L APPROCCIO CREATIVO ALLA PROGETTAZIONE. Prof. Maurizio Muzzupappa

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L APPROCCIO CREATIVO ALLA PROGETTAZIONE. Prof. Maurizio Muzzupappa"

Transcript

1 L APPROCCIO CREATIVO ALLA PROGETTAZIONE Prof. Maurizio Muzzupappa

2 NON C È INNOVAZIONE SENZA CREATIVITÀ Chiaroveggenza (Magritte 1936)

3 PROGETTARE È Progettare è un processo per trovare una soluzione al fine di soddisfare bisogni e desideri. E un processo decisionale, spesso iterativo, nel quale devono essere applicate tutte le proprie conoscenze per convertire risorse in modo ottimale, col fine di raggiungere obiettivi definiti.

4 PROGETTARE È BISOGNO un processo per trovare una soluzione al fine di soddisfare bisogni e desideri.

5 PROGETTARE È BISOGNO IDEA

6 PROGETTARE È L idea non è necessariamente la soluzione al problema perché può essere legata alla fantasia, proporre soluzioni anche irrealizzabili per ragioni tecniche, materiche o economiche IDEA L idea è un concetto astratto che deve essere vagliato mediante un processo razionale

7

8 PROGETTARE È La soluzione è un modo possibile di risolvere il problema e sicuramente non è unica. La soluzione si basa sulla conoscenza e deve avere come requisito fondamentale la fattibilità

9 PROGETTARE È BISOGNO Individuare il bisogno è il punto di partenza per poter fare innovazione

10 PROGETTARE È BISOGNO IDEA IDEA IDEA Generare idee è un processo creativo

11 PROGETTARE È BISOGNO IDEA IDEA IDEA Trovare delle soluzioni è un processo basato sulla conoscenza

12 PROGETTARE È BISOGNO IDEA IDEA IDEA METODOLOGIA DI PROGETTAZIONE

13 LE FASI DEL PROCESSO DI PROGETTAZIONE Sviluppo dell idea Sviluppo del progetto Validazione del progetto Produzione

14 LE FASI DEL PROCESSO DI PROGETTAZIONE Sviluppo dell idea Sviluppo del progetto Validazione del progetto Produzione

15 LE FASI DEL PROCESSO DI PROGETTAZIONE Sviluppo dell idea Individuare i bisogni; analizzare il mercato e la concorrenza per individuare le idee da sviluppare. Generare una varietà di soluzioni, per selezionare i migliori concetti; condurre il progetto concettuale fino al primo prototipo.

16 PROGETTARE È BISOGNO IDEA IDEA IDEA Si deve convergere sempre ad un unica soluzione

17 Saper leggere la realtà per individuare i bisogni La fame nel mondo, la sicurezza delle centrali atomiche, il vaccino contro l ebola, sono bisogni (dell umanità) verso i quali sarebbe auspicabile poter dare una risposta.

18 Saper leggere la realtà per individuare i bisogni In realtà, saper dare una risposta ad un bisogno (così come saperlo identificare) presuppone una approfondita conoscenza del problema.

19 Saper leggere la realtà per individuare i bisogni Siamo, quindi, in grado di trovare soluzioni efficaci ad un bisogno solo se conosciamo realmente (per esperienza o per studio) il problema.

20 PROCESSO DI PROGETTAZIONE BISOGNO Mancanza di spazio nelle abitazioni IDEE

21 Processo di progettazione Mancanza di spazio nelle abitazioni Mobili sospesi Mobili richiudibili Trovare delle soluzioni

22 Processo di progettazione Mancanza di spazio nelle abitazioni Mobili sospesi Mobili richiudibili

23 Processo di progettazione Favorire la socializzazione tra le persone Panchine per i luoghi pubblici App Social Cooperativa sociale Trovare delle soluzioni

24 Processo di progettazione Favorire la socializzazione tra le persone Panchine per i luoghi pubblici App Social Cooperativa sociale

25 BISOGNO: ALLOGGIO PER I SENZATETTO

26 SERVONO IDEE INNOVATIVE

27 TROVIAMO DELLE SOLUZIONI POSSIBILI

28

29 PROGETTARE È BISOGNO IDEA IDEA IDEA La creatività è la premessa per un azione concreta intesa come l ideazione di qualcosa, da cui poter trarre dei benefici

30 IL PENSIERO CREATIVO Nell immaginario collettivo, il primo pensiero che il termine crea/vità richiama alla mente è, senza dubbio, la produzione artistica. In realtà questo è solo un tipo di creatività. E in funzione dei risultati ottenuti che distinguiamo due diverse crea*vità : sulla base di criteri ar/s/ci, si definisce creatività un operazione astratta fine a se stessa; sulla base di criteri logici, si definisce creatività la premessa per un azione concreta intesa come l ideazione di qualcosa, da cui poter trarre dei benefici.

31 IL PENSIERO CREATIVO L immaginazione è più importante della conoscenza Albert Einstein Creatività non vuol dire improvvisazione senza metodo Bruno Munari

32 IL PENSIERO CREATIVO Tra tutti i modelli di processo creativo il più accettato è quello di Wallas. Questo modello si compone di 4 stadi: 1. preparazione: prevede l iden,ficazione e la definizione del problema basata sull osservazione e la ricerca delle informazioni potenzialmente u,li. E una fase spesso trascurata che prevede: É apertura all ascolto senza pregiudizi, É flessibilità mentale, É autocensura come limite nei confini accettabili.

33 IL PENSIERO CREATIVO Tra tutti i modelli di processo creativo il più accettato è quello di Wallas. Questo modello si compone di 4 stadi: 2. incubazione: stato passivo di fermentazione del problema durante la quale opera l inconscio (niente autocensura ed associazioni imprevedibili). Rappresenta l a?esa dell esclamazione Eureka oppure Ah ah, che può avvenire immediatamente o non manifestarsi affa?o.

34 IL PENSIERO CREATIVO Tra tutti i modelli di processo creativo il più accettato è quello di Wallas. Questo modello si compone di 4 stadi: 3. illuminazione: momento in cui si ha la scin,lla o meglio si ha la consapevolezza dell idea appena maturata. 4. verifica: controllo dell aderenza della soluzione al problema iden,ficato nel primo stadio. E la conclusione del processo che, in alcuni casi, è considerata esterna al processo stesso poiché non viene a conta?o con la crea,vità.

35 Creativi si nasce MITI DA SFATARE SUL PENSIERO CREATIVO La creatività è un atto spontaneo, che viene da sé e che non implica fatica La creatività è un processo solitario Una volta partito il flusso creativo, non c è più bisogno del controllo razionale sul processo stesso Gli artisti sono creativi, gli scienziati sono razionali

36 RESISTENZE AL CAMBIAMENTO Ha funzionato in questo modo per 20 anni Non abbiamo tempo Non funzionerà Non è previsto nel budget Non è serio Basta dire stupidaggini Impossibile che non ci abbiano già pensato E tecnicamente impossibile Ci vorrebbe un sacco di tempo Devi essere realistico Non sognare Le persone non capiranno E contro le regole Non siamo un laboratorio Costa troppo Abbiamo già provato Non ne verrà fuori nulla Non è un problema nostro E già stato fatto Parliamone un altra volta Cosa ne penseranno i nostri clienti? Ho un idea migliore Non è semplice come pensi Risolve solo parte del problema

37 RESISTENZE AL CAMBIAMENTO Il telefono è un invenzione divertente, ma chi volete che voglia mai usarne uno? (presidente americano R.B. Hayes, dopo aver partecipato ad una conversazione prova tra Washington e Philadelphia nel 1876) Il televisore non sarà mai in grado di rimanere in nessun mercato per più di sei mesi. Le persone si stuferanno presto di guardare ogni sera dentro una scatola (D.F. Zanuck, capo della 20 Century Fox, 1946) Il cavallo durerà a lungo, l automobile è solo una moda. (Il presidente della Michgan Saving Bank, 1903, che sconsigliava l avvocato Henry Ford di investire nella Ford Motor Company - L avvocato non ascoltò il consiglio e investi 5.000$ in azioni che vendette alcuni mesi dopo per 15 milioni di dollari) Ritengo che a livello mondiale ci sia un mercato per circa 5 computer. (T.J. Watson Sr., Capo della IBM, 1943)

38 ANATOMIA DEL PENSIERO CREATIVO Normalmente le idee vengono elaborate dentro un contesto ambientale noto, senza mai provare ad uscire; la mente è un sistema complesso nel quale le idee tendono a convergere ad un certo attrattore (è come il fondo del catino per una pallina: le idee tendono ad arrivare alla soluzione più scontata e più naturale)

39 I BLOCCHI DELLA CREATIVITÀ Ò Emo7vi: paura di sbagliare, la paura del giudizio o delle cri,che, l assenza della mo,vazione necessaria a portare avan, un idea, proge?o od aività, rischio di trovarsi in minoranza Ò Culturali / Ambientali: desiderio di conformarsi a modelli sociali, l u,lizzo del no automa,co come risposta a nuove idee, credenza che il fa?o di sognare sia un spreco infan,le di tempo Ò Perce=vi / cogni7vi: difficoltà di isolare un problema, incapacità di definirne i termini, difficoltà di vedere relazioni remote, differenziare le cause dagli effei

40 LE CATEGORIE DI PENSIERO

41 LE CATEGORIE DI PENSIERO

42 LE CATEGORIE DI PENSIERO

43 PROGETTARE È BISOGNO pensiero divergente IDEA IDEA IDEA pensiero convergente

44 LE FASI DEL PROCESSO DI PROGETTAZIONE Sviluppo dell idea Individuare i bisogni; analizzare il mercato e la concorrenza per individuare le idee da sviluppare. Generare una varietà di soluzioni, per selezionare i migliori concetti; condurre il progetto concettuale fino al primo prototipo.

45 SVILUPPARE LE IDEE L altro punto fondamentale, insieme alla pianificazione, è lo sviluppo delle idee (i concept). Qui si deve concentrare il maggiore sforzo creativo perché è qui che si deve dare una risposta concreta al bisogno individuato. COSA VOGLIO FARE!

46 SVILUPPARE LE IDEE nuovo prodotto/sistema/servizio modifica ad un prodotto/sistema/ servizio esistente Conoscenza dello stato dell arte (Analisi delle concorrenza, storia del prodotto, ) Analisi del prodotto da migliorare COSA VOGLIO INNOVARE!

47 CONOSCERE LA STORIA DEL PRODOTTO Il Monolama Rasoio dell antico Egitto Rasoio da barbiere (dal 1820 ad oggi)

48 CONOSCERE LA STORIA DEL PRODOTTO Rasoio Gillette (1904) Bic Bilama (1973)

49 CONOSCERE LA STORIA DEL PRODOTTO Il rasoio e le lame lame, striscia lubrificante e «vibrazione» Cosa non funziona? Cosa voglio Innovare?

50 CONOSCERE LA STORIA DEL PRODOTTO Il rasoio elettrico Cosa non funziona? Cosa voglio Innovare?

51 ANALISI DELLA CONCORRENZA Cosa non funziona? Cosa voglio Innovare?

52 ANALISI DELLA CONCORRENZA Cosa non funziona? Cosa voglio Innovare?

53 ANALISI DELLA CONCORRENZA Cosa non funziona? Cosa voglio Innovare?

54 ANALISI DELLA CONCORRENZA Cosa non funziona? Cosa voglio Innovare?

55 BICI ELETTRICA, COME INNOVARE? Smart ebike

56 PROGETTARE È BISOGNO IDEA IDEA IDEA

57 SVILUPPARE LE IDEE VUOL DIRE: Destinare a nuovi usi Invertire Adattare creatività Rimpicciolire Modificare Combinare Ingrandire

58 DESTINARE A NUOVI USI Quali altri usi se modificata? Nitroglicerina Soluzione intramuscolare per applicazioni Cardiovascolari

59 DESTINARE A NUOVI USI Quali altri usi se modificato? Rasoio Uomo Rasoio Donna

60 DESTINARE A NUOVI USI E possibile un nuovo modo di utilizzo? Trioli di Magis

61 DESTINARE A NUOVI USI Hi-Can, Deta Design E possibile un nuovo modo di utilizzo?

62 ADATTARE Cosa potrei copiare? Quale altra idea suggerisce questo concetto? Scarpa che respira Giacca che respira

63 ADATTARE In quali altri ambiti posso riutilizzare lo stesso concetto?

64 ADATTARE Posso riutilizzare lo stesso prodotto? Prodotti della Reelfurniture

65 MODIFICARE Si può fare di meglio, cambiando il colore, la forma, il movimento,? Merdolino, Alessi

66 MODIFICARE Si può fare di meglio, cambiando il colore, la forma, il movimento,? Frullatore Disney, Ariete

67 MODIFICARE Si può fare di meglio, cambiando il colore, la forma, il movimento,? Anna, Alessi

68 MODIFICARE Si può fare di meglio, cambiando il colore, la forma, il movimento,?

69 MODIFICARE Si può fare di meglio, cambiando il colore, la forma, il movimento,?

70 MODIFICARE Si può fare di meglio, cambiando il colore, la forma, il movimento,?

71 MODIFICARE Si può cambiare il significato che la persona dà all oggetto? Walkman della Sony (1978) Solo tu e la musica Swatch (1983) Un orologio per ogni occasione

72 MODIFICARE Si può cambiare il significato che la persona dà all oggetto? I-phone, Apple

73 INGRANDIRE Se cambio scala (ingrandire, allungare, rinforzare) che succede? Lavatrice Candy GrandÓ

74 INGRANDIRE Si possono aggiungere nuove funzionalità?

75 INGRANDIRE Si possono aggiungere nuove funzionalità?

76 COMBINARE Si possono combinare diversi concetti?

77 COMBINARE Si possono combinare diversi concetti? Agita e gusta Bonduelle Sviluppata dalla Develpack di Reggio Calabria che ha ceduto i diritti di sfruttamento

78 RIMPICCIOLIRE Come posso rendere il prodotto più piccolo, più semplice da usare,?

79 RIMPICCIOLIRE Come posso rendere il prodotto più piccolo, più semplice da usare,? Cellulare per anziani di Miracle Progress

80 RIMPICCIOLIRE Come posso rendere il prodotto più piccolo, più semplice da usare,? netbook ultrabook

81 INVERTIRE E se lo giro al contrario? MP3, Piaggio

82 INVERTIRE E se lo giro sottosopra? Disegnato da Robert Bernstein

83 INVERTIRE Gregory Bonasera (designer australiano) Azienda: Ceramics Lighting Design

84 INVERTIRE E se stravolgo le regole? Flux di Giugiaro Design per Scavolini

85 INVERTIRE E se stravolgo le regole? L aspirapolvere fu brevettata nel 1901 dall ingegnere H.Booth. Assistendo ad una dimostrazione di un apparecchio che toglieva la polvere soffiandola via con un compressore, ebbe l intuizione di capovolgere il funzionamento del sistema

86 SVILUPPARE LE IDEE BISOGNO IDEA IDEA IDEA

87 SVILUPPARE LE IDEE Se si vuole innovare veramente, non si può prescindere dall applicazione rigorosa di una metodologia, in altre parole, non si può prescindere da un attività seria di progettazione. Progettare significa innanzitutto: Definire/individuare un bisogno trovare una soluzione innovativa a tale bisogno

88 IL PROCESSO DI PROGETTAZIONE Sviluppo dell idea Sviluppo del progetto Validazione del progetto Sviluppo della produzione Solo dopo aver individuato il bisogno e aver definito la soluzione migliore si può passare a sviluppare il progetto, cioè attivare tutti quei processi necessari alla realizzazione dell idea iniziale.

89 COMPITO A CASA!

90 INDIVIDUARE UN BISOGNO DEFINIRE UNA O PIÙ IDEE non soluzioni concrete!!

91 COMPITO A CASA Preparare una presentazione in pdf con due slide che descrivono il bisogno individuato e l idea di base per risolverlo.

L approccio creativo alla progettazione. Prof. Maurizio Muzzupappa

L approccio creativo alla progettazione. Prof. Maurizio Muzzupappa L approccio creativo alla progettazione Non c è innovazione senza creatività Chiaroveggenza (Magritte 1936) Saper comunicare un idea Fare uno schizzo del seguente prototipo: Tavolo con elementi mobili

Dettagli

L approccio creativo alla progettazione. Prof. Maurizio Muzzupappa

L approccio creativo alla progettazione. Prof. Maurizio Muzzupappa L approccio creativo alla progettazione Le fasi del processo di progettazione Due punti fondamentali per innovare Se si vuole innovare veramente, non si può prescindere dall applicazione rigorosa di una

Dettagli

L approccio creativo alla progettazione. Prof. Maurizio Muzzupappa

L approccio creativo alla progettazione. Prof. Maurizio Muzzupappa L approccio creativo alla progettazione Le informazioni nella progettazione idea prodotto finale colleghi dirigenti partner fornitori utenti Comunicazione e Informazione A chi e come comunichiamo le informazioni

Dettagli

CREATE Project IL PROCESSO CREATIVO. L immaginazione è più importante della conoscenza. Albert Einstein 1/15

CREATE Project IL PROCESSO CREATIVO. L immaginazione è più importante della conoscenza. Albert Einstein 1/15 IL PROCESSO CREATIVO L immaginazione è più importante della conoscenza Albert Einstein 1/15 CATEGORIE DI PENSIERO (I) CREATE Project EMISFERO SINISTRO memoria, logica, ragionamento, analisi, calcolo EMISFERO

Dettagli

«Sviluppa la capacità di problem solving a lavoro» a cura di: SERAFINA PARENTE, MARIA TERESA FARGNOLI, IVA POLSINELLI

«Sviluppa la capacità di problem solving a lavoro» a cura di: SERAFINA PARENTE, MARIA TERESA FARGNOLI, IVA POLSINELLI «Sviluppa la capacità di problem solving a lavoro» a cura di: SERAFINA PARENTE, MARIA TERESA FARGNOLI, IVA POLSINELLI Il problem solving non è una competenza tecnica, che appartiene ad un settore specifico,

Dettagli

Da Libero Professionista a Professionista Libero in 11 passi!

Da Libero Professionista a Professionista Libero in 11 passi! Da Libero Professionista a Professionista Libero in 11 passi! Ciao E ti do il benvenuto in questo Video Articolo dal titolo Da Libero Professionista a Professionista Libero in 11 passi. Prima di partire

Dettagli

INTRODUZIONE AL WEB MARKETING

INTRODUZIONE AL WEB MARKETING 1 INTRODUZIONE AL WEB MARKETING 1 2 Il web marketing rappresenta l insieme delle attività online che consentono di raggiungere un obiettivo: la VENDITA 2 3 Cosa è il Web Marketing 1. Il web marketing è

Dettagli

Creative Problem Solving

Creative Problem Solving Creative Problem Solving Che cos è Normalmente, nel lavoro di analisi e progettazione, si utilizza una logica lineare. Partendo da una rapida analisi dei problemi, si arriva in breve a ragionare su cosa

Dettagli

WORKSHOP LUNEDÌ 26 NOVEMBRE 2012 ORE 14 CENTRO INTERNAZIONALE LORIS MALAGUZZI VIA BLIGNY, 1/A REGGIO EMILIA

WORKSHOP LUNEDÌ 26 NOVEMBRE 2012 ORE 14 CENTRO INTERNAZIONALE LORIS MALAGUZZI VIA BLIGNY, 1/A REGGIO EMILIA WORKSHOP LUNEDÌ 26 NOVEMBRE 2012 ORE 14 CENTRO INTERNAZIONALE LORIS MALAGUZZI VIA BLIGNY, 1/A REGGIO EMILIA > Presentazione DESIGN THINKING REGGIO CHILDREN In questo percorso formativo verranno approfonditi

Dettagli

design ergonomia creatività qualità innovazione lezione

design ergonomia creatività qualità innovazione lezione Corso di Laurea in Disegno Industriale - 2 anno LABORATORIO DI ERGONOMIA corso A a.a. 2015-16 prof.ssa Francesca Tosi Tutor: dott.ssa Alessia Brischetto, dott. Mattia Pistolesi & ergonomia design lezione

Dettagli

Con Giulia & Angela ricapitoliamo il

Con Giulia & Angela ricapitoliamo il Con Giulia & Angela ricapitoliamo il pensiero laterale Il pensiero laterale Per molto tempo si è pensato che la creatività fosse una dote innata e quindi, per chi ne fosse sprovvisto, non ci fosse niente

Dettagli

Il progetto negli enti locali LEZIONE 7

Il progetto negli enti locali LEZIONE 7 Il progetto negli enti locali LEZIONE 7 1 Il Progetto /1 Attività non ripetitiva, orientata al raggiungimento di definiti risultati, all interno di ben determinati vincoli di tempo e risorse È una attività

Dettagli

Lo sviluppo del progetto informatico

Lo sviluppo del progetto informatico Lo sviluppo del progetto informatico Il progetto Il controllo di qualità Le qualità per i prodotti di software Le figure professionali La metodologia La conoscenza degli obiettivi L analisi La progettazione

Dettagli

CREATIVITA E INNOVAZIONE

CREATIVITA E INNOVAZIONE CREATIVITA E INNOVAZIONE FASI DEL PENSIERO CREATIVO Graham Wallas 31 May 1858 9 August 1932 preparazione: la raccolta dei materiali e delle informazioni su cui lavorare e la loro organizzazione. incubazione:

Dettagli

Come trasformare la competizione in collaborazione;

Come trasformare la competizione in collaborazione; OBIETTIVI Come trasformare la competizione in collaborazione; PRESUPPOSTI La competizione è un opportunità per i dipendenti e per l azienda quando è gestita correttamente; La competizione, quando gestita

Dettagli

Hai una mente creativa? Copyright EdiTEST 2010

Hai una mente creativa? Copyright EdiTEST 2010 Hai una mente creativa? Copyright EdiTEST 2010 Il termine creatività si riferisce a quei processi mentali che portano a soluzioni, idee, concetti, forme artistiche, teorie o prodotti che sono unici e originali.

Dettagli

CREATIVITY CAMP FIDAPA BPW ITALY GUIDA ALLA GENERAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE

CREATIVITY CAMP FIDAPA BPW ITALY GUIDA ALLA GENERAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE CREATIVITY CAMP FIDAPA BPW ITALY ALLEGATO 1_D GUIDA ALLA GENERAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE (da non allegare alla domanda di partecipazione) La presente guida si compone di due sezioni. La prima vuole

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DEL PRODOTTO TRA INNOVAZIONE TECNOLOGICA E PROCESSI ORGANIZZATIVI. Capitolo 2

LA PROGETTAZIONE DEL PRODOTTO TRA INNOVAZIONE TECNOLOGICA E PROCESSI ORGANIZZATIVI. Capitolo 2 LA PROGETTAZIONE DEL PRODOTTO TRA INNOVAZIONE TECNOLOGICA E PROCESSI ORGANIZZATIVI Capitolo 2 Aspetti introduttivi _ 1 La graduale ed incisiva applicazione del sapere scientificotecnologico ai processi

Dettagli

LICEO ARTISTICO documento "Riforma della Scuola Secondaria Superiore allegato A

LICEO ARTISTICO documento Riforma della Scuola Secondaria Superiore allegato A LICEO ARTISTICO documento "Riforma della Scuola Secondaria Superiore allegato A Il percorso del liceo artistico è indirizzato allo studio dei fenomeni estetici e alla pratica artistica. Favorisce: l acquisizione

Dettagli

(Un approccio progettuale strutturato per affrontare le sfide in quattro fasi)

(Un approccio progettuale strutturato per affrontare le sfide in quattro fasi) Il Doppio Diamante (Un approccio progettuale strutturato per affrontare le sfide in quattro fasi) 1. Scoprire / Ricerca : intuizione del problema (insight into the problem (divergente) 2. Definire / Sintetizzare:

Dettagli

design ergonomia creatività qualità innovazione lezione Corso di Laurea in Disegno Industriale - 2 anno LABORATORIO DI ERGONOMIA corso A a.a.

design ergonomia creatività qualità innovazione lezione Corso di Laurea in Disegno Industriale - 2 anno LABORATORIO DI ERGONOMIA corso A a.a. Corso di Laurea in Disegno Industriale - 2 anno LABORATORIO DI ERGONOMIA corso A a.a. 2017-18 prof.ssa Francesca Tosi Tutor: prof.ssa Alessia Brischetto, dott. Mattia Pistolesi & ergonomia design lezione

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE MECCANICA; PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE; IMPIANTISTICA Processo Lavorazioni Meccaniche

Dettagli

design ergonomia creatività qualità innovazione lezione

design ergonomia creatività qualità innovazione lezione Corso di Laurea in Disegno Industriale - 2 anno LABORATORIO DI ERGONOMIA corso A a.a. 2016-17 prof.ssa Francesca Tosi Tutor: dott.ssa Alessia Brischetto, dott. Mattia Pistolesi lezione & ergonomia design

Dettagli

FORNITORI EATON I D E A S CLIENTI. L Innovazione stimola l eccellenza, il successo, e i risparmi.

FORNITORI EATON I D E A S CLIENTI. L Innovazione stimola l eccellenza, il successo, e i risparmi. R A G I O N I F I N A L I T À I D E A S I D E A S L Innovazione stimola l eccellenza, il successo, e i risparmi. C O M E S C O P O C H I S C O P O Lo scopo del programma IDEAS della Eaton è quello di promuovere

Dettagli

CHE PROBLEMA TABULAZIONE QUESTIONARIO

CHE PROBLEMA TABULAZIONE QUESTIONARIO CHE PROBLEMA TABULAZIONE QUESTIONARIO Scrivi nei cerchi le parole che ti vengono in mente se pensi alla parola problema : dati 14 alunni operazione 16 alunni domande 12 alunni risposte 12 alunni diagramma

Dettagli

Il bambino tra scienza e creatività. artista scienziato protagonista autore

Il bambino tra scienza e creatività. artista scienziato protagonista autore Il bambino tra scienza e creatività artista scienziato protagonista autore IL BAMBINO TRA SCIENZA E CREATIVITA' Pensiero creativo DIVERGENTE Pensiero critico CONVERGENTE Considerazioni conclusive Dal gesto

Dettagli

Valeria Destefani Psicologa Psicoterapeuta Fondazione Istituto Neurologico Nazionale C. Mondino IRCCS.

Valeria Destefani Psicologa Psicoterapeuta Fondazione Istituto Neurologico Nazionale C. Mondino IRCCS. RESILIENZA PER GENITORI RESILIENTI Valeria Destefani Psicologa Psicoterapeuta Fondazione Istituto Neurologico Nazionale C. Mondino IRCCS. 15/05/2014 Come sviluppare resilienza Locus of control interno

Dettagli

Supporto alla PROVA FINALE (3 cfu Informatica)

Supporto alla PROVA FINALE (3 cfu Informatica) «L errore nasce sempre dalla tendenza dell uomo a dedurre la causa dalla conseguenza.» (Arthur Schopenhauer) Supporto alla PROVA FINALE (3 cfu Informatica) Corso di Laurea Magistrale Lingue e Letterature

Dettagli

L ENERGIA PRENDE FORMA

L ENERGIA PRENDE FORMA L ENERGIA PRENDE FORMA S o t t o t i t o l o p e r l e c l a s s i IV A e B a.s. 2014-2015 D A L B U I O A L L A L U C E 1915 una luce nuova nella nostra città. O G G I I E R I P R E M E S S A Il progetto

Dettagli

Modello di business e Piano di impresa (1 parte) AGROLAB_ IPCB_CNR Idee d impresa nell agroalimentare Percorso di Idea Generation

Modello di business e Piano di impresa (1 parte) AGROLAB_ IPCB_CNR Idee d impresa nell agroalimentare Percorso di Idea Generation Modello di business e Piano di impresa (1 parte) AGROLAB_ IPCB_CNR Idee d impresa nell agroalimentare Percorso di Idea Generation Iniziativa cofinanziata nell ambito del Programma Azioni di Marketing territoriale,

Dettagli

L insegnamento del Laboratorio di Fisica. Alcune considerazioni didattiche

L insegnamento del Laboratorio di Fisica. Alcune considerazioni didattiche L insegnamento del Laboratorio di Fisica Alcune considerazioni didattiche La Fisica nasce come scienza sperimentale, ma è spesso insegnata in modo soltanto teorico. Senza il supporto del laboratorio, si

Dettagli

Introduzione. Sommario. Il software. Definizione di Ingegneria del software

Introduzione. Sommario. Il software. Definizione di Ingegneria del software Sommario Introduzione Leggere Cap. 1 Ghezzi et al. Definizione Nascita dell ingegneria del software Ruolo Relazione con altre discipline Introduzione 2 Il software Il software e` definito come: i programmi,

Dettagli

Metodologia di lavoro: PCM & GOPP

Metodologia di lavoro: PCM & GOPP Metodologia di lavoro: PCM & GOPP Obiettivo del Laboratorio Approfondire le metodologie e le tecniche di progettazione nell ambito dei programmi a gestione diretta del ciclo 2014-2020 attraverso l identificazione

Dettagli

Basi di Dati. Progettazione di una Base di Dati. Progettazione di una Base di Dati

Basi di Dati. Progettazione di una Base di Dati. Progettazione di una Base di Dati Basi di Dati Cosa vuol dire progettare una base di dati? Il DBMS non va progettato il DBMS si acquista o esiste già è impossibile pensare di sviluppare un DBMS anni di sviluppo necessità di elevate competenze

Dettagli

Metodologie di progettazione Avanzata

Metodologie di progettazione Avanzata Metodologie di progettazione Avanzata Corso del II anno della laurea specialistica in ingegneria meccanica ing. F. Campana Strategia di lavoro (=organizzazione iter di progetto) e Metodi informatici Note

Dettagli

Trovare lavoro: un lavoro Alberto Colaiacomo. Premessa

Trovare lavoro: un lavoro Alberto Colaiacomo. Premessa Premessa Cosa, questo libro, NON vuole essere Non una guida per redigere correttamente un curriculum o una lettera di presentazione. Non uno studio ed una illustrazione del mercato del lavoro in Italia,

Dettagli

Come gestire lo stress

Come gestire lo stress Come gestire lo stress COME GESTIRE LO STRESS Dott.ssa Alessandra Grassi Ricercatore Psicologa Partiamo anzi partite ;) Il Modello ABC per la GESTIONE degli EVENTI STRESSANTI (A. Ellis) A (evento attivante)

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE MECCANICA;PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE;IMPIANTISTICA Processo Lavorazione di metalli

Dettagli

Il processo di design. Fare clic per modificare gli stili del testo dello schema Secondo livello

Il processo di design. Fare clic per modificare gli stili del testo dello schema Secondo livello Il processo di design Design centrato sulla persona User-Centered Design (UCD) è una metodologia composta da una serie di differenti tecniche e attività interattive che consentono di sviluppare prodotti

Dettagli

Finalità del nuovo Liceo Artistico e piani di studio

Finalità del nuovo Liceo Artistico e piani di studio Finalità del nuovo Liceo Artistico e piani di studio Il percorso del liceo artistico è indirizzato allo studio dei fenomeni estetici e alla pratica artistica. Favorisce l'acquisizione dei metodi specifici

Dettagli

G.I.S.K.A.R.D. Un progetto tra fisica e robotica. Giulio Pasqualetti. 29 giugno Elaborato per l esame di stato

G.I.S.K.A.R.D. Un progetto tra fisica e robotica. Giulio Pasqualetti. 29 giugno Elaborato per l esame di stato G.I.S.K.A.R.D. Un progetto tra fisica e robotica Giulio Pasqualetti Elaborato per l esame di stato 29 giugno 2013 Giulio Pasqualetti (Esame di stato) G.I.S.K.A.R.D. 29/6/13 1 / 20 Piano della presentazione

Dettagli

Classe prima TECNOLOGIA. Campo di esperienza - disciplina. Competenza chiave europea di riferimento

Classe prima TECNOLOGIA. Campo di esperienza - disciplina. Competenza chiave europea di riferimento Ordine di scuola Campo di esperienza - disciplina Competenza chiave europea di riferimento Primaria Classe prima TECNOLOGIA Competenza di base in campo scientifico-tecnologico Imparare ad imparare Traguardi

Dettagli

Problem Solving Creativo

Problem Solving Creativo Problem Solving Creativo Sintesi del webinar Gian Carlo Manzoni Management Consultant e-consultant Una prima idea per riflettere.. Problem solving creativo è : guardare la stessa cosa che guardano tutti

Dettagli

Tirocinio: Linee guida e spunti di riflessione a conclusione del Bilancio Psicomotorio

Tirocinio: Linee guida e spunti di riflessione a conclusione del Bilancio Psicomotorio Tirocinio: Linee guida e spunti di riflessione a conclusione del Bilancio Psicomotorio 1) Tirocinio: il procedimento seguito dallo Psicomotricista Se si vogliono raggiungere gli obiettivi generali che

Dettagli

Denise Preatoni classe 5 B

Denise Preatoni classe 5 B Denise Preatoni classe 5 B Relazione Preatoni Denise 5 B Incontro con Prof. Roncoroni e Dott. Imparato Il giorno 12 aprile 2013 la classe 5 B ha assistito all incontro con il Prof. Roncoroni e il Dott.

Dettagli

3 LABORATORIO DI MARKETING SOCIALE DoRS Regione Piemonte. Come instaurare e mantenere PARTNERSHIP DI SUCCESSO

3 LABORATORIO DI MARKETING SOCIALE DoRS Regione Piemonte. Come instaurare e mantenere PARTNERSHIP DI SUCCESSO 3 LABORATORIO DI MARKETING SOCIALE DoRS Regione Piemonte Come instaurare e mantenere PARTNERSHIP DI SUCCESSO Elena Barbera, 18 maggio 2011 Come scegliere i partner TROVARE IL PARTNER GIUSTO È FONDAMENTALE

Dettagli

Dal mondo 3D al mondo 2D

Dal mondo 3D al mondo 2D Dal mondo 3D al mondo 2D «La geometria prende le mosse dall esperienza spaziale, visiva e tattile (vedere e toccare gli oggetti), o anche motoria (noi ci muoviamo tra gli oggetti e li spostiamo). Il primo

Dettagli

DIRIGERE E MOTIVARE LA FORZA VENDITA - Dispensa del partecipante -

DIRIGERE E MOTIVARE LA FORZA VENDITA - Dispensa del partecipante - DIRIGERE E MOTIVARE LA FORZA VENDITA - Dispensa del partecipante - Olympos Group srl - Vietata ogni riproduzione anche in forma parziale V. 01/2007 OLYMPOS Group srl - Via Madonna della Neve, 2/1 24021

Dettagli

ISCRIZIONI ALLA CLASSE PRIMA

ISCRIZIONI ALLA CLASSE PRIMA ISCRIZIONI ALLA CLASSE PRIMA Dalle ore 8,00 del 22 gennaio 2016 alle ore 20,00 del 22 febbraio 2016 La segreteria didattica è a disposizione delle famiglie e degli alunni in caso di necessità dalle 9,30

Dettagli

creatività qualità innovazione

creatività qualità innovazione LABORATORIO DI ERGONOMIA E DESIGN prof. Francesca Tosi a.a 2015/2016 con: prof. Alessandra Rinaldi dott.ssa Alessia Brischetto, dott.ssa Irene Bruni, dott. Mattia Pistolesi, dott. Daniele Busciantella

Dettagli

Settembre pedagogico 2016

Settembre pedagogico 2016 Settembre pedagogico 2016 V parte La mia Scuola intelligente Laboratori per una didattica innovativa Esperienze a scuola per nuovi scenari di sostenibilità ambientale A cura delle insegnanti Baiano Roberta

Dettagli

FILOSOFIA cos è? perché studiarla? di cosa si occupa il filosofo? prof. Elisabetta Sangalli

FILOSOFIA cos è? perché studiarla? di cosa si occupa il filosofo? prof. Elisabetta Sangalli FILOSOFIA cos è? perché studiarla? di cosa si occupa il filosofo? prof. Elisabetta Sangalli Quali sono natura ruolo e scopo della filosofia? cerchiamo una risposta a questi interrogativi nelle parole degli

Dettagli

Fondo Europeo di sviluppo regionale. Progetto Strategico Alcotra Innovation

Fondo Europeo di sviluppo regionale. Progetto Strategico Alcotra Innovation Progetto Strategico Alcotra Innovation Living Labs: P.A., imprese ed utenti insieme per l Innovazione Workshop Regionale Aosta, 19 Dicembre 2011 Il progetto Alcotra Innovation Fondo Europeo di Obiettivo

Dettagli

CATALOGO FONDO FORTE AVVISO 1/2016

CATALOGO FONDO FORTE AVVISO 1/2016 CATALOGO FONDO FORTE AVVISO 1/2016 INDICE LA SPENDING REVIEW: COME FARE DI PIU CON MENO Responsabili di Funzione, Impiegati e Quadri, interessati ad analizzare i diversi modelli esistenti nel campo della

Dettagli

Liceo Artistico M. Fabiani Gorizia

Liceo Artistico M. Fabiani Gorizia Liceo Artistico M. Fabiani Gorizia architettura e ambiente design moda arti figurative pittura/scultura Piazzale Medaglie d Oro 2-34170 Gorizia wwww.liceoartegorizia.it Istituto Statale D'Arte M. Fabiani

Dettagli

CRIC REGISTRO PROTOCOLLO /09/ B25 - Relaz.didatt. - E. Lessico per progettare per competenze

CRIC REGISTRO PROTOCOLLO /09/ B25 - Relaz.didatt. - E. Lessico per progettare per competenze Lessico per progettare per competenze 2016 Progettare per competenze per consentire di: Orientarsi nei diversi contesti in cui ciascuno è inserito. Adattarsi con flessibilità ai cambiamenti della società

Dettagli

PROGETTARE SISTEMI INFORMATIVI. Fasi e relativi approcci

PROGETTARE SISTEMI INFORMATIVI. Fasi e relativi approcci PROGETTARE SISTEMI INFORMATIVI Fasi e relativi approcci OBIETTIVI 1. Descrivere un approccio generale per pianificare e impostare il progetto di un S.I. 2. Identificare i passi fondamentali 3. Illustrare

Dettagli

mappe_mentali_lab Cos è una mappa mentale?

mappe_mentali_lab Cos è una mappa mentale? mappe_mentali_lab 2010 Con le mappe mentali puoi: girare il foglio da verticale a orizzontale, passare dalla scrittura lineare a quella radiale, usare tutti i colori, liberare la creatività. Cos è una

Dettagli

CREATIVITA NEGLI INDIVIDUI E NELLE ORGANIZZAZIONI

CREATIVITA NEGLI INDIVIDUI E NELLE ORGANIZZAZIONI CREATIVITA NEGLI INDIVIDUI E NELLE ORGANIZZAZIONI Paola Pasqualino Corso di Direzione d Impresa Il metodo Harvard Separare le persone dai problemi Focus sugli interessi, non sulle posizioni Generare opzioni

Dettagli

Stampe 3d e preventivi online: cosa c è da sapere?

Stampe 3d e preventivi online: cosa c è da sapere? Stampe 3d e preventivi online: cosa c è da sapere? I preventivi online di stampe 3d sembrano essere una moda con più contro e meno pro. Qui di seguito una guida con tutto ciò che bisogna sapere prima di

Dettagli

Intervento di Daniela Bedogni, foto di Antonella Barbieri

Intervento di Daniela Bedogni, foto di Antonella Barbieri Asilo Nido Cappuccetto Rosso Scuola dell Infanzia statale Mago di Oz Sezioni nido: rossa, verde, gialla, blu Sezioni infanzia: 1-3 - 4 Educatrici: Borghi M. Cristina, Giuliani Franca, Grandi Mariangela,

Dettagli

PROGETTO CONTINUITA Anno scolastico

PROGETTO CONTINUITA Anno scolastico PROGETTO CONTINUITA Anno scolastico 2013-2014 TITOLO : RACCONTIAMO INSIEME ( il ) E' un progetto pensato e strutturato per gli alunni della scuola dell infanzia, per gli alunni delle classi quinte della

Dettagli

ISTUD BUSINESS SCHOOL. Lo Smart Working in Italia. I risultati della instant survey Istud

ISTUD BUSINESS SCHOOL. Lo Smart Working in Italia. I risultati della instant survey Istud ISTUD BUSINESS SCHOOL Lo Smart Working in Italia. I risultati della instant survey Istud Il campione della survey RISPONDENTI TOTALI: 278 DONNE 58,3% - UOMINI 41,7% ESPERIENZA LAVORATIVA < 10 anni 14,9%

Dettagli

Guru # 1. Ovvero: tu$o quello che abbiamo imparato in 10 anni di poli5che per il riuso degli immobili pubblici abbandona5 al sud Italia

Guru # 1. Ovvero: tu$o quello che abbiamo imparato in 10 anni di poli5che per il riuso degli immobili pubblici abbandona5 al sud Italia Guru # 1 Ovvero: tu$o quello che abbiamo imparato in 10 anni di poli5che per il riuso degli immobili pubblici abbandona5 al sud Italia Conclusioni Riusiamo l Italia (G. Campagnoli, 2015) In Italia 6 milioni

Dettagli

In ruolo delle imprese nel processo di decommissioning

In ruolo delle imprese nel processo di decommissioning In ruolo delle imprese nel processo di decommissioning IN QUESTI ULTIMI ANNI IL DECOMMISSIONIG IN ITALIA HA SUBITO UN PROCESSO DI CRESCITA VIRTUOSO CHE HA PORTATO A BRILLANTI RISULTATI IN TERMINI DI CULTURA

Dettagli

Smart app progettare app per il lavoro nella Scuola in Ospedale

Smart app progettare app per il lavoro nella Scuola in Ospedale Smart app progettare app per il lavoro nella Scuola in Ospedale Clinic 15 e 16 settembre 2017 I bisogni in chiave di ricerca - Avere a disposizione uno spazio di lavoro per la didattica a distanza: intuitivo,

Dettagli

PROGETTO: I COLORI DELLE EMOZIONI

PROGETTO: I COLORI DELLE EMOZIONI PROGETTO: I COLORI DELLE EMOZIONI L apprendimento nella scuola dell infanzia deve essere attivo, costruttivo e cooperativo e deve stimolare nei bambini la voglia di conoscere. Dai tre ai sei anni, infatti,

Dettagli

INTRODUZIONE AL WEB MARKETING

INTRODUZIONE AL WEB MARKETING 1 INTRODUZIONE AL WEB MARKETING 1 2 Lo strumento sito web Che bello, siamo online! 2 3 Ho fatto il sito web... ma non funziona! Quante volte hai sentito questa frase? Il problema è che molti imprenditori

Dettagli

PREPARAZIONE SALUTO GESTIONE DELL ESITO IDENTIFICAZIONE CONCLUSIONE ELABORAZIONE

PREPARAZIONE SALUTO GESTIONE DELL ESITO IDENTIFICAZIONE CONCLUSIONE ELABORAZIONE LE FASI DEL COLLOQUIO PREPARAZIONE SALUTO IDENTIFICAZIONE GESTIONE DELL ESITO ELABORAZIONE CONCLUSIONE PREPARAZIONE OGNI COLLOQUIO ESIGE UNA PREPARAZIONE CHE GARANTISCA DI AVERE TUTTE LE INFORMAZIONI NECESSARIE

Dettagli

La Matematica è una scoperta o un invenzione?

La Matematica è una scoperta o un invenzione? La Matematica è una scoperta o un invenzione? Dai problemi di tutti i giorni al mistero dell esistenza esistenza A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Aprile 2013 1 Prefazione Questo documento vuole

Dettagli

Incontri formativi con i componenti del Comitato Unico di Garanzia di Regione Lombardia GPR6014/AE. 11 aprile 2016

Incontri formativi con i componenti del Comitato Unico di Garanzia di Regione Lombardia GPR6014/AE. 11 aprile 2016 Incontri formativi con i componenti del Comitato Unico di Garanzia di Regione Lombardia GPR6014/AE 11 aprile 2016 LAVORARE CON LOGICA DI SQUADRA CUG Regione Lombardia aprile 2016 Il Gruppo è un VALORE

Dettagli

PROGETTO MERLAN STUDIO DI UN MOTORE ELETTRICO ROTATIVO LINEARE PER APPLICAZIONI NAVALI

PROGETTO MERLAN STUDIO DI UN MOTORE ELETTRICO ROTATIVO LINEARE PER APPLICAZIONI NAVALI PROGETTO MERLAN STUDIO DI UN MOTORE ELETTRICO ROTATIVO LINEARE PER APPLICAZIONI NAVALI L'OBIETTIVO MERLAN intende introdurre una nuova tipologia di motore elettrico nel settore navale: il particolare motore

Dettagli

Consulenza Direzionale Strumenti al servizio del management bancario

Consulenza Direzionale Strumenti al servizio del management bancario Consulenza Direzionale Strumenti al servizio del management bancario 1 Chi comanda dev essere conciso, preciso e sempre saldo al timone. Charles de Gaulle Strumenti innovativi per processi decisionali

Dettagli

Business Plan PROF. FRANCESCO SCHIAVONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE

Business Plan PROF. FRANCESCO SCHIAVONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE Introduzione al Business Plan PROF. FRANCESCO SCHIAVONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE Argomenti del giorno 2 1. Finalità e obiettivi; 2. Struttura; 3. Idea imprenditoriale; 4. Team 0. Cosa

Dettagli

Metodologie e modelli di progetto

Metodologie e modelli di progetto Metodologie e modelli di progetto Ingg. Francesco Gullo, Giovanni Ponti D.E.I.S Università della Calabria fgullo@deis.unical.it gponti@deis.unical.it 1 I Sistemi Informativi Un sistema informativo èun

Dettagli

Hanno però dato anche sempre spazio ai sogni, al desiderio di cambiare, di contribuire a dare vita ad un mondo diverso.

Hanno però dato anche sempre spazio ai sogni, al desiderio di cambiare, di contribuire a dare vita ad un mondo diverso. Sogni e bisogni Le cooperative sono nate per rispondere a bisogni anche molto concreti. Hanno però dato anche sempre spazio ai sogni, al desiderio di cambiare, di contribuire a dare vita ad un mondo diverso.

Dettagli

Modulo B - CALCOLO PROPORZIONALE E PERCENTUALE

Modulo B - CALCOLO PROPORZIONALE E PERCENTUALE Unità didattica B2 CALCOLO PERCENTUALE SOPRA CENTO E SOTTO CENTO UdA B2.1 CALCOLO PERCENTUALE SOPRA CENTO Obiettivi di apprendimento: Riconoscere la situazione e stabilire la formula opportuna Saper applicare

Dettagli

I dieci lavori più ricercati al mondo. STEM science technology engineering math. CODING informatica programmazione

I dieci lavori più ricercati al mondo. STEM science technology engineering math. CODING informatica programmazione I dieci lavori più ricercati al mondo STEM science technology engineering math CODING informatica programmazione CURA DELLA PERSONA infermieri ostetriche operatori socio sanitari accompagnatori Secondo

Dettagli

Quando la leadership diventa e-leadership

Quando la leadership diventa e-leadership Quando la leadership diventa e-leadership Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica,

Dettagli

Quale EBP nei Dipartimenti di Sanità Pubblica. Analizzare, condividere, sperimentare attività efficaci

Quale EBP nei Dipartimenti di Sanità Pubblica. Analizzare, condividere, sperimentare attività efficaci 6 GIUGNO 2008 Lavoro di gruppo in area vasta Valutazione efficacia e coerenza con gli obiettivi di salute delle attività dei DSP utilizzando una griglia, contenente criteri sia legati all EBP sia a nuovi

Dettagli

Metodologia di Scienze

Metodologia di Scienze Metodologia di Scienze La metodologia seguita sarà fondata su un fare scienza basato sulla pratica di effettuare delle esperienze concrete. Si cercherà di indurre nei bambini un corretto atteggiamento

Dettagli

Il Reportage di Paolo Marchetti

Il Reportage di Paolo Marchetti Il Reportage di Paolo Marchetti Costruire una storia attraverso le immagini Se la fotografia è incontro e pensiero, bisogna prendersi la responsabilità di fare cultura, perché senza questa consapevole

Dettagli

Cristiana Trovò, Mettersi in proprio, Il Sole 24 Ore, 2014 (in edicola in questi giorni)

Cristiana Trovò, Mettersi in proprio, Il Sole 24 Ore, 2014 (in edicola in questi giorni) Cristiana Trovò, Mettersi in proprio, Il Sole 24 Ore, 2014 (in edicola in questi giorni) Trovare l idea è sicuramente il primo passo da compiere per l aspirante imprenditore. Naturalmente non esiste un

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA PIANSEVERO ENTRA

SCUOLA PRIMARIA PIANSEVERO ENTRA IL SA ALE WEBQUEST PER GLI ALUNNI DELLA CLASSE QUINTA DELLA SCUOLA PRIMARIA PIANSEVERO ENTRA OGGI TUTTI NOI ABBIAMO NELLE NOSTRE CASE IL SALE CHE UTILIZZIAMO PER RENDERE I CIBI PIU GUSTOSI. IN PASSATO

Dettagli

Il metodo dei sei cappelli per costruire una buona induzione ipnotica. Dal pensiero di Edward de Bono

Il metodo dei sei cappelli per costruire una buona induzione ipnotica. Dal pensiero di Edward de Bono Il metodo dei sei cappelli per costruire una buona induzione ipnotica Dal pensiero di Edward de Bono La maggiore difficoltà che si incontra nel pensare e costruire un induzione ipnotica è la confusione.

Dettagli

LE TEORIE DELL ASSISTENZA INFERMIERISTICA

LE TEORIE DELL ASSISTENZA INFERMIERISTICA Università degli Studi di Pavia Corso di Laurea in Infermieristica LE TEORIE DELL ASSISTENZA Piera Bergomi Obiettivi della materia Obiettivo generale Portare lo studente a conoscere, analizzare e saper

Dettagli

ImpReading Software srl è una società nata per sostenere

ImpReading Software srl è una società nata per sostenere ImpReading Software srl è una società nata per sostenere ed aiutare studenti con disturbi dell apprendimento sia a scuola che nello svolgimento dei compiti. Siamo un gruppo di professionisti che crede

Dettagli

LA PNL NELLA PSICOLOGIA DEL LAVORO

LA PNL NELLA PSICOLOGIA DEL LAVORO CORSO DI FORMAZIONE LA PNL NELLA PSICOLOGIA DEL LAVORO NELLA SEDE DI BOLOGNA 1 CHI SIAMO La (SFP) è un associazione culturale, nata nel 2014 con un duplice scopo: 1) Sviluppare competenze e fornire strumenti

Dettagli

Il mio lavoro, Tra counselling e pedagogia

Il mio lavoro, Tra counselling e pedagogia Il momento del cambiamento è l unica poesia. A. Rich Il mio lavoro, Tra counselling e pedagogia conosciamoci! Mi chiamo Alessia e sono una pedagogista e counsellor. Scopo del mio lavoro è aiutarti a stare

Dettagli

Progettare e realizzare esperienze di innovazione sociale

Progettare e realizzare esperienze di innovazione sociale Progettare e realizzare esperienze di innovazione sociale IV Edizione Welfare in Azione Marco Brunod : Studio APS Stefano Laffi : Codici Ricerca e Intervento Milano, 12 maggio 2017 Welfare in Azione un

Dettagli

Paolo Magaudda, PhD (Università di Padova) L'intreccio tra nuove tecnologie e società nel mondo della salute

Paolo Magaudda, PhD (Università di Padova) L'intreccio tra nuove tecnologie e società nel mondo della salute Paolo Magaudda, PhD (Università di Padova) L'intreccio tra nuove tecnologie e società nel mondo della salute HTA tra tecnologie, salute, società 1 HTA e percezione sociale delle nuove tecnologie mediche

Dettagli

Semplificare, gerarchizzare e costruire il sapere: l uso delle mappe concettuali in aula

Semplificare, gerarchizzare e costruire il sapere: l uso delle mappe concettuali in aula Istituto Versari Macrelli -Cesena Semplificare, gerarchizzare e costruire il sapere: l uso delle mappe concettuali in aula CHIARA GEMINIANI 25 FEBBRAIO 2016 PERCHE' UNA MAPPA? Di solito parliamo di mappe

Dettagli

Profit e Nonprofit: i perché della collaborazione

Profit e Nonprofit: i perché della collaborazione Torino, 12 giugno 2012 Profit e Nonprofit: i perché della collaborazione Pierluigi Ossola (possola@corep.it) Fare rete tra culture e organizzazioni per progettare e realizzare l innovazione, ripensare

Dettagli

Ingegneria Meccatronica. M. Da Lio

Ingegneria Meccatronica. M. Da Lio Ingegneria Meccatronica M. Da Lio Ingegneria Meccatronica Dall Idea al Prodotto finito (sito web) Innovazione ritmo di rinnovamento dei prodotti industriali sempre più rapido nel triennio 94-96 il 49.7%

Dettagli

IL RUOLO DELLA TECNOLOGIA NELL ELABORAZIONE DEL PROGETTO

IL RUOLO DELLA TECNOLOGIA NELL ELABORAZIONE DEL PROGETTO Università degli Studi della Basilicata Facoltà di Architettura Laurea Specialistica in Ingegneria Edile-Architettura Tecnologia dell Architettura I prof. arch. Sergio Russo Ermolli a.a. 2009-2010 IL RUOLO

Dettagli

«Procedimento atto a garantire, sul piano teorico e pratico, il soddisfacente risultato di un lavoro o di un comportamento»

«Procedimento atto a garantire, sul piano teorico e pratico, il soddisfacente risultato di un lavoro o di un comportamento» METODO PER LA PIANIFICAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DELL ASSISTENZA DEFINIZIONE DI METODO: (dizionario italiano): «Procedimento atto a garantire, sul piano teorico e pratico, il soddisfacente risultato di

Dettagli

LA MOTIVAZIONE DEI COLLABORATORI

LA MOTIVAZIONE DEI COLLABORATORI LA MOTIVAZIONE DEI COLLABORATORI Come motivare un T.E.A.M. 1 2 COSA E LA MOTIVAZIONE Dal latino MOTUS motivazione indica un movimento, quindi il dirigersi di un Soggetto verso un oggetto desiderato, verso

Dettagli

Istituto Tecnico S. Bandini Siena. Corso Grafica e comunicazione. Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO

Istituto Tecnico S. Bandini Siena. Corso Grafica e comunicazione. Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Istituto Tecnico S. Bandini Siena Corso Grafica e comunicazione Anno Scolastico 2016-17 PROGRAMMA SVOLTO Classe: 4 GRA MATERIA : LAB. MULTIMEDIALE DOCENTE: Prof. Giorgio Lorenzoni I.T.P. : Prof.sa Virginia

Dettagli

15 novembre 2016 Giornata Formativa Nazionale. studio e ricerca. La Legge delega sull Inclusione: stato dell arte e proposte operative

15 novembre 2016 Giornata Formativa Nazionale. studio e ricerca. La Legge delega sull Inclusione: stato dell arte e proposte operative 15 novembre 2016 Giornata Formativa Nazionale studio e ricerca La Legge delega sull Inclusione: stato dell arte e proposte operative TEMA n. 9 - I gruppi di lavoro, lavoro di gruppo, lavoro di rete Lavorare

Dettagli

Perché andare dallo psicologo?

Perché andare dallo psicologo? Perché andare dallo psicologo? Idee e false credenze: Dal passato.. - Freud e il lettino: in base all'approccio teorico utilizzato ci possono essere diversi modi di entrare in relazione con l altra persona.

Dettagli