COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N del 19/12/2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N del 19/12/2013"

Transcript

1 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N del 19/12/2013 OGGETTO: FORMAZIONE INTERISTITUZIONALE PER INSEGNANTI DI SCUOLA DELL'INFANZIA STATALE, COMUNALE E PARITARIA PRIVATA ED EDUCATRICI DI NIDO D'INFANZIA A.S. 2013/ NESSUNA CLASSIFICAZIONE DI BILANCIO 01 BILANCIO DI GENERE 02 BILANCIO AMBIENTALE IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

2 2 Il Dirigente del Servizio Politiche Educative e della Genitorialità Visti: - il D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Testo unico delle leggi sull ordinamento degli enti locali e, in particolare: - l art. 107, c. 3, lett. d), che attribuisce ai Dirigenti i compiti relativi alla stipulazione dei contratti e all emanazione di atti di gestione finanziaria, ivi compresa l assunzione di impegni di spesa; - l'art. 192, che stabilisce che la stipulazione dei contratti deve essere preceduta da apposita determinazione dirigenziale; - il decreto n. 3 del 24/03/2011, con cui il Sindaco ha confermato l incarico di direzione del Servizio Politiche Educative e della Genitorialità al sottoscritto dirigente fino alla scadenza del mandato elettorale; - il vigente Statuto Comunale; - il Codice III ( Testo unificato norme regolamentari contratti, contabilità e patrimonio ) del Comune di Forlì, approvato con deliberazione di C.C. n. 82 del 20/04/2009, e, in particolare, gli artt. 17, comma 2, lett. c) e 110, comma 5; - la deliberazione di C.C. n.3 del 22/01/2013 con la quale è stato approvato l aggiornamento del Piano Generale di Sviluppo per l anno 2013; - la deliberazione di C.C. n. 6 del 22/01/2013 di approvazione del bilancio di previsione 2013 e del bilancio pluriennale 2013/2014/2015; - la deliberazione G.C. n. 22 del 05/02/2013, esecutiva, con la quale è stato approvato il PEG per l'anno 2013, attribuendo alla gestione diretta dei Dirigenti i capitoli di spesa o parti di essi nel medesimo previsti; - l'obiettivo di PEG/PDO n , che individua il Centro Documentazione Apprendimenti (di seguito CDA) come strumento di qualificazione del sistema scolastico; Visti, altresì:

3 3 - la L.R. 30 giugno 2003, n. 12 Norme per l'uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l'arco della vita, attraverso il rafforzamento dell'istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro, che, all'art. 22, prevede l'istituzione di Centri di Servizio e Consulenza per le istituzioni scolastiche autonome, da parte di enti locali, istituzioni scolastiche ed amministrazione scolastica, anche attraverso specifici accordi, finalizzati alla valorizzazione e al supporto dell'autonomia scolastica; - la deliberazione n del della Responsabile del Servizio Istruzione della Regione Emilia-Romagna, di cui alla DGR n. 262/2010 come modificata dalla DGR n. 2185/2010, che riconosce il CDA come centro di servizio e consulenza per le istituzioni scolastiche autonome per l'a.s. 2013/2014; Premesso che: - la L.R. 8 agosto 2001, n. 26, Diritto allo studio ed all'apprendimento per tutta la vita, all'art. 3, c. 4 lett. b) prevede iniziative volte a promuovere e sostenere la coerenza e la continuità tra diversi gradi e ordini di scuola, nonché forme di collaborazione tra scuole e famiglie; - la stessa L.R. 26/2001, all'art. 8, comma 2, assegna alle province il compito di approvare il programma degli interventi, elaborato con il concorso dei Comuni e delle scuole del sistema nazionale di istruzione del territorio di competenza, contenente i progetti e gli interventi previsti e la relativa assegnazione di fondi, nel rispetto degli indirizzi triennali e delle direttive regionali; - annualmente la Provincia di Forlì-Cesena trasmette le linee guida per gli interventi di cui alla L.R. 26/2001, tra i quali interventi di qualificazione delle scuole dell'infanzia del sistema nazionale di istruzione e degli enti locali; - tali linee guida danno particolare rilievo ai progetti che consentono scambi di esperienze tra le scuole, soprattutto se di tipologie diverse; - da diversi anni il coordinamento pedagogico delle scuole comunali e il CDA partecipano alla commissione interistituzionale per la formazione delle insegnanti di scuola dell infanzia comunale, statale e paritaria privata;

4 4 - a partire dall anno 2000, le istituzioni scolastiche, in accordo con l Assessorato alle Politiche Educative, hanno individuato nel CDA la sede e il coordinamento di tale Commissione Interistituzionale; - a partire dall anno 2000 il CDA ha realizzato e gestito i progetti di formazione promossi dalla Commissione interistituzionale, finalizzati alla condivisione di modelli e di strategie di lavoro e allo scambio di esperienze tra scuole dell'infanzia di diversa appartenenza istituzionale, proponendoli alla Provincia di Forlì-Cesena per l'inserimento nei piani di intervento finanziati ai sensi della citata L.R. 26/2001; - tali progetti hanno carattere pluriennale e prevedono attività di formazione rivolta a gruppi allargati di insegnanti e a genitori, oltre ad attività di formazione personalizzata rivolta a singoli insegnanti o ad équipe educative, finalizzata al supporto didattico di specifici progetti attivati dalle scuole; Visto il progetto di formazione Il ruolo dell'insegnante di fronte ai nuovi bisogni dei bambini e delle bambine Ma che musica maestro! - Corpo, movimento e ascolto nella relazione educativa - anno 2013 (seconda annualità), rivolto a scuole dell Infanzia comunali, statali e paritarie private e ai Nidi d Infanzia, elaborato dalla Commissione Interistituzionale, per l a.s. 2013/2014; Atteso che: - i temi trattati dal progetto, di cui al presente atto, risultano particolarmente significativi, alla luce dei bisogni rilevati dalle scuole e dai servizi, nell attuale momento storico e sociale, caratterizzato da una sempre maggiore complessità, dovuta, da un lato ad una pluralità di situazioni sociali e personali (nuovi modelli familiari, differenze culturali, manifestazioni di disagio, ecc...), dall'altro dalla presenza sempre crescente di nuovi linguaggi nella vita quotidiana dei bambini e delle loro famiglie; - tali bisogni richiedono l acquisizione di competenze professionali specifiche da parte del personale insegnante ed educativo, per potere costruire un sistema formativo sempre più rispondente alle caratteristiche di un contesto sociale in evoluzione;

5 5 Ritenuto di prevedere l'affidamento di incarichi a professionalità rientranti nei seguenti profili professionali: Musicista, specializzato in educazione musicale rivolta alla prima infanzia, Psicologo; Dato atto, in proposito, che : - ai sensi della normativa vigente (art. 91 comma 3 del Codice III), si è proceduto a verificare la presenza dei presupposti per il ricorso ad incarichi esterni effettuando una ricognizione interna all'ente, atta a verificare l'eventuale presenza di personale in possesso delle professionalità richieste; - la ricognizione è stata effettuata tramite comunicazione inviata a tutti i dipendenti dell'ente in data 25/11/2013, con richiesta di disponibilità ad assumere l'incarico, per quanto riguarda la professionalità di psicologo e, per quanto riguarda il profilo di Musicista specializzato in educazione musicale per la prima infanzia, attraverso sondaggio preventivo con l'unità Sviluppo Organizzativo per l'individuazione di una rosa di nomi a cui inviare successiva richiesta di disponibilità; Dato atto che, entro i termini stabiliti nella comunicazione inviata ai dipendenti, non è pervenuta alcuna disponibilità ad assumere l' incarico indicato; Vista, inoltre, la comunicazione della Responsabile dell'unità Sviluppo Organizzativo, da cui emerge che non sono presenti dipendenti in possesso della professionalità richiesta; Attesa, in conseguenza di ciò, la sussistenza delle condizioni di ricorso ad esperti esterni per la realizzazione del progetto, a causa della mancanza di personale interno all ente in possesso delle competenze scientifiche e professionali richieste; Ritenuto, trattandosi di prosecuzione di progetto pluriennale, di garantire la continuità dei formatori,anche per facilitare, soprattutto per quanto riguarda l'incarico relativo alla formazione individualizzata, la realizzazione di percorsi di lavoro progettati nell'annualità precedente e già avviati con successo e con ricaduta positiva, in particolare, su bambini in situazione di disagio ; Sintetizzati nel seguente modo gli interventi previsti dal progetto di cui al presente atto:

6 ATTIVITA TIPO DI INTERVENTO COSTI PREVISTI FORMAZIONE RIVOLTA AGLI INSEGNANTI Percorso Ma che musica maestro Incontri di approfondimento e laboratori SPORTELLO DI FORMAZIONE INDIVIDUALIZZATA La relazione di aiuto PERCORSO RIVOLTO A FAMIGLIE E INSEGNANTI ACQUISTO STRUMENTAZIONE Assegnazione di servizio a Associazione In Arte 18h X 100,00 orari lordi onnicomprensi 1.800,00 Incarico professionale a Elisa Magnani 70 ore X 70,00 orari 4.900,00 Assegnazione di servizio a Associazione In Arte 4h X 100,00 orari lordi onnicomprensi 400,00 Produzione documentazione Acquisto software e attrezzature audio video 450,00 TOTALE 7.550,00 Atteso che i formatori sono stati individuati dalla commissione interistituzionale in relazione alla loro specifica preparazione e specializzazione: In Arte. Projects of Cultural Integration, associazione culturale nata nel 1998 per opera di Ilaria Mazzotti e Andrea Farì, musicisti ed insegnanti in percorsi di educazione musicale. La sua attività è finalizzata alla promozione del linguaggio musicale con modalità creative e stimolanti, che passano attraverso la contaminazione con altri linguaggi. Pone particolare attenzione ad un approccio relazionale che permetta di integrare l'esperienza dell'ascolto e della produzione musicale con altre esperienze di tipo motorio e sensoriale, passando attraverso il fare. Titolare di Accademia In Arte, scuola di musica riconosciuta per l'a.s. 2012/2013 dalla Regione Emilia Romagna, è ente accreditato per la formazione per il Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca. Oltre ad attività rivolte ai bambini e ai giovani, sia in Accademia, sia presso le scuole, i suoi fondatori ed esperti svolgono attività di formazione rivolta ad insegnanti di scuole dell'infanzia e della scuola di base sui 6

7 7 temi della musicalità, del canto e sul rapporto tra musica, corpo e movimento. Sono docenti accreditati all'orff-schulwerk italiano; Elisa Magnani, psicologa, psicoterapeuta, svolge attività di formazione rivolta ad insegnanti e genitori nelle scuole del territorio forlivese e limitrofo, sui temi della relazione insegnanti/alunni e insegnanti/genitori, con particolare attenzione alla fascia d età coperta dalla scuola dell infanzia e dalla scuola primaria. Conduce, inoltre, sportelli di ascolto all interno della scuola e attività di tutoraggio per psicologi tirocinanti nel ruolo di psicologo scolastico. Tali attività le offrono un osservatorio privilegiato per la comprensione e la ricerca sulle problematiche relative alla costruzione di una relazione di apprendimento/insegnamento significativa all interno del contesto scolastico. In particolare, la Dr.ssa Magnani ha condotto, nell'a.s. 2012/2013, l'attività di formazione personalizzata prevista dal progetto di formazione interistituzionale di cui al presente atto, nell'ambito della quale si sono definiti progetti didattici dedicati a bambini in situazione di disagio, per i quali si è valutata la necessità di garantire la continuità del supporto alle insegnanti; Dato atto, per quanto riguarda l'incarico alla Dr.ssa Elisa Magnani, che: - è finalizzato ad attività di formazione relativa a materie e contenuti specialistici che non rientrano nelle competenze della struttura burocratica dell Ente; - è rispettato il disposto dell art. 7 comma 6 del D.Lgs. 165/01, come da ultimo modificato dall art. 3 e comma 76 della L. 244/07 e dall art. 46 comma 1 del D.L. 112/08 (convertito in legge n. 133/08), ai sensi del quale gli incarichi di natura occasionale o coordinata e continuativa possono essere conferiti ad esperti di particolare e comprovata specializzazione anche universitaria; - la formatrice è in possesso di laurea specialistica e di accertata esperienza nel settore, come sopra dettagliatamente illustrato; Dato atto che l'intervento dell'associazione In Arte si configura come servizio in economia di cui all'art. 86, lett. z) del Codice III Testo unificato norme regolamentari contratti, contabilità e patrimonio del Comune di Forlì; Dato atto, inoltre, che:

8 8 - l'incarico individuale di natura autonoma, essendo relativo ad attività di formazione, è attribuibile in via diretta, ab intuito personae, in base a quanto disposto dall art. 110, c. 5, del Codice III Testo unificato norme regolamentari, contratti, contabilità e patrimonio, approvato dal Consiglio Comunale con Delibera n. 82/09; - il servizio di formazione è affidabile in economia con procedura negoziata diretta, ai sensi del combinato disposto dell'art. 84, c. 3 e dell'art. 86, lett. z) del citato Codice III; - all attribuzione degli incarichi e all'assegnazione del servizio provvederà, ai sensi dell art. 17, c. 2, lettera d) Codice III Testo unificato norme regolamentari, contratti, contabilità e patrimonio sopra menzionato, il Dirigente del Servizio Politiche Educative e della Genitorialità, mediante lettera di affidamento; Dato atto, altresì, che: - l'incarico alla Dr.ssa Elisa Magnani rientra nella tipologia contrattuale non soggetta all'applicazione delle norme sulla tracciabilità, in quanto incarico individuale di lavoro autonomo, come indicato nella circolare P.G. 654/2011 del Dirigente del Servizio Contratti e gare e acquisti e del Dirigente del Servizio Programmazione Bilancio relativo all'ambito di applicazione della L. 136/2010 e s.m.i; - il contratto di assegnazione di servizio formativo all'associazione InArte è soggetto all'applicazione delle norme sulla tracciabilità, in applicazione della L. 136/2010 e s.m.i; Dato atto che l'acquisizione dei software e delle attrezzature audio video verrà effettuata dal competente Servizio Informatica e dal relativo dirigente con appositi e specifici atti; Dato atto, infine, che, in relazione alla Circolare Provinciale relativa agli interventi previsti dalla L.R. 26/2001, il progetto in discorso è stato presentato alla Provincia di Forlì Cesena per la richiesta di contributi regionali finalizzati, ed è stato finanziato per 3.750,00 (come da nota prot. n /2013 del 1 luglio 2013); Atteso che l esecutività del presente atto è subordinata al visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria, espresso dal Dirigente del Servizio Gestione Bilancio, ai

9 9 sensi dell'art. 151, co. 4, del D.Lgs. 18/8/2000, n. 267, comprensivo anche di attestazione del rispetto del limite massimo annuo di spesa per gli incarichi, di cui all'art. 3, comma 56 della L.244/07; DETERMINA Per tutto quanto esposto in premessa narrativa, che nella presente parte dispositiva si intende integralmente richiamata: 1) di approvare il piano degli interventi previsti dal progetto elaborato dalla commissione interistituzionale per la formazione delle scuole dell infanzia comunali, statali e autonome per l a.s. 2013/2014 Il ruolo dell'insegnante di fronte ai nuovi bisogni dei bambini e delle bambine Ma che musica maestro - Corpo, movimento e ascolto nella relazione educativa - anno 2013 (seconda annualità) ; 2) di dare atto, nello specifico, che: - si tratta di interventi che rientrano nei compiti istituzionali del CDA di supporto alla qualificazione del sistema scolastico territoriale, finalizzati alla realizzazione di progetti concordati con le istituzioni scolastiche pubbliche e private, rispondenti a specifiche linee guida regionali; - si tratta, in particolare, di interventi che realizzano l'obiettivo di PEG/PDO n si è proceduto a verificare la sussistenza dei presupposti per il ricorso ad incarichi esterni nelle modalità indicate in premessa narrativa; 3) di determinare in 7.550,00 la spesa complessiva per la realizzazione del progetto, comprensiva di costi per incarichi di docenza, rimborsi spese, assegnazione di servizi ed acquisto di software ed attrezzature audio video; 4) di attribuire, per le motivazioni espresse in premessa, il seguente incarico ad esperto, per la realizzazione di parte degli interventi di cui al punto 1) del presente dispositivo: Incarico Elisa Magnani (incarico professionale in Costi previsti

10 esenzione di IVA ai sensi dell'art. 14, comma 10, n. 18, DPR 633/72 come integrato dall'art 14, comma 10, Legge 537/93) Sportello di formazione individualizzata 70 ore X 70,00 orari da realizzarsi nel periodo dicembre 2013 giugno Totale complessivo lordo 4.900,00 5) di dare atto che la formatrice è stata individuata per la preparazione specifica e l esperienza nel campo in oggetto; 6) di precisare che la Dr.ssa Magnani è in possesso dei requisiti richiesti dalle norme vigenti per l affidamento di incarichi di collaborazione occasionale; 7) di dare atto, inoltre, che: - l'esperta è stata individuata in via diretta, in base a quanto previsto dall'art. 110, comma 5, del Codice III del Comune di Forlì, in quanto trattasi di incarico a formatore; - sussiste piena proporzionalità tra i compensi che verranno corrisposti e l utilità conseguita dall Amministrazione in termini di significatività e qualità dell offerta formativa predisposta; - l'incarico rientra nella tipologia contrattuale non soggetta all'applicazione delle norme sulla tracciabilità, in quanto incarico individuale di lavoro autonomo, come indicato nella circolare P.G. 654/2011 del Dirigente del Servizio Contratti e gare e acquisti e del Dirigente del Servizio Programmazione Bilancio relativo all'ambito di applicazione della L. 136/2010 e s.m.i; - all attribuzione dell'incarico provvederà, ai sensi dell art. 17, c. 2, lett. a d) Codice III Testo unificato norme regolamentari, contratti, contabilità e patrimonio del Comune di Forlì, il Dirigente del Servizio Politiche Educative e della Genitorialità, mediante lettera di affidamento; 8) di assegnare, per i motivi espressi in premessa, il seguente servizio formativo, per la realizzazione delle restanti attività di cui al precedente punto 1) :

11 Servizio Associazione In Arte organizzazione e conduzione formazione laboratorio per insegnanti e incontro rivolto alle famiglie n. 22h X 100,00 orari lordi onnicomprensivi da realizzarsi entro giugno ) di dare atto che: Costi previsti ,000 - trattasi di servizio in economia di cui all'art. 86, lett. z) del Codice III Testo unificato norme regolamentari contratti, contabilità e patrimonio del Comune di Forlì; - in quanto servizio di formazione, è affidabile in economia con procedura negoziata diretta, ai sensi del combinato disposto dell'art. 84, c. 3 e dell'art. 86, lett. z) del citato Codice III; - il contratto di assegnazione del servizio è soggetto all'applicazione delle norme sulla tracciabilità, in applicazione della L. 136/2010 e s.m.i; - all'assegnazione del servizio provvederà, ai sensi dell art. 17, c. 2, lettera d) Codice III Testo unificato norme regolamentari, contratti, contabilità e patrimonio sopra menzionato, il Dirigente del Servizio Politiche Educative e della Genitorialità, mediante lettera di affidamento; 10)di imputare la somma 7.100,00, necessaria alla copertura dell'incarico e del servizio formativo, in parte, e precisamente per 5.300,00, al cap art. 351 CdC 474 del bilancio 2013, che presenta la necessaria e sufficiente disponibilità, dando atto che tale somma è, per 3.300,00 coperta da finanziamento regionale finalizzato, previsto in entrata al cap , art. 5115, CdR 474 del bilancio 2013 (Accertamento 2013 A 1685/1 ) e in uscita al cap art. 351 CdR 474 del bilancio 2013, in parte, e precisamente per 1.200,00, al cap , art. 231 CdC 450 del bil. 2013, che presenta la necessaria e sufficiente disponibilità, in parte, e precisamente per 600,00 al cap , art. 351 CdC 474 del bil. 2014; 11) di impegnare la somma di 450,00, necessaria all' acquisizione dei software e delle attrezzature audio video, al cap , art,. 104, CdC 474 del bil. 2013, che presenta la necessaria e sufficiente disponibilità, dando atto che tale somma è interamente coperta

12 12 da finanziamento regionale finalizzato, previsto in entrata al cap , art. 5115, CdR 474 del bilancio 2013 (Accertamento 2013 A 1685/1) e in uscita al cap , art. 104, CdC 474 del bil. 2013; 12) di dare atto che l'acquisizione della strumentazione di cui sopra verrà effettuata dal competente Servizio Informatica e dal relativo dirigente con appositi e specifici atti; 13)di precisare che: - il presente atto, unitamente al curriculum dell'incaricata, verrà inviato all'ufficio competente (Redazione Civica) per la pubblicazione sul sito Internet comunale, ai sensi dell'art. 3, comma 54 della L. 244/07 e dell'art. 15 del D.Lgs. 33/2013; - l' incarico di cui al presente atto sarà comunicato, dall'ufficio comunale competente, al Dipartimento della Funzione Pubblica, ai sensi dell'art. 53, comma 54 del D.Lgs. 165/2001. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' (Dott. Paolo Zanelli)

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N. 2463 del 22/10/2014 OGGETTO: ANNO SCOLASTICO 2014/2015 - PERCORSO FORMATIVO "INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N. 2872 del 28/11/2012 OGGETTO: ANNO SCOLASTICO 2012/2013-2A TRANCHE PIANO FORMATIVO DEL PERSONALE NIDI E SCUOLE D'INFANZIA

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N. 2923 del 04/12/2014 OGGETTO: ANNO SCOLASTICO 2014/2015 - FORMAZIONE SUI PROCESSI VALUTATIVI AL NIDO - APPROVAZIONE

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ. DETERMINAZIONE N del 02/08/2012 OGGETTO: SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

COMUNE DI FORLÌ. DETERMINAZIONE N del 02/08/2012 OGGETTO: SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' IL DIRIGENTE DI SERVIZIO 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N. 1839 del 02/08/2012 OGGETTO: ESTENSIONE DEL CONTRATTO RACC. CONTR. N. 80/D3/2010 RELATIVO AD INCARICO PROFESSIONALE

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ A3 AREA SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N del 17/12/2010

COMUNE DI FORLÌ A3 AREA SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N del 17/12/2010 COMUNE DI FORLÌ A3 AREA SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N. 3044 del 17/12/2010 OGGETTO: FORMAZIONE CONGIUNTA OPERATORI SISTEMA SCOLASTICO, FORMATIVO

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE N. 192 del 05/11/2009 OGGETTO AFFIDAMENTO INCARICHI PER PROGETTO DI QUALIFICAZIONE DELL'OFFERTA EDUCATIVA SCUOLA

Dettagli

DETERMINAZIONE. Determ. n del 20/10/2015

DETERMINAZIONE. Determ. n del 20/10/2015 PROVINCIA DI FERRARA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, ATTIVITA' PRODUTTIVE, INFANZIA E PUBBLICA ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI E SANITA', POLITICHE CULTURALI DETERMINAZIONE Determ.

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO CONTRATTI GARE LOGISTICA E SPORT. DETERMINAZIONE N del 18/07/2017

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO CONTRATTI GARE LOGISTICA E SPORT. DETERMINAZIONE N del 18/07/2017 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO CONTRATTI GARE LOGISTICA E SPORT DETERMINAZIONE N. 1544 del 18/07/2017 OGGETTO: FORNITURA DI SEDUTA PER POSTAZIONE DI LAVORO - AFFIDAMENTO E IMPEGNO DI SPESA 00 - NESSUNA CLASSIFICAZIONE

Dettagli

SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA

SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA Oggetto: Interventi per il miglioramento delle scuole dell infanzia (progetti 3-5 anni) ai

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2014 06857/007 Area Servizi Educativi Servizio Sistema Educativo Integrato 0-6 anni

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2014 06857/007 Area Servizi Educativi Servizio Sistema Educativo Integrato 0-6 anni Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2014 06857/007 Area Servizi Educativi Servizio Sistema Educativo Integrato 0-6 anni CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 238 approvata il

Dettagli

SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO. N 88 del 20/05/2008

SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO. N 88 del 20/05/2008 SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N 88 del 20/05/2008 OGGETTO: CONFERIMENTO INCARICO A CARATTERE DI PRESTAZIONE OCCASIONALE AL DOTT. IVAN CECCHINI PER CONSULENZA

Dettagli

COMUNE DI LUGO (Provincia di Ravenna)

COMUNE DI LUGO (Provincia di Ravenna) COMUNE DI LUGO (Provincia di Ravenna) Prot. n. 21020 Lugo, 5/10/2009 Id. 1130627 Pratica n. 2009/15262 AREA SERVIZI ALLA PERSONA Servizi Educativi D E T E R M I N A Z I O N E N. 693 Pubblicata ai sensi

Dettagli

Servizio di Gabinetto

Servizio di Gabinetto Servizio di Gabinetto AVVISO PUBBLICO PER CONFERIMENTO DI INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA A PROGETTO DI CUI ALLA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE A CONTRATTARE N.54 DEL 18/12/2009 DEL SERVIZIO DI GABINETTO

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO DIREZIONE GENERALE. DETERMINAZIONE N del 28/11/2013

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO DIREZIONE GENERALE. DETERMINAZIONE N del 28/11/2013 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO DIREZIONE GENERALE DETERMINAZIONE N. 3095 del 28/11/2013 OGGETTO: PROGETTO EUROPEO "ATRIUM" (CUP C69E11000510007): PROROGA NON ONEROSA DI INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA

Dettagli

COMUNE DI PRATA DI PORDENONE Provincia di Pordenone

COMUNE DI PRATA DI PORDENONE Provincia di Pordenone Determinazione nr. 245 Del 08/08/2014 Area Legale, Amministrativa, Economico Finanziaria e Cultura OGGETTO: L.R. 9/3/1988 N. 10 ART. 28 - INTERVENTI PER L'ASSISTENZA SCOLASTICA E DIRITTO ALLO STUDIO. IMPEGNO

Dettagli

COMUNE DI POCENIA PROVINCIA DI UDINE

COMUNE DI POCENIA PROVINCIA DI UDINE AREA SERVIZIO Servizio Personale Istruttore: Piervittoria Napolitano IL RESPONSABILE DI P.O. VISTO il decreto del Sindaco del Comune di Pocenia n. 3 dd. 16/03/2015 con il quale la sottoscritta è stata

Dettagli

Prot. Generale n /08 LF/mp Ferrara, 5 febbraio 2008 DETERMINA N. 27/2008. Cod. R.P. 18 CENTRO DI COSTO 615

Prot. Generale n /08 LF/mp Ferrara, 5 febbraio 2008 DETERMINA N. 27/2008. Cod. R.P. 18 CENTRO DI COSTO 615 COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità SERVIZIO ISTRUZIONE E FORMAZIONE Ufficio Unità Operativa Integrazione Prot. Generale n. 11178/08 LF/mp Ferrara, 5 febbraio 2008 DETERMINA N. 27/2008 Cod.

Dettagli

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 380 DEL

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 380 DEL Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 380 DEL 13-07-2013 OGGETTO: ASSUNZIONE IMPEGNI DI SPESA PER ATTIVITA DIDATTICHE E LABORATORI ESTIVI DELLA NUOVA SCUOLA DI MUSICA VASSURA BARONCINI Documento informatico

Dettagli

SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO. N 209 del 06/11/2008

SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO. N 209 del 06/11/2008 SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO OGGETTO: AFFIDAMENTO DI INCARICO (PRESTAZIONE OCCASIONALE) Il proponente F.to Dott. Ettore Stacchini Pag. 1 SERVIZI ALLA

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù /007 Servizio Personale e Organizzazione dei Circoli Didattici

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù /007 Servizio Personale e Organizzazione dei Circoli Didattici Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 00460/007 Servizio Personale e Organizzazione dei Circoli Didattici CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 9 approvata il 5 febbraio 2015

Dettagli

Det n. 344 /2016 Class. 304 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 344/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI

Det n. 344 /2016 Class. 304 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 344/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI COMUNE DI CESENA DETERMINAZIONE n. 344/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI Proponente: BRANCHETTI ROBERTO OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE E PROGETTO PER TIROCINIO

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA PROVINCIA DI BOLOGNA DETERMINAZIONE : AREA SERVIZI ALLA PERSONA ACCERTAMENTO CONTRIBUTO REGIONALE A FAVORE DELLA BANCA DEL TEMPO E IMPEGNO DI SPESA. NR. Progr. Data 392 12/07/2016

Dettagli

CITTÀ DI IMOLA. Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 268 DEL OGGETTO: IMOLA IN MUSICA 2016: INCARICO PER PRESTAZIONE ARTISTICA

CITTÀ DI IMOLA. Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 268 DEL OGGETTO: IMOLA IN MUSICA 2016: INCARICO PER PRESTAZIONE ARTISTICA Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 268 DEL 27-05-2016 OGGETTO: IMOLA IN MUSICA 2016: INCARICO PER PRESTAZIONE ARTISTICA Documento informatico sottoscritto digitalmente da Benni Franco ai sensi dell

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO CONTRATTI GARE LOGISTICA E SPORT. DETERMINAZIONE N del 12/07/2017

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO CONTRATTI GARE LOGISTICA E SPORT. DETERMINAZIONE N del 12/07/2017 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO CONTRATTI GARE LOGISTICA E SPORT DETERMINAZIONE N. 1517 del 12/07/2017 OGGETTO: ACQUISTO URGENTE DI ARREDI SCOLASTICI PER LE NUOVE CLASSI PRIME DA ISTITUIRE PER L'ANNO SCOLASTICO

Dettagli

DIREZIONE STATISTICA E SICUREZZA AZIENDALE - SETTORE SICUREZZA AZIENDALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N

DIREZIONE STATISTICA E SICUREZZA AZIENDALE - SETTORE SICUREZZA AZIENDALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DIREZIONE STATISTICA E SICUREZZA AZIENDALE - SETTORE SICUREZZA AZIENDALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2013-171.1.0.-1 L'anno 2013 il giorno 18 del mese di Aprile il sottoscritto, ha adottato la Determinazione

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 783 del 24/09/2010

DETERMINAZIONE N. 783 del 24/09/2010 DETERMINAZIONE N. 783 del 24/09/2010 SETTORE 1 - SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZIO SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI Oggetto: Serate del Centro per le Famiglie: conferimento incarichi e assunzione impegno di spesa.

Dettagli

COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia

COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia SETTORE FRONT OFFICE U.O.C. PUBBLICA ISTRUZIONE/SOCIALE DETERMINAZIONE N 410 DEL 06.07.2015 OGGETTO: Gara telematica, procedura aperta per l'affidamento

Dettagli

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZI SOCIALI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZI SOCIALI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Settore: SP Proponente: 87.A Proposta: 2016/523 del 13/04/2016 COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA R.U.D. 298 del 14/04/2016 SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZI SOCIALI Dirigente: CORRADINI Dr.ssa Germana DETERMINAZIONE

Dettagli

COMUNE DI BIBBIANO Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI BIBBIANO Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI BIBBIANO Provincia di Reggio Emilia DETERMINAZIONE N. 89 del 5 Settembre 2014 SERVIZIO 4 / b SCUOLA, CULTURA, SICUREZZA SOCIALE UFFICIO SCUOLA OGGETTO: CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BIBBIANO E

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU20 15/05/2014

REGIONE PIEMONTE BU20 15/05/2014 REGIONE PIEMONTE BU20 15/05/2014 Codice DB1514 D.D. 2 aprile 2014, n. 179 DD.GG.RR. n. 6-4529 del 10/09/2012, n. 6-5303 del 05/02/2013 - Bando 2013 Scuola Digitale - Azione cl@ssi 2.0. Assegnazione contributo

Dettagli

PRATICA DET DETERMINAZIONE PERSONALE. N 401 del

PRATICA DET DETERMINAZIONE PERSONALE. N 401 del COMUNE DI MONTEPULCIANO Provincia di Siena PRATICA DET - 416-2017 DETERMINAZIONE PERSONALE N 401 del 21-03-2017 OGGETTO: SERVIZIO PERSONALE CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO A

Dettagli

DIREZIONE PIANIFICAZIONE STRATEGICA, SMART CITY, INNOVAZIONE D'IMPRESA E STATISTICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N

DIREZIONE PIANIFICAZIONE STRATEGICA, SMART CITY, INNOVAZIONE D'IMPRESA E STATISTICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DIREZIONE PIANIFICAZIONE STRATEGICA, SMART CITY, INNOVAZIONE D'IMPRESA E STATISTICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2016-163.0.0.-45 L'anno 2016 il giorno 30 del mese di Maggio la sottoscritta Dott.ssa

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE AA.GG-FINANZIARIO-P.ISTRUZIONE DETERMINAZIONE N. 455 DEL 2/09/2015

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE AA.GG-FINANZIARIO-P.ISTRUZIONE DETERMINAZIONE N. 455 DEL 2/09/2015 COMUNE DI OSTIGLIA Via Gnocchi Viani, 16 46035 Ostiglia (MN) Provincia di Mantova DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE AA.GG-FINANZIARIO-P.ISTRUZIONE DETERMINAZIONE N. 455 DEL 2/09/2015 ORIGINALE

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena)

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 957 Del 14/10/ Welfare Locale OGGETTO: CONVENZIONE TRA L'UNIONE TERRE DI CASTELLI E I NIDI D'INFANZIA PRIVATI DI GUIGLIA, SPILAMBERTO,

Dettagli

Det n. 597 /2016 Class. 304 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 597/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI

Det n. 597 /2016 Class. 304 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 597/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI COMUNE DI CESENA DETERMINAZIONE n. 597/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI Proponente: BRANCHETTI ROBERTO OGGETTO: TIROCINI PROFESSIONALIZZANTI PER L ACCESSO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 528 DEL

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 528 DEL DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 528 DEL 04-10-2013 OGGETTO: ASSUNZIONE IMPEGNO DI SPESA PER ADESIONE DEL COMUNE DI IMOLA, IN QUALITA DI SOCIO FONDATORE, ALLA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE MECCANICA,

Dettagli

Direzione Organizzazione /004 CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 103 approvata il 25 gennaio 2017

Direzione Organizzazione /004 CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 103 approvata il 25 gennaio 2017 Direzione Organizzazione 2017 00249/004 CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 103 approvata il 25 gennaio 2017 DETERMINAZIONE: D. LGS. 267/00, ART. 90. ATTIVITÀ DI COLLABORAZIONE AL

Dettagli

CITTÀ DI MONCALIERI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

CITTÀ DI MONCALIERI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE CITTÀ DI MONCALIERI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 381 / 2017 Fascicolo 2017 9.11.1/4 Uff. UFFICIO ISTRUZIONE OGGETTO: APPROVAZIONE ACCORDO TRA COMUNE DI MONCALIERI E ISTITUZIONI SCOLASTICHE

Dettagli

CITTÀ DI IMOLA. Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 271 DEL OGGETTO: IMOLA IN MUSICA 2015: INCARICO PER PRESTAZIONE ARTISTICA

CITTÀ DI IMOLA. Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 271 DEL OGGETTO: IMOLA IN MUSICA 2015: INCARICO PER PRESTAZIONE ARTISTICA Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 271 DEL 26-05-2015 OGGETTO: IMOLA IN MUSICA 2015: INCARICO PER PRESTAZIONE ARTISTICA Documento informatico sottoscritto digitalmente da Benni Franco ai sensi dell

Dettagli

Città di Villorba Provincia di TREVISO

Città di Villorba Provincia di TREVISO Città di Villorba Provincia di TREVISO DETERMINAZIONE N. 304 IN DATA 23/04/2014 Proposta n. 349 SETTORE VI - SERVIZI SOCIALI, SCOLASTICI E CULTURALI Servizi Culturali e Biblioteca OGGETTO: INIZIATIVE DI

Dettagli

C O M U N E D I I G L E S I A S Provincia Sud Sardegna

C O M U N E D I I G L E S I A S Provincia Sud Sardegna C O M U N E D I I G L E S I A S Provincia Sud Sardegna D E T E R M I N A Z I O N E D I R I G E N Z I A L E Numero 2501 del 25/10/2017 - Settore - Servizi Socio Assistenziali e Culturali Oggetto ORIGINALE

Dettagli

Comune di Piacenza Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Servizi educativi, Formazione e Giovani A.P.

Comune di Piacenza Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Servizi educativi, Formazione e Giovani A.P. Comune di Piacenza Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Servizi educativi, Formazione e Giovani A.P. Formazione DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 1285 del 02/10/2015 DETERMINAZIONE

Dettagli

Città di Pinerolo Provincia di Torino

Città di Pinerolo Provincia di Torino Città di Pinerolo Provincia di Torino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE OGGETTO: FORMAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE. "ANTICORRUZIONE E CODICE ETICO DEI DIPENDENTI" - "L'ANTICORRUZIONE E LE MODALITA' OPERATIVE

Dettagli

COMUNE DI MODENA. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE RESPONSABILE SETTORE CULTURA SPORT E POLITICHE GIOVANILI Dott.ssa Giulia Severi

COMUNE DI MODENA. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE RESPONSABILE SETTORE CULTURA SPORT E POLITICHE GIOVANILI Dott.ssa Giulia Severi COMUNE DI MODENA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE RESPONSABILE SETTORE CULTURA SPORT E POLITICHE GIOVANILI Dott.ssa Giulia Severi Numero determina: 1628/2015 del 06/11/2015 OGGETTO: MUSEI CIVICI - PROGETTO

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena)

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 998 Del 20/10/ Welfare Locale OGGETTO: INTERVENTI PER LA QUALIFICAZIONE E IL CONSOLIDAMENTO DEL SISTEMA INTEGRATO DEI SERVIZI

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA)

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) Settore Servizi alla Persona Sezione Istruzione ed Integrazione proposta n. 1527 / 2015 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 996 / 2015 OGGETTO: TRASFERIMENTO AGLI ISTITUTI COMPRENSIVI SCOLASTICI DI FONDI PER

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N del 25/09/2014

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N del 25/09/2014 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' DETERMINAZIONE N. 2218 del 25/09/2014 OGGETTO: AFFIDAMENTO INCARICO DI LAVORO AUTONOMO DI NATURA OCCASIONALE PER EVENTI/MOMENTI FORMATIVI

Dettagli

SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA, EDUCATIVA ED INTERVENTI PER LA SICUREZZA SOCIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA, EDUCATIVA ED INTERVENTI PER LA SICUREZZA SOCIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROVINCIA DI REGGIO EMILIA SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA, EDUCATIVA ED INTERVENTI PER LA SICUREZZA SOCIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1155 DEL 15/12/2010 OGGETTO FINANZIAMENTO DEL CICLO DI SEMINARI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE UFFICIO POLITICHE DEL LAVORO E POLITICHE SOCIALI N. 1256 del 30.04.2010 OGGETTO: Contratto di collaborazione coordinata e continuativa per sociologo del lavoro esperto a supporto

Dettagli

AMMINISTRATIVO, AFFARI GENERALI, SPORT E CULTURA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE N. 307 DEL 07/10/2008

AMMINISTRATIVO, AFFARI GENERALI, SPORT E CULTURA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE N. 307 DEL 07/10/2008 Comune di Castelleone Provincia di Cremona SETTORE AMMINISTRATIVO, AFFARI GENERALI, SPORT E CULTURA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE N. 307 DEL 07/10/2008 Oggetto: SCUOLA DI ARTIGIANATO ARTISTICO

Dettagli

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 162 DEL

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 162 DEL CITTÀ DI IMOLA Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 162 DEL 30-04-2014 OGGETTO: AFFIDAMENTO AL DOTT. MARCO CASTELLANI DELLO STUDIO ASSOCIATO CASTELLANI-GATTI DI INCARICO PROFESSIONALE DI DOCENZA PER

Dettagli

AREA POLIZIA LOCALE. Determinazione n. 10 Del 13/01/2016

AREA POLIZIA LOCALE. Determinazione n. 10 Del 13/01/2016 ORIGINALE AREA POLIZIA LOCALE Determinazione n. 10 Del 13/01/2016 OGGETTO: DETERMINA A CONTRARRE PER LA FORNITURA DELLE SPILLE ACCORDO DI COLLABORAZIONE EXPO BIENNIO 2014-2015 PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA

Dettagli

COMUNE DI BRENTONICO

COMUNE DI BRENTONICO COMUNE DI BRENTONICO Provincia di Trento AREA SEGRETERIA GENERALE DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SERVIZIO SEGRETERIA GENERALE DETERMINAZIONE nº 26 di data 15-02-2017 OGGETTO: Affidamento incarico alla

Dettagli

COMUNE DI ALTIVOLE. Sito internet PEC SETTORE SERVIZI ALLA CULTURA E ALLA PERSONA

COMUNE DI ALTIVOLE. Sito internet  PEC SETTORE SERVIZI ALLA CULTURA E ALLA PERSONA ORIGINALE DETERMINAZIONE N. 26 DEL 03/02/2016 SETTORE SERVIZI ALLA CULTURA E ALLA PERSONA CIG: X27184AAAD; XFA184AAAE OGGETTO: AFFIDAMENTO RINNOVO DOMINIO E HOSTING DEL SITO INTERNET DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI COLORNO. Provincia di Parma

COMUNE DI COLORNO. Provincia di Parma COMUNE DI COLORNO Provincia di Parma DETERMINAZIONE N. 180 Data di Registrazione 18/04/2013 OGGETTO: REALIZZAZIONE PROGETTO EDUCARE ALLA TOLLERANZA. ORGANIZZAZIONE VIAGGIO DELLA MEMORIA. TRASFERIMENTO

Dettagli

SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA, EDUCATIVA ED INTERVENTI PER LA SICUREZZA SOCIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA, EDUCATIVA ED INTERVENTI PER LA SICUREZZA SOCIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROVINCIA DI REGGIO EMILIA SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA, EDUCATIVA ED INTERVENTI PER LA SICUREZZA SOCIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 836 DEL 13/10/2010 OGGETTO FINANZIAMENTO DEL CICLO DI SEMINARI

Dettagli

CITTA DI ALESSANDRIA DIREZIONE STAFF ECONOMICO FINANZIARIA SERVIZIO 1430M - SERVIZIO RAPPORTI ECONOMICI/AMMINISTRATIVI CON LE PARTECIPATE

CITTA DI ALESSANDRIA DIREZIONE STAFF ECONOMICO FINANZIARIA SERVIZIO 1430M - SERVIZIO RAPPORTI ECONOMICI/AMMINISTRATIVI CON LE PARTECIPATE CITTA DI ALESSANDRIA DIREZIONE STAFF ECONOMICO FINANZIARIA SERVIZIO 1430M - SERVIZIO RAPPORTI ECONOMICI/AMMINISTRATIVI CON LE PARTECIPATE N DETERMINAZIONE 723 NUMERO PRATICA OGGETTO: Analisi ed implementazione

Dettagli

Città di Nichelino Provincia di Torino AREA TUTELA DEL CITTADINO, PROGR. FINANZ. E CONTROLLO DELLE ENTRATE. Polizia Locale.

Città di Nichelino Provincia di Torino AREA TUTELA DEL CITTADINO, PROGR. FINANZ. E CONTROLLO DELLE ENTRATE. Polizia Locale. Città di Nichelino Provincia di Torino AREA TUTELA DEL CITTADINO, PROGR. FINANZ. E CONTROLLO DELLE ENTRATE Polizia Locale Codice 36 Determinazione N 1064 del 31/12/2016 OGGETTO: Approvazione avviso pubblico

Dettagli

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-09 / 456 del 13/04/2012 Codice identificativo

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-09 / 456 del 13/04/2012 Codice identificativo COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-09 / 456 del 13/04/2012 Codice identificativo 797457 PROPONENTE Servizi educativi - Sociale OGGETTO CONVENZIONE TRA I COMUNI DI PISA, CASCINA,

Dettagli

AREA POLIZIA LOCALE. Determinazione n. 286 Del 11/05/2015

AREA POLIZIA LOCALE. Determinazione n. 286 Del 11/05/2015 ORIGINALE AREA POLIZIA LOCALE Determinazione n. 286 Del 11/05/2015 OGGETTO: ASSUNZIONE IMPEGNO DI SPESA PER ACQUISTO TESTO SULLA PIATTAFORMA MEPA. CIG: Z0414625E0. Dalla Residenza Municipale, addì 11/05/2015

Dettagli

AREA GOVERNO DEL TERRITORIO. Determinazione n. 99 Del 27/01/2017

AREA GOVERNO DEL TERRITORIO. Determinazione n. 99 Del 27/01/2017 AREA GOVERNO DEL TERRITORIO Determinazione n. 99 Del 27/01/2017 OGGETTO: SERVIZIO DI MANUTENZIONE, CONTROLLO E REVISIONE DELLE ATTREZZATURE ANTINCENDIO PRESSO LE STRUTTURE COMUNALI. ASSUNZIONE IMPEGNI

Dettagli

Provincia di Rimini SERVIZIO SISTEMA EDUCATIVO, FORMATIVO E POLITICHE DEL LAVORO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO. N 19 del 28/02/2011

Provincia di Rimini SERVIZIO SISTEMA EDUCATIVO, FORMATIVO E POLITICHE DEL LAVORO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO. N 19 del 28/02/2011 SERVIZIO SISTEMA EDUCATIVO, FORMATIVO E POLITICHE DEL LAVORO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N 19 del 28/02/2011 OGGETTO: SELEZIONE DI UNA FIGURA PROFESSIONALE CON FUNZIONI DI TUTOR DEL GRUPPO

Dettagli

CITTA DI ALESSANDRIA

CITTA DI ALESSANDRIA CITTA DI ALESSANDRIA 1607000000 - Direzione Economato, Gare e Acquisti SERVIZIO 1607020000 - SERVIZIO APPROVVIGIONAMENTI DI BENI E SERVIZI N DETERMINAZIONE 367 NUMERO PRATICA OGGETTO: Integrazione determinazione

Dettagli

PROVINCIA DI IMPERIA

PROVINCIA DI IMPERIA PROVINCIA DI IMPERIA ATTO N. 4 DEL 13/01/2015 IL PRESIDENTE Oggetto: Conferimento ad interim al Dott. Luigi Mattioli dell incarico di funzioni dirigenziali relative al Settore Amministrazione Finanziaria

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE NUMERO 1553 DEL 21/12/2016

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE NUMERO 1553 DEL 21/12/2016 Piazza Broletto, 1-26900 Lodi Sito Istituzionale: www.comune.lodi.it - PEC: comunedilodi@legalmail.it Centralino 0371.4091 C.F. 84507570152 - P.I. 03116800156 Settore SETTORE 5 - POLITICHE SOCIALI DETERMINAZIONE

Dettagli

COMUNE DI BRENTONICO

COMUNE DI BRENTONICO COMUNE DI BRENTONICO Provincia di Trento AREA SEGRETERIA GENERALE DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SERVIZIO SEGRETERIA GENERALE DETERMINAZIONE nº 300 di data 09-09-2016 OGGETTO: Affidamento incarico alla

Dettagli

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 590 DEL

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 590 DEL Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 590 DEL 05-10-2015 OGGETTO: INCARICO A BERTOZZI PER PRESTAZIONE PROFESSIONALE RIGUARDANTE LA SISTEMAZIONE DI CAMPIONI DI INVERTEBRATI CONSERVATI IN VITRO. Documento

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia Determinazione Dirigenziale n. 31 del 11/01/2013 Proposta di Determinazione Dirigenziale n. 2 del 11/01/2013 5.7.1 U.O - GESTIONE DEL PERSONALE OGGETTO: Assunzione

Dettagli

COMUNE DI MESOLA PROVINCIA DI FERRARA. Determinazione

COMUNE DI MESOLA PROVINCIA DI FERRARA. Determinazione COMUNE DI MESOLA PROVINCIA DI FERRARA SETTORE SERVIZI TECNICI E URBANISTICA - SPORTELLO UNICO E ATTIVITA' PRODUTTIVE N. 491 Registro Generale del 06/06/2014 Registro del Settore N. 198 del 06/06/2014 Ufficio

Dettagli

COMUNE DI BAREGGIO DETERMINAZIONE DI IMPEGNO DI SPESA PER CONTRIBUTO ANNO 2016 AD ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO CESTO SOLIDALE DI BAREGGIO

COMUNE DI BAREGGIO DETERMINAZIONE DI IMPEGNO DI SPESA PER CONTRIBUTO ANNO 2016 AD ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO CESTO SOLIDALE DI BAREGGIO COMUNE DI BAREGGIO Determinazione SETTORE FAMIGLIA E SOLIDARIETA' SOCIALE Numero 151 Data 27/10/2016 Oggetto: DETERMINAZIONE DI IMPEGNO DI SPESA PER CONTRIBUTO ANNO 2016 AD ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Innovazione e Sviluppo Servizi per l' Impresa I L D I R I G E N T E

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Innovazione e Sviluppo Servizi per l' Impresa I L D I R I G E N T E REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Innovazione e Sviluppo Servizi per l' Impresa Proposta nr. 394 del 23/12/2013 - Determinazione nr. 3170 del 24/12/2013 OGGETTO: Incarico

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E

D E T E R M I N A Z I O N E AREA AMMINISTRATIVA ED ECONOMICO FINANZIARIA SERVIZIO AFFARI GENERALI D E T E R M I N A Z I O N E DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA - OGGETTO: ACQUISIZIONE IN ECONOMIA PER LA FORNITURA DI CARTA NATURALE

Dettagli

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 29/09/2017

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 29/09/2017 Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD-2017-2485 DEL 29/09/2017 Inserita nel fascicolo: 2017.VII/13.7 Centro di Responsabilità: 64 0 4 0 - SETTORE CULTURA, GIOVANI E SVILUPPO STRATEGICO DEL TERRITORIO

Dettagli

DETERMINAZIONE n. 135/2017

DETERMINAZIONE n. 135/2017 COMUNE DI MERCATO SARACENO Provincia di Forlì - Cesena DETERMINAZIONE n. 135/2017 STRUTTURE OPERATIVE SETTORE SEGRETERIA - AAGG Proponente: RAVAIOLI VANESSA OGGETTO: SERVIZIO DI ASSISTENA TECNICA PER EVENTI

Dettagli

CITTA DI ALESSANDRIA

CITTA DI ALESSANDRIA CITTA DI ALESSANDRIA SERVIZI DI PIANIFICAZIONE SVILUPPO TERRITORIALE ED ECONOMICO SERVIZIO 4010N - U.O.A. FUNZIONI AMMINISTRATIVE DELL AREA E POLITICHE DELL ABITARE N DETERMINAZIONE 2159 OGGETTO: INCARICO

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA Poste Italiane - Spedizione in a.p. Tab. D Aut. DCO/DC - CZ/038/2003 valida dal 4 febbraio 2003 Parte III Anno XLIV N. 16 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA Catanzaro, venerdì

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Servizio Ambiente e Energia

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Servizio Ambiente e Energia Registro generale n. 3674 del 29/12/2015 Determina con Impegno di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Tutela e Valorizzazione dell'ambiente, Pianificazione Territoriale, Trasporto e Infrastrutture

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO BIBLIOTECHE E FONDO PIANCASTELLI. DETERMINAZIONE N del 11/06/2015

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO BIBLIOTECHE E FONDO PIANCASTELLI. DETERMINAZIONE N del 11/06/2015 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO BIBLIOTECHE E FONDO PIANCASTELLI DETERMINAZIONE N. 1187 del 11/06/2015 OGGETTO: ATTIVITA' DI PROMOZIONE LETTURA E PATRIMONIO BIBLIOTECA - INTEGRAZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE 00

Dettagli

Il Direttore del Servizio. VISTO lo Statuto dell Agenzia, approvato con Delibera della Giunta Regionale n. 25/37

Il Direttore del Servizio. VISTO lo Statuto dell Agenzia, approvato con Delibera della Giunta Regionale n. 25/37 Oggetto: Indizione di una selezione pubblica per l elaborazione di due graduatorie per il conferimento, con contratto di collaborazione coordinata e continuativa, di incarichi specialistici in materia

Dettagli

II SETTORE - BILANCIO E FINANZA

II SETTORE - BILANCIO E FINANZA II SETTORE - BILANCIO E FINANZA DETERMINAZIONE N. 19 DEL 30/08/2013 OGGETTO: AFFIDAMENTO SERVIZI TECNICO-PROFESSIONALI DI ASSISTENZA E FORMAZIONE IN MATERIA FISCALE E TRIBUTARIA ALLA SOCIETA INTERAZIONE

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA DETERMINAZIONE N 981 DEL 06/11/2017 IL DIRIGENTE Premesso che: nell'ambito delle attività svolte dal Servizio di Supporto all'integrazione Scolastica per l'autonomia e la comunicazione di studenti disabili

Dettagli

COMUNE DI MASSA. DETERMINAZIONE del DIRIGENTE n del 26/09/2014. DIRIGENTE RESPONSABILE : Mercadante Fabio

COMUNE DI MASSA. DETERMINAZIONE del DIRIGENTE n del 26/09/2014. DIRIGENTE RESPONSABILE : Mercadante Fabio COMUNE DI MASSA DETERMINAZIONE del DIRIGENTE n. 3254 del 26/09/2014 DIRIGENTE RESPONSABILE : Mercadante Fabio SETTORE: Istruzione CENTRO DI RESPONSABILITA : Istruzione Oggetto: NIDI D INFANZIA COMUNALI.REALIZZAZIONE

Dettagli

AMMINISTRATIVO, AFFARI GENERALI, SPORT E CULTURA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE N. 314 DEL 08/10/2008

AMMINISTRATIVO, AFFARI GENERALI, SPORT E CULTURA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE N. 314 DEL 08/10/2008 Comune di Castelleone Provincia di Cremona SETTORE AMMINISTRATIVO, AFFARI GENERALI, SPORT E CULTURA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE N. 314 DEL 08/10/2008 Oggetto: SCUOLA DI ARTIGIANATO ARTISTICO

Dettagli

Presidente e Sistemi Informativi Dott.ssa Vincenzina GIARETTI ex Segretario comunale Esperta esterna

Presidente e Sistemi Informativi Dott.ssa Vincenzina GIARETTI ex Segretario comunale Esperta esterna Oggetto: CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO DI DIRIGENTE, PRIMA ASSEGNAZIONE: DIRIGENTE COMANDANTE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE INTEGRAZIONE

Dettagli

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA DIREZIONE GENERALE AFFARI ISTITUZIONALI E AUDIT AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA DIREZIONE GENERALE AFFARI ISTITUZIONALI E AUDIT AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Settore: DG Proponente: 34.A Proposta: 2015/1932 del 23/12/2015 Classifica: COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA R.U.D. 1358 del 28/12/2015 DIREZIONE GENERALE AFFARI ISTITUZIONALI E AUDIT AMMINISTRATIVO Dirigente:

Dettagli

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA DIREZIONE GENERALE U.O.C. ACQUISTI E ASSICURAZIONI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA DIREZIONE GENERALE U.O.C. ACQUISTI E ASSICURAZIONI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PG N 2417 Titolazione: del 25/01/2013 COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA R.U.D. 83 del 07/02/2013 DIREZIONE GENERALE U.O.C. ACQUISTI E ASSICURAZIONI Dirigente: GNONI Avv. Santo DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE OGGETTO:

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO Reg. pubbl. N. ORIGINALE lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 939 DEL 23-12-2013 - SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - OGGETTO: Iniziative a favore dei giovani. Incarico alla Servire

Dettagli

Determinazione Dirigenziale

Determinazione Dirigenziale Area Sistema Produttivo, Lavoro e Welfare Settore Formazione E Lavoro Determinazione Dirigenziale Raccolta Generale n.5243/2014 del 16/05/2014 Prot. n.106740/2014 del 16/05/2014 Fasc.15.4 / 2012 / 1 Oggetto:

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 355 DEL 12/09/2015

DETERMINAZIONE N. 355 DEL 12/09/2015 Comune di San Giorgio di Mantova Piazz a della Repu bblic a, 8. Tel 0376 2731 33 Fax 0376 273 15 4 p.e.c. comune.sangiorgiodimantova@pec.regione.lombar d ia.i t C.F. 800 04 61 02 02 DETERMINAZIONE N. 355

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia

COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia Determinazione Dirigenziale n. 1462 del 28/11/2016 Proposta di Determinazione Dirigenziale n. 174 del 10/11/2016 18.5 SERVIZI SCOLASTICI OGGETTO: Laboratori di lettura

Dettagli

GABINETTO DEL SINDACO E SISTEMI INFORMATIVI DETERMINAZIONE

GABINETTO DEL SINDACO E SISTEMI INFORMATIVI DETERMINAZIONE GABINETTO DEL SINDACO E SISTEMI INFORMATIVI DETERMINAZIONE Oggetto: Posizione Organizzativa dell'u.o.c. Gabinetto del Sindaco, sistemi informativi: conferimento dell'incarico al dott. Davide Zaninotti.

Dettagli

Det n. 402 /2015 Class. 12 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 402/2015 SERVIZIO PIANIFICAZIONE E CONTROLLO

Det n. 402 /2015 Class. 12 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 402/2015 SERVIZIO PIANIFICAZIONE E CONTROLLO COMUNE DI CESENA DETERMINAZIONE n. 402/2015 SETTORE COORDINAMENTO, CONTROLLI E PROGETTI STRATEGICI IN STAFF AL SEGRETARIO SERVIZIO PIANIFICAZIONE E CONTROLLO Proponente: MANUELA LUCIA MEI OGGETTO: GESTIONE

Dettagli

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA INGEGNERIA E GESTIONE DELLE INFRASTRUTTURE GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA INGEGNERIA E GESTIONE DELLE INFRASTRUTTURE GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PG N 9588 Titolazione: del 14/03/2014 COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA R.U.D. 205 del 25/03/2014 INGEGNERIA E GESTIONE DELLE INFRASTRUTTURE GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE Dirigente: GROTTI Dr.ssa Mara

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA. Fascicolo 2016.II/3/1.74 "Municipalità Lido Pellestrina - Interventi Assistenziali"

COMUNE DI VENEZIA. Fascicolo 2016.II/3/1.74 Municipalità Lido Pellestrina - Interventi Assistenziali COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE: MUNICIPALITA' LIDO E PELLESTRINA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE (Decreto legislativo 18 Agosto 2000, n. 267 Regolamento di contabilità art. 33) OGGETTO: Attività servizio sociale

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi.

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi. Registro generale n. 3544 del 15/12/2015 Determina con Impegno di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi Servizio Turismo Oggetto

Dettagli

REGIONE TOSCANA DIREZIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE SETTORE INFANZIA MELE SARA. Il Dirigente Responsabile:

REGIONE TOSCANA DIREZIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE SETTORE INFANZIA MELE SARA. Il Dirigente Responsabile: REGIONE TOSCANA DIREZIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE SETTORE INFANZIA Il Dirigente Responsabile: MELE SARA Decreto soggetto a controllo di regolarità amministrativa e contabile ai sensi della D.G.R. n. 548/2012

Dettagli

Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO. Ufficio Attività Culturali Area Servizi alla persona

Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO. Ufficio Attività Culturali Area Servizi alla persona ORIGINALE Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO Ufficio Attività Culturali Area Servizi alla persona DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE n. 78 di data 24/06/2016 OGGETTO: IMPEGNO DI SPESA PER VIAGGIO

Dettagli

COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari

COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari DETERMINA SERVIZIO Cultura e P.I. COPIA N.27 DEL 30-12-2016 Ufficio: CULTURA E PUBBLICA ISTRUZIONE Oggetto: Approvazione graduatoria provvisoria sostegno allo diritto

Dettagli

COMUNE DI PAVIA Piazza Municipio, Pavia tel fax P. IVA

COMUNE DI PAVIA Piazza Municipio, Pavia tel fax P. IVA COMUNE DI PAVIA Piazza Municipio, 2-27100 Pavia tel. 0382 3991 fax 0382 399227 P. IVA 00296180185 Settore: GESTIONE RISORSE UMANE E SERVIZI INTERNI Ufficio: U.O.A. - PARI OPPORTUNITÀ E POLITICHE TEMPORALI

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini

Comune di Cattolica Provincia di Rimini Comune di Cattolica Provincia di Rimini DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 751 DEL 27/09/2017 BIBLIOTECA COMUNALE: PROMOZIONE ALLA LETTURA. NATI PER LEGGERE. ATTIVITA' 2017 CENTRO DI RESPONSABILITA' SETTORE

Dettagli