DIFFIDA E MESSA IN MORA PER PAGAMENTO DELLE ORE DI STRAORDINARIO EFFETTUATE OLTRE LE 36 ORE SETTIMANALI IN GIORNO DI RIPOSO SETTIMANALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIFFIDA E MESSA IN MORA PER PAGAMENTO DELLE ORE DI STRAORDINARIO EFFETTUATE OLTRE LE 36 ORE SETTIMANALI IN GIORNO DI RIPOSO SETTIMANALE"

Transcript

1 Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Segreteria Generale: Via Trionfale, 79/A Roma Tel (6 linee r.a) Fax COMUNICATO DIFFIDA E MESSA IN MORA PER PAGAMENTO DELLE ORE DI STRAORDINARIO EFFETTUATE OLTRE LE 36 ORE SETTIMANALI IN GIORNO DI RIPOSO SETTIMANALE E INTENDIMENTO DEL SAPPE PROPORRE RICORSO COLLETTIVO GRATUITO, PER TUTTI GLI ISCRITTI, AL T.A.R. DEL LAZIO IN NOME E PER CONTO DEGLI APPARTENENTI AL CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA CHE CONFERISCANO APPOSITO MANDATO. IL RICORSO, CHE E FINALIZZATO AD OTTENERE IL PAGAMENTO DELL ATTIVITA STRAORDINARIA RESA, SIN DALL ANNO 2007, A CAUSA DEL DIFFERIMENTO DELLA FRUIZIONE DEL RIPOSO SETTIMANALE, SI BASA SU UNA GIURISPRUDENZA CONSOLIDATA, VALE A DIRE SU SENTENZA DEL T.A.R. DELL EMILIA ROMAGNA E DEL CONSIGLIO DI STATO. L ADESIONE AL RICORSO OVVIAMENTE E LIBERA. NEL RAMMENTARE IL DIVIETO DI ESTENSIONE DEL GIUDICATO E STATO PREDISPOSTO L UNITO ATTO DI DIFFIDA E MESSA IN MORA, UNITAMENTE ALLA PROCURA SPECIALE ALLE LITI E AL FOGLIO NOTIZIE INDIVIDUALE. IN PROPOSITO, SI FA PRESENTE CHE: 1) LA DIFFIDA DEVE ESSERE PRESENTATA DA CIASCUN INTERESSATO NELL ISTITUTO DI APPARTENENZA AVENDO CURA DI FARSENE PROTOCOLLARE LA RICEZIONE E RILASCIARE UNA COPIA COL PROTOCOLLO; 2) LA STESSA, INSIEME ALLA PROCURA SOTTOSCRITTA IN ORIGINALE, DEVE ESSERE INVIATA PER POSTA (PRIORITARIA O RACCOMANDATA) ALLO STUDIO LEGALE AVV.TO RICCARDO GOZZI VIA VALADIER N ROMA LA SEGRETERIA GENERALE SAPPE

2 Al Signor Direttore e,p.c: Al Dipartimento della Amministrazione Penitenziaria Direzione Generale del Personale e della Formazione ROMA Al Provveditorato Regionale della Amministrazione Penitenziaria Oggetto: Mancato pagamento prestazioni lavorative straordinarie Atto di diffida e messa in mora Il/la sottoscritto/a, nato/a il, in servizio presso, con la qualifica di del Corpo di Polizia Penitenziaria, matricola ministeriale n., VISTE le direttive del Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Direzione Generale del Personale e della Formazione, relative al calcolo e alla retribuzione della attività straordinaria espletata dal personale del Corpo di Polizia Penitenziaria per l esercizio finanziario anno 2007; VISTO che tali disposizioni sono state ribadite e confermate anche per l anno 2008; VISTO l atto in data 23 dicembre 2008 con cui la suddetta Direzione Generale ha ulteriormente confermato le medesime direttive, fornendo chiarimenti circa alcune interpretazioni; RITENUTO che le disposizioni di cui trattasi sono state modificate, giusta nota del 30 dicembre 2009 del Capo del Dipartimento ; ATTESO RITENUTO, che la nota dipartimentale sopra richiamata è stata annullata nei contenuti dal T.A.R. Emilia Romagna - Sezione di Parma Sez. I, decisione n. 0307/2011 e dal Consiglio di Stato Sez. IV n /2012; che negli anni 2007, 2008, 2009, 2010,2011 e sino alla data odierna non è stato concesso allo scrivente il giorno di riposo settimanale nella settimana di pertinenza ma solo a recupero nelle settimane successive e talvolta anche per il riposo in occasione di festività infrasettimanali;

3 RITENUTO, altresì, che, a causa di una errata applicazione della disciplina in materia, allo scrivente non sono state conteggiate né retribuite le prestazioni lavorative rese oltre le 36 (trentasei) ore settimanali per il differimento della concessione dei risposi settimanali e del riposo nelle festività infrasettimanali per tutti gli oneri sopra indicati TUTTO CIO PREMESSO DIFFIDA E METTE IN MORA La Direzione e, più in generale, il Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria ed il Ministero della Giustizia affinchè entro e non oltre trenta (30) giorni dalla ricezione della presente, vengano conteggiate, gli vengano comunicate e gli vengano retribuite le ore di lavoro straordinario che, per effetto delle disposizioni di cui sopra, ha prestato negli anni 2007, 2008, 2009, 2010, 2011 e 2012 e che non gli sono state remunerate, nonché elargite quanto spettante gli ex lege, per interessi legali e/o rivalutazione monetaria. Lì,

4 ALL. 2 FOGLIO NOTIZIE INDIVIDUALE 1. COGNOME 2. NOME 3. CODICE FISCALE 4. LUOGO DI NASCITA 5. DATA DI NASCITA 6. RESIDENTE IN VIA CAP 7. QUALIFICA 8. SEDE DI SERVIZIO 9. NUMERI TELEFONICI: ABIT. UFF. CELL ALLEGATI: FOTOCOPIE DEL DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO VALIDO FOTOCOPIA DEL CODICE FISCALE 12. Preferisco ricevere le comunicazioni: [ ] via mail al seguente indirizzo di posta elettronica [ ] via SMS al seguente numero di cellulare IN FEDE

5 ALL. 1 PROCURA SPECIALE ALLE LITI I sottoscritti delegano a rappresentarli e difenderli nel presente giudizio, in ogni sua fase, stato e grado, anche di esecuzione e/o di appello, l Avv. Riccardo Gozzi del Foro di Roma, conferendo allo stesso ogni più ampia facoltà inerente al mandato, ivi compresa quella di conciliare, transigere ed incassare somme, chiamare in causa terzi, presentare memorie e istanze, proporre o resistere su domande riconvenzionali, proporre azione esecutiva anche in ordine al giudizio di ottemperanza, nominare sostituti processuali. I sottoscritti dichiarano di eleggere il domicilio, ai fini del presente giudizio, presso il suo studio in Roma, Via Valadier n. 36. Dichiarano altresì di essere consapevoli dell uso che verrà fatto dei loro dati personali ed acconsento al loro trattamento ai sensi dell art. 23 D. Lgs. 30/6/2003 n Cognome e Nome Firma