I GRUPPI BANCARI: IL CONTO ECONOMICO IN RELAZIONE ALLE ATTIVITA' Un esercizio sui risultati al 31/12/2012 Dei primi 16 Gruppi Bancari Italiani

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I GRUPPI BANCARI: IL CONTO ECONOMICO IN RELAZIONE ALLE ATTIVITA' Un esercizio sui risultati al 31/12/2012 Dei primi 16 Gruppi Bancari Italiani"

Transcript

1 I GRUPPI BANCARI: IL CONTO ECONOMICO IN RELAZIONE ALLE ATTIVITA' Un esercizio sui risultati al 31/12/2012 Dei primi 16 Gruppi Bancari Italiani Elaborazioni a cura di Stefano Di Dio e Davide Riccardi Coordinamento: Nicola Maiolino 1

2 Con questo lavoro si è inteso offrire una visione non consueta dei risultati di Conto Economico di un campione rappresentato dai primi 16 Gruppi Bancari Italiani. Infatti tutti gli elementi del CE vengono rapportati al Totale dell Attivo di Bilancio rendendone verificabile l incidenza relativa. Essendo il totale dell Attivo una grandezza comunemente considerata più «stabile» nel suo ammontare, il rapportare ad essa le dinamiche dei flussi di CE, consente di usufruire di indici maggiormente sensibili nel tempo. Di conseguenza va rilevato che anche leggere variazioni percentuali nel tempo degli indici indicati, sono rappresentativi di eventuali trend. Il confronto tra i singoli gruppi diventa omogeneo in quanto il metodo adottato «sterilizza» le differenze dimensionali. Inoltre il confronto tra indici di costo e indici di ricavo, in questo caso, può offrire degli spunti di riflessione alternativi. Viene poi offerto un confronto di indicatori relativi a Credito e Sofferenze, vero problema di questa fase CAMPIONE 16 GRUPPI : UNICREDIT; INTESASANPAOLO; MPS; BANCO POPOLARE; UBI; BNL; BPER; BPM; CARIPARMA; CARIGE; BPVI; CREVAL; POP. SONDRIO; CREDEM; BANCA ETRURIA; BANCO DESIO Elaborazioni a cura di Stefano Di Dio e Davide Riccardi 2

3 La visione d insieme: tenuta dei ricavi, forte aumento delle rettifiche, riduzione dei costi = no utili 3

4 Le informazioni di Conto Economico, rapportate all attivo di bilancio, offrono una visione maggiormente «sensitive» delle dinamiche in corso 4

5 Le informazioni di Conto Economico, rapportate all attivo di bilancio, offrono una visione maggiormente «sensitive» delle dinamiche in corso 5

6 Le informazioni di Conto Economico, rapportate all attivo di bilancio, offrono una visione maggiormente «sensitive» delle dinamiche in corso 6

7 Una visione analitica del campione 7

8 Una visione analitica del campione 8

9 Una visione analitica del campione 9

10 Una visione analitica del campione 10

11 Una visione analitica del campione 11

12 Una visione analitica del campione 12

13 Una visione analitica del campione 13

14 Una visione analitica del campione 14

15 Una visione analitica del campione 15

16 Una visione analitica del campione 16

17 Una visione analitica del campione 17

18 Una visione analitica del campione 18

19 Una visione analitica del campione 19

20 Una visione analitica del campione 20

21 Nelle slides che seguono sono riportate le quantità per dipendente, riferite ad alcune delle voci di Conto Economico, per tutti i 16 gruppi del campione. Elaborazioni a cura di Stefano Di Dio e Davide Riccardi 21

22 Elaborazioni a cura di Stefano Di Dio e Davide Riccardi 22

23 Elaborazioni a cura di Stefano Di Dio e Davide Riccardi 23

24 Elaborazioni a cura di Stefano Di Dio e Davide Riccardi 24

25 Elaborazioni a cura di Stefano Di Dio e Davide Riccardi 25

26 Elaborazioni a cura di Stefano Di Dio e Davide Riccardi 26

27 ANDAMENTO OCCUPAZIONALE NEI PRINCIPALI GRUPPI Le diminuzioni di addetti dei gruppi Unicredit ed IntesaSanpaolo comprendono quelle operate all estero 27

28 ANDAMENTO OCCUPAZIONALE NEI PRINCIPALI GRUPPI 28

29 I GRUPPI BANCARI: Focus: Il problema del Credito Un esercizio di comparazione tra i primi 16 Gruppi Bancari Italiani Elaborazioni a cura di Stefano Di Dio e Davide Riccardi Coordinamento: Nicola Maiolino 29

30 Il totale dell attivo del campione cresce, mentre lo stock di crediti a clientela arretra 30

31 tornando ai livelli del 2009 dopo due anni di debole dinamica + 4,8% + 2 % 31

32 Alcuni gruppi del campione hanno ridotto notevolmente i crediti rispetto al 2009; altri li hanno aumenati Comportamenti diversificati tra i gruppi: il «sistema» si differenzia tra grandi gruppi e banche medie ad eccezione di IntesaSanpaolo 32

33 questo fenomeno si riscontra anche nella visione dinamica 33

34 pesante l effetto rettifiche sul Conto Economico che si amplifica nel

35 le rettifiche nette sfiorano il 1% dell attivo di bilancio 35

36

37 I GRUPPI BANCARI: IL CONTO ECONOMICO IN RELAZIONE ALLE ATTIVITA' Un esercizio sui risultati al 31/12/2012 Dei primi 16 Gruppi Bancari Italiani Elaborazioni a cura di Stefano Di Dio e Davide Riccardi Coordinamento: Nicola Maiolino 37

FISAC MONITOR: I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2013 DEI PRINCIPALI 16 GRUPPI BANCARI NAZIONALI OTTOBRE 2013

FISAC MONITOR: I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2013 DEI PRINCIPALI 16 GRUPPI BANCARI NAZIONALI OTTOBRE 2013 OTTOBRE 2013 FISAC MONITOR: I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2013 DEI PRINCIPALI 16 GRUPPI BANCARI NAZIONALI OSSERVATORIO A CURA DEL ISFR/LAB DELLA FISAC NAZIONALE Elaborazioni: Stefano Di Dio e Davide Riccardi

Dettagli

Una buona finanza per il rilancio dell'economia, nel Paese ed in Piemonte: le proposte della FISAC/CGIL nel Manifesto per la buona finanza

Una buona finanza per il rilancio dell'economia, nel Paese ed in Piemonte: le proposte della FISAC/CGIL nel Manifesto per la buona finanza Una buona finanza per il rilancio dell'economia, nel Paese ed in Piemonte: le proposte della FISAC/CGIL nel Manifesto per la buona finanza Torino,27/11/2013 Grandi Banche e Banche locali: dove va il Credito?

Dettagli

BANCA POPOLARE DI ANCONA E GRUPPO UBI Dati di bilancio: situazione e prospettive

BANCA POPOLARE DI ANCONA E GRUPPO UBI Dati di bilancio: situazione e prospettive BANCA POPOLARE DI ANCONA E GRUPPO UBI Dati di bilancio: situazione e prospettive Alcuni spunti proposti al Congresso di BPA ANCONA - 10 LUGLIO 2012 Relatore: Stefano Di Dio Elaborato a cura di: Stefano

Dettagli

SISTEMA BANCARIO SCENARI

SISTEMA BANCARIO SCENARI SISTEMA BANCARIO SCENARI Il sistema creditizio nazionale come rilevato da Prometeia nel Rapporto di Previsione sui Bilanci Bancari Maggio 2012 ELABORAZIONI ISFR - LAB FISAC/CGIL A cura di Stefano Di Dio

Dettagli

Dove va la Banca? I nuovi modelli di servizio e le esigenze del Cliente Attori a confronto

Dove va la Banca? I nuovi modelli di servizio e le esigenze del Cliente Attori a confronto Dove va la Banca? I nuovi modelli di servizio e le esigenze del Cliente Attori a confronto Torino, 5 marzo 2015 ore 10 Sala Carpano c/o Eataly Torino Grandi Banche e Banche locali: il sistema creditizio

Dettagli

L ECONOMIA DELLA PUGLIA E LE BANCHE DEL TERRITORIO

L ECONOMIA DELLA PUGLIA E LE BANCHE DEL TERRITORIO Bari, 27 Giugno 2013 FISAC/CGIL Regionale Puglia L ECONOMIA DELLA PUGLIA E LE BANCHE DEL TERRITORIO ISRF LAB FISAC/CGIL Elaborazioni a cura di Stefano Di Dio e Davide Riccardi Coordinamento Nicola Maiolino

Dettagli

Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca. Troppo grandi e importanti nell economia reale per poter sparire. 09/06/2017 Ufficio Studi CGIA

Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca. Troppo grandi e importanti nell economia reale per poter sparire. 09/06/2017 Ufficio Studi CGIA Banca Popolare di Vicenza e Troppo grandi e importanti nell economia reale per poter sparire 09/06/2017 Ufficio Studi CGIA 2 Banca Popolare di Vicenza e rappresentano insieme l 8 gruppo bancario (dati

Dettagli

IL IL PIEMONTE, LA CRISI ED IL CREDITO NELLE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA PRODUTTIVO: QUAL E IL RUOLO DELLE BANCHE?

IL IL PIEMONTE, LA CRISI ED IL CREDITO NELLE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA PRODUTTIVO: QUAL E IL RUOLO DELLE BANCHE? IL IL PIEMONTE, LA CRISI ED IL CREDITO NELLE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA PRODUTTIVO: QUAL E IL RUOLO DELLE BANCHE? Torino, 16 Dicembre 2015 ore 10 Sala Carpano Eataly Torino Grandi Banche e Banche locali

Dettagli

Tabella 1/ Campione d indagine per analisi indicatori redditività

Tabella 1/ Campione d indagine per analisi indicatori redditività Tabella 1/ Campione d indagine per analisi indicatori redditività Gruppi Banche Reti Gruppo Unicredit Gruppo ISP Gruppo MPS Gruppo Banco Popolare Gruppo Ubi Gruppo BNL Gruppo Cariparma Credit Agricole

Dettagli

Paola Musile Tanzi. Ricerca Baffi Carefin. Roma, 6 febbraio 2014

Paola Musile Tanzi. Ricerca Baffi Carefin. Roma, 6 febbraio 2014 Analisi del modello distributivo di servizi finanziari attraverso il ruolo del promotore finanziario: oltre la crisi del modello di distribuzione bancaria Paola Musile Tanzi Ricerca Baffi Carefin Roma,

Dettagli

GRUPPO BANCA DELLE MARCHE: Dati di bilancio: situazione e prospettive

GRUPPO BANCA DELLE MARCHE: Dati di bilancio: situazione e prospettive GRUPPO BANCA DELLE MARCHE: Dati di bilancio: situazione e prospettive Alcuni spunti proposti al Congresso di BDM RECANATI - 21 GIUGNO 2012 Relatore: Stefano Di Dio Elaborato a cura di: Stefano Di Dio e

Dettagli

A conti fatti. Un primo bilancio dell impatto della crisi del sistema bancario veneto

A conti fatti. Un primo bilancio dell impatto della crisi del sistema bancario veneto . Un primo bilancio dell impatto della crisi del sistema bancario veneto a cura del Centro Studi Unioncamere Veneto 1/29 Gli interrogativi Quale èstato l impatto della crisi di Popolare Vicenza e Veneto

Dettagli

Credito, Sviluppo e Occupazione, Innovazione e Creatività :

Credito, Sviluppo e Occupazione, Innovazione e Creatività : Credito, Sviluppo e Occupazione, Innovazione e Creatività : A Torino, in Piemonte, serve uno shock? Torino,23/11/2012 Coordinamento Nicola Maiolino GRANDI BANCHE E BANCHE LOCALI: RUOLO, EFFICIENZA, FUTURO

Dettagli

Nuove banche per nuove imprese: la riforma delle Popolari

Nuove banche per nuove imprese: la riforma delle Popolari Nuove banche per nuove imprese: la riforma delle Popolari Giuseppe LATORRE Partner KPMG, Responsabile Corporate Finance e Financial Services Milano, 16 aprile 2015 Le Popolari in Italia e i contenuti della

Dettagli

Banca Popolare Lecchese Dati significativi 2009/2015

Banca Popolare Lecchese Dati significativi 2009/2015 LECCO CONFERENZA STAMPA Banca Popolare Lecchese Dati significativi 2009/2015 A cura di Davide Riccardi 1 La chiusura della Banca Popolare Lecchese spa è un fatto rilevante per un territorio circoscritto

Dettagli

6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA

6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA 6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA Monica Cellerino, Responsabile Territorio Lombardia Giugno 2012 AGENDA LE BANCHE ITALIANE: ESPOSIZIONE VERSO I PAESI IN DIFFICOLTÀ, RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE BASILEA

Dettagli

INDAGINE SULLA RETRIBUZIONE 2013 DEI MANAGER BANCARI IN ITALIA

INDAGINE SULLA RETRIBUZIONE 2013 DEI MANAGER BANCARI IN ITALIA UFFICIO STUDI ROMA Aderente a UNI Global Union INDAGINE SULLA RETRIBUZIONE 2013 DEI MANAGER BANCARI IN ITALIA APRILE 2014 La ricerca UILCA sui compensi 2013 dei manager bancari: Presidenti dei consigli

Dettagli

INDAGINE SULLE RETRIBUZIONI DEI MANAGER BANCARI E ASSICURATIVI IN ITALIA NELL ANNO 2016

INDAGINE SULLE RETRIBUZIONI DEI MANAGER BANCARI E ASSICURATIVI IN ITALIA NELL ANNO 2016 VIA LOMBARDIA 30-00187 ROMA - TEL. 06.4203591 - FAX 06.484704 Centro Studi Orietta Guerra Aderente a UNI Global Union INDAGINE SULLE RETRIBUZIONI DEI MANAGER BANCARI E ASSICURATIVI IN ITALIA NELL ANNO

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SEMESTRALE

INDAGINE CONGIUNTURALE SEMESTRALE INDAGINE CONGIUNTURALE SEMESTRALE Situazione Primo Semestre 2015 Previsioni Secondo Semestre 2015 Rimini, settembre 2015 UNINDUSTRIA RIMINI Ufficio Economico 1 PREMESSA L Indagine Congiunturale sulla situazione

Dettagli

LA CRISI È CAMBIAMENTO:

LA CRISI È CAMBIAMENTO: LA CRISI È CAMBIAMENTO: LE TRASFORMAZIONI DELL EDILIZIA NEL NORDEST IL CASO VENETO LUCA ROMANO Sala Convegni Cassa di Risparmio del Veneto 06 giugno 2016 IL PATRIMONIO EDILIZIO 1/2 Il patrimonio edilizio

Dettagli

BANCA POPOLARE DELL ETRURIA E DEL LAZIO

BANCA POPOLARE DELL ETRURIA E DEL LAZIO BANCA POPOLARE DELL ETRURIA E DEL LAZIO SEDE LEGALE E DIREZIONE GENERALE IN AREZZO RELAZIONE TRIMESTRALE AL 30 GIUGNO 2005 Art. 82 regolamento CONSOB n. 11971 del 14/05/ 99 a) STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONFRONTO REDDITIVITA TRA BANCHE SPECIALIZZATE E GENERALISTE

COMUNICATO STAMPA CONFRONTO REDDITIVITA TRA BANCHE SPECIALIZZATE E GENERALISTE COMUNICATO STAMPA Lo studio di Excellence Consulting/ Le banche specializzate italiane sono ai vertici europei per redditività e solidità patrimoniale rispetto alle banche generaliste Milano, 22/02/2016

Dettagli

Credito al consumo: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici. Sezione 4.1

Credito al consumo: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici. Sezione 4.1 Credito al consumo: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici Sezione 4.1 Profilo di Compass Dati di sintesi Quota di mercato cresciuta all 11,4% in un mercato ancora in contrazione, focus sui

Dettagli

Credito al consumo: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici. Sezione 4.1

Credito al consumo: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici. Sezione 4.1 Credito al consumo: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici Sezione 4.1 Compass: punti di forza Leader di mercato, in crescita in un mercato stagnante Elevata redditività (ROAC a doppia cifra)

Dettagli

LE BANCHE NELLA CRISI LA CRISI DELLE BANCHE 2.0. U.T.E. Docente: Roberta Sabatino

LE BANCHE NELLA CRISI LA CRISI DELLE BANCHE 2.0. U.T.E. Docente: Roberta Sabatino LE BANCHE NELLA CRISI LA CRISI DELLE BANCHE 2.0 U.T.E. Docente: Roberta Sabatino L ATTIVITA BANCARIA L ATTIVITA BANCARIA La banca è un'impresa privata che distribuisce beni e servizi e fornisce alla clientela

Dettagli

Analisi Banco Popolare

Analisi Banco Popolare Analisi Banco Popolare Dati Societari Azioni in circolazione: 827,761 mln. Pagella Redditività : Solidità : Capitalizzazione: 2.413,75 mln. EURO Crescita : Rischio : Rating : STRONG BUY Profilo Societario

Dettagli

Il MAC: un nuovo business per gli Advisor

Il MAC: un nuovo business per gli Advisor Il MAC: un nuovo business per gli Advisor www.mercatoalternativocapitale.it 9 Maggio 2008 0 I principali mercati alternativi europei hanno avuto un successo straordinario N aziende al 05/05/08 1679 1.500

Dettagli

RIDISEGNO DELLE STRUTTURE CENTRALI: UN ESPERIENZA PROGETTUALE DI BENCHMARK

RIDISEGNO DELLE STRUTTURE CENTRALI: UN ESPERIENZA PROGETTUALE DI BENCHMARK RIDISEGNO DELLE STRUTTURE CENTRALI: UN ESPERIENZA PROGETTUALE DI BENCHMARK Convegno ABI Costi & Business 2013 BPM - NORMATIVA E METODOLOGIE ORGANIZZAZIONE Roma, 22 ottobre 2013 AGENDA CLIC AGENDA PER MODIFICARE

Dettagli

IC Satellite Un metodo complementare di misurazione della qualità del credito bancario

IC Satellite Un metodo complementare di misurazione della qualità del credito bancario IC Scoring Un metodo complementare di misurazione della qualità del credito bancario Cos è l IC Scoring L IC Scoring è un metodo di misurazione parametrico della qualità del credito bancario che permette

Dettagli

LA RETE DISTRIBUTIVA DELLE BANCHE NELLA RILEVAZIONE CIPA-ABI

LA RETE DISTRIBUTIVA DELLE BANCHE NELLA RILEVAZIONE CIPA-ABI LA RETE DISTRIBUTIVA DELLE BANCHE NELLA RILEVAZIONE -ABI Beatrice Bernardini Banca d Italia - Segreteria Milano, 15 novembre 2004 Convenzione Interbancaria per i Problemi dell Automazione FINALITA VALUTAZIONE

Dettagli

Finanza on line in Italia: il rapporto KPMG. L e-banking PIACE SEMPRE DI PIU AGLI ITALIANI. 7,8 milioni di conti on line di cui 2,5 attivi;

Finanza on line in Italia: il rapporto KPMG. L e-banking PIACE SEMPRE DI PIU AGLI ITALIANI. 7,8 milioni di conti on line di cui 2,5 attivi; News Finanza on line in Italia: il rapporto KPMG L e-banking PIACE SEMPRE DI PIU AGLI ITALIANI. 7,8 milioni di conti on line di cui 2,5 attivi; La clientela usa sempre di più l e-banking sia per operazioni

Dettagli

BAIL-IN. Alcuni criteri di analisi e simulazione del rischio sul sistema bancario

BAIL-IN. Alcuni criteri di analisi e simulazione del rischio sul sistema bancario BAIL-IN Alcuni criteri di analisi e simulazione del rischio sul sistema bancario Alcuni indicatori di solidità delle banche CET1: misura il rapporto tra il core equity tier 1 ed i RWA Deve essere superiore

Dettagli

Lab News. Nota bisettimanale a cura di Nicola Cicala. Coordinamento Nicola Maiolino N. 7

Lab News. Nota bisettimanale a cura di Nicola Cicala. Coordinamento Nicola Maiolino N. 7 Lab News Nota bisettimanale a cura di Nicola Cicala Coordinamento Nicola Maiolino N. 7. Il grafico: Banca d Italia, quale valore e in quante azioni? 2. La tabella: i numeri degli istituti di credito italiani

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA CORSO DI ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI (A L) LEZIONE 22 IL BILANCIO BANCARIO 1 IL BILANCIO BANCARIO: LO SCHEMA OBBLIGATORIO DELLO STATO PATRIMONIALE Voci dell attivo Voci del passivo 10 Cassa

Dettagli

LE BANCHE POPOLARI E LA BPM Una risorsa per il Paese

LE BANCHE POPOLARI E LA BPM Una risorsa per il Paese Milano 28 Maggio 2012 BANCA POPOLARE DI MILANO: IL SINDACATO, IL TERRITORIO, LA PARTECIPAZIONE LE BANCHE POPOLARI E LA BPM Una risorsa per il Paese Davide Riccardi ISRF LAB Elaborazioni LAB a cura di Stefano

Dettagli

Banca Popolare di Cividale Risultati consolidati al 31 dicembre 2013

Banca Popolare di Cividale Risultati consolidati al 31 dicembre 2013 Banca Popolare di Cividale Risultati consolidati al 31 dicembre 2013 Comunicato stampa IL RISULTATO NETTO DELLA GESTIONE OPERATIVA IN MIGLIORAMENTO SOSTENUTO ANCHE DAGLI UTILI DELL ATTIVITÀ FINANZIARIA

Dettagli

Asset Camera. Azienda Speciale Camera di Commercio di Roma

Asset Camera. Azienda Speciale Camera di Commercio di Roma Asset Camera Azienda Speciale Camera di Commercio di Roma Indagine congiunturale sulle aspettative di Roma e Provincia Terzo quadrimestre 2013 L indagine congiunturale ha come obiettivo quello di raccogliere

Dettagli

COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI MANTOVA SPA: IL CDA APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2016

COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI MANTOVA SPA: IL CDA APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2016 COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI MANTOVA SPA: IL CDA APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2016 Raccolta diretta: Euro 322 milioni (+1,3% rispetto al 31.12.2015) Raccolta indiretta: Euro 163 milioni

Dettagli

La congiuntura del credito in Emilia-Romagna. Direzione Centrale Studi e Ricerche

La congiuntura del credito in Emilia-Romagna. Direzione Centrale Studi e Ricerche La congiuntura del credito in Emilia-Romagna Direzione Centrale Studi e Ricerche 1 3 aprile 217 Resta negativo il trend dei prestiti alle imprese, accelerano quelli alle famiglie Continua a deludere l

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Esame di Stato di istruzione secondaria superiore Parte obbligatoria Indirizzi: ITAF, EA05 - AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING SESSIONE ORDINARIA

Dettagli

Pisa, 19 dicembre 2011

Pisa, 19 dicembre 2011 Osservatorio sull accesso al credito in provincia di Pisa 211 Pisa, 19 dicembre 211 Alberto Susini Resp. Ufficio Studi, Statistica e Relazioni esterne CCIAA di Pisa ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE per la

Dettagli

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE Rilevazione sui prodotti derivati over-the-counter a fine giugno 2015 La Banca d Italia comunica le informazioni

Dettagli

Gruppo Unipol: nei primi 9 mesi 2006 l utile consolidato cresce dell 11,2%

Gruppo Unipol: nei primi 9 mesi 2006 l utile consolidato cresce dell 11,2% COMUNICATO STAMPA Gruppo Unipol: nei primi 9 mesi 2006 l utile consolidato cresce dell 11,2% La raccolta assicurativa aggregata raggiunge i 7.608 milioni di euro (+3,3% rispetto ai 7.364 milioni di euro

Dettagli

LE INSOSTENIBILI RAGIONI DI ABI

LE INSOSTENIBILI RAGIONI DI ABI 02/12/2014 LE INSOSTENIBILI RAGIONI DI ABI In che direzione vanno i Bilanci delle Banche mentre si intendono tagliare le retribuzioni e non si garantiscono i livelli occupazionali? Perché UNISIN considera

Dettagli

COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI MANTOVA SPA IL CDA APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015

COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI MANTOVA SPA IL CDA APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI MANTOVA SPA IL CDA APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Raccolta diretta: Euro 338 milioni (-3,3% rispetto al 31.12.2014) Raccolta indiretta: Euro 177 milioni

Dettagli

Banche, risparmio e crisi finanziaria

Banche, risparmio e crisi finanziaria QFinPanel Risparmio degli italiani: risorsa o problema? Banche, risparmio e crisi finanziaria Laura Bartiloro, Marcello Bofondi e Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della

Dettagli

Risultati consolidati al 30 giugno agosto 2016

Risultati consolidati al 30 giugno agosto 2016 Risultati consolidati al 30 giugno 2016 5 agosto 2016 Disclaimer Questo documento è stato preparato da Banca Carige S.p.A. a scopi esclusivamente informativi e solo per presentare i principali dati finanziari

Dettagli

Le performance di mercato delle banche europee Chi soffre di più? Prof. Maria Luisa Di Battista, Università Cattolica

Le performance di mercato delle banche europee Chi soffre di più? Prof. Maria Luisa Di Battista, Università Cattolica Le performance di mercato delle banche europee Chi soffre di più? Prof. Maria Luisa Di Battista, Università Cattolica Agenda Il punto di partenza della ricerca: la situazione delle banche italiane sul

Dettagli

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE. Rilevazione sui prodotti derivati over-the-counter a fine dicembre 2007

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE. Rilevazione sui prodotti derivati over-the-counter a fine dicembre 2007 Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE Roma, 5 giugno 2008 Rilevazione sui prodotti derivati over-the-counter a fine dicembre 2007 La Banca d Italia comunica le informazioni

Dettagli

TEATRO LIRICO DI CAGLIARI. Lo statuto della fondazione è stato deliberato in data 12 maggio 1999 ed approvato con D.I. 8 luglio 1999.

TEATRO LIRICO DI CAGLIARI. Lo statuto della fondazione è stato deliberato in data 12 maggio 1999 ed approvato con D.I. 8 luglio 1999. TEATRO LIRICO DI CAGLIARI Lo statuto della fondazione è stato deliberato in data 12 maggio 1999 ed approvato con D.I. 8 luglio 1999. Alla data del 31 dicembre 2003 tutti gli organi sociali erano regolarmente

Dettagli

Esame di Stato di Istituto Tecnico Commerciale

Esame di Stato di Istituto Tecnico Commerciale Esame di Stato di Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE CORSO DI ORDINAMENTO Tema di: Economia Aziendale Sessione ordinaria 2003 19 giugno 2003 Il candidato, dopo aver brevemente

Dettagli

Flash Industria

Flash Industria 1 agosto 2014 Flash Industria 2.2014 Nel secondo trimestre 2014, sulla base dell indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato un incremento del +1,2 per cento rispetto al corrispondente

Dettagli

come il Marketing Territoriale, il CRM B2B ed la Customer Satisfaction possono aiutare a vincere le sfide nel 2015 temi per gli interventi

come il Marketing Territoriale, il CRM B2B ed la Customer Satisfaction possono aiutare a vincere le sfide nel 2015 temi per gli interventi Appunti in Bozza riservata per la discussione con i Relatori- Agenda in costruzione Appunti in prima bozza sul seminario autunnale incentrato sullo sviluppo degli affari con le piccole e medie imprese

Dettagli

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO Banche Intermediari creditizi non bancari Intermediari della securities industry Assicurazioni LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO Fonte Banca d Italia, relazione

Dettagli

Microcredito FWA. Report 17 Luglio Università Cattolica del Sacro Cuore Altis, V. Bramanti e F. Spina Pagina 1

Microcredito FWA. Report 17 Luglio Università Cattolica del Sacro Cuore Altis, V. Bramanti e F. Spina Pagina 1 Microcredito FWA Report 17 Luglio 2012 Università Cattolica del Sacro Cuore Altis, V. Bramanti e F. Spina Pagina 1 1.1 Le pratiche caricate sulla piattaforma Al 17/07/2012 il totale delle pratiche caricate

Dettagli

Fondi pensione aperti - 4 trim Comparti, iscritti, raccolta netta e attivo netto. Dati per categoria. Dati per istitutore

Fondi pensione aperti - 4 trim Comparti, iscritti, raccolta netta e attivo netto. Dati per categoria. Dati per istitutore - 4 trim. 2008 Comparti, iscritti, raccolta netta e attivo netto Dati per categoria Comparti Iscritti* Raccolta netta Attivo netto Num. Mil. euro Mil. euro AZIONARI 50 14,9% 166.072 19,6% 86,6 25,9% 937,9

Dettagli

imprese del terziario di pordenone dicembre 2012

imprese del terziario di pordenone dicembre 2012 imprese del terziario di pordenone dicembre 2012 indagine trimestrale congiunturale sulle imprese del terziario della provincia di pordenone rapporto di ricerca - quarto trimestre 2012, 21 febbraio 2013

Dettagli

Risultati preliminari consolidati al 31 dicembre febbraio 2017

Risultati preliminari consolidati al 31 dicembre febbraio 2017 Risultati preliminari consolidati al 31 dicembre 2016 10 febbraio 2017 1 Disclaimer Questo documento è stato preparato da Banca Carige S.p.A. a scopi esclusivamente informativi e solo per presentare i

Dettagli

10 Le aziende di igiene urbana

10 Le aziende di igiene urbana 10 Le aziende di igiene urbana 10.1. L'universo 2000 Le tabelle 10.1.1 e 10.1.2 illustrano le grandezze e gli indicatori del servizio di igiene urbana nel 2000 con i dati scomposti per tipologia e classe

Dettagli

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE Rilevazione sui prodotti derivati over-the-counter a fine dicembre 2010 La Banca d Italia comunica le informazioni relative alle posizioni

Dettagli

SITUAZIONE SEMESTRALE al 30 giugno 2016 Banca Alpi Marittime

SITUAZIONE SEMESTRALE al 30 giugno 2016 Banca Alpi Marittime SITUAZIONE SEMESTRALE al 30 giugno 2016 Banca Alpi Marittime Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo Aderente al Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti Relazione sulla Situazione

Dettagli

STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO RICLASSIFICATO (in milioni di euro)

STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO RICLASSIFICATO (in milioni di euro) STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO RICLASSIFICATO (in milioni di euro) ATTIVO 31/12/2014 31/12/2013 Crediti verso clientela 28.110,6 30.892,7-2.782,1-9,0% Crediti verso banche 2.254,9 2.794,0-539,1-19,3% Attività

Dettagli

Area TREND MERCATI. TITOLO Trend dei principali gruppi editoriali italiani

Area TREND MERCATI. TITOLO Trend dei principali gruppi editoriali italiani 11 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su dati DataMediaHub e studi Mediobanca e FIEG 2 11 Premesse I grafici che seguono sono relativi ai ricavi consolidati di sei dei maggiori gruppi editoriali italiani

Dettagli

Inviata tramite PEC. Alla c.a. Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato Piazza G. Verdi, 6/a 00198 Roma

Inviata tramite PEC. Alla c.a. Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato Piazza G. Verdi, 6/a 00198 Roma Inviata tramite PEC Alla c.a. Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato Piazza G. Verdi, 6/a 00198 Roma E, p.c. Magda Bianco Tutela dei clienti antiriciclaggio Banca d Italia Via Nazionale, 91 00184

Dettagli

Analisi di redditività ATTIVITÀ IMMOBILIARI

Analisi di redditività ATTIVITÀ IMMOBILIARI Analisi di redditività ATTIVITÀ IMMOBILIARI Marzo 2009 Analisi Questo documento è un analisi sintetica dei principali indici di bilancio relativi alle società italiane che appartengono al settore ATTIVITÀ

Dettagli

Il credito in Toscana. I trimestre 2016

Il credito in Toscana. I trimestre 2016 Il credito in Toscana I trimestre 2016 Firenze, GIUGNO 2016 09.1 10.1 11.1 12.1 L andamento dei prestiti 1 I prestiti a imprese e famiglie Con l inizio del 2016 si rafforza la fase espansiva del mercato

Dettagli

Banche: emergenza occupazionale

Banche: emergenza occupazionale -1- La UILCA sulla Stampa Banche: emergenza occupazionale Segreteria Nazionale Uilca Via Lombardia, 30 00187 ROMA TELEFONO: 06/4203591 FAX: 06/484704 INDIRIZZO E-MAIL: simona@uilca.it Sito Web: www.uilca.it

Dettagli

OSSERVATORIO SUI BILANCI 2016

OSSERVATORIO SUI BILANCI 2016 OSSERVATORIO SUI BILANCI 2016 OSSERVATORIO LUGLIO 2017 IMPRESE AVANTI PIANO, MA PIÙ SOLIDE SINTESI DEI RISULTATI Nel 2016 hanno rallentato i ricavi delle imprese ma è proseguita, per il quarto anno consecutivo,

Dettagli

Oggetto: gestione razionale del fattore capitale

Oggetto: gestione razionale del fattore capitale FUNZIONE FINANZIARIA Oggetto: gestione razionale del fattore capitale TEORIA DELLA FINANZA: Modelli di comportamento volti a razionalizzare le decisioni gestionali QUALI SONO I VALORI IN GIOCO? La solidita

Dettagli

Il bilancio bancario. Riccardo Andriolo. L.U.I.S.S. Guido Carli Roma, 19 aprile 2017

Il bilancio bancario. Riccardo Andriolo. L.U.I.S.S. Guido Carli Roma, 19 aprile 2017 Riccardo Andriolo L.U.I.S.S. Guido Carli Roma, 19 aprile 2017 Sez. 1. Richiamo fonti normative 1.1. Contenuto della Circolare 262 1.2. Struttura obbligatoria del bilancio di esercizio e consolidato bancario

Dettagli

Rischio di mercato Quantitativa No. Rischio di cambio Quantitativa No. Rischio di concentrazione Qualitativa Sì

Rischio di mercato Quantitativa No. Rischio di cambio Quantitativa No. Rischio di concentrazione Qualitativa Sì Tavola 1 Adeguatezza patrimoniale al 30/06/2015 (valori in unità di euro) qualitativa (a) Descrizione dell informazione Sintetica descrizione del metodo adottato dall intermediario nella valutazione dell

Dettagli

Montepaschi Vita Annual F orum. Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126

Montepaschi Vita Annual F orum. Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126 Montepaschi Vita Annual F orum Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126 2007 I Paradigmi del Valore Assicurazioni e banche: complementarietà e competizione Come creare il massimo valore

Dettagli

Soluzione I caso gruppo Agitur-Malui

Soluzione I caso gruppo Agitur-Malui Soluzione I caso gruppo Agitur-Malui Voce Valore corrente Valore contabile Plusvalore Eff. Fisc. 40% Plusvalore netto Impianti 818.000 768.000 50.000 20.000 30.000 Determinazione valore di iscrizione al

Dettagli

Il valore strategico dell ICT nel settore bancario

Il valore strategico dell ICT nel settore bancario Il valore strategico dell ICT nel settore bancario Matteo Lucchetti ABI Lab - Senior Research Analyst Milano, 28 ottobre 2008 Il sistema bancario in Italia Sistema bancario 341.538 dipendenti 1 Dati 2006

Dettagli

Il Controllo di Gestione e la struttura organizzativa. Davide Vierzi

Il Controllo di Gestione e la struttura organizzativa. Davide Vierzi Il Controllo di Gestione e la struttura organizzativa Davide Vierzi L approccio al controllo di gestione Il controllo di gestione spesso non è sistematico Le cause sono molteplici: Può essere oneroso Non

Dettagli

23 gennaio 2017, h. 4:16

23 gennaio 2017, h. 4:16 www.confartigianato.it 23 gennaio 2017, h. 4:16 STUDI Congiuntura dell artigianato ancora debole, con 2 indicatori su 10 positivi: made in Italy e fatturato Servizi. Si alza il rischio di crescita zero

Dettagli

Credito alle micro e piccole imprese, confidi e politiche pubbliche

Credito alle micro e piccole imprese, confidi e politiche pubbliche Agenzia per la coesione territoriale Credito alle micro e piccole imprese, confidi e politiche pubbliche Analisi di contesto e spunti di riflessione Salvatore Vescina I Confidi in Italia Presentazione

Dettagli

MAQER. Consulenti Finanziari PRESENTAZIONE COSTI BANCARI

MAQER. Consulenti Finanziari PRESENTAZIONE COSTI BANCARI MAQER Consulenti Finanziari PRESENTAZIONE COSTI BANCARI MAQER Consulenti Finanziari Analisi dei Costi Bancari MAQER Consulenti Finanziari Il nostro metodo Scheda 17 Costi Banche 3 trimestre 2011- Affidamenti

Dettagli

La congiuntura del credito in Italia e in Emilia-Romagna. Servizio Studi e Ricerche

La congiuntura del credito in Italia e in Emilia-Romagna. Servizio Studi e Ricerche La congiuntura del credito in Italia e in Emilia-Romagna Servizio Studi e Ricerche 0 Bologna, 7 ottobre 20 Agenda Andamento del credito a livello nazionale Il credito in Emilia-Romagna 1 Crescita sostenuta

Dettagli

Anni Manodopera Materiali Trasporti Noli 2006 2,4 8,5 3,5 3,8 2007 4,5 9,3 3,3 3,4 2008 4,0 2,4 7,1 6,6 2009 4,0-14,8 0,9 1,6 2010 2,1 8,2 0,9 2,0

Anni Manodopera Materiali Trasporti Noli 2006 2,4 8,5 3,5 3,8 2007 4,5 9,3 3,3 3,4 2008 4,0 2,4 7,1 6,6 2009 4,0-14,8 0,9 1,6 2010 2,1 8,2 0,9 2,0 Direzione Affari Economici e Centro Studi INDICI ISTAT DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI TRONCHI STRADALI Aggiornamento a febbraio 2016 L indice del costo di costruzione di un tronco stradale con tratto di strada

Dettagli

LA CREAZIONE E DISTRIBUZIONE del valore aggiunto

LA CREAZIONE E DISTRIBUZIONE del valore aggiunto LA CREAZIONE E DISTRIBUZIONE del valore aggiunto Primo piano, Sala di Nettuno, veduta d insieme con il caminetto di Bartolomeo Ridolfi ...L eticità dei comportamenti si fonda sulla convinta adesione da

Dettagli

Evento Prato Studio BGS

Evento Prato Studio BGS Evento Prato Studio BGS Prato, 23 Aprile 2009 www.mercatoalternativocapitale.it 0 Le principali banche e istituzioni del paese sono coinvolte nell iniziativa Banche e SIM Banca Akros Gruppo BPM Banca Antonveneta

Dettagli

Cristiana Minguzzi ABI - Settore Dinamiche Salariali

Cristiana Minguzzi ABI - Settore Dinamiche Salariali BANCARIA N. 7-8 / 2007 Cristiana Minguzzi ABI - Settore Dinamiche Salariali L impatto della demografia sulle politiche delle risorse umane nel settore bancario: un approccio statistico nell evoluzione

Dettagli

IL SISTEMA DI GESTIONE

IL SISTEMA DI GESTIONE IL SISTEMA DI GESTIONE FINANZIARIA Elementi fondamentali OBIETTIVI 1. Analizzare l andamento finanziario della gestione 2. Definire gli obiettivi economicofinanziari di medio e breve periodo 3. Elaborazione

Dettagli

Le frodi interne ed esterne a confronto

Le frodi interne ed esterne a confronto Roma 5 e 6 giugno 2013 Le frodi interne ed esterne a confronto Claudia Capobianco Segreteria Tecnica DIPO Aderen& DIPO febbraio 2013 BANCA AGRICOLA POPOLARE DI RAGUSA BANCA CARIGE SPA BANCA DEL FUCINO

Dettagli

Listino prezzi immobili sulla piazza di Milano e Provincia 03 Febbraio 2015. Giancarlo Vinacci, Amministratore Delegato MedioFimaa

Listino prezzi immobili sulla piazza di Milano e Provincia 03 Febbraio 2015. Giancarlo Vinacci, Amministratore Delegato MedioFimaa Listino prezzi immobili sulla piazza di Milano e Provincia 03 Febbraio 2015 Giancarlo Vinacci, Amministratore Delegato MedioFimaa 2 POSITIVI NEGATIVI STABILI Aumento costante della domanda di mutui Aumento

Dettagli

Rapporto annuale sui bilanci delle società biellesi. Edizione Sarah Bovini Responsabile Ufficio Studi e Statistica Unioncamere Piemonte

Rapporto annuale sui bilanci delle società biellesi. Edizione Sarah Bovini Responsabile Ufficio Studi e Statistica Unioncamere Piemonte Rapporto annuale sui bilanci delle società biellesi. Edizione 2013 Sarah Bovini Responsabile Ufficio Studi e Statistica Unioncamere Piemonte La dinamica del Pil italiano variazioni % tendenziali, valori

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SUI SERVIZI (Consuntivo anno 2012 Previsioni anno 2013)

INDAGINE CONGIUNTURALE SUI SERVIZI (Consuntivo anno 2012 Previsioni anno 2013) INDAGINE CONGIUNTURALE SUI SERVIZI (Consuntivo anno 2012 Previsioni anno 2013) Premessa La prima indagine congiunturale sui servizi in Toscana è stata condotta nel mese di giugno 2013 con l obiettivo di

Dettagli

IL COINVOLGIEMNTO DI CDP NEL FINANZIAMENTO DEI MUTUI CASA ALLE FAMIGLIE. Direzione Affari Economici e Centro Studi

IL COINVOLGIEMNTO DI CDP NEL FINANZIAMENTO DEI MUTUI CASA ALLE FAMIGLIE. Direzione Affari Economici e Centro Studi IL COINVOLGIEMNTO DI CDP NEL FINANZIAMENTO DEI MUTUI CASA ALLE FAMIGLIE Direzione Affari Economici e Centro Studi Roma, 22 novembre2013 I nuovi strumenti per rilanciare il credito Il ruolo di Cdp L articolo

Dettagli

IL CREDITO A REGGIO EMILIA

IL CREDITO A REGGIO EMILIA Osservatorio economico, coesione sociale, legalità IL CREDITO A REGGIO EMILIA Seminario sul credito 7 dicembre 2011 - ore 15,00 A cura Servizio Studi - Statistica Sala Grasselli - Camera di commercio 2

Dettagli

Analisi di redditività

Analisi di redditività Analisi di redditività AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Agosto 2009 Analisi Questo documento è un analisi sintetica dei principali indici di bilancio relativi alle società italiane che appartengono al settore

Dettagli

(29-giu-2016) Iniziamo in più puntate un analisi ragionata dei 40 titoli che compongono il FtseMib. Prima di tutto iniziamo dai titoli Bancari.

(29-giu-2016) Iniziamo in più puntate un analisi ragionata dei 40 titoli che compongono il FtseMib. Prima di tutto iniziamo dai titoli Bancari. (29-giu-2016) Iniziamo in più puntate un analisi ragionata dei 40 titoli che compongono il FtseMib. Prima di tutto iniziamo dai titoli Bancari. Come sappiamo i titoli Bancari Italiani (ma non solo) sono

Dettagli

BUSINESS PLAN Plus 2 Aziende di produzione

BUSINESS PLAN Plus 2 Aziende di produzione BUSINESS PLAN PLUS 2 Aziende di produzione è acquistabile nel Business Center di FISCOeTASSE.com, la tua guida per un fisco semplice, accanto al professionista dal 1999, per assicurare l aggiornamento

Dettagli

INDUSTRIALI REGGIO EMILIA ANALISI E PROSPETTIVE. Gli accordi partecipati da ABI in favore delle imprese

INDUSTRIALI REGGIO EMILIA ANALISI E PROSPETTIVE. Gli accordi partecipati da ABI in favore delle imprese INDUSTRIALI REGGIO EMILIA CREDIT CRUNCH ANALISI E PROSPETTIVE Gli accordi partecipati da ABI in favore delle imprese Luca Lorenzi Presidente Commissione regionale ABI Emilia Romagna Reggio Emilia, 3 aprile

Dettagli

GRUPPO CARIGE Venezia, 15 maggio 2013

GRUPPO CARIGE Venezia, 15 maggio 2013 GRUPPO CARIGE Venezia, 15 maggio 2013 Introduzione Il sistema economico veneto è costituito in gran parte da piccole e medie imprese, chiamate ad aumentare la propria competitività e ad allargare i propri

Dettagli

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Gianfranco Torriero

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Gianfranco Torriero Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia Roma, 24 maggio 2010 Gianfranco Torriero Agenda 1 > Roe: determinanti della redditività 2 > La qualità del credito e l adeguatezza patrimoniale 3 > Attivi

Dettagli

Eccellenza Operativa MPS

Eccellenza Operativa MPS Eccellenza Operativa MPS Convegno ABI Costi & Business 2014 Alfredo Montalbano Chief Operating Officer Roma, ottobre 2014 1 Numeri Chiave Non stiamo tagliando i costi ma innovando il Modello Operativo

Dettagli

8^ INDAGINE SUL RAPPORTO BANCA IMPRESA IN PROVINCIA DI VICENZA

8^ INDAGINE SUL RAPPORTO BANCA IMPRESA IN PROVINCIA DI VICENZA CONFINDUSTRIA VICENZA Servizio Finanziario e Assicurativo 8^ INDAGINE SUL RAPPORTO BANCA IMPRESA IN PROVINCIA DI VICENZA GENNAIO 2014 INDICE 1 Premessa.3 2 Struttura del campione 4 3 La struttura finanziaria

Dettagli

ALLEGATO 4 CRITERI DI DETERMINAZIONE DELLA QUOTA DI MERCATO

ALLEGATO 4 CRITERI DI DETERMINAZIONE DELLA QUOTA DI MERCATO ALLEGATO 4 CRITERI DI DETERMINAZIONE DELLA QUOTA DI MERCATO La metodologia utilizzata per il calcolo della Quota di Mercato - e di conseguenza dell importo del Plafond Individuale che è assegnato a ciascuna

Dettagli

Questa versione dell agenda è provvisoria

Questa versione dell agenda è provvisoria 1 SCHEMA DELLE SESSIONI GIOVEDÌ 22 GIUGNO (8.45) Registrazione dei partecipanti SESSIONE PLENARIA DI APERTURA UN FUTURO PER IL LAVORO (9.00-11.00) (11.00-11.30) Coffee break e networking I TAVOLA ROTONDA

Dettagli