VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14"

Transcript

1 Fipav Monza Brianza VADEMECUM GARE CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Il presente fascicolo è parte integrante delle Circolari di Indizione di tutti i Campionati Provinciali Stagione Agonistica 2013/14

2 COMUNICAZIONI DA PARTE DELLE SOCIETA Tutte le comunicazioni da parte delle Società devono essere effettuate per iscritto all indirizzo verificandone la regolare ricezione. Parte Prima: CAMPO DI GARA INFRASTRUTTURE PALLONI 1. OMOLOGA DEI CAMPI DI GARA Gli affiliati hanno l obbligo di disputare le gare in un campo nell ambito della provincia di appartenenza o, per comprovata carenza di impianti, in comuni limitrofi di altra provincia previa autorizzazione dell organismo competente (vedi art. 2 Regolamento Gare). L omologa del campo di gara è la procedura attraverso la quale l organismo competente accerta e attesta, ai fini sportivi, l esistenza dei requisiti, delle misure e delle attrezzature previste dalle disposizioni federali per il regolare svolgimento delle gare. L'omologa non potrà essere concessa se i campi di gioco non rispondono ai requisiti ed alle misure fissate nelle Regole di Gioco e nelle norme emanate con le circolari di indizione. L'omologa dovrà essere rinnovata ogni anno ed il relativo verbale dovrà essere tenuto sempre a disposizione dell'arbitro. Ogni variazione apportata al campo di gioco dovrà essere comunicata all'organismo competente per l'omologa il quale, nel caso, procederà ad una nuova omologa. Il primo arbitro è l'unico giudice insindacabile dell'agibilità del campo, nonché dello stato del terreno di gioco e delle attrezzature prima e durante la gara. Qualora il primo arbitro, prima dell'inizio di una gara, di sua iniziativa o dietro formale reclamo da parte della squadra ospitata, accerti l'esistenza di gravi irregolarità di campo non immediatamente eliminabili, esigerà che l'affiliato ospitante reperisca un campo regolamentare sul quale far disputare l'incontro. La partita dovrà avere inizio entro un periodo di tempo determinato dall arbitro come congruo rispetto alla situazione ma comunque non superiore alle due ore rispetto all orario di inizio previsto. Nel caso che non vi sia un campo di riserva non farà disputare l'incontro e la squadra ospitante, in sede di omologa del referto, sarà dichiarata perdente con il punteggio più sfavorevole. L'arbitro ha facoltà di dichiarare inagibile un campo anche omologato se fossero variate le condizioni riportate nel verbale, ed applicherà quanto previsto nel precedente comma Gli affiliati che non siano in grado di presentare il verbale di omologa saranno puniti con la multa. 2. AGIBILITA DEL CAMPO DI GARA Il campo deve essere messo a disposizione della Società ospitata almeno quaranta minuti prima dell inizio della gara. La competenza in merito alla sua agibilità spetta esclusivamente all Arbitro, il quale ha il potere di omologare a vista l impianto qualora non sia possibile esibire il verbale d omologa. Ogni contestazione in merito (misure di rispetto, illuminazione, riscaldamento, eccesso di pubblico, ecc.) deve essere avanzata dal capitano della squadra interessata all Arbitro prima dell inizio della gara; lo stesso Arbitro, a suo insindacabile giudizio, qualora non fosse possibile risolvere il problema, deciderà irrevocabilmente se fare o meno disputare la gara su quel campo. Pagina 2 di 11

3 3. INFRASTRUTTURE DEL CAMPO DI GARA I campi di gara dovranno avere le seguenti caratteristiche: Libero accesso al pubblico. Altezza non inferiore a m.7 sull intera area di gioco (terreno e zona libera). Zona libera laterale di rispetto, vietata al pubblico e libera da ogni ostacolo, non inferiore a m. 3,00. Zona di servizio, libera da ostacoli (anche aerei), non inferiore a m. 3,00. Spogliatoi per le squadre. Spogliatoio per arbitri, dotato di porta e relativa chiave, tavolino e sedia. Panchine sufficienti per riserve e dirigenti. Seggiolone arbitrale a tribuna (non tipo tennis). Protezioni adeguate per pali e, se necessario, per seggiolone arbitrale. un tabellone segnapunti manuale od elettronico con relativo addetto Le Deroghe a quanto sopra specificato sono presenti nella Lettera di Indizione ai Campionati del Comitato di Monza Brianza. 4. MESSA A DISPOSIZIONE DEL CAMPO DI GARA Nei campionati regionali e provinciali il campo deve essere a disposizione delle squadre almeno 40 minuti prima dell'inizio della gara; nel caso del protrarsi di gare precedenti che terminano a ridosso della gara successiva, gli arbitri dovranno comunque garantire i 40 minuti di riscaldamento, compreso il protocollo di gara. 5. INDISPONIBILITA DEL CAMPO DI GARA Qualora la Società ospitante, per impreviste e comprovate cause di forza maggiore, non sia in grado di far disputare la gara sul campo previsto, a richiesta dell Arbitro dovrà reperire un altro campo agibile (ad insindacabile parere dell Arbitro) entro il termine di tempo stabilito dallo stesso; ciò obbliga la Società ospitata a disputare comunque la gara, pena essere dichiarata rinunciataria, con le relative conseguenze. 6. SPOGLIATOIO ARBITRI Deve essere messo a disposizione degli Arbitri uno spogliatoio agibile e pulito, dotato di tavolo e sedia per consentire al Segnapunti e all Arbitro il regolare completamento e chiusura del referto, la sua porta deve essere munita, possibilmente, di serratura funzionante e della relativa chiave. 7. SPOGLIATOIO ATLETI Agibile, pulito e dotato di docce, panche o sedie, porta (possibilmente con serratura funzionante e chiave), deve essere messo a disposizione della Società ospitata con un congruo anticipo sull orario di gara. 8. I PALLONI Tutti gli incontri ufficiali dei campionati provinciali si devono disputare esclusivamente con palloni colorati della marca MIKASA e MOLTEN, in tutti i tipi e modelli omologati dalla FIVB, al punto 1.2 della Volleyball sports material, Team Equipment & Advertising guidelines for FIVB World and Official Competition (editions: 27 may 2009 (r18) e 24 february 2010 (r19)). Per maggiore chiarezza si riportano i modelli dei palloni da poter utilizzare: MIKASA: MVA 200, MVA 300 MOLTEN: V5M 5000 Pagina 3 di 11

4 Parte Seconda: LE GARE 9. CALENDARI UFFICIALI Al ricevimento dei calendari ufficiali è fatto obbligo di controllare l esatta stesura di tutte le gare. Nel caso di eventuali discordanze segnalare immediatamente e per iscritto alla C.P.G. La formulazione dei calendari di gara di una qualsiasi fase di un Campionato e gli eventuali successivi spostamenti disposti dalla C.P.G. non possono essere oggetto di contestazione e pertanto eventuali reclami od appelli da parte dei Sodalizi saranno dichiarati inammissibili. 10. RITIRO DAI CAMPIONATI Il ritiro dal campionato comporta la perdita della quota d iscrizione ed una sanzione pecuniaria il cui importo è stabilito dalle circolari di indizione dei campionati. Una Squadra che si ritiri dal campionato nella regular-season (sia nel girone di andata che di ritorno) o rinunci per la seconda volta ad una gara dello stesso, sarà dichiarata rinunciataria e retrocessa al Campionato Provinciale più basso che potrà disputare l anno successivo; inoltre non potrà essere ripescata e subirà anche una sanzione pecuniaria. Ai fini della classifica ufficiale non si terrà alcun conto dei risultati conseguiti dalla stessa che non figurerà nella classifica finale. Se il ritiro o le due rinunce avvengono in una fase di play-off e cioè a regular-season conclusa, la Squadra dichiarata rinunciataria verrà classificata all ultimo posto nella fase dei play-off che doveva disputare e le sarà comminata una sanzione pecuniaria; potrà invece essere ripescata. Se il ritiro avviene per sopravvenuta insufficienza di atleti durante la gara, mantiene i punti acquisiti nella gara sino a quel momento e non è considerata rinunciataria ai fini della classifica. 11. RINUNCE DURANTE IL CAMPIONATO L affiliato che rinuncia a giocare un incontro di campionato subisce la perdita della partita e la penalizzazione di tre punti in classifica ed una sanzione pecuniaria. Qualora durante lo svolgimento del campionato un affiliato rinunci per due volte o si ritiri o, per qualsiasi altro motivo, sia escluso dal campionato stesso, ai fini della classifica ufficiale non si terrà alcun conto dei risultati conseguiti dall affiliato in difetto. La mancata partecipazione alle fasi successive della Regular Season dei campionati di Serie e di Categoria comporta una sanzione pecuniaria. 12. DATA E ORARI DELLE GARE Tutti gli incontri devono svolgersi nel giorno, all ora e sul campo fissato in calendario salvo i casi di forza maggiore riconosciuti validi dall arbitro, come previsto dagli articoli 14, 15 e 23 del Regolamento Gare. 13. GARE A CONCENTRAMENTO Le gare a concentramento verranno disputate al meglio di 2 set su 3 oppure con la formula dei 3 set fissi (entrambe con Rally Point System e con il terzo set a 25 punti con cambio di campo a 13): la formula di gioco da adottare verrà specificata nelle Lettere Accompagnatorie di ogni singolo Campionato. Qualora sia prevista la presenza di Arbitri Federali le gare dovranno avere inizio: il Sabato tra le ore e le ore la Domenica al mattino tra le ore 9.00 e le ore e al pomeriggio tra le ore e le ore alternativamente gli orari delle gare dovranno rispettare quanto espresso nelle Circolari di Indizione ai Campionati. Pagina 4 di 11

5 Qualora sia prevista la presenza di Arbitri Associati ciascuna gara dovrà essere diretto da un Arbitro Associato messo a disposizione dalla Società che in quel turno non è coinvolta nell incontro: Esempio: Girone X costituito da: Squadra A, Squadra B, Squadra C L incontro Sq. A Sq. B sarà diretto dall Arbitro Associato della Sq. C L incontro Sq. B Sq. C sarà diretto dall Arbitro Associato della Sq. A L incontro Sq. C Sq. A sarà diretto dall Arbitro Associato della Sq. B In caso di accordo delle tre Squadre partecipanti tutte le gare potranno essere dirette da un unico Arbitro Associato messo a disposizione dalla Squadra ospitante l incontro o da una delle due ospiti. Il segnapunti associato per tutte le gare dovrà essere messo a disposizione dalla Società Ospitante l incontro. 14. SPOSTAMENTI GARA CALENDARIO PROVVISORIO Le modifiche ai calendari provvisori sono possibili in questi termini: Le modifiche al calendario provvisorio possono essere richieste unicamente dalla squadra ospitante l incontro. All'interno della stessa giornata di gara è buona norma concordare e/o avvisare sempre e comunque la Società controparte interessata Al di fuori della giornata di gara, o in caso di inversione andata/ritorno, deve pervenire (tramite mail all indirizzo l accordo da parte di entrambe le Società I calendari definitivi non potranno più essere modificati se non attraverso spostamento gara ufficiale richiesto tramite il portale mps-service. NOTA BENE: a calendario provvisorio la squadra avversaria non viene avvisata automaticamente dal sistema mpsservice della richiesta di spostamento, pertanto è buona norma concordare e/o avvisare sempre la squadra avversaria prima di effettuare la richiesta di spostamento. Le modalità di RICHIESTA SPOSTAMENTO GARA PROVVISORIO sono pubblicate sul sito nella sezione SOCIETA MODULISTICA. NON VERRANNO ACCETTATI SPOSTAMENTI A DATA DA DESTINARSI O IN DATA SUCCESSIVA ALLA FINE DEL CAMPIONATO. 15. SPOSTAMENTI GARA CALENDARIO DEFINITIVO Le modifiche ai calendari definitivi sono possibili in questi termini: La richiesta deve pervenire entro e non oltre i 5 giorni lavorativi antecedenti la data indicata a calendario ufficiale (in caso di anticipo dell incontro è necessario che l accordo tramite il portale mps-service pervenga entro e non oltre i 5 giorni lavorativi antecedenti la disputa della gara). Gli spostamenti dovranno essere effettuati nei limiti dei giorni e orari indicati nelle circolari di Indizione ai Campionati oppure nelle lettere accompagnatorie ai Calendari della Stagione Sportiva Le modalità di RICHIESTA SPOSTAMENTO GARA DEFINITIVO sono pubblicate sul sito nella sezione SOCIETA MODULISTICA. Qualora si verifichi la necessità di modificare il giorno di gara di TUTTE le gare casalinghe a Calendario sarà possibile effettuare un unico spostamento multiplo che comporterà il pagamento di un unica tassa di spostamento inviando una richiesta con carta intestata firmata dal Presidente della Società e indicante le motivazioni della variazione richiesta. NON VERRANNO ACCETTATI SPOSTAMENTI A DATA DA DESTINARSI O IN DATA SUCCESSIVA ALLA FINE DEL CAMPIONATO. Pagina 5 di 11

6 16. MODIFICA D UFFICIO DI DATE, ORARI E CAMPI DI GARA E facoltà della C.P.G. di spostare d ufficio le gare provinciali, qualora ne ravvisasse l esigenza, nei seguenti casi: disputa di finali provinciali, regionali, interregionali o nazionali dei Campionati di Categoria; elezioni politiche od amministrative ed eventuali referendum locali e/o nazionali indetti da Organi dello Stato. La concomitanza di gare di campionati di categoria e gare di campionati maggiori non costituisce motivi di rinvii. NON VERRANNO ACCETTATI SPOSTAMENTI A DATA DA DESTINARSI O IN DATA SUCCESSIVA ALLA FINE DEL CAMPIONATO. 17. RECUPERI I recuperi delle gare non disputate devono essere effettuati prima dell ultima giornata di calendario del campionato regolare. In caso di disaccordo fra le due società, lo stesso potrà essere fissato d ufficio dalla C.P.G. Parte Terza: LE SQUADRE E GLI ATLETI 18. L ELENCO ATLETI Diversamente da quanto comunicato nelle circolari di indizione ai campionati stagione 2013/14 (Prot. 95/CPG & 97/CPG) le società non sono più tenute a presentare l elenco atleti di ciascuna squadra ad eccezione di quelle che partecipano con più di una squadra ad uno stesso campionato di Serie o di Categoria. 19. VISITE MEDICHE DI IDONEITA' AGONISTICA (Norme Campionati Stag. 2013/14) Per tutti gli/le atleti/e che partecipano ai Campionati Provinciali è prevista l'obbligatorietà della visita medica di idoneità agonistica a partire dal Campionato di Under 13 compreso, come specificato nelle Principali Norme della Stagione emanato dalla Fipav. 20. SECONDO LIBERO Nei campionati di serie è previsto l utilizzo del Libero e del Secondo Libero: per il Settore Femminile Under 20 (nate nel 1994 e successivi) e per il Settore Maschile Under 21 (nati nel 1993 e successivi). Per la categoria è previsto l utilizzo del Libero e del Secondo Libero esclusivamente nei Campionati di Under 19, 17 e 15 Maschile, Under 18 e Under 16 Femminile. Pertanto ogni squadra potrà iscrivere a referto: 12 atleti/e senza alcun Libero oppure 11 atleti/e e un Libero oppure 11 atleti/e e due Libero di cui uno/a secondo i limiti di età su riportati. La normativa sull utilizzo del Secondo Libero è riportata nelle Modalità Operative per la S.A. 2013/2014 pubblicate On Line nella sezione CAMPIONATI della GUIDA PRATICA : 21. PARTECIPAZIONE AI DIVERSI CAMPIONATI Un giocatore che ha preso parte ad un campionato di serie superiore non può giocare in uno di serie inferiore nella stessa stagione sportiva. Tale limitazione non esiste per le atlete femmine nate nell anno 1996 e successivi che potranno disputare fino a 10 gare nel campionato di serie di Prima Divisione Femminile senza pregiudicare la loro partecipazione al Campionato di Terza Divisione o Terza Divisione Under 21 Femminile e gli atleti maschi nati nell anno 1995 e successivi che potranno disputare fino a 10 gare nel campionato di serie di Prima Divisione Maschile senza pregiudicare Pagina 6 di 11

7 la loro partecipazione al Campionato di Seconda Divisione Maschile (dopo la 11^ presenza nel campionato superiore non potranno più partecipare a gare della serie inferiore). Si precisa che la norma si applica soltanto su due campionati di serie per atleta e pertanto un atleta durante la stagione può disputare gare al massimo in due campionati di serie. Per gli atleti trasferiti è vincolante, ai fini della partecipazione ai campionati, la data del trasferimento stesso. Pertanto un giocatore trasferito oltre il termine previsto per un determinato campionato non può partecipare a quel campionato né a quelli superiori. Nel caso di ritiro da un campionato di una squadra, le gare annullate non contano ai fini della classifica, ma agli atleti che sono scesi in campo in queste gare viene comunque conteggiata la presenza in campo. 22. IL CAMP3 L elenco dei componenti le squadre, completato con l indicazione, per ciascun giocatore, del numero riportato sulla maglia e sottoscritto dal capitano deve essere consegnato all arbitro, dal capitano, almeno trenta minuti prima dell inizio dell incontro per essere trascritto sul referto di gara. I giocatori non compresi nell elenco non possono prendere parte alla gara. 23. ASSENZA SQUADRA IN CAMPO La squadra che non sia in grado di iniziare il gioco entro i trenta minuti successivi all ora indicata a calendario ufficiale verrà considerata rinunciataria con conseguente applicazione delle disposizioni di cui all articolo 13 del Regolamento Gare. In questa ipotesi, al referto deve essere allegato l elenco dei giocatori consegnato all arbitro dal capitano della squadra presente. L arbitro è tenuto a fare l appello dei giocatori componenti la squadra in campo. Se entro il termine d attesa la squadra assente preannuncia con qualunque forma il ritardo dovuto ad evento non colpevole, l arbitro potrà proporre il tempo d attesa secondo le necessità e comunque non oltre due ore. Nel caso che l assenza sia determinata da evento non colpevole, la squadra assente dovrà inviare all indirizzo un documento su carta intestata firmata dal Presidente della Società descrivente la circostanza verificatasi entro le 24 ore dall orario di inizio della gara indicata a calendario ufficiale. In sede di omologa il Giudice Unico non riscontrando la colpa disporrà per il recupero della gara. Qualora non sia prevista la presenza dell arbitro federale: Se è assente la squadra ospitante l incontro: sarà cura della squadra ospite consegnare unitamente al CAMP3 della propria squadra una dichiarazione su carta intestata firmata dal Presidente della Società descrivente la circostanza verificatasi entro le 48 ore dall orario di inizio della gara indicata a calendario ufficiale Se è assente la squadra ospite l incontro: sarà cura della squadra ospitante consegnare entro le 48 ore dall orario di inizio della gara indicata a calendario ufficiale il referto di gara unitamente al CAMP 3 della propria squadra Se ambedue le squadre non si presentano regolarmente sul campo, entrambe verranno considerate come rinunciatarie e la gara verrà omologata con il punteggio più sfavorevole ad entrambe le squadre e con la penalizzazione di tre punti in classifica, oltre alla sanzione pecuniaria. Le disposizioni contenute nel presente articolo si applicano anche quando venga presentata in campo una squadra avente una composizione numerica inferiore a sei giocatori. Parte Quarta: GLI UFFICIALI DI GARA 24. GLI UFFICIALI DI GARA Gli arbitri di tutte le gare dei Campionati di Serie di Prima e Seconda Divisione Femminile e Maschile saranno a cura del Comitato Provinciale. Le Società partecipanti ai Campionati di Terza Divisione e Terza Divisione Under 21 Femminile sono tenute a disporre di almeno un Arbitro Associato regolarmente tesserato per la Stagione 2013/14. Ciascuna gara verrà pertanto Pagina 7 di 11

8 diretta dall arbitro associato della Società ospitante (eventuali diverse disposizioni a riguardo verranno comunicate durante la Stagione Agonistica). Gli arbitri di tutte le gare della prima fase dei campionati di Categoria Under 19, Under 18, Under 17, Under 16 saranno a cura del Comitato Provinciale. Le gare della 1 fase dei campionati provinciali di Under 15, Under 14 e Under 13 (Femminile e Maschile 6 vs 6) dovranno essere arbitrate da un Arbitro Associato regolarmente tesserato per la Stagione 2013/2014 messo a disposizione dalla Società ospitante. Per le fasi successive seguiranno specifiche in base alla formula adottata e descritta nelle Lettere Accompagnatorie ai Calendari Ufficiali. Le gare del campionato provinciale dell Under 13 Maschile 3 vs 3 dovranno essere dirette con il sistema dell autoarbitraggio, ogni atleta a rotazione verrà designato per arbitrare le gare, o le gare stesse potranno essere disputate anche senza arbitraggio esterno. In caso di spostamento di una gara sul campo della squadra avversaria sarà comunque cura della squadra precedentemente ospitante l incontro disporre di un Segnapunti Associato regolarmente tesserato per la Stagione 2013/2014 (qualora la gara non preveda la presenza dell Arbitro Federale dovrà disporre anche di un Arbitro Associato). E facoltà delle due squadre accordarsi per utilizzare Arbitro e Segnapunti associato messo a disposizione dalla squadra avversaria. Tutte le Società ospitanti sono tenute a disporre di un Segnapunti Associato regolarmente tesserato per la Stagione 2013/ ASSENZA DEGLI UFFICIALI DI GARA Nell eventualità in cui gli Arbitri non siano presenti sul campo di gioco, le Società che non sono state preventivamente informate dal Comitato di Monza Brianza della mancata designazione di un direttore di gara devono attendere 30 minuti dall orario previsto di inizio gara. Trascorso tale termine, le due squadre possono disputare la partita affidando la direzione dell incontro a tesserati o/e persone presenti, previa accettazione scritta, sul referto, da parte dei capitani di entrambe le squadre; se ciò non fosse possibile le due società si dovranno accordare sul giorno di recupero. 26. RICONOSCIMENTO PARTECIPANTI ALLA GARA All Arbitro è consentito effettuare il riconoscimento senza documenti esclusivamente per conoscenza diretta; per l effettuazione del riconoscimento ufficiale deve essere obbligatoriamente esibito il documento d identità personale in originale (rilasciato dalle autorità competenti) di tutti i partecipanti iscritti in elenco atleti, pena la loro esclusione dalla gara stessa. Per gli atleti minorenni l identità può essere attestata con un Certificato di Nascita in carta semplice sul quale dovrà essere apposta la loro fotografia e legalizzata dalle Amministrazioni Comunali ai sensi dell Art. 34 D.P.R. 445/2000. In assenza del documento d identità è consentito sottoscrivere un autocertificazione da parte dell atleta o del genitore se atleta minorenne; detta autocertificazione, munita di fotografia firmata, sarà ritirata dall Arbitro ed inviata al Giudice Unico per eventuali successive verifiche. Le disposizioni sopra indicate non consentono alcun tipo di deroga, nè possono essere ammessi documenti sostitutivi muniti di fotografia (ad es. tessere ferroviarie, abbonamenti, ecc.). 27. REFERTO I dati contenuti nel referto ricostruiscono la realtà oggettiva della gara e non possono in alcun caso essere contestati in sede di omologa o di procedimento disciplinare (art. 37 Regolamento Gare). In caso di errori del Segnapunti, tutte le contestazioni (posizioni, rotazioni, cambi palla, punti parziali e finali, ecc.) devono essere sollevate ritualmente sul campo da parte del capitano segnalandole all Arbitro al verificarsi del fatto; a questi compete insindacabilmente la decisione. Dopo il termine l Arbitro non ha invece il potere di far riaprire la gara stessa per far recuperare eventuali punti o ridisputare uno o più set. Pagina 8 di 11

9 In tutte le gare dove non è presente l Arbitro designato, le Società sono tenute a consegnare entro 7 giorni dalla disputa dell incontro il referto gara, completo di elenchi atleti, alla Commissione Organizzativa Gare. Le Società inadempienti saranno sanzionate dal G.U. Provinciale. Il Comitato di Monza Brianza ha istituito tre punti di raccolta dove è possibile lasciare i referti in alternativa alla sede del Comitato: VAREDO Palazzetto dello Sport - via Italia BIASSONO Scuola Media Verri - via Locatelli BESANA BRIANZA c/o Colombo Roberto - Via Pozzi 17/b Parte Quinta: LA CLASSIFICA 28. SISTEMA DI PUNTEGGIO E CLASSIFICA La classifica viene stilata come segue: Gare 3 set su 5 Gare 2 set su 3 3 punti per la vittoria: 3-0 e 3-1; punti per la vittoria: 3-2; punto per la sconfitta: 2-3; punti per la sconfitta: 1-3 e 0-3; punti di penalizzazione in caso di rinuncia. Nel caso di più squadre a pari punti, la graduatoria viene stabilita, in ordine prioritario, come segue: 1 in base al maggior numero di gare vinte; 2 in base al miglior quoziente set; 3 in base al miglior quoziente punti; 29. CLASSIFICA AVULSA I criteri per stabilire la classifica tra squadre della stessa serie ma partecipanti a gironi diversi (classifica avulsa), in ordine prioritario, sono i seguenti: a) miglior posizione nella classifica del girone; b) miglior quoziente ottenuto dividendo i punti conquistati in classifica per il numero delle gare disputate; c) maggior numero di gare vinte; d) miglior quoziente set; e) miglior quoziente punti. La classifica avulsa si applica nel caso in cui nelle circolari di indizione dei vari campionati non siano stabilite modalità diverse per definire la graduatoria delle squadre. 30. SET DI SPAREGGIO Nelle manifestazioni nelle quali si prevedono turni con partite di andata e ritorno senza spareggio, i criteri di passaggio del turno in caso di parità sono i seguenti: In caso di una vittoria per parte passa il turno la squadra che ha vinto con il miglior punteggio set Nel caso di una vittoria per parte con identico punteggio set si disputerà, sempre sul campo della gara di ritorno, un set supplementare di spareggio. Questo set supplementare (tie-break) si giocherà con le stesse modalità del 5 set di una gara. L intervallo fra il termine dell incontro e la disputa del set supplementare sarà di 5 minuti; il set supplementare verrà registrato su un nuovo referto di gara utilizzando lo spazio riservato al 5 set, specificando nel rapporto di gara la caratteristica dell evento. Pagina 9 di 11

10 Parte Sesta: Notizie Utili 31. COMUNICAZIONI DELLA COMMISSIONE ORGANIZZATIVA GARE PROVINCIALE La principale forma di comunicazione da parte della Commissione Organizzativa Gare Provinciale in merito alla struttura dei Campionati, ai calendari ufficiali, ai recuperi e/o spostamenti di gare, alle autorizzazioni di tornei e gare amichevoli, viene effettuata per iscritto mediante il mezzo più opportuno ( , lettera, telefax, telegramma, raccomandata con o senza avviso di ricevimento). Questa disposizione è molto importante in quanto tutela i Sodalizi da eventuali disguidi ma, al tempo stesso, li espone al rischio che la notifica venga effettuata ad un nominativo segnalato in precedenza e non più facente parte della Società o irreperibile perché frequentemente assente. E quindi indispensabile che le Società si premurino di comunicare, tempestivamente e per iscritto, alla Federazione (nella fattispecie al Comitato Provinciale) qualsiasi variazione dell indirizzo , del recapito telefonico (possibilmente dell abitazione, dell ufficio, fax e del cellulare) o del nominativo al quale viene recapitata la corrispondenza; in difetto non potranno essere formulate scusanti. 32. SERVIZIO RISULTATI Il messaggio riportante il Risultato delle Gare deve essere inviato obbligatoriamente entro 24 ore dall orario di disputa dell incontro come sotto specificato. Al termine degli incontri dei Campionati di Serie l invio dell SMS-risultato è di competenza dell arbitro federale messo a disposizione dal Comitato. Qualora la gara non sia diretta da un arbitro federale l invio dell SMSrisultato spetta alla Società ospitante l incontro. Per tutte le gare della Regular Season di Terza Divisione e Terza Divisione Under 21 Femminile l invio dell SMSrisultato spetta sempre alla Società ospitante l incontro. Al termine di tutti gli incontri dei Campionati di Under 18 Femminile ed Under 16 Femminile l invio dell SMSrisultato è di competenza dell arbitro federale messo a disposizione dal Comitato. Qualora la gara non sia diretta da un arbitro federale l invio dell SMS-risultato spetta alla Società ospitante l incontro. Per tutte le gare della prima fase dei Campionati di Under 15M, Under 14 e Under 13 (Femminile e Maschile 6 vs 6) dove, di norma, non è previsto l invio dell arbitro federale, l invio dell SMS-risultato spetta sempre alla Società ospitante l incontro; per le fasi successive seguiranno specifiche in base alla formula adottata e descritta nelle Lettere Accompagnatorie ai Calendari Ufficiali. Per tutte le gare dei Campionati di Under 19, Under 17 e Under 13 Maschile 3 vs 3 l invio dell SMS-risultato spetta sempre alla Società ospitante l incontro. La Società che provvede all invio del messaggio è tenuta a verificare la registrazione del risultato, completo di parziali, sul portale mps-service; in caso di disguidi è necessario che provveda ad inviare una mail all indirizzo Le modalità di invio del risultato sono pubblicate sul sito nella sezione SOCIETA MODULISTICA. 33. MODALITA DI VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI E DELLE MULTE Tutti i contributi dovranno essere versati tramite bonifico bancario IBAN N: IT 68O o conto corrente postale n intestato a FIPAV MONZA BRIANZA VIA D.ALIGHIERI N AGRATE BRIANZA (MB) entro le scadenze previste. Pagina 10 di 11

11 Si ricorda che tutti i versamenti dovranno essere effettuati a nome della Società (e non del singolo dirigente) indicando la causale ed il codice di Affiliazione della Società stessa. I contributi ed i rispettivi termini di pagamento sono indicati nel portale Mps-Service nel quale la Società dovrà indicare il n. cro del bonifico bancario o gli estremi del bollettino postale. Le Società sono tenute al rispetto delle scadenze indicate. 34. RICHIESTE DI AUTORIZZAZIONE DI TORNEI O GARE AMICHEVOLI (Regolamento Gare pag. 2) Tutti i campionati e i tornei federali hanno la precedenza sui tornei e gare amichevoli. Pertanto, ogni autorizzazione si intende concessa con implicita salvezza degli impegni societari nei campionati e tornei federali. Tutte le manifestazioni devono essere preventivamente autorizzate dal Comitato Provinciale di Monza Brianza secondo il criterio della territorialità e non del campionato di appartenenza. Pertanto la richiesta dovrà pervenire almeno 10 giorni prima dell inizio del torneo o gara a firma del Presidente ed indicante: le squadre partecipanti specificandone il livello con la relativa Provincia di appartenenza, la data o date, orari ed indirizzi dei campi di gara, regolamento, composizione della Commissione Esecutiva (per i soli tornei), indirizzo e recapito telefonico degli oorganizzatori, eventuali richieste in merito alle designazioni Arbitrali e la ricevuta attestante il versamento della relativa tassa. Dovrà essere indirizzata: al proprio Comitato Provinciale se tutte le squadre partecipanti appartengono alla stessa Provincia; al Comitato Regionale, con copia al proprio Comitato Provinciale, se le partecipanti appartengono alla stessa Regione; alla Commissione Organizzativa Gare Nazionali, con copia al Comitato Regionale ed al Comitato Provinciale, se vi è anche una sola partecipante di altra Regione od altra Nazione o la nostra rappresentativa nazionale e/o militare. Si rammenta che la partecipazione a tornei e/o gare amichevoli non autorizzati comporta il deferimento di tutti i partecipanti (organizzatori, sodalizi, dirigenti, tecnici, atleti, arbitri, ecc.) oltre alla mancata copertura assicurativa. 35. RECAPITI COMMISSIONE PROVINCIALE GARE Sede ed indirizzo della corrispondenza VIA DANTE ALIGHIERI AGRATE B.ZA Telefono Fax Servizio risultati - SMS Servizio risultati - Sito Internet Apertura al pubblico Commissione Provinciale Gare Lunedì e Mercoledì orario Il Comitato Provinciale di Monza Brianza si riserva la facoltà di modificare quanto indicato nel presente documento dandone opportuna comunicazione. Pagina 11 di 11

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 www.federnuoto.piemonte.it nuoto@federnuoto.piemonte.it INDICE REGOLAMENTO ATTIVITÀ...pag.4 AVVERTENZE DI CARATTERE GENERALE...pag.5 ISCRIZIONI...pag.6 Norme generali...pag.6

Dettagli

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N.

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. 1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. A) Disposizioni generali [1] Il vincolo di tesseramento degli atleti in favore delle società è temporaneo e la sua durata e l eventuale

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori Regolamento sullo status e sui trasferimenti dei calciatori 1 REGOLAMENTO SULLO STATUS E SUL TRASFERIMENTO DEI CALCIATORI... 3 DEFINIZIONI... 4 I. DISPOSIZIONE INTRODUTTIVA... 5 II. STATUS DEI CALCIATORI...

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A.

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. Art. 1 - Organi tecnici A. ORGANI TECNICI NAZIONALI Gli Organi Tecnici Nazionali dell A.I.A. composti da un Responsabile e più componenti, sono:

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI AREA PATRIMONIO AMBIENTE UFFICIO TUTELA DEL PAESAGGIO E SUPPORTO AMMINISTRATIVO ALL AREA SETTORE PATRIMONIO E MANUTENZIONI REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI (Approvato con deliberazione

Dettagli

Regolamenti 2013: parti generali

Regolamenti 2013: parti generali Regolamenti 2013: parti generali Regole Generali Attraverso gli sport del nuoto, tuffi, sincronizzato, pallanuoto e nuoto in acque libere il programma Master deve promuovere il benessere, l'amicizia, la

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO BRIDGE

FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO BRIDGE FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO BRIDGE Norme Integrative al Codice Internazionale del Bridge Edizione 2012 a cura di Maurizio Di Sacco Direttore della Scuola Arbitrale Italiana Modificata con Delibera del C.F.

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA Agg. al 31/10/2014 1 INDICE Calendario Attività Agonistica 2014-2015 e scadenze pag. 3 Norme

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO MILANO - Via A. Di Rudinì, 8 U.O. Amministrazione risorse umane/pd BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER

Dettagli

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE REGOLAMENTO 2015 ART. 1. IL CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE 2015 A CARATTERE INTERNAZIONALE SI SVOLGERA ATTRAVERSO VARIE TAPPE IN TUTTA ITALIA DA AGOSTO A NOVEMBRE. LE TAPPE

Dettagli

47 Anno Domini Triathlon Festival

47 Anno Domini Triathlon Festival 47 Anno Domini Triathlon Festival Campionati Italiani Assoluti di Triathlon Sprint Staffetta a squadre Coppa Crono a Squadre Sabato 05 ottobre 2013 Domenica 06 ottobre 2013 Parco Le Bandie, Lovadina (TV)

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA FEDERAZIONE ITALIANA VELA Settore Programmazione Attività Sportiva Nazionale NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA Edizione 2009 (versione n. 15 con variazioni del 25.03)

Dettagli

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Marca da bollo Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Protocollo Oggetto: Richiesta concessione temporanea Impianto Sportivo

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio - Direzione Generale Ufficio III Coordinamento Regionale del Servizio di Educazione Motoria Fisica e

Dettagli

RECAPITO a mezzo raccomandata/telegramma (se diverso dalla residenza, indicare qui sotto):

RECAPITO a mezzo raccomandata/telegramma (se diverso dalla residenza, indicare qui sotto): Prot. n. di data Riservato all Ufficio Al Direttore Generale dell'università degli Studi di Trieste Ripartizione Reclutamento e Formazione Piazzale Europa, 1-34127 Trieste Il/la sottoscritto/a chiede di

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15

CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15 Pagina 1 CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15 FINALI NAZIONALI SERIE B MASCHILE DOCUMENTO INFORMATIVO PER IL TEAM MEETING Team Meeting Finali B Maschili Pagina 1 Pagina 2 Sommario 1 INTRODUZIONE...3

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

TITOLO I. Regolamento Organico F.I.N. INDICE CAPO I CAPO II CAPO III

TITOLO I. Regolamento Organico F.I.N. INDICE CAPO I CAPO II CAPO III Regolamento Organico F.I.N. INDICE TITOLO I CAPO I LE SOCIETA Art. 1 Affiliazione pag. 1 Art. 2 Domanda di affiliazione pag. 1 Art. 3 Domanda di riaffiliazione pag. 2 Art. 4 Accettazione della domanda

Dettagli

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6.

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6. ASSOCIAZIONE MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO REGOLAMENTO CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA SU STRADA L Associazione MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO, con il patrocinio del Comune e della Provincia

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani Il programma ideato da Luigi Pelizzari con il Patrocinio del Comitato Regionale Lombardo della

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

COMUNICAZIONE DEL COMITATO PROVINCIALE

COMUNICAZIONE DEL COMITATO PROVINCIALE C o m i t a t o P r o v i n c i a l e M e s s i n a Via Rossini, 4-98076 Sant'Agata Militello (Me) Tel. / Fax 0941/721948 e-mail: segreteria@pgsmessina - www.pgsmessina.it COMUNICATO UFFICIALE N 49 Stagione

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI.

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. REGISTRAZIONE: Cliccare su Registrati La procedura di registrazione prevede tre

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

1 REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ISCRIZIONE PER ATLETI RESIDENTI IN ITALIA

1 REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ISCRIZIONE PER ATLETI RESIDENTI IN ITALIA Regolamento Il Gruppo Sportivo Bancari Romani, sotto l egida della IAAF e della FIDAL, con il patrocinio di Roma Capitale e della Regione Lazio, indice ed organizza la 41ª edizione della Roma Ostia Half

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI * * * * NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA E SCUOLE NUOTO FEDERALI * * * * STAGIONE 2014 2015 APPROVATA CON DELIBERA C.F. 7/7/2014 AGGIORNATA AL 07/10/2014 INDICE

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

ENTRY FORM/ISCRIZIONI SQUADRE ITALIANE

ENTRY FORM/ISCRIZIONI SQUADRE ITALIANE ENTRY FORM/ISCRIZIONI SQUADRE ITALIANE Il Comitato Organizzatore dell INTERNATIONAL SWIM MEETING AZZURRI D ITALIA ha il piacere di informare le Nazioni interessate, le Squadre e gli Atleti che la manifestazione

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Una Grande Famiglia per il Volley

Una Grande Famiglia per il Volley Una Grande Famiglia per il Volley il Notiziario della Settimana n.30 di lunedì 18 Maggio 2015 SOMMARIO : : Campionato Nazionale: Terminato!! : Campionato Regionale: 30a giornata pag.2,3 : Campionato Provinciale:

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

LAZIODISU. BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER LA COPERTURA DI N. 4 POSTI DI OPERATORE INFORMATICO, cat. B3.

LAZIODISU. BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER LA COPERTURA DI N. 4 POSTI DI OPERATORE INFORMATICO, cat. B3. LAZIODISU BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER LA COPERTURA DI N. 4 POSTI DI OPERATORE INFORMATICO, cat. B3. Visti: il D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165; il D.P.R. 9 maggio 1994 n. 487; il D.P.R

Dettagli

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, Binck Bank, Finanza on Line Brown

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

Federazione Italiana Nuoto. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014

Federazione Italiana Nuoto. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014 Federazione Sportiva Nazionale riconosciuta dal Coni Federazione Italiana Nuoto F.I.N.A. LE.N. I.LS.E. I.L.S. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014 Ai Presidenti dei Comitati

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, di mobilità regionale ed interregionale tra Aziende ed Enti del Servizio Sanitario, per la copertura

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Ufficio Attività Agonistica Giudice Sportivo Territoriale

Ufficio Attività Agonistica Giudice Sportivo Territoriale F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A G I U O C O H A N D B A L L P a l l a m a n o AREA TERRITORIALE LIGURIA PIEMONTE LOMBARDIA - VENETO - FRIULI V. G. Ufficio Attività Agonistica Giudice Sportivo Territoriale

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Prot. n. 867/A39 Brescia, 03/02/2010 IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTA la legge 7 agosto 1990 n.241, e successive modificazioni; VISTO il T.U. delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Tessera del Tifoso Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Indice degli argomenti Cos è la tessera del tifoso I punti

Dettagli

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011.

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Alle Compagnie Ai Comitati Regionali Loro Sedi Rif.: 049/2010. Milano, 1 ottobre 2010. Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Gentile Presidente, con il rinnovo del tesseramento per il 2011, colgo l'occasione

Dettagli

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA Si rende noto che è indetta una procedura selettiva per individuare un soggetto idoneo a ricoprire la posizione di Informatore/trice

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di procedure di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti, approvato con delibera n. 173/07/CONS. [Testo consolidato con le modifiche apportate

Dettagli

Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE

Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE 1 INDICE INDICE...2 1. Date degli eventi... 2 2. Percorso... 3 3. L area dei Paddock... 4 4. Organizzazione... 5 5. Regolamento 12H Cycling Marathon... 6 Safety

Dettagli

XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F. GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F

XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F. GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F MAGGIO 2015 VENERDÌ 1 ODERZO (TV) Piazza Grande XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F XIX Trofeo Mobilificio

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO CRESPELLANO Via IV Novembre, 23 Valsamoggia (BO) 40056 Località - Crespellano Tel. 051/6722325 051/960592 Fax. 051/964154 - C.F. 91235100376 E-mail: boic862002@istruzione.it - iccrespellano@virgilio.it

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA STATUTO FEDERALE CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA APPROVATO CON DELIBERA PRESIDENTE CONI N. 130/56 E RATIFICATO DALLA GIUNTA C.O.N.I. IL 4/9/2012 INDICE

Dettagli

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO N. O. Barnaba- S. G. BOSCO di OSTUNI Sede centrale: N. O. Barnaba via C. Alberto,2 tel/fax 0831301527 Plesso S. G. Bosco Via G. Filangieri, 24 TEL./FAX 0831 332088 C.F. 90044950740

Dettagli

IMMOBILI. Art.1. Art.2

IMMOBILI. Art.1. Art.2 Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 010100 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www..comune.marta.vt.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l ammissione al Master universitario di I livello in International Management - MIEX Sede di Bologna codice: 8367 Anno Accademico 2014-2015 Scadenza bando: 14 luglio 2014 ore 13,00

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli