INDICE. Gestione energia MY HOME 235

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. Gestione energia MY HOME 235"

Transcript

1 234 MY HOME Gestione energia

2 INDICE MY HOME Termoregolazione Caratteristiche generali Norme generali di installazione Schemi di collegamento Configurazione Gestione energia MY HOME 23

3 CaratteristiCHE GENERali La termoregolazione MY HOME si può utilizzare: Quando l impianto è predisposto per la gestione a zone Un impianto è predisposto per Cucina Bagno Camera la gestione a zone, quando sul collettore di distribuzione è possibile installare le elettrovalvole per la gestione di ogni singola zona. Ingresso Soggiorno Elettrovalvole Collettore Esempio di impianto diviso a Zone con riscaldamento a pannelli radianti Cucina Bagno Camera da letto Collettore Soggiorno Cassetta Quando le elettrovalvole utilizzate sono: Le elettrovalvole che gestiscono le zone possono essere di due tipi:. Con contatti ON/ 2. Con contatti apri/chiudi L impianto di termoregolazione MY HOME può gestire anche le pompe di circolazione (vedi figura 3). AVVERTENZA: le valvole miscelatrici gestite direttamente dall impianto termoregolazione MY HOME; necessitano di una centralina esterna fornita dal costruttore di impianti a proporzionali non possono essere pannelli radianti (vedi figura 4). SI SI SI M M 236 MY HOME Gestione energia

4 In impianti con: Termosifoni Fan-coil Pannelli radianti Con impianti di: Riscaldamento Raffrescamento Entrambi Cucina Bagno Camera In impianti centralizzati con collettore di distribuzione per ogni UNITà ABITATIVA Negli impianti centralizzati se ogni Unità Abitativa è dotata di collettore Ingresso di distribuzione, è possibile: Installando in ingresso al collettore Soggiorno un contabilizzatore, misurare la quantità di calore utilizzata; Installando delle elettrovalvole gestire le diverse zone dell Unità Abitativa. Cucina Bagno Camera Collettore di distribuzione Ingresso Soggiorno Elettrovalvole di zona Contabilizzatore Caldaia centrale Esempio di impianto Centralizzato diviso a zone per più appartamenti. Gestione energia MY HOME 237

5 CARATTERISTICHE GENERALI I dispositivi L impianto di termoregolazione MY HOME è composto dai seguenti dispositivi: Alimentatore Centrale termoregolazione Sonde Attuatori Interfaccia contatti (OPZIONALE) Sonde: devono essere installate in ogni zona per permettere di rilevare la temperatura ambiente e di variare localmente la temperatura impostata in centrale. Alimentatore Centrale 99 zone Sonda zona Alimentatore: per sistemi MY HOME. Centrale termoregolazione: è l unità che consente di configurare l impianto, personalizzare i programmi e visualizzare informazioni. È presente a catalogo nella versione da incasso a 4 zone o nella versione da parete a 99 zone. Attuatore a 2 relè Attuatori: azionano le elettrovalvole e le pompe di circolazione. La scelta del numero e del tipo di attuatori dipende dalla tipologia di elettrovalvole installate e dalla loro disposizione nell impianto. 238 MY HOME Gestione energia

6 Sonda radio per temperatura esterna: misura la temperatura esterna ed invia il dato, tramite onde radio, all interfaccia ricevente e quindi alla centrale. Sonda radio esterna Sonda zona 2 Interfaccia radio sonda esterna Sonda zona 99 Local Display BUS Attuatore a 4 relè Interfaccia contatti Attuatori: per il controllo di elettrovalvole ON/ si utilizza un solo contatto, mentre per le elettrovalvole apri/ chiudi si sfrutta l interblocco di due relè. Utilizzando l attuatore a quattro relè è possibile controllare non solo l azionamento dei fan-coil, ma anche controllare in automatico le 3 velocità. Interfaccia Contatti: questo dispositivo è opzionale e rileva lo stato di apertura o chiusura degli infissi rilevando la condizione del contatto magnetico installato sul serramento. L informazione così ottenuta viene utilizzata dall impianto di termoregolazione MY HOME per spegnere la zona corrispondente all ambiente in cui si sono aperti serramenti. Questa funzione permette di cogliere ogni opportunità di risparmio energetico, evitando inutili dispersioni di energia verso l ambiente esterno, ad esempio durante i ricambi d aria. Gestione energia MY HOME 239

7 CARATTERISTICHE GENERALI I dispositivi Centrali termoregolazione Le due centrali di Termoregolazione consentono la gestione/ programmazione semplificata di tutto l impianto; è così possibile, grazie ad un menù guidato, scegliere la modalità di funzionamento, visualizzare la temperatura nelle varie zone e modificare i programmi giornalieri e settimanali. Nella centrale a 4 zone è integrata al suo interno una sonda che rappresenta già una zona, è quindi possibile collegare altre tre sonde per raggiungere il numero massimo di zone gestibili dal dispositivo. La centrale a 99 zone oltre a poter gestire impianti di termoregolazione sia in modalità riscaldamento che raffrescamento è in grado, grazie alla modalità scenari, di impostare temperature diverse nelle varie zone dell impianto con un unico comando (es. scenari donna delle pulizie ), gli scenari programmabili sono 6 per l inverno e 6 per l estate. Centrale 99 zone Local Display Controllo locale In ogni ambiente è presente una sonda per il rilevamento della temperatura che, nella versione a manopola, consente anche di controllare l impianto in modo semplice: Variare la temperatura di ± 3 C rispetto al valore impostato dalla centrale Centrale 4 zone Sonda con regolazione Gestire le modalità di funzionamento (; antigelo/ protezione termica e automatico) Comandare la velocità della ventola dei FAN-COIL Tutte queste funzioni possono essere effettuate anche utilizzando il Local Display, nuovo dispositivo di comando e controllo con tecnologia Touch Screen Oled, collegato ad una sonda. Programmazione da PC TiThermo e TiThermo Basic sono programmi che consentono all utente di programmare e configurare le centrali impostando e personalizzando i parametri legati all impianto di termoregolazione. I software consentono inoltre di aggiornare il firmware delle centrali tramite una funzione dedicata. Software Bticino 240 MY HOME Gestione energia

8 Video Station Perfetta integrazione con il sistema MY HOME Esempio di integrazione tra Termoregolazione e Automazione L impianto termoregolazione può essere integrato con Automazione My Home per la gestione tramite Touch Screen, Videostation e Video Display della temperatura nelle diverse zone dell abitazione. In particolare con il Touch Screen IP è possibile gestire non solo la temperatura nelle diverse zone ma anche funzioni che fino ad oggi venivano gestite solo dalla centrale (es. modalità settimanale, modalità scenari sonde esterne etc.) per ulteriori informazioni fare riferimento al Manuale Utente fornito a corredo con il Touch Screen IP. Touch Screen Esempio di integrazione tra Termoregolazione e Antifurto L integrazione dell impianto Termoregolazione con l Antifurto My Home permette di creare una funzione particolarmente utile ai fini del risparmio energetico, evitando inutili dispersioni di energia verso l ambiente esterno, ad esempio durante i ricambi d aria. In pratica, aprendo porte o finestre è possibile spegnere il riscaldamento della zona di termoregolazione che corrisponde all ambiente in cui si sono aperti i serramenti. Lo stato di apertura o chiusura dell infisso viene rilevato dal modulo interfaccia contatti dell impianto Antifurto che legge la condizione del contatto NC installato sul serramento e trasferisce l informazione all impianto Termoregolazione per le opportune azioni. Contatto magnetico Interfaccia contatti Termosifone spento Apertura finestra Centrale termoregolazione Gestione energia MY HOME 24

9 CARATTERISTICHE GENERALI Criteri di scelta dei dispositivi GUIDA ALLA SCELTA DELLE CENTRALI Nella seguente tabella vengono riassunte le funzioni disponibili con le due centrali. La scelta deve essere fatta in base alle caratteristiche dell impianto, è fondamentale preferire la centrale in base al numero di zone dell impianto idraulico, altri parametri di scelta possono essere la gestione dei contatti magnetici, il controllo remoto, ecc. Funzioni disponibili centrale 4 zone centrale 99 zone HC/HS/L/N/NT469, AM87 30 Numero massimo di zone 4 99 Controllo remoto Controllo locale (Touch Screen) Programmazione con TiThermo Basic Programmazione con TiThermo Gestione contatti magnetici Scenari Gestione Chiller Climaveneta 242 MY HOME Gestione energia

10 GUIDA ALLA SCELTA DEI DISPOSITIVI Nella seguente tabella vengono riassunti i vari tipi di impianto ed in base alle caratteristiche dello stesso vengono indicati i dispositivi necessari per gestirlo. tipo di impianto attuatore sonda HC/HS4692 L/N/NT4692 HC/HS4692FAN L/N/NT4692FAN HC/HS468 L/N/NT468 Termosifoni o pannelli radianti F430/2 F430/4 Gateway HC/HS4693 L/N/NT4693 In abbinamento con sonda da HC/HS4693, L/N/NT4693 o con sonda esterna 347 Impianto misto pannelli radianti con fan-coil Fan-coil normali Fan-coil CLIMAVENETA ATTENZIONE: proteggere le uscite dei relè degli attuatori con un magnetotermico da 0A, presente a catalogo BTDIN con F88NA/0. Gestione energia MY HOME 243

11 PRI: V~ 8 7 ma 0/60 Hz SCS: 27 Vdc 600 ma Norme GENERali di installazione Numero massimo di dispositivi, distanze massime e assorbimenti In un impianto possono essere gestiti fino ad un massimo di 99 indirizzi di zona. Per ogni zona è possibile gestire fino ad un massimo di nove indirizzi dedicati agli attuatori. Il numero massimo di dispositivi collegabili al BUS dipende anche dall assorbimento totale degli stessi e dalla distanza tra il punto di connessione e l alimentatore. L alimentatore può erogare fino a 200 ma (E46ADCN) o 600 ma (E49) ed il numero massimo dei dispositivi collegabili al BUS viene determinato sommando l assorbimento di tutti gli articoli e facendo in modo che il totale non superi la corrente erogabile dall alimentatore. Ai fini dei calcoli sopraindicati fare riferimento ai DATI TECNICI riportati nelle SCHEDE TECNICHE dei dispositivi. Nel calcolo degli assorbimenti è necessario considerare anche la disponibilità di corrente in funzione alla lunghezza del cavo BUS. Durante il dimensionamento rispettare quindi le seguenti regole: La lunghezza del collegamento fra l alimentatore e il dispositivo più distante non deve superare i 20 m; La lunghezza totale dei collegamenti non deve superare i 00 m; Ai fini di una ripartizione ottimale delle correnti sulla linea BUS è consigliabile porre l alimentatore in posizione intermedia. distanze massime del cavo bus A PRI A E49 E46ADCN B SCS B E Con alimentatore E46ADCN: A = 20 m max B = 20 m max A + B =00 m Corrente massima erogata dall alimentatore: 200 ma. Con alimentatore E49: A = 20 m max B = 20 m max A + B =00 m Corrente massima erogata dall alimentatore: 600 ma. NOTA: Se in alternativa al cavo bus L4669 viene utilizzato un cavo UTP le distanze indicate si dimezzano. 244 MY HOME Gestione energia

12 Modalità Espansione Fisica In impianti di grande estensione o con assorbimento in corrente superiore al limite dei 200 ma forniti dall alimentatore E46ADCN o 600 ma forniti dall alimentatore compatto E49, è necessario suddividere l impianto in più tratte connesse tra loro tramite l apposita interfaccia F422 configurata in modalità espansione fisica. È importante evidenziare che ogni tratta deve essere alimentata da un proprio alimentatore. Per realizzare la modalità espansione fisica è necessario configurare l interfaccia F422 inserendo il configuratore numerico N nella posizione MOD. Le posizioni I3 e I4 dell interfaccia dovranno essere configurate in funzione delle due modalità di impiego dell interfaccia stessa come di seguito indicato: Se si deve estendere un impianto a bus con soli dispositivi termoregolazione, le posizioni I3 e I4 dell interfaccia dovranno essere configurate con indirizzi I3= 9 e I4= 9 totalmente indipendenti dagli indirizzi dei dispositivi termoregolazione; Se si deve estendere un impianto a bus con dispositivi Automazione e termoregolazione, le posizioni I3 e I4 dovranno essere configurate in funzione della configurazione dei dispositivi Automazione presenti nei due impianti connessi tra loro. In riferimento all illustrazione, supponendo ad esempio che I3=3, I4=2: Sul bus di ingresso (IN) gli indirizzi dei dispositivi Automazione devono essere compresi tra A= / PL= e A=3 / PL=; Sul bus di uscita (OUT) gli indirizzi devono essere compresi tra A=3 / PL=3 e A=9 /PL=9 o all indirizzo della interfaccia successiva. È importante sottolineare che tutti i dispositivi termoregolazione presenti sulle tratte dell impianto dovranno essere configurati in modo totalmente indipendente dalla configurazione dei dispositivi Automazione. In ogni caso nessun dispositivo di automazione deve essere configurato con lo stesso indirizzo (A, PL) dell interfaccia F422 (I3, I4). A/PL = F422 OUT AR T.F422 OUT IN I = I2 = I3 = 3 I4 = 2 MOD = F422 OUT AR T.F422 I = I2 = I3 = I4 = 4 MOD = A/PL = 3 A/PL = 99 Gestione energia MY HOME 24

13 24h TEST AUX PROG AR T.F422 AR T.F422 AR T.F422 Norme generali di installazione Integrazione con altre funzioni I dispositivi della funzione termoregolazione possono condividere lo stesso cavo BUS delle altre applicazioni MY HOME di automazione e gestione energia (cavo grigio). Se uno stabile è gia predisposto con il BUS automazione o gestione energia è possibile quindi aggiungervi in qualsiasi punto dell impianto gli articoli termoregolazione, previa installazione di una scatola 03E per le centrali, di una o più scatole posizionate ad una altezza di, m per ogni sonda di temperatura e di un centralino con spazio adeguato per gli attuatori DIN.Quanto sopra, vale anche nel caso l impianto MY HOME pre-esistente sia caratterizzato da più impianti Automazione connessi tra loro mediante l impiego di interfacce F422 configurate nella modalità espansione logica. In caso di impianti con espansione logica non esiste nessun vincolo di installazione per i dispositivi di termoregolazione, che possono essere installati in qualsiasi punto dell impianto.pertanto, ai fini del corretto dimensionamento dell impianto, occorre solamente verificare la lunghezza dei collegamenti realizzati con il cavo BUS e gli assorbimenti totali dei dispositivi come prescritto nel presente documento. Per impianti in cui è presente anche la funzione di antifurto, la termoregolazione non deve essere installata sullo stesso bus dell antifurto, ma deve essere presente un interfaccia F422 tra i due bus. OUT OUT IN OUT OUT IN OUT 2 OUT S 3 4 P IN 246 MY HOME Gestione energia

14 Modalità di corretta installazione per centrale 4 zone, sonde e contatti magnetici La centrale 4 zone e le sonde devono essere installate ad un altezza di circa, metri da terra lontano da zone che possano influenzare la lettura della temperatura ambiente come finestre, fan-coil o termosifoni. Le sonde possono essere installate sia in normali contenitori da incasso che superficiali (solo per LIVING, TARATURA DELLA CENTRALE 4 ZONE E DELLE SONDE Le sonde e la Centrale 4 zone non necessitano normalmente di taratura; tuttavia, in particolari situazioni installative (pareti perimetrali, pareti con esposizione a nord o a sud, sorgenti di calore nelle vicinanze, etc.), il valore di temperatura da esse misurato può essere opportunamente corretto tramite l apposita funzione di taratura I contatti magnetici generalmente si installano nella parte alta degli infissi e nel punto più lontano dai cardini, in questo modo con piccole aperture si provoca l allontanamento del magnete dal contatto reed e la conseguente apertura del contatto stesso. I modelli a catalogo sono di tipo NC ed hanno anche una linea di protezione generalmente non impiegata in LIGHT, LIGHT TECH); l installazione superficiale può essere utile per risolvere il problema di impianti a,m prevista nel menù delle centrali. Prima di procedere con l operazione di taratura prestare attenzione alle seguenti indicazioni: Lasciare le sonde installate ed alimentate ad impianto idraulico spento per almeno 2 ore, facendo attenzione a non variare la temperatura dell ambiente (ad esempio aprendo/chiudendo termoregolazione, utile più che altro per prevenire manomissioni come il taglio dei cavi in impianti antifurto. Se nello stesso impianto MY HOME coesistono applicazioni di termoregolazione ed antifurto è possibile usufruire contemporaneamente gli stessi contatti magnetici per entrambe le funzioni. L interfaccia contatti, BUS preesistenti ma non predisposti ad ampliamenti. finestre, porte, etc.) e non sostando nelle loro vicinanze; Utilizzare per la taratura un termometro campione tarato, opportunamente posizionato all interno del locale. Per maggiori dettagli sulla procedura di taratura fare riferimento ai manuali di installazione delle centrali. opportunamente configurata è in grado di supportare ambedue le applicazioni. Durante l installazione dell impianto termoregolazione è consigliabile predisposizione e cablare anche la linea di protezione, prevedendo vantaggiosamente la possibilità di installare anche l antifurto. Per installazione da incasso 30, 30M, 30PB Per installazione a vista 3 Magnete Contatto Magnete Contatto Magnete Linea di protezione Contatto Linea di protezione Contatto Magnete Contatto NC Contatto NC Gestione energia MY HOME 247

15 ART.F430/2 ART.F430/2 ART.F430/2 ART.F430/2 Norme generali di installazione Disposizione delle elettrovalvole e degli attuatori L installazione tipica prevede di posizionare tutte le elettrovalvole Attuatori elettrovalvole Cassetta di derivazione sul collettore, raggruppate in una cassetta nel locale caldaia, in questo caso è consigliabile radunare in un centralino tutti gli attuatori ed Collettore idraulico installare quest ultimo vicino alla cassetta stessa. In abitazioni a più Elettrovalvole di zona piani questa soluzione può essere replicata per ogni piano. Cassetta IMPIANTI FAN-COIL In impianti a fan-coil l elettrovalvola può essere installata all interno del fan-coil stesso.in impianti a 2 tubi l elettrovalvola è una sola per entrambe le funzioni di riscaldamento e raffrescamento. In impianti a 4 tubi le elettrovalvole sono 2 e distinte per le singole funzioni di riscaldamento e raffrescamento. Installazione dell elettrovalvola in fan-coil a 2 tubi M Installazione dell elettrovalvola in fan-coil a 4 tubi M IMPIANTI PANNELLI RADIANTI In impianti a pannelli radianti è indispensabile installare, dopo la pompa, una valvola di miscelazione Valvola miscelatrice a tre vie Elettrovalvola di zona Attuatori Interruttore di protezione a tre vie in grado di miscelare l acqua in modo tale da non superare il limite massimo di temperatura impostato. La valvola di miscelazione viene gestita da una centralina fornita dal M costruttore di impianti a pannelli radianti. Ai pannelli radianti delle zone 230 Vac Agli altri dispositivi Alimentatore Pompa di circolazione Centralina gestione valvola miscelatrice 248 MY HOME Gestione energia

16 Schemi di COllegaMENTO Legenda simboli Per facilitare la lettura degli schemi presenti nelle pagine seguenti vengono riassunti i vari simboli utilizzati e la loro funzione. Simbolo generale valvola Termosifoni Radiatore elettrico Caldaia Elettrovalvola ON/ M Elettrovalvola Apri/Chiudi Pannelli radianti Fan-coil Refrigeratore (chiller) Valvola di non ritorno M Pompa Valvola di miscelazione a tre vie (*) (*) NOTA: negli impianti a pannelli radianti il compito di questa valvola è di miscelare l acqua in modo tale da non superare un certo limite di temperatura della stessa, e quindi del pavimento. Per questo motivo la valvola di miscelazione deve essere controllata da una centralina fornita dal costruttore di impianti a pannelli radianti. Gestione energia MY HOME 249

17 Schemi di collegamento Villa a 4 zone SCHEMA riscaldamento a termosifoni C4 C3 C3 C4 F430/4 ZONA 4 Elettrovalvola 4692 ZONA 3 Elettrovalvola 4692 BUS Elettrovalvola ZONA E46ADCN 8.0 C ZONA 23.7 C 3 : 38 Ven 07 Gen Elettrovalvola C 469 F430/2 L N Pompa di circolazione Caldaia 20 MY HOME Gestione energia

18 Configurazione centrale/sonda La centrale 4 zone HD/HC/HS/L/N/ 23.7 C 8.0 C 3 : 38 Ven 07 Gen C NT469 e AM87 oltre a gestire l intero impianto di termoregolazione ha al suo interno una sonda di temperatura integrata che deve essere configurata fisicamente come le altre sonde dell impianto. Per terminare correttamente le operazioni di configurazione dell impianto è necessario interagire con il menù Configura zone. In alternativa è possibile usufruire dell applicativo TiThermo Basic dedicato a questa versione di centrale, per queste operazioni riferirsi alla manualistica a corredo dei prodotti. Centrale/Sonda zona 0 - Configurazione sonde Sonda zona Sonda zona Sonda zona Configurazione attuatori Attuatore zone [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] 0 C3 C4 Attuatore pompa di circolazione [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] Gestione energia MY HOME 2

19 2 3 4 Schemi di collegamento Villa a 4 zone SCHEMA 2 riscaldamento a PANNELLI RADIANTI C4 C3 C3 C4 ZONA F430/4 ZONA BUS ZONA 2 E46ADCN 4692 ZONA 23.7 C 8.0 C 3 : 38 Ven 07 Gen C 469 F430/2 Centralina gestione valvola miscelatrice L N M Pompa di circolazione Caldaia Collettore distribuzione con elettrovalvole 22 MY HOME Gestione energia

20 Configurazione centrale/sonda 23.7 C 8.0 C 3 : 38 Ven 07 Gen C La centrale 4 zone HD/HC/HS/L/N/ NT469 e AM87 oltre a gestire l intero impianto di termoregolazione ha al suo interno una sonda di temperatura integrata che deve essere configurata fisicamente come le altre sonde dell impianto. Per terminare correttamente le operazioni di configurazione dell impianto è necessario interagire con il menù Configura zone. In alternativa è possibile usufruire dell applicativo TiThermo Basic dedicato a questa versione di centrale, per queste operazioni riferirsi alla manualistica a corredo dei prodotti. Centrale/Sonda zona 0 - Configurazione sonde Sonda zona Sonda zona Sonda zona Configurazione attuatori Attuatore zone [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] 0 C3 C4 Attuatore pompa di circolazione [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] Gestione energia MY HOME 23

21 2 3 4 Schemi di collegamento Villa a 4 zone SCHEMA 3 riscaldamento a PANNELLI RADIANTI E TERMOARREDO C3 C4 ZONA C 8.0 C C3 C4 38 : Ven 07 Gen C F430/4 ZONA BUS ZONA E46ADCN ZONA Centralina gestione valvola miscelatrice F430/2 F430/2 M Collettore dist. termoarredo L N Pompe di circolazione Caldaia Collettore distribuzione con elettrovalvole 24 MY HOME Gestione energia

22 Configurazione centrale/sonda 23.7 C 8.0 C 3 : 38 Ven 07 Gen C La centrale 4 zone HD/HC/HS/L/N/ NT469 e AM87 oltre a gestire l intero impianto di termoregolazione ha al suo interno una sonda di temperatura integrata che deve essere configurata fisicamente come le altre sonde dell impianto. Per terminare correttamente le operazioni di configurazione dell impianto è necessario interagire con il menù Configura zone. In alternativa è possibile usufruire dell applicativo TiThermo Basic dedicato a questa versione di centrale, per queste operazioni riferirsi alla manualistica a corredo dei prodotti. Centrale/Sonda zona 0 - Configurazione sonde Sonda zona Sonda zona Sonda zona Configurazione attuatori C3 C4 Attuatore zone [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] 0 Attuatore pompa di circolazione [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] Attuatore termoarredo [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] Gestione energia MY HOME 2

23 Schemi di collegamento Villa a 4 zone - fan-coil Climaveneta SCHEMA 4 riscaldamento e RAFFRESCAMENTO CON FAN-COIL CLIMAVENETA (*) ZONA FAN GATEWAY (*) NOTA: il Gateway è alloggiato all interno del FAN-COIL in fase di produzione e tramite il connettore presente nella parte alta del frontale risulta già collegato al FAN-COIL. In pratica una volta eseguito il collegamento idraulico ed elettrico è sufficiente collegare il bus. (*) ZONA FAN GATEWAY (*) ZONA 2 BUS 4692FAN GATEWAY (*) ZONA Collegamento FAN-COIL 30 GATEWAY 4692FAN E46ADCN GATEWAY CHILLER 26 MY HOME Gestione energia

24 Configurazione centrale 99 zone La centrale 99 zone 30 non ha bisogno di configuratori fisici ma per terminare le operazioni di configurazione dell impianto è necessario interagire con il menù Configura zone. In alternativa è possibile usufruire dell applicativo TiThermo. Per queste operazioni riferirsi alla manualistica a corredo dei prodotti. Configurazione sonde per FAN-COIL Sonda zona Sonda zona Sonda zona Riscaldamento e raffrescamento con FAN-COIL climaveneta Schema elettrico e configurazione del GATEWAY installato nel fan-coil Climaveneta per riscaldamento/ raffrescamento relativo alla zona 2. Per il controllo dei fan-coil appartenenti a tutte le altre zone, Gateway zona M Gateway [ZA] [ZB] [N] [TYPE] 0 0 Sonda zona replicare il medesimo collegamento, configurando opportunamente l attuatore corrispondente alla zona come indicato nelle tabelle di configurazione. Gateway zona 3 [ZA] [ZB] [N] [TYPE] BUS Gateway zona 2 [ZA] [ZB] [N] [TYPE] Gateway zona 2 [ZA] [ZB] [N] [TYPE] CHILLER climaveneta BUS Gateway Schema elettrico e configurazione del gateway che controlla il chiller. CHILLER climaveneta Con un unico chiller viene asservito un impianto che può funzionare, sia come riscaldamento che come raffrescamento. Il GATEWAY si collega al chiller CLIMAVENETA tramite il connettore presente nella parte alta del frontale e al BUS tramite il morsetto estraibile. Gateway chiller [ZA] [ZB] [N] [TYPE] 0 0 Gestione energia MY HOME 27

25 Villa a 4 zone Schemi di collegamento SCHEMA riscaldamento e RAFFRESCAMENTO CON climatizzazione climaveneta e caldaia di integrazione (*) ZONA 4 Collegamento FAN-COIL GATEWAY 4692FAN (*) ZONA FAN GATEWAY (*) ZONA 2 (*) NOTA: il Gateway è alloggiato all interno del FAN-COIL in fase di produzione e tramite il connettore presente nella parte alta del frontale risulta già collegato al FAN-COIL. In pratica una volta eseguito il collegamento idraulico ed elettrico è sufficiente collegare il BUS. 4692FAN GATEWAY 30 (*) ZONA E46ADCN GATEWAY 4692FAN F430/2 GATEWAY Caldaia di integrazione Elettrovalvola a 3 vie CHILLER 28 MY HOME Gestione energia

26 segue >> Riscaldamento e raffrescamento con FAN-COIL CLIMAVENETA Schema elettrico e configurazione del GATEWAY installato nel fan-coil Climaveneta per riscaldamento/ raffrescamento. Configurare opportunamente il gateway corrispondente alla zona come indicato nelle tabelle di configurazione delle pagine seguenti. M GATEWAY BUS CHILLER CLIMAVENETA Schema elettrico del gateway che controlla il chiller. Con un unico chiller viene asservito un impianto che può funzionare, sia come riscaldamento che come raffrescamento. La sonda di temperatura esterna annessa è un dispositivo normalmente presente in un impianto Climaveneta di questo tipo, non è quindi necessario installare la sonda radio 34 con la rispettiva interfaccia Il dato temperatura viene reso disponibile all impianto di termoregolazione My Home tramite il Gateway. Il Gateway si collega al chiller CLIMAVENETA tramite il connettore presente nella parte alta del frontale e al BUS tramite il morsetto estraibile. CHILLER climaveneta C GATEWAY BUS Gestione energia MY HOME 29

27 Schemi di collegamento Villa a 4 zone << precede Descrizione schema Questo schema rappresenta un esempio di impianto di riscaldamento e raffrescamento realizzato con unità Climaveneta e Caldaia di integrazione. Tramite il software TiThermo e possibile programmare la centrale a 99 zone 30 per impiegare la lettura della temperatura esterna, proveniente dall impianto Climaveneta, per gestire impianti con caldaie di integrazione. A seconda della temperatura esterna la centrale attiva il sistema di riscaldamento più idoneo e conveniente sotto l aspetto della resa termica. Durante le mezze stagioni si possono riscaldare ambienti utilizzando il calore generato dal Chiller, questo calore non è però sufficiente nella stagione invernale durante la quale è indispensabile utilizzare una Caldaia di integrazione generalmente alimentata a gas. La commutazione tra le due fonti di calore viene attuata dall impianto di termoregolazione My Home che utilizza la temperatura esterna come parametro discriminante tra le mezze stagioni e l inverno. L accensione o lo spegnimento della Caldaia e il cambiamento dello stato della valvola sono gestiti dall attuatore F430/2, mentre la gestione del Chiller Climaveneta è affidata al Gateway. Nell esempio qui riportato il Chiller rimane in funzione finché la temperatura esterna (rilevata dalla sonda esterna Climaveneta) si mantiene superiore ad un determinato valore di soglia; al di sotto di questo valore entra in valore di soglia di 7 C, nel momento funzione la Caldaia di integrazione. in cui TE è superiore a 7 C Tramite TiThermo si imposta il valore avvengono le seguenti azioni: Chiller di Temperatura Esterna (TE) al di ON, Caldaia, valvola aperta sotto del quale entrerà in funzione verso il Chiller. Riassumendo il Chiller la Caldaia: per esempio si impostano rimane in funzione fino a quando la C. Quando TE è superiore a C TE scende sotto i C; a questo punto l impianto viene gestito dal Chiller. entra in funzione la Caldaia, la quale Quando TE è inferiore a C resterà accesa fino a quando la TE avvengono le seguenti azioni: Chiller risale al di sopra dei 7 C, si riattiva, Caldaia ON e valvola aperta così il Chiller. verso la Caldaia. La Caldaia rimane in funzione fino NOTA: per i dettagli di impostazione del software a che TE non risale al di sopra di un TiThermo consultare la documentazione a corredo valore maggiore di C, scelta fatta del prodotto stesso. per evitare fenomeni di oscillazione degli stati dei dispositivi. Se per esempio si imposta come TiThermo: esempio di schermata dell applicativo, indispensabile per la programmazione e l impostazione delle soglie di temperatura e delle automazioni. 260 MY HOME Gestione energia

28 Configurazione centrale 99 zone Configurazione sonde Per gestire gli impianti con caldaia di integrazione è indispensabile impiegare la centrale a 99 zone 330, la funzione non è infatti disponibile sulla centrale a 4 zone HC/HS/L/N/NT469 e AM87. Questo dispositivo non ha bisogno di configuratori fisici ma per terminare le operazioni di configurazione dell impianto è necessario interagire con il menù Configura zone e l applicativo TiThermo. Per queste operazioni riferirsi alla manualistica a corredo dei prodotti. Sonda zona Sonda zona Sonda zona 2 Sonda zona Configurazione GATEWAY FAN-COIL Gateway zona [ZA] [ZB] [N] [TYPE] 0 0 Gateway zona 2 [ZA] [ZB] [N] [TYPE] Gateway zona 3 [ZA] [ZB] [N] [TYPE] Gateway zona 2 [ZA] [ZB] [N] [TYPE] Configurazione GATEWAY CHILLER 6 C Gateway chiller [ZA] [ZB] [N] [TYPE] 0 0 Configurazione attuatore caldaia ed elettrovalvola Attuatore caldaia/elettrovalvola [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] 0 6 RISCALDAMENTO Gestione energia MY HOME 26

29 ART.F482 ART.F Schemi di collegamento Villa a 3 zone SCHEMA 6 riscaldamento a PANNELLI RADIANTI con gestione contatti finestre C4 C3 (*) F430/4 T C3 C4 T ZONA 3 F482 (*) 4692 BUS ZONA 2 30 (*) T T E46ADCN ZONA F482 Centralina gestione valvola miscelatrice F430/2 M Pompa di circolazione L N (*) NOTA: la lunghezza massima dei collegamenti ai contatti magnetici non deve superare i 0 metri. Caldaia 262 MY HOME Gestione energia

30 segue >> Configurazione centrale 99 zone Per utilizzare la funzione di gestione dei contatti magnetici è indispensabile impiegare la centrale a 99 zone 30, la funzione non è infatti disponibile sulla centrale a 4 zone HC/HS/L/N/NT469 e AM87. Questo dispositivo non ha bisogno di configuratori fisici ma per terminare le operazioni di configurazione dell impianto è necessario interagire con il menù Configura zone. In alternativa è possibile usufruire dell applicativo TiThermo. Per queste operazioni riferirsi alla manualistica a corredo dei prodotti. Per impostare i parametri inerenti la gestione dei contatti magnetici è indispensabile utilizzare l applicativo TiThermo con la possibilità di impostare due parametri: il tempodi reazione e il tempo di riattivazione. TEMPO DI REAZIONE TEMPO DI RIATTIVAZIONE Schermata TiThermo Centrale termoregolazione 30 Tempo di reazione Il tempo di reazione è impostabile da 0 a 2 minuti ed è una sorta di ritardo alla disattivazione della zona di termoregolazione. Durante questo tempo l impianto ignora completamente l apertura dell infisso evitando di spegnere la zona di termoregolazione corrispondente. Impostando 0 minuti la disattivazione è praticamente istantanea. Questa funzione è adatta per brevi aperture di finestre o porte non utili al ricambio d aria, ad esempio l apertura di una finestra per chiudere od aprire le persiane, oppure l apertura della porta di ingresso per accogliere una persona. FINESTRA CHIUSA FINESTRA IN APERTURA FINESTRA IN chiusura FINESTRA CHIUSA t = 0 2 tempo impostabile da 0 a 2 minuti pannello radiante acceso pannello radiante mantenuto acceso pannello radiante mantenuto acceso pannello radiante acceso Gestione energia MY HOME 263

31 Schemi di collegamento Villa a 3 zone << precede Tempo di riattivazione Il tempo di riattivazione è impostabile da a minuti, oppure su illimitato. Allo scadere del tempo impostato l impianto riattiva la zona di termoregolazione anche se finestre o porte sono ancora aperte. Questa funzione, anche se è contraria al concetto di risparmio energetico, è utile nel caso in cui si siano dimenticati aperti gli infissi e sia importante mantenere ugualmente la temperatura impostata nell ambiente. Quando il tempo di riattivazione è impostato su illimitato la funzione non è attiva. FINESTRA CHIUSA FINESTRA APERTA FINESTRA LASCIATA APERTA tempo impostabile da minuti a illimitato pannello radiante acceso Configurazione interfacce contatti L interfaccia contatti viene collegata direttamente al BUS termoregolazione e gestisce in modo autonomo ed indipendentemente le due linee e. Non è obbligatorio configurare entrambe le linee pannello radiante spento ma solo quella utilizzata. Inserire poi nella sede MOD e/o MOD2 il configuratore AUX per attivare la modalità con funzionamento con il solo impianto termoregolazione. Configurare poi le sedi Z/2 e N/2 pannello radiante riacceso automaticamente per assegnare l indirizzo -99 del dispositivo all interno dell impianto. L abbinamento tra la linea contatti dell interfaccia e la zona di termoregolazione deve essere fatto con l applicativo TiThermo. T - - ART.F482 T Interfaccia contatti finestre zona [Z] [N] [MOD] [Z2] [N2] [MOD2] 0 AUX Interfaccia contatti finestre zona 2 E 3 [Z] [N] [MOD] [Z2] [N2] [MOD2] 0 2 AUX 0 3 AUX 264 MY HOME Gestione energia

32 Configurazione sonde Sonda zona Sonda zona Sonda zona Configurazione attuatori Attuatore zone [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] C3 C4 ATTUATORE pompa DI circolazione [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] Gestione energia MY HOME 26

33 ART.F482 ART.F482 ART.F Schemi di collegamento Villa a 3 zone SCHEMA 7 riscaldamento a PANNELLI RADIANTI con gestione contatti finestre da sistema antifurto C4 C3 F482 F430/4 T (*) C3 C4 T ZONA (*) ZONA 2 30 T E46ADCN (*) F482 T 0 ZONA 2 F422 F430/2 (*) NOTA: la lunghezza massima dei collegamenti ai contatti magnetici non deve superare i 0 metri. Si consiglia di installare la resistenza di bilanciamento in corrispondenza dell ultimo contatto della linea. OUT 3486 E46ADCN Centralina gestione valvola miscelatrice 4607 M Pompa di circolazione L N Caldaia 266 MY HOME Gestione energia

34 segue >> Configurazione centrale 99 zone In questo caso l interfaccia contatti è collegata esclusivamente al Bus Antifurto e comunica con il Bus Termoregolazione tramite l interfaccia F422. Il segnale di apertura o chiusura porte o finestre viene inviato sia all impianto antifurto che all impianto termoregolazione per essere utilizzato sia allo scopo di sicurezza sia per risparmio energetico.per utilizzare la funzione di gestione dei contatti magnetici installati nel Sistema Antifurto è indispensabile impiegare nell impianto Termoregolazione la centrale a 99 zone 30. Questo dispositivo non ha bisogno di configuratori fisici ma per terminare le operazioni di configurazione dell impianto è necessario interagire con il menù Configura zone o usufruire dell applicazione TiThermo. Per impostare i parametri inerenti la gestione dei contatti magnetici è indispensabile utilizzare l applicativo TiThermo con la possibilità di impostare due parametri: il tempo di reazione e il tempo di riattivazione. TEMPO DI REAZIONE TEMPO DI RIATTIVAZIONE Tempo di reazione Il tempo di reazione è impostabile da 0 a 2 minuti ed è una sorta di ritardo alla disattivazione della zona di termoregolazione. Durante questo tempo l impianto ignora completamente l apertura dell infisso FINESTRA CHIUSA Schermata TiThermo evitando di spegnere la zona di termoregolazione corrispondente. Impostando 0 minuti la disattivazione è praticamente istantanea. Questa funzione è adatta per brevi aperture di finestre o porte non utili al ricambio d aria, ad esempio l apertura FINESTRA IN APERTURA t = 0 2 FINESTRA IN chiusura Centrale termoregolazione 30 di una finestra per chiudere od aprire le persiane, oppure l apertura della porta di ingresso per accogliere una persona. FINESTRA CHIUSA tempo impostabile da 0 a 2 minuti pannello radiante acceso pannello radiante mantenuto acceso pannello radiante mantenuto acceso pannello radiante acceso Gestione energia MY HOME 267

35 Schemi di collegamento Villa a 3 zone << precede Tempo di riattivazione Il tempo di riattivazione è impostabile da a minuti, oppure su illimitato. Allo scadere del tempo impostato l impianto riattiva la zona di termoregolazione anche se finestre o porte sono ancora aperte. Questa funzione, anche se è contraria al concetto di risparmio energetico, è utile nel caso in cui si siano dimenticati aperti gli infissi e sia importante mantenere ugualmente la temperatura impostata nell ambiente. Quando il tempo di riattivazione è impostato su illimitato la funzione non è attiva. FINESTRA CHIUSA FINESTRA APERTA t = tempo impostabile da minuti a illimitato FINESTRA LASCIATA APERTA pannello radiante acceso pannello radiante spento pannello radiante riacceso automaticamente Configurazione interfacce contatti Configurare poi le sedi Z/2 e N/2 secondo le regole e le caratteristiche dell impianto antifurto (vedi guida tecnica antifurto). L abbinamento tra la linea contatti dell interfaccia e la zona di termoregolazione deve essere fatto con l applicativo TiThermo. Interfaccia contatti finestre zona [Z] [N] [MOD] [Z2] [N2] [MOD2] (*) (*) 4 (*) (*) (*) Interfaccia contatti finestre zona 2 E 3 [Z] [N] [MOD] [Z2] [N2] [MOD2] (*) (*) 4 (*) (*) (*) (*) NOTA: I contatti coinvolti sono e ed è necessario configurare solamente le sedi delle linee utilizzate; configurare la sede MOD e/o MOD2 in base al tipo di contatto e modalità operativa che si vuole utilizzare vedi tabella. T - - ART.F482 T MOD/MOD2 Tipo di contatto e modalità 4 NC Bilanciato 6 NC - ritardato 7 NC - bilanciato - ritardato 268 MY HOME Gestione energia

36 Configurazione sonde Sonda zona Sonda zona Sonda zona Configurazione attuatori Attuatore zone [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] C3 C4 ATTUATORE pompa DI circolazione [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] Gestione energia MY HOME 269

37 M Schemi di collegamento Villa a 6 zone SCHEMA 8 riscaldamento a pannelli radianti F430/4 F430/4 C3 C4 C3 C4 C3 C4 C3 C ZONA 4 ZONA 3 BUS ZONA ZONA ZONA 6 ZONA 30 F430/2 F430/2 E46ADCN Centralina gestione valvola miscelatrice Centralina gestione valvola miscelatrice M Pompe di circolazione secondarie L Pompa di circolazione principale N 270 MY HOME Gestione energia Caldaia

38 Configurazione centrale 99 zone La centrale 99 zone 30 non ha bisogno di configuratori fisici ma per terminare le operazioni di configurazione dell impianto è necessario interagire con il menù Configura zone. In alternativa è possibile usufruire dell applicativo TiThermo. Per queste operazioni riferirsi alla manualistica a corredo dei prodotti. Configurazione sonde Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona 0 - Sonda zona 3 Sonda zona Configurazione attuatori Attuatore zone,2,3 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] C3 C4 Attuatore zone 4,,6 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] ATTUATORE pompa DI circolazione principale [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] ATTUATORE POMPE DI circolazione secondarie [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] Gestione energia MY HOME 27

39 C3 C4 2 3 C3 C4 M Schemi di collegamento Villa a 6 zone SCHEMA 9 riscaldamento E RAFFRESCAMENTO a pannelli radianti E FAN-COIL PER LA DEUMIDIFICAZIONE F430/4 F430/4 C3 C4 C3 C4 ZONA 4 ZONA ZONA ZONA BUS Umidostato * ZONA 6 ZONA Umidostato * 30 F430/2 F430/2 E46ADCN Centralina gestione valvola miscelatrice * Centralina gestione valvola miscelatrice M Pompa di circolazione secondaria Pompa di circolazione secondaria L * N Pompa di circolazione principale Chiller NOTA: * la gestione del sistema di deumidificazione non è effettuata tramite il sistema My Home. 272 MY HOME Gestione energia

40 Configurazione centrale 99 zone La centrale 99 zone 30 non ha bisogno di configuratori fisici ma per terminare le operazioni di configurazione dell impianto è necessario interagire con il menù Configura zone. In alternativa è possibile usufruire dell applicativo TiThermo. Per queste operazioni riferirsi alla manualistica a corredo dei prodotti. Configurazione sonde Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona 0 - Sonda zona Configurazione attuatori Attuatore zone,2,3 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] C3 C4 Attuatore zone 4,,6 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] ATTUATORE pompa DI circolazione principale [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] ATTUATORE POMPE DI circolazione secondarie [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] Gestione energia MY HOME 273

41 2 3 4 C3 C4 C3 C4 C3 C4 C3 C4 C3 C4 C3 C4 C3 C4 C3 C Schemi di collegamento Villa a 8 zone SCHEMA 0 riscaldamento a termosifoni e raffrescamento a fan-coil F430/4 F430/4 C3 C4 C3 C4 BUS C C4 F430/4 F430/4 C3 ZONA 7 ZONA C3 F430/4 F430/4 ZONA ZONA F430/4 F430/4 ZONA 3 ZONA F430/4 F430/4 30 E46ADCN ZONA ZONA F430/2 CHILLER Pompa di circolazione RISCALDAMENTO Caldaia 274 MY HOME Gestione energia

42 M Riscaldamento Schema elettrico per il collegamento delle elettrovalvole delle zone 2, 4, 6, 8, all attuatore per riscaldamento relativo. Per il controllo delle zone, 3,, 7, replicare il medesimo collegamento tra le elettrovalvole ed il corrispondente attuatore. È importante realizzare correttamente la configurazione, mantenendo la correlazione segue >> tra il contatto dell attuatore e l indirizzo della zona da controllare. Nell esempio qui riportato, la zona 2 è controllata dal contatto configurato con ZA=0 e ZB=2. C4 F430/4 ZONA 8 ZONA 6 C3 C3 C4 ZONA 4 ZONA 2 L N Raffrescamento Schema elettrico per il collegamento del fan-coil all attuatore per raffrescamento relativo alla zona 6. Per il controllo dei fan-coil appartenenti alle zone, 2, 3, 4,, 7, 8, replicare il medesimo collegamento, configurando opportunamente l attuatore corrispondente alla zona come indicato nelle tabelle di configurazione. ZONA 6 C4 F430/4 C3 C3 C4 = elettrovalvola fan-coil = velocità minima ventilazione C3= velocità media ventilazione C4= velocità massima ventilazione N L Pompe di circolazione Schema elettrico per il collegamento F430/2 POMPA DI CIRCOLAZIONE RAFFRESCAMENTO delle pompe di circolazione all attuatore corrispondente. POMPA DI CIRCOLAZIONE RISCALDAMENTO Con un unico attuatore vengono controllate le pompe dei due impianti, quello di riscaldamento e quello di raffrescamento. L N Gestione energia MY HOME 27

43 Schemi di collegamento Villa a 8 zone << precede Configurazione centrale 99 zone La centrale 99 zone 30 non ha bisogno di configuratori fisici ma per terminare le operazioni di configurazione dell impianto è necessario interagire con il menù Configura zone. In alternativa è possibile usufruire dell applicativo TiThermo. Per queste operazioni riferirsi alla manualistica a corredo dei prodotti. Configurazione sonde Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona Configurazione attuatori IMPIANTO RISCALDAMENTO Attuatore zone,3,,7 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] C3 C4 Attuatore zone 2,4,6,8 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] MY HOME Gestione energia

44 Configurazione attuatori impianto raffrescamento Attuatore raffrescamento zona [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] 0 2 Attuatore raffrescamento zona [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] 0 2 C3 C4 Attuatore raffrescamento zona 2 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Attuatore raffrescamento zona 6 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Attuatore raffrescamento zona 3 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Attuatore raffrescamento zona 7 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Attuatore raffrescamento zona 4 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Attuatore raffrescamento zona 8 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Configurazione attuatore pompa di circolazione ATTUATORE pompa DI circolazione [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] Gestione energia MY HOME 277

45 Schemi di collegamento Terziario a 2 zone SCHEMA fan-coil a 2 tubi e tre velocità, impianto unico per riscaldamento e raffrescamento BUS F430/4 F430/4 C3 C4 F430/4 C3 C4 ZONA 0 ZONA ZONA 2 C3 C4 F430/4 F430/4 C3 C4 F430/4 C3 C4 ZONA 7 ZONA 8 ZONA 9 C3 C4 F430/4 F430/4 C3 C4 F430/4 C3 C4 ZONA 4 ZONA ZONA 6 C3 C4 F430/4 F430/4 C3 C4 F430/4 C3 C4 ZONA ZONA 2 ZONA 3 C3 C4 30 Pompa di circolazione E46ADCN CHILLER 278 MY HOME Gestione energia

46 M segue >> Riscaldamento e raffrescamento Schema elettrico per il collegamento del fan-coil all attuatore per riscaldamento/raffrescamento relativo alla zona 2. Per il controllo dei fan-coil appartenenti a tutte le altre zone, replicare il medesimo collegamento, configurando opportunamente l attuatore corrispondente alla zona come indicato nelle tabelle di configurazione. ZONA 2 C4 F430/4 C3 C3 C4 = elettrovalvola fan-coil = velocità minima ventilazione C3= velocità media ventilazione C4= velocità massima ventilazione N L Pompa di circolazione Schema elettrico per il collegamento della pompa di circolazione all attuatore corrispondente. Con un unica pompa viene controllato un impianto che può funzionare, sia come riscaldamento che come raffrescamento. F430/2 POMPA DI CIRCOLAZIONE UNICA L N Gestione energia MY HOME 279

47 Schemi di collegamento Terziario a 2 zone << precede Configurazione centrale/sonda La centrale 99 zone 30 non ha bisogno di configuratori fisici ma per terminare le operazioni di configurazione dell impianto è necessario interagire con il menù Configura zone. In alternativa è possibile usufruire dell applicativo TiThermo. Per queste operazioni riferirsi alla manualistica a corredo dei prodotti. Configurazione sonde Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona Sonda zona 0 - Sonda zona - Sonda zona Sonda zona MY HOME Gestione energia

48 Configurazione attuatori FAN-COIL riscaldamento/raffrescamento Attuatore zona [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] 0 Attuatore zona 7 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] C3 C4 Attuatore zona 2 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Attuatore zona 8 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Attuatore zona 3 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Attuatore zona 9 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Attuatore zona 4 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Attuatore zona 0 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Attuatore zona [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] 0 Attuatore zona [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Attuatore zona 6 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Attuatore zona 2 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] Configurazione attuatore pompa di circolazione ATTUATORE pompa DI circolazione [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] Gestione energia MY HOME 28

49 Schemi di collegamento Più unità abitative a 4 zone SCHEMA 2 riscaldamento centralizzato a pannelli radianti di più UNITà ABITATIVE U.A. n ZONA 3 ZONA ZONA C 23.7 C ZONA 3 : 38 Ven 07 Gen C U.A. 2 ZONA 3 ZONA ZONA C 23.7 C ZONA 3 : 38 Ven 07 Gen C U.A. Caldaia centralizzata 282 MY HOME Gestione energia

50 Collegamento collettore distribuzione e impianto bus termoregolazione dell U.A. 2 C3 C4 C3 C C 8.0 C 3 : 38 Ven 07 Gen 3 C segue >> elettrovalvola elettrovalvola F430/4 elettrovalvola elettrovalvola contabilizzatore Valvola miscelatrice M Centralina gestione valvola miscelatrice F430/2 Centrale 4 zone elettrovalvola principale E46ADCN 4692 ZONA ZONA ZONA 2 L N Il contabilizzatore permette di misurare la quantità di calore utilizzata da ogni unità abitativa. NOTA: L impianto BUS termoregolazione, il collegamento delle elettrovalvole e del contabilizzatore è uguale per tutte le unità abitative. Gestione energia MY HOME 283

51 Schemi di collegamento Più unità abitative a 4 zone << precede Configurazione centrale/sonda 23.7 C 8.0 C 3 : 38 Ven 07 Gen C La centrale 4 zone HD/HC/HS/L/N/ NT469 e AM87 oltre a gestire l intero impianto di termoregolazione ha al suo interno una sonda di temperatura integrata che deve essere configurata fisicamente come le altre sonde dell impianto. Per terminare correttamente le operazioni di configurazione dell impianto è necessario interagire con il menù Configura zone. In alternativa è possibile usufruire dell applicativo TiThermo Basic dedicato a questa versione di centrale, per queste operazioni riferirsi alla manualistica a corredo dei prodotti. Centrale/Sonda zona 0 - Configurazione sonde Sonda zona Sonda zona Sonda zona ConfiguRAzione attuatori C3 C4 Attuatore zone,2,3,4 [ZA] [ZB] [ZB2] [ZB3] [ZB4] [N] 0 ATTUATORE elettrovalvola principale [ZA] [ZB] [N] [ZB2] [N2] MY HOME Gestione energia

Termoregolazione GUIDA MH04/7G. edizione 04/2004

Termoregolazione GUIDA MH04/7G. edizione 04/2004 Termoregolazione edizione 04/2004 GUIDA MH04/7G INDICE DEI SETTORI Caratteristiche generali CARATTERISTICHE GENERALI pag. 4 Caratteristiche tecniche CARATTERISTICHE TECNICHE pag. 18 Configurazione CONFIGURAZIONE

Dettagli

Termoregolazione GUIDA TECNICA 06

Termoregolazione GUIDA TECNICA 06 Termoregolazione GUIDA TECNICA 06 MH06TR Bticino risponde Vuoi parlare con un tecnico Bticino? Chiama il Call Center al numero: * 199-145.145 Telefonata a carico del chiamante a tariffazione specifica

Dettagli

Con la termoregolazione a zone risparmi fino al 30%

Con la termoregolazione a zone risparmi fino al 30% Con la termoregolazione a zone risparmi fino al 30% LA TERMOREGOLAZIONE A ZONE Un edificio modernamente realizzato non può prescindere da un sistema di riscaldamento e condizionamento efficiente, che garantisca

Dettagli

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST La regolazione è il cuore efficiente del sistema NEST di riscaldamento e di raffrescamento degli ambienti. Il sistema permette in primo luogo di tenere sotto controllo continuamente

Dettagli

A-4-3-CTxx. Modelli disponibili

A-4-3-CTxx. Modelli disponibili A-4-3-CTxx Monitor domotico: Cronotermostato, Umidità e Scenari in un unico dispositivo da incasso a colori con tecnologia Hi Bus Modelli disponibili A-4-3-CT1 (1 zona ) A-4-3-CT2 ( 2 zone indipendenti

Dettagli

Termoregolazione GUIDA TECNICA 07

Termoregolazione GUIDA TECNICA 07 Termoregolazione GUIDA TECNICA 07 MH07TR BTicino risponde Vuoi richiedere informazioni di prodotto, l invio di cataloghi, documentazione tecnica e ricevere informazioni di carattere commerciale? Richiedi

Dettagli

a 4 zone GESTIONE ENERGIA

a 4 zone GESTIONE ENERGIA Soluzioni per migliorare l impianto elettrico: impianto di termoregolazione a 4 zone GESTIONE ENERGIA Soluzione termoregolazione a 4 zone con riscaldamento a pannelli radianti Impianto di termoregolazione

Dettagli

INTEGRAZIONE TERMOREGOLAZIONE CON SISTEMI HITACHI MEDIANTE PROTOCOLLO STANDARD MODBUS

INTEGRAZIONE TERMOREGOLAZIONE CON SISTEMI HITACHI MEDIANTE PROTOCOLLO STANDARD MODBUS INTEGRAZIONE TERMOREGOLAZIONE CON SISTEMI HITACHI MEDIANTE PROTOCOLLO STANDARD MODBUS GUIDA ALLA PROGETTAZIONE E ALLA CONFIGURAZIONE CARATTERISTICHE GENERALI Termoregolazione e domotica due sistemi perfettamente

Dettagli

Interfaccia. 1. Sede configuratori 2. Morsetto IN 3. Led di segnalazione 4. Pulsante per configurazione virtuale 5. Morsetto OUT

Interfaccia. 1. Sede configuratori 2. Morsetto IN 3. Led di segnalazione 4. Pulsante per configurazione virtuale 5. Morsetto OUT Interfaccia SCS/SCS scheda tecnica ARt. F422 Descrizione L interfaccia permette la comunicazione fra impianti bus con tecnologia SCS, anche se dedicati a funzioni diverse fra loro. L interfaccia è dotata

Dettagli

WELCO-Set. Sistemi wireless per il controllo e la gestione della temperatura in ambiente

WELCO-Set. Sistemi wireless per il controllo e la gestione della temperatura in ambiente Sistemi wireless per il controllo e la gestione della temperatura in ambiente BASIC Con il sistema BASIC è possibile pilotare l apertura/chiusura di elettrovalvole o l accensione/spegnimento dei sistemi

Dettagli

CONTROL DIGIT GAMMA DI PRODUZIONE DESCRIZIONE

CONTROL DIGIT GAMMA DI PRODUZIONE DESCRIZIONE Giugno 2010 (revisione 0.1) CONTROL DIGIT GAMMA DI PRODUZIONE Codice Nome N Miscelatrici N zone N deumidificatori 01000245 Control Digit 1 2 15 25 01000246 Control Digit 2 4 90 50 01000247 Control Digit

Dettagli

Programmatore scenari

Programmatore scenari Programmatore scenari scheda tecnica ART. MH00 Descrizione Questo dispositivo permette la gestione di scenari semplici e evoluti fino ad un numero massimo di 300. Grazie al programmatore scenari il sistema

Dettagli

Allarmi tecnici MY HOME. Allarmi. tecnici

Allarmi tecnici MY HOME. Allarmi. tecnici R Allarmi tecnici MY HOME R 65 Caratteristiche generali Tramite gli allarmi tecnici si possono mettere sotto controllo i dispositivi dell abitazione che in caso di malfunzionamento potrebbero provocare

Dettagli

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche CAPITOLATO Sistema di automazione domestica Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso Pagina 1 di 17 25/09/06 Introduzione Divisione My Home Da alcuni anni si sta assistendo ad una radicale trasformazione

Dettagli

COMFORT, RISPARMIO E SICUREZZA? LA SOLUZIONE NON CORRE SOLO SUL FILO

COMFORT, RISPARMIO E SICUREZZA? LA SOLUZIONE NON CORRE SOLO SUL FILO COMFORT, RISPARMIO E SICUREZZA? LA SOLUZIONE NON CORRE SOLO SUL FILO Il sistema domotico offre soluzioni di comfort, risparmio e sicurezza a cui oggi è ben difficile rinunciare. Ma cosa fare quando nell

Dettagli

Soluzioni per impianti a pavimento

Soluzioni per impianti a pavimento Soluzioni per impianti a pavimento Sistemi e prodotti per la gestione di impianti di riscaldamento e raffrescamento a pavimento 16 C 17 C 18 C 20 C 22 C Temperatura ambiente in un locale riscaldato con

Dettagli

Me.Si. V.7. Manuale di INSTALLAZIONE ed USO - R1.4

Me.Si. V.7. Manuale di INSTALLAZIONE ed USO - R1.4 Me.Si. V.7 DISPOSITIVO per il RISPARMIO di COMBUSTIBILE negli IMPIANTI di RISCALDAMENTO Manuale di INSTALLAZIONE ed USO - R1.4 Che cos'è Me.Si. è un prodotto rivoluzionario e brevettato che consente di

Dettagli

Residenza Airone. PELLA (NO) fraz. Alzo. Le soluzioni di automazioni domestica My Home di BTicino proposte da EDILCUSIO s.r.l.

Residenza Airone. PELLA (NO) fraz. Alzo. Le soluzioni di automazioni domestica My Home di BTicino proposte da EDILCUSIO s.r.l. Residenza Airone PELLA (NO) fraz. Alzo Le soluzioni di automazioni domestica My Home di BTicino proposte da EDILCUSIO s.r.l. Le soluzioni domotiche My Home è il sistema di automazione domestica di BTicino

Dettagli

Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER. Dimensioni (mm)

Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER. Dimensioni (mm) EV87 EV87 Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER Il regolatore climatico è adatto alla termoregolazione climatica con gestione a distanza di

Dettagli

INDICE. Gestione energia MY HOME 301

INDICE. Gestione energia MY HOME 301 IDICE MY HOME Gestione e controllo carichi Caratteristiche generali................. 301 orme generali di installazione............ 308 Configurazione...................... 311 Schemi di collegamento.................

Dettagli

Luna3 Comfort Air - Silver Space

Luna3 Comfort Air - Silver Space Luna3 Comfort Air - Silver Space Controllo remoto programmabile con termoregolazione m o d u l a n t e (secondo DL 311/06) D I S E R I E Caldaie murali a gas per esterni Le soluzioni da esterno di BAXI

Dettagli

U N A V I L L A U N I F A M I L I A R E I N T E L L I G E N T E E A M I S U R A D 'U O M O

U N A V I L L A U N I F A M I L I A R E I N T E L L I G E N T E E A M I S U R A D 'U O M O L intento è quello di mostrare come anche all interno di un progetto architettonico semplice e totalmente a misura d uomo possa essere proposta una soluzione impiantistica all avanguardia che si svincola

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI CONFORMITÀ

LE NUOVE REGOLE DI CONFORMITÀ NORMATIVA LE NUOVE REGOLE DI CONFORMITÀ all Allegato A CEI 64-8/3 LIVELLO 3 IL SISTEMA DOMOTICO MY HOME My Home è la soluzione domotica di BTicino. È un sistema rivoluzionario che utilizza la più moderna

Dettagli

CATALOGO 2010 MY HOME. Visualizzazione consumi e gestione carichi energetici

CATALOGO 2010 MY HOME. Visualizzazione consumi e gestione carichi energetici CATALOGO 2010 MY HOME Visualizzazione consumi e gestione carichi energetici 2 MY HOME INDICE INDICE GESTIONE ENERGIA 4 Risparmiare energia non è mai stato così facile VISUALIZZAZIONE DEI CONSUMI 8 Dati

Dettagli

Caldaie a condensazione murali e a basamento. Il meglio a portata di mano

Caldaie a condensazione murali e a basamento. Il meglio a portata di mano Caldaie a condensazione murali e a basamento Il meglio a portata di mano Un marchio storicamente sinonimo di qualità Idrosistemi da anni distribuisce le caldaie a condensazione della serie ProCon, che

Dettagli

REGOLAZIONE H-CLIMA STYLE

REGOLAZIONE H-CLIMA STYLE REGOLAZIONE H-CLIMA STYLE UFH-RHS Descrizione: Il sistema di regolazione H-Clima Style si propone come sistema di eccellenza nella regolazione della temperatura ambiente, in particolare per il controllo

Dettagli

SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE

SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE I VANTAGGI DELL IMPIANTO CENTRALIZZATO E DELL IMPIANTO AUTONOMO IN UN UNICA SOLUZIONE SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE Lo scenario energetico sta cambiando rapidamente; le direttive

Dettagli

MY HOME CONTROLLO LE NOVITÀ. F444 Modem Router ADSL per guida DIN

MY HOME CONTROLLO LE NOVITÀ. F444 Modem Router ADSL per guida DIN MY HOME CONTROLLO LE NOVITÀ F444 Modem Router ADSL per guida DIN MHSERVER2 WEB Server 2 fili di controllo e supervisione audio/video e di sistemi SCS MY HOME MH300 Modem Router ADSL WiFi 298 MY HOME INDICE

Dettagli

INDICE. MY HOME Visualizzazione consumi Caratteristiche generali... 292. Gestione energia MY HOME 291

INDICE. MY HOME Visualizzazione consumi Caratteristiche generali... 292. Gestione energia MY HOME 291 INDICE MY HOME Visualizzazione consumi Caratteristiche generali................. 292 Gestione energia MY HOME 291 CARATTERISTICHE GENERALI Dati istantanei sui consumi di elettricità, acqua e gas Attraverso

Dettagli

EMMETI CLIMA FLOOR Sistemi di riscaldamento e raffrescamento radiante IT 08

EMMETI CLIMA FLOOR Sistemi di riscaldamento e raffrescamento radiante IT 08 EMMETI CLIMA FLOOR Sistemi di riscaldamento e raffrescamento radiante IT 08 Idee da installare Il comfort tutto l anno Da qualche anno anche in Italia l impianto a pavimento si sta presentando quale soluzione

Dettagli

IZ 01 Impianto di controllo Riscaldamento Aprile 2015

IZ 01 Impianto di controllo Riscaldamento Aprile 2015 IZ 01 Impianto di controllo Riscaldamento Aprile 2015 Riferimenti normativi: Norma Europea EN 15232 Guida CEI 205-18 Introduzione: La norma EN 15232 classifica le funzioni di automazione degli impianti

Dettagli

l evoluzione della casa Livello 3 - Domotico Le dotazioni richieste, le funzioni domotiche. Aumento della sicurezza e del risparmio energetico.

l evoluzione della casa Livello 3 - Domotico Le dotazioni richieste, le funzioni domotiche. Aumento della sicurezza e del risparmio energetico. MART Livello 3 - Domotico Le dotazioni richieste, le funzioni domotiche. Aumento della sicurezza e del risparmio energetico. 1 Dotazioni... 2 Dotazioni... 3 Dotazioni... 4 Dotazioni... 5 Dotazioni... 6

Dettagli

Sistema PICnet - PN Digiterm

Sistema PICnet - PN Digiterm Sistema PICnet - PN Digiterm PN DIGITERM - modulo di termoregolazione e gestione camera Il modulo PN DIGITERM è costituito da un modulo da guida DIN (6m) per le connessioni con le apparecchiature e da

Dettagli

controlling controlling X Performance NUOVI SISTEMI RADIANTI

controlling controlling X Performance NUOVI SISTEMI RADIANTI controlling X Performance controlling NUOVI SISTEMI RADIANTI X PERFORMANCE I componenti che fanno parte della sezione X Performance, sono realizzati con materiali di elevatissima qualità e studiati per

Dettagli

+35 CLIMA INTERNO +30 +25 +20 +15 +10 -10 -15

+35 CLIMA INTERNO +30 +25 +20 +15 +10 -10 -15 +35 +30 +25 +20 +15 +10 +5 0-5 -10 CLIMA INTERNO -15 come calcolare il consumo mensile annotare su un quaderno le cifre NERE indicate nel contatore e sottrarre quelle segnate il mese precedente = 0,75

Dettagli

Integrated Comfort SyStemS

Integrated Comfort SyStemS Integrated Comfort Systems Per garantire standard elevati di comfort climatico non basta progettare e realizzare un sistema di condizionamento costituito da componenti selezionati e affidabili, è anche

Dettagli

KiWi è l innovativo sistema di controllo intelligente per le temperature della vostra casa.

KiWi è l innovativo sistema di controllo intelligente per le temperature della vostra casa. Benvenuti in KiWi KiWi è l innovativo sistema di controllo intelligente per le temperature della vostra casa. Casistiche di utilizzo Sonda a bordo Riscaldamento (a pavimento, a parete, termoconvettori,

Dettagli

Comando/attuatore 067556 AM5851M2 H4671M2 LN4671M2

Comando/attuatore 067556 AM5851M2 H4671M2 LN4671M2 Descrizione Questo dispositivo, dotato frontalmente di 4 pulsanti e 4 led bicolore è equipaggiato con 2 relè indipendenti per gestire: - 2 carichi o 2 gruppi di carichi indipendenti; - 1 carico singolo

Dettagli

Exclusive. Standard / Murali. Caldaie murali combinate istantanee, microaccumulo e solo riscaldamento. Residenziale

Exclusive. Standard / Murali. Caldaie murali combinate istantanee, microaccumulo e solo riscaldamento. Residenziale Caldaie murali combinate istantanee, microaccumulo e solo riscaldamento. Standard / Murali Residenziale : l evoluzione rinnova la sua immagine con una nuova estetica. rende disponibile un ampia gamma,

Dettagli

Perchè emix? PAT. PEND. RENEWABLE ENERGIES

Perchè emix? PAT. PEND. RENEWABLE ENERGIES Perchè emix? L acqua calda ad uso sanitario è un servizio sempre richiesto in qualsiasi edificio, dal piccolo appartamento ai grandi uffici open space o ai grandi alberghi. Tra tutte le possibili tecnologie

Dettagli

Termoregolazione e contabilizzazione degli impianti termici di ultima generazione

Termoregolazione e contabilizzazione degli impianti termici di ultima generazione 1 Termoregolazione e contabilizzazione degli impianti termici di ultima generazione ing. Mirko Moretti Ricerca e Sviluppo Comparato 2 INDICE 1. Termoregolazione e contabilizzazione: il modulo satellite

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

INDICE. MY HOME Visualizzazione consumi Caratteristiche generali... 292. Gestione energia MY HOME 291

INDICE. MY HOME Visualizzazione consumi Caratteristiche generali... 292. Gestione energia MY HOME 291 290 MY HOME Gestione energia IDICE MY HOME Visualizzazione consumi Caratteristiche generali.................. 292 Gestione energia MY HOME 291 CaratteristiCHE generali Dati istantanei sui consumi di elettricità,

Dettagli

Apparecchi. Cronotermostato elettronico GSM - CARATTERISTICHE TECNICHE

Apparecchi. Cronotermostato elettronico GSM - CARATTERISTICHE TECNICHE Apparecchi elettronico GSM - CARATTERISTICHE TECNICHE 01913 - elettronico GSM Alimentazione: 120-230 V~, 50-60 Hz. 2 batterie AAA NiMH 1,2 V ricaricabili (fornite) in grado di garantire, per alcune ore,

Dettagli

Centralina di regolazione con gestione a distanza

Centralina di regolazione con gestione a distanza Centralina di regolazione con gestione a distanza L apparecchio regola la temperatura dell acqua di mandata dell impianto di riscaldamento. Adatte per tutti i tipi di impianti di riscaldamento di condomini,

Dettagli

L INNOVAZIONE LEGATA ALLA TRADIZIONE

L INNOVAZIONE LEGATA ALLA TRADIZIONE L INNOVAZIONE LEGATA ALLA TRADIZIONE Riscaldamento, Raffrescamento e Deumidificazione L INNOVAZIONE CHE ORIENTA IL MERCATO V-Radiant è il nuovo ventilconvettore ibrido e radiatore di ECA Technology. Un

Dettagli

Gestione della termoregolazione in un impianto domotico KNX. Save 2012 - Veronafiere 24-25 ottobre

Gestione della termoregolazione in un impianto domotico KNX. Save 2012 - Veronafiere 24-25 ottobre Gestione della termoregolazione in un impianto domotico KNX Save 2012 - Veronafiere 24-25 ottobre PROGRAMMA Il sistema KNX Descrizione dei dispositivi utilizzati Impianti di termoregolazione gestiti Modalità

Dettagli

catalogo 2010 MY HOME Visualizzazione consumi e gestione carichi energetici

catalogo 2010 MY HOME Visualizzazione consumi e gestione carichi energetici catalogo 2010 MY HOME Visualizzazione consumi e gestione carichi energetici 2 MY HOME INDICE INDICE GESTIONE ENERGIA 4 Risparmiare energia non è mai stato così facile VISUALIZZAZIONE DEI CONSUMI 8 Dati

Dettagli

Pompa di calore che gestisce contemporaneamente climatizzazione e produzione di ACS con due stadi di temperatura

Pompa di calore che gestisce contemporaneamente climatizzazione e produzione di ACS con due stadi di temperatura Pompa di calore che gestisce contemporaneamente climatizzazione e produzione di ACS con due stadi di temperatura COP > 4 ACS a 75 C 06 TECNOLOGIA BREVETTATA La combinazione di una pompa di calore inverter

Dettagli

ON 1 2 3 4 5 6 7 8 1,5 3 4,5 4 ON OFF ECO +5 +10 +20 -10 -20. Istruzioni d uso 10/08 - CI

ON 1 2 3 4 5 6 7 8 1,5 3 4,5 4 ON OFF ECO +5 +10 +20 -10 -20. Istruzioni d uso 10/08 - CI P A R T. T37 B Sistema Gestione Energia 3 5 6 7 8 8-5 5 - - + + kw Istruzioni d uso /8 - CI 8 5-5 + - + - Sistema Gestione Energia. ISTRUZII PER L UTENTE. Generalità del sistema Il sistema è in grado di

Dettagli

Vantaggi del sistema My Home Automazione luci e tapparelle

Vantaggi del sistema My Home Automazione luci e tapparelle Vantaggi del sistema My Home Automazione luci e tapparelle My Home consente di gestire l illuminazione in modo efficiente e ottenendo il massimo comfort. L accensione dei punti luce può avvenire a livello

Dettagli

MY HOME CONTROLLO REMOTO INDICE DI SEZIONE. 392 Caratteristiche generali. Catalogo. 398 Dispositivi di controllo remoto MY HOME

MY HOME CONTROLLO REMOTO INDICE DI SEZIONE. 392 Caratteristiche generali. Catalogo. 398 Dispositivi di controllo remoto MY HOME CONTROLLO REMOTO INDICE DI SEZIONE 392 Caratteristiche generali Catalogo 398 Dispositivi di controllo remoto 391 Controllo remoto offre la possibilità di comandare e controllare tutte le funzioni integrate

Dettagli

CENTRALINA AHC 9000 scheda tecnica cet01-s01-13a

CENTRALINA AHC 9000 scheda tecnica cet01-s01-13a S Y S T E M S CETRAIA scheda tecnica cet01-s01-13a testo di capitolato impiego schemi di collegamento CETRAIA specifica per la gestione dei componenti della famiglia ahc 9000, con antenna integrata per

Dettagli

1 - Che cosa è un impianto BUS 2 - KNX standard mondiale per l automazione dei fabbricati 3 - Applicazioni e vantaggi di un impianto KNX

1 - Che cosa è un impianto BUS 2 - KNX standard mondiale per l automazione dei fabbricati 3 - Applicazioni e vantaggi di un impianto KNX 1 - Che cosa è un impianto BUS 2 - KNX standard mondiale per l automazione dei fabbricati 3 - Applicazioni e vantaggi di un impianto KNX Pag. 2 1 NUOVI REQUISITI PER GLI EDIFICI Oggi nella realizzare di

Dettagli

93-0514. Heat Pumps ready! HYBRID SYSTEM. sistema ibrido da incasso interno/esterno

93-0514. Heat Pumps ready! HYBRID SYSTEM. sistema ibrido da incasso interno/esterno 93-0514 Heat Pumps ready! HYBRID SYSTEM sistema ibrido da incasso interno/esterno ambiente efficienza energetica energia rinnovabile Hybrid System è l innovativa soluzione Sile per i moderni impianti di

Dettagli

LA CLIMATIZZAZIONE INTELLIGENTE

LA CLIMATIZZAZIONE INTELLIGENTE LA CLIMATIZZAZIONE INTELLIGENTE www.airzoneitalia.it www.youtube.com/airzoneitalia 01 Indice 1 AIRZONE ITALIA S.R.L. ha sede in Cormano (MI) ed è la filiale italiana di ALTRA Corporacion.Grazie all esperienza

Dettagli

ISTRUZIONI D USO VALVOLE TERMOSTATICHE RIPATITORI COSTI RISCALDAMENTO

ISTRUZIONI D USO VALVOLE TERMOSTATICHE RIPATITORI COSTI RISCALDAMENTO ISTRUZIONI D USO VALVOLE TERMOSTATICHE E RIPATITORI COSTI RISCALDAMENTO INTRODUZIONE Se il Vostro impianto centralizzato è stato dotato di un sistema di contabilizzazione del calore con ripartizione delle

Dettagli

IntelliComfort CH150RBS

IntelliComfort CH150RBS Regolatore settimanale, con uscita bistadio, modalità riscaldamento o raffrescamento, integrazione seconda uscita (stadio2) raffrescamento e riscaldamento. 155 21 90 Scala di regolazione Scala visualizzata

Dettagli

Termoregolazione, a sistema BUS, dedicata unicamente alle caldaie ZBR 50/65/98-2 198. Cronotermostati ambiente ON/OFF 199

Termoregolazione, a sistema BUS, dedicata unicamente alle caldaie ZBR 50/65/98-2 198. Cronotermostati ambiente ON/OFF 199 indice pag., a sistema BUS, dedicata unicamente alle caldaie ZBR 50/65/98-2 198 Cronotermostati ambiente ON/OFF 199 Cronotermostati ambiente modulanti 199 Cronotermostati ambiente modulanti per caldaie

Dettagli

Energie RINNOVABILI Gruppi Termici Ibridi

Energie RINNOVABILI Gruppi Termici Ibridi MADE IN ITALY Energie RINNOVABILI Gruppi Termici Ibridi solare termico SOLARdens aerotermico pompe di calore HPdens SOLARfryo geotermico GEOsolar UN REFERENTE E TANTE SOLUZIONI INTEGRATE PER LE ENERGIE

Dettagli

ASPETTI TEORICI E PRATICI DELL AUTOMAZIONE DOMESTICA

ASPETTI TEORICI E PRATICI DELL AUTOMAZIONE DOMESTICA FEDELE ing. Domenico Antonio PROGETTAZIONE DI IMPIANTI Viale Barlaam da Seminara, 16/D 88100 CATANZARO E-mail: mimmofed@alice.it PEC: domenicoantonio.fedele@ingpec.eu Web: www.ingfedele.it Dispense e appunti

Dettagli

MY HOME CONTROLLO LOCALE LE NOVITÀ. F420 Moduli scenari per la memorizzazione degli scenari (max 16 scenari per modulo)

MY HOME CONTROLLO LOCALE LE NOVITÀ. F420 Moduli scenari per la memorizzazione degli scenari (max 16 scenari per modulo) CONTROLLO LOCALE LE NOVITÀ F420 Moduli scenari per la memorizzazione degli scenari (max 16 scenari per modulo) VIDEO TOUCH SCREEN Pannel PC da utilizzarsi con il software MHVISUAL per la supervisione e

Dettagli

IMPIANTI RISCALDAMENTO Descrizione

IMPIANTI RISCALDAMENTO Descrizione Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIA IMPIANTI RISCALDAMENTO Descrizione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it Impianto termico : Impianto tecnologico

Dettagli

COMPONENTI D IMPIANTO IN REGIME INVERNALE Dispositivi termici atti alla Distribuzione del Calore

COMPONENTI D IMPIANTO IN REGIME INVERNALE Dispositivi termici atti alla Distribuzione del Calore Dispositivi termici atti alla Distribuzione del Calore Distribuzione del calore E della portata idraulica Tipologie: A velocità fissa A 3 velocità regolabili A velocità variabile o elettronica modulante

Dettagli

Pannello comandi a distanza

Pannello comandi a distanza Pannello comandi a distanza 6-7 1-5 Istruzioni d uso INFORMAZIONI GENERALI PER UN USO CORRETTO DEL PANNELLO COMANDI A DISTANZA VI INVITIAMO A LEG- GERE ATTENTAMENTE IL CONTENUTO DEL PRESENTE MANUALE. AVVERTENZE

Dettagli

Termoregolazione. Domotics

Termoregolazione. Domotics ermoregolazione 2012 Domotics s i s t e m a t e r m o r e g o l a z i o n e k n x Il controllo intelligente del clima La nuova famiglia di dispositivi per la termoregolazione del istema domotico Chorus

Dettagli

Integrated Comfort SyStemS

Integrated Comfort SyStemS Integrated Comfort Systems Device innovativo OTOUCH è un sistema di controllo e supervisione innovativo che Eurapo ha sviluppato per gestire il comfort residenziale. L elevata tecnologia è stata abbinata

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali 28111.03 www.caleffi.com Regolatore digitale SOLCAL 1 Copyright 2012 Caleffi Serie 257 MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE Funzione 1 Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici 3 Caratteristiche

Dettagli

Luminae e i Vantaggi. della Termoregolazione. Novembre 2013. Luminae SA Via Balestra 12, CH-6900 Lugano www.luminae.ch info@luminae.

Luminae e i Vantaggi. della Termoregolazione. Novembre 2013. Luminae SA Via Balestra 12, CH-6900 Lugano www.luminae.ch info@luminae. Luminae e i Vantaggi della Termoregolazione Novembre 2013 Pagina 1 di 5 Premessa Nel seguente documento vengono elencati i vantaggi della termoregolazione al sistema integrato Luminae. Tra le applicazioni

Dettagli

Antifurto CATALOGO. La sicurezza da professionisti AF04C. edizione 02/2004

Antifurto CATALOGO. La sicurezza da professionisti AF04C. edizione 02/2004 Antifurto La sicurezza da professionisti edizione 02/2004 CATALOGO AF04C MY HOME la sicurezza da professionisti Il nuovo antifurto BTicino è completo e professionale in tutte le sue funzioni: controllo,

Dettagli

Mammuth - Pompe di rilancio

Mammuth - Pompe di rilancio Mammuth - Pompe di rilancio GRUPPO DI DISTRIBUZIONE PER IMPIANTI A ZONA I gruppi di distribuzione e gestione di utenza di impianti a zone MAMMUTH serie 80, sono stati appositamente studiati per poter

Dettagli

LA DOMOTICA PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LA DOMOTICA PER IL RISPARMIO ENERGETICO Novembre 2013 LA DOMOTICA PER IL RISPARMIO ENERGETICO Con i dispositivi domotici del sistema Chorus di GEWISS è possibile ridurre il consumo di elettricità, gas e acqua del 30% e aumentare il livello di

Dettagli

Interfaccia contatti a 2 ingressi indipendenti

Interfaccia contatti a 2 ingressi indipendenti Il dispositivo è utilizzato per collegare al sistema antintrusione i contatti magnetici di allarme normalmente chiusi, contatti elettromeccanici a fune per la protezione di avvolgibili e tapparelle e sensori

Dettagli

Bellavista 2010 srl Ca C r a a r t a e t Br B i r a i n a z n a z a Vi V a i a T a T z a z z o z l o il

Bellavista 2010 srl Ca C r a a r t a e t Br B i r a i n a z n a z a Vi V a i a T a T z a z z o z l o il Bellavista 2010 srl Carate Brianza Via Tazzoli Cos è MY HOME? MY HOME è il sistema domotico di BTicino e rappresenta l attuale modo di progettare l impianto elettrico. My Home amplia le possibilità della

Dettagli

Sistemi ibridi integrati. Luna Platinum CSI

Sistemi ibridi integrati. Luna Platinum CSI Sistemi ibridi integrati Luna Platinum CSI Sistemi ibridi integrati Storicamente leader nel mercato del riscaldamento domestico, Baxi ha allargato la sua attività verso i sistemi ibridi integrati, in cui

Dettagli

C R O N O T E R M O S T A T I

C R O N O T E R M O S T A T I CH15 0 C R O N O T E R M O S T A T I IntelliComfort IntelliComfort CH150 è il capostipite di un progetto nel campo della termoregolazione dell'ambiente che si propone di coniugare le esigenze di comfort

Dettagli

ETH-HOTEL. Hotelmanagementsystem

ETH-HOTEL. Hotelmanagementsystem ETH-HOTEL Hotelmanagementsystem Presentazione del sistema di gestione alberghiera ETH-HOTEL ETH-HOTEL è un sistema di automazione alberghiera progettato e realizzato secondo i migliori standard qualitativi

Dettagli

Virtuoso Home è la prima piattaforma Italiana per la gestione della domotica ecosostenibile.

Virtuoso Home è la prima piattaforma Italiana per la gestione della domotica ecosostenibile. Virtuoso Home Il sistema più efficiente per controllare e ridurre i tuoi consumi energetici, via internet o smartphone! Risparmia fino al 30% sui costi di gas ed energia elettrica! Virtuoso Home è la prima

Dettagli

Suggerimenti per l uso. Consigli per l efficiente utilizzo delle valvole e dei ripartitori Techem

Suggerimenti per l uso. Consigli per l efficiente utilizzo delle valvole e dei ripartitori Techem Suggerimenti per l uso. Consigli per l efficiente utilizzo delle valvole e dei ripartitori Techem VALVOLE TERMOSTATICHE La Regolazione della Temperatura La valvola termostatica è una manopola di regolazione

Dettagli

INDICE. Gestione energia MY HOME 227

INDICE. Gestione energia MY HOME 227 226 MY HOME Gestione energia INDICE MY HOME Gestione energia Caratteristiche generali..................228 Termoregolazione..................... 236 Climatizzazione...................... 287 Visualizzazione

Dettagli

MY HOME DIFFUSIONE SONORA

MY HOME DIFFUSIONE SONORA DIFFUSIONE SONORA LE NOVITÀ Dispositivi serie AXOLUTE Ingresso RCA TOUCH SCREEN Amplificatore da incasso 204 INDICE DI SEZIONE 206 Caratteristiche generali Catalogo 214 Dispositivi serie AXOLUTE 215 Dispositivi

Dettagli

Contabilizzazione del CaloRe

Contabilizzazione del CaloRe Contabilizzazione del CALORE Contabilizzazione Il centralizzato Che cos è? La contabilizzazione del calore consente all utente di gestire autonomamente l impianto di riscaldamento e dell acqua sanitaria

Dettagli

DomoDigit. DomoDigit. Il controllo della vostra casa a portata di dito

DomoDigit. DomoDigit. Il controllo della vostra casa a portata di dito DomoDigit Il controllo della vostra casa a portata di dito DomoDigit DomoDigit è la tecnologia che unisce, integra e controlla i dispositivi elettrici ed elettronici utili per la gestione della casa.

Dettagli

Guida al corretto utilizzo del riscaldamento contabilizzato Conteggio individuale delle spese di riscaldamento

Guida al corretto utilizzo del riscaldamento contabilizzato Conteggio individuale delle spese di riscaldamento Guida al corretto utilizzo del riscaldamento contabilizzato Conteggio individuale delle spese di riscaldamento Introduzione alla contabilizzazione del calore Il riscaldamento è una fra le più rilevanti

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore Novembre 2011 Sistema di Riscaldamento Quando si parla di impianto di riscaldamento si comprendono sia

Dettagli

sistemi solari soluzioni solari

sistemi solari soluzioni solari sistemi solari soluzioni solari per pompe SOLUZIONI INNOATIE PER ABITAZIONI A BASSO CONSUMO CON ENERGIA SOLARE E POMPE DI CALORE Lo scopo di questo catalogo è di fornire una serie di suggerimenti e soluzioni

Dettagli

REGOLATORI DI VELOCITA PER SISTEMI DI ASPIRAZIONE PROFESSIONALI E INDUSTRIALI

REGOLATORI DI VELOCITA PER SISTEMI DI ASPIRAZIONE PROFESSIONALI E INDUSTRIALI REGOLATORI DI VELOCITA PER SISTEMI DI ASPIRAZIONE PROFESSIONALI E INDUSTRIALI REGOLATORI DI VELOCITA DA PARETE PER SISTEMI DI ASPIRAZIONE PROFESSIONALI E INDUSTRIALI Progettati secondo i più severi standard

Dettagli

FACILE IL SISTEMA DI SICUREZZA COSTRUITO SU MISURA PER TE

FACILE IL SISTEMA DI SICUREZZA COSTRUITO SU MISURA PER TE FACILE IL SISTEMA DI SICUREZZA COSTRUITO SU MISURA PER TE Nasce FACILE, il nuovo sistema di sicurezza e automazione, completamente gestibile da qualunque smart phone, tablet o pc CON FACILE É PIÚ FACILE

Dettagli

50% SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA. Visualizzabile da PC, tablet e smartphone

50% SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA. Visualizzabile da PC, tablet e smartphone SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA L EFFICIENZA DEL RISCALDAMENTO CENTRALIZZATO, I VANTAGGI DELLA GESTIONE AUTONOMA INCENTIVI FISCALI 50% RISTRUTTURAZIONI 65% RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Visualizzabile

Dettagli

DOMIPROJECT D DOMI INSERT D. caldaie murali a gas istantanee predisposte per l abbinamento con impianti solari termici

DOMIPROJECT D DOMI INSERT D. caldaie murali a gas istantanee predisposte per l abbinamento con impianti solari termici DOMI INSERT D caldaie murali a gas istantanee predisposte per l abbinamento con impianti solari termici > PRESTAZIONI, SEMPLICITÀ E COMPATTEZZA DOMIPROJECT D - DOMI INSERT D sono generatori di calore per

Dettagli

Soluzioni di Controllo Comfort

Soluzioni di Controllo Comfort Soluzioni di Controllo Comfort DAE Srl - Via Trieste 4/E, 31025 Santa Lucia di Piave (TV) Tel. 0438 460883 Fax. 0438 468985 E-mail : info@daeitaly.com Home page: http://www.daeitaly.com Sistema di Regolazione

Dettagli

50% SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA. Visualizzabile da PC, tablet e smartphone

50% SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA. Visualizzabile da PC, tablet e smartphone SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA L EFFICIENZA DEL RISCALDAMENTO CENTRALIZZATO, I VANTAGGI DELLA GESTIONE AUTONOMA INCENTIVI FISCALI 50% RISTRUTTURAZIONI 65% RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Visualizzabile

Dettagli

Moduli di espansione. Per le zone di ingresso, di uscita e di. controllo di: funzionalità antifurto, comandi domotici,

Moduli di espansione. Per le zone di ingresso, di uscita e di. controllo di: funzionalità antifurto, comandi domotici, Moduli di espansione Per le zone di ingresso, di uscita e di controllo di: funzionalità antifurto, comandi domotici, attuazioni a bassa e media potenza. Moduli di espansione I moduli di espansione servono

Dettagli

Regolatore climatico RCLM

Regolatore climatico RCLM Regolatore climatico RCLM Caratteristiche principali - Curve di regolazione selezionabili - Programmazione oraria settimanale con 9 programmi preconfigurati e 4 personalizzabili limiti massimi e minimi

Dettagli

IMPIEGO FUNZIONAMENTO

IMPIEGO FUNZIONAMENTO FANTINI COSMI S.p.A. Via dell Osio, 6 20090 Caleppio di Settala, Milano - ITALY Tel. +39 02 956821 Fax +39 02 95307006 info@fantinicosmi.it SUPPORTO TECNICO Tel. +39 02 95682225 supportotecnico@fantinicosmi.it

Dettagli

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica Apparecchi per la domotica 179 IL SISTEMA BUS KNX/ E LA SUA ARCHITETTURA I sistemi BUS costituiscono una moderna tecnologia per la realizzazione degli impianti negli edifici residenziali, in quelli dedicati

Dettagli

CALEFFI. SISTEMI CALORE. RIPARTITORI CONSUMI TERMICI

CALEFFI. SISTEMI CALORE. RIPARTITORI CONSUMI TERMICI RIPARTITORI CONSUMI TERMICI PREMESSA Contabilizzazione diretta dell energia termica: determinazione dei consumi volontari di energia termica dei singoli utenti basata sull utilizzo dei contatori di calore

Dettagli

Tetto isolato e ventilato. Tutti questi interventi possono beneficiare delle detrazioni fiscali del 55%.

Tetto isolato e ventilato. Tutti questi interventi possono beneficiare delle detrazioni fiscali del 55%. 1. Diagnosi energetica La prima cosa da fare è ovviamente la diagnosi energetica dell edificio, sia sotto il profilo energetico che del comfort ambientale. La diagnosi dell edificio è necessaria per valutare

Dettagli

Residenze private. Tipologia edificio: villa con maneggio Località: Venezia Tipologia intervento: ristrutturazione complesso esistente

Residenze private. Tipologia edificio: villa con maneggio Località: Venezia Tipologia intervento: ristrutturazione complesso esistente Tipologia edificio: villa con maneggio Località: Venezia Tipologia intervento: ristrutturazione complesso esistente CARATTERISTICHE IMPIANTO: realizzazione di impianto di riscaldamento, condizionamento

Dettagli

Corso di aggiornamento Sulla domotica

Corso di aggiornamento Sulla domotica Corso di aggiornamento Sulla domotica 6) - R egolazione del clima - la distribuzione dei contenuti multimediali nella casa marcello. ferri@tiscalinet. it GLI ARGOMENTI DI OGGI Soluzioni domotiche negli

Dettagli