COMUNE di MAGREGLIO Provincia di Como - Regione Lombardia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE di MAGREGLIO Provincia di Como - Regione Lombardia"

Transcript

1 (Deliberazione Giunta Regionale 8 Novembre N. 7/110 COMUNE di MAGREGLIO Provincia di Como - Regione Lombardia PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO L.R. 12/200 Allegato 2 - PIANO DELLE REGOLE Aprile 201 SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLA SENSIBILITA' PAESISTICA DEI SITI Adozione in data con delibera di Consiglio Comunale n del Approvazione in data con delibera di Consiglio Comunale n del Il Sindaco Arrigoni Giovanna Il Segretario Comunale Dott. ssa Vignola Maria

2 (Deliberazione Giunta Regionale 8 Novembre N. 7/110 SCHEDA DI VALUTAZIONE ELEMENTI FONDAMENTALI ELEMENTI DI INTERESSE DELLA STRUTTURA STORICO-ARTISTICO 1 INSEDIATIVA STORICA Nucleo di antica formazione Edifici rilevanti PARTECIPZIONI AD UN SISTEMA DI Centro e nucleo storico, Esempio storico di architettura contadina Ca del Tay. TESTIMONIANZE DELLA CULTURA FORMALE E MATERIALE Utilizzo di specifici materiali e tecniche costruttive ELEMENTI DI INTERESSE COLLOCAZIONI IN AMBITI TRACIATI AD ELEVATA OGGETTO DI. CELEBRAZIONI E RITI RELIGIOSI 2 Chiesa

3 (Deliberazione Giunta Regionale 8 Novembre N. 7/110 SEGNI DELLA MORFOLOGIA DEL TERRITORIO APPARTENENZA DEL AD UNA VEDUTA SIGNIFICATIVA INTERFERENZA CON UN SPECIFICO PUNTO PANORAMICO Dislivello di quota Scarpata morfologica Vista verso le cime ELEMENTI NATURALISTICO- APPARTENENZA DEL SITI COLLOCATI IN AMBITI RILEVANZA AMBIENTALI LUNGO UN PERCORSO DI DI ELEVATA' NOTORIETA' E Componenti dell'idrografia superficiale; Corridoi verdi; FRUIZIONE PAESISTICO - Sentiero naturalistico DI FORTE RICHIAMO TURISTICO PER LE LORO QUALITA' PAESISTICHE Aree protette; Boschi; Grotte

4 (Deliberazione Giunta Regionale 8 Novembre N. 7/110 RILEVANZA E GEO - MORFOLOGICA Componenti dell'idrografia ELEMENTI NATURALISTICO- AMBIENTALI E GEO - MORFOLOGICI INTERFERENZA CON PERCORSI DI FRUIZIONE PAESISTICO - INTERFERENZA CON PERCORSI DI FRUIZIONE PAESISTICO - INTERFERENZA CON LUOGHI CONTRADISTINTI DA UNO STATUS DI RAPPRESENTIVITA' NELLA CULTURA LOCALE superficiale; Corridoi verdi; Aree protette; Boschi; SEGNI DELLA MORFOLOGIA DEL TERRITORIO RILEVANZA GEO - MORFOLOGICA Grotte; Massi erratici ELEMENTI IN VICINANZA APPARTENENZA AD UN CON AREE DI RILEVANZA LUOGO CONTRADISTINTO DA UN MEDIO LIVELLO. D'IMMAGINE 6

5 (Deliberazione Giunta Regionale 8 Novembre N. 7/110 ELEMENTI IN VICINANZA CON AREE DI RILEVANZA. APPARTENENZA AD AMBITI OGGETTO DI CELEBRAZIONI LETTERARIE, E ARTISTICHE O STORICHE INTERFERENZA CON LUOGHI CONTRADISTINTI DA UNO STATUS DI RAPPRESENTIVITA' NELLA CULTURA LOCALE 7 Ambiti sedimentate nella memoria culturale ; Ambiti sedimentate nella memoria culturale, interpretazioni artistiche e Ambiti di elevata notorietà poetiche e di forte richiamo turistico ELEMENTI IN VICINANZA CON AREE DI RILEVANZA 8.

6 (Deliberazione Giunta Regionale 8 Novembre N. 7/110 ELEMENTI IN VICINANZA COLLOCAZIONI IN AMBITI CON AREE DI RILEVANZA OGGETTO DI. CELEBRAZIONI E RITI 9 RELIGIOSI Cimitero PARTECIPZIONI AD UN ELEMENTI DI INTERESSE APPARTENENZA DEL AD INTERFERENZA CON PUNTI DI APPARTENENZA AD AMBITI INTERFERENZA CON SISTEMA DI UNA VEDUTA SIGNIFICATIVA VISTA PANORAMICI OGGETTO DI LUOGHI CONTRADISTINTI 10 TESTIMONIANZE DELLA CULTURA FORMALE E MATERIALE Santuario Madonna del Ghisallo "Museo del ciclismo - Madonna del Ghisallo" Monumenti Cappelle Belvedere Romeo Vista verso le cime - Gringa mt.209 Vista ramo del lago di Lecco Belvedere Romeo Vista verso le cime Vista del lago di Lecco CELEBRAZIONI LETTERARIE, E ARTISTICHE O STORICHE Ambiti sedimentate nella memoria culturale; Ambiti di elevata notorietà e di forte richiamo turistico DA UNO STATUS DI RAPPRESENTIVITA' NELLA CULTURA LOCALE Ambiti sedimentate nella memoria culturale, interpretazioni artistiche e poetiche;.

7 (Deliberazione Giunta Regionale 8 Novembre N. 7/110 ELEMENTI NATURALISTICO- RILEVANZA AMBIENTALI 11 Aree protette Corridoi verdi Ville di pregio ELEMENTI DEL LUOGO DI MODESTO INTERESSE 12 APPARTENENZA AD UN LUOGO CONTRADISTINTO DA UN MEDIO LIVELLO D'IMMAGINE ELEMENTI DI INTERESSE APPARTENENZA AD AMBITI INTERFERENZA CON OGGETTO DI LUOGHI CONTRADISTINTI CELEBRAZIONI DA UNO STATUS DI 1 Giardino di Rausch - scrittore LETTERARIE, E ARTISTICHE O STORICHE RAPPRESENTIVITA' NELLA CULTURA LOCALE Gemellagio con la Gemellagio con la cittadina tedesca di cittadina tedesca di Friedberg Friedberg

8 (Deliberazione Giunta Regionale 8 Novembre N. 7/110 APPARTENENZA DA UN ELEMENTI DEL LUOGO DI LUOGO DI LIMITATA CARENTE INTERESSE RILEVANZA PAESISTICA 1 2 APPARTENENZA AD UN LUOGO CONTRADISTINTO DA UN MEDIO LIVELLO. 1 D'IMMAGINE RILEVANZA Componenti dell'idrografia. 16 superficiale;

9 (Deliberazione Giunta Regionale 8 Novembre N. 7/110 RILEVANZA ELEMENTI NATURALISTICO- AMBIENTALI. 17 Componenti dell'idrografia superficiale; ELEMENTI RILEVANZA GEO - NATURALISTICO- MORFOLOGICA AMBIENTALI. 18 Grotte ELEMENTI NATURALISTICO- AMBIENTALI. 19

10 (Deliberazione Giunta Regionale 8 Novembre N. 7/110 APPARTENENZA AD UN LUOGO CONTRADISTINTO DA UN ELEVATO LIVELLO. 20 D'IMMAGINE APPARTENENZA DA UN ELEMENTI DEL LUOGO DI LUOGO DI LIMITATA CARENTE INTERESSE TRACIATI AD ELEVATA RILEVANZA PAESISTICA. 21 2

Regione Lombardia Gennaio 2010 PIANO TERRITORIALE REGIONALE DELLA LOMBARDIA

Regione Lombardia Gennaio 2010 PIANO TERRITORIALE REGIONALE DELLA LOMBARDIA Regione Lombardia Gennaio 2010 PIANO TERRITORIALE REGIONALE DELLA LOMBARDIA Il PTR della Lombardia: presentazione Documento di Piano Piano Paesaggistico Volume 5 Strumenti Operativi Sezioni Tematiche Valutazione

Dettagli

COMUNE DI PAVONE DEL MELLA

COMUNE DI PAVONE DEL MELLA COMUNE DI PAVONE DEL MELLA Provincia di Brescia VERIFICA DELLA COMPATIBILITÀ PAESISTICA DELL INTERVENTO D.Lgs. 22-01-2004 n 42 L.R. 11-03-2005 n 12 D.G.R. 8-11-2002 n 7/11045 - Richiedente : - Tipo di

Dettagli

Esame di impatto paesistico

Esame di impatto paesistico In allegato alla dichiarazione di Codice fiscale BRNFLC6H07E78K Esame di impatto paesistico Ai sensi della Deliberazione della Giunta Regionale 08//00, n. 7/0 Il sottoscritto progettista dell'intervento

Dettagli

COMUNE DI BAGNOLO SAN VITO Provincia di Mantova Settore Urbanistica/Edilizia Privata REVISIONE 1 Referente: Architetto Luca Giovannoni

COMUNE DI BAGNOLO SAN VITO Provincia di Mantova Settore Urbanistica/Edilizia Privata REVISIONE 1 Referente: Architetto Luca Giovannoni COMUNE DI BAGNOLO SAN VITO Provincia di Mantova Settore Urbanistica/Edilizia Privata REVISIONE 1 Referente: Architetto Luca Giovannoni Permesso di costruire Denuncia Inizio Attività n del ESAME DELL IMPATTO

Dettagli

COMUNE di SERMIDE Provincia di Mantova

COMUNE di SERMIDE Provincia di Mantova SPAZIO RISERVATO ALL UFFICIO PROTOCOLLO COMUNE di SERMIDE Provincia di Mantova UFFICIO TECNICO ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEI PROGETTI (Approvato ai sensi dell art. 30 delle Norme di Attuazione del

Dettagli

Proprietario dell immobile: (cognome e nome/ragione sociale) nato/a a (comune) ( ) - (stato) il - - residente a/sede legale in (comune) ( )

Proprietario dell immobile: (cognome e nome/ragione sociale) nato/a a (comune) ( ) - (stato) il - - residente a/sede legale in (comune) ( ) COMUNE DI ROVATO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE SETTORE EDILIZIA PRIVATA Via Lamarmora n. 7-25038 Rovato (BS) E edilizia S ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEI PROGETTI Ai sensi dell art. 25 e

Dettagli

COMUNE di MAGREGLIO Provincia di Como - Regione Lombardia

COMUNE di MAGREGLIO Provincia di Como - Regione Lombardia COMUNE di MAGREGLIO Provincia di Como - Regione Lombardia PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO L.R. 12/2005 Allegato 1 - PIANO DELLE REGOLE Aprile 2013 SCHEDE COMPARTI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA CRU Adozione

Dettagli

ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEI PROGETTI

ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEI PROGETTI ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEI PROGETTI (Approvato ai sensi dell art.30 delle Norme di Attuazione del Piano Territoriale Paesistico Regionale e secondo le Linee guida approvato con D.G.R. 8 novembre

Dettagli

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO COMUNE DI SERNIO (SO) PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO AI SENSI DELLA L.R. 12/2005 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI C.C. N DEL A FIRMA DEL SEGRETARIO ADOZIONE CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE: n.21 del

Dettagli

Comune di Sesto ed Uniti

Comune di Sesto ed Uniti Comune di Sesto ed Uniti SCHEDE DA COMPILARSI CON LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEI PROGETTI (schema proposto dall art. 30 delle Norme di Attuazione del Piano Territoriale

Dettagli

linee guida per la redazione del piano di governo del territorio

linee guida per la redazione del piano di governo del territorio linee guida per la redazione del piano di governo del territorio allegato A delibera C.C. n. 35 del 24/11/2008 24 novembre 2008 ORSENIGO paese più aperto e accessibile più sicuro e solidale più bello e

Dettagli

Ex colonia dei Martinitt Piano Rancio - Bellagio

Ex colonia dei Martinitt Piano Rancio - Bellagio Bellagio Inquadramento Territoriale Como Piano Rancio Lecco Bellagio Piano Rancio Milano SP 41 Piano Rancio Alt. 987 m s.l.m SS 36 del lago di Como Lecco Como SP 342 Briantea Como Inquadramento Piano Rancio

Dettagli

COMUNE DI VILLASANTA (Provincia di Milano)

COMUNE DI VILLASANTA (Provincia di Milano) COMUNE DI VILLASANTA (Provincia di Milano) Settore Edilizia Privata e Urbanistica Attuazione delle Politiche Territoriali PIANO/PROGETTO DI: LOTTIZZAZIONE / RECUPERO.. ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEL

Dettagli

GIR DI SANT ITINERARIO NATURALISTICO STORICO E RELIGIOSO DEL CORNIZZOLO

GIR DI SANT ITINERARIO NATURALISTICO STORICO E RELIGIOSO DEL CORNIZZOLO GIR DI SANT ITINERARIO NATURALISTICO STORICO E RELIGIOSO DEL CORNIZZOLO 1 Premessa Il gir di sant è un percorso simbolico che riscopre e riafferma la testimonianza di sacralità del territorio che la popolazione

Dettagli

Comune di San Giorgio su Legnano

Comune di San Giorgio su Legnano Comune di San Giorgio su Legnano Piazza IV Novembre, 7-20010 (MI) - C.F. 01401970155 Centralino: 0331.401564/401290 - Fax: 0331.403837 - Polizia Locale: 0331.404074 www.sangiorgiosl.org - E-mail: info@sangiorgiosl.org

Dettagli

ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEI PROGETTI

ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEI PROGETTI Spazio riservato al Protocollo Spett. COMUNE DI CASTELSEPRIO Ufficio Tecnico Via San Giuseppe, 114 C.A.P. 21050 - Castelseprio Spazio riservato all Ufficio Tecnico Numero pratica edilizia / ESAME DELL

Dettagli

I vincoli paesaggistici negli strumenti di pianificazione

I vincoli paesaggistici negli strumenti di pianificazione VINCOLI PAESAGGISTICI: ricadute sulla pianificazione giovedì 24 settembre 2015// Centro Studi PIM Villa Scheibler I vincoli paesaggistici negli strumenti di pianificazione a cura di ing. Francesca Boeri

Dettagli

Provincia di Livorno Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale. QUADRO CONOSCITIVO Il paesaggio. Gruppo di progettazione

Provincia di Livorno Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale. QUADRO CONOSCITIVO Il paesaggio. Gruppo di progettazione Provincia di Livorno Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale QUADRO CONOSCITIVO Il paesaggio Gruppo di progettazione Arch. Antonella Valentini (coordinamento) Arch. Gabriele Paolinelli Arch. Paola

Dettagli

AMPLIAMENTO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO G. QUARENGHI

AMPLIAMENTO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO G. QUARENGHI AMPLIAMENTO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO G. QUARENGHI STUDIO DI FATTIBILITA AMBIENTALE 1 DESCRIZIONE SINTETICA DEGLI INTERVENTI L intervento consiste nell ampliamento della scuola esistente, con l aggiunta

Dettagli

VIA Zona di decentramento n. Zona omogenea Destinazione funzionale Grado di sensibilità del sito Grado di incidenza del progetto Impatto paesistico

VIA Zona di decentramento n. Zona omogenea Destinazione funzionale Grado di sensibilità del sito Grado di incidenza del progetto Impatto paesistico 15.09.04 VIA Zona di decentramento n. Zona omogenea Destinazione funzionale Grado di sensibilità del sito Grado di incidenza del progetto Impatto paesistico ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEI PROGETTI Applicato

Dettagli

COMUNE DI CASALETTO LODIGIANO PROVINCIA DI LODI P.G.T. Piano di Governo del Territorio

COMUNE DI CASALETTO LODIGIANO PROVINCIA DI LODI P.G.T. Piano di Governo del Territorio COMUNE DI CASALETTO LODIGIANO PROVINCIA DI LODI P.G.T. Piano di Governo del Territorio Redatto ai sensi della Legge Urbanistica Regionale 14 Marzo 2005 n.12 e s.m.i. Strumento: Piano delle Regole Aggiornamento:

Dettagli

ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEI PROGETTI

ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEI PROGETTI Aggiornamento 2014 PRATICA EDILIZIA N. / ORIGINALE/COPIA Al Comune di Opera (Provincia di Milano) PROTOCOLLO GENERALE SETTORE PIANIFICAZIONE GESTIONE DEL TERRITORIO, via Dante Alighieri, 12 20090 Opera

Dettagli

IL TORRENTE COSIA: FILO CONDUTTORE DELLA BIODIVERSITA' TRA NATURA E UOMO BANDO CARIPLO - SCUOLA 21, A.S. 2013/14 FASE 2: PROBLEMATIZZAZIONE CLASSE III

IL TORRENTE COSIA: FILO CONDUTTORE DELLA BIODIVERSITA' TRA NATURA E UOMO BANDO CARIPLO - SCUOLA 21, A.S. 2013/14 FASE 2: PROBLEMATIZZAZIONE CLASSE III IL TORRENTE COSIA: FILO CONDUTTORE DELLA BIODIVERSITA' TRA NATURA E UOMO BANDO CARIPLO - SCUOLA 21, A.S. 2013/14 FASE 2: PROBLEMATIZZAZIONE CLASSE III UNITA' DI APPRENDIMENTO 1: PROCESSO DI TRASFORMAZIONE

Dettagli

MILANO - GIOVEDÌ, 8 MARZO Sommario

MILANO - GIOVEDÌ, 8 MARZO Sommario REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - GIOVEDÌ, 8 MARZO 2007 2º SUPPLEMENTO STRAORDINARIO Sommario Anno XXXVII - N. 49 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b

Dettagli

Fiume Tara. Lido Azzurro. Mare Ionio. Legenda. Allegato 1

Fiume Tara. Lido Azzurro. Mare Ionio. Legenda. Allegato 1 Allegato 1 PUTT/p Regione Puglia Sistema della stratificazione storica dell'organizzazione insediativa - Ambiti Territoriali Distinti (Serie 01) Vincoli ex lege 1497/39 Allegato 2 PUTT/p Regione Puglia

Dettagli

MILANO - GIOVEDÌ, 19 APRILE Sommario. Deliberazione Giunta regionale 3 aprile n. 8/4516

MILANO - GIOVEDÌ, 19 APRILE Sommario. Deliberazione Giunta regionale 3 aprile n. 8/4516 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - GIOVEDÌ, 19 APRILE 2007 3º SUPPLEMENTO STRAORDINARIO Sommario Anno XXXVII - N. 81 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b

Dettagli

Verona, 22 aprile 2016

Verona, 22 aprile 2016 Corso di formazione sul paesaggio Edizione 2016 IL PAESAGGIO AGRARIO TRA OBSOLESCENZA E DEGRADO Azioni di recupero e valorizzazione Verona, 22 aprile 2016 Paesaggio, sensibilizzazione, responsabilizzazione.

Dettagli

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI NOVARA COMUNE DI BORGOMANERO. Delibera di Consiglio Comunale n. 3 del 30 gennaio 2009

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI NOVARA COMUNE DI BORGOMANERO. Delibera di Consiglio Comunale n. 3 del 30 gennaio 2009 REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI NOVARA COMUNE DI BORGOMANERO PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE PROGETTO DEFINITIVO Adozione Deliberazione Programmatica: Delibera di Consiglio Comunale n. 3 del 30 gennaio

Dettagli

UN ANNO DI ABBONAMENTO MUSEI LOMBARDIA MILANO 15 giugno 2016 Sala Belvedere Palazzo Lombardia

UN ANNO DI ABBONAMENTO MUSEI LOMBARDIA MILANO 15 giugno 2016 Sala Belvedere Palazzo Lombardia UN ANNO DI ABBONAMENTO MUSEI LOMBARDIA MILANO 15 giugno 2016 Sala Belvedere Palazzo Lombardia La tessera accesso libero e illimitato a musei e siti di interesse storico culturale di Milano e della Lombardia

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 10 marzo 2011, n. 416

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 10 marzo 2011, n. 416 8362 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 10 marzo 2011, n. 416 Circolare n. 2/2011 Indicazioni in merito alle procedure autorizzative e abilitative di impianti fotovoltaici collocati su edifici e manufatti

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO PAESISTICO DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA PAESISTICA DOMANDA DI GIUDIZIO PAESISTICO

VALUTAZIONE DI IMPATTO PAESISTICO DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA PAESISTICA DOMANDA DI GIUDIZIO PAESISTICO COMUNE DI BUSTO GAROLFO Provincia di Milano Cap. 20020 Piazza Diaz n. 1 tel. 0331.562011 fax 0331.568703 * * * * * * VALUTAZIONE DI IMPATTO PAESISTICO DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA PAESISTICA DOMANDA DI

Dettagli

1. Criteri per la determinazione della classe di sensibilità paesistica

1. Criteri per la determinazione della classe di sensibilità paesistica 1. Criteri per la determinazione della classe di sensibilità paesistica Il giudizio complessivo circa la sensibilità di un paesaggio è determinato tenendo conto di tre differenti modi di valutazione: -

Dettagli

APF1 AREE PRODUTTIVE DI FONDOVALLE

APF1 AREE PRODUTTIVE DI FONDOVALLE 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ( per 958 958 888 888 1270 1270 120 120 263 263 1366 1366 420 3 1260 17 1 17 128 1 128 75 1 75 1653 3212 4865 640 1480 L area dal punto di vista storico presenta due edifici (identificati

Dettagli

1 - ILLUSTRAZIONE DELLE RAGIONI DELLA SCELTA DEL SITO E DELLA SOLUZIONE PROGETTUALE PROPOSTA

1 - ILLUSTRAZIONE DELLE RAGIONI DELLA SCELTA DEL SITO E DELLA SOLUZIONE PROGETTUALE PROPOSTA La presente relazione illustra la proposta per la realizzazione di un Centro Residenziale di Cure Palliative Hospice di iniziativa privata, da localizzare nel territorio comunale di Campli, in località

Dettagli

PERCORSI ED ITINERARI CICLOTURISTICI PERCORSI ED ITINERARI CICLOTURISTICI NELL'ASTER PROGETTO PRELIMINARE ASTER. Comuni dell'aster

PERCORSI ED ITINERARI CICLOTURISTICI PERCORSI ED ITINERARI CICLOTURISTICI NELL'ASTER PROGETTO PRELIMINARE ASTER. Comuni dell'aster PERCORSI ED ITINERARI CICLOTURISTICI NELL'ASTER 04 25.03.2013 emesso PB RDM AGA Comune: Provincia: Regione: Settore: ARCHITETTONICO Elaborato: Comuni dell'aster Committente: Livello di progettazione: Titolo:

Dettagli

Comune di Pregnana Milanese Provincia di Milano Settore Tecnico Ufficio Edilizia Privata Responsabile del procedimento: Geom. Domenico Carnuccio

Comune di Pregnana Milanese Provincia di Milano Settore Tecnico Ufficio Edilizia Privata Responsabile del procedimento: Geom. Domenico Carnuccio Comune di Pregnana Milanese Provincia di Milano Settore Tecnico Ufficio Edilizia Privata Responsabile del procedimento: Geom. Domenico Carnuccio Prot. Rif. UT ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEI PROGETTI

Dettagli

Il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale. Bellelli Sara Provincia di Mantova

Il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale. Bellelli Sara Provincia di Mantova Il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale Bellelli Sara Provincia di Mantova AREA MORENICA MANTOVANA: PROGETTI, PATRIMONIO, TESORI NASCOSTI, EVENTI PATRIMONIO Villa Mirra, Cavriana, 5 maggio 2008

Dettagli

Tipo di intervento. Osservazioni. Prescrizioni

Tipo di intervento. Osservazioni. Prescrizioni N scheda 419 Isolato 47 Foglio 41 N.D. Via Cologna 1 1 2,15 2,15 Mappale: 12----- 21,5 21,5 1 1 Ristrutturazione L edificio presenta caratteristiche non compatibili con il contesto del nucleo antico in

Dettagli

ELENCO ATTI DEL PGT ATTI COSTITUTIVI DEL DOCUMENTO DI PIANO: Localizzazioni 1:7.500

ELENCO ATTI DEL PGT ATTI COSTITUTIVI DEL DOCUMENTO DI PIANO: Localizzazioni 1:7.500 DOCUMENTO DI PIANO - OSSERVAZIONI DP osservazioni DP osservazioni ELENCO ATTI DEL PGT ATTI COSTITUTIVI DEL DOCUMENTO DI PIANO: Localizzazioni DOCUMENTO DI PIANO QUADRO RICOGNITIVO DP 1m 1 Stato di attuazione

Dettagli

SISTEMA TURISTICO MONZA E BRIANZA ALLEGATO 4 ALLA PROPOSTA DI PST - ELENCO GENERALE DEGLI INTERVENTI

SISTEMA TURISTICO MONZA E BRIANZA ALLEGATO 4 ALLA PROPOSTA DI PST - ELENCO GENERALE DEGLI INTERVENTI 1 E2 / ALTA 2 B1 / ALTA IMMAGINE COORDINATA E MATERIALI PROMOZIONALI ST PROGETTO VILLE - INTEGRAZIONE MILANO, COMO E LECCO VILLORESI IV LOTTO - 1 stralcio VILLORESI IV LOTTO - 2 stralcio RIPRISTINO VALASSINA

Dettagli

Re-tour nei Campi Flegrei.

Re-tour nei Campi Flegrei. nei Campi Flegrei. un Itinerario in cantiere IDEA FORZA: 1) Strutturazione di un itinerario di visita architettonico - archeologico - paesistico di valenza internazionale, costituito da alcuni grandi poli

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE CONSIGLIO COMUNALE

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE CONSIGLIO COMUNALE SI rende noto che ai sensi dell art. 39 lett. a-b del D. Lgs. 33/2013, il Consiglio Comunale convocato il giorno 18.12.2015 alle ore 17,30, prenderà in esame la proposta di deliberazione avente ad oggetto:

Dettagli

COMUNE DI PINEROLO PROVINCIA DI TORINO SETTORE URBANISTICA. Vista la domanda presentata dal sig. in data e protocollata il al n. ;

COMUNE DI PINEROLO PROVINCIA DI TORINO SETTORE URBANISTICA. Vista la domanda presentata dal sig. in data e protocollata il al n. ; COMUNE DI PINEROLO PROVINCIA DI TORINO SETTORE URBANISTICA Vista la domanda presentata dal sig. in data e protocollata il al n. ; Visto il D.P.R. n. 380 del 6 giugno 2001; Visto il piano regolatore generale

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA SERVIZIO URBANISTICA E AUTORIZZAZIONI PAESAGGISTICHE METODOLOGIA DI ANALISI DELL'IMPATTO PAESAGGISTICO DEI PROGETTI SOTTOPOSTI AI PROCEDIMENTI DI CUI AGLI ARTT. 146 E 167, COMMI 4

Dettagli

Beni culturali, ambientali e paesaggistici. alcuni esempi di schedatura e documentazione fotografica

Beni culturali, ambientali e paesaggistici. alcuni esempi di schedatura e documentazione fotografica Beni culturali, ambientali e paesaggistici alcuni esempi di schedatura e documentazione fotografica novembre 2001 DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA UTOE DELLA FASCIA INFRASTRUTTURALE INSEDIATIVA CONTINUA SOTTOSISTEMA

Dettagli

ELENCO MUSEI aggiornato al 15 giugno 2016

ELENCO MUSEI aggiornato al 15 giugno 2016 ELENCO MUSEI aggiornato al 15 giugno 2016 MILANO Acquario Civico Casa Milan - Museo Mondo Milan Casa Museo Boschi Di Stefano Civico Museo Archeologico Cripta di San Giovanni in Conca Fondazione Stelline

Dettagli

Il processo di lettura del paesaggio : dalla macroscala alla mesoscala sino all elemento di dettaglio

Il processo di lettura del paesaggio : dalla macroscala alla mesoscala sino all elemento di dettaglio Processo gerarchico di lettura del mosaico paesistico Il processo di lettura del paesaggio : dalla macroscala alla mesoscala sino all elemento di dettaglio Schema di lettura spaziale/gerarchica del paesaggio,

Dettagli

INDICE. 1. INTRODUZIONE pag METODOLOGIA DI STUDIO pag OBIETTIVI DI SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE pag. 5

INDICE. 1. INTRODUZIONE pag METODOLOGIA DI STUDIO pag OBIETTIVI DI SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE pag. 5 INDICE PREMESSA pag. 2 1. INTRODUZIONE pag. 3 2. METODOLOGIA DI STUDIO pag. 4 3. OBIETTIVI DI SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE pag. 5 4. INDIVIDUAZIONE DEGLI IMPATTI GENERATI DALLE AZIONI DI PIANO pag. 5 4.1 IMPATTI

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano ESAME DELL IMPATTO PAESISTICO DEI PROGETTI (ai sensi della Parte IV delle Norme di Attuazione del PPR Regionale e d.g.r. n. 11045 dell8 novembre 2002, pubblicata

Dettagli

A relazione del Presidente Chiamparino: Premesso che:

A relazione del Presidente Chiamparino: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU35 31/08/2017 Deliberazione della Giunta Regionale 3 agosto 2017, n. 61-5492 Legge 20 febbraio 2006, n.77. Atto di Intesa tra i soggetti responsabili della gestione dei beni costituenti

Dettagli

PERCORSI ED ITINERARI CICLOTURISTICI NELL'ASTER PERCORSI ED ITINERARI CICLOTURISTICI PROGETTO PRELIMINARE ASTER. Comuni dell'aster

PERCORSI ED ITINERARI CICLOTURISTICI NELL'ASTER PERCORSI ED ITINERARI CICLOTURISTICI PROGETTO PRELIMINARE ASTER. Comuni dell'aster PERCORSI ED ITINERARI CICLOTURISTICI NELL'ASTER 04 25.03.2013 emesso PB RDM AGA Comune: Provincia: Regione: Settore: ARCHITETTONICO Elaborato: Comuni dell'aster Committente: Livello di progettazione: Titolo:

Dettagli

STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE CHIARIMENTI

STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE CHIARIMENTI AUTOSTRADA (A1) : MILANO - NAPOLI AMPLIAMENTO ALLA TERZA CORSIA BARBERINO DI MUGELLO - INCISA VALDARNO TRATTO : FIRENZE SUD - INCISA VALDARNO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE CHIARIMENTI QUADRO DI RIFERIMENTO

Dettagli

Ambito estrattivo 3S - Scalello

Ambito estrattivo 3S - Scalello Ambito estrattivo 3S - Scalello Comune di: Sarsina Località: Scalello Area inserita nel PAE Comunale con sigla: Ii10 Stato di fatto: Area con attività estrattiva in corso L Area è inserita nel PIAE vigente?:

Dettagli

COMPRENSORIO PRATI DI CAPRARA OVEST (n. 19)

COMPRENSORIO PRATI DI CAPRARA OVEST (n. 19) COMPRENSORIO PRATI DI CAPRARA OVEST (n. 19) Il Comprensorio Prati di Caprara Ovest è tra le aree considerate strategiche per estensione territoriale, con forte prevalenza di aree verdi. Si sviluppa a ovest

Dettagli

Webinar. Una ipotesi di Piano di sviluppo culturale: la segmentazione della domanda dei visitatori

Webinar. Una ipotesi di Piano di sviluppo culturale: la segmentazione della domanda dei visitatori PON GOVERNANCE E AZIONI DI SISTEMA 2007-2013 ASSE E - PIANO FORMEZ 2013 Progetto pilota Revisione dei processi e riorganizzazione di una struttura territoriale del ministero dei beni e delle attività culturali

Dettagli

In relazione alle condizioni di rischio riscontrate sono state individuate tre sottoclassi. - 3a

In relazione alle condizioni di rischio riscontrate sono state individuate tre sottoclassi. - 3a Qualsiasi modifica alle destinazioni d uso di queste aree è subordinata alla realizzazione di un accertamento geognostico sulla base di quanto contenuto nel D.M. 11 marzo 1988 e nelle N.T.C. del 14 gennaio

Dettagli

Il paesaggio nel piano comunale: il PUG di Otranto-Giurdignano e altre esperienze

Il paesaggio nel piano comunale: il PUG di Otranto-Giurdignano e altre esperienze La Associazione pianificazione Italiana paesaggistica: Architetti del Paesaggio strumenti, obiettivi, Sezione Puglia progetti e partecipazione sociale Federazione regionale Ordini degli Architetti - Puglia

Dettagli

PGT del Comune di Verrua Po

PGT del Comune di Verrua Po SCHEDA SP_01_18175.pdf COMUNE DI VERRUA PO PROVINCIA DI PAVIA PGT CLASSI DI SENSIBILITÀ PAESAGGISTICA INDICE 1. CLASSIFICAZIONE DEL TERRITORIO IN RELAZIONE ALLA SENSIBILITÀ PAESISTICA.... 2 2. ARTICOLAZIONE

Dettagli

PTC della Provincia di Firenze SISTEMI TERRITORIALI

PTC della Provincia di Firenze SISTEMI TERRITORIALI PTC della Provincia di Firenze SISTEMI TERRITORIALI Le strategie del PTCP nei sistemi territoriali Premessa Gli indirizzi strategici, i criteri, e le raccomandazioni riportati in ciascuna Monografia

Dettagli

CITTA' DI ROVERETO PIANO REGOLATORE GENERALE

CITTA' DI ROVERETO PIANO REGOLATORE GENERALE CITTA' DI ROVERETO PIANO REGOLATORE GENERALE I progettisti: VARIANTE al PRG "FEBBRAIO 2014" Adozione del Consiglio Comunale Approvazione della Giunta Provinciale Entrata in vigore il il Segretario Generale

Dettagli

Proposte di istituzione di nuovi Monumenti Naturali Calcari del Cenomaniano nella Cava Petrianni proposta di istituzione di Monumento Naturale Procedimento Amministrativo L istituzione di Monumenti Naturali

Dettagli

COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO ESTRATTO COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 57 OGGETTO: INTERVENTO DI POSIZIONAMENTO DI VETRATE ARTISTICHE PRESSO LA PIEVE DI SAN PIETRO PROPOSTA DA

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE SERVIZIO FORESTE PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE L Assessore alle Risorse Agroalimentari, Agricoltura, Alimentazione, Riforma fondiaria, Caccia e

Dettagli

Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei

Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei Infrastrutture Numero Denominazione Beneficiario Altre risorse Identificativo intervento Misura Risorse POR pubbliche Risorse private Costo totale I BCL BCL 001

Dettagli

Piano Integrato di Conservazione (PIC)

Piano Integrato di Conservazione (PIC) 1 Piano Integrato di Conservazione (PIC) per la riqualificazione delle facciate e delle coperture dell abitato storico - Programma Operativo Val d Agri, Melandro, Sauro, Camastra - Committente COMUNE DI

Dettagli

L'economia reale nei Parchi Nazionali e nelle Aree Protette e il Turismo. A cura di Flavia Maria Coccia

L'economia reale nei Parchi Nazionali e nelle Aree Protette e il Turismo. A cura di Flavia Maria Coccia L'economia reale nei Parchi Nazionali e nelle Aree Protette e il Turismo A cura di Flavia Maria Coccia Aree protette italiane in cifre i Parchi Nazionali 2 Aree protette italiane in cifre i Parchi Nazionali

Dettagli

SCHEDE DELLE PROPRIETA' COMUNALI COMUNE DI PROVINCIA DI VARESE. Dott. Arch. ANNA MANUELA BRUSA PASQUE' (capogruppo) Dott. Arch. MASSIMO MASTROMARINO

SCHEDE DELLE PROPRIETA' COMUNALI COMUNE DI PROVINCIA DI VARESE. Dott. Arch. ANNA MANUELA BRUSA PASQUE' (capogruppo) Dott. Arch. MASSIMO MASTROMARINO COMUNE DI PORTO CERESIO PROVINCIA DI VARESE PIANO DI GOVERNO DEL TE RRITORIO Adozione Deliberazione C. C. n... del... Controdeduzioni Approvazione Pubblicazione Entrata in vigore Il Sindaco Progettisti

Dettagli

Assessorato alla Pianificazione Territoriale Ufficio di Piano Territoriale di Coordinamento OSSERVATORIO DEI BENI CULTURALI DELLA PROVINCIA DI TORINO

Assessorato alla Pianificazione Territoriale Ufficio di Piano Territoriale di Coordinamento OSSERVATORIO DEI BENI CULTURALI DELLA PROVINCIA DI TORINO Assessorato alla Pianificazione Territoriale Ufficio di Piano Territoriale di Coordinamento OSSERVATORIO DEI BENI CULTURALI DELLA PROVINCIA DI TORINO CATALOGO DEI BENI CULTURALI LUGLIO 2009 di Allegato

Dettagli

Vie Verdi dei Laghi. Sentiero del Verbano. Tratto Comune di: Ranco. Lunghezza totale del tratto: 2,0 Km

Vie Verdi dei Laghi. Sentiero del Verbano. Tratto Comune di: Ranco. Lunghezza totale del tratto: 2,0 Km Vie Verdi dei Laghi Sentiero del Verbano Tratto Comune di: Ranco VB Inquadramento geografico: Caratteristiche tecniche sentiero: Lunghezza totale del tratto: 2,0 Km Totale tratti carrozzabili asfaltati:

Dettagli

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE giovedì 29 giugno 2017 // Centro Studi PIM - Villa Scheibler

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE giovedì 29 giugno 2017 // Centro Studi PIM - Villa Scheibler CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE giovedì 29 giugno 2017 // Centro Studi PIM - Villa Scheibler Il PPR e i nuovi strumenti del piano per promuovere un ruolo di governance e per

Dettagli

VA01 - Il Sentiero Valtellina - I tappa

VA01 - Il Sentiero Valtellina - I tappa VA01 - Il Sentiero Valtellina - I tappa Partenza Arrivo Lunghezza totale Categoria Tipo di bicicletta consigliato Tempo di percorrenza in bici Dislivello in salita Dislivello in discesa Quota massima Difficoltà

Dettagli

Castelmagno Santuario di San Magno Apertura: Note: Breve descrizione: Frazione Colletto Apertura: Note: Breve descrizione:

Castelmagno Santuario di San Magno Apertura: Note: Breve descrizione: Frazione Colletto Apertura: Note: Breve descrizione: Castelmagno Santuario di San Magno Via Don Mascarello 1 0171-986178 www.sanmagno.net Apertura: area sempre visitabile; edificio: giugno/settembre (solo domenica) e luglio/agosto (tutti i giorni) Note:

Dettagli

NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO PER IL PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA

NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO PER IL PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA 1 NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO PER IL PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA ADEGUATE ALLA DELIBERA DEL CONSIGLIO REGIONALE DELL ABRUZZO, N.122/2 IN DATA 30 DICEMBRE 2008, DI APPROVAZIONE DEL PIANO TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 13/11/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 63

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 13/11/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 63 Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 17 ottobre 2012, n. 489 Modifica dell'allegato 2 della DGR Lazio n. 387 del 22 maggio 2009. Oggetto: Modifica dell Allegato 2 della

Dettagli

COMUNE DI VILLASANTA

COMUNE DI VILLASANTA COMUNE DI VILLASANTA (Provincia di Monza e Brianza) SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE NUMERO 382 DEL 26/10/2015 OGGETTO: MANIFESTAZIONE 'VILLE APERTE IN BRIANZA - ANNO 2015' COMUNE DI VILLASANTA

Dettagli

MN08 - Tra Castellucchio e Mantova

MN08 - Tra Castellucchio e Mantova MN08 - Tra Castellucchio e Mantova Partenza Arrivo Lunghezza totale Categoria Tipo di bicicletta consigliato Tempo di percorrenza in bici Dislivello in salita Dislivello in discesa Quota massima Difficoltà

Dettagli

CONSORZIO PARCO DEL MOLGORA Parco Locale di Interesse Sovracomunale

CONSORZIO PARCO DEL MOLGORA Parco Locale di Interesse Sovracomunale CONSORZIO PARCO DEL MOLGORA Parco Locale di Interesse Sovracomunale Osservazioni al Piano Faunistico Venatorio della Provincia di Milano gennaio 2012 Premessa Le osservazioni sotto riportate hanno lo scopo

Dettagli

dsb office of landscape design Palidano di Gonzaga Novembre 2015 RESTAURO E VALORIZZAZIONE DEL PARCO STORICO DI VILLA STROZZI

dsb office of landscape design Palidano di Gonzaga Novembre 2015 RESTAURO E VALORIZZAZIONE DEL PARCO STORICO DI VILLA STROZZI Palidano di Gonzaga Novembre 2015 VILLA STROZZI LUOGO DEL CUORE 2013 VILLA STROZZI LUOGO DEL CUORE VILLA STROZZI LUOGO DEL CUORE VILLA STROZZI LUOGO DEL CUORE OBIETTIVI DI PROGETTO Recuperare il parco

Dettagli

COMUNE DI POMEZIA Città metropolitana di Roma Capitale

COMUNE DI POMEZIA Città metropolitana di Roma Capitale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 17 DEL 31/01/2017 Responsabile del Procedimento: Carla Mariani Dirigente competente: Carla Mariani OGGETTO: AUTORIZZAZIONE ALLE CELEBRAZIONI DI RITI CIVILI: MATRIMONI,

Dettagli

PGT BRALLO DI PREGOLA ELENCO ELABORATI APPROVAZIONE. Piano di Governo del Territorio. Fascicolo

PGT BRALLO DI PREGOLA ELENCO ELABORATI APPROVAZIONE. Piano di Governo del Territorio. Fascicolo COMUNE DI BRALLO DI PREGOLA PROVINCIA DI PAVIA PGT Piano di Governo del Territorio ai sensi della Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12 0 PGT Piano di Governo del Territorio Fascicolo ELENCO ELABORATI APPROVAZIONE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 19 MARZO 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 19 MARZO 2014) Protocollo RC n. 5038/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 19 MARZO 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di mercoledì diciannove del mese di marzo, alle

Dettagli

ELEMENTI DI RISORSA. Albero monumentale Filare Piantata Doppio filare / Viale alberato

ELEMENTI DI RISORSA. Albero monumentale Filare Piantata Doppio filare / Viale alberato ELEMENTI DI RISORSA Albero monumentale Filare Piantata Doppio filare / Viale alberato Giardino storico o di pregio Zona boscata / Verde di pregio Macero Siepe Pilastrino Edificio di culto Torre / Ed. fortificato

Dettagli

Val di Noto. Caltagirone. Escursione nell'età Barocca

Val di Noto. Caltagirone. Escursione nell'età Barocca Val di Noto Escursione nell'età Barocca Val di Noto, nella parte sud della Sicilia, comprende otto capolavori in stile barocco: Caltagirone, Militello in Val di Catania, Modica, Noto, Palazzolo Acreide,

Dettagli

MUSEI, AREE ARCHEOLOGICHE E MONUMENTI IN PIEMONTE NEL 2015

MUSEI, AREE ARCHEOLOGICHE E MONUMENTI IN PIEMONTE NEL 2015 MUSEI, AREE ARCHEOLOGICHE E MONUMENTI IN PIEMONTE NEL 2015 I MUSEI, LE AREE ARCHEOLOGICHE E I MONUMENTI IN PIEMONTE NEL 2015 In questo documento vengono presentati in forma sintetica dati e informazioni

Dettagli

... sottoscritt... (cognome e nome del Progettista delle opere) con studio in... via..., n..., cod. fisc. / P.I..., tel... cell... fax. e - mail...

... sottoscritt... (cognome e nome del Progettista delle opere) con studio in... via..., n..., cod. fisc. / P.I..., tel... cell... fax. e - mail... VALUTAZIONE DI IMPATTO PAESISTICO DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA PAESISTICA DELL INTERVENTO DOMANDA DI GIUDIZIO PAESISTICO (parte IV delle N.T.A. del P.T.P.R.) Al Responsabile dell Area Edilizia Privata

Dettagli

PARERE MOTIVATO FINALE

PARERE MOTIVATO FINALE PARCO REGIONALE SPINA VERDE Valutazione Ambientale Strategica del Piano Ville con Parco PARERE MOTIVATO FINALE Parco Spina Verde Via Imbonati n. 1 22020 Cavallasca (CO) Tel. 031.211131 Fax 031.535864 ufficiotecnico@spinaverde.it

Dettagli

P.R.G. PIANO REGOLATORE GENERALE DEL COMUNE DI TERLAGO. VARIANTE n. 6 SCHEDE DEL CENTRO STORICO MODIFICATE. Il progettista arch.

P.R.G. PIANO REGOLATORE GENERALE DEL COMUNE DI TERLAGO. VARIANTE n. 6 SCHEDE DEL CENTRO STORICO MODIFICATE. Il progettista arch. PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO COMUNITÀ DELLA VALLE DEI LAGHI P.R.G. PIANO REGOLATORE GENERALE DEL COMUNE DI TERLAGO VARIANTE n. 6 SCHEDE DEL CENTRO STORICO MODIFICATE Il progettista arch. Giancarlo Sicher

Dettagli

Città di Monopoli. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 3 del 20/01/2017

Città di Monopoli. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 3 del 20/01/2017 Città di Monopoli VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 3 del 20/01/2017 Oggetto: PROCLAMAZIONE DELLA CITTA' DI MONOPOLI "CIVITAS MARIAE" - PROVVEDIMENTI L anno duemiladiciasette il giorno

Dettagli

LA GROTTA DI SAN PANTALEONE

LA GROTTA DI SAN PANTALEONE LA GROTTA DI SAN PANTALEONE Bagnoli Irpino (AV) (Escursione del 31 agosto 2008) 1 In data 31.08.2008, un gruppo di amici del circolo socio-culturale Palazzo Tenta 39 e precisamente Nigro Domenico (Presidente),

Dettagli

Principi e linee guida

Principi e linee guida Il Concept L interazione tra arte, cultura, sviluppo turistico ed economico permette di rafforzare la capacità di proporre le tradizioni delle diverse realtà locali, promuovendo, così, anche borghi e paesaggi

Dettagli

COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO ORIGINALE COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 72 della GIUNTA del COMUNE DI LEDRO OGGETTO: Approvazione schema di convenzione tra il Comune di Ledro, il Servizio Conservazione

Dettagli

Deliberazione del Consiglio. del n. 24

Deliberazione del Consiglio. del n. 24 Deliberazione del Consiglio del 29-08-2011 n. 24 OGGETTO: RATIFICA DECRETO DEL PRESIDENTE N. 8 DEL 18 LUGLIO 2011 APPROVAZIONE DEL PROGETTO CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE NATURALI NEL PARCO

Dettagli

SETTORE AMBIENTE E TERRITORIO. Responsabile del Settore: Arch. Gregorio Praderio. Responsabile del Servizio Urbanistica: Arch.

SETTORE AMBIENTE E TERRITORIO. Responsabile del Settore: Arch. Gregorio Praderio. Responsabile del Servizio Urbanistica: Arch. COMUNE di PAVIA Prot. Gen. N. SETTORE AMBIENTE E TERRITORIO Responsabile del Settore: Arch. Gregorio Praderio Responsabile del Servizio Urbanistica: Arch. Diego Ciceri Relatore al Consiglio Comunale: L

Dettagli

Percorso Ciclabile di Interesse Regionale

Percorso Ciclabile di Interesse Regionale Percorso Ciclabile di Interesse Regionale 11 Val Chiavenna Lunghezza: 41 Km 11 11 Territori provinciali attraversati: Sondrio Como Collegamenti con: la Svizzera in Comune di Villa di Chiavenna altri percorsi

Dettagli

COMUNE DI CASTEL D AIANO (Provincia di Bologna) PSC PIANO. STRUTTURALE COMUNALE (L.R. 24 marzo 2000 N. 20 art. 28) SCHEDA DEI VINCOLI

COMUNE DI CASTEL D AIANO (Provincia di Bologna) PSC PIANO. STRUTTURALE COMUNALE (L.R. 24 marzo 2000 N. 20 art. 28) SCHEDA DEI VINCOLI COMUNE DI CASTEL D AIANO (Provincia di Bologna) PSC PIANO STRUTTURALE COMUNALE (L.R. 24 marzo 2000 N. 20 art. 28) ADOZIONE: Del C.C. n. del APPROVAZIONE: Del C.C. n. del SCHEDA DEI VINCOLI GENNAIO 2014

Dettagli

Luglio Settore Urbanistica Servizio Governo del Territorio

Luglio Settore Urbanistica Servizio Governo del Territorio Luglio 2009 Settore Urbanistica Servizio Governo del Territorio PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO DOCUMENTO DI PIANO ALLEGATO A Il contesto socio-economico e territoriale del nord Milano. Le indicazioni

Dettagli

PIANO REGIONALE DI SEGNALETICA TURISTICA

PIANO REGIONALE DI SEGNALETICA TURISTICA 1 PIANO REGIONALE DI SEGNALETICA TURISTICA PRIMA FASE PIANO ATTUATIVO Brand e Segnaletica delle ciclovie 2 GENESI DEL PIANO REGIONALE DI SEGNALETICA TURISTICA DGR 959 dell 11/04/2006 Progetto a regia regionale

Dettagli

Progetto illuminotecnico per l illuminazione di una pista da sci a Folgarida (Trento)

Progetto illuminotecnico per l illuminazione di una pista da sci a Folgarida (Trento) Progetto illuminotecnico per l illuminazione di una pista da sci a Folgarida (Trento) www.disano.it 1 LA STORIA La Val di Sole è situata nell estremità Nord Occidentale del Trentino tra i gruppi montuosi

Dettagli

Criteri per la determinazione della classe di sensibilità del sito (tab. 1A - 1B)

Criteri per la determinazione della classe di sensibilità del sito (tab. 1A - 1B) Modalità di presentazione Il procedimento di valutazione dell impatto paesistico, normato dalla parte IV (art. 25 e seguenti) del PTPR e dalla linee guida pubblicate dal BURL n. 47 del 21.11.2002, consiste

Dettagli