La Nostra Famiglia. Chi siamo:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Nostra Famiglia. Chi siamo:"

Transcript

1 Chi siamo: La Nostra Famiglia L'Associazione LA NOSTRA FAMIGLIA è un Ente Ecclesiastico civilmente riconosciuto con D.P.R. n. 765 del , che svolge anche attività ONLUS di assistenza sanitaria, socio-sanitaria, istruzione e formazione finalizzate a persone disabili e svantaggiate. Deve la sua nascita al sacerdote ambrosiano Beato Luigi Monza a cui si ispira nella missione di tutelare la dignità e migliorare la qualità di vita delle persone con disabilità, specie in età evolutiva, e di porre scienza e tecnica al servizio della carità. L Associazione viene riconosciuta per la lunga e accreditata esperienza nell'ambito della disabilità dell età evolutiva e per la vasta rete di strutture di riabilitazione ospedaliere ed extraospedaliere. Svolge attività di ricerca attraverso l IRCCS E. Medea, l unico Istituto Scientifico italiano riconosciuto per la ricerca e la riabilitazione nello specifico ambito dell età evolutiva. E sede formativa di figure professionali impegnate nei Servizi alla Persona. Promuove e gestisce Corsi di Formazione Superiore professionale e continua e, in convenzione con le Università, Corsi di Laurea. Per saperne di più 2

2 Il Settore Formazione Continua cura la formazione e l aggiornamento degli operatori impegnati in campo sociale, sanitario, educativo sia all interno che all esterno dell Associazione. Chi siamo: Il Settore Formazione Continua Le attività formative che si svolgono attraverso la promozione e organizzazione di Corsi, Convegni, Seminari e incontri sono finalizzate a: promuovere la crescita delle conoscenze e migliorare le competenze professionali delle risorse umane dell organizzazione, mantenendole aggiornate rispetto alle più recenti acquisizioni nel campo degli interventi di cura, riabilitazione, educazione, inserimento sociale, gestione dei Servizi sostenere un atteggiamento costante di attenzione e curiosità, fondamentali per una formazione permanente, coerenti con i valori a cui l Associazione La Nostra Famiglia e l IRCCS Eugenio Medea si ispirano comunicare, trasferire e diffondere i risultati della ricerca scientifica e le competenze maturate in esperienze reali e professionalmente affidabili. Le iniziative formative affrontano tematiche inerenti la disabilità, il disagio psichico, cognitivo, affettivo e sociale e le diverse metodologie di intervento neuromotorio, psicologico, pedagogico, riabilitativo, sociale, con particolare attenzione alle innovazioni, che si vanno delineando nei settori indicati. L Associazione ha maturato anche un esperienza specifica in campo gestionale e dei servizi di supporto per questo vengono proposti alcuni corsi che affrontano tematiche gestionali declinate per il mondo dei servizi sanitari. Dove siamo Lombardia - 12 sedi Veneto 8 sedi Friuli Venezia Giulia 3 sedi Liguria 1 sede Campagna 1 sede Puglia 4 sedi Ecuador 1 sede Sudan 1 sede Sud Sudan 1 sede Brasile 1 sede Cina 1 sede 3 4

3 I nostri numeri 29 sedi in Italia oltre operatori pazienti in carico annualmente Per saperne di più I nostri formatori e docenti I formatori sono prevalentemente esperti che operano nei Centri di Riabilitazione e nell Istituto Scientifico Eugenio Medea dell Associazione La Nostra Famiglia o che vantano qualificate esperienze nei servizi socio-sanitari. L esperienza pluriennale di conduzione di percorsi terapeutici riabilitativi ha richiesto loro di interagire con le Istituzioni Socio-Sanitarie e con il mondo della scuola, e di conoscere ed interpretarne aspettative e bisogni. L expertise e la competenza di questi professionisti impegnati quotidianamente sul campo e nell attività clinica li rende docenti capaci di misurarsi e valutare l impatto della formazione con il mondo del lavoro. Gli esperti del Settore Formazione Continua assicurano la progettazione, il coordinamento, il tutoraggio e la verifica delle iniziative proposte. I numeri del Settore Formazione Continua RIEPILOGO ATTIVITA' FORMATIVA totale attività formativa 220 eventi convegni corsi aziendali corsi esterni 173 Metodologia Lavori di gruppo, esercitazioni, presentazione di casi clinici proposti dal relatore o dai partecipanti, analisi critica dell esperienza. Schede aspettative per soddisfare le richieste dei corsisti e questionario di valutazione finale dell iniziativa. La metodologia proposta valorizza l esperienza lavorativa così da diventare parte del processo di apprendimento e favorire una circolarità tra: esperienza lavorativa / intervento formativo / sperimentazione e ricerca scientifica/ ricaduta nell esperienza lavorativa. 5 6

4 Si affidano a noi Amministrazioni Provinciali Assessorato ai Servizi alla Persona Comuni Uffici Scolastici Provinciali Istituti Comprensivi Istituti di Riabilitazione Associazioni del Privato Sociale e Cooperative In tutto: oltre 100 istituzioni fra Enti pubblici e privati, Istituzioni sanitarie e scolastiche, Associazioni socio sanitarie, culturali e educative I nostri servizi Percorsi formativi e di aggiornamento in sede per: - Operatori dell Associazione La Nostra Famiglia; - Operatori esterni impegnati nei Servizi Sanitari, Sociali, Educativi e nel mondo della scuola. Pacchetti formativi su richiesta presso Enti e Istituzioni richiedenti. Un MARCHIO di qualità nella formazione derivante da un patrimonio di più di 50 anni di esperienza dell Associazione nel settore della disabilità. PROGRAMMAZIONE PERSONALIZZATA AD HOC dell intervento formativo per l ente richiedente: iniziative mirate su esigenze specifiche STESURA del depliant informativo (su richiesta). COORDINAMENTO didattico e organizzativo. EXPERTISE DEI DOCENTI abbinato all esperienza diretta lavorativa nel settore. Ci hanno accreditato Regione Lombardia Settore con Certificazione di Qualità DNV UNI EN ISO 9001 Provider ECM CPD (Educazione Continua in Medicina Sviluppo Professionale Continuo) Regione Lombardia In attesa di accreditamento CNOAS (Consiglio Nazionale dell Ordine degli Assistenti Sociali) per la formazione continua degli Assistenti Sociali Garantiamo METODOLOGIA ATTIVA in linea con i principi della Formazione Continua. COPIA MASTER del materiale didattico. MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ attraverso l utilizzo di strumenti di aspettative, gradimento finale dei corsisti e prove di apprendimento. RESTITUZIONE DEI RISULTATI degli strumenti somministrati all Ente committente. RILASCIO dell attestato di partecipazione ACCREDITAMENTO delle attività formative ECM- CPD Lombardia e per Assistenti Sociali SEDE DEL CORSO, se richiesta e a condizioni da stabilirsi, sono a disposizione per corsi e attività formative Auditorium, aule attrezzate per la didattica con moderne strumentazioni multi-mediali, aula informatica con 24 postazioni PC e lavagna LIM. 7 8

5 Responsabile Settore Formazione Continua Dott.ssa Michela Boffi Il team Segreteria Annamaria Andreotti Clara Fusi Stefania Spreafico Settore Formazione Continua Associazione La Nostra Famiglia Via Don Luigi Monza, 20 Bosisio Parini (LC) tel. 031/ Fax 031/ Sito web: Area comunicazione DATE: 24 Ottobre e 7/14/21 Novembre 2014 CORSO DI AGGIORNAMENTO TEORICO - PRATICO Difficoltà di comunicazione e tecnologie personale coinvolto nel supporto a persone con disabilità o difficoltà funzionali nella comunicazione orale o scritta; in particolare: docenti curricolari e di sostegno, riabilitatori (logopedisti, terapisti della neuro e psicomotricità dell età evolutiva) ed educatori professionali SCADENZA ISCRIZIONE: 9 Ottobre 2014 Prossimamente Il catalogo raccoglie le iniziative formative per operatori esterni che il Settore Formazione Continua propone per i prossimi mesi. Area gestionale DATE: 21 e 22 Novembre 2014 CORSO DI AGGIORNAMENTO L opportunità del cambiamento: la gestione per progetti e per processi per responsabili e operatori interessati a gestire azioni di cambiamento all interno della propria organizzazione SCADENZA ISCRIZIONE: 6 Novembre

6 CORSO DI AGGIORNAMENTO TEORICO PRATICO Area della cura Area sociale DATA: 28 Novembre 2014 CORSO DI AGGIORNAMENTO La gestione domiciliare del bambino neurologico grave per Pediatri di libera scelta, infermieri, medici di cure domiciliari e palliative, psicologi e terapisti SCADENZA ISCRIZIONE: 13 Novembre 2014 DATE: 9, 16, 23 e 30 Gennaio 2015 CORSO DI AGGIORNAMENTO Case management e Servizio Sociale per assistenti sociali SCADENZA ISCRIZIONE: 22 Dicembre 2014 Area comunicazione Difficoltà di comunicazione e tecnologie DATE: 24 OTTOBRE, 7 /14 /21 NOVEMBRE 2014 PREMESSA La disponibilità sempre più ampia di strumenti per migliorare l'autonomia delle persone con disabilità o difficoltà funzionali, sia attraverso prodotti standard (ad esempio computer, software generico, tablet) o vere e proprie assistive technology, trova poco riscontro nella cultura professionale degli operatori dell'educazione e della riabilitazione; questo perchè sono temi che vengono messi in secondo piano nella formazione di base ed in quella in servizio. Gli utenti ed i loro familiari accedono ad informazioni su tali strumenti spesso in modo frammentato e parziale e ciò può portare ad agire in modi inutili o controproducenti. È quindi necessario fornire agli operatori informazioni e criteri aggiornati e mirati, anche per orientare i familiari. Il corso si articola in una parte teorica introduttiva e in una parte pratica laboratoriale. OBIETTIVI Presentare le soluzioni assistive attualmente disponibili - in particolare hardware e software - per migliorare l'autonomia delle persone con disabilità o difficoltà funzionali nella comunicazione orale o scritta. Fornire indicazioni sui punti di forza e le criticità delle differenti soluzioni. Far sperimentare concretamente l'utilizzo di alcune soluzioni, in particolare per computer e tablet. DESTINATARI: Personale coinvolto nel supporto a persone con disabilità o difficoltà funzionali nella comunicazione orale o scritta; in particolare: docenti curricolari e di sostegno, riabilitatori (logopedisti, terapisti della neuro e psicomotricità dell età evolutiva) ed educatori professionali

7 Area comunicazione PROGRAMMA 1 INCONTRO ORARIO: DATA: 24 OTTOBRE 2014 INTRODUZIONE TEORICA: Soluzioni assistive - in particolare hardware e software - per migliorare l'autonomia delle persone con disabilità o difficoltà funzionali nella comunicazione orale o scritta. Criteri, attenzioni, punti di forza e criticità delle soluzioni presentate. 2 INCONTRO ORARIO: ; DATE: 7 NOVEMBRE 2014 (1 GRUPPO) 14 NOVEMBRE 2014 (2 GRUPPO) 21 NOVEMBRE 2014 (3 GRUPPO) ATTIVITÀ DI LABORATORIO: Dimostrazioni e prove pratiche di utilizzo di funzioni del sistema operativo e di software per computer (occorre un portatile personale) e per tablet. Area comunicazione DOCENTE: Valerio Martocchi, riabilitatore ed esperto in tecnologie assistive del Centro Ausili dell Associazione La Nostra Famiglia di Bosisio Parini (LC) MONTE ORE: 9 ore per ogni partecipante: 3 ore di introduzione teorica e 6 ore di laboratorio METODOLOGIA: lezione e laboratorio con utilizzo di computer/ tablet (personali). RESPONSABILE SCIENTIFICO: Dott. Massimo Guerreschi, pedagogista e responsabile del Centro Ausili dell Associazione La Nostra Famiglia Bosisio Parini (LC) NUMERO PARTECIPANTI: massimo 30 SEDE: Associazione La Nostra Famiglia IRCCS E. Medea Bosisio Parini (LC) QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 80,00 SCADENZA ISCRIZIONE: 9 Ottobre 2014 Ogni corsista potrà partecipare ad un solo incontro di laboratorio. ACCREDITAMENTO ECM: n. 9 Crediti ECM-CPD Regione Lombardia SEDE DEI LABORATORI: sala polifunzionale del Centro Ausili Associazione La Nostra Famiglia, Bosisio Parini (LC) NOTE: Il corso si attiverà al raggiungimento del numero minimo dei partecipanti previsto. Per i dettagli si vedano le informazioni generali

8 CORSO DI AGGIORNAMENTO PROGRAMMA L opportunità del cambiamento: la gestione per progetti e per processi DATA: 21 NOVEMBRE 2014 ORARIO: La strategia dell innovazione continua Area gestionale DATE: 21 E 22 NOVEMBRE 2014 PREMESSA La difficoltà nel conseguire risultati, deriva spesso non dalla mancanza di idee, o dalla scarsa creatività, ma dall incapacità di attuare il progetto all interno di meccanismi standardizzati e di definire chi fa cosa, entro quando", "chi se ne occupa e chi è il responsabile. L'anello da rafforzare, in molte organizzazioni, è quindi il momento organizzativo, la gestione dei tempi e delle responsabilità, il controllo di quanto costi effettivamente svolgere un'attività e quanto sia conveniente. OBIETTIVO Fornire gli elementi necessari ed un linguaggio comune, per lavorare proficuamente su temi, problemi ed obiettivi che quotidianamente fronteggiamo individualmente o all interno di gruppi di lavoro. DESTINATARI: Responsabili e operatori interessati a gestire azioni di cambiamento all interno della propria organizzazione. Area gestionale L evoluzione organizzativa per l innovazione La struttura organizzativa I processi I progetti La pianificazione: Management by Project La gestione dei processi (Process Management) Processi primari e processi di supporto Il sistema di controllo dei processi Esercitazioni su casi DATA: 22 NOVEMBRE 2014 ORARIO: La gestione dei progetti (Project Management) La classificazione dei progetti Il sistema di pianificazione e controllo dei progetti La programmazione e il controllo dei tempi L integrazione tra processi e progetti Processi che lavorano per progetti Ruoli organizzativi L integrazione dei sistemi di gestione L innovazione di prodotto/servizio Lo sviluppo nuovi prodotti/servizi La gestione dei progetti nello sviluppo di nuovi prodotti/servizi I risultati Gli indicatori Esercitazioni su casi 15 16

9 CORSO DI AGGIORNAMENTO Area gestionale DOCENTE: Dott. Maurizio Sala, Direttore Amministrativo regionale Associazione La Nostra Famiglia - Bosisio Parini (LC) MONTE ORE: 12 ore METODOLOGIA: Lezioni frontali, esercitazioni su casi e dibattito NUMERO PARTECIPANTI: 30 SEDE: Associazione La Nostra Famiglia IRCCS E. Medea - Bosisio Parini (LC) QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 90,00 SCADENZA ISCRIZIONE: 6 Novembre 2014 NOTE: Il corso si attiverà al raggiungimento del numero minimo dei partecipanti previsto. Per i dettagli si vedano le informazioni generali. Area della cura La gestione domiciliare del bambino neurologico grave Data: 28 NOVEMBRE 2014 PREMESSA I pazienti neurologici hanno spesso problematiche mediche complesse per le condizioni cliniche di base. Questi pazienti si differenziano dal paziente oncologico per una diversa durata di malattia, per la frequente compromissione degli aspetti motori, cognitivi, linguistici. Tali differenze si devono poi declinare nell ambito peculiare dell età infantile. Le cure di assistenza domiciliare che tradizionalmente si sono rivolte a pazienti oncologici non sempre hanno gli strumenti per affrontare le problematiche del bambino neurologico, pazienti che nel tempo diventano sempre più numerosi. Il desiderio di condividere la lunga esperienza di gestione di questi piccoli e metterla a disposizione per un confronto multi professionale che crea rete a sostegno del bambino e della sua famiglia è alla base di questo corso. Ma anche gli operatori sentono il bisogno di diventare sempre più capaci di sostenersi a vicenda in una condivisione e complementarietà di ruoli e di funzioni. OBIETTIVI Questo corso intende essere un opportunità per apprendere nuove conoscenze, approfondire, confrontarsi e condividere le esperienze maturate sul campo anche alla luce delle indicazioni della letteratura per trovare prassi condivise e praticabili per la gestione di bambini gravi con sottostanti problemi neurologici. DESTINATARI: pediatri di libera scelta, infermieri, medici di cure domiciliari e palliative, psicologi e terapisti 17 18

10 Area della cura PROGRAMMA 9.30 Il bambino neurologico: quale peculiarità clinica Dr.ssa S. Strazzer, Neurologo L alleanza terapeutica con i genitori: risorsa e difficoltà S. Galbiati, Psicologo 10,30 Casi clinici e discussione - S. Galbiati, Psicologo La comunicazione nel paziente con bassi livelli di coscienza, nel paziente con tipi diversi di comunicazione alternativa - S. Galbiati, Psicologo e C. Gentili, logopedista La postura e i problemi posturali Dr.ssa E. Beretta - Fisiatra Pranzo La gestione delle PEG M. Granziera, Infermiera I problemi e l adeguamento della dieta - Dr.ssa L. Gavazzi, Dietologa I problemi respiratori nel disabile con tracheostomia e senza tracheo - Dr.ssa S. Strazzer, Neurologo La gestione della tracheostomia - F. Brivio, infermiera La fisioterapia respiratoria a domicilio - M. Santi, fisioterapista Casi clinici e discussione Dr.ssa S. Strazzer, Neurologo Area della cura DOCENTI: Tutti esperti dell IRCCS E. Medea Associazione La Nostra Famiglia Bosisio Parini (LC) MONTE ORE: 7 ore METODOLOGIA: Lezioni frontali, filmati su casi clinici ed esercitazioni pratiche RESPONSABILE SCIENTIFICO: Dr.ssa Sandra Strazzer - Neurologo, Responsabile U. O. Neuroriabilitazione 3; IRCCS E. Medea - Associazione La Nostra Famiglia Bosisio Parini (LC) NUMERO PARTECIPANTI: 30 SEDE: Associazione La Nostra Famiglia IRCCS E. Medea Bosisio Parini (LC) QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 90,00 SCADENZA ISCRIZIONE: 13 Novembre 2014 ACCREDITAMENTO ECM: n. 7 Crediti ECM-CPD Regione Lombardia NOTE: Il corso si attiverà al raggiungimento del numero minimo dei partecipanti previsto. Per i dettagli si vedano le informazioni generali Somministrazione questionario ECM 19 20

11 Area sociale CORSO DI AGGIORNAMENTO Case management e Servizio Sociale DATE: 9, 16, 23, 30 GENNAIO 2015 PREMESSA Il termine case management letteralmente significa "gestione di caso", fu concepito per ovviare alla frammentazione e alla discontinuità di servizi settoriali e rigidi. Il ruolo del case manager consisteva nel fare da collegamento e coordinamento, al fine di garantire l'accesso ai servizi, favorendone la complementarità Il case management, in una delle sue forme più moderne ed aggiornate, viene definito "case management comunitario" e si rivolge ad ampie fasce di persone in difficoltà: famiglie negligenti e multiproblematiche, bambini e adolescenti a rischio o compromessi, anziani, adulti in difficoltà, handicappati e malati psichici. Le ultime normative di Regione Lombardia in campo sociale, socio sanitario ed educativo riconoscono una posizione centrale alla figura del case manager ed il Servizio Sociale è interpellato a riflettere sulle competenze e sul ruolo che può svolgere nell ambito di Servizi, gestiti secondo l approccio di case management. Il corso si presenta come occasione di riflessione sulla figura del case manager assistente sociale, attraverso l approfondimento della dimensione comunitaria per la valorizzazione delle risorse, delle competenze e della cultura di solidarietà nella comunità locale. L approccio alla realtà comunitaria verrà definito come intervento di case management: percorso di presa in carico condivisa delle situazioni problematiche delle famiglie, in un contesto rappresentato dall'insieme delle reti formali ed informali. La pluralità degli attori in gioco (stato, mercato, terzo settore, comunità) e la multifattorialità delle problematiche richiedono un approccio che metta in rete soggetti ed obiettivi con bisogni e risorse. Area sociale Gli assistenti sociali, inseriti in questo scenario, possono dare un contributo originale all organizzazione dei Servizi, verso il potenziamento del soggetto famiglia come risposta al bisogno dei singoli e ad un azione sulle risorse, in grado di ridurre il rischio che ogni famiglia affronta. La qualità del servizio non è costituita solo da standards strutturali e gestionali, ma anche da un progetto d intervento che abbia una chiara direzione e un senso condiviso, sia dagli operatori sia dagli utenti stessi. In tale progetto la figura dell assistente sociale è strategica nella redistribuzione del carico di cura all interno delle reti primarie e secondarie, attraverso una funzione di management del caso che dia continuità tra l unità dell intervento e l unità della persona. OBIETTIVI definizione del ruolo dell assistente sociale case manager acquisizione di conoscenze necessarie per lo sviluppo di interventi di case management impostazione della presa in carico condivisa tra servizi e rete sociale orientata alla valorizzazione delle risorse di aiuto naturale DESTINATARI Assistenti sociali inseriti in Servizi per famiglie, minori, adolescenti, persone anziane, disabili, persone con problemi di salute mentale, persone sottoposte a provvedimenti dell autorità giudiziaria

12 Area sociale PROGRAMMA DATA: 9 GENNAIO 2015 ORARIO: Definizione del modello generale di case management: le caratteristiche e i ruoli DATA: 16 GENNAIO 2015 ORARIO: Le specificità dell assistente sociale case manager DATA: 23 GENNAIO 2015 ORARIO: La presa in carico e la costruzione di un percorso condiviso DATA: 30 GENNAIO 2015 ORARIO: Il Piano di Servizi Personalizzato: strumento di integrazione DOCENTI Assistente Sociale dott. Giuseppe Trevisi, docente Università degli Studi di Milano, Corso di Laurea in Educazione Professionale e Università Cattolica di Milano, Corso di Laurea in Politiche e Servizi Sociali per le famiglie, i minori e le comunità. Assistente Sociale dott.ssa Caterina Chiarelli, già docente Università Cattolica di Milano, Corso di Laurea in Scienze del Servizio Sociale, Responsabile Area Progetti Ufficio di Piano di Magenta (MI). Area sociale RESPONSABILE SCIENTIFICO: Assistente Sociale dott. Giuseppe Trevisi, docente Università degli Studi di Milano, Corso di Laurea in Educazione Professionale e Università Cattolica di Milano, Corso di Laurea in Politiche e Servizi Sociali per le famiglie, i minori e le comunità. NUMERO PARTECIPANTI: 30 SEDE: Associazione La Nostra Famiglia IRCCS E. Medea Bosisio Parini (LC) QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 70,00 SCADENZA ISCRIZIONE: 22 Dicembre 2014 ACCREDITAMENTO: è stato richiesto l accreditamento per gli assistenti sociali NOTE: Il corso si attiverà al raggiungimento del numero minimo dei partecipanti previsto. Per i dettagli si vedano le informazioni generali. MONTE ORE: 16 ore METODOLOGIA La formazione, condotta da formatori esperti di case management comunitario che guideranno il percorso formativo producendo gli apporti teorici e conducendo i laboratori di servizio sociale, prevede lo svolgimento in 2 unità di lavoro: 1 unità teorica condotta da un docente 1 unità metodologica in cui i partecipanti svolgeranno lavori di sottogruppo rielaborati in plenaria dal docente

13 Nome* Cognome* IN PROGRAMMA PER IL 2015 Problematiche respiratorie del paziente con gravi cerebrolesioni acquisite Codice Fiscale* nato a* il* Indirizzo (abitazione)* Città* cap.* Problematiche neuropsicologiche delle cerebro lesioni acquisite Lavaggio delle mani Tel. Ente di appartenenza: Indirizzo In programma L educazione terapeutica come strumento per promuovere la salute: il ruolo dell infermiere L infermiere case-manager L intervento assistenziale nella risposta al bisogno di comunicazione: applicazione del metodo PECS. Esperienza applicativa presso l IRCCS E. Medea di Bosisio Parini (LC) La rilevazione dei carichi di lavoro per il ridimensionamento organizzativo Valutazione delle persone disabili Passporto delle competenze Accessibilità e domotica per geometri Introduzione alle tecnologie assistive La CAA Scheda di Iscrizione Città cap. Tel. Fax Professione* Ruolo* Titolo di studio* Specializzazione*(per Medici, Psicologi e Biologi) Libero Professionista* Dipendente* Convenzionato* Privo di occupazione* Iscritto all Ordine/Collegio/Ass. prof.li* N. Ente/Istituto Intestare fattura a (si prega di scrivere tutti i dati necessari) DSA applicazione delle tecnologie compensative Uso delle nuove tecnologie: laboratori su tematiche specifiche Modalità di pagamento: Assegno circolare Conto corrente postale Bonifico bancario Iscrizione al corso: Titolo Per tenersi aggiornati consultare il sito Per ricevere il programma di alcuni corsi inviare una mail di interesse a Data di svolgimento Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali. Per l informativa sul trattamento dei dati: * Dati da compilare obbligatoriamente ai fini ECM Data Firma 25 26

14 Informazioni generali Modalità di iscrizione e annullamento Per iscriversi è necessario inviare la scheda di iscrizione con allegata la fotocopia della ricevuta del versamento via fax o via mail. Verrà rilasciata la corrispondente fattura. Il versamento della quota di iscrizione può essere effettuato: a mezzo C.C.P. n intestato a La Nostra Famiglia Bosisio Parini (LC), specificando la causale del versamento tramite bonifico bancario intestato a La Nostra Famiglia presso Deutsche Bank SpA - Filiale di Erba - IBAN IT67X specificando la causale del versamento tramite assegno circolare Tutti i corsi verranno attivati al raggiungimento del numero minimo dei partecipanti previsto, in caso contrario il corso verrà annullato e rimborsata interamente la quota di iscrizione. Comunicazione dell annullamento dell iscrizione deve avvenire via fax 15 giorni prima dell inizio del corso, entro tale data verrà rimborsato il 50% della quota di iscrizione, oltre tale data non è previsto nessun rimborso. Informazioni generali Quota e attestati La quota comprende: materiale didattico, pasti (se previsti), attestato di partecipazione e l attestato dei crediti ECM o per Assistenti Sociali. Per gli Enti che intendono iscrivere più operatori è previsto uno sconto. Per gli operatori dell Associazione La Nostra Famiglia è prevista una quota agevolata ATTESTATI: di partecipazione La frequenza al corso è obbligatoria: a tal fine verrà rilevata la presenza attraverso la registrazione della firma. In base a tale documentazione verrà rilasciato un attestato di partecipazione. ECM Al fine dell ottenimento dell attestato ECM CPD (Accreditamento Regione Lombardia) è necessaria la frequenza al corso del 100% e il superamento di una prova di apprendimento che verrà somministrata in aula a conclusione del corso. Crediti per Assistenti Sociali Richiesto l accreditamento al CNOAS (Consiglio Nazionale dell Ordine degli Assistenti Sociali)

15 Informazioni generali Sede e segreteria organizzativa Sede I corsi si svolgono nella sede dell IRCCS E. Medea - Associazione La Nostra Famiglia di Bosisio Parini (LC) nel padiglione per la formazione Don Luigi Monza (6 pad.) I corsi commissionati possono svolgersi presso l Ente richiedente Segreteria Organizzativa Settore Formazione Continua Associazione La Nostra Famiglia Via Don Luigi Monza, Bosisio Parini (LC) tel. 031/ Fax 031/ Sito web: Note organizzative Come raggiungerci In auto da Milano, da cui dista circa 40 km, attraverso la Superstrada Milano/Lecco (SS36). Uscire a Bosisio Parini, prendere il cavalcavia sopra la Superstrada, riprendere la SS36 in direzione opposta verso Milano e prendere la prima uscita (Merone-Rogeno-Molteno). Proseguire dritto per circa 500 mt. N.B. Per coloro che sono dotati di navigatore satellitare, l'indirizzo da inserire è Via Provinciale, 2 Rogeno In treno da Milano Stazione Centrale, con le Ferrovie dello Stato, linea Milano/Lecco, fermata Lecco (distante 11 km dall'istituto). da Milano Garibaldi/Greco Pirelli, con le Ferrovie dello Stato, linea Sesto S. Giovanni/Monza/Lecco, fermata Molteno (distante 2 km dall'istituto). da Milano Cadorna, con le Ferrovie Nord, linea Milano/Asso, fermata Erba (a 7 km dall'istituto). N.B. Da Molteno e da Erba non è disponibile un servizio taxi. Per informazioni sul servizio taxi, contattare la Segreteria Organizzativa. In aereo l aeroporto di Milano Linate (distante circa 40 Km dall'istituto) è collegato con la Stazione Ferroviaria Centrale di Milano da un autobus con partenza ogni 30 minuti. l aeroporto di Milano Malpensa (distante circa 60 Km dall'istituto) è collegato con la Stazione Ferroviaria Centrale di Milano da una navetta (Bus Malpensa Shuttle) con partenza ogni 20 minuti. l'aeroporto di Malpensa è inoltre collegato con la Stazione Cadorna delle Ferrovie Nord-Milano con treni in partenza ogni 30 min

16 La sistemazione alberghiera è a cura di ogni partecipante, vengono riportati, a titolo indicativo, alcuni alberghi della zona. HOTEL INDIRIZZO TELEFONO FAX DALLA SEDE Chi siamo: La Nostra Famiglia pag. 2 Chi siamo: Il Settore Formazione Continua pag. 3 Dove Siamo pag. 4 Hotel Nuovo *** Garlate (LC) Via Statale, / / Km 16 I nostri numeri pag. 5 Promessi Sposi *** Malgrate (LC) Via Italia, / / Km 10 I numeri del Settore Formazione Continua pag. 5 I nostri formatori e docenti pag. 6 Note organizzative Dove alloggiare Hotel Albavilla **** Convenzionato Leonardo Da Vinci **** Residenza Molinatto (studentato) Nastro Azzurro *** Hotel Arrigoni *** Albavilla (CO) Via Prealpi Erba (CO) Via L. da Vinci Oggiono (LC) Via Molinatto, 15 Monguzzo (CO) Via alla Chiesa Bulciago (LC) Via Roma, / / Km 9 031/ / Km / / Km / / Km 6 031/ / Km 5 indice Metodologia pag. 6 Si affidano a noi pag. 7 Ci hanno accreditato pag. 7 I nostri Servizi pag. 8 Garantiamo pag. 8 Il Team pag. 9 Prossimamente pag. 9 Il Corazziere **** La Villa Ciardi *** Merone (CO) Via C. Battisti, 17 Barzago (LC) Via Como, / / Km 5 031/ / Km 4 Schede Corsi pag. 10 In programma per il 2015 pag. 25 Scheda di iscrizione pag. 26 Convenzionato Parini Hotel *** Convenzionato Hotel S. Martino *** Bosisio Parini (LC) P.za dell'ospedale, 4 Garbagnate Monastero (LC) Via Europa, 4 031/ / Km 1,2 031/ / Km 3,5 Informazioni Generali Modalità di iscrizione e annullamento Quota e attestati Sede e Segreteria Organizzativa Note Organizzative Come raggiungerci Dove alloggiare pag. 27 pag

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA UFFICIO FORMAZIONE E ECM IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA Mod. -0701-08 a Rev. 02 Del 10/07/2011 LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: STRATEGIE E STRUMENTI LOW ED HIGH TECH PER LA COMUNICAZIONE,

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI DESTINATARI: INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO INIZIO: 01/01/2012 FINE: 31/12/2012 COSTO: 84,70 (IVA INCLUSA) OBIETTIVI

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

30-APRILE/03 MAGGIO-2015.

30-APRILE/03 MAGGIO-2015. INFORMAZIONI GENERALI Il corso ISA 2015 DISCIPLINE OLIMPICHE è un corso formativo ed evolutivo relativamente alle discipline della Fossa Olimpica Skeet Double Trap, e viene organizzato per la 1 volta in

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

I nostri corsi serali

I nostri corsi serali I nostri corsi serali del settore informatica Progettazione WEB WEB marketing Anno formativo 2014-15 L Agenzia per la Formazione, l Orientamento e il Lavoro Nord Milano nasce dall unione di importanti

Dettagli

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI Prot. Nr 11636 Vicenza, 25 settembre 2013 Cat.E8 Ai Sigg. Dirigenti Scolastici degli Istituti Superiori di II grado Statali e Paritari della Provincia di Vicenza e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof )

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof ) Centro nazionale per r la Prevenzione e il Controllo delle Malattie Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro Dipartimento

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

DIETE E PIANI ALIMENTARI: ELABORAZIONE E GESTIONE Roma, 19-22 novembre 2015

DIETE E PIANI ALIMENTARI: ELABORAZIONE E GESTIONE Roma, 19-22 novembre 2015 BRAIN HEALTH CENTRE CENTRO STUDI E RICERCHE CLINICHE NEUROPSICOFISIOLOGICHE Anagrafe Nazionale delle Ricerche (D.P.R. 11/7/1980 n.382-artt.63 e 64) n.55643fru Organizzatore di Attività Formativa Sede legale:

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c.

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Data e Sede: 1-2 dicembre 2010 - Roma Evento ECM N N. rif. ECM 10033589 crediti 9 Programma e

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Procedura per sottoscrivere la partecipazione Il professionista sanitario che voglia

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri La documentazione Dall ICF alla DF al PDF al PEI La Diagnosi Funzionale (DF) 1. Utilizzo degli items di ICF nella definizione

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

L ECC la sua sperimentazione in Italia. Creare una base comune per il lavoro di cura

L ECC la sua sperimentazione in Italia. Creare una base comune per il lavoro di cura L ECC la sua sperimentazione in Italia Evert-Jan Hoogerwerf (AIAS Bologna onlus) Referente dell ECC per Italia Membro del CD dell ECC Creare una base comune per il lavoro di cura Piano di lavoro 1. Comprensione

Dettagli

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione ALTA SCUOLA DI PSICOLOGIA AGOSTINO GEMELLI Facoltà di Psicologia Master Universitario di secondo livello Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione Sedi di Milano e Brescia Master

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI: LA PROSPETTIVA IN BASE AL MODELLO ICF LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Ins. Stefania Pisano CTS I.C. Aristide

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO

CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO Fino al 6 maggio 2011 è possibile presentare la domanda per accedere ai contributi a sostegno delle famiglie per le spese di istruzione

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

Cà Dotta Le Vie del Fumo

Cà Dotta Le Vie del Fumo Cà Dotta Le Vie del Fumo Laboratorio di didattica multimediale per la Promozione della Salute Esperienze Sensazioni Conoscenze - Emozioni L ULSS n 4 Alto Vicentino, in collaborazione con la Regione Veneto

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli