COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N del 19/12/2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N del 19/12/2013"

Transcript

1 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N del 19/12/2013 OGGETTO: FORMAZIONE INTERISTITUZIONALE PER INSEGNANTI DI SCUOLA DELL'INFANZIA STATALE, COMUNALE E PARITARIA PRIVATA ED EDUCATRICI DI NIDO D'INFANZIA A.S. 2013/ NESSUNA CLASSIFICAZIONE DI BILANCIO 01 BILANCIO DI GENERE 02 BILANCIO AMBIENTALE IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

2 2 Il Dirigente del Servizio Politiche Educative e della Genitorialità Visti: - il D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Testo unico delle leggi sull ordinamento degli enti locali e, in particolare: - l art. 107, c. 3, lett. d), che attribuisce ai Dirigenti i compiti relativi alla stipulazione dei contratti e all emanazione di atti di gestione finanziaria, ivi compresa l assunzione di impegni di spesa; - l'art. 192, che stabilisce che la stipulazione dei contratti deve essere preceduta da apposita determinazione dirigenziale; - il decreto n. 3 del 24/03/2011, con cui il Sindaco ha confermato l incarico di direzione del Servizio Politiche Educative e della Genitorialità al sottoscritto dirigente fino alla scadenza del mandato elettorale; - il vigente Statuto Comunale; - il Codice III ( Testo unificato norme regolamentari contratti, contabilità e patrimonio ) del Comune di Forlì, approvato con deliberazione di C.C. n. 82 del 20/04/2009, e, in particolare, gli artt. 17, comma 2, lett. c) e 110, comma 5; - la deliberazione di C.C. n.3 del 22/01/2013 con la quale è stato approvato l aggiornamento del Piano Generale di Sviluppo per l anno 2013; - la deliberazione di C.C. n. 6 del 22/01/2013 di approvazione del bilancio di previsione 2013 e del bilancio pluriennale 2013/2014/2015; - la deliberazione G.C. n. 22 del 05/02/2013, esecutiva, con la quale è stato approvato il PEG per l'anno 2013, attribuendo alla gestione diretta dei Dirigenti i capitoli di spesa o parti di essi nel medesimo previsti; - l'obiettivo di PEG/PDO n , che individua il Centro Documentazione Apprendimenti (di seguito CDA) come strumento di qualificazione del sistema scolastico; Visti, altresì:

3 3 - la L.R. 30 giugno 2003, n. 12 Norme per l'uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l'arco della vita, attraverso il rafforzamento dell'istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro, che, all'art. 22, prevede l'istituzione di Centri di Servizio e Consulenza per le istituzioni scolastiche autonome, da parte di enti locali, istituzioni scolastiche ed amministrazione scolastica, anche attraverso specifici accordi, finalizzati alla valorizzazione e al supporto dell'autonomia scolastica; - la deliberazione n del della Responsabile del Servizio Istruzione della Regione Emilia-Romagna, di cui alla DGR n. 262/2010 come modificata dalla DGR n. 2185/2010, che riconosce il CDA come centro di servizio e consulenza per le istituzioni scolastiche autonome per l'a.s. 2013/2014; Premesso che: - la L.R. 8 agosto 2001, n. 26, Diritto allo studio ed all'apprendimento per tutta la vita, all'art. 3, c. 4 lett. b) prevede iniziative volte a promuovere e sostenere la coerenza e la continuità tra diversi gradi e ordini di scuola, nonché forme di collaborazione tra scuole e famiglie; - la stessa L.R. 26/2001, all'art. 8, comma 2, assegna alle province il compito di approvare il programma degli interventi, elaborato con il concorso dei Comuni e delle scuole del sistema nazionale di istruzione del territorio di competenza, contenente i progetti e gli interventi previsti e la relativa assegnazione di fondi, nel rispetto degli indirizzi triennali e delle direttive regionali; - annualmente la Provincia di Forlì-Cesena trasmette le linee guida per gli interventi di cui alla L.R. 26/2001, tra i quali interventi di qualificazione delle scuole dell'infanzia del sistema nazionale di istruzione e degli enti locali; - tali linee guida danno particolare rilievo ai progetti che consentono scambi di esperienze tra le scuole, soprattutto se di tipologie diverse; - da diversi anni il coordinamento pedagogico delle scuole comunali e il CDA partecipano alla commissione interistituzionale per la formazione delle insegnanti di scuola dell infanzia comunale, statale e paritaria privata;

4 4 - a partire dall anno 2000, le istituzioni scolastiche, in accordo con l Assessorato alle Politiche Educative, hanno individuato nel CDA la sede e il coordinamento di tale Commissione Interistituzionale; - a partire dall anno 2000 il CDA ha realizzato e gestito i progetti di formazione promossi dalla Commissione interistituzionale, finalizzati alla condivisione di modelli e di strategie di lavoro e allo scambio di esperienze tra scuole dell'infanzia di diversa appartenenza istituzionale, proponendoli alla Provincia di Forlì-Cesena per l'inserimento nei piani di intervento finanziati ai sensi della citata L.R. 26/2001; - tali progetti hanno carattere pluriennale e prevedono attività di formazione rivolta a gruppi allargati di insegnanti e a genitori, oltre ad attività di formazione personalizzata rivolta a singoli insegnanti o ad équipe educative, finalizzata al supporto didattico di specifici progetti attivati dalle scuole; Visto il progetto di formazione Il ruolo dell'insegnante di fronte ai nuovi bisogni dei bambini e delle bambine Ma che musica maestro! - Corpo, movimento e ascolto nella relazione educativa - anno 2013 (seconda annualità), rivolto a scuole dell Infanzia comunali, statali e paritarie private e ai Nidi d Infanzia, elaborato dalla Commissione Interistituzionale, per l a.s. 2013/2014; Atteso che: - i temi trattati dal progetto, di cui al presente atto, risultano particolarmente significativi, alla luce dei bisogni rilevati dalle scuole e dai servizi, nell attuale momento storico e sociale, caratterizzato da una sempre maggiore complessità, dovuta, da un lato ad una pluralità di situazioni sociali e personali (nuovi modelli familiari, differenze culturali, manifestazioni di disagio, ecc...), dall'altro dalla presenza sempre crescente di nuovi linguaggi nella vita quotidiana dei bambini e delle loro famiglie; - tali bisogni richiedono l acquisizione di competenze professionali specifiche da parte del personale insegnante ed educativo, per potere costruire un sistema formativo sempre più rispondente alle caratteristiche di un contesto sociale in evoluzione;

5 5 Ritenuto di prevedere l'affidamento di incarichi a professionalità rientranti nei seguenti profili professionali: Musicista, specializzato in educazione musicale rivolta alla prima infanzia, Psicologo; Dato atto, in proposito, che : - ai sensi della normativa vigente (art. 91 comma 3 del Codice III), si è proceduto a verificare la presenza dei presupposti per il ricorso ad incarichi esterni effettuando una ricognizione interna all'ente, atta a verificare l'eventuale presenza di personale in possesso delle professionalità richieste; - la ricognizione è stata effettuata tramite comunicazione inviata a tutti i dipendenti dell'ente in data 25/11/2013, con richiesta di disponibilità ad assumere l'incarico, per quanto riguarda la professionalità di psicologo e, per quanto riguarda il profilo di Musicista specializzato in educazione musicale per la prima infanzia, attraverso sondaggio preventivo con l'unità Sviluppo Organizzativo per l'individuazione di una rosa di nomi a cui inviare successiva richiesta di disponibilità; Dato atto che, entro i termini stabiliti nella comunicazione inviata ai dipendenti, non è pervenuta alcuna disponibilità ad assumere l' incarico indicato; Vista, inoltre, la comunicazione della Responsabile dell'unità Sviluppo Organizzativo, da cui emerge che non sono presenti dipendenti in possesso della professionalità richiesta; Attesa, in conseguenza di ciò, la sussistenza delle condizioni di ricorso ad esperti esterni per la realizzazione del progetto, a causa della mancanza di personale interno all ente in possesso delle competenze scientifiche e professionali richieste; Ritenuto, trattandosi di prosecuzione di progetto pluriennale, di garantire la continuità dei formatori,anche per facilitare, soprattutto per quanto riguarda l'incarico relativo alla formazione individualizzata, la realizzazione di percorsi di lavoro progettati nell'annualità precedente e già avviati con successo e con ricaduta positiva, in particolare, su bambini in situazione di disagio ; Sintetizzati nel seguente modo gli interventi previsti dal progetto di cui al presente atto:

6 ATTIVITA TIPO DI INTERVENTO COSTI PREVISTI FORMAZIONE RIVOLTA AGLI INSEGNANTI Percorso Ma che musica maestro Incontri di approfondimento e laboratori SPORTELLO DI FORMAZIONE INDIVIDUALIZZATA La relazione di aiuto PERCORSO RIVOLTO A FAMIGLIE E INSEGNANTI ACQUISTO STRUMENTAZIONE Assegnazione di servizio a Associazione In Arte 18h X 100,00 orari lordi onnicomprensi 1.800,00 Incarico professionale a Elisa Magnani 70 ore X 70,00 orari 4.900,00 Assegnazione di servizio a Associazione In Arte 4h X 100,00 orari lordi onnicomprensi 400,00 Produzione documentazione Acquisto software e attrezzature audio video 450,00 TOTALE 7.550,00 Atteso che i formatori sono stati individuati dalla commissione interistituzionale in relazione alla loro specifica preparazione e specializzazione: In Arte. Projects of Cultural Integration, associazione culturale nata nel 1998 per opera di Ilaria Mazzotti e Andrea Farì, musicisti ed insegnanti in percorsi di educazione musicale. La sua attività è finalizzata alla promozione del linguaggio musicale con modalità creative e stimolanti, che passano attraverso la contaminazione con altri linguaggi. Pone particolare attenzione ad un approccio relazionale che permetta di integrare l'esperienza dell'ascolto e della produzione musicale con altre esperienze di tipo motorio e sensoriale, passando attraverso il fare. Titolare di Accademia In Arte, scuola di musica riconosciuta per l'a.s. 2012/2013 dalla Regione Emilia Romagna, è ente accreditato per la formazione per il Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca. Oltre ad attività rivolte ai bambini e ai giovani, sia in Accademia, sia presso le scuole, i suoi fondatori ed esperti svolgono attività di formazione rivolta ad insegnanti di scuole dell'infanzia e della scuola di base sui 6

7 7 temi della musicalità, del canto e sul rapporto tra musica, corpo e movimento. Sono docenti accreditati all'orff-schulwerk italiano; Elisa Magnani, psicologa, psicoterapeuta, svolge attività di formazione rivolta ad insegnanti e genitori nelle scuole del territorio forlivese e limitrofo, sui temi della relazione insegnanti/alunni e insegnanti/genitori, con particolare attenzione alla fascia d età coperta dalla scuola dell infanzia e dalla scuola primaria. Conduce, inoltre, sportelli di ascolto all interno della scuola e attività di tutoraggio per psicologi tirocinanti nel ruolo di psicologo scolastico. Tali attività le offrono un osservatorio privilegiato per la comprensione e la ricerca sulle problematiche relative alla costruzione di una relazione di apprendimento/insegnamento significativa all interno del contesto scolastico. In particolare, la Dr.ssa Magnani ha condotto, nell'a.s. 2012/2013, l'attività di formazione personalizzata prevista dal progetto di formazione interistituzionale di cui al presente atto, nell'ambito della quale si sono definiti progetti didattici dedicati a bambini in situazione di disagio, per i quali si è valutata la necessità di garantire la continuità del supporto alle insegnanti; Dato atto, per quanto riguarda l'incarico alla Dr.ssa Elisa Magnani, che: - è finalizzato ad attività di formazione relativa a materie e contenuti specialistici che non rientrano nelle competenze della struttura burocratica dell Ente; - è rispettato il disposto dell art. 7 comma 6 del D.Lgs. 165/01, come da ultimo modificato dall art. 3 e comma 76 della L. 244/07 e dall art. 46 comma 1 del D.L. 112/08 (convertito in legge n. 133/08), ai sensi del quale gli incarichi di natura occasionale o coordinata e continuativa possono essere conferiti ad esperti di particolare e comprovata specializzazione anche universitaria; - la formatrice è in possesso di laurea specialistica e di accertata esperienza nel settore, come sopra dettagliatamente illustrato; Dato atto che l'intervento dell'associazione In Arte si configura come servizio in economia di cui all'art. 86, lett. z) del Codice III Testo unificato norme regolamentari contratti, contabilità e patrimonio del Comune di Forlì; Dato atto, inoltre, che:

8 8 - l'incarico individuale di natura autonoma, essendo relativo ad attività di formazione, è attribuibile in via diretta, ab intuito personae, in base a quanto disposto dall art. 110, c. 5, del Codice III Testo unificato norme regolamentari, contratti, contabilità e patrimonio, approvato dal Consiglio Comunale con Delibera n. 82/09; - il servizio di formazione è affidabile in economia con procedura negoziata diretta, ai sensi del combinato disposto dell'art. 84, c. 3 e dell'art. 86, lett. z) del citato Codice III; - all attribuzione degli incarichi e all'assegnazione del servizio provvederà, ai sensi dell art. 17, c. 2, lettera d) Codice III Testo unificato norme regolamentari, contratti, contabilità e patrimonio sopra menzionato, il Dirigente del Servizio Politiche Educative e della Genitorialità, mediante lettera di affidamento; Dato atto, altresì, che: - l'incarico alla Dr.ssa Elisa Magnani rientra nella tipologia contrattuale non soggetta all'applicazione delle norme sulla tracciabilità, in quanto incarico individuale di lavoro autonomo, come indicato nella circolare P.G. 654/2011 del Dirigente del Servizio Contratti e gare e acquisti e del Dirigente del Servizio Programmazione Bilancio relativo all'ambito di applicazione della L. 136/2010 e s.m.i; - il contratto di assegnazione di servizio formativo all'associazione InArte è soggetto all'applicazione delle norme sulla tracciabilità, in applicazione della L. 136/2010 e s.m.i; Dato atto che l'acquisizione dei software e delle attrezzature audio video verrà effettuata dal competente Servizio Informatica e dal relativo dirigente con appositi e specifici atti; Dato atto, infine, che, in relazione alla Circolare Provinciale relativa agli interventi previsti dalla L.R. 26/2001, il progetto in discorso è stato presentato alla Provincia di Forlì Cesena per la richiesta di contributi regionali finalizzati, ed è stato finanziato per 3.750,00 (come da nota prot. n /2013 del 1 luglio 2013); Atteso che l esecutività del presente atto è subordinata al visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria, espresso dal Dirigente del Servizio Gestione Bilancio, ai

9 9 sensi dell'art. 151, co. 4, del D.Lgs. 18/8/2000, n. 267, comprensivo anche di attestazione del rispetto del limite massimo annuo di spesa per gli incarichi, di cui all'art. 3, comma 56 della L.244/07; DETERMINA Per tutto quanto esposto in premessa narrativa, che nella presente parte dispositiva si intende integralmente richiamata: 1) di approvare il piano degli interventi previsti dal progetto elaborato dalla commissione interistituzionale per la formazione delle scuole dell infanzia comunali, statali e autonome per l a.s. 2013/2014 Il ruolo dell'insegnante di fronte ai nuovi bisogni dei bambini e delle bambine Ma che musica maestro - Corpo, movimento e ascolto nella relazione educativa - anno 2013 (seconda annualità) ; 2) di dare atto, nello specifico, che: - si tratta di interventi che rientrano nei compiti istituzionali del CDA di supporto alla qualificazione del sistema scolastico territoriale, finalizzati alla realizzazione di progetti concordati con le istituzioni scolastiche pubbliche e private, rispondenti a specifiche linee guida regionali; - si tratta, in particolare, di interventi che realizzano l'obiettivo di PEG/PDO n si è proceduto a verificare la sussistenza dei presupposti per il ricorso ad incarichi esterni nelle modalità indicate in premessa narrativa; 3) di determinare in 7.550,00 la spesa complessiva per la realizzazione del progetto, comprensiva di costi per incarichi di docenza, rimborsi spese, assegnazione di servizi ed acquisto di software ed attrezzature audio video; 4) di attribuire, per le motivazioni espresse in premessa, il seguente incarico ad esperto, per la realizzazione di parte degli interventi di cui al punto 1) del presente dispositivo: Incarico Elisa Magnani (incarico professionale in Costi previsti

10 esenzione di IVA ai sensi dell'art. 14, comma 10, n. 18, DPR 633/72 come integrato dall'art 14, comma 10, Legge 537/93) Sportello di formazione individualizzata 70 ore X 70,00 orari da realizzarsi nel periodo dicembre 2013 giugno Totale complessivo lordo 4.900,00 5) di dare atto che la formatrice è stata individuata per la preparazione specifica e l esperienza nel campo in oggetto; 6) di precisare che la Dr.ssa Magnani è in possesso dei requisiti richiesti dalle norme vigenti per l affidamento di incarichi di collaborazione occasionale; 7) di dare atto, inoltre, che: - l'esperta è stata individuata in via diretta, in base a quanto previsto dall'art. 110, comma 5, del Codice III del Comune di Forlì, in quanto trattasi di incarico a formatore; - sussiste piena proporzionalità tra i compensi che verranno corrisposti e l utilità conseguita dall Amministrazione in termini di significatività e qualità dell offerta formativa predisposta; - l'incarico rientra nella tipologia contrattuale non soggetta all'applicazione delle norme sulla tracciabilità, in quanto incarico individuale di lavoro autonomo, come indicato nella circolare P.G. 654/2011 del Dirigente del Servizio Contratti e gare e acquisti e del Dirigente del Servizio Programmazione Bilancio relativo all'ambito di applicazione della L. 136/2010 e s.m.i; - all attribuzione dell'incarico provvederà, ai sensi dell art. 17, c. 2, lett. a d) Codice III Testo unificato norme regolamentari, contratti, contabilità e patrimonio del Comune di Forlì, il Dirigente del Servizio Politiche Educative e della Genitorialità, mediante lettera di affidamento; 8) di assegnare, per i motivi espressi in premessa, il seguente servizio formativo, per la realizzazione delle restanti attività di cui al precedente punto 1) :

11 Servizio Associazione In Arte organizzazione e conduzione formazione laboratorio per insegnanti e incontro rivolto alle famiglie n. 22h X 100,00 orari lordi onnicomprensivi da realizzarsi entro giugno ) di dare atto che: Costi previsti ,000 - trattasi di servizio in economia di cui all'art. 86, lett. z) del Codice III Testo unificato norme regolamentari contratti, contabilità e patrimonio del Comune di Forlì; - in quanto servizio di formazione, è affidabile in economia con procedura negoziata diretta, ai sensi del combinato disposto dell'art. 84, c. 3 e dell'art. 86, lett. z) del citato Codice III; - il contratto di assegnazione del servizio è soggetto all'applicazione delle norme sulla tracciabilità, in applicazione della L. 136/2010 e s.m.i; - all'assegnazione del servizio provvederà, ai sensi dell art. 17, c. 2, lettera d) Codice III Testo unificato norme regolamentari, contratti, contabilità e patrimonio sopra menzionato, il Dirigente del Servizio Politiche Educative e della Genitorialità, mediante lettera di affidamento; 10)di imputare la somma 7.100,00, necessaria alla copertura dell'incarico e del servizio formativo, in parte, e precisamente per 5.300,00, al cap art. 351 CdC 474 del bilancio 2013, che presenta la necessaria e sufficiente disponibilità, dando atto che tale somma è, per 3.300,00 coperta da finanziamento regionale finalizzato, previsto in entrata al cap , art. 5115, CdR 474 del bilancio 2013 (Accertamento 2013 A 1685/1 ) e in uscita al cap art. 351 CdR 474 del bilancio 2013, in parte, e precisamente per 1.200,00, al cap , art. 231 CdC 450 del bil. 2013, che presenta la necessaria e sufficiente disponibilità, in parte, e precisamente per 600,00 al cap , art. 351 CdC 474 del bil. 2014; 11) di impegnare la somma di 450,00, necessaria all' acquisizione dei software e delle attrezzature audio video, al cap , art,. 104, CdC 474 del bil. 2013, che presenta la necessaria e sufficiente disponibilità, dando atto che tale somma è interamente coperta

12 12 da finanziamento regionale finalizzato, previsto in entrata al cap , art. 5115, CdR 474 del bilancio 2013 (Accertamento 2013 A 1685/1) e in uscita al cap , art. 104, CdC 474 del bil. 2013; 12) di dare atto che l'acquisizione della strumentazione di cui sopra verrà effettuata dal competente Servizio Informatica e dal relativo dirigente con appositi e specifici atti; 13)di precisare che: - il presente atto, unitamente al curriculum dell'incaricata, verrà inviato all'ufficio competente (Redazione Civica) per la pubblicazione sul sito Internet comunale, ai sensi dell'art. 3, comma 54 della L. 244/07 e dell'art. 15 del D.Lgs. 33/2013; - l' incarico di cui al presente atto sarà comunicato, dall'ufficio comunale competente, al Dipartimento della Funzione Pubblica, ai sensi dell'art. 53, comma 54 del D.Lgs. 165/2001. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' (Dott. Paolo Zanelli)

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N. 2463 del 22/10/2014 OGGETTO: ANNO SCOLASTICO 2014/2015 - PERCORSO FORMATIVO "INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ. DETERMINAZIONE N del 02/08/2012 OGGETTO: SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

COMUNE DI FORLÌ. DETERMINAZIONE N del 02/08/2012 OGGETTO: SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' IL DIRIGENTE DI SERVIZIO 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N. 1839 del 02/08/2012 OGGETTO: ESTENSIONE DEL CONTRATTO RACC. CONTR. N. 80/D3/2010 RELATIVO AD INCARICO PROFESSIONALE

Dettagli

DETERMINAZIONE. Determ. n del 20/10/2015

DETERMINAZIONE. Determ. n del 20/10/2015 PROVINCIA DI FERRARA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, ATTIVITA' PRODUTTIVE, INFANZIA E PUBBLICA ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI E SANITA', POLITICHE CULTURALI DETERMINAZIONE Determ.

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2014 06857/007 Area Servizi Educativi Servizio Sistema Educativo Integrato 0-6 anni

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2014 06857/007 Area Servizi Educativi Servizio Sistema Educativo Integrato 0-6 anni Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2014 06857/007 Area Servizi Educativi Servizio Sistema Educativo Integrato 0-6 anni CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 238 approvata il

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO DIREZIONE GENERALE. DETERMINAZIONE N del 28/11/2013

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO DIREZIONE GENERALE. DETERMINAZIONE N del 28/11/2013 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO DIREZIONE GENERALE DETERMINAZIONE N. 3095 del 28/11/2013 OGGETTO: PROGETTO EUROPEO "ATRIUM" (CUP C69E11000510007): PROROGA NON ONEROSA DI INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA

Dettagli

Città di Villorba Provincia di TREVISO

Città di Villorba Provincia di TREVISO Città di Villorba Provincia di TREVISO DETERMINAZIONE N. 304 IN DATA 23/04/2014 Proposta n. 349 SETTORE VI - SERVIZI SOCIALI, SCOLASTICI E CULTURALI Servizi Culturali e Biblioteca OGGETTO: INIZIATIVE DI

Dettagli

SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO. N 88 del 20/05/2008

SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO. N 88 del 20/05/2008 SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N 88 del 20/05/2008 OGGETTO: CONFERIMENTO INCARICO A CARATTERE DI PRESTAZIONE OCCASIONALE AL DOTT. IVAN CECCHINI PER CONSULENZA

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù /007 Servizio Personale e Organizzazione dei Circoli Didattici

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù /007 Servizio Personale e Organizzazione dei Circoli Didattici Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 00460/007 Servizio Personale e Organizzazione dei Circoli Didattici CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 9 approvata il 5 febbraio 2015

Dettagli

Det n. 344 /2016 Class. 304 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 344/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI

Det n. 344 /2016 Class. 304 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 344/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI COMUNE DI CESENA DETERMINAZIONE n. 344/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI Proponente: BRANCHETTI ROBERTO OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE E PROGETTO PER TIROCINIO

Dettagli

Direzione Organizzazione /004 CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 103 approvata il 25 gennaio 2017

Direzione Organizzazione /004 CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 103 approvata il 25 gennaio 2017 Direzione Organizzazione 2017 00249/004 CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 103 approvata il 25 gennaio 2017 DETERMINAZIONE: D. LGS. 267/00, ART. 90. ATTIVITÀ DI COLLABORAZIONE AL

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 783 del 24/09/2010

DETERMINAZIONE N. 783 del 24/09/2010 DETERMINAZIONE N. 783 del 24/09/2010 SETTORE 1 - SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZIO SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI Oggetto: Serate del Centro per le Famiglie: conferimento incarichi e assunzione impegno di spesa.

Dettagli

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 380 DEL

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 380 DEL Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 380 DEL 13-07-2013 OGGETTO: ASSUNZIONE IMPEGNI DI SPESA PER ATTIVITA DIDATTICHE E LABORATORI ESTIVI DELLA NUOVA SCUOLA DI MUSICA VASSURA BARONCINI Documento informatico

Dettagli

Città di Nichelino Provincia di Torino AREA TUTELA DEL CITTADINO, PROGR. FINANZ. E CONTROLLO DELLE ENTRATE. Polizia Locale.

Città di Nichelino Provincia di Torino AREA TUTELA DEL CITTADINO, PROGR. FINANZ. E CONTROLLO DELLE ENTRATE. Polizia Locale. Città di Nichelino Provincia di Torino AREA TUTELA DEL CITTADINO, PROGR. FINANZ. E CONTROLLO DELLE ENTRATE Polizia Locale Codice 36 Determinazione N 1064 del 31/12/2016 OGGETTO: Approvazione avviso pubblico

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE AA.GG-FINANZIARIO-P.ISTRUZIONE DETERMINAZIONE N. 455 DEL 2/09/2015

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE AA.GG-FINANZIARIO-P.ISTRUZIONE DETERMINAZIONE N. 455 DEL 2/09/2015 COMUNE DI OSTIGLIA Via Gnocchi Viani, 16 46035 Ostiglia (MN) Provincia di Mantova DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE AA.GG-FINANZIARIO-P.ISTRUZIONE DETERMINAZIONE N. 455 DEL 2/09/2015 ORIGINALE

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA. Fascicolo 2016.II/3/1.74 "Municipalità Lido Pellestrina - Interventi Assistenziali"

COMUNE DI VENEZIA. Fascicolo 2016.II/3/1.74 Municipalità Lido Pellestrina - Interventi Assistenziali COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE: MUNICIPALITA' LIDO E PELLESTRINA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE (Decreto legislativo 18 Agosto 2000, n. 267 Regolamento di contabilità art. 33) OGGETTO: Attività servizio sociale

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi.

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi. Registro generale n. 3544 del 15/12/2015 Determina con Impegno di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi Servizio Turismo Oggetto

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 234 DEL 24/03/2014

DETERMINAZIONE N. 234 DEL 24/03/2014 COMUNE DI ASSAGO Provincia di Milano DETERMINAZIONE N. 234 DEL 24/03/2014 REGISTRO DI SETTORE N. 15 DEL 19/03/2014 Settore: AREA ISTRUZIONE, CULTURA, SPORT E TEMPO LIBERO Firmato digitalmente il Responsabile

Dettagli

Comune di Piacenza Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Servizi educativi, Formazione e Giovani A.P.

Comune di Piacenza Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Servizi educativi, Formazione e Giovani A.P. Comune di Piacenza Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Servizi educativi, Formazione e Giovani A.P. Formazione DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 1285 del 02/10/2015 DETERMINAZIONE

Dettagli

AREA POLIZIA LOCALE. Determinazione n. 10 Del 13/01/2016

AREA POLIZIA LOCALE. Determinazione n. 10 Del 13/01/2016 ORIGINALE AREA POLIZIA LOCALE Determinazione n. 10 Del 13/01/2016 OGGETTO: DETERMINA A CONTRARRE PER LA FORNITURA DELLE SPILLE ACCORDO DI COLLABORAZIONE EXPO BIENNIO 2014-2015 PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA PROVINCIA DI BOLOGNA DETERMINAZIONE : AREA SERVIZI ALLA PERSONA ACCERTAMENTO CONTRIBUTO REGIONALE A FAVORE DELLA BANCA DEL TEMPO E IMPEGNO DI SPESA. NR. Progr. Data 392 12/07/2016

Dettagli

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-09 / 456 del 13/04/2012 Codice identificativo

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-09 / 456 del 13/04/2012 Codice identificativo COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-09 / 456 del 13/04/2012 Codice identificativo 797457 PROPONENTE Servizi educativi - Sociale OGGETTO CONVENZIONE TRA I COMUNI DI PISA, CASCINA,

Dettagli

Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO. Biblioteca Civica Area Servizi alla persona. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE n. 68 di data 13/06/2016

Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO. Biblioteca Civica Area Servizi alla persona. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE n. 68 di data 13/06/2016 ORIGINALE Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO Biblioteca Civica Area Servizi alla persona DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE n. 68 di data 13/06/2016 OGGETTO: BIBLIOTECA CIVICA B. EMMERT AFFIDO INCARICO

Dettagli

II SETTORE - BILANCIO E FINANZA

II SETTORE - BILANCIO E FINANZA II SETTORE - BILANCIO E FINANZA DETERMINAZIONE N. 19 DEL 30/08/2013 OGGETTO: AFFIDAMENTO SERVIZI TECNICO-PROFESSIONALI DI ASSISTENZA E FORMAZIONE IN MATERIA FISCALE E TRIBUTARIA ALLA SOCIETA INTERAZIONE

Dettagli

Det n. 597 /2016 Class. 304 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 597/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI

Det n. 597 /2016 Class. 304 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 597/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI COMUNE DI CESENA DETERMINAZIONE n. 597/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI Proponente: BRANCHETTI ROBERTO OGGETTO: TIROCINI PROFESSIONALIZZANTI PER L ACCESSO

Dettagli

CITTÀ DI IMOLA. Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 271 DEL OGGETTO: IMOLA IN MUSICA 2015: INCARICO PER PRESTAZIONE ARTISTICA

CITTÀ DI IMOLA. Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 271 DEL OGGETTO: IMOLA IN MUSICA 2015: INCARICO PER PRESTAZIONE ARTISTICA Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 271 DEL 26-05-2015 OGGETTO: IMOLA IN MUSICA 2015: INCARICO PER PRESTAZIONE ARTISTICA Documento informatico sottoscritto digitalmente da Benni Franco ai sensi dell

Dettagli

Prot. Generale n /08 LF/mp Ferrara, 5 febbraio 2008 DETERMINA N. 27/2008. Cod. R.P. 18 CENTRO DI COSTO 615

Prot. Generale n /08 LF/mp Ferrara, 5 febbraio 2008 DETERMINA N. 27/2008. Cod. R.P. 18 CENTRO DI COSTO 615 COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità SERVIZIO ISTRUZIONE E FORMAZIONE Ufficio Unità Operativa Integrazione Prot. Generale n. 11178/08 LF/mp Ferrara, 5 febbraio 2008 DETERMINA N. 27/2008 Cod.

Dettagli

Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO. Ufficio Attività Culturali Area Servizi alla persona

Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO. Ufficio Attività Culturali Area Servizi alla persona ORIGINALE Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO Ufficio Attività Culturali Area Servizi alla persona DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE n. 78 di data 24/06/2016 OGGETTO: IMPEGNO DI SPESA PER VIAGGIO

Dettagli

CITTA DI ALESSANDRIA

CITTA DI ALESSANDRIA CITTA DI ALESSANDRIA SERVIZI DI PIANIFICAZIONE SVILUPPO TERRITORIALE ED ECONOMICO SERVIZIO 4010N - U.O.A. FUNZIONI AMMINISTRATIVE DELL AREA E POLITICHE DELL ABITARE N DETERMINAZIONE 2159 OGGETTO: INCARICO

Dettagli

C O M U N E D I V I C E N Z A

C O M U N E D I V I C E N Z A C O M U N E D I V I C E N Z A DETERMINA N. 351 DEL 07/03/2014 PROTOCOLLO GENERALE N. CLASSIFICAZIONE: INCARICATO ALLA REDAZIONE: PRETTO ALESSANDRA RESPONSABILE DEL SERVIZIO: PRETTO ALESSANDRA DA INSERIRE

Dettagli

COMUNE DI ALTIVOLE. Sito internet PEC SETTORE SERVIZI ALLA CULTURA E ALLA PERSONA

COMUNE DI ALTIVOLE. Sito internet  PEC SETTORE SERVIZI ALLA CULTURA E ALLA PERSONA ORIGINALE DETERMINAZIONE N. 26 DEL 03/02/2016 SETTORE SERVIZI ALLA CULTURA E ALLA PERSONA CIG: X27184AAAD; XFA184AAAE OGGETTO: AFFIDAMENTO RINNOVO DOMINIO E HOSTING DEL SITO INTERNET DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

Dettagli

AREA SERVIZI ALLA CITTA. Determinazione n. 77 Del 03/02/2014

AREA SERVIZI ALLA CITTA. Determinazione n. 77 Del 03/02/2014 ORIGINALE AREA SERVIZI ALLA CITTA Determinazione n. 77 Del 03/02/2014 OGGETTO: ASSUNZIONE IMPEGNO DI SPESA PER ACQUISTI VARI CORRELATI ALLA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI PRIMO TRIMESTRE ANNO 2014 Dalla

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena)

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 716 Del 18/09/2015 Welfare Locale CIG: Z731264BD2 LA RESPONSABILE DEL SETTORE POLITICHE SOCIALI Premesso che da diversi anni l Unione Terre di Castelli propone sul proprio territorio

Dettagli

CITTA DI ALESSANDRIA

CITTA DI ALESSANDRIA CITTA DI ALESSANDRIA 1608000000 - Direzione Affari Generali, Politiche Educative, Culturali e Sociali SERVIZIO 1608060000 - SERVIZIO SISTEMA EDUCATIVO INTEGRATO N DETERMINAZIONE 528 NUMERO PRATICA OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI MESOLA PROVINCIA DI FERRARA. Determinazione

COMUNE DI MESOLA PROVINCIA DI FERRARA. Determinazione COMUNE DI MESOLA PROVINCIA DI FERRARA SETTORE SERVIZI TECNICI E URBANISTICA - SPORTELLO UNICO E ATTIVITA' PRODUTTIVE N. 491 Registro Generale del 06/06/2014 Registro del Settore N. 198 del 06/06/2014 Ufficio

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA)

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) Settore Servizi alla Persona Sezione Istruzione ed Integrazione proposta n. 1527 / 2015 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 996 / 2015 OGGETTO: TRASFERIMENTO AGLI ISTITUTI COMPRENSIVI SCOLASTICI DI FONDI PER

Dettagli

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-08 / 1274 del 15/11/2012 Codice identificativo PROPONENTE Polizia Municipale

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-08 / 1274 del 15/11/2012 Codice identificativo PROPONENTE Polizia Municipale COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-08 / 1274 del 15/11/2012 Codice identificativo 849995 PROPONENTE Polizia Municipale OGGETTO CORSO DI FORMAZIONE PER LE MODIFICHE INTRODOTTE

Dettagli

COMUNE DI SAN PIETRO IN CASALE PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN PIETRO IN CASALE PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN PIETRO IN CASALE PROVINCIA DI BOLOGNA AREA SERVIZI ALLA PERSONA UFFICIO DI PIANO DETERMINA AREA SERVIZI ALLA PERSONA / 67 Del 18/04/2012 OGGETTO: PIANI DI ZONA 2009/2011 - PROGRAMMA ATTUATIVO

Dettagli

DETERMINAZIONE n. 368 del 25/05/2016 IL FUNZIONARIO DELEGATO DEI SERVIZI SOCIALI

DETERMINAZIONE n. 368 del 25/05/2016 IL FUNZIONARIO DELEGATO DEI SERVIZI SOCIALI DETERMINAZIONE n. 368 del 25/05/2016 OGGETTO: CONVENZIONE CON LA PROVINCIA PER LA GESTIONE DEI SERVIZI ASSISTENZIALI - INTERVENTI A FAVORE DEI MINORI FIGLI NATURALI - IMPEGNO DI SPESA ANNO 2016. IL FUNZIONARIO

Dettagli

SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA, EDUCATIVA ED INTERVENTI PER LA SICUREZZA SOCIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA, EDUCATIVA ED INTERVENTI PER LA SICUREZZA SOCIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROVINCIA DI REGGIO EMILIA SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA, EDUCATIVA ED INTERVENTI PER LA SICUREZZA SOCIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1103 DEL 15/12/2010 OGGETTO CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI

Dettagli

CITTÀ DI GRUGLIASCO PROVINCIA DI TORINO

CITTÀ DI GRUGLIASCO PROVINCIA DI TORINO ORIGINALE CITTÀ DI GRUGLIASCO PROVINCIA DI TORINO ID. DOC 822455 CLASSIFICAZIONE I.08.06 N.RO PROGR. 51 - B del 10/12/2015 DETERMINAZIONE N. 744 DEL 29/12/2015 OGGETTO: RINNOVO INCARICO DI COLLABORAZIONE

Dettagli

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 7 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE. DECRETO n del 25 marzo 2008

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 7 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE. DECRETO n del 25 marzo 2008 2044 18-4-2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 7 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE DECRETO n. 3019 del 25 marzo 2008 Modifica del decreto dirigenziale

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ. DETERMINAZIONE N. 127 del 01/02/2017 OGGETTO: SERVIZIO POLITICHE DI WELFARE 00 - NESSUNA CLASSIFICAZIONE DI BILANCIO

COMUNE DI FORLÌ. DETERMINAZIONE N. 127 del 01/02/2017 OGGETTO: SERVIZIO POLITICHE DI WELFARE 00 - NESSUNA CLASSIFICAZIONE DI BILANCIO 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE DI WELFARE DETERMINAZIONE N. 127 del 01/02/2017 OGGETTO: ATTIVAZIONI E PROROGHE TIROCINI FORMATIVI AI SENSI L.R. 7/2013 E DELIBERA G.C. 250/2014 IN FAVORE DI SOGGETTI

Dettagli

DETERMINAZIONE. Settore Progettazione Direzione Lavori e Manutenzione /07/2013

DETERMINAZIONE. Settore Progettazione Direzione Lavori e Manutenzione /07/2013 DETERMINAZIONE Settore Progettazione Direzione Lavori e Manutenzione DIRETTORE NUMERO CARLETTI arch. RUGGERO 80 NUMERO DI Prot. preced. Registro Protocollo Data dell'atto 1006 10/07/2013 Oggetto : Conferimento

Dettagli

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 162 DEL

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 162 DEL CITTÀ DI IMOLA Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 162 DEL 30-04-2014 OGGETTO: AFFIDAMENTO AL DOTT. MARCO CASTELLANI DELLO STUDIO ASSOCIATO CASTELLANI-GATTI DI INCARICO PROFESSIONALE DI DOCENZA PER

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia Determinazione Dirigenziale n. 31 del 11/01/2013 Proposta di Determinazione Dirigenziale n. 2 del 11/01/2013 5.7.1 U.O - GESTIONE DEL PERSONALE OGGETTO: Assunzione

Dettagli

CITTA DI ALESSANDRIA

CITTA DI ALESSANDRIA CITTA DI ALESSANDRIA 1605000000 - Servizio Autonomo Relazioni Istituzionali e Pubbliche e Comunicazione SERVIZIO 1605000000 - SERVIZIO AUTONOMO RELAZIONI ISTITUZIONALI E PUBBLICHE E COMUNICAZIONE N DETERMINAZIONE

Dettagli

Città di Pinerolo Provincia di Torino

Città di Pinerolo Provincia di Torino Città di Pinerolo Provincia di Torino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE OGGETTO: FORMAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE. "ANTICORRUZIONE E CODICE ETICO DEI DIPENDENTI" - "L'ANTICORRUZIONE E LE MODALITA' OPERATIVE

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA Servizio I Gestione dei rifiuti DipartimentoIV Servizi di tutela ambientali e.tanga@provincia.roma.it Protocollo interno del Servizio I N 66 del 16/12/2005 RIFERIMENTI CONTABILI Esercizio

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 355 DEL 12/09/2015

DETERMINAZIONE N. 355 DEL 12/09/2015 Comune di San Giorgio di Mantova Piazz a della Repu bblic a, 8. Tel 0376 2731 33 Fax 0376 273 15 4 p.e.c. comune.sangiorgiodimantova@pec.regione.lombar d ia.i t C.F. 800 04 61 02 02 DETERMINAZIONE N. 355

Dettagli

COMUNE DI PULA PROVINCIA DI CAGLIARI. Settore Servizi alla persona DETERMINAZIONE N. 293 DEL 15/04/2016

COMUNE DI PULA PROVINCIA DI CAGLIARI. Settore Servizi alla persona DETERMINAZIONE N. 293 DEL 15/04/2016 COMUNE DI PULA PROVINCIA DI CAGLIARI Settore Servizi alla persona Proposta DT1SSP-37-2016 del 13/04/2016 DETERMINAZIONE N. 293 DEL 15/04/2016 OGGETTO: Affidamento alla ditta Publinforma Srl di Barletta

Dettagli

Provincia di Rimini SERVIZIO SISTEMA EDUCATIVO, FORMATIVO E POLITICHE DEL LAVORO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO. N 19 del 28/02/2011

Provincia di Rimini SERVIZIO SISTEMA EDUCATIVO, FORMATIVO E POLITICHE DEL LAVORO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO. N 19 del 28/02/2011 SERVIZIO SISTEMA EDUCATIVO, FORMATIVO E POLITICHE DEL LAVORO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N 19 del 28/02/2011 OGGETTO: SELEZIONE DI UNA FIGURA PROFESSIONALE CON FUNZIONI DI TUTOR DEL GRUPPO

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU20 15/05/2014

REGIONE PIEMONTE BU20 15/05/2014 REGIONE PIEMONTE BU20 15/05/2014 Codice DB1514 D.D. 2 aprile 2014, n. 179 DD.GG.RR. n. 6-4529 del 10/09/2012, n. 6-5303 del 05/02/2013 - Bando 2013 Scuola Digitale - Azione cl@ssi 2.0. Assegnazione contributo

Dettagli

C O M U N E D I V I C E N Z A

C O M U N E D I V I C E N Z A C O M U N E D I V I C E N Z A Comune di Vicenza Protocollo Generale I COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE DIGITALE Protocollo N.0090909/2015 del 20/08/2015 Firmatario: LORETTA SIMONI INCARICATO ALLA REDAZIONE:

Dettagli

UFFICIO DI PIANO DISTRETTUALE SERVIZIO AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE N. 60 DEL 23/03/2016

UFFICIO DI PIANO DISTRETTUALE SERVIZIO AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE N. 60 DEL 23/03/2016 UNIONE TERRED'ACQUA Costituita fra i Comuni di: Anzola dell Emilia Calderara di Reno Crevalcore Sala Bolognese San Giovanni in Persiceto Sant Agata Bolognese UFFICIO DI PIANO DISTRETTUALE SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E

D E T E R M I N A Z I O N E AREA AMBIENTE E TERRITORIO SERVIZIO AMBIENTE N : 177/2014 del 23/05/2014 D E T E R M I N A Z I O N E OGGETTO: REALIZZAZIONE GIARDINO RIONALE VIALE KENNEDY, AREA LIMITROFA VIA VARSAVIA - APPROVAZIONE LAVORI

Dettagli

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Agricoltura, Protezione Civile e Turismo Politiche Turistiche - Settore LA GIUNTA REGIONALE

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Agricoltura, Protezione Civile e Turismo Politiche Turistiche - Settore LA GIUNTA REGIONALE OGGETTO : APPROVAZIONE PROGETTI PRESENTATI DALL' STL RIVIERA DEI FIORI E IMPEGNO DI EURO 1.374.200,00 AI FINI DEL COFINANZIAMENTO REGIONALE AI SENSI DELL'ART. 15, COMMA 1 DELLA L.R. 28/2006 E SS.MM. N.

Dettagli

IL DIRIGENTE SETTORE I

IL DIRIGENTE SETTORE I Prot.n. 913 del 02.08.13 / Serv. Soc. /GP/aa Prot. gen.n 46790 del 04/10/2013 D E T E R M I N A Z I O N E N 94 DEL 02.08.2013 OGGETTO: Casa Residenza per anziani A.Nibbio CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO

Dettagli

C O M U N E D I V I C E N Z A

C O M U N E D I V I C E N Z A C O M U N E D I V I C E N Z A DETERMINA N. 1552 DEL 30/10/2014 PROTOCOLLO GENERALE N. 86870 DEL 05/11/2014 CLASSIFICAZIONE: INCARICATO ALLA REDAZIONE: ELISABETTA DINATALE RESPONSABILE DEL SERVIZIO: CASTAGNARO

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie /019 Servizio Vigilanza, Sicurezza, SFEP e Servizi Sociali

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie /019 Servizio Vigilanza, Sicurezza, SFEP e Servizi Sociali Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2017 00233/019 Servizio Vigilanza, Sicurezza, SFEP e Servizi Sociali CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 15 approvata

Dettagli

Comune di Siena SERVIZIO PROGETTI EDUCATIVI

Comune di Siena SERVIZIO PROGETTI EDUCATIVI Comune di Siena SERVIZIO PROGETTI EDUCATIVI ATTO DIRIGENZIALE N 98 DEL27/01/2016 OGGETTO: REALIZZAZIONE DI PROGETTI DIDATTICI CON FONDI DI CASSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL'INFANZIA DEL COMUNE DI SIENA:

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali. Servizio Gare Provveditorato e Acquisti

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali. Servizio Gare Provveditorato e Acquisti Registro generale n. 3663 del 04/11/2014 Determina con Impegno di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali Servizio Gare Provveditorato e Acquisti Oggetto Area Entrate

Dettagli

PG. N /07 LA GIUNTA PREMESSO:

PG. N /07 LA GIUNTA PREMESSO: PG. N. 52234/07 APPROVAZIONE, ORGANIZZAZIONE E REALIZZAZIONE DELLE ATTIVITA ESTIVE DEI CENTRI PER LE FAMIGLIE COMUNALI E DELLA MANIFESTAZIONE ESTATEBAMBINI ANNO 2007. ACCERTAMENTO IN ENTRATA E IMPEGNO

Dettagli

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA DIREZIONE GENERALE AFFARI ISTITUZIONALI E AUDIT AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA DIREZIONE GENERALE AFFARI ISTITUZIONALI E AUDIT AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Settore: DG Proponente: 34.A Proposta: 2015/1932 del 23/12/2015 Classifica: COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA R.U.D. 1358 del 28/12/2015 DIREZIONE GENERALE AFFARI ISTITUZIONALI E AUDIT AMMINISTRATIVO Dirigente:

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E

D E T E R M I N A Z I O N E AVVOCATURA D E T E R M I N A Z I O N E DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA - OGGETTO: 16AVV. PRATICA N. 19605 E PRATICA N. 20231. APPELLO INNANZI ALLA CORTE DI APPELLO SEZIONE LAVORO AVVERSO LA SENTENZA

Dettagli

Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO. Ufficio Politiche sociali, Sport e Turismo Area Servizi alla persona

Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO. Ufficio Politiche sociali, Sport e Turismo Area Servizi alla persona ORIGINALE Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO Ufficio Politiche sociali, Sport e Turismo Area Servizi alla persona DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE n. 64 di data 08/06/2016 OGGETTO: DIARI PERSONALI

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia Determinazione Dirigenziale n. 1462 del 28/11/2016 Proposta di Determinazione Dirigenziale n. 174 del 10/11/2016 18.5 SERVIZI SCOLASTICI OGGETTO: Laboratori di lettura

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E

D E T E R M I N A Z I O N E STRUTTURE DI STAFF AVVOCATURA D E T E R M I N A Z I O N E DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA - OGGETTO: PAGAMENTO N. 10 CONTRIBUTI UNIFICATI PER N. 10 RICORSI IN APPELLO AVANTI LA COMMISSIONE TRIBUTARIA

Dettagli

COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento

COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento SETTORE TECNICO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE TECNICO n. 39 di data 24/02/2016 OGGETTO: Approvazione relazione tecnica e contabilità finale relativa all

Dettagli

SETTORE POLITICHE SOCIALI,ISTRUZIONE, SERVIZI EDUCATIVI UFFICIO AMMINISTRAZIONE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 881

SETTORE POLITICHE SOCIALI,ISTRUZIONE, SERVIZI EDUCATIVI UFFICIO AMMINISTRAZIONE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 881 (Cat.. Cl. Fasc..) COMUNE DI ASTI SETTORE POLITICHE SOCIALI,ISTRUZIONE, SERVIZI EDUCATIVI UFFICIO AMMINISTRAZIONE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 881 in data 20/06/2013 INTERVENTI A SOSTEGNO DI PERSONE

Dettagli

COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Cümü de Pùt San Piero (PROVINCIA DI BERGAMO Bèrghem)

COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Cümü de Pùt San Piero (PROVINCIA DI BERGAMO Bèrghem) COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Cümü de Pùt San Piero (PROVINCIA DI BERGAMO Bèrghem) DIREZIONE SERVIZI STAFF E POLITICHE SOCIALI- SERVIZI SOCIALI SPORT E POLITICHE GIOVANILI DETERMINAZIONE N. 120-17 del 22-04-2016

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena)

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 309 Del 05/05/2015 Lavori Pubblici e Patrimonio OGGETTO: TECNOPOLO AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE DI PRATICHE

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE G1 - GABINETTO DEL SINDACO --- G1 - GABINETTO DEL SINDACO Determinazione dirigenziale Registro Generale N. 946 del 20/12/2016 Registro del Settore N. 30 del 15/12/2016 Oggetto: Giornate Ramazziniane

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Socio Assistenziale SETTORE : Garau Massimiliano. Responsabile: 443 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 123 NUMERAZIONE GENERALE N.

COMUNE DI SUELLI. Settore Socio Assistenziale SETTORE : Garau Massimiliano. Responsabile: 443 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 123 NUMERAZIONE GENERALE N. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsabile: Settore Socio Assistenziale Garau Massimiliano NUMERAZIONE GENERALE N. 443 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 123 in data 11/06/2015 OGGETTO: Deliberazione dell G.C. N 34

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ. DETERMINAZIONE N del 01/12/2015 OGGETTO: SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' 01 BILANCIO DI GENERE

COMUNE DI FORLÌ. DETERMINAZIONE N del 01/12/2015 OGGETTO: SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' 01 BILANCIO DI GENERE 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N. 2410 del 01/12/2015 OGGETTO: ESTENSIONE DEL CONTRATTO RACC. CONTR. N. 103/R3/2013 DEL 10/07/2013 RELATIVO AD INCARICO

Dettagli

Direzione Centrale Politiche Sociali /019 Servizio Piano di Zona, Vigilanza e Sicurezza, Tutele, Agenzia SFEP

Direzione Centrale Politiche Sociali /019 Servizio Piano di Zona, Vigilanza e Sicurezza, Tutele, Agenzia SFEP Direzione Centrale Politiche Sociali 2013 06640/019 Servizio Piano di Zona, Vigilanza e Sicurezza, Tutele, Agenzia SFEP CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 275 approvata il 2 dicembre

Dettagli

AREA GOVERNO DEL TERRITORIO. Determinazione n. 516 Del 05/08/2015

AREA GOVERNO DEL TERRITORIO. Determinazione n. 516 Del 05/08/2015 ORIGINALE AREA GOVERNO DEL TERRITORIO Determinazione n. 516 Del 05/08/2015 OGGETTO: INTEGRAZIONE DEL PARCO GIOCHI DI FIZZONASCO CON ATTREZZATURE LUDICHE ACCESSIBILI PER BAMBINI DIVERSAMENTE ABILI. DETERMINAZIONE

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO DECRETO N. 4018 Del 18/05/2015 Identificativo Atto n. 455 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE AVVISO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OFFERTA FORMATIVA FINALIZZATA

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Sviluppo Economico e Valorizzazione dei Servizi. Servizio Sport, Caccia e Pesca

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Sviluppo Economico e Valorizzazione dei Servizi. Servizio Sport, Caccia e Pesca Registro generale n. 1228 del 2011 Determina di liquidazione DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Sviluppo Economico e Valorizzazione dei Servizi Servizio Sport, Caccia e Pesca Oggetto SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI TEMPIO PAUSANIA (C.A.P PIAZZA GALLURA N 3 PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO)

COMUNE DI TEMPIO PAUSANIA (C.A.P PIAZZA GALLURA N 3 PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO) C I V I T A S I T E M P L COMUNE DI TEMPIO PAUSANIA (C.A.P. 07029 PIAZZA GALLURA N 3 PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO) proposta n. 2312 Settore Servizi alla persona ed alle imprese N GENERALE 1152 DEL 28/11/2012

Dettagli

REGIONE TOSCANA MONTOMOLI MARIA CHIARA. Il Dirigente Responsabile:

REGIONE TOSCANA MONTOMOLI MARIA CHIARA. Il Dirigente Responsabile: REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO EDUCAZIONE, ISTRUZIONE, UNIVERSITA' E RICERCA SETTORE ISTRUZIONE E EDUCAZIONE Il

Dettagli

COMUNE DI CASOLA VALSENIO Provincia di Ravenna ***** SETTORE TECNICO - TERRITORIO

COMUNE DI CASOLA VALSENIO Provincia di Ravenna ***** SETTORE TECNICO - TERRITORIO COMUNE DI CASOLA VALSENIO SETTORE TECNICO - TERRITORIO DETERMINAZIONE n. 200 / 2015 OGGETTO: VARIAZIONI CATASTALI DA ESEGUIRE PRESSO IL FABBRICATO DI PROPRIETA' COMUNALE AD USO SCUOLA MATERNA-ASILO NIDO.

Dettagli

C I T T À D I A D R I A Provincia di Rovigo

C I T T À D I A D R I A Provincia di Rovigo C I T T À D I A D R I A Provincia di Rovigo Settore Impianti Tecnologici Manutenzione - Ambiente - Vigilanza - Biblioteca DETERMINAZIONE N. 170 DEL 14-05-2014 OGGETTO: Progetto di riordino e inventariazione

Dettagli

COMUNE DI VILLASANTA

COMUNE DI VILLASANTA COMUNE DI VILLASANTA (Provincia di Monza e Brianza) SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE NUMERO 382 DEL 26/10/2015 OGGETTO: MANIFESTAZIONE 'VILLE APERTE IN BRIANZA - ANNO 2015' COMUNE DI VILLASANTA

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO BIBLIOTECHE E FONDO PIANCASTELLI. DETERMINAZIONE N del 11/06/2015

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO BIBLIOTECHE E FONDO PIANCASTELLI. DETERMINAZIONE N del 11/06/2015 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO BIBLIOTECHE E FONDO PIANCASTELLI DETERMINAZIONE N. 1187 del 11/06/2015 OGGETTO: ATTIVITA' DI PROMOZIONE LETTURA E PATRIMONIO BIBLIOTECA - INTEGRAZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE 00

Dettagli

GURI n. 284 del periodico (Parte Seconda) Regione Emilia-Romagna DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 19 NOVEMBRE 2012, N.

GURI n. 284 del periodico (Parte Seconda) Regione Emilia-Romagna DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 19 NOVEMBRE 2012, N. GURI n. 284 del 19.12.2012 periodico (Parte Seconda) Regione Emilia-Romagna DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 19 NOVEMBRE 2012, N. 1716 Approvazione dell'"avviso per la presentazione e la presa d'atto

Dettagli

COMUNE DI OSTELLATO PROVINCIA DI FERRARA P.zza Repubblica Nr. 1 COMUNE DI OSTELLATO (FE)

COMUNE DI OSTELLATO PROVINCIA DI FERRARA P.zza Repubblica Nr. 1 COMUNE DI OSTELLATO (FE) COMUNE DI OSTELLATO PROVINCIA DI FERRARA P.zza Repubblica Nr. 1 COMUNE DI OSTELLATO (FE) AREA SERVIZI CULTURALI Responsabile ZAPPI MARINA Determinazione N.373 del 01/04/2011 OGGETTO: SCUOLA DI SCRITTURA

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari Provincia di Cagliari COPIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE REGISTRO GENERALE N. 519 DEL 01/07/2013 Settore N.6 - Pubblica Istruzione, Cultura Servizio Pubblica Istruzione, Cultura REGISTRO DI SETTORE

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 138 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 138 del 56416 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE PROMOZIONE DELLA SALUTE E DEL BENESSERE 25 ottobre 2016, n. 1057 D.D. 830/2016: Fondi pubblico privati per il sostegno ai genitori. Approvazione Graduatoria Soggetti

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2016 01161/019 Servizio Vigilanza, Sicurezza, SFEP e Servizi Sociali

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2016 01161/019 Servizio Vigilanza, Sicurezza, SFEP e Servizi Sociali Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2016 01161/019 Servizio Vigilanza, Sicurezza, SFEP e Servizi Sociali CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 57 approvata

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI DEL DISTRETTO CERAMICO Provincia di Modena

UNIONE DEI COMUNI DEL DISTRETTO CERAMICO Provincia di Modena PROPOSTA DI DETERMINAZIONE N. 331 DEL 26/10/2015 OGGETTO: PROGETTO GENITORI E FIGLI 0/14 ANNI PRESSO IL CENTRO PER LE FAMIGLIE VILLA BIANCHI DI FORMIGINE, ANNO DI ATTIVITÀ 2015/2016: APPROVAZIONE PROGRAMMA

Dettagli

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 12/08/2016

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 12/08/2016 Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD-2016-2025 DEL 12/08/2016 Inserita nel fascicolo: 2016.VI/8/1.4/1 Centro di Responsabilità: 56 3 0 0 - SETTORE LAVORI PUBBLICI E PATRIMONIO - SERVIZIO MANUTENZIONI

Dettagli

DIREZIONE POLITICHE EDUCATIVE - SETTORE PROGETTAZIONE E COORDINAMENTO SISTEMA PEDAGOGICO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2012-146.2.0.

DIREZIONE POLITICHE EDUCATIVE - SETTORE PROGETTAZIONE E COORDINAMENTO SISTEMA PEDAGOGICO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2012-146.2.0. DIREZIONE POLITICHE EDUCATIVE - SETTORE PROGETTAZIONE E COORDINAMENTO SISTEMA PEDAGOGICO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2012-146.2.0.-27 L'anno 2012 il giorno 16 del mese di Marzo il sottoscritto Casalgrandi

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO 9936 27/10/2014 Identificativo Atto n. 1029 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE ELENCO CORSI DI PRIMA E SECONDA ANNUALITÀ IEFP A.F. 2014/2015 E PRESA ATTO ASSEGNAZIONE DOTI.

Dettagli

DECRETO N Del 20/12/2016

DECRETO N Del 20/12/2016 DECRETO N. 13591 Del 20/12/2016 Identificativo Atto n. 1184 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto PIANO REGIONALE DEI SERVIZI DEL SISTEMA EDUCATIVO DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE - OFFERTA

Dettagli

SETTORE POLITICHE SOCIALI,ISTRUZIONE, SERVIZI EDUCATIVI UFFICIO ISTRUZIONE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2498

SETTORE POLITICHE SOCIALI,ISTRUZIONE, SERVIZI EDUCATIVI UFFICIO ISTRUZIONE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2498 (Cat.. Cl. Fasc..) CITTA DI ASTI SETTORE POLITICHE SOCIALI,ISTRUZIONE, SERVIZI EDUCATIVI UFFICIO ISTRUZIONE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2498 in data 30/12/2014 Oggetto: CIG Z20126DB26 - FORNITURA DI

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena)

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 81 Del 04/02/2016 Welfare Locale OGGETTO: CONFERIMENTO D'INCARICO AL DOTT. PAOLO CATELLANI PER L'ATTIVITA' DI ETEROVALUTAZIONE

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie /019 Servizio Vigilanza, Sicurezza, SFEP e Servizi Sociali

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie /019 Servizio Vigilanza, Sicurezza, SFEP e Servizi Sociali Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2016 03262/019 Servizio Vigilanza, Sicurezza, SFEP e Servizi Sociali CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 166 approvata

Dettagli

COMUNE DI MONTIANO Provincia di Forlì-Cesena

COMUNE DI MONTIANO Provincia di Forlì-Cesena COMUNE DI MONTIANO Provincia di Forlì-Cesena COPIA SERVIZI RAGIONERIA DETERMINAZIONE N. 6 del 8/05/2014 OGGETTO : SERVIZIO DI SUPPORTO PER LA FISCALITA ATTIVA E PASSIVA DELL ENTE. ADEMPIMENTI RELATIVI

Dettagli

Servizio Gabinetto del Presidente e Segreteria della Giunta Corpo di Polizia Provinciale e Protezione civile. Tutela faunistica *********

Servizio Gabinetto del Presidente e Segreteria della Giunta Corpo di Polizia Provinciale e Protezione civile. Tutela faunistica ********* FIN. ********* DETERMINAZIONE Proposta n. SRPOLPRO 3074/2013 Determ. n. 2540 del 23/12/2013 Oggetto: SOSTEGNO FINANZIARIO AI PROGETTI DELLE DIOCESI DI PIACENZA-BOBBIO E FIDENZA. IMPEGNO DI SPESA. LA DIRIGENTE

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E

D E T E R M I N A Z I O N E AREA AMMINISTRATIVA ED ECONOMICO FINANZIARIA SERVIZIO RISORSE UMANE D E T E R M I N A Z I O N E DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA - OGGETTO: ASPETTATIVA SINDACALE DIP.TE SALVATORE FRANCESCA. RACCOLTA

Dettagli