Spannolinamento: atto unico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Spannolinamento: atto unico"

Transcript

1 Spannolinamento: atto unico Ho iniziato a pensare allo spannolinamento ad aprile quando, per la prima volta, ho visto il Ribelle piegarsi in un angolo e avevo intuito cosa stesse facendo (la conferma era arrivata immediata anche dall inconfondibile profumino di rose e viole diffuso nell aria). E allora mi ero detta: questa estate gli toglierò il pannolino. Così avevo iniziato a guardare tutti i tipi più fantasmagorici di vasino. Da quello a forma di mini wc a quello a papera con canzoncine a ogni pipì, a quello col volante, etc. Poi a causa della mia eterna indecisione è arrivato il momento di partire in vacanza e non l ho comprato. Una volta in vacanza, poco convinta, ho acquistato il primo vasino che ho trovato, uno semplicissimo di plastica e ho iniziato a togliergli il panno mentre era in casa. Ahahaha. Prima regola dello spannolinamento: ogni bambino ha i suoi tempi Rispettali!

2 Cioè non è che tu decidi e lui, ta dà, è pronto. Anzi, ci sta che lui non lo sia ma soprattutto tu nemmeno. E mi spiego. Io sono stata molto superficiale. Ho pensato che bastasse decidere e poi, qualche pipì qua e là e qualche cacca pure, lui lentamente avrebbe imparato. Ma non avevo fatto i calcoli con la mia pazienza e la sua caparbietà. E alla seconda pipì fuori dal vasino e alla terza cacca calpestata per casa, io ero già isterica e lui, probabilmente per via della mia reazione, ha pensato bene di piangere sino a

3 quando non gli ho rimesso il pannolino. Regola numero due: la pazienza è fondamentale (e perderla, da parte di noi mamme, è abbastanza facile) Perciò, siccome non sono notoriamente una paziente, dopo il primo tentativo fallito mi sono detta che potevo ancora continuare coi pannolini, che tanto era ancora piccolo. Intanto la mamma di un amichetto del #Ribelle mi aveva raccontato che aveva problemi seri col suopiccolo che, rifiutandosi di fare la cacca senza pannetto, s era fatto venire un blocco intestinale serio. Ohimmè. Regola numero tre: Non fatevi impressionare.seguire i consigli degli altri è utile ma non indispensabile. Un bel giorno, mentre ero a fare la spesa da Prénatal presa da un attacco da shopaholic ho comprato un riduttore (semplicissimo, è della OK Baby), e il giorno dopo ho detto al Ribelle: «Ti va di fare la pipì nel water come mamma e papà?» E ce l ho piazzato sopra.

4 Nota divertente: i primi tre giorni non avevo ben capito come piazzare il riduttore (cioè sulla base del water prima del corpi water) e lo piazzavo sopra l asse non capendo come potesse fare il povero Ribelle a fare pipì con un equilibrio così precario. Infatti il #Ribelle mi ha guardata per un po senza far nulla. Mamma deficiente. L ho lasciato senza panno e gli ho ripetuto tipo mantra: «Mi raccomando, se hai voglia di fare pipì dillo alla mamma che poi, se la fai, ti do un soldino».

5 Regola numero quattro: La ricompensa può essere un valido incentivo (col mio ha funzionato). Al Ribelle per ogni pipì nel vasino sono arrivati dei soldini da parte di mamma, nonna, nonno, zio, oltre a una ola da stadio che pure il cane sembrava gioire per l evento. E secondo me il #Ribelle ci ha preso gusto soprattutto a vedere la mia faccia compiaciuta e estasiata a ogni goccia di pipì. Certo, non è da trascurare il lato economico: se continua di questo passo prima che inizi l asilo si aprirà un conto personale in banca. Per i bisogni solidi siamo ancora coi lavori in corso. Fare la cacca nel water non è semplice e forse lo sarebbe di più nel vasino ma ormai abbiamo scelto il water come luogo preferito e non si torna indietro. Una cosa che ho imparato però è che, mentre per la pipì è contento di farmi vedere che la fa, e abbiamo tutto un rituale di Sali sul water, siediti, posizionati, fai la pipì, asciugati, tira lo scarico, lava le manine Quando si tratta di pupù vuole essere lasciato solo. Regola numero cinque: Rispettate la sua privacy. Per ora ho capito solo che dovrei cogliere l attimo proprio quando si apparta ma, notoriamente non ho l agilità di una gazzella e lui per ora continua a fregarmi sul tempo e a farla nel pannolino.

6 Ripetiamo la regola numero due: pazienza! N.B. Ah, se vi interessa, in previsione del nostro viaggio di rientro a Milano ( e del fatto che siamo abbastanza nomadi) ho comprato un utilissimo vasino/riduttore da viaggio della Damblé che si chiama EKKO Potette 2 in 1 Plus che è comodo da portarsi dietro ovunque per evitare di portarlo nei bagni pubblici non sempre (eufemismo) puliti.

7 Recensioni: pannolini quali scegliere? Recensire un pannolino? Si può? E come ammettere di essere ormai nella? No. Ci ho riflettuto a lungo. All inizio, quando ho avuto l idea del blog mi ero riproposta di recensire qualsiasi cosa. Io prima dell arrivo del Ribelle, e quando è arrivato soprattutto, adoravo cercare, comparare, scegliere i prodotti per lui spulciando sul web leggendo i commenti degli utenti e le impressioni delle mamme. Tutto, dalle marche del latte artificiale ai giocattoli, dai passeggini ai pannolini io leggevo e mi facevo le mie statistiche. E avevo scovato anche le recensioni dei pannolini. E pensavo mi sarebbero servite. Poi mi sono persa per strada. Ma visto che l argomento, per quanto possa sembrare ostico (parliamo pur sempre di m!), è tra i più dibattuti in rete e le mamme adorano parlare della cacca manco stessero disquisendo di novelle cousine, tanto vale che anche io vi dica la mia a proposito dei contenitori del prezioso rifiuto organico.

8 Voi come li scegliete, quali usate, e soprattutto perché vi affidate a una determinata marca? Le risposte lo so già, saranno le più diverse, ovviamente. Da uso quelli che usavano in ospedale, che è la mia risposta, a quelli più economici, pratici, che tengono meglio, che non irritano, etc. Io ho iniziato a usare i Pampers Progressi perchè quelli ci passavano al nido dell ospedale. Mai pensato neppure lontanamente di usare quelli lavabili (troppa fatica!) o di cambiare marca (perchè avrei dovuto?). A dire il vero il problema me lo sono posto: mi sono sempre chiesto se la Pampers pagasse per avere l esclusiva in ospedale o se fornisse talmente tanti pannolini da meritarsela, o se fosse una scelta consapevole del reparto poi ho smesso di farmi domande e da mediomamma mi son detta: se li usano in clinica saranno sicuramente i migliori e non ho più cambiato.

9 O meglio: in questi 20 mesi a dire il vero tradimenti ce ne sono stati. Diversi. Un po per curiosità un po per necessità. In vacanza ad esempio facevo fatica a trovare i Progressi (probabilmente perchè al Sud sono considerati troppo costosi). E allora ho dovuto cambiare. Oggi finalmente posso dire la mia e raccontarvi qualcosa su quelli che ho avuto modo, anzi ha avuto modo, di testare il Ribelle, un produttore mondiale di pupù, capace di consumare anche 6 o 7 pannolini al giorno. A confronto: PAMPERS, PRENATAL, TRUDY. Pampers Progressi Vi parlo in generale (ma, per la cronaca ora sto usando la misura 5, kg. 20 pannolini a non meno di 9 euro). Esteticamente sono carini, hanno dei simpatici animaletti che

10 variano a seconda della fascia d età, disegnati sulla patella davanti. Ma questo dettaglio direi che è davvero da mamme superficiali (noooo, davvero?). Sono sottili, sembra quasi che il Ribelle non li indossi e confortevoli perchè hanno linguette laterali molto elastiche che permettono di sistemarli adeguatamente attorno al corpo del bambino. Trattengono bene la pipì grazie a uno speciale sistema di contenimento senza lasciare il culetto umido. Ma La pupù, invece no, non sempre. nella taglia 5 ho notato che lo atto ad assorbire non è esteso pannolino. Inevitabilmente, la E il motivo è presto detto: strato interno di materiale per tutta la lunghezza del pupù tende a spantegarsi (perdonatemi il termine) verso l alto. Anche l odore, a mio avviso, non è dei migliori. Intendo da pulito. Tutto questo pur essendo uno dei pannolini più cari sul mercato: poco meno di 40 centesimi di euro a pannetto. Decisamente per chi la fa d oro!

11 Pampers Baby Dry Ho trovato molto più resistenti, ora che il Ribelle è più grande, invece i Pampers Baby Dry (circa 7 euro per 17 pannolini), anche se vanno cambiati più spesso. E non l avrei mai detto! Questi, a differenza dei Progressi non hanno i tre strati con la retina che permettono di isolare pupù e pipì, ma trattengono fluidi e consistenze attraverso una specie di imbottitura che quando si riempie di espande quindi vanno cambiati con più frequenza perché quando si riempiono diventano pesanti. Come se metteste una spugna nelle mutande del BirbaMarmocchio. Provateci, non è gradevole. Per niente. PAMPERS SOLE & LUNA Io non li classifico: valgono per me quello che costano, ossia meno degli altri. E a me non sono piaciuti per niente. Soprattutto perchè il Ribelle ha comunque la pelle sensibile e

12 se non lo si cambia per tempo, diventa un macaco, col culetto rosso e il fare incazzato. E i SoleLuna da questo punto di vista sono una schifezza. Quindi amen. PANNOLINI PRÉNATAL LOVE & CARE Tra i miei preferiti, ultimamente, c è stata una new entry che non avrei mai pensato e che invece è destinata a sostituire i Pampers Progressi quanto meno perchè il prezzo è molto invitante ( 9,99 Euro x 34 pannolini): i pannolini Prénatal che ho usato per necessità e con cui mi sono trovata davvero bene. Il rapporto qualità prezzo, come vi dicevo, è ottimo, idem per la tenuta e la durata. Certo non sono belli come i Pampers ma il culetto resta rosa e compiono il loro sporco dovere egregiamente. E non hanno odore.

13 PANNOLINI PILLO Più bellini e colorati e validi quasi quanto i Prénatal anche i Pillo, pannolini venduti sfusi negli spacci sparsi per la Penisola e nello spaccio Pillo online. Non ne ho mai comprato un intero pacco ma, al Ribelle, glielo piazzano all asilo e io spesso quando lo vado a prendere, mi dimentico una volta a casa di cambiarlo sino a quando non sento un odore nauseabondo. Il che può succedere anche dopo 6 ore. A mio avviso trattengono liquidi e solidi senza problema.altre mamme mi hanno detto che tengono bene anche oltre le 6 ore. Ah, sono carini e molto economici!

14 PANNOLINI TRUDY BABY CARE DRY FIT E infine i Trudy Baby Care Linea Dry Fit. Rapporto qualità prezzo ottimo (18 pannolini a meno di 5 euro), tenuta media, diciamo come i Baby Dry, aspetto discreto. Un pannolino che ha una buona resa pur non essendo leader di mercato. Ed ecco la mia classifica in sintesi con voti da 1 a 5: Marca Aspetto Vestibilità Tenuta Qualità Prezzo Pampers Progressi 5 Prenatal

15 Pampers Baby Dry Trudy Pillo Legenda: = Wow = Nzomma = Non ci siamo N.B. Non chiedetemi perchè abbia dato un voto anche all aspetto sono fissata, lo sapevate no? Per me pure i pannolini devono essere carini. 10 geek gadget che potrebbero cambiarvi l estate Chi mi conosce bene sa che oltre alla passione smodata per scarpe e borse, ho quella per gli accessori in genere, compresi quelli tecnologici. Io impazzisco per tutto quello che è elettronico e facilita la

16 vita e le connessioni col mondo e siccome quest anno sono già in vacanza ( si vabbè, evitate gli insulti) e non ho potuto far danni come mio solito durante i saldi, ho pensato a una wishing list di accessori tecnologici che avrei voluto (BirbaPapà leggi e prendi nota nel caso volessi farmi qualche regaluccio!) che ho trovato in rete e che mi avrebbero trasformata in una perfetta geek (si pronuncia ghiich!) mom. (Guardate che cover che ho scelto per il cellulare e capirete!) Iniziamo dall unico gadget che posseggo perchè ho avuto la possibilità di testarlo e che mi ha reso la vacanza più facile

17 1. La sentinella.con un occhio di riguardo Questo è un gioiellino che rischia di farvi diventare addict. Si chiama EyeOn Baby Monitor ed è una videocamera di sorveglianza della di D Link utile per monitorare il BirbaMarmocchio quando voi non ci siete. Con questa bella pallina bianca dotata di anello (rosa o blu intercambiabile per personalizzarla in base al vostro gusto o al sesso del sorvegliato ) potete controllare il BirbaMarmocchio mentre dorme, mentre è nella sua cameretta e voi in cucina (o in bagno!) ma potete anche osservare cosa fa il vostro Peloso mentre voi non siete in casa (ahahah, ammetto che come utilizzo è insolito ma solo così ho scoperto così che il

18 Peloso si precipitava sul mio letto non appena giravo la chiave di casa, furbastro!). Da lì ho pensato anche ad altri utilizzi non convenzionali su altri membri della famiglia ma vi tralascio i dettagli. Che avete capito? Pensate a quanto può essere utile per sorvegliare la baby sitter La telecamera è dotata di un sistema audio bidirezionale: non solo vi fa ascoltare qualsiasi suono provenga dalla stanza dove è posizionata ma, in più, vi permette di dialogare col vostro bimbo (N.B. Ho provato a mandare ordini anche al cane ma non ho ottenuto alcun risultato) Sempre questa pallina magica ha anche cinque ninne nanne che potete azionare da remoto ed è dotata di una microsd sulla quale potete archiviare foto e far video del vostro bimbo. Aggiungo che si vede benissimo e che, non appena la luce cala, si attivano gli infrarossi senza inficiare la qualità del video. Facilissima da montare, per funzionare sfrutta la rete wifi e un applicazione che potrete scaricare da App store che vi sarà utile anche per settarla. In teoria funziona bene anche senza rete wireless collegandosi direttamente al telefonino o all ipad ma diciamo che il raggio d azione risulta abbastanza limitato ed è questa l unica pecca che ho riscontrato. Io che ho sempre la fissa che Bambolotto a un certo punto scompaia dal suo letto tipo Maddy McCann la bimba sparita in Portogallo, vi ricordate? adoro questa telecamerina anche solo per guardarlo mentre si rigira nel suo letto o mentre gioca da solo per ascoltare gli improbabili monologhi e trovo questo affarino davvero utile. L unico cruccio? Doverla restituire alla fine delle vacanze. Costa intorno ai 130 ma su Amazon la trovate anche a meno.

19 2. Musica pret à porter Si chiama Ecorox di Ecoxgear l altoparlante impermeabile Bluetooth, portatile e a prova di piogge e monsoni. Perfetto a bordo piscina o in riva al mare ma anche in campeggio e, soprattutto, se i BirbaMarmocchi sono monelli e giocano a gavettoni o col fucile ad acqua. Si connette con iphone, ipad, ipod o qualunque dispositivo Android. Consente 10 ore di riproduzione e si ricarica con un cavetto usb. Costa circa 120 ma se come me amate la musica è un gadget fichissimo! Lo potete comprare qui.

20 3.La batteria che allunga la vita (tua e del telefono) Ormai i vu cumprà in spiaggia vendono addirittura mini caricabatteria per ogni tipo di smartphone a poco più di 10 euro e vi confesso che quando rimani senza batteria sotto il solleone cedere alla tentazione non è difficile. Ma se la batteria supplementare farlocca dovesse fondersi proprio quando stai aspettando una telefonata importante e il pupo strilla? Detto questo, BirbaMamme, in commercio ci sono miliardi di tipi di batterie supplementari, alcune anche super fashion ma io ne ho scovata una di quelle serie, generalmente destinata agli uomini, super funzionale e corazzata che resiste alle intemperie, ricarica tutti i dispositivi portatili (comprese fotocamere, consolle, etc) ed ha una scocca antiurto. videocamere, Si chiama di Interphone e, oltre a essere impermeabile ha anche una luce a led per l illuminazione notturna. Pensata per i biker più duri direi che è perfetta anche per noi mamme che non siamo certo da meno quanto a vita avventurosa! La potete acquistare on line a circa 70.

21 4.La custodia per il cellulare che resiste a tutto A quante di voi non è già capitato di vedere scivolare casualmente e inesorabilmente il telefonino in una pozzanghera/lavandino/cesso/mare/oceano? Basta una piccola distrazione o un BirbaMarmocchio particolarmente vivace e bye bye a rubrica contatti, foto dei bimbi e messaggi del marito (o dell amante). Bene, se tenete a tutto quello che il vostro telefonino racchiude e volete proteggerlo fino a 2 mt di profondità (per oltre mezzora) ma anche tutelarlo da sabbia e mani impiastricciate oltre che da cadute inopportune, le custodie Lifeproof sono l ideale. Diciamo che la differenza con le semplici custodie a bustina è tanta perché innanzitutto formano un corpo unico con il telefono quindi non dovete litigare con la plastica che si appiccica all orecchio quando siete sudate, inclinare il telefonino alla ricerca dell angolo di visuale perfetto per guardare lo schermo, aprire e chiudere ogni volta per

22 ricaricare o aggiungere le cuffie. Queste scocche sono leggerissime e colorate oltre che funzionali e si adattano oltre che al telefono, anche all ipad. Unica pecca il prezzo non proprio economico. Le trovate in offerta da Mediaworld sino al 10 agosto a partire da 70 circa. 5.Il porta ipad che piace ai bimbi Graffi urti e cadute dell ipad quando ci sono i BirbaMarmocchi in giro sono all ordine del giorno ma con questa coloratissima custodia non sarà più un problema. Si chiama Papparapad ed è prodotta da Fonex, disponibile per ipad 5 Air, ipad 2, 3 e 4 questa cover è realizzata in silicone, un materiale che si pulisce facilmente e garantisce la massima protezione durante l uso, grazie alla sua linea morbida e tondeggiante è adatta

23 anche alle manine dei più piccoli. Lo trovate nei negozi di telefonia e presto su Amazon a 24,90. 6.Stampa in un clic? Quante volte avete detto che vorreste sviluppare le foto dell iphone ma poi non avete tempo? Io ogni volta che ne scatto una. Eppure, con questo marchingegno, basta un clic per sviluppare le foto dell iphone in Polaroid. Si chiama Instantlab questo dispositivo che trasforma le immagini digitali scattate con iphone in bellissime Polaroid attraverso una torretta/camera oscura in cima alla quale si alloggia il telefonino. Tra esso e il centro, dove si inserisce la cartuccia, vi è una lente che cattura la foto dell iphone e la ribalta su pellicola istantanea. Tutto il procedimento è fattibile grazie a una apposita applicazione che si scarica dall App store. La confezione di vendita comprende un caricabatteria USB, una sacchetto protettivo, il manuale

24 d uso, una cartolina ed un portafoto fai da te oltre a un codice di sconto per il primo ordine di pellicole (distribuite in Italia da Nital). Prezzo dello scherzetto? 145 su Amazon. 7.Il braccialetto anti annegamento Sarei curiosa di provare personalmente questo gadget perché l idea è ottima e, se davvero funziona, potrebbe essere un valido aiuto per le mamme più distratte (tutte potremmo esserlo) e i figli più irrequieti. Il dispositivo è stato inventato da un padre quando il compagno di classe di suo figlio di 9 anni è scomparso in una piscina troppo affollata per permettere di accorgersi che era da troppo tempo sott acqua. Si tratta di una fascetta (da fare indossare al bimbo sulla testa) che comunica grazie alla connessione Bluetooth 4.0 con l iphone e riesce a o informare se chi lo indossa, ad esempio, è rimasto troppo tempo sottacqua. Il tempo massimo potete impostarlo scaricando l app da itunes. Una volta superato il limite, l applicazione emette un allarme. Certo non è facile convincere un BirbaMarmocchio ad

25 andare in piscina o al mare come un indiano ma c è anche una versione da polso, per i bimbi che non sanno nuotare. Il dispositivo suona anche se i bambini si avvicinano troppo all acqua, oppure se si stanno agitando troppo (segno che forse sono in difficoltà a nuotare) oppure se sono in immersione da un tempo eccessivo mandando un segnale per sollecitare mamma o papà a intervenire.si possono collegare otto fascette contemporaneamente. Per ora si può acquistare dall America a 124,99 $ sul sito ufficiale. 8. L allarme ovetto Sempre per genitori distratti o semplicemente stressati quindi per il 99,9 % di mamme e papà un altra idea partorita da un gruppo di genitori, stavolta italianissimi. Si chiama Remmy ed è un sensore da applicare al seggiolino auto per avvisarti di non dimenticarti il bimbo in auto. Seee, a me non succederà mai! Così risponderemmo tutti, se non fosse che poi in estate la cronaca ripropone episodi di genitori impeccabili che non si

26 sa come, si dimenticano i bimbi in auto con gli epiloghi tragici che tutti conosciamo. Comunque Remmy è un dispositivo semplice, unico e universale, italiano, è bene sottolinearlo che applicato ad un qualsiasi seggiolino, monitora costantemente la presenza del tu bimbo parlando per lui in caso di pericolo (tipo il bimbo si è spostato, ha sganciato la cintura o tu stai per dimenticartelo). Il prezzo è davvero irrisorio per un gadget che può salvare una vita 45 direttamente sul sito del produttore. 9. Pericolo straripamenti? Dunque, se non siete passate da una micosi da pannolino non potete capire ma se, anche lontanamente vi siete ritrovate il BirbaMarmocchio almeno per una volta con un culetto modello macaco che Dio solo sa che cosa non avete fatto per alleviargli la sofferenza, compreso stare tutta la notte a vegliarlo soffiandogli addosso sperando che non vi facesse pipì (o popò) in faccia, allora anche voi comprerete subito Tweet Pee della Huggies. Ovviamente in Italia non è ancora

27 arrivato e non si capisce come mai. Comunque è un simpatico uccellino/sensore tipo una spilletta da agganciare al pannolino che avvisa con un tweet che rileva l aumento dell umidità, quando è il caso di cambiare il pannolino. L app a lui collegata inoltre monitora i pannolini consumati in modo da avere sempre la scorta pronta e ti avvisa quando è il caso di comprarli per non rimanere mai senza. 10.Per aspiranti fotografe creative) registe (o Adoro fare foto, sono davvero fissata e prima di diventare mamma viaggiavo sempre con una compatta digitale e la Reflex, giusto sempre a fare mamma, per non fammi mancare nulla e poi in estate avevo anche una macchinetta subacquea che usavoper divertirmi foto con gli amici in apnea, che spasso! Ora che sono ridurre il bagaglio all essenziale è fondamentale e in

28 apnea ci vado poco o nulla ma mi piace fare le foto a riva o in acqua e portarmi dietro la reflex non è mai una buona idea. Quindi, come fare a non includere un oggettino come una macchinetta fotografica super compatta impermeabile (sino a 10mt) che in più resiste alle cadute da 1,5 mt d altezza? Io ho trovato carinissima (per colori e prestazioni ma soprattutto rapporto qualità- prezzo) la Nikon Coolpix s32,. L affidabilità di Nikon è certificata e le prestazioni promesse sono eccellenti (come la possibilità di registrare video in formato Full HD 1080p o la possibilità di aggiungere effetti alle foto come quello a bolla o l effetto fumetto, o delle note alle immagini) Insomma non sarà una grande fotocamera da professionista ma per le vacanze con i BirbaMarmocchi potrebbe essere perfetta! Io l ho trovata su Pixmania al prezzo più conveniente, meno di 100.