BlackBerry Java SDK. Integration Guide Version: 7.0. Guida allo sviluppo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BlackBerry Java SDK. Integration Guide Version: 7.0. Guida allo sviluppo"

Transcript

1 BlackBerry Java SDK Integration Guide Version: 7.0 Guida allo sviluppo

2 SWD

3 Contents 1 Integrazione con le applicazioni BlackBerry Device Software... 6 Richiamo di un'applicazione BlackBerry Device Software Unified Search... 7 Come rendere individuabili i dati... 7 Esposizione dei dati delle applicazioni... 7 Passaggio di query ad altri motori di ricerca... 9 Definizione di una classe EntityBasedSearchable per gli oggetti SearchableEntity Personalizzazione della modalità di visualizzazione dei dati nei risultati della ricerca Come specificare un'icona nella classe EntityBasedSearchable o SearchableEntity Incapsulamento dei dati nella classe SearchableEntity Specifying what users can do with your data in search results Specify an operation for a selected search result Provide an alternate entry point for your application Expose your UiAction objects Registrazione dell'oggetto EntityBasedSearchable con il servizio Unified Search Notifica al servizio Unified Search delle modifiche apportate ai dati Rilevamento delle risposte del servizio Unified Search Rimozione dei dati dall'archivio del contenuto Utilizzo di altri motori di ricerca Verifica relativa all'esecuzione di una singola istanza dell'applicazione da parte di un dispositivo Inserimento di dati all'avvio del dispositivo Ricerca Configurazione e avvio di una ricerca Elaborazione dei risultati della ricerca Supporto di interazione del dispositivo API di funzionalità del dispositivo Rilevamento della base Gestione della base Utilizzo dei sensori di un dispositivo Verifica di un sensore del dispositivo Verifica dello stato di un sensore Invio di una notifica a un'applicazione durante la modifica dello stato di un sensore Esempio di codice: utilizzo di un sensore Elenco dei messaggi Creazione di un nuovo SMS vuoto... 38

4 Creazione di un nuovo SMS compilato Creazione di un nuovo MMS vuoto Creazione di un nuovo messaggio vuoto Creazione di un nuovo messaggio compilato Creazione di un nuovo messaggio PIN vuoto Creazione di un nuovo messaggio PIN compilato Ricezione della notifica di un messaggio Aggiunta di un listener all'archivio dei messaggi Aggiunta di un listener all'archivio dei messaggi per aggiornamenti in batch Aggiunta di un listener a una cartella Recupero del numero totale di messaggi da leggere in tutte le cartelle nell'archivio Apertura di un messaggio Recupero del testo di un messaggio Recupero del contenuto in testo normale e HTML nel testo di un messaggio utilizzando un metodo ricorsivo Recupero del contenuto in testo normale di un messaggio Recupero del contenuto HTML di un messaggio Invio a un'applicazione BlackBerry di una notifica circa l'invio di un messaggio Invio a un'applicazione BlackBerry di una notifica circa l'invio di un MMS Invio a un'applicazione BlackBerry di una notifica circa l'invio di un SMS Invio di un messaggio Risposta a un messaggio Inoltro di un messaggio Utilizzo delle cartelle dei messaggi Messaggi personalizzati Utilizzo di cartelle e messaggi personalizzati nell'elenco messaggi Creazione di un modulo per i processi in background Creazione di un modulo per l'interfaccia utente Creazione di un modulo per i processi in background Avvio del modulo per i processi in background o per l'interfaccia utente Creazione di un'icona per un messaggio personalizzato Creazione di una cartella personalizzata nell'elenco messaggi Invio di una notifica durante la modifica di una cartella personalizzata Creazione di un indicatore personalizzato Come nascondere un indicatore Rimozione di un indicatore personalizzato Allegati... 64

5 Creazione di un handler degli allegati Recupero dei contenuti di un allegato Recupero delle informazioni su un allegato Invio di un messaggio con un allegato Download automatico degli allegati Calendario Apertura del calendario Visualizzazione o modifica di una voce del calendario Apertura di una nuova voce del calendario compilata Aggiornamento delle informazioni delle voci di calendario Recupero delle informazioni per le voci del calendario Esportazione di una voce del calendario Importazione di una voce del calendario Recupero di più elenchi di voci del calendario Invio di una notifica a un'applicazione BlackBerry circa la modifica di un elenco di voci del calendario Invio a un'applicazione BlackBerry di una notifica circa la modifica dell'elenco predefinito di voci del calendario Aggiornamento di una voce del calendario senza notifica Rimozione di una voce del calendario senza notifica Elenco contatti Supporto per elenchi di contatti multipli Apertura dell'applicazione Contatti Apertura dell'applicazione Contatti utilizzando i dati di contatto Apertura dell'applicazione Contatti con un elenco contatti specifico Creazione di un contatto e assegnazione a un elenco contatti Recupero delle informazioni di contatto Recupero dell'uid di un elenco contatti Esportazione di un contatto Importazione di un contatto Eliminazione di un contatto Invio a un'applicazione di una notifica circa la modifica di un elenco di contatti Creazione e rimozione degli elenchi contatti Creazione di un elenco contatti Rimozione di un elenco contatti Recupero del contatto associato a una chiamata attiva Recupero del contatto associato a una chiamata completata Recupero di contatti dal numero di telefono... 92

6 Collegamento di contatti di terzi a contatti nell'applicazione Contatti Collegamento di un contatto Rimozione di un collegamento Creazione di voci di menu per i contatti collegati Creazione di voci di menu per i contatti collegati Creazione di un provider delle informazioni per un contatto collegato Elenco attività Visualizzazione o modifica di un'attività Creazione di una nuova attività vuota Creazione di una nuova attività compilata Apertura di un elenco delle attività Creazione di attività Aggiunta di informazioni sulle attività Modifica delle informazioni delle attività Salvataggio di un'attività Recupero delle informazioni sulle attività Esportazione di un'attività Importazione di un'attività Eliminazione di un'attività Chiusura dell'elenco delle attività Invio di una notifica a un'applicazione BlackBerry circa la modifica di un elenco di attività Telefono Come effettuare una chiamata da un'applicazione BlackBerry Come effettuare una chiamata da un'applicazione BlackBerry (ambiente a linea singola) Come effettuare una chiamata da un'applicazione BlackBerry (ambiente a più linee) Aggiunta di toni DTMF alla coda di invio Toni DTMF BlackBerry Ascolto e gestione di eventi telefonici Ascolto e gestione degli eventi a linea multipla Recupero delle informazioni sulle chiamate mediante i registri delle chiamate Recupero di un participante alla chiamata Recupero delle informazioni di una chiamata Recupero del numero di telefono di un dispositivo BlackBerry Recupero di una chiamata in base all'id Visualizzazione del contenuto sulla schermata di una chiamata Visualizzazione del contenuto in una schermata Telefono Esempio di codice: visualizzazione del contenuto su una schermata del telefono

7 Visualizzazione del contenuto sui dispositivi che funzionano su una rete CDMA BlackBerry Browser Recupero di una sessione di BlackBerry Browser Recupero di una sessione di BlackBerry Browser non predefinita Richiesta di una pagina Web Supporto avanzato per il contenuto Web nelle applicazioni BlackBerry Visualizzazione del contenuto HTML in un campo del browser Visualizzazione del contenuto HTML da una pagina web in un campo del browser Visualizzazione del contenuto HTML da una risorsa nell'applicazione Configurazione di un campo del browser Invio dei dati dei moduli a un indirizzo Web in un campo del browser Voci di menu Aggiunta di voci di menu alle applicazioni di BlackBerry Device Software Creazione e registrazione di una voce di menu Send Menu API Retrieving Send commands Creating a Send menu Create a Send menu Code sample: Creating a Send menu Creating a context object Using context keys Using context filters Create a context filter Ulteriori informazioni Glossario Commenti e suggerimenti Cronologia delle revisioni del documento Note legali

8 Integrazione con le applicazioni BlackBerry Device Software Integrazione con le applicazioni BlackBerry Device Software 1 Questa sezione descrive come richiamare un'applicazione BlackBerry Device Software, ad esempio l'applicazione Contatti, l'applicazione Telefono e l'applicazione Multimedia. Per ulteriori informazioni sull'integrazione dell'applicazione con le applicazioni BlackBerry Device Software, vedere la panoramica della categoria Integrazione delle applicazioni nella documentazione di riferimento sulle API di BlackBerry Java Development Environment. Richiamo di un'applicazione BlackBerry Device Software È possibile creare applicazioni BlackBerry in grado di richiamare applicazioni BlackBerry Device Software, ad esempio l'applicazione Messaggi, l'applicazione Telefono e l'applicazione Multimedia. L'applicazione in uso, quando richiama un'applicazione BlackBerry Device Software, può fare in modo che quest'ultimo esegua un'azione o visualizzi determinate informazioni. import net.rim.blackberry.api.invoke.calendararguments; import net.rim.blackberry.api.invoke.invoke; import net.rim.blackberry.api.invoke.mapsarguments; import net.rim.blackberry.api.invoke.messagearguments; import net.rim.blackberry.api.invoke.phonearguments; 2. Richiamare il metodo Invoke.invokeApplication() e utilizzare i parametri appropriati. Ad esempio: Per avviare l'applicazione Messaggi e creare un nuovo SMS vuoto, richiamare Invoke.invokeApplication() e utilizzare i seguenti parametri: Invoke.APP_TYPE_MESSAGES e un oggetto MessageArguments che utilizza il campo ARG_NEW_SMS. Invoke.invokeApplication(Invoke.APP_TYPE_MESSAGES, new MessageArguments( MessageArguments.ARG_NEW_SMS) ); Per avviare il calendario, richiamare Invoke.invokeApplication(APP_TYPE_CALENDAR, CalendarArguments). Per avviare l'applicazione Telefono, richiamare Invoke.invokeApplication(APP_TYPE_PHONE,PhoneArguments). Per avviare BlackBerry Maps e visualizzare la mappa predefinita, richiamare Invoke.invokeApplication() e fornire come parametri Invoke.APP_TYPE_MAPS e un nuovo oggetto MapsArguments. Invoke.invokeApplication(Invoke.APP_TYPE_MAPS, new MapsArguments() ); Per ulteriori informazioni sulla classe net.rim.blackberry.api.invoke.invoke, vedere la documentazione di riferimento sulle API di BlackBerry Java Development Environment. 6

9 Unified Search Unified Search 2 Il servizio Unified Search è un motore di ricerca fornito con BlackBerry Device Software 6.0 e versioni successive. Gli utenti BlackBerry interagiscono con il servizio Unified Search principalmente dalla funzionalità di ricerca universale facendo clic sull'icona di ricerca nella schermata iniziale. Gli sviluppatori possono utilizzare il servizio Unified Search tramite l'api del servizio Unified Search. È possibile utilizzare l'api per includere i dati delle applicazioni nell'archivio del contenuto del servizio e cercare l'indice del contenuto dall'applicazione in uso. Ad esempio, supponiamo che l'utente disponga di un'ampia raccolta di libri e li dia frequentemente in prestito. Potrebbe essere utile creare un'applicazione che consenta di catalogare i libri e tenere un elenco delle persone a cui vengono prestati. Se questa applicazione utilizza l'api del servizio Unified Search, è possibile cercare un libro dalla schermata iniziale o da qualsiasi applicazione, per individuare il libro e i dettagli di contatto della persona che ne è in possesso. In qualità di sviluppatore, è possibile controllare se i dati vengono visualizzati nelle ricerche eseguite dagli utenti nella schermata iniziale di un dispositivo BlackBerry, in altre applicazioni del dispositivo o solo nell'applicazione in uso. Inoltre, è possibile cercare i dati di altre applicazioni quando tali dati sono registrati nel servizio Unified Search. Come rendere individuabili i dati Esistono due modalità per includere i dati nei risultati della ricerca del servizio Unified Search. Se si desidera esporre i dati nell'applicazione, è necessario implementare l'interfaccia EntityBasedSearchable. In questo scenario, è necessario riunire i dati in una classe che implementi l'interfaccia SearchableEntity. Se si desidera passare una query di ricerca al proprio motore di ricerca, situato su un server di rete o all'interno dell'applicazione, è necessario implementare l'interfaccia ExternalSearchProvider. I motori di ricerca disponibili su un server potrebbero essere situati dietro un firewall aziendale o costituire un servizio Web pubblico. Esposizione dei dati delle applicazioni Il servizio Unified Search conserva un indice del contenuto di un dispositivo BlackBerry. L'applicazione utilizza le classi SearchRegistry, AppContentManager e AppContentListener per comunicare con il servizio Unified Search. Per rendere individuabili i dati dell'applicazione, è necessario completare cinque attività. Attività Definire una classe EntityBasedSearchable per l'oggetto SearchableEntity. Incapsulare i dati in un oggetto SearchableEntity. Descrizione Un oggetto EntityBasedSearchable rappresenta i dati ricercabili nel servizio Unified Search. Quando si registra EntityBasedSearchable, il servizio richiede all'applicazione di preparare i dati per l'invio richiamando EntityBasedSearchable.load(). Quando i dati delle applicazioni sono pronti per l'invio, è necessario richiamare completed() nel parametro NotificationListenerN passato a load(). Un oggetto SearchableEntity rappresenta l'unità più piccola di dati che un'applicazione possa inviare al servizio Unified Search. L'oggetto EntityBasedSearchable invia gli oggetti SearchableEntity al 7

10 Come rendere individuabili i dati Attività Registrare l'oggetto EntityBasedSearchable con il servizio Unified Search. Notificare al servizio Unified Search le modifiche apportate ai dati. Rilevare le risposte del servizio Unified Search. Descrizione servizio, quando ciò viene richiesto. È necessario incapsulare i dati delle applicazioni in un oggetto SearchableEntity. Il servizio indicizza i metadati resi visibili da questi oggetti durante le operazioni di ricerca. Inoltre, gli oggetti SearchableEntity vengono restituiti nei risultati della ricerca dal servizio. Il servizio Unified Search potrebbe dover interrompere l'operazione di caricamento se il dispositivo BlackBerry è occupato o dispone di un livello di carica della batteria basso. Se è necessaria un'interruzione, il servizio richiama EntityBasedSearchable.pause(). Quando il servizio rileva che l'operazione può continuare, richiama EntityBasedSearchable.resume(). Rispondere a questi eventi in tempo utile, in modo che l'applicazione non provochi l'interruzione di altre applicazioni del dispositivo. Dopo aver notificato al servizio Unified Search che i dati sono pronti, il servizio richiama EntityBasedSearchable.getSearchableEntities() per indicizzare i dati. Il servizio potrebbe richiamare nuovamente load e getsearchableentities() se rileva che il proprio indice del contenuto e i dati dell'utente non sono sincronizzati. Dopo aver preparato i dati per la ricerca e aver definito le modalità di indicizzazione, è necessario registrare EntityBasedSearchable con il servizio Unified Search. Passare EntityBasedSearchable quando si richiama SearchRegistry.register(). A questo punto, il servizio recupera e indicizza i dati per l'inclusione nei risultati della ricerca. Per notificare all'indice del contenuto le modifiche apportate ai dati delle applicazioni, utilizzare i metodi insert(), delete() e update() nell'oggetto AppContentManager. Quando si notifica al servizio Unified Search le modifiche apportate ai dati delle applicazioni, è necessario specificare un oggetto AppContentListener in cui il servizio possa notificare all'applicazione il risultato della richiesta. Il diagramma seguente illustra la relazione tra i componenti utilizzati nelle attività precedenti. 8

11 Come rendere individuabili i dati Passaggio di query ad altri motori di ricerca È possibile utilizzare l'interfaccia ExternalSearchProvider per passare query a un altro motore di ricerca. Ad esempio, un'applicazione di un dispositivo BlackBerry in grado di cercare in maniera efficiente i propri dati potrebbe offrire agli utenti e ad altre applicazioni la possibilità di accedere ai propri dati implementando ExternalSearchProvider. In alternativa, una compagnia di assicurazioni potrebbe disporre di un'applicazione che consenta agli addetti alle vendite di effettuare ricerche in un database delle polizze assicurative. La società potrebbe offrire ai propri addetti alle vendite la possibilità di accedere al motore di ricerca delle polizze dietro il firewall, da un dispositivo BlackBerry, implementando ExternalSearchProvider. Gli utenti possono estendere una ricerca in due modi. La funzionalità di ricerca universale nella schermata iniziale elenca i provider di ricerca esterni alla fine dell'elenco dei risultati della ricerca. Se un utente fa clic sull'icona dell'applicazione nel risultato della ricerca, il servizio Unified Search richiama search() dall'oggetto ExternalSearchProvider in uso. L'applicazione è quindi responsabile della creazione di una connessione al provider di ricerca (un'altra applicazione o tramite rete), del passaggio della stringa della query e della visualizzazione dei risultati recuperati dall'utente. Altre applicazioni possono richiamare l'applicazione in modo simile. Il metodo UnifiedSearchServices.getSearchProviders() restituisce un elenco di tutti i provider di ricerca esterni, presenti in un dispositivo BlackBerry. In questo modo, un'applicazione è in grado di individuare e utilizzare ExternalSearchProvider in modo specifico o consentire all'utente di sceglierne uno dall'elenco. Per assicurarsi che l'applicazione venga visualizzata nell'elenco dei provider di ricerca esterni, è necessario registrare ExternalSearchProvider con il servizio Unified Search. Passare l'oggetto ExternalSearchProvider quando si richiama SearchRegistry.register(). Il diagramma seguente mostra la relazione tra alcuni dei componenti richiesti per l'implementazione di ExternalSearchProvider. 9

12 Definizione di una classe EntityBasedSearchable per gli oggetti SearchableEntity Definizione di una classe EntityBasedSearchable per gli oggetti SearchableEntity L'implementazione dell'interfaccia EntityBasedSearchable consente di gestire la relazione tra il servizio Unified Search e le entità ricercabili create dall'utente. Ogni oggetto EntityBasedSearchable gestisce un gruppo di oggetti SearchableEntity dotati delle stesse proprietà ricercabili. import net.rim.device.api.unifiedsearch.searchfield; import net.rim.device.api.unifiedsearch.searchables.entitybasedsearchable; import net.rim.device.api.unifiedsearch.searchables.searchablecontenttypeconstants; import net.rim.device.api.unifiedsearch.searchables.searchable; 2. Creare le variabili di istanza per memorizzare le informazioni pertinenti a EntityBasedSearchable. private MySearchableEntity[] _myentities; // You will need this in steps 8 and 11 private long _registrationid; private SearchField[] _searchfields; private Image _icon; private final Object _monitor = new Object(); private boolean _wait = false; 3. Nel costruttore, creare una matrice di oggetti SearchField. Ogni SearchField memorizza il nome di una proprietà ricercabile dei dati. Nel seguente esempio di codice, gli oggetti dei dati delle applicazioni, gestiti da questa classe, sono dotati di tre proprietà ricercabili. Ad esempio, se i dati delle applicazioni hanno modellato dei libri, questi campi potrebbero includere il titolo, il distributore e il numero di pagine. class MyEBS implements EntityBasedSearchable _searchfields = new SearchField[3]; 4. Assegnare un nome significativo a ogni SearchField. 10

13 Definizione di una classe EntityBasedSearchable per gli oggetti SearchableEntity _searchfields[0] = new SearchField("Title"); _searchfields[1] = new SearchField("Publisher"); _searchfields[2] = new SearchField("Number of pages"); 5. Creare un'icona da visualizzare nei risultati della ricerca, che includono le entità ricercabili gestite da questo oggetto EntityBasedSearchable. Per ulteriori informazioni sulla creazione di icone, consultare la sezione "Personalizzazione della modalità di visualizzazione dei dati nei risultati della ricerca". 6. Implementare gettype(). Restituire il tipo di contenuto che corrisponde meglio ai dati delle applicazioni. Per un elenco dei tipi di contenuto validi, vedere l'interfaccia net.rim.device.api.unifiedsearch.searchables.searchablecontenttypeconstants nel riferimento API. public long gettype() return SearchableContentTypeConstants.CONTENT_TYPE_MEMO; 7. Scegliere gli iniziatori della ricerca che devono ricevere i risultati della ricerca dall'applicazione. Per ulteriori informazioni sull'esposizione dei dati per le ricerche, vedere la classe net.rim.device.api.unifiedsearch.entity.exposurelevel nel riferimento API. public int getprivacylevel() return ExposureLevel.LEVEL_PUBLIC; 8. Implementare load(). Se il dispositivo BlackBerry è occupato o il livello di carica della batteria è basso, potrebbe essere necessario interrompere momentaneamente il funzionamento di questo metodo e riprenderlo quando richiesto. a. Per EntityBasedSearchable, determinare il numero di oggetti dati attualmente esistenti nell'applicazione. public void load (NotificationListener observer, int loadtype) Vector myobjects = MyObjectManager.getDataObjects(); if (myobjects!= null) int size = myobjects.size() if(size < 1) _myentities = new MySearchableEntity[0]; else _myentities = new MySearchableEntity[size]; else // handle the condition where you have no data objects b. Utilizzare un loop while per compilare una matrice di entità ricercabili. Enumeration objects = myobjects.elements(); int count = 0; while (objects.hasmoreelements()) c. Verificare se il servizio Unified Search ha inviato un comando pause. In caso affermativo, interrompere momentaneamente l'operazione di compilazione della matrice di entità ricercabili e inviare una notifica al servizio. 11

14 Definizione di una classe EntityBasedSearchable per gli oggetti SearchableEntity if (_wait) try synchronized(_monitor) observer.partiallycompleted(this, null, NotificationListener.TYPE_SEARCHABLE); _monitor.wait(); catch (InterruptedException e) observer.error(e); return; d. Quando l'applicazione riprende il controllo del thread, continuare a compilare la matrice di entità ricercabili. MyObject dataobject = (MyObject) objects.nextelement(); _myentities[count++] = new MySearchableEntity(dataObject, this); e. Notificare al servizio Unified Search l'avvenuto caricamento dei dati. observer.completed(this, NotificationListener.TYPE_SEARCHABLE); Il servizio Unified Search richiama getsearchableentities() oltre a recuperare la matrice compilata dall'utente. 9. In pause(), impostare la variabile _wait su true. Il servizio Unified Search chiama questo metodo quando desidera che l'applicazione interrompa il caricamento dei dati. public void pause() _wait = true; 10. In resume(), impostare la variabile _wait su false. Inoltre, notificare al metodo load() che può riprendere l'esecuzione. Il servizio Unified Search richiama resume() quando desidera che l'applicazione riprenda il caricamento dei dati. public void resume() _wait = false; synchronized(_monitor) _monitor.notifyall(); 11. In getsearchableentities(), restituire la matrice _myentities creata nel passaggio 8. public SearchableEntity[] getsearchableentities() return _myentities; 12

15 Definizione di una classe EntityBasedSearchable per gli oggetti SearchableEntity Personalizzazione della modalità di visualizzazione dei dati nei risultati della ricerca Il metodo geticon(), nelle interfacce EntityBasedSearchable e SearchableEntity, consente di specificare l'icona visualizzata nei risultati della ricerca. Nella funzionalità di ricerca universale nella schermata iniziale, i risultati della ricerca sono raggruppati dall'applicazione. Il metodo EntityBasedSearchable.getIcon() consente di specificare l'icona visualizzata per il gruppo. È possibile specificare anche un'icona per categorie diverse di entità ricercabili correlate. Ad esempio, se si crea un'applicazione per la catalogazione di libri, è possibile che si desideri disporre di icone diverse per le diverse categorie di libri, ad esempio best seller, edizioni complete e prime edizioni. Queste categorie corrispondono tutte a tipi di libri, quindi verrebbero logicamente classificate all'interno dell'unico oggetto EntityBasedSearchable utilizzato per la gestione di libri. Tuttavia, un'applicazione in grado di visualizzarli potrebbe offrire un suggerimento visivo per consentire a un utente di stabilire rapidamente se individuare un libro su uno scaffale regolare, uno scaffale di grandi dimensioni o in un ambiente controllato. In questo caso, è possibile creare tre classi SearchableEntity per riunire tre tipi diversi di oggetti-libro, ciascuno con la propria implementazione di geticon(). Tutte e tre le classi sarebbero tuttavia gestite da un singolo oggetto EntityBasedSearchable. Come specificare un'icona nella classe EntityBasedSearchable o SearchableEntity Before you begin: Includere un file grafico adatto all'utilizzo come icona nella cartella delle risorse del progetto. Per ulteriori informazioni sulla progettazione della grafica per i dispositivi BlackBerry, consultare le Istruzioni per l'interfaccia utente. 1. Importare le classi richieste. import net.rim.device.api.ui.image.image; import net.rim.device.api.ui.image.imagefactory; import net.rim.device.api.system.bitmap; 2. Creare una variabile di istanza per memorizzare l'icona. private Image _icon; 3. Importare il grafico nell'applicazione dalla cartella delle risorse. Bitmap img = Bitmap.getBitmapResource("icon.png") 4. Verificare la riuscita dell'importazione, quindi creare un'icona. if(img!= null) _icon = ImageFactory.createImage(img); else _icon = null; 5. In geticon(), restituire l'immagine. 13

16 Incapsulamento dei dati nella classe SearchableEntity public Image geticon() return _icon; Incapsulamento dei dati nella classe SearchableEntity Il servizio Unified Search indicizza i metadati esposti da un oggetto SearchableEntity. Il servizio restituisce anche un oggetto SearchableEntity come contenuto di un risultato della ricerca. È necessario preparare i dati delle applicazioni per il servizio, incapsulandolo nella classe SearchableEntity. import net.rim.device.api.unifiedsearch.searchfield; import net.rim.device.api.unifiedsearch.searchfieldcriteria; import net.rim.device.api.unifiedsearch.searchfieldcriterialist; import net.rim.device.api.unifiedsearch.entity.searchableentity; import net.rim.device.api.unifiedsearch.searchables.searchable; 2. Recuperare una matrice di oggetti SearchField da EntityBasedSearchable. SearchField[] searchfields = mysearchable.definesupportedsearchfields(); 3. Creare un oggetto SearchFieldCriteria per ciascuna proprietà ricercabile. Nel seguente esempio di codice, l'oggetto dei dati delle applicazioni myobject dispone di un metodo getproperty() che restituisce una stringa per un indice dato. Ad esempio, se myobject conteneva la descrizione di un libro, gli indici 0, 1 e 2 di getproperty() potrebbero restituire il nome, il distributore e il numero di pagine del libro. int size = searchfields.length SearchFieldCriteria[] criteria = new SearchFieldCriteria[size]; for (int i = size -1; i >= 0; --i) criteria[i] = new SearchFieldCriteria(searchfields[i], new String[] myobject.getproperty(i)); 4. Creare e compilare un oggetto SearchFieldCriteriaList per mantenere i criteri del campo di ricerca. SearchFieldCriteriaList _sfcl = new SearchFieldCriteriaList(); for (int i = size -1; i >= 0; --i) sfcl.addcriteria(criteria[i]); 5. Implementare getsearchcriteria() per restituire SearchFieldCriteriaList. pubic SearchFieldCriteriaList getsearchcriteria() return _sfcl; 6. In getdata(), restituire l'oggetto dei dati delle applicazioni. Per continuare con l'esempio del libro, questo metodo restituirebbe un oggetto che rappresenta il libro. public Object getdata() return myobject; 14

17 Specifying what users can do with your data in search results 7. In gettitle(), assegnare un titolo a questa entità ricercabile. Il testo del titolo viene visualizzato nei risultati della ricerca. Per continuare con l'esempio del libro, myobject.getname() potrebbe restituire il nome di un libro. public String gettitle() return myobject.getname(); 8. In getsummary(), fornire un riepilogo dei dati in questa entità ricercabile. Il testo del riepilogo viene visualizzato nei risultati della ricerca. Continuando con l'esempio del libro, myobject.getdescription() potrebbe restituire una descrizione del libro. public String getsummary() return myobject.getdescription(); 9. Implementare getsearchable(). Recuperare l'oggetto EntityBasedSearchable creato dall'applicazione per gestire questo oggetto e restituirlo. public Searchable getsearchable() return mypublisher.getsearchable(); 10. Definire le opzioni da visualizzare sul menu contestuale quando l'utente BlackBerry fa clic sull'entità in uso in un elenco di risultati della ricerca. Per ulteriori informazioni, consultare la sezione in cui sono specificate le attività di gestione dei dati nei risultati della ricerca consentite agli utenti. 11. Se si desidera che SearchableEntity visualizzi un'icona diversa da quella dell'applicazione in uso, specificare l'icona in geticon(). Per ulteriori informazioni, consultare la sezione "Personalizzazione della modalità di visualizzazione dei dati nei risultati della ricerca". Specifying what users can do with your data in search results When a user selects your search result and presses the menu key, the BlackBerry device displays a list of operations the user can perform with that data. For example, if your application holds recipes, you might want to enable your user to a recipe or add the ingredients to a shopping list from a list of search results. Each item in a search result represents a SearchableEntity object from an application that registered data with the Unified Search Service. The UiAction class helps you specify an operation that a user or an application can invoke on your SearchableEntity objects. In your application, you must create a UiAction subclass for each operation you want to make available to your user. You can expose your UiAction objects by using the getuiactions(object, UiAction[]) method of your SearchableEntity object. You must configure an alternate entry point for the Unified Search Service to execute the operation a user selects. 15

18 Specifying what users can do with your data in search results Specify an operation for a selected search result A UiAction subclass defines an operation that is available to users when they select an item in a list of search results provided by the Unified Search Service. The following steps demonstrate how to create a class named DisplayBookInfo that enables a user to display detailed information about a book in an application that stores information about books. 1. Import the required classes and interfaces. import net.rim.device.api.ui.image.image; import net.rim.device.api.ui.uiapplication; import net.rim.device.api.unifiedsearch.action.uiaction; 2. Declare a class that extends UiAction, and create an empty constructor. class DisplayBookInfo extends UiAction DisplayBookInfo () 3. In the runaction() method, retrieve the SearchableEntity object that the user selected from a search result. protected void runaction() BookEntity book = (BookEntity) this.getsearchableentity(); 4. In runaction(), Create an instance of the DisplayBookScreen class to display the book information. Provide the SearchableEntity object that you retrieved to the new screen object. DisplayBookScreen showbook = new DisplayBookScreen(book); 5. Invoke pushscreen() to make the new screen object visible. UiApplication.getUiApplication().pushScreen(showBook); 6. Implement the tostring() method to provide a description of the operation this class performs. public String tostring() return "Show book info"; 7. Implement the geticon() method to associate an icon with this operation. In this task, no icon is provided. public Image geticon() return null; 16

19 Specifying what users can do with your data in search results 8. In the getuiactions() method of your SearchableEntity class, populate the uiactions parameter with your actions like DisplayBookInfo. Change the uiactions array reference using the Arrays object. If you try to change the array without the Arrays object, you will create a local copy of the array. Your local copy is not passed back to the application that requested your UiAction objects. In the following code sample, the ActionTwo and ActionThree classes were added to provide a more complete example. public UiAction getuiactions(object contextobject, UiAction[] uiactions) ActionOne act1 = new ActionOne(this); Arrays.add(uiActions, act1); Arrays.add(uiActions, new ActionTwo()); Arrays.add(uiActions, new ActionThree()); 9. Return the UiAction object you want to highlight the menu of actions by default. return act1; Provide an alternate entry point for your application Your application must detect when the BlackBerry device activates it using an alternate entry point. The following steps demonstrate how to enable an application to accept an alternate entry point for a UiAction object. Before you begin: Configure an alternate entry point for your application. For more information about declaring an alternate entry point in your project, see Specify the alternate entry point settings for a BlackBerry application project. 1. Import the required classes and interfaces. import net.rim.device.api.ui.uiapplication; 2. Create the application framework by extending the UiApplication class. public class MyApp extends UiApplication public static void main(args[]) public MyApp(String entrypoint) 3. In the main() method, indentify whether a user launched the application from the Home screen of a BlackBerry device, or through a search result. This step assumes that you configured an alternate entry point for your project named uiaction. if( args!= null && args.length > 0 && args[0].equals("uiaction")) 4. Create an application object. Provide the entry point type as a parameter. 17

20 Specifying what users can do with your data in search results app = new MyApp("uiAction"); else app = new MyApp("user"); 5. Start your application. app.entereventdispatcher; 6. In your application constructor, indentify the entry point used to launch the application. if(entrypoint.equals("normal") 7. If the your appilcation was launched from the Home screen, display your first screen. pushscreen(new MyAppScreen()); 8. If a user launched your application from a search result, do nothing. The application that provided the search result prompts your application to execute the UiAction automatically. else Expose your UiAction objects You must implement the SearchableEntity.getUiActions(Object, UiActions[]) method to expose your UiAction objects. The following steps demonstrate how to expos an object based on a class named DisplayBookInfo, created in Create a UiAction subclass. Before you begin: Create a class that implements the SearchableEntity interface. For more information, see Encapsulate your data in the SearchableEntity class. 1. In your SeachableEntity implementation, import the Arrays class. import net.rim.device.api.util.arrays; 2. In your SearchableEntity.getUiAction(Object, UiAction[]) method, instantiate a DisplayBookInfo object. displayaction = new DisplayBookInfo(); 3. Invoke the setentrypointindex() method and specify a single parameter with a value of 1. This configures the UiAction object to use an alternate entry point for your application. displayaction.setentrypointindex(1); 4. In your SearchableEntity.getUiAction(Object, UiAction[]) method, invoke the Arrays.add() method to add displayaction to the UiAction[] parameter. Arrays.add(uiActions, displayaction); 18

/** * VETTORE DINAMICO elementi */ private Vector elementi; /** * METODO COSTRUTTORE */ public coda() { elementi=new Vector(); }

/** * VETTORE DINAMICO elementi */ private Vector elementi; /** * METODO COSTRUTTORE */ public coda() { elementi=new Vector(); } import java.util.*; class coda * Questa classe contiene tutti i metodi per la gestione della coda * @author D'Ambrosio Giovanni Classe 4D I.T.I.S. Grottaminarda * @version 26/02/2010 * VETTORE DINAMICO

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Finestra.java. static String nomicolonne[] = {"ind.","cognome","nome","telefono","e-mail"}; //nomi delle colonne della tabella

Finestra.java. static String nomicolonne[] = {ind.,cognome,nome,telefono,e-mail}; //nomi delle colonne della tabella import java.awt.*; import java.awt.event.actionevent; import java.awt.event.actionlistener; import java.awt.event.windowevent; import java.awt.event.windowlistener; import java.io.*; import java.util.*;

Dettagli

Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final

Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final romina.eramo@univaq.it http://www.di.univaq.it/romina.eramo/tlp Roadmap Definire una classe» Variabili membro» Metodi La parola chiave

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

BlackBerry Torch 9800 Smartphone

BlackBerry Torch 9800 Smartphone BlackBerry Torch 9800 Smartphone Manuale dell'utente Versione: 6.0 Per accedere ai manuali dell'utente più recenti, visitare il sito Web www.blackberry.com/docs/smartphones SWDT643442-941426-0127010155-004

Dettagli

Programmazione di rete in Java

Programmazione di rete in Java Programmazione di rete in Java Reti di calcolatori Una rete di calcolatori è un sistema che permette la condivisione di dati informativi e risorse (sia hardware sia software) tra diversi calcolatori. Lo

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL.

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL. Data: 8 Ottobre 2013 Release: 1.0-15 Feb 2013 - Release: 2.0 - Aggiunta procedura per inviare email da Windows con php Release: 2.1-20 Mar 2013 Release: 2.2-8 Ottobre 2013 - Aggiunta procedura per inviare

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

La fase di realizzazione. La fase di realizzazione (cont.) Traduzione in Java del diagramma degli use case

La fase di realizzazione. La fase di realizzazione (cont.) Traduzione in Java del diagramma degli use case Università degli Studi di Roma La Sapienza Corso di Laurea in Ingegneria dell Informazione Sede di Latina Corso di Laurea in Ingegneria dell Informazione Consorzio Nettuno La fase di realizzazione si occupa

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Integrare le MFC con Irrlicht. Sezione 1: Creazione del progetto. by Raffaele White tiger Mancuso

Integrare le MFC con Irrlicht. Sezione 1: Creazione del progetto. by Raffaele White tiger Mancuso Integrare le MFC con Irrlicht by Raffaele White tiger Mancuso In questo topic spiegherò come integrare irrlicht in un documento singolo MFC *(1). Io ho usato il visual c++ 6 ma la procedura dovrebbe essere

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

CONFERENCING & COLLABORATION

CONFERENCING & COLLABORATION USER GUIDE InterCall Unified Meeting Easy, 24/7 access to your meeting InterCall Unified Meeting ti consente di riunire le persone in modo facile e veloce ovunque esse si trovino nel mondo facendo sì che

Dettagli

Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2007-2008. - lezione 14 - Thread in Java

Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2007-2008. - lezione 14 - Thread in Java Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2007-2008 Alessandro Longheu http://www.diit.unict.it/users/alongheu alessandro.longheu@diit.unict.it - lezione 14 - Thread in Java 1 Cos è un

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java]

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java] Desideriamo realizzare una applicazione web che ci consenta di calcolare il fattoriale di un numero. L'esercizio in sé non particolarmente difficile, tuttavia esso ci consentirà di affrontare il problema

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

! Programmazione strutturata ! TDA. ! Classi, incapsulamento, ! OO. ! Scambio messaggi, eredità, polimorfismo. ! OO in Java

! Programmazione strutturata ! TDA. ! Classi, incapsulamento, ! OO. ! Scambio messaggi, eredità, polimorfismo. ! OO in Java Riassunto Rassegna API - 1 Stefano Mizzaro Dipartimento di matematica e informatica Università di Udine http://www.dimi.uniud.it/mizzaro/ mizzaro@uniud.it Programmazione, lezione 17 3 maggio 2015! Programmazione

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

OPER:01. Manuale dell'utente. it-it. Analisi operativa. Edizione 3. Scania CV AB 2015, Sweden

OPER:01. Manuale dell'utente. it-it. Analisi operativa. Edizione 3. Scania CV AB 2015, Sweden OPER:01 Edizione 3 it-it Manuale dell'utente Analisi operativa Scania CV AB 2015, Sweden Informazioni generali Informazioni generali Questo manuale dell'utente è stato redatto per i meccanici e i tecnici

Dettagli

Business Process Modeling and Notation e WebML

Business Process Modeling and Notation e WebML Business Process Modeling and Notation e WebML 24 Introduzione I Web Service e BPMN sono standard de facto per l interoperabilità in rete a servizio delle imprese moderne I Web Service sono utilizzati

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1 Networking Java permette comunicazioni in rete basate sul concetto di socket, che permette di vedere la comunicazione in termini di flusso (stream), in modo analogo all input-output di file, usando Stream

Dettagli

BlackBerry Q10 Smartphone. Versione: 10.1. Manuale utente

BlackBerry Q10 Smartphone. Versione: 10.1. Manuale utente BlackBerry Q10 Smartphone Versione: 10.1 Manuale utente Pubblicato: 15/10/2013 SWD-20131015110931200 Contenuti Introduzione... 9 BlackBerry 10: nuove applicazioni e funzionalità... 10 Introduzione... 14

Dettagli

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D Se avete un tablet android, ma non avete la minima idea di come accenderlo, usarlo e avviarlo, seguite queste nostre indicazioni 1. ATTIVAZIONE

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org 1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org In questo tutorial studiamo come sfruttare la tecnologia EJB, Enterprise JavaBean, all interno del SAP Netweaver Portal. In breve, EJB è un

Dettagli

Manuale dell'utente Vodafone Smart 4G

Manuale dell'utente Vodafone Smart 4G Manuale dell'utente Vodafone Smart 4G 1. Il telefono 1 1.1 Rimozione del coperchio posteriore 1 1.2 Ricarica della batteria 2 1.3 Scheda SIM e scheda microsd 3 1.4 Accensione/spegnimento e modalità aereo

Dettagli

Pila.h versione 6. class Pila { private: int marker; int * contenuto; public:

Pila.h versione 6. class Pila { private: int marker; int * contenuto; public: 1 Pila.h versione 6 struct Pila { private: int size; int defaultgrowthsize; int marker; int * contenuto; void cresci(int increment); public: Pila(int initialsize) ; Pila(); ~Pila() ; void copy(pila * to)

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Manuale dell'utente. Smart 4 turbo

Manuale dell'utente. Smart 4 turbo Manuale dell'utente Smart 4 turbo Alcuni servizi e applicazioni potrebbero non essere disponibili in tutti i Paesi. Per maggiori informazioni rivolgersi ai punti vendita. Android è un marchio di Google

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

P a s q u a l e t t i V e r o n i c a

P a s q u a l e t t i V e r o n i c a PHP: OOP Pasqualetti Veronica Oggetti Possiamo pensare ad un oggetto come ad un tipo di dato più complesso e personalizzato, non esistente fra i tipi tradizionali di PHP, ma creato da noi. 2 Gli oggetti

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database PROBLEMA Si vogliono inviare, periodicamente, i dati acquisiti da alcuni sensori ad un database presente su di un server. Arduino con shield Ethernet

Dettagli

Ambienti di sviluppo integrato

Ambienti di sviluppo integrato Ambienti di sviluppo integrato Un ambiente di sviluppo integrato (IDE - Integrated Development Environment) è un ambiente software che assiste i programmatori nello sviluppo di programmi Esso è normalmente

Dettagli

PostaCertificat@ Configurazione per l accesso alla Rubrica PA da client di Posta

PostaCertificat@ Configurazione per l accesso alla Rubrica PA da client di Posta alla Rubrica PA da client di Posta Postecom S.p.A. Poste Italiane S.p.A. Telecom Italia S.p.A. 1 Indice INDICE... 2 PREMESSA... 3 CONFIGURAZIONE OUTLOOK 2007... 3 CONFIGURAZIONE EUDORA 7... 6 CONFIGURAZIONE

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Ciclo di vita delle aevità Android Mobile Programming Prof. R. De Prisco

Ciclo di vita delle aevità Android Mobile Programming Prof. R. De Prisco Ciclo di vita delle aevità Ogni AcHvity ha dei metodi standard A(vità non esiste 1. oncreate() 2. onstart() 3. onresume() A(vità in esecuzione 4. onpause() 5. onstop() 6. ondestroy() A(vità non esiste

Dettagli

Il tuo manuale d'uso. SONY ERICSSON XPERIA X10 MINI PRO http://it.yourpdfguides.com/dref/2738418

Il tuo manuale d'uso. SONY ERICSSON XPERIA X10 MINI PRO http://it.yourpdfguides.com/dref/2738418 Può anche leggere le raccomandazioni fatte nel manuale d uso, nel manuale tecnico o nella guida di installazione di SONY ERICSSON XPERIA X10 MINI PRO. Troverà le risposte a tutte sue domande sul manuale

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute DNS: Domain Name System I name DNS Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP ( bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Lezione 1 Cosa è la Programmazione Orientata agli Oggetti Metodologia per costruire prodotti software di grosse dimensioni che siano affidabili e facilmente

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Corso di Programmazione ad Oggetti

Corso di Programmazione ad Oggetti Corso di Programmazione ad Oggetti Introduzione alla programmazione ad oggetti a.a. 2008/2009 Claudio De Stefano 1 La programmazione modulare Un programma può essere visto come un insieme di moduli che

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Il software descritto nel presente

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Arduino: Programmazione

Arduino: Programmazione Programmazione formalmente ispirata al linguaggio C da cui deriva. I programmi in ARDUINO sono chiamati Sketch. Un programma è una serie di istruzioni che vengono lette dall alto verso il basso e convertite

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment Bloodshed Dev-C++ Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio IDE = Integrated Development Environment Gerardo Pelosi 01 Ottobre 2014 Pagina 1 di 8 Dev-C++ - Installazione Potete

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

Attiva la APP di GoToMeeting. Clicca su ATTIVA APP

Attiva la APP di GoToMeeting. Clicca su ATTIVA APP Questo breve manuale ha lo scopo di mostrare la procedura con la quale interfacciare la piattaforma di web conferencing GoToMeeting e la tua piattaforma E-Learning Docebo. Questo interfacciamento consente

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

/*dichiarazioni*/ // le frasi sono contenute in stringhe, cioè array di char char f1[max]; int i, giusto,len;

/*dichiarazioni*/ // le frasi sono contenute in stringhe, cioè array di char char f1[max]; int i, giusto,len; /* Date in ingresso una frase, dire se una è palindroma */ #include #define MAX 100 int main() /*dichiarazioni*/ // le frasi sono contenute in stringhe, cioè array di char char f1[max]; int i,

Dettagli

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati.

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. gestione documentale I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. In qualsiasi momento e da qualsiasi parte del mondo accedendo al portale Arxidoc avete la possibilità di ricercare, condividere

Dettagli

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Algebra di Boole: Concetti di base Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Algebra di Boole E un algebra basata su tre operazioni logiche OR AND NOT Ed operandi che possono

Dettagli