TRIBUNALE DI NAPOLI AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO DELEGATA A PROFESSIONISTA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRIBUNALE DI NAPOLI AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO DELEGATA A PROFESSIONISTA"

Transcript

1 FALLIMENTO N. 192/2006 TRIBUNALE DI NAPOLI AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO DELEGATA A PROFESSIONISTA (art. 105 e 107 L.F. e art. 569 ss. c.p.c.) La sottoscritta Dott.ssa Stefania Mosca, Notaio in Napoli, iscritto nel Ruolo dei Distretti Notarili Riuniti di Napoli, Torre Annunziata e Nola, con studio in Napoli, Viale Antonio Gramsci, 112, VISTA l istanza del curatore fallimentare avv. Pasquale Prisco, con studio in Napoli via del Chiostro n. 25, l'ordinanza di delega emanata dal Giudice Fallimentare Tribunale di Napoli Dott.ssa Grimaldi Ilaria in data 20 aprile 2015 e la successiva modifica del 29 aprile 2016, con cui è stata disposta la vendita senza incanto, ed eventuale successiva vendita con incanto, dei beni del Fallimento 192/2016, ai sensi della L. 302/98, e sono state delegate al sottoscritto professionista le relative operazioni, visti gli artt. 569, 576 e 591-bis c.p.c. ORDINA che il giorno 16 settembre 2016 alle ore 15,00 presso lo studio del delegato notaio Stefania Mosca, Viale Antonio Gramsci, 112, Napoli, si proceda alla vendita all asta senza incanto dell immobile oltre descritto per il prezzo base d'asta stabilito in euro ,00 (duecentosessantamila/00) DESCRIZIONE DELL IMMOBILE In Marano di Napoli, villino unifamiliare con accesso da viale privato su Via Pubblicazione ufficiale ad 1 uso esclusivo personale - è vietata ogni

2 Ferruccio Parri n. 3 (già Via del Pesce n. 5), su tre livelli comprendenti al piano seminterrato un locale deposito, al piano terra locali giorno con wc, oltre patio scoperto, al primo piano locali notte con wc, oltre terrazzo a livello con annessa area scoperta di circa 530 mq., confinante con Via Ferruccio Parri, beni di proprietà altro soggetto. L immobile è riportato nel catasto fabbricati del Comune di Marano di Napoli al foglio 4 particella 360 sub. 4 (ex particella 360 sub. 2), cat. A/7, cl. 1, vani 9, rendita catastale euro 906,38, piani T-1, Via Ferruccio Parri n. 3, scala U, e foglio 4 particella 360 sub. 3 cat. C/2, cl. 1, mq. 32, rendita catastale euro 92,55, 1piano S, Via Ferruccio Parri n. 3. Si precisa che grava sugli immobili in oggetto trascrizione pubblicata in data 19 aprile 2005 ai nn /20321 di diritto di assegnazione della casa coniugale in favore del coniuge del fallito non suscettibile di cancellazione con il decreto di trasferimento immobili e opponibile agli acquirenti. Secondo la perizia di stima, agli atti di causa, cui si rimanda per ogni ulteriore informazione, gli atti catastali corrispondono allo stato attuale dei luoghi. Secondo la stessa CTU il villino è stato costruito senza concessione edilizia, ultimato al rustico prima del 1 ottobre Per tale illecito è stata presentata domanda in sanatoria per le opere rientranti nelle tipologie di abuso di cui alla tabella allegata alla legge 28 febbraio 1985 n. 47 e consistenti nella realizzazione di un opera autonomamente utilizzabile formata da n. 2 piani fuori terra, oltre a un piano entroterra. Detta domanda è stata assunta in data 21 febbraio 1986 prot. generale n In seguito ai sopralluoghi è stato altresì accertato un ulteriore illecito consistente in un ampliamento e diversa distribuzione degli spazi interni, avvenuto in data antecedente all anno Non risulta rilasciato certificato di abitabilità e/o agibilità. Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale 2 - è vietata ogni

3 L immobile risulta attualmente occupato dal coniuge del fallito, giusta trascrizione di diritto di assegnazione sopra indicata. Resta fermo l'obbligo dell aggiudicatario di presentare a proprie ed esclusive spese eventuale domanda di condono edilizio entro 120 giorni dal decreto di trasferimento a norma degli articoli 17 e 40 l. 28 febbraio 1947, n. 47, successive modifiche ed integrazioni, e D.P.R. 6/06/2001, n Ai sensi dell art. 13 del D.M. n. 37/2008 non si garantisce la conformità degli impianti presenti nell immobile esecutato. Gli immobili vengono posti in vendita a corpo e non a misura, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, anche in relazione alla normativa urbanistica, con tutte le pertinenze, accessori, ragioni ed azioni, eventuali servitù attive e passive; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, senza alcuna garanzia per i vizi della cosa, per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori. Per partecipare alla gara ogni offerente dovrà a pena di irricevibilità depositare l offerta di acquisto, in carta legale, presso lo studio del professionista delegato Notaio Stefania Mosca, Viale Antonio Gramsci, 112, Napoli, entro il 12 settembre 2016 alle ore Tale offerta dovrà essere contenuta in busta chiusa e completamente in bianco. L offerta, irrevocabile, dovrà contenere, oltre ai dati identificativi della procedura fallimentare di riferimento, la descrizione del lotto per il quale si partecipa, le generalità complete dell offerente, comprensive di recapito telefonico, allegando fotocopia documento d identità o visura camerale se trattasi di società in carta libera, in corso di validità, con l'indicazione del regime patrimoniale di cui alla legge n.151 del 19/5/1975 (in caso di comunione legale dei beni anche i corrispondenti dati del coniuge) il proprio codice fiscale e Pubblicazione ufficiale ad 3 uso esclusivo personale - è vietata ogni

4 l eventuale richiesta di godere dei benefici fiscali per l acquisto della prima casa. L offerente dovrà altresì eleggere domicilio nel Comune di Napoli (in caso di mancanza tutte le comunicazioni all offerente verranno effettuate presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Napoli). Ai sensi dell art. 571 c.p.c. l offerente deve indicare il prezzo d acquisto che non può essere inferiore, a pena d inefficacia della domanda, di oltre un quarto rispetto al prezzo indicato nell ordinanza. In caso di offerta inferiore rispetto al prezzo base d asta, in misura non superiore ad un quarto, il delegato ne riferirà al Giudice Delegato che si riserverà, sentito il curatore, di valutare se dar luogo o meno alla vendita ovvero se disporre l incanto. Si precisa che qualora la migliore offerta o l unica offerta sia inferiore al prezzo base d asta (in misura non superiore ad ¼) e sia stata presentata istanza di assegnazione, il bene staggito verrà assegnato al creditore istante ex art. 588 c.p.c.. L offerente dovrà dichiarare di aver preso visione della perizia di stima e di essere edotto delle condizioni di fatto e di diritto del bene nonché di essere a conoscenza che tutti gli oneri della vendita, anche di carattere fiscale, così come i costi di cancellazione di eventuali iscrizioni e trascrizioni pregiudizievoli sono a carico esclusivo dell aggiudicatario. L offerente dovrà altresì indicare il tempo del pagamento che comunque non potrà essere superiore alle condizioni in seguito indicate. All offerta va allegato il deposito, a titolo di cauzione, a pena di inefficacia dell offerta, di una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione, che sarà trattenuta ed acquisita alla procedura in caso di mancato versamento del saldo del prezzo, e a titolo di fondo spese una somma pari al 5% sempre del prezzo base, per mezzo di assegni circolari non trasferibili, intestati all ordine della procedura Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale 4 - è vietata ogni

5 fallimentare in persona del professionista delegato. In caso di presenza di più offerte, anche per importi differenti, si potrà procedere ad una gara sull offerta più alta, ai sensi dell art. 573 c.p.c., immediatamente dopo l apertura delle buste stesse, con offerte minime in aumento non inferiori ad euro ,00 (ventiseimila/00). Se la gara non può aver luogo per mancanza di adesioni degli offerenti, il delegato ne riferirà al giudice delegato che disporrà la vendita a favore del migliore offerente oppure ordinerà l incanto. Nel caso di assenza di offerte entro il termine stabilito o le stesse non siano efficaci o si verifichi una delle circostanze di cui all art. 572 comma 3 c.p.c. o la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi motivo il professionista delegato relazionerà al giudice delegato, e al curatore, il quale si attiverà immediatamente per l emissione di una nuova ordinanza di vendita con incanto, solo qualora ritenga che la vendita con tale modalità possa aver luogo ad un prezzo superiore della metà rispetto al valore del bene, determinato a norma dell art. 586 c.p.c. ovvero, in ogni caso, richieda al giudice delegato di stabilire diverse condizioni di vendita e diverse forme di pubblicità, fissando un prezzo base inferiore al precedente fino al limite di ¼, ai sensi dell art. 591 c.p.c.. Si precisa altresì trattandosi di vendita in sede fallimentare, ai sensi dell art. 107 L.F., il curatore potrà sospendere la vendita ove pervenga offerta di acquisto migliorativa per un importo non inferiore al 10% del prezzo offerto. In caso di aggiudicazione definitiva, l acquirente dovrà corrispondere entro il termine indicato nell offerta ed in ogni caso entro il termine massimo di 60 giorni dall'asta, l'intero prezzo, al netto della cauzione già prestata, mediante assegno circolare non trasferibile intestato all ordine della procedura fallimentare in persona del professionista delegato ovvero mediante versamento sul Pubblicazione ufficiale ad 5 uso esclusivo personale - è vietata ogni

6 conto intestato alla procedura fallimentare. L aggiudicatario è obbligato a versare, con le stesse modalità e negli stessi termini, un fondo spese presumibili pari al 20% del prezzo finale di aggiudicazione, salvo minore importo indicato dal professionista delegato. In caso di accoglimento di offerta presentata secondo le modalità fissate dall art. 173 quinquies disposizioni di attuazione c.p.c., il prezzo ed ogni altra somma dovranno essere versati entro 90 giorni. Quando ricorrono giustificati motivi il giudice delegato, su richiesta dell aggiudicatario, può disporre che il versamento del saldo prezzo abbia luogo anche ratealmente ed entro un termine non superiore a 12 mesi. Il mancato versamento del residuo del prezzo o del fondo spese presumibili di trasferimento entro i termini indicati determinerà la decadenza dell aggiudicazione con perdita dell importo versato a titolo di cauzione, salvo il risarcimento del maggior danno. Si precisa che tutte le attività che, a norma degli art. 571 e ss. c.p.c., devono essere compiute in Cancelleria o davanti al Giudice ovvero dal Cancelliere o dal Giudice saranno eseguite dal professionista delegato presso il suo studio. L interessato all acquisto potrà richiedere eventuale finanziamento bancario presso gli istituti disponibili a tale operazione. Al presente avviso viene data pubblicità, oltre che tramite affissione all'albo del Tribunale di Napoli e pubblicazione di un estratto sul quotidiano di informazione Il Corriere del Mezzogiorno, per una sola volta, anche mediante la pubblicazione del medesimo, unitamente all ordinanza di delega e della relazione di stima, sul sito internet dedicato alle aste giudiziarie del predetto quotidiano, nonché sul sito internet Tra il compimento delle suddette formalità pubblicitarie e il giorno fissato per la presentazione delle offerte non intercorreranno meno di 45 giorni (60 giorni per Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale 6 - è vietata ogni

7 pubblicazione sul sito astegiudiziarie.it). Si pubblichi nelle forme di cui sopra e notifichi ai sensi di legge. Per tutto quanto non espressamente previsto si rimanda all ordinanza di delega. Maggiori informazioni saranno fornite dal curatore fallimentare avv. Pasquale Prisco Via del Chiostro n. 25, Napoli, telefono Napoli, 29 giugno 2016 Notaio Stefania Mosca Pubblicazione ufficiale ad 7 uso esclusivo personale - è vietata ogni