ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura"

Transcript

1 Allegato A) al Decreto 74 del 1/07/2008 ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura DICHIARAZIONE DI GIACENZA VINI E MOSTI CAMPAGNA ISTRUZIONI ESPLICATIVE GENERALI Organizzazione Comune dei Mercati nel settore vitivinicolo Art. 6 Reg. (CE) n. 1282/01

2 1 INDICE 1 INDICE QUADRO NORMATIVO Normativa comunitaria Normativa nazionale DEFINIZIONI Produttore Commerciante Rivenditore al minuto settori di intervento termini e modalita di presentazione delle dichiarazioni Soggetti interessati Termine di presentazione Modalità di presentazione Elementi della dichiarazione Sottoscrizione della dichiarazione Documento di riconoscimento Trattamento e diffusione dei dati

3 2 QUADRO NORMATIVO 2.1 Normativa comunitaria Regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio del 29 aprile 2008 relativo all organizzazione comune del mercato vitivinicolo, che modifica i regolamenti (CE) n. 1493/1999, (CE) n. 1782/2003, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 3/2008 e abroga i regolamenti (CEE) n. 2392/86 e (CE) n. 1493/1999. Regolamento (CE) n. 1493/99 del 17 maggio 1999 del Consiglio, relativo all'organizzazione comune del mercato vitivinicolo. Regolamento (CE) del Consiglio n. 1282/2001 del 28 giugno 2001 che applica il regolamento (CE) n. 1493/1999 per quanto riguarda le informazioni per la conoscenza dei prodotti ed il controllo del mercato nel settore vitivinicolo. 2.2 Normativa nazionale Decreto Ministeriale del 28 dicembre 2006 Disposizioni sulla denuncia annuale delle uve DOCG, DOC e IGT e la certificazione delle stesse produzioni, nonche' sugli adempimenti degli enti ed organismi preposti alla gestione dei relativi dati ed ai controlli. (G.U. n. 49 del 28 febbraio 2007 suppl. ordinario n. 51) L. 20 febbraio 2006, n.82. Disposizioni di attuazione della normativa comunitaria concernente l'organizzazione comune di mercato (OCM) del vino (Suppl. ord. alla Gazzetta Ufficiale n.60 del 13 marzo 2006) Decreto Ministeriale del 25 maggio 2004 (pubblicato nella G. U. 18 giugno 2004, n.141). Decreto Legislativo n. 260 del 10 agosto 2000 Disposizioni sanzionatorie in applicazione del Reg.(CE) n. 1493/99, relativo all organizzazione comune del mercato vitivinicolo 3 DEFINIZIONI 3.1 Produttore Persona fisica o giuridica ovvero associazione di persone che abbia prodotto vino da uve fresche, da mosto di uve, da mosto di uve parzialmente fermentato o da vino nuovo ancora in fermentazione, da essa ottenuti o acquistati, nonché qualsiasi persona fisica o giuridica ovvero associazione di persone soggetta agli obblighi di cui all articolo 27 del regolamento n. 1493/ Commerciante Persona fisica o giuridica che professionalmente commercializza (acquista e vende) prodotti, imbottigliati e/o sfusi. 3.3 Rivenditore al minuto Persona fisica o giuridica ovvero associazione di tali persone che esercitano professionalmente un attività commerciale avente ad oggetto la vendita diretta al consumatore di piccoli quantitativi, determinati da ciascun Stato membro, tenendo conto delle caratteristiche particolari del commercio e della distribuzione, esclusi coloro che utilizzano cantine attrezzate per il magazzinaggio ed eventualmente impianti per il condizionamento dei vini in grosse quantità o che esercitano la vendita ambulante di vini trasportati sfusi. 3

4 4 SETTORI DI INTERVENTO Il presente provvedimento contiene le istruzioni per la compilazione e la presentazione delle dichiarazioni di giacenza di vini e prodotti vinicoli per la campagna 2007/2008 ai sensi dell art. 18 del Reg. CE n. 1493/99 e dell art. 6 del Reg. CE n. 1282/01. In particolare, i produttori di mosto e di vino e i commercianti che non siano rivenditori al minuto o consumatori privati dichiarano ogni anno i quantitativi espressi in ettolitri di mosto e di vino da essi detenuti alla mezzanotte del 31 luglio che provengano sia dal raccolto della campagna in corso sia da raccolti precedenti. I quantitativi di vini e/o mosti viaggianti alla mezzanotte del 31 luglio sono, invece, dichiarati dal destinatario. 5 TERMINI E MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI 5.1 Soggetti interessati Sono tenuti a presentare la dichiarazione di giacenza tutte le persone fisiche o giuridiche o le associazioni di dette persone che detengono vino e/o mosti di uve e/o mosti concentrati e/o mosti concentrati rettificati alla data del 31 luglio il cui luogo di detenzione sia ubicato in un comune della Toscana. Sono, invece, esonerati dall obbligo della presentazione: - i consumatori privati; - i rivenditori al minuto che esercitano professionalmente un attività commerciale comprendente la cessione diretta al consumatore finale di quantitativi di vino non superiori, per ciascuna vendita, a 60 litri; - i rivenditori al minuto che utilizzano cantine attrezzate per il magazzinaggio e il condizionamento di quantitativi di vino non superiori a 10 ettolitri. 5.2 Termine di presentazione Le dichiarazioni di giacenza devono essere presentate ad ARTEA dal 1 agosto 2008 al 10 settembre 2008 utilizzando il modello informatico (ID 1381). Le dichiarazioni presentate successivamente al 10 settembre saranno sottoposte sia a sanzione amministrativa su ritardata presentazione in base alle disposizioni del D.Lgs. n. 260/2000 che alle sanzioni dettate dall art. 12 del Reg. CE n. 1282/01. In particolare riguardo a quest ultima disposizione se la presentazione avviene: - entro 5 giorni lavorativi si applica una riduzione del 15% degli importi da versare per la campagna in corso relativamente ai benefici delle misure previste agli articoli 24, 29, 30, 34 e 36 del Reg. CE n. 1493/99; - dal 6 giorno al 10 giorno lavorativo compreso si applica una riduzione del 30%; - dall 11 giorno lavorativo la dichiarazione si considera non presentata ai fini della richiesta di aiuti. In tal caso le aziende sono escluse, salvo i casi di forza maggiore considerati dallo Stato membro, dal beneficio di misure previste agli articoli 24, 29, 30, 34 e 36 del Reg. CE n. 1493/99 per la campagna di cui trattasi ed anche per la successiva. 4

5 5.3 Modalità di presentazione Le dichiarazioni devono pervenire ad ARTEA tramite le seguenti modalità: 1) raccomandata da ricevere entro le ore del giorno 10 settembre 2008; 2) consegna a mano entro le ore del giorno 10 settembre 2008; 3) inoltro telematico mediante registrazione nel sistema informativo di ARTEA entro le ore del giorno 10 settembre ) inoltro, da parte dell operatore vitivinicolo, in modalità telematica, mediante firma digitale, sul sistema informativo ARTEA entro le ore del giorno 10 settembre I compilatori autorizzati ad operare nel sistema informativo di ARTEA ai sensi del Decreto del Direttore n. 197 del 21 novembre 2002 possono assistere i soggetti dichiaranti nella compilazione e procedere all inoltro secondo le prime due modalità sopra indicate; questi sono delegati a supportare il dichiarante nella compilazione della dichiarazione di giacenza vini e prodotti vinicoli nel rispetto delle procedure previste dal presente provvedimento. Sono, invece, autorizzati anche alla compilazione ed all inoltro telematico nel sistema informativo di ARTEA i seguenti soggetti: - CAA convenzionati; - Organizzazioni agricole; - Associazioni dei produttori e dei lavoratori agricoli; - Organismi associativi. Le dichiarazioni devono essere ricevute da ARTEA al seguente indirizzo: ARTEA Dichiarazione di giacenza vini e prodotti vinicoli Campagna VIA S.DONATO, 42/ FIRENZE Nei casi di raccomandate o consegna a mano sulla busta deve essere indicato NOME COGNOME/RAGIONE SOCIALE INDIRIZZO CAP COMUNE (PROV) Nei casi di inoltro telematico, prima dell invio, i soggetti autorizzati devono accertarsi della sottoscrizione della dichiarazione cartacea. In tal caso, il soggetto ha trenta giorni di tempo per la consegna delle dichiarazioni originali ad ARTEA. I titolari o rappresentanti legali delle aziende agricole, possono accedere direttamente on-line alla propria posizione anagrafica aziendale e disporre dei seguenti servizi: consultazione del proprio fascicolo aziendale; compilazione e presentazione delle proprie istanze: - Dichiarazione Unica Aziendale (DUA), richieste di finanziamento, dichiarazioni, iscrizioni ad albi ecc. consultazione dello stato di avanzamento delle proprie pratiche e pagamenti. Questa modalità di accesso ed operatività on-line è stata denominata in proprio. 5

6 Le istanze presentate in proprio devono essere firmate digitalmente ed inoltrate direttamente per via telematica. Le istruzioni ed il modulo di richiesta di utenza per accedere al sistema informativo ARTEA di anagrafe e gestione on-line dei procedimenti da parte delle aziende agricole si trovano sul seguente percorso: oppure - Servizi on-line Modulistica Gestione utenze del portale anagrafe Modulo di richiesta utenze in proprio Presentazione per il tramite dei Centri autorizzati di assistenza agricola (CAA) Allo scopo di agevolare i processi di semplificazione amministrativa in agricoltura ARTEA con Regolamento approvato con Decreto del Direttore n. 162 del 18 settembre 2003 ha costituito l anagrafe delle aziende agricole collegata al fascicolo aziendale detenuto presso i CAA convenzionati. A tal fine i dichiaranti che sono tenuti all aggiornamento del proprio schedario viticolo, alla dichiarazione di raccolta delle uve e produzione vinicola, alla dichiarazione di giacenza e a tutti gli adempimenti previsti dai Reg. CE 479/08 e Reg. CE 1493/99 e dalle disposizioni applicative nazionali devono costituire il fascicolo aziendale presso il Centro di Servizi da essi delegato con almeno i documenti di seguito elencati: Tipo Identità titolare e Rappr. Legale Documenti fiscali e societari Documento Documento di identità del dichiarante valido Documento di identità del rappresentante legale valido Fotocopia codice fiscale e partita IVA per i casi non riscontrabili in anagrafe tributaria Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà dell esonero della partita IVA Visura camerale Autocertificazione attestante la cessazione della attività agricola ex DPR 445/2000 I suddetti soggetti sono tenuti altresì ad aggiornare il proprio fascicolo aziendale ai sensi del già citato D.P.R. 503/1999. All atto dell iscrizione all anagrafe i soggetti sono identificati secondo la loro specifica posizione produttiva. Il Centro di Servizio titolare di delega alla tenuta del fascicolo, all atto dell inserimento di un nuovo soggetto, effettua la verifica della corrispondenza con i dati dell anagrafe tributaria mediante 6

7 l apposita funzione dell anagrafe di ARTEA, ed è tenuto ad inserire, ed in seguito ad aggiornare, la documentazione presentata dall azienda nel fascicolo elettronico. 6 ELEMENTI DELLA DICHIARAZIONE 6.1 Sottoscrizione della dichiarazione La sottoscrizione della dichiarazione è un requisito indispensabile per la validità della dichiarazione stessa. 6.2 Documento di riconoscimento Ai fini della sottoscrizione, ad eccezione di presentazione presso i CAA autorizzati, alla dichiarazione deve essere allegato valido documento di riconoscimento del sottoscrittore ai sensi dell'art. 38 comma 3 del D.P.R n. 445 del 28 dicembre Trattamento e diffusione dei dati L acquisizione e il trattamento anche informatico dei dati contenuti nella presente dichiarazione è effettuato per le finalità e le attività previste dalla normativa che disciplina l attività dell Agenzia, nonché per le attività ad esse connesse, anche ai fini dei controlli da parte degli Organismi comunitari, nazionali, regionali, di ARTEA medesima o degli organismi con essa convenzionati. La sottoscrizione della dichiarazione da parte del dichiarante autorizza al trattamento dei dati nel rispetto della normativa sulla tutela della riservatezza vigente. 7

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 31 A.R.T.E.A. AGENZIA REGIONALE TOSCANA EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 31 A.R.T.E.A. AGENZIA REGIONALE TOSCANA EROGAZIONI IN AGRICOLTURA 46 5.8.2009 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 31 A.R.T.E.A. AGENZIA REGIONALE TOSCANA EROGAZIONI IN AGRICOLTURA DECRETO 10 luglio 2009, n. 161 Dichiarazione di giacenza di vini e prodotti

Dettagli

DICHIARAZIONE DI GIACENZA

DICHIARAZIONE DI GIACENZA Allegato A) al Decreto n. 93del 31/07/2017 A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura DICHIARAZIONE DI GIACENZA di VINI E MOSTI CAMPAGNA 2016-2017 ISTRUZIONI ESPLICATIVE GENERALI

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura ART A Agenzia Regionale

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura ART A Agenzia Regionale Allegato A) al Decreto 104 del 5/09/2006 ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura ART A Agenzia Regionale Dichiarazione di raccolta delle uve e produzione vinicola Campagna 2006-2007

Dettagli

A.R.T..A.Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

A.R.T..A.Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Allegato A) al Decreto N. 123 del 1 ottobre 2012 A.R.T..A.Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Agenzia Regionale Dichiarazione di vendemmia e di produzione di vino e/o mosto Campagna

Dettagli

A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Allegato A) al Decreto ARTEA n. 119 del 03/11/2015 Regionale A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Reg. (CE) 1308/2013 Organizzazione Comune del Mercato Vitivinicolo Reg.

Dettagli

All Organismo pagatore AVEPA Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. All Organismo pagatore AGREA Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

All Organismo pagatore AVEPA Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. All Organismo pagatore AGREA Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA AREA COORDINAMENTO Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. 21014 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 29.07.2016 l Organismo Pagatore AGEA Ufficio Monocratico Sede l Organismo pagatore AVEPA Via N. Tommaseo,

Dettagli

A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in

A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Allegato A) al Decreto N. 90 del 22/09/2016 A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Agenzia Regionale Dichiarazione di vendemmia e di produzione di vino e/o mosto Campagna

Dettagli

Ufficio Monocratico Sede. Organismo pagatore AVEPA Via N. Tommaseo, PADOVA

Ufficio Monocratico Sede. Organismo pagatore AVEPA Via N. Tommaseo, PADOVA DIREZIONE GENERALE Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. DGU.2011.10 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 21 luglio 2011 Organismo Pagatore AGEA Ufficio Monocratico Sede la la Organismo pagatore AVEPA

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 26 ottobre 2015. Disposizioni nazionali di attuazione del regolamento (CE) n. 436/2009 della Commissione del 26 maggio 2009 inerenti le

Dettagli

Disposizioni nazionali di attuazione del regolamento (CE) n. 436/2009. della Commissione del 26 maggio 2009 inerenti le dichiarazioni di

Disposizioni nazionali di attuazione del regolamento (CE) n. 436/2009. della Commissione del 26 maggio 2009 inerenti le dichiarazioni di MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 26 ottobre 2015 Disposizioni nazionali di attuazione del regolamento (CE) n. 436/2009 della Commissione del 26 maggio 2009 inerenti le

Dettagli

Ministero delle Politiche Agricole e Forestali - Direzione Generale delle Politiche Comunitarie e Internazionali

Ministero delle Politiche Agricole e Forestali - Direzione Generale delle Politiche Comunitarie e Internazionali !" #$%%%! &'$%%%(( Al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali - Direzione Generale delle Politiche Comunitarie e Internazionali - Direzione Generale delle Politiche Agricole Agro Industriali e Nazionali

Dettagli

A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in

A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura DICHIARAZIONE DI GIACENZA VINI E MOSTI CAMPAGNA 2008-2009 Istruzioni per la compilazione on-line [ID 1382] Organizzazione Comune del

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura DICHIARAZIONE DI GIACENZA VINI E MOSTI CAMPAGNA 2006-2007 PRECISAZIONI Organizzazione Comune dei Mercati nel settore vitivinicolo Art. 6

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto del Direttore n. 52 del 22 Aprile 2016

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto del Direttore n. 52 del 22 Aprile 2016 ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE Decreto del Direttore n. 52 del 22 Aprile 2016 Oggetto: Stipula convenzioni ARTEA-CAA Centri di Assistenza

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE DEL CONTROLLO DELLA QUALITÀ E DEI SISTEMI DI QUALITÀ

IL DIRETTORE GENERALE DEL CONTROLLO DELLA QUALITÀ E DEI SISTEMI DI QUALITÀ DECRETO 21 luglio 2009. Conferimento a «Toscana CertiÞ cazione Agroalimentare S.r.l.», in breve «TCA S.r.l.», dell incarico a svolgere le funzioni di controllo previste dall articolo 48 del Regolamento

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 40 A.R.T.E.A. AGENZIA REGIONALE TOSCANA EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 40 A.R.T.E.A. AGENZIA REGIONALE TOSCANA EROGAZIONI IN AGRICOLTURA 68 7.10.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 40 A.R.T.E.A. AGENZIA REGIONALE TOSCANA EROGAZIONI IN AGRICOLTURA DECRETO 30 settembre 2015, n. 100 Dichiarazione di vendemmia e di produzione

Dettagli

PRODUZIONI INERENTI LA REGIONE / PROVINCIA AUTONOMA

PRODUZIONI INERENTI LA REGIONE / PROVINCIA AUTONOMA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA DICHIARAZIONE VITIVINICOLA AGEA - Via Palestro, 81-00185 ROMA CAMPAGNA VITIVINICOLA 2016/2017 Dichiarazione presentata per il tramite del C.A.A. 124 SR 221 Cod.

Dettagli

A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura AIUTI AI MOSTI D UVA CONCENTRATI E AI MOSTI D UVA RETTIFICATI UTILIZZATI PER L AUMENTO DELLA GRADAZIONE ALCOLICA DEI VINI ISTRUZIONI

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Allegato 1) al Decreto del Direttore di ARTEA n. 27 del 27 febbraio 2017 ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica

Dettagli

singolo pari ad Euro ,00. Il presente atto è pubblicato in Amministrazione Trasparente ai sensi articolo 26 comma 2 Dlgs 33/2013 -

singolo pari ad Euro ,00. Il presente atto è pubblicato in Amministrazione Trasparente ai sensi articolo 26 comma 2 Dlgs 33/2013 - 198 5.10.2016 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 40 graduatoria filiera green (allegato 2) di cui al decreto dirigenziale n. 5906/2015, sostituiti rispettivamente dall allegato A (graduatoria

Dettagli

Visto il regolamento (CE) n. 1493/1999 del Consiglio del 17 maggio 1999 relativo all organizzazione comune del mercato vitivinicolo;

Visto il regolamento (CE) n. 1493/1999 del Consiglio del 17 maggio 1999 relativo all organizzazione comune del mercato vitivinicolo; DECRETO 2 aprile 2009. Conferimento al Consorzio di tutela Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Roero dell incarico a svolgere le funzioni di controllo per la DOCG «Roero» e per le DOC «Colline Saluzzesi»,

Dettagli

AGEA - Via Palestro, ROMA AL 31 LUGLIO 2008 Dichiarazione presentata per il tramite del CAA NOME SESSO DATA DI NASCITA COMUNE DI NASCITA

AGEA - Via Palestro, ROMA AL 31 LUGLIO 2008 Dichiarazione presentata per il tramite del CAA NOME SESSO DATA DI NASCITA COMUNE DI NASCITA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA DICHIARAZIONE GIACENZE VINI E/O MOSTI AGEA - Via Palestro, 81-00185 ROMA AL 31 LUGLIO 2008 Dichiarazione presentata per il tramite del CAA Cod.CAA Sigla Prog.Ufficio

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE DEL CONTROLLO DELLA QUALITÀ E DEI SISTEMI DI QUALITÀ

IL DIRETTORE GENERALE DEL CONTROLLO DELLA QUALITÀ E DEI SISTEMI DI QUALITÀ DECRETO 21 luglio 2009. Conferimento a «Valoritalia società per la certificazione delle qualità e delle produzioni vitivinicole italiane S.r.l.», dell incarico a svolgere le funzioni di controllo previste

Dettagli

DICHIARANTE 1 CUAA(CODICE FISCALE) PARTITA IVA Barrare se ditta individuale NOME SESSO DATA DI NASCITA COMUNE DI NASCITA DOMICILIO O SEDE LEGALE 2

DICHIARANTE 1 CUAA(CODICE FISCALE) PARTITA IVA Barrare se ditta individuale NOME SESSO DATA DI NASCITA COMUNE DI NASCITA DOMICILIO O SEDE LEGALE 2 AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA DICHIARAZIONE DI GIACENZA VINO E/O MOSTI AGEA - Via Salandra, 13-00187 ROMA AL 31 LUGLIO 2012 Dichiarazione presentata per il tramite del C.A.A. Cod. CAA Sigla

Dettagli

Visto il regolamento (CE) n. 1493/1999 del Consiglio del 17 maggio 1999 relativo all organizzazione comune del mercato vitivinicolo;

Visto il regolamento (CE) n. 1493/1999 del Consiglio del 17 maggio 1999 relativo all organizzazione comune del mercato vitivinicolo; DECRETO 2 aprile 2009. Adeguamento dell incarico a svolgere le funzioni di controllo al Consorzio di tutela Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Roero per le DOCG «Barbaresco», «Barolo» e «Dolcetto di Dogliani

Dettagli

FASCICOLO AZIENDALE E GUARD.

FASCICOLO AZIENDALE E GUARD. FASCICOLO AZIENDALE E GUARD Come interfacciarsi? Ogni azienda che si presenta alla Pubblica Amministrazione per richiedere contributi, agevolazioni o certificazioni nell ambito dell agricoltura deve essere

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Decreto n. 445 del 13/04/2016 Oggetto: Reg. UE n. 1308/2013

Dettagli

Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Servizio Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali

Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Servizio Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Servizio Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Decreto n. 1431 del 29/09/2011 Oggetto: Reg. CE n. 1234/07

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Allegato 1) al Decreto del Direttore di ARTEA n. 53 del 27 Aprile 2016 ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Disposizioni applicative per la presentazione della domanda di pagamento

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali DECRETO N. DEL Disposizioni nazionali di attuazione dei regolamenti (CE) n. 479/08 del Consiglio e (CE) n. 555/08 della Commissione per quanto riguarda l applicazione della misura dell aumento del titolo

Dettagli

Barrare se ditta individuale Barrare se Organismo Associativo Indicare se trattasi di intervento per iscrizione a DOC e/o IGT

Barrare se ditta individuale Barrare se Organismo Associativo Indicare se trattasi di intervento per iscrizione a DOC e/o IGT REGIONE CAMPANIA A.G.C. Sviluppo Attività Settore Primario STAPA-CePICA di Allegato A Domanda di adesione al Piano Regionale di ristrutturazione e riconversione dei vigneti Reg. Ce n. 1493/1999 Campagna

Dettagli

VIA ALESSANDRO MANZONI, 6 CASTEGGIO PV 27045

VIA ALESSANDRO MANZONI, 6 CASTEGGIO PV 27045 AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA AGEA - Via Salandra, 13-00187 ROMA DICHIARAZIONE DI GIACENZA VINI E/O MOSTI AL 31 LUGLIO 2013 Dichiarazione presentata per il tramite del C.A.A. Codice operatore

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60)

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Struttura Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Manuale per l istruttoria dell anticipo e la predisposizione

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DG VICO - Segreteria VICO - Prot. Interno N.0012812 del 17/08/2017 Autorizzazione a Triveneta certificazioni S.r.l. a svolgere le attività di controllo ai sensi dell art. 64 della Legge 12 dicembre 2016,

Dettagli

Modalità di autorizzazione all accesso accesso al SIAR. Disciplinare tecnico in corso di adozione

Modalità di autorizzazione all accesso accesso al SIAR. Disciplinare tecnico in corso di adozione Modalità di autorizzazione all accesso accesso al SIAR Disciplinare tecnico in corso di adozione Principali riferimenti normativi u D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82 Codice per l amministrazione digitale u D.Lgs.

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Disposizioni per l attuazione del Regolamento di Esecuzione (UE) n. 203/2012 della Commissione che modifica il regolamento (CE) n. 889/2008 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 834/2007

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Disposizioni per l attuazione del Regolamento di Esecuzione (UE) n. 203/2012 della Commissione che modifica il regolamento (CE) n. 889/2008 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 834/2007

Dettagli

Impresa in un giorno

Impresa in un giorno Impresa in un giorno l attuazione del S.U.A.P. telematico DOLO mercoledi 16 febbraio 2011 La regolamentazione del S.U.A.P (Sportello Unico Attività Produttive) è l ultima tessera che, unitamente alle altre:

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Decreto n. 1083 del 08/09/2016 Oggetto: Reg. UE n. 1308/2013

Dettagli

Comunicazione per l apertura dei registri di commercializzazione e imbottigliamento (situazione di magazzino)

Comunicazione per l apertura dei registri di commercializzazione e imbottigliamento (situazione di magazzino) Mod. 1 Comunicazione per l apertura dei registri di commercializzazione e imbottigliamento (situazione di magazzino) Alla c.a. Sig.. CAA Coldiretti Unità locale di........ dichiara che alla data. si riscontra

Dettagli

Impresa in un giorno

Impresa in un giorno Impresa in un giorno l attuazione del S.U.A.P. telematico DOLO mercoledi 16 febbraio 2011 La regolamentazione del S.U.A.P (Sportello Unico Attività Produttive) è l ultima tessera che, unitamente alle

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Decreto n. 88 del 09/09/2016 Oggetto: Reg. (UE) n. 1308/2013

Dettagli

Epigrafe. Premessa. 1. Finalità. 2. Definizioni. 3. Dichiarazioni. 4. Aggiornamento informazioni sul potenziale vitivinicolo.

Epigrafe. Premessa. 1. Finalità. 2. Definizioni. 3. Dichiarazioni. 4. Aggiornamento informazioni sul potenziale vitivinicolo. D.M. 27-3-2001 Modalità per l'aggiornamento dello schedario vitivinicolo nazionale e per la iscrizione delle superfici vitate negli albi dei vigneti DOCG e DOC e negli elenchi delle vigne IGT e norme aggiuntive.

Dettagli

con sede legale in via e sede operativa in via tel. fax

con sede legale in via e sede operativa in via tel. fax Mod: re_16 ISTANZA TRASFERIMENTO (Sede attrezzature) Bollo vigente ALLA PROVINCIA Ufficio Trasporti P.zza Cesare Battisti, 4 62100 - M A C E R A T A Quadro A) Dati anagrafici del titolare o del legale

Dettagli

Allegato 5 Definizione delle procedure operative in materia di accreditamento delle strutture formative della Regione Marche

Allegato 5 Definizione delle procedure operative in materia di accreditamento delle strutture formative della Regione Marche Allegato 5 Definizione delle procedure operative in materia di accreditamento delle strutture formative della Regione Marche Autocertificazione del mantenimento dei requisiti DAFORM Dispositivo di Accreditamento

Dettagli

GRUPPO DI AZIONE LOCALE (GAL) PATAVINO SINTESI PROCEDURALE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AIUTO AD AVEPA

GRUPPO DI AZIONE LOCALE (GAL) PATAVINO SINTESI PROCEDURALE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AIUTO AD AVEPA GRUPPO DI AZIONE LOCALE (GAL) PATAVINO SINTESI PROCEDURALE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AIUTO AD AVEPA AVEPA L Agenzia Regionale per i Pagamenti in Agricoltura (AVEPA) è l Organismo Pagatore della

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali QUALITÀ E DELLA PESCA Istruzioni agli importatori di prodotti biologici da Paesi terzi per l accesso in via telematica ai servizi del Sistema Informativo Biologico (SIB) attraverso l infrastruttura del

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DG VICO - VICO 3 - Bilancio - Prot. Interno N.0022256 del 02/12/2016 Designazione della Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura del Molise, ad effettuare i controlli ai sensi dell art. 13

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Prot. 12745 del 26/06/2015 Designazione della Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di La Spezia quale autorità pubblica di controllo ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 8 aprile

Dettagli

Comunicazione del carico di cantina di vino 2017

Comunicazione del carico di cantina di vino 2017 Data, 19/05/ (compilare in stampatello leggibile) Il/La sottoscritto/a nato/a a Spett. Camera di Commercio I.A.A. di Trento Servizio Anagrafe Agricola Via Calepina 13 38122 Trento residente a via n in

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura ART A Strutture Agricole e Produzioni Agro-Zootecniche MANUALE PROCEDIMENTALE per Centro servizi convenzionato Regolamento (CE) 1782/2003 Domande di fissazione dei diritti provvisori Marzo 2005 Rev. 00

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA 5 Allegato 2 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 Il sottoscritto, SEZIONE 1 Anagrafica richiedente Il Titolare / legale rappresentant e dell'impresa

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Prot. 12731 del 26/06/2015 Autorizzazione a 3A PTA Parco Tecnologico Agroalimentare dell Umbria Soc. Cons. a r.l. a svolgere le attività di controllo di cui all art. 13 del decreto legislativo 8 aprile

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di spedizioniere disciplinata dalla legge14 novembre

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di spedizioniere disciplinata dalla legge14 novembre Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di spedizioniere disciplinata dalla legge14 novembre 1941, n. 1442, in attuazione degli articoli 76 e 80

Dettagli

Alla. Via della Chimica POTENZA. via Bogino, Torino Agenzia delle Dogane CONFCOOPERATIVE Fedagri ANCA / LEGACOOP

Alla. Via della Chimica POTENZA. via Bogino, Torino Agenzia delle Dogane CONFCOOPERATIVE Fedagri ANCA / LEGACOOP AREA COORDINAMENTO Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499.709/715 Fax 06.49499.767 Prot. N. ACIU.2008.1564 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 5 novembre 2008 Organismo Pagatore AGEA - Ufficio Monocratico

Dettagli

N. DOMANDA. Barrare se ditta individuale 1 DATA DI NASCITA COMUNE DI NASCITA PROV.

N. DOMANDA. Barrare se ditta individuale 1 DATA DI NASCITA COMUNE DI NASCITA PROV. All' ORGANISMO PAGATORE COMPETENTE AGEA AGREA ARTEA AVEPA OPR LOMBARDIA. Domanda di ammissione al regime dei "seminativi". per i terreni che in precedenza non erano ritenuti ammissibili Raccolto anno.

Dettagli

MODULO DI DISDETTA. Contatore parzialmente accessibile ( interno ma in zona condominiale) Contatore non accessibile (indicare numero di telefono )

MODULO DI DISDETTA. Contatore parzialmente accessibile ( interno ma in zona condominiale) Contatore non accessibile (indicare numero di telefono ) MODULO DI DISDETTA CODICE UTENZA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA E ATTESTANTE PROPRIETA, REGOLARE POSSESSO DETENZIONE DELL IMMOBILE (Artt. 46 e 47 D.P.R. 28122000,

Dettagli

ALLEGATO A Requisiti dell Applicativo SUAP Camerale. Premesse. L applicativo SUAP si compone:

ALLEGATO A Requisiti dell Applicativo SUAP Camerale. Premesse. L applicativo SUAP si compone: ALLEGATO A Requisiti dell Applicativo SUAP Camerale Premesse L applicativo SUAP si compone: 1. della base della conoscenza; 2. del front office per imprese e intermediari; 3. del sistema di pagamento elettronico;

Dettagli

Partita I.V.A. (se già iscritto) con sede in: Provincia Comune via/piazza n. CAP PRESENTA

Partita I.V.A. (se già iscritto) con sede in: Provincia Comune via/piazza n. CAP PRESENTA AL COMUNE DI FRASCATI SETTORE ECONOMICO Ufficio Attività Produttive Piazza Marconi, 3 Da presentarsi in duplice copia all Ufficio Commercio del Comune di Frascati. Copia della presente, munita del timbro

Dettagli

IL FASCICOLO AZIENDALE

IL FASCICOLO AZIENDALE Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali SERVIZIO DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE COINVOLTO NELLA GESTIONE DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 A SUPPORTO

Dettagli

MODELLO DI ISTANZA. Alla

MODELLO DI ISTANZA. Alla MODELLO DI ISTANZA Alla VELLETRI SERVIZI SPA Viale dei Volsci, 57 00049 VELLETRI PEC: velletriservizi@legalmail.it Tel. 06 9631533 Fax 06 96153479 DICHIARAZIONE DI ADESIONE ALLA DEFINIZIONE AGEVOLATA (ai

Dettagli

DICHIARAZIONE VITIVINICOLA

DICHIARAZIONE VITIVINICOLA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA AGEA - VIA PALESTRO, 81-00185 ROMA CAMPAGNA 2012/2013 5540------ Dichiarazione presentata per il tramite del C.A.A. DICHIARAZIONE VITIVINICOLA 2540xxxxxxx Cod.

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO AGRICOLTURA Prot. n. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 1175 DI DATA 22 Dicembre 2016 OGGETTO: Aggiornamento delle disposizioni applicative per la gestione informatizzata

Dettagli

DETERMINAZIONE PROT. N REP. N. 440 DEL 6 SETTEMBRE 2016

DETERMINAZIONE PROT. N REP. N. 440 DEL 6 SETTEMBRE 2016 DETERMINAZIONE PROT. N. 13073 REP. N. 440 DEL 6 SETTEMBRE 2016 Oggetto: Autorizzazione all aumento del titolo alcolometrico volumico naturale dei prodotti della vendemmia 2016 destinati a dare vini, vini

Dettagli

Autocertificazione. Autocertificazione AUTOCERTIFICAZIONE

Autocertificazione. Autocertificazione AUTOCERTIFICAZIONE AUTOCERTIFICAZIONE CHI PUO FARE L AUTOCERTIFICAZIONE E CHI DEVE ACCETTARLA - Artt.2 e 3 D.P.R. 28 dicembre 2000 n.445 - COS E L AUTOCERTIFICAZIONE E una dichiarazione contenente le stesse informazioni

Dettagli

MODULO C_ TLR _FORNITURE CENTRALIZZATE_ ISTANZA PER L AMMISSIONE AL BONUS RIFERITO AL SERVIZIO TELERISCALDAMENTO 2011 FORNITURA CENTRALIZZATA1

MODULO C_ TLR _FORNITURE CENTRALIZZATE_ ISTANZA PER L AMMISSIONE AL BONUS RIFERITO AL SERVIZIO TELERISCALDAMENTO 2011 FORNITURA CENTRALIZZATA1 MODULO C_ TLR _FORNITURE CENTRALIZZATE_ ISTANZA PER L AMMISSIONE AL BONUS RIFERITO AL SERVIZIO TELERISCALDAMENTO 2011 FORNITURA CENTRALIZZATA1 N Protocollo del Il/La sottoscritto/a2 Cognome) (Nome) nato/a

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Decreto n. 1196 del 26 Settembre 2017 Reg. UE 1305/2013

Dettagli

Attività Produttive. Attività di commercio su aree pubbliche Commercio in forma itinerante. Descrizione

Attività Produttive. Attività di commercio su aree pubbliche Commercio in forma itinerante. Descrizione Attività Produttive Attività di commercio su aree pubbliche Commercio in forma itinerante Descrizione Per commercio in forma itinerante si intende la vendita su aree pubbliche di prodotti alimentari e

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Decreto n. 1501 del 10/11/2017 Reg. UE 1305/2013 - PSR

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 Il sottoscritto, SEZIONE 1 Anagrafica richiedente Il Titolare / legale rappresentant e dell'impresa Nome

Dettagli

L Anagrafe delle Aziende agricole della Regione Emilia Romagna

L Anagrafe delle Aziende agricole della Regione Emilia Romagna L Anagrafe delle Aziende agricole della Regione Emilia Romagna uno specifico archivio informatizzato, integrato nel sistema informativo agricolo regionale (SIAR) (Reg. art. 2) L'Anagrafe regionale delle

Dettagli

(*) con sede in codice n.

(*) con sede in codice n. Mod: Cancellazione MARCA da BOLLO ad uso amministrativo 16,00 (*) Studio di consulenza (denominazione) (*) Associazione di categoria Privato (*) con sede in codice n. tel fax mail.pec Spazio riservato

Dettagli

CONSAPEVOLE CHE LE DICHIARAZIONI MENDACI, LA FALSITÀ NELLA FORMAZIONE DEGLI ATTI E

CONSAPEVOLE CHE LE DICHIARAZIONI MENDACI, LA FALSITÀ NELLA FORMAZIONE DEGLI ATTI E DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE AL TRASPORTO DI GAS TOSSICI (RILASCIO/RINNOVO) Marca da bollo 14,62 COMUNE DI PONTASSIEVE UOC SVILUPPO ECONOMICO - SUAP VIA TANZINI, 30 50065 PONTASSIEVE Il sottoscritto/a Cognome

Dettagli

Il / la sottoscritto/a Cognome Nome. Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Codice Fiscale: / / / / / / / / / / / / / / / / (16 caratteri)

Il / la sottoscritto/a Cognome Nome. Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Codice Fiscale: / / / / / / / / / / / / / / / / (16 caratteri) MODELLO PER LA NOTIFICA DELL'ATTIVITA' ALIMENTARE AI SENSI DELL'ART. 6 COMMA 2 REGOLAMENTO CE 852/04 (Il presente modello comprensivo di allegati deve essere presentato in 3 copie) AL COMUNE DI Spazio

Dettagli

Il sottoscritto. nato a prov... il.. nazionalità

Il sottoscritto. nato a prov... il.. nazionalità via Don Maraglio, 4 46100 Mantova tel. 0376 401 723 fax 376 401 726 nadia.beschi@provincia.mantova.it www.provincia.mantova.it PEC : provinciadimantova@legalmail.it Settore Sistemi Produttivi Intermodalità

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TARANTO Ufficio Agricoltura Cittadella delle imprese - V.le Virgilio, Taranto

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TARANTO Ufficio Agricoltura Cittadella delle imprese - V.le Virgilio, Taranto ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TARANTO Ufficio Agricoltura Cittadella delle imprese - V.le Virgilio, 152-74100 Taranto SPAZIO RISERVATO AL PROTOCOLLO MATRICOLA (spazio riservato

Dettagli

IL PIANO DELLE VERIFICHE E DEI CONTROLLI MONTEPULCIANO D ABRUZZO D.O.C. (Aggiornato secondo lo schema del DM 17 luglio 2008)

IL PIANO DELLE VERIFICHE E DEI CONTROLLI MONTEPULCIANO D ABRUZZO D.O.C. (Aggiornato secondo lo schema del DM 17 luglio 2008) IL PIANO DELLE VERIFICHE E DEI CONTROLLI MONTEPULCIANO D ABRUZZO D.O.C. (Aggiornato secondo lo schema del DM 17 luglio 2008) 1 INTRODUZIONE Il Piano è realizzato sulla base dello schema approvato dal Ministero

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE AL TRASPORTO DI GAS TOSSICI (RILASCIO/RINNOVO)

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE AL TRASPORTO DI GAS TOSSICI (RILASCIO/RINNOVO) DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE AL TRASPORTO DI GAS TOSSICI (RILASCIO/RINNOVO) Marca da bollo 14,62 Al Il sottoscritto/a Cognome Nome CONSAPEVOLE CHE LE DICHIARAZIONI MENDACI, LA FALSITÀ NELLA FORMAZIONE DEGLI

Dettagli

PROCURA SPECIALE. ai sensi co.3 bis art.38 DPR.445/2000. nella persona di:

PROCURA SPECIALE. ai sensi co.3 bis art.38 DPR.445/2000. nella persona di: PROCURA SPECIALE ai sensi co.3 bis art.38 DPR.445/2000 Codice di identificazione della pratica: SUAP CCIAA Io sottoscritto/a in qualità di: cognome nome richiedente/ titolare/ legale rappresentante dell'impresa/società

Dettagli

CITTA DI VITERBO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' DI IMPRENDITORE AGRICOLO

CITTA DI VITERBO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' DI IMPRENDITORE AGRICOLO CITTA DI VITERBO PER IL TRAMITE DEL SUAP DEL COMUNE DI VITERBO SUAEP@PEC.COMUNEVITERBO.IT AL SETTORE IV SVILUPPO ECONOMICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' DI IMPRENDITORE AGRICOLO IL/LA SOTTOSCRITTO/A

Dettagli

VENDITA AL DETTAGLIO DA PARTE DI PRODUTTORI AGRICOLI

VENDITA AL DETTAGLIO DA PARTE DI PRODUTTORI AGRICOLI VENDITA AL DETTAGLIO DA PARTE DI PRODUTTORI AGRICOLI NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.Lgs. 228/2001 e succ. modifiche ed integrazioni. DESCRIZIONE E la segnalazione di inizio attività per poter effettuare la

Dettagli

Il/la sottoscritto/a nato/a a prov. il codice fiscale residente in prov. CAP indirizzo telefono cellulare in qualità di 1

Il/la sottoscritto/a nato/a a prov. il codice fiscale residente in prov. CAP indirizzo telefono cellulare in qualità di 1 ISCRIZIONE PER TRASFERIMENTO DA ALTRA PROVINCIA apporre qui la marca da bollo 16,00 ALLA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA ASSESSORATO TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI DIPARTIMENTO TRASPORTI - MOTORIZZAZIONE

Dettagli

BOLLO a norma di legge Alla Regione Emilia-Romagna RICHIESTA DI FINANZIAMENTO

BOLLO a norma di legge Alla Regione Emilia-Romagna RICHIESTA DI FINANZIAMENTO BOLLO a norma di legge Alla Regione Emilia-Romagna RICHIESTA DI FINANZIAMENTO Il/la Sottoscritto/a nato/a a il giorno e residente in CAP Comune di () in qualità di Legale Rappresentante (o suo delegato)

Dettagli

ISTANZA PER L AMMISSIONE AL BONUS RIFERITO AL SERVIZIO TELERISCALDAMENTO FORNITURA CENTRALIZZATA 1

ISTANZA PER L AMMISSIONE AL BONUS RIFERITO AL SERVIZIO TELERISCALDAMENTO FORNITURA CENTRALIZZATA 1 MODULO C _TLR FORNITURE CENTRALIZZATE_ ISTANZA PER L AMMISSIONE AL BONUS RIFERITO AL SERVIZIO TELERISCALDAMENTO FORNITURA CENTRALIZZATA 1 ANNO 2016 Il/La Sottoscritto/a 2, (Cognome) (Nome) nato/a a, (prov.

Dettagli

N Protocollo del Il/La sottoscritto/a2

N Protocollo del Il/La sottoscritto/a2 MODULO C_ TLR _FORNITURE CENTRALIZZATE_ ISTANZA PER L AMMISSIONE AL BONUS RIFERITO AL SERVIZIO TELERISCALDAMENTO FORNITURA CENTRALIZZATA1 N Protocollo del Il/La sottoscritto/a2 Cognome) (Nome) nato/a a,

Dettagli

Vista la legge 10 febbraio 1992, n. 164, recante nuova disciplina delle denominazioni di origine dei vini;

Vista la legge 10 febbraio 1992, n. 164, recante nuova disciplina delle denominazioni di origine dei vini; MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 3 novembre 2010. IL CAPO DIPARTIMENTO delle politiche competitive del mondo rurale e della qualita' Visto il regolamento (CE) n. 1234/2007

Dettagli

Vista la legge 10 febbraio 1992, n. 164, recante nuova disciplina delle denominazioni dorigine dei vini;

Vista la legge 10 febbraio 1992, n. 164, recante nuova disciplina delle denominazioni dorigine dei vini; DECRETO 29 luglio 2009. Conferimento alla Camera di commercio, industria, artigianato, agricoltura di Livorno ed alla Camera di commercio, industria, artigianato, agricoltura di Pisa dell incarico a svolgere

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Aiuti Diretti ed Interventi di Mercato

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Aiuti Diretti ed Interventi di Mercato ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Aiuti Diretti ed Interventi di Mercato Decreto n. 889 del 21 luglio 2016 Oggetto: Reg. (CE) n. 1122/2009, art.

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Prot. 8274 del 26/04/2016 Designazione della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura Riviere di Liguria - Imperia, La Spezia, Savona ad effettuare i controlli ai sensi dell art. 13 del

Dettagli

PIANO DELLE VERIFICHE E DEI CONTROLLI DELLA D.O. Cannonau di Sardegna AI SENSI DEL DM 14 GIUGNO 2012

PIANO DELLE VERIFICHE E DEI CONTROLLI DELLA D.O. Cannonau di Sardegna AI SENSI DEL DM 14 GIUGNO 2012 DELLA AI SENSI DEL DM 14 GIUGNO 2012 REV. DATA ELABORATO VERIFICATO APPROVATO 0 24/07/12 Acquisizione documentazione (anche per via telematica) Attività di di VITICOLTORE Produzione delle uve a D.O. dei

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE AL TRASPORTO DI GAS TOSSICI (RILASCIO/RINNOVO)

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE AL TRASPORTO DI GAS TOSSICI (RILASCIO/RINNOVO) DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE AL TRASPORTO DI GAS TOSSICI (RILASCIO/RINNOVO) Marca da bollo 14,62 Al Il sottoscritto/a Cognome Nome CONSAPEVOLE CHE LE DICHIARAZIONI MENDACI, LA FALSITÀ NELLA FORMAZIONE DEGLI

Dettagli

Informatizzazione dei Programmi Annuali di Produzione (PAP) vegetale, zootecnica, d acquacoltura e delle

Informatizzazione dei Programmi Annuali di Produzione (PAP) vegetale, zootecnica, d acquacoltura e delle Allegato 1 Informatizzazione dei Programmi Annuali di Produzione (PAP) vegetale, zootecnica, d acquacoltura e delle preparazioni con metodo biologico. Modalità di conferimento della delega, da parte dell

Dettagli

Viale Del Lavoro, Verona VR Italy

Viale Del Lavoro, Verona VR Italy Oggetto: Disposizioni nazionali concernenti l'attuazione del regolamento di esecuzione (UE) n. 299/2013 della Commissione del 26 marzo 2013, recante modifica del regolamento (CEE) n. 2568/91, relativo

Dettagli

COMUNICAZIONE FINE LAVORI

COMUNICAZIONE FINE LAVORI Al Comune di Nova Milanese comune.novamilanese@pec.regione.lombardia.it Pratica edilizia Del SUAP SUE Indirizzo PEC / Posta elettronica Protocollo COMUNICAZIONE FINE LAVORI da compilare a cura del SUE/SUAP

Dettagli

PIANO DEI CONTROLLI E PROSPETTO TARIFFARIO DELLA D.O. CASTELLI ROMANI AI SENSI DEL DM 794 del 14/06/2012

PIANO DEI CONTROLLI E PROSPETTO TARIFFARIO DELLA D.O. CASTELLI ROMANI AI SENSI DEL DM 794 del 14/06/2012 PIANO DEI CONTROLLI E PROSPETTO TARIFFARIO DELLA D.O. CASTELLI ROMANI AI SENSI DEL DM 794 del 14/06/2012 REV. DATA VERIFICATO Il Responsabile Tecnico Dei Piani di Controllo APPROVATO Il Dirigente Area

Dettagli

PIANO DEI CONTROLLI E PROSPETTO TARIFFARIO DELLA IG LAZIO AI SENSI DEL DM 794 del 14/06/2012

PIANO DEI CONTROLLI E PROSPETTO TARIFFARIO DELLA IG LAZIO AI SENSI DEL DM 794 del 14/06/2012 PIANO DEI CONTROLLI E PROSPETTO TARIFFARIO DELLA IG LAZIO AI SENSI DEL DM 794 del 4/06/202 REV. DATA VERIFICATO Il Responsabile Tecnico Dei Piani di Controllo APPROVATO Il Dirigente Area V 0 20/07/202

Dettagli

CITTA DI VITERBO. Il/la sottoscritto/a nato/a a Prov. ( ) il / / C. F. residente a Prov. ( ) via/piazza n

CITTA DI VITERBO. Il/la sottoscritto/a nato/a a Prov. ( ) il / / C. F. residente a Prov. ( ) via/piazza n CITTA DI VITERBO PER IL TRAMITE DEL SUAP DEL COMUNE DI VITERBO SUAEP@PEC.COMUNEVITERBO.IT AL SETTORE IV SVILUPPO ECONOMICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ per l esercizio di autonoleggio senza

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULL ESERCIZIO DELLE COMPETENZE DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO 15 MARZO 2017, N

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULL ESERCIZIO DELLE COMPETENZE DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO 15 MARZO 2017, N Allegato A alla delibera n. 203/17/CONS del 18 maggio 2017 SCHEMA DI REGOLAMENTO SULL ESERCIZIO DELLE COMPETENZE DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO 15 MARZO 2017, N. 35 IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEI

Dettagli

Il/La sottoscritto/a Cognome Nome. Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Cittadinanza italiana ovvero. Residenza: Comune di CAP (Prov.

Il/La sottoscritto/a Cognome Nome. Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Cittadinanza italiana ovvero. Residenza: Comune di CAP (Prov. MODELLO PER LA NOTIFICA DELL ATTIVITÀ ALIMENTARE AI SENSI DELL ART. 6 COMMA 2 REGOLAMENTO CE 852/2004 (il presente modello comprensivo di allegati deve essere presentato in 3 copie) Al Suap del Comune

Dettagli

Allegato A: Regole tecniche per la gestione dell identità.

Allegato A: Regole tecniche per la gestione dell identità. Allegato A: Regole tecniche per la gestione dell identità. Art. 1. Aventi diritto alle Credenziali-People 1. Per l accesso ai Servizi-People sviluppati nell ambito del Progetto-People, il Comune rilascia

Dettagli