Formazione Particolare Aggiuntiva dei Preposti Accordo Stato Regioni 21/12/11 MODULO 2 - Relazioni tra i vari soggetti DATORE DI LAVORO: RSPP: Designa: Art.17 D.Lgs. 81/08 - Obblighi del datore di lavoro

Dettagli

FEBBRAIO 2015. Informazioni ed Iscrizioni: Antonella Moi amoi@confindustriaravenna.it Tel.0544/210499 Fax 0544/34565

FEBBRAIO 2015. Informazioni ed Iscrizioni: Antonella Moi amoi@confindustriaravenna.it Tel.0544/210499 Fax 0544/34565 FEBBRAIO 2015 : Aggiornamento di Primo Soccorso per aziende appartenenti al Gruppo A (D.M. n.388 del 15/07/03) 03/02/2015 ore 11.00-18.00 Aggiornamento della formazione degli Addetti al Primo Soccorso,

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE DEL 09/11/2015

DECRETO DEL DIRETTORE DEL 09/11/2015 DECRETO DEL DIRETTORE DEL 09/11/2015 VISTO il vigente Regolamento per l affidamento di incarichi di lavoro autonomo; VISTO l avviso pubblico emanato in data 19/10/2015 rif. SL/2015 e pubblicato all Albo

Dettagli

Club Alpino Italiano Commissione Regionale Lombarda Rifugi e Opere Alpine

Club Alpino Italiano Commissione Regionale Lombarda Rifugi e Opere Alpine Club Alpino Italiano Commissione Regionale Lombarda Rifugi e Opere Alpine Assorifugi Associazione Gestori Rifugi Alpini ed Escursionisitci della Lombardia CNSAS VIIa Delegazione Valtellina e Valchiavenna

Dettagli

INTRODUZIONE. Per informazioni e iscrizioni CE.SVI.P. LOMBARDIA

INTRODUZIONE. Per informazioni e iscrizioni CE.SVI.P. LOMBARDIA CATALOGO DEI PERCORSI DELLA PROVINCIA DI PAVIA.. RIMANI AGGIORNATO CON LA PROVINCIA FORMAZIONE IN PROVINCIA PER IL PERSONALE DELLE UNITÀ D OFFERTA SOCIALI E SOCIOSANITARIE Soggetto incaricato per la realizzazione

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO. SEICOM SRL - Via Tevere, 50/5 Senigallia (AN) Tel/Fax: 071 63362 www.seicomsrl.it info@seicomsrl.it

CATALOGO FORMATIVO. SEICOM SRL - Via Tevere, 50/5 Senigallia (AN) Tel/Fax: 071 63362 www.seicomsrl.it info@seicomsrl.it CATALOGO FORMATIVO SEICOM SRL - Via Tevere, 50/5 Senigallia (AN) Tel/Fax: 071 63362 www.seicomsrl.it info@seicomsrl.it INDICE Corso per Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione - Datore di

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: OPERATORE PER L INFANZIA O.P.I.

PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: OPERATORE PER L INFANZIA O.P.I. PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: OPERATORE PER L INFANZIA O.P.I. AGENZIA FORMATIVA: New Training School S.r.l. Sede: via Peretti 1, scala C, 1 piano, Cagliari Ore totali:

Dettagli

CATALOGO CORSI ANNO 2013 - E-LEARNING -

CATALOGO CORSI ANNO 2013 - E-LEARNING - CATALOGO CORSI ANNO 2013 - E-LEARNING - (F.GEN-00-F) Destinatari: Tutto il personale dipendente, escluso il legale rappresentante Obiettivi del corso: Fornire i concetti di rischio, danno, prevenzione,

Dettagli

Calendario Formazione

Calendario Formazione L Alba Società Cooperativa Sociale Ente Accreditato dalla Regione Veneto per la Formazione Continua e la Formazione Superiore Calendario Formazione Febbraio - Maggio 2016 Formazione dei lavoratori - Accordo

Dettagli

Organismo di Formazione Accreditato dalla Regione Veneto Per la Formazione Continua (1409/A0001)

Organismo di Formazione Accreditato dalla Regione Veneto Per la Formazione Continua (1409/A0001) CATALOGO FORMATIVO A&A CONSULENZA srl Viale della Repubblica, 19/B 31020 Villorba (TV) Italy tel. +39/0422.421742 - +39/0422.421644 www.aeaconsulenza.it - info@aeaconsulenza.it R.E.A. n 199447 C.F. P.IVA

Dettagli

CONOSCERE PER CRESCERE

CONOSCERE PER CRESCERE CONOSCERE PER CRESCERE FORMAZIONE / RICERCA / CONSULENZA IRES FVG PER LE AZIENDE Formazione su misura IRES FVG Impresa sociale progetta e realizza interventi formativi destinati al personale delle aziende.

Dettagli

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 1000 ore. Operatore Socio Sanitario 1000 ore

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.) 1000 ore. Operatore Socio Sanitario 1000 ore Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 1000 ore Titolo Destinatari Obiettivi e Finalità Operatore Socio Sanitario 1000 ore Il corso è rivolto a tutti gli interessati all ottenimento della qualifica

Dettagli

P.IVA 0242905 069 9 n. R.E.A. CH - 178338 Via A. Barrella,63,61 66034 LANCIANO (CH) Tel. 0872/470057 info@humanfactorysrl.com www.humanfactorysrl.

P.IVA 0242905 069 9 n. R.E.A. CH - 178338 Via A. Barrella,63,61 66034 LANCIANO (CH) Tel. 0872/470057 info@humanfactorysrl.com www.humanfactorysrl. 1 2 ELENCO CORSI Abilità Personali Sviluppo delle competenze trasversali Leggere la Busta Paga Gestione e Amministrazione del personale base Gestione e Amministrazione del personale avanzato Formazione

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE. mod. 05.35 rev. 01

CATALOGO FORMAZIONE. mod. 05.35 rev. 01 CATALOGO FORMAZIONE è conforme alla norma AREA SICUREZZA è conforme alla norma RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE R..S.P.P. (Datori di lavoro) Corso base e aggiornamento Datori di lavoro

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: SENZ H SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA DISABILI OBIETTIVI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO a) garantire un elevata qualità nell assistenza e animazione

Dettagli

Indice. Pagina 1 di 73. Sede legale: Viale Brigata Bisagno, 2/27-16129 Genova Tel./Fax 010 098.07.90/1

Indice. Pagina 1 di 73. Sede legale: Viale Brigata Bisagno, 2/27-16129 Genova Tel./Fax 010 098.07.90/1 Indice ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO BASSO 4 ORE 2 ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO MEDIO 8 ORE 4 AGGIORNAMENTO ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI

Dettagli

CALENDARIO CORSI DI FORMAZIONE NIER INGEGNERIA PRIMO SEMESTRE 2015

CALENDARIO CORSI DI FORMAZIONE NIER INGEGNERIA PRIMO SEMESTRE 2015 CALENDARIO CORSI DI FORMAZIONE NIER INGEGNERIA PRIMO SEMESTRE 2015 ID TITOLO DESTINATARI DATE DURATA QUOTA (IVA esclusa) SICUREZZA S1 CORSO FORMAZIONE SPECIFICA RISCHIO BASSO Lavoratori 4 ore 90,00 03/03/2015

Dettagli

ORE TIROCINIO 450 ORE ESERCITAZIONI:

ORE TIROCINIO 450 ORE ESERCITAZIONI: ALLEGATO 1 Programma CORSO OSS 1000 ore Il programma analitico è suddiviso in moduli ed unità didattiche secondo le UC di riferimento; ore di aula complessive 450. Per i soggetti che intendono erogare

Dettagli

Corsi di formazione organizzati da Bioikòs Ambiente (calendario 2014): PRIMO SOCCORSO ANTINCENDIO

Corsi di formazione organizzati da Bioikòs Ambiente (calendario 2014): PRIMO SOCCORSO ANTINCENDIO I Corsi di Bioikos Ambiente Antincendio e Primo Soccorso anno 2014 Circolare n. BA/4077/13/LE Bologna, 11 dicembre 2013 Spett. le Azienda, Corsi di formazione organizzati da Bioikòs Ambiente (calendario

Dettagli

CATALOGO CORSI. in materia di. A cura di C E S V I P L O M B A R D I A PAVIA. Viale Piave, 26/b 46100 Mantova tel. 0376/288025

CATALOGO CORSI. in materia di. A cura di C E S V I P L O M B A R D I A PAVIA. Viale Piave, 26/b 46100 Mantova tel. 0376/288025 CATALOGO CORSI in materia di SICUREZZA, IGIENE E SALUTE SUI LUOGHI DI LAVORO A cura di C E S V I P L O M B A R D I A LODI (sede legale) BERGAMO CREMONA (Area CR, BS) MANTOVA PAVIA SONDRIO VARESE (Area

Dettagli

CATALOGO TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO

CATALOGO TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI E DEI PREPOSTI SECONDO L ACCORDO STATO REGIONI 21.12.2011 FORMAZIONE GENERALE Lavoratori definiti secondo

Dettagli

Decreto del Ministero della Salute 15 luglio 2003, n. 388

Decreto del Ministero della Salute 15 luglio 2003, n. 388 Decreto del Ministero della Salute 15 luglio 2003, n. 388 Normativa - Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19

Dettagli

La sicurezza nei luoghi di lavoro

La sicurezza nei luoghi di lavoro La sicurezza nei luoghi di lavoro La sicurezza nei luoghi di lavoro formazione finanziata per le imprese e i lavoratori La sicurezza nei luoghi di lavoro Un offerta integrata e flessibile supporto gestionale

Dettagli

CORSO DI PRIMO SOCCORSO. AGGIORNAMENTO 4 ore AI SENSI DEL D.M. 338/03 D.LGS. 81/08

CORSO DI PRIMO SOCCORSO. AGGIORNAMENTO 4 ore AI SENSI DEL D.M. 338/03 D.LGS. 81/08 CORSO DI PRIMO SOCCORSO AGGIORNAMENTO 4 ore AI SENSI DEL D.M. 338/03 D.LGS. 81/08 ARGOMENTI CORSO AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO per aziende di gruppo B e C (4 ore), ex D.M. 388/2003 e D.Lgs. 81/2008 UNICA

Dettagli

1. DISTRIBUZIONE Datore di Lavoro, Direzione, dirigenti, RSPP, RLS, preposti, personale Alac SpA

1. DISTRIBUZIONE Datore di Lavoro, Direzione, dirigenti, RSPP, RLS, preposti, personale Alac SpA Acquedotto Langhe e Alpi Cuneesi SpA Sede legale in Cuneo, Corso Nizza 9 acquedotto.langhe@acquambiente.it www.acquambiente.it SGSL Procedura Formazione P03 Rev. 03 del 28/04/2014 1. DISTRIBUZIONE Datore

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO di ANDI Servizi. Offerta di corsi a catalogo per la formazione sulla sicurezza

CATALOGO FORMATIVO di ANDI Servizi. Offerta di corsi a catalogo per la formazione sulla sicurezza CATALOGO FORMATIVO di ANDI Servizi Offerta di corsi a catalogo per la formazione sulla sicurezza 1 Indice dei corsi 1. La gestione delle emergenze, BLS-D/PBLS-D e disostruzione delle vie aeree. Dedicato

Dettagli

FORMAZIONE DI BASE SULLA SICUREZZA PER I LAVORATORI

FORMAZIONE DI BASE SULLA SICUREZZA PER I LAVORATORI FORMAZIONE DI BASE SULLA SICUREZZA PER I LAVORATORI Formazione regolamentata dall art. 37 del D.Lgs. 81/08 e dall Accordo Stato- Regioni del 21/12/2011 Formazione generale Durata 4 ore (per tutti i macrosettori

Dettagli

IL PAZIENTE AD ALTA COMPLESSITA SANITARIA L ASPETTO ASSISTENZIALE SUL TERRITORIO A DOMICILIO E IN RESIDENZA

IL PAZIENTE AD ALTA COMPLESSITA SANITARIA L ASPETTO ASSISTENZIALE SUL TERRITORIO A DOMICILIO E IN RESIDENZA IL PAZIENTE AD ALTA COMPLESSITA SANITARIA L ASPETTO ASSISTENZIALE SUL TERRITORIO A DOMICILIO E IN RESIDENZA Dott.ssa Laura Traverso UO Anziani Savona Dip. Cure primarie IL PAZIENTE AD ALTA INTENSITA E

Dettagli

pubblicato su: Gazzetta Ufficiale Italiana n 27 del 03/02/2004 TESTO VIGENTE SOMMARIO

pubblicato su: Gazzetta Ufficiale Italiana n 27 del 03/02/2004 TESTO VIGENTE SOMMARIO D.M. n 388 del 15/07/2003 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni.

Dettagli

Catalogo Corsi Sicurezza Sul Lavoro

Catalogo Corsi Sicurezza Sul Lavoro Catalogo Corsi Sicurezza Sul Lavoro Il Catalogo Corsi sulla Sicurezza Sul Lavoro erogati da SFIA è progettato secondo le indicazioni del D.Legs 81/08 (Testo Unico sulla Sicurezza) e delle successive leggi

Dettagli

Corso di O.S.S. Operatore Socio sanitario. web: scuolasi.it INFO 800 03 51 41. Premessa:

Corso di O.S.S. Operatore Socio sanitario. web: scuolasi.it INFO 800 03 51 41. Premessa: Corso di O.S.S. Operatore Socio sanitario Premessa: Il corso di OSS - Operatore Socio sanitario -, riguarda tutti coloro che vogliono sviluppare abilità finalizzate all'assistenza socio sanitaria di persone

Dettagli

Decreto 15 Luglio 2003, n. 388

Decreto 15 Luglio 2003, n. 388 Decreto 15 Luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni.

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO 2015 20

CATALOGO FORMATIVO 2015 20 CATALOGO FORMATIVO 2015 20 ABILITA PERSONALI QUOTA DI ISCRIZIONE N. CORSO ORE 01 Comunicazione e Motivazione 34 Euro 450,00 02 Comunicazione interna aziendale 30 Euro 800,00 03 Team building 8 Euro 250,00

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO Riqualificazione in Operatore Socio Sanitario

PROGETTO FORMATIVO Riqualificazione in Operatore Socio Sanitario PROGETTO FORMATIVO Riqualificazione in Operatore Socio Sanitario Il progetto è redatto sulla base dell Allegato 1 del D.A.n.1613 del 08/10/2014 Linee guida per la riqualificazione in Operatore Socio Sanitario

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO di ANDI Servizi. Offerta di corsi a catalogo per la formazione sulla sicurezza

CATALOGO FORMATIVO di ANDI Servizi. Offerta di corsi a catalogo per la formazione sulla sicurezza CATALOGO FORMATIVO di ANDI Servizi Offerta di corsi a catalogo per la formazione sulla sicurezza 1 Indice dei corsi 1. La gestione delle emergenze, BLS-D/PBLS-D e disostruzione delle vie aeree. Dedicato

Dettagli

Catalogo corsi Formazione E-Learning FORMAZIONE GENERALE

Catalogo corsi Formazione E-Learning FORMAZIONE GENERALE Catalogo corsi Formazione E-Learning FORMAZIONE GENERALE Obiettivi del corso: Fornire i concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti, doveri

Dettagli

IL SUPPORTO VITALE PEDIATRICO

IL SUPPORTO VITALE PEDIATRICO IL SUPPORTO VITALE PEDIATRICO PREMESSA Il paziente pediatrico può essere suddiviso in medicina d urgenza schematicamente in: Lattante 0 1 anno Bambino 1 fino alla pubertà OBIETTIVO DEL P-BLS Prevenire

Dettagli

Salute, sicurezza e antirapina

Salute, sicurezza e antirapina PIANO FORMATIVO OGGETTO DI RICHIESTA DI FINANZIAMENTO Fondo Banche Assicurazioni Avviso 1/09 Piani aziendali e Piani individuali in materia di Salute, Sicurezza e Antirapina Salute, sicurezza e antirapina

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO di ANDI Servizi. Offerta di corsi a catalogo per la formazione sulla sicurezza

CATALOGO FORMATIVO di ANDI Servizi. Offerta di corsi a catalogo per la formazione sulla sicurezza CATALOGO FORMATIVO di ANDI Servizi Offerta di corsi a catalogo per la formazione sulla sicurezza 1 Indice dei corsi 1. La gestione delle emergenze, BLS-D/PBLS-D e disostruzione delle vie aeree. Dedicato

Dettagli

D.Lgs.81 Rischi per il settore terziario VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO

D.Lgs.81 Rischi per il settore terziario VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO D.Lgs.81 Rischi per il settore terziario VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO Le persone possono essere molto stressate per un sommarsi di fattori di stress lavorativo ed extralavorativo Rilevare

Dettagli

Catalogo percorsi interaziendali

Catalogo percorsi interaziendali Catalogo percorsi interaziendali Fornire alle aziende le soluzioni HR di cui hanno bisogno è da sempre uno degli obiettivi del Gruppo Adecco, leader mondiale nei servizi per la gestione delle risorse umane.

Dettagli

CORSO PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO 1 (ex D. Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 integrato dal D. Lgs. n. 106 del 3 agosto 2009 ed ex D.M.

CORSO PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO 1 (ex D. Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 integrato dal D. Lgs. n. 106 del 3 agosto 2009 ed ex D.M. CORSO PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO 1 (ex D. Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 integrato dal D. Lgs. n. 106 del 3 agosto 2009 ed ex D.M. 388/03) ORGANIZZAZIONE: Responsabile del progetto formativo Ing. Giacinto

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA PER LAVORATORI NEOASSUNTI, IN ATTESA DI OCCUPAZIONE ED IMPIEGATI. (Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011)

CORSO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA PER LAVORATORI NEOASSUNTI, IN ATTESA DI OCCUPAZIONE ED IMPIEGATI. (Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011) CORSO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA PER LAVORATORI NEOASSUNTI, IN ATTESA DI OCCUPAZIONE ED IMPIEGATI (Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011) OBIETTIVI DEL CORSO: Fornire gli elementi di aggiornamento

Dettagli

1. DISTRIBUZIONE Datore di Lavoro, Direzione, RSPP, RLS, preposti, personale Alac SpA

1. DISTRIBUZIONE Datore di Lavoro, Direzione, RSPP, RLS, preposti, personale Alac SpA Acquedotto Langhe e Alpi Cuneesi SpA Sede legale in Cuneo, Corso Nizza 9 acquedotto.langhe@acquambiente.it www.acquambiente.it SGSL Procedura Formazione P03 Rev. 02 del 06/05/2013 1. DISTRIBUZIONE Datore

Dettagli

(D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni)

(D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) Per ulteriori informazioni e per conoscere le date dei corsi pianificati scrivere

Dettagli

INTRODUZIONE. Cosa rende speciali i nostri corsi

INTRODUZIONE. Cosa rende speciali i nostri corsi SICUREZZA INTRODUZIONE Cosa rende speciali i nostri corsi Formazione e informazione sono gli elementi chiave per prendere consapevolezza dei rischi presenti nel proprio ambiente di lavoro e per predisporre

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE 1

CORSI DI FORMAZIONE 1 CORSI DI FORMAZIONE 1 2 CORSI PER ADDETTI ANTINCENDIO Questa lezione costituisce il Corso obbligatorio per tutti i lavoratori che svolgono incarichi relativi alla prevenzione incendi, lotta antincendio

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 I. PREMESSA Gruppo Ambiente Sicurezza S.r.l. nasce dall esperienza di tecnici, progettisti, formatori, medici del lavoro e consulenti legali. L insieme dei servizi da

Dettagli

DIREZIONE Il Direttore del corso è un Medico o un Infermiere, designato dall Associazione promotrice del corso.

DIREZIONE Il Direttore del corso è un Medico o un Infermiere, designato dall Associazione promotrice del corso. PROTOCOLLO FORMATIVO DEI SOCCORRITORI VOLONTARI DI LIVELLO AVANZATO MODALITA ORGANIZZATIVE DEL CORSO ORGANIZZAZIONE I corsi di formazione sono organizzati dalle Associazioni iscritte nel Registro Regionale

Dettagli

Archivio Corsi. Area clinica/medica/specialistica

Archivio Corsi. Area clinica/medica/specialistica Archivio Corsi Area clinica/medica/specialistica Pianeta anziano: la gestione della complessità Argomenti di geriatria L amore e la sessualità nell anziano Disturbi cognitivi nell anziano Vita dell anziano

Dettagli

CATALOGO OFFERTA FORMATIVA SICUREZZA, AMBIENTE E QUALITA

CATALOGO OFFERTA FORMATIVA SICUREZZA, AMBIENTE E QUALITA CATALOGO OFFERTA FORMATIVA SICUREZZA, AMBIENTE E QUALITA Edizione: aprile 2015 A.F.P. PATRONATO SAN VINCENZO VIA M. GAVAZZENI, 3 - BERGAMO Tel: 035/4247228 www.afppatronatosv.org INDICE CORSO DI PRIMO

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE. DECRETO 15 luglio 2003, n. 388

MINISTERO DELLA SALUTE. DECRETO 15 luglio 2003, n. 388 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994,

Dettagli

Safety to rely on SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO

Safety to rely on SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO Safety to rely on SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO BENVENUTI Siamo lieti di presentarvi la nostra azienda. Con sede a Casalecchio di Reno (BO), Proleven si occupa di consulenza e formazione

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO di ANDI Servizi. Offerta di corsi a catalogo per la formazione sulla sicurezza

CATALOGO FORMATIVO di ANDI Servizi. Offerta di corsi a catalogo per la formazione sulla sicurezza 1 CATALOGO FORMATIVO di ANDI Servizi Offerta di corsi a catalogo per la formazione sulla sicurezza 1 Indice dei corsi 2 1. La gestione delle emergenze, BLS-D/PBLS-D e disostruzione delle vie aeree. Dedicato

Dettagli

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Distretto di Carpi Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011 Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Settore Area Fragili U. O. Cure Primarie Area Disabili Area

Dettagli

Carta dei Servizi ADI rev. 2 del 12.01.2015 - ADIvoucher pag. 1 di 7

Carta dei Servizi ADI rev. 2 del 12.01.2015 - ADIvoucher pag. 1 di 7 Struttura accreditata con le AASSLL di BERGAMO, BRESCIA, COMO, CREMONA, LECCO, LODI, MANTOVA, MILANO, MILANO 1, MILANO 2, MONZA e BRIANZA, PAVIA e VARESE per offrire il servizio di Assistenza Domiciliare

Dettagli

SOMMARIO. BESTINFO srl via Roma 2 36034 Malo (VI) Tel. 0445 550837 Fax 0445 587818

SOMMARIO. BESTINFO srl via Roma 2 36034 Malo (VI) Tel. 0445 550837 Fax 0445 587818 SOMMARIO Sicurezza sul luogo di lavoro... 2 Formazione generale dei lavoratori... 3 Formazione specifica dei lavoratori - rischio basso... 4 Formazione specifica dei lavoratori - rischio medio... 5 Formazione

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: DURATA: 7 MESI 4/5 lezioni a settimana turni serali o mattutini

PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: DURATA: 7 MESI 4/5 lezioni a settimana turni serali o mattutini PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: TECNICO DELLA PIANIFICAZIONE DEL SISTEMA DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA DEL PERSONALE AGENZIA FORMATIVA: New Training School S.r.l. Sede:

Dettagli

Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro

Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) :: WorkIngSafe :: :: sede operativa: Via Aurelio Saffi n. 18 C - 40131 Bologna M.

Dettagli

Corso Base di primo. Il Corso Base è suddiviso in otto lezioni frontali sulle materie riguardanti il primo soccorso.

Corso Base di primo. Il Corso Base è suddiviso in otto lezioni frontali sulle materie riguardanti il primo soccorso. Informazioni generali Corso Base di primo soccorso Il corso è articolato in 8 lezioni della durata di 90 minuti ciascuna, per un totale di 10 ore di lezione. Gli otto incontri saranno tenuti da personale

Dettagli

Studio di Fisioterapia Via S.Liberata 21, Caravaggio (Bg) Tel. 0363.350318 www.fisioepiu.com info@fisioepiu.com CURRICULUM VITAE

Studio di Fisioterapia Via S.Liberata 21, Caravaggio (Bg) Tel. 0363.350318 www.fisioepiu.com info@fisioepiu.com CURRICULUM VITAE Studio di Fisioterapia Via S.Liberata 21, Caravaggio (Bg) Tel. 0363.350318 www.fisioepiu.com info@fisioepiu.com CURRICULUM VITAE Ft. Dr.ssa Carminati Sara Beatrice (D.U. Fisioterapista, Dr.ssa in Psicologia

Dettagli

http://bd01.leggiditalia.it/cgi-bin/fulshow

http://bd01.leggiditalia.it/cgi-bin/fulshow Pagina 1 di 11 Leggi d'italia D.M. 15-7-2003 n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del D.Lgs. 19 settembre 1994, n. 626, e successive

Dettagli

Catalogo ECM. Attività formative e servizi

Catalogo ECM. Attività formative e servizi Catalogo ECM Attività formative e servizi Il sistema di Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) nasce con lo scopo di mantenere elevate le competenze dei professionisti della Sanità che rappresentano

Dettagli

ACCADEMIA D IMPRESA Azienda Speciale della Camera di Commercio I.A.A. Trento

ACCADEMIA D IMPRESA Azienda Speciale della Camera di Commercio I.A.A. Trento Area Formazione Abilitante Elenco dei Moduli ACCADEMIA D IMPRESA Azienda Speciale della Camera di Commercio I.A.A. Trento corso ADDETTI AI SERVIZI DI CONTROLLO DELLE ATTIVITÀ DI INTRATTENIMENTO E DI SPETTACOLO

Dettagli

CATALOGO CORSI. Tutti i corsi del catalogo possono essere personalizzati ed erogati anche in sede aziendale.

CATALOGO CORSI. Tutti i corsi del catalogo possono essere personalizzati ed erogati anche in sede aziendale. CATALOGO CORSI 2016 Tutti i corsi del catalogo possono essere personalizzati ed erogati anche in sede aziendale. SCHEDA DI ISCRIZIONE da inviare via fax al 0422/717768 o via e-mail a formazione@euroiso.it

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI - N 14/2015

CIRCOLARE CLIENTI - N 14/2015 CIRCOLARE CLIENTI - N 14/2015 DATA: 01/04/2015 A/TO CA: Titolare dell attività / Responsabile Sicurezza-Ambiente DA/FROM: TECNOLARIO S.r.l. TEL N : 0341/494210 FAX N 0341/250007 N PAG.: 6 Oggetto: Corso

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: DURATA: 7 MESI 4/5 lezioni a settimana turni serali o mattutini

PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: DURATA: 7 MESI 4/5 lezioni a settimana turni serali o mattutini PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: TECNICO DELLA GESTIONE DELLA CONTABILITA E FORMULAZIONE DEL BILANCIO AGENZIA FORMATIVA: New Training School S.r.l. Sede: via Peretti 1, scala

Dettagli

PROFILO FORMATIVO ASA (Ausiliario Socio Assistenziale) Delibera 7693 del 24/07/2008 - Introduzione del Profilo e ambiti di attività.

PROFILO FORMATIVO ASA (Ausiliario Socio Assistenziale) Delibera 7693 del 24/07/2008 - Introduzione del Profilo e ambiti di attività. PROFILO FORMATIVO ASA (Ausiliario Socio Assistenziale) Delibera 7693 del 24/07/2008 - Introduzione del Profilo e ambiti di attività. L Ausiliario Socio Assistenziale è un operatore di interesse socio-assistenziale

Dettagli

2 di 21. Catalogo Corsi Sicurezza sul Lavoro

2 di 21. Catalogo Corsi Sicurezza sul Lavoro Via Frascineto, 88 - Roma Tel 06 72394672 Fax 06 7233532 www.ecoconsultsrl.com Catalogo Corsi 1 di 21 La Formazione è utile quando si occupa dei problemi quotidiani delle persone che lavorano. La Formazione

Dettagli

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Ente di formazione accreditato dalla Regione Siciliana Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Page1 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA

Dettagli

IL SUPPORTO VITALE PEDIATRICO

IL SUPPORTO VITALE PEDIATRICO IL SUPPORTO VITALE PEDIATRICO ANDREA FRANCI 1 PREMESSA Il paziente pediatrico può essere suddiviso in medicina d urgenza schematicamente in: Lattante 0 1 anno Bambino 1 fino alla pubertà 2 BLS Pediatrico

Dettagli