Provincia di Perugia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Provincia di Perugia"

Transcript

1 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO (ASSUNTA CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE) N. 24 DEL SETTORE PROPONENTE: FINANZIARIO. ORIGINALE OGGETTO: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF. DETERMINAZIONE ALIQUOTA PER L'ANNO L anno duemilatredici, il giorno venticinque del mese di novembre alle ore 12:00 e seguenti, nella sede dell Ente, il Commissario Straordinario, Dott.ssa, nominato con D.P.R. del 22 agosto 2013 comunicato all Ente in data prot.n.32132, con l assistenza giuridico amministrativa del Segretario Generale del Comune,, in apposita seduta, regolarmente convocata, ha adottato, con i poteri del Consiglio Comunale, la Deliberazione in oggetto.

2 Nell esercizio delle competenze attribuite; Presa in esame la proposta di deliberazione avente ad oggetto: Addizionale Comunale all IRPEF. Determinazione aliquota per l anno 2013 predisposta ed istruita dal competente Settore Finanziario nel testo di seguito riportato: Visti l art. 48, comma 10, della L. 27/12/1997 n. 449, come modificato dall art. 1, comma 10, della L , n. 191; il D.Lgs del , n. 360, istitutivo dell addizionale comunale all IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche); Dato che i Comuni, con regolamento adottato ai sensi dell art.52 del D.Lgs. 446/1997 e s.m., possono disporre la variazione dell aliquota dell addizionale e stabilire, ai sensi dell art. 1, comma 3-bis, del D.Lgs n. 360/98 una soglia di esenzione al di sotto della quale l addizionale comunale non è dovuta; mentre nel caso di superamento del suddetto limite, l aliquota va applicata al reddito complessivo, non costituendo detta soglia franchigia alcuna; Vista la delibera di consiglio comunale n.123 del 29/5/2012 con cui venivano approvate le aliquote a scaglioni di reddito in virtù dell art.13, comma 16, del D.L. 201/2011. Rilevato che il comune può disporre la variazione dell aliquota sino al limite massimo di 0,8 punti percentuali; Constatata la necessità di far fronte con entrate locali di carattere impositivo alla diminuzione delle entrate di provenienza statale a titolo di trasferimento; Considerata, pertanto, l esigenza di assicurare ulteriori idonee fonti di finanziamento al redigendo bilancio preventivo per l esercizio 2013; Ritenuto altresì di confermare la soglia di esenzione per redditi fino ad ,00 al di sotto della quale l addizionale non è dovuta, mentre per i redditi superiori l addizionale è dovuta sul reddito complessivo; Vagliata l opportunità di introdurre per l anno 2013 un unica aliquota allo 0,8% che porterà, conseguentemente, un maggiore gettito, pur mantenendo ferma, come per gli altri anni, la soglia di esenzione a ,00 euro; Appurato che in tal modo si potranno ammortizzare, anche se solo parzialmente, gli effetti negativi derivanti dalle manovre di finanza pubblica in atto, che prevedono ulteriori diminuzioni dei trasferimenti erariali; Visto l art. 53, comma 16, della legge , n. 388, come sostituito dall'art. 27, comma 8, della legge 28 dicembre 2001, n. 448, ai sensi del quale: Il termine per deliberare le aliquote e le tariffe dei tributi locali, compresa l'aliquota dell'addizionale comunale all'irpef di cui all'articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 28 settembre 1998, n. 360, recante istituzione di una addizionale comunale all'irpef, e successive modificazioni, e le tariffe dei servizi pubblici locali, nonché per approvare i regolamenti relativi alle entrate degli enti locali, è stabilito entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione. I regolamenti sulle entrate, anche se approvati Comune di Gubbio Deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del Pag. 2

3 successivamente all'inizio dell'esercizio purché entro il termine di cui sopra, hanno effetto dal 1 gennaio dell'anno di riferimento ; Visto che l art. 8 del D.L fissa il termine per l approvazione del Bilancio di Previsione dell anno 2013 al 30 novembre 2013; Atteso che ai sensi dell art. 1, comma 4, del D. Lgs 360/98 l addizionale è dovuta al Comune nel quale il contribuente ha il domicilio fiscale alla data del 1 gennaio dell anno di riferimento; Visto l art.13, comma 15 del D.L.201/2011 che dispone che A decorrere dall'anno d'imposta 2012, tutte le deliberazioni regolamentari e tariffarie relative alle entrate tributarie degli enti locali devono essere inviate al Ministero dell'economia e delle Finanze, Dipartimento delle Finanze, entro il termine di cui all'articolo 52, comma 2, del decreto legislativo n. 446 del 1997, e comunque entro trenta giorni dalla data di scadenza del termine previsto per l'approvazione del bilancio di previsione. Il Ministero dell'economia e delle Finanze, pubblica, sul proprio sito informatico, le deliberazioni inviate dai Comuni. Tale pubblicazione sostituisce l'avviso in Gazzetta Ufficiale previsto dall'articolo 52, comma 2, terzo periodo, del decreto legislativo n. 446 del Tutto ciò premesso, SI PROPONE DI DELIBERARE 1) di determinare per l anno d imposta 2013 un unica aliquota per l addizionale comunale all IRPEF nella misura dello 0,8%; 2) di approvare l allegato Regolamento per l istituzione e l applicazione dell addizionale comunale all IRPEF, che fa parte integrante e sostanziale del presente provvedimento; 3) di confermare pertanto a norma dell art. 7 del Regolamento, la soglia di esenzione per i redditi sino ad ,00 al di sotto della quale l addizionale comunale all IRPEF non è dovuta, mentre per i redditi al di sopra di tale limite l addizionale è dovuta sul reddito complessivo, non costituendo detta soglia franchigia alcuna; 4) di trasmettere, a norma dell art. 13, comma 15, del D.L. 201/2011 e dell art. 52 del D.Lgs. 446/97, la presente deliberazione al Ministero dell Economia e delle Finanze, dipartimento delle Finanze, entro il termine di 30 giorni dalla sua esecutività, o comunque entro il termine di 30 giorni dalla scadenza del termine per l approvazione del bilancio di previsione; ACQUISITI sulla proposta della presente deliberazione i pareri favorevoli di regolarità tecnicoamministrativa e contabile espressi dal Dirigente del Settore Finanziario, ai sensi dell art. 49, comma 1, del D.Lgs. 267/2000 ed allegati all originale del presente atto; RITENUTA la proposta de qua meritevole di approvazione; VISTO il D.Lgs.267/2000 -Testo Unico degli Enti Locali- e, in particolare, quanto disposto dall art.141; VISTO il D.P.R. del 22 agosto 2013 comunicato all Ente in data 27/08/2013 prot. n , pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 208 del , di scioglimento del Consiglio Comunale di Gubbio e di nomina contestuale della Dott.ssa Maria Luisa D Alessandro quale Commissario Straordinario per la provvisoria amministrazione dell Ente e conferimento dei poteri spettanti al Consiglio Comunale, alla Giunta e al Sindaco; Comune di Gubbio Deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del Pag. 3

4 VERIFICATA, condivisa e fatta propria la proposta di cui trattasi; D E L I B E R A di approvare: la proposta sopra integralmente riportata al cui testo ci si riporta per relationem costituendo lo stesso parte integrante e sostanziale della presente deliberazione e dando atto che sono stati resi i pareri di rito; di dare atto che tale proposta, pertanto, diviene deliberazione del Commissario Straordinario del Comune di Gubbio n. 24 del avente ad oggetto: Addizionale Comunale all IRPEF. Determinazione aliquota per l anno 2013 ; di rendere la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134 comma 4 del T.U. n 267 del al fine di predisporre, nel più breve tempo possibile gli atti per l esecuzione di quanto stabilito nel presente atto. Letto, approvato e sottoscritto. ********************* Comune di Gubbio Deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del Pag. 4

5 ======================================================================== Reg. Pubb. n. La presente deliberazione, in applicazione del D.Lgs. n. 267/2000: Come prescritto dall art. 124, comma 1, viene pubblicata all Albo Pretorio per quindici giorni consecutivi: dal al Gubbio, lì IL RESPONSABILE SERVIZIO Dott. NADIA MINELLI ======================================================================== La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile con le modalità previste dall art. 134, comma 4 del D.Lgs n. 267/2000. Gubbio, lì ========================================================================= La presente deliberazione, in applicazione del D.Lgs. n. 267/2000 è stata pubblicata all Albo Pretorio per quindici giorni consecutivi: dal al , ed è divenuta esecutiva per decorrenza termini. Gubbio, lì Comune di Gubbio Deliberazione del Commissario Prefettizio n. 24 del Pag. 5