IL PROCESSO DI REVISIONE. 7) Conclusioni audit e reporting: La relazione di revisione sul bilancio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL PROCESSO DI REVISIONE. 7) Conclusioni audit e reporting: La relazione di revisione sul bilancio"

Transcript

1 IL PROCESSO DI REVISIONE. 7) Conclusioni audit e reporting: La relazione di revisione sul bilancio! " # $ %&'&$%&'' (# )*'& %&'' 1

2 Documento n. 560 Eventi successivi Con il termine eventi successivi si intendono gi eventi che si verificano tra la data di chiusura dell esercizio e la data di approvazione del bilancio da parte dell assemblea degli azionisti. Il revisore deve considerare gli effetti che gli eventi successivi possono produrre sia sul bilancio che sulla propria relazione. 2

3 Documento n. 560 Eventi successivi Eventi rilevati dal revisore fino alla data della relazione di revisione Il revisore deve effettuare specifiche procedure volte ad ottenere sufficienti ed appropriati elementi probativi circa la completa identificazione degli eventi verificatesi fino alla data della relazione di revisione che possano richiedere rettifiche o ulteriori informazioni nel bilancio. 3

4 Documento n. 560 Eventi successivi Procedure di revisione: lettura dei verbali del C.d.A., assemblea degli azionisti, collegio sindacale; lettura dell ultima situazione infrannuale disponibile; colloquio con la Direzione 4

5 Documento n. 560 Eventi successivi Eventi rilevati dal revisore fino alla data della relazione di revisione Qualora una componente di bilancio relativa ad una società controllata, una filiale o una divisione operativa separata, sia esaminata da un altro revisore, il revisore principale deve valutare le procedure poste in essere dall altro revisore circa gli eventi successivi. 5

6 Documento n. 560 Eventi successivi Eventi rilevati dal revisore fino alla data della relazione di revisione Qualora il revisore venga a conoscenza di eventi successivi che influiscono significativamente sul bilancio, egli deve valutare se tali eventi siano correttamente riflessi nel bilancio stesso (Principio contabile 29). 6

7 Documento n. 560 Eventi successivi Eventi di cui il revisore sia venuto a conoscenza dopo la data della relazione di revisione ma entro la data di approvazione di bilancio da parte dell assemblea degli azionisti Il revisore non è tenuto ad eseguire procedure o effettuare indagini concernenti il bilancio successivamente alla data della propria relazione. 7

8 Post traguardo Traguardo Regolamenti Festa al castello 2 parte Navigazione Partenza 1 parte Navigazione Passaggio Giraglia Meteo 8

9 Modelli di Governance: ripasso Tradizionale: Gestione (CdA) Controllo Amministrazione (Collegio Sindacale) - Controllo contabile (ora controllo legale dei conti - a seconda della tipologia di società: Società di Revisione (obbligatoria per società quotate) Revisore contabile Collegio sindacale) Dualistico: Gestione (Consiglio di Gestione ) Controllo Amministrazione (Consiglio di Sorveglianza nominato dall Assemblea) - Controllo contabile (ora controllo legale dei conti; a seconda della tipologia di società: Società di Revisione (obbligatoria per società quotate) Revisore contabile Monistico: Gestione (CdA) - Controllo Amministrazione (Comitato per il Controllo sulla Gestione costituito all interno del Consiglio di Amministrazione e nominato dallo stesso ) Controllo contabile (ora controllo legale dei conti; a seconda della tipologia di società: Società di Revisione (obbligatoria per società quotate) Revisore contabile 9

10 Modelli di Governance: ripasso Controllo legale dei conti: (controllo esterno) Regolare tenuta contabilità sociale e corretta rilevazione nelle scritture contabili dei fatti di gestione Corrispondenza bilancio di esercizio (e consolidato) alle risultanze delle scritture contabili Espressione di un giudizio sul bilancio d esercizio e sul bilancio consolidato, ove redatto La relazione sul bilancio è depositata presso la sede della società durante i quindici giorni che precedono l Assemblea 10

11 Le fasi principali dell attività di revisione Principi contabili e principi di revisione Obiettivi e principi generali della revisione (giudizio su bilancio conformità disposizioni, rischio, responsabilità) 6)Attività post incarico 5)Conclusioni audit e reporting Attività pre-incarico 1) Attività 4)Esecuzione piano audit Post 31/12 Prima 31/12 Pre - incarico Inventario 31/12 2)Pianificazion e preliminare 3)Sviluppo piano audit Situazione economica 11

12 Attività aziendale Analisi Comparativa preliminare Controllo interno Valutazione dei rischi Significatività Documentazione lavoro Prima 31/12 1)Attività preincarico 6)Attività post incarico 4)Esecuzione piano audit Inventario 5)Conclusioni audit e reporting Post 31/12 31/12 2)Pianificazione preliminare 3)Sviluppo piano audit 12

13 Elementi probativi documentazione Procedure di conformità test controlli Conferme esterne circolarizzazioni Campionamento diverse metodologie 6)Attività post incarico 5)Conclusioni audit e reporting Prima 31/12 1)Attività preincarico 4)Esecuzione piano audit Inventario Post 31/12 31/12 2)Pianificazion e preliminare 3)Sviluppo piano audit Situazione economica 13

14 Procedure di inventario fisico Analisi comparativa finale Disponibilità liquide - banche Rimanenze Crediti Immobilizzazioni materiali e immateriali e altre voci di bilancio 6)Attività post incarico 5)Conclusioni audit e reporting Prima 31/12 4) Esecuzione Piano di audit Inventario Post 31/12 31/12 2)Pianificazion e preliminare 3)Sviluppo piano audit Situazione economica 14

15 Parti correlate Utilizzo di altri revisori, della revisione interna e del lavoro dell esperto Frode Continuità aziendale Scheda errori 6)Attività post incarico 5)Conclusioni audit e reporting Post 31/12 Prima 31/12 4) Esecuzione Piano di audit Inventario 31/12 2)Pianificazion e preliminare 3)Sviluppo piano audit Situazione economica 15

16 Lettera di attestazione Review working papers Emissione relazioni Traguardo Meteo 5) Conclusione ed emissione relazione 16

17 V) CONCLUSIONE DEL LAVORO ED EMISSIONE RELAZIONI Ottenimento della lettera di attestazione Review, controllo dei Working papers Emissione relazione 17

18 Lettera di attestazione Il revisore deve ottenere l evidenza del riconoscimento da parte della Direzione della propria responsabilità per la corretta predisposizione del bilancio in conformità alle norme che ne disciplinano la redazione e deve inoltre accertare che la stessa Direzione abbia approvato il progetto di bilancio. La lettera di attestazione deve: essere opportunamente sottoscritta (dai componenti della Direzione che sono i responsabili primari dell attività aziendale complessiva e da coloro che sono responsabili dell amministrazione e della predisposizione del bilancio); indirizzata al revisore e contenente specifiche informazioni dallo stesso richieste e ritenute necessarie; deve normalmente avere la stessa data della relazione del revisore sul bilancio 18

19 Lettera di attestazione Esempi di attestazioni della Direzione: responsabilità della redazione del bilancio; completezza delle scritture contabili e relativi supporti; aggiornamento dei libri sociali; assenza di irregolarità che possono avere effetto significativo sul bilancio; assenza di passività significative e di operazioni significative non evidenziate in bilancio; 19

20 Lettera di attestazione assenza di programmi futuri che possano alterare significativamente il valore di carico di attività e passività o la relativa classificazione o informativa in bilancio; assenza di pegni ed ipoteche sulle attività possedute oltre a quelli evidenziati in bilancio rispetto della normativa ambientale; completezza dell informativa sulle operazioni significative con parti correlate. 20

21 Lettera di attestazione Il rifiuto da parte della Direzione di rilasciare un attestazione scritta ritenuta necessaria dal revisore, costituisce una limitazione al procedimento di revisione e il revisore deve esprimere un giudizio con rilievi o dichiararsi impossibilitato ad esprimere un giudizio. 21

22 Emissione relazione (traguardo) Fonti normative Art. 156 del D. Lgs. 58/98 Comunicazione CONSOB n del 1 dicembre 1999 Art ter C.C. (ORA ART. 14 DEL D. LGS , N. 39) 22

23 Struttura della relazione Titolo Destinatari della relazione Corpo della relazione dai quattro ai sei paragrafi (a seconda se vi siano rilievi e/o richiami di informativa) (*) Data e luogo di emissione della relazione Firma del responsabile della revisione contabile (*) post integrazioni introdotte dal D.Lgs. 2 feb. 2007, n

24 Corpo della relazione Primo paragrafo: identificazione del bilancio oggetto di revisione Secondo paragrafo: riferimento ai principi di revisione seguiti Terzo paragrafo: rilievi (eventuali) Terzo o Quarto paragrafo: giudizio sul bilancio Può seguire un ulteriore paragrafo d enfasi (richiamo d informativa) A seguito delle integrazioni introdotte dal D.Lgs. 2 feb. 2007, n. 32 è stato introdotto un ultimo (quarto o quinto) paragrafo contenente il giudizio sulla coerenza della relazione della gestione con il bilancio 24

25 Corpo della relazione dettagli Primo paragrafo: E il paragrafo identificativo del documento oggetto di revisione. Normalmente per identificare il bilancio si utilizzano le denominazioni usate dalla società che redige il bilancio. Si identificano inoltre le diverse responsabilità del revisore e degli amministratori. In base alle norme recentemente introdotte è necessario identificare nel primo paragrafo anche il quadro delle regole di redazione applicate dalla società Secondo paragrafo: E il paragrafo mediante il quale si indicano i principi di revisione applicati e si spiega la portata del lavoro svolto. Nello stesso paragrafo, nei casi in cui è possibile distinguere la responsabilità del revisore principale da quella del revisore secondario (Vietti e volontarie) si espone la frase prevista dal principio di revisione 600. Nel secondo paragrafo si forniscono inoltre le informazioni circa il lavoro svolto sui dati comparativi 25

26 Relazione della società di revisione ai sensi dell'art.14 del D. LGS , N. 39) Agli azionisti della ABC S.p.A. 1. Abbiamo svolto la revisione contabile del bilancio d'esercizio [(o consolidato)] della (società) ABC S.p.A. chiuso al 31 dicembre 20XX. La responsabilità della redazione del bilancio compete agli amministratori della (società) ABC S.p.A.. È nostra la responsabilità del giudizio professionale espresso sul bilancio e basato sulla revisione contabile. 26

27 Secondo paragrafo 2. Il nostro esame è stato condotto secondo i principi di revisione emanati dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e raccomandati dalla Consob. In conformità ai predetti principi la revisione è stata pianificata e svolta al fine di acquisire ogni elemento necessario per accertare se il bilancio d'esercizio [(o consolidato)] sia viziato da errori significativi e se risulti, nel suo complesso, attendibile. Il procedimento di revisione comprende l'esame, sulla base di verifiche a campione, degli elementi probativi a supporto dei saldi e delle informazioni contenuti nel bilancio, nonché la valutazione dell'adeguatezza e della correttezza dei criteri contabili utilizzati e della ragionevolezza delle stime effettuate dagli amministratori. Riteniamo che il lavoro svolto fornisca una ragionevole base per l'espressione del nostro giudizio professionale. 27

28 Secondo paragrafo Per il giudizio relativo al bilancio dell'esercizio precedente, i cui dati sono presentati ai fini comparativi secondo quanto richiesto dalla legge, si fa riferimento alla relazione da noi (o da altro revisore) emessa in data... 28

29 Terzo paragrafo 3. A nostro giudizio, il bilancio d'esercizio [(o consolidato)] della ABC al 31 dicembre 20XX è conforme alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione; esso pertanto è redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria e il risultato economico [(consolidati)] della società. 29

30 Quarto paragrafo 4. La responsabilità della redazione della relazione sulla gestione, in conformità a quanto previsto dalle norme di legge, compete agli amministratori della Società ABC S.p.A.. È di nostra competenza l espressione del giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio, come richiesto dalla legge. A tal fine, abbiamo svolto le procedure indicate dal principio di revisione n. 001 emanato dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e raccomandato dalla Consob. A nostro giudizio la relazione sulla gestione è coerente con il bilancio d esercizio (o consolidato) della Società ABC S.p.A. al 31 dicembre 20XX. Luogo e data di emissione Società di revisione Firma Nome Cognome e qualifica del responsabile 30

31 ALTRI REVISORI (Pr. Rev. 600) Nel secondo paragrafo della relazione il revisore riporta : BILANCIO D ESERCIZIO: La responsabilità dei lavori di revisione contabile dei bilanci di alcune società controllate e collegate, per quanto riguarda importi delle partecipazioni che rappresentano... (valore o %) e... (valore o %) rispettivamente della voce partecipazioni e del totale attivo, è di altri revisori. BILANCIO CONSOLIDATO: La responsabilità dei lavori di revisione contabile dei bilanci di alcune società controllate e collegate, che rappresentano rispettivamente... (valore o %) dell'attivo consolidato e (valore o %) dei ricavi consolidati, è di altri revisori. 31

32 TIPI DI GIUDIZIO La società di revisione esprime un giudizio senza rilievi se il bilancio di esercizio e il bilancio consolidato sono conformi alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione. La società di revisione può esprimere un giudizio con rilievi, un giudizio negativo (avverso) ovvero rilasciare una dichiarazione di impossibilità di esprimere un giudizio. In tali casi la società espone analiticamente nelle relazioni i motivi della propria decisione. 32

33 IL GIUDIZIO Riportato nel terzo paragrafo (o quarto in caso di rilievi) : 1. POSITIVO SENZA RILIEVI (ECCEZIONI) 2.1POSITIVO CON RILIEVI PER DISSENSI RISPETTO AI CRITERI CONTABILI o ALL ADEGUATEZZA DELL INFORMATIVA 2.2 POSITIVO CON RILIEVI PER LIMITAZIONI RELATIVE AL PROCEDIMENTO DI REVISIONE 2.1/2.2: (il revisore non può esprimere un giudizio positivo, ma che gli effetti di dissensi con la direzione o di limitazioni nello svolgimento della revisione non sono così significativi da richiedere un giudizio avverso o di comportare l impossibilità di esprimere un giudizio) 33

34 IL GIUDIZIO (continua) 3. NEGATIVO PER DISSENSI RISPETTO AI CRITERI CONTABILI E/O ALL ADEGUATEZZA DELL INFORMATIVA (GIUDIZIO AVVERSO) (giudizio espresso quando gli effetti sul bilancio di deviazioni da corretti principi contabili sono così rilevanti e ampi che esprimere un giudizio con rilievi non è sufficiente per evidenziare la natura fuorviante e l incompletezza del bilancio) 4.1IMPOSSIBILITA DI ESPRIMERE UN GIUDIZIO PER GRAVI LIMITAZIONI RELATIVE AL PROCEDIMENTO DI REVISIONE 4.2 IMPOSSIBILITA DI ESPRIMERE UN GIUDIZIO PER LA PRESENZA DI RILEVANTI EFFETTI CONNESSI AD INCERTEZZE 4.1/4.2: sono espresse quando i possibili effetti di limitazioni nello svolgimento delle procedure di revisione ritenute necessarie o le incertezze sono talmente significative che il revisore non ha la possibilità di esprimere un giudizio sul bilancio. 34

35 IL GIUDIZIO (continua) NEL PARAGRAFO SUCCESSIVO A QUELLO DEL GIUDIZIO IL REVISORE PUO ESPORRE UN RICHIAMO DI INFORMATIVA (O PARAGRAFO D ENFASI) 35

36 ESEMPI DI RILIEVI INSUFFICIENTI O MANCATE SVALUTAZIONI DI ATTIVITA AMMORTAMENTI INSUFFICIENTI RIVALUTAZIONI NON AMMESSE 36

37 ESEMPI DI RILIEVI (CONTINUA) CAPITALIZZAZIONI IMPROPRIE MANCATA EVIDENZIAZIONE DI PASSIVITA (fondi) EVIDENZIAZIONE DI PASSIVITA'PER UN IMPORTO DIVERSO DA QUELLO EFFETTIVO 37

38 ESEMPI DI RILIEVI (CONTINUA) MANCATA CONTABILIZZAZIONE DI COSTI O RICAVI DI COMPETENZA DELL'ESERCIZIO CONTABILIZZAZIONE DI RICAVI NON ANCORA REALIZZATI CARENZE DI INFORMATIVA MANCATA REDAZIONE CONSOLIDATO (QUANDO PREVISTO PER LEGGE) 38

39 Modifica del paragrafo del giudizio a seguito di rilievi riscontrati 4) A nostro giudizio, il bilancio d'esercizio (o consolidato) della ABC al..., ad eccezione del rilievo evidenziato nel precedente paragrafo 3, è conforme alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione; esso pertanto è redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria e il risultato economico (consolidati) della società. 39

40 ESEMPI DI LIMITAZIONI AL PROCEDIMENTO DI REVISIONE LIMITAZIONI PER MANCATO INVENTARIO FISICO INIZIALE LIMITAZIONI DA MANCATO OTTENIMENTO DI CONFERME DA TERZI LIMITAZIONI PER IMPEDIMENTI NELLO SVOLGIMENTO DI PROCEDURE DI REVISIONE 40

41 ESEMPI DI LIMITAZIONI AL PROCEDIMENTO DI REVISIONE (continua) MANCATO OTTENIMENTO DI ALTRI ELEMENTI PROBATIVI MANCATO OTTENIMENTO DELLA LETTERA DI ATTESTAZIONE 41

42 Modifica del paragrafo 2 a seguito di limitazioni nel processo di revisione 2) Ad eccezione di quanto discusso nel paragrafo successivo, il nostro esame è stato condotto secondo gli statuiti principi di revisione. In conformità ai predetti principi 42

43 I PARERI AVVERSI SI EMETTONO QUANDO L'ENTITA'DELLE DEVIAZIONI E'TALMENTE RILEVANTE DA RENDERE INATTENDIBILE IL BILANCIO NEL SUO COMPLESSO L'ESPRESSIONE USATA E'LA SEGUENTE: "A nostro giudizio, a causa della rilevanza degli effetti di quanto riportato nel precedente paragrafo 3, il bilancio nel suo complesso non è redatto con chiarezza e non rappresenta....." 43

44 IMPOSSIBILITA DI ESPRIMERE UN GIUDIZIO SI HA QUANDO: GLI ELEMENTI PROBATIVI MANCANTI E/O LE INCERTEZZE RISCONTRATE SONO DI ENTITA'TALE DA NON CONSENTIRE AL REVISORE LA POSSIBILITA'DI ESPRIMERE UN GIUDIZIO PROFESSIONALE (IL CASO PIU FREQUENTE E'L INCERTEZZA SULLA CONTINUITA' AZIENDALE) L'ESPRESSIONE USATA E'LA SEGUENTE: "A causa della rilevanza delle limitazioni alle nostre verifiche (degli effetti connessi alle incertezze) esposte nel precedente paragrafo, non siamo in grado di esprimere un giudizio

45 I COMMENTI CHE NON MODIFICANO IL GIUDIZIO Quarto o quinto paragrafo (eventuale) : RICHIAMI DI INFORMATIVA INCERTEZZE SIGNIFICATIVE (quando non sono tali da compromettere il giudizio complessivo) ESITO IMPREVEDIBILE DI CAUSE LEGALI INCERTEZZE SULLA CONTINUITA'AZIENDALE 45

46 FUNZIONE DEI RICHIAMI DI INFORMATIVA NON SANANO LA MANCANZA O LE CARENZE DI INFORMAZIONI NON DEVONO AGGIUNGERE INFORMAZIONI RISPETTO ALLA NOTA INTEGRATIVA POSSONO RIASSUMERE INFORMAZIONI PIU' DETTAGLIATE (MA NON VICEVERSA) DEVONO ESSERE SINTETICHE E RICHIAMARE LA NOTA INTEGRATIVA O LA RELAZIONE SULLA GESTIONE 46

47 ESEMPI DI RICHIAMI DI INFORMATIVA EFFETTI DEL CAMBIAMENTO NEI CRITERI DI VALUTAZIONE EFFETTI DEL CAMBIAMENTO NELLE STIME CONTABILI 47

48 ESEMPI DI RICHIAMI DI INFORMATIVA FATTI RILEVANTI PER LA IMMEDIATA INTERPRETAZIONE DEL BILANCIO EFFETTI DI OPERAZIONI SOCIETARIE (FUSIONI, SCORPORI, CONFERIMENTI) 48

49 ESEMPI DI INCERTEZZE SIGNIFICATIVE CAUSE SIGNIFICATIVE IN CORSO EFFETTI DI ACCERTAMENTI FISCALI IL CUI ITER NON E'ANCORA CONCLUSO LA PROBLEMATICA DELLA CONTINUITA' AZIENDALE (Princ. Rev. 570) 49

50 Principio di revisione 570 Un incertezza significativa esiste quando la portata del suo effetto potenziale è tale che, a giudizio del revisore, si rende necessaria un informativa chiara sulla natura e sulle implicazioni di tale incertezza, affinché la presentazione del bilancio non sia fuorviante. 50

51 Principio di revisione 570 Presupposto di continuità aziendale appropriato in presenza di un incertezza significativa Nel caso in cui l utilizzo del presupposto di continuità aziendale risulta appropriato, ma esiste un incertezza significativa, il revisore deve valutare se il bilancio: (a) descrive adeguatamente i principali eventi o circostanze che fanno sorgere dubbi significativi in merito alla capacità dell impresa di continuare la propria attività ed i piani della direzione per far fronte a tali eventi o circostanze; 51

52 Principio di revisione 570 (b) evidenzia chiaramente che esiste un incertezza significativa relativa a eventi o circostanze che possono far sorgere dubbi significativi sulla continuità aziendale dell impresa e, di conseguenza, che la stessa può non essere in grado di realizzare le proprie attività e far fronte alle proprie passività durante il normale corso della sua attività. 52

53 Principio di revisione 570 Se viene fornita un adeguata informativa in bilancio, il revisore deve esprimere un giudizio senza rilievi, ma deve inserire nella propria relazione un paragrafo d enfasi: per sottolineare l esistenza di un incertezza significativa legata ad un evento o ad una circostanza che può far sorgere dubbi significativi in merito alla continuità aziendale dell impresa; per richiamare l attenzione sull informativa resa in bilancio 53

54 Principio di revisione 570 Quando il presupposto della continuità aziendale è soggetto a molteplici significative incertezze, il revisore può concludere, in casi estremi, di non essere in grado di esprimere il proprio giudizio sul bilancio nel suo complesso, in considerazione delle interazioni e dei possibili effetti cumulati delle incertezze 54

55 Principio di revisione 570 Se non viene fornita un adeguata informativa in bilancio, il revisore deve esprimere un giudizio con rilievi, ovvero un giudizio avverso qualora gli effetti derivanti dalla inadeguatezza dell informativa siano così rilevanti e pervasivi da rendere inattendibile il bilancio. La relazione deve contenere una specifica indicazione in merito al fatto che esiste un incertezza significativa che può far sorgere dubbi significativi in merito alla continuità aziendale dell impresa. 55

56 Principio di revisione 570 Presupposto della continuità aziendale inappropriato Se, in base allo svolgimento delle procedure di revisione ed alle informazioni ottenute, compresi gli effetti dei piani della direzione, il revisore ritiene che, a suo giudizio, l impresa non sarà in grado di continuare la propria attività, egli deve concludere, indipendentemente dall eventuale informativa fornita in bilancio, che il presupposto della continuità aziendale utilizzato nella redazione del bilancio non è appropriato, e deve esprimere un giudizio avverso 56

57 Principio di revisione 570 Nel caso in cui la direzione dell impresa sia giunta alla conclusione che il presupposto della continuità aziendale per la redazione del bilancio non sia appropriato, il bilancio viene predisposto su basi alternative (principio contabile OIC 5). Se, sulla base dello svolgimento delle procedure di revisione e delle informazioni raccolte il revisore stabilisce che tali basi alternative siano appropriate, egli può esprimere un giudizio senza rilievi, sempre che sia fornita un informativa adeguata; in tal caso, tuttavia, può essere opportuno l inserimento di un paragrafo di enfasi nella relazione del revisore per richiamare l attenzione del lettore su tali basi alternative. 57

58 Relazione di revisione - Esempi 58

59 a) Lettera dei commenti Meteo b) Valutazione lavoro c) Altri incarichi Post Traguardo 6) Attività post incarico 59

60 "Attività post incarico" Lettera dei commenti SIGNIFICATIVE DEBOLEZZE RISCONTRATE NEL CONTROLLO INTERNO ERRORI NON SIGNIFICATIVI PRESENTI IN BILANCIO SUGGERIMENTI COSTRUTTIVI A LIVELLO GESTIONALE LE LETTERE DI COMMENTO POSSONO CONTRIBUIRE A FORNIRE UNA BUONA IMMAGINE DEL REVISORE E AD ISTITUIRE EFFICACI CANALI DI COMUNICAZIONE CON IL CLIENTE 60

61 "Attività post incarico" Valutazione della qualità dell incarico Valutazione delle prestazioni del personale assegnato all incarico Possibilità di svolgimento altri incarichi: Full Audit Limited Review Agreed Upon Procedures 61

62 "Attività post incarico" Full Audit / Limited Review La revisione contabile completa di un bilancio ha per obiettivo di fornire al revisore le basi per l'espressione di un giudizio se il bilancio nel suo complesso rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale-finanziaria ed economica di un'impresa POSITIVE ASSURANCE La revisione contabile limitata ha per obiettivo di fornire al revisore le basi per attestare che non è venuto a conoscenza di significative variazioni e integrazioni che dovrebbero essere apportate alla situazione oggetto di revisione NEGATIVE ASSURANCE 62

63 "Attività post incarico" Agreed Upon Procedures Procedure per indagini specifiche richieste dal committente (due-diligence) Procedure di revisione applicate ad alcune voci di bilancio Il principio di revisione di riferimento è: International Standard on Related Services (ISRS) 4400 ENGAGEMENTS TO PERFORM AGREED 4400 ENGAGEMENTS TO PERFORM AGREED-UPON PROCEDURES REGARDING FINANCIAL INFORMATION 63

64 "Attività post incarico" Il lavoro svolto consiste nello svolgimento di talune procedure di verifica tipiche della revisione contabile completa concordate con il richiedente Non viene effettuato lavoro di pianificazione tipico della revisione contabile completa, il revisore non può concludere se: le verifiche che gli sono state richieste di svolgere e l'entità dei campioni sono sufficienti o meno per la rilevazione di tutti i relativi errori significativi e fatti salienti Conseguentemente il revisore non è in grado di esprimere un giudizio (assicurazione o ragionevole certezza - ASSURANCE ); può solo riportare i risultati delle verifiche effettuate 64

65 "Attività post incarico" Contenuto dell accordo tra le parti la parte richiedente la revisione: è la sola responsabile della scelta delle procedure di verifica e dell'entità dei campioni proposti al revisore; il revisore tuttavia dovrà fornire tutti i chiarimenti teorici sui vantaggi connessi allo svolgimento delle procedure di verifica ed i rischi di loro omissione il revisore: accetta di svolgere le procedure di verifica proposte, non perché esse siano adeguate nella fattispecie, bensì in quanto, pur rappresentando un procedimento revisionale parziale, costituiscono nel loro insieme verifiche di tipo sostanziale tali da rappresentare ancora un lavoro professionale 65

66 Prima 31/12 6) Attività post incarico d) Lettera dei commenti e) Valutazione lavoro f) Altri incarichi 1)Attività pre-incarico 5) Conclusioni audit e reporting a) Lettera di attestazione b) Review working papers c) Emissione relazioni 4) Esecuzione piano di audit Post 31/12 31/12 2)Pianificazione preliminare 3)Sviluppo piano audit Situazione economica 66

67 "Attività post incarico" Attività di Due diligenze 67

68 LIBRO DI TESTO RIFERIMENTI Capitolo 6 Le procedure di revisione contabile e le verifiche dirette di bilancio Paragrafi 6.6 Capitolo 7 Il processo di revisione gestionale 68

Comunicazione n. DAC/99088450 dell'1-12-1999

Comunicazione n. DAC/99088450 dell'1-12-1999 Comunicazione n. DAC/99088450 dell'1-12-1999 MODALITÀ DI REDAZIONE DELLA RELAZIONE DELLA SOCIETÀ DI REVISIONE AI SENSI DELL'ART.156 DEL D. LGS. 24.2.1998, N.58 1. Introduzione La finalità del presente

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI PRINCIPIO DI REVISIONE 002 (CNDCEC PR 002) MODALITA DI REDAZIONE DELLA RELAZIONE DI CONTROLLO CONTABILE AI SENSI DELL ART. 2409

Dettagli

La relazione di revisione

La relazione di revisione La relazione di revisione Corso di Audit e Governance Università degli Studi di Bergamo Prof.ssa Stefania Servalli Indice Normativa e prassi professionale di riferimento in Italia I principi di revisione

Dettagli

Relazione di revisione

Relazione di revisione COLLEGIO SINDACALE CON REVISIONE LEGALE NELLE PMI Relazione di revisione 24 novembre 2014 Claudio Mariani Membro della Commissione Controllo Societario ODCEC Milano Socio KPMG - Professore a contratto,

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

Relazione del Collegio dei Sindaci Revisori all'assemblea dei soci sul Bilancio al 31/12/2012

Relazione del Collegio dei Sindaci Revisori all'assemblea dei soci sul Bilancio al 31/12/2012 VERBALE DEL COLLEGIO SINDACALE Centro Servizi per il Volontariato Palermo Il giorno 10 del mese di aprile dell'anno 2013 alle ore 15,30 presso la sede del Centro Servizi per il Volontariato Palermo si

Dettagli

Principi di Revisione: la Relazione. La relazione di revisione

Principi di Revisione: la Relazione. La relazione di revisione Principi di Revisione: la Relazione La relazione di revisione 1 Normativa La Consob ha emesso la comunicazione 99088450 del 1 dicembre 1999 con la quale adegua lo schema di relazione alle innovazioni introdotte

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 720B. Indice. Oggetto del presente principio di revisione (SA Italia).1-3

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 720B. Indice. Oggetto del presente principio di revisione (SA Italia).1-3 PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 720B LE RESPONSABILITA DEL SOGGETTO INCARICATO DELLA REVISIONE LEGALE RELATIVAMENTE ALL ESPRESSIONE DEL GIUDIZIO SULLA COERENZA (In vigore per le revisioni contabili

Dettagli

GAL DISTRETTO RURALE BMGS SORGONO RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE SUL BILANCIO AL 31.12.2013 PARTE PRIMA

GAL DISTRETTO RURALE BMGS SORGONO RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE SUL BILANCIO AL 31.12.2013 PARTE PRIMA GAL DISTRETTO RURALE BMGS SORGONO RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE SUL BILANCIO AL 31.12.2013 PARTE PRIMA Controllo Contabile Giudizio sul bilancio Signori Soci, Come previsto dall art. 14 del D.lgs 39/2010

Dettagli

Relazione del Collegio Sindacale esercente attività di revisione legale dei conti

Relazione del Collegio Sindacale esercente attività di revisione legale dei conti 103 Sede legale: Piazza Libertà, 1-83100 Avellino Capitale sociale: EURO 2.500.000,00 i.v. Relazione del Collegio Sindacale esercente attività di revisione legale dei conti Agli Azionisti della IRPINIAMBIENTE.

Dettagli

RELAZIONE DEL REVISORE LEGALE UNICO. sul BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014

RELAZIONE DEL REVISORE LEGALE UNICO. sul BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 RELAZIONE DEL REVISORE LEGALE UNICO sul BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 ai sensi dell art. 2429, comma 2 c.c. e dell art. 14 del D.Lgs. n. 39/2010 SOCIETA IPPICA DI CAGLIARI S.R.L. Bilancio al 31 dicembre

Dettagli

SCHEMA DI SVOLGIMENTO. Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone. La relazione di revisione.

SCHEMA DI SVOLGIMENTO. Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone. La relazione di revisione. TEMA N. 3 L istituto della revisione legale dei conti (TRACCIA ASSEGNATA ALL UNIVERISTÀ DI VERONA - I SESSIONE 2010) SCHEMA DI SVOLGIMENTO Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone.

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 VERBALE DI RIUNIONE DEL 8 APRILE 2013 ---------- Il giorno 8 del mese di Aprile 2013 alle ore 9,00 i sottoscritti Santolini rag. Livio, Monti dott. Roberto, Ricci dott.sa Silva, sindaci revisori effettivi

Dettagli

Pre System s.p.a. Relazione del Collegio Sindacale sul bilancio al 31/12/2011

Pre System s.p.a. Relazione del Collegio Sindacale sul bilancio al 31/12/2011 PRE SYSTEM SPA Sede in Sedegliano (UD), SS 463 Z.I. Pannellia Capitale sociale euro 2.000.000,00 interamente versato Registro delle Imprese di Udine e Codice fiscale n. 02001710306 RELAZIONE DEL COLLEGIO

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 706 RICHIAMI D'INFORMATIVA E PARAGRAFI RELATIVI AD ALTRI ASPETTI NELLA RELAZIONE DEL REVISORE INDIPENDENTE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 706 RICHIAMI D'INFORMATIVA E PARAGRAFI RELATIVI AD ALTRI ASPETTI NELLA RELAZIONE DEL REVISORE INDIPENDENTE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 706 RICHIAMI D'INFORMATIVA E PARAGRAFI RELATIVI AD ALTRI ASPETTI (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

I nuovi principi di revisione

I nuovi principi di revisione I nuovi principi di revisione «ISA Clarified» di Fabrizio Bava e Alain Devalle (*) Il 21 ottobre sul sito del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili sono stati pubblicati i

Dettagli

società LUGO CATERING SPA. È nostra competenza la responsabilità

società LUGO CATERING SPA. È nostra competenza la responsabilità Lugo Catering S.p.A. Sede legale in Lugo (Ra), via Malpighi n 15 Capitale Sociale 774.675,00 I.V. C.F. 01441410394 Iscritta al Registro Imprese presso la C.C.I.A.A. di Ravenna al n. 01441410394 RELAZIONE

Dettagli

MAZARS FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE CHIUSO CRONO 31 Dicembre 2013 Relazione della società di revisione Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR Rendiconto annuale della Gestione al 31 dicembre 2013

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI PRINCIPIO DI REVISIONE 001 (CNDCEC PR 001)

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI PRINCIPIO DI REVISIONE 001 (CNDCEC PR 001) CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI PRINCIPIO DI REVISIONE 001 (CNDCEC PR 001) IL GIUDIZIO SULLA COERENZA DELLA RELAZIONE SULLA GESTIONE CON IL BILANCIO FEBBRAIO 2009

Dettagli

Relazione dell Organo di controllo

Relazione dell Organo di controllo FONDAZIONE REGGIO CHILDREN CENTRO LORIS MALAGUZZI Sede Legale: VIA BLIGNY 1/a - REGGIO NELL'EMILIA (RE) Iscritta al Registro Imprese di: REGGIO NELL'EMILIA C.F. e numero iscrizione: 00763100351 Iscritta

Dettagli

Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230

Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230 Guida al controllo contabile di Fabrizio Bava e Alain Devalle * Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230 Il principio di revisione n.230 stabilisce le regole

Dettagli

IL PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE EVENTI SUCCESSIVI

IL PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE EVENTI SUCCESSIVI IL PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA 580 ATTESTAZIONI SCRITTE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA 580 ATTESTAZIONI SCRITTE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 580 ATTESTAZIONI SCRITTE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio 2015 o successivamente)

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità aziendale Novembre 2013 Indice 1. Introduzione 2. La responsabilità della Direzione 3. La responsabilità del revisore 4. Gli indicatori per valutare la continuità

Dettagli

ISA 610 e ISA 620 L'utilizzo durante la revisione dei revisori interni e degli esperti. Corso di revisione legale dei conti progredito

ISA 610 e ISA 620 L'utilizzo durante la revisione dei revisori interni e degli esperti. Corso di revisione legale dei conti progredito ISA 610 e ISA 620 L'utilizzo durante la revisione dei revisori interni e degli esperti. Corso di revisione legale dei conti progredito 1 ISA 610 USING THE WORK OF INTERNAL AUDITORS Questo principio tratta

Dettagli

Easy PDF Creator is professional software to create PDF. If you wish to remove this line, buy it now.

Easy PDF Creator is professional software to create PDF. If you wish to remove this line, buy it now. TEA SISTEMI S.p.A. Sede in Pisa, Piazza Mazzini n.1 *** * *** RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE SUL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2004 All Assemblea dei Soci della Società Tea Sistemi S.p.A. Signori Azionisti,

Dettagli

Relazione del Collegio Sindacale sul Bilancio. al 31 Dicembre 2013 ai sensi dell art. 2429 e dell art. 14 del D.Lgs 39/2010

Relazione del Collegio Sindacale sul Bilancio. al 31 Dicembre 2013 ai sensi dell art. 2429 e dell art. 14 del D.Lgs 39/2010 Relazione del Collegio Sindacale sul Bilancio al 31 Dicembre 2013 ai sensi dell art. 2429 e dell art. 14 del D.Lgs 39/2010 Signori Soci, il progetto di bilancio dell'esercizio chiuso al 31 dicembre 2013,

Dettagli

Relazione del Collegio dei revisori al rendiconto dell esercizio chiuso al 31 dicembre 2010

Relazione del Collegio dei revisori al rendiconto dell esercizio chiuso al 31 dicembre 2010 ASSOCIAZIONE DYNAMO CAMP ONLUS Via Ximenes 716, loc. Limestre San Marcello Pistoiese 51028 PISTOIA Iscrizione Registro ONLUS Direzione Regionale Toscana n prot. Op. IPS061212002 Codice Fiscale 90040240476

Dettagli

" COPIA CORRISPONDENTE AI DOCUMENTI CONSERVATI PRESSO LA SOCIETA ". ***

 COPIA CORRISPONDENTE AI DOCUMENTI CONSERVATI PRESSO LA SOCIETA . *** " Imposta di bollo assolta in modo virtuale tramite la Camera di Commercio di Reggio Emilia, Autorizzazione n.10/e del 15/02/2001 emanata dall'ufficio delle Entrate di Reggio Emilia ". " COPIA CORRISPONDENTE

Dettagli

RELAZIONE DEL REVISORE AL BILANCIO CHIUSO IL

RELAZIONE DEL REVISORE AL BILANCIO CHIUSO IL VALSUGANA SPORT SRL Sede sociale: Borgo Valsugana (TN) Piazza Degasperi n. 20 Capitale sociale: 10.000,00 interamente versato. Registro Imprese di Trento N. 02206830222 C.C.I.A.A. di Trento R.E.A TN -

Dettagli

La società di revisione / Il revisore nelle procedure previste dalla Legge Fallimentare

La società di revisione / Il revisore nelle procedure previste dalla Legge Fallimentare S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La società di revisione / Il revisore nelle procedure previste dalla Legge Fallimentare Elisabetta C. Forni Partner KPMG S.p.A. Milano, 8 maggio 2013 Indice

Dettagli

Moores Rowland Bompani

Moores Rowland Bompani Tel. 02 4986350-357 Fax 02 4818143 milano@bompaniaudit.com www.bompaniaudit.com VIAREGGIO PATRIMONIO S.R.L. Viareggio (LU) Relazione della Società di Revisione sul Bilancio dell'esercizio chiuso al 31

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE DEL COLLEGIO SINDACALE

VERBALE DI RIUNIONE DEL COLLEGIO SINDACALE VERBALE DI RIUNIONE DEL COLLEGIO SINDACALE Oggi 16 aprile 2012, alle ore 9,30, in P.le Principessa Clotilde n.6 si sono riuniti i sindaci: Dott. Pietro Giorgi Presidente Dott. Giacomo Del Corvo Sindaco

Dettagli

Revisione legale e controllo della qualità: larelazione del revisore

Revisione legale e controllo della qualità: larelazione del revisore Revisione legale e controllo della qualità: larelazione del revisore di Alberto Pesenato (*) Il documento finale redatto dal revisore legale è la relazione di revisione. Essa è il sigillo che conferma

Dettagli

IL PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE

IL PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE IL PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e vendite Novembre 2013 Indice 1. Crediti e vendite 2. Obiettivi di revisione 3. Pianificazione della revisione 4. La valutazione del sistema di controllo interno

Dettagli

DATA ORA AULA TESTI DI RIFERIMENTO

DATA ORA AULA TESTI DI RIFERIMENTO PROGRAMMA DEL CORSO DI REVISIONE AZIENDALE 1. Presentazione del corso La revisione Obiettivi del corso Programma del corso Testi consigliati PARTE I: NORMATIVA E ASPETTI GIURIDICI DEL CONTROLLO LEGALE

Dettagli

Revisione Aziendale. Parte I. Revisione Aziendale. La revisione aziendale, la revisione contabile, revisione legale dei conti

Revisione Aziendale. Parte I. Revisione Aziendale. La revisione aziendale, la revisione contabile, revisione legale dei conti Revisione Aziendale Aspetti introduttivi 1 Revisione Aziendale Parte I Inquadramento concettuale e normativo della revisione aziendale. La revisione aziendale, la revisione contabile, revisione legale

Dettagli

REGOLAMENTO EMITTENTI

REGOLAMENTO EMITTENTI REGOLAMENTO EMITTENTI ATTESTAZIONE DEL DIRIGENTE PREPOSTO ALLA REDAZIONE DEI DOCUMENTI CONTABILI SOCIETARI E DEGLI ORGANI AMMINISTRATIVI DELEGATI SUL BILANCIO D ESERCIZIO E CONSOLIDATO E SULLA RELAZIONE

Dettagli

@REGOLA REVISIONE LEGALE DEI CONTI. Software per la revisione legale basato sui principi di revisione internazionali

@REGOLA REVISIONE LEGALE DEI CONTI. Software per la revisione legale basato sui principi di revisione internazionali @REGOLA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Software per la revisione legale basato sui principi di revisione internazionali Indice e sintesi dei contenuti Indice 1. Quadro normativo 2. Descrizione del processo

Dettagli

GRUPPO A.M.A.G. Relazione della Società di Revisione sulle procedure di verifica concordate relative alla predisposizione della Documentazione Economico/Finanziaria Aggiornamento Plan 2012-2015 Spettabile

Dettagli

LA NOTA INTEGRATIVA GLI ALLEGATI AL BILANCIO

LA NOTA INTEGRATIVA GLI ALLEGATI AL BILANCIO LA NOTA INTEGRATIVA E GLI ALLEGATI AL BILANCIO NOTA INTEGRATIVA ART. 2423 comma 1 del Codice Civile: GLI AMMINISTRATORI DEVONO REDIGERE IL BILANCIO DI ESERCIZIO, COSTITUITO DALLO STATO PATRIMONIALE, DAL

Dettagli

abase Revisioni Fondazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Forlì-Cesena

abase Revisioni Fondazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Forlì-Cesena CRISI DI IMPRESA E CONTINUITA AZIENDALE: LA DIAGNOSI ATTRAVERSO L ANALISI FINANZARIA, I DOVERI E POTERI DEGLI AMMINISTRATORI E DEI SINDACI, LA FORMAZIONE DEL GIUDIZIO DEL REVISORE Fondazione dei Dottori

Dettagli

Fondo Pensione Complementare Dei Giornalisti Italiani

Fondo Pensione Complementare Dei Giornalisti Italiani Fondo Pensione Complementare Dei Giornalisti Italiani SEDE IN ROMA, CORSO VITTORIO EMANUELE II, N.349 RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE SUL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 Signori Consiglieri Premessa Il Collegio

Dettagli

Indice. Presupposto della continuità aziendale...

Indice. Presupposto della continuità aziendale... Introduzione PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 570 CONTINUITÀ AZIENDALE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio

Dettagli

GRUPPO AUTOGRILL PROCEDURA DI GRUPPO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI ALLA SOCIETÀ INCARICATA DELLA REVISIONE LEGALE

GRUPPO AUTOGRILL PROCEDURA DI GRUPPO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI ALLA SOCIETÀ INCARICATA DELLA REVISIONE LEGALE AUTOGRILL SPA GRUPPO AUTOGRILL PROCEDURA DI GRUPPO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI ALLA SOCIETÀ INCARICATA DELLA REVISIONE LEGALE Novembre 2012 Indice 1. Oggetto della procedura... 3 2. Revisore principale

Dettagli

Principi di Revisione. Luca Bonvino 24 settembre 2014

Principi di Revisione. Luca Bonvino 24 settembre 2014 Principi di Revisione Luca Bonvino 24 settembre 2014 1 La revisione iniziò ad affermarsi all inizio del 1900 come conseguenza del ricorso da parte delle imprese a forme di risparmio diffuso: si trattava

Dettagli

Documento di ricerca n. 190

Documento di ricerca n. 190 ASSIREVI BO Documento di ricerca n. 190 Modello di relazione della società di revisione indipendente sul bilancio sociale o di sostenibilità GRI G4 Il presente Documento di ricerca intende fornire gli

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 450 VALUTAZIONE DEGLI ERRORI IDENTIFICATI NEL CORSO DELLA REVISIONE CONTABILE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 450 VALUTAZIONE DEGLI ERRORI IDENTIFICATI NEL CORSO DELLA REVISIONE CONTABILE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 450 VALUTAZIONE DEGLI ERRORI IDENTIFICATI NEL CORSO DELLA REVISIONE CONTABILE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi

Dettagli

Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A.

Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. 1 Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 1 giugno

Dettagli

Il controllo interno delle imprese

Il controllo interno delle imprese Corso di International Accounting Università degli Studi di Parma - Facoltà di Economia (Modulo 1 e Modulo 2) LAMIB Il controllo interno delle imprese Anno Accademico 2009-2010 1 SISTEMA DI CONTROLLO IL

Dettagli

RESPONSABILITA' DEGLI ORGANI SOCIALI E DEI SOGGETTI COINVOLTI NELLE RISTRUTTURAZIONI IN TEMPI DI CRISI

RESPONSABILITA' DEGLI ORGANI SOCIALI E DEI SOGGETTI COINVOLTI NELLE RISTRUTTURAZIONI IN TEMPI DI CRISI RESPONSABILITA' DEGLI ORGANI SOCIALI E DEI SOGGETTI COINVOLTI NELLE RISTRUTTURAZIONI IN TEMPI DI CRISI MARTEDI 27 NOVEMBRE 2012 PROGRAMMA Ore 14.15 Registrazione partecipanti Ore 14.30 Inizio lavori La

Dettagli

La disciplina dell organo di controllo nelle associazioni Onlus

La disciplina dell organo di controllo nelle associazioni Onlus ASPETTI ISTITUZIONALI n.1/2006 non Onlus La disciplina dell organo di controllo nelle associazioni Onlus Modello 1 Verbale dell assemblea che nomina il collegio sindacale Il...,alle ore...,si è riunita

Dettagli

Nota interpretativa. La definizione delle imprese di dimensione minori ai fini dell applicazione dei principi di revisione internazionali

Nota interpretativa. La definizione delle imprese di dimensione minori ai fini dell applicazione dei principi di revisione internazionali Nota interpretativa La definizione delle imprese di dimensione minori ai fini dell applicazione dei principi di revisione internazionali Febbraio 2012 1 Mandato 2008-2012 Area di delega Consigliere Delegato

Dettagli

Bilancio e Relazioni 2010

Bilancio e Relazioni 2010 Bilancio e Relazioni 2010 Bilancio e Relazioni 2010 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Presidente Lipari Maurizio Vice Presidente Iannello Mariangela Consiglieri Benanti Giuseppe Freiherr von Freyberg-Eisenberg

Dettagli

Relazione. del Revisore Unico al bilancio al 31.12.2014. della Fondazione OAGE. Signori componenti il Consiglio di Amministrazione,

Relazione. del Revisore Unico al bilancio al 31.12.2014. della Fondazione OAGE. Signori componenti il Consiglio di Amministrazione, Relazione del Revisore Unico al bilancio al 31.12.2014 della Fondazione OAGE Signori componenti il Consiglio di Amministrazione, il progetto di bilancio che viene sottoposto alla Vostra attenzione è relativo

Dettagli

Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi

Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi 3 Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi 1. Premessa Il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi di Fiat S.p.A. (la Società ) costituisce elemento

Dettagli

A.G.T. MULTISERVIZI S.R.L. Sede in VIA ROMA 197 95030 GRAVINA DI CATANIA (CT) Capitale sociale euro 80.000,00 i.v.

A.G.T. MULTISERVIZI S.R.L. Sede in VIA ROMA 197 95030 GRAVINA DI CATANIA (CT) Capitale sociale euro 80.000,00 i.v. Reg. Imp. 04307560872 Rea. 287152 A.G.T. MULTISERVIZI S.R.L. Sede in VIA ROMA 197 95030 GRAVINA DI CATANIA (CT) Capitale sociale euro 80.000,00 i.v. Relazione del Revisore Unico esercente attività di revisione

Dettagli

QUESTIONARIO PER L ACCETTAZIONE DEL CLIENTE O DELL INCARICO

QUESTIONARIO PER L ACCETTAZIONE DEL CLIENTE O DELL INCARICO QUESTIONARIO PER L ACCETTAZIONE DEL CLIENTE O DELL INCARICO (adattato da: Guide to Quality Control for Small- and Medium-Sized Practices, Second Edition, IFAC, ottobre 2010) A. Premessa 1. Hai ottenuto

Dettagli

Indice. Oggetto del presente principio di revisione internazionale (ISA Italia) 1-6 Data di entrata in vigore... 7 Obiettivi... 8. Definizioni...

Indice. Oggetto del presente principio di revisione internazionale (ISA Italia) 1-6 Data di entrata in vigore... 7 Obiettivi... 8. Definizioni... PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 600 LA REVISIONE DEL BILANCIO DEL GRUPPO CONSIDERAZIONI SPECIFICHE (INCLUSO IL LAVORO DEI REVISORI DELLE COMPONENTI) (In vigore per le revisioni contabili

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA' E LA BORSA. VISTO il D.P.R. 31 marzo 1975, n. 136 e in particolare gli artt. 4, 8 e 10;

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA' E LA BORSA. VISTO il D.P.R. 31 marzo 1975, n. 136 e in particolare gli artt. 4, 8 e 10; Delibera n. 10867 Adozione del principio di revisione relativo al controllo contabile delle relazioni semestrali delle società quotate in borsa e raccomandazione alle società di revisione, iscritte all'albo

Dettagli

Introduzione. Introduzione. 1. I contenuti del Codice di Autodisciplina promosso da Borsa Italiana 2. Le modifiche approvate nel marzo 2010

Introduzione. Introduzione. 1. I contenuti del Codice di Autodisciplina promosso da Borsa Italiana 2. Le modifiche approvate nel marzo 2010 Oggetto: Sintetica descrizione del contenuto del Codice di Autodisciplina, promosso da Borsa Italiana S.p.A., approvato dal Comitato per la corporate governance nel marzo 2006 e successivamente modificato

Dettagli

AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2008

AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2008 FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE DEI GIORNALISTI ITALIANI RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE CON INCARICO DELLA REVISIONE CONTABILE Ai sensi degli artt.2403, 2409-bis, 2409-ter e 2429 c.c. AL BILANCIO CHIUSO

Dettagli

ASSOCIAZIONE PATRIZIO PAOLETTI ONLUS Via Ruggero Bacone n.6 00197 Roma (RM) Relazione del Collegio Sindacale al Bilancio chiuso al 31.12.

ASSOCIAZIONE PATRIZIO PAOLETTI ONLUS Via Ruggero Bacone n.6 00197 Roma (RM) Relazione del Collegio Sindacale al Bilancio chiuso al 31.12. ASSOCIAZIONE PATRIZIO PAOLETTI ONLUS Via Ruggero Bacone n.6 00197 Roma (RM) Relazione del Collegio Sindacale al Bilancio chiuso al 31.12.2010 Signori Consiglieri, la presente relazione è finalizzata ad

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AI SENSI DELL ARTICOLO 153 D. LGS. N. 58/1998 E DELL ARTICOLO 2429 C.C.

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AI SENSI DELL ARTICOLO 153 D. LGS. N. 58/1998 E DELL ARTICOLO 2429 C.C. RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AI SENSI DELL ARTICOLO 153 D. LGS. N. 58/1998 E DELL ARTICOLO 2429 C.C. All Assemblea degli Azionisti di Mittel SpA. Nel corso dell esercizio chiuso al 30 settembre 2012

Dettagli

PROPOSTA FORMATIVA FQR

PROPOSTA FORMATIVA FQR PROPOSTA FORMATIVA FQR 1. Modulo: Contabilità Generale COGE 1: La contabilità generale COGE 2: Analisi di bilancio COGE 3: I principi contabili internazionali CONSO 1: Il bilancio consolidato (corso base)

Dettagli

PROPOSTA MOTIVATA DEL COLLEGIO SINDACALE DEL BANCO POPOLARE - SOCIETÀ COOPERATIVA SULL INTEGRAZIONE DEI TEMPI E DEI CORRISPETTIVI

PROPOSTA MOTIVATA DEL COLLEGIO SINDACALE DEL BANCO POPOLARE - SOCIETÀ COOPERATIVA SULL INTEGRAZIONE DEI TEMPI E DEI CORRISPETTIVI PROPOSTA MOTIVATA DEL COLLEGIO SINDACALE DEL BANCO POPOLARE - SOCIETÀ COOPERATIVA SULL INTEGRAZIONE DEI TEMPI E DEI CORRISPETTIVI SPETTANTI ALLA SOCIETÀ DI REVISIONE Assemblea ordinaria e straordinaria

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE (In vigore per le verifiche della regolare tenuta della contabilità sociale svolte dal 1 gennaio 2015)

Dettagli

Obiettivi generali del revisore

Obiettivi generali del revisore Obiettivi generali del revisore Acquisire una ragionevole sicurezza che il bilancio nel suo complesso non contenga errori significativi, dovuti a frodi o a comportamenti o eventi non intenzionali, che

Dettagli

La valutazione del presupposto della continuità aziendale nei Principi di revisione e contabili nazionali ed internazionali

La valutazione del presupposto della continuità aziendale nei Principi di revisione e contabili nazionali ed internazionali La valutazione del presupposto della continuità aziendale nei Principi di revisione e contabili nazionali ed internazionali di FABIO TAVANI (BDO) Situazione attuale delle norme sulla continuità aziendale

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 560 EVENTI SUCCESSIVI

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 560 EVENTI SUCCESSIVI PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 560 EVENTI SUCCESSIVI (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio 2015 o successivamente)

Dettagli

IL PROCESSO DI REVISIONE. 1) Introduzione alle finalità e oggetto della revisione Modelli di governance Fonti normative e D.

IL PROCESSO DI REVISIONE. 1) Introduzione alle finalità e oggetto della revisione Modelli di governance Fonti normative e D. IL PROCESSO DI REVISIONE. 1) Introduzione alle finalità e oggetto della revisione Modelli di governance Fonti normative e D.Lgs 39 / 2010 Le fasi principali dell attività di revisione Obiettivi e principi

Dettagli

Spettabile Reconta Ernst & Young S.p.A. Via della Chiusa 2 20123 Milano. Milano, 26 giugno 2013

Spettabile Reconta Ernst & Young S.p.A. Via della Chiusa 2 20123 Milano. Milano, 26 giugno 2013 Spettabile Reconta Ernst & Young S.p.A. Via della Chiusa 2 20123 Milano Milano, 26 giugno 2013 Con riferimento all incarico di revisione contabile ai sensi dell art. 14 del D. Lgs. 27.1.2010 n.39 e dell

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009

Dettagli

Approvazione CDA del 25 giugno 2009. Limiti al cumulo di incarichi ricoperti dagli amministratori di Unipol Gruppo Finanziario S.p.A.

Approvazione CDA del 25 giugno 2009. Limiti al cumulo di incarichi ricoperti dagli amministratori di Unipol Gruppo Finanziario S.p.A. Approvazione CDA del 25 giugno 2009 Limiti al cumulo di incarichi ricoperti dagli amministratori di Unipol Gruppo Finanziario S.p.A. Regolamento U n i p o l G r u p p o F i n a n z i a r i o S. p. A. Sede

Dettagli

Comunicato stampa. Pubblicazione della Relazione della Società di Revisione

Comunicato stampa. Pubblicazione della Relazione della Società di Revisione Comunicato stampa Pubblicazione della Relazione della Società di Revisione Milano, 19 giugno 2015 - Investimenti e Sviluppo S.p.A. informa che la società di revisione Kreston GV Italy Audit S.r.l. ha riemesso,

Dettagli

L aggiornamento dei Principi contabili nazionali

L aggiornamento dei Principi contabili nazionali Paola Costa L aggiornamento dei Principi contabili nazionali Con la pubblicazione definitiva del 5 agosto 2014, si è concluso il progetto di aggiornamento dei Principi contabili nazionali, con l eccezione

Dettagli

CODICE DI AUTODISCIPLINA (aspetti generali - sintesi)

CODICE DI AUTODISCIPLINA (aspetti generali - sintesi) CODICE DI AUTODISCIPLINA (aspetti generali - sintesi) Codice di autodisciplina Sintetica descrizione del contenuto del Codice di Autodisciplina approvato nel marzo 2006 dal Comitato per la corporate governance

Dettagli

Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità

Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità di Fabrizio Bava e Alain Devalle (*) Le verifiche periodiche del revisore legale trovano una loro disciplina

Dettagli

(In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009 o da data successiva)

(In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009 o da data successiva) PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 402 CONSIDERAZIONI SULLA REVISIONE CONTABILE DI UN IMPRESA CHE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

1 La nuova revisione legale di Giorgio Gentili

1 La nuova revisione legale di Giorgio Gentili di Giorgio Gentili 1.1 Novità introdotte dal d.lgs. n. 39/2010 Il d.lgs. 27 gennaio 2010, n. 39, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 23 marzo 2010, n. 68, recepisce la direttiva n. 2006/43/Ce, relativa

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 570 CONTINUITA AZIENDALE INDICE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 570 CONTINUITA AZIENDALE INDICE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 570 CONTINUITA AZIENDALE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009 o da data successiva)

Dettagli

La continuità aziendale

La continuità aziendale La continuità aziendale Corso di revisione aziendale anno accademico 2011-2012 Università degli Studi di Bergamo Prof.ssa Stefania Servalli 1 PRINCIPI DI BILANCIO PRINCIPI FONDAMENTALI art. 2423 CHIAREZZA

Dettagli

La responsabilita' unica del revisore di gruppo

La responsabilita' unica del revisore di gruppo legale sulbilancio Verona 15 diccembre2010 La responsabilita' unica di gruppo Art.14 comma 6 legale o la societa di revisione legale incaricati della revisione del bilancio consolidato sono interamente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ISPEZIONI DI SORVEGLIANZA PERIODICA

REGOLAMENTO PER LE ISPEZIONI DI SORVEGLIANZA PERIODICA REGOLAMENTO PER LE ISPEZIONI DI SORVEGLIANZA PERIODICA (Art. 13 D.P.R. 162/99) INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. RIFERIMENTI LEGISLATIVI 3. NORME TECNICHE 4. GENERALITÀ 5. PERSONALE IMPIEGATO

Dettagli

Investimenti e Sviluppo S.p.A.

Investimenti e Sviluppo S.p.A. MAZARS & GUÉRARD Investimenti e Sviluppo S.p.A. Relazione della società di revisione sulla congruità del prezzo di emissione delle azioni relative all aumento di Capitale Sociale con esclusione del diritto

Dettagli

Revisione contabile Oggetto e finalità

Revisione contabile Oggetto e finalità Università degli Studi dell Aquila - Facoltà di Economia - Revisione contabile Oggetto e finalità L Aquila, marzo 2011 1 Oggetto e finalità della revisione contabile La revisione contabile è un processo

Dettagli

AGENZIA DI SVILUPPO DELL'AREA METROPOLITANA DI NAPOLI S.P.A.

AGENZIA DI SVILUPPO DELL'AREA METROPOLITANA DI NAPOLI S.P.A. AGENZIA DI SVILUPPO DELL'AREA METROPOLITANA DI NAPOLI S.P.A. Sede legale: PIAZZA MATTEOTTI 1 NAPOLI (NA) Iscritta al Registro Imprese di NAPOLI C.F. e numero iscrizione: 05784341215 Iscritta al R.E.A.

Dettagli

Attestazione sul bilancio consolidato

Attestazione sul bilancio consolidato Attestazione sul bilancio consolidato Attestazione sul Bilancio consolidato ai sensi dell articolo 81-ter del Regolamento Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni 1. I sottoscritti

Dettagli

(In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009 o da data successiva) INDICE

(In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009 o da data successiva) INDICE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 720 LE RESPONSABILITÀ DEL REVISORE RELATIVAMENTE ALLE ALTRE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE rev. 0 Data: 01-03-2006 pag. 1 10 SOMMARIO 1. PIANIFICAZIONE... 2 1.1. SCOPO DELLA PROCEDURA GESTIONALE... 2 1.2. OBIETTIVI E STANDARD DEL PROCESSO... 2 1.3. RESPONSABILITÀ E RISORSE COINVOLTE... 2 2.

Dettagli

La pianificazione dell attività di revisione 28 / 05 / 2012 Dott. Teresa Aragno

La pianificazione dell attività di revisione 28 / 05 / 2012 Dott. Teresa Aragno La pianificazione dell attività di revisione 28 / 05 / 2012 Dott. Teresa Aragno Servizio: Nome servizio Pag. 1 1 LA REVISIONE LEGALE (art. 14 D. LGS. 39/2010) Il revisore o la società di revisione incaricati

Dettagli

Immobilizzazioni 5.132.406 Attivo circolante 14.650.184 Ratei e risconti attivi 47.338 19.829.929

Immobilizzazioni 5.132.406 Attivo circolante 14.650.184 Ratei e risconti attivi 47.338 19.829.929 RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI SUL BILANCIO CONSUNTIVO DELLA FONDAZIONE DELLA COMUNITÀ DI MONZA E BRIANZA RELATIVO ALL ESERCIZIO CHIUSO AL 31.12.2012 Il Bilancio al 31 dicembre 2012 è stato redatto

Dettagli

PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI ALLE SOCIETÀ DI REVISIONE NELL AMBITO DEL GRUPPO ENEL

PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI ALLE SOCIETÀ DI REVISIONE NELL AMBITO DEL GRUPPO ENEL PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI ALLE SOCIETÀ DI REVISIONE NELL AMBITO DEL GRUPPO ENEL Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel S.p.A. nella riunione dell 11 settembre 2012.

Dettagli

PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Regolamento. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi

PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Regolamento. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI Regolamento Regolamento del Comitato Controllo e Rischi Data approvazione: 16/01/2007 Ultima modifica: 08/11/2012 Regolamento del Comitato Controllo e Rischi

Dettagli

IL PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE

IL PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE IL PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE

Dettagli

15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 7 ù è è ì Rapporto indebitamento netto / valore della produzione (valori espressi in %) 30 25 20 17,0 24,6 20,7 23,2 19,5 24,7 24,0 25,7 15 10 5 0 2009 giu-10

Dettagli

Modello dei controlli di secondo e terzo livello

Modello dei controlli di secondo e terzo livello Modello dei controlli di secondo e terzo livello Vers def 24/4/2012_CLEN INDICE PREMESSA... 2 STRUTTURA DEL DOCUMENTO... 3 DEFINIZIONE DEI LIVELLI DI CONTROLLO... 3 RUOLI E RESPONSABILITA DELLE FUNZIONI

Dettagli

Indesit Company S.p.A.

Indesit Company S.p.A. Indesit Company S.p.A. Sede Legale in Viale Aristide Merloni n. 47, 60044 Fabriano (AN) Capitale Sociale 102.759.269,40 interamente versato Iscrizione al Registro delle Imprese del Tribunale di Ancona

Dettagli