Società e persone fisiche pagamento, rateazione, compensazione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Società e persone fisiche pagamento, rateazione, compensazione"

Transcript

1 Società e persone fisiche pagamento, rateazione, compensazione Versamenti unitari Tutti i pagamenti del mese sono concentrati nello stesso giorno (16 di ciascun mese) Hanno modalità di versamento proprie: casi particolari di ritenute acconto Iva (27 dicembre di ciascun anno) acconto e saldo Ires e Irap (termini variabili in funzione del periodo d imposta) 1

2 Tipo di ritenuta In via generale su redditi di lavoro dipendente e assimilato corrisposti dal 1^ al 12 gennaio Versamenti unitari Termine di versamento giorno 16 del mese successivo a quello di pagamento 16 febbraio di importo inferiore a 1,03 su dividendi su premi e vincite collegate alla sorte o a giochi di abilità su interessi, premi e altri frutti relativi a obbligazioni 16 gennaio dell anno successivo 16 aprile, 16 luglio, 16 ottobre e 16 gennaio per le ritenute effettuate nel trimestre solare precedente giorno 16 del mese successivo a quello in cui i proventi sono maturati giorno 16 del mese successivo a quello di scadenza delle cedole o di ciascuna scadenza periodica Acconti d imposta Per autotassazione si versano gli acconti IRPEF, IRES e IRAP * laprima rata ( 40% dell acconto complessivo se superiore a 103 Euro) entro il termine di versamento del saldo relativo alla dichiarazione dell esercizio precedente * laseconda rata (60% dell acconto complessivo) entro entro l undicesimo mesedell esercizio esercizio *l unica rata (da utilizzare se l importo della prima rata non supera 103 Euro) entro l undicesimo mese dell esercizio 2

3 Acconti d imposta In via generale, gli acconti non sono dovuti: se nell anno nellanno precedente non si sono conseguiti redditi se, pur avendo conseguito redditi nell anno precedente, non se ne conseguiranno nell anno in corso seilavoratoridipendentinonpossiedonoaltriredditi( ad eccezione di quello relativo all abitazione principale) in caso di decesso avvenuto tra il 1^ gennaio e il 30 novembre se l imposta indicata nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo precedente non supera 51,65 (Irpef Irap) e 20,66 (Ires Irap) Acconti Se il contribuente ritiene che, al momento di versare gli acconti, l imposta limposta dovuta per il periodo in corso sarà inferiore o nulla rispetto alla base di calcolo può: eseguire un versamento d acconto inferiore a quello dovuto, determinando l importo in base alla minore imposta prevista non procedere ad alcun versamento se prevede che nulla sarà dovuto per il periodo d imposta Eventuali errori dovuti alla previsione scontano le sanzioni per insufficiente versamento 3

4 Saldo a debito In caso di saldo a debito, esso va versato: persone fisiche società di persone ( solo per Irap) entro il 16 giugno dell anno di presentazione della dichiarazione salvo maggiorazione soggetti Ires entro il giorno 16 del 6^ mese successivo a quello di chiusura dell esercizio, slvo maggiorazione La rateizzazione può essere utilizzata dai da tutti i contribuenti, titolari e non di partita Iva Nello specifico le imposte possono essere versate in rate mensili di uguale importo con la maggiorazione di interessi Sono rateizzabili le somme derivanti dalla dichiarazione e dovute a titolo di saldo primo acconto delle imposte e dei contributi 4

5 Sono invece esclusi dalla rateazione, in quanto si pagano in unica soluzione: acconti per Ires e Irap dovuti nel mese di novembre acconto Iva dovuto a dicembre versamenti periodici Iva ritenute alla fonte Il modello F24 consente al contribuente di scegliere liberamente tra versamento in unica soluzione di uno o più tributi e rateazione delle altre somme Così, il contribuente può decidere di pagare il saldo Ires in unica soluzione e di rateare le altre somme a saldo dello stesso periodo d imposta ( es. Irap) e in acconto sul periodo successivo 5

6 Perlarateazionepuòanchescegliereunnumero di rate diverse per i singoli tributi da versare in modo dilazionato I versamenti rateali devono essere effettuati entro il giorno 16 di ciascun mese di scadenza (salvo proroga al primo giorno successivo lavorativo); per i non titolari di P.Iva la scadenza è la fine del mese Il numero delle rate è scelto liberamente dal contribuente tenendo presenteche il pagamento rateale deve essere completato entro il mese di novembre dello stesso anno di presentazione della dichiarazione In occasione del pagamento di ciascuna rata nel modello F24, nella Sezione Erario, casella rateazione/ regione/prov. o nella Sezione Regione/Enti locali, casella rateazione vanno indicati: la rata che si sta versando e il numero delle rate prescelto (se si sta versando la terza di cinque rate si riporta 0305) 6

7 l ammontare della rata con il proprio codice tributo e l anno di riferimento gli interessi a partire dalla seconda rata ( si indicano in modo separato con il loro codice) Ad esclusione della prima, la rata è pari alla somma di capitale e interessi calcolati al tasso indicato presso banche, agenti della riscossione e poste Gli interessi sulla seconda rata si determinano: 1) indipendentemente dal giorno del versamento 2) considerando i giorni che intercorrono tra la scadenza della prima rata e la scadenza della seconda e delle successive rate In particolare, la formula da utilizzare è quella solita Cx i xt C = importo da rateizzare i = interesse t = numero dei giorni che intercorrono tra la scadenza della prima rata e quella della seconda e via via delle successive Il mese si considera sempre di 30 giorni 7

8 Sono possibili: la rateazione senza compensazione la rateazione con compensazione Rateazione senza compensazione In questo caso, il contribuente compila il mod. F24 indicando per ogni pagamento rateale successivo al primo l importo dei rispettivi interessi ( con lo specifico codice) Rateazione con compensazione In via generale si possono adottare uno o due modelli F24 1) se si adotta un unico modello: si evidenziano in due righi distinti l importo del tributo o contributo compensato e l importo della rata nella Sezione interessata, casella rateazione si deve indicare il numero della rata che si sta versando 8

9 2) se si utilizzano due modelli F24, uno per la compensazione e uno per la rateazione quello relativo alla compensazione reca il saldo finale uguale a zero e riporta nella casella rateazione 0101 quello relativo alla rateazione reca la rata in scadenza con gli interessi i e il numero dll della rata che si sta versando Principio base Tutto ciò che si deve versare con il modello F24 può essere oggetto di compensazione con i crediti spettanti al contribuente La compensazione può essere effettuata tra crediti e debiti dello stesso tributo e contributo (compensazione interna o verticale) tra crediti e debiti di tributi e contributi differenti (compensazione esterna o orizzontale ) in sede di versamenti periodici ediversamenti a saldo e in acconto 9

10 Il contribuente che compensa verticalmente non espone nel mod. F24 l operazione di compensazione, ma solo l importo del debito residuo che è tenuto a versare dopo l operazione di compensazione stessa La compensazione orizzontale si attua invece esclusivamente all interno del modello F24 Il contribuente può liberamente: utilizzare una somma a credito per la compensazione orizzontale chiederne il rimborso continuare con le regole precedenti alla compensazione esterna (ad esempio, compensazione interna tra crediti e debiti della stessa imposta) 10

11 Si possono porre in compensazione: crediti d imposta indicati nelle dichiarazioni annuali se non domandati a rimborso (ad es. Irpef,Ires, Irap, Iva ) eccedenze di ritenute crediti da: * contributi Inps dipendenti *Inail * da prospetto di liquidazione Iva relativo al soggetto legittimato a chiedere il rimborso infrannuale Iva * spettanti per nuove assunzioni, per incentivi o per altro Non possono essere posti in compensazione con debiti tib tributarit iecontributivi: tib tii crediti Iva da liquidazione periodica ad esclusione dei crediti derivanti dalle liquidazione periodica di alcuni soggetti 11

12 Il credito iva da liquidazioni periodiche può essere utilizzato t solo per diminuirei i i debiti Iva dei successivi periodi a meno che la società abbia i requisiti per poter chiedere il rimborso infrannuale del credito Iva con riferimento al credito formatosi nel trimestre I crediti da dichiarazione annuale (v. oltre la particolare disciplina dei crediti annuali Iva) possono essere utilizzati in compensazione orizzontale: dal giorno successivo a quello di chiusura del periodo d imposta in cui si è formato il credito (sempre che il contribuente sia in grado di effettuare i conteggi) senza alcuna priorità in ogni caso, il credito che non ha trovato capienza nel termine indicato è utilizzabile con il versamento successivo (Ris. 70/1988) 12

13 Il limite massimo dei crediti di imposte e contributi che possono essere utilizzati in compensazione esterna è di ,90 Euro nell anno solare Il limite di Euro ,90 annuo non è intaccato: dalle c.d. compensazioni interne, vale a dire dalle compensazioni effettuate nell ambito della stessa imposta dai crediti d imposta agevolati Compensazione orizzontale Le ritenute alla fonte versate in eccesso dal sostituto d imposta possono essere compensate In particolare, il sostituto t d imposta può recuperare eventuali versamenti in eccesso: scomputando l eccedenza dai versamenti successivi di ritenute dello stesso periodo d imposta (fino al 31 dicembre dello stesso periodo d imposta) recuperando l eccedenza sui versamenti del successivo periodo d imposta (anche in compensazione orizzontale) chiedendo il rimborso attraverso la dichiarazione del sostituto d imposta 13

14 In via generale, il credito non compensato che residua può, a sua volta, essere chiesto a rimborso: se residua nel limite del tetto annuo, tramite conto fiscale (richiesta all agente della riscossione) nei modi ordinari, se l importo dei crediti è superiore al limite annuo di compensazione In caso di credito per Iva, annuale o periodica, superiore a , 000 l utilizzo lutilizzo in compensazione può essere effettuato in via esclusiva solo dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della relativa dichiarazione annuale o dell apposita istanza da cui emerge il credito periodico con l ulteriore obbligo di apporre il visto di conformità sulla dichiarazione annuale Iva se si intendono utilizzare crediti superiori a

15 Se contemporaneamente sussistono debiti iscritti a ruolo per tributi erariali e accessori ( sanzioni, interessi, aggi e altre spese collegate, quali quelle di notifica o relative alle procedure esecutive) per più di 1.500, la compensazione è vietata fino alla concorrenza dell importo dei citati debiti per i quali è scaduto il termine di pagamento Se la compensazione è effettuata violando il divieto si applica in genere la specifica sanzione pari al 50% dei debiti iscritti scaduti e non pagati fino a concorrenza dell ammontare indebitamente compensato Sono compensabili anche le imposte versate a seguito del ravvedimento nonché le sanzioni nei casi di liquidazione automatica e controllo formale della dichiarazione, accertamento con adesione, conciliazione giudiziale, definizione per mancata impugnazione, ravvedimento, definizione agevolata delle sanzioni Se si pone in compensazione un credito non spettante è possibile utilizzare l istituto del ravvedimento 15

16 La compensazione dei debiti d imposta con crediti non spettanti ti o inesistentii ti per un importo superiore a Euro con riferimento al singolo periodo d imposta è punita con la reclusione da sei mesi a due anni (art. 10 quater, D.lgs. n. 74/2000) Modalità di pagamento I versamenti si effettuano, al netto della compensazione, a qualsiasi sportello di Equitalia s.p.a. situato nel territorio nazionale a qualsiasi banca delegata a qualsiasi ufficio postale abilitato Il versamento tramite Internet è obbligatorio dal 1^ ottobre 2006 per i versamenti effettuati tramite modello F24 da parte dei soggetti titolari di partita Iva E possibile procedere al versamento tramite intermediari abilitati 16

17 Modalità di pagamento Versamento minimo : Ires risultante dalle dichiarazioni non va versata fino a Euro 12 ritenute alla fonte: l importo minimo non può essere inferiore per ogni codice tributo a Euro 1,03 (Gli importi delle ritenute trattenuti e non versati perché inferiori vanno versati cumulativamente entro il 16 gennaio dell anno successivo) per l Iva periodica non va versato l importo minimo di Euro 25,82 per l Iva annuale non va versato l importo minimo di Euro 10,33 Modello F24 Va presentato anche quando mostra un saldo ugualeazero Il saldo finale non può essere negativo perché l importo massimo dei crediti da utilizzare in compensazione non può superare l ammontare dei debiti indicati nelle varie sezioni del modello 17

18 Mod. F24 Ad ogni singola scadenza si può ripartire il pagamento delle somme utilizzando modelli distinti Il modello si utilizza obbligatoriamente in tre copie e può essere scaricato gratuitamente dal sito Internet e Il modello prevede la possibilità di indicare gli importi da versare con l arrotondamento al centesimo di Euro I decimali vanno sempre indicati anche se gli importi sono all unità In tal caso dopo la virgola si indicano due zeri Mod. F24 In base alla Circolare Ag. Entrate 21 dicembre 2001 n. 106 nel modello F24: devono essere riportati gli importi in unità di Euro ( con i due decimali pari a zero) se si tratta di importi che scaturiscono da una dichiarazione fiscale devono essere indicati gli importi al centesimo di Euro quando non scaturiscono da una dichiarazione fiscale 18

19 Mod. F24 Per gli importi che scaturiscono da una dichiarazione fiscaleoccorre distingueretra: a) importi che scaturiscono da una dichiarazione fiscale, ma che necessitano di un elaborazione (importi per i quali è necessario un calcolo successivo, quali gli importi per acconti, per rate, per ravvedimento). In tal caso, gli importi devono essere arrotondati al centesimo dieuroe e così indicati nel mod. F24. Qualora tali valori debbano essere indicati in dichiarazione dovranno essere arrotondati all unità di Euro secondo le regole generali Mod. F24 b) importi che scaturiscono da una dichiarazione fiscale e non necessitano di successive rielaborazioni (ad esempio credito Ires) Tali importi vanno indicati nel mod. F24 in unità di Euro I versamenti periodici Iva vanno invece riportati nel mod. F24 al centesimo di Euro, senza procedere ad alcun arrotondamento 19

CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE

CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE Versamenti I versamenti a saldo risultanti dalla dichiarazione, compresi quelli relativi al primo acconto IRES, devono essere eseguiti entro

Dettagli

VERSAMENTI - RATEAZIONE - COMPENSAZIONE

VERSAMENTI - RATEAZIONE - COMPENSAZIONE VERSAMENTI - RATEAZIONE - COMPENSAZIONE TERMINI E MODALITÀ DI VERSAMENTO NOVITÀ 2015 RATEAZIONE COMPENSAZIONE VERSAMENTO DI IMPOSTA DA CONTRIBUENTI NON RESIDENTI Il versamento delle imposte deve essere

Dettagli

SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016

SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016 SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016 1. Importi da versare a saldo e primo acconto dell Irpef 2. Termini di versamento e modalità di versamento 3. Rateazione Il saldo Irpef e relative addizionali risultanti

Dettagli

ACCONTO DI NOVEMBRE (AVV. MAURIZIO VILLANI)

ACCONTO DI NOVEMBRE (AVV. MAURIZIO VILLANI) STUDIO LEGALE TRIBUTARIO Avv. MAURIZIO VILLANI PATROCINANTE IN CASSAZIONE VIA CAVOUR, 56 TEL. 0832 247510 73100 LECCE LECCE, 10/11/2004 ACCONTO DI NOVEMBRE (AVV. MAURIZIO VILLANI) Il 30 novembre p.v. scade

Dettagli

Circolare N. 34 del 5 Marzo 2015

Circolare N. 34 del 5 Marzo 2015 Circolare N. 34 del 5 Marzo 2015 Saldo IVA 2014: alla cassa il prossimo 16.03.2015 per chi presenta la dichiarazione in forma autonoma Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che i soggetti

Dettagli

MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017

MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017 Circolare informativa per la clientela n. 19/2017 del 25 maggio 2017 MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017 1. Obbligo di versamento 2. Individuazione dell importo da versare

Dettagli

IL VERSAMENTO DEL SALDO 2016 E DELL ACCONTO 2017 DELLE IMPOSTE

IL VERSAMENTO DEL SALDO 2016 E DELL ACCONTO 2017 DELLE IMPOSTE IL VERSAMENTO DEL SALDO 2016 E DELL ACCONTO 2017 DELLE IMPOSTE In applicazione dei nuovi termini di versamento introdotti dal Decreto Collegato alla Finanziaria 2017, entro il prossimo 30.6.2017 ovvero

Dettagli

Compensazioni Vincoli e nuovi chiarimenti Sportello Equitalia

Compensazioni Vincoli e nuovi chiarimenti Sportello Equitalia Compensazioni Vincoli e nuovi chiarimenti Sportello Equitalia 1 /31 Compensazioni crediti Iva Dal 1 gennaio 2010 sono stati introdotti nuovi vincoli all utilizzo in compensazione orizzontale dei crediti

Dettagli

Scadenze fiscali: MAGGIO 2011

Scadenze fiscali: MAGGIO 2011 Scadenze fiscali: MAGGIO 2011 data soggetti adempimento modalità codici tributo lunedì 2 soggetti iva che effettuano operazioni con operatori economici aventi sede, residenza o domicilio negli Stati o

Dettagli

N. 75 FISCAL NEWS. Saldo Iva

N. 75 FISCAL NEWS. Saldo Iva a cura di Antonio Gigliotti N. 75 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale Saldo Iva 2009 25.02.2010 Categoria Sottocategoria Entro il prossimo 16.3 i soggetti tenuti alla presentazione

Dettagli

Nuovo Modello F24: ulteriori istruzioni e nuovi codici tributo per il pagamento di somme dovute per i vari istituti conciliativi

Nuovo Modello F24: ulteriori istruzioni e nuovi codici tributo per il pagamento di somme dovute per i vari istituti conciliativi Pag. 2334 n. 17/2000 29/04/2000 Nuovo Modello F24: ulteriori istruzioni e nuovi codici tributo per il pagamento di somme dovute per i vari istituti conciliativi Circolare del Ministero delle Finanze -

Dettagli

Ai gentili Clienti Loro sedi C IRCOLARE I NFORMATIVA N. 14/2017 OGGETTO: 730 SENZA SOSTITUTO: LE SCADENZE DEI VERSAMENTI IRPEF.

Ai gentili Clienti Loro sedi C IRCOLARE I NFORMATIVA N. 14/2017 OGGETTO: 730 SENZA SOSTITUTO: LE SCADENZE DEI VERSAMENTI IRPEF. Ai gentili Clienti Loro sedi C IRCOLARE I NFORMATIVA N. 14/2017 OGGETTO: 730 SENZA SOSTITUTO: LE SCADENZE DEI VERSAMENTI IRPEF Premessa Ci stiamo sempre di più avvicinando alla scadenza del 7 luglio, data

Dettagli

LE SCADENZE DI LUGLIO 2012

LE SCADENZE DI LUGLIO 2012 LE SCADENZE DI 2012 2 lunedì sa (termine ordinariamente in scadenza il giorno 30 giugno che in questo anno cade di sabato) gli Enti non commerciali, associazioni o altre organizzazioni non commerciali,

Dettagli

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il relativi all anno 2007;

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il relativi all anno 2007; PROSPETTO ST - ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il 12.01.2008 relativi all anno 2007; - versamenti effettuati entro marzo 2008 relativi alle operazioni di conguaglio di fine anno

Dettagli

Circolari per la clientela

Circolari per la clientela Circolari per la clientela Circolare n. 23 del 12 settembre 2014 Presentazione dei modelli F24 - Estensione dell obbligo di utilizzare sistemi telematici dall 1.10.2014 Pag. 1 di 8 INDICE 1 Premessa...

Dettagli

2. AVVERTENZE GENERALI 1

2. AVVERTENZE GENERALI 1 2. AVVERTENZE GENERALI 1 2.1 REPERIBILITÀ DEI MODELLI - VERSAMENTI E RATEIZZAZIONI Reperibilità dei modelli I modelli di dichiarazione IVA e le relative istruzioni non vengono stampati dall amministrazione

Dettagli

CIRCOLARI EUTEKNE PER LA CLIENTELA 12 SETTEMBRE 20141

CIRCOLARI EUTEKNE PER LA CLIENTELA 12 SETTEMBRE 20141 Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 1 1 PREMESSA Con l art. 11 co. 2 del DL 24.4.2014 n. 66, conv. L. 23.6.2014 n. 89, sono stati previsti ulteriori limiti alle modalità

Dettagli

ACCONTI D IMPOSTA 2008

ACCONTI D IMPOSTA 2008 ACCONTI D IMPOSTA 2008 a cura Claudio Sabbatini ARGOMENTO Il mese di novembre, per molti contribuenti, costituisce un importante appuntamento per versare quanto dovuto a titolo di acconti di imposte. Le

Dettagli

STUDIO NEGRI E ASSOCIATI

STUDIO NEGRI E ASSOCIATI MODALITÀ DI PRESENTAZIONE MODELLI DI PAGAMENTO F24 MEMO OPERATIVO Si ricorda che, con l entrata in vigore del D.L. n.50/2017 (c.d. manovra correttiva ) dal 24/04/2017, sono state modificate le modalità

Dettagli

Risoluzione del Ministero delle Finanze - (RIS) n. 69 E del 24 maggio 2000

Risoluzione del Ministero delle Finanze - (RIS) n. 69 E del 24 maggio 2000 3/06/2000 MODELLO F24 CODICI TRIBUTO n. 22/2000 Pag. 2963 Compilazione del nuovo modello F24: nuove istruzioni e modifiche alle tabelle con i codici tributo per il pagamento delle somme dovute per i vari

Dettagli

AudiTaxLegal Co r p o r a t e & L e g a l A d v i s o r s

AudiTaxLegal Co r p o r a t e & L e g a l A d v i s o r s LE SCADENZE verde: scadenze confermate, blu: novità del 2017 16 GENNAIO 29 GENNAIO (slitta a lunedì 30) Modello integrativo Unico 2016 o Irap 2016 / Modifica del rimborso in credito d imposta I contribuenti,

Dettagli

OGGETTO: Il versamento del 7 luglio

OGGETTO: Il versamento del 7 luglio Informativa per la clientela di studio N. 106 del 02.07.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Il versamento del 7 luglio Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo Vi informiamo

Dettagli

Studio D Alessio commercialisti

Studio D Alessio commercialisti commercialisti Circolare informativa Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 Via Roccatagliata Ceccardi 2 16121 Genova Tel. 010 589.219-564.779 Fax 010 582.956-580.981

Dettagli

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il ;

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il ; PROSPETTO ST Dati relativi a: - ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il 12.01.2007; - ritenute operate in sede di conguaglio di fine anno 2006 effettuato entro il 28.02.2007;

Dettagli

studio associato zaniboni

studio associato zaniboni N. protocollo: 35/2010 30 Dicembre 2010 Oggetto: SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2010 AL 15 DICEMBRE 2010 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 al 15 dicembre 2010, con il commento dei termini

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012

Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012 Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

DELEGA IRREVOCABILE A: AGENZIA PER L ACCREDITO ALLA TESORERIA COMPETENTE. comune (o Stato estero) di nascita. anno di riferimento

DELEGA IRREVOCABILE A: AGENZIA PER L ACCREDITO ALLA TESORERIA COMPETENTE. comune (o Stato estero) di nascita. anno di riferimento genzia ntrate MODELLO DI PAGAMENTO UNIFICATO CONTRIBUENTE CODICE FISCALE DATI ANAGRAFICI cognome denominazione o ragione sociale data di nascita sesso (M o F) giorno mese anno DELEGA IRREVOILE A: AGENZIA

Dettagli

SCADENZIARIO MESE DI OTTOBRE 2016

SCADENZIARIO MESE DI OTTOBRE 2016 SCADENZIARIO MESE DI OTTOBRE 2016 17/10/2016 Sostituti d'imposta: versamento ritenute operate nel mese precedente RITENUTE FISCALI - 1. Cosa: Versamento della rata dell'addizionale regionale dell'irpef

Dettagli

CIRCOLARE N 9/2011. Divieto di compensazione in presenza di ruoli scaduti

CIRCOLARE N 9/2011. Divieto di compensazione in presenza di ruoli scaduti Consulenza fiscale, amministrativa e societaria P.le Martesana, 10-20128 Milano - Tel. (02) 2552761 r.a. - Fax. (02) 2552692 E MAIL studio.professionale@apiesse.com www.apiesse.com Via Gola, 4-20038 Seregno

Dettagli

Scadenzario fiscale Luglio 2016

Scadenzario fiscale Luglio 2016 Scadenzario fiscale Luglio 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenze con data variabile Nel corso del mese scade: Tutti i termini di versamento e

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 LUGLIO 2013 AL 15 AGOSTO 2013

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 LUGLIO 2013 AL 15 AGOSTO 2013 Occhio alle scadenze Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 LUGLIO 2013 AL 15 AGOSTO 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 agosto 2013, con il commento dei termini di prossima

Dettagli

ALLEGATO 2. (Modello F24 Accise)

ALLEGATO 2. (Modello F24 Accise) ALLEGATO 2 (Modello F24 Accise) genzia ntrate MODELLO DI PAGAMENTO UNIFICATO CONTRIBUENTE CODICE FISCALE DATI ANAGRAFICI cognome denominazione o ragione sociale data di nascita sesso (M o F) giorno mese

Dettagli

Scadenze fiscali: MAGGIO 2012

Scadenze fiscali: MAGGIO 2012 Scadenze fiscali: MAGGIO 2012 data soggetti adempimento modalità codici tributo 2 contraenti di contratti di locazione che non hanno optato per il regime della cedolare secca versamento imposta di registro

Dettagli

Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall

Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE LEGALE COMO 17.9.2014 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

Fiscal News N. 78. Dichiarazione Iva autonoma anche dopo il 28 Febbraio. La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News N. 78. Dichiarazione Iva autonoma anche dopo il 28 Febbraio. La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 78 17.03.2014 Dichiarazione Iva autonoma anche dopo il 28 Febbraio Dubbi per chi presenta la Dichiarazione Iva in forma autonoma per scelta, e

Dettagli

VERSAMENTO del SALDO IVA RELATIVO al 2010

VERSAMENTO del SALDO IVA RELATIVO al 2010 Circolare informativa per la clientela n. 7/2011 del 24 febbraio 2011 VERSAMENTO del SALDO IVA RELATIVO al 2010 In questa Circolare 1. Versamento del saldo Iva 2010 Modalità 2. Differimento del versamento

Dettagli

Scadenze fiscali: AGOSTO 2011

Scadenze fiscali: AGOSTO 2011 Scadenze fiscali: AGOSTO 2011 data soggetti adempimento modalità codici tributo lunedì 1 titolari di contratti di locazione che non hanno optato per il regime della cedolare secca versamento imposta di

Dettagli

Studio Denti & Associati Via Aspromonte 55 Nuoro

Studio Denti & Associati Via Aspromonte 55 Nuoro Egr. Clienti Loro sedi Nuoro, 07 novembre 2016 OGGETTO: Acconti d imposta 2016. Entro il prossimo mercoledì 30 novembre 2016 andrà versata la seconda rata d acconto relativa alle imposte sui redditi ed

Dettagli

Scadenzario fiscale Settembre 2017

Scadenzario fiscale Settembre 2017 Scadenzario fiscale Settembre 2017 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenze con data variabile Nel corso del mese scade: Tutti i termini di versamento

Dettagli

GLI INCONTRI DEL CENTRO STUDI COMPENSAZIONI MODELLO F Data 20 febbraio 2018 RELATORE CdL Marta Giovannini

GLI INCONTRI DEL CENTRO STUDI COMPENSAZIONI MODELLO F Data 20 febbraio 2018 RELATORE CdL Marta Giovannini GLI INCONTRI DEL CENTRO STUDI COMPENSAZIONI MODELLO F24 2018 Data 20 febbraio 2018 RELATORE CdL Marta Giovannini ART.3 DECRETO 50/2017 (C.D. MANOVRA CORRETTIVA) Con l entrata in vigore dell art. 3 e quindi

Dettagli

L agenda dei pagamenti di Unico 2013, Irap 2013, Iva 2013 e della prima rata Imu

L agenda dei pagamenti di Unico 2013, Irap 2013, Iva 2013 e della prima rata Imu L agenda di Unico, Imu e degli altri pagamenti del Pag. n. 1 L agenda dei pagamenti di Unico, Irap, Iva e della prima rata Imu A CURA DI SALVINA MORINA E TONINO MORINA Persone fisiche, società di persone,

Dettagli

Scadenze fiscali: DICEMBRE 2017

Scadenze fiscali: DICEMBRE 2017 Scadenze fiscali: DICEMBRE 2017 1 DICEMBRE 2017 PARTI CONTRAENTI DI CONTRATTI DI LOCAZIONE E AFFITTO CHE NON ABBIANO OPTATO PER IL REGIME DELLA "CEDOLARE SECCA " Versamento dell'imposta di registro sui

Dettagli

Scadenze fiscali: OTTOBRE 2011

Scadenze fiscali: OTTOBRE 2011 Scadenze fiscali: OTTOBRE 2011 data soggetti adempimento modalità codici tributo titolari di contratti di locazione che hanno esercitato l opzione per il regime della cedolare secca ed hanno optato per

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

Scadenze fiscali: LUGLIO 2011

Scadenze fiscali: LUGLIO 2011 Scadenze fiscali: LUGLIO 2011 data soggetti adempimento modalità codici tributo mercoledì persone fisiche, società semplici, società di persone ovvero persone fisiche che partecipano a società soggette

Dettagli

Periodico informativo n. 122/2016

Periodico informativo n. 122/2016 Periodico informativo n. 122/2016 Promemoria scadenze rate saldo imposte 2015 e I acconto 2016 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento intendiamo fornirle un riepilogo schematico delle scadenze

Dettagli

Unico 2012: attenzione alle compensazioni

Unico 2012: attenzione alle compensazioni Unico 2012: attenzione alle compensazioni Celeste Vivenzi in F24 telematico, IVA, Modello UNICO Premessa generale Nella compilazione del modello Unico 2012 ci si imbatte frequentemente con la problematica

Dettagli

Altri limiti alle compensazioni. Tavecchio & Associati Dottori Commercialisti - Revisori Contabili. Milano, 13 Ottobre Spettabile Cliente

Altri limiti alle compensazioni. Tavecchio & Associati Dottori Commercialisti - Revisori Contabili. Milano, 13 Ottobre Spettabile Cliente Tavecchio & Associati Dottori Commercialisti - Revisori Contabili ANDREA TAVECCHIO MASSIMO CALDARA ELISABETTA DE LORENZI GERARDO CAVALIERE GIOVANNI LURANI CERNUSCHI FABIO GALLIANI PAOLA RADAELLI Milano,

Dettagli

STUDIO PROFESSIONALE DOTT.MARCO BETTAZZI DOTT.GIAMPIERO LUCHETTI

STUDIO PROFESSIONALE DOTT.MARCO BETTAZZI DOTT.GIAMPIERO LUCHETTI STUDIO PROFESSIONALE DOTT.MARCO BETTAZZI DOTT.GIAMPIERO LUCHETTI DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI E REVISORI CONTABILI Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 AGOSTO AL 15 SETTEMBRE 10 Di seguito evidenziamo

Dettagli

CIRCOLARE GIUGNO 2017

CIRCOLARE GIUGNO 2017 CIRCOLARE GIUGNO 2017 OGGETTO: Differimento del versamento del saldo IVA - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate 1 PREMESSA A seguito dell abolizione della dichiarazione unificata dei redditi e IVA a

Dettagli

studio associato zaniboni

studio associato zaniboni N. protocollo: 56/2011 10 2011 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2011 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 al 15 novembre 2011, con il commento dei termini di

Dettagli

OGGETTO: 730 e utilizzo del credito Irpef in compensazione

OGGETTO: 730 e utilizzo del credito Irpef in compensazione Informativa per la clientela di studio Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: 730 e utilizzo del credito Irpef in compensazione Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo

Dettagli

Ai gentili Clienti dello Studio

Ai gentili Clienti dello Studio INFORMATIVA N. 11 / 2017 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2017 Si ricordano le seguenti novità : 1. TITOLARI PARTITA IVA MODALITA DI VERSAMENTO MODELLO F24

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 58 15.07.2014 Adeguamento agli studi di settore in Unico Categoria: Studi di settore Sottocategoria: Varie Al fine di evitare il rischio di

Dettagli

Lettera per il Cliente 4 novembre 2016 RICALCOLO ACCONTI D IMPOSTA 2016

Lettera per il Cliente 4 novembre 2016 RICALCOLO ACCONTI D IMPOSTA 2016 Lettera per il Cliente 4 novembre 2016 RICALCOLO ACCONTI D IMPOSTA 2016 [Carta intestata dello Studio] Spett.le [Fare clic qui e digitare] [Fare clic qui e digitare la sede] [Fare clic qui e digitare luogo

Dettagli

agevolata dei carichi inclusi in ruoli affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016 (cd. rottamazione delle cartelle ).

agevolata dei carichi inclusi in ruoli affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016 (cd. rottamazione delle cartelle ). Circolare n : 41/2016 Oggetto: La rottamazione delle cartelle esattoriali Sommario: L art. 6 del Decreto Legge 22/10/2016 n. 193 ha introdotto la definizione agevolata dei carichi inclusi in ruoli affidati

Dettagli

GLI ACCONTI DI NOVEMBRE

GLI ACCONTI DI NOVEMBRE Circolare N. 81 Area: ADEMPIMENTI Periodico plurisettimanale 16 novembre 2010 GLI ACCONTI DI NOVEMBRE Entro il prossimo 30 novembre va effettuato il versamento della seconda o unica rata di acconto delle

Dettagli

Articolo 20 comma 1 regolamento delle entrate del comune di Torino.

Articolo 20 comma 1 regolamento delle entrate del comune di Torino. Articolo 20 comma 1 regolamento delle entrate del comune di Torino. Il modello F24 consente ai contribuenti di versare con un unico modello oltre alle imposte erariali (irpef, iva etc) e ai contributi

Dettagli

Il blocco alla compensazione dei crediti erariali

Il blocco alla compensazione dei crediti erariali Il blocco alla compensazione dei crediti erariali di Lelio Cacciapaglia 1 Normativa e prassi di riferimento in ordine cronologico Riferimento Contenuto in sintesi DL 78/10 art. 31 Divieto compensazione

Dettagli

Scadenzario fiscale. Aprile In evidenza questo mese. Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni

Scadenzario fiscale. Aprile In evidenza questo mese. Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenzario fiscale Aprile 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli elenchi

Dettagli

Compensazione dei crediti fiscali: la guida all utilizzo

Compensazione dei crediti fiscali: la guida all utilizzo Compensazione dei crediti fiscali: la guida all utilizzo Guida alle regole applicative per la compensazione dei crediti fiscali: credito Iva annuale e trimestrale e crediti relativi alle imposte dirette.

Dettagli

Scadenzario fiscale Agosto 2016

Scadenzario fiscale Agosto 2016 Scadenzario fiscale Agosto 2016 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenze con data variabile Nel corso del mese scade: Tutti i termini di versamento

Dettagli

Modello 730 presentato al CAF LE OPERAZIONI DI CONGUAGLIO. AF n. 09/2013. Dalla nostra NewsLetter di maggio 2013

Modello 730 presentato al CAF LE OPERAZIONI DI CONGUAGLIO. AF n. 09/2013. Dalla nostra NewsLetter di maggio 2013 AF n. 09/2013 Dalla nostra NewsLetter di maggio 2013 Agenzia Entrate Circolare 14/E - Modello 730/2013 - Redditi 2012 - Assistenza fiscale prestata dai sostituti di imposta, dai Centri di assistenza fiscale

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 AGOSTO 2013 AL 15 SETTEMBRE 2013

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 AGOSTO 2013 AL 15 SETTEMBRE 2013 Occhio alle scadenze Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 AGOSTO 13 AL 15 SETTEMBRE 13 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 13 al 15 settembre 13, con il commento dei termini di prossima

Dettagli

OGGETTO: Modello Redditi Persone Fisiche: le principali scadenze

OGGETTO: Modello Redditi Persone Fisiche: le principali scadenze Informativa per la clientela di studio N. 6 del 24.05.2017 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Modello Redditi Persone Fisiche: le principali scadenze Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 287 27.09.2016 Unico 2016: il recupero dei pagamenti eccedenti Categoria: Unico Sottocategoria: Dichiarazione Il contribuente che effettua un

Dettagli

Scadenzario fiscale Luglio 2017

Scadenzario fiscale Luglio 2017 Scadenzario fiscale Luglio 2017 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenze con data variabile Nel corso del mese scade: Tutti i termini di versamento

Dettagli

S C A D E N Z A R I O O T T O B R E

S C A D E N Z A R I O O T T O B R E S C A D E N Z A R I O O T T O B R E 2 0 1 6 01.10.16 IMPOSTA DI REGISTRO - CONTRATTI DI LOCAZIONE ED AFFITTO DI BENI IMMOBILI - VERSAMENTO IMPOSTA (2%-1%): termine ultimo per il versamento dell'imposta

Dettagli

OGGETTO: Versamento imposte di UNICO PF 2013 e rateizzazioni

OGGETTO: Versamento imposte di UNICO PF 2013 e rateizzazioni Roma,31/07/ Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Versamento imposte di UNICO PF e rateizzazioni Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza del

Dettagli

CIRCOLARE SPECIALE DIFFERIMENTO TERMINI SCADENTI DAL 1 AL 20 AGOSTO 2011

CIRCOLARE SPECIALE DIFFERIMENTO TERMINI SCADENTI DAL 1 AL 20 AGOSTO 2011 CIRCOLARE SPECIALE DIFFERIMENTO TERMINI SCADENTI DAL 1 AL 20 AGOSTO 2011 Vicenza, Luglio 2011 Con la presente circolare, lo studio desidera informare e aggiornare i Signori Clienti in merito al differimento

Dettagli

CIRCOLARE N. 39/2017. Scadenza Adempimento. Oggetto: VERSAMENTO DEL SECONDO ACCONTO IRPEF, IRES ED IRAP PREMESSA

CIRCOLARE N. 39/2017. Scadenza Adempimento. Oggetto: VERSAMENTO DEL SECONDO ACCONTO IRPEF, IRES ED IRAP PREMESSA Dott. Sandro Guarnieri Dott. Marco Guarnieri Dott. Corrado Baldini A tutti i sigg.ri Clienti Loro sedi Dott.ssa Clementina Mercati Dott.ssa Sara Redeghieri Dott. Paolo Caprari Dott.ssa Elisa Cattani Reggio

Dettagli

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 LUGLIO 2014 AL 15 AGOSTO 2014

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 LUGLIO 2014 AL 15 AGOSTO 2014 Principali scadenze 1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 LUGLIO 2014 AL 15 AGOSTO 2014 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 15 agosto 2014, con il commento dei termini di prossima scadenza.

Dettagli

FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/2017) Torino, lì 23 maggio 2017

FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/2017) Torino, lì 23 maggio 2017 23 MGGIO 1 FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/) Torino, lì 23 maggio Relatore: Andrea Gippone - Commercialista 2 TERMINI DI PRESENTAZIONE

Dettagli

2.Reddito imponibile 3. Rateizzazione. 4. Compensazione. 5. Quadro "RR" del modello UNICO Termini e modalità di versamento.

2.Reddito imponibile 3. Rateizzazione. 4. Compensazione. 5. Quadro RR del modello UNICO Termini e modalità di versamento. Direzione Centrale delle Entrate Contributive Roma, 11 Giugno 2004 Circolare n. 93 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

che scadono di sabato o di giorno festivo sono prorogati di diritto al primo giorno lavorativo successivo

che scadono di sabato o di giorno festivo sono prorogati di diritto al primo giorno lavorativo successivo Scadenzario fiscale Aprile 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli elenchi

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 30 novembre 2011

Principali scadenze dal 16 al 30 novembre 2011 Principali scadenze dal 16 al 30 novembre 2011 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

Roma, 23 Novembre Prot. n. 630 /2010/AR/SS/GN. AI CORRISPONDENTI C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n.: 28/2010

Roma, 23 Novembre Prot. n. 630 /2010/AR/SS/GN. AI CORRISPONDENTI C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n.: 28/2010 C.A.F. UIL S.P.A. CENTRO ASSISTENZA FISCALE DELLA UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE LEGALE VIA DI SAN CRESCENZIANO, 25 00199 ROMA TELEFONO 06/86.22.631 TELEFAX 06/86.22.63.33 E-MAIL cafuil@cafuil.it CAPITALE

Dettagli

La dichiarazione del contribuente: modello 730

La dichiarazione del contribuente: modello 730 La dichiarazione del contribuente: modello 730 La dichiarazione del contribuente: modello 730 a cura di Studio Associato Paola Sanna e Luca Vichi Entro il prossimo 30 aprile il lavoratore dipendente e

Dettagli

AGENDA SCADENZE o per il quarto trimestre GENNAIO 2018

AGENDA SCADENZE o per il quarto trimestre GENNAIO 2018 16 GENNAIO AGENDA SCADENZE a cura di Salvina Morina e Tonino Morina calendario aggiornato nel mese di gennaio VERSAMENTO UNITARIO F24 (ritenute Iva - contributi previdenziali 25 GENNAIO Elenchi INTRASTAT

Dettagli

Scadenzario fiscale Agosto 2015

Scadenzario fiscale Agosto 2015 Scadenzario fiscale Agosto 15 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli elenchi

Dettagli

Le modalità di versamento del saldo Iva 2016

Le modalità di versamento del saldo Iva 2016 Ai gentili clienti Loro sedi Le modalità di versamento del saldo Iva 2016 Il termine di versamento del saldo IVA risultante dalla dichiarazione annuale non è più influenzato dalle modalità di presentazione

Dettagli

Scadenzario fiscale Ottobre 2016

Scadenzario fiscale Ottobre 2016 Scadenzario fiscale Ottobre 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli elenchi

Dettagli

LIMITI ALLA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA: I CHIARIMENTI DEFINITIVI

LIMITI ALLA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA: I CHIARIMENTI DEFINITIVI Circolare N. 05 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 22 gennaio 2010 LIMITI ALLA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA: I CHIARIMENTI DEFINITIVI Come noto, dal 1 gennaio 2010 l utilizzo in compensazione

Dettagli

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista 1/6 OGGETTO ACCONTO IRPEF ANNO 2015 PER LE PERSONE FISICHE CLASSIFICAZIONE DT ACCONTI II.DD 20.000.101 RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 2 DL 15.4.2002 N. 63; ART. 17 D.P.R. 7.12.2001 N. 435; L. 23.12.2000 N.

Dettagli

studio associato zaniboni

studio associato zaniboni N.protocollo: 14/2007 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2007 Data: 12 novembre 2007 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 novembre al 15 dicembre 2007, con il

Dettagli

SCADENZE DEL MESE DI AGOSTO 2011

SCADENZE DEL MESE DI AGOSTO 2011 SCADENZE DEL MESE DI AGOSTO 2011 Differimento termine al 22 in virtù della proroga concessa con DPCM 12/05/2011 A) ) Adempimenti con scadenza naturale a domenica 31 luglio e conseguente slittamento al

Dettagli

L art. 37, comma 49 del decreto legge 4 luglio 2006, n 223, convertito con

L art. 37, comma 49 del decreto legge 4 luglio 2006, n 223, convertito con Direzione centrale delle Entrate contributive Roma, 5 Giugno 2008 Circolare n. 64 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

La dichiarazione Iva autonoma e i limiti alla compensazione del credito Iva

La dichiarazione Iva autonoma e i limiti alla compensazione del credito Iva Numero 25/2014 Pagina 1 di 8 La dichiarazione Iva autonoma e i limiti alla compensazione del credito Iva Numero : 25/2014 Gruppo : IVA Oggetto : DICHIARAZIONE IVA AUTONOMA E CREDITO IVA Norme e prassi

Dettagli

Scadenzario fiscale Dicembre 2017

Scadenzario fiscale Dicembre 2017 Scadenzario fiscale Dicembre 2017 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenze con data variabile Nel corso del mese scade: Tutti i termini di versamento

Dettagli

Interconsult S.r.l. Compensazioni crediti tributari, aspetti contabili e fiscali

Interconsult S.r.l. Compensazioni crediti tributari, aspetti contabili e fiscali Napoli, 12 settembre 2014 A TUTTI GLI SPETTABILI CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE N. 8/2014 Compensazioni crediti tributari, aspetti contabili e fiscali La compensazione verticale Nel contesto di ogni singolo

Dettagli

LE OPERAZIONI DI CONGUAGLIO: COME E QUANDO

LE OPERAZIONI DI CONGUAGLIO: COME E QUANDO LE OPERAZIONI DI CONGUAGLIO: COME E QUANDO Le modalità ed i termini entro i quali il sostituto d imposta deve operare i conguagli nei confronti dei propri dipendenti che hanno presentato il modello 730

Dettagli

S C A D E N Z A R I O O T T O B R E

S C A D E N Z A R I O O T T O B R E n. 9 28.09.07 EC/46 S C A D E N Z A R I O O T T O B R E 2 0 0 7 01.10.07 IMPOSTE E TASSE Adempimenti con scadenza domenica 30 settembre 2007 Proroga al 1 ottobre 2007: si rammenta che il termine di scadenza

Dettagli

1. Termini e modalità di versamento. Direzione Centrale delle Entrate Contributive

1. Termini e modalità di versamento. Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale delle Entrate Contributive Roma, 7 Giugno 2005 Circolare n. 72 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

Comunicazione N Codice Atto N PEC:

Comunicazione N Codice Atto N PEC: Comunicazione N. 0044625616101 Codice Atto N. 07137551615 EMAIL PEC: ADMHANDLINGSRL@PEC.IT C.F. 02509030603 VIA SAN PASQUALE 38/A 03043 CASSINO FR Spett.le Contribuente, ogni anno l Agenzia delle Entrate

Dettagli

Tabella scadenze fiscali settembre dicembre 2017

Tabella scadenze fiscali settembre dicembre 2017 Tabella scadenze fiscali settembre dicembre 2017 Adempimento 18 Settembre 2017 Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA del II trimestre 2017 28 Settembre 2017 Comunicazione dei dati delle

Dettagli

SCADENZE PARTICOLARI. Registrazioni contabili associazioni sportive dilettantistiche

SCADENZE PARTICOLARI. Registrazioni contabili associazioni sportive dilettantistiche Circolare n 11 Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2011 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 al 15 dicembre 2011, con il commento

Dettagli

1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Rateizzazione. 4. Quadro RR del modello UNICO Compensazione.

1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Rateizzazione. 4. Quadro RR del modello UNICO Compensazione. Direzione Centrale delle Entrate Contributive Roma, 12 Giugno 2007 Circolare n. 92 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF

19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF 19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF ATTENZIONE Il presente quadro non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle con ordinamento autonomo. Il quadro

Dettagli

Scadenzario fiscale Febbraio 2016

Scadenzario fiscale Febbraio 2016 Scadenzario fiscale Febbraio 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli

Dettagli

Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24

Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24 Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24 Considerazioni dopo un anno di applicazione della nuova norma 2015 Studio Tributario e Societario 1

Dettagli