A) AMMISSIONI DEI CACCIATORI NEI C.A.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A) AMMISSIONI DEI CACCIATORI NEI C.A."

Transcript

1 L Giunt Regionle Vist l Legge 11 febbrio 1992, n. 157 e l L.R. 4 settembre 1996, n. 70 Vist l D.G.R. n dell 8/5/1995, l D.G.R. n del 16/2/1998, l D.G.R. n del 30/1/2002 e l D.G.R. n del 7/2/2006 RENDE NOTO INDIRIZZI E CRITERI IN ORDINE ALL AMMISSIONE DEI CACCIATORI NEI C.A. E NEGLI A.T.C. Ferme restndo le disposizioni contenute lle lettere A, B, C, C1 e D di cui ll llegto ll D.G.R. n dell Criteri pplictivi e priorità per l gestione progrmmt dell ccci e ll rt. 9 dell llegto ll D.G.R. n del , circ l vlidità triennle dell opzione di ccci prescelt, vengono di seguito riportte le determinzioni vlide per l mmissione dei cccitori negli A.T.C. e nei C.A. A) AMMISSIONI DEI CACCIATORI NEI C.A. ART. 1 CONFERMA DELL AMMISSIONE 1. Nell zon funistic delle Alpi dell Regione Piemonte l esercizio dell ttività ventori è consentito in un solo C.A. 2. I cccitori residenti nell Regione Piemonte o residenti in ltre regioni o ll'estero mmessi i C.A. nell precedente stgione ventori, i fini dell conferm dell'mmissione i medesimi, devono effetture il pgmento dell reltiv quot di prtecipzione economic tsstivmente entro e non oltre il 31 mrzo di ogni nno. Non sono ltresì vlidi i versmenti effettuti oltre il 31 mrzo trmite bonifico bncrio con vlut ntecedente tle dt. Qulor l scdenz coincid con un giorno festivo, il termine di cui sopr s intende prorogto l primo giorno successivo non festivo. I versmenti effettuti oltre tle dt non sono vlidi i fini dell conferm ed il cccitore e' considerto rinuncitrio l C.A. e viene strlcito dll elenco degli mmessi. Tutti i pgmenti effettuti oltre l dt del 31 mrzo devono essere immeditmente rimborsti gli interessti cur del Comitto di gestione. 3. I cccitori residenti in ltre Regioni, mmessi nell precedente stgione ventori d un C.A. dell Regione Piemonte, possono essere confermti l medesimo condizione

2 che non risultino mmessi in comprensori lpini o mbiti territorili di ccci di ltre Regioni. A tl fine gli stessi devono presentre dichirzione sostitutiv di tto notorio ttestnte l non mmissione d ltro A.T.C. o C.A. per l stgione ventori in corso. 4. I cccitori che hnno confermto entro i termini di cui sopr l mmissione l C.A. di residenz ventori non possono presentre domnd di prim mmissione d ltro C.A. o A.T.C. pen l esclusione dll esercizio dell ttività ventori nelle zone di ccci progrmmt per l stgione ventori in corso. ART. 2 CRITERI RELATIVI ALLE NUOVE AMMISSIONI DEI CACCIATORI NEI C.A. 1. Il cccitore, residente nell Regione Piemonte o residente in ltre Regioni o ll estero che non risulti mmesso d lcun A.T.C. o C.A. e che intend chiedere l mmissione d un C.A., purché bbi optto per l ccci in zon Alpi i sensi dell rt. 37 dell l.r. 70/1996, deve presentre domnd l Presidente del Comitto di gestione, secondo le modlità riportte ll rt. 3, su modulo ppositmente predisposto. 2. Sono considerte ltresì nuove mmissioni le domnde dei cccitori che pur risultndo mmessi nelle precedenti stgioni ventorie d un C.A. non hnno provveduto d effetture entro il 31 mrzo il pgmento dell quot di prtecipzione economic. L mmissione di tli soggetti è delibert dl Comitto di gestione nel rispetto di qunto stbilito ll rt I cccitori residenti in ltre regioni o ll estero sono mmessi in misur non superiore l 5% del numero mssimo dei cccitori mmissibili per ogni C.A. ART. 3 DOMANDA DI AMMISSIONE 1. L domnd, deve essere presentt entro il termine perentorio del 30 prile di ogni nno (in cso di spedizione f fede l dt del timbro dell ufficio postle ccettnte) sul modello ll uopo predisposto dll Regione, compilt in ogni su prte e corredt di seguenti documenti: ) certificto di residenz o dichirzione sostitutiv di certificzione res secondo le vigenti disposizioni; b) titolo di godimento dell proprietà per i proprietri di fbbricti di civile bitzione o di terreno e, per i conduttori di terreni, dichirzione S.C.A.U. rilscit dll'i.n.p.s. o dichirzione sostitutiv dell tto di notorietà ttestnte l proprietà o conduzione contenente l'estt indiczione dei dti ctstli; c) titolo di prentel per gli scendenti, discendenti ed ffini di primo grdo (genero/nuor) dei proprietri di terreno nonché conduttori di cui ll letter b). Essi devono presentre domnd corredt d estrtto di tto di nscit con indiczione di pternità e mternità o certificto di mtrimonio o dichirzione sostitutiv di certificzione res innnzi

3 ll incricto del Comitto di gestione ricevere l domnd; d) bilitzione ventori ll zon funistic delle Alpi o certificzione i sensi dell rt. 75 dell l.r. 60/ Non srnno ccolte le domnde d mmissione presentte o recnti timbro postle in dt posteriore l termine stbilito l comm 1, presentte su modelli difformi, incomplete dei dti e delle dichirzioni previste dl modello di domnd, prive dell documentzione richiest, quelle non sottoscritte nonché le istnze d cui non è possibile ricvre l chir volontà di scelt del richiedente. 3. Fermo restndo il limite di mmissione d un solo C.A., il cccitore privo di mmissione può presentre domnd più C.A. Qulor risulti mmesso più C.A. deve, entro e non oltre il 15 giugno di ogni nno, pen l esclusione d tutti i C.A. dell Regione Piemonte: ) esercitre l propri scelt effettundo il reltivo versmento e trsmettendo copi dell ttestzione dello stesso l C.A. prescelto; b) comunicre, per iscritto, l propri rinunci gli ltri C.A., ove risulti mmesso. ART. 4 DEROGHE AI CRITERI DI AMMISSIONE ED AGLI INDICI DI DENSITA VENATORIA 1. Fermo restndo il possesso dei requisiti per l esercizio dell ttività ventori nell zon funistic delle Alpi i Comitti di gestione mmettono, in derog oltre l dt del 30 prile di ogni nno, i cccitori che: ) bbino cquisito l residenz ngrfic (per trsferimento dell bitzione o per spostmento dell ttività lvortiv) nell Regione Piemonte successivmente ll dt di scdenz dell presentzione delle domnde di nuov mmissione, di cui ll rt. 3. L domnd in derog deve essere presentt l Comitto di gestione entro e comunque non oltre il giorno di pertur generle dell ccci fisst ll terz domenic di settembre; b) hnno conseguito, successivmente ll dt di scdenz dell presentzione delle domnde di nuov mmissione, l bilitzione ll esercizio dell ttività ventori e l bilitzione ll esercizio ventorio in zon Alpi, i sensi degli rtt. 40 e 41 dell l.r. 70/96 purché l scelt dell form di ccci (opzione) veng comunict ll Provinci di residenz entro trent giorni dll dt di conseguimento di dett bilitzione. L domnd in derog può essere presentt nche nel corso dello svolgimento dell ttività ventori; c) hnno conseguito, successivmente ll dt di scdenz dell presentzione delle domnde di nuov mmissione, l bilitzione ll esercizio ventorio in zon Alpi, i sensi dell rt. 41 dell l.r. 70/96 purché l scelt dell form di ccci (opzione) veng comunict ll Provinci di residenz entro trent giorni dll dt di conseguimento di dett bilitzione. L mmissione l C.A. è consentit condizione che gli stessi non risultino mmessi d lcun A.T.C. o vi bbino comunque rinuncito. L domnd in derog deve essere presentt l Comitto di gestione entro e comunque non oltre il giorno di pertur generle dell ccci fisst ll terz domenic di settembre. 2. Le disposizioni di cui lle lett. b) e c) del precedente punto 1 si pplicno

4 esclusivmente i cccitori residenti nell Regione Piemonte. 3. Le mmissioni in derog sono subordinte ll presentzione di regolre domnd corredt dll documentzione di cui ll rt. 3. ART. 5 CRITERI DI PRIORITA PER L AMMISSIONE DEI CACCIATORI NEI C.A. 1. Le domnde di mmissione vengono vlutte secondo i seguenti criteri di priorità: ) i cccitori residenti nei Comuni compresi nel C.A. o residenti in Comuni il cui territorio è przilmente compreso nel C.A.; i cccitori residenti nei Comuni dell Comunità Montn Vlle Ossol, il cui territorio è compreso in prte nel C.A. V.C.O. 2, sono equiprti i residenti nel comprensorio lpino stesso; b) i proprietri di terreni nonché i conduttori, i loro scendenti, discendenti ed ffini di primo grdo, ed i soci di società di cpitle residenti nell Regione Piemonte i cui fondi sono inclusi nel C.A. I proprietri, i conduttori di terreni ed i soci di società di cpitle devono presentre domnd corredt d idone certificzione ttestnte il titolo di godimento d lmeno quttro nni. Gli scendenti, discendenti ed ffini di primo grdo devono presentre domnd corredt dll documentzione di cui ll rt. 3, comm 1, lett. c) unitmente ll certificzione ttestnte il titolo di godimento d lmeno quttro nni nel cso di proprietri o conduttori non cccitori. I fondi non dovrnno risultre, per ciscun richiedente, di superficie inferiore d un ettro; c) i cccitori residenti in Comuni dell Provinci in cui il C.A. è compreso. Nell mbito di tle ctegori hnno precedenz i proprietri di fbbricti di civile bitzione; d) - i cccitori residenti in ltri Comuni dell Regione Piemonte. Nell mbito di tle ctegori hnno precedenz i proprietri di fbbricti di civile bitzione; e) i cccitori, nche residenti in un Comune totlmente o przilmente compreso nel C.A., che pur risultndo mmessi l C.A. nell precedente stgione ventori, non hnno provveduto d effetture il versmento dell reltiv quot di prtecipzione economic entro l dt del 31 mrzo di ogni nno; f) i cccitori residenti in ltre Regioni, proprietri, d lmeno quttro nni, di fondi di superficie non inferiore d un ettro ubicti nel C.A.; g) - i cccitori residenti in ltre Regioni o ll estero. 2. L mmissione dei cccitori, ferme restndo le priorità di mmissione medesime, viene determint sull bse dell età ngrfic (più nzino d età) dei richiedenti. 3. I Comitti di gestione dei C.A. possono dottre le misure ritenute utili i fini dell verific del permnere dei requisiti di mmissione. Il venir meno dei requisiti nzidetti comport l esclusione dll mbito. ART. 6 APPROVAZIONE DEGLI ELENCHI DEGLI AMMESSI

5 1. L elenco dei cccitori mmessi è pprovto con provvedimento dottto dl Comitto di gestione del C.A. o dl Consiglio esecutivo, ove costituito e delegto, entro e non oltre il 30 mggio di ogni nno. Con lo stesso provvedimento deve essere pprovt l grdutori dei cccitori non mmessi. 2. Delle mmissioni e delle esclusioni dei cccitori il Comitto di gestione deve dre tempestiv comuniczione gli interessti. 3. Il pgmento dell quot di prtecipzione economic deve essere effettuto di cccitori nuovi mmessi tsstivmente entro il 15 giugno di ogni nno, pen di esclusione; entro tle dt, copi dell ttestzione di tle versmento deve essere trsmess l C.A. 4. L grdutori dei cccitori non mmessi viene utilizzt di Comitti di gestione dei C.A. i fini dell copertur dei posti resisi disponibili nei csi di rinunci, di mncto o ritrdto pgmento dei cccitori nuovi mmessi. I cccitori mmessi seguito dell utilizzo di tle grdutori devono provvedere l pgmento dell reltiv quot entro e non oltre il 30 giugno di ogni nno. Copi dell ttestzione deve essere trsmess l C.A. 5. Dopo tle termine il Comitto di gestione o il Consiglio esecutivo, ove costituito e delegto, provvede deliberre l elenco definitivo degli mmessi e degli esclusi. 6. Avverso il provvedimento di esclusione, di cui l comm 1, è possibile, l cccitore escluso, inoltrre, entro trent giorni dll pprovzione dell elenco, l Presidente del Comitto di gestione memori scritt l fine dell eventule riesme dell istnz. L istnz è riesmint d un Commissione costituit d lmeno tre membri del Comitto di gestione, di cui il Presidente del C.A. interessto f prte di diritto, entro trent giorni dll presentzione dell memori. 7. L utorizzzione ll esercizio ventorio nei C.A. viene formlizzt medinte l pposizione d prte del C.A. dell pposito timbro indelebile sul tesserino regionle. ART. 7 CACCIATORI STAGIONALI 1. I Comitti di gestione dei C.A., in cui oltre l dt di scdenz per l presentzione delle domnde di mmissione, risultino posti disponibili, possono regolmentre l mmissione, limittmente ll sol stgione ventori di riferimento ed in qulità di stgionli, di cccitori residenti in Piemonte, in possesso di bilitzione ventori per l zon Alpi, che risultino privi di mbito di ccci in regione ovvero, fermo restndo qunto stbilito ll rt. 2, comm 3, di cccitori residenti in ltre Regioni o ll estero, che non risultino mmessi d lcun A.T.C. o C.A. 2. I cccitori stgionli devono provvedere, entro il termine stbilito dl Comitto di gestione del C.A., l pgmento dell quot di prtecipzione economic di 210,00.

6 3. L utorizzzione ll esercizio ventorio del cccitore stgionle, residente in Piemonte, viene formlizzt medinte l pposizione sul tesserino ventorio, d prte del C.A., di pposito timbro indelebile, diverso d quello di mmissione, riportnte l sigl del C.A., e l dicitur STAGIONALE. 4. Al cccitore stgionle, residente in ltre Regioni o ll estero, il C.A. rilsci il tesserino ventorio ggiuntivo. L utorizzzione ll esercizio ventorio del cccitore stgionle forneo viene formlizzt medinte l pposizione, d prte del C.A., di pposito timbro indelebile, diverso d quello di mmissione, riportnte l sigl del C.A. e l dicitur STAGIONALE. 5. I cccitori stgionli non possono confermre l mmissione l C.A. medinte il versmento dell reltiv quot economic. ART. 8 QUOTA DI PARTECIPAZIONE ECONOMICA 1. L quot di prtecipzione economic di ciscun cccitore mmesso è stbilit dl Comitto di gestione in misur non inferiore 105,00 e non superiore 155,00. I Comitti di gestione del C.A. comunicno entro il 31 gennio di ogni nno, l Settore regionle Ccci e Pesc, l importo dell quot di prtecipzione economic. In mncnz di tle comuniczione l importo dell quot di prtecipzione economic rimne stbilit nell misur minim. Con l pposito mnifesto previsto per l pubblicizzzione delle modlità reltive ll mmissione dei cccitori l C.A. verrà riportto l importo delle quote suddette. 1. BIS. i Comitti di gestione dei C.A. possono umentre, in derog i limiti mssimi stbiliti l punto 1, l quot di prtecipzione economic dei cccitori mmessi fino 185,00. Tle umento deve essere esurientemente motivto e finlizzto l rggiungimento di un ottimle gestione funistico-ventori. 2. Il Comitto di gestione, previ pposit regolmentzione, in sostituzione dell quot di prtecipzione economic, può prevedere prestzioni d oper d prte dei cccitori che ne fccino richiest e che s impegnino l rggiungimento dei fini che il C.A. si prefigge. 3. Il versmento dell quot di prtecipzione economic deve essere effettuto dl cccitore direttmente l C.A. ove risulti mmesso, riportndo le reltive cusli. 4. Per l ccci di selezione gli ungulti i C.A. stbiliscono un quot ggiuntiv nche differenzit per specie: CAPRIOLO DAINO MUFLONE CAMOSCIO CERVO d d d d d 37,00 52,00 52,00 52,00 105,00 105,00 207,00 155,00 207,00 310,00

7 Il Comitto di gestione del C.A. potrà stbilire ulteriore quot economic ggiuntiv riferit l vlore del trofeo. I versmenti di cui l presente comm devono essere effettuti con le modlità e nei termini stbiliti dl Comitto di gestione del CA. 5. I Comitti di gestione dei C.A. possono prevedere un quot economic ggiuntiv per il cccitore, si singolo che in squdr, che intende esercitre l ttività ventori l cinghile, fino 50,00. I Comitti di gestione dei C.A. dovrnno dottre tutte le inizitive tecniche tte l rispetto, d prte dei cccitori interessti, di tle dempimento. 6. Le somme comunque introitte di C.A. sono utilizzte per lo svolgimento dei compiti del Comitto di gestione di cui ll rt. 7 dell D.G.R. n del ART. 9 (OMISSIS) B) AMMISSIONI DEI CACCIATORI NEGLI A.T.C. ART. 10 CONFERMA DELL AMMISSIONE 1. I cccitori residenti nell Regione Piemonte o residenti in ltre regioni o ll'estero mmessi nell precedente stgione ventori, i fini dell conferm dell'mmissione i medesimi, debbono effetture il pgmento dell reltiv quot di prtecipzione economic tsstivmente entro e non o1tre il 31 mrzo di ogni nno. Non sono ltresì vlidi i versmenti effettuti oltre il 31 mrzo trmite bonifico bncrio con vlut ntecedente tle dt. Qulor l scdenz coincid con un giorno festivo, il termine di cui sopr s intende prorogto l primo giorno successivo non festivo. I versmenti effettuti oltre tle dt non sono vlidi i fini dell conferm ed il cccitore e' considerto rinuncitrio ll A.T.C. e viene strlcito dgli elenchi degli mmessi. Tutti i pgmenti effettuti oltre l dt del 31 mrzo devono essere immeditmente restituiti gli interessti cur del Comitto di gestione. 2. I cccitori che hnno confermto medinte versmento non possono presentre domnd di prim mmissione d ltro A.T.C. o C.A. pen l esclusione dll esercizio dell ttività ventori nelle zone di ccci progrmmt per l stgione ventori in corso. ART. 11 CRITERI RELATIVI ALLE NUOVE AMMISSIONI DEI CACCIATORI NEGLI A.T.C.

8 1. Il cccitore, residente nell Regione Piemonte o residente in ltre Regioni o ll estero che non risulti mmesso d lcun A.T.C. o C.A. e che intend chiedere l mmissione d un A.T.C., purché bbi optto per l ccci in zon di pinur, deve presentre domnd l Presidente del Comitto di gestione, secondo le modlità riportte ll rt. 12, su modulo ppositmente predisposto. 2. E considert ltresì nuov mmissione l domnd del cccitore che pur risultndo mmesso nelle precedenti stgioni ventorie d un A.T.C. non h provveduto d effetture entro il 31 mrzo il pgmento dell quot di prtecipzione economic. L mmissione di tle soggetto è delibert dl Comitto di gestione nel rispetto di qunto stbilito ll rt I cccitori residenti in ltre regioni o ll estero sono mmessi in misur non superiore l 10% del numero mssimo dei cccitori mmissibili per ogni A.T.C. ART. 12 DOMANDA DI AMMISSIONE 1. L domnd, deve essere presentt entro il termine perentorio del 30 prile di ogni nno (in cso di spedizione f fede l dt del timbro dell ufficio postle ccettnte) sul modello ll uopo predisposto dll Regione e compilt in ogni su prte, corredt di seguenti documenti: ) certificto di residenz o dichirzione sostitutiv di certificzione res innnzi ll incricto del Comitto di gestione ricevere l domnd; b) titolo di godimento dell proprietà per i proprietri di fbbricti rurli di civile bitzione o di terreno e, per i conduttori, dichirzione S.C.A.U. rilscit dll'i.n.p.s.. In sostituzione del titolo di godimento dell proprietà o dell condizione di conduttore può essere presentt dichirzione sostitutiv dell tto di notorietà contenente l'estt indiczione dei dti ctstli; c) titolo di prentel per gli scendenti, discendenti ed ffini di primo grdo (genero e nuor) dei proprietri di fbbricti rurli di civile bitzione o di terreno, nonché dei conduttori gricoli di cui ll lett. b). L domnd di mmissione deve essere corredt d estrtto di tto di nscit, con indiczione di pternità e mternità, o d certificto di mtrimonio o d dichirzione sostitutiv di certificzione res innnzi ll incricto del Comitto di gestione ricevere l domnd. 2. Non srnno ccolte le domnde d mmissione presentte o recnti timbro postle in dt posteriore l termine stbilito l comm 1, presentte su modelli difformi, incomplete dei dti e delle dichirzioni previste dl modello di domnd, prive dell documentzione richiest, quelle non sottoscritte nonché le istnze d cui non è possibile ricvre l chir volontà di scelt del richiedente. 3. Il cccitore privo di mmissione può presentre domnd più A.T.C. Qulor risulti mmesso più A.T.C. deve, entro e non oltre il 15 giugno di ogni nno, pen l esclusione d tutti gli A.T.C. dell Regione Piemonte:

9 ) esercitre l propri scelt effettundo il reltivo versmento e trsmettendo copi dell ttestzione dello stesso ll A.T.C. prescelto; b) comunicre, per iscritto, l propri rinunci gli ltri A.T.C. ove risulti mmesso. Il cccitore, per essere mmesso d ltri A.T.C., deve presentre gli stessi domnd di ulteriore mmissione i sensi del successivo rt. 15. ART. 13 DEROGHE AI CRITERI DI AMMISSIONE ED AGLI INDICI DI DENSITA VENATORIA 1. Fermo restndo il possesso dei requisiti per l esercizio dell ttività ventori nell zon funistic di pinur i Comitti di gestione mmettono, in derog oltre l dt del 30 prile di ogni nno, i cccitori che bbino cquisito l residenz ngrfic (per trsferimento dell bitzione o per spostmento dell ttività lvortiv) nell Regione Piemonte successivmente ll dt di scdenz dell presentzione delle domnde di nuov mmissione. 2. I Comitti di gestione mmettono ltresì in derog i cccitori residenti nell Regione Piemonte che: ) hnno conseguito, successivmente ll dt di scdenz dell presentzione delle domnde di nuov mmissione, l bilitzione ll esercizio dell'ttività ventori, i sensi dell rt. 40 dell l.r. 70/96 purché l scelt dell form di ccci (opzione) veng comunict ll Provinci di residenz entro trent giorni dll dt di conseguimento di dett bilitzione. L domnd in derog può essere presentt nche nel corso dello svolgimento dell ttività ventori; b) modifichino l form di ccci prescelt (opzione) per rgioni di slute formlmente comprovte. L domnd in derog deve essere presentt entro e non oltre l dt di pertur generle dell ccci fisst ll terz domenic di settembre. 3. Le mmissioni in derog di cui sopr sono subordinte ll presentzione di regolre domnd corredt dll documentzione di cui ll rt. 12, punto 1, lett. ). ART. 14 CRITERI DI PRIORITA PER L AMMISSIONE DEI CACCIATORI NEGLI A.T.C. 1. Le domnde di mmissione vengono vlutte tenuto conto dei seguenti criteri di priorità: ) i cccitori residenti nei Comuni compresi nell A.T.C. o residenti in Comuni il cui territorio è przilmente compreso nell A.T.C.; b) i proprietri di terreni nonché i conduttori, i loro scendenti, discendenti ed ffini di primo grdo ed i soci di società di cpitle residenti nell Regione Piemonte i cui fondi sono inclusi nell A.T.C.. I proprietri ed i conduttori di terreni ed i soci di società di cpitle devono presentre domnd corredt d idone certificzione ttestnte il titolo di godimento d lmeno quttro nni. I fondi non dovrnno risultre, per ciscun richiedente, di superficie

10 inferiore d un ettro. Gli scendenti, discendenti ed ffini di primo grdo devono presentre domnd corredt dll documentzione di cui ll rt. 12, comm 1, lett. c) unitmente ll certificzione ttestnte il titolo di godimento d lmeno quttro nni nel cso di proprietri o conduttori non cccitori.; c) i cccitori residenti in Comuni dell Provinci in cui l A.T.C. è compreso. Nell mbito di tle ctegori hnno precedenz i proprietri di fbbricti di civile bitzione; d) - i cccitori residenti in ltri Comuni dell Regione Piemonte; e) i cccitori, nche se residenti in un Comune totlmente o przilmente compreso nell A.T.C., che, pur risultndo mmessi ll A.T.C. nell precedente stgione ventori, non hnno provveduto d effetture il versmento dell reltiv quot di prtecipzione economic entro l dt del 31 mrzo di ogni nno; f) i cccitori residenti in ltre Regioni proprietri di fondi nell A.T.C. d lmeno quttro nni e di superficie non inferiore d un ettro o di fbbricti rurli di civile bitzione ed i loro scendenti, discendenti ed ffini di primo grdo; g) - i cccitori residenti in ltre Regioni o ll estero. 2. L mmissione dei cccitori, ferme restndo le priorità di mmissione medesime, viene determint sull bse dell età ngrfic (più nzino d età) dei richiedenti. 3. I Comitti di gestione degli A.T.C. possono dottre le misure ritenute utili i fini dell verific del permnere dei requisiti di mmissione. Il venir meno dei requisiti nzidetti comport l esclusione dll mbito. ART. 15 ULTERIORI AMMISSIONI AGLI A.T.C. 1. I Comitti di gestione degli A.T.C. possono procedere dopo il 15 luglio di ogni nno ll'ssegnzione dei posti ncor disponibili i cccitori residenti nell Regione Piemonte che risultno già mmessi d un A.T.C. dell Regione Piemonte, dndone opportun pubblicità. 2. I cccitori devono presentre domnd su pposito modulo predisposto dll Regione l Presidente del Comitto di gestione dell A.T.C.; ll domnd deve essere llegto il certificto di residenz o l dichirzione sostitutiv di certificzione e copi dell ricevut dell ttestto di versmento dell quot di prtecipzione economic d ltro A.T.C. 3. Il Comitto di gestione provvederà lle mmissioni dei cccitori secondo le seguenti priorità: A residenti in Comuni il cui territorio è przilmente compreso nello stesso; B residenti in Comuni dell Provinci in cui l A.T.C. è compreso; nell mbito di quest ctegori di soggetti verrà dt precedenz i cccitori residenti in Comuni confinnti con il predetto A.T.C.. L mmissione dei cccitori per ogni singol ctegori, ferme restndo le priorità di mmissione medesime, è determint sull bse dell età ngrfic.

11 4. Il versmento dell quot di prtecipzione economic reltiv ll ulteriore mmissione deve essere effettuto secondo le modlità ed i termini stbiliti dl Comitto di gestione e comunque entro e non oltre il 31 dicembre. ART. 16 APPROVAZIONE DEGLI ELENCHI DEGLI AMMESSI 1. L elenco dei cccitori nuovi mmessi, è pprovto con provvedimento dottto dl comitto di gestione dell A.T.C. o dl Consiglio esecutivo, ove costituito e delegto, entro e non oltre il 30 mggio di ogni nno. Con lo stesso provvedimento deve essere pprovt l grdutori dei cccitori non mmessi. 2. Entro il 15 giugno di ogni nno i cccitori nuovi mmessi devono effetture il pgmento dell quot di prtecipzione economic. L grdutori, di cui l comm 1, viene utilizzt di Comitti di gestione degli A.T.C. i fini dell copertur dei posti resisi disponibili nei csi di rinunci, di mncto o ritrdto pgmento d prte dei cccitori nuovi mmessi. I cccitori mmessi seguito dell utilizzo dell grdutori devono provvedere l pgmento dell reltiv quot entro e non oltre il 30 giugno di ogni nno. 3 Dopo tle termine il Comitto di gestione provvede deliberre l elenco definitivo degli mmessi e degli esclusi. 4. Avverso il provvedimento di esclusione, di cui l comm 1, il cccitore escluso può inoltrre, entro trent giorni dll pprovzione dell elenco, l Presidente del Comitto di gestione memori scritt l fine dell eventule riesme dell istnz. L istnz è riesmint d un Commissione costituit d lmeno tre membri del Comitto di gestione, di cui il Presidente dell A.T.C. interessto f prte di diritto, entro trent giorni dll presentzione dell memori. 5. L utorizzzione ll esercizio ventorio negli A.T.C. viene poi formlizzt medinte l pposizione d prte degli A.T.C. di pposito timbro indelebile sul tesserino regionle. ART. 17 CACCIATORI STAGIONALI 1. I Comitti di gestione degli A.T.C., in cui oltre l dt di scdenz per l presentzione delle domnde di mmissione, risultino posti disponibili, possono regolmentre l mmissione, limittmente ll sol stgione ventori di riferimento ed in qulità di stgionli, dei cccitori residenti in Piemonte che risultino privi di mbito di ccci in regione ovvero, fermo restndo qunto stbilito ll rt. 11, comm 3, dei cccitori residenti in ltre Regioni o ll estero, che non risultino mmessi d lcun A.T.C. o C.A.. 2. I cccitori stgionli devono provvedere, entro il termine stbilito dl Comitto di

12 gestione dell A.T.C., l pgmento dell quot di prtecipzione economic, pri d 155,00, pen l esclusione. 3. Al cccitore stgionle, residente in Piemonte, l A.T.C. rilsci il tesserino ventorio regionle. Su detto documento deve essere pposto un timbro indelebile riportnte l sigl dell A.T.C. e l dicitur STAGIONALE. 4. Al cccitore stgionle, residente in ltre Regioni o ll estero, l A.T.C. rilsci il tesserino ventorio ggiuntivo. Su detto documento deve essere pposto un timbro indelebile riportnte l sigl dell A.T.C. e l dicitur STAGIONALE. 5. I cccitori stgionli non possono confermre l mmissione ll A.T.C. medinte il versmento dell reltiv quot di prtecipzione economic. ART. 18 QUOTA DI PARTECIPAZIONE ECONOMICA 1. L quot di prtecipzione economic di ciscun cccitore mmesso è stbilit dl Comitto di gestione in misur non inferiore 52,00 e non superiore 105,00. I Comitti di gestione degli A.T.C. comunicno entro il mese di gennio di ogni nno, l Settore regionle Ccci e Pesc l importo dell quot di prtecipzione economic. In mncnz di tle comuniczione l importo dell quot di prtecipzione economic rimne stbilit nell misur minim. 1. BIS. I Comitti di gestione degli A.T.C. possono umentre, in derog i limiti mssimi stbiliti l punto 1, l quot di prtecipzione economic dei cccitori mmessi fino 130,00. Tle umento deve essere esurientemente motivto e finlizzto l rggiungimento di un ottimle gestione funistico-ventori. 2. Il Comitto di gestione, previ pposit regolmentzione, in sostituzione dell quot di prtecipzione economic, può prevedere prestzioni d oper d prte dei cccitori che ne fccino richiest e che s impegnino l rggiungimento dei fini che l A.T.C. si prefigge. 3. Il versmento dell quot di prtecipzione economic deve essere effettuto dl cccitore direttmente ll A.T.C. ove risulti mmesso riportndo le reltive cusli. 4. Per l ccci di selezione gli ungulti gli A.T.C. stbiliscono un quot ggiuntiv nche differenzit per specie: CAPRIOLO DAINO d d 37,00 52,00 105,00 207,00

13 5. Il Comitto di gestione dell A.T.C. potrà stbilire ulteriore quot economic ggiuntiv riferit l vlore del trofeo. I versmenti di cui l presente comm devono essere effettuti con le modlità e nei termini stbiliti dl Comitto di gestione dell A.T.C.. 6. I Comitti di gestione degli A.T.C. possono prevedere un quot economic ggiuntiv per il cccitore, si singolo che in squdr, che intende esercitre l ttività ventori l cinghile, fino 50,00. I Comitti di gestione degli A.T.C. e dei C.A. dovrnno dottre tutte le inizitive tecniche tte l rispetto, d prte dei cccitori interessti, di tle dempimento. 7. Le somme comunque introitte dgli A.T.C. sono utilizzte per lo svolgimento dei compiti del Comitto di gestione di cui ll rt. 7 dell D.G.R. n del ART. 19 (OMISSIS) LA TASSA ANNUALE DI CONCESSIONE E STATA FISSATA CON DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DEL SETTORE TRIBUTI. ADDIZIONALE E COMPARTECIPAZIONE AL GETTITO ERARIALE N. 192 DEL 21 GIUGNO 2001 (B.U.R. N. 29 DEL 18 LUGLIO 2001), IN 77,47 E DEVE ESSERE VERSATA SUL C/C POSTALE N INTESTATO A: TESORERIA REGIONE PIEMONTE TASSA DI CONCESSIONE REGIONALE CACCIA Pizz Cstello, TORINO Torino, 15 febbrio 2006 L ASSESSORE ALL AGRICOLTURA ED ALLA TUTELA DELLA FAUNA Mino TARICCO LA PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Mercedes BRESSO

INDIRIZZI E CRITERI IN ORDINE ALL AMMISSIONE DEI CACCIATORI NEI C.A. E NEGLI A.T.C.

INDIRIZZI E CRITERI IN ORDINE ALL AMMISSIONE DEI CACCIATORI NEI C.A. E NEGLI A.T.C. INDIRIZZI E CRITERI IN ORDINE ALL AMMISSIONE DEI CACCIATORI NEI C.A. E NEGLI A.T.C. Ferme restando le disposizioni contenute alle lettere A, B, C, C1 e D di cui all allegato alla D.G.R. n. 179-45728 dell

Dettagli

RENDE NOTO INDIRIZZI E CRITERI IN ORDINE ALL AMMISSIONE DEI CACCIATORI NEI C.A. E NEGLI A.T.C.

RENDE NOTO INDIRIZZI E CRITERI IN ORDINE ALL AMMISSIONE DEI CACCIATORI NEI C.A. E NEGLI A.T.C. La Giunta Regionale Vista la Legge 11 febbraio 1992, n. 157 e la L.R. 4 settembre 1996, n. 70 Vista la D.G.R. n. 179-45728 dell 8/5/1995, la D.G.R. n. 32-23997 del 16/2/1998, la D.G.R. n. 1-5182 del 30/1/2002,

Dettagli

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60 Per l Anno Scolstico 2015/2016 l Deliber di Giunt Comunle n.25 del 16.04.2015 d oggetto: Determinzione dei criteri e ppliczione delle triffe dei servizi comunli introitti dl Comune nno 2015. Ricognizione

Dettagli

CITTA DI SAN MAURO TORINESE

CITTA DI SAN MAURO TORINESE BAMBINO / A. DATA PRESENTAZIONE... LETTERA... CITTA DI SAN MAURO TORINESE C.A.P. 10099 Mrtiri dell Libertà n. 150 PROVINCIA DI TORINO Tel. (011) 822.80.11 PARTITA IVA: 0 1 1 1 3 1 8 0 0 1 0 Fx (011) 898.65.79

Dettagli

SCIA per VARIAZIONE DEI DATI dell agenzia viaggi e turismo

SCIA per VARIAZIONE DEI DATI dell agenzia viaggi e turismo ALLEGATO B All Ufficio SUAP del Comune di Vi Cp e Città Mil pec D inoltrre mezzo Post Elettronic Certifict e con Firm Digitle secondo qunto previsto dll'rt. 2 del DPR 160/2010 e dll'rt. 3 dell L.R.10/2012

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 Art. 1 - FINALITA E OGGETTO Il presente ndo disciplin le modlità per l'ssegnzione

Dettagli

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI 1. ANTICIPAZIONI 1.1. Come stbilito dl Dlgs 252/2005, l ssocito può conseguire un nticipzione sull su posizione: I) in qulsisi momento, per un importo non superiore l 75 per

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) per VARIAZIONE DEI DATI dell agenzia viaggi e turismo

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) per VARIAZIONE DEI DATI dell agenzia viaggi e turismo ALLEGATO B All Ufficio SUAP del Comune di Vi Cp e Città Mil pec D inoltrre mezzo Post Elettronic Certifict e con Firm Digitle secondo qunto previsto dll'rt. 2 del DPR 160/2010 e dll'rt. 3 dell L.R.10/2012

Dettagli

Il sottoscritto codice fiscale in qualità di 1 dell impresa/società con sede legale in 2

Il sottoscritto codice fiscale in qualità di 1 dell impresa/società con sede legale in 2 ALLEGATO 3 Dimensioni dell impres Dichirzione sostitutiv dell tto di notorietà (rt. 47 DPR 445 del 28 dicembre 2000) Il sottoscritto codice fiscle in qulità di 1 dell impres/società con sede legle in 2

Dettagli

Domanda di ratei di pensione maturati e non riscossi dal pensionato deceduto

Domanda di ratei di pensione maturati e non riscossi dal pensionato deceduto All Associzione Css Nzionle di Previdenz ed Assistenz fvore dei Rgionieri e Periti commercili Vi Pincin, 35-00198 Rom DIREZIONE PREVIDENZA - AREA PRESTAZIONI Modello PR9029 Dt Domnd di rtei di pensione

Dettagli

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti prot. Istituto di Previdenz e Assistenz RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti SpzIo RISeRVTo ll Ip Cndidto punteggio esito Il sottoscritto (iscritto ll Ip) residente in vi /pizz

Dettagli

Data. Da inviare tramite raccomandata a/r o via pec a: Io sottoscritto / a

Data. Da inviare tramite raccomandata a/r o via  pec a: Io sottoscritto / a D invire trmite rccomndt /r o vi e-mil pec : prestzioni@pec.cssrgionieri.it Io sottoscritto / All Associzione Css Nzionle di Previdenz ed Assistenz fvore dei Rgionieri e Periti commercili Vi Pincin, 35-00198

Dettagli

( P r o v i n c i a d i F i r e n z e )

( P r o v i n c i a d i F i r e n z e ) C O M U N E D I F U C E C C H I O ( P r o v i n c i d i F i r e n z e ) SETTORE ASSETTO DEL TERRITORIO E AMBIENTE ALLEGATO A VERBALE DI ASSEGNAZIONE AUTORIZZAZIONI RELATIVE AL PER IL RILASCIO DI N. 4 AUTORIZZAZIONI

Dettagli

CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE DEL PERSONALE. Tutti

CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE DEL PERSONALE. Tutti CIRCOLARE 27 EMANAZIONE: 6 ottobre 2017 OGGETTO: Dipendenti UBI Bnc non provenienti d ex Bnche incorporte e Dipendenti provenienti d ex Bnc Popolre di Bergmo: Borse di studio per i figli studenti e provvidenze

Dettagli

Borse di studio per i figli studenti e provvidenze a favore dei Dipendenti studenti. Ambito: Tutti

Borse di studio per i figli studenti e provvidenze a favore dei Dipendenti studenti. Ambito: Tutti Circolre n. 36 del 16 settembre 2014 Oggetto: Borse di studio per i figli studenti e provvidenze fvore dei Dipendenti studenti Serie: PERSONALE Argomento: Società interesste: Ambito: CONDIZIONI CONTRATTUALI

Dettagli

Accordo europeo sulla circolazione dei giovani con passaporto collettivo fra i Paesi membri del Consiglio d Europa

Accordo europeo sulla circolazione dei giovani con passaporto collettivo fra i Paesi membri del Consiglio d Europa Serie dei Trttti Europei - n 37 Accordo europeo sull circolzione dei giovni con pssporto collettivo fr i Pesi memri del Consiglio d Europ Prigi, 16 dicemre 1961 Trduzione ufficile dell Cncelleri federle

Dettagli

MODALITA DI CELEBRAZIONE DELL ASSEMBLEA REGIONALE ORDINARIA ELETTIVA

MODALITA DI CELEBRAZIONE DELL ASSEMBLEA REGIONALE ORDINARIA ELETTIVA Comi t t oreg i on l ec l br i Alle Province di Aost, Trento e Bolzno, regolrmente costituite, viene comunque grntit l presenz di lmeno un grnde elettore qulunque si il numero degli ffiliti venti diritto

Dettagli

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8)

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8) COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionle 18 febbrio 2010, n. 8) N Prot. VARIAZIONE...del (d compilrsi cur dell ufficio competente) Al Comune di.. Il/L sottoscritto/: Cognome Nome Dt

Dettagli

Data. Da inviare tramite pec a: Io sottoscritto / a

Data. Da inviare tramite  pec a: Io sottoscritto / a D invire trmite e-mil pec : ssistenz@pec.cssrgionieri.it Io sottoscritto / All Associzione Css Nzionle di Previdenz ed Assistenz fvore dei Rgionieri e Periti commercili Vi Pincin, 35-00198 Rom DIREZIONE

Dettagli

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Al termine di ciscun periodo d impost, dopo ver effettuto le scritture di ssestmento e rettific,

Dettagli

precedentemente già in unione civile con:

precedentemente già in unione civile con: LEGGE 20 MAGGIO 2016 N. 76 COSTITUZIONE DI UNIONE CIVILE I SOTTOSCRITTI Codice Fiscle Luogo e Stto di nscit Cittdinnz Titolo di Studio (i fini sttistici) Professione (i fini sttistici) Stto Civile: Celibe/Nubile

Dettagli

COMUNE DI BRENZONE SUL GARDA Provincia di Verona

COMUNE DI BRENZONE SUL GARDA Provincia di Verona f COMUNE DI BRENZONE SUL GARDA Provinci di Veron BANDO DI CONCORSO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L'ASSEGNAZIONE DI NR.72 SPAZI ACQUEI PER BOA D'ORMEGGIO NEL TERRITORIO COMUNALE DI BRENZONE SUL

Dettagli

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti prot. Istituto di Previdenz e Assistenz RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti SpzIo RISeRVTo ll Ip Cndidto punteggio esito Il sottoscritto (iscritto ll Ip) nto/ il residente in

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov.

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02041401 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

BANDO PER IL CONSEGUIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE ECDL FULL STANDARD (PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER)

BANDO PER IL CONSEGUIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE ECDL FULL STANDARD (PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER) A. Di. S. U. Aziend Pubblic di Diritto llo Studio Universitrio dell Second Università degli Studi di Npoli BANDO PER IL CONSEGUIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE ECDL FULL STANDARD (PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER)

Dettagli

Domanda per iscrizione ai servizi scolastici comunali e richiesta contributo di frequenza anno scolastico 2016/2017

Domanda per iscrizione ai servizi scolastici comunali e richiesta contributo di frequenza anno scolastico 2016/2017 Domnd per iscrizione i servizi scolstici comunli e richiest tributo di frequenz nno scolstico 2016/2017 L domnd on line deve essere presentt, d uno dei genitori viventi il minore, o dl tutore, nei seguenti

Dettagli

COMUNICAZIONE NOMINA DEL PREPOSTO IN UN ATTIVITA DI COMMERCIO AL DETTAGLIO IN ESERCIZIO DI VICINATO

COMUNICAZIONE NOMINA DEL PREPOSTO IN UN ATTIVITA DI COMMERCIO AL DETTAGLIO IN ESERCIZIO DI VICINATO AL COMUNE DI COMUNICAZIONE NOMINA DEL PREPOSTO IN UN ATTIVITA DI COMMERCIO AL DETTAGLIO IN ESERCIZIO DI VICINATO Il/l sottoscritto/ di cittdinnz Recpito telefonico In qulità di titolre dell' IMPRESA INDIVIDUALE

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov.

All'Inpdap - sede di. Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02040801 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov.

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

ALLEGATO A) Disciplinare del Fondo per la Progettazione degli Interventi Strategici

ALLEGATO A) Disciplinare del Fondo per la Progettazione degli Interventi Strategici ALLEGATO A) Disciplinre del Fondo per l Progettzione degli Interventi Strtegici 1. Finlità del fondo Al fine di rzionlizzre e ccelerre l spes per investimenti pubblici, con prticolre rigurdo ll relizzzione

Dettagli

io chiedo lingua straniera presso la struttura di:

io chiedo lingua straniera presso la struttura di: io chiedo All Inpdp sede di Io sottoscritto/ Al convitto Inpdp di Cod. 04080103 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo

Dettagli

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo Ordinnz concernente l legge sul credito l consumo (OLCC) 221.214.11 del 6 novemre 2002 (Stto 1 mrzo 2006) Il Consiglio federle svizzero, visti gli rticoli 14, 23 cpoverso 3 e 40 cpoverso 3 dell legge federle

Dettagli

CITTÀ DI BESANA IN BRIANZA Provincia di Monza e Brianza Ufficio dello stato civile

CITTÀ DI BESANA IN BRIANZA Provincia di Monza e Brianza Ufficio dello stato civile MDSC CITTÀ DI BESANA IN BRIANZA Provinci di Monz e Brinz Ufficio dello stto civile LEGGE 20 MAGGIO 2016 NUMERO 76 COSTITUZIONE DI UNIONE CIVILE I SOTTOSCRITTI Codice Fiscle Luogo e Stto di nscit Cittdinnz

Dettagli

Automobile Club d'italia

Automobile Club d'italia Automobile Club d'itli SCHDA DI SINTSI MODALITA' DI AUTNTICA PRMSSA L'rt. 7 L. 24812006 non specific le modlit8 d seguire per I'utentic delle sottoscrizioni, né richim lcun disciplin già esistente, qule

Dettagli

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2014

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2014 TABELLA DEGLI ANNO 04 criteri di ppliczione (estrtto rt. 5ter, lett. "" del Regolmento Edilizio vigente) Ai fini del clcolo degli oneri di urbnizzzione primri e secondri, i volumi sono clcolti secondo

Dettagli

Prot. n. 7993/PON Francavilla Fontana, lì, 30 novembre 2013

Prot. n. 7993/PON Francavilla Fontana, lì, 30 novembre 2013 1 Istituto Comprensivo A. MORO P. VIRGILIO MARONE Frncvill Fontn (BR) Vi Ortorio dell Morte, -4 C.M. BRIC83100D C.F. 9107130074 tel. 0831/84187 fx 0831/09901 Scuol Secondri di 1 grdo d INDIRIZZO MUSICALE

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO Il sottoscritto richiedente l ssegnzione dell lloggio: Cognome e nome Codice Fiscle Stto di nscit Comune di nscit Dt di nscit Provinci di

Dettagli

Nota operativa n. 16. Direzione Centrale Previdenza Ufficio I Normativo. Roma, 01/04/2009 Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali

Nota operativa n. 16. Direzione Centrale Previdenza Ufficio I Normativo. Roma, 01/04/2009 Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali Istituto Nzionle di Previdenz per i Dipendenti dell Amministrzione Pubblic Direzione Centrle Previdenz Ufficio I Normtivo Rom, 01/04/2009 Ai Direttori delle Sedi Provincili e Territorili Alle Orgnizzzioni

Dettagli

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov.

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

A. Di. S. U. Azienda Pubblica di Diritto allo Studio Universitario della Seconda Università degli Studi di Napoli

A. Di. S. U. Azienda Pubblica di Diritto allo Studio Universitario della Seconda Università degli Studi di Napoli A. Di. S. U. Aziend Pubblic di Diritto llo Studio Universitrio dell Second Università degli Studi di Npoli BANDO PER LA PARTECIPAZIONE AI CORSI DI INGLESE FINALIZZATI AL CONSEGUIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE

Dettagli

io chiedo la pensione di vecchiaia

io chiedo la pensione di vecchiaia io chiedo l pensione di vecchii PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp sede di 01010101 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

SPORTELLI UNICI PER L ASSISTENZA E CURA BRESSANONE CHIUSA

SPORTELLI UNICI PER L ASSISTENZA E CURA BRESSANONE CHIUSA SPORTELLI UNICI PER L ASSISTENZA E CURA BRESSANONE CHIUSA DOAMANDA DI AMMISSIONE A TEMPO DETERMINATO E SEMIRESIDENZIALE NELLA RESIDENZA PER ANZIANI L domnd di mmissione tempo indeterminto viene presentt

Dettagli

C H I E D E DICHIARA. NO la stessa dichiarata all atto dell assunzione (barrare la casella

C H I E D E DICHIARA. NO la stessa dichiarata all atto dell assunzione (barrare la casella All.A Domnd di trsferimento - Personle dei ruoli tecnici, mministrtivo-contbili e tecnico-informtici del C.N.VV.F Al Ministero dell Interno Diprtimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e dell

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov.

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

3 Torneo della Pietra

3 Torneo della Pietra .S.D INFERNOTTO CLCIO 3 Torneo della Pietra REGOLMENTO Categoria: PULCINI 1 NNO REGOLMENTO CT. PULCINI 1 NNO RT.1 ORGNIZZZIONE L SOCIETÀ.S.D. INFERNOTTO CLCIO, INDICE ED ORGNIZZ UN TORNEO CRTTERE REGIONLE,

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 14 del 30/11/2012 ARGOMENTO: IMPOSTA SOSTITUIVA TFR 2013 Scde il prossimo 16 dicembre il termine per pgre l impost sostitutiv sul TFR. Tle impost rppresent l nticipo di tsse dovute

Dettagli

All'Inpdap sede di. Prov. CHIEDO LA PENSIONE DI VECCHIAIA DA COMPILARE SE IL RICHIEDENTE OPTA PER LA LIQUIDAZIONE IN FORMA CONTRIBUTIVA

All'Inpdap sede di. Prov. CHIEDO LA PENSIONE DI VECCHIAIA DA COMPILARE SE IL RICHIEDENTE OPTA PER LA LIQUIDAZIONE IN FORMA CONTRIBUTIVA io chiedo l pensione di vecchii P R O T O C O L L O I N P D A P All'Inpdp sede di 0 1 0 1 0 1 0 1 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento.

Dettagli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli Università degli studi di Pvi Fcoltà di Economi.. 2010-20112011 Sezione 26 Anlisi dell trsprenz Giovnni Andre Toselli 1 Sezione 26 Trnszioni l di fuori dell normle gestione Operzioni sull struttur finnziri

Dettagli

Soggetti tenuti alla comuntcruztone. abbiano rice'v.uto denunce di comunale per I'edilizia" permessi di

Soggetti tenuti alla comuntcruztone. abbiano rice'v.uto denunce di comunale per I'edilizia permessi di COMUNE DI ORZIVECCHI PROVINCIA DI BRESCIA P.o' - t,^ìot,t A TUTTI GLI UFFICI CIRCOLARE : ADEMPIMENTI CONNESSI ALLA COMUNICAZIONI ALL,ANAGRAFE TRIBUTARIA DA FARE ENTRO IL 30 APRILE. In vist dell scdenz

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov.

All'Inpdap - sede di. Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov.

All'Inpdap - sede di. Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02041001 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA DI TATUAGGIO / PIERCING

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA DI TATUAGGIO / PIERCING Spett.le S.U.A.P. del Comune di MONTEGRINO VALTRAVAGLIA 012103 DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA DI TATUAGGIO / PIERCING (Regolmento Comunle per l Disciplin dell Attività di Estetist con integrzioni per

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. CHIEDO UN PRESTITO PER MALATTIA GRAVE DI rimborsabile in 5 o 10 anni

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. CHIEDO UN PRESTITO PER MALATTIA GRAVE DI rimborsabile in 5 o 10 anni io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02042701 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. CHIEDO UN PRESTITO PER TRASLOCO (restituibile in 5 anni)

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. CHIEDO UN PRESTITO PER TRASLOCO (restituibile in 5 anni) io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02041801 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

DICHIARO: Di voler riscuotere il prestito: in contanti presso l Istituto di Credito che effettua il servizio di Cassa per conto dell INPDAP

DICHIARO: Di voler riscuotere il prestito: in contanti presso l Istituto di Credito che effettua il servizio di Cassa per conto dell INPDAP io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

www.forzearmate.org PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE

www.forzearmate.org PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE www.forzearmte.org SIDEWEB è un società di servizi nt dll entusismo e dll esperienz pluriennle di coloro che hnno operto per nni nelle orgnizzzioni di tutel individule e collettiv, contribuendo con l propri

Dettagli

Questionario Richiesta per il rilascio di un certificato successorio tedesco

Questionario Richiesta per il rilascio di un certificato successorio tedesco Questionrio Richiest per il rilscio di un certificto successorio tedesco Vi preghimo di tener presente qunto segue: E' indispensbile fornire delle informzioni precise ed estte Ogni indiczione ftt nel questionrio

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contbilità L guid prtic contbile N. 2 20.01.2016 L rinunci l credito d prte del socio Disciplin contbile e fiscle Ctegori: Ires Sottoctegori: Vrie Le disposizioni in tem di rinunci del credito

Dettagli

* codice c.py. CATEGORIA SERVIZ : 25 CPV:85312400-3 servizi di assistenza sociale ai sensi della d irettiva 20OqI4 CEE INVITA

* codice c.py. CATEGORIA SERVIZ : 25 CPV:85312400-3 servizi di assistenza sociale ai sensi della d irettiva 20OqI4 CEE INVITA ENTO DET servizio DI ASSISTENZA OGGETTO: AWISO Dl MANIFES socrale AREA AN zta$t ED ADv:L\ii DtFFtcoLrA' ' Periodo 01/01/2016 ' 31fi2/2016 IL RESPONSABIIE DEI SERVIZI SOCIALI E SOCIO ASSISTENZIALI RENDE

Dettagli

A tutti gli Organismi di Certificazione accreditati schema PRS. Lore . Ns. rif.: DC2015SSV040 Milano, 02/03/2015

A tutti gli Organismi di Certificazione accreditati schema PRS. Lore  . Ns. rif.: DC2015SSV040 Milano, 02/03/2015 A tutti gli Orgnismi di Certificzione ccreditti schem PRS Lore e-mil Ns. rif.: DC2015SSV040 Milno, 02/03/2015 Oggetto: Diprtimento Certificzione e Ispezione Accredi - Circolre N 06/2015 D.M. 26/08/2013

Dettagli

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo Ordinnz concernente l legge sul credito l consumo (OLCC) 221.214.11 del 6 novemre (Stto 1 luglio 2016) Il Consiglio federle svizzero, visti gli rticoli 14, 23 cpoverso 3 e 40 cpoverso 3 dell legge federle

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE vista la legge 8 novembre 2000, n. 328 (Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali);

LA GIUNTA REGIONALE vista la legge 8 novembre 2000, n. 328 (Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali); LA GIUNTA REGIONALE vist l legge 8 novembre 2000, n. 328 (Legge qudro per l relizzzione del sistem integrto di interventi e servizi socili); vist l legge regionle 4 settembre 2001, n. 18 (Approvzione del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO CERT ing REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO Approvto dl Consiglio Direttivo nell sedut del 19 ottobre 2017. L originle firmto è conservto nell rchivio del Direttore dell Certificzione. Regolmento per l

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov.

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02042601 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

Page 1/6

Page 1/6 Edizione di sbto 14 novembre 2015 CONTABILITÀ L rilevzione dell impost sostitutiv sul trttmento di fine rpporto di Vivin Grippo Scde il prossimo 16 dicembre il termine per il versmento dell cconto dell

Dettagli

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE ISTITUZIONE SERVIZI EDUCATIVI SCOLASTICI CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CORREGGIO Vile dell Repubblic, 8 - Correggio (RE) 42015 tel. 0522/73.20.64-fx 0522/63.14.06 P.I. / C.F. n. 00341180354 PROVVEDIMENTO

Dettagli

DI OFFERTA FORMATIVA:

DI OFFERTA FORMATIVA: Stndrd di Percorso Formtivo Corso di formzione per l bilitzione di tecnici certifictori esclusivmente in mteri di certificzione energetic degli edifici i sensi del DPR 16 prile 2013, n. 75, rt. 2, commi

Dettagli

Direzione Centrale Previdenza Ufficio I Normativo. Roma, 04/02/2010. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali

Direzione Centrale Previdenza Ufficio I Normativo. Roma, 04/02/2010. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali Istituto Nzionle di Previdenz per i Dipendenti dell Amministrzione Pubblic Direzione Centrle Previdenz Ufficio I Normtivo Rom, 04/02/2010 Ai Direttori delle Sedi Provincili e Territorili Alle Orgnizzzioni

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 17-05-2016 (punto N 24 ) Deliber N 454 del 17-05-2016 Proponente STEFANO CIUOFFO DIREZIONE ATTIVITA' PRODUTTIVE Pubblicit /Pubbliczione

Dettagli

Periodico informativo n. 166/2014. Saldo IMU 2014 da versare il

Periodico informativo n. 166/2014. Saldo IMU 2014 da versare il Periodico informtivo n. 166/2014 Sldo IMU 2014 d versre il 16.12.2014 Gentile Cliente, l presente per comunicrle che mrtedì 16 dicembre 2014 ricorre l scdenz di versmento del sldo IMU. In llegto ll presente

Dettagli

Visto quanto richiesto all art. 16 del disciplinare di gara - punto 2) dei documenti da inserire nella busta A - Documentazione ;

Visto quanto richiesto all art. 16 del disciplinare di gara - punto 2) dei documenti da inserire nella busta A - Documentazione ; (llegto 2) Dichirzioni sostitutive ( 1 ) i sensi del DPR 28 dicembre 2000, n. 445 con cui si ttest l inesistenz delle cuse di esclusione di cui ll rt. 38, comm 1, lettere b) e c) del D.Lgs. 163/2006 Vile

Dettagli

REGOLAMENTO BUONO a SOSTEGNO della FAMIGLIA per la REGOLARIZZAZIONE DI ASSISTENTI FAMILIARI (BADANTI) anno 2011

REGOLAMENTO BUONO a SOSTEGNO della FAMIGLIA per la REGOLARIZZAZIONE DI ASSISTENTI FAMILIARI (BADANTI) anno 2011 Pino di zon - coordinmento commissioni tecniche 20059 Vimercte - Pizz Mrconi, 7/D tel. 039.6358073 fx 039.6358080 e-mil: fnton.commissioni@offertsocile.it Rgione Socile: Offertsocile ziend specile consortile

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov. UN PRESTITO PLURIENNALE GARANTITO. Importo richiesto:

All'Inpdap - sede di. Prov. UN PRESTITO PLURIENNALE GARANTITO. Importo richiesto: io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Io sottoscritto/ Cod. 02020101 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

ACQUISTO DI BENI DA OPERATORE BLACK LIST CON RAPPRESENTANTE FISCALE

ACQUISTO DI BENI DA OPERATORE BLACK LIST CON RAPPRESENTANTE FISCALE SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI ASPETTI OPERATIVI COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIO- NI CON SOGGETTI BLACK LIST ACQUISTO DI BENI DA OPERATORE BLACK LIST CON RAPPRESENTANTE FISCALE D.P.R. 26.10.1972, n. 633 - Art.

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov.

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02042301 Io sottoscritto/ Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione per usufruire delle detrazioni d imposta per familiari a carico (art. 1, comma 221 della legge 24 dicembre 2007, n. 244).

OGGETTO: Dichiarazione per usufruire delle detrazioni d imposta per familiari a carico (art. 1, comma 221 della legge 24 dicembre 2007, n. 244). Istituto nzionle di previdenz per i dipendenti dell mministrzione pubblic DATA Sede Provincile/Territorile di AL SIG OGGETTO: Dichirzione per usufruire delle detrzioni d impost per fmiliri crico (rt. 1,

Dettagli

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO in cso di mncto recpito Koinè srl c/o Firenze CMP Accettzione G.C.50019 Sesto F.no Energetic Source Luce & Gs S.p.A. - Società soggett direzione e coordinmento d prte di Energetic Source S.p.A. Sede Legle

Dettagli

CARTA ACQUISTI CHE COSA È E COSA FARE PER OTTENERLA Beneficiario con 65 anni o più

CARTA ACQUISTI CHE COSA È E COSA FARE PER OTTENERLA Beneficiario con 65 anni o più CARTA ACQUISTI CHE COSA È E COSA FARE PER OTTENERLA Beneficirio con 65 nni o più L Crt Acquisti è un normle crt di pgmento elettronico, ugule quelle che sono già in circolzione e mpimente diffuse nel nostro

Dettagli

RIMBORSO VIAGGI DI CONGEDO. La documentazione da allegare alla richiesta di rimborso è la seguente:

RIMBORSO VIAGGI DI CONGEDO. La documentazione da allegare alla richiesta di rimborso è la seguente: RIMBORSO VIAGGI DI CONGEDO Le spese di viggio di ndt e ritorno dll Itli, in occsione delle ferie, sono rimborste dll Amministrzione ogni 18 mesi nell misur del 90%, indipendentemente dll qulific dell sede

Dettagli

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale ........ Rilevzioni contbili: vecchi e nuov contbilità confronto. L ccertmento di un entrt corrente di ntur ptrimonile curdimurobellesi Dirigente Comune di Vicenz - Publicist... Premess Il cso L rubric

Dettagli

CIRCOLARE n. 1/2010 - Prot. n. 2010/4391

CIRCOLARE n. 1/2010 - Prot. n. 2010/4391 FONDO DI PREVIDENZA PER IL PERSONALE DEL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE SETTORE FINANZE (www.fondoprevidenzfinnze.it) Vi Luigi Ziliotto, 31-00143 Rom (tel. 065439311; fx n. 065413684) CIRCOLARE

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Decreto del Ministero dello sviluppo economico 11 mrzo 2008 Attuzione dell'rt. 1, comm 24, letter ), dell Legge 24/12/2007, n 244, per l definizione dei vlori limite di fbbisogno di energi primri nnuo

Dettagli

FONDO DI PREVIDENZA PER IL PERSONALE DEL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. CIRCOLARE n. 1/2013

FONDO DI PREVIDENZA PER IL PERSONALE DEL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. CIRCOLARE n. 1/2013 Fondo di previdenz per il personle del Ministero dell Economi e delle Finnze - Circolre n. 1/2013 Prot. 2013/0006097 del 04/02/2013 1 FONDO DI PREVIDENZA PER IL PERSONALE DEL MINISTERO DELL ECONOMIA E

Dettagli

(emanato con D.R. N del )

(emanato con D.R. N del ) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO EX ART. 9, COMMA, DEL DECRETO LEGISLATIVO APRILE 006, n. 63 (emnto con D.R. N. 3 del 0-0-008) ART. AMBITO

Dettagli

Anno 2013 N. RF292. La Nuova Redazione Fiscale

Anno 2013 N. RF292. La Nuova Redazione Fiscale Anno 2013 N. RF292 www.redzionefiscle.it ODCEC VASTO L Nuov Redzione Fiscle Pg. 1 / 6 OGGETTO IMPOSTA SOSTITUTIVA SUL TFR - VERSAMENTO ENTRO IL 16/12 RIFERIMENTI D.LGS. N. 252/2005; CM 70/2007; CIRCOLARI

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA Il Comitto centrle decret il regolmento seguente conformemente ll rt. 57 e ll rt. 9, cpv. 4 lett. i degli sttuti dell ASI del 5 novemre 00 Tutte

Dettagli

AMMORTAMENTO PERDITE ESERCIZIO

AMMORTAMENTO PERDITE ESERCIZIO AMMORTAMENTO PERDITE ESERCIZIO PERDITA D ESERCIZIO OLTRE 1/3 C.S. L società Alf sp C.S. 500.000,00 nell nno 200x rilev un perdit di 410.000,00. L ssemble dei soci deliber l riduzione del cpitle socile

Dettagli

Convenzione europea relativa al risarcimento delle vittime di reati violenti

Convenzione europea relativa al risarcimento delle vittime di reati violenti Serie dei Trttti Europei - n 116 Convenzione europe reltiv l risrcimento delle vittime di reti violenti Strsurgo, 24 novemre 1983 Trduzione ufficile dell Cncelleri federle dell Svizzer Gli Stti memri del

Dettagli

La costituzione d azienda

La costituzione d azienda L costituzione d ziend Esercizio1 In dt 15/01/X si costituisce, per volontà dei soci Alf e Bet, l Eridice S.p.A. Il cpitle socile, costituito d 40.000 zioni ordinrie d 10 euro nominli ciscun, viene sottoscritto

Dettagli

C O M U N E di M O Z Z O Provincia di Bergamo

C O M U N E di M O Z Z O Provincia di Bergamo C O M U N E di M O Z Z O Provinci di Bergmo ORIGIN DELIBERAZIONE N. 76 VERB DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUN OGGETTO: Impost comunle pubblicit' e pubbliche ffissioni - Anno 2015- Approvzione triffe.

Dettagli

tt,rs H# H,È+a see in#ffilp'.r pffiàin,mmr.ofèiitl*nà"#g $$=.rts

tt,rs H# H,È+a see in#ffilp'.r pffiàin,mmr.ofèiitl*nà#g $$=.rts uceù scr {înco 9tr4LÉ tt,rs H# H,È+ see in#ffilp'.r pffiàin,mmr.ofèiitl*nà"#g $$=.rts R-fidfihàni D i stretto S co I sti co n" 43 LICEO SCIENTIFICO STATALE..ELIO VITTORINI'' www.el iovittori n i n pol

Dettagli

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2012

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2012 TABELLA DEGLI ANNO 0 criteri di ppliczione. Ai fini del clcolo degli oneri di urbnizzzione primri e secondri, i volumi sono clcolti secondo le norme degli strumenti urbnistici vigenti (rt. 7 c. 0 L.R./05).

Dettagli

All'Inpdap Sede Provinciale - ( TFR 1 ) - di Settore Tfr

All'Inpdap Sede Provinciale - ( TFR 1 ) - di Settore Tfr All'Inpdp Sede Provincile - ( TFR 1 ) - di Settore Tfr PROTOCOLLO INPDAP e p.c. l sig....... COD 01071645 Dti Amministrzione L Amministrzione Amministrzione Codice iscr. ll Inpdp Codice fiscle Indirizzo

Dettagli

Procedura aperta (ex art.55 D.Lgs.n.163/2006) per l'affidamento del servizio di somministrazione di lavoro temporaneo della ASReM.

Procedura aperta (ex art.55 D.Lgs.n.163/2006) per l'affidamento del servizio di somministrazione di lavoro temporaneo della ASReM. (llegto 2) Dichirzioni sostitutive ( 1 ) i sensi del D.P.R.28 dicembre 2000, n.445 con cui si ttest l inesistenz delle cuse di esclusione di cui ll rt.38, comm 1, lettere b) e c) del D.Lgs.n.163/2006 Procedur

Dettagli

FORMULE DI AGGIUDICAZIONE

FORMULE DI AGGIUDICAZIONE Mnule di supporto ll utilizzo di Sintel per stzione ppltnte FORMULE DI AGGIUDICAZIONE gin 1 di 18 Indice AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI - ARCA S.p.A. 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Mtrice modlità offert/modlità

Dettagli

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2009

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2009 TABELLA DEGLI ANNO 009 criteri di ppliczione. Ai fini del clcolo degli oneri di urbnizzzione primri e secondri, i volumi sono clcolti secondo le norme degli strumenti urbnistici vigenti (rt. 7 c. 0 L.R./05);

Dettagli

COMUNE DI NUVOLENTO. Provincia di Brescia

COMUNE DI NUVOLENTO. Provincia di Brescia COMUNE DI NUVOLENTO Provinci di Bresci DOMANDA PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE DI MINI ALLOGGI PROTETTI PRESSO IL CENTRO DIURNO IN VIA VITTORIO EMANUALE

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Laurea in SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI

Università degli Studi di Firenze. Laurea in SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI Università degli Studi di Firenze Lure in SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI D.M. 22/10/2004, n. 270 Regolmento didttico - nno ccdemico 2014/2015 ART. 1 Premess Denominzione del corso Denominzione del corso

Dettagli

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2010

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2010 TABELLA DEGLI ANNO 00 criteri di ppliczione. Ai fini del clcolo degli oneri di urbnizzzione primri e secondri, i volumi sono clcolti secondo le norme degli strumenti urbnistici vigenti (rt. 7 c. 0 L.R./05);

Dettagli