TÜV Italia Journal In questo numero: Il treno corre nel futuro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TÜV Italia Journal In questo numero: Il treno corre nel futuro"

Transcript

1 .05 TÜV Italia Journal In questo numero: Il treno corre nel futuro Alstom: 30 anni a 300 all ora dal TGV a Italo 11 ECM: la sicurezza sui binari della tecnologia 15 Far Systems: hi tech ferroviario e sostenibilità 21 Trentino Trasporti, in montagna il treno è silenzioso e wi-fi 25

2 2 11 Alstom: 30 anni a 300 all ora dal TGV a Italo 15 ECM: la sicurezza sui binari della tecnologia 21 Far Systems: hi tech ferroviario e sostenibilità 25 Trentino Trasporti, in montagna il treno è silenzioso e wi-fi In questo numero 4 Londra: una città in cantiere News 7 Nuovo laboratorio per i beni di consumo Le attività di TÜV SÜD 31 Giochi e divertimento in sicurezza 9 Il settore ferroviario, tra prospettive 8 Eolico: accordo di collaborazione di sviluppo e rischi di ripiegamento per il mercato cinese 11 Alstom, l azienda dei record 19 TÜV Italia e il Gruppo TÜV SÜD 15 ECM, sicurezza & tecnologia a Expoferroviaria 21 Far Systems, hi tech e sostenibilità 20 TÜV Italia acquisisce Bytest, laboratorio 25 Il treno wi-fi amico della montagna leader nei controlli NDT 29 Protagonisti a Dealer Day 30 TÜV Italia per la prima volta a Solarexpo info EDITORE: TÜV Italia Srl - Via G. Carducci, 125 pal Sesto San Giovanni (MI) PROPRIETARIO: TÜV Italia Srl - Via G. Carducci, 125 pal Sesto San Giovanni (MI) DIRETTORE RESPONSABILE: Emilia Pistone - TÜV Italia Srl Via G. Carducci, 125 pal Sesto San Giovanni (MI) REDAZIONE: TÜV Italia Srl - Via G. Carducci, 125 pal Sesto San Giovanni (MI) Supervisione generale: Paolo Barbieri Copie, inclusi gli estratti, solo su concessione dell editore. IMMAGINI: TÜV SÜD (7, 8), TÜV Italia (19, 20, 29, 30), Stock.Xchng (30), Bytest (18), Corbis (4, 5, 6, 7, 31). FOTO DI COPERTINA: istockphoto, Fotolia TIPOGRAFIA: Gam Edit Srl - Via Aldo Moro, Curno (BG) IMPAGINAZIONE: TÜV Italia Srl - Via G. Carducci, 125 pal Sesto San Giovanni (MI)

3 3 Editoriale I Il treno corre nel futuro Il treno corre nel futuro Caro lettore, il primo tratto di ferrovia entrato in funzione sul territorio italiano risale al 1839 e collega Napoli a Portici, nel Regno delle due Sicilie. Una ventina d anni dopo, il Nord che si avvia a vivere la sua avventura industriale, ha già conquistato un largo primato nelle infrastrutture con oltre chilometri di rete ferroviaria in esercizio. Per quasi un secolo, la crescita delle reti ferroviarie è stata sinonimo di crescita economica e anche civile, mettendo in connessione popolazioni e mercati di regioni lontane e molto diverse fra loro. Negli scorsi decenni, con l esplosione del trasporto privato su gomma, il treno ha dovuto affrontare anche una fase di stagnazione se non un ridimensionamento, sia nel settore del trasporto merci che in quello passeggeri. Ma in pieno XXI secolo, due fattori stanno rilanciando il sistema ferroviario come soluzione moderna per la mobilità: la sostenibilità ambientale e le tecnologie. Da un lato, infatti, l impegno globale per la difesa dell ambiente e la riduzione dei gas serra ritenuti responsabili del surriscaldamento climatico, hanno reso nuovamente conveniente il trasporto su rotaia, meno inquinante sia di quello aereo sia di quello stradale, ancora prevalentemente dipendente dai motori a combustione interna. Dall altro, una vertiginosa evoluzione tecnologica, sia del materiale rotabile che della rete infrastrutturale sempre più al passo con l era digitale, ha reso infinitamente più veloci e anche più sicuri i collegamenti ferroviari: fino al punto di rendere il treno una proposta commerciale concorrenziale, almeno sulle medie distanze, perfino rispetto all aereo. Ma questo sviluppo prosegue, e promette di lanciare nuove sfide ai rivali aereo e automobile, con il suggestivo obiettivo futuro dei mille chilometri in meno di tre ore, del quale potrete leggere in una delle interviste che seguono. TÜV Italia, come organismo tecnico qualificato, è da sempre in prima linea nel supporto alle imprese più impegnate nell innovazione, tanto sul piano organizzativo quanto su quello tecnologico. In questo numero della rivista, raccontando come di consueto il punto di vista, l esperienza, la cultura d impresa delle aziende e dei soggetti protagonisti di questa affascinante sfida economica e tecnologica, che incontriamo quotidianamente sviluppando i nostri servizi, facciamo il punto sullo stato dell arte di questa rinascita del settore ferroviario. La sfida del treno, però, non si gioca solo sul terreno dell offerta commerciale e neanche solo su quello della necessaria efficienza e del contenimento dei costi, sul fronte del prodotto industriale e su quello di gestione della rete. Il trasporto ferroviario è una risposta di sistema sulla quale l Europa ha puntato, come strumento di una integrazione continentale della quale c è un crescente bisogno e come chiave per uno sviluppo economico sostenibile anche sul piano sociale e ambientale. Lo sviluppo della rete ferroviaria è una delle risposte che si possono dare concretamente alla crisi globale che ha colpito così duramente anche i Paesi dell Unione e alle sue necessità di riprendere la strada di una vera crescita economica. Lo sguardo complessivo allo stato di salute, ai progetti, alle speranze delle imprese di questo settore è per noi l occasione per offrire al lettore del nostro magazine anche uno sguardo al futuro dell Italia e dell Europa, e qualche ragione di ottimismo in più rispetto al panorama delle cronache quotidiane. JOSÉ ANTONIO VIA Amministratore Delegato TÜV Italia contatto José Antonio Via

4 Storie I London L East End di Londra sta conoscendo un profondo cambiamento: il luogo, un tempo considerato una delle zone più povere della città, si sta trasformando in un quartiere modello, risorgendo intorno agli impianti sportivi delle Olimpiadi estive. Londra: una città in cantiere Vigilia olimpica nella capitale britannica. Sapendo che lo sguardo del mondo intero sarebbe stato puntato sulla città, gli organizzatori hanno lavorato ad un evento in nome della sostenibilità: per questo, nell East End, zona un tempo trascurata, accanto agli impianti sportivi è cresciuto un quartiere green esemplare. A nemoni giapponesi, cardi sudafricani e piante australiane: l East End di Londra è probabilmente l ultimo posto in cui ci si aspetterebbe di trovare piante esotiche - perlomeno così è stato fino ad ora. Ma gli organizzatori britannici delle Olimpiadi hanno deciso di piantare circa piante provenienti da tutto il mondo in quella che un tempo era una zona industriale e nel cui terreno si sono infiltrati per anni metalli pesanti, olio e catrame. Il giardino, situato nel cuore del nuovo London Olympic Park, è il più grande spazio verde urbano costruito nel Regno Unito da più di un secolo ed è solo una delle tante trasformazioni che hanno stravolto la capitale inglese per la preparazione dei Giochi Olimpici. Questo parco, infatti, è l ultimo dei cambiamenti che sta vivendo questo quartiere, un tempo considerato una delle zone più povere della città, che diventerà la casa della fiamma olimpica. Gli organizzatori vedono nelle Olimpiadi una grande opportunità per dare nuova vita alla parte orientale della città. «I Giochi devono fungere da catalizzatore per incentivare uno sviluppo urbano sostenibile nell East London» dice Shaun McCarthy, capo della Commission for a Sustainable London La sua è una commissione indipendente che si occupa

5 5 Storie I London 2012 di controllare ogni aspetto dell evento - dagli stadi al cibo, alle mascotte valutandone il livello di rispetto ambientale e il grado di sostenibilità. È la prima volta che viene istituito un organismo indipendente per le Olimpiadi o un evento simile: l obiettivo è quello di dare vita a dei Giochi green, rifiutando consapevolmente le forme gigantesche e imponenti che i Giochi hanno avuto nel passato. Londra lascerà agli atleti l ambizione di essere i migliori, i più veloci e i più forti; architetti e progettisti non hanno alcun desiderio di esibirsi in forme di protagonismo, piuttosto, vogliono stupire il pubblico con soluzioni intelligenti. Edifici verdi, non cattedrali nel deserto professionisti. La città, infatti, non vuole avere cattedrali nel deserto, intendendo con questa definizione quei costosi edifici che restano vuoti e abbandonati dopo essere stati utilizzati in una sola occasione. Sono ancora aperte le trattative relativamente al destino dello stadio Olimpico a giochi terminati: il piano originario era quello di donarlo ad una delle squadre di calcio della London Premier League, ma stando alle ultime disposizioni, lo stadio rimarrà sotto il controllo pubblico. In futuro, si svolgeranno qui le competizioni di atletica, forse anche quelle in programma nel 2017 per i Campionati del Mondo di atletica leggera, per i quali Londra ha presentato la candidatura. Specifici piani postolimpici sono già pronti anche per tutti gli altri impianti sportivi. All Aquatics Center, progettato per ospitare le gare di nuoto, nuoto sincronizzato e immersioni, due spalti temporanei verranno rimossi, rendendo il centro adatto per scuole ed eventi sportivi a livello dilettantistico. Altri impianti, invece, verranno completamente smantellati: la basketball arena, a Giochi terminati, verrà inviata a Glasgow. «Stiamo pensando ai Giochi Olimpici come se stessimo organizzando l inaugurazione di una nuova casa: quello che ci interessa veramente non è tanto la festa, quanto il fatto che in quella casa ci abiteremo», ha detto l architetto Mike Taylor in un intervista al newsmagazine tedesco Der Spiegel. Taylor ha progettato un velodromo, che unisce funzionalità ed emotività. Il tetto della struttura, simile ad una patatina, che le è valso il soprannome di Pringle, è stato realizzato con una quantità minima di materiale e pesa solo 100 tonnellate - 10 volte meno del tetto del Velodromo Laoshan, costruito a Pechino. Dopo le Olimpiadi, il nuovo velodromo diventerà una grande pista ciclabile all interno di un parco pubblico, fungendo da struttura di allenamento per associazioni sportive e ciclisti Le case degli atleti: un nuovo complesso abitativo Ci sono strutture di cui Londra ha decisamente più necessità rispetto a nuovi impianti sportivi, e tra queste vi sono sicuramente appartamenti accessibili e convenienti. Per questo motivo, nel villaggio olimpico saranno creati circa appartamenti che durante i Giochi verranno utilizzati da circa persone, tra atleti e funzionari. Undici complessi edilizi, insieme a nuovi parchi, spazi pubblici, un ospedale e un accademia, ricreeranno una piccola città nella città. Il luogo dove un tempo sorgeva una discarica e le rovine di un impianto industriale sono ora lo scenario di un cantiere verde. à I giochi Olimpici serviranno da catalizzatore per promuovere uno sviluppo urbano sostenibile. Molti degli impianti sportivi, a giochi terminati, verranno aperti al pubblico e riutilizzati da club sportivi.

6 Storie I London «Il Villaggio Olimpico ha fissato nuovi standard in termini di sostenibilità e di riduzione delle emissioni di CO 2», ha detto Craig Robertson, direttore della British Wallace Whittle, una società di consulenza nell ambito dell edilizia sostenibile, appartenente a TÜV SÜD NEL. «L energia utilizzata nel quartiere sarà fornita da un impianto di cogenerazione alimentato da biomasse, abbassando così la quota delle emissioni di CO 2 per ogni chilowattora di elettricità utilizzata nel Villaggio Olimpico». Le abitazioni avranno anche sistemi di risparmio idrico per il recupero delle acque reflue e un sistema di illuminazione led ridurrà ulteriormente il consumo energetico. Una nuova disciplina olimpica: il risparmio di energia elettrica Per Shaun McCarthy, si potrebbe trasformare lo stesso villaggio olimpico in un arena competitiva: «Potrei immaginare di mettere contatori intelligenti negli edifici e organizzare una sorta di gara olimpica dell efficienza energetica, monitorando l utilizzo giornaliero di energia elettrica da parte dei singoli atleti attraverso l uso di un display e mettendo in palio dei premi per i livelli più bassi di consumo». Se la sua idea diventasse realmente una nuova e non ufficiale disciplina olimpica, Londra potrebbe essere la prima Olimpiade in cui si parlerebbe non solo di medaglie e meriti sportivi, ma anche di chilowattora e risparmio energetico. Quando si parla di sostenibilità, le persone ripongono grandi speranze nelle Olimpiadi di Londra. «Vorrei che Londra rappresentasse un esperienza unica, che evidenziasse come sia possibile costruire grandi impianti, mettere in piedi un bello spettacolo e una grande festa, non solo traendone profitto, ma anche agendo in senso sostenibile» dice ancora McCarthy. Nel giardino recentemente allestito nel London Olympic Park, calendule, margherite, papaveri della California sono pronti ad aprire i Giochi, con un esplosione di colore e profumi. Quando tutto il mondo il 27 luglio 2012 punterà lo sguardo su Londra, questi fiori avranno trasformato i prati intorno all Olympic Stadium in un mare dorato.

7 7 News La qualità nel turismo: elemento di successo Il turismo rappresenta un importante fattore economico in molti paesi del sud-est asiatico. La qualità delle strutture ricettive è un fattore chiave all interno di un ambito competitivo quale è quello del turismo: dopo tutto le vacanze dovrebbero costituire il periodo migliore dell anno. TÜV SÜD PSB ha inserito i propri servizi nell ambito della ricettività in un unico pacchetto che verifica elementi quali la qualità dei servizi e del cibo, la sostenibilità e il taglio dei costi, oltre a supportare gli operatori del settore con dei progetti di miglioramento. TÜV SÜD PSB ha condotto numerosi programmi di formazione per Saigontourist, la più grande agenzia di viaggi in Vietnam, per migliorare l informazione dei dipendenti nell ambito della qualità dei servizi. «I nostri dipendenti sono ora molto più sicuri nei rapporti con i clienti. Hanno imparato a comunicare in maniera efficace e questo li aiuta a riconoscere le esigenze dei clienti più rapidamente, offrendo un servizio migliore», dice Tran Viet Hung, Direttore Generale di Saigontourist. TÜV SÜD PSB sta anche lavorando con l hotel cinque stelle JW Marriott a Bangkok per garantire l alta qualità dei prodotti alimentari e delle bevande, eseguendo test microbiologici e audit sulla sicurezza alimentare. Il Direttore Michael Hogan ne evidenzia i vantaggi: «I test condotti da un ente terzo indipendente, non solo ci aiutano a soddisfare i più elevati standard di qualità dei prodotti alimentari, ma anche a dare maggior sicurezza alla clientela». Contatto: TÜV SÜD: nuovo laboratorio di prove per i beni di consumo Con il nuovo laboratorio di prove per beni di consumo, una costruzione di circa mq, TÜV SÜD amplia e migliora le sue capacità di prova sui prodotti. TÜV SÜD Product Service, infatti, sta investendo circa 15 milioni di euro in questa struttura situata a Garching, nei pressi di Monaco di Baviera. La costruzione del nuovo edificio all interno del quale più di 130 tecnici effettueranno prove su prodotti come lampade, prodotti per il giardinaggio, biciclette, oltre ad attrezzature sportive, verrà completata nella primavera del TÜV SÜD, con questa nuova struttura, ribadisce il suo chiaro impegno a mantenere una leadership in Germania. Grazie al nuovo laboratorio di Garching miglioreremo le nostre capacità nelle prove sui beni di consumo, afferma Joachim Birnthaler, Amministratore Delegato di TÜV SÜD Product Service GmbH, in occasione della cerimonia per l inizio dei lavori tenutasi a fine La decisione di costruire una nuova struttura è stata presa perché non era più possibile lavorare utilizzando la sola struttura già esistente a Monaco. Il nuovo laboratorio di prova entrerà a far parte di una rete di centri di competenza che TÜV SÜD Product Service ha creato in Germania: infatti, oltre al nuovo impianto, l ente ha una serie di laboratori in altre zone strategiche del paese come Monaco di Baviera, Straubing, Stoccarda, Mannheim, Francoforte, Hannover e Amburgo. Contatto: Metro a La Mecca: i lavori per TÜV SÜD procedono Prima che la Metro di La Mecca, in Arabia Saudita, diventasse operativa lo scorso anno, TÜV SÜD Rail si era occupato di verificarne la sicurezza dei 18 km del percorso. Poco tempo dopo l inaugurazione, la nuova Metro ha affrontato la prova del fuoco: durante l Hajj, il pellegrinaggio tradizionale verso i luoghi santi dell Islam, circa 2,5 milioni di musulmani hanno utilizzato la linea metropolitana. TÜV SÜD Rail ha ricevuto dal Ministero saudita di sovrintendenza per la metropolitana il compito di effettuare un sondaggio, durante l Hajj, tra i passeggeri e il personale di assistenza circa la qualità della metropolitana e dei servizi: il sondaggio ha riscontrato una notevole soddisfazione, tanto che la metropolitana è stata giudicata la migliore soluzione per i pellegrini che si muovono in città durante il pellegrinaggio. Contatto:

8 News 8 Controlli non distruttivi in Sudafrica La società Pro-Tec Boiler Inspection & NDT Service (Pty) è leader di mercato in Sudafrica per i controlli non distruttivi sui materiali e per le ispezioni nel settore dell energia. L azienda, con sede a Middelburg, è entrata a far parte del Gruppo TÜV SÜD dalla fine del Con questa acquisizione TÜV SÜD prosegue nella sua strategia di espansione internazionale focalizzandosi, in particolare, sul settore energetico. Oltre che in questo mercato, Pro-Tec lavora anche nell ambito dell industria chimica, del petrolio, del gas e in quello minerario. Pro-Tec ha ampliato la sua struttura in Sudafrica negli ultimi anni: i suoi circa 160 dipendenti hanno generato nel 2010 ricavi pari a 8 milioni di euro. Il 2010 è stato un anno importante per l entrata del gruppo TÜV SÜD nel paese africano: è stato aperto TÜV SÜD Sud Africa Holding (Pty) Ltd, e l ente ha iniziato a lavorare nelle attività ispettive sulle auto, acquistando una partecipazione in AVTS Roadworthy Stations. «L acquisizione di Pro-Tec getta le basi per il lancio di una vasta gamma di servizi del gruppo in Sudafrica e in altri paesi africani, e si inserisce nei progetti di espansione internazionale nel settore energetico, e non solo» afferma Boris Gehring, Direttore di Industrie Service di TÜV SÜD. Contatto: Energia eolica: accordo di collaborazione per il mercato cinese TÜV SÜD e l Istituto di ricerca del governo cinese per l energia elettrica (CEPRI) hanno firmato a Pechino, nell autunno 2011, un accordo strategico per lavorare insieme nello sviluppo e nella certificazione di prototipi, oltre che su prove ed attività formative e ispettive per il settore eolico. Con una capacità installata di MW, destinata ad incrementarsi di 10 volte entro il 2020, la Cina è uno dei maggiori mercati al mondo nell ambito dell energia eolica, e oggi leader mondiale nella produzione di turbine eoliche. L istituto CEPRI non si interessa solo di energia eolica, ma anche di tutte le energie rinnovabili e della loro integrazione nelle reti di alimentazione. Inoltre, l Istituto supporta l allargamento e lo sviluppo dell energia eolica con studi scientifici e attività tecniche volte alla realizzazione di progetti specifici. «L accordo di collaborazione rappresenta un ulteriore passo in avanti per lo sviluppo delle nostre attività nel settore eolico», dice Wolfgang Hubl, Vice Presidente di TÜV SÜD China - «e ci auguriamo che questo accordo con CEPRI contribuisca a sviluppare ulteriormente l industria eolica cinese». Contatto: Medaglia di bronzo per TÜV SÜD nella Top 500 Award Ogni anno il quotidiano tedesco Welt Group compila una classifica delle 500 maggiori aziende tedesche ed assegna dei riconoscimenti alle tre migliori aziende di questa short list. Quest anno TÜV SÜD ha ricevuto la medaglia di bronzo come vincitore emergente nel programma Top 500 Award. Durante la cerimonia di premiazione, tenutasi al Circolo della Stampa della casa editrice Springer a Berlino, la giuria ha riconosciuto e premiato TÜV SÜD per la sua crescita sui mercati internazionali e per il suo ruolo di fornitore di servizi innovativi. La giuria ha apprezzato la costante crescita del Gruppo - nel 2005, infatti, TÜV SÜD non compariva nemmeno tra le 500 aziende più importanti in Germania, mentre oggi, si colloca al 388 posto. Axel Stepken, Presidente del Consiglio d Amministrazione, nel ricevere il riconoscimento ha affermato: «Questo premio è una testimonianza importante per tutti i dipendenti di TÜV SÜD, una conferma del successo della nostra strategia e un incentivo a proseguire sulla strada intrapresa». La Top 500 Award entra a far parte di una serie di altri premi che TÜV SÜD ha vinto negli ultimi anni: nel febbraio 2011, per esempio, la società ha ricevuto il Best of European Business, premio assegnato dalla società di consulenza Roland Berger come riconoscimento del successo della strategia di espansione nel sud-est asiatico. Contatto:

9 9 Il settore ferroviario xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx tra prospettive di sviluppo xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx e rischi di ripiegamento xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Successo dell Alta Velocità, risorse pubbliche in calo. Ma la chiave del futuro è nella programmazione. xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Il punto di vista di Luigi Morisi, Presidente Assifer. I l trasporto ferroviario sta vivendo un momento di svolta. Da una parte incassa il successo strepitoso, anche oltre le aspettative, dei servizi AV e la spinta ad un maggiore uso del trasporto regionale e locale per il caro carburante e le politiche restrittive verso il trasporto privato nell ambito dei grandi conglomerati urbani. Dall altra deve far fronte alla riduzione drastica delle risorse pubbliche per le politiche di risanamento del bilancio. Sullo sfondo, la forte spinta dell Europa Comunitaria per un fortissimo trasferimento modale a favore della ferrovia, sia per i passeggeri che per le merci, in un orizzonte temporale che può apparire lontano, ma che invece si rivela terribilmente vicino se lo si raffronta alla vastità degli obiettivi. Da questa fase si può quindi uscire con un forte impulso allo sviluppo, come sarebbe sicuramente necessario per la qualità della vita delle popolazioni, per la crescita delle attività economiche, ma questo esito è tutt altro che scontato. Allora che fare? Come uscire in positivo da una contraddizione che, se non governata, rischia invece di far arretrare i servizi ferroviari riportandoli a quella progressiva marginalità a cui sembravano un tempo destinati e che sarebbe una vera iattura, oltre che un colpo mortale, per un settore economico che somma nel suo complesso diverse centinaia di migliaia di addetti? La risposta è obbligata: anche in questo caso, come in altri, occorre camminare sulle due gambe, cioè coniugare insieme risanamento e sviluppo. Risanamento nel settore vuol dire attenta riconsiderazione dei costi, delle modalità operative, delle diseconomie del sistema, che sicuramente ci sono, anche se dei passi avanti a sprazzi sono già stati compiuti. È una necessità a cui nessuna delle componenti del sistema può sottrarsi, inclusa ovviamente anche la parte industriale. Ma d altra parte, occorre porsi in una prospettiva di sviluppo, senza la quale la riduzione dei costi non sarebbe altro che un cammino verso un progressivo declino. Come? Anche qui servono, a mio modo di vedere, due cose che interpellano fortemente la capacità di governance del sistema: - la messa in campo delle risorse necessarie per consentire al sistema di sopravvivere, proseguendo quella svolta in positivo impostata dal nuovo governo nei suoi primi mesi di vita, dopo i pesantissimi tagli, il quasi azzeramento delle risorse, di metà dello scorso anno; una svolta che però stenta ancora a dare pienamente i suoi frutti; - una programmazione di più lungo periodo, che possa definire per i prossimi anni e fino agli orizzonti temporali del piano europeo i servizi da fornire e il loro costo, con le possibili azioni di contenimento, e a fronte di questo, le risorse pubbliche disponibili e le modalità di recupero delle risorse eventualmente (ma si dovrebbe dire meglio: certamente) mancanti. Si tratta di una necessità a mio modo di vedere imprescindibile e che darebbe un quadro di riferimento certo a tutti gli operatori del settore per i loro piani di azione, a cominciare dalle società di trasporto per finire col comparto industriale. Ovviamente stiamo parlando di un piano realistico e sostenibile, non certo di un libro dei sogni, che invece non servirebbe affatto allo scopo. Un attenta pianificazione appare inoltre come l unico modo serio di approcciarsi agli obiettivi europei, così come sono definiti nel libro bianco della CE sui trasporti, che disegnano un futuro in cui i servizi ferroviari vedono moltiplicare di molti fattori la loro quota di mercato: è evidente che una trasformazione così radicale non è perseguibile che con un piano di lungo periodo, non certo con azioni improvvisate all ultimo momento. à

10 10 LUIGI MORISI Milanese, dopo la Laurea in Ingegneria Elettrotecnica, ramo Macchine, conseguita presso il Politecnico di Milano, inizia nel 1969 la sua attività lavorativa nell industria ferroviaria presso la Tecnomasio Italiano Brown Boveri, nell ambito della quale negli anni ricopre numerosi incarichi: nei settori tecnico-commerciale, del project management, del marketing e dell export, partecipando ai principali progetti di veicoli ferroviari e a diversi gruppi di lavoro nel gruppo Brown Boveri, divenuto poi ABB. Nel 1996 passa in Ansaldo Trasporti come Direttore dell Unità di Business per la Trazione Ferroviaria, comprendente le attività di contract management, commerciale e architettura dei veicoli. A seguito dell integrazione delle attività di Ansaldo Trasporti e di Breda Costruzioni Ferroviarie, svolge fino al 2000 la funzione di Client Manager FS di AnsaldoBreda. Dal 1999 è Presidente di ASSIFER, Associazione Industria Ferroviaria, associazione di settore della Federazione ANIE (Confindustria) e dal 2005 Segretario Generale del CIFI - Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani. È membro della Presidenza dell UEEIV (Union of European Railway Engineer Associations) e autore di circa 50 memorie, pubblicazioni e articoli sulla tecnica ferroviaria. Dal punto di vista industriale, un piano di questo genere servirebbe a dare nuovo impulso, magari con le ristrutturazioni che si dimostreranno necessarie, ad un comparto che nel suo insieme ha dimostrato, pur con tutti i problemi evidenti, una vitalità e una capacità di muoversi con successo anche sui mercati esteri, sfruttando le competenze acquisite in questi anni a seguito del forte rinnovamento tecnologico messo in atto dalle ferrovie italiane. L industria del settore in questi anni ha saputo ritagliarsi sui mercati esteri un ruolo non trascurabile, con alcune punte di eccellenza; citiamo in particolare i nuovi sistemi di segnalamento e i sistemi di metropolitane automatiche. Un comparto industriale che, tuttavia, non può basarsi solo sulle attività estere, nè può prescindere dall esistenza di un consistente mercato interno per diverse ragioni, a cominciare dal referenziamento dei sistemi. Il rilancio industriale non può quindi prescindere da una ripresa degli investimenti nel trasporto ferroviario, che nella situazione economica attuale devono essere prevalentemente indirizzati a interventi tecnologici sulle linee e all acquisto di nuovi rotabili. Le stesse attività all estero hanno bisogno di essere supportate da un mercato interno significativo: nel ferroviario non si può vivere di solo export. La prospettiva che ci sentiamo di indicare allora per il nostro paese, similmente a quanto hanno fatto in questi ultimi anni i maggiori paesi europei, è non solo di mettere in campo quanto serve per consentire la sopravvivenza del comparto industriale, peraltro uno degli ultimi rimasti, ma l utilizzo (anche) di questa leva in funzione anticiclica. Occorre considerare che, contrariamente ad altri settori industriali, che soffrono di una chiara situazione di saturazione del mercato, per il ferroviario il mercato potenziale è crescente ed il fabbisogno rilevante, come testimonia l affermarsi dei nuovi servizi AV sulla lunga percorrenza, ma anche l esigenza di maggiori servizi di trasporto pubblico, sicuro e compatibile dal punto di vista ambientale, in ambito urbano ed extra-urbano. Per quanto riguarda il mercato nazionale, una rapida valutazione del mercato per il comparto del materiale rotabile, per le sole esigenze di rinnovo e di manutenzione, senza considerare ipotesi di aumento dei servizi o di svecchiamento del parco, indica un volume di mercato dai 2 ai 3 miliardi annui. Anche per le tecnologie dell infrastruttura l entità è simile. E d altra parte altri paesi europei hanno utilizzato il settore ferroviario per puntarvi con consistenti risorse in funzione anticongiunturale: citiamo i casi della Francia e della Germania, che hanno concluso accordi - quadro con l industria nazionale per svariati miliardi di Euro. Siamo quindi convinti che esistano le condizioni di mercato per un consistente rilancio di questo settore che può ancora dare molto, se è posto in condizione di farlo. Il ferroviario è a nostro parere un settore su cui puntare. In questo quadro, sono sicuramente auspicabili tutti i provvedimenti che possono portare ad uno sviluppo del mercato, dall interoperabilità alla liberalizzazione, ma non penso che spetti alla parte industriale indicare modalità e tempi di queste azioni. Mi sembra tuttavia certo che lo sviluppo del mercato non può che essere visto in modo omogeneo su scala europea; è ormai tempo di superare le profonde differenze che esistono in questo campo tra i diversi paesi e che danneggiano fortemente la competizione. Per raggiungere questo risultato serve quindi anche in questo settore, così come ha iniziato già ad essere su altri argomenti, un nuovo modo di stare in Europa da parte del nostro paese, molto più presente e propositivo, una presenza che sia di stimolo, anziché di rassegnata passività, se non di freno, come spesso purtroppo è stato nel recente passato. Se questo processo di sviluppo del mercato sarà finalmente attuato in modo armonizzato su scala europea, diventeranno allora molto più chiari e coerenti anche i ruoli di tutte le componenti che vi operano, inclusi gli organi regolatori e di controllo, che a mio modo di vedere soffrono nel loro operare di questa mancanza di regole certe e che valgano per tutti. Si aprirebbe allora sì una nuova fase di forte sviluppo, con forti benefici non solo per i risultati economici, ma anche in termini di qualità della vita. Sono obiettivi senza dubbio difficili, ma con il dovuto impegno, forse possibili, anzi vorrei dire necessari.

11 11 Storie I Il treno corre nel futuro Trent anni a 300 all ora: dal TGV a Italo, Alstom azienda dei record Presente in 100 Paesi del mondo, antesignano dell Alta Velocità in Europa, il gruppo francese oggi vanta una presenza importante in Italia. Ce ne parla Pierre-Louis Bertina, numero uno dell azienda nel nostro Paese. A lstom è un gruppo globale, un leader nel settore ferroviario e non solo. Presenta ai lettori della rivista le tappe salienti della sua storia, le performance raggiunte, le aree di interesse ed il peso della filiale italiana all interno della vostra organizzazione worldwide? Alstom è un Gruppo multinazionale leader globale nella produzione e generazione di energia e nelle infrastrutture ferroviarie e rappresenta un riferimento per le tecnologie innovative e nel rispetto dell ambiente. Basti pensare che abbiamo realizzato il treno che detiene il record mondiale di velocità su rotaia, la metropolitana automatica a maggiore capacità e la turbina eolica più grande al mondo. Forniamo soluzioni integrate per centrali elettriche e servizi associati, per quasi tutte le fonti energetiche: dall idroelettrica, al nucleare, dal gas, al carbone, all eolica. Nel mercato della trasmissione di energia offriamo un ampia scelta di soluzioni, in particolare per le smart grid. Il Gruppo è presente in 100 Paesi del mondo e impiega persone. Alstom è presente in Italia dal 1998 e ha oggi una forte presenza industriale, con 13 siti distribuiti su tutto il territorio à

12 Storie I Il treno corre nel futuro nazionale e circa dipendenti. Opera con successo in tutti i settori di attività del Gruppo, grazie alla propria esperienza internazionale e alla tradizione industriale delle aziende acquisite. materiale rotabile e del segnalamento. Cosa rappresentano in termini di business queste aree e quanto delle loro attività sono destinate al mercato domestico e quanto all export? Focalizzando l attenzione su Alstom Trasport Italia, l azienda si sviluppa raccogliendo l eredità di imprese italiane storiche operanti nel ferroviario, acquisite successivamente negli anni. Con quali strategie si è mossa la casa madre in queste acquisizioni e di quali competenze e tecnologie si è arricchita? Le sedi di Alstom Transport in Italia sono attive in tutti gli ambiti del trasporto su rotaia: progettano e realizzano materiale rotabile, componenti, segnalamento e infrastrutture, dai treni ad alta velocità ai sistemi di segnalamento, fino ai progetti chiavi in mano per metropolitane e tramvie. Garantiscono ai Alstom Transport Italia è leader mondiale nei treni ad alta velocità Pendolino basati su tecnologia tilting, e centro di eccellenza per i sistemi di segnalamento ferroviario e i sistemi di trazione. Un successo che è il risultato dell incontro tra le competenze acquisite da storiche aziende italiane come SASIB o Fiat Ferroviaria, e la tecnologia e la dimensione mondiale di un grande Gruppo. Alstom ha sviluppato le competenze e le tecnologie delle aziende acquisite, mantenendole in Italia, e al tempo stesso valorizzandole a livello internazionale. Basti pensare che abbiamo venduto circa 450 treni Pendolino in 12 paesi, fornito sistemi di segnalamento a numerosi stati europei e realizzato sistemi di trazione per i tram e le metropolitane in tutto il mondo, da Dubai a Dublino. Le acquisizioni sono un opportunità per crescere in mercati maturi: quali interventi avete messo in atto per integrare ed armonizzare culture industriali differenti? contatto Paolo Gianotti Per integrare le differenti culture, abbiamo operato su due livelli. Per creare uno spirito di appartenenza, abbiamo puntato sui valori comuni di Alstom in tutto il mondo: spirito di squadra, azione e fiducia. Per quanto riguarda l aspetto più industriale, abbiamo applicato in tutti i siti italiani APSYS (Alstom Production System), un programma di gestione e miglioramento delle aree produttive, a livello globale, che prevede un identica organizzazione del lavoro e dell ambiente produttivo in ogni sito Alstom Transport nel mondo, in modo da migliorare l efficienza e facilitare la mobilità dei dipendenti e dei progetti. Alstom Trasport lavora in tutto il sistema del trasporto ferroviario e quindi nell ambito del clienti assistenza e manutenzione, avvalendosi delle più avanzate tecnologie del settore. In questi ultimi anni di sostanziale stagnamento del mercato locale, l export ha assunto un importanza sempre maggiore nei risultati di Alstom Transport in Italia: nell ultimo anno fiscale (aprile marzo 2012) ha inciso per il 40% nel fatturato del settore Transport Italia, toccando punte dell 80% nel sito di Sesto San Giovanni (MI), che produce sistemi di

13 13 Storie I Il treno corre nel futuro trazione per i tram e le metropolitane di tutto il mondo. Alstom Transport progetta e produce treni utilizzati per l alta e altissima velocità, ma anche mezzi convenzionali utilizzati su linee regionali e metropolitane. Quali devono essere le caratteristiche dei treni, in termini di affidabilità e sicurezza? I treni, sia che vengano utilizzati sulle linee ad alta velocità che sulle tratte regionali e suburbane, sono oggi prodotti di alta tecnologia, che devono rispondere a rigorosi standard di affidabilità e sicurezza per ottenere le certificazioni necessarie per entrare in servizio. In aggiunta, al treno si chiede oggi di essere ecocompatibile: risparmiare energia, ridurre l inquinamento sia ambientale che acustico, essere composto di materiale riciclabile e al tempo stesso pratico e confortevole. Accessibilità, ergonomia, capienza, comfort sono qualità imprescindibili per un mezzo moderno destinato a qualsiasi tipo di servizio pubblico. Il Pendolino da voi progettato e costruito ha aperto agli italiani il servizio dell Alta Velocità. Ci racconta la storia di successo dei treni AV Alstom e come essa si è evoluta, passando per il TGV francese, fino ad arrivare ad Italo, il treno ad altissima velocità del nuovo gestore italiano NTV? Nell autunno del 1981 entrava in servizio il primo TGV (Train Grande Vitesse), sulla linea ad Alta Velocità Parigi-Lione, grazie a una tecnologia sviluppata da Alstom e SNCF, il gestore delle ferrovie francesi. Sono trascorsi 25 anni e il TGV di Alstom continua a rappresentare una tappa fondamentale nello sviluppo dell alta velocità. L ultimo nato, il TGV Duplex, è pensato per rispondere alle esigenze delle linee francesi più frequentate come la Parigi-Lione, dove parte un treno ogni 5 minuti nelle ore di punta. È l unico treno ad altissima velocità a due piani sul mercato, con una capacità tra i 600 e i posti, e in grado di viaggiare a 320 Km/h. I treni ad alta velocità prodotti da Alstom sono attualmente in servizio, oltre che in Francia, anche in Inghilterra (Eurostar), Belgio, Olanda e Germania (Thalis), Corea del Sud (KTX), Spagna e Italia (ETR500, realizzato con il consorzio Trevi). Gli oltre 200 km/h che separano la velocità commerciale dalle performance raggiunte dal treno V150, il treno che lo scorso aprile ha segnato il nuovo record di velocità raggiungendo i 574,8 km/h, lasciano presagire delle notevoli potenzialità di progressione per le future generazioni di treni e confermano i margini di sicurezza dell altissima velocità. La sfida è arrivare a una velocità operativa di 360 km/h, per superare la soglia di Km in 3 ore e rendere il treno preferibile ad altri mezzi di trasporto. Per dare un esempio, in Russia per il viaggio da Mosca a San Pietroburgo saranno sufficienti 2 ore e mezza, contro le 8 attuali. L AGV, acquistato in Italia dall operatore privato NTV (Nuovo Trasporto Viaggiatori), è un concetto interamente nuovo: progettato per viaggiare a 360 km/h, è il primo treno al mondo a conciliare un architettura articolata con una motorizzazione ripartita. Il principio dell elettrotreno articolato si basa sulla disposizione dei carrelli fra le carrozze: questa tecnica, che è stata la chiave del successo dei treni Alstom da 25 anni, elimina gran parte delle vibrazioni e del rumore prodotto dal movimento a bordo, ammortizza i movimenti tra le à

14 Storie I Il treno corre nel futuro 14 PIERRE-LOUIS BERTINA Francese di origini italiane, è Presidente e Amministratore Delegato di Alstom Ferroviaria Spa dal Laureato in ingegneria elettronica e meccanica, ha una lunga e solida esperienza maturata nel settore ferroviario in oltre 30 anni di carriera all interno di Alstom Transport, nell ambito del quale ha ricoperto diversi ruoli di responsabilità a livello internazionale nelle numerose linee di prodotto della società. Nel 2001 ha partecipato attivamente all acquisizione di Fiat Ferroviaria oltre ad essere stato Country President e Transport Managing Director in Cile. carrozze, ottimizza l aerodinamicità, garantisce una sicurezza ottimale e, inoltre, riduce le spese di manutenzione del 30%. Il principio della motorizzazione ripartita sull intero elettrotreno accresce a sua volta la capienza a bordo del 20%. La divisione Rail di TÜV Italia e il Gruppo TÜV SÜD cooperano con Alstom per l assessment dei sistemi di segnalamento di terra e di bordo e dei sottosistemi critici presenti a bordo di alcuni dei vostri treni. Quali sono, dal suo punto di vista, le opportunità di una tecnologia sempre più spinta in questi ambiti e quali le precauzioni per limitare i rischi legati al trasporto? Le opportunità sono legate alla sempre maggiore richiesta di un servizio di trasporto puntuale e affidabile. Lo sviluppo di sistemi che consentano una gestione del traffico ottimale e uno sfruttamento massimo delle infrastrutture esistenti, saranno la chiave del successo. Si dovranno offrire prodotti e sistemi di segnalamento evoluti per qualunque sistema di trasporto che faccia della puntualità, affidabilità e sicurezza l obiettivo da perseguire. Dal punto di vista della sicurezza, questi sistemi dovranno garantire la riduzione ai minimi termini del rischio errore umano, un obiettivo raggiungibile tramite procedure di sviluppo rigorose a partire dalla fase di sviluppo del sistema fino alla fase di test e a quella di gestione. Alstom, come fornitore globale di mezzi e servizi al settore, ha una visione di come si evolverà il trasporto ferroviario. Dal suo punto di vista, dove occorre concentrare gli sforzi per migliorare, in Italia e all estero, la connessione tra la rete dell alta velocità e il trasporto regionale e i collegamenti tra le varie reti nazionali? In Italia, come in Europa, stiamo assistendo a una contrazione del mercato: gli investimenti in nuovi progetti di infrastrutture, materiale ferroviario e segnalamento si riducono sempre più. Molte aziende storiche italiane sono in crisi e nuovi concorrenti si affacciano sul mercato con un aggressiva strategia commerciale. In questo panorama le attività di manutenzione e rinnovo del materiale esistente e i servizi correlati rappresentano un settore in crescita, nel quale stiamo investendo per presentarci ai nostri clienti come i partner più competenti ed affidabili.

15 15 Storie I Il treno corre nel futuro La scelta di ECM: la sicurezza viaggia sui binari della tecnologia Con il 10% del fatturato investito in Ricerca & Sviluppo l azienda toscana ha fatto dell innovazione la chiave per conservare una posizione di leader sul mercato italiano dell alimentazione energetica e del segnalamento ferroviario e per conquistare i mercati internazionali. Intervista a Roberto Cappellini, azionista e Vice Presidente della società. E CM è l esempio di una affascinante storia italiana - così vi presentate sul vostro sito - nata con le caratteristiche di un azienda familiare che ha accompagnato l evoluzione tecnica della sicurezza e del segnalamento ferroviario degli ultimi cinquant anni, dopo aver iniziato la sua attività con la produzione di stabilizzatori e trasformatori elettrici destinati all industria. Ci racconta le tappe salienti di questo viaggio iniziato alla fine degli anni cinquanta in un paese della provincia toscana? La nostra azienda fu costituita a Pistoia nel 1958 per la produzione di stabilizzatori di tensione e di trasformatori elettrici di vario tipo. Nei primi anni 60 l azienda allarga la propria gamma di prodotti fornendo particolari apparecchiature elettroniche alla Marina Militare Italiana e successivamente alle allora Ferrovie dello Stato. Nel decennio ECM, con la sua affermazione nel settore dei trasporti ferrotranviari, amplia la propria sede. Il reparto Ricerca & Sviluppo, in continua espansione, mette a punto soluzioni, idee e sperimentazioni nuove che portano l azienda alla produzione di apparati con un sempre maggior contenuto tecnologico. Tra gli anni 80-90, con investimenti sempre più mirati in tecnologie avanzate per i sistemi di alimentazione, ECM consolida la sua posizione sul mercato con una crescita esponenziale. Sempre più impegnata a fare della ricerca il suo asse portante di espansione nel settore ferroviario, l azienda apre la nuova sede di Serravalle Pistoiese. Negli anni 2000, à

16 Storie I Il treno corre nel futuro 16 dopo la trasformazione in società per azioni, ECM inaugura due nuovi uffici, uno a Genova per lo sviluppo di software di sistemi di segnalamento innovativi e uno a Roma di rappresentanza. È in questi stessi anni che si afferma anche fuori dall Italia, intrattenendo rapporti commerciali con Finlandia, Germania, Svizzera, Francia, Russia, Romania e Marocco. Dalla metà degli anni sessanta ECM collabora con Ferrovie dello Stato, un rapporto che continua ancora oggi. Come si è evoluta negli anni questa partnership e come ha influito sull evoluzione dei vostri prodotti e sulla vostra crescita in termini di expertise? Nel corso di questi anni ECM ha consolidato un know how che le ha consentito di sviluppare e produrre sistemi sempre più sofisticati, di massima affidabilità, per i quali assicura ai clienti anche un efficiente servizio di assistenza. Naturalmente soddisfare le richieste di un cliente di tale portata ha significato per l azienda effettuare investimenti crescenti nella ricerca e sviluppo, investimenti che oggi rappresentano circa il 10% del fatturato, consapevoli che questa è la strada da percorrere per aprire le porte al futuro. A conferma del nostro costante impegno nello sviluppo di nuove tecnologie siamo attualmente presenti nel settore del segnalamento ferroviario non solo con i prodotti, ma anche con sistemi che ci consentono di partecipare a gare internazionali. La sua azienda lavora in un settore in cui la tecnologia è in costante evoluzione e voi continuate a dimostrare di essere capaci di comprendere la direzione più giusta dove concentrare gli sforzi progettuali e produttivi. R&S, attenzione al mercato, personale altamente qualificato, ottimizzazione dei processi, servizio: quali ritiene siano i fattori, in aggiunta a questi, che hanno portato ECM ad essere un leader nel panorama italiano di questa sofisticata nicchia di mercato? Sicuramente, oltre ai motivi citati, alla base del nostro successo c è la grande coesione e motivazione dei nostri dipendenti. Da sempre in ECM si lavora in un ambiente che definirei familiare, e come in tutte le famiglie, il valore della squadra, ciò che ti differenzia dalla folla, emerge nei momenti di maggiore tensione e sforzo produttivo. Proporre soluzioni e tecnologie per la sicurezza, il controllo ed il miglioramento dell infrastruttura ferroviaria è la missione che ormai da oltre 50 anni ECM persegue in costante sinergia con i propri clienti. L orientamento alla soddisfazione delle esigenze espresse da questi ultimi, visti più come partners che come solo sbocco di mercato, si declina anche in una forte propensione alla sostenibilità ambientale dei prodotti e dei relativi processi produttivi. Proprio in quest ottica la nostra azienda si è dotata di un Sistema di Gestione delle Problematiche Ambientali certificato ISO e sta operando al fine di conseguire anche il prestigioso marchio EMAS (Eco Management & Audit Scheme).

17 17 Semplificando, possiamo dire che ECM ha due linee di prodotto: sistemi di alimentazione e tecnologie per la sicurezza ed il segnalamento. Descrive sinteticamente ai nostri lettori il loro utilizzo, le sinergie e cosa richiedono i vostri clienti ai prodotti in termini di performance qualitativi e di sicurezza? Effettivamente, semplificando, la nostra azienda ha essenzialmente due linee di prodotto: i sistemi di alimentazione e le tecnologie per la sicurezza ed il segnalamento ferroviario. Parlando dei sistemi di alimentazione, le soluzioni ECM consentono di disporre con continuità dell energia elettrica per mantenere alimentati, anche in condizioni estreme, gli apparati ed i sistemi periferici e centrali del segnalamento: una garanzia in termini di efficienza e sicurezza della circolazione ferroviaria. Così, i segnali optoelettronici (a tecnologia LED) garantiscono una maggiore visibilità ed una durata illimitata rispetto ai tradizionali segnali a lampade ad incandescenza, mentre i sistemi diagnostici per il telecontrollo e la tele diagnostica degli impianti di segnalamento ferroviario consentono sia un analisi preventiva dello stato di degrado funzionale di svariati apparati, sia interventi efficaci e tempestivi in caso di guasto, riducendo quindi ai minimi termini i tempi di fuori servizio degli impianti. Parallelamente allo sviluppo ed installazione sulla rete di RFI dei sistemi di controllo automatico della marcia del treno (SCMT e SSC), ECM ha implementato le relative tecnologie per la sicurezza della circolazione a bordo treno, sviluppando sofisticati sistemi che oggi possiamo ritrovare su svariate centinaia di convogli circolanti sulla rete ferroviaria nazionale. Ma la nuova frontiera della ricerca tecnologica, che ci ha visti impegnati con notevole dispiego di risorse, è sicuramente rappresentata dall innovativo sistema di segnalamento ferroviario computerizzato di intelocking, chiamato HMR9 (High Modular Redundancy), totalmente concepito e sviluppato all interno della nostra azienda, in grado di gestire da un unico posto centrale la circolazione ferroviaria su linee estese fino a 400 km. L affidabilità intrinseca dei prodotti ed una struttura post-vendita composta da personale qualificato fanno sì che l acquisto di un prodotto ECM possa considerarsi, a nostro avviso, come un ottimo investimento nel tempo: non per niente è possibile ritrovare nostri prodotti, realizzati 30 anni fa, ancora perfettamente in grado di soddisfare le esigenze dei nostri clienti, segno tangibile di un elevata qualità progettuale e realizzativa e, in definitiva, di affidabilità. La divisione Rail di TÜV Italia vi sta supportando nelle attività di verifica e di validazione del sistema HMR9 (High Modular Redundancy) e MTPS. Qual è, dal suo punto di vista, il valore aggiunto per il mercato delle attività svolte dal nostro ente? Essere fornitori di sistemi ferroviari di sicurezza e segnalamento richiede lo sviluppo di prodotti e sistemi che garantiscano il rispetto delle normative di settore, quindi è necessario che i nostri team di Ricerca e Sviluppo e di Verifica e Validazione lavorino a stretto contatto con gli enti qualificati. Per questo motivo posso affermare che TÜV Italia si è dimostrato per ECM un partner importante ed efficiente, dimostrando capacità di problem solving, velocità di esecuzione delle attività pianificate e preparazione normativa adeguata per tale contesto, sia in ambito italiano che internazionale. I vostri competitor sono grandi gruppi italiani ed internazionali del settore. Quali sono gli strumenti che utilizzate e le azioni messe in atto per competere con loro e quali le caratteristiche di ECM più apprezzate dal mercato? Sicuramente la flessibilità gestionale e la cura diretta del à contatto Paolo Gianotti

18 Storie I Il treno corre nel futuro 18 prodotto, dalla progettazione all assistenza, rappresentano i principali strumenti competitivi che ci consentono di avere un punto di forza sul mercato domestico e di affiancare i grandi gruppi come player nei mercati internazionali. Inoltre, la costante collaborazione tra la nostra azienda e le strutture tecniche e manutentive dei nostri clienti di riferimento, ha costituito un ulteriore valore aggiunto, permettendoci di acquisire quella sensibilità nei confronti delle reali esigenze della nostra clientela, fondamentale per il processo di continuo miglioramento della nostra offerta tecnica e commerciale. dell alimentazione, dei segnali e della diagnostica, ed al tempo stesso cercheremo di completare la nostra offerta di prodotti e sistemi di sicurezza e segnalamento ferroviario. ECM mantiene orgogliosamente le peculiarità dell impresa italiana familiare che si avvia verso la terza generazione. Quali sono a suo giudizio i vantaggi ed i limiti di un azienda con le vostre caratteristiche per essere competitiva in un mercato globale, con nuovi protagonisti che si affacciano? Soddisfatti dei risultati raggiunti ma con lo sguardo rivolto verso nuove prospettive e nuovi traguardi. Quali saranno le aree su cui vi concentrerete per continuare ad essere un protagonista nel mercato nazionale ed un player in quelli internazionali? Continueremo ad essere presenti nelle tradizionali aree Anche in funzione di quanto fin qui esposto, risulta evidente quanto sia per noi importante, onde poter permettere all azienda di raggiungere una posizione stabile e di rilievo a livello nazionale ed internazionale, disporre di una adeguata struttura organizzativa. L organizzazione diviene pertanto lo strumento indispensabile per dar seguito alle strategie ed alle politiche aziendali presenti e future. ROBERTO CAPPELLINI Entra giovanissimo a far parte della società fondata nel 1958 dal padre Giulio, affiancando il fratello Mario. Da subito partecipa attivamente allo sviluppo dell azienda, occupandosi in prima persona del coordinamento dell area di R&S. In coerenza con la crescita aziendale ed il conseguente adeguamento strutturale-organizzativo della società, attualmente ricopre la carica di Vice Presidente e fa parte del Consiglio di Amministrazione anche in qualità di Azionista della ECM S.p.A.

19 19 News TÜV Italia ha un nuovo Amministratore Delegato Del cambio della guardia in TÜV Italia probabilmente i lettori più attenti se ne sono accorti aprendo la rivista, dove l articolo di fondo porta una nuova firma. Lo scorso giugno infatti c è stato un avvicendamento ai vertici dell ente con l ingresso di José Antonio Via come nuovo Amministratore Delegato, il primo non italiano nella storia di TÜV Italia. L arrivo del manager catalano, da dieci anni nel gruppo TÜV SÜD, s inserisce nella volontà della casa madre di dare, pur nella continuità, un impronta ancora più internazionale alle attività, oltre a rinforzare le sue strategie nel nostro paese che passano anche attraverso una forte integrazione delle aziende recentemente acquisite e di quelle che lo saranno in futuro. Infatti, negli obiettivi di medio termine di TÜV SÜD, TÜV Italia deve diventare il primo paese in termini di fatturato della regione Western Europe, un area che comprende la parte occidentale del continente, Germania esclusa, una crescita realizzabile solo attraverso acquisizioni da parte dell ente di nuove organizzazioni. Ingegnere industriale, José Antonio Via ha maturato la sua lunga esperienza lavorativa sempre in ambiti internazionali, inizialmente in aziende americane e tedesche produttrici di componenti per l industria automobilistica, sviluppando la sua expertise all interno dell area tecnico/commerciale, con ruoli di crescente responsabilità fino ad arrivare alla direzione generale. Poliglotta, parla un buon italiano con l inflessione tipica degli spagnoli, e questo grazie anche ai quattro anni trascorsi in un azienda del gruppo Antonio Merloni, attiva nel settore degli elettrodomestici. José Antonio Via entra nel gruppo TÜV SÜD nel 2002 come Amministratore Delegato di TÜV SÜD Iberia, la filiale spagnola del gruppo, inizialmente attiva con i servizi delle divisioni Management Service e Product Service e, successivamente all acquisto di CGP, anche con le attività di Auto Service. Un manager determinato negli obiettivi e cortese nei modi, che guarda alle attività con una prospettiva allargata, per rafforzare il posizionamento one stop shop di TÜV Italia e capitalizzare know how, risorse ed energie ed offrire al mercato servizi che possono soddisfare le richieste provenienti da intere filiere produttive. Il benvenuto della rivista al nuovo Amministratore Delegato, unito all augurio di un buon lavoro a favore dell ente e dei suoi clienti. Contatto: TÜV Italia e il gruppo TÜV SÜD a Expoferroviaria 2012 L interesse dell ente nei confronti del settore ferroviario è stato confermato con la presenza a Expoferroviaria, manifestazione che ha avuto luogo al Lingotto di Torino dal 27 a 29 marzo, contemporaneamente a INTERtunnel. La manifestazione torinese, giunta quest anno alla 5 edizione, è stata l occasione per raccogliere le maggiori aziende che lavorano nel mercato ferroviario, sia nell ambito delle infrastrutture che in quello dei servizi alle reti nazionali ed internazionali, ma anche nel trasporto locale e le aziende che gestiscono le metropolitane visitatori, 48 paesi rappresentati, una folta presenza di manager sono i dati che sintetizzano l interesse da parte degli addetti ai lavori per presentare durante la manifestazione nuovi prodotti e nuove tecnologie. Viaggiare, spostarsi è una necessità, ed oggi il trasporto ferroviario offre opportunità anche molto competitive rispetto ad altri sistemi, oltre a significativi vantaggi in termini di sicurezza, velocità, efficienza energetica ed impatto ambientale. Le più recenti tecnologie dell alta velocità hanno trasformato l offerta del trasporto su rotaia, consentendo collegamenti anche tra reti di diverse nazioni e quindi un ottima integrazione del trasporto ferroviario a livello europeo. Alla manifestazione, oltre alla divisione Rail di TÜV Italia, erano presenti anche rappresentanti di Railcert, Organismo Notificato europeo accreditato per le direttive di interoperabilità, e di TÜV SÜD Rail, società del gruppo riconosciuta dalla tedesca Eisenbahn-Bundesamt (EBA) e dall italiana RFI come ente esperto ed autorità di controllo per attività di assessment (fuzionale e di sicurezza), di certificazione (di prodotto e sistemi) e prove di laboratorio. Contatto:

20 News 20 TÜV Italia acquisisce Bytest, laboratorio leader nei controlli NDT ll 2011 è stato un anno cruciale per TÜV Italia relativamente alle acquisizioni. Infatti, dopo quella di STIMA nell autunno, presentata nello scorso numero della rivista, allo scadere dell anno è stato siglato l accordo per l acquisto da parte dell ente di Bytest, laboratorio leader nel nostro paese nell ambito delle prove non distruttive (ultrasuoni, radiografie, liquidi penetranti, particelle magnetiche, correnti indotte, rivelazione fughe, esame visivo, repliche metallografiche, prove di durezza), sia in campo che nei propri laboratori, operativo anche nelle prove distruttive sui materiali, nelle verifiche ispettive nell ambito della saldatura, e centro di formazione ed esami per la qualificazione dei tecnici addetti ai controlli non distruttivi. Bytest nasce nel 1986 a Buttigliera Alta (TO) e, dopo il trasferimento a Volpiano nel 2001, in poco più di un decennio cresce in modo esponenziale sia in termini di personale - i 25 dipendenti del 2001 oggi hanno raggiunto le 122 unità - sia in fatturato, raggiungendo a fine 2011 gli 11 milioni di euro. Bytest rappresenta in Italia l eccellenza nelle prove sui materiali, sia per quelle distruttive che per quelle non distruttive, prove che consentono di valutare la struttura dei materiali e gli eventuali difetti senza richiedere la distruzione o l asportazione di campioni dalla struttura esaminata. Con l acquisizione di Bytest, delle sue strutture all avanguardia e dell esperienza dei suoi tecnici altamente specializzati, TÜV Italia si inserisce ai vertici dei controlli di qualità con le prove non distruttive, permettendo al laboratorio di assecondare le richieste delle maggiori aziende nazionali ed internazionali di settori quali l aerospaziale, petrolchimico, manifatturiero, automotive e ferroviario. Questa acquisizione rappresenta un importante dichiarazione di fiducia da parte del gruppo TÜV SÜD circa le opportunità del nostro mercato, ma anche un riconoscimento per l industria italiana, che dimostra di offrire importanti elementi di vitalità e che, anche grazie all appeal esercitato dalle nostre aziende sugli investitori stranieri, apre prospettive incoraggianti, malgrado l attuale momento economico. Per presentare agli addetti ai lavori questa acquisizione e le sinergie possibili che ne derivano, dalle quali il mercato italiano può trarne interessanti vantaggi, il 14 marzo, presso la sede milanese della Camera di Commercio Italo Germanica si è svolta la Conferenza stampa TÜV Italia allarga i propri servizi di supporto tecnico all industria nell ottica del BtoB dove gli Amministratori Delegati delle due aziende, unitamente al CEO di TÜV SÜD Industrie Service, l azienda che gestisce tutte le attività industriali del Gruppo, e al Direttore della Divisione Industria di TÜV Italia, all interno della quale s inseriscono quelle di Bytest, hanno presentato ad un folto gruppo di giornalisti delle maggiori riviste dei settori economico, industriale, ferroviario, software e hardware e della distribuzione, le nuove strategie e gli obiettivi per entrambe le società dopo questa acquisizione. Nell ambito di questo incontro è stato molto apprezzato dai presenti l intervento introduttivo del prof. Marco Mutinelli, ordinario di Gestione Aziendale presso l Università di Brescia e docente al MIP - Politecnico di Milano, e co-direttore della ricerca Italia Multinazionale promossa dall ICE, sulle relazioni economiche Italia Germania che, in sintesi, ha messo in evidenza come la Germania sia il primo partner commerciale per l Italia, sia per le esportazioni che per le importazioni, ed il secondo investitore estero in Italia dopo gli USA per numero di imprese controllate e loro fatturato, oltre ad essere il terzo paese estero per numero di dipendenti delle imprese a controllo italiano. La conferenza stampa si è conclusa con un lunch ed un brindisi a suggellare questo importante accordo, oltre all amicizia italo-tedesca. Contatto:

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici.

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici. DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! PNEUMATICI MIGLIORI SULLE STRADE SVIZZERE Dire la propria nella scelta dei pneumatici? Dare

Dettagli

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio.

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Un complesso avvio delle policy di sostegno alle rinnovabili La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Inefficace

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI.

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. I NUMERI DELLA NOSTRA SOLIDITÀ PRESENTE IN 22 PAESI DI 4 CONTINENTI 76 MILA PERSONE DI 12 CULTURE OLTRE 1.000 CENTRALI NEL MONDO + 78% DI PRODUZIONE

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

Solare Pannelli solari termici

Solare Pannelli solari termici Solare Pannelli solari termici Il Sole: fonte inesauribile... e gratuita Il sole, fonte energetica primaria e origine di tutti gli elementi naturali, fonte indiscussa dell energia pulita, libera, eterna,

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

E a questa domanda che cercheremo di dare una risposta nel breve spazio di quest articolo.

E a questa domanda che cercheremo di dare una risposta nel breve spazio di quest articolo. C è una Parma che funziona: è, prima di ogni altra cosa, la Parma delle imprese industriali esposte pienamente alla concorrenza internazionale. Questo risultato non è un accidente della storia, bensì il

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Cos è la Banca europea per gli investimenti?

Cos è la Banca europea per gli investimenti? Cos è la Banca europea per gli investimenti? La BEI è la banca dell Unione europea. Come principale mutuatario e finanziatore multilaterale, eroghiamo finanziamenti e consulenze tecniche per progetti d

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Manifesto dell'ecf per le elezioni al Parlamento Europeo del 2014 versione breve ECF gratefully acknowledges

Dettagli

1. Proteggere il lavoro ed esprimere il potenziale delle aziende clienti

1. Proteggere il lavoro ed esprimere il potenziale delle aziende clienti Ufficio Stampa Jacobacci & Partners DATASTAMPA Simonetta Carbone Via Tiepolo, 10-10126 Torino, Italy Tel.: (+39) 011.19706371 Fax: (+39) 011.19706372 e-mail: piemonte@datastampa.it torino milano roma madrid

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

L identità Valenia. VALORE all'energia. Valenia significa. Tecnologia Inverter al servizio dell'ambiente

L identità Valenia. VALORE all'energia. Valenia significa. Tecnologia Inverter al servizio dell'ambiente L identità Valenia Valenia significa VALORE all'energia Diamo valore all'energia con soluzioni innovative per lo sfruttamento delle fonti rinnovabili Tecnologia Inverter al servizio dell'ambiente Da dove

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi,

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, incrementarne la resa ma pensate che sia necessario un

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Mobility Management Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Hera Imola-Faenza, sede di via Casalegno 1, Imola La normativa vigente: D.M. 27/03/1998, decreto Ronchi Mobilità sostenibile nelle aree urbane Le

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli