RSYNC e la sincronizzazione dei dati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RSYNC e la sincronizzazione dei dati"

Transcript

1 RSYNC e la sincronizzazione dei dati Introduzione Questo breve documento intende spiegare come effettuare la sincronizzazione dei dati tra due sistemi, supponendo un sistema in produzione (master) ed uno in copia (slave). Lo strumento scelto è ovviamente il mitico rsync, presente di default su numerosi sistemi Unix e GNU/Linux e funzionante anche su sistemi Win32. La sua home Vedremo come è semplice sincronizzare e mantenere in questo modo allineati i dati di due sistemi e subito dopo come creare un vero e proprio repository per dati (rsync server), accessibile via rete da sistemi diversi dotati del client rsync. Requisiti Per mettere in piedi il sistema sono necessari due linux box (uno master e uno slave per la copia) rsync ed ssh installati su entrambi i sistemi Il sistema si basa dunque su rsync in abbinata a ssh per lo spostamento e la cifratura dei dati. Ma come funziona? Questa è la sua sintassi: rsync [<opzioni>] <sorgente> <destinazione> rsync è dunque un programma che si occupa di mantenere allineati una destinazione con una sorgente, utilizzando per questo parametri caratteristici dei file de delle directory contenuti, come data, dimensioni, MD5, ecc. Per effettuare la connessione utilizza in genere rsh, oppure se specificato, un'altra shell come ssh. Procedura Il servizio si appoggia su rsync utilizzando la metodologia di copia/sincronizzazione dati che coinvolge due elaboratori differenti, su cui deve essere installato il software rsync. Il trasferimento dei dati avviene attraverso ssh, al posto di rsh, sconsigliato perché meno sicuro, con i dati che transitano in chiaro. Come detto, nel nostro caso useremo rsync in accoppiata con ssh, avendo cura come prima cosa di rendere possibile la connessione tra i sistemi attraverso ssh senza l'ausilio delle password ma inserendo nel database degli host autorizzati file identity.pub necessari.

2 Ipotizziamo di avere due host, uno che chiameremo HOST_A (master - sorgente) che è quello che contiene i dati che vogliamo copiare su un sistema che potremmo definire slave e che chiameremo per comodità HOST_B (slave destinazione). Per poter spostare i dati attraverso il canale ssh avremo bisogno che nel file authoryzed.keys dell Host A sia importata la chiave dell Host B, in modo che quest ultimo venga riconosciuto attraverso e di essa e null altro e gli venga pertanto concesso l accesso. Procedura Scambiare le chiavi tra i sistemi, usando un canale protetto, meglio con uno user ad hoc, non root se possibile. Sull Host B digitare: ssh-keygen t rsa scp id_rsa.pub Sull Host A touch authorized_keys cat /tmp/id_rsa.pub >>authorized_keys A questo punto identifichiamo quali file vogliamo prima copiare e poi mantenere sincronizzati (selezione delle directory da sincronizzare) Faccio un esempio pratico e ipotizziamo di voler effettuare una copia di queste directory: /etc /home /var/lib/apache/htdocs /dati Script di Sincronizzazione da eseguire a intervalli regolari sull HOST B #! /bin/sh echo "Sincronizza /etc" rsync -avupogz -e ssh HOST_A:/etc /etc echo "Sincronizza home directory" rsync -avupogz -e ssh HOST_A:/home /home echo "Sincronizza Web" rsync -avupogz -e ssh HOST_A:/var/lib/apache /var/lib/apache echo "Sincronizza Posta" rsync -avupogz -e ssh HOST_A:/var/spool/mail /var/spool/mail N.B. Aggiungere tutte le directory necessarie, ad esempio quelle esportate in rete via Samba o in altro modo Questa operazione è semplice ed intuitiva e lo script generato può essere eseguito ad intervalli regolari attraverso la crontab. La procedura non richiede password e l autenticazione avviene tramite la chiave precedentemente importata: Esempio:

3 #/root/sincro Sincronizza /home building file list... done wrote 204 bytes read 20 bytes bytes/sec total size is 734 speedup is 3.28 Sincronizzazione di una risorsa samba condivisa Spesso può essere utile avere due directory perfettamente sincronizzate. Ovviamente questo strumento si presta bene solo a mantenere archivi con sincronizzazioni monodirezionali e può considerarsi un ottimo strumento di backup. Vediamo una procedura in pratica, che richiede sul sistema, samba, rsync e ssh: Predisposizione filesystem mkdir /sincro Configurazione samba [sincro] comment = sincro path = /sincro valid users = paolo public = no writable = yes printable = no create mask = 0765 force users= root Impostazione della sincronizzazione #sincro from HOST_B to HOST_A echo "Sincronizza /sincro" rsync avupogz -e ssh HOST_A:/sincro / Sincronizzazione date E bene mantenere le date sincronizzate sui sistemi, visto che rsync si appoggia anche alle modifiche di data dei file per effettuare gli aggiornamenti. Eseguire regolarmente ntpdate time.ien.it Spiegazione Opzioni utilizzate Vediamo il significato delle opzioni di rsync utilizzate: -a, --archive E l opzione fondamentale per poter ottenere due archivi allineati. Equivale alla somma delle opzioni rlptgod. Conviene sempre specificarla, onde evitare di complicare troppo il nostro comando. Nei casi sopra specificati, alcune opzioni (come opg) sono ripetute solo per poterne spiegare il significato. Si tratta pertanto di opzioni ridondanti.

4 -v --verbose Aumenta il livello di dettaglio dell operazioni, aiuta in caso di problemi -u --update Questa opzione può essere molto utile perché evita l'aggiornamento di file che nella destinazione risultano avere una data di modifica più recente di quella dei file di origine corrispondenti. Si può utilizzare nel caso in cui anche i file nella destinazione vengano modificati (sincronizzazione bidirezionale) -p --perms Consente la riproduzione fedele dei permessi dei file di origine. -o --owner Siccome rsync viene spesso utilizzato dall'utente root, consente di mantenere per i file copiati il proprietario che aveva in origine. Si usa in genere abbinata all opzione p. -g --group Siccome rsync viene spesso utilizzato dall'utente root, consente di mantenere per i file copiati il gruppo che aveva in origine. Si usa in genere abbinata all opzione p. -z --compress Questa opzione consente di risparmiare banda ma di aumentare l uso delle risorse del sistema infatti comprime i dati prima di trasferirli. -e --rsh <comando> Permette di specificare quale programma utilizzare come shell per l'accesso remoto. In genere viene usata rsh, ma nel nostro caso viene utilizzato ssh. Altre Opzioni utilizzabili -c --checksum Utilizza per il controllo un codice di controllo più grande di quello utilizzato di default. In questo modo le operazioni di controllo origine-destinazione sono più accurate ma più lente. -r --recursive Effettua la copia ricorsiva delle directory, qundi copia anche le sottodirectory. --delete Questa opzione è sicuramente degna di nota, sia per la sua utilità che per la sua pericolosità. Infatti permette di cancellare i file nella destinazione che non si trovano nell'origine. E un opzione pericolosa da usare con cautela, ma che può aiutare a mantenere pulito il server di copia, da cui verrebbero rimossi documenti vecchi non più utilizzati dagli utenti sul server originale. Infatti è da far notare come con questo sistema si arrivi sempre ad avere sul sistema in copia una quantità di file vecchi e non più necessari (in genere), che possono per l appunto essere rimossi attraverso questa opzione. Visto il rischio insito nell uso di questa opzione, la cancellazione dei file non presenti nell origine avviene solo nel caso in cui le directory sia specificatamente indicate nell'origine. -n --dry-run Consente di simulare il comando senza che venga realmente effettuato

5 -t --times Utilizzato per riprodurre in modo preciso la data di modifica dei file. -D, --devices Consnete di preservare i devices. La può usare solo l utente root. Per tutte le opzioni di rsync (sono davvero tante) vi consiglio un bel man rsync Rsync repository: rsync server In questo caso viene utilizzato rsync come demone, per consentire accessi remoti autenticati a dei repository contenenti dati. Per prima cosa occorre configurare rsync attraverso il suo file rsyncd.conf Configurazione di rsyncd.conf /etc/rsyncd.conf #Opzioni generali uid = nobody gid = nobody use chroot = no max connections = 4 syslog facility = local5 pid file = /var/run/rsyncd.pid #Condivisioni [ftp] path = /home/ftp comment = Area FTP (Dimensione ~ 1 GB) [http] path = /htdir/htdocs comment = Area HTTP (Dimensione ~ 100 MB) hosts allow= list= false [sincro] path = /sincro comment = Area Dati (Dimensione ~ 500 MB) auth users = paolo, marco secrets file = /etc/rsyncd.secrets read only = yes [software] path = /software comment = Area Software (Dimensione ~ 5 GB) Il file rsyncd.secrets avrà un aspetto simile a questo con la sintassi user:password

6 paolo:test marco:prova Gli utenti creati non devono necessariamente essere utenti di sistema. L importante è che questo file sia in sola lettura e scrittura per l utente root onde evitare possibili alterazioni. Se queste opzioni non venogno specificate l accesso al repository rsync è libero per tutti gli utenti e viene definito "anonymous rsync". Per tutte le condivisioni per cui non viene specificata la direttiva auth user l accesso è libero di tipo anonymous. Ma vediamo nel dettaglio alcuni parametri da impostare in rsyncd.conf per controllare il server rsync. [condivisione] e' il nome della condivisione rsync a cui gli utenti potranno aver accesso path e' il percorso locale della condivisione; comment: aggiunge una descrizione per la risorsa condivisa read only: consente di impostare la protezione per i file dalla scrittura (va impostata a yes); uid e gid: permetto no di specificare l utente ed il gruppo con cui rsync accede al filesystem; hosts allow consente di specificare gli IP da cui è possibile connettersi al server rsync. Aumenta il livello di controllo del sistema list e' un opzione che consente di impedire di visualizzare alcune condivisioni disponibili sul server rsync, va pertanto impostata a false. L opzione use chroot consente di specificare se il nostro server per motivi di sicurezza è stato posto in un ambiente di tipo chroot. Anche l opzione max connections ha un impatto sulla sicurezza oltrechè sulle prestazioni limitando il numero massimo di connessioni contemporanee. Con syslog facility possiamo indicare il livello di verbosity che troveremo nel file syslog dove verranno riportate tutte le operazioni effettuate ed i tentativi di connessione. Tutte queste opzioni sono specificabili per la condivisione singola o per tutte le condivisioni se impostate nella sezione globale. Molto dipende da come vogliamo gestire il server e gli accessi. Per tutte le altre opzioni fate un bel man rsyncd.conf. Metodi di esecuzione del server Il server rsync può essere eseguito come inetd o standalone, molto dipende dall uso che se ne fa, secondo la nota regola che per un utilizzo intensivo con accessi continui è meglio eseguirlo in modalità standalone, mentre nel caso di accessi sporadici, la modalità inetd sarà quella da preferire. Server inetd rsync 873/tcp rsync stream tcp nowait root /usr/bin/rsync rsyncd daemon Server standalone rsync --daemon --config=/etc/rsyncd.conf Uso del Client rsync

7 Ovviamente il comando rsync deve essere usato anche per prelevare i file e sincronizzare i diversi repository. La sintassi standard nel caso di connessioni client rsync verso server rsync è questa: rsync [OPTION]... [DEST] Esempi Effettuare il browsing del repository per vedere quali sono le risorse condivise: rsync -avz ftp Area FTP (Dimensione ~ 1 GB) http Area HTTP (Dimensione ~ 100 MB) sincro Area Dati (Dimensione ~ 500 MB) software Area Software (Dimensione ~ 5 GB) Copiare il file dall host remoto al nostro host locale rsync -avz /tmp/sincro Aggiungendo l opzione e con la shell ssh otterremo la cifratura della sessione aumentando notevolmente la sicurezza. rsync -avz -e ssh rsync_server /sincro /tmp/sincro Note Per chi non lo sapesse rsync funziona anche su Win grazie alla librerie cygwin.dll e può quindi essere usato anche da sistemi con sistemi operativi non unix. Maggiori informazioni ed il pacchetto per l installazione su win sono disponibili a questo indirizzo: Inoltre è molto supportato, si trovano programmi, scripts ed interfacce per automatizzare le operazioni di sincronia e backup via rete. Basta andare su Freshmeat per accorgersene: Io lo considero una valida alternativa a costosi dispositivi di backup, basi pensare ai costi bassi dei dischi rigidi oggi, anche quelli con capienza di centinaia di GB. Effettuare una sincronizzazione di dati, anche più volte al giorno e di volumi significativi richiede poco tempo, specie su reti locali a 100 Mb. E chiaro che comunque non sostituisce una vera procedura di backup, che come la legge e la letteratura ci ricorda deve consentirci di separare l archivio dal sistema e riporlo in un luogo protetto ed accessibile solo alle persone autorizzate. Diciamo che come metodo si può affiancare ad una procedura di backup tradizionale su nastro, avendo il grande vantaggio di consentire un ripristino immediato dei dati, con una procedura di sincronizzazione inversa. Doc: rsync.pdf Dott. Paolo PAVAN [Netlink Sas]

8 Data: 2003/2004 Note finali Il presente documento è a semplice scopo divulgativo L autore non si assume la responsabilità di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dall'uso dei programmi, o dall applicazione delle configurazioni menzionate nel seguente articolo I marchi citati sono di proprietà dei rispettivi proprietari e sono stati utilizzati solo a scopo didattico o divulgativo. L uso o il riutilizzo del presente articolo è liberamente consentito per scopi didattici o informativi previa citazione della fonte Sono possibili errori o imprecisioni, segnalatemele a Chi volesse integrare il presente documento, può scrivere a

Introduzione a Rsync

Introduzione a Rsync Introduzione a Rsync Trasferimento file ottimizzato Montebelluna 29 novembre 2007 1 Licenza d'utilizzo Copyright 2007, Manuel Dalla Lana Questo documento viene rilasciato secondo i termini della licenza

Dettagli

Backup efficienti, sicuri ed. automatici con rsnapshot

Backup efficienti, sicuri ed. automatici con rsnapshot Backup efficienti, sicuri ed automatici con rsnapshot L'importanza dei dati informatici Oggi tutti noi abbiamo dati importantissimi sui nostri computer, cellulari o tablet. Come fare per non rischiare

Dettagli

Configurazione generale di Samba

Configurazione generale di Samba Configurazione generale di Samba www.samba.org Protocollo SMB (Short Message Block) Pacchetti installati libsmbclient samba samba-common samba-doc swat I due demoni di Samba possono essere lanciati manualmente

Dettagli

17.2. Configurazione di un server di Samba

17.2. Configurazione di un server di Samba 17.2. Configurazione di un server di Samba Il file di configurazione di default (/etc/samba/smb.conf) consente agli utenti di visualizzare le proprie home directory di Red Hat Linux come una condivisione

Dettagli

Print Server, questo sconosciuto...

Print Server, questo sconosciuto... Print Server, questo sconosciuto... By necr0soft Introduzione & Scopo del documento In questo articolo vedremo come realizzare un print server in una rete casalinga. Alla fine dell'articolo saremo in grado

Dettagli

Rsync su GNU/Linux e su Windows? (Backup sincronizzato su disco di rete e/o RAID1 su server FreeNAS)

Rsync su GNU/Linux e su Windows? (Backup sincronizzato su disco di rete e/o RAID1 su server FreeNAS) Rsync su GNU/Linux e su Windows? (Backup sincronizzato su disco di rete e/o RAID1 su server FreeNAS) Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 Gennaio 2011 rsync è un software per Unix

Dettagli

Apache Monitoring con MRTG

Apache Monitoring con MRTG Apache Monitoring con MRTG Mi è capitato di dover monitorare il carico di lavoro di Apache, per rendermi conto dell effettivo sfruttamento delle risorse di sistema. Avevo in alcuni casi un decremento delle

Dettagli

Corso GNU/Linux - Lezione 6. Davide Giunchi - davidegiunchi@libero.it

Corso GNU/Linux - Lezione 6. Davide Giunchi - davidegiunchi@libero.it Corso GNU/Linux - Lezione 6 Davide Giunchi - davidegiunchi@libero.it Riepilogo TCP/IP Ogni host nella rete deve avere un proprio indirizzo ip Due o piu computer nella stessa rete, per poter comunicare

Dettagli

LABORATORI DI INFORMATICA. CONDIVISIONE, CLOUD e CONTROLLO REMOTO IMPLEMENTAZIONE DI UNA GESTIONE EFFICIENTE

LABORATORI DI INFORMATICA. CONDIVISIONE, CLOUD e CONTROLLO REMOTO IMPLEMENTAZIONE DI UNA GESTIONE EFFICIENTE LABORATORI DI INFORMATICA CONDIVISIONE, CLOUD e CONTROLLO REMOTO IMPLEMENTAZIONE DI UNA GESTIONE EFFICIENTE Tutti i laboratori di informatica, come la gran parte delle postazioni LIM, sono stati convertiti

Dettagli

MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com

MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com 15.03.2006 Ver. 1.0 Scarica la versione pdf ( MBytes) Nessuno si spaventi! Non voglio fare né un manuale

Dettagli

Backup efficienti, sicuri ed automatici con rsnapshot

Backup efficienti, sicuri ed automatici con rsnapshot Backup efficienti, sicuri ed automatici con rsnapshot L'importanza dei dati informatici Oggi tutti noi abbiamo dati importantissimi sui nostri computer, cellulari o tablet. Come fare per non rischiare

Dettagli

inetd (the Internet Superserver) Servizi di rete inetd (the Internet Superserver) inetd.conf

inetd (the Internet Superserver) Servizi di rete inetd (the Internet Superserver) inetd.conf Servizi di rete Nota: per riavviare un demone, qualsiasi esso sia, nei sistemi con init SystemV basta oppure, in molti casi, che forza il demone a rileggere i file di configurazione. Questo meccanismo

Dettagli

Sommario. 1. Introduzione. Samba - Monografia per il Corso di "Laboratorio di Sistemi Operativi".

Sommario. 1. Introduzione. Samba - Monografia per il Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi. Sommario SAMBA Raphael Pfattner 10 Giugno 2004 Diario delle revisioni Revisione 1 10 Giugno 2004 pralph@sbox.tugraz.at Revisione 0 17 Marzo 2004 roberto.alfieri@unipr.it Samba - Monografia per il Corso

Dettagli

SAMBA COS È? Samba è un software che fornisce servizi di condivisione utilizzando il protocollo SMB (Server Message Block). A differenza di altri programmi, Samba è gratuito e Open Source, e permette l

Dettagli

Archivemail e Hypermail Archiviazione della posta su Web

Archivemail e Hypermail Archiviazione della posta su Web Introduzione Archivemail e Hypermail Archiviazione della posta su Web Un problema che spesso si presenta a chi gestisce servizi di posta elettronica è rappresentato dai volumi della posta stessa e dalla

Dettagli

Indice. Indice V. Introduzione... XI

Indice. Indice V. Introduzione... XI V Introduzione........................................................ XI PARTE I Installazione di Linux come Server.............................. 1 1 Riepilogo tecnico delle distribuzioni Linux e di Windows

Dettagli

Guida rapida - rete casalinga (con router)

Guida rapida - rete casalinga (con router) Guida rapida - rete casalinga (con router) Questa breve guida, si pone come obiettivo la creazione di una piccola rete ad uso domestico per la navigazione in internet e la condivisione di files e cartelle.

Dettagli

Raspberry Pi - Labolatorio Informatica

Raspberry Pi - Labolatorio Informatica Raspberry Pi - Labolatorio Informatica Indice 1 Prerequisiti 2 2 Installazione di Raspbian su scheda SD 2 2.1 Installazione con Linux...................................... 2 2.2 Installazione con Windows....................................

Dettagli

Files di Configurazione

Files di Configurazione Files di Configurazione Cosa sono Sono normali files di testo atti a configurare il comportamento delle componenti del S.O. sia durante il bootstrap sia in seguito durante l'uso quotidiano per adattare

Dettagli

Per montare una directory condivisa NFS da un altro computer, digitate il comando mount:

Per montare una directory condivisa NFS da un altro computer, digitate il comando mount: Capitolo 16. NFS (Network File System) L'NFS permette di condividere file tra computer in rete come se fossero sul disco fisso locale del client. Red Hat Linux può essere sia un server che un client NFS,

Dettagli

I.S. Sobrero. Dipartimento di Informatica. Utilizzo. install.linux@home. 16/02/2007 install.linux@home Marco Marchisotti

I.S. Sobrero. Dipartimento di Informatica. Utilizzo. install.linux@home. 16/02/2007 install.linux@home Marco Marchisotti I.S. Sobrero Dipartimento di Informatica Utilizzo install.linux@home 1 La shell La shell di Linux è a linea di comando. Appare obsoleta e difficile da usare, ma in realtà è molto più potente e versatile

Dettagli

Creazione di un print server con Samba

Creazione di un print server con Samba Capitolo 3 Creazione di un print server con Samba Un print server è un elemento preposto ad accogliere le richieste di stampa inoltrate dai client presenti in rete e di indirizzarle a una o più stampanti

Dettagli

Zeroshell su vmware ESXi 4.1

Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Introduzione Vediamo come installare Zeroshell su Vmware ESXi 4.1 usando come immagine quella per IDE,SATA e USB da 1GB. Cosa ci serve prima di iniziare: Una distro Live io

Dettagli

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server 1 Prerequisiti Pagine statiche e dinamiche Pagine HTML Server e client Cenni ai database e all SQL 2 1 Introduzione In questa Unità si illustra il concetto

Dettagli

Petra VPN 2.7. Guida Utente

Petra VPN 2.7. Guida Utente Petra VPN 2.7 Guida Utente Petra VPN 2.7: Guida Utente Copyright 1996, 2001 Link s.r.l. (http://www.link.it) Questo documento contiene informazioni di proprietà riservata, protette da copyright. Tutti

Dettagli

Dipartimento di Informatica e Scienze dell Informazione. OpenSSH. Simon Lepore. Corso di Sicurezza. DISI, Universita di Genova

Dipartimento di Informatica e Scienze dell Informazione. OpenSSH. Simon Lepore. Corso di Sicurezza. DISI, Universita di Genova Dipartimento di Informatica e Scienze dell Informazione OpenSSH Simon Lepore Corso di Sicurezza DISI, Universita di Genova Via Dodecaneso 35, 16146 Genova, Italia http://www.disi.unige.it 1 Contenuti Introduzione...3

Dettagli

Nota: per riavviare un demone, qualsiasi esso sia, nei sistemi con init SystemV basta. /etc/init.d/nomedemone restart

Nota: per riavviare un demone, qualsiasi esso sia, nei sistemi con init SystemV basta. /etc/init.d/nomedemone restart Servizi di rete Nota: per riavviare un demone, qualsiasi esso sia, nei sistemi con init SystemV basta /etc/init.d/nomedemone restart oppure, in molti casi, killall -HUP nomeservizio che forza il demone

Dettagli

QUICK START GUIDE F640

QUICK START GUIDE F640 QUICK START GUIDE F640 Rev 1.0 PARAGRAFO ARGOMENTO PAGINA 1.1 Connessione dell apparato 3 1.2 Primo accesso all apparato 3 1.3 Configurazione parametri di rete 4 2 Gestioni condivisioni Windows 5 2.1 Impostazioni

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Laboratorio 3 - Web Server Apache (1) Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it!

Elementi di Sicurezza e Privatezza Laboratorio 3 - Web Server Apache (1) Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it! Elementi di Sicurezza e Privatezza Laboratorio 3 - Web Server Apache (1) Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it! Sicurezza del Web server Sicurezza Web Server (1) Perché attaccare un Web server? w Per

Dettagli

Sicurezza del Web server

Sicurezza del Web server Elementi di Sicurezza e Privatezza Laboratorio 3 - Web Server Apache (1) Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it! Sicurezza del Web server 1 Sicurezza Web Server (1) Perché attaccare un Web server? w Per

Dettagli

SIDA Multisede online

SIDA Multisede online SIDA Multisede online Manuale tecnico per uso esclusivo dei tecnici installatori e della rete commerciale Sida By Autosoft Versione 2009.1.1 Revisione 1, 11 maggio 2009 Tutti i diritti sono riservati dagli

Dettagli

BACKUP APPLIANCE. User guide Rev 1.0

BACKUP APPLIANCE. User guide Rev 1.0 BACKUP APPLIANCE User guide Rev 1.0 1.1 Connessione dell apparato... 2 1.2 Primo accesso all appliance... 2 1.3 Configurazione parametri di rete... 4 1.4 Configurazione Server di posta in uscita... 5 1.5

Dettagli

Backup e Restore di un database PostgreSQL Sandro Fioravanti INFN-LNF

Backup e Restore di un database PostgreSQL Sandro Fioravanti INFN-LNF SPARC-CS-12/001 20 Gennaio 2012 Backup e Restore di un database PostgreSQL Sandro Fioravanti INFN-LNF Abstract Vengono descritte le procedure di backup e restore dei dati memorizzati in un database di

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

Creare connessioni cifrate con stunnel

Creare connessioni cifrate con stunnel ICT Security n. 24, Giugno 2004 p. 1 di 5 Creare connessioni cifrate con stunnel Capita, e purtroppo anche frequentemente, di dover offrire servizi molto insicuri, utilizzando ad esempio protocolli che

Dettagli

NAS 259 Proteggere i dati con la sincronizzazione remota (Rsync)

NAS 259 Proteggere i dati con la sincronizzazione remota (Rsync) NAS 259 Proteggere i dati con la sincronizzazione remota (Rsync) Creare ed eseguire un processo di backup Rsync A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe essere

Dettagli

NAS 109 Uso del NAS con Linux

NAS 109 Uso del NAS con Linux NAS 109 Uso del NAS con Linux Accedere ai file sul NAS usando Linux A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe essere in grado di: 1. Usare Linux per accedere

Dettagli

Samba: guida rapida - Guide@Debianizzati.Org

Samba: guida rapida - Guide@Debianizzati.Org 1 of 7 26/01/2013 02:09 Samba: guida rapida Da Guide@izzati.Org. Samba Condivisione risorse Guida Rapida Guida Estesa Controller di dominio Sarge Etch Lenny Squeeze Wheezy Ubuntu Lucid Altro Scansione

Dettagli

Guida rapida - rete casalinga (con router) Configurazione schede di rete con PC

Guida rapida - rete casalinga (con router) Configurazione schede di rete con PC Guida rapida - rete casalinga (con router) Questa breve guida, si pone come obiettivo la creazione di una piccola rete ad uso domestico per la navigazione in internet e la condivisione di files e cartelle.

Dettagli

Indice 1 L architettura di un sistema GNU/Linux 1 1.1 L architettura del sistema................................ 1 1.1.1 L architettura di base.............................. 1 1.1.2 Il funzionamento del

Dettagli

Configurare e attivare NFS4 con Fedora 17 e superiori

Configurare e attivare NFS4 con Fedora 17 e superiori Premessa: Questa guida nasce con lo scopo di chiarire l'uso e la configurazione del servizio di condivisione di rete NFS4 (non NFS3 o inferiori), osservando che sulla questione in oggetto la documentazione

Dettagli

Laboratorio di Programmazione

Laboratorio di Programmazione Laboratorio di Programmazione Federico Spizzo Dipartimento di Fisica / Edificio C Stanza 006 Tel: 0532 974231 E-mail: federico.spizzo@unife.it Gianluigi Cibinetto Dipartimento di Fisica / Edificio C Stanza

Dettagli

L unica soluzione completa che permette di poter registrare e conservare i log delle attività degli Amministratori di Sistema

L unica soluzione completa che permette di poter registrare e conservare i log delle attività degli Amministratori di Sistema L unica soluzione completa che permette di poter registrare e conservare i log delle attività degli Amministratori di Sistema Legal Logger è un prodotto Qxperts Sommario Di cosa si tratta 3 Perché 3 Come

Dettagli

Funzionamento del protocollo FTP

Funzionamento del protocollo FTP Alunno:Zamponi Claudio Numero matricola:4214118 Corso: Ingegneria Informatica Funzionamento del protocollo FTP L'FTP, acronimo di File Transfert Protocol (protocollo di trasferimento file), è uno dei protocolli

Dettagli

Creare un Server Casalingo

Creare un Server Casalingo Creare un Server Casalingo Questa guida è più che altro un promemoria per il sottoscritto,dove si penserà a creare un piccolo server casalingo,in questa breve ma intensa guida si parlerà spesso di ssh,

Dettagli

Una soluzione per il backup automatico dei dati di più server non necessariamente appartenenti alla stessa rete locale

Una soluzione per il backup automatico dei dati di più server non necessariamente appartenenti alla stessa rete locale h t t p : / / b a c k u p p c. s o u r c e f o r g e. n e t Una soluzione per il backup automatico dei dati di più server non necessariamente appartenenti alla stessa rete locale labinfo@keynes.scuole.bo.it

Dettagli

OwnCloud 8 su rete lan aziendale (una specie di Gdrive privato)

OwnCloud 8 su rete lan aziendale (una specie di Gdrive privato) Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) (a.scatolini@linux4campagnano.net) (campagnanorap@gmail.com) Miniguida n. 216 Ver. febbraio 2015 OwnCloud 8 su rete lan aziendale (una specie di Gdrive

Dettagli

Symantec Backup Exec 12.5 for Windows Servers. Guida rapida all'installazione

Symantec Backup Exec 12.5 for Windows Servers. Guida rapida all'installazione Symantec Backup Exec 12.5 for Windows Servers Guida rapida all'installazione 13897290 Installazione di Backup Exec Il documento contiene i seguenti argomenti: Requisiti di sistema Prima dell'installazione

Dettagli

Cambiamenti e novità della terza edizione...xix. Condivisione delle risorse in un workgroup con Samba...1

Cambiamenti e novità della terza edizione...xix. Condivisione delle risorse in un workgroup con Samba...1 Introduzione...xv Cambiamenti e novità della terza edizione...xix Ringraziamenti...xxi Capitolo 1 Condivisione delle risorse in un workgroup con Samba...1 Reti Windows... 2 Struttura base di Samba... 3

Dettagli

III.2 Come condividere risultati

III.2 Come condividere risultati III.2 Come condividere risultati Università di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Insegnamento di Informatica Ottobre 6, 2015 Argomenti 1 Di cosa si tratta Tipologie 2 Ai fine del progetto Comandi

Dettagli

Server Samba con Debian 6.0.0 Squeeze

Server Samba con Debian 6.0.0 Squeeze Server Samba con Debian 6.0.0 Squeeze Creerò le cartelle una per ogni ufficio esempio: - documenti // per tutti solo lettura e per utente amministratore tutto - magazzino // tutto per utenti mag1,mag2,mag3

Dettagli

Reti miste. Giovanni Franza

Reti miste. Giovanni Franza Giovanni Franza Contenuti Scenario attuale Introduzione server Linux Strumenti Più forte e più allegro Condivisione dati Sicurezza 2 Scenario attuale Molte tecnologie Molte topologie Poche applicazioni

Dettagli

Terza lezione: Directory e File system di Linux

Terza lezione: Directory e File system di Linux Terza lezione: Directory e File system di Linux DIRECTORY E FILE SYSTEM Il file system di Linux e Unix è organizzato in una struttura ad albero gerarchica. Il livello più alto del file system è / o directory

Dettagli

Inetd e TCP Wrappers

Inetd e TCP Wrappers Inetd e TCP Wrappers Daniele Venzano 3 ottobre 2003 Indice 1 Introduzione 1 2 Inetd 2 2.1 Il file di configurazione /etc/inetd.conf.................... 2 2.1.1 Nome del servizio............................

Dettagli

Backup Exec 2012. Guida rapida all'installazione

Backup Exec 2012. Guida rapida all'installazione Backup Exec 2012 Guida rapida all'installazione Installazione Il documento contiene i seguenti argomenti: Requisiti di sistema Elenco di controllo pre-installazione di Backup Exec Esecuzione di un'installazione

Dettagli

Zeroshell su HP Microserver

Zeroshell su HP Microserver Zeroshell su HP Microserver Introduzione Un Captive Portal su HP Microserver Approfondisco l argomento Zeroshell, mostrando la mia scelta finale per la fornitura di un captive portal in versione boxed,

Dettagli

Servizio di backup dei dati mediante sincronizzazione

Servizio di backup dei dati mediante sincronizzazione Servizio di backup dei dati mediante sincronizzazione Indice del documento Descrizione del servizio... 1 Istruzioni per l installazione... 2 Installazione di Microsoft SyncToy... 2 Installazione di NetDrive...

Dettagli

Modulo 9. Sicurezza nei sistemi Unix Utenti e gruppi in Unix (1/2)

Modulo 9. Sicurezza nei sistemi Unix Utenti e gruppi in Unix (1/2) Pagina 1 di 11 Sicurezza nei sistemi Unix Utenti e gruppi in Unix (1/2) In questa lezione tratteremo di alcuni concetti di sicurezza tipici dei sistemi Unix. In particolare, questi sistemi definiscono

Dettagli

CONDIVIDERE IN RETE SWC701

CONDIVIDERE IN RETE SWC701 CONDIVIDERE IN RETE SWC701 Ecco una semplice guida per effettuare la messa in rete condivisa del programma di telegestione Coster SWC701. 1 IMPORTANTE: la rete aziendale deve essere Microsoft ed il numero

Dettagli

4. AUTENTICAZIONE DI DOMINIO

4. AUTENTICAZIONE DI DOMINIO 4. AUTENTICAZIONE DI DOMINIO I computer di alcuni laboratori dell'istituto sono configurati in modo da consentire l'accesso solo o anche ad utenti registrati (Workstation con autenticazione di dominio).

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 02 Settembre 2008 06:30 - Ultimo aggiornamento Martedì 10 Maggio 2011 17:15

Scritto da Administrator Martedì 02 Settembre 2008 06:30 - Ultimo aggiornamento Martedì 10 Maggio 2011 17:15 Entrare in un pc è una espressione un po generica...può infatti significare più cose: - Disporre di risorse, quali files o stampanti, condivise, rese fruibili liberamente o tramite password con i ripettivi

Dettagli

Un server multifunzione in azienda

Un server multifunzione in azienda Un server multifunzione in azienda Giuseppe Degan GULCh 1 Questa presentazione... Un server linux in azienda può efficacemente contribuire a far collaborare le persone e mettere a disposizione servizi

Dettagli

COPIARE FILE E DIRECTORY

COPIARE FILE E DIRECTORY COPIARE FILE E DIRECTORY Creiamo il file prova2.txt nella directory prove: touch prova2.txt Fare una copia del file prova1.txt assegnando il nome copia1bis.txt cp prova1.txt copia1bis.txt Se vogliamo che

Dettagli

Enclosure HDD 3,5" Manuale utente

Enclosure HDD 3,5 Manuale utente Enclosure HDD 3,5" esterna LAN e USB Sommario Manuale utente DA-70516 1. Informazione di prodotto...1 2. Specificazioni di prodotto...2 3. Requisiti di sistema...3 4. Uno sguardo all apparecchio..4 5.

Dettagli

LinuxDay 2009 @ ERLUG

LinuxDay 2009 @ ERLUG LinuxDay 2009 @ ERLUG Alla ricerca del dato perduto: un anno con BackupPC presentazione a cura di Massimiliano Masserelli Alla ricerca del dato perduto Concetti generali Strategie di backup I grandi nemici

Dettagli

DEFINIZIONI VM: abbreviazione di Virtual Machine (macchina virtuale).

DEFINIZIONI VM: abbreviazione di Virtual Machine (macchina virtuale). DEFINIZIONI VM: abbreviazione di Virtual Machine (macchina virtuale). Ambiente autonomo composto da diversi dispositivi hardware, che per quanto emulati possono essere gestiti come se fossero reali. Host

Dettagli

NOTA: La seguente procedura di installazione è riferita alla versione 3.0.4.1 di FileZilla

NOTA: La seguente procedura di installazione è riferita alla versione 3.0.4.1 di FileZilla FileZilla è un client Ftp facile da usare, veloce ed affidabile. Supporta molte opzioni di configurazione. Il programma offre la consueta interfaccia a due finestre affiancate, il resume automatico e la

Dettagli

Log Manager. 1 Connessione dell apparato 2. 2 Prima configurazione 2. 2.1 Impostazioni di fabbrica 2. 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3

Log Manager. 1 Connessione dell apparato 2. 2 Prima configurazione 2. 2.1 Impostazioni di fabbrica 2. 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3 ver 2.0 Log Manager Quick Start Guide 1 Connessione dell apparato 2 2 Prima configurazione 2 2.1 Impostazioni di fabbrica 2 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3 2.3 Configurazione DNS e Nome Host

Dettagli

Ca ra tteristiche dei sistem i GN U/L inux. Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell

Ca ra tteristiche dei sistem i GN U/L inux. Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell 1 GNU/Linux è un sistema operativo, cioè un insieme di programmi che collaborano fra di loro rendendo utilizzabile un calcolatore, infatti senza

Dettagli

Manuale JBackpack. Version 0.9.3. Sommario

Manuale JBackpack. Version 0.9.3. Sommario Manuale JBackpack Manuale JBackpack Version 0.9.3 Sommario JBackpack è un programma di backup personali. Offre backup incrementali, trasparenza di rete e criptografia. Indice 1. Descrizione... 1 2. Directory...

Dettagli

Tengono traccia degli errori e delle operazioni particolari compiute dalle applicazioni, come ad esempio

Tengono traccia degli errori e delle operazioni particolari compiute dalle applicazioni, come ad esempio File di log Tengono traccia degli errori e delle operazioni particolari compiute dalle applicazioni, come ad esempio il login di un utente il cambio di una password l'arrivo di una nuova email per un server

Dettagli

Servizio Sistemi Informativi SPERIMENTAZIONE DI RETI PRIVATE VIRTUALI CON L'UTILIZZO DI SOFTWARE OPEN SOURCE

Servizio Sistemi Informativi SPERIMENTAZIONE DI RETI PRIVATE VIRTUALI CON L'UTILIZZO DI SOFTWARE OPEN SOURCE Servizio Sistemi Informativi SPERIMENTAZIONE DI RETI PRIVATE VIRTUALI CON L'UTILIZZO DI SOFTWARE OPEN SOURCE Redatto: Nucleo Gestione Innovazione e fornitori IT Versione: 1.0 Data emissione: 9/11/2006

Dettagli

Permessi, utenti e gruppi

Permessi, utenti e gruppi Permessi, utenti e gruppi Daniele Venzano 9 novembre 2003 Indice 1 Introduzione 1 2 Concetti generali 2 2.1 Esempio..................................... 2 3 File importanti 2 3.1 /etc/group...................................

Dettagli

La parte client è invece un programma che si chiama mysql. Gli altri eseguibili (client) fondamentali sono mysqladmin, mysqldump.

La parte client è invece un programma che si chiama mysql. Gli altri eseguibili (client) fondamentali sono mysqladmin, mysqldump. Panoramica MySQL MySQL è un RDBMS free ed open source, nativo dell ambiente Linux ma disponibile anche su piattaforme Windows e MAC OS. E stato pensato come prodotto leggero come contenitore di dati a

Dettagli

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI Introduzione ai sistemi operativi pag. 3 La shell pag. 3 Tipi di sistemi operativi pag. 4 I servizi del sistema operativo pag. 4 La gestione dei file e il file system Il

Dettagli

Introduzione ai sistemi operativi

Introduzione ai sistemi operativi FONDAMENTI DI INFORMATICA Ing. Davide PIERATTONI Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine Introduzione ai sistemi operativi 1 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito

Dettagli

Creazione di un database per VSFTPD

Creazione di un database per VSFTPD VSFTPD non ha un supporto built-in per MySQL, per cui le libpam-mysql sono fondamentali per permettere a vsftpd di leggere gli utenti presenti su mysql. Aggiungiamo anche un utente di sistema per VSFTPD,

Dettagli

01/05/2013 Istruzioni per l installazione

01/05/2013 Istruzioni per l installazione 01/05/2013 Istruzioni per l installazione Il documento descrive le procedure rivolte a utenti esperti per l installazione del codice di ABCD SW su una macchina fisica che abbia funzioni di Server. Progetto

Dettagli

Autenticazione utente con Smart Card nel sistema Linux

Autenticazione utente con Smart Card nel sistema Linux Autenticazione utente con Smart Card nel sistema Linux Autenticazione con Speranza Diego Frasca Marco Autenticazione Linux Basata su login-password - ogni utente ha una sua login ed una sua password che

Dettagli

Progetto Vserver- HighAvailability

Progetto Vserver- HighAvailability Progetto Vserver- HighAvailability 16.12.2003 Alberto Cammozzo - Dipartimento di Scienze Statistiche - Università di Padova mmzz@stat.unipd.it Nell'ambito dell'aggiornamento dei servizi in corso si propone

Dettagli

GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650

GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650 GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650 MONOGRAFIA DESCRITTIVA Edizione Gennaio 2010 MON. 255 REV. 1.0 1 di 27 INDICE Introduzione alle funzionalità di gestione per sistemi di trasmissioni PDH...

Dettagli

Guida di avvio. UNIX o Linux. Versione documento 1.0

Guida di avvio. UNIX o Linux. Versione documento 1.0 Guida di avvio UNIX o Linux Versione documento 1.0 Informazioni sulla guida Questa guida spiega come eseguire le seguenti operazioni su un singolo computer con sistema operativo UNIX:! installazione di

Dettagli

Modulo 8. Strumenti di produzione Strumenti. Gli strumenti più utilizzati per produrre pagine Web sono essenzialmente due:

Modulo 8. Strumenti di produzione Strumenti. Gli strumenti più utilizzati per produrre pagine Web sono essenzialmente due: Pagina 1 di 6 Strumenti di produzione Strumenti Gli strumenti più utilizzati per produrre pagine Web sono essenzialmente due: 1. Netscape Composer, gratuito e scaricabile da netscape.org assieme al browser

Dettagli

Installare Joomla! su Linux (Ubuntu)

Installare Joomla! su Linux (Ubuntu) Installare Joomla! su Linux (Ubuntu) di Salvatore Schirone versione 0.3 Sommario In questo piccolo tutorial viene mostrato l instalazione in locale di joomla! in ambinente Linux. Si farà riferimento esplicito

Dettagli

19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER 19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER Introduciamo uno pseudocodice lato server che chiameremo Pserv che utilizzeremo come al solito per introdurre le problematiche da affrontare, indipendentemente dagli specifici

Dettagli

La Gestione Integrata dei Documenti

La Gestione Integrata dei Documenti Risparmiare tempo e risorse aumentando la sicurezza Gestione dei documenti riservati. Protezione dati sensibili. Collaborazione e condivisione file in sicurezza. LA SOLUZIONE PERCHE EAGLESAFE? Risparmia

Dettagli

Quaderni di formazione Nuova Informatica

Quaderni di formazione Nuova Informatica Quaderni di formazione Nuova Informatica Airone versione 6 - Funzioni di Utilità e di Impostazione Copyright 1995,2001 Nuova Informatica S.r.l. - Corso del Popolo 411 - Rovigo Introduzione Airone Versione

Dettagli

SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI:

SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI: SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI: PROCEDURA INTEGRATA GESTIONE CONDOMINIO RENT MANAGER SERVIZIO DI ASSISTENZA CLIENTI - INSTALLAZIONE DELLA PROCEDURA SU ALTRE STAZIONI DI LAVORO - SOSTITUZIONE DEL SERVER O

Dettagli

Migrazione a kerberos 5 della autenticazione per la cella AFS enea.it

Migrazione a kerberos 5 della autenticazione per la cella AFS enea.it Migrazione a kerberos 5 della autenticazione per la cella AFS enea.it G. Bracco L'attività è basata sul supporto fornito da CASPUR [Andrei Maslennikov e Ruggero Nepi] Nel'ambito del contratto con CASPUR

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Networking Wireless con Windows XP

Networking Wireless con Windows XP Networking Wireless con Windows XP Creare una rete wireless AD HOC Clic destro su Risorse del computer e quindi su Proprietà Clic sulla scheda Nome computer e quindi sul pulsante Cambia Digitare il nome

Dettagli

Introduzione...xv. I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix. Ringraziamenti...xxi. Condivisione delle risorse con Samba...

Introduzione...xv. I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix. Ringraziamenti...xxi. Condivisione delle risorse con Samba... Indice generale Introduzione...xv I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix Ringraziamenti...xxi Capitolo 1 Capitolo 2 Condivisione delle risorse con Samba...1 Reti Windows... 2 Struttura base

Dettagli

Tecnica per help desk remoto

Tecnica per help desk remoto Tecnica per help desk remoto Guida scritta da Stefano Coletta (Creator) il 5 ottobre 2003 Contattatemi a creator@mindcreations.com o visitando http://www.mindcreations.com In breve Una soluzione multipiattaforma,

Dettagli

Videoregistratori Serie DX

Videoregistratori Serie DX Pagina:1 DVR per telecamere AHD, analogiche, IP Manuale programma CMS Come installare e utilizzare il programma client per i DVR Pagina:2 Contenuto del manuale In questo manuale viene descritto come installare

Dettagli

Tunneling con Linux. NETLinK S.a.S. Progettazione e Realizzazione Sistemi Informativi. Prefazione. Esempi di Utilizzo di una VPN

Tunneling con Linux. NETLinK S.a.S. Progettazione e Realizzazione Sistemi Informativi. Prefazione. Esempi di Utilizzo di una VPN Tunneling con Linux Prefazione Metterlo in piedi mi è costato molto, più che altro per colpa mia, così ho pensato che qualcuno potesse, leggendo questo documento non commettere i miei errori. Visto che

Dettagli

STRUTTURA RICHIEDENTE Facoltativi. PC Win con Gina modificata Dominio WIN. Proxy Radius SIC. Radius Ospiti. Radius Studenti

STRUTTURA RICHIEDENTE Facoltativi. PC Win con Gina modificata Dominio WIN. Proxy Radius SIC. Radius Ospiti. Radius Studenti Sistemi di Autenticazione di Ateneo Attualmente è possibile utilizzare due distinti servizi di autenticazione di Ateneo. Il primo è basato sul protocollo RADIUS, il secondo su tecnologia Microsoft Active

Dettagli

STAMPANTI SUPPORTATE

STAMPANTI SUPPORTATE STAMPARE CON LINUX Il presente testo non e' esaustivo, ossia non analizza tutte le possibili soluzioni di stampa utilizzando elaboratori che utilizzano linux. Anzi, le panoramiche illustrate sono scelte

Dettagli

Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 8. Cos'è la shell Le variabili d'ambiente L'uso della shell per la realizzazione di semplici script

Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 8. Cos'è la shell Le variabili d'ambiente L'uso della shell per la realizzazione di semplici script Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 8 Cos'è la shell Le variabili d'ambiente L'uso della shell per la realizzazione di semplici script I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli