Reti e sottoreti Componenti hardware per le reti Topologie di rete Rete con cavo UTP Tecnologie di rete Ethernet IEEE Token Ring IEEE 802.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Reti e sottoreti Componenti hardware per le reti Topologie di rete Rete con cavo UTP Tecnologie di rete Ethernet IEEE 802.3 Token Ring IEEE 802."

Transcript

1 Reti e sottoreti LAN, MAN, WAN, PAN Nodi di rete, client e server NOS (Network Operating System) Reti Peer-to-Peer Componenti hardware per le reti Cablaggio Schede di rete (NIC-Network Interface Card) Hub, switch, ecc. Topologie di rete A bus A stella Ad anello Rete con cavo UTP Doppino ritorto non schermato con connettori RJ45. Tecnologie di rete Ethernet (10, 100 o 1000 Mbps) IEEE (Institute of Electrical and Electronic Engineers) Token Ring IEEE Ethernet Topologia logica a bus, topologia fisica a bus (cavo coassiale) o a stella (doppino ritorto e HUB). Metodo di accesso multiplo perché tutti i nodi utilizzano un unico cavo per comunicare. Un nodo deve ascoltare il bus per verificare che nessun altro nodo stia trasmettendo (carrier sensing). Quando due nodi cercano di trasmettere contemporaneamente, si verifica una collisione e tutt'e due le trasmissioni falliscono. I due nodi attendono entrambi un breve periodo di tempo random e poi riprovano a trasmettere. Il metodo di accesso di Ethernet è denominato CSMA/CD (Carrier Sense Multiple Access with Collision Detection). Se il traffico di rete inizia a utilizzare più del 35% dell'ampiezza di banda, il numero di collisioni aumenta sensibilmente e la rete lavora con dei tempi di risposta più lenti. Per risolvere questo problema si può segmentare la rete utilizzando un bridge/switch. Numerazione Binaria/Esadecimale Calcolatrice di Windows 255 Dec Bin F F Hex Trama IEEE Il pacchetto ha una lunghezza variabile tra 64 e 1518 byte, in testa al pacchetto c'è un preambolo di 7 byte che serve alla stazione ricevente per sincronizzarsi sul clock di quella trasmittente. Il byte SFD (Start Frame Delimiter) codificato con la sequenza (D5) indica l'inizio del pacchetto. Il campo Destination Address contiene l'indirizzo MAC della stazione a cui è destinato il pacchetto. Il campo successivo contiene l'indirizzo della stazione che manda il pacchetto. ES 1 di 12

2 => = 64 Il campo Length indica il numero di byte contenuti nel campo Data. Il Pad viene appeso in coda al precedente campo solo se quest'ultimo è più corto di 46 byte e contiene un numero di ottetti calcolato in modo da garantire che venga rispettata la lunghezza minima del pacchetto (64 ottetti). Il campo FCS (Frame Check Sequence) contiene il valore di CRC (Cyclic redundancy code) calcolato in base ai campi precedenti. Non esiste un segnalatore di fine pacchetto, tale ruolo è assunto dallo spazio di tempo minimo tra i pacchetti (Inter Packet Gap) non minore di 9,6 µ s. Indirizzi MAC Gli indirizzi MAC (Media Access Control) sono lunghi 6 byte, si scrivono per convenzione in esadecimale e sono univoci a livello mondiale. Sono scritti in una ROM dal costruttore della scheda di rete. Si compongono da due parti di 3 byte: - i 3 byte più significativi indicano un codice assegnato al costruttore della scheda di rete (OUI Organization Unique Identifier), - i 3 byte meno significativi indicano una numerazione progressiva decisa dal costruttore e assegnata alla scheda. Per esempio l'oui B è assegnata alla Digital e lo C appartiene alla 3Com. Purtroppo ci sono dei problemi di non standardizzazione nell'indirizzamento a livello MAC tra e In il primo bit trasmesso sul filo è il meno significativo del primo byte, mentre in il primo bit trasmesso è il più significativo del primo byte. Analogamente i bit che compongono il byte in una di una rete Ethernet vengono trasmessi a partire da destra, cioè dal bit meno significativo, diversamente da quanto succede su una rete FDDI o Token Ring ES 2 di 12

3 Token Ring La topologia logica è ad anello e quella fisica a stella. (vedi figura con il MAU) Topologia fisica e topologia logica, topologie miste Una rete ad anello è quasi sempre configurata a stella dal punto di vista fisico e funziona come una rete ad anello dal punto di vista logico utilizzando un particolare HUB detto MAU (Multistation Access Unit) Il metodo di accesso è denominato passaggio del token (gettone). Il token è un segnale che circola costantemente lungo l'anello in una direzione. Se un nodo non ha dati da trasmettere, riceve il token e lo passa al nodo successivo. Se un nodo deve trasmettere aspetta il passaggio del token, ne prende il controllo e trasmette i dati. Mentre i dati circolano sull'anello, ogni nodo controlla se è il destinatario, se lo è scarica i dati. Con questo metodo di accesso non si verificano collisioni, ma può perdersi il token. Per risolvere questo problema un ES 3 di 12

4 nodo, denominato monitor attivo, controlla gli errori e rigenera i nuovi token. La tecnologia Token Ring viene scelta in ambienti di lavoro tipo fabbrica con dispositivi robotizzati (magazzini automatizzati, robot mobili, ecc.) collegati alla LAN, dove si deve garantire che ogni dispositivo abbia la stessa possibilità periodica di comunicare sulla rete in modo da assicurare la rilevazione immediata di ogni problema incontrato sui dispositivi. Tecnologie di rete più veloci Per supportare la trasmissione attraverso i cavi di enormi quantità di dati in tempo reale come immagini video e audio si utilizzano tecnologie di rete quali FDDI (Fiber Distributed Data Interface), Fast Giga Ethernet, ATM (Asyncronous Transfer Mode), ecc. Tipi di cavo Cavo coassiale Ethernet sottile (thinnet) 10Base2 RG-58, connettori BNC Cavo coassiale Ethernet spesso (thicknet) 10Base5, connettori AUI o DIX, cavo AUI Coppia ritorta schermata STP (cavo IBM tipo 1, utilizzato nelle reti Token Ring) Coppia ritorta non schermata UTP con connettori RJ-45 Cavi a fibra ottica (1 terabyte al secondo) Cablaggio non cablato (rete non cablata) Il cavo UTP di livello 3 supporta la rete Ethernet 10Base-T a 10Mbps. Il cavo UTP di livello 5, 6 può supportare il Fast Ethernet oltre 100Mbps. Il modello di riferimento OSI ISO/OSI International Standardization Organization/Open System Interconnect Il processo di comunicazione in rete è diviso in sette strati. Non sempre c'è corrispondenza tra il modello OSI e i vari protocolli, il gruppo di protocolli TCP/IP è stato sviluppato prima del modello OSI ed è costituito da un minor numero di strati. Il TCP/IP non specifica i primi due livelli. Il livello più basso è quello di rete (protocollo IP), poi quello di trasporto (protocollo TCP), per finire troviamo il livello degli applicativi (Telnet, FTP, SMTP per la posta elettronica, SNMP per la gestione dello stato degli apparati sulla rete, X-Window s/w client-server che permette ad un programma client di visualizzare dati grafici del display di un altro elaboratore Sicurezza che funge da server grafico. Non sempre Affidabilità c'è corrispondenza tra il modello OSI e i vari protocolli, il gruppo di protocolli TCP/IP è stato sviluppato prima del modello OSI ed è costituito da un minor TCP numero di strati. Il TCP/IP non specifica i primi due livelli. Il livello più basso è quello di rete (protocollo IP), poi quello di trasporto (protocollo TCP), per finire troviamo il livello degli applicativi (Telnet, FTP, SMTP per la posta IP elettronica, SNMP Router per la gestione dello stato degli apparati sulla rete, X-Window s/w client-server che permette ad un programma client di visualizzare dati grafici del display di un altro elaboratore che funge da server grafico. Campi, Switch Hub ES 4 di 12

5 Non sempre c'è corrispondenza tra il modello OSI e i vari protocolli, il gruppo di protocolli TCP/IP è stato sviluppato prima del modello OSI ed è costituito da un minor numero di strati. Il TCP/IP non specifica i primi due livelli. Il livello più basso è quello di rete (protocollo IP), poi quello di trasporto (protocollo TCP), per finire troviamo il livello degli applicativi (Telnet, FTP, SMTP per la posta elettronica, SNMP per la gestione dello stato degli apparati sulla rete, X-Window s/w client-server che permette ad un programma client di visualizzare dati grafici del display di un altro elaboratore che funge da server grafico. Router e gateway Se si devono connettere due reti (interoperabilità) che utilizzano tecnologie diverse, la soluzione è un router. Un router ha un indirizzo di nodo sulla rete. Il router è un gateway che esegue la traduzione fra due diverse tecnologie di rete. Il routing viene effettuato basandosi su una tabella statica o dinamica. Gateway è un termine generico per definire concetti differenti. In ogni caso sulle reti il gateway è sempre un traduttore. Si definisce gateway anche un dispositivo h/w o s/w che esegue la traduzione fra due diversi protocolli di rete. Gateway sono anche dei s/w che traducono i vari formati, per esempio i pacchetti di da CompuServe verso Internet e viceversa o SNA Server di Microsoft per connettere una rete di PC ai mainframe IBM attraverso un server gateway. Bridge e switch Il bridge è una sorta di ripetitore intelligente. Riceve, amplifica e trasmette i dati sulla rete, può collegare due segmenti di rete che utilizzano cavi di tipo diverso, può migliorare le prestazioni e la sicurezza (contro gli sniffer) di una rete, suddividendola in diversi segmenti e riducendone il traffico. L'unica eccezione è il traffico di tipo broadcast (destinato a tutte le macchine presenti sulla rete) o multicast (trame che non hanno un destinatario conosciuto). Il bridge è stato un precursore dello switch (bridge veloce). Regolano il passaggio delle trame tra diversi segmenti di rete sulla base dell'indirizzo di destinazione contenuto nelle trame stesse. Il bridge (switch) legge l'indirizzo di provenienza di tutte le trame in transito e costruisce una tabella (forwarding table - tabella di instradamento) che descrive la posizione di ogni singola macchina all'interno della rete (segmento per segmento) ES 5 di 12

6 La differenza tra un bridge e uno switch è che quest'ultimo esegue le varie elaborazioni in hardware e quindi rallenta meno il traffico tra i segmenti. Indirizzamento IP L'indirizzamento IP è alla base del processo di instradamento dei messaggi sulla rete.. Gli indirizzi IP, univoci su tutta la rete, sono lunghi 32 bit (4 byte) e sono rappresentati da 4 valori decimali separati dal punto. Per esempio: (notazione dotted decimal) Agli indirizzi IP si associano per comodità uno o più nomi che possono essere definiti localmente in un file "hosts" del tipo: PC01A PC02A PC03A4 FileServer PC04A4 Questo sistema non è più utilizzabile se la rete cresce di dimensione, allora si utilizza un database distribuito per la gestione dei nomi (DNS). Gli indirizzi IP comprendono 2 o 3 parti. La prima indica l'indirizzo della rete (network), la seconda (se c'è) quello della sottorete (subnet) e la terza quello dell'host. NB non sono i nodi di rete ad avere un indirizzo IP, ma le interfacce (schede di rete), quindi se una macchina (nodo) ha due schede di rete avrà due indirizzi IP. Per esempio i router hanno più di una interfaccia. Gli indirizzi IP sono assegnati da un'unica autorità e quindi sono garantiti univoci in tutto il mondo. In Italia questa autorità è il GARR. Questi indirizzi sono suddivisi in 5 classi: Classe A: sono poche reti di dimensioni molto grandi. I bit che indicano la rete sono 7 e quelli che indicano l'host 24, quindi ci sono al massimo 128 reti di classe A, ciascuna con circa 16 milioni di possibili host.. Il primo numero è compreso tra 0 e 127. ES 6 di 12

7 Classe B: 14 bit indicano la rete e 16 indicano l'host, quindi ci sono circa reti di classe B, ciascuna con indirizzi. Il primo numero va da 128 a 191. Classe C: 21 bit per la rete e 8 per gli host, quindi 2 milioni di reti di classe C con 256 indirizzi ciascuna. Il primo campo va da 192 a 223. Classe D: per applicazioni multicast. Il primo campo va da 224 a 239 Classe E: indirizzi riservati per usi futuri. Il primo campo va da 240 a 255. La parte host può essere ulteriormente divisa in subnet e host. L'ampiezza del campo di subnet può essere definita in modo molto flessibile tramite la netmask. ES 7 di 12

8 La netmask contiene bit a uno in corrispondenza dei campi network e subnet, e a zero in corrispondenza del campo host. Per esempio una netmask del tipo: corrispondente a: indica che il camp o host coincide con l'ultimo byte dell'indirizzo All'interno di una sottorete la netmask deve essere univoca. La netmask viene messa in AND bit a bit con gli indirizzi IP per estrarre la parte network e subnet. Con questo procedimento è possibile verificare se due indirizzi appartengono alla stessa subnet. Esempio: netmask IP IP Mettendo in AND bit a bit gli indirizzi con la netmask si ottiene in entrambi i casi , quindi i due IP appartengono alla stessa subnet (sottorete). Altri due indirizzi come: e danno come risultato: e e quindi non appartengono alla stessa sottorete. L'importanza di capire se due IP appartengono alla stessa subnet è fondamentale in quanto il primo livello di routing è implicito nella corrispondenza fissata in TCP/IP tra reti fisiche e subnet. ES 8 di 12

9 Router Switch Il bridge/switch collega reti Ethernet appartenenti alla stessa subnet (11.1) Il router collega reti Ethernet appartenenti a subnet diverse (11.1 e 11.2), quindi il router ha due indirizzi IP diversi, uno per la subnet 11.2 ( ) e uno per la subnet 11.1 ( ) ES 9 di 12

10 La network di classe B è stata partizionata in 256 subnet ciascuna da 256 indirizzi. Sono utilizzate le 5 subnet: , , , e , Di queste 5 subnet, due corrispondono a reti Ethernet, una ad una rete FDDI, e due a canali geografici di tipo punto-punto (la e la ) Non esiste il concetto di collegare direttamente due router, il collegamento avviene sempre tramite subnet, eventualmente di tipo punto-punto e quindi formata da due soli indirizzi. I router hanno tanti indirizzi quante sono le interfacce e quindi le subnet che collegano. Il router R5 deve avere una tabella di instradamento che comprenda una entry per tutte le subnet cui il router non è direttamente collegato ( , e ) Subnet di destinazione Indirizzo del router cui inviare il pacchetto La tabella di instradamento può essere creata manualmente con comandi del tipo: route add Bisogna definire per ogni host quale sia il suo router di default con comandi del tipo: route add default dato sul nodo H4 stesso Quando H4 deve trasmettere un pacchetto, prima verifica se il pacchetto è destinato ad un nodo appartenente alla sua stessa subnet. In caso contrario manda il pacchetto al suo router di default (R1) che provvederà a instradarlo. ES 10 di 12

11 Indirizzo di sottorete Indirizzo IP AND Netmask es AND =========== Indirizzo dell'host IP address AND NOT Netmask es AND =========== Indirizzo di broadcast Indirizzo di sottorete OR NOT Netmask es OR =========== Con maschera gli ip disponibili vanno da 0 => 255 (0 indica la rete stessa, 255 indica l indirizzo di broadcast per la trasmissione dei pacchetti a tutte le macchine della rete) quindi rimangono utilizzabili 254 indirizzi. Range per le reti private (lan) Netmask => Classe A => Classe B => Classe C APIPA (Automatic Private IP Addressing - Microsoft) Range acquistato da Microsoft per il collegamento diretto tra pc Windows(da Windows 2000 in poi) => Classe B ES 11 di 12

12 Multicast => Classe D (trame che non hanno un destinatario conosciuto). Altro modo per indicare la netmask: IP Classe B Subnet Mask default nel mondo Unix/Linux viene indicato come /16, dove 16 indica il numero di bit a 1 della netmask es /19 (16+3) corrisponde a una subnet mask i bit a 1 sono sempre raggruppati sulla sinistra del gruppo di 8, in questo caso ( ) (non ci sono subnet mask con gruppi tipo ) Regola: l'ultimo bit a 1 ha peso 32 quindi questa subnetmask consente 32 numeri IP Esempio Telecom indirizzi IP > 27 (NL) subnet mask oppure IP/30 (64 sottoreti da 4 numeri) (quattro indirizzi) ci sono quattro indirizzi disponibili, il 24 è l'indirizzo di rete, il 27 è il broadcast, gli indirizzi IP utilizzabili sono solo 2, il 25 e il 26 che vengono utilizzati dal router e dal server. Esercizio Calcolo delle sottoreti subnetting maschera n. host n. sottoreti ES 12 di 12

158.110.1.3 158.110.1.2 SWITCH. 100 Mb/s (UTP cat. 5E) 158.110.1.1 158.110.3.3 158.110.3.2. 10 Mb/s SWITCH. (UTP cat. 5E) 100 Mb/s. (UTP cat.

158.110.1.3 158.110.1.2 SWITCH. 100 Mb/s (UTP cat. 5E) 158.110.1.1 158.110.3.3 158.110.3.2. 10 Mb/s SWITCH. (UTP cat. 5E) 100 Mb/s. (UTP cat. Università degli Studi di Udine Insegnamento: Reti di Calcolatori I Docente: Pier Luca Montessoro DOMANDE DI RIEPILOGO SU: - Livello network 1. Si deve suddividere la rete 173.19.0.0 in 510 subnet. Qual

Dettagli

Networking e Reti IP Multiservizio

Networking e Reti IP Multiservizio Networking e Reti IP Multiservizio Modulo 2: Introduzione alle reti per dati IEEE802.3 (Ethernet) Gabriele Di Stefano: gabriele@ing.univaq.it Argomenti già trattati: Lezioni: Concetti fondamentali Entità

Dettagli

Reti, Protocolli e Indirizzi. DIMENSIONE della RETE. Arpanet e Internetworking. Topologia a Stella

Reti, Protocolli e Indirizzi. DIMENSIONE della RETE. Arpanet e Internetworking. Topologia a Stella Premessa breve Reti, Protocolli e Indirizzi Lo sviluppo delle telecomunicazioni ha avuto due fattori determinanti : L esistenza di una rete esistente (quella telefonica) La disponibilita di HW e SW adeguati

Dettagli

Internet e protocollo TCP/IP

Internet e protocollo TCP/IP Internet e protocollo TCP/IP Internet Nata dalla fusione di reti di agenzie governative americane (ARPANET) e reti di università E una rete di reti, di scala planetaria, pubblica, a commutazione di pacchetto

Dettagli

Protocolli e reti di computer (prof. Ettore Panella)

Protocolli e reti di computer (prof. Ettore Panella) Protocolli e reti di computer (prof. Ettore Panella) Topologia delle reti locali Le strutture delle reti sono numerose ma tutte riconducibili a tre tipiche configurazioni fondamentali che sono. a) Rete

Dettagli

http://mottatommaso.altervista.org

http://mottatommaso.altervista.org Standard IEEE 802 per reti LAN http://mottatommaso.altervista.org T. Motta Rete locale Rete LAN: rete di computer di dimensione limitata e senza attraversamento di suolo pubblico Sono di diversi tipi:

Dettagli

i nodi i concentratori le dorsali

i nodi i concentratori le dorsali RETI LOCALI Reti di computer collegati direttamente tra di loro in un ufficio, un azienda etc. sono dette LAN (Local Area Network). Gli utenti di una LAN possono condividere fra di loro le risorse quali

Dettagli

TEST DI RETI DI CALCOLATORI I (9400N) anno 1999/2000

TEST DI RETI DI CALCOLATORI I (9400N) anno 1999/2000 TEST DI RETI DI CALCOLATORI I (9400N) anno 1999/2000 1) Quanti sono i livelli del modello ISO/OSI: A. 3 B. 7 C. 6 D. non è definito un numero massimo non è definito un numero massimo 2) Due entità ad un

Dettagli

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete INFORMATICA e COMUNICAZIONE DIGITALE Anno Accademico 2013-2014 Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale Introduzione ( parte II) Prof. Sebastiano Pizzutilo Dipartimento di Informatica

Dettagli

Linux User Group Cremona CORSO RETI

Linux User Group Cremona CORSO RETI Linux User Group Cremona CORSO RETI Cos'è una rete informatica Una rete di calcolatori, in informatica e telecomunicazioni, è un sistema o un particolare tipo di rete di telecomunicazioni che permette

Dettagli

PROGRAMMAZIONE MODULARE 2015-2016. Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: QUINTA A INF SERALE Indirizzo: INFORMATICA

PROGRAMMAZIONE MODULARE 2015-2016. Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: QUINTA A INF SERALE Indirizzo: INFORMATICA PROGRAMMAZIONE MODULARE 2015-2016 Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: QUINTA A INF SERALE Indirizzo: INFORMATICA Docenti: Gualdi (teoria), Travaglioni (laboratorio) Ore settimanali previste: 2 TEORIA +

Dettagli

Programmazione modulare 2015-2016

Programmazione modulare 2015-2016 Programmazione modulare 05-06 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 4 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore ( teoria + ) Totale ore previste: 4 ore per 33 settimane

Dettagli

L'indirizzo IP. Prof.ssa Sara Michelangeli

L'indirizzo IP. Prof.ssa Sara Michelangeli Prof.ssa Sara Michelangeli L'indirizzo IP La possibilità di trasmettere dati nella rete è data dalla capacità di indentificare ogni singolo host grazie all'indirizzo IP che gli è stato assegnato. L'indirizzo

Dettagli

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011 Paola Zamperlin Internet. Parte prima 1 Definizioni-1 Una rete di calcolatori è costituita da computer e altri

Dettagli

Reti LAN. IZ3MEZ Francesco Canova www.iz3mez.it francesco@iz3mez.it

Reti LAN. IZ3MEZ Francesco Canova www.iz3mez.it francesco@iz3mez.it Reti LAN IZ3MEZ Francesco Canova www.iz3mez.it francesco@iz3mez.it Le LAN Una LAN è un sistema di comunicazione che permette ad apparecchiature indipendenti di comunicare fra loro entro un area limitata

Dettagli

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Reti standard Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Rete globale Internet è una rete globale di calcolatori Le connessioni fisiche (link) sono fatte in vari modi: Connessioni elettriche

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

Reti di Calcolatori 18-06-2013

Reti di Calcolatori 18-06-2013 1. Applicazioni di rete [3 pts] Si descrivano, relativamente al sistema DNS: Compito di Reti di Calcolatori 18-06-2013 a) i motivi per i quali viene usato; b) l architettura generale; c) le modalità di

Dettagli

Protocolli di Comunicazione

Protocolli di Comunicazione Protocolli di Comunicazione La rete Internet si è sviluppata al di fuori dal modello ISO-OSI e presenta una struttura solo parzialmente aderente al modello OSI. L'architettura di rete Internet Protocol

Dettagli

Introduzione al TCP/IP Indirizzi IP Subnet Mask Frame IP Meccanismi di comunicazione tra reti diverse Classi di indirizzi IP Indirizzi IP privati e

Introduzione al TCP/IP Indirizzi IP Subnet Mask Frame IP Meccanismi di comunicazione tra reti diverse Classi di indirizzi IP Indirizzi IP privati e TCP/IP Sommario Introduzione al TCP/IP Indirizzi IP Subnet Mask Frame IP Meccanismi di comunicazione tra reti diverse Classi di indirizzi IP Indirizzi IP privati e pubblici Introduzione al TCP/IP TCP/IP

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Informatica Generale Andrea Corradini. 10 - Le reti di calcolatori e Internet

Informatica Generale Andrea Corradini. 10 - Le reti di calcolatori e Internet Informatica Generale Andrea Corradini 10 - Le reti di calcolatori e Internet Cos è una rete di calcolatori? Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere

Dettagli

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti Locali Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi

Dettagli

Sottolivello MAC - Medium Access Protocol

Sottolivello MAC - Medium Access Protocol Sottolivello MAC - Medium Access Protocol Sottolivello del data link Regola l accesso al mezzo per reti broadcast LAN e WAN satellitari allocazione statica - a priori allocazione dinamica - in base allo

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 24

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 24 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 24 Martedì 27-05-2014 1 Una volta che una

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 21

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 21 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 21 Giovedì 15-05-2014 1 Protocolli a turno

Dettagli

Reti di Calcolatori. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 4

Reti di Calcolatori. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 4 Reti di Calcolatori Sommario Software di rete Livello Trasporto (TCP) Livello Rete (IP, Routing, ICMP) Livello di Collegamento (Data-Link) Software di rete Livello Rete (IP, Routing, ICMP) Se i protocolli

Dettagli

INFORMATICA LIVELLO BASE

INFORMATICA LIVELLO BASE INFORMATICA LIVELLO BASE INTRODUZIONE 3 Fase Che cos'è una rete? Quali sono i vantaggi di avere una Rete? I componenti di una Rete Cosa sono gi Gli Hub e gli Switch I Modem e i Router Che cos è un Firewall

Dettagli

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Reti di computer- Internet- Web Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti n n n Anni 70: calcolatori di grandi dimensioni, modello timesharing,

Dettagli

8 Interconnessione delle reti

8 Interconnessione delle reti 26/04/2005 10:32:54 AM 2 RETI E PROBLEMATICHE DI RETE 8 Interconnessione delle reti Perché collegare LAN e WAN tra loro? Traffico elevato: il numero di utenti è troppo elevato Si vogliono utilizzare le

Dettagli

RETI LOCALI. 1 livello fisico 2 livello data link

RETI LOCALI. 1 livello fisico 2 livello data link 1 Topologie 2 Standard IEEE 802 3 Standard IEEE 802.3 (CSMA/CD) 4 Standard IEEE 802.5 (Token Ring) 5 Standard IEEE 802.11 (Wireless) 6 Bluetooth 7 Bridge RETI LOCALI 1 livello fisico 2 livello data link

Dettagli

network subnet host Classe A poche reti di dimensioni molto grandi 127

network subnet host Classe A poche reti di dimensioni molto grandi 127 INDIRIZZAMENTO IP Gli indirizzi IP, che devono essere univoci sulla rete, sono lunghi 32 bit (quattro byte) e sono tradizionalmente visualizzati scrivendo i valori decimali di ciascun byte separati dal

Dettagli

ASSEGNAZIONE INDIRIZZI IP

ASSEGNAZIONE INDIRIZZI IP Autore: Classe: Michele NASO QUINTA INFORMATICA (5IA) Anno scolastico: 2004/2005 Scuola: Itis Euganeo ASSEGNAZIONE INDIRIZZI IP Il documento vuole dare una metodologia per assegnare in modo corretto gli

Dettagli

Utilizzo del Modulo Datacom

Utilizzo del Modulo Datacom Utilizzo del Modulo Datacom 1. Premessa Dalla versione software V3.0x è possibile collegare un nuovo modulo di comunicazione alla gamma di centrali PX e QX. Il modulo Datacom permette la connessione di

Dettagli

I canali di comunicazione

I canali di comunicazione I canali di comunicazione tipo velocità min velocità max doppino telefonico 300bps 10 mbps micro onde 256kbps 100 mbps satellite 256kbps 100 mbps cavo coassiale 56 kbps 200 mbps fibra ottica 500 kbps 10

Dettagli

Forme di indirizzamento

Forme di indirizzamento Anno Accademico 2013-2014 CdS in INFORMATICA e COMUNICAZIONE DIGITALE Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale Modulo 3 - TCP/IP: Lo strato di rete (parte II) Prof. Sebastiano Pizzutilo

Dettagli

Reti di Calcolatori. Il software

Reti di Calcolatori. Il software Reti di Calcolatori Il software Lo Stack Protocollare Application: supporta le applicazioni che usano la rete; Transport: trasferimento dati tra host; Network: instradamento (routing) di datagram dalla

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 22

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 22 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 22 Martedì 20-05-2014 1 Ethernet Ethernet

Dettagli

INFOCOM Dept. Antonio Cianfrani. Virtual LAN (VLAN)

INFOCOM Dept. Antonio Cianfrani. Virtual LAN (VLAN) Antonio Cianfrani Virtual LAN (VLAN) Richiami sullo standard Ethernet Lo standard Ethernet (IEEE 802.3) è utilizzato per le Local Area Network (LAN): livello 2 della pila protocollare. Consente l utilizzo

Dettagli

I COMPONENTI DI UNA RETE

I COMPONENTI DI UNA RETE I COMPONENTI DI UNA RETE LE SCHEDE DI RETE (O INTERFACCE 'NIC') Tutti I PC, per poterli utilizzare in rete, devono essere dotati di schede di rete (NIC). Alcuni PC sono dotati di NIC preinstallate. Nello

Dettagli

GLI APPARATI PER L INTERCONNESSIONE DI RETI LOCALI 1. Il Repeater 2. L Hub 2. Il Bridge 4. Lo Switch 4. Router 6

GLI APPARATI PER L INTERCONNESSIONE DI RETI LOCALI 1. Il Repeater 2. L Hub 2. Il Bridge 4. Lo Switch 4. Router 6 GLI APPARATI PER L INTERCONNESSIONE DI RETI LOCALI 1 Il Repeater 2 L Hub 2 Il Bridge 4 Lo Switch 4 Router 6 Gli apparati per l interconnessione di reti locali Distinguiamo i seguenti tipi di apparati:

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE RETI

CLASSIFICAZIONE DELLE RETI CLASSIFICAZIONE DELLE RETI A seconda dei ruoli dei computer le reti si classificano in: Reti Client Server in cui sono presenti computer con ruoli diversi, alcuni funzionano da client e uno o più da server

Dettagli

IP (Internet Protocol) sta al livello 2 della scala Tcp/Ip o al livello 3 della scala ISO/OSI. Un indirizzo IP identifica in modo logico (non fisico

IP (Internet Protocol) sta al livello 2 della scala Tcp/Ip o al livello 3 della scala ISO/OSI. Un indirizzo IP identifica in modo logico (non fisico IP e subnetting Ip IP (Internet Protocol) sta al livello 2 della scala Tcp/Ip o al livello 3 della scala ISO/OSI. Un indirizzo IP identifica in modo logico (non fisico come nel caso del MAC Address) una

Dettagli

Esame di INFORMATICA

Esame di INFORMATICA Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 6 COS E UNA RETE Una rete informatica è un insieme di PC e di altri dispositivi che sono collegati tra loro tramite cavi oppure

Dettagli

Reti e problematiche di Rete: Reti geografiche e reti locali

Reti e problematiche di Rete: Reti geografiche e reti locali Reti e problematiche di Rete: Reti geografiche e reti locali Enrico Cavalli - enrico.cavalli@unibg.it Università di Bergamo - Anno Accademico 2008-2009 Reti Locali Reti geografiche e reti locali 2 1 Applicazioni

Dettagli

Gli indirizzi dell Internet Protocol. IP Address

Gli indirizzi dell Internet Protocol. IP Address Gli indirizzi dell Internet Protocol IP Address Il protocollo IP Prevalente è ormai diventato nell implementazione di reti di computer la tecnologia sintetizzata nei protocolli TCP- Ip IP è un protocollo

Dettagli

Le reti linguaggio comune chiamato protocollo.

Le reti linguaggio comune chiamato protocollo. As 2015-2016 Le reti Una rete è una serie di dispositivi informatici (principalmente computer, ma anche stampanti, apparecchiature diagnostiche, router,...) collegati fisicamente tra di loro. Tali dispositivi,

Dettagli

Dispositivi di rete. Ripetitori. Hub

Dispositivi di rete. Ripetitori. Hub Ripetitori Dispositivi di rete I ripetitori aumentano la distanza che può essere ragginta dai dispositivi Ethernet per trasmettere dati l'uno rispetto all'altro. Le distanze coperte dai cavi sono limitate

Dettagli

Laurea in INFORMATICA

Laurea in INFORMATICA Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2013/2014 Capitolo 4 Indirizzi del Protocollo IP fausto.marcantoni@unicam.it Agenda Indirizzamento, gerarchia, classificazione degli indirizzi

Dettagli

Prof.ssa Sara Michelangeli. Computer network

Prof.ssa Sara Michelangeli. Computer network Prof.ssa Sara Michelangeli Computer network Possiamo definire rete di computer (Computer network) un sistema in cui siano presenti due o più elaboratori elettronici ed i mezzi per connetterli e che consenta

Dettagli

Introduzione alle Reti Telematiche Centro Multimediale Montiferru

Introduzione alle Reti Telematiche Centro Multimediale Montiferru Domande di verifica: Standard IEEE 802.2, IEEE802.3 1. I protocolli di sottolivello MAC (Medium Access Control) hanno lo scopo A. di permettere la condivisione di un canale punto-punto B. di permettere

Dettagli

Informazioni Generali (1/2)

Informazioni Generali (1/2) Prima Esercitazione Informazioni Generali (1/2) Ricevimento su appuntamento (tramite e-mail). E-mail d.deguglielmo@iet.unipi.it specificare come oggetto Reti Informatiche 2 Informazioni Generali (2/2)

Dettagli

La nascita di Internet

La nascita di Internet La nascita di Nel 1969 la DARPA (Defence Advanced Research Project Agency) studia e realizza la prima rete per la comunicazione tra computer (ARPAnet) fra 3 università americane ed 1 istituto di ricerca.

Dettagli

Reti di calcolatori. Lezione del 27 maggio

Reti di calcolatori. Lezione del 27 maggio Reti di calcolatori Lezione del 27 maggio TPC/IP ed i livelli 1 e 2 TCP/IP architettura di rete focalizzata sull internetworking Mancano i primi 2 livelli Connessione ad Internet: due scenari tipici Connessione

Dettagli

TOPOLOGIA di una rete

TOPOLOGIA di una rete TOPOLOGIA di una rete Protocolli di rete un protocollo prevede la definizione di un linguaggio per far comunicare 2 o più dispositivi. Il protocollo è quindi costituito dai un insieme di convenzioni

Dettagli

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Dott. Antonio Calanducci Lezione III: Reti di calcolatori Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Anno accademico 2009/2010 Reti di calcolatori Una rete

Dettagli

TCP/IP. Principali caratteristiche

TCP/IP. Principali caratteristiche TCP/IP Principali caratteristiche 1 TCP/IP Caratteristiche del modello TCP/IP Struttura generale della rete Internet IL MONDO INTERNET Reti nazionali e internazionali ROUTER Rete Azienade ROUTER ROUTER

Dettagli

Lo Stack TCP/IP: Le Basi

Lo Stack TCP/IP: Le Basi Lo Stack TCP/IP: Le Basi I livelli TCP/IP hanno questa relazione con i livelli di OSI. Lo stack di protocolli TCP/IP implementa un livello network (livello 3) di tipo: packet-switched; connectionless.

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Sommario della

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

Fast Ethernet. Caratteristiche generali

Fast Ethernet. Caratteristiche generali Fast Ethernet Caratteristiche generali Nascita di Fast Ethernet La rapida crescita delle reti locali e lo sviluppo crescenti di applicazioni e servizi multimediali ha portato all'esigenza di realizzare

Dettagli

Ethernet e la famiglia di protocolli IEEE 802

Ethernet e la famiglia di protocolli IEEE 802 Ethernet e la famiglia di protocolli IEEE 802 Davide Quaglia Local Area Network (LAN) Apparecchiature indipendenti Canale ad alta capacita ma condiviso da piu stazioni Basso tasso di errore nel caso di

Dettagli

Reti di calcolatori. Permettono la condivisione di risorse (hardware e software) e la comunicazione con gli altri utenti. Reti di calcolatori

Reti di calcolatori. Permettono la condivisione di risorse (hardware e software) e la comunicazione con gli altri utenti. Reti di calcolatori Reti di calcolatori Permettono la condivisione di risorse (hardware e software) e la comunicazione con gli altri utenti Reti di calcolatori Anni 70: calcolatori di grandi dimensioni, modello time-sharing,

Dettagli

Le Reti LAN: componenti attivi

Le Reti LAN: componenti attivi Le Reti LAN: componenti attivi Descrizione dei principali componenti attivi di rete: Livello1: Repeater, Hub Livello 2: Bridge, Switch Livello 3: Router Componenti di una rete Nelle reti informatiche alcuni

Dettagli

Local Area Network. Topologia di rete

Local Area Network. Topologia di rete Introduzione In questa guida illustreremo come installare un piccola rete domestica di 2 o più computer. Inizieremo spiegando velocemente cosa è una LAN e cosa ci serve per crearla, senza addentrarci profondamente

Dettagli

Il modello TCP/IP. Sommario

Il modello TCP/IP. Sommario Il modello TCP/IP Il protocollo IP Mario Cannataro Sommario Introduzione al modello TCP/IP Richiami al modello ISO/OSI Struttura del modello TCP/IP Il protocollo IP Indirizzi IP Concetto di sottorete Struttura

Dettagli

Reti di calcolatori protocolli

Reti di calcolatori protocolli Reti di calcolatori Reti di calcolatori Rete = sistema di collegamento tra vari calcolatori che consente lo scambio di dati e la cooperazione Ogni calcolatore e un nodo, con un suo indirizzo di rete, il

Dettagli

Reti di Calcolatori. Lezione 2

Reti di Calcolatori. Lezione 2 Reti di Calcolatori Lezione 2 Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come: UN INSIEME INTERCONNESSO DI CALCOLATORI AUTONOMI Tipi di Rete Le reti vengono classificate

Dettagli

Nozioni di base sulle reti

Nozioni di base sulle reti Nozioni di base sulle reti 1 Obiettivi Panoramica sulle reti tecnologie, potenzialità, limiti Conoscere gli standard, protocolli e metodi di accesso Identificare le principali architetture di rete Conoscere

Dettagli

Apparecchiature di Rete

Apparecchiature di Rete All interno delle reti troviamo delle apparecchiature, utilizzate per gestire le trasmissioni tra gli elementi della rete e per creare interconnessioni tra reti differenti Livello 7 Livello 6 Livello 5

Dettagli

ARP e instradamento IP

ARP e instradamento IP ARP e instradamento IP A.A. 2003/2004 Walter Cerroni Relazione Indirizzi Fisici Indirizzi IP Software di basso livello nasconde gli indirizzi fisici e consente ai livelli superiori di lavorare solo con

Dettagli

Nonostante queste caratteristiche comuni, le reti possono essere suddivise in due categorie:? Peer to peer (pari a pari)?

Nonostante queste caratteristiche comuni, le reti possono essere suddivise in due categorie:? Peer to peer (pari a pari)? INTRODUZIONE Una rete LAN (Local Area Network) è costituita da numerosi computer e periferiche connessi tramite un sistema di cablaggio entro un area limitata, quale il reparto di un azienda o l interno

Dettagli

Realizzazione e gestione di Local Area Network

Realizzazione e gestione di Local Area Network Realizzazione e gestione di Local Area Network Ceracchi Fabiana Mansi Luigi Tutor Angelo Veloce NETWORK La rete è un insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni messi in comunicazione tra

Dettagli

Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato. Traccia n 1

Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato. Traccia n 1 Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato Traccia n 1 La condivisione delle informazioni e lo sviluppo delle risorse informatiche tramite cui esse possono venire memorizzate e scambiate

Dettagli

Programmazione modulare 2014-2015

Programmazione modulare 2014-2015 Programmazione modulare 2014-2015 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 5 A e 5 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore (2 teoria + 2 laboratorio) Totale ore previste:

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo

Università degli Studi di Bergamo Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Ingegneria 3 Reti locali.1 Architetture Prof. Filippini 2 Le reti locali (Local Area Networks-LAN) sono reti di telecomunicazione pensate e ottimizzate per

Dettagli

Componenti della rete

Componenti della rete Componenti della rete Nodi, Link e adattatori di rete (NIC) Modulazione e Multiplexing Tipologia di cavi - wireless Correzione d errore - rete affidabile Ethernet - reti ad anello - reti wireless - reti

Dettagli

I canali di comunicazione

I canali di comunicazione I canali di comunicazione tipo velocità min velocità max doppino telefonico 300bps 10 mbps micro onde 256kbps 100 mbps satellite 256kbps 100 mbps cavo coassiale 56 kbps 200 mbps fibra ottica 500 kbps 10

Dettagli

Protocollo TCP/IP & Indirizzamento IP

Protocollo TCP/IP & Indirizzamento IP Protocollo TCP/IP & Indirizzamento IP L architettura TCP/IP: Nasce per richiesta del Dipartimento della Difesa degli USA che intendeva poter creare una rete in grado di funzionare in qualsiasi tipo di

Dettagli

Esame di INFORMATICA Lezione 6

Esame di INFORMATICA Lezione 6 Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 6 COS E UNA RETE Una rete informatica è un insieme di PC e di altri dispositivi che sono collegati tra loro tramite cavi oppure

Dettagli

Esame di INFORMATICA COS E UNA RETE. Lezione 6 COMPONENTI DI UNA RETE VANTAGGI DI UNA RETE

Esame di INFORMATICA COS E UNA RETE. Lezione 6 COMPONENTI DI UNA RETE VANTAGGI DI UNA RETE Università degli Studi di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA A.A. 2008/09 COS E UNA RETE Una rete informatica è un insieme di PC e di altri dispositivi che sono collegati tra loro tramite

Dettagli

Internet. Introduzione alle comunicazioni tra computer

Internet. Introduzione alle comunicazioni tra computer Internet Introduzione alle comunicazioni tra computer Attenzione! Quella che segue è un introduzione estremamente generica che ha il solo scopo di dare un idea sommaria di alcuni concetti alla base di

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

Verifica scritta di Sistemi e Reti Classe 5Di 26.11.2015

Verifica scritta di Sistemi e Reti Classe 5Di 26.11.2015 Verifica scritta di Sistemi e Reti Classe 5Di 26.11.2015 Una azienda specializzata nella fornitura di servizi Internet quali hosting, housing, email, file server, in pratica un ISP (Internet Service Provider)

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di Calcolatori Claudio Marrocco Componenti delle reti Una qualunque forma di comunicazione avviene: a livello hardware tramite un mezzo fisico che

Dettagli

La classificazione delle reti

La classificazione delle reti La classificazione delle reti Introduzione Con il termine rete si intende un sistema che permette la condivisione di informazioni e risorse (sia hardware che software) tra diversi calcolatori. Il sistema

Dettagli

Per evitare di 14/11/2003 1

Per evitare di 14/11/2003 1 Per evitare di 14/11/2003 1 meno teoria e un po più di pratica 14/11/2003 2 LAN con Server Proxy Sono un Server Proxy 14/11/2003 3 Cosa serve? Componenti hardware e software necessari per costruire una

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori (a.a. 2010/11)

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori (a.a. 2010/11) Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Corso di Reti di Calcolatori (a.a. 2010/11) Roberto Canonico (roberto.canonico@unina.it) Giorgio Ventre (giorgio.ventre@unina.it) Il protocollo IP Frammentazione

Dettagli

Si introdurranno poi le topologie delle reti di calcolatori per capire meglio come gli apparati vengono interconnessi e secondo quali standard.

Si introdurranno poi le topologie delle reti di calcolatori per capire meglio come gli apparati vengono interconnessi e secondo quali standard. Pagina 1 di 8 Installare e configurare componenti hardware di rete Topologie di rete In questo approfondimento si daranno alcune specifiche tecniche per l'installazione e la configurazione hardware dei

Dettagli

Capitolo 4: Gli indirizzi dell Internet Protocol (IP address)

Capitolo 4: Gli indirizzi dell Internet Protocol (IP address) Capitolo 4: Gli indirizzi dell Internet Protocol (IP address) 4.1 Fondamenti sugli indirizzi dell Internet Protocol Gli indirizzi IP identificano in modo univoco ciascun host su una internet TCP/IP. Un

Dettagli

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer Reti di Calcolatori 1. Introduzione 2. Storia 3. Topologia delle reti 4. Livelli della rete protocolli e servizi 5. Progetto dei livelli 6. Modello ISO OSI 7. Internet Protocol suite / / Modello TCP IP

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 Classe 5^ PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE DI LAVORO I primi elementi sulle reti e i mezzi di

Dettagli

Lo strato di collegamento e le reti Ethernet Modulo 5 (Unità 1-2-3)

Lo strato di collegamento e le reti Ethernet Modulo 5 (Unità 1-2-3) Lo strato di collegamento e le reti Ethernet Modulo 5 (Unità 1-2-3) Il livello 2, Data-Link, è suddiviso in due sottolivelli: - il sottolivello MAC (Media Access Control) - il sottolivello LLC (Logical

Dettagli

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale Reti di Calcolatori e Internet Luca Pulina Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Università degli Studi di Sassari A.A. 2015/2016 Luca Pulina (UNISS)

Dettagli

Introduzione a Internet

Introduzione a Internet Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Corso di Sistemi Elettrici RETI DI COMPUTER

Corso di Sistemi Elettrici RETI DI COMPUTER RETI DI COMPUTER RETI DI COMPUTER Contemporaneamente alla diffusione dei PC è aumentata anche la richiesta di sistemi in grado di consentire la condivisione delle risorse Hardware e Software. Se si vogliono

Dettagli

Reti di calcolatori. Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti

Reti di calcolatori. Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti Reti di calcolatori Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti Reti di calcolatori Anni 70: calcolatori di grandi dimensioni, modello time-sharing, centri di calcolo Anni 80: reti di

Dettagli

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address CAPITOLO 11. INDIRIZZI E DOMAIN NAME SYSTEM 76 Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31 A B C D E 0 net id host id 1 0 net id host id 1 1 0 net id host id 1 1 1 0 multicast address 1 1 1 1 0 riservato per usi

Dettagli

Protocollo IP e collegati

Protocollo IP e collegati Protocollo IP e collegati Argomenti trattati: formato del pacchetto IP; servizi del protocollo IP; formato degli indirizzi; instradamento dei datagrammi; classi di indirizzi A, B, C, D; indirizzi speciali,

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli