AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO"

Transcript

1 AZENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Via Cimabue GROSSETO - Te!. 0564/ DELBERAZONE C. Fisc. P. 11a o l1 7 NOV N...DEL.... OGGETTO: Approvazione del Regolamento in ordine alla misura e modalità di attribuzi ne dei compensi ai dirigenti avvocati appartenenti al Ruolo Professionale dell' Azienda USL9 di G osseto nonché ai criteri di riparto degli stessi e ai criteri di assegnazione degli affari consultivi e cont nziosi ai sensi dell'art. 9 del D.l n.90, convertito con legge 11 agosto 2014 n STRUTTURA PROPONENTE: V.O.AFFAR LEGAL L DR.GEstione del erson _(D_o_tt_ :..:.L--+-_ : Responsabile del procedimento: L-~~ ~~ ~ ~ ~ ~ ~ ~~(F~~ rm~a~r~es~o~==~~~~~~nt~ MMEDATAMENTE ESEGUBLE S (ndicare se S o NO) ORDNARlO NO SOGGETTO A CONTROLLO Da partecipare alla struttura/unità Operativa proponente e alla: Direzione Generale D Controlli interni regolarità auun. vu col1talilt:' D Direzione Amministrativa D Uff. Contabilità Analitica J Uirezione Sanitaria ~ U.U. Sistema nformativo O Direttore dei Servizi Sociali D U.O.S. Gestione del rischio clinico D Distretto Colline Metallifere D U.O. Assicurazione Qualità e Relazioni Esterne D Distretto Colline dell' Albegna D U.F. Agenzia Formazione Distretto Amiata Grossetana D U.O. Educazione e Promozione alla Salute D Distretto Area Grossetana D Uff. Convenzione Uniche J Presidio Ospedaliero D Dipartimento Prevenzione J Area Tecnica D U.F. Dipendenze D U.O. Affari Generali J lj.f. Salute Mentale D U.O. Gestione Economica e Finanziaria D U.O. Farmaceutica Territoriale D U.O. Gestione del Personale D U.O. Farmaceutica Ospedaliera J U.O. Pianif./controllo fabbisogni e forniture D lj.f. Sistema di Prevenzione e Protezione D U.O. Pianificazione Budget e Contro Gestione D Comitato Etico Locale D U.O. Politiche del Personale e Rel.Sindacali D U.O.S. Gestione rapporti conv.e supporto attività dis1 D L DRETTORE GENERALE DOTT. FAUSTO MARlOTT Ac uisiti i PARER ai sensi del D. L s. 502/92 e successive modifiche ed inte razioni del: DRETORE SANTARO DRETTORE DE SERVZ SOCAL... j DRETORE AMMNSTRATVO

2 L DRETTORE DELLA U.O.AFFAR LEGAL PREMESSO: che con Deliberazione del Direttore Generale n. 299 del 13 luglio 2011 e con successiva Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 28 giugno 2013, è stato disposto di dare attuazione a quanto previsto dall'art.64 del CCNL biennio economico le cui previsioni sono state confermate dall'art.55 C.C.N.L. 3/11/2005 Area Dirigenza Sanitaria Professionale Tecnica ed Amministrativa secondo i seguenti criteri: sulle somme riscosse, in sede giudiziale e stragiudiziale, a titolo di compensi nelle ipotesi di transazione o di sentenza favorevole con recupero delle spese legali a carico delle controparti, l'azienda trattiene una quota pari al 32,50% -al lordo degli oneri rilìessi, quantificabili nella misura del 33,30%- (di cui la quota pari al 5% è trattenuta dall'azienda a copertura delle spese generali e la quota residua del 27,50% è destinata ad incentivare il personale secondo i seguenti criteri: - al fondo comune del comparto il 22,50% di cui: il 5% destinato a tutto il personale del comparto; il 14,20% per il personale del Comparto del/'u.o. Affari Legali che si occupa in via esclusiva della gestione del contenzioso; il 3,30% per il restante personale del comparto assegnato all'u.o. Affari Legali; - al fondo relativo alla retribuzione di risultato della dirigenza tecnica, professionale e amministrativa la quota pari al 5%); o il residuo riscosso, pari al 67,50%, al lordo degli oneri riflessi -quantificabili nella misura del 33,30%- è destinato ad incentivare il Dirigente awocato appartenente al ruolo professionale; che in ordine alla disciplina relativa all'erogazione ed alla ripartizione dei compensi dei dipendenti, iscritti nell'elenco SpeCiale annesso all'albo degli Awocati, quali legali in rapporto di esclusività con le Amministrazioni Pubbliche di cui all'art. 1, comma 2, del Decreto Legislativo n.165/2001, sono intervenute le seguenti disposizioni normative, per quanto di interesse degli awocati del Comparto Sanità: a) D.L n.201, recante "Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblid', convertito con legge 22 dicembre 2011 n.214, in particolare l'art. 23 ter, che ha stabilito il limite retrfbutivo massimo del trattamento economico annuo omnicomprensivo per emolumenti o retribuzioni, nell'ambito di rapporti di lavoro dipendente o autonomo con le pubbliche amministrazioni di cui all'art. 1, comma 2, Decreto Legislativo n.165/2001;

3 b) Legge 31 dicembre 2012 n.247 ''Nuova disciplina dell'ordinamento della professio~ forense", in particolare l'art. 23, che ha sancito la piena indipendenza ed autonomi~ dell'awocato pubblico, iscritto nell'elenco speciale annesso all'albo del competentf ordine professionale, nella trattazione esclusiva e stabile degli affari legali dell'ente f fronte di un trattamento economico adeguato alla funzione professionale svolta; c) Legge 27/12/2013 n0147, recante "Disposizioni per la formazione del bi/ancio annual1 e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2014J' e, in particolare, l'art. l, co. 457 abrogato dall'art. 9, co. 2, del D.L. 24/06/2014, convertito con legge 11/08/201 n0114; d) DL n.90, recante ''Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari" convertito con legge 11 agosto 2014 n. 114, in particolare, l'art. 9, il quale disciplina le ipotesi di erogazione dei compensi professionali degli awocati delle amministrazioni pubbliche e dispone i che, a decorrere dallo gennaio 2015, le amministrazioni pubbliche di cui all'art. 1, co. 2, D. Lgs 165/2001, con riferimento alle disposizioni di cui all'art. 9, commi 3, 4 e 5, non possono corrispondere compensi professionali agli awocati dipendenti delle amministrazioni in assenza di adeguamento dei regolamenti e dei contratti collettivi di cui al comma 5 del medesimo articolo, da operare entro tre mesi dall'entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto. n particolare, i regolamenti e la contrattazione collettiva, con riferimento alle ipotesi di sentenza favorevole con recupero delle spese legali a carico delle controparti, devono prevedere, nel rispetto del limite retributivo di cui all'art. 23-ter D. L. 6/12/2011 n0201 (convertito, con modificazioni, dalla legge 22/12/2011 n0214 e successive modificazioni), e del limite previsto dall'art. 9, co.7, D.L. 24/06/2014 n090 (convertito con modificazioni dalla legge 11/08/2014 n0114), la misura e le modalità di ripartizione delle somme recuperate, i criteri di riparto di detti importi in base al rendimento individuale - secondo criteri oggettivamente misurabili che tengano conto tra l'altro della puntualità negli adempimenti processuali-, nonché i criteri di assegnazione degli affari consultivi e contenziosi - da operare secondo principi di parità di trattamento e di specializzazione professionale-. i -Richiamati gli articoli 64 del CCNL e l'art. 55, comma l, del CCNL "Area dirigenza sanitaria professionale Tecnica ed Amministrativa", attualmente vigente, che conferma quanto disposto dal citato art. 64;

4 Atteso che questa Azienda, nel rispetto dei principi fissati dalle disposizioni normative e contrattuali vigenti, intende emanare il regolamento di cui all'art. 9 D.L. 24/06/2014 convertito con legge 11/08/2014 n0118 sopra citato; Dato atto che il sistema dei compensi professionali suddetti costituisce attuazione del principio dell'adeguatezza del trattamento economico dell'awocato pubblico, stabilito dall'art.23 della Legge n.247 "Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense" e concorre all'obiettivo di assicurare la piena indipendenza ed autonomia di giudizio intellettuale e tecnica degli awocati nella trattazione esclusiva e stabile degli affari legali dell'ente, in coerenza con l'art.23 della stessa Legge n.247/2012; ATTESTATA LA LEGTTMTA' E LA REGOLARTA' FORMALE E SOSTANZALE DELLA PRESENTE PROPOSTA propone: l. Di approvare ai sensi dell'art. 9 del n.90, convertito con legge 11 agosto 2014 n. 111, il" Regolamento in ordine alla misura e modalità di attribuzione dei compensi ai dirigenti awocati appartenenti al Ruolo Professionale dell'azienda USL9 di Grosseto nonché ai criteri di riparto degli stessi e ai criteri di assegnazione degli affarti consultivi e contenziosr', che costituisce parte integrante della presente delibera; 2. l Regolamento suddetto entra in vigore a decorrere dalla data di adozione della relativa delibera di approvazione. 3. D TRASMETTERE il prowedimento alle seguenti strutture: - U.O. Gestione del Personale e M.CC.NN.; - U.O.. Gestione Economiche e Finanziarie; - U.O. Politiche del Personale 4.D DCHARARE, per le motivazioni espresse in narrativa, il presente provvedimento immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 42, comma 4, della L.R l Direttore u.o.~ri Legali AW.SiVa -R~ssi

5 L DRETTORE GENERALE VSTO l'art. 3 del D.Lgs n. 502 e successive modificazioni ed integrazioni nonché l'!art. 36 della L.R. n. 40/05; LETTA E VALUTATA la sopra esposta proposta di deliberazione presentata dal Dirigente della struttura indicata in frontespizio; PRESO ATTO dell'attestazione della legittimità nonchè della regolarità formale e sostanziale esprelssa dal Dirigente che propone il presente provvedimento; DATO ATTO che, ai sensi della L. 241/90 e s.m.i., con particolare riferimento alla L. 15/05, responsabile del procedimento è l'avv.silvia Rossi; VST i pareri espressi sul frontespizio del presente atto; DELBERA - di far propria la proposta sopra riportata, recependola integralmente nei termini indicati; di incaricare la U.O. Affari Generali: di provvedere alla pubblicazione all'albo on line, ai sensi dell'art. 32, comma 11, della legge n. 69/2009, consultabile sul sito WEB istituzionale di trasmettere il presente atto, contestualmente alla sua pubblicazione. al CpllegiO Sindacale, ai sensi dell'art. 42, comma 2, della L.R. 40/05;, di comunicare l'avvenuta pubblicazione del presente atto al Responsabile della st~uttura proponente; - di incaricare il Responsabile del Procedimento dell'invio della delibera esecutiva alle strutture indicate nel frontespizio ovvero all'interno del dispositivo del presente atto. Si attesta che il presente atto è stato inviato al Collegio Sindacale il_-_o all'albo on line, consultabile sul sito WEB istituzionale all'indirizzo con decorrenza 2 O NOV o4 O C o l presente atto, in quanto adottato in via ordinaria, è reso esecutivo trascorsi 15 giorni idalla data di pubblicazione. X l presente atto è immediatamente esecutivo. AFFAR GENERAL

6 Regolamento in ordine alla misura e modalità di attribuzione dei compens, ai dirigenti avvocati appartenenti al Ruolo Professionale dell'azienda USL~ di Grosseto nonché ai criteri di riparto degli stessi e ai criteri di assegnazione degli affari consultivi e contenziosi ai sensi dell'art. 9 del n.90, convertito con legge 11 agosto 2014 n ART. 1 OGGElTO. l presente Regolamento dà attuazione alle disposizioni dell'art. 9 del D.L. 24 giugno'\ n.90, convertito in Legge 11 agosto 2014 n.114, relativamente ai compensi, professionali spettanti agli Awocati Dirigenti del Ruolo Professionale dell'azienda [ USL9 di Grosseto. ART. 2 COMPOSZONE DELL'U.O. AFFAR LEGAL E CRTER D ASSEGNAZONE DEGL AFFAR CONSULTV E CONTENZOS i 1. Presso l'u.o. Affari Legali sono attualmente in servizio, oltre al personale amministrativo assegnato alla struttura, un dirigente awocato appartenente al ruolo professionale, dipendente a tempo indeterminato dell'azienda USL 9 di Grosseto, Direttore del'u.o. Affari Legali, e un dirigente awocato, appartenente al ruolo professionale, dpendente a tempo determinato dell'azienda USL 9 di Grosseto, i entrambi iscritti nell'elenco speciale annesso all'albo degli awocati ai sensi dell'art. 3, co. 4, R.D. L. 27/11/1933 n : 2. L'assegnazione degli affari contenziosi e consultivi viene effettuata dal Direttore! del'u.o. Affari legali, secondo principi di parità di trattamento, che tengano conto, tra \ l'altro, dei carichi di lavoro, nonché di specializzazione professionale.. ART. 3

7 MSURA E MODALTA' D ATTRBUZONE DE COMPENS PROFESSONAL 1. Ai dirigenti awocati del Ruolo professionale dell'azienda iscritti nell'elenco special~ sono riconosciuti i compensi professionali nell'ipotesi di sentenza favorevole o 9i transazione con recupero delle spese legali a carico delle controparti, così come previsto dal comma terzo dell'art. 9 del D.L n.90 e dall'art. 64 CCN( 5/12/1996, come confermato dall'art. 55 CCNL, comma 10, del CCNL ~ "Area dirigenza sanitaria professionale Tecnica ed Amministrativa" owero nell'ipotes' di transazione giudiziale e/o stragiudiziale con recupero delle spese legali a caricq delle controparti. 2. compensi professionali sono quelli recuperati a seguito di condanna alle spese dell, parte awersa soccombente owero a seguito di esecuzione dell'accordo transattivo ~ sono corrisposti dopo l'awenuta acquisizione delle relative somme nel bilanci~ dell'azienda. 3. Per sentenze devono intendersi tutti i prowedimenti giudiziali comunque denominati! (a titolo esemplificativo e non esaustivo sentenze, decreti, ordinanze, lodi, verbali dii conciliazione...), a cognizione piena o sommaria, pronunciati da qualunque autorità investita di poteri decisori (a titolo esemplificativo e non esaustivo giudice civile,! penale, amministrativo, giudici speciali, collegi arbitrali, Presidente della, Repubblica... ) idonei a definire la controversia. Sono considerati favorevoli anche i prowedimenti che, pur non pronunciando sul merito della controversia e sulle competenze di giudizio, definiscono la causa con esito sostanzialmente favorevole per l'amministrazione (a titolo esemplificativo e non esaustivo sentenze che dichiarano il difetto di giurisdizione o l'incompetenza del: giudice adito, la nullità o irricevibilità del ricorso, la rinuncia agli atti del giudizio, sentenze di perenzione, di cessazione della materia del contendere, sentenze che respingono parzialmente la domanda...) ed anche nei casi in cui la condanna segua i ad una soccombenza parziale e le spese legali siano in parte compensate con i condanna della controparte a corrispondere la parte di spese non compensate. 4. Sulle somme riscosse l'azienda, detratte le spese vive (ivi comprese quelle sostenute i per la domiciliazione), trattiene una quota pari al 30,00%, al lordo degli oneri riflessi: quantificabili nella misura pari al al 33,30%, da destinare, dedotta una quota percentuale del 5% a copertura delle spese amministrative generali, al lordo degli oneri riflessi (nella misura del 33,30%), al fondo comune del comparto il 25,00%, al lordo degli oneri riflessi (nella misura del 33,30%), di cui: il 5% destinato a tutto il

8 personale del comparto; il 16/70% per il personale del comparto del'u.o. Affa~i Legali che si occupa in via esclusiva della gestione del contenzioso; il 3/30% per l restante personale del comparto assegnato all'u.o. Affari Legali. 5. La residua quota del 70/00%1 al lordo degli oneri riflessi quantificabili nella misura del 33/30%1 è destinata ad incentivare i dirigenti awocati dell'ufficio Contenzioso. i 6. compensi previsti dal presente articolo sono erogati nel rispetto dei limiti sancit dall'art. 91 commi 1 e 71 DL n.90/20141 convertito con legge 2014 n01141 e, quindi/i, in modo da attribuire a ciascun awocato una somma non superiore a quanto stabilitd dall'art. 23-ter del D. L. 6/12/2011 n02011 convertito, con modificazioni, dalla legge! 22/12/2011 n0214 e ss. mm" nonché al suo trattamento economico complessivo. 7. Avuta comunicazione dell'effettivo incasso delle somme da parte della U.O. Gestioni \ Economiche e Finanziarie, la corresponsione degli importi awerrà su specifica i richiesta di liquidazione, corredata della documentazione comprovante la spettanza delle somme, da parte del Dirigente awocato alla U.O. Gestione del Personale per gli adempimenti di competenza. 8. L'Azienda si riserva di valutare l'applicabilità e le modalità attuative della previsione di cui all'art. 9 1 co. 6 1 primo periodo, del D. L n090 convertito con legge 2014 i no 1141 in tempi successivi con l'adozione di eventuale ulteriore regolamento integrativo del presente. ART.4 CRTER D RPARTO DE COMPENS PROFESSONAL \ Ai sensi dell'art. 91 comma 51 D. L. 24/06/2014 n090, convertito in legge, con modificazioni, dalla legge 11/08/2014 n01141 i compensi dovuti ai dirigenti awocati sono ripartiti secondo i seguenti criteri in base al rendimento individuale/: - partecipazione, anche in funzione di coordinamento e di indirizzo, alla redazione degli atti processuali e a tutta l'attività processuale, ivi compresa quella istruttoria; - puntualità e tempestività negli adempimenti processuali e stragiudiziali; - rispetto degli obblighi di aggiornamento professionale. n particolare, fermo restando quanto precisato al punto precedente e quanto chiarito al successivo punto, le somme recuperate confluiranno in un fondo comune e gli importi ivi confluiti saranno suddivisi tra i dirigenti awocati in parti uguali. Nella ripartizione dei compensi, e fermo restando quanto di seguito specificato all'art. 5 in ordine all'ambito temporale di applicazione del presente regolamento e alla disciplina

9 transitoria, ai fini della individuazione dell'importo da suddividere, dovrà al pari essere tenu~o conto del periodo temporale in cui l'awocato ha prestato la propria attività in favorf dell'azienda USL 9 di Grosseto. n particolare, nella suddivisione degli importi recuperati potranno essere computafi solo quelli proporzionalmente riferibili alle fasi processuali che si sono svolte nel periodo ir cui l'awocato ha prestato servizio presso l'azienda USL 9 di Grosseto. i ART. 5 DSPOSZON TRANSTORE E FNAL 1. l presente regolamento entra in vigore a decorrere dalla data di adozione dell~ relativa delibera di approvazione. 2. l presente regolamento si applica alle cause instaurate successivamente alla sual entrata in vigore e a quelle pendenti per le quali non sia stata ancora compiuta lal costituzione in giudizio alla data di entrata in vigore del presente regolamento. 3. Per le altre cause pendenti alla data di entrata in vigore del presente regolamento varrà quanto stabilito nella delibera del 2013 quanto alla misura delle somme di spettanza dell'azienda e di quelle di spettanza del dirigente awocato e, quanto ai criteri di ripartizione, la seguente disciplina transitoria, fermo restando quanto previsto algli ultimi due periodi dell'art. 4,: - per le cause instaurate prima dell'entrata in servizio del dirigente awocato a tempo determinato (16/07/2014) la quota parte di spettanza del dirigente awocato ai sensi delle precedenti Deliberazioni del Direttore Generale n. 299 del 13 luglio 2011 e n. 312 del 28 giugno 2013, pari al 67,50%, al netto degli oneri riflessi, sarà riconosciuta al dirigente awocato Direttore dell'u.o. Affari Legali per la quota pari al 60% e all'altro dirigente awocato per la quota pari al 7,5 %. - per le cause instaurate dopo l'entrata in servizio del dirigente awocato a tempo determinato (16/07/2014) la quota parte di spettanza del dirigente awocato ai sensi delle precedenti Deliberazioni del Direttore Generale n. 299 del 13 luglio 2011 e n. 312 del 28 giugno 2013, pari al 67,50%, al netto degli oneri riflessi, sarà riconosciuta al dirigente awocato Direttore U.O. Affari Legali per la quota pari al 50% e al dirigente awocato per la quota pari al 50%. - per le cause definite e non ancora riscosse prima dell'entrata in servizio del dirigente awocato a tempo determinato (16/07/2014) la quota parte di spettanza del dirigente awocato ai sensi delle precedenti Deliberazioni del Direttore Generale n.

10 299 del 13 luglio 2011 e n. 312 del 28 giugno 2013, pari al 67,50%, al netto de~1i oneri riflessi, sarà riconosciuta al dirigente awocato Direttore dell'u.o. Affari Leg11i per l'intero e nulla sarà riconosciuto al dirigente awocato. :

AZIENDA U.S. L. 9 di GROSSE T0

AZIENDA U.S. L. 9 di GROSSE T0 AZENDA U.S. L. 9 di GROSSE T0 Via Cimabue 109-58 100 GROSSETO - Tel. 05641485 1 1 1-48555 1 - C. Fisc. P. va 003 15940536 OGGETTO: Esito avviso di mobilità interaziendale per la copertura di posti di Collaboratore

Dettagli

-~ 2~ 9 ~---., DEL If'ì',-... " t",-. '" 1"\

-~ 2~ 9 ~---., DEL If'ì',-...  t,-. ' 1\ AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - Tel. 0564/485111 485551 - C. Fisc. P. Iva 00315940536 DELIBERAZIONE -~ 2~ 9 ~---., DEL If'ì',-... " t",-. '" 1"\ N~.................'...,.,....

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI AGLI AVVOCATI DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI AGLI AVVOCATI DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE REGOLAMENTO PER LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI AGLI AVVOCATI DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario n. 81 del 30.11.2015 INDICE

Dettagli

Regolamento degli Uffici e dei Servizi

Regolamento degli Uffici e dei Servizi Allegato alla deliberazione n. 203 del 29/12/2015 COMUNE DI CATANIA Regolamento degli Uffici e dei Servizi REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI COMPENSI PROFESSIONALI DA RICONOSCERE E LIQUIDARE IN FAVORE

Dettagli

... DELIBERAZIONE. - integrazione. Responsabile del procedimento: Dr.ssa Maddalena Menci

... DELIBERAZIONE. - integrazione. Responsabile del procedimento: Dr.ssa Maddalena Menci Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - Tel. 05641485 1 1 1-48555 1 - C. Fisc. P. Iva 003 15940536 DELIBERAZIONE -- NO.....2..9.3...,...&L... ~.~.~~~..2.0.ll.. OGGETTO: Deliberazioni n. 17 del 11 gennaio 2006,

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI Monaldi-Cotugno-CTO Sede: Via Leonardo Bianchi NAPOLI

AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI Monaldi-Cotugno-CTO Sede: Via Leonardo Bianchi NAPOLI AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI Monaldi-Cotugno-CTO Sede: Via Leonardo Bianchi 80131 NAPOLI Servizio proponente: UOC Gestione Affari Legali DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n 698 del 08/09/2017 OGGETTO:modifica

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI ALL'AVVOCATURA COMUNALE

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI ALL'AVVOCATURA COMUNALE COMUNE DI COMO REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI ALL'AVVOCATURA COMUNALE (approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 208 del 31/05/2017) Sommario

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCENTIVO RELATIVO ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI AVVOCATO EX ARTICOLO 27 DEL CCNL 14.9.

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCENTIVO RELATIVO ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI AVVOCATO EX ARTICOLO 27 DEL CCNL 14.9. REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCENTIVO RELATIVO ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI AVVOCATO EX ARTICOLO 27 DEL CCNL 14.9.2000 MODIFICHE E ADEGUAMENTO AI SENSI DELL ART. 9 DL 90/2014 CONV. CON

Dettagli

AZIENDA V.S.L. 9 di GROSSETO

AZIENDA V.S.L. 9 di GROSSETO AZIENDA V.S.L. 9 di GROSSETO ~--- Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - Te!. 0564/485111-485551 - C. Fisc. P. Iva 00315940536 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DOTT. DANIELE TESTI DEL 16 6' U. 2015 OGGETTO:

Dettagli

Comune di Perugia. Al Presidente del Consiglio Comunale Sede ORDINE DEL GIORNO

Comune di Perugia. Al Presidente del Consiglio Comunale Sede ORDINE DEL GIORNO ORDINE DEL GIORNO Al Presidente del Consiglio Comunale Sede Oggetto: ADEGUAMENTO DEL REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI, STRALCIO RELATIVO ALLA ORGANIZZAZIONE E ALLA DIRIGENZA, ALLA

Dettagli

AZIENDA V.S.L. 9 di GROSSETO. Via Cimabue GROSSETO - Te!. 0564/ C. Fisc. P Iva

AZIENDA V.S.L. 9 di GROSSETO. Via Cimabue GROSSETO - Te!. 0564/ C. Fisc. P Iva --- AZIENDA V.S.L. 9 di GROSSETO Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - Te!. 0564/485111-485551 - C. Fisc. P Iva 00315940536 DECRETO DEL VICECOMMISSARIO DOTT. DANIELE TESTI 70,-:~I DEL 18 SET. 2015 ----------------------

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINA DEL COMMISSARIO AD ACTA N. 12/16 DEL 28/06/2016 * * * * *

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINA DEL COMMISSARIO AD ACTA N. 12/16 DEL 28/06/2016 * * * * * ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINA DEL COMMISSARIO AD ACTA N. 12/16 DEL 28/06/2016 * * * * * OGGETTO: Regolamento speciale dell Avvocatura dello IACP e della disciplina

Dettagli

Art. 1. Art. 2. Diritto al compenso professionale

Art. 1. Art. 2. Diritto al compenso professionale COMUNE DI PIACENZA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI COMPENSI PROFESSIONALI DA LIQUIDARE IN FAVORE DEGLI AVVOCATI DI RUOLO PRESSO LA DIREZIONE LEGALE - AVVOCATURA COMUNALE Approvato con delibera di Giunta

Dettagli

007 =T 25 MFIR,2011. AZIENDA U.S. L. 9 di GROSSETO. DELIBERAZIONE No... DEL... STUTTURA PROPONENTE: U.O. Gestione del Personale e AA.CC.NN.

007 =T 25 MFIR,2011. AZIENDA U.S. L. 9 di GROSSETO. DELIBERAZIONE No... DEL... STUTTURA PROPONENTE: U.O. Gestione del Personale e AA.CC.NN. AZIENDA U.S. L. 9 di GROSSETO Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - Tel. 056414851 1 I - 48555 1. DOTT. FAUSTO MARIOTTI NELLA VESTE DI COMMISSARIO LIQUIDATORE DELLE UU.SS.LL.(27-28-29-32) RICOMPRESE NELLA PROVINCIA

Dettagli

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO DELIBERAZIONE

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO DELIBERAZIONE .. ) l, Azienda ';,,~ USL9 ::.. ; Grosseto i ---"" AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - Tel. 0564/485111 485551 C. Fisc. P. Iva 00315940536 DELIBERAZIONE N...~~..?~...DAL...?.~..9.!.T:

Dettagli

DISCIPLINA DEI COMPENSI PROFESSIONALI SPETTANTI AGLI AVVOCATI DIPENDENTI DEL COMUNE DI PARMA

DISCIPLINA DEI COMPENSI PROFESSIONALI SPETTANTI AGLI AVVOCATI DIPENDENTI DEL COMUNE DI PARMA DISCIPLINA DEI COMPENSI PROFESSIONALI SPETTANTI AGLI AVVOCATI DIPENDENTI DEL COMUNE DI PARMA ONORARI AVVOCATURA MUNICIPALE: ADEGUAMENTO AL DISPOSTO DEL DL 90/2014 così come modificato dalla L. 114/2014

Dettagli

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - Tel. 0564/485111-485551 C. Fisc. P. Iva 00315940536 DELm~RAZIONE o 7 ' '1 ~.~~ r~!,j N...5.0... L...O..f..I.j.lt.;.~,.2.Q~3.... OGGETTO: D.

Dettagli

REGOLAMENTO. sull organizzazione, l attività e la corresponsione dei compensi professionali agli

REGOLAMENTO. sull organizzazione, l attività e la corresponsione dei compensi professionali agli REGOLAMENTO sull organizzazione, l attività e la corresponsione dei compensi professionali agli avvocati del Settore Avvocatura della Città Metropolitana di Milano Appendice al Regolamento sull ordinamento

Dettagli

--- AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO DECRETO DEL VICECOMMISSARIO DOTT. DANIELE TESTI DEL 3 OOTT N~~Indicare se SI o NO)

--- AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO DECRETO DEL VICECOMMISSARIO DOTT. DANIELE TESTI DEL 3 OOTT N~~Indicare se SI o NO) --- AZIENDA U.S.L. 9 di GRSSET Via Cimabue 109-58100 GRSSET - Tel. 0564/485111-485551- C. Fisc. P. Iva 00315940536 DECRET DEL VICECMMISSARI DTT. DANIELE TESTI DEL 3 TT. 2015 GGETT: ACN per la disciplina

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE DOTT. FAUSTO MARIOTTI

IL DIRETTORE GENERALE DOTT. FAUSTO MARIOTTI AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSE T 0 Via Cimabue 109-58 100 GROSSETO - Tel. 05641485 1 1 1-48555 1 IL DIRETTORE GENERALE DOTT. FAUSTO MARIOTTI NELLA VESTE DI COMMISSARIO LIQUIDATORE DELLE UU.SS.LL.(27-28-29-32)

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 36 DEL 03/02/2014

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 36 DEL 03/02/2014 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 36 DEL 03/02/2014 Il Direttore Generale, Dott. Nicolò Pestelli su proposta della struttura aziendale U.O. Personale adotta la seguente deliberazione: OGGETTO: Dr.

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 95 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 95 del 42752 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 19 luglio 2016, n. 1055 Regolamento per la disciplina dei compensi professionali agli avvocati dell Avvocatura regionale, ai sensi dell art. 9 del D.L. 24 giugno

Dettagli

Direzione Generale. Verbale n 6 / 2015 P.G. 2015/ ACCORDO RELATIVO ALLA CORRESPONSIONE DELLE PROCURATORIE AL PERSONALE DELL'AVVOCATURA CIVICA

Direzione Generale. Verbale n 6 / 2015 P.G. 2015/ ACCORDO RELATIVO ALLA CORRESPONSIONE DELLE PROCURATORIE AL PERSONALE DELL'AVVOCATURA CIVICA Direzione Generale Verbale n 6 / 2015 P.G. 2015/ 66492 ACCORDO RELATIVO ALLA CORRESPONSIONE DELLE PROCURATORIE AL PERSONALE DELL'AVVOCATURA CIVICA L Amministrazione Comunale, le R.S.U. del Comune di Modena

Dettagli

L.R. 30/1968, art. 20 B.U.R. 20/7/2016, n. 29 L.R. 20/2015, art. 12, c. 10 e 11. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 7 luglio 2016, n. 0138/Pres.

L.R. 30/1968, art. 20 B.U.R. 20/7/2016, n. 29 L.R. 20/2015, art. 12, c. 10 e 11. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 7 luglio 2016, n. 0138/Pres. L.R. 30/1968, art. 20 B.U.R. 20/7/2016, n. 29 L.R. 20/2015, art. 12, c. 10 e 11 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 7 luglio 2016, n. 0138/Pres. Regolamento concernente l attribuzione del compenso professionale

Dettagli

COMUNE DI LECCE REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER LA CORREPSONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI ALL'AVVOCATURA COMUNALE

COMUNE DI LECCE REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER LA CORREPSONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI ALL'AVVOCATURA COMUNALE COMUNE DI LECCE REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER LA CORREPSONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI ALL'AVVOCATURA COMUNALE Articolo 1 - Ambito di applicazione; Articolo 2 - Attribuzione degli incarichi

Dettagli

COMUNE DI BRICHERASIO

COMUNE DI BRICHERASIO Copia COMUNE DI BRICHERASIO PROVINCIA DI TO C.A.P. 10060 - TEL. (0121) 59.105 - FAX (0121) 59.80.42 Reg. generale n. 86 DATA 22/03/2016 DETERMINAZIONE N 14 DEL 10/03/2016 IMPEGNO DI SPESA SI ( X ) NO (

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n Firenze DETERMINA DEL DIRIGENTE

REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n Firenze DETERMINA DEL DIRIGENTE REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n. 1 50122 Firenze DETERMINA DEL DIRIGENTE Numero del provvedimento Data del provvedimento Oggetto Contenuto

Dettagli

AZIENDA V.S.L. 9 di GROSSETO

AZIENDA V.S.L. 9 di GROSSETO AZIENDA V.S.L. 9 di GROSSETO Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - TeI. 0564/485111-485551 - C. Fisc. P.lva 00315940536 DECRETO DEL VICE COMMISSARIO roti. DANIELE 1ESTI,278 DEL 2 9 D I C. 2015 I cx:;geito:

Dettagli

Citta' Metropolitana di Napoli

Citta' Metropolitana di Napoli Citta Metropolitana di Napoli Città Metropolitana di Napoli.DELIBERAZIONI_SINDACALI.R.0000077.05-05-2017 Citta' Metropolitana di Napoli Deliberazione del Sindaco Metropolitano Il giorno05/05/2017alle ore14:10,

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 623 DEL 06/07/2017

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 623 DEL 06/07/2017 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 623 DEL 06/07/2017 Il Direttore Generale, Dott. Enrico Desideri su proposta della struttura aziendale U.O.C. Programmazione e Reclutamento del Personale adotta la

Dettagli

D.R. n IL RETTORE

D.R. n IL RETTORE D.R. n. 1313 IL RETTORE VISTE la Legge 09.05.1989, n. 168 Istituzione del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica ; la Legge 30.12.2010 n. 240, Norme in materia di organizzazione

Dettagli

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 38 / 2017 del 14/02/2017

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 38 / 2017 del 14/02/2017 DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE 38 / 2017 del 14/02/2017 Oggetto: APPROVAZIONE DEL CONTO GIUDIZIALE DELL AGENTE CONTABILE TESORIERE ANNO 2016 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL CONTO GIUDIZIALE DELL AGENTE CONTABILE

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 120 DEL 01/04/2014

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 120 DEL 01/04/2014 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 120 DEL 01/04/2014 Il Direttore Generale, Dott. Nicolò Pestelli su proposta della struttura aziendale U.O. Personale adotta la seguente deliberazione: OGGETTO: Dr.

Dettagli

5 DELIBERAZIONE. AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO. No DEL...~.~..MR~.. hql~... Responsabile del procedimento:

5 DELIBERAZIONE. AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO. No DEL...~.~..MR~.. hql~... Responsabile del procedimento: AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - Te!. 0564/485111 485551 C. Fisc. P. Iva 00315940536 5 DELIBERAZIONE No...1....5...DEL...~.~..MR~.. hql~... OGGETTO: Conferimento di un incarico

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Servizio Sanitario Regionale Basilicata Azienda Sanitaria Locale di Potenza NUMERO 2014/00682 DEL 29/12/2014 Collegio Sindacale il 29/12/2014 OGGETTO Art. 9 D.L. n.

Dettagli

,1 1 3 DEL 1 6 O T T. 2015

,1 1 3 DEL 1 6 O T T. 2015 AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Via Cimabue 109-58100 GROSSETO TeL 0564/485111 485551 - C. Fisc, P. Iva 00315940536 DECRETO DEL VICECOMMISSARIO DOTI. DANIELE TESTI,1 1 3 DEL 1 6 O T T. 2015 OGGETTO: ACN PER

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 29 suppl. del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 29 suppl. del 8 REGOLAMENTO REGIONALE 6 marzo 2017, n. 5 Regolamento per la disciplina dei compensi professionali agli avvocati dell Avvocatura regionale (ai sensi dell art. 9 del D.L. 24 giugno 2014 convertito con

Dettagli

I,$J (Indicare se SI o NO)

I,$J (Indicare se SI o NO) AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Via Cimabue 109-58100 GRo.SSETo. - TeL 0564/485111 485551 C. Fisc. P. Iva 00315940536 DECRETO DEL VICECOMMISSARIO DOTf. DANIELE TESTI 272 DEL 2 9 D I C. 2015 OGGE'O'O: ACN

Dettagli

REGOLAMENTO DELL AVVOCATURA DEL COMUNE DI COSENZA

REGOLAMENTO DELL AVVOCATURA DEL COMUNE DI COSENZA REGOLAMENTO DELL AVVOCATURA DEL COMUNE DI COSENZA Adottato dalla Giunta Comunale con Deliberazione n. 44 del 19/10/2016 0 Articolo 1 Istituzione 1. È formalmente istituita in Staff, ai sensi del vigente

Dettagli

AZIENDA USL 3 DI PISTOIA Via S.Pertini, Pistoia C.F./P.IVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N. 45 del 4.2.

AZIENDA USL 3 DI PISTOIA Via S.Pertini, Pistoia C.F./P.IVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N. 45 del 4.2. AZIENDA USL 3 DI PISTOIA Via S.Pertini,708-51100 Pistoia C.F./P.IVA 01241740479 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 45 del 4.2.2010 STRUTTURA PROPONENTE: U.O. TECNICO-AMMINISTRATIVA ZONA/DISTRETTO

Dettagli

Regione Emilia Romagna Azienda Unita Sanitaria Locale di IMOLA. del 29 DICEMBRE 2011

Regione Emilia Romagna Azienda Unita Sanitaria Locale di IMOLA. del 29 DICEMBRE 2011 Regione Emilia Romagna Azienda Unita Sanitaria Locale di IMOLA DELIBERAZIONE N.172 del 29 DICEMBRE 2011 Il Direttore Generale, nella sede dell Azienda Unita Sanitaria Locale di Imola Via Amendola, 2 nella

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 DI OLBIA REGOLAMENTO DELL UFFICIO LEGALE

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 DI OLBIA REGOLAMENTO DELL UFFICIO LEGALE AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 DI OLBIA REGOLAMENTO DELL UFFICIO LEGALE Articolo 1 Premessa 1. All interno dell Azienda Sanitaria Locale n. 2 di Olbia, con deliberazione n.1768 del 21.07.2011 è stato istituito

Dettagli

AZIENDA USL 3 DI PISTOIA Via S.Pertini, Pistoia C.F./P.IVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N. 46 del 4 febbraio 2010

AZIENDA USL 3 DI PISTOIA Via S.Pertini, Pistoia C.F./P.IVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N. 46 del 4 febbraio 2010 AZIENDA USL 3 DI PISTOIA Via S.Pertini,708-51100 Pistoia C.F./P.IVA 01241740479 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 46 del 4 febbraio 2010 STRUTTURA PROPONENTE: U.O. TECNICO-AMMINISTRATIVA ZONA/DISTRETTO

Dettagli

Servizio Centrale Avvocatura /041 Avvocatura Comunale CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Servizio Centrale Avvocatura /041 Avvocatura Comunale CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Centrale Avvocatura 2017 02582/041 Avvocatura Comunale CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 9 approvata il 28 giugno 2017 DETERMINAZIONE: REGOLAMENTO PER LA CORRESPONSIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE del DIRETTORE GENERALE assunta ai sensi dell art. 36 della L.R.T. 24/02/2005 n. 40

DELIBERAZIONE del DIRETTORE GENERALE assunta ai sensi dell art. 36 della L.R.T. 24/02/2005 n. 40 DELIBERAZIONE del DIRETTORE GENERALE assunta ai sensi dell art. 36 della L.R.T. 24/02/2005 n. 40 Oggetto: PROGETTO INCENTIVANTE DEMATERIALIZZAZIONE RICETTA - ACQUISIZIONE, VERIFICA E INSERIMENTO AUTOCERTIFICAZIONI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Provincia di Bologna DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Anno 2012 n 21 data 10/01/2012 OGGETTO: FONDO PER LO SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE E PRODUTTIVITÀ DESTINATO AL PAGAMENTO DELLE INDENNITÀ STABILI-IMPEGNO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL AVVOCATURA COMUNALE. Approvato con Deliberazione di G.M. n. 160 del 28/12/2015, parzialmente

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL AVVOCATURA COMUNALE. Approvato con Deliberazione di G.M. n. 160 del 28/12/2015, parzialmente REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL AVVOCATURA COMUNALE Approvato con Deliberazione di G.M. n. 160 del 28/12/2015, parzialmente modificata con la deliberazione n. 163 del 30/12/2015. ART. 1 AMBITO DI

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA DISCIPLINA DEI COMPENSI PROFESSIONALI PER GLI AVVOCATI ISCRITTI NELL ELENCO SPECIALE CHE DIFENDONO IN GIUDIZIO L ENTE.

REGOLAMENTO DELLA DISCIPLINA DEI COMPENSI PROFESSIONALI PER GLI AVVOCATI ISCRITTI NELL ELENCO SPECIALE CHE DIFENDONO IN GIUDIZIO L ENTE. REGOLAMENTO DELLA DISCIPLINA DEI COMPENSI PROFESSIONALI PER GLI AVVOCATI ISCRITTI NELL ELENCO SPECIALE CHE DIFENDONO IN GIUDIZIO L ENTE. Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 728/175357 del

Dettagli

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - Tel. 0564/485111-485551 C. Fisc. P. lva 00315940536 DELffiERAZIONE No...2.~..~...DEL... 1.5. MltS.. lq14.... OGGETTO: Rettifica Deliberazione

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini

Comune di Cattolica Provincia di Rimini Comune di Cattolica Provincia di Rimini ADEMPIMENTI CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE (art. 124 D.lgs 267/2000 ss.mm.) La presente determinazione dirigenziale è stata pubblicata in data odierna all'albo Pretorio

Dettagli

COMUNE DI MONTEGIORGIO

COMUNE DI MONTEGIORGIO LL.PP. - PATRIMONIO n. 05/47 del 30/03/2015 OGGETTO: LAVORO DI SMONTAGGIO E RIMONTAGGIO LAVAGNA L.I.M. DELLA SCUOLA PRIMARIA DI PIANE DI MONTEGIORGIO. LIQUIDAZIONE FATTURA DITTA EUGENI. (C.I.G.: Z721316202).

Dettagli

VERBALE DI DETERMINA

VERBALE DI DETERMINA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA SARDEGNA "G. Pegreffi" SASSARI VERBALE DI DETERMINA N. 125 del 21/02/2013 OGGETTO: Liquidazione e pagamento del conguaglio dei fondi della retribuzione di risultato

Dettagli

Servizio Centrale Avvocatura /041 Avvocatura Comunale CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Servizio Centrale Avvocatura /041 Avvocatura Comunale CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Centrale Avvocatura 2016 05587/041 Avvocatura Comunale CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 22 approvata il 29 novembre 2016 DETERMINAZIONE: REGOLAMENTO PER LA CORRESPONSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO LEGALE DELL ATENEO. Art. 1 Oggetto. Art. 2 Funzioni dell Ufficio Legale

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO LEGALE DELL ATENEO. Art. 1 Oggetto. Art. 2 Funzioni dell Ufficio Legale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO LEGALE DELL ATENEO (Emanato con D.R. rep. N 707 del 6 aprile 2009, prot. n 8860) Art. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 779 DEL 07/07/2016

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 779 DEL 07/07/2016 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 779 DEL 07/07/2016 Il Direttore Generale, Dott. Enrico Desideri su proposta della struttura aziendale Direttore Amministrativo adotta la seguente deliberazione: OGGETTO:

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE AUSL DELLA ROMAGNA

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE AUSL DELLA ROMAGNA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE AUSL DELLA ROMAGNA Anno 2016 N. 203 Data 05/05/2016 OGGETTO: DELIBERAZIONE N. 777/2015 AD OGGETTO "TIPOLOGIE DEGLI ATTI A RILEVANZA GIURIDICA INTERNA ED ESTERNA DI

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER LA CORREPSONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI ALL'AVVOCATURA COMUNALE

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER LA CORREPSONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI ALL'AVVOCATURA COMUNALE COMUNE DI REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER LA CORREPSONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI ALL'AVVOCATURA COMUNALE Articolo 1 - Ambito di applicazione; Articolo 2 - Attribuzione degli incarichi professionali

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE Sede Legale: Strada delle Scotte, Siena C.F. e P.I

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE Sede Legale: Strada delle Scotte, Siena C.F. e P.I IL DIRETTORE GENERALE Dott. Pierluigi Tosi coadiuvato dal: Direttore Amministrativo Dott. Centini Giacomo Direttore Sanitario Dott. Polimeni Joseph Letta e valutata la proposta allegata al presente provvedimento

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI Monaldi-Cotugno-CTO Sede: Via Leonardo Bianchi NAPOLI

AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI Monaldi-Cotugno-CTO Sede: Via Leonardo Bianchi NAPOLI AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI Monaldi-Cotugno-CTO Sede: Via Leonardo Bianchi 80131 NAPOLI Servizio proponente: UOC Servizio Gestione Risorse Umane DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n 92 del 26/01/2017

Dettagli

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DOTT. DANIELE TESTI NO NO. ra onente ed allale se uente/i strutturale:

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DOTT. DANIELE TESTI NO NO. ra onente ed allale se uente/i strutturale: AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - Tel. 0564/485111-485551- C. Fisc. P. Iva 00315940536 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DOTT. DANIELE TESTI 278 DEL 2 1 MQS.2015 i OGGETTO:

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del N. 710 del Reg. Decreti del 28/11/2014 DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.2012 OGGETTO: Presa

Dettagli

I SETTORE - SERVIZI FINANZIARI E RISORSE UOS PERSONALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

I SETTORE - SERVIZI FINANZIARI E RISORSE UOS PERSONALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE COMUNE DI TERLIZZI CITTA METROPOLITANA DI BARI I SETTORE - SERVIZI FINANZIARI E RISORSE UOS PERSONALE COPIA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Proposta di determinazione N. 42 del 26-02-2016 Registro di Settore

Dettagli

Si assenta il Direttore dott. Roberto Zoanetti, assume le funzioni di Segretario per l oggetto l assessore Gusmerotti Roberto.

Si assenta il Direttore dott. Roberto Zoanetti, assume le funzioni di Segretario per l oggetto l assessore Gusmerotti Roberto. Si assenta il Direttore dott. Roberto Zoanetti, assume le funzioni di Segretario per l oggetto l assessore Gusmerotti Roberto. Deliberazione della Giunta esecutiva n. 18 di data 23 febbraio 2015 Oggetto:

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL AVVOCATURA INTERNA

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL AVVOCATURA INTERNA FONDAZIONE IRCCS POLICLINICO SAN MATTEO Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico di diritto pubblico (D.M. 28/4/2006) C.F. 00303490189 - P. IVA 00580590180 V.le Golgi, 19-27100 PAVIA Tel. 0382

Dettagli

Comune di Padova REGOLAMENTO DELLA AVVOCATURA CIVICA E DELLA RAPPRESENTANZA E DIFESA IN GIUDIZIO DELL'AMMINISTRAZIONE

Comune di Padova REGOLAMENTO DELLA AVVOCATURA CIVICA E DELLA RAPPRESENTANZA E DIFESA IN GIUDIZIO DELL'AMMINISTRAZIONE Comune di Padova REGOLAMENTO DELLA AVVOCATURA CIVICA E DELLA RAPPRESENTANZA E DIFESA IN GIUDIZIO DELL'AMMINISTRAZIONE Approvato con deliberazione G.C. n. 395 del 19 giugno 2000 Modificato con deliberazione

Dettagli

,&l LL. AZIENDA U. S. L. 9 di GROSSE T0

,&l LL. AZIENDA U. S. L. 9 di GROSSE T0 AZIENDA U. S. L. 9 di GROSSE T0 Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - Tel. 056414851 11-485551 -C. Fisc. P. Iva 003 15940536 OGGETTO: Confenmento di un incarico libero professionale al Dr. Guerrieri specialista

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n. 1 50122 Firenze DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE

REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n. 1 50122 Firenze DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n. 1 50122 Firenze DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE Numero della delibera Data della delibera Oggetto Contenuto

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE SERVIZIO: FINANZIARIO

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE SERVIZIO: FINANZIARIO COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE - Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - Originale Copia DETERMINAZIONE N 131 DEL 27/08/2013 SERVIZIO: FINANZIARIO OGGETTO: LIQUIDAZIONE AI SENSI DELL'ART

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE Sede Legale: Strada delle Scotte, Siena C.F. e P.I

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE Sede Legale: Strada delle Scotte, Siena C.F. e P.I IL DIRETTORE GENERALE Dr. Pierluigi Tosi coadiuvato dal: - Direttore Amministrativo Dr. Giacomo Centini - Direttore Sanitario Dr.ssa Silvia Briani RICHIAMATO l art. 3 del D. Lgs. del 30 dicembre 1992,

Dettagli

rjl 8 3 DEL - '~2 5 FEB, 2013

rjl 8 3 DEL - '~2 5 FEB, 2013 " l AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - Te1. 0564/485111-485551 - C. Fise. P. Iva 00315940536 DELIBERAZIONE rjl 8 3 DEL - '~2 5 FEB, 2013 IOGGETTO: Recepimento fondi sistema trasfusionale

Dettagli

Deli bera zio ne del Direttore Generale n.

Deli bera zio ne del Direttore Generale n. A Z I E N D A S A N I T A R I A L O C A L E AL Sede legale: Via Venezia 6 15121 Alessandria Partita IVA/Codice Fiscale n. 02190140067 Deli bera zio ne del Direttore Generale n. d el OGGETTO: PARERI DELLA

Dettagli

Proposta di deliberazione n. del. Direzione... L Estensore.. Il Responsabile del procedimento. Il Dirigente

Proposta di deliberazione n. del. Direzione... L Estensore.. Il Responsabile del procedimento. Il Dirigente ISTITUT PRFIATTIC SPERIETAE DE AI E DEA TSCAA AEADRI DEIBERAIE DE DIRETTRE GEERAE n..483. del 01.12.2016 OGGETTO: Erogazione a tutto il personale delle somme incassate per lo svolgimento delle attività

Dettagli

Regione Lombardia. Monza e Brianza. Seduta del

Regione Lombardia. Monza e Brianza. Seduta del Regione Lombardia 607581 ASL Monza e Brianza Delibera n. 690 J Seduta del 27N0V 2015 Recepimento Accordo tra Delegazione Trattante di parte Pubblica della ASL della Provincia di Monza e Brianza ed RSU

Dettagli

Paola Sarti Estensore. Il Direttore della U.o.c.

Paola Sarti Estensore. Il Direttore della U.o.c. DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Numero data Oggetto: Artt. 25 e 26 CCNL 2002/2005 - Area della Dirigenza Medica - Verifica e valutazione dei dirigenti medici Dott. Giulio Cerulli, Dirigente Medico

Dettagli

---- AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO

---- AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO ,,~, I Allenda,'... " i,u$l9 Grosseto ---- AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Via Cimabue 109-58100 GROSSETO - Te!. 0564/485111-485551 - C. Fisc. P. Iva 00315940536 DELffiERAZIONE N... 2. 2..0... ~~DBL... ~.

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO N 37 DEL 04/12/2015. Il Commissario, Dott. Enrico Desideri su proposta della struttura aziendale U.O.

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO N 37 DEL 04/12/2015. Il Commissario, Dott. Enrico Desideri su proposta della struttura aziendale U.O. Delibera firmata digitalmente Azienda Sanitaria delle Zone Senese, Alta Val d Elsa, Val di Chiana, Amiata Val d Orcia Centro Direzionale Amministrativo Piazza C. Rosselli, 26 53100 Siena DELIBERAZIONE

Dettagli

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 272 / 2016 del 13/10/2016

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 272 / 2016 del 13/10/2016 DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE 272 / 2016 del 13/10/2016 Oggetto: RECEPIMENTO MODIFICHE ED INTEGRAZIONI AI REGOLAMENTI AZIENDALI DI AREU IN MATERIA DI AFFIDAMENTO, GRADUAZIONE INCARICHI DIRIGENZIALI (AREA

Dettagli

Deliberazione n. 374

Deliberazione n. 374 Protocollo RC n. 28216/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE VITERBO

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE VITERBO AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE VITERBO DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N : 905 DEL : 13/09/2012 STRUTTURA PROPONENTE : U.O.C. ACQUISIZIONE E GESTIONE GIURIDICO-ECONOMICA DELLE RISORSE UMANE OGGETTO

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini

Comune di Cattolica Provincia di Rimini Comune di Cattolica Provincia di Rimini DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 512 DEL 25/07/2016 FONDO RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E DI RISULTATO DIRIGENZA ANNO 2015 - EROGAZIONE QUOTE RETRIBUZIONE DI RISULTATO

Dettagli

COMUNE DI GHILARZA Provincia di Oristano

COMUNE DI GHILARZA Provincia di Oristano COMUNE DI GHILARZA Provincia di Oristano Settore Affari Generali DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE N.121 del Servizio Segreteria Generale - URP - Protocollo e Contratti OGGETTO: DETERMINAZIONE

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI Monaldi-Cotugno-CTO Sede: Via Leonardo Bianchi NAPOLI

AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI Monaldi-Cotugno-CTO Sede: Via Leonardo Bianchi NAPOLI AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI Monaldi-Cotugno-CTO Sede: Via Leonardo Bianchi 80131 NAPOLI Servizio proponente: UOC Servizio Gestione Risorse Umane DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n 91 del 26/01/2017

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 8 AREZZO IL COMMISSARIO

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 8 AREZZO IL COMMISSARIO ${i d=582} REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 8 AREZZO DELIBERAZIONE N.ro 16 del 29/09/2015 Provvedimento con Eseguibilità: X Ordinaria Immediata Motivazione: OGGETTO Dirigenti Sanitari e Dirigenti delle Professioni

Dettagli

C O M U N E DI B R I N D I S I

C O M U N E DI B R I N D I S I C O M U N E DI B R I N D I S I SETTORE RISORSE UMANE Responsabile: Dott. Angelo ROMA DETERMINAZIONE (1) Determinazione N. 245 (2) del 09-09-2013 (3) Procedimento N. (4) N. d ordine Reg. Settore 245 N.

Dettagli

Regolamento per la disciplina dei compensi professionali spettanti agli avvocati dell'avvocatura metropolitana

Regolamento per la disciplina dei compensi professionali spettanti agli avvocati dell'avvocatura metropolitana Regolamento per la disciplina dei compensi professionali spettanti agli avvocati dell'avvocatura metropolitana 1 Approvato con atto del Sindaco metropolitano n. 306 del 21/12/2016 2 Indice generale Articolo

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL TOSCANA NORD OVEST DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N. 834 del 20/07/2016

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL TOSCANA NORD OVEST DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N. 834 del 20/07/2016 REGIONE TOSCANA AZIENDA USL TOSCANA NORD OVEST DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 834 del 20/07/2016 OGGETTO: CONFERMA DELLE DIREZIONI DI PRESIDIO E ATTRIBUZIONE DELL'INDENNITA' DIPARTIMENTALE. IMMEDIATAMENTE

Dettagli

COMUNE DI PALAZZO PIGNANO REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L'INNOVAZIONE

COMUNE DI PALAZZO PIGNANO REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L'INNOVAZIONE COMUNE DI PALAZZO PIGNANO Provincia di CREMONA REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L'INNOVAZIONE ART. 93 DEL D.LGS. 12 APRILE 2006, N. 163 Allegato A alla deliberazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Numero data. Estensore. Il Direttore della U.o.c. Dr.ssa Floriana Rosati

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Numero data. Estensore. Il Direttore della U.o.c. Dr.ssa Floriana Rosati DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Numero data Oggetto: Nulla osta al comando per due giorni al mese - del dipendente Dott. Francesco MANESCHI, Direttore della Uoc di Ginecologia e Ostetricia, presso

Dettagli

CITTA DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SETTORE AFFARI GENERALI

CITTA DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SETTORE AFFARI GENERALI CITTA DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SETTORE AFFARI GENERALI Copia Determina 232 del 23/07/2015 Reg. Gen. N. 1900 oggetto: DELIBERA C.C.N.85 DEL 21/07/2015. IMPEGNO DI SPESA PER LIQUIDAZIONE SOMMA

Dettagli

Comune di Cagliari ASSESSORATO AL PERSONALE, AFFARI GENERALI, SISTEMI INFORMATICI E INFORMATIVI

Comune di Cagliari ASSESSORATO AL PERSONALE, AFFARI GENERALI, SISTEMI INFORMATICI E INFORMATIVI Comune di Cagliari ASSESSORATO AL PERSONALE, AFFARI GENERALI, SISTEMI INFORMATICI E INFORMATIVI SERVIZIO SVILUPPO ORGANIZZATIVO, RISORSE UMANE, CANTIERI REGIONALI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI DONATO (Provincia di Biella)

COMUNE DI DONATO (Provincia di Biella) COMUNE DI DONATO (Provincia di Biella) Lavori di Nuovo loculario per cellette ossario e nicchie cinerarie presso il sito cimiteriale del capoluogo di Donato Legge 11 agosto 2014, n. 114 Conversione in

Dettagli

5. Regime per il trasferimento dei beni immobili non necessari per l'esercizio delle funzioni di competenza statale.

5. Regime per il trasferimento dei beni immobili non necessari per l'esercizio delle funzioni di competenza statale. D.P.C.M. 19-12-2000 Individuazione delle risorse finanziarie, umane, strumentali e organizzative da trasferire ai comuni per l'esercizio delle funzioni conferite dal D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 112, in materia

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 3 DI PISTOIA Via Sandro Pertini, 708-51100 Pistoia C.F./P.IVA 01241740479 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 63 del 11 Febbraio 2010 STRUTTURA PROPONENTE: U.O. AFFARI GENERALI

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E

D E T E R M I N A Z I O N E AREA AMMINISTRATIVA ED ECONOMICO FINANZIARIA SERVIZIO RISORSE UMANE D E T E R M I N A Z I O N E DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA - OGGETTO: ASPETTATIVA SINDACALE DIP.TE SALVATORE FRANCESCA. RACCOLTA

Dettagli

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 133 / 2017 del 21/04/2017

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 133 / 2017 del 21/04/2017 DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE 133 / 2017 del 21/04/2017 Oggetto: ADESIONE PROCEDURA APERTA IN FORMA AGGREGATA PER IL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE LAVORO A TEMPO DETERMINATO, OCCORRENTE ALLA FONDAZIONE

Dettagli

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 64 / 2017 del 09/03/2017

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 64 / 2017 del 09/03/2017 DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE 64 / 2017 del 09/03/2017 Oggetto: COLLABORAZIONE PER INCARICO DI CONSULENZA E STUDIO A TITOLO OGGETTO: COLLABORAZIONE PER INCARICO DI CONSULENZA E STUDIO A TITOLO vista

Dettagli

DETERMINA DEL DIRETTORE DELLA AREA VASTA N. 1 N. 1085/AV1 DEL 02/11/2016

DETERMINA DEL DIRETTORE DELLA AREA VASTA N. 1 N. 1085/AV1 DEL 02/11/2016 1 DETERMINA DEL DIRETTORE DELLA AREA VASTA N. 1 N. 1085/AV1 DEL 02/11/2016 Oggetto: Presa d'atto valutazione positiva del Collegio Tecnico per il rinnovo dell'incarico ex art. 27 lett. b) - CCNL 8/6/2000

Dettagli

tempi previsti da L. 241/80 tempi previsti da L. 241/81 tempi previsti da L. 241/82 tempi previsti da L. 241/83 tempi previsti da L.

tempi previsti da L. 241/80 tempi previsti da L. 241/81 tempi previsti da L. 241/82 tempi previsti da L. 241/83 tempi previsti da L. STRUTTURA DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO L. 241/80 NUMERO PROCEDIMENTI AVVIATI NUMERO PROCEDIME NTI CONCLUSI NEI TERMINI NUMERO PROCEDIMENT I NON CONCLUSI NEI TERMINI MOTIVI DEL RITARDO e Legali Liquidazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 396 del 29/05/2015

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 396 del 29/05/2015 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 396 del 29/05/2015 PROPONENTE: OGGETTO: U.O.C.``Gestione Risorse Umane`` RICONOSCIMENTO INDENNITÀ DI ESCLUSIVITÀ PER ANZIANITÀ SUPERIORE AI CINQUE ED AI QUINDICI

Dettagli

FRONTESPIZIO DETERMINAZIONE

FRONTESPIZIO DETERMINAZIONE FRONTESPIZIO DETERMINAZIONE Determina n. 831 adottata il 12/08/2016. Il periodo di pubblicazione è di quindici giorni interi e consecutivi a partire dal giorno di adozione. Sottoscritta dal Direttore PERTILI

Dettagli