COMUNE DI MONTI. Provincia di Olbia Tempio. DETERMINAZIONE 13 del AREA TECNICA:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI MONTI. Provincia di Olbia Tempio. DETERMINAZIONE 13 del AREA TECNICA:"

Transcript

1 COMUNE DI MONTI Provincia di Olbia Tempio DETERMINAZIONE 13 del AREA TECNICA: copia Oggetto: PO FESR Bando Civis. Lavori di completamento riqualificazione urbana delle vie di accesso alla cantina del Vermentino e dell'enoforum. Determina a contrattare per affidamento lavori ai sensi dell'art.122 comma 7 del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. e attivazione procedura prevista dall art.57 comma 6 del D.lgs.163/2006 e ss.mm.ii. CIG: B CUP:G63G IL RESPONSABILE DELL'AREA TECNICA Visto il provvedimento del Sindaco n 1 del 18/01/2014, con il quale è stato conferito al sottoscritto la responsabilità e la gestione dell'area tecnica e servizi connessi; Visto il vigente Statuto Comunale ed i regolamenti comunali di contabilità e dei contratti; Visto il vigente regolamento sull ordinamento degli uffici e dei servizi; Visti gli Artt.107 e 109 del D.lgs. n.267 del 18 Agosto 2000; Vista la delibera di C.C. n 26 del 16/07/2013 con la quale è stato approvato il bilancio di previsione anno 2013; Vista la delibera di C.C. n 23 del 16/07/2013 con la quale è stato approvato in via definitiva il programma delle OO.PP. 2013/2015 e l elenco annuale 2013; Vista la delibera di G.C. n 89 dell 11/10/2013 con la quale è stato adottato il programma delle OO.PP. 2014/2016 e l elenco annuale 2014; Dato atto che questo Ente ha partecipato al bando POR Sardegna Misura 5.1 Politiche per le aree urbane Nazione c - Rafforzamento centri minori concernente la concessione di finanziamento per la realizzazione di progetti locali volti alla promozione e agevolazione delle azioni Pag. 1

2 di supporto di uno sviluppo basato sul riconoscimento e la messa a valore dell identità culturale e dell ambiente geografico e storico dei territori; Che questo Ente, ha partecipato al suddetto bando, tramite associazione di comuni, giusta la Delibera di C.C. n 70 del 29/09/2006 con la quale è stata approvata la convenzione di associazione fra comuni per la costituzione della Rete antiche terre dei grandi vini della Sardegna, finalizzata alla partecipazione alla Misura 5.1 Azione c; Richiamata la nota della R.A.S. Assessorato Degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica, Prot. n.16442/dg, con la quale si comunica a questo Ente che la Giunta Regionale, nel quadro delle iniziative volte a programmare le attività del PO FESR Asse V Sviluppo Urbano, con deliberazione G.R. n.26/3 del 3 giugno 2009, ha stabilito di finanziare gli interventi infrastrutturali inseriti nella graduatoria CIVIS e già individuati con D.G.R. n.29/21 del , fra i quali la proposta della rete avente come capofila il Comune di Selegas e per quanto riguarda il Comune di Monti il finanziamento ammonta a ,63 con l intervento Riqualificazione urbana delle vie di accesso alla cantina del Vermentino e dell Enoforum ; Che sempre in riferimento alla su citata nota, la R.A.S. invitava i diversi enti finanziati, a rimodulare i contenuti progettuali degli interventi infrastrutturali finanziati (giusta la su citata deliberazione della G.C. n 88 del 29/09/2006), alla luce delle disponibilità finanziarie disponibili, fatta salva la possibilità per le singole amministrazioni di incrementare la propria quota di cofinanziamento; Dato atto che questa Amministrazione non aveva possibilità economiche per poter incrementare il suddetto importo; Richiamata la nota della R.A.S. Assessorato Degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica, Prot. n.22475/dg del 20/07/2009 avente ad oggetto PO FESR Bando Civis. Ammissione a Finanziamento ; Richiamata la precedente delibera di G.C. n 81 del 18/06/2010 con la quale è stato approvato ai sensi della L.R. n 05/2007 e s.m. del D.P.R. n 554/99 e s.m. e del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. il progetto definitivo/esecutivo predisposto dall Arch. Natale Miniaci inerente i lavori di Riqualificazione urbana delle vie di accesso alla Cantina del Vermentino e dell Enoforum dell importo complessivo di ,63; Dato atto che i suddetti lavori sono stati consegnati in data 21/02/2011 all'impresa appaltatrice C.B. Costruzioni S.r.l. e gli stessi sono stati portati a termine, con la regola dell'arte in data 27/07/2011, giusto il verbale di fine lavori in pari data e con determinazione n.195 del 29/09/2011 e stato approvato il conto finale ed il certificato di regolare esecuzione; Dato atto che a consuntivo, sono state accertate economie di progetto pari ad un importo di ,76; Che e volontà di questa Amministrazione utilizzare dette economie per redigere un progetto per la realizzazione di opere di Completamento riqualificazione urbana delle vie di accesso alla cantina del vermentino e dell enoforum, dell importo complessivo di ,76; Vista la nota di questo Ente Prot del 31/10/2012 con la quale, alla R.A.S. Assessorato Degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica si richiede l autorizzazione per l utilizzo delle economie di progetto per un importo di ,76 e si trasmette altresì il progetto preliminare dei lavori di Completamento riqualificazione urbana delle vie di accesso alla cantina del Vermentino e dell Enoforum dell importo complessivo di ,76; Pag. 2

3 Vista la nota Prot. n.63299/p.u. del 09/11/2012 della R.A.S. Assessorato Degli Enti Locali, Finanze Urbanistica Servizio politiche per le aree urbane ed acquisita al protocollo generale di questo Ente in data 09/11/2011 Prot avente per oggetto PO FESR Bando CIVIS. Comune di Monti. Operazione Riqualificazione urbana delle vie di accesso alla cantina del Vermentino e dell Enoforum. Richiesta parere di coerenza con la quale richiede il preventivo precitato parere di coerenza all Autorità di Gestione del PO FESR Centro Regionale di Programmazione; Vista la nota Prot. n.66940/p.u. del 26/11/2012 della R.A.S. Assessorato Degli Enti Locali, Finanze Urbanistica Servizio politiche per le aree urbane acquisita al protocollo generale di questo Ente in data 26/11/2012 con il n con la quale si da atto del positivo parere favorevole di coerenza sul progetto da parte dell Autorità di Gestione del PO FESR Sardegna ed esprime parere favorevole all utilizzo delle economie derivanti dal ribasso d asta; Vista la deliberazione di G.C. n.51 del 24/05/2013 con la quale è stato approvato il progetto preliminare dei lavori di "Completamento riqualificazione urbana delle vie di accesso alla cantina del vermentino e dell enoforum" predisposto dall'ufficio tecnico comunale, dell'importo complessivo di ,76; Vista la determinazione n.49 del 18/06/2013 con la quale si affida ai sensi del combinato disposto dall art.267 comma 10 del D.P.R.207/2010 e s.m.i. e dall art.125 comma 11 ultimo periodo del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii., all A.T.P. con sede in Olbia in Corso Umberto I n.46, costituita dall Arch. Salvatore Murgia (Capogruppo) ed il Geom. Giovanni Paolo Langiu (Mandante) con atto costitutivo, l incarico di progettazione definitiva, esecutiva, direzione dei lavori, misura, contabilità e coordinatore della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori ai sensi del D.lgs. 81/2008 e s.m.i. dei lavori di Completamento riqualificazione urbana delle vie di accesso alla cantina del Vermentino e dell Enoforum dell importo complessivo di ,76; Vista la nota Prot del 13/09/2013 a firma del Responsabile dell area Tecnica, con la quale, viene trasmesso alla R.A.S. Assessorato Degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica il progetto definitivo/esecutivo dei lavori in argomento; Vista la nota Prot del 28/10/2013 a firma del Responsabile dell area Tecnica, con la quale, viene ritrasmesso alla R.A.S. Assessorato Degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica, per le motivazioni in essa contenute, il progetto definitivo/esecutivo dei lavori in argomento; Vista la nota Prot. n.55038/pgu del 19/11/2013 della R.A.S. - Assessorato Degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica, ed acquisita al protocollo generale di questo Ente in data 19/11/2013 Prot con la quale, relativamente alla richiesta di ridimensionamento dell intervento, a seguito di uno studio più approfondito da parte dei progettisti nel corso della redazione del progetto definitivo/esecutivo, esprime parere favorevole; Vista la delibera di G.C. n.107 del 10/12/2013 con la quale è stato approvato il progetto definitivo/esecutivo, prodotto dall A.T.P. suddetta, dell'importo complessivo di ,76 di cui ,31 per lavori a base d'asta, ,04 per oneri sicurezza non soggetti a ribasso ed ,59 per la manodopera non soggetta a ribasso d asta ed ,82 per somme a disposizione dell'amministrazione; Di dare atto che l intervento e contraddistinto con il codice CUP G63G e CIG B; Atteso che l art. 11, comma 2, del D.Lgs. n. 163/2006 e ss.mm.ii. e l art. 15, comma 1, della L.R. n. 5/2007, stabiliscano che prima dell'avvio delle procedure di affidamento, le amministrazioni aggiudicatrici adottino specifico procedimento a contrarre, individuando gli elementi essenziali del contratto e i criteri di selezione degli operatori economici e delle offerte; Pag. 3

4 Precisato quindi che: - con l esecuzione del contratto si intende affidare i lavori inerenti PO FESR Bando Civis Completamento riqualificazione delle vie di accesso alla Cantina del Vermentino e dell Enoforum ; - Gli elementi essenziali al contratto sono meglio descritti nel capitolato speciale d'appalto allegato al progetto; - il medesimo dovrà essere stipulato in forma pubblica amministrativa, tramite sottoscrizione del Responsabile dell Area Tecnica e rogazione del Segretario comunale, con spese a carico esclusivo della ditta appaltatrice; - si ritiene utilizzare la procedura negoziata senza previa pubblicazione di bando, in quanto vista l esiguità dei lavori da realizzare si vuole limitare l invito alla realizzazione di detti lavori alle imprese soprattutto locali; Ritenuto di attivare le procedure necessarie onde conseguire nei tempi e con le modalità ritenute migliori gli obiettivi che l'ente si e posti; Considerato che l'importo dei lavori pari a ,94 (importo comprensivo degli oneri della sicurezza e del costo del personale non soggetti a ribasso d asta) colloca la gara nella fascia di importo entro i ,00 euro; Visti gli articoli di legge e di regolamento vigenti in materia di lavori pubblici che disciplinano le modalità di esperimento delle gare e le forme di pubblicità delle stesse. In funzione del metodo prescelto per l'esperimento della gara e dell importo dei lavori in appalto, e in particolare il D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii., nell articolo 122, comma 7, che ammette il ricorso alla procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara (Art.57 del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii.), per lavori di importo complessivo inferiore a ,00 Euro; Ravvisate pertanto, per la natura e l'entità economica dell'appalto, le condizioni per procedere all'affidamento del predetto lavoro mediante procedura negoziata in quanto, secondo il richiamato art. 122 comma 7 del D.lgs 163/2006 e ss.mm.ii., il ricorso alla procedura negoziata e ammessa per il solo importo, a prescindere dalla sussistenza di ulteriori speciali circostanze (urgenza. unicità del prestatore, esito infruttuoso della gara, ecc); Ritenuta la necessità di scegliere il sistema di contrattazione e ravvisata la opportunità del sistema della procedura negoziata ai sensi articolo 122, comma 7 del D.lgs senza pubblicazione di un bando di gara, che verrà aggiudicato le modalità dell'art. 57, comma 6 del D.Lgs. 163/2006 (con contratto da stipularsi a corpo ), con il criterio del prezzo più basso da determinarsi mediante ribasso sull importo dei lavori posti a base di gara, di cui all'art.82 comma 2 lett. b) del D.lgs. surrichiamato ed art. 18 comma 1 lett. a) punto 1) della L.R. 7 Agosto 2007 n.5 e s.m.; Che per il disposto del su richiamato Art. 57 comma 6 del D.Lgs 163/2006 e ss.mm.ii. devono essere invitati alla procedura di cui trattasi almeno 3 operatori economici. Nella fattispecie saranno invitate 5 ditte, che la stazione appaltante ha estrapolato dall elenco approvato con determinazione n.26 del 09/02/2010 e successivamente aggiornato con determinazioni n.04 del 17/01/2011 e n.93 del 26/05/2011; Visto il D.lgs. 12 Aprile 2006 n.163 e ss.mm.ii. Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE; Visto il D.P.R. n. 207/2010 e s.m.; Vista la L.R. 07/08/2007 n 5 Procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici di lavori,forniture e servizi in attuazione alla direttiva comunitaria n 2004/18CE del 31/03/2004 Pag. 4 DETERMINA

5 Di dare atto che quanto indicato in premessa, che qui si intende ripetuta e parte integrante e sostanziale del presente atto; trascritta, quale Di far constare il contratto da rogarsi in forma pubblica amministrativa per il rogito di questo Segretario, che l Amministrazione intende perseguire il fine di pubblica utilità; Di scegliere il sistema di contrattazione - procedura negoziata ai sensi articolo 122, comma 7 del D.lgs 163 e ss.mm.ii., senza previa pubblicazione di un bando di gara, che verrà aggiudicato con le modalità dell'art. 57, comma 6 del D.Lgs. 163/2006 (con contratto da stipularsi a corpo ), con il criterio del prezzo più basso da determinarsi mediante ribasso sull importo dei lavori posti a base di gara, di cui all'art.82 comma 2 lett. b) del D.lgs. su richiamato ed art. 18 comma 1 lett. a) punto 1) della L.R. 7 Agosto 2007 n.5 e s.m.; Di invitare alla presente procedura n.5 ditte, individuate con le modalità indicate in premessa e di ometterne la pubblicazione fino al giorno della gara, ai sensi dell art. 13 comma 3 del D.lgs 163/2006 e ss.mm.ii., per motivi di riservatezza; Di applicare al contratto le clausole contenute nel Capitolato speciale d Appalto delle opere pubbliche nonché quelle previste nello schema di contratto allegato al progetto esecutivo e, di stabilire che il termine contrattuale per l esecuzione dei lavori dovrà essere di giorni 60 (sessanta), decorrenti dalla data di consegna, come previsto all art.7.9 del capitolato speciale d appalto; Di approvare l allegata lettera d invito; Di dare atto che si precederà all aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta ritenuta valida; Di dare atto che la spesa trova copertura nel Cap. 4823/2007; La presente è pubblicata per estratto all Albo Pretorio del Comune Il Responsabile dell Area Tecnica F.to: Geom. Giovanni Maria RASPITZU Il Responsabile del Procedimento F.to: Geom. Sandro PUDDA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO RILASCIA Il visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria (art. 153,comma 5, D. Lgs. 267/2000); POSITIVO Pag. 5

6 Pag. 6 IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO F.to: Rag. Antonia NIEDDU