IVA per Cassa analisi novità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IVA per Cassa analisi novità"

Transcript

1 Funzione già presente Funzione in corso di realizzazione RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 6 DPR 633/72, art. 7 DL 185/2008, art 32-bis DL 83/2012, DM SOGGETTI INDIVIDUAZIONE Il nuovo regime di liquidazione dell IVA secondo la contabilità per cassa è applicato su opzione a partire dal 1 gennaio dell anno in cui è esercitata o, in caso di inizio attività in corso d anno, dalla data di inizio attività. Limitatamente al 2012 l opzione ha effetto per le operazioni effettuate a partire dal 1 dicembre Di supporto all individuazione dei soggetti potenzialmente interessati sarà possibile produrre mediante una query un elenco delle ditte contabili gestite nel 2012, in ordine di gruppo contabile, con le informazioni sotto elencate. Da caratteristiche contabili ditta: - tipo contabilità ordinaria/semplificata - agevolazione : 1=Nuove iniziative l.388/00, 3= Minimi resid. DL.244/07, 4= Minimi ex a.27 DL.98/ periodicità di liquidazione IVA: mensile, trimestrale - agevolazioni: autotrasportatore, esclusione interessi - contabilità affidata a terzi : Si - gestioni particolari: A = Agricoltura, P = Professionista, V= Ventilazione - regime del margine beni usati : 1 = metodo analitico, 2= metodo globale, 3 = metodo forfettario Da dichiarazione annuale iva 2012: - VE40 volume d affari - VE34 col 1 operazioni con applicazione regime - VE36 col 1 operazioni effettuate nell anno ma con imposta esigibile in anni successivi - VE36 col 2 di cui art. 7 DL 185/ VF20 col 1 acquisti registrati nell anno ma con imposta differita ad anni successivi - VF20 col 2 di cui art. 7 DL 185/ VF25 col 1 imponibile acquisti intracomunitari di beni - VF25 col 3 imponibile importazioni - VJ17 Totale imposta acquisti in - VJ2 col 1 imponibile estrazione beni da depositi iva - VL32 IVA a debito - VL33 IVA a credito - VT1 col1 Totale operazioni imponibili - VT1 col 3 Operazioni imponibili v/consumatori finali CONTRASSEGNO Nella gestione delle caratteristiche contabili ditta sarà abilitata la gestione di un nuovo segnale per contraddistinguere le ditte con applicazione del Regime IVA per Cassa Pag. 1

2 L abilitazione del nuovo segnale IVA per cassa renderà possibile il censimento dei soggetti così contraddistinti nell ambito delle elaborazioni per le quali si rendesse necessaria la selezione. Considerato che si tratta a tutti gli effetti di un regime soggettivo e non più di un differimento legato alla singola operazione è da ritenere che i soggetti trimestrali non possano fruire del nuovo regime dal 01/12/2012, ma dovranno attendere il 01/01/2013 considerato che dalla lettura della norma emerge la necessità di mantenere il medesimo regime all interno di uno stesso periodo di liquidazione. Questo aspetto è comunque opportuno che venga chiarito. A memoria dell opzione fatta per il regime di liquidazione IVA per cassa ed al fine del monitoraggio del periodo di vigenza da definire (annuale o triennale?) verrà abilitata nell ambito della gestione client-server delle caratteristiche contabili ditta il nuovo codice opzione VENDITE REGISTRO IVA Per la successiva registrazione delle fatture di vendita con IVA sospesa fino al momento del relativo incasso deve essere abilitato, per ciascuna ditta interessata, il registro 06 Vendite esigibilità differita come già ora accade per il regime IVA per cassa applicato alla singola operazione ( cfr In sede di abilitazione del registro si suggerisce di indicare mediante, la scelta F11=Valori proposti per registro, l operazione particolare proposta +T con indice 3 Pag. 2

3 posto che così saranno proposte in sede di immissione movimenti in quanto più ricorrenti. EMISSIONE FATTURA La registrazione avviene nel registro 06 Vendite esigibilità differita con l utilizzo dell operazione particolare +T con indice correlato 3. Contabilmente l operazione addebita il Cliente ed accredita il Ricavo e l IVA vendite sospesa. INCASSO FATTURA La registrazione avviene nel registro 03 Vendite con l utilizzo dell operazione particolare +U con indice correlato: 3. l incasso è avvenuto nel periodo d imposta in cui è stata emessa la fattura (rientra nel volume d affari del periodo d imposta). 2. l incasso è avvenuto nell anno successivo a quello in cui è stata emessa la fattura (non rientra nel volume d affari del periodo d imposta). Contabilmente l operazione addebita l IVA vendite sospesa ( ) ed accredita l IVA vendite CAUSALI Per l operazione particolare +T e +U saranno creati i nuovi abbinamenti sotto elencati per i codici operazione 50 VEND.BENI AMM., 51 VENDITA BENI e 52 VENDITA SERVIZI. La necessità di definire nuovi abbinamenti con l operazione particolare +T non si presenta per i codici operazione riferiti a fattispecie escluse dalla normativa iva per cassa. Pag. 3

4 Op. Descrizione Abilitata combinazione con +T e +U A Vendite a favore di consumatori finali (art. 33 c. 13 ultimo periodo D.L. 269/2003) se l acquirente è un soggetto privato +A Vendite a favore di consumatori finali (art. 33 c. 13 ultimo periodo D.L. 269/2003) da un luogo diverso dalla sede se l acquirente è un soggetto privato principale B Vendite a Condomini SI, in attesa di verificare l effettiva presenza della casistica C Vendite non a ricavo SI, in attesa di verificare l effettiva presenza della casistica E Vendite esenti (art. 10 dpr 633/72) e Pro-rata (art. 19 c. 3 dpr NO, in quanto l operazione è registrata ad aliquota esente 633/72), Vendite di oro da investimento art.10 l. 7/2000, artt. 10, 17 dpr 633/72 F Vendite esenti occasionali (art. 10 e art. 19 bis c. 2 dpr NO, in quanto l operazione è registrata ad aliquota esente 633/72) +F Cessioni senza il diritto alla detrazione dell imposta (art.19, NO, in quanto l operazione è registrata ad aliquota esente 19-bis1, 19-bis2 dpr 633/72) G Produttori agricoli: vendite e conferimenti (art. 34 c. 1, 7 dpr 633/72), è dubbio se il regime dell agricoltura debba essere escluso dall applicazione dell iva per cassa trattandosi di un regime speciale di determinazione dell imposta detraibile. J Vendite a terremotati SI, in attesa di verificare l effettiva presenza della casistica M Vendite intracomunitarie beni del +M 1,2 Acquisti intracomunitari seconda operazione se O Subfornitura art.74 c5 OR 1, 2 Cessioni di oro industriale e da investimento con reversecharge art.10 l. 7/2000, artt. 10, 17 dpr 633/72 E dubbia la modalità applicativa posto che nel caso esiste già l agevolazione nel differimento della liquidazione iva del OR 3 Subappalto : vendita (art. 17 c.6 dpr 633/72) del OR 4 Vendite prestazioni servizi settore edile (artt. 10, n. 8-ter e 18 c. 5 e 6 DPR 633/72 DM ) OR 5,6,7 OR 8 OR 9 Vendite prestazioni servizi (da artt. 7 a art 7-septies DPR 633/72 C.M. 58/E ) Vendite microprocessori (art. 17, comma 6, lett. c DPR 633/72) Vendite telefoni cellulari (art. 17, comma 6, lett. c DPR 633/72) del del del del P 1,2,3 Vendita diretta (art. 8, 8bis e 9 dpr 633/72) NO, in quanto l operazione è registrata ad aliquota Non Imponibile PZ 1 Esportazioni a S.Marino (art. 8 c.1 dpr 633/72) NO, in quanto l operazione è registrata ad aliquota Non Imponibile Q Vendita mediante triangolazione (artt. 8, 8bis e 9 dpr 633/72) NO, in quanto l operazione è registrata ad aliquota Non Imponibile +Q 11 Vendite in regime tax free (art. 38 quater c. 1 dpr 633/72) NO, in quanto l operazione è registrata ad aliquota Non Imponibile +Q 21 Vendite relative a beni in transito o depositati in luoghi soggetti a vigilanza doganale NO, in quanto l operazione è registrata ad aliquota Non Imponibile Pag. 4

5 +R Vendite di rottami (art. 74 c. 8 dpr 633/72 e art. 35 d.l , n. 269) post IVA per Cassa se $ Beni usati: Vendite (artt dl 41/1995) per operazioni inerenti il regime del margine +$ Beni usati: Rilevazione del Margine (artt dl 41/1995) NO in quanto il regime iva per cassa non è applicabile per operazioni inerenti il regime del margine T Autotrasporto: Vendite (art. 74 c. 4 dpr 633/72) prima operazione +T 1 vendita IVA in sospensione con fattura emessa dopo il (art. 6 dpr 633/72) - Vendita prima operazione E dubbia la modalità applicativa posto che nel caso esiste già l agevolazione della liquidazione iva al trimestre successivo per operazioni con IVA ad esigibilità differita U Autotrasporto: Vendite (art. 74 c. 4 dpr 633/72) seconda operazione + U 1,2 IVA in sospensione con fattura emessa dopo il (art. 6 dpr 633/72) - Vendita seconda operazione E dubbia la modalità applicativa posto che nel caso esiste già l agevolazione della liquidazione iva al trimestre successivo per operazioni con IVA ad esigibilità differita V Variazioni di sola iva (art. 26 c. 3 dpr 633/72) Va chiarito come vanno trattate: si dovrebbe usare il criterio di incasso/pagamento per la liquidazione della rispettiva IVA, avendo riguardo alla data di incasso/pagamento della nota stessa? +V 1 Vendite in regime tax free (art. 38 quater c. 2 dpr 633/72)? Da verificare le modalità applicative Z Importazioni da S. Marino (artt. 25 e 17 c. 3 dpr 633/72) seconda operazione all importazione di beni + Z 1, 3 Acquisti di oro industriale e da investimento con reversecharge (l. 7/2000, artt. 10, 17 dpr 633/72)- seconda operazione se +Z 2 Autofatture se + Z 4 Acquisti di rottami (art. 74 c. 8 dpr 633/72 e art. 35 d.l , n. 269) post seconda operazione se +Z 5 Operazioni di estrazione di beni dai depositi IVA se +Z 6 Subappalto : acquisto art.17 c.6 seconda operazione se +Z 7 Acquisto fabbricati o porzioni di fabbricati strumentali seconda operazione +Z 8 Acquisti microprocessori (art. 17, comma 6, lett. c DPR 633/72) seconda operazione +Z 9 Acquisti telefoni cellulari (art. 17, comma 6, lett. c DPR 633/72) seconda operazione + 1 Registrazione Iva vendite anticipata (art. 23 c.1 dpr 633/72 come modificato da art. 3 c.1 lett.b decreto legge n. 328) se se se? Da verificare le modalità applicative X Vendita con ventilazione (dm ) se l acquirente è un soggetto privato +I 1,2,3, Acquisti prestazioni servizi (da artt. 7 a art 7-septies DPR 633/72 C.M. 58/E ) - seconda operazione se Pag. 5

6 ACQUISTI REGISTRI IVA Per la successiva registrazione delle fatture di acquisto con IVA sospesa fino al momento del relativo pagamento deve essere abilitato, per ciascuna ditta interessata, il registro 02 Acquisti detrazione differita come già ora accade per il regime IVA per cassa applicato alla singola operazione ( cfr In sede di abilitazione del registro si suggerisce di indicare mediante la scelta F11=Valori proposti per registro l operazione particolare proposta T posto che così saranno proposte in sede di immissione movimenti in quanto più ricorrenti. RICEVIMENTO FATTURA La registrazione avviene nel registro 02 Acquisti detrazione differita con l utilizzo dell operazione particolare T PAGAMENTO FATTURA correlato: La registrazione avviene nel registro 01 Acquisti con l utilizzo dell operazione particolare U con indice nessun indice. - se il pagamento è avvenuto nel periodo d imposta in cui è stata emessa la fattura 2. se il pagamento è avvenuto nell anno successivo a quello in cui è stata emessa la fattura Contabilmente l operazione addebita l IVA acquisti ed accredita l IVA acquisti sospesa ( ) CAUSALI Per l operazione particolare T e U saranno creati i nuovi abbinamenti sotto elencati per i codici operazione 01 ACQ.BENI RIV/PR, 03 CANONI LOC/NOL, 06 ALTRI ACQ.BENI, 07 ALTRI ACQ.SERV., 10 ACQ.BENI AMMORT, 19 RIPARAZ./MANUT., 21 SPESE RAPPRESEN, 23 LOC.FIN.B.STRUM Pag. 6

7 Op. Descrizione Abilitata combinazione con T e U C Acquisti indeducibili in contabilità semplificata (capo VI dpr 917/86 TUIR) G 1, 2 Produttori agricoli: acquisti (art. 34 DPR 633/72) L AL D Acquisti ed importazioni per i quali la detrazione è esclusa o ridotta Acquisti ed importazioni per i quali non è ammessa la detrazione 1 caso Acquisti ed importazioni per i quali non è ammessa la detrazione 2 caso -, è dubbio se il regime dell agricoltura debba essere escluso dall applicazione dell iva per cassa trattandosi di un regime speciale di determinazione dell imposta detraibile. SI, Si ritiene che poiché la disciplina dell IVA per Cassa differisce l esigibilità, ma non l effettuazione (che invece regola gli obblighi di registrazione), nulla debba variare ai fini della determinazione dell IVA totalmente o parzialmente indetraibile. Inoltre il costo dell IVA indetraibile, che sia generale e quindi imputato specifico conto di costo, che invece sia incrementativo del costo originario, va determinato per competenza, dunque è irrilevante l esigibilità, ma i criteri devono essere quelli contabili. M Acquisti intracomunitari prima operazione se N 1 Acquisti di libri e giornali ( art. 1 c L. 244/2007) NO, in quanto l operazione è registrata ad aliquota Non imponibile, Esente, Non Soggetto OR 1,2 Acquisti di oro industriale e da investimento con reversecharge (l. 7/2000, artt. 10, 17 dpr 633/72) prima operazione se OR 3 Subappalto : acquisto art.17 c.6 prima operazione se OR 4 OR 5,6,7 OR 8 OR 9 Acquisto fabbricati o porzioni di fabbricati strumentali prima operazione Acquisti prestazioni servizi (da artt. 7 a art 7-septies DPR 633/72 C.M. 58/E ) - prima operazione Acquisti microprocessori (art. 17, comma 6, lett. c DPR 633/72) prima operazione Acquisti telefoni cellulari (art. 17, comma 6, lett. c DPR 633/72) prima operazione se se se se Q 1, 2,3 Acquisti (art. 8 c.2 dpr 633/72) NO, in quanto l operazione è registrata ad aliquota Non Imponibile +R 1 Acquisti di rottami (art. 74 c. 8 dpr 633/72 e art. 35 d.l , n. 269) post prima operazione se + T 1-9 IVA in sospensione con fattura emessa dopo il (art. 6 dpr 633/72) - Acquisto prima operazione per operazioni con IVA ad esigibilità differita + U 1,2 IVA in sospensione con fattura emessa dopo il (art. 6 dpr 633/72) - Acquisto seconda operazione per operazioni con IVA ad esigibilità differita W Acquisti da minimi e marginali ( art. 1 c L. 244/2007) NO, in quanto l operazione è registrata ad aliquota Non Soggetto $ 1, 2 Beni usati: Acquisti (artt dl 41/1995) per operazioni inerenti il regime del margine % Importazioni art. 67 e segg. all importazione di beni %A Importazioni da S. Marino (artt. 25 e 17 c. 3 dpr 633/72) prima operazione all importazione di beni Y Ritenuta d acconto dpr 600/1973 art.25 SI X Acquisto (dm ) se l acquirente è un soggetto privato Pag. 7

8 CAUSALI Ciascuna causale (codice operazione + operazione particolare) è collegata ad un solo registro IVA, vale a dire che la medesima causale (codice operazione + operazione particolare) non può essere indifferentemente utilizzata nel registro 03 Vendite e 06 Vendite esigibilità differita o 01 Acquisti e 02 Acquisti detrazione differita. Ciò premesso si pone la necessità, dopo averne valutato la numerosità, di porre attenzione ai movimenti con compresenza nella medesima fattura sia fattispecie per cui non è normativamente applicabile il regime dell IVA per cassa (es., importazioni, ecc) sia fattispecie che invece lo prevedono. In questo caso, a meno di non scomporre la registrazione della fattura su due distinti registri IVA, per beneficiare della possibilità di differire la liquidazione dell iva sarà necessario definire una modalità operativa per la registrazione. Nel caso invece di utilizzo di codici operazione che prevedono l uso delle sole aliquote Non Imponibili o Esente gli abbinamenti saranno creati all occorrenza gli abbinamenti con l operazioni particolari +T e T per annotare nei registri 06 Vendite esigibilità differita o 02 Acquisti detrazione differita righe componenti la medesima fattura con IVA Esente o Non Imponibile che pertanto non rilevano ai fini della liquidazione del periodo.. SALDACONTO ACCESSO Il movimento di incasso/pagamento può automaticamente essere creato mediante la gestione del Saldaconto sia in contabilità ordinaria che in contabilità semplificata. Alla gestione del saldaconto si può accedere sia in modalità NPT mediante la scelta 11=Gestione saldaconto fatture del Acquisizione e Interrogazione Dati ovvero mediante la corrispondente scelta client-server Client-server NPT Pag. 8

9 Pag. 9

10 FUNZIONALITA Il saldaconto utilizzato per gestire incassi/pagamenti consentirà: 1) di creare in automatico la registrazione dell iva a debito nel registro 03 Vendite o dell iva a credito nel registro 01 Acquisto conseguente all incasso o al pagamento 2) di distinguere gli incassi e i pagamenti riferiti a fatture registrate nell anno corrente o nell anno precedente. Attribuendo un diverso indice correlato all operazione +U o U 3) di gestire incassi / pagamenti anche parziali nel qual caso l importo viene proporzionalmente diviso fra le diverse righe di fattura con conguaglio dell eventuale differenza di arrotondamento sull ultima riga IVA. 4) gestire oltre agli incassi/pagamenti singoli ( ) anche quelli multipli di più fatture ( ) 5) di selezionare il periodo e il cliente/fornitore a cui si riferiscono le fatture di vendita o di acquisto. 6) tenere sotto controllo le fatture emesse / ricevute, incassate / pagate totalmente o parzialmente, con diversa colorazione in ambiente client-server 7) stampare gli elenchi Per il dettaglio delle funzionalità operative del saldaconto si rimanda alla gli articoli pubblicati alla voce 30.Saldaconto del Blog Fiscale CREAZIONE MOVIMENTI MOVIMENTO IVA La registrazione dell incasso nel registro 03 Vendite oppure del pagamento nel registro 01 Acquisti avverrà con la causale che dovrà essere preventivamente definita nella Gestione tabella collegamenti causali/cl-fo/conti in associazione alla registrazione fatta rispettivamente nel registro 06 Vendite esigibilità differita o 02 Acquisti detrazione differita. In ciascuna causale abbinata sarà possibile indicare anche il sezionale IVA da utilizzare nell ambito del registro 03 Vendite o 01 Acquisti per la registrazione dell incasso o del pagamento. La scelta dell indice correlato da utilizzare per l operazione di incasso +U o di pagamento U sarà comunque fatta in base alla data dell incasso o del pagamento e pertanto è sufficiente un unico abbinamento in tabella. Pag. 10

11 A esempio la causale 51 +T 3 del registro 06 dovrà essere associata alla causale 51 +U 3 del registro 03 con relativo sezionale scelto, la causale 01 T del registro 02 dovrà essere associata alla causale 01 U del registro 01 con relativo sezionale scelto e così via. MOVIMENTO DI PRIMA NOTA L attuale gestione del Saldaconto prevede sia per la contabilità ordinaria che per la contabilità semplificata l automatica annotazione nel registro 07 del movimento di prima nota relativo all incasso o al pagamento. La presenza di questo movimento consente attualmente di collegare la partita del cliente o del fornitore aperta con l emissione della fattura (registro 06) o con il ricevimento (registro 02) della medesima ai rispettivi incassi o pagamenti i modo tale da poter sempre conoscere le partite aperte. Considerato l uso che verrà fatto del Saldaconto nella registrazione degli Incassi e dei Pagamenti inerenti il regime dell IVA per cassa stiamo verificando se è possibile rendere facoltativa per entrambi i tipi di contabilità l uso del registro 07 di Prima Nota o se questo comporta dover rinunciare alla gestione delle partite come sopra descritto. NOTE DI VARIAZIONE Le modalità di registrazione contabile andranno valutate in relazione al momento in cui la nota di variazione perviene ovverossia se la medesima precede o segue l avvenuto incasso o pagamento. Nell ipotesi in cui la nota preceda l Incasso o del Pagamento essa andrà annotata nel registro 06 Vendite esigibilità differita o 02 Acquisti detrazione differita a seconda dei casi e poi il relativo Incasso o Pagamento avrà il suo normale seguito per il netto nel registro 03 vendite o 01 Acquisti. Se invece la nota segue l Incasso o il Pagamento l IVA relativa è già stata portata in liquidazione e pertanto, si ritiene, che la registrazione della nota potrà essere fatta direttamente nel registro 03 Vendite o 01 Acquisti. ABBUONI Nell attuale uso del saldaconto qualora la movimentazione finanziaria del cliente o del fornitore conseguente all incasso o al pagamento sia inferiore al limite di soglia definito nella Gestione tabella controlli immissione movimenti viene proposta la creazione di un movimento di abbuono attivo o passivo a seconda dei casi nel registro 07 Prima Nota. Il movimento utilizza il sottoconto abbuoni attivi o passivi rispettivamente definiti nel registro 02 Acquisti detrazione differita con tipo 2 = Abbuono attivo e nel registro 06 Vendite esigibilità differita con tipo 03 = Abbuono passivo. IVA INDETRAIBILE Per la registrazione degli acquisti con IVA indetraibile continueranno ad essere utilizzabili, a seconda dei casi, le operazioni particolari L, AL e D. Posto che la relativa iva indetraibile è indicata nella liquidazione periodica IVA del mese in cui è stata annotata l operazione nel registro 01 Acquisti, andrà valutato se registrare il movimento direttamente nel registro 01 Acquisti al momento del ricevimento della fattura oppure annotarla dapprima nel registro 02 Acquisti detrazione differita ed attendere il suo pagamento per l annotazione nel registro 01 Acquisti. Pag. 11

12 Per la gestione del movimento nel registro 02 Acquisti detrazione differita e successivamente 01 Acquisti i predetti codici operazioni particolari saranno associati anche alle operazioni particolare T e U. Nell ipotesi in cui solo una parte dell iva di indetraibile si rende comunque necessaria dapprima la rilevazione dell acquisto nel registro 02 Acquisti detrazione differita in quanto in questo caso sono presenti due righe: una con detraibilità iva ed una senza. REGISTRI IVA Le movimentazioni sopra illustrate sono rispettivamente riportate, anche con la parte contabile facoltativa, nei seguenti registri iva: Reg. Descrizione Op. Partita doppia Effetto in Liquidazione periodica iva 02 Acquisti detrazione differita T Diversi a Fornitore Acquisti IVA acquisti sospesa Acquisti U, U 2 IVA acquisti a IVA acquisti sospesa SI 06 Vendite esigibilità differita +T 3 Cliente a Diversi a Ricavi a IVA vendite sospesa Vendite +U 3, 2 IVA vendite sospesa a IVA vendite SI NO NO L applicazione dell iva per cassa sarà resa evidente anche dalla decodifica del codice operazione utilizzato. SOGGETTI CON OPERAZIONI IVA PER CASSA Non risulta chiaro se con l abolizione dal 01/12/2012 del regime relativo all iva per cassa sulle singole operazioni obblighi a far confluire nella liquidazione di novembre 2012 i debiti ed i crediti di IVA sospesa in base alle regole soppresse. Nel caso per censire i soggetti con operazioni in essere si consiglia l uso nel Menu Stampe di Controllo Movimenti della scelta Lista movimenti immessi con selezione causali per l anno 2012 con la scelta dell operazione particolare +T 3 per le fatture di vendita abbinata alle causali 50, 51 e 52 e T per la fatture di acquisto abbinata alle causali 01, 06, 07, 10, 19 da riconciliare con le liste degli incassi e dei pagamenti rispettivamente prodotte con le scelte delle operazioni particolari +U 2 e 3 abbinata alle causali 50, 51 e 52 e U abbinata alle causali 01, 06, 07, 10, 19. Pag. 12

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE ANNUALE IVA In occasione della compilazione della Dichiarazione Annuale IVA 2014, relativa all anno di imposta 2013, siamo a fornire indicazioni per la compilazione del modello ministeriale

Dettagli

Modulo ACA AC003. Codici operazioni particolari

Modulo ACA AC003. Codici operazioni particolari Modulo ACA AC003 Codici operazioni particolari SOMMARIO Acquisti da minimi e marginali ( art. 1 c.96-117 L. 244/2007)... 8 Acquisti di libri e giornali ( art. 1 c.96-117 L. 244/2007)... 8 Agricoltura...

Dettagli

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA ; Scadenza 28.02.2014 Verifica, predisposizione e invio telematico.

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA ; Scadenza 28.02.2014 Verifica, predisposizione e invio telematico. INFORMATIVA N. 3 / 2014 Ai gentili Clienti dello Studio COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA ; Scadenza 28.02.2014 Verifica, predisposizione e invio telematico. DICHIARAZIONE ANNUALE IVA ; Verifica e predisposizione

Dettagli

G P P N D R 7 1 P 1 4 L 7 2 7 S

G P P N D R 7 1 P 1 4 L 7 2 7 S G P P N D R P L S MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 QUADRO VE DETERMINAZIONE DEL VOLUME D AFFARI E DELLA IMPOSTA RELATIVA ALLE OPERAZIONI IMPONIBILI Sez. - Conferimenti di prodotti agricoli e cessioni

Dettagli

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Vicenza, Gennaio 2012 Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

L ALIQUOTA IVA AL 21% E I CHIARIMENTI

L ALIQUOTA IVA AL 21% E I CHIARIMENTI L aliquota IVA al % e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate L ALIQUOTA IVA AL % E I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE NOVITÀ: L art., comma -bis, D.L. n. 8/0, c.d. Manovra di Ferragosto ha aumentato

Dettagli

Dichiarazione annuale Iva 2012 per anno 2011 - Modello richesta dati

Dichiarazione annuale Iva 2012 per anno 2011 - Modello richesta dati Dichiarazione annuale Iva 2012 per anno 2011 - Modello richesta dati Cliente N.ro Informazioni generali o Copia prospetto riepilogativo "dichiarazione Iva annuale per anno 2011" stampata da Vs. computer.

Dettagli

Nuovo regime Iva cassa Pagina 1

Nuovo regime Iva cassa Pagina 1 Nuovo regime Iva per cassa Normativa L art. 32-bis del Decreto Sviluppo (D.L. n. 83/2012 convertito in L. n. 134 dell 11/08/2012) ha introdotto un nuovo regime di liquidazione dell IVA secondo la contabilità

Dettagli

Oggetto: Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2012

Oggetto: Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2012 Vicenza, 23 Gennaio 2013 Oggetto: Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2012 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto.

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto. LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013 La legge 24/12/2012 n. 228, pubblicata nella G.U. 29/12/2012 N. 312, supplemento ordinario n. 212 (legge di stabilità), ha recepito nell ordinamento nazionale le misure

Dettagli

e/ - Iva per cassa casi particolari

e/ - Iva per cassa casi particolari INDICE 1. PREMESSA... 1 2. Omaggi... 2 2.1 Omaggio senza rivalsa Iva (Omaggio Totale).... 2 2.2 Omaggio con rivalsa Iva (Omaggio Imponibile)... 4 2.3 Omaggio esente... 6 3. Anticipi... 8 4. Acconto/Abbuono...

Dettagli

IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE INFORMATIVA N. 088 02 APRILE 2013 IVA IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Artt. 30 e 38-bis, DPR n. 633/72 Provvedimento Agenzia Entrate 20.3.2012 I soggetti in possesso di specifici requisiti possono

Dettagli

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 PERIODICO INFORMATIVO N. 08/2010 Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 Come di consueto entro la fine del mese di febbraio va presentata, esclusivamente in via telematica, la Comunicazione dati IVA.

Dettagli

4.2.5 QUADRO VF OPERAZIONI PASSIVE E IVA AMMESSA IN DETRAZIONE

4.2.5 QUADRO VF OPERAZIONI PASSIVE E IVA AMMESSA IN DETRAZIONE 4.2.5 QUADRO VF OPERAZIONI PASSIVE E IVA AMMESSA IN DETRAZIONE Il quadro si compone di quattro sezioni: 1) Ammontare degli acquisti effettuati nel territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari

Dettagli

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva Contabilità semplificate 68 Casi particolari Il capitolo espone alcune caratteristiche della procedura e modalità operative in casi particolari di gestione come ad esempio le contabilità semplificate,

Dettagli

IL NUOVO REGIME DELL IVA PER CASSA

IL NUOVO REGIME DELL IVA PER CASSA IL NUOVO REGIME DELL IVA PER CASSA Il D.L. n.83/12, all art.32-bis, ha introdotto un nuovo regime che prevede la liquidazione dell Iva secondo una contabilità di cassa (c.d. regime Iva per cassa ). L entrata

Dettagli

LA COMUNICAZIONE DATI IVA RELATIVA AL 2014

LA COMUNICAZIONE DATI IVA RELATIVA AL 2014 INFORMATIVA N. 034 04 FEBBRAIO 2015 IVA LA COMUNICAZIONE DATI IVA RELATIVA AL 2014 Art. 8-bis, DPR n. 322/98 Provvedimenti Agenzia Entrate 17.1.2011 e 15.1.2015 Circolare Agenzia Entrate 25.1.2011, n.

Dettagli

Expert Up Collegamenti da Contabilità a Dichiarazione Iva Trimestrale

Expert Up Collegamenti da Contabilità a Dichiarazione Iva Trimestrale Collegamenti da Contabilità a Dichiarazione Iva Trimestrale Versioni... VB e.net Tipo agg.to...dynet Rel. agg.to...08.04.00 Rel. docum.to...eu080415_rif Data docum.to...08/04/2015 Le configurazioni del

Dettagli

Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014

Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014 Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014 Raccolta dati e richiesta documentazione Oggetto: Richiesta dati e documentazione per la predisposizione della Comunicazione e dichiarazione annuale IVA/2015

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA 2011

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA 2011 SOMMARIO Frontespizio... 2 VA Informazioni sull attività... 2 VE Operazioni attive e determinazione del volume d affari... 3 VE 30 e ve 39... 3 VF operazioni passive e iva ammessa in detrazione... 5 SEZ.

Dettagli

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Entro il 28 febbraio 2014 i titolari di partita Iva sono tenuti a presentare

Dettagli

COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND

COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND Circolare N. 51 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 10 luglio 2009 COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND Al sussistere di determinate condizioni, i soggetti che operano abitualmente con l estero

Dettagli

DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI

DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI Dott. M A U R O R O V I D A 16128 GENOVA - Via Corsica 2/18 Dott. F R A N C E S C A R A P E T T I Telef.: +39 010 876.641 Fax: +39 010 874.399 Dott. L U C A

Dettagli

Dichiarazione IVA 2010: Check List per la compilazione

Dichiarazione IVA 2010: Check List per la compilazione Dichiarazione IVA 2010: Check List per la compilazione Informazioni e dati preliminari - frontespizio Contribuente I dati anagrafici sono aggiornati? Verificare (soggetti diversi dalle persone fisiche):

Dettagli

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 News di approfondimento N. 25 16 Ottobre 13 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Controllare la corrispondenza dei modelli INTRA con le operazioni registrate e compilare i seguenti campi: Prestaz. servizi non soggette.

Controllare la corrispondenza dei modelli INTRA con le operazioni registrate e compilare i seguenti campi: Prestaz. servizi non soggette. MOD. COGE10 19.01.2016 SOCIETA'/IMPRESA: RESPONSABILE INCARICATO DELLO STUDIO: ANNO N.PRATICA XBOOK IMPORTANTE Convalida x comp. Allegare al presente fascicolo o completare i dati richiesti Cliente Studio

Dettagli

Imponibilità Iva per le immobiliari e gestione del pro rata

Imponibilità Iva per le immobiliari e gestione del pro rata Imponibilità Iva per le immobiliari e gestione del pro rata Qualora l attività di «tax planning» delle società immobiliari di gestione dovesse preferire l applicazione dell imposta di registro, si dovrà

Dettagli

Dichiarazione annuale IVA 2016 - periodo d'imposta 2015

Dichiarazione annuale IVA 2016 - periodo d'imposta 2015 Dichiarazione annuale VA 2016 - periodo d'imposta 2015 Cliente N.ro nformazioni generali o Scelta presentazione modello VA in via autonoma Si O - No O o Visto di conformità per compensazione credito oltre

Dettagli

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale Nota Salvatempo Contabilità 13.03 1 APRILE 2015 Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale *in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 31/03/2014

Dettagli

La nuova disciplina dell IVA per cassa si applica alle operazioni effettuate dall 1.12.2012.

La nuova disciplina dell IVA per cassa si applica alle operazioni effettuate dall 1.12.2012. Circolare n. 2/2013 Versamento dell IVA dopo la riscossione del corrispettivo (c.d. IVA per cassa ) - Nuova disciplina - Esercizio, durata e revoca dell opzione 1 Premessa Come anticipato nella circolare

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare numero 04 del 3 febbraio del 2012 Oggetto: Comunicazione annuale dati Iva anno d imposta 2011 I soggetti IVA tenuti alla presentazione della dichiarazione annuale sono obbligati a trasmettere

Dettagli

Raccolta dati per compilazione Dichiarazione IVA 2014

Raccolta dati per compilazione Dichiarazione IVA 2014 Periodico informativo n. 25/2014 Raccolta dati per compilazione Dichiarazione IVA 2014 Gentile Cliente, la presente per comunicarle che Lo Studio è a disposizione per la compilazione e l invio telematico

Dettagli

Modello Iva 2014: esempi di compilazione

Modello Iva 2014: esempi di compilazione Numero 35/2014 Pagina 1 di 7 Modello Iva 2014: esempi di compilazione Numero : 35/2014 Gruppo : IVA Oggetto : DICHIARAZIONE IVA Norme e prassi : Istruzioni e modello Iva 2014; NOSTRA CDG N. 14/2014. Sintesi

Dettagli

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 18/03/2013

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 18/03/2013 Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6LMCN779568 Data ultima modifica 16/01/2014 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità Oggetto Modalità di esportazione dalla Contabilità alla Dichiarazione IVA

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6LMCN779568 Data ultima modifica 02/02/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità Oggetto Modalità di esportazione dalla Contabilità alla Dichiarazione IVA

Dettagli

CHIUSURA IVA ANNO D'IMPOSTA 2013

CHIUSURA IVA ANNO D'IMPOSTA 2013 SCHEDA INFORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA CHIUSURA IVA ANNO D'IMPOSTA 2013 DOCUMENTI DA ALLEGARE: CHIUSURA ANNUALE IVA ANNO 2013 COMPRENSIVA DI RIEPILOGHI (ACQUISTI, VENDITE, CORRISPETTIVI)

Dettagli

IVA PER CASSA ART. 32bis DL 83/2012

IVA PER CASSA ART. 32bis DL 83/2012 IVA PER CASSA ART. 32bis DL 83/2012 (Circolare CT-1211-0132, del 15/11/2012) IVA PER CASSA ART. 32bis DL 83/2012... 2 VERSIONI SUPPORTATE... 3 OPERATIVITÀ IN BUSINESS NET... 3 Requisiti/Limiti... 3 Attivare

Dettagli

OBBLIGHI FATTURAZIONE, CONTENUTO, MODALITA,TERMINI DELLA FATTURAZIONE

OBBLIGHI FATTURAZIONE, CONTENUTO, MODALITA,TERMINI DELLA FATTURAZIONE Circolare n. 14 - pagina 1 di 11 Circolare n. 14 del 20 dicembre 2012 A tutti i Clienti Loro sedi Nuove disposizioni in materia di fatturazione Riferimenti normativi: Decreto Legge n. 216 del 11 dicembre

Dettagli

La contabilizzazione delle fatture di acquisto, di vendita e dei corrispettivi

La contabilizzazione delle fatture di acquisto, di vendita e dei corrispettivi La contabilizzazione delle fatture di acquisto, di vendita e dei corrispettivi Importanza del momento in cui si contabilizza una fattura di acquisto, di vendita o in cui si contabilizzano i corrispettivi

Dettagli

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 3/2013 del 31 gennaio 2013 FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ In questa Circolare 1. Normativa Iva nazionale Novità

Dettagli

UFFICIO COMPETENTE TIPO DI DICHIARAZIONE DATI DEL CONTRIBUENTE. Persone fisiche

UFFICIO COMPETENTE TIPO DI DICHIARAZIONE DATI DEL CONTRIBUENTE. Persone fisiche CODICE FISCALE MODELLO IVA 74-bis DICHIARAZIONE DELLE OPERAZIONI EFFETTUATE NELLA FRAZIONE D ANNO ANTECEDENTE LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO O DI LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA AVVENUTA NELL ANNO 0

Dettagli

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA CIRCOLARE n. 03/2010 Pesaro, 25 gennaio 2010 Spett.li Clienti Loro SEDI COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA 1 Chiarimenti compensazioni iva: 1.1 Compensazione verticale

Dettagli

Integrazione al Manuale Utente 1

Integrazione al Manuale Utente 1 FATTURE AD ESIGIBILITA DIFFERITA Il quinto comma dell art. 6 del D.P.R. n. 633/72 prevede, in via di principio, che l IVA si rende esigibile nel momento in cui l operazione si considera effettuata secondo

Dettagli

RIMBORSO IVA INFRANNUALE

RIMBORSO IVA INFRANNUALE RIMBORSO IVA INFRANNUALE Manuale Operativo Rel. 4.70.10 Indice GUIDA DI RIFERIMENTO... 3 INTRODUZIONE... 3 GESTIONE MODELLO... 4 Scelta di menu... 4 Gestione modello... 4 Menu Modello... 4 Menu Dati...

Dettagli

DEPOSITI IVA: IMMISSIONE IN LIBERA PRATICA CON INTRODUZIONE NEL DEPOSITO IVA REGISTRAZIONI CONTABILI

DEPOSITI IVA: IMMISSIONE IN LIBERA PRATICA CON INTRODUZIONE NEL DEPOSITO IVA REGISTRAZIONI CONTABILI DEPOSITI IVA: IMMISSIONE IN LIBERA PRATICA CON INTRODUZIONE NEL DEPOSITO IVA REGISTRAZIONI CONTABILI 1 Quesito La ditta Alfa Spa effettua l importazione in Italia di beni con immissione in libera pratica

Dettagli

SEZIONE 1 AMMONTARE DEGLI ACQUISTI EFFETTUATI MODELLO NEL IVA 2014 TERRITORIO DELLO STATO, DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI E DELLE IMPORTAZIONI

SEZIONE 1 AMMONTARE DEGLI ACQUISTI EFFETTUATI MODELLO NEL IVA 2014 TERRITORIO DELLO STATO, DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI E DELLE IMPORTAZIONI Sezione Ammontare degli acquisti effettuati nel territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari e delle importazioni SEZIONE AMMONTARE DEGLI ACQUISTI EFFETTUATI MODELLO NEL IVA 0 Periodo d imposta

Dettagli

MODELLO IVA BASE 2014

MODELLO IVA BASE 2014 BOZZA INTERNET del //0 MODELLO IVA BASE 0 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. del D.Lgs. n. 9 del 00 Finalità del trattamento Dati personali Modalità del

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Agenzia Viaggio Il modulo Agenzie Viaggio consente di gestire la contabilità specifica per le agenzie di viaggio: in questo manuale verranno descritte

Dettagli

Novità più rilevanti (1) parità di trattamento tra fattura cartacea e fattura elettronica libera scelta sull autenticità dell origine, l integrità del contenuto e la leggibilità della fatture (facilita

Dettagli

Regime dei minimi e «nuovo» forfait

Regime dei minimi e «nuovo» forfait Regime dei minimi e «nuovo» forfait Elementi di criticità e profili Iva Nicola Forte Latina, 4 maggio 2015 1 I due regimi Il confronto Dal confronto effettuato tra il regime dei minimi ed il nuovo forfait

Dettagli

DATI DEL CONTRIBUENTE PARTITA IVA Indirizzo di posta elettronica. Persone fisiche

DATI DEL CONTRIBUENTE PARTITA IVA Indirizzo di posta elettronica. Persone fisiche CODICE FISCALE MODELLO IVA 74-bis DICHIARAZIONE DELLE OPERAZIONI EFFETTUATE NELLA FRAZIONE D ANNO ANTECEDENTE LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO O DI LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA ANNO UFFICIO COMPETENTE

Dettagli

GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER

GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER Di seguito verrà riportata la gestione contabile e fiscale delle Agenzie di viaggio regolata dall articolo 74 ter del DPR 633/1972. In questo regime la base imponibile

Dettagli

Le principali novità del modello Iva 2010 a cura di Sergio Pellegrino e Giovanni Valcarenghi

Le principali novità del modello Iva 2010 a cura di Sergio Pellegrino e Giovanni Valcarenghi Il Punto sull Iva Le principali novità del modello Iva 2010 a cura di Sergio Pellegrino e Giovanni Valcarenghi Premessa Con Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle Entrate di data 15 gennaio 2010

Dettagli

Regimi IVA Speciali MULTI. Gestione Beni Usati

Regimi IVA Speciali MULTI. Gestione Beni Usati Gestione Beni Usati Introduzione e Impostazioni Il regime speciale per i rivenditori di Beni Usati, di oggetti d arte, di antiquariato e da collezione, introdotto dalla legislazione italiana con il D.L.

Dettagli

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46 AGENZIE DI VIAGGIO Con il presente rilascio è stata completata la gestione dei registri IVA con l implementazione della gestione delle fatture emesse art. 74-ter; sarà possibile utilizzare le nuove causali

Dettagli

genzia ntrate IVA BASE

genzia ntrate IVA BASE IVA BASE Dichiarazione IVA BASE 00 Periodo d imposta 009. MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA BASE RELATIVI ALL ANNO 009 ISTRUZIONI GENERALI Premessa 3. Struttura del modello 3. AVVERTENZE GENERALI. Reperibilità

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

Corrispettivi Ventilazione Grafici

Corrispettivi Ventilazione Grafici HELP DESK Nota Salvatempo 0044 MODULO FISCALE Corrispettivi Ventilazione Grafici Quando serve La normativa Registrazione dei corrispettivi in ventilazione a partire dall'esercizio IVA 2015 Decreto Ministeriale

Dettagli

Anno 2013 N. RF160. La Nuova Redazione Fiscale CONTRIBUENTI EX MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI

Anno 2013 N. RF160. La Nuova Redazione Fiscale CONTRIBUENTI EX MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI Anno 2013 N. RF160 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO RIFERIMENTI CIRCOLARE DEL 12/07/2013 CONTRIBUENTI E MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI ART.

Dettagli

INDICE GUIDA OPERATIVA

INDICE GUIDA OPERATIVA INDICE GUIDA OPERATIVA MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2012 1 Premessa 1 Novità 1 Soggetti che presentano la dichiarazione IVA in via autonoma 2 Struttura dei modelli 3 Modalità e termini

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente OGGETTO: Circolare 11.2015 Seregno, 23 marzo 2015 LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente L art. 21 D.L. 78/2010 ha previsto l obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti

Dettagli

L AUTOFATTURA. Acquisti effettuati da soggetti d'imposta stabiliti nel territorio nazionale

L AUTOFATTURA. Acquisti effettuati da soggetti d'imposta stabiliti nel territorio nazionale Padova, 23 agosto 2010 L AUTOFATTURA Acquisti effettuati da soggetti d'imposta stabiliti nel territorio nazionale Per le prestazioni di servizi e le cessioni di beni rese da operatori non residenti nei

Dettagli

Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 01/2010

Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 01/2010 Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 01/2010 Come comunicato con la circolare CC 02/2006, Vi rinnoviamo la segnalazione che nella nuova veste del nostro sito internet www.studiosinergie.it, sono costantemente

Dettagli

Registrazione di fatture con IVA per cassa

Registrazione di fatture con IVA per cassa il presente documento è composto da 5 pagine Registrazione di fatture con IVA per cassa (riferimento Art.32-bis D.L. n.83/2012 convertito con modificazioni dalla Legge n.7/2012 n.134) N.B. questa norma

Dettagli

Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013

Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013 Ai Gentili Clienti Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013 1 La L. 24.12.2012, n. 228 (legge di Stabilità 2013) ha introdotto novità in materia di fatturazione da applicare su tutte le operazioni

Dettagli

NOVITA IN TEMA DI IVA E DI CRITERI DI TERRITORIALITA

NOVITA IN TEMA DI IVA E DI CRITERI DI TERRITORIALITA ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE ROMA NOVITA IN TEMA DI IVA E DI CRITERI DI TERRITORIALITA Roma, 11 febbraio 2010 LE NOVITA DEI

Dettagli

QUADRO VA INFORMAZIONI SULL'ATTIVITÀ

QUADRO VA INFORMAZIONI SULL'ATTIVITÀ 0 7 7 0 0 8 7 8 MODELLO IVA 0 Periodo d'imposta 00 QUADRO VA INFORMAZIONI SULL'ATTIVITÀ Mod. N. QUADRO VA Da compilare a cura del soggetto risultante da operazioni straordinarie INFORMAZIONI E DATI In

Dettagli

IL CONTENUTO DELLA NUOVA FATTURA

IL CONTENUTO DELLA NUOVA FATTURA PREMESSA La Legge di stabilità 2013 (L. 228 del 24/12/2012, pubblicata in G. U. il 29/12/2012) ha modificato la disciplina IVA introducendo nuove regole in merito al contenuto della nuova fattura, alla

Dettagli

REGISTRAZIONI CONTABILI

REGISTRAZIONI CONTABILI REGISTRAZIONI CONTABILI presupposti civilistici risvolti fiscali perchè devo fare le registrazioni? come e quando devo fare le registrazioni? FINALITÀ CIVILISTICA art. 2423 definire con chiarezza un bilancio

Dettagli

INDICE GUIDA OPERATIVA

INDICE GUIDA OPERATIVA GUIDA OPERATIVA MODELLI DI DICHIARAZIONE ANNUALE IVA 1 Premessa 1 Novità 1 Soggetti che presentano la dichiarazione IVA in via autonoma 3 Struttura dei modelli 3 Modalità e termini di presentazione della

Dettagli

NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012

NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012 Milano, 2 gennaio 2013 NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012 EMISSIONE FATTURE La legge di stabilità ha modificato

Dettagli

FATTURAZIONE DELLE OPERAZIONI ATTIVE

FATTURAZIONE DELLE OPERAZIONI ATTIVE Ravenna, 3 Gennaio 2013 Circolare n. 1/13 OGGETTO: NOVITA IVA DAL 1 GENNAIO 2013 Nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29/12/2012 è stata pubblicata la Finanziaria 2013 (Legge n. 228 del 24/12/2012), c.d.

Dettagli

Studio Commercialisti Associati

Studio Commercialisti Associati Revisore Contabile AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI Circolare Studio N. 1 / 2013 del 10/01/2013 Oggetto: le novità inerenti l I.V.A. e la fatturazione a decorrere dal 01/01/2013 Numerose sono le novità in

Dettagli

Cessione veicoli, trattamento IVA

Cessione veicoli, trattamento IVA Cessione veicoli, trattamento IVA Al fine di individuare il corretto trattamento IVA della cessione di un veicolo usato, è necessario individuare il regime di detraibilità applicato all atto di acquisto

Dettagli

CESSIONE ROTTAMI. In base all art. 35 del D.L. n.269 del 30/09/2003

CESSIONE ROTTAMI. In base all art. 35 del D.L. n.269 del 30/09/2003 CESSIONE ROTTAMI In base all art. 35 del D.L. n.269 del 30/09/2003 L art. 35 del D.L. 30 settembre 2003, n. 269, ha introdotto, a partire dal 2 ottobre 2003, l applicazione generalizzata dell Iva alla

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7C6LPA62329 Data ultima modifica 08/09/2009 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità Oggetto Gestione contabilità degli Autotrasportatori * in giallo le modifiche

Dettagli

Note di rilascio. Contabilità SOMMARIO CONTENUTI VERSIONE CORRENTE

Note di rilascio. Contabilità SOMMARIO CONTENUTI VERSIONE CORRENTE Note di rilascio Aggiornamento disponibile tramite Live Update a partire dal Contabilità Versione 10.45 07/01/2013 SINTESI DEI CONTENUTI Le principali implementazioni riguardano: Gestione IVA per cassa

Dettagli

AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22%

AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Numero circolare 2/2013 Data 8/10/2013 Redattore Davide David AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Abstract: Rif.to normativi: Dal 1.10.2013 l aliquota IVA ordinaria è aumentata dal 21% al 22%. La nuova

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comunicazione dati IVA per l anno 2014 Dichiarazione IVA per l anno 2014 - Chiusure contabili 2014 Entro lunedì 2 marzo 2015 deve

Dettagli

Come gestire l omaggio in caso di fattura IVA per cassa.

Come gestire l omaggio in caso di fattura IVA per cassa. Si distinguono tre tipologie di omaggio che devono essere gestite su e/satto in modo diverso seguendo le istruzioni date per ogni casistica. - Omaggio senza rivalsa Iva (Omaggio Totale) - Omaggio con rivalsa

Dettagli

S T U D I O A S S O C I A T O B U S S O

S T U D I O A S S O C I A T O B U S S O Baschi 27 novembre 2012 VERSAMENTO DELL IVA DOPO LA RISCOSSIONE DEL CORRISPETTIVO (Art. 32 bis D.L. 83/2012 Decreto Min. Economia del 11 ottobre 2012 Provvedimento Direttore Agenzia Entrate n. 165764/2012

Dettagli

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA : SCADENZA AL 29 FEBBRAIO 2016

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA : SCADENZA AL 29 FEBBRAIO 2016 COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA : SCADENZA AL 29 FEBBRAIO 2016 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Con Provvedimento dell Agenzia delle Entrate del 15.1.2016 sono state aggiornate le istruzioni

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Attività Separate ai fini IVA L art. 36 del DPR 633/72 disciplina la tenuta di contabilità separate per le diverse attività esercitate da parte dei soggetti

Dettagli

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015 Dott. Rag. Giorgio Palmeri Rag. Tiberio Frascari Dott. Fabio Ceroni Dott. Carlo Bacchetta Dott. Mariangela Frascari Dott. Marta Lambertucci Dott. Lorenzo Nadalini Dott. Simone Pizzi Rag. Marinella Quartieri

Dettagli

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi.

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi. Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7BHDGU9929 Data ultima modifica 08/09/2009 Prodotto Sistema Professionista - Picomwin Modulo Contabilità Oggetto Nuovo regime Contribuenti Minimi * in giallo

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 19 dicembre 2012 NOVITÀ IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 DECRETO LEGGE 216/2012 ( SALVA INFRAZIONI ) Si segnalano le novità in materia di iva che entreranno

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA Spesometro 2013 La soluzione Magico per adempiere tale obbligo. MULTIMEDIA POINT s.r.l. Via Monte Rosa 2 I-22079 Villa Guardia (CO) Tel. +39 031 563

Dettagli

Terminato il ricalcolo vengono stampati i dipendenti per i quali è stato rideterminato l'importo dell'acconto addizionale comunale.

Terminato il ricalcolo vengono stampati i dipendenti per i quali è stato rideterminato l'importo dell'acconto addizionale comunale. Opzione campo della Certificazione Unica? descrizione Eventuali certificazioni già elaborate saranno automaticamente aggiornate nel caso in cui l importo dell acconto risulti variato rispetto ad una precedente

Dettagli

Consulenza amministrativa sulla normativa civilisticofiscale in ambito Formazione Professionale. Relatore: Ing. Federico Pendin

Consulenza amministrativa sulla normativa civilisticofiscale in ambito Formazione Professionale. Relatore: Ing. Federico Pendin Consulenza amministrativa sulla normativa civilisticofiscale in ambito Formazione Professionale Relatore: Ing. Federico Pendin 1 Premessa L incarico affidatomi dal direttivo del consorzio scuole lavoro

Dettagli

Comunicazione Annuale Dati IVA

Comunicazione Annuale Dati IVA Comunicazione Annuale Dati IVA Il prospetto prodotto dal programma riporta i valori da inserire nelle seguenti sezioni del modello: Sez. II Dati relativi alle operazioni effettuate, limitatamente alle

Dettagli

A seguito della modifica dell art. 21 c.2 del DPR 633/1972, dal 1 gennaio 2013 sarà obbligatorio indicare sempre in fattura:

A seguito della modifica dell art. 21 c.2 del DPR 633/1972, dal 1 gennaio 2013 sarà obbligatorio indicare sempre in fattura: Trento, 08/01/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: fatturazione, novità dal 1 gennaio 2013 - AGGIORNATO Gentile Cliente, dal 1 gennaio 2013 ci saranno importanti novità sul fronte della fatturazione,

Dettagli

Documentazione Gestione Autotrasportatori. Software Gestionale ebridge Professionisti

Documentazione Gestione Autotrasportatori. Software Gestionale ebridge Professionisti La normativa degli Autotrasportatori, consente il decalage dell Iva a debito nel periodo d imposta successivo a quello di emissione del documento. Esempio un fattura di Vendita con data documento 02-02-2007,

Dettagli

STUDIO VIANO DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO VIANO DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO VIANO DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI QUALITÀ E SOLUZIONI Dott. PAOLO VIANO Dott. ROMINA BELLELLI Dott. ALESSANDRO BELTRAMI Dott. UMBERTO BARBOLINI Rag. DANIELA CAVALCA Dott. DANIELA GUALTIERI

Dettagli

Corso New Entry Sistema Ipsoa - Contabilità Cespiti Ritenute

Corso New Entry Sistema Ipsoa - Contabilità Cespiti Ritenute Sistema Ipsoa Corso New Entry 1 REGIMI CONTABILI 3 Contabilità Ordinaria Imprese Caratteristiche e impostazione.3 Contabilità Ordinaria Professionisti Caratteristiche e impostazione 3 Contabilità Semplificata

Dettagli

SCRITTURE E REGIMI CONTABILI

SCRITTURE E REGIMI CONTABILI SCRITTURE E REGIMI CONTABILI Parte III I regimi contabili per imprese e professionisti Dott. Alberto Marengo Dott. Umberto Terzuolo Dott. Piercarlo Bausola Regimi adottabili: I REGIMI CONTABILI PER IMPRESE

Dettagli

Note di Variazione in Regime di Iva per Cassa

Note di Variazione in Regime di Iva per Cassa Piattaforma Applicativa Gestionale Documentazione Fast Patch Nr. 0023 Rel.8.2 Note di Variazione in Regime di Iva per Cassa COPYRIGHT 1992-2013 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa

Dettagli

Omodeo Zorini Peretta Migliazza Associati

Omodeo Zorini Peretta Migliazza Associati Omodeo Zorini Peretta Migliazza Associati CONSULENZA FISCALE, SOCIETARIA E DEL LAVORO Dott. STEFANO OMODEO ZORINI Rag. ROBERTO PERETTA Rag. CARLO ALBERTO MIGLIAZZA Commercialisti Revisori Contabili Collaboratori

Dettagli

Nuove regole di fatturazione

Nuove regole di fatturazione Ufficio Studi Nuove regole di fatturazione Dal 1 gennaio 2013 sono in vigore in Italia le nuove regole di fatturazione previste nella Direttiva 2010/45/UE del Consiglio UE del 13/7/2010, così come introdotte

Dettagli