REGOLAMENTO PER I VOLONTARI IN SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NELLA POLIZIA MUNICIPALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO PER I VOLONTARI IN SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NELLA POLIZIA MUNICIPALE"

Transcript

1 REGOLAMENTO PER I VOLONTARI IN SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NELLA POLIZIA MUNICIPALE 1

2 I N D I C E ART. 1 Impiego del servizio Pag. 3 ART. 2 Oneri finanziari 3 ART. 3 Ricezione e amministrazione 3 ART. 4 Destinazione al Corpo di Polizia Municipale 3 ART. 5 Funzioni e impiego in servizio 4 ART. 6 Qualifiche 4 ART. 7 Formazione 4 ART. 8 Vestiario e riconoscimento 4 ART. 9 Uso di veicoli e attrezzature 5 ART. 10 Entrata in vigore del presente regolamento 5 2

3 ART. 1 Impiego del Servizio Il Comune si avvale del personale volontario in servizio sostitutivo di leva da destinare al Corpo di Polizia Municipale, ai sensi dell art. 46 della legge 27 dicembre 1997, n Ai fini del comma precedente, il Dirigente Settore Affari Generali provvede a comunicare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, entro il termine fissato dalle vigenti disposizioni, la richiesta in tal senso e la relativa entità del contingente, fissata con provvedimento del Sindaco, su proposta della Giunta. ART. 2 Oneri finanziari Gli oneri relativi al servizio di cui al precedente art. 1, comprendenti i costi relativi al compenso, al vitto, all equipaggiamento ed a quant altro necessario ai fini della formazione, gestione ed impiego del personale di cui al presente regolamento, sono posti a carico del bilancio comunale, mediante l istituzione di apposito capitolo di spesa. Il Comandante del Corpo di Polizia Municipale propone l ammontare della spesa complessiva da inserire nel bilancio di previsione dell anno successivo. ART. 3 Ricezione e Amministrazione Il Comando del Corpo di Polizia Municipale e gli altri uffici comunali secondo le rispettive competenze, provvedono a quanto necessario ai fini della ricezione, amministrazione, vitto, equipaggiamento ed impiego del personale volontario di cui all art. 1, nel rispetto del particolare stato giuridico dello stesso. Gli uffici di cui al comma precedente mantengono i rapporti con i competenti uffici militari e ministeriali. ART. 4 Destinazione al Corpo di Polizia Municipale Il personale volontario in servizio sostitutivo di leva assegnato al Comune viene destinato, fuori organico, al Corpo di Polizia Municipale. Tale personale è tenuto al rispetto del Regolamento del corpo predetto e delle norme che disciplinano il servizio dei componenti dello stesso. 3

4 ART. 5 Funzioni e impiego in servizio L impiego dei volontari in servizio sostitutivo di leva sarà prioritariamente relativo alle seguenti funzioni: 1. Attività di viabilità e vigilanza c/o i plessi scolastici; 2. Servizi di vigilanza, controllo e pattugliamento sull arenile demaniale; 3. Servizi di viabilità ordinaria ed in occasione di manifestazioni varie; 4. Attività di vigilanza in materia di circolazione stradale ed in particolare nei servizi di vigilanza nelle ZZ.TT.LL; 5. Missioni esterne ed attività di soccorso in caso di calamità o disastri; 6. Attività di vigilanza sul decoro della città. I volontari in servizio sostitutivo di leva potranno essere impiegati unitamente al persoanle di P.M. in servizio permanente effettivo. ART. 6 Qualifiche I volontari in servizio sostitutivo di leva, nell ambito territoriale dell ente di appartenenza e nei limiti delle proprie attribuzioni, rivestono le seguenti qualifiche: a. agenti di polizia giudiziaria ai sensi degli artt. 55, 57 c.p.p.; b. agenti di polizia stradale ai sensi dell art. 12 c.d.s.; c. agenti ausiliari di Pubblica Sicurezza ai sensi dell art. 5 L. 65/86. ART. 7 Formazione I volontari in servizio sostitutivo di leva seguiranno un corso di formazione teorico - pratico della durata di giorni 15, relativo alle materie di competenza nonché di svolgimento delle mansioni pratiche attinenti al servizio. ART. 8 Vestiario e riconoscimento I volontari in servizio sostitutivo di leva sono dotati dei capi di abbigliamento previsti per il personale di ruolo. Ai volontari viene rilasciato tesserino di riconoscimento di colore verde con la scritta: POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI CERVIA SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA, nonché placca distintiva. 4

5 ART. 9 Uso di veicoli ed attrezzature I volontari in servizio sostitutivo di leva utilizzano i veicoli e le attrezzature in dotazione al Corpo; i medesimi non saranno dotati di arma di servizio. ART. 10 Entrata in vigore del presente regolamento Il presente regolamento ai sensi dell art. 95 dello Statuto Comunale vigente è soggetto a due pubblicazioni all Albo Pretorio del Comune ed entra in vigore il giorno successivo all ultimo della seconda pubblicazione. 5

COMUNE DI GALLIPOLI REGOLAMENTO PER I VOLONTARI IN SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NELLA POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE DI GALLIPOLI REGOLAMENTO PER I VOLONTARI IN SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NELLA POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI GALLIPOLI REGOLAMENTO PER I VOLONTARI IN SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NELLA POLIZIA MUNICIPALE ( Delib. C.C. n. 25 del 18.06.1998 ) Articolo 46, Legge 27 dicembre 1997, n 449 INDICE Art. 1 -

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NEL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NEL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI SANTA ELISABETTA PROVINCIA DI AGRIGENTO REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NEL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE APPROVATO CON DELIBERA DI CC N. 33 DEL 27/11/2001 ART.1 Finalità

Dettagli

COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO

COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO per i volontari in servizio sostitutivo di leva nella Polizia Municipale. approvato

Dettagli

COMUNE DI CUTROFIANO Provincia di Lecce

COMUNE DI CUTROFIANO Provincia di Lecce COMUNE DI CUTROFIANO Provincia di Lecce (Settore Amministrativo) Regolamento per i Volontari in servizio sostitutivo di leva nella Polizia Municipale (Art. 46 Legge 27/12/1997, n. 449) Approvato con deliberazione

Dettagli

Comune di Pontenure PROVINCIA DI PIACENZA

Comune di Pontenure PROVINCIA DI PIACENZA Comune di Pontenure PROVINCIA DI PIACENZA REGOLAMENTO PER L ARMAMENTO DELLA POLIZIA MUNICIPALE Disposizioni Generali Art. 1 Oggetto Art. 2 Servizi armati Art. 3 Armi in dotazione Armi e strumenti in dotazione

Dettagli

COMUNE DI CASTELL ARQUATO Provincia di Piacenza VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI CASTELL ARQUATO Provincia di Piacenza VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI CASTELL ARQUATO Provincia di Piacenza N. 110 REGISTRO DELIBERAZIONI.. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE... OGGETTO: RICHIESTA ATTRIBUZIONE QUALIFICA DI AGENTE DI PUBBLICA SICUREZZA

Dettagli

PROVINCIA DI PESCARA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE SETTORE VI - CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE.

PROVINCIA DI PESCARA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE SETTORE VI - CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE. CITTA' DI SPOLTORE PROVINCIA DI PESCARA SEGRETERIA GENERALE Registro Generale delle Determinazioni N. 124 del 03/02/2014 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE SETTORE VI - CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE

Dettagli

Comune di Binasco (Provincia di Milano)

Comune di Binasco (Provincia di Milano) Comune di Binasco (Provincia di Milano) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO COMUNALE (APPROVATO CON DELIBERAZIONE CC 34 DEL 26.9.2012 ) 1 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità....pag. 3 Art. 2 Ambito

Dettagli

CURRICULUM VITAE TITOLI DI STUDIO, PROFESSIONALI ED ESPERIENZE LAVORATIVE

CURRICULUM VITAE TITOLI DI STUDIO, PROFESSIONALI ED ESPERIENZE LAVORATIVE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Gianluca MANTELLI Data di nascita 20/02/1968 Qualifica Istruttore Direttivo -Vice Commissario di P.M. Amministrazione FIANO Incarico attuale Responsabile Area

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DEI VOLONTARI IN SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NELLA POLIZIA MUNICIPALE

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DEI VOLONTARI IN SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NELLA POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DEI VOLONTARI IN SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NELLA POLIZIA MUNICIPALE ( art. 46, Legge 27 Dicembre 1997, n. 449. ) Approvato con delibera del Consiglio Comunale

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ( ) ORIGINALE (X )COPIA N. 115 DEL 16 SETTEMBRE 2011 OGGETTO: CODICE DELLA STRADA VIOLAZIONI PROVENTI DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE

Dettagli

CITTA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO VOLONTARI DELLA POLIZIA MUNICIPALE DI ALESSANDRIA

CITTA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO VOLONTARI DELLA POLIZIA MUNICIPALE DI ALESSANDRIA CITTA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO VOLONTARI DELLA POLIZIA MUNICIPALE DI ALESSANDRIA Approvato con Delibera Consiglio Comunale n. 127 del 23/09/2008 Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO In seno all Associazione Comunale

Dettagli

CITTÀ DI GIULIANOVA PROVINCIA DI TERAMO

CITTÀ DI GIULIANOVA PROVINCIA DI TERAMO CITTÀ DI GIULIANOVA PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO COMUNALE DI ISTITUZIONE E DISCIPLINA DEGLI AUSILIARI DELLA SOSTA - ACCERTATORI DELLE VIOLAZIONI IN MATERIA DI SOSTA IN AREE DI PARCHEGGIO E DI SOSTA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL GRUPPO COMUNALE VOLONTARI AUSILIARI DEL TRAFFICO

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL GRUPPO COMUNALE VOLONTARI AUSILIARI DEL TRAFFICO Comune di Marmirolo Provincia di Mantova REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL GRUPPO COMUNALE VOLONTARI AUSILIARI DEL TRAFFICO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. del ART. 1

Dettagli

DECRETI PRESIDENZIALI

DECRETI PRESIDENZIALI DECRETI PRESIDENZIALI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 19 ottobre 2016. Autorizzazione ad assumere a tempo indeterminato unità di personale in favore dell Arma dei carabinieri, della Poli-

Dettagli

Repubblica Italiana CITTA DI MAZARA DEL VALLO

Repubblica Italiana CITTA DI MAZARA DEL VALLO Repubblica Italiana CITTA DI MAZARA DEL VALLO 5 SETTORE ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO DEL PERSONALE Ufficio Trattamento Giuridico DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 108 DEL 10/12/2013 Oggetto: decreti prefettizi

Dettagli

20 GENNAIO SAN SEBASTIANO Patrono della Polizia Municipale

20 GENNAIO SAN SEBASTIANO Patrono della Polizia Municipale 20 GENNAIO 2014 SAN SEBASTIANO Patrono della Polizia Municipale Ma cosa fa la Polizia Municipale? Inquadramento normativo Struttura Organizzazione del lavoro Compiti e attività La giornata tipo Principali

Dettagli

USO DELLE ARMI REGOLAMENTO DEL COMUNE DI CERCENASCO. Pubblicazione Reg.Pubbl. n _170. Approvazione. Deliberazione del consiglio C.le n.

USO DELLE ARMI REGOLAMENTO DEL COMUNE DI CERCENASCO. Pubblicazione Reg.Pubbl. n _170. Approvazione. Deliberazione del consiglio C.le n. REGOLAMENTO DEL COMUNE DI CERCENASCO USO DELLE ARMI Approvazione Deliberazione del consiglio C.le n. 5/05 Pubblicazione Reg.Pubbl. n _170 dal 18/04/2005 al 02/05/2005 Del 07/04/2005 Il Segretario Comunale

Dettagli

C O M U N E D I B R U I N O PROVINCIA DI TORINO - C. A. P

C O M U N E D I B R U I N O PROVINCIA DI TORINO - C. A. P C O M U N E D I B R U I N O PROVINCIA DI TORINO - C. A. P. 10090 REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE ED ORGANIZZAZIONE DEL GRUPPO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 27/02/2017. Centro di Responsabilità: CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE

Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD DEL 27/02/2017. Centro di Responsabilità: CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD-2017-497 DEL 27/02/2017 Inserita nel fascicolo: 2017.I/9.2/1 Centro di Responsabilità: 14 0 0 0 - CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Determinazione n. proposta

Dettagli

Città di Orbassano Provincia di Torino DETERMINAZIONE DEL FUNZIONARIO U.O. POLIZIA MUNICIPALE E PROTEZIONE CIVILE. N.

Città di Orbassano Provincia di Torino DETERMINAZIONE DEL FUNZIONARIO U.O. POLIZIA MUNICIPALE E PROTEZIONE CIVILE. N. ORIGINALE Città di Orbassano Provincia di Torino DETERMINAZIONE DEL FUNZIONARIO U.O. POLIZIA MUNICIPALE E PROTEZIONE CIVILE N.691 del 11/12/2013 OGGETTO: ALLESTIMENTO VEICOLO PER USO ESCLUSIVO DI SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI ASSEMINI Provincia di Cagliari

COMUNE DI ASSEMINI Provincia di Cagliari COMUNE DI ASSEMINI Provincia di Cagliari COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 99 OGGETTO: DESTINAZIONE PROVENTI DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE AI SENSI DELL'ART. 208 DEL C.D.S. - 2015

Dettagli

Legge Regionale Basilicata 8/3/1988 n. 8 (B.U.R 12/3/1988 n. 10) Norme in materia di polizia locale

Legge Regionale Basilicata 8/3/1988 n. 8 (B.U.R 12/3/1988 n. 10) Norme in materia di polizia locale Legge Regionale Basilicata 8/3/1988 n. 8 (B.U.R 12/3/1988 n. 10) Norme in materia di polizia locale Articolo 1 - Istituzione del servizio di polizia municipale Istituzione del servizio di polizia municipale

Dettagli

COMUNE DI AREZZO. Provvedimento n OGGETTO: Il Direttore. Servizio Tutela Territorio e Protezione Civile. Classificazione: L

COMUNE DI AREZZO. Provvedimento n OGGETTO: Il Direttore. Servizio Tutela Territorio e Protezione Civile. Classificazione: L Classificazione: L 11-20140000029 Servizio Tutela Territorio e Protezione Civile Provvedimento n. 1441 Arezzo, 18/06/2014 OGGETTO: Criteri per la concessione di contributi ad associazioni di volontariato

Dettagli

COMUNE DI CASTELTERMINI Provincia di Agrigento

COMUNE DI CASTELTERMINI Provincia di Agrigento COMUNE DI CASTELTERMINI Provincia di Agrigento AREA POSIZIONE ORGANIZZATIVA N 5 SERVIZIO VIGILANZA GESTIONE PATRIMONIO LOCAZIONI - TRASPORTI PUBBLICA SICUREZZA DETERMINAZIONE N 12 DEL 02/03/2010 OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI BITONTO UNITA' OPERATIVE FUORI SETTORE DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI. All.B) SEGRETERIA PARTICOLARE SINDACO PROVVEDIMENTI DELIBERATIVI

COMUNE DI BITONTO UNITA' OPERATIVE FUORI SETTORE DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI. All.B) SEGRETERIA PARTICOLARE SINDACO PROVVEDIMENTI DELIBERATIVI All.B) UNITA' OPERATIVE FUORI SETTORE DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI pag. 1 di 18 SINDACO SEGRETERIA PARTICOLARE SEGRETARIO GENERALE PROVVEDIMENTI DELIBERATIVI CONTRATTI SISTEMA INFORMATICO COMUNALE ADDETTO

Dettagli

COMUNE DI BRENNA Provincia di Como

COMUNE DI BRENNA Provincia di Como COMUNE DI BRENNA Provincia di Como N. REGISTRO GENERALE : 5 DECRETO DEL SINDACO N. 5 DEL 30-12-2017 Ufficio: SEGRETERIA Oggetto: NOMINA DI RESPONSABILE DELL'AREA TECNICO-URBANISTICA E LL.PP. CON ATTRIBUZIONE

Dettagli

REGIONE MARCHE LEGGE REGIONALE N. 38 DEL Norme in materia di Polizia Locale.

REGIONE MARCHE LEGGE REGIONALE N. 38 DEL Norme in materia di Polizia Locale. REGIONE MARCHE LEGGE REGIONALE N. 38 DEL 29-10-1988 Norme in materia di Polizia Locale. Il Consiglio regionale ha approvato Il Commissario di Governo ha apposto il visto IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

COMUNE DI CALTANISSETTA

COMUNE DI CALTANISSETTA ORDINANZA SINDACALE COMUNE DI CALTANISSETTA *************** REG. GEN. DELLE ORDINANZE SINDACALI N. 3 DEL 06-01-2017 Oggetto: Ordinanza chiusura scuole causa neve per il 7.01.2017. Pag. 1 IL SINDACO Viste

Dettagli

COMUNE DI ZOGNO. Provincia di Bergamo. sull ARMAMENTO della POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE DI ZOGNO. Provincia di Bergamo. sull ARMAMENTO della POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI ZOGNO Provincia di Bergamo sull ARMAMENTO della POLIZIA MUNICIPALE ART. 1 ARMI IN DOTAZIONE L Armamento della Polizia Municipale, ai fini e per gli effetti delle disposizioni della L. 7.3.1986

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE IL DIRETTORE GENERALE VISTA la Legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni e integrazioni; il Decreto Legislativo 30 marzo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ARMAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE

REGOLAMENTO PER L ARMAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE Comune fiorito REGOLAMENTO PER L ARMAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE ADOTTATO CON DI DELIBERAZIONE di C.C. N. 58 DEL 28.12.2011 CAPO I GENERALITA' NUMERO E TIPO DELLE ARMI Art. 1 Campo di Applicazione Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI AL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE

REGOLAMENTO PER L ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI AL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO PER L ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI AL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Approvato con deliberazione C.C. n.44 del 18/07/2002 (Viene revocato il precedente regolamento approvato con delib. C.C. n.57/93)

Dettagli

REGOLAMENTO CONCERNENTE L ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI ALLA POLIZIA MUNICIPALE

REGOLAMENTO CONCERNENTE L ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI ALLA POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI SIGNA Provincia di Firenze REGOLAMENTO CONCERNENTE L ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI ALLA POLIZIA MUNICIPALE (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 57 del 29 novembre 2013) Articolo

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Repubblica Italiana CITTÀ DI MAZARA DEL VALLO Settore : POLIZIA MUNICIPALE Servizio : Determine e Disposizioni Ufficio : COMANDO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE INDIVIDUATO CON DETERMINAZIONE DEL SINDACO

Dettagli

COMUNE DI LEIVI. Provincia di Genova REGOLAMENTO SULL ARMAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE

COMUNE DI LEIVI. Provincia di Genova REGOLAMENTO SULL ARMAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE COMUNE DI LEIVI Provincia di Genova REGOLAMENTO SULL ARMAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 42 DEL 16/12/2011 CAPO I GENERALITÀ - NUMERO E TIPO D ARMI Articolo

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini

Comune di Cattolica Provincia di Rimini Comune di Cattolica Provincia di Rimini ADEMPIMENTI CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE (art 124 D.Lgs 267/2000 ss.mm.) La presente determinazione dirigenziale è stata pubblicata in data odierna all'albo pretorio

Dettagli

PROGETTO DI LEGGE N. 317

PROGETTO DI LEGGE N. 317 REGIONE LOMBARDIA X LEGISLATURA CONSIGLIO REGIONALE ATTI 13831 VI COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO DI LEGGE N. 317 Nuove norme per il sostegno e la valorizzazione del personale

Dettagli

SETTORE 1^ AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI. Nr. Posti a tempo indeterminato. Posizione giuridica. Istruttore direttivo amministrativo D 2 vacanti

SETTORE 1^ AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI. Nr. Posti a tempo indeterminato. Posizione giuridica. Istruttore direttivo amministrativo D 2 vacanti SETTORE 1^ AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI Funzionario direttivo amministrativo D3 1 Istruttore direttivo amministrativo D 2 vacanti Redattore Capo 1 vacante part-time 18 ore Istruttore amministrativo

Dettagli

COMUNE DI BRICHERASIO (Provincia di TORINO) REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI DIFESA AMBIENTALE

COMUNE DI BRICHERASIO (Provincia di TORINO) REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI DIFESA AMBIENTALE COMUNE DI BRICHERASIO (Provincia di TORINO) REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI DIFESA AMBIENTALE 1 ART. 1 FINALITA 1. Il Comune di Bricherasio istituisce e coordina il Servizio di Volontariato Comunale

Dettagli

CITTA DI MERCOGLIANO PROVINCIA DI AVELLINO. Regolamento per l istituzione dell ispettore ambientale nel territorio comunale

CITTA DI MERCOGLIANO PROVINCIA DI AVELLINO. Regolamento per l istituzione dell ispettore ambientale nel territorio comunale CITTA DI MERCOGLIANO PROVINCIA DI AVELLINO Regolamento per l istituzione dell ispettore ambientale nel territorio comunale APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N19 DEL 28/06/2013 Regolamento comunale Fonte normativa

Dettagli

IL MINISTRO DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DISPOSIZIONI CONCERNENTI LA DETERMINAZIONE DEGLI ORGANICI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO TECNICO ED AUSILIARIO DEL COMPARTO SCUOLA E LA CONSISTENZA DELLA DOTAZIONE ORGANICA PER L ANNO SCOLASTICO 2006/2007

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Repubblica Italiana CITTÀ DI MAZARA DEL VALLO Settore : POLIZIA MUNICIPALE Servizio : Determine e Disposizioni Ufficio : COMANDO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE INDIVIDUATO CON DETERMINAZIONE DEL SINDACO

Dettagli

DISPOSIZIONE DIRIGENZIALE N. 59 DEL 17/07/2013

DISPOSIZIONE DIRIGENZIALE N. 59 DEL 17/07/2013 Area Vigilanza DISPOSIZIONE DIRIGENZIALE N. 59 DEL 17/07/2013 OGGETTO: LIQUIDAZIONE FATTURA N. 538/13 DEL 18/06/2013 DELLA DITTA ELTRAFF SRL PER REVISIONE COMPLETA ETILOMETRO SERES 679/E MATR. 3221. IL

Dettagli

DELIBERA DI GIUNTA COPIA

DELIBERA DI GIUNTA COPIA COPIA N. 268 del 29.12.2014 OGGETTO: Comando dal Comune di Legnano (MI) - Sig. ra Carchia Michela L anno duemilaquattordici, addì ventinove del mese di dicembre alle ore 12.00 nella sala delle adunanze

Dettagli

COMUNE DI VILLANTERIO Provincia di Pavia DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 83

COMUNE DI VILLANTERIO Provincia di Pavia DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 83 COMUNE DI VILLANTERIO Provincia di Pavia DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 83 OGGETTO: DESTINAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE PER VIOLAZIONE AL CODICE DELLA STRADA L anno 2013 addì

Dettagli

CITTA DI RHO Provincia di Milano DETERMINAZIONE

CITTA DI RHO Provincia di Milano DETERMINAZIONE Copia Conforme CITTA DI RHO Provincia di Milano AREA 4 Ufficio: Economo e Provveditorato DETERMINAZIONE N. 172 del 08/07/2016 CIG. Z9F1A859B1 AFFIDAMENTO ALLA FORINT SPA DI VICENZA PER LA FORNITURA DI

Dettagli

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 maggio 2013 Organizzazione degli Uffici di diretta collaborazione del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Presidente

Dettagli

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE IL CAPO DIPARTIMENTO VISTO l articolo 14, comma 1, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 secondo cui il Ministro, ogni anno definisce obiettivi, priorità, piani e programmi da attuare ed emana

Dettagli

COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO Provincia di Brindisi

COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO Provincia di Brindisi Copia Reg. Gen. n. 436 del 20/10/2015 Reg. n.103 del 19/10/2015 COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO Provincia di Brindisi DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE SETTORE POLIZIA MUNICIPALE AMMINISTRATIVO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DEL GRUPPO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DEL GRUPPO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese COMANDO POLIZIA LOCALE Piazza S.G.Bosco n.10 21040 UBOLDO (VA) Tel. 02/96992234 Fax 02/96788112 REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DEL GRUPPO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

Dettagli

Città di Cinisello Balsamo Corpo di Polizia Locale

Città di Cinisello Balsamo Corpo di Polizia Locale Città di Cinisello Balsamo Corpo di Polizia Locale Regolamento comunale per la disciplina dell'erogazione di servizi a titolo oneroso resi da parte della Polizia Locale a soggetti pubblici e privati Approvato

Dettagli

COMUNE DI CAPPELLA MAGGIORE PROVINCIA DI TREVISO. Regolamento per la disciplina dell armamento del servizio della Polizia Municipale

COMUNE DI CAPPELLA MAGGIORE PROVINCIA DI TREVISO. Regolamento per la disciplina dell armamento del servizio della Polizia Municipale COMUNE DI CAPPELLA MAGGIORE PROVINCIA DI TREVISO Regolamento per la disciplina dell armamento del servizio della Polizia Municipale INDICE Art. 1 Campo di applicazione Art. 2 Tipo di arma in dotazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MUNICIPALE

REGOLAMENTO DI POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì - Cesena REGOLAMENTO DI POLIZIA MUNICIPALE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n 30 del 25/03/1994 (C.R.C. N. 94/013542 del 02/05/1994) SOMMARIO

Dettagli

Città di Seregno DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 569 DEL AREA ORGANIZZAZIONE GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI

Città di Seregno DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 569 DEL AREA ORGANIZZAZIONE GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI Città di Seregno DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 569 DEL 30-10-2014 OGGETTO: ASSISTENZA E PREVIDENZA PERSONALE POLIZIA LOCALE ART. 208 D.LGS. 285/92. FONDO ANNO 2014.- AREA ORGANIZZAZIONE GENERALE E AFFARI

Dettagli

CORPO POLIZIA MUNICIPALE CORPO POLIZIA MUNICIPALE OGGETTO: NOMINA RESPONSABILI DI PROCEDIMENTO ART. 6 DELLA L. 241/90 E DEFINIZIONE COMPITI

CORPO POLIZIA MUNICIPALE CORPO POLIZIA MUNICIPALE OGGETTO: NOMINA RESPONSABILI DI PROCEDIMENTO ART. 6 DELLA L. 241/90 E DEFINIZIONE COMPITI Comune di Troina Provincia di Enna CORPO POLIZIA MUNICIPALE CORPO POLIZIA MUNICIPALE ORIGINALE DETERMINAZIONE N. Generale : Data di registrazione 14/03/2012 157 N. Settoriale: 5 Data di registrazione 12/03/2012

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI DEL FRIGNANO Sede : PAVULLO NEL FRIGNANO Provincia di Modena

UNIONE DEI COMUNI DEL FRIGNANO Sede : PAVULLO NEL FRIGNANO Provincia di Modena UNIONE DEI COMUNI DEL FRIGNANO Sede : PAVULLO NEL FRIGNANO Provincia di Modena Class. Uff. n. 2/2015 CORPO UNICO DI POLIZIA MUNICIPALE DETERMINAZIONE N. 8 del 13/01/2015 C O P I A OGGETTO : RINNOVO ABBONAMENTI

Dettagli

VISTO il vigente Contratto Collettivo Nazionale relativo al personale del comparto delle Regioni e delle Autonomie Locali; DECRETA

VISTO il vigente Contratto Collettivo Nazionale relativo al personale del comparto delle Regioni e delle Autonomie Locali; DECRETA CITTA DI SAN MARCO IN LAMIS COMUNE GIOIELLO D ITALIA 2012 PROVINCIA DI FOGGIA DECRETO N. 18 Oggetto: NOMINA RESPONSABILI DI SETTORE. IL SINDACO VISTO l'art. 50, comma 10, del Decreto Legislativo 18 agosto

Dettagli

Oggetto: INTERVENTI FORMATIVI 78 CORSO PER OPERATORI POLIZIA LOCALE NEO ASSUNTI _PROVVEDIMENTI

Oggetto: INTERVENTI FORMATIVI 78 CORSO PER OPERATORI POLIZIA LOCALE NEO ASSUNTI _PROVVEDIMENTI Oggetto: INTERVENTI FORMATIVI 78 CORSO PER OPERATORI POLIZIA LOCALE NEO ASSUNTI _PROVVEDIMENTI Vista la L.R. n. 58 del 30 novembre 1987 che prevede l obbligo per gli enti Locali di far partecipare gli

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 195 DEL 10/04/2014 PROPOSTA N. 3 Centro di Responsabilità: Servizio Polizia Municipale Servizio: Servizio Polizia Municipale OGGETTO IL RESPONSABILE

Dettagli

Città dei Fiori (Lecce Italy) DECRETO SINDACALE

Città dei Fiori (Lecce Italy) DECRETO SINDACALE Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) N. 1 del 15/01/2016 DECRETO SINDACALE OGGETTO: ATTRIBUZIONE DI POSIZIONI ORGANIZZATIVE AI RESPONSABILI DI SETTORE ANNO 2016 Relata di pubblicazione Si certifica che

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità ORDINANZA N / 119 CITTA DI TORINO ORDINANZA N del 16 febbraio 2017 IL DIRIGENTE

Direzione Infrastrutture e Mobilità ORDINANZA N / 119 CITTA DI TORINO ORDINANZA N del 16 febbraio 2017 IL DIRIGENTE Direzione Infrastrutture e Mobilità ORDINANZA N 2017 80584 / 119 ESERCIZIO PR CITTA DI TORINO ORDINANZA N 2017 80584 del 16 febbraio 2017 OGGETTO: GARA SANTANDER 26 MARZO 2017 IL DIRIGENTE Visto l'art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ARMAMENTO DEL SERVIZIO DI POLIZIA MUNICIPALE

REGOLAMENTO PER L ARMAMENTO DEL SERVIZIO DI POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO PER L ARMAMENTO DEL SERVIZIO DI POLIZIA MUNICIPALE CAPO 1 GENERALITÀ NUMERO E TIPO DI ARMI ART. 1 DISPOSIZIONI GENERALI Ai sensi dell art. 2 del D.M. 4 marzo 1987, n 145, l armamento del Servizio

Dettagli

Città di Orbassano Provincia di Torino DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE U.O. POLIZIA LOCALE NOTIFICHE ALBO PRETORIO PROTEZIONE CIVILE

Città di Orbassano Provincia di Torino DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE U.O. POLIZIA LOCALE NOTIFICHE ALBO PRETORIO PROTEZIONE CIVILE ORIGINALE Città di Orbassano Provincia di Torino DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE U.O. POLIZIA LOCALE NOTIFICHE ALBO PRETORIO N.602 del 03/11/2015 OGGETTO: ACQUISTO NUOVA AUTOVETTURA PER USO ESCLUSIVO DI

Dettagli

Art.1. Missione di monitoraggio della Comunità europea ECMM.

Art.1. Missione di monitoraggio della Comunità europea ECMM. Legge 26 maggio 2000, n.147, Proroga dell efficacia di talune disposizioni connesse ad impegni internazionali e misure riguardanti l organizzazione del Ministero degli affari esteri. Art.1. Missione di

Dettagli

Individuazione dei beni e delle risorse degli uffici metrici provinciali da trasferire alle camere di commercio.

Individuazione dei beni e delle risorse degli uffici metrici provinciali da trasferire alle camere di commercio. D.P.C.M. 6 luglio 1999 (G.U. 6 dicembre 1999, n. 286) Individuazione dei beni e delle risorse degli uffici metrici provinciali da trasferire alle camere di commercio. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Dettagli

Legge Regionale Calabria 17/4/1990 n. 24 Norme sull'ordinamento della polizia municipale

Legge Regionale Calabria 17/4/1990 n. 24 Norme sull'ordinamento della polizia municipale Legge Regionale Calabria 17/4/1990 n. 24 Norme sull'ordinamento della polizia municipale Articolo 1 - Norme generali Norme generali 1. La Regione Calabria, nel rispetto dei principi sanciti dalla legge

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELVESTIARIO PER GLI APPARTENENTI IL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE

REGOLAMENTO COMUNALE DELVESTIARIO PER GLI APPARTENENTI IL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI CASALGRANDE Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO COMUNALE DELVESTIARIO PER GLI APPARTENENTI IL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE ART. 1 - L UNIFORME L uniforme degli appartenenti alla Polizia Municipale

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BIELLA ED IL COMUNE DI GAGLIANICO PER LO SVOLGIMENTO IN FORMA ASSOCIATA DELLE FUNZIONI DI

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BIELLA ED IL COMUNE DI GAGLIANICO PER LO SVOLGIMENTO IN FORMA ASSOCIATA DELLE FUNZIONI DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BIELLA ED IL COMUNE DI GAGLIANICO PER LO SVOLGIMENTO IN FORMA ASSOCIATA DELLE FUNZIONI DI POLIZIA LOCALE. L anno duemilasedici, il giorno del mese di nella sede del Comune

Dettagli

CITTA' DI CAPRI PROVINCIA DI NAPOLI

CITTA' DI CAPRI PROVINCIA DI NAPOLI N.358 del 03/05/2014 DEL REGISTRO GENERALE CITTA' DI CAPRI PROVINCIA DI NAPOLI Settore POLIZIA MUNICIPALE N.63 del 03/05/2014 D E T E R M I N A Z I O N E Oggetto: ASSUNZIONE A TEMPO PIENO E DETERMINATO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE CITTA DI BARLETTA Medaglia d Oro al Valore Militare e al Merito Civile Città della Disfida SETTORE POLIZIA LOCALE E PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Proposta n. 2437 del 27/12/2016 Determina

Dettagli

IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n.78 del 31/03/2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO DESTINAZIONE DEI PROVENTI DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PER VIOLAZIONE ALLE NORME DEL

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2258

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2258 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2258 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore RAMPONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 1º LUGLIO 2010 Disposizioni in materia di ricongiungimento familiare del

Dettagli

CITTÀ DI AGROPOLI (Provincia di Salerno)

CITTÀ DI AGROPOLI (Provincia di Salerno) CITTÀ DI AGROPOLI (Provincia di Salerno) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE copia n 71 del 24/03/2017 OGGETTO : ART.208 DEL D.LGS. 30/04/1992 N.285 E S.M.I. DESTINAZIONE DEI PROVENTI DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE

Dettagli

Ministero della Difesa Direzione Generale per il Personale Militare I Reparto

Ministero della Difesa Direzione Generale per il Personale Militare I Reparto Ministero della Difesa Direzione Generale per il Personale Militare I Reparto Concorso Interno, per titoli ed esami, a 40 posti per l ammissione al 21 corso di aggiornamento e formazione professionale

Dettagli

SCHEDA PEG 2012 OBIETTIVI ANNUALI DESCRIZIONE DI SINTESI

SCHEDA PEG 2012 OBIETTIVI ANNUALI DESCRIZIONE DI SINTESI SCHEDA PEG 2012 POLIZIA MUNICIPALE SEGRETARIO GENERALE (Dirigente ad interim): D.ssa Paola Maria La Franca OBIETTIVI ANNUALI NR. INT. P.M. Polizia Municipale N. 70 e N. 64 SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE DESCRIZIONE

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI DEL FRIGNANO Sede : PAVULLO NEL FRIGNANO Provincia di Modena

UNIONE DEI COMUNI DEL FRIGNANO Sede : PAVULLO NEL FRIGNANO Provincia di Modena UNIONE DEI COMUNI DEL FRIGNANO Sede : PAVULLO NEL FRIGNANO Provincia di Modena Class. Uff. n. 8/2015 CORPO UNICO DI POLIZIA MUNICIPALE DETERMINAZIONE N. 18 del 20/01/2015 C O P I A OGGETTO : REVISIONE

Dettagli

COMUNE DI SANT AGOSTINO CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO

COMUNE DI SANT AGOSTINO CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI SANT AGOSTINO CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL PERSONALE DEGLI ENTI LOCALI E RELATIVO AI CRITERI DI QUANTIFICAZIONE ED IMPIEGO DEL FONDO RELATIVO ALLE RISORSE PER LA CONTRATTAZIONE DECENTRATA

Dettagli

Art. 1 (Oggetto del regolamento)

Art. 1 (Oggetto del regolamento) Art. 1 (Oggetto del regolamento) 1. Il presente regolamento disciplina le modalità per l organizzazione ed il funzionamento del servizio di trasporto scolastico. Art. 2 (Finalità del servizio) 1. Il trasporto

Dettagli

Città Metropolitana di Torino COMUNE DI FOGLIZZO DETERMINAZIONE : UFFICIO del SEGRETARIO C.LE REGISTRO GENERALE N. : 120

Città Metropolitana di Torino COMUNE DI FOGLIZZO DETERMINAZIONE : UFFICIO del SEGRETARIO C.LE REGISTRO GENERALE N. : 120 ESTRATTO Città Metropolitana di Torino COMUNE DI FOGLIZZO DETERMINAZIONE : UFFICIO del SEGRETARIO C.LE REGISTRO GENERALE N. : 120 Responsabile del Servizio : DOTT.SSA CLELIA PAOLA VIGORITO N. 11 OGGETTO

Dettagli

TITOLO I UNIFORMI E DISTINTIVI DI GRADO

TITOLO I UNIFORMI E DISTINTIVI DI GRADO REGIONE: MARCHE LEGGE REGIONALE 26 APRILE 1990, n. 28 (GU n. 046 SERIE SPECIALE N. 3 del 24/11/1990 - BU Marche n. 056 del 27/04/1990) DIVISE, DISTINTIVI DI GRADO E DI RICONOSCIMENTO, MEZZI E STRUMENTI

Dettagli

AREA: Settore Polizia Municipale Protezione civile Commercio Servizi polizia municipale DETERMINAZIONE n.113/2015 del

AREA: Settore Polizia Municipale Protezione civile Commercio Servizi polizia municipale DETERMINAZIONE n.113/2015 del PUBBLICAZIONE La presente determinazione è stata pubblicata all'albo Pretorio del Comune il 05/12/2015 e vi rimarrà fino al 15/12/2015. Comune di Mottola Provincia di Taranto Lì 05/12/2015 IL RESPONSABILE

Dettagli

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA SULL IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO PERSONALE DIPENDENTE - ANNO 2010

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA SULL IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO PERSONALE DIPENDENTE - ANNO 2010 RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA SULL IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO PERSONALE DIPENDENTE - ANNO 2010 In data 04/10/2010 la delegazione trattante di parte pubblica, le R.S.U. ed i

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 104 del 02/04/2014. Proposta n. 104

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 104 del 02/04/2014. Proposta n. 104 Estratto DETERMINAZIONE N. 104 del 02/04/2014 Proposta n. 104 Oggetto: PROGETTO DI POTENZIAMENTO DEI SERVIZI DI CONTROLLO SUL TERRITORIO FINALIZZATI ALLA SICUREZZA STRADALE ED URBANA. ATTUAZIONE MEDIANTE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE ARMAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE

REGOLAMENTO COMUNALE ARMAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE Comune di Dolzago PROVINCIA DI LECCO Piazza della Repubblica 7/8-23843 Dolzago (LC) P.I.V.A.e Cod.Fisc. 00624600136 Tel. 0341 /451263 Fax 451277 c.c.p. 15280225 REGOLAMENTO COMUNALE ARMAMENTO DELLA POLIZIA

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE CITTA DI BARLETTA Medaglia d Oro al Valore Militare e al Merito Civile Città della Disfida SETTRE PIIA CAE E PRTEIE CIVIE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Proposta n. 1403 del 09/08/2017 Determina n. 1182 del

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE CITTA DI BARLETTA Medaglia d Oro al Valore Militare e al Merito Civile Città della Disfida SETTORE POLIZIA LOCALE E PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Proposta n. 72 del 18/01/2017 Determina

Dettagli

CITTA METROPOLITANA DI NAPOLI DELIBERAZIONE DEL SINDACO METROPOLITANO

CITTA METROPOLITANA DI NAPOLI DELIBERAZIONE DEL SINDACO METROPOLITANO CITTA METROPOLITANA DI NAPOLI DELIBERAZIONE DEL SINDACO METROPOLITANO OGGETTO: Determinazione della suddivisione dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni previste dal Codice

Dettagli

COMUNE DI CASTELL ARQUATO. Provincia di Piacenza... VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI CASTELL ARQUATO. Provincia di Piacenza... VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 87 REGISTRO DELIBERAZIONI COMUNE DI CASTELL ARQUATO Provincia di Piacenza.. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE... OGGETTO: DIPENDENTE FANTI LOREDANA AGENTE DI POLIZIA MUNICIPALE MUTAMENTO

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E ELENCO DEI TITOLI DA VALUTARE F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome

Dettagli

Determinazione del dirigente Numero 867 del 23/08/2016

Determinazione del dirigente Numero 867 del 23/08/2016 Determinazione del dirigente Numero 867 del 23/08/2016 Oggetto : 13 MOBILITÀ AI SENSI DEL DECRETO DEL MINISTRO PER LA SEMPLIFICAZIONE E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DEL 14 SETTEMBRE 2015 Proponente : SERVIZIO

Dettagli

U.O.: ORGANIZZAZIONE E AFFARI GENERALI - GESTIONE E SVILUPPO ASSOCIATO DELLE RISORSE UMANE. DETERMINAZIONE (D. Lgs , n.

U.O.: ORGANIZZAZIONE E AFFARI GENERALI - GESTIONE E SVILUPPO ASSOCIATO DELLE RISORSE UMANE. DETERMINAZIONE (D. Lgs , n. C O P I A U.O.: ORGANIZZAZIONE E AFFARI GENERALI - GESTIONE E SVILUPPO ASSOCIATO DELLE RISORSE UMANE DETERMINAZIONE (D. Lgs. 18.08.2000, n. 267 Art 183) N. 335 del 07/09/2016 OGGETTO: APPROVAZIONE AVVISO

Dettagli

COMUNE CONDOVE COMUNE CAPRIE COMUNE CHIUSA SAN MICHELE

COMUNE CONDOVE COMUNE CAPRIE COMUNE CHIUSA SAN MICHELE COMUNE CONDOVE COMUNE CAPRIE COMUNE CHIUSA SAN MICHELE REGOLAMENTO DELL ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI AL SERVIZIO ASSOCIATO DELLA POLIZIA LOCALE DEI COMUNI DI CONDOVE CAPRIE CHIUSA SAN MICHELE, IN POSSESSO

Dettagli

C O N V E N Z I O N E TRA IL COMUNE DI MINUSIO E IL COMUNE DI MURALTO RELATIVA ALLA COLLABORAZIONE DEI CORPI DI POLIZIA E ALL'UNIFICAZIONE DEL COMANDO

C O N V E N Z I O N E TRA IL COMUNE DI MINUSIO E IL COMUNE DI MURALTO RELATIVA ALLA COLLABORAZIONE DEI CORPI DI POLIZIA E ALL'UNIFICAZIONE DEL COMANDO C O N V E N Z I O N E TRA IL COMUNE DI MINUSIO E IL COMUNE DI MURALTO RELATIVA ALLA COLLABORAZIONE DEI CORPI DI POLIZIA E ALL'UNIFICAZIONE DEL COMANDO il Comune di Minusio e il Comune di Muralto richiamati

Dettagli

C O M U N E di M A D D A L O N I Provincia di Caserta IL RESPONSABILE DELLA PLOZIA MUNICIPALE

C O M U N E di M A D D A L O N I Provincia di Caserta IL RESPONSABILE DELLA PLOZIA MUNICIPALE C O M U N E di M A D D A L O N I Provincia di Caserta SETTORE : AREA POLIZIA MINICIPALE E PROTEZIONE CIVILE Determinazione n. 582 del 10/11/2016 Determinazione Oggetto: Assegnazione particolari responsabilità

Dettagli

Tel Fax BANDO PUBBLICO

Tel Fax BANDO PUBBLICO BANDO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE NELL ELENCO DEL PERSONALE VOLONTARIO DEI VIGILI DEL FUOCO PER LE ESIGENZE OPERATIVE DEL DISTACCAMENTO VOLONTARIO DEL COMUNE DI FILADELFIA VISTA la legge 13 maggio 1961,

Dettagli

COMUNE DI OSIMO Provincia di Ancona

COMUNE DI OSIMO Provincia di Ancona DETERMINA DI IMPEGNO DIPARTIMENTO AFFARI GENERALI SETTORE POLIZIA MUNICIPALE n. 01/978 del 09/10/2017 OGGETTO: COPERTURA FINANZIARIA ANNO 2017 PER LA SUCCESSIVA LIQUIDAZIONE DEL FONDO DI PREVIDENZA INTEGRATIVA

Dettagli

COPIA n 174 del 26/05/2011 OGGETTO : COMANDO AGENTE P.M. PANARIELLO CARLO.

COPIA n 174 del 26/05/2011 OGGETTO : COMANDO AGENTE P.M. PANARIELLO CARLO. CITTÀ DI AGROPOLI (Provincia di Salerno) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA n 174 del 26/05/2011 OGGETTO : COMANDO AGENTE P.M. PANARIELLO CARLO. L anno duemilaundici il giorno ventisei del mese

Dettagli

Città di Seregno DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 647 DEL AREA ORGANIZZAZIONE GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI

Città di Seregno DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 647 DEL AREA ORGANIZZAZIONE GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI Città di Seregno DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 647 DEL 01-12-2011 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUADRO DI AUTORIZZAZIONE ALLE MANUTENZIONI RIPARAZIONI RICAMBI LAVAGGI TAGLIANDI ECC. VEICOLI IN DOTAZIONE AL

Dettagli