Parallels Plesk Panel

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Parallels Plesk Panel"

Transcript

1 Parallels Plesk Panel

2 Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: Fax Copyright Parallels Holdings, Ltd. e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Questo prodotto è tutelato dalle leggi di copyright internazionali e degli Stati Uniti. La tecnologia sottostante del prodotto, i brevetti ed i marchi registrati sono elencati su Microsoft, Windows, Windows Server, Windows NT, Windows Vista, and MS-DOS sono marchi registrati di Microsoft Corporation. Linux è un marchio registrato di Linus Torvalds. Mac è un marchio registrato di Apple, Inc. Gli altri marchi e nomi qui menzionati possono essere marchi registrati dei rispettivi proprietari.

3 Contenuto Prefazione 8 Convenzioni tipografiche... 8 Commenti... 9 Lavorare in Parallels Containers 10 Novità in Parallels Plesk Panel 12 Panel Panel Acquisire familiarità con Parallels Plesk Panel 14 Visualizzazione Service Provider:Pannello di Amministrazione del Server Visualizzazione Service Provider:Pannello di controllo Visualizzazione Power User Il mio account e i miei spazi web 22 Modifica della Password e delle Informazioni Contatto Se il tuo Pannello funziona con Customer & Business Manager Passaggio a I Miei Spazi Web Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 26 Capire cosa sono i piani e gli abbonamenti Assegnazione di risorse e servizi Rapporti tra gli abbonamenti ed i piani di servizio/aggiuntivi Sincronizzazione degli abbonamenti ed i piani. Stati degli abbonamenti Proprietà dei piani e gli abbonamenti Piani di hosting e abbonamenti Abbonamenti e piani del rivenditore Fornitura ai clienti Gestione di piani di servizio Abbonamento ai servizi di hosting Cambiare i servizi forniti ai clienti Gestire clienti Gestione di abbonamenti di servizi Impiegare i rivenditori Creare Abbonamenti/Account Rivenditore Cambiare l'abbonamento rivenditore Aggiungere servizi alle offerte Configurazione di Parallels Plesk Panel 72 Ottenere e Installare una Chiave di Licenza Aggiornamento della chiave di licenza di prova Installare chiavi di licenza aggiuntive per i componenti aggiuntivi di Parallels Plesk Panel75

4 Prefazione 4 Aggiornare la chiave di licenza Tornare alla chiave di licenza usata in precedenza Proteggere Parallels Plesk Panel Limitare l'accesso amministrativo a Parallels Plesk Panel Proteggere la comunicazione al server con crittografia SSL Aspetto Preferenze dell'interfaccia Cambiare la lingua dell'interfaccia Configurazione delle lingue dell'interfaccia Aggiungere e rimuovere pulsanti personalizzati Personalizzazione Regolare le preferenze della sessione Azioni di registrazione realizzate dai tuoi clienti nel Pannello Configurazione del registro di azioni Scaricare il registro di azioni Pulizia del registro di azioni Configurazione del Server 92 Configurazione del Pool IP del Server Informazioni sugli Indirizzi IP: IPv4 e IPv Requisiti per lavorare su IPv Assegnazione di clienti di hosting e rivenditori: Come viene realizzato in Parallels Plesk Panel Come realizzare operazioni sul pool di IP del server Visualizzare e selezionare componenti di software usati sul server Configurare Servizi DNS Configurare il Pannello per l'esecuzione dietro un router con NAT Configurare il Pannello per l'esecuzione dietro un firewall Usare il software Firewall incorporato del Pannello (Hosting Windows) Configurazione dell'intervallo di porte per la modalità FTP passiva (Hosting Windows) Configurare Servizi di Posta Configurare la Protezione Spam Configurare la Protezione contro Virus (Hosting Linux) Configurazione della protezione contro virus (Hosting Windows) Selezionare il software Webmail Configurazione del software di liste di posta Mailman (Hosting Linux) Evitare che i clienti inviino di massa (Hosting Linux) Configurazione di Web Presence Builder Configurazione di Scenari di Acquisizione Clienti Personalizzare le notifiche in modalità di prova di Web Presence Builder Personalizzare Web Presence Builder - Demo introduttiva Configurazione di Parallels Plesk Panel per l'hosting di Database Configurare il Hosting Database Remoto Gestire Server Database Configurare la connessione ai sistemi di gestione di database esterni (Hosting Windows) Creare nuove connessioni a database esterni (Hosting Windows) Modificare le impostazioni delle connessioni ODBC esistenti (Hosting Windows) Rimuovere le connessioni a database esterni (Hosting Windows) Abilitare il supporto per Adobe ColdFusion (Hosting Linux) Abilitare l'integrazione con Servizi Google per siti web Offrire agli utenti l'accesso ai Servizi Google per Siti Web Abilitare l'integrazione con i Servizi UNITY Mobile per siti web Abilitare il Supporto per le Applicazioni E-commerce di Miva (Hosting Linux) Abilitare il Supporto per le Applicazioni E-commerce di Miva (Hosting Windows) Configurare ASP.NET (Hosting Windows) Configurazione del Pool di Applicazioni IIS (Hosting Windows) Configurazione delle statistiche Configurazione del sistema di notifiche

5 Prefazione 5 Regolare la data e l'ora di sistema Abilitare registri inoltrati per il server di posta per ridurre il rischio di interruzione del servizio web (Hosting Linux) Ampliare le capacità di Parallels Plesk Panel con moduli e componenti aggiuntivi (Hosting Linux) Siti SSL multipli di hosting su un unico indirizzo IP (Linux Hosting) Configurazione di SSL condiviso (Hosting Windows) Limitare l'utilizzo delle opzioni di hosting potenzialmente non affidabili Limitare l'utilizzo delle opzioni di hosting potenzialmente non affidabili Esecuzione di script via il pianificatore di task cron (Hosting Linux) Configurazione dell'help Desk Amministrazione del Sistema 169 Gestione di Applicazioni Come rendere disponibili le applicazioni ai clienti Gestione di applicazioni con Application Vault Visualizzare le Statistiche Automatizzare la creazione e la consegna di rapporti per Visualizzare le statistiche sulla protezione contro virus e spam (Hosting Windows) Monitoraggio del server con Health Monitor Installazione di Health Monitor Monitoraggio del server Esattezza dei valori di Health Monitor Configurazione di avvisi, tendenze e notifiche Aggiornamento dei parametri dello stato del server dopo la modifica di hardware Gestire Servizi di Sistema Monitoraggio della coda di messaggi del server di posta e risoluzione della congestione della posta (Hosting Linux) Pianificare Task Pianificare attività su server basati su Linux Pianificare attività su server basati su Windows Delegare privilegi amministrativi agli ingegneri di supporto tecnico (Hosting Windows) Creare account amministratore aggiuntivi Modificare gli account amministratore aggiuntivi Sospendere e attivare account amministratore aggiuntivi Rimuovere account amministratore aggiuntivi Eseguire il Backup e il Ripristino di Dati Configurazione delle impostazioni di backup globali Configurazione del Pannello per l'uso di un archivio FTP Backup dell'intero server Backup di account e siti individuali Pianificazione di backup Ripristino di dati dagli archivi di backup Scaricare file di backup dal server Caricare file di backup sul server Rimozione di file di backup dal server Registri di Backup Accedere al server usando il Desktop Remoto (Hosting Windows) Monitoraggio delle connessione al Pannello e Servizi FTP Monitoraggio delle connessioni al pannello Monitoraggio delle connessioni al Servizio FTP Monitoraggio delle connessioni di sessione terminal al server (Hosting Windows) Condividere File e Cartelle Configurare la Condivisione di File Usare la Condivisione di File per Condividere e Accedere ai File Migrare dati da altre piattaforme di hosting Importare Dati da un File Aggiornamento del Pannello

6 Prefazione 6 Cambiare le impostazioni dell'updater Segnalare problemi dell'installazione e dell'aggiornamento Utilizzo di Customer and Business Manager 229 Menu di navigazione di Business Manager nel Pannello Elementi di Business Manager nel Pannello Aggiungere abbonamenti, piani e account cliente a Business Manager Inviare notifiche a diversi clienti alla volta 237 Creazione, modifica e rimozione di modelli di messaggi Invio di notifiche Usare il meccanismo di registrazione eventi 242 Aggiunta di gestori di eventi (Hosting Linux) Aggiunta di gestori di eventi (Hosting Windows) Parametri di eventi elaborati dai gestori di eventi Informazione dell'amministratore aggiornata Servizio arrestato Servizio avviato Servizio riavviato Indirizzo IP creato Indirizzo IP aggiornato Indirizzo IP eliminato Impostazioni di sessione aggiornate Account cliente creato Account cliente aggiornato Account cliente eliminato Stato dell'account cliente aggiornato Preferenze dell'interfaccia del cliente aggiornate GUID del cliente aggiornato Account rivenditore creato Account rivenditore aggiornato Account rivenditore eliminato Stato dell'account rivenditore aggiornato Preferenze dell'interfaccia del rivenditore aggiornate Pool IP del rivenditore aggiornato Limite dello spazio su disco per l'account rivenditore raggiunto Limite del traffico per l'account rivenditore raggiunto Limite dello spazio su disco per l'abbonamento raggiunto Limite del traffico dell'abbonamento raggiunto Sito web creato Sito web aggiornato Sito web eliminato Cambio del proprietario dell'abbonamento Stato del sito web aggiornato Zona DNS del dominio aggiornata GUID del sito web aggiornata Sottodominio aggiornato Sottodominio eliminato Alias di dominio creato Alias di dominio aggiornato Alias di dominio eliminato Zona DNS di alias di dominio aggiornata Limiti dell'account rivenditore aggiornati Limiti dell'abbonamento aggiornati

7 Prefazione 7 Utente del Pannello connesso Utente del Pannello non connesso Account di posta creato Account di posta aggiornato Account di posta eliminato Lista di posta creata Lista di posta eliminata Impostazioni di hosting create Impostazioni di hosting aggiornate Impostazioni di hosting eliminate Hosting d'inoltro frame o standard creato Hosting d'inoltro frame o standard aggiornato Hosting d'inoltro frame o standard eliminato Account utente web creato Account utente web aggiornato Account utente web eliminato Applicazioni web installate Applicazione web riconfigurata Applicazione web disinstallata Applicazione web aggiornata Chiave di licenza aggiornata Chiave di licenza scaduta Server database creato Server database aggiornato Server database eliminato Database creato Database eliminato Account utente del database creato Account utente del database aggiornato Account utente del database eliminato Componente Parallels Plesk Panel aggiornato o aggiunto Piano rivenditore creato Piano rivenditore aggiornato Piano rivenditore eliminato Piano di servizio del rivenditore creato Piano di servizio del rivenditore aggiornato Piano di servizio del rivenditore eliminato Piano di servizio dell'amministratore creato Piano di servizio dell'amministratore aggiornato Piano di servizio dell'amministratore eliminato Account FTP creato Account FTP aggiornato Account FTP eliminato Lo stato d'integrità del server è cambiato Rimozione di gestore di eventi Glossario 278

8 8 Prefazione Prefazione In questa sezione Convenzioni tipografiche... 8 Commenti... 9 Convenzioni tipografiche Prima d'iniziare ad usare questa guida, è molto importante capire le convenzioni della documentazione usate in essa. I seguenti tipi di formattazione nel testo identificano delle informazioni speciali. Convenzione di formattazione Tipo di Informazione Esempio Grassetto Speciale Corsivo Monospazio Voci che dovete selezionare, quali opzioni di menu, pulsanti di comando o le voci in una lista. Titoli di capitoli, sezioni e sottosezioni. Usato per mettere in rilievo l'importanza di un punto, per introdurre un termine o per designare un segnaposto come linea di comando, che verrà sostituito da un nome o valore vero. I nomi di comandi, file e directory. Andare sulla scheda Sistema. Leggere il capitolo Amministrazione di Base. Il sistema supporta anche la cosidetta ricerca del carattere jolly. Il file di licenza è ubicato nella directory ses.

9 Prefazione 9 Convenzione di formattazione Tipo di Informazione Esempio Preformattato Risultato del computer # ls al /files sullo schermo nelle vostre totale sessioni di linea di comando; codice sorgente in XML, C++, o altri linguaggi di programmazione. Grassetto Preformattato Ciò che verrà scritto, # cd /root/rpms/php contrastato con il risultato del computer sullo schermo. MAIUSCOLA TASTO+TASTO Nomi dei tasti sulla tastiera. Le combinazioni di tasti per cui l'utente deve premere e tenere premuto un tasto e poi premerne un altro. SHIFT, CTRL, ALT CTRL+P, ALT+F4 Commenti Se avete trovato degli errori su questa guida o se avete idee o suggerimenti su come migliorarla, siete pregati di inviare i vostri commenti utilizzando il formulario online su Nel vostro report, inserire il titolo della guida, del capitolo e della sezione e il frammento del testo in cui avete trovato un errore.

10 C A P I T O L O 1 Lavorare in Parallels Containers Le seguenti operazioni non sono disponibili dal Pannello quando il è attivo all'interno di Parallels Containers: Aggiungere e rimuovere indirizzi IP alle/dalle schede di rete del server. Cambiare il nome host. Impostare la data e l'ora di sistema. Nell'installazione del Pannello all'interno di Parallels Container, è necessario configurare il parametro del Servizio Offline affinché il Container garantisca che l'interfaccia web di Parallels Plesk Panel e Parallels Power Panel, usate per gestire i Container, siano accessibili. In modo predefinito, il Container viene configurato in modo che i seguenti parametri siano abilitati per il servizio di Gestione Offline: VZPP-plesk (reindirizzamento di connessioni sulla porta 8443) e VZPP (reindirizzamento di connessioni sulla porta 4643). È necessario disabilitare il servizio VZPP-plesk. È possibile farlo su Parallels Virtuozzo Containers per Linux e Windows usando l'utility Parallels Management Console. Per configurare il container usando Parallels Management Console: 1. Apri Parallels Management Console. 2. Connetti al nodo hardware di Parallels Containers. 3. Fai clic su Virtuozzo Containers. 4. Scegli il Container, fai clic destro su di esso e seleziona Proprietà dal menu contestuale. 5. Vai su Rete > Gestione Offline, e disabilita il servizio VZPP-plesk. Per configurare il container usando gli strumenti della riga di comando sul nodo hardware basato su Linux: 1. Connetti il nodo hardware su SSH. 2. Esegui il seguente comando: vzctl set CT_ID --offline_management yes --offline_service vzpp --save Per configurare il container usando gli strumenti della riga di comando sul nodo hardware basato su Windows: 1. Connetti il nodo hardware su Desktop Remoto. 2. Esegui i seguenti comandi:

11 Lavorare in Parallels Containers 11 vzctl set CT_ID --offline_management yes --save vzcfgt set CT_ID offlineservices vzpp Dopo la configurazione del Container, sarà possibile accedere alle funzioni di gestione del Container dal Pannello (su Strumenti > Gestisci il tuo Container [nel gruppo Gestione di Server]).

12 C A P I T O L O 2 Novità in Parallels Plesk Panel Panel 10.3 Supporto APS 1.2 Alcune applicazioni supportano nuove capacità del motore APS 1.2: Crea o rimuovi account utente di applicazioni direttamente dal Pannello. Associa account utente di applicazioni ad account utente del Pannello. Configura le impostazioni del server di applicazioni direttamente dall'application Vault. Installa applicazioni che reindirizzano a servizi esterni e non richiedono account di hosting per funzionare. Per maggiori informazioni sulla gestione di applicazioni APS, consultare la sezione Gestione di applicazioni (a pagina 170). Condivisione di file Il pannello permette di condividere file tra gli utenti del sito web e chiunque su Internet. Maggiori informazioni nella sezione: Condivisione di File e Cartelle (a pagina 211). Visualizza selettore Ora è possibile cambiare la modalità di visualizzazione tra Service Provider e Power User in qualsiasi momento mediante la GUI del Pannello. In versioni del Pannello precedenti, questa operazione era accessibile soltanto mediante la riga di comando. Per maggiori informazioni, consultare: Acquisire familiarità con Parallels Plesk Panel (a pagina 14). Panel 10.2 IPv6 Support Parallels Plesk Panel ora supporta le operazioni su indirizzi IPv6. Gli amministratori e i rivenditori possono offrire piani di servizio su IPv4 e IPv6 o creare abbonamenti dual-stack (su un indirizzo IPv4 + un indirizzo IPv6). Per maggiori informazioni, vedi la sezione Configurare un Pool IP del Server (a pagina 93). Estensione SNI (Server Name Indication) su Server del Pannello basati su Linux

13 Novità in Parallels Plesk Panel 13 Parallels Plesk Panel per Linux consente l'utilizzo di certificati SSL autentici per siti ospitati su indirizzi IP condivisi. Questo è stato possibile grazie al supporto aggiunto dell'estensione SNI (Server Name Indication) al protocollo Transport Layer Security. Per maggiori informazioni, vedi la sezione Siti SSL multipli di hosting su un unico indirizzo IP (Linux Hosting) (a pagina 162). Account cliente senza abbonamenti Quando creerai un nuovo account cliente, ora potrai scegliere se creare un abbonamento con un sito per il cliente. Creare account senza abbonamenti può essere utile se per il momento non è necessario configurare un sito web per un cliente e si desidera trasferire un abbonamento da un altro account cliente o configurare un abbonamento più tardi. Per maggiori informazioni, vedi la sezione Abbonamenti a Servizi di Hosting (a pagina 55). I miei spazi web Ora, gli amministratori possono creare i propri account di hosting in modo molto più semplice con i Pannelli che servono anche i rivenditori e i clienti di hosting. Il passaggio a modalità Power User è destinata alla creazione e la gestione dei propri account di hosting dell'amministratore, e non implica più il fatto di dover smettere di rivendere hosting. Per saperne di più, consultare le sezione Passaggio ai miei spazi web (a pagina 25) e Visualizzazione Power User (a pagina 20).

14 C A P I T O L O 3 Acquisire familiarità con Parallels Plesk Panel Dopo l'installazione e la configurazione del Pannello, uno dei primi passaggi è quello di scegliere la visualizzazione del Pannello più adatta. È possibile scegliere una delle due opzioni - Visualizzazione Service Provider e visualizzazione Power User. La scelta della visualizzazione dipende dal modo in cui verrà utilizzato il Pannello. Per cambiare rapidamente la visualizzazione, vai su Impostazioni > Gestione dell'interfaccia. La visualizzazione Service Provider è un'opzione conveniente per la rivendita di servizi di hosting. Presenta tutti i mezzi per creare e gestire account cliente, abbonamenti e piani di servizio. In questa visualizzazione, la funzionalità del Pannello è divisa in due pannelli - Pannello di Amministrazione del Server per configurare e mantenere il server e Pannello di Controllo per gestire i servizi di hosting sul server. Maggiori informazioni sui servizi di hosting su: Differenze tra i piani di servizio e gli abbonamenti (a pagina 27). La seconda opzione, visualizzazione Power User, è quella più conveniente se si utilizza il Pannello soltanto per necessità personali, come la manutenzione di un portale aziendale o un server di posta. In questa visualizzazione, nel Pannello di Controllo si svolgono sia l'amministrazione del server che la gestione dei servizi di hosting. Poiché questa visualizzazione non intende la necessità di rivendere servizi a terzi, non fornisce le facilità per gestire i piani di hosting, gli abbonamenti, i rivenditori e i clienti. Inoltre, siccome le funzioni di amministrazione del server sono comprese nel Pannello di Controllo in questa visualizzazione, il Pannello di Amministrazione del Server non è più disponibile. Nota: Quando il Pannello è in visualizzazione Service Provider, l'utente (in quanto amministratore del Pannello) può creare i propri account di hosting (siti web) e accedere agli account di hosting dei propri clienti (abbonamenti). Il pannello apre tali account in visualizzazione Power User. Il seguente diagramma sintetizza l'informazione sulle visualizzazioni.

15 Acquisire familiarità con Parallels Plesk Panel 15 Più avanti in questo capitolo, parleremo sulla GUI dei pannelli più dettagliatamente. In questo capitolo: Visualizzazione Service Provider:Pannello di Amministrazione del Server Visualizzazione Service Provider:Pannello di controllo Visualizzazione Power User... 20

16 16 Acquisire familiarità con Parallels Plesk Panel Visualizzazione Service Provider:Pannello di Amministrazione del Server Quando si accede a Parallels Plesk Panel come amministratore, viene visualizzata la pagina principale con un riepilogo sulle risorse assegnate e quelle usate. L'area di navigazione in alto mostra i seguenti link: Un link con il tuo nome. Fai clic qui per aggiornare i dati personali. Disconnetti. In questa sezione è possibile chiudere la sessione dopo aver finito di lavorare nel Pannello. Aiuto.Questa sezione offre una guida sensibile al contesto con una funzione di ricerca. Il pannello di navigazione a sinistra permette di accedere alle successive funzioni: Home. In questa sezione è possibile iniziare a lavorare con il Pannello. La maggior parte delle operazioni che potresti dover realizzare sono accessibili da questa area. Clienti. In questa sezione è possibile realizzare operazioni su account utente. I clienti sono utenti finali di servizi di hosting; non possono rivendere servizi di hosting. Da questa sezione del Pannello è possibile realizzare le seguenti attività: Creare, modificare, sospendere, attivare e rimuovere account utente Visualizza i rapporti sull'utilizzo del traffico Rivenditori. In questa sezione è possibile realizzare le operazioni relative agli account rivenditore. I rivenditori possono usare i servizi di hosting e rivendere i servizi agli utenti finali. I rivenditori non possono creare account rivenditori per altri utenti. Da questa sezione del Pannello è possibile realizzare le seguenti attività: Creare, modificare e rimuovere account utente per i rivenditori e i relativi clienti. Visualizza i rapporti sull'utilizzo del traffico Domini. In questa sezione è possibile visualizzare l'informazione sui siti web ospitati ed i relativi nomi di dominio, nonché accedere al Pannello di Controllo per gestirli. Abbonamenti. In questa sezione puoi gestire le iscrizioni dei clienti per i tuoi servizi. L'iscrizione è il modo in cui un cliente ottiene i servizi e le risorse fornite da un piano di servizio. Piani di servizio. In questa sezione puoi gestire i tuoi piani di servizio. Il piano di servizio rappresenta un insieme di risorse e servizi forniti ai clienti di servizi di hosting mediante le iscrizioni. Ci sono anche componenti aggiuntivi del piano di servizio che ampliano la quantità di risorse e servizi forniti con un'iscrizione. Strumenti e Utility. In questa sezione è possibile configurare e gestire i servizi di sistema, nonché visualizzare le statistiche di utilizzo delle risorse. Impostazioni. In questa sezione è possibile configurare le impostazioni globali relative ai servizi di hosting e alla personalizzazione del Pannello. Moduli. Questo link è disponibile solo sui server di hosting basati su Linux. Fai clic per installare o gestire i moduli addizionali che aggiungono utili funzioni a Parallels Plesk Panel. Questi moduli sono Firewall, Counter-Strike Game Server e VPN.

17 Acquisire familiarità con Parallels Plesk Panel 17 Profilo e Preferenze. In questa sezione è possibile impostare la lingua e il tema dell'interfaccia, nonché aggiornare l'informazione di contatto. Cambio della Password. In questa sezione è possibile cambiare la password per accedere al Pannello di Amministrazione del Server come amministratore. Nota: Il numero e la posizione di questi collegamenti e icone nel pannello dipende dal numero di servizi disponibili, applicazioni installate e funzioni fornite d'accordo alla licenza del software. Per questo motivo, alcune funzioni ed elementi descritti in questa guida potrebbero non essere disponibili per voi. Se desiderate usare le funzioni attualmente non presenti nel Pannello, è necessario aggiornare la licenza del software, installare i pacchetti di software necessari o contattare il vostro service provider di hosting per richiedere assistenza. Se il componente Customer and Business Manager è installato, il pannello di navigazione comprende anche i seguenti gruppi di collegamenti: Operazioni aziendali. Gestisci account cliente e abbonamenti a servizi. Monitoraggio aziendale. Visualizza i rapporti contabili e lavora con fatture e pagamenti. Configurazione Aziendale. Configurazione di Customer and Business Manager per servire i clienti. Per maggiori informazioni sull'utilizzo di Customer and Business Manager, consultare il capitolo Utilizzo di Customer and Business Manager (a pagina 229). Per visualizzare l'informazione su uno strumento o elemento di una pagina, passa il mouse sull'elemento, senza farci clic e comparirà una piccola casella con le informazioni aggiuntive riguardanti l'elemento in questione. La principale area di lavoro a destra offre l'accesso agli strumenti disponibili per la corrente sezione del Pannello selezionata nel pannello di navigazione. È possibile accedere alle operazioni addizionali dai menu Altre azioni. Per navigare attraverso Parallels Plesk Panel, è possibile usare la barra dei percorsi: una catena di collegamenti che compare nella parte destra dello schermo, sotto l'area del banner. Per tornare alla schermata precedente, usare i collegamenti nella barra dei percorsi o l'icona Livello Superiore nell'angolo destro in alto alla schermata. Per ordinare una lista per un determinato parametro in ordine ascendente o discendente, cliccare sul titolo del parametro nel titolo della colonna. L'ordine di classifica verrà indicato da un piccolo triangolo mostrato vicino al titolo del parametro.

18 18 Acquisire familiarità con Parallels Plesk Panel Visualizzazione Service Provider:Pannello di controllo Il Pannello di Controllo offre l'accesso alle seguenti funzioni: Home. Fornisce l'accesso alle operazioni più frequentemente realizzate. La maggior parte di task amministrativi possono essere realizzati usando i collegamenti presenti in questa pagina: Visualizza le statistiche sull'utilizzo delle risorse per siti web. Ospita un nuovo sito web ed inserisci del contenuto usando l'editor visivo Web Presence Builder integrato. Gestire file. Proteggi i siti con crittografia SSL. Configura indirizzi . Gestire i ruoli utente e account utente. Selezionare e installare applicazioni sui siti web. Utenti. Fornisce l'accesso alle funzionalità di creazione, modifica, eliminazione di account utenti e ruoli utente. Posta. Fornisce l'accesso alle funzionalità di creazione, modifica, eliminazione di indirizzi e liste di posta. Siti Web & Domini. Offre l'accesso alle funzionalità per registrare nomi di dominio, creare, modificare ed eliminare siti web, configurare funzionalità di hosting, database, sottodomini, alias di dominio, visualizzare le statistiche sulle visite ai siti web e gestire i file pubblicati sui siti web. Applicazioni. Offre l'accesso alle funzionalità per installare, configurare e rimuovere applicazioni web che apportano utili funzioni ai tuoi siti, quali blog, gallerie fotografiche, negozi online e altre applicazioni. Statistiche. Offre i rapporti sullo spazio su disco e sul traffico usati dai siti web. Account. In questa sezione è possibile visualizzare l'informazione sul proprio pacchetto di hosting, cambiare l'informazione di contatto e la password per accedere al Pannello. Nota: Il numero e la posizione di questi collegamenti e icone nel pannello dipende dal numero di servizi disponibili, applicazioni installate e funzioni fornite d'accordo alla licenza del software. Per questo motivo, alcune funzioni ed elementi descritti in questa guida potrebbero non essere disponibili per voi. Se desiderate usare le funzioni attualmente non presenti nel Pannello, è necessario aggiornare la licenza del software, installare i pacchetti di software necessari o contattare il vostro service provider di hosting per richiedere assistenza. Nella parte superiore delle schede troviamo i seguenti collegamenti: Un link con il tuo nome. Fai clic qui per specificare l'informazione di contatto e l'indirizzo e per definire una nuova password per accedere al Pannello. Disconnetti. Per chiudere la sessione quando si conclude il lavoro con il Pannello.

19 Aiuto. Visualizza gli articoli di guida sensibile al contesto. Acquisire familiarità con Parallels Plesk Panel 19

20 20 Acquisire familiarità con Parallels Plesk Panel Visualizzazione Power User Il Pannello di Controllo in visualizzazione Power User dà accesso alle seguenti funzioni: Home. Fornisce l'accesso alle operazioni più frequentemente realizzate. La maggior parte di task amministrativi possono essere realizzati usando i collegamenti presenti in questa pagina: Visualizza le statistiche sull'utilizzo delle risorse per siti web. Ospita un nuovo sito web ed inserisci del contenuto usando l'editor visivo Web Presence Builder integrato. Gestire file. Proteggi i siti con crittografia SSL. Configura indirizzi . Gestire i ruoli utente e account utente. Selezionare e installare applicazioni sui siti web. Utenti. Fornisce l'accesso alle funzionalità di creazione, modifica, eliminazione di account utenti e ruoli utente. Posta. Fornisce l'accesso alle funzionalità di creazione, modifica, eliminazione di indirizzi e liste di posta. Siti Web & Domini. Offre l'accesso alle funzionalità per registrare nomi di dominio, creare, modificare ed eliminare siti web, configurare funzionalità di hosting, database, sottodomini, alias di dominio, visualizzare le statistiche sulle visite ai siti web e gestire i file pubblicati sui siti web. Applicazioni. Offre l'accesso alle funzionalità per installare, configurare e rimuovere applicazioni web che apportano utili funzioni ai tuoi siti, quali blog, gallerie fotografiche, negozi online e altre applicazioni. Statistiche. Offre i rapporti sullo spazio su disco e sul traffico usati dai siti web. Server. Offre i controlli per configurare il Pannello e gestire servizi. Spazi Web. Offre l'accesso alle funzioni di configurazione e gestione di spazi web. Ogni spazio web viene associato a un nome di dominio principale, un indirizzo IPv4 e un indirizzo IPv6 o uno di essi ed è adatto per ospitare multipli siti web. È possibile creare siti web separati per ospitare siti web con protezione SSL su indirizzi IP dedicati. Nota: Il numero e la posizione di questi collegamenti e icone nel pannello dipende dal numero di servizi disponibili, applicazioni installate e funzioni fornite d'accordo alla licenza del software. Per questo motivo, alcune funzioni ed elementi descritti in questa guida potrebbero non essere disponibili per voi. Se desiderate usare le funzioni attualmente non presenti nel Pannello, è necessario aggiornare la licenza del software, installare i pacchetti di software necessari o contattare il vostro service provider di hosting per richiedere assistenza. Nella parte superiore delle schede troviamo i seguenti collegamenti:

21 Acquisire familiarità con Parallels Plesk Panel 21 Un link con il tuo nome. Fai clic qui per specificare l'informazione di contatto e l'indirizzo e per definire una nuova password per accedere al Pannello. Disconnetti. Per chiudere la sessione quando si conclude il lavoro con il Pannello. Aiuto. Visualizza gli articoli di guida sensibile al contesto.non esiste una guida dedicata per questa visualizzazione; nonostante, quando si fa clic su questo link, vengono visualizzati i principali argomenti di guida, dalla Guida dell'amministratore o dalla Guida dell'utente del Pannello di Controllo.

22 C A P I T O L O 4 Il mio account e i miei spazi web In quanto amministratore del Pannello, puoi cambiare l'informazione e la password del proprio account in qualsiasi momento. In questo capitolo imparerai a farlo e a ripristinare la password se l'hai persa. Inoltre, questo capitolo spiega come creare e gestire spazi web (propri account di hosting). In questo capitolo: Modifica della Password e delle Informazioni Contatto Passaggio a I Miei Spazi Web... 25

23 C A P I T O L O 5 Modifica della Password e delle Informazioni Contatto Per modificare la vostra password: 1. Fai clic sul collegamento Cambia Password nel pannello di navigazione. 2. Inserisci la vecchia e la nuova password. 3. Clicca su OK. Per aggiornare l'informazione personale: 1. Fai clic sul collegamento Profilo e Preferenze nel pannello di navigazione. 2. Aggiorna l'informazione nel modo necessario e fai clic su OK. Se hai dimenticato la password: 1. Nella barra degli indirizzi del browser web, digita l'url in cui si trova Parallels Plesk Panel. 2. Per esempio, https://your-server.com: Premi INVIO. Comparirà la schermata di accesso di Parallels Plesk Panel. 4. Fai clic sul collegamento Password dimenticata? 5. Ti verrà richiesto di specificare il nome di accesso e l'indirizzo registrato nel sistema. Digita il nome di accesso nella casella Accesso, digita l'indirizzo registrato nel sistema nella casella e fai clic su OK. 6. Se la tua password non può essere inviata per perché è stata memorizzata dal sistema in modo crittografato, ti verrà richiesto di configurare una nuova password usando un codice segreto che verrà generato a quello scopo ed inviato al tuo indirizzo Una volta ricevuto il messaggio elettronico dal promemoria della password, fai clic sul link presente nel corpo del messaggio. Si aprirà una nuova finestra del browser. 8. In questo passaggio, indica il nome di accesso e la nuova password. Il campo Codice segreto del formulario dovrebbe essere automaticamente compilato dal sistema, altrimenti, copia il codice segreto dal messaggio che hai ricevuto negli appunti e incollalo nel formulario.

24 24 Il mio account e i miei spazi web 9. Cliccare su OK per l'invio. Le istruzioni su come ripristinare la tua password saranno inviate al tuo indirizzo . In questo capitolo: Se il tuo Pannello funziona con Customer & Business Manager...24 Se il tuo Pannello funziona con Customer & Business Manager Affinché il Pannello funzioni con Customer & Business Manager, è necessario cambiare due password. La prima è quella usata sia da te, sia da Business Manager per lavorare con il Pannello e la seconda è la password globale che usi per accedere sia a Business Manager, sia al Pannello. Per cambiare la tua password se usi Business Manager: 1. Cambia la tua password nel Pannello seguendo le istruzioni dalla sezione Cambiare la password e l'informazione di contatto (a pagina 23). 2. Aggiorna questa password nelle impostazioni di connessione di Business Manager. a. Fai clic su Configurazione Aziendale > Tutte le impostazioni. b. Fai clic su Gruppi di Server. c. Seleziona l'id del gruppo del server in cui risiede il Pannello (PleskUnix o PleskWin). d. Fai clic su Modifica. e. Cambia la password in quella specificata al passo Definisci questa password come password di account globale. a. Accertati di essere su Business Manager e fai clic sul link Profilo nell'angolo destro in alto della pagina. b. Ripeti la password specificata al passo 1.

25 Il mio account e i miei spazi web 25 Passaggio a I Miei Spazi Web Generalmente, Parallels Plesk Panel si acquista per vendere servizi di hosting o come risposta alle esigenze personali (creare un portale aziendale, configurare un server di posta eccetera). In passato, se volevi eseguire i propri servizi pur continuando a vendere a terzi, l'utente (in quanto amministratore del Pannello) doveva abbonarsi ad un piano di hosting come se fosse un cliente. Quando avrai il proprio abbonamento, potrai configurare i servizi necessari dal Pannello di Controllo. D'ora in poi, gli amministratori possono creare e gestire i propri spazi web, pur conservando il controllo sui piani di servizio e gli abbonamenti. Dalla versione Panel 10.2, possono farlo dal Pannello di Amministrazione del Server, Home > I miei spazi web. Ogni spazio web si apre in visualizzazione Power User. Questa visualizzazione combina la gestione dei propri account di hosting e le capacità di amministrazione del server. In cambio, le azioni correlate ai piani di hosting, rivenditori e clienti sono ancora realizzate nel Pannello di Amministrazione del Server. Per servire nuovamente i rivenditori e clienti di hosting, fare clic su Torna al Pannello di Amministrazione del Server nella parte superiore delle pagine del Pannello di Controllo. Per maggiori informazioni sulla visualizzazione Power User, consultare la sezione Visualizzazione Power User (a pagina 20).

26 C A P I T O L O 6 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori In questo capitolo: Capire cosa sono i piani e gli abbonamenti Proprietà dei piani e gli abbonamenti Fornitura ai clienti Impiegare i rivenditori Aggiungere servizi alle offerte... 70

27 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 27 Capire cosa sono i piani e gli abbonamenti Parallels Plesk Panel ti permette di organizzare la tua azienda mediante piani di servizio ed abbonamenti. Clienti di servizi di hosting Un Piano di Servizio è un insieme di servizi e risorse che viene proposto ai clienti di servizi di hosting. Normalmente, le risorse comprendono lo spazio su disco sul server e la larghezza di banda per ospitare i siti web ed i servizi comprendono servizi di hosting web, servizi di hosting di posta, eccetera. La creazione di un piano di servizio nel Pannello solitamente rappresenta la tua offerta di business. Esistono anche piani aggiuntivi che permettono di ampliare la quantità di risorse e/o servizi offerti ad un cliente con un determinato piano di servizio. Un abbonamento è un'istanza del piano di servizio assegnata ad un cliente. Per fornire ad un determinato cliente le risorse e i servizi proposti con un piano di servizio, abbonerai il cliente al piano di servizio, ovvero creerai un abbonamento per il cliente. Per sapere come sono correlati gli abbonamenti ai piani di servizio e ai componenti aggiuntivi, consultare la sezione Rapporti tra gli abbonamenti ed i piani di servizio/aggiuntivi (a pagina 29). In realtà, non solo i clienti possono essere abbonati ai servizi di hosting e ospitare i propri siti web e posta elettronica, ma anche l'amministratore del Pannello ed i rivenditori possono avere i propri abbonamenti, che possono usare per conto proprio. Gli abbonamenti sono intesi per l'hosting di domini multipli. Ogni abbonamento di hosting offre spazio su disco e altre risorse, insieme ai servizi definiti dal piano, che sono necessari per ospitare diversi siti. Ad ogni abbonamento viene assegnato un account utente di sistema, usato da un cliente di hosting per connettere al server su FTP e SSH o connessione Desktop Remoto ed un indirizzo IP, che può essere assegnato esclusivamente per l'abbonamento o condiviso con altri abbonamenti. Ogni abbonamento è anche collegato ad un dominio, chiamato 'dominio principale' - un dominio creato insieme all'abbonamento, necessario per assegnare le risorse di sistema. Tutti gli abbonamenti ricevono un nome dopo i propri 'domini principali' e tali domini non possono essere trasferiti da un abbonamento all'altro. Il seguente diagramma mostra il modo in cui i domini e siti web sono ospitati con gli abbonamenti. Nell'esempio, example.com e jenny.net sono i domini principali degli abbonamenti e gli altri domini rappresentati dai rettangoli arancioni sono siti web ospitati con questi abbonamenti.

28 28 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Rivenditori Se il tuo modello aziendale è definito per lavorare con rivenditori, i piani e gli abbonamenti funzioneranno in modo molto simile a quello in cui lo fanno per i clienti di servizi di hosting. Le differenze sono le seguenti: In questo caso, parliamo di piani di rivenditori e abbonamenti di rivenditori. I piani aggiuntivi dei rivenditori non vengono implementati. L'abbonamento di un rivenditore non è collegato ad un dominio. L'abbonamento di un rivenditore offre un set di risorse e servizi che il rivenditore abbonato redistribuisce mediante gli abbonamenti di servizi che appartengono ai propri clienti o a sé stessi. Tieni presente che il modello aziendale del Pannello presenta alcune limitazioni. Non è possibile: Convertire account cliente in account rivenditore. Sposta account cliente da un rivenditore all'altro. È possibile realizzare questa operazione indirettamente spostando l'abbonamento del cliente da un account all'altro. Per maggiori informazioni su come cambiare il proprietario di un abbonamento, consultare la sezione Gestione di abbonamenti di servizi (a pagina 64). In questa sezione Assegnazione di risorse e servizi Rapporti tra gli abbonamenti ed i piani di servizio/aggiuntivi Sincronizzazione degli abbonamenti ed i piani. Stati degli abbonamenti... 30

29 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 29 Assegnazione di risorse e servizi Clienti di servizi di hosting I piani di servizi definiscono possibili servizi. Il Pannello non controlla se un servizio o risorsa che il piano di servizio dovrebbe fornire è in realtà disponibile nel sistema. Per esempio, quando un piano viene creato, è possibile selezionare di fornire ColdFusion quando ColdFusion non è installato sul server e il Pannello consentirà di farlo e non mostrerà alcun messaggio di errore o avviso. Gli abbonamenti offrono risorse e servizi veri, che sono assegnati durante la creazione di ogni abbonamento. Rivenditori Quanto specificato sopra è valido per gli abbonamenti di rivenditori e per i piani di servizio che creano i rivenditori. Un rivenditore può creare un piano di servizio che comprenda delle quantità illimitate di tutte le risorse e tutti i servizi e privilegi, a prescindere da quante risorse e servizi siano in realtà forniti con il relativo abbonamento del rivenditore. Rapporti tra gli abbonamenti ed i piani di servizio/aggiuntivi Abbonamenti di hosting Normalmente, un abbonamento è associato ad un piano di servizio e questa associazione compare in una lista di abbonamenti: ogni nome di abbonamento contiene il nome del piano di servizio scritto tra parentesi alla fine. La quantità di risorse e servizi forniti con un abbonamento può essere aumentata associando l'abbonamento a dei piani aggiuntivi. Un abbonamento può essere associato a diversi componenti aggiuntivi, ma ogni componente aggiuntivo può essere aggiunto all'abbonamento un'unica volta. Il seguente grafico rappresenta come gli abbonamenti dei piani di hosting vengono associati ai piani e ai componenti aggiuntivi.

30 30 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Potrebbe anche succedere che un abbonamento non fosse associato ad un piano di servizio e quindi non potrebbe essere associato ad alcun piano aggiuntivo: i componenti aggiuntivi vengono solo aggiunti ad un piano di servizio "principale". Chiamiamo tali abbonamenti abbonamenti personalizzati ed i relativi nomi mostrano la voce "(Personalizzato)" nella lista di abbonamenti. Disporre di un abbonamento personalizzato può essere utile nel caso in cui si desideri fornire dei servizi su determinati termini in modo eccezionale rispetto alle comuni offerte del modello aziendale. È possibile cambiare l'associazione tra un abbonamento ed i piani in qualsiasi momento, nel modo seguente: Associare l'abbonamento con un altro piano di servizio. Aggiungi e rimuovi piani aggiuntivi. Rimuovere l'associazione dell'abbonamento con il piano di servizio ed i componenti aggiuntivi. Abbonamenti del rivenditore L'abbonamento del rivenditore è associato ad un piano del rivenditore oppure è un abbonamento personalizzato non associato a nessun piano. Sincronizzazione degli abbonamenti ed i piani. Stati degli abbonamenti

31 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 31 Gli abbonamenti associati ad un determinato piano sono sincronizzati con esso: qualsiasi modifica realizzata sul piano viene automaticamente applicata a tutti i relativi abbonamenti. Questo è valido per tutti i tipi di piani: piani di servizio, i relativi componenti aggiuntivi ed i piani di rivenditori. Il Pannello consente le seguenti eccezioni per quanto riguarda la sincronizzazione dello stato dell'abbonamento predefinito ed i suoi piani: Lo stato Bloccato, che significa bloccato per la sincronizzazione, indica che un abbonamento viene escluso dalla sincronizzazione con i piani associati. Un abbonamento viene bloccato se si cambiano i parametri dell'abbonamento, senza cambiare il piano di servizio associato. Tale blocco protegge le azioni personalizzate, in modo che non vengano sovrascritte la prossima volta che cambierai il piano e per evitare che tutti i relativi abbonamenti vengano sincronizzati. Lo stato Non sincronizzato indica che alcuni servizi o risorse offerti con il piano o i piani associati non possono in realtà essere forniti con l'abbonamento. Abbonamenti non sincronizzati Un abbonamento viene automaticamente segnato come 'Non sincronizzato' se il Pannello non può fornire le risorse e/o servizi definiti dal piano. Questo può succedere nei seguenti casi: Quando l'abbonamento viene creato. Quando le proprietà del piano associato sono state modificate. Quando un piano aggiuntivo viene aggiunto o rimosso dall'abbonamento.

32 32 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Abbonamenti di hosting Nel caso in cui un piano offra un privilegio che renda possibile ad un abbonato di cambiare un determinato servizio o risorsa, l'assegnazione a tale servizio/risorsa non viene sincronizzata. Per esempio, se un abbonamento offre il privilegio di gestione della zona DNS, allora le impostazioni della zona DNS del piano di servizio associato vengono ignorate durante la sincronizzazione. Per sapere quali risorse o servizi dell'abbonamento non sono sincronizzate con il piano: 1. Accedi ad Abbonamenti e fai clic sul nome di abbonamento non sincronizzato. 2. Fai clic su Sincronizza. Il Pannello ritenterà la sincronizzazione dell'abbonamento con i piani associati e mostrerà le proprietà in conflitto se la sincronizzazione non è riuscita. Accertati di prendere nota del rapporto con conflitti: quali proprietà si vedono correlate e qual è il Valore del piano e il Valore disponibile. Facendo clic su OK in questa pagina si avvierà la configurazione dei valori dell'abbonamento secondo i valori disponibili. Facendo clic su Annulla non verrà apportata nessuna modifica. Una volta rilevato il problema, è possibile risolverlo. Esistono due modi possibili: 1. Ottimizzare il piano perché sia conforme allo stato attuale del sistema. 2. Ottimizzare il sistema perché fornisca le risorse ed i servizi offerti con il piano. Per cambiare le proprietà del piano perché siano conformi al sistema: 1. Vai su Piani di servizio > <nome del piano>. 2. Regola i valori delle proprietà del problema in modo che corrispondano ai Valori disponibili (vedi sopra). 3. Fai clic su Aggiorna e sincronizza. Gli abbonamenti verranno sincronizzati automaticamente. Per regolare il sistema e la nuova sincronizzazione di una abbonamento: 1. Regola il tuo sistema: installa i componenti mancanti, aggiungi dischi rigidi - ciò che sia indicato dal rapporto sul conflitto. 2. Accedi ad Abbonamenti e fai clic sul nome di abbonamento non sincronizzato. 3. Fai clic su Sincronizza. Il Pannello ritenterà la sincronizzazione dell'abbonamento con i piani associati. Abbonamenti del rivenditore

33 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 33 Per sapere quali risorse o servizi dell'abbonamento non sono sincronizzate con il piano: 1. Vai su Rivenditori e fai clic sul nome del rivenditore non sincronizzato. 2. Fai clic su Sincronizza. Il Pannello ritenterà la sincronizzazione dell'abbonamento con il piano associato e mostrerà le proprietà in conflitto se la sincronizzazione non è riuscita. Accertati di prendere nota del rapporto con conflitti: quali proprietà si vedono correlate e qual è il Valore del piano e il Valore disponibile. Facendo clic su OK in questa pagina si avvierà la configurazione dei valori dell'abbonamento secondo i valori disponibili. Facendo clic su Annulla non verrà apportata nessuna modifica. Una volta rilevato il problema, è possibile risolverlo. Esistono due modi possibili: 1. Ottimizzare il piano perché sia conforme allo stato attuale del sistema. 2. Ottimizzare il sistema perché fornisca le risorse ed i servizi offerti con il piano. Per cambiare le proprietà del piano perché siano conformi al sistema: 1. Vai su Piani di servizio. 2. Fai clic sulla scheda Piani del rivenditore e clicca su <nome del piano> nella lista. 3. Regola i valori delle proprietà del problema in modo che corrispondano ai Valori disponibili (vedi sopra). 4. Fai clic su Aggiorna e sincronizza. Gli abbonamenti verranno sincronizzati automaticamente. Per regolare il sistema e la nuova sincronizzazione di una abbonamento: 1. Regola il tuo sistema: configura gli indirizzi IP, aggiungi più dischi rigidi - ciò che sia indicato dal rapporto sul conflitto. 2. Vai su Rivenditori e fai clic sul nome del rivenditore non sincronizzato. 3. Fai clic su Sincronizza. Il Pannello ritenterà la sincronizzazione dell'abbonamento del rivenditore con i piani associati. Proprietà dei piani e gli abbonamenti In questa sezione Piani di hosting e abbonamenti Abbonamenti e piani del rivenditore... 49

34 34 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Piani di hosting e abbonamenti Le proprietà di un piano di hosting ed un abbonamento sono raggruppate nel modo seguente: Risorse Comprende il periodo di validità, le norme sul sovrautilizzo delle risorse, le risorse di sistema, come lo spazio su disco e il traffico e le risorse dei servizi, come siti web, sottodomini, caselle postali, database, eccetera. Permessi Comprende i servizi e privilegi forniti. Nota: Alcuni permessi evitano che le impostazioni dei seguenti servizi siano sincronizzate (a pagina 30). Per i dettagli, consultare la sezione Permessi (a pagina 39). Parametri di hosting Comprende i parametri del servizio di hosting fornito. Mail Comprende i parametri del servizio di posta fornito. DNS Indica se le zone DNS dei domini dell'abbonamento devono essere principali o secondarie. Nota: Nel caso in cui sia fornito il privilegio di gestione della zona DNS, questo parametro non è sincronizzato e gli abbonati lo possono configurare in base ad ogni dominio. Performance Comprende i parametri che incidono sulla performance di tutti i servizi forniti nel piano. Registri & Statistiche Comprende le impostazioni sul modo in cui le statistiche ed i registri degli abbonamenti del piano devono essere archiviati. Nota: I parametri Hosting, Posta, DNS, Performance e Registri e Statistiche sono totalmente visibili e modificabili nel Pannello di Amministrazione del Server, per quanto riguarda unicamente i piani di servizio. Per gli abbonamenti, questi parametri sono disponibili solo nel Pannello di Controllo. Per visualizzare o modificare i parametri di un determinato abbonamento, vai su Abbonamenti e clicca su Pannello di Controllo sulla parte destra del nome dell'abbonamento. Tieni presente che la disponibilità di questi parametri per un abbonato dipende dai permessi. Applicazioni Consente di selezionare le applicazioni che saranno disponibili agli abbonati.

35 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 35 In questa sezione Risorse Permessi Parametri di hosting Posta DNS Performance Registri & Statistiche Applicazioni Servizi addizionali... 49

36 36 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Risorse Norme sul sovrautilizzo Definisce cosa succede se l'utilizzo dell'abbonamento per quanto riguarda lo spazio su disco e il traffico raggiunge i valori limite: Sovrautilizzo non consentito sospenderà l'abbonamento solo se la casella di controllo Sospendi l'abbonamento quando il relativo utilizzo di spazio su disco o di traffico supera il limite è selezionata. Se non è selezionata, i siti web non verranno sospesi; verrà solo inviato un avviso ai destinatari specificati su Impostazioni > Notifiche: Opzione Limiti dell'utilizzo delle risorse superati dall'abbonamento. È anche possibile configurare l'invio di notifiche non appena l'utilizzo dello spazio su disco o del traffico supera un valore in particolare (le opzioni Notifica dopo il raggiungimento), al fine di evitare che gli abbonamenti vengano sospesi. Le notifiche verranno inviate agli utenti e/o indirizzi specificati su Impostazioni > Notifiche: Opzione Limiti dell'utilizzo delle risorse superati dall'abbonamento. Sovrautilizzo consentito permetterà il corretto funzionamento dell'abbonamento. L'opzione Quando il limite dell'utilizzo di una risorsa venga raggiunto, inviare secondo le impostazioni di notifica del server attiva l'invio di notifiche agli utenti e/o agli indirizzi specificati su Impostazioni > Notifiche: Opzione Limiti dell'utilizzo delle risorse superati dall'abbonamento. Nota: Le norme sul sovrautilizzo non sono applicabili ai limiti impostati sulla dimensione delle caselle postali. Quindi, anche se permetti il sovrautilizzo, accertati di assegnare sufficiente spazio su disco per le caselle postali. Spazio su disco La quantità totale di spazio su disco assegnata all'abbonamento. Comprende lo spazio su disco occupato da tutti i file correlati all'abbonamento: contenuto di siti web, database, applicazioni, caselle postali, file di registro e file di backup. Traffico La quantità di dati che si possono trasferire dai siti web dell'abbonamento e le condivisioni di FTP/Samba durante un mese. Notificare dopo il raggiungimento Disponibile solo se il sovrautilizzo non è consentito. Definisce la quota flessibile per lo spazio su disco o l'utilizzo del traffico per evitare che gli abbonamenti vengono sospesi. Quando la quota viene raggiunta, il Pannello invia notifiche agli utenti e/o indirizzi indicati su Impostazioni > Notifiche: opzione Limiti dell'utilizzo delle risorse superati dall'abbonamento. Siti pubblicati con Web Presence Builder Il numero di siti web che possono essere pubblicati con Web Presence Builder. Domini

37 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 37 Il numero totale di nomi a dominio che una abbonato potrà ospitare con l'abbonamento. Questo comprende i siti web, gli inoltri web che puntano verso siti web ospitati su altri server ed i nomi a dominio in cui un sito web o un inoltro web non è ancora stato configurato (domini senza hosting). Siti mobili Il numero totale di siti web che l'abbonato potrà ospitare con il servizio online UNITY Mobile, che ottimizza i siti per la visualizzazione su dispositivi mobili. Sottodomini Il numero totale di sottodomini che una abbonato potrà ospitare con l'abbonamento. Alias di dominio Il numero totale di nomi a dominio alternativi e addizionali che l'abbonato potrà usare per i propri siti web. Caselle postali Il numero totale di caselle postali che l'abbonato può ospitare nell'abbonamento. Dimensione della casella postale La quantità di spazio su disco assegnata ad ogni casella postale in un abbonamento per archiviare messaggi e file di risposte automatiche in allegato. Quota totale delle le caselle postali (disponibile solo per l'hosting Windows) La quantità totale di spazio su disco in megabyte disponibile per tutte le caselle postali nell'abbonamento. Liste di posta Il numero totale di liste di posta che l'abbonato può ospitare nell'abbonamento. Account FTP aggiuntivi Il numero massimo di account FTP usati per accedere ai file e cartelle creati in un abbonamento. Questo numero non comprende un account che viene sempre creato durante la creazione dell'abbonamento. Database (Hosting Unix) Il numero totale di database che si possono creare sui server database del Pannello e che possono essere usati dai siti web dell'abbonamento. Database MySQL e database Microsoft SQL Server (Hosting Windows) Il numero massimo di database MySQL e Microsoft SQL Server rispettivamente che si possono creare sui server database del Pannello e che possono essere usati dai siti web dell'abbonamento.

38 38 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Quota di database MySQL e quota di database Microsoft SQL (Hosting Windows) La quantità massima di spazio su disco (in megabyte) che i database MySQL e Microsoft SQL Server dell'abbonamento possono occupare rispettivamente. Periodo di validità/data di scadenza Il termine per un abbonamento. Nelle proprietà del piano di servizio, è il Periodo di validità: usato solo quando un abbonamento viene creato: il Pannello deriva la data di scadenza dell'abbonamento da esso. Nelle proprietà dell'abbonamento, è la Data di scadenza: In questa data, l'abbonamento verrà sospeso, quindi tutti i siti compresi nell'abbonamento verranno sospesi, i servizi web, FTP e quello di posta non saranno più accessibili agli utenti Internet e l'abbonato ed i suoi utenti non saranno più in grado di accedere al Pannello di Controllo. Gli abbonamenti non vengono automaticamente rinnovati, quindi, affinché i servizi dell'abbonamento siano di nuovo operativi, sarà necessario attivare l'abbonamento (a pagina 64) in modo manuale. Applicazioni Java Il numero totale di applicazioni Java o applet che possono essere ospitate sui siti web dell'abbonamento. Utenti web Il numero totale di pagine web personali che l'abbonato può ospitare per altri utenti sotto i propri siti web. Questo servizio viene maggiormente usato nelle istituzioni scolastiche che ospitano pagine personali non commerciali degli studenti e del personale del centro educativo. Queste pagine solitamente hanno indirizzi web, come: Account di FrontPage (Hosting Windows) Il numero massimo di account Microsoft FrontPage che l'abbonato può creare con l'abbonamento. Link SSL condiviso (Hosting Windows) Il numero totale di link di SSL condiviso che l'abbonato può usare nell'abbonamento. Connessioni ODBC (Hosting Windows) Il numero totale di connessioni ODBC che l'abbonato può usare nell'abbonamento. Connessioni DSN di ColdFusion (Hosting Windows) Il numero totale di connessioni DSN di ColdFusion che l'abbonato può usare nell'abbonamento.

39 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 39 Permessi I permessi definiscono i privilegi e servizi forniti con l'abbonamento. Gestione della zona DNS Consente all'abbonato di gestire le zone DNS dei propri domini. Nota: Se questo permesso è fornito, allora le impostazioni del servizio DNS non sono sincronizzate. Gestione delle impostazioni di hosting Consente la modifica dei parametri del servizio di hosting fornito con l'abbonamento: cambiare le funzionalità dell'account di hosting e attivare o disattivare il supporto per la programmazione ed i linguaggi di scripting, documenti di errore personalizzati, supporto SSL e supporto per Microsoft FrontPage (solo Windows). Nota: Se questo permesso è fornito, allora i parametri di hosting menzionati non sono sincronizzati. Gestione della modalità sicura PHP (Hosting Linux/Unix) Consente all'abbonato di cambiare i parametri di hosting come la modalità sicura PHP per i propri siti. In modo predefinito, PHP è configurato per funzionare in modalità sicura con delle limitazioni funzionali. Nonostante, alcune applicazioni web potrebbero non funzionare correttamente se la modalità sicura è abilitata. Per saperne di più sulla modalità sicura di PHP, consultare Nota: Se questo permesso è fornito, allora il parametro non è sincronizzato. Configurazione di opzioni di scripting web potenzialmente non affidabili che sovrascrivono le norme sul provider Consente all'abbonato di sovrascrivere le norme di sicurezza di hosting, se sono state definite. Per maggiori informazioni sulla configurazione delle norme, consultare la sezione Limitare l'utilizzo delle opzioni di hosting potenzialmente non affidabili (a pagina 164). Gestione dell'accesso al server su SSH (Hosting Linux\Unix) Offre il servizio Accesso su SSH, che permette all'abbonato di accedere ad un server shell su SSH con il proprio account utente del sistema. Inoltre, consente all'abbonato di configurare i parametri di hosting come l'accesso SSH al server shell con l'utente di sistema dell'abbonamento. Nota: Se questo permesso è fornito, allora il parametro di hosting menzionato non è sincronizzato. Gestione dell'accesso al server su Desktop Remoto (Hosting Windows) Consente all'abbonato di accedere al server mediante il protocollo Desktop Remoto. Gestione di FTP Anonimo

40 40 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Offre il servizio FTP anonimo, che permette all'abbonato di configurare una directory condivisa sul protocollo FTP e disponibile agli utenti anonimi. Un abbonamento deve risiedere su un indirizzo IP dedicato per offrire questo servizio. Gestione del Pianificatore Offre il servizio di Pianificazione, che consente all'abbonato di pianificare l'esecuzione di script o utility. Gestione del filtro spam Consente all'abbonato di personalizzare le impostazioni del filtro spam di SpamAssassin. Gestione antivirus Consente all'abbonato di cambiare le impostazioni sulla protezione contro virus sul lato server per la posta in arrivo e in uscita. Backup e ripristino di dati usando l'archivio del server Offre il servizio di Backup/Ripristino, che consente all'abbonato di usare lo storage sul server per i propri backup. Backup e ripristino usando un archivio FTP personale Offre il servizio di Backup/Ripristino, che consente all'abbonato di usare i server FTP esterni per l'archiviazione di propri backup. Gestione delle statistiche web Consente all'abbonato di configurare i parametri di hosting, quali le Statistiche Web, ovvero selezionare quale motore di statistiche web deve essere usato e realizzare modifiche se i dati sono accessibili mediante una directory protetta da password. Nota: Se questo permesso è fornito, allora il parametro di hosting menzionato non è sincronizzato. Gestione di rotazione di registri Consente all'abbonato di regolare la pulizia e il riciclaggio dei file di registro elaborati per i propri siti. Inoltre, consente all'abbonato di rimuovere i file di registro. Nota: Se il permesso è fornito, allora i parametri Registri e statistiche (a pagina 47) non vengono sincronizzati. Accesso al catalogo di applicazioni Offre all'abbonato l'accesso alle applicazioni pronte all'installazione sui siti web. Se selezioni questa opzione accertati che la casella di controllo supporto PHP sia selezionata e deseleziona la casella di controllo PHP safe_mode attivata sulla scheda Parametri di Hosting. Creazione del dominio Consente all'abbonato di aggiungere domini, creare siti web e configurare inoltri web.

41 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 41 Gestione di sottodomini Consente all'abbonato di configurare siti web addizionali, accessibili dagli indirizzi <sottodominio>.<dominio>. Gestione degli alias di dominio Consente all'abbonato di configurare nomi a dominio alternativi e addizionali per i propri siti web. Gestione di account FTP aggiuntivi Consente all'abbonato di gestire account FTP per accedere ai file e cartelle dell'abbonamento. Gestione delle applicazioni Java Consente all'abbonato di installare applicazioni Java e applet sui propri siti web. Gestione delle liste di posta Consente all'abbonato di usare liste di posta fornite dal software GNU Mailman. Nota: Se questo permesso è fornito, allora il parametro Abilita liste di posta (a pagina 46) non è sincronizzato. Gestione delle impostazioni della performance di hosting Consente all'abbonato di configurare i limiti sull'utilizzo di larghezza di banda e il numero di connessioni ai propri siti web. Nota: Se questo permesso è fornito, allora le impostazioni di Performance (a pagina 47) per l'utilizzo di larghezza di banda e il numero di connessioni non sono sincronizzate. Gestione di pool di applicazioni IIS (Hosting Windows) Offre il servizio di pool IIS dedicato e consente all'abbonato di gestire il proprio pool di applicazioni IIS: abilitarlo o disabilitarlo e configurare la quantità massima di CPU che il pool può usare. Nota: Se questo permesso è fornito, allora il parametro Performance (a pagina 47) denominato Uso del pool dedicato non è sincronizzato. Gestione di permessi di lettura/modifica addizionali (Hosting Windows) Consente all'abbonato di cambiare dei parametri di hosting, come Permessi di scrittura/modifica addizionali. Questi permessi sono richiesti se le applicazioni web di un abbonato usano un database basato su file (come Jet) situato nella radice della cartella httpdocs. Tieni presente che il fatto di selezionare questa opzione potrebbe compromettere seriamente la sicurezza dei siti web. Nota: Se questo permesso è fornito, allora il parametro di hosting menzionato non è sincronizzato.

42 42 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Gestione SSL condiviso (Hosting Windows) Offre il servizio SSL condiviso e consente all'abbonato di configurare i link di SSL condiviso per i propri siti web compresi nell'abbonamento. Assegnazione della quota del disco rigido Consente all'abbonato di configurare parametri di hosting come la Quota del disco rigido. Nota: Se questo permesso è fornito, allora il parametro di hosting menzionato non è sincronizzato. Selezione del server database Consente all'abbonato di selezionare un server database di ogni tipo per creare i propri database, invece di usare sempre il server database predefinito.

43 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 43 Parametri di hosting Questi parametri definiscono il servizio di hosting fornito con il piano. Nota: A meno che non sia stato appositamente indicato, i parametri non sono sincronizzati se il permesso Gestione di hosting è selezionato. Abilita l'hosting Definisce se il servizio di hosting è in realtà fornito con il piano. Deselezionare questa opzione per realizzare un piano di servizio che offra solo servizi di posta. Gli abbonati di tale piano saranno in grado di avere 'domini senza hosting' per servire le caselle postali. Quota del disco rigido La quota rigida imposta sullo spazio su disco oltre alla quota flessibile (impostata con l'opzione Notificare il raggiungimento (a pagina 36)). La quota del disco rigido non consentirà la scrittura di più file sullo spazio web quando il limite sarà raggiunto: gli utenti riceveranno il messaggio di errore "Spazio su disco insufficiente" nel tentativo di scrivere i file. Nota: (Hosting Linux/Unix) Confermare che il sistema operativo utilizzato supporti la quota del disco rigido prima di definire un valore diverso da Illimitato. Nel caso in cui venga definita una quota rigida quando non è supportata, si originerà un conflitto di sincronizzazione su tutti gli abbonamenti del piano. Per maggiori dettagli sulla sincronizzazione di abbonamenti con i piani, consultare la sezione Sincronizzazione di abbonamenti e piani (a pagina 30). Supporto SSL Consente di configurare la crittografia SSL sui siti web ospitati nell'abbonamento. Statistiche web Seleziona un motore di statistiche che creerà i rapporti relativi alle visite dei siti web dell'abbonamento: quante persone hanno visitato un sito e quali pagine web hanno visualizzato. L'opzione accessibile mediante la directory protetta da password /plesk-stat/webstat consente all'abbonato di visualizzare le statistiche del sito web presso URL come https://example.com/plesk-stat/webstat usando le proprie credenziali di accesso al sistema (nome account e password). Nota: Questo parametro non è sincronizzato se il permesso Gestione di statistiche web è selezionato. Documenti di errore personalizzati Consente agli abbonati di progettare ed usare le proprie pagine di errore che il server web restituisce con i codici di errore HTTP. Accesso SSH alla shell del server sotto l'utente di sistema dell'abbonamento (Hosting Linux/Unix)

44 44 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Consente agli abbonati di caricare il contenuto web in modo sicuro sul server tramite SSH. Nota: Questo parametro non è sincronizzato se il permesso Gestione dell'accesso al server su SSH è selezionato. Scripting Supporto per linguaggi di programmazione e scripting che devono essere interpretati, eseguiti o altrimenti elaborati da un server web: Microsoft ASP.NET framework, preprocessore d'ipertesto PHP (PHP), Common Gateway Interface (CGI), Perl, Python, Fast Common Gateway Interface (FastCGI), Microsoft/Apache Active Server Pages (ASP), Server Side Includes (SSI), ColdFusion e scripting Miva richiesto per l'esecuzione di soluzioni e-commerce di Miva. Per maggiori informazioni sulle impostazioni PHP regolabili, consultare la sezione Impostazioni PHP (a pagina 45). Permessi di scrittura/modifica addizionali (Hosting Windows) Questa opzione è richiesta se le applicazioni web dell'abbonato usano un database basato su file (come Jet) situato nella radice della cartella httpdocs. Tieni presente che il fatto di selezionare questa opzione potrebbe compromettere seriamente la sicurezza del sito web. Consenti agli utenti web di usare script Consente lo scripting nelle pagine web disponibili su URL come dove <username> fa riferimento ad un utente web. Gli utenti web sono persone che non hanno bisogno dei propri nomi a dominio. L'utilizzo di questo servizio è molto diffuso nelle istituzioni scolastiche che ospitano pagine personali non commerciali degli studenti e del personale del centro educativo. Supporto FrontPage (Hosting Windows). Le opzioni nel gruppo di supporto di FrontPage consente agli abbonati di connettere al server e creare siti web con Microsoft Frontpage. In questa sezione Impostazioni PHP... 45

45 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 45 Impostazioni PHP È possibile definire le seguenti impostazioni PHP: Tipo di gestore PHP. ISAPI (solo con Windows). Questo metodo usa meno risorse del server, ma viene isolato un sito web solo se sta funzionando in un pool di applicazioni IIS dedicato. Modulo Apache (solo su Unix). Questo metodo usa meno risorse del server, ma è l'opzione meno sicura. Un sito viene isolato solo se la modalità sicura PHP è attivata. Applicazione FastCGI. Questo metodo è più veloce di CGI, ma utilizza più memoria. Offre l'isolamento del sito. Applicazione CGI. Questo è il modo operativo più lento, ma utilizza la quantità più bassa di memoria. Nota: Quando PHP sta funzionando nelle modalità CGI o FastCGI, le impostazioni PHP sono prese dal file php.ini globale e la modalità sicura PHP non può essere disattivata mediante le impostazioni sulle norme di sicurezza. Se i clienti desiderano usare applicazioni che richiedono la disattivazione della modalità sicura PHP, e decidi di disattivarla, allora sarà necessario modificare il file php.ini, che si trova nella directory /etc/ per le piattaforme Linux e %plesk_dir%\additional\php e le directory %plesk_dir%\additional\pleskphp5 per le piattaforme Windows. Modalità sicura PHP. Attivare la modalità sicura PHP isola i siti, ma di conseguenza, alcune applicazioni potrebbero non funzionare. Si consiglia di disattivare la modalità sicura PHP per garantire il funzionamento stabile della maggior parte delle applicazioni, ma l'isolamento del sito non sarà fornito se il Modulo Apache è selezionato come tipo di gestore PHP. Nota: È possibile definire le impostazioni della modalità sicura modificando il file php.ini. versione PHP (solo su Windows). La versione 4.x è obsoleta. Si dovrebbe utilizzare solo nel caso in cui sia necessario ospitare le versioni di applicazioni PHP precedenti. La versione 5.x è attuale. Si consiglia di usare questa versione. Nota: Se il pool di applicazioni IIS dedicato su Windows è abilitato per un sito, l'isolamento del sito implica che un sito non potrà interferire con altri siti e gli altri siti non potranno interferire con esso. Nel resto di casi, l'isolamento del sito implica solo che un sito non potrà interferire con gli altri, ma gli altri siti che non sono isolati potranno interferire con esso.

46 46 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Posta Questi parametri definiscono il servizio di posta fornito con il piano. Webmail Offre il servizio webmail, che consente agli utenti delle caselle postali dell'abbonamento di lavorare con la posta elettronica usando un'applicazione di posta basata sul web. Abilita le liste di posta Attiva il servizio di liste di posta fornito dal software GNU Mailman sui siti web dell'abbonamento. Nota: Questo parametro non è sincronizzato se il permesso Gestione di liste di posta è selezionato. Norme sulla posta per utenti inesistenti Definisce il modo in cui il server di posta dovrebbe trattare i messaggi inviati agli indirizzi che a sua volta dovrebbero essere registrati sotto i domini dell'abbonamento, ma che in realtà sono inesistenti. Sono disponibili le seguenti opzioni: Rimbalzo con messaggio restituisce la posta al mittente insieme ad una notifica. Inoltro verso indirizzo inoltra la posta verso un altro indirizzo . Rifiuta rifiuta la posta senza l'invio di alcuna notifica e senza accettare la posta. Questa impostazione può ridurre il carico del server di posta causato da una grande quantità di spam, che di solito sono rivolti a nomi utente generati in modo casuale. Nonostante, questo potrebbe essere utile per gli spammer, poiché l'analisi del server di posta in cerca di indirizzi validi sarà più veloce in questo caso. Inoltra verso server di posta esterno con indirizzo IP (su hosting Windows), inoltra la posta al server di posta specificato.

47 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 47 DNS Questi parametri definiscono il modo in cui il servizio DNS in esecuzione sul server gestito dal Pannello servirà le zone DNS per i siti web ospitati sul piano. Master Un server di nomi master o principale memorizza localmente il file di zona a cui serve, mentre un server secondario ripristina solo una copia di questo file da quello principale. Secondario Un server slave o secondario ripristina una copia del file di zona dal server di nomi principale. Performance Questi parametri di sistema definiscono la performance di tutti i servizi forniti con il piano. Uso del pool di applicazioni IIS dedicato (Hosting Windows) Consente l'uso del pool di applicazioni IIS dedicato per le applicazioni web nell'abbonamento. L'utilizzo del pool di applicazioni IIS dedicato migliora oltremodo la stabilità delle applicazioni web, grazie al modo d'isolamento del processo di elaborazione. Questo modo offre ad ogni sito web ospitato nel server la possibilità di assegnare un pool di processi separati per l'esecuzione delle sue applicazioni web. In questo modo, il malfunzionamento di un'applicazione non causerà l'arresto di tutti gli altri. Questo è specialmente utile quando si usano pacchetti di hosting condivisi. L'opzione Utilizzo massimo della CPU (%) limita la quantità di CPU del server che il pool può usare. Utilizzo massimo di larghezza di banda Definisce la velocità massima (in KB per secondo) che un dominio può condividere tra tutte le sue connessioni. Connessioni limitate a Definisce il numero massimo di connessioni simultanee sul server web per tutti i siti web compresi nell'abbonamento. Questa impostazione intende evitare gli attacchi DOS (Denial of Service) ai siti web, nonché l'utilizzo eccessivo della larghezza di banda. Registri & Statistiche Questi parametri definiscono il modo in cui le statistiche ed i registri dell'abbonamento devono essere archiviati. Conservare le statistiche web e del traffico Definisce un periodo (in mesi) durante il quale i rapporti relativi alle statistiche web dell'abbonamento (generate dal componente di statistiche web selezionato) e le statistiche sul traffico (generate dal Pannello) devono essere disponibili.

48 48 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Rotazione di registri Abilita la pulizia e il riciclaggio automatici dei file di registro del server web. È anche possibile attivare la compressione dei file di registro elaborati ed inviarli ad un indirizzo specifico. Applicazioni A seconda della licenza del Pannello, possono essere disponibili diverse applicazioni già pre-integrate nel Pannello. È possibile installarle sui propri siti e renderle disponibili agli utenti. Le applicazioni sono fornite dal Catalogo di Applicazioni - un archivio esterno di applicazioni web. Il Catalogo di Applicazioni può essere configurato dai fornitori in modo da comprendere delle applicazioni pre-integrate da Parallels e dai suoi affiliati (l'impostazione predefinita) oppure può essere reindirizzato verso un archivio di applicazioni personalizzate. La lista di applicazioni disponibili può essere ampliata: È possibile caricare sul server le proprie applicazioni personalizzate pre-integrate in formato APS ed indicare quali di esse devono essere disponibili per l'installazione sui siti web. Per maggiori informazioni su come lavorare con i pacchetti di applicazioni, consultare la sezione Applicazioni pre-integrate. Nella configurazione di un piano di servizio, è possibile selezionare le applicazioni da fornire agli abbonati: Per offrire tutte le applicazioni disponibili dal Catalogo di Applicazioni, oltre a quelle che hai caricato manualmente nel server, segnate come disponibili agli utenti, sulla scheda Permessi, seleziona l'opzione Accesso al Catalogo di Applicazioni. Per offrire solo le applicazioni selezionate, sulla scheda Permessi, seleziona l'opzione Accesso al Catalogo di Applicazioni e quindi vai alla scheda Applicazioni e seleziona l'opzione Offrire solo le applicazioni che io scelgo. Usa il pulsante >> per aggiungere le applicazioni selezionate al piano.

49 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 49 Servizi addizionali Dopo aver aggiunto servizi personalizzati, come descritto nella sezione Aggiungere servizi alle offerte (a pagina 70) la scheda Servizi addizionali compare nelle proprietà del piano di hosting. In questa scheda, è possibile selezionare i servizi che vuoi offrire agli abbonati. Abbonamenti e piani del rivenditore Le proprietà del piano di un rivenditore sono raggruppate nel modo seguente: Risorse Comprende le norme sul sovrautilizzo e la vendita al di sopra delle possibilità delle risorse, il numero di account cliente che un rivenditore può creare, le risorse di sistema, come lo spazio su disco e il traffico e le risorse di servizio, come i siti web, i sottodomini, le caselle postali, i database, ecc. Permessi I permessi del rivenditore denotano le operazioni disponibili ad un rivenditore nel Pannello oppure definiscono quali servizi e privilegi possono essere abilitati negli abbonamenti del servizio dei clienti del rivenditore. Se un determinato permesso nell'abbonamento di un rivenditore non è attivato, allora l'abbonamento del servizio non fornirà il servizio o privilegio corrispondente. Un permesso non attivato vuole anche dire che un rivenditore non può realizzare l'azione designata nel Pannello di Controllo. Per esempio, se l'abbonamento di un rivenditore non fornisce un privilegio per usare il Pianificatore (la gestione del pianificatore è disattivata), allora sia il rivenditore, sia gli abbonati del rivenditore non saranno in grado di usarlo quando accederanno al Pannello di Controllo. Indirizzi IP Definisce gli indirizzi IP che saranno assegnati ai rivenditori. È importante che un rivenditore abbia almeno un indirizzo IP assegnato, altrimenti, non sarà in grado di creare un singolo abbonamento di servizi. In questa sezione Risorse Permessi Indirizzi IP... 51

50 50 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Risorse Norme sul sovrautilizzo Definisce cosa succede all'abbonamento del rivenditore se lo spazio su disco totale e l'utilizzo del traffico dagli abbonamenti del servizio del rivenditore (propri abbonamenti del servizio del rivenditore e quelli appartenenti ai clienti del rivenditore) raggiungono i valori del limite definito dal piano del rivenditore. Sovrautilizzo non consentito sospenderà l'abbonamento del rivenditore e tutti i clienti solo se la casella di controllo Sospendi il rivenditore quando lo spazio su disco o utilizzo del traffico oltrepassi il limite è selezionata. Se questa casella di controllo non è selezionata, gli abbonamenti del rivenditore ed i relativi clienti non saranno sospesi; verrà solo inviato un avviso ai destinatari specificati su Impostazioni > Notifiche: Opzione Limiti dell'utilizzo delle risorse superato dall'account rivenditore. È anche possibile configurare l'invio di notifiche non appena l'utilizzo dello spazio su disco o del traffico supera un valore in particolare (le opzioni Notifica dopo il raggiungimento), al fine di evitare che gli abbonamenti vengano sospesi. Le notifiche verranno inviate agli utenti e/o indirizzi specificati su Impostazioni > Notifiche: Opzione Limiti dell'utilizzo delle risorse superato dall'account rivenditore. Sovrautilizzo consentito permetterà il corretto funzionamento dell'abbonamento. L'opzione Quando il limite dell'utilizzo di una risorsa venga raggiunto, inviare secondo le impostazioni di notifica del server attiva l'invio di notifiche agli utenti e/o agli indirizzi specificati su Impostazioni > Notifiche: Opzione Limiti dell'utilizzo delle risorse superato dall'account rivenditore. Nota: Le norme sul sovrautilizzo non sono applicabili ai limiti impostati sulla dimensione delle caselle postali. Quindi, anche se permetti il sovrautilizzo, accertati di assegnare sufficiente spazio su disco per le caselle postali. Norme di overselling Definisce se un rivenditore può vendere più risorse di quelle che gli sono state assegnate con il piano. Se l'overselling è consentito, un rivenditore è retto dall'utilizzo di risorse reale invece dell'assegnazione di risorse iniziale. L'overselling è una strategia di marketing basata sul seguente schema: un rivenditore, a cui sono stati assegnati, ad esempio, dieci gigabyte di spazio su disco, assegna cinque gigabyte di spazio su disco ad ogni suo cliente, supponendo che nessuno di loro userà in realtà tutto lo spazio che gli è stato assegnato. Clienti Definisce il numero totale di account cliente che un rivenditore può creare. Altre risorse Nota: Le altre risorse hanno lo stesso significato di quelle definite nei piani e abbonamenti di hosting (a pagina 36). L'unica differenza è che un rivenditore non usa le risorse fornite direttamente, ma le ridistribuisce mediante degli abbonamenti di servizi che crea per i propri clienti o per ospitare i propri siti web.

51 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 51 Permessi Privilegi specifici del rivenditore (quelli che non coinvolgono gli abbonamenti di servizi che creano per i propri clienti) sono: Capacità di usare API remota Definisce se un rivenditore può gestire siti web remotamente attraverso applicazioni personalizzate. L'API remota è un'interfaccia che può essere usata per sviluppare applicazioni personalizzate integrate con i siti web, che potrebbero essere usate, ad esempio, per automatizzare la configurazione di account di hosting e per la fornitura di servizi per clienti che acquistano servizi di hosting dal tuo sito. Per maggiori informazioni, consultare la documentazione di Parallels Plesk Panel API, disponibile presso il portale PTN (http://www.parallels.com/ptn/documentation/ppp/). Accedi al Pannello Definisce se un rivenditore può usare l'interfaccia utente grafica del Pannello. Creazione dell'account cliente Definisce se un rivenditore può creare account utente e abbonamenti per i propri clienti del Pannello. Consentire l'overselling Definisce se un rivenditore può configurare le norme sull'overselling, intendendo che il rivenditore stesso può definire se l'overselling gli è consentito o meno. Altri permessi Nota: Il senso di altri permessi è lo stesso degli abbonamenti di servizi (a pagina 39). Indirizzi IP Questi parametri definiscono le risorse IP fornite nel piano. Assegna indirizzi IP condivisi Definisce gli indirizzi IP condiviso che saranno disponibili ad un rivenditore. Assegna indirizzi IPv4 dedicati e Assegna indirizzi IPv6 dedicati Definisce che un numero specificato di indirizzi IP dedicati della tipologia corrispondente deve essere assegnato a un rivenditore. Gli IP vengono forniti automaticamente: la quantità necessaria viene presa dal numero di indirizzi IP dedicati liberi nel proprio pool di IP.

52 52 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Fornitura ai clienti Per maggiori informazioni sul nuovo modello di hosting che impiega abbonamenti e piani di servizio, consultare la sezione Capire i piani e gli abbonamenti (a pagina 27). In questa sezione Gestione di piani di servizio Abbonamento ai servizi di hosting Cambiare i servizi forniti ai clienti Gestire clienti Gestione di abbonamenti di servizi... 64

53 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 53 Gestione di piani di servizio Per maggiori informazioni sui piani di servizio, consultare la sezione Differenze tra i piani di servizio e gli abbonamenti (a pagina 27). Se hai installato il componente Customer and Business Manager e l'hai configurato perché funzioni con il Pannello, allora devi creare e gestire i piani di hosting solamene mediante Business Manager. Altrimenti, i clienti non riceveranno fatture. Dopo aver configurato i piani mediante Business Manager, sarà possibile modificarvi le impostazioni cliccando sui relativi collegamenti su Business Manager nella lista di piani di hosting. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei piani mediante Business Manager, consultare il capitolo Utilizzo di Customer and Business Manager integrato (a pagina 229). Per creare un piano di servizio: 1. Vai su Piani di servizio. 2. Fai clic su Aggiungi nuovo piano. 3. Definisci il nome del piano e le proprietà (a pagina 33). 4. Farei clic su OK. Per creare un piano aggiuntivo: 1. Vai su Piani di servizio. 2. Fai clic su Aggiungi nuovo componente aggiuntivo. 3. Definisci il nome del piano e le proprietà (a pagina 33). Tieni presente che le risorse ed i servizi definiti nei piani aggiuntivi vengono sempre aggiunti a quelli forniti nel piano di servizio. Se un servizio non è selezionato nelle proprietà del componente aggiuntivo, non vuol dire che il servizio verrà rimosso dagli abbonamenti associati. Invece, non rappresenta alcuna modifica. 4. Farei clic su OK. Per cambiare le risorse e/o servizi forniti con un piano: 1. Vai su Piani di servizio e fai clic sul nome del piano di servizio nella lista. 2. Aggiorna le proprietà (a pagina 33) del piano. 3. Applica le proprietà: Clicca su OK - nel caso in cui il piano non abbia alcun abbonamento. Clicca su Aggiorna e sincronizza - nel caso in cui il piano abbia almeno un abbonamento. Le modifiche realizzate verranno applicate e tutti gli abbonamenti associati al piano saranno sincronizzati (a pagina 30).

54 54 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Per rimuovere i piani: 1. Vai su Piani di servizio e seleziona i piani che desideri rimuovere. Tieni presente che il Pannello proibisce la rimozione di piani che sono associati con almeno un abbonamento. Per questo motivo non è possibile selezionare le caselle di controllo di tale piano. 2. Clicca su Rimuovi. 3. Clicca su Sì nella casella di conferma.

55 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 55 Abbonamento ai servizi di hosting Chiunque con un account utente creato nel Pannello può abbonarsi al piano di servizio: Questo include: clienti, rivenditori e l'amministratore del Pannello. Ogni utente può essere iscritto a diversi piani di servizio alla volta e quindi, disporrà di diversi abbonamenti di servizi, alcuni dei quali potrebbero essere personalizzati e altri potrebbero essere associati a diversi piani aggiuntivi e di servizio. L'abbonamento di un nuovo cliente normalmente implica la creazione di un account cliente insieme al suo primo abbonamento.nonostante, dalla versione Parallels Plesk Panel 10.2, è anche possibile creare account cliente senza abbonamenti. Questo può essere utile se per il momento non è necessario configurare un sito web per un cliente e si desidera trasferire un abbonamento da un altro account cliente o configurare un abbonamento più tardi.tieni presente che i clienti senza abbonamenti non possono accedere al Pannello di Controllo. Per creare un nuovo account cliente senza un abbonamento: 1. Vai su Clienti e clicca su Aggiungi nuovo cliente. 2. Specifica il contatto del cliente e l'informazione di fatturazione, il nome utente e la password del Pannello di Controllo. 3. Deseleziona la casella di controllo Crea abbonamento per il cliente. 4. Fai clic su OK. Per abbonare un nuovo cliente ad un piano di servizio e, facoltativamente, ai componenti aggiuntivi: 1. Vai su Clienti e clicca su Aggiungi nuovo cliente. 2. Indica l'informazione di contatto/fatturazione del cliente, il nome utente e la password dell'account del Pannello e gli attributi del dominio collegato all'abbonamento. 3. Seleziona un piano di servizio al quale verrà associato l'abbonamento. 4. Seleziona i piani aggiuntivi, se deciderai di aggiungerli. 5. Non selezionare la casella di controllo Procedi alla personalizzazione dell'abbonamento Fai clic su OK. Per abbonare un nuovo cliente ad un piano di servizio ed ai componenti aggiuntivi con determinate condizioni (personalizza l'abbonamento associato ai piani): 1. Vai su Clienti e clicca su Aggiungi nuovo cliente.

56 56 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 2. Indica l'informazione di contatto/fatturazione del cliente, il nome utente e la password dell'account del Pannello e gli attributi del dominio collegato all'abbonamento. 3. Seleziona un piano di servizio ed i componenti aggiuntivi. 4. Seleziona la casella di controllo Procedi alla personalizzazione dell'abbonamento Fai clic su OK. L'account cliente e l'abbonamento verranno creati e il Pannello offrirà la possibilità di personalizzare le proprietà dell'abbonamento quali le risorse (a pagina 36) ed i permessi (a pagina 39). La personalizzazione dei parametri di hosting, della posta e del servizio DNS non è disponibile nel Pannello di Amministrazione del Server. 6. Personalizza le proprietà dell'abbonamento. 7. Fai clic su Aggiornamento & Blocco. L'abbonamento personalizzato verrà bloccato per la sincronizzazione, non verrà sincronizzato con il piano di servizio ed i componenti aggiuntivi, nel caso in cui vengano modificati. Per maggior informazioni, consultare la sezione Sincronizzare abbonamenti e piani. Stati degli abbonamenti (a pagina 30). Per abbonare un nuovo cliente ai tuoi servizi con determinate condizioni (crea un abbonamento personalizzato): 1. Vai su Clienti e clicca su Aggiungi nuovo cliente. 2. Indica l'informazione di contatto/fatturazione del cliente, il nome utente e la password dell'account del Pannello e gli attributi del dominio collegato all'abbonamento. 3. Seleziona Nessuno vicino a Piano di servizio. Le proprietà dell'abbonamento saranno definite a seconda del piano di servizio predefinito del Pannello. 4. Selezionare la casella di controllo Procedi alla personalizzazione dell'abbonamento Fai clic su OK. L'account cliente ed il relativo abbonamento personalizzato verranno creati. Per maggiori informazioni sugli abbonamenti personalizzati, consultare la sezione Rapporti tra Abbonamenti e Piani di Servizio/Aggiuntivi (a pagina 29). Il Pannello offrirà la possibilità di personalizzare le proprietà dell'abbonamento, quali le risorse (a pagina 36) ed i permessi (a pagina 39). La personalizzazione dei parametri di hosting, della posta e del servizio DNS non è disponibile nel Pannello di Amministrazione del Server. 6. Personalizza le proprietà dell'abbonamento. 7. Fai clic su OK. Per aggiungere un abbonamento per ospitare i siti web e la posta elettronica: 1. Vai su Abbonamenti e clicca su Aggiungi nuovo abbonamento.

57 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Definisci gli attributi del dominio fornito con l'abbonamento, il piano di servizio ed i componenti aggiuntivi. 3. È anche possibile selezionare la casella di controllo Procedi alla personalizzazione dell'abbonamento Fai clic su OK.

58 58 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Cambiare i servizi forniti ai clienti Il Pannello offre diversi modi per cambiare i servizi forniti ai clienti. I diversi modi sono: Modificando un abbonamento esistente: Aggiungendo piani aggiuntivi. L'abbonamento verrà ampliato. Tramite il trasferimento di un abbonamento verso un altro piano di servizio. Personalizzando i parametri dell'abbonamento. L'abbonamento fornirà un set personalizzato di risorse e servizi, rimarrà comunque associato ai piani, ma sarà bloccato per la sincronizzazione. Nota: È possibile personalizzare solo le risorse ed i permessi, le altre proprietà dell'abbonamento, quali i parametri di hosting, di posta e dei servizi DNS non possono essere modificati dal Pannello di Amministrazione del Server. Svincolando l'abbonamento dai piani e realizzando delle modifiche personalizzate. L'abbonamento fornirà un set personalizzato di risorse e servizi e non sarà associato ad alcun piano di servizio. Nota: È possibile personalizzare solo le risorse ed i permessi, le altre proprietà dell'abbonamento, quali i parametri di hosting, di posta e dei servizi DNS non possono essere modificati dal Pannello di Amministrazione del Server. Creando un nuovo abbonamento oltre a quello che il cliente possiede già. Modificando il piano di servizio. Questa operazione incide su tutti gli abbonamenti associati al piano che viene modificato, quindi si consiglia di usare questo metodo nel caso in cui sia necessario aggiornare il piano, poiché la maggior parte degli abbonati potrebbero iniziare a riscontrare una mancanza di risorse. Nota: Per maggiori informazioni, consultare la sezione Differenze tra i piani di servizio e gli abbonamenti (a pagina 27). Per ampliare un abbonamento mediante l'aggiunto di un piano aggiuntivo: 1. Vai su Abbonamenti > <Nome dell'abbonamento>. 2. Fai clic su Modifica piano. 3. Seleziona i componenti aggiuntivi richiesti nella casella Disponibile e fai clic su >>. 4. Fai clic su OK. Nota: È possibile aggiungere componenti aggiuntivi a diversi abbonamenti alla volta: Va su Abbonamenti, seleziona gli abbonamenti di destinazione nella lista e clicca su Modifica piano. Per spostare un abbonamento verso un altro piano di servizio: 1. Vai su Abbonamenti > <Nome dell'abbonamento>. 2. Fai clic su Modifica piano.

59 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Seleziona il nuovo piano di servizio. 4. Fai clic su OK. Nota: È possibile cambiare diversi abbonamenti alla volta: Va su Abbonamenti, seleziona gli abbonamenti di destinazione nella lista e clicca su Modifica piano. Per personalizzare un abbonamento e tenerlo associato ai piani: 1. Vai su Abbonamenti > <Nome dell'abbonamento>. 2. Clicca su Personalizza. 3. Cambia le risorse (a pagina 36) ed i permessi (a pagina 39) forniti con l'abbonamento. 4. Fai clic su Aggiornamento & Blocco. Per personalizzare un abbonamento e svincolarlo dai piani 1. Vai su Abbonamenti > <Nome dell'abbonamento>. 2. Fai clic su Modifica piano. 3. Seleziona Nessuno vicino a Piano di servizio. 4. Seleziona la casella di controllo Procedi alla personalizzazione dell'abbonamento Fai clic su OK. 6. Cambia le risorse (a pagina 36) ed i permessi (a pagina 39) forniti con l'abbonamento. 7. Fai clic su OK. Per aggiungere un nuovo abbonamento ad un cliente: 1. Vai su Clienti > <Nome del cliente>. 2. Fai clic su Aggiungi nuovo abbonamento. 3. Definisci gli attributi del dominio fornito con l'abbonamento, il piano di servizio ed i componenti aggiuntivi. 4. È anche possibile selezionare la casella di controllo Procedi alla personalizzazione dell'abbonamento Fai clic su OK. Per modificare un piano: 1. Vai su Piani di servizio e fai clic sul nome del piano di servizio nella lista. 2. Aggiorna le proprietà (a pagina 33) del piano. 3. Fai clic su Aggiorna e sincronizza.

60 60 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Le modifiche realizzate verranno applicate e tutti gli abbonamenti associati al piano saranno sincronizzati (a pagina 30).

61 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 61 Gestire clienti Oltre a creare account cliente (a pagina 55), esistono anche altre azioni da realizzare con gli account dei clienti: Cambiare l'informazione di contatto. Cambiare la password e il nome utente usati da un cliente per accedere al Pannello di Controllo. Nota: Il Pannello non notifica i clienti dopo la modifica dell'informazione di login in modo automatico. La cosa più importante è che un cliente deve fornire il proprio nome utente ed indirizzo per ripristinare la password. Quindi, è necessario accertarsi di informare i clienti sulle modifiche dell'informazione di login, specialmente se il nome utente viene modificato. Altrimenti, non saranno in grado di usare il Pannello. Sospendere account. L'accesso al Pannello è bloccato per gli utenti sospesi e gli utenti del Pannello di Controllo da essi creati. Gli abbonamenti del cliente sono anche sospesi, per cui i relativi servizi di posta, siti web e FTP non saranno più accessibili agli utenti internet. Attivare account. Dopo l'attivazione dell'account, vengono anche attivati tutti i suoi abbonamenti e tutti i servizi cominciano a funzionare correttamente. Rimuovere account. Una volta rimosso un account cliente, tutti gli abbonamenti del cliente e siti web vengono anche eliminati. Se avevi installato e configurato il componente Customer and Business Manager perché funzioni insieme al Pannello, allora saranno disponibili nel Pannello i seguenti collegamenti aggiuntivi: Business Manager. Dati di fatturazione. Fatture. Cronologia di pagamenti. Creazione di fatture non saldate (nel menu Altre operazioni aziendali). Crea fattura (nel menu Altre operazioni aziendali). Crediti (nel menu Altre operazioni aziendali). Conti di fatturazione (nel menu Altre operazioni aziendali). Usa questi link per gestire gli account dei clienti in Business Manager. Per maggiori informazioni sulle operazioni disponibili, consultare il capitolo Utilizzo di Customer and Business Manager integrato (a pagina 229). Per cambiare l'informazione di contatto di un cliente: 1. Vai su Clienti e clicca sul <Nome del cliente> nella lista. 2. Fai clic su Modifica informazione di contatto. 3. Aggiorna l'informazione e scegli OK.

62 62 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Per cambiare il nome utente e la password che un cliente usa per accedere al Pannello di Controllo: 1. Vai su Clienti e clicca sul <Nome del cliente> nella lista. 2. Fai clic su Cambia l'informazione di accesso. 3. Aggiorna la password ed il nome utente e clicca su OK. Per sospendere un account cliente: 1. Vai su Clienti e clicca sul <Nome del cliente> nella lista. 2. Fai clic su Sospendi. Per sospendere diversi account alla volta: 1. Vai su Clienti. 2. (Facoltativo) Filtrare gli account attivi: a. Fai clic sul pulsante vicino al campo di ricerca sopra la lista. Questo aprirà il filtro della lista. b. Nel filtro Stato, seleziona Attivo. 3. Seleziona gli account di destinazione nella lista. 4. Fai clic su Altre azioni > Sospendi. Per attivare un account cliente: 1. Vai su Clienti e clicca sul <Nome del cliente> nella lista. 2. Cliccare su Attivare. Per attivare diversi account alla volta: 1. Vai su Clienti. 2. (Facoltativo) Filtrare gli account sospesi: a. Fai clic sul pulsante vicino al campo di ricerca sopra la lista. Questo aprirà il filtro della lista. b. Nel filtro Stato, seleziona Sospeso. 3. Seleziona gli account di destinazione nella lista. 4. Fai clic su Altre azioni > Attiva. Per rimuovere account cliente:

63 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Vai sulla scheda Clienti e seleziona gli account che desideri rimuovere. 2. Clicca su Rimuovi. 3. Clicca su Sì nella casella di conferma.

64 64 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Gestione di abbonamenti di servizi Per maggiori informazioni sugli abbonamenti, consultare la sezione Differenze tra i piani di servizio e gli abbonamenti (a pagina 27). Oltre alla creazione di abbonamenti (a pagina 55), è possibile realizzare le seguenti azioni con gli abbonamenti di servizio appartenenti ai tuoi clienti, ai tuoi rivenditori e a te stesso: Cambiare le impostazioni di hosting di un abbonamento. Ovvero, l'indirizzo IP in cui i siti web dell'abbonamento sono ospitati e le credenziali dell'account utente del sistema collegato all'abbonamento (usate per gestire i file e le cartelle dei siti web nell'abbonamento e per accedere al server tramite SSH o Desktop Remoto). Trasferire uno o diversi abbonamenti verso un altro utente. Questo significa che si cambia il proprietario degli abbonamenti o, in altre parole, si assegnano di nuovo gli abbonamenti ad un altro utente: un altro cliente, rivenditore o te stesso. In questo caso, gli abbonamenti vengono automaticamente svincolati dai loro piani e diventano personalizzati (a pagina 29). Sospendere abbonamenti. I servizi di posta, FTP e siti web degli abbonamenti sospesi non sono più accessibili agli utenti Internet. Sospendere un abbonamento manualmente può essere utile nel caso in cui un sito web ospitato in un abbonamento venga attaccato. Attivare gli abbonamenti che sono stati sospesi manualmente. Quando un abbonamento viene attivato, tutti i servizi forniti con esso iniziano a funzionare correttamente. Rinnova un abbonamento scaduto. Il Pannello non rinnova abbonamenti automaticamente, quindi sospende un abbonamento quando si giunge alla data di scadenza dell'abbonamento. Rimuovere abbonamenti. Se avevi installato e configurato il componente Customer and Business Manager perché funzioni insieme al Pannello, allora saranno disponibili nel Pannello i seguenti collegamenti aggiuntivi: Business Manager. Dati di fatturazione. Aggiornamento. Downgrade. Componenti aggiuntivi Usa questi collegamenti per gestire gli abbonamenti in Business Manager. Per maggiori informazioni sulle operazioni disponibili, consultare il capitolo Utilizzo di Customer and Business Manager integrato (a pagina 229). Per cambiare le impostazioni di hosting di un abbonamento: 1. Vai su Abbonamenti e clicca sull'<abbonamento> nella lista. 2. Clicca su Cambia impostazioni di hosting.

65 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Aggiorna l'informazione e scegli OK. Per trasferire un abbonamento verso un altro utente: 1. Vai su Abbonamenti e clicca sull'<abbonamento> nella lista. 2. Fai clic su Cambia abbonamento. 3. Seleziona un nuovo abbonamento e clicca su Avanti >>. 4. Verifica l'informazione sulle modifiche da realizzare nelle impostazioni dell'abbonamento e clicca su OK. Per trasferire diversi abbonamento verso un altro utente: 1. Vai su Abbonamenti. 2. Seleziona gli abbonamenti che desideri riassegnare. 3. Fai clic su Cambia abbonamento. 4. Seleziona un nuovo abbonamento e clicca su Avanti >>. 5. Verifica l'informazione sulle modifiche da realizzare nelle impostazioni dell'abbonamento e clicca su OK. Per sospendere un abbonamento: 1. Vai su Abbonamenti e clicca sul <Nome dell'abbonamento> nella lista. 2. Fai clic su Sospendi. Per sospendere diversi abbonamenti alla volta: 1. Vai su Abbonamenti. 2. (Facoltativo) Filtra gli abbonamenti attivi: a. Fai clic sul pulsante vicino al campo di ricerca sopra la lista. Questo aprirà il filtro della lista. b. Nel filtro Stato, seleziona Attivo. 3. Seleziona gli abbonamenti di destinazione nella lista. 4. Fai clic su Sospendi. Per attivare un abbonamento: 1. Vai su Abbonamenti e clicca sul <Nome dell'abbonamento> nella lista. 2. Cliccare su Attivare.

66 66 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Nota: Attivare un abbonamento in questo modo è consigliato solo per gli abbonamenti che sono stati sospesi manualmente. Se attivi in questo modo un abbonamento scaduto, verrà automaticamente sospeso il giorno successivo. In questi casi, è necessario rinnovare gli abbonamenti come descritto sotto. Per attivare diversi abbonamenti alla volta: 1. Vai su Abbonamenti. 2. (Facoltativo) Filtra gli abbonamenti sospesi: a. Fai clic sul pulsante vicino al campo di ricerca sopra la lista. Questo aprirà il filtro della lista. b. Nel filtro Stato, seleziona Sospeso. 3. Seleziona gli abbonamenti di destinazione nella lista. 4. Cliccare su Attivare. Nota: Attivare abbonamenti in questo modo è consigliato solo per gli abbonamenti che sono stati sospesi manualmente. Se attivi in questo modo degli abbonamenti scaduti, verranno automaticamente sospesi il giorno successivo. In questi casi, è necessario rinnovare gli abbonamenti come descritto sotto. Per rinnovare un abbonamento scaduto: 1. Vai su Abbonamenti e clicca sul <Nome dell'abbonamento> nella lista. 2. Cliccare su Attivare. 3. Clicca su Personalizza. 4. Nella scheda Risorse, configura una nuova data di scadenza o seleziona Illimitato. 5. Fai clic su Aggiornamento & Blocco. 6. Fai clic su Sblocca e sincronizza. Per rimuovere gli abbonamenti: 1. Vai su Abbonamenti e seleziona quelli che desideri rimuovere. 2. Clicca su Rimuovi. 3. Clicca su Sì nella casella di conferma.

67 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 67 Impiegare i rivenditori Per maggiori informazioni sul nuovo modello di hosting che impiega abbonamenti e piani di rivenditori, consultare la sezione Capire i piani e gli abbonamenti (a pagina 27). In questa sezione Creare Abbonamenti/Account Rivenditore Cambiare l'abbonamento rivenditore Creare Abbonamenti/Account Rivenditore Un abbonamento rivenditore è inseparabile dall'account rivenditore. Quindi, per creare un rivenditore, si crea un abbonamento rivenditore. In un caso comune, un rivenditore è abbonato ad un piano rivenditore. Nonostante, a seconda della quantità di rivenditori e dall'intenzione di fornire loro differenti quantità di risorse e servizi, è possibile scegliere uno dei seguenti modi o una combinazione di essi: Disporre di diversi piani rivenditore e diversi rivenditori abbonati ad ognuno di loro. (Gli abbonamenti rivenditori sono associati e sincronizzati ai piani.) Questo modo è utile quando ci sono diversi rivenditori con cui si lavora in differenti condizioni, volendo modificare queste condizioni con il minimo impegno, tramite la sincronizzazione (a pagina 30) degli abbonamenti con il piano associato. Disporre di uno o diversi piani rivenditore e rivenditori abbonati ad essi mentre alcuni degli abbonamenti sono modificati e bloccati per la sincronizzazione. (Gli abbonamenti rivenditore sono associati a dei piani, alcuni dei quali sono sincronizzati e altri bloccati per la sincronizzazione.) Questo modo è quasi lo stesso di quello precedente, con un'unica differenza: si desidera che alcuni rivenditori dispongano di abbonamenti leggermente diversi dal piano associato. In questo caso, usa l'opzione Procedi alla personalizzazione dei parametri dell'abbonamento nella creazione di un rivenditore. Disporre di solo alcuni rivenditori con abbonamenti personalizzati (a pagina 29). Questo modo è consigliato se si dispone di pochi rivenditori, di cui le proprietà dell'abbonamento sono più semplici da modificare manualmente, senza dover creare un set di piani. In tal caso, non scegliere niente vicino a Piano di servizio nella creazione di un rivenditore.

68 68 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Cambiare l'abbonamento rivenditore Il Pannello offre diversi modi di cambiare le risorse ed i servizi assegnati ai rivenditori. I diversi modi sono: Modificare il piano rivenditore associato. Questa operazione incide su tutti gli abbonamenti associati al piano che viene modificato, quindi si consiglia di usare questo metodo nel caso in cui sia necessario aggiornare il piano, poiché la maggior parte degli abbonati potrebbero iniziare a riscontrare una mancanza di risorse e servizi. Modificare l'abbonamento: Tramite il trasferimento di un abbonamento verso un altro piano di servizio. Personalizzando i parametri dell'abbonamento. L'abbonamento fornirà un set personalizzato di risorse e servizi, rimarrà comunque associato ai piani, ma sarà bloccato per la sincronizzazione. Svincolando l'abbonamento dal piano e realizzando delle modifiche personalizzate. L'abbonamento fornirà un set personalizzato di risorse e servizi e non sarà associato ad alcun piano rivenditore. Per modificare un piano rivenditore: 1. Vai su Piani di servizio. 2. Fai clic sulla scheda Piani rivenditore e clicca sul nome del piano di servizio nella lista. 3. Aggiorna le proprietà (a pagina 49) del piano. 4. Fai clic su Aggiorna e sincronizza. Le modifiche realizzate verranno applicate e tutti gli abbonamenti associati al piano saranno sincronizzati (a pagina 30). Per spostare un abbonamento rivenditore verso un altro piano: 1. Vai su Rivenditori > <Nome del rivenditore>. 2. Fai clic su Modifica piano. 3. Seleziona il nuovo piano rivenditore. 4. Fai clic su OK. Per personalizzare un abbonamento rivenditore (risorse e permessi), pur rimanendo associato al piano: 1. Vai su Rivenditori > <Nome del rivenditore>. 2. Clicca su Personalizza. 3. Cambia le risorse (a pagina 50) ed i permessi (a pagina 51) forniti con l'abbonamento.

69 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Fai clic su Aggiornamento & Blocco. Per personalizzare un abbonamento rivenditore (indirizzi IP), pur rimanendo associato al piano: 1. Vai su Rivenditori > <Nome del rivenditore>. 2. Cliccare su Indirizzi IP. 3. Cambia gli indirizzi IP assegnati all'abbonamento: Per assegnare un indirizzo IP, fai clic su Aggiungi indirizzo IP, seleziona l'indirizzo o indirizzi (per selezionare multipli indirizzi IP, premere e rilasciare il pulsante Control sulla tastiera e fai clic sinistro sugli indirizzi occorrenti) nella casella IP disponibili e clicca su OK. Per revocare un indirizzo IP, seleziona la relativa casella di controllo e clicca su Rimuovi indirizzo IP. Confermare la rimozione e cliccare OK. Per assegnare un certificato SSL ad un indirizzo IP, fai clic sull'indirizzo IP che t'interessa, seleziona il certificato necessario dal menu Certificato SSL e clicca OK. Appena gli IP verranno aggiunti o rimossi, l'abbonamento rimarrà bloccato per la sincronizzazione con il piano. Per personalizzare un abbonamento rivenditore e svincolarlo dal piano: 1. Vai su Rivenditori > <Nome del rivenditore>. 2. Fai clic su Modifica piano. 3. Seleziona Nessuno vicino al Nuovo piano. 4. Seleziona la casella di controllo Procedi alla personalizzazione dell'abbonamento Fai clic su OK. 6. Cambia le risorse (a pagina 50) ed i permessi (a pagina 51) forniti con l'abbonamento. 7. Fai clic su OK.

70 70 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori Aggiungere servizi alle offerte Oltre ai servizi di hosting e alle caratteristiche fornite dal Pannello, è possibile ampliare le offerte usando i seguenti mezzi: Installare applicazioni di terze parti comprese come moduli del Pannello ed includere i servizi che esse offrono nei propri piani di hosting. Quando viene installato un modulo di questo tipo, il servizio che offre viene registrato nel Pannello e reso disponibile per l'inclusione nei piani di hosting dall'amministratore del server e dai rivenditori: L'opzione corrispondente al nuovo servizio è elencata nelle proprietà del piano di hosting, sulla scheda Servizi Addizionali. Aggiungere opzioni personalizzate ai piani. Per esempio, se offri un servizio di supporto online su e desideri comprendere l'opzione di supporto in un piano di servizio, devi configurare un'opzione personalizzata nel piano: 1. Vai su Piani di servizio > Servizi addizionali > Aggiungi servizio. 2. Indicare il nome di servizio (Supporto Premium), descrizione del servizio e seleziona l'opzione per posizionare un pulsante nel Pannello di Controllo con il link al servizio online (http://premium-support.example.com). Una volta fatto, verrà visualizzata la nuova scheda Servizi addizionali nelle impostazioni del piano di hosting. Mostra l'opzione Supporto Premium, che avevi personalizzato e che sia tu sia i tuoi rivenditori potete offrire ai clienti. Per aggiungere un servizio offerto da un'applicazione compresa come un modulo: Installa il modulo secondo le istruzioni fornite nella sezione Ampliare le capacità di Parallels Plesk Panel con moduli e componenti aggiuntivi (a pagina 160) oppure segui le istruzioni fornite dal fabbricante del modulo. Per aggiungere un servizio come un'opzione personalizzata del piano: 1. Vai su Piani di Servizio > Servizi addizionali. 2. Fai clic su Aggiungi servizio. 3. Specificare quanto segue: Nome di servizio. Descrizione del servizio. Usa il pulsante personalizzato per il servizio. Seleziona questa casella di controllo per posizionare il collegamento ipertestuale al servizio online o all'applicazione web sul Pannello di Controllo dell'abbonato. URL associato al pulsante. Indicare l'indirizzo Internet dove l'utente deve essere reindirizzato dopo aver fatto clic sul pulsante. Per esempio:http://premium-support.example.com.

71 Servire i clienti ed impiegare i rivenditori 71 Immagine di sfondo per il pulsante. Se non viene selezionata nessuna immagine, il Pannello userà l'immagine predefinita. Apri l'url nel Pannello. Non selezionare questa casella di controllo se desideri che la risorsa web esterna si apra in una nuova scheda o finestra del browser. Se vuoi che il Pannello invii l'informazione sul cliente e sull'abbonamento con la richiesta HTTP, indica le informazioni da includere: ID dell'abbonamento. Nome di dominio principale associato ad un abbonamento. Nome utente e password dell'account FTP. ID dell'account, nome, e nome dell'azienda del cliente. 4. Clicca su OK. Se non vuoi consentire ai rivenditori di utilizzare un servizio addizionale per offrirlo ai propri clienti: 1. Vai su Piani di Servizio > Servizi addizionali. 2. Seleziona la casella di controllo corrispondente al servizio e fai clic su Non rendere disponibile. Per consentire ai rivenditori di usare un servizio addizionale per offrirlo ai propri clienti: 1. Vai su Piani di Servizio > Servizi addizionali. 2. Seleziona la casella di controllo corrispondente al servizio e fai clic su Non rendere disponibile. Per rimuovere un'opzione personata di un piano dalle proprietà del piano di servizio: 1. Vai su Piani di Servizio > Servizi addizionali. 2. Seleziona la casella di controllo corrispondente al servizio e fai clic su Rimuovi Servizio. Per rimuovere un servizio addizionale fornito da un modulo: Disinstalla il modulo dal Pannello.

72 C A P I T O L O 7 Configurazione di Parallels Plesk Panel Questo capitolo indica i passaggi necessari per la configurazione e la gestione di Parallels Plesk Panel. In questo capitolo: Ottenere e Installare una Chiave di Licenza Proteggere Parallels Plesk Panel Aspetto Personalizzazione Regolare le preferenze della sessione Azioni di registrazione realizzate dai tuoi clienti nel Pannello... 89

73 Configurazione di Parallels Plesk Panel 73 Ottenere e Installare una Chiave di Licenza Il Pannello comprende una chiave di licenza di prova, già installata nel Pannello. Questa chiave di licenza offre una funzionalità limitata e viene attivata per un periodo di tempo limitato. Quindi, si dovrebbe ottenere una chiave di licenza corretta da Parallels o dai suoi partner e installarla nel Pannello. Le chiavi di licenza di Parallels Plesk Panel comprendono una data di scadenza incorporata. Questo è stato fatto per evitare il frode e il furto. Richiede il controllo del software Parallels Plesk Panel insieme al server di licenze Parallels, durante un periodo di 10 giorni prima della data di scadenza, per verificare che la chiave non sia stata rubata e sia stata usata secondo il Contratto di Licenza per Utenti Finali (ovvero, installata su un singolo server). Una volta eseguita la verifica, la data di scadenza viene prolungata. Parallels Plesk Panel tenterà di connettere su TCP/IP al server di licenze attraverso la porta Accertati che non sia bloccata da un firewall. La procedura di aggiornamento viene automaticamente eseguita e l'amministratore del server gestito da Parallels Plesk Panel non deve realizzare alcuna azione a meno che si sia qualche problema.nel caso in cui la chiave di Parallels Plesk Panel scadesse, verifica il tuo firewall e quindi vai su Strumenti e Utility > Gestione di Licenze (nel gruppo Pannello ) e fai clic su Ripristina Chiavi. Se non fosse possibile aggiornare la chiave, contatta il tuo rivenditore o Parallels (se hai acquistato la chiave di licenza direttamente da Parallels). È possibile verificare la connessione al server di licenze in qualsiasi momento, accedendo a Strumenti e Utility > Gestione di Licenze (nel gruppo Pannello) e cliccando su Ripristina Chiavi. In questa sezione Aggiornamento della chiave di licenza di prova Installare chiavi di licenza aggiuntive per i componenti aggiuntivi di Parallels Plesk Panel Aggiornare la chiave di licenza Tornare alla chiave di licenza usata in precedenza... 76

74 74 Configurazione di Parallels Plesk Panel Aggiornamento della chiave di licenza di prova Per aggiornare la chiave di licenza di prova: 1. Vai a Strumenti e Utility > Gestione di Licenze (nel gruppo Pannello ) e fai clic su Ordina aggiornamenti di Parallels Panel. 2. Il negozio online di Parallels si aprirà in un altra finestra del browser. In questa finestra, seleziona gli elementi e caratteristiche che desideri comprendere nella licenza di Parallels Plesk Panel e fai clic su Invio. Nei passaggi seguenti, indica la valuta, il numero delle chiavi di licenza, fornisci i dati personali, l'indirizzo di fatturazione, la modalità di pagamento e invia il formulario. Il nuovo codice sarà inviato all'indirizzo d' specificato. 3. Salva il nuovo codice nel disco rigido della macchina locale. 4. Apri la schermata Gestione di Licenze nuovamente in Parallels Plesk Panel (Strumenti e Utility > Gestione di Licenze) e fai clic su Aggiorna Chiave. 5. Inserire il percorso verso il file del codice che avete salvato nel computer locale oppure cliccare su Sfoglia per trovarlo. 6. Seleziona la casella di controllo Sostituisci la chiave di licenza attualmente installata con quella selezionata per confermare che sei sicuro di voler sostituire la corrente chiave di licenza con quella nuova. Se questa casella di controllo non è selezionata, la nuova chiave di licenza non sarà installata. 7. Se la nuova chiave di licenza consente di ospitare meno siti di quelli che ospiti già nel server, Parallels Plesk Panel smetterà di funzionare. Nonostante, per evitare che il Pannello confronti la quantità di risorse usate e quelle garantite dalla nuova chiave, seleziona la casella di controllo Consenti sovrascrittura dell'utilizzo delle risorse. Questo può risultare utile se si desidera installare temporaneamente un codice di licenza con meno risorse e quindi aggiornarlo attraverso il pannello. 8. Cliccare OK per installare la nuova chiave sul pannello.

75 Configurazione di Parallels Plesk Panel 75 Installare chiavi di licenza aggiuntive per i componenti aggiuntivi di Parallels Plesk Panel Per installare una chiave di licenza addizionale per un componente aggiuntivo di Parallels Plesk Panel: 1. Vai su Strumenti e Utility > Gestione di Licenze (nel gruppo Pannello). 2. Fai clic su Ordina Componenti Aggiuntivi del Pannello. 3. Comparirà la pagina del negozio online Parallels con la lista di componenti aggiuntivi in una nuova finestra del browser. In questa pagina, seleziona i componenti aggiuntivi che desideri ordinare e clicca su Invio. 4. Poiché i componenti aggiuntivi di Parallels Plesk Panel vengono aggiunti alle chiavi di licenza già esistenti, è necessario inserire il numero di chiave della licenza a cui viene aggiunta questa caratteristica e cliccare su Invio. 5. Nei passaggi seguenti, indica la valuta, il numero delle chiavi di licenza, fornisci i dati personali, l'indirizzo di fatturazione, la modalità di pagamento e invia il formulario. Riceverai un una volta elaborato il tuo ordine. 6. Quando avrai ricevuto la notifica per , ritorna alla schermata Gestione di Licenze (Strumenti e Utility > Gestione di Licenze) e fai clic su Ripristina Chiavi per ripristinare la chiave di licenza ordinata. Il Manager di Licenze del Pannello ripristinerà la chiave di licenza aggiornata dal server di licenze Parallels e l'installerà automaticamente nel Pannello.

76 76 Configurazione di Parallels Plesk Panel Aggiornare la chiave di licenza Se hai intenzione di ampliare la base di clienti ed ospitare più siti sul server di quanto permesso attualmente dalla tua licenza, è necessario aggiornare la chiave di licenza. Per aggiornare la chiave di licenza: 1. Vai su Strumenti e Utility > Gestione di Licenze (nel gruppo Pannello). 2. Fai clic su Ordina Aggiornamenti del Pannello. 3. Nella pagina del negozio online di Parallels, seleziona l'opzione di aggiornamento desiderata e clicca su Invio. 4. Nel passaggio successivo, indica i dati dell'acquisto ed invia il formulario. Riceverai un una volta elaborato il tuo ordine. 5. Quando avrai ricevuto la notifica per , ritorna alla schermata Gestione di Licenze (Strumenti e Utility > Gestione di Licenze) e fai clic su Ripristina Chiavi per ripristinare la chiave di licenza ordinata. Il Manager di Licenze del Pannello ripristinerà la chiave di licenza aggiornata dal server di licenze Parallels e la caricherà automaticamente nel Pannello. Tornare alla chiave di licenza usata in precedenza Per ripristinare la chiave di licenza usata in precedenza: 1. Vai su Strumenti e Utility > Gestione di Licenze (nel gruppo Pannello). 2. Fai clic su Ripristina Chiave. La chiave di licenza installata in precedenza verrà ripristinata. Proteggere Parallels Plesk Panel In questa sezione Limitare l'accesso amministrativo a Parallels Plesk Panel Proteggere la comunicazione al server con crittografia SSL... 78

77 Configurazione di Parallels Plesk Panel 77 Limitare l'accesso amministrativo a Parallels Plesk Panel Per ridurre i problemi di sicurezza, è possibile limitare l'accesso amministrativo al tuo pannello di controllo da determinati indirizzi IP. Per consentire l'accesso amministrativo al Pannello solo da determinati indirizzi IP o reti: 1. Vai su Impostazioni > Limita accesso amministrativo (nel gruppo Sicurezza). 2. Fai clic su Aggiungi nuova rete e indica gli indirizzi IP richiesti. Fai clic su OK. Per specificare delle sottoreti, è possibile usare simboli jolly (*) e maschere di sottorete. 3. Seleziona l'opzione Negato dalle reti che non sono elencate e clicca su Imposta. Quando ti verrà richiesto, conferma l'operazione e clicca su OK. Per proibire l'accesso amministrativo da determinati indirizzi IP o reti: 1. Vai su Impostazioni > Limita accesso amministrativo (nel gruppo Sicurezza). 2. Fai clic su Aggiungi nuova rete e indica un indirizzo IP. Fai clic su OK. Per specificare delle sottoreti, è possibile usare simboli jolly (*) e maschere di sottorete. 3. Seleziona l'opzione Consentito, escludendo le reti nella lista e clicca su Imposta. Quando ti verrà richiesto, conferma l'operazione e clicca su OK.

78 78 Configurazione di Parallels Plesk Panel Proteggere la comunicazione al server con crittografia SSL Per motivi di sicurezza, è possibile accedere al pannello di controllo solo tramite connessione sicura, fornita dal protocollo di trasferimento ipertestuale abilitato da SSL (Secure Sockets Layer). Tutti i dati scambiati con il server gestito da Parallels Plesk Panel sono crittografati, quindi si evita l'intercettazione di informazioni importanti. Il certificato SSL usato nella procedura di crittografia di dati viene automaticamente generato e installato sul server durante l'installazione del pannello di controllo. ovvero, il certificato autofirmato: non è firmato da un'autorità di certificazione riconosciuta (CA), quindi, dopo il tentativo di connessione al pannello di controllo, sia voi sia i clienti visualizzeranno messaggi di avviso nei browser web. Per ottenere la fiducia del cliente, dovresti acquistare un certificato SSL da un'autorità di certificazione riconosciuta e installarlo sul pannello di controllo. Sarete in grado di: usa le funzioni per acquistare certificati SSL da Comodo, GeoTrust, Inc. o GoDaddy, fornito dal tuo pannello di controllo, oppure creare una richiesta di certificato (CSR) dal pannello di controllo e inviarla all'autorità di certificati di vostra scelta, la quale creerà un certificato SSL per voi. Nota: Se desideri usare le funzioni del pannello di controllo per acquistare un certificato tramite il negozio online MyPlesk.com, non si dovrebbero usare strumenti della riga di comando per creare la richiesta di firma del certificato. Per acquistare un certificato SSL da Comodo, GeoTrust, Inc. o GoDaddy tramite il negozio online di MyPleskCom e proteggere il pannello di controllo: 1. Vai su Strumenti e Utility > Certificati SSL (nel gruppo Risorse). Verrà visualizzato l'elenco dei certificati SSL che si trovano nel vostro archivio. 2. Cliccare su Aggiungere Certificato SSL. 3. Specificare le proprietà del certificato: Nome del certificato. Vi aiuterà a identificare questo certificato all'interno del vostro archivio. Livello di crittografia. Scegliete il livello di crittografia del vostro certificato SSL. Si consiglia di scegliere un valore superiore a 1024 bit. Indicate il nome e l'indirizzo della vostra società. I valori che inserite non devono superare la lunghezza di 64 caratteri. Specificare il nome host per cui si desidera acquistare un certificato SSL. Per esempio:your-domain.com Inserire il vostro indirizzo d' .

79 Configurazione di Parallels Plesk Panel Assicuratevi di aver inserito informazioni corrette e complete, perché verranno utilizzate per generare la vostra chiave privata. 5. Cliccare su Acquistare Certificato SSL. Verranno create la chiave privata e la richiesta di certificato. Non eliminarle. Si aprirà una nuova finestra sul browser sulla pagina di login MyPlesk.com. 6. Registratevi o effettuare l'accesso con un account esistente MyPlesk.com e sarete in grado di accedere al passaggio seguente della procedura di acquisto del certificato. 7. Scegliere il tipo di certificato che desiderate acquistare. 8. Cliccare su Procedi all'acquisto e ordinate il certificato. Dal menu a discesa del Validatore scegliete l'indirizzo del validatore corretto. L' del validatore è un indirizzo di posta elettronica che può confermare che il certificato per un determinato nome a dominio è stato richiesto da una persona autorizzata. 9. Quando la vostra richiesta di certificato sarà in elaborazione, riceverete un di conferma. Dopo la conferma, il certificato ti sarà inviato al tuo indirizzo Dopo aver ricevuto il certificato SSL, salvatelo sul computer locale o in rete. 11. Torna all'archivio di certificati SSL (Strumenti e Utility > SSL Certificati). 12. cliccare su Sfoglia a metà pagina e spostatevi verso l'ubicazione in cui il certificato è salvato. Selezionatelo e cliccare su Invia File. In questo modo, il certificato verrà caricato sull'archivio. 13. Selezionare la casella di controllo corrispondente al certificato appena aggiunto e cliccare su Proteggere il pannello di controllo. Per proteggere il pannello di controllo con un certificato SSL da un'autorità certificata: 1. Vai su Strumenti e Utility > Certificati SSL (nel gruppo Risorse). Verrà visualizzato l'elenco dei certificati SSL che si trovano nel vostro archivio. 2. Cliccare su Aggiungere Certificato SSL. 3. Specificare le proprietà del certificato: Nome del certificato. Vi aiuterà a identificare questo certificato all'interno del vostro archivio. Livello di crittografia. Scegliete il livello di crittografia del vostro certificato SSL. Si consiglia di scegliere un valore superiore a 1024 bit. Indicate il nome e l'indirizzo della vostra società. I valori che inserite non devono superare la lunghezza di 64 caratteri.

80 80 Configurazione di Parallels Plesk Panel Specificare il nome host per cui si desidera acquistare un certificato SSL. Per esempio:your-domain.com Inserire il vostro indirizzo d' . 4. Assicuratevi di aver inserito informazioni corrette e complete, perché verranno utilizzate per generare la vostra chiave privata. 5. Cliccare su Richiesta. La vostra chiave privata e la vostra richiesta di certificato verranno generate e immagazzinate nell'archivio. 6. Nella lista di certificati, cliccare sul nome del certificato che vi interessa. Si aprirà la pagina che mostra le proprietà dei certificati. 7. Trovare la sezione CSR sulla pagina e copiare il testo che inizia con la linea -----INIZIARE RICHIESTA DEL CERTIFICATO----- e finisce con la linea -----FINIRE RICHIESTA DI CERTIFICATO----- negli appunti. 8. Visitare il sito Web dell'autorizzazione di certificato da cui volete acquistare un certificato SSL e seguite i link sul loro sito per iniziare una procedura di ordine di certificato. Quando vi sarà chiesto di specificare il testo CSR, incollate i dati degli appunti nel formulario online e cliccare su Continuare. L'autorizzazione di certificato creerà un certificato SSL conformemente all'informazione fornita. 9. Dopo aver ricevuto il certificato SSL, salvatelo sul computer locale o in rete. 10. Torna all'archivio di certificati SSL (Impostazioni > Certificati SSL). 11. cliccare su Sfoglia a metà pagina e spostatevi verso l'ubicazione in cui il certificato è salvato. Selezionatelo e cliccare su Invia File. In questo modo, il certificato verrà caricato sull'archivio. 12. Selezionare la casella di controllo corrispondente al certificato appena aggiunto e cliccare su Proteggere il pannello di controllo. Nel caso in cui sia necessario generare un certificato autofirmato, seguire queste procedura: 1. Vai su Strumenti e Utility > Certificati SSL (nel gruppo Risorse). Verrà visualizzato l'elenco dei certificati SSL che si trovano nel vostro archivio. 2. Cliccare su Aggiungere Certificato SSL. 3. Specificare le proprietà del certificato: Nome del certificato. Vi aiuterà a identificare questo certificato all'interno del vostro archivio. Livello di crittografia. Scegliete il livello di crittografia del vostro certificato SSL. Si consiglia di scegliere un valore superiore a 1024 bit. Indicate il nome e l'indirizzo della vostra società. I valori che inserite non devono superare la lunghezza di 64 caratteri.

81 Configurazione di Parallels Plesk Panel 81 Specificare il nome host per cui si desidera acquistare un certificato SSL. Per esempio:your-domain.com Inserire il vostro indirizzo d' . 4. Clicca sul pulsante Autofirmato. Il tuo certificato verrà generato e archiviato nell'archivio. Aspetto In questa sezione Preferenze dell'interfaccia Cambiare la lingua dell'interfaccia Configurazione delle lingue dell'interfaccia Aggiungere e rimuovere pulsanti personalizzati... 85

82 82 Configurazione di Parallels Plesk Panel Preferenze dell'interfaccia Cambiare la Visualizzazione del Pannello A seconda di quali siano i tuoi oggettivi, il Pannello rende disponibili due visualizzazioni diverse tra le quali scegliere per lavorare nel Pannello: Seleziona Service Provider se usi il Pannello per vendere hosting web. Seleziona Power User se usi il Pannello per fini personali. Per maggiori informazioni sulle visualizzazioni, consultare Acquisire familiarità con Parallels Plesk Panel (a pagina 14). Per cambiare rapidamente la visualizzazione, vai su Impostazioni > Gestione dell'interfaccia. Nascondi e mostra set di pulsanti È possibile nascondere gruppi predefiniti di pulsanti dal Pannello. In questo caso, gli utenti non vedono i controlli con cui non sono autorizzati a lavorare o le cui funzionalità non sono supportate (i servizi non sono installati). Per nascondere gruppi di pulsanti: 1. Vai a Impostazioni > Gestione d'interfaccia (nel gruppo Aspetto del Pannello di Controllo) > scheda Visibilità dei Controlli d'interfaccia. 2. Seleziona le caselle di controllo per nascondere i seguenti set di pulsanti: Pulsanti correlati ai servizi forniti dal negozio online MyPlesk.com. I rivenditori di servizi di registrazione di domini e certificati SSL devono selezionare le caselle di controllo Nascondi pulsanti per la registrazione di domini, Nascondi pulsanti per l'acquisto di certificati e Nascondi pulsanti per servizi extra. Tutti i pulsanti correlati a MyPlesk.com verranno rimossi dal pannello di controllo a tutti i livelli utente. Controlli di rimbalzo della posta. Per proibire agli utenti di usare le proprie norme per il rimbalzo della posta per destinatari con indirizzi verso indirizzi non esistenti all'interno dei propri domini, selezionare la casella di controllo Nascondi i controlli per rifiutare messaggi verso indirizzi non esistenti. Notizie che vengono visualizzate sulle pagine del sito web predefinite. Link promozionali di Parallels Virtuozzo Containers nel Pannello. 3. Fai clic su OK. Per fare gruppi di pulsanti nascosti visibili nell'interfaccia: 1. Vai a Impostazioni > Gestione d'interfaccia (nel gruppo Aspetto del Pannello di Controllo) > scheda Visibilità dei Controlli d'interfaccia. Deseleziona le caselle di controllo corrispondenti per rendere di nuovo visibili i gruppi di pulsanti nascosti nell'interfaccia e quindi, fai clic su OK.

83 Configurazione di Parallels Plesk Panel 83 Cambiare la lingua dell'interfaccia Per cambiare la lingua dell'interfaccia e altre impostazioni del Pannello: 1. Fai clic sul collegamento Profilo e Preferenze nel pannello di navigazione. 2. Specificare quanto segue: a Lingua dell'interfaccia dell'amministratore. Seleziona la lingua per il tuo Pannello. b Lunghezza dell'etichetta del pulsante. Per evitare che il testo troppo lungo dei pulsanti in lingue diverse dall'inglese si sovrappongano nel Pannello, è possibile specificarne il limite qui. I testi dei pulsanti più estesi del limite definito verranno accorciati e termineranno con puntini (...). c Consenti multipli sessioni sotto l'account dell'amministratore. In modo predefinito Parallels Plesk Panel consente multipli sessioni simultanee per diversi utenti connessi al Pannello che usino la stessa combinazione di login e password. Questo può risultare utile quando si delegano le funzioni di gestione ad altri utenti o nel caso in cui accidentalmente si chiuda il browser senza effettuare il logout, non riuscendo quindi ad accedere di nuovo finché la sessione sarà scaduta. È possibile disattivare questa prestazione, se non è necessaria. Per selezionare la lingua predefinita dell'interfaccia per i propri clienti: 1. Vai su Impostazioni > Lingue (nel gruppo Aspetto del Pannello). 2. Seleziona la casella di controllo corrispondente alla lingua che verrà impostata come predefinita per i nuovi utenti del Pannello e clicca su Rendi predefinita.

84 84 Configurazione di Parallels Plesk Panel Configurazione delle lingue dell'interfaccia Panel 10 comprende il supporto di 10 lingue: Tedesco (Germania) Inglese (Stati Uniti) Spagnolo (Spagna) Francese (Francia) Italiano (Italia) Giapponese (Giappone) Olandese (Olanda) Russo (Federazione Russa) Cinese (Cina) Cinese (Taiwan) Tutte le lingue supportate sono installate durante l'installazione del Pannello (sia l'installazione da zero sia un aggiornamento) e non richiedono azioni addizionali per iniziare ad usarle. Il numero di lingue che puoi usare dipende dalla licenza del Pannello che hai acquistato. Il Pannello ti avviserà quando cercherai di usare più lingue di quanto consentito. Per visualizzare le lingue dell'interfaccia installate nel Pannello: 1. Vai su Impostazioni > Lingue (nel gruppo Aspetto del Pannello).Comparirà la seguente informazione: L'icona di stato della lingua mostra lo stato attuale del pacchetto di lingue: language pack accessibile agli utenti, non accessibile, language pack non disponibile agli utenti perché il limite del numero di language pack supportati dalla licenza attuale è stato superato. Nota: è possibile evitare che una lingua sia disponibile agli utenti del pannello di controllo. A tale fine, clicca sull'icona. Per rendere una lingua disponibile agli utenti, clicca sull'icona. Language pack contiene il codice della lingua composto da quattro lettere; Lingua mostra il nome della lingua; Paese mostra i paesi di cui questa lingua è originaria; Usata mostra il numero di utenti del pannello di controllo a tutti i livelli che usano questa lingua nella propria interfaccia. Per selezionare una nuova lingua predefinita per il Pannello: 1. Vai su Impostazioni > Lingue (nel gruppo Aspetto del Pannello). 2. Seleziona la casella di controllo corrispondente alla lingua che desideri definire come predefinita e clicca su Rendi Predefinita.

85 Configurazione di Parallels Plesk Panel 85 Aggiungere e rimuovere pulsanti personalizzati È possibile aggiungere pulsanti di collegamenti ipertestuali al Pannello e renderli visibili a rivenditori e clienti. I collegamenti possono essere indirizzati verso risorse web, come il tuo sito web o verso un'applicazione web che possa elaborare richieste online e accettare informazioni aggiuntive sugli utenti che fanno clic su questi collegamenti. È possibile definire quali informazioni dagli utenti dovrebbero essere elaborate: ID dell'abbonamento. Nome di dominio principale associato ad un abbonamento. Nome utente e password dell'account FTP. ID dell'account, nome, e nome dell'azienda del cliente. È possibile situare pulsanti nelle seguenti posizioni del Pannello di Amministratore del Server e il Pannello di Controllo e decidere chi dovrebbe visualizzarli: Nella pagina Principale del Pannello di Amministrazione del Server, che solo tu puoi visualizzare, oltre agli utenti che hanno effettuato il login con l'account amministratore addizionale. È possibile farlo selezionando l'opzione Admin Home nelle proprietà del pulsante. Nella pagina Principale del Pannello di Amministrazione del Server, visibile solo ai tuoi rivenditori. È possibile farlo selezionando l'opzione Home page del rivenditore nelle proprietà del pulsante. Nella scheda Home nel Pannello di Controllo, visibile ai clienti di servizi di hosting ed i relativi utenti, che possono accedere al Pannello di Controllo. È possibile farlo selezionando l'opzione Home page del cliente nelle proprietà del pulsante. Nella scheda Siti web e domini nel Pannello di Controllo, visibile ai clienti di servizi di hosting ed i relativi utenti, che possono accedere al Pannello di Controllo. È possibile farlo selezionando l'opzione Siti web e domini dell'abbonamento nelle proprietà del pulsante. Nella pagina Principale del Pannello di Amministrazione del Server e il Pannello di Controllo, visibile a te, a tutti i rivenditori e clienti. È possibile farlo selezionando l'opzione Accesso comune nelle proprietà del pulsante. Per aggiungere il pulsante di un collegamento ipertestuale personalizzato al Pannello di Amministrazione del Server o al Pannello di Controllo: 1. Vai su Impostazioni > Pulsanti personalizzati (nel gruppo Aspetto del Pannello di Controllo) e fai clic su Crea pulsante personalizzato. 2. Specificare le seguenti proprietà del pulsante: Digitare il testo che verrà visualizzato sul pulsante nella casella Etichetta del pulsante. Scegli il percorso per il tuo pulsante. Indica la priorità del pulsante. I pulsanti personalizzati verranno sistemati nel Pannello a seconda la priorità definita: Più basso è il numero, più alta è la priorità. I pulsanti vengono sistemati da sinistra a destra.

86 86 Configurazione di Parallels Plesk Panel Per usare un'immagine per un pulsante in secondo piano, digitare il percorso verso la sua posizione oppure cliccare su Sfoglia per trovare il file desiderato. Si consiglia di usare un'immagine GIF o JPEG di 16x16 pixel per un pulsante da posizionare sul pannello di navigazione ed un'immagine GIF o JPEG di 32x32 pixel per i pulsanti nel desktop o frame principale. Digitare il collegamento ipertestuale da allegare al pulsante nella casella URL. Utilizzando le caselle di controllo, indica se desideri trasferire nell'url l'informazione sul cliente e altri dati. Questi dati possono essere usati per l'elaborazione da applicazioni web esterne. Nel campo d'immissione Contenuto di aiuto contestuale, digitare l'aiuto contestuale che verrà visualizzato al passaggio del mouse sul pulsante. Seleziona la casella di controllo Apri URL in Parallels Plesk Panel se desideri che l'url di destinazione si apra nel frame principale del Pannello, altrimenti, lasciare questa casella di controllo non selezionata per aprire l'url in un'altra scheda o finestra del browser. Per rendere questo pulsante visibile solo a te stesso, seleziona la casella di controllo Mostra solo a me. 3. Fai clic su Fine per completare la creazione. Per rimuovere un pulsante di collegamento ipertestuale dal Pannello: 1. Vai su Impostazioni > Pulsanti personalizzati (nel gruppo Aspetto del Pannello di Controllo). 2. Seleziona la casella di controllo corrispondente al pulsante che desideri rimuovere e fai clic su Rimuovi.

87 Configurazione di Parallels Plesk Panel 87 Personalizzazione Configura la propria configurazione per Parallels Plesk Panel modificando i titoli della pagina, il logo o applicando temi personalizzati del Pannello (in passato, skin). Gli strumenti di branding sono disponibili su Impostazioni > Personalizzazione del Pannello (nel gruppo Aspetto del Pannello). Ecco alcuni dettagli su ogni opzione: Il Titolo delle pagine del Pannello rappresenta il titolo che i clienti visualizzano in alto alla finestra del browser quando eseguono l'accesso al Pannello. In modo predefinito, si tratta di Parallels Plesk Panel Il Logo è un banner nel frame superiore visibile ai clienti quando eseguono l'accesso ai propri pannelli. Puoi anche rendere il logo un hyperlink sul quale fare clic. È necessario usare un file con formato GIF, JPEG o PNG per il logo, preferibilmente di dimensioni non superiori di 100 kilobyte per minimizzare il tempo di download. Si consiglia di usare un'immagine da 50 pixel di altezza. Oltre a queste due opzioni, puoi anche cambiare l'aspetto visivo e la personalizzazione del pannello, applicando temi personalizzati. Per maggiori informazioni sull'utilizzo di temi personalizzati, consultare il documento Personalizzare l'aspetto del Pannello. Regolare le preferenze della sessione È possibile regolare il tempo d'inattività consentito per tutte le sessioni in Parallels Plesk Panel nel modo necessario. Per regolare i parametri di sicurezza della sessione: 1. Vai su Impostazioni > Tempo d'inattività della sessione (nel gruppo Sicurezza). 2. Indicare il Tempo d'inattività della sessione necessario in minuti nel campo adatto. Il pannello di controllo terminerà la sessione nel caso in cui una sessione utente dovesse rimanere inattiva per un periodo di tempo che superi quello specificato quale Tempo d'inattività della sessione. 3. Fai clic su OK. Per consentire le modifiche IP durante una sessione cliente (disponibile solo sull'hosting Windows): 1. Vai su Impostazioni > Tempo d'inattività della sessione (nel gruppo Sicurezza).

88 88 Configurazione di Parallels Plesk Panel 2. Seleziona la casella di controllo Consenti le modifiche IP durante una sessione. Questa opzione permetterà ai clienti con indirizzi IP dinamici ed una connessione Internet instabile di lavorare con Parallels Plesk Panel al costo di aumentare i rischi di sicurezza. 3. Fai clic su OK. Per reimpostare tutti i parametri ai valori predefiniti: 1. Vai a Impostazioni > Tempo d'inattività della sessione (nel gruppo Sicurezza) e clicca su Predefinito. Il tempo predefinito d'inattività della sessione sarà definito a 30 minuti. 2. Fai clic su OK.

89 Configurazione di Parallels Plesk Panel 89 Azioni di registrazione realizzate dai tuoi clienti nel Pannello Potresti volere tenere traccia delle azioni realizzate dai vari utenti nel sistema. Tutte le azioni verranno registrate in un file di log che potrai scaricare per la visualizzazione. Possono essere registrati i seguenti eventi di sistema (azioni): Cambio dell'informazione dell'amministratore Servizio di sistema riavviato, avviato o arrestato Indirizzo IP aggiunto, rimosso o modificato Impostazioni di registrazione modificate (periodo consentito di inattività per tutte le sessioni utente nel pannello di controllo) Account cliente creato, eliminato, informazioni personali o di sistema modificate Lo stato dell'account cliente è cambiato (sospeso/attivato) Le preferenze dell'interfaccia del cliente sono state modificate Il pool IP del cliente è cambiato Le applicazioni web sono state aggiunte o rimosse dal pool del cliente Il limite sullo spazio su disco è stato superato per un account cliente Il limite sull'utilizzo del traffico è stato superato per un account cliente Il limite sullo spazio su disco è stato superato per un sito web Il limite sull'utilizzo del traffico è stato superato per un sito web Sito web creato, eliminato, impostazioni modificate Il proprietario del sito web è cambiato Lo stato del sito web è cambiato (sospeso/attivato) Zona DNS aggiornata per un sito web Sottodominio creato, eliminato, impostazioni modificate Alias di dominio creato, eliminato, impostazioni modificate Zona DNS dell'alias di dominio modificata Le assegnazioni delle risorse sono state modificate per un account cliente Sono stati modificati i permessi del cliente per realizzare operazioni Le assegnazioni delle risorse sono state modificate per un sito web Utenti connessi e non connessi al Pannello Account di posta creati, eliminati, modificati Liste di posta create, eliminate, impostazioni modificate Configurazione, eliminazione, modifica di hosting del sito web Account di hosting d'inoltro web creati, eliminati, riconfigurati Applicazioni web installate, riconfigurate, disinstallate Pacchetto di applicazioni web installate, disinstallate, aggiornate Chiave di licenza scaduta o aggiornata Server database creato, eliminato, aggiornato

90 90 Configurazione di Parallels Plesk Panel Database creato o eliminato Account utente del database creato, eliminato, aggiornato GUID del cliente aggiornato GUID del dominio aggiornato Il componente di Parallels Plesk Panel è stato aggiornato o aggiunto In questa sezione Configurazione del registro di azioni Scaricare il registro di azioni Pulizia del registro di azioni Configurazione del registro di azioni Per configurare il registro di azioni: 1. Vai su Impostazioni > Registro di azioni (nel gruppo Registri e Notifiche). 2. Nel gruppo Azioni registrate, seleziona le azioni da registrare usando le caselle di controllo. 3. Nel campo Salva registri nel database, indica le opzioni di pulizia di registro di azioni: ogni giorno, ogni settimana, ogni mese, oppure d'accordo al numero specificato di registri salvati nel database. 4. Per conservare tutti i registri di azioni, seleziona l'opzione Non rimuovere registri. 5. Per applicare tutte le modifiche realizzate, clicca su OK. Scaricare il registro di azioni Per scaricare il registro di azioni nel proprio computer: 1. Vai su Impostazioni > Registro di azioni (nel gruppo Registri e Notifiche). 2. Nella sezione File di registro, seleziona il periodo di tempo usando le caselle di riepilogo e clicca su Download. La finestra di dialogo si aprirà e ti verrà richiesto di selezionare la posizione in cui salvare il file di registro scaricato. 3. Seleziona il percorso e clicca su Salva.

91 Configurazione di Parallels Plesk Panel 91 Pulizia del registro di azioni Per pulire il registro di azioni: 1. Vai su Impostazioni > Registro di azioni (nel gruppo Registri e Notifiche). 2. Nella sezione File di registro, fai clic su Deseleziona Registro.

92 C A P I T O L O 8 Configurazione del Server Dopo aver installato e configurato il software di Parallels Plesk Panel sul server, è necessario configurare i servizi necessari per il relativo funzionamento. Per configurare il server di hosting, seguire le istruzioni definite in questo capitolo. In questo capitolo: Configurazione del Pool IP del Server Visualizzare e selezionare componenti di software usati sul server Configurare Servizi DNS Configurare il Pannello per l'esecuzione dietro un router con NAT Configurare il Pannello per l'esecuzione dietro un firewall Configurazione dell'intervallo di porte per la modalità FTP passiva (Hosting Windows) Configurare Servizi di Posta Configurazione di Web Presence Builder Configurazione di Scenari di Acquisizione Clienti Personalizzare Web Presence Builder - Demo introduttiva Configurazione di Parallels Plesk Panel per l'hosting di Database Configurare la connessione ai sistemi di gestione di database esterni (Hosting Windows) Abilitare il supporto per Adobe ColdFusion (Hosting Linux) Abilitare l'integrazione con Servizi Google per siti web Abilitare l'integrazione con i Servizi UNITY Mobile per siti web Abilitare il Supporto per le Applicazioni E-commerce di Miva (Hosting Linux) Abilitare il Supporto per le Applicazioni E-commerce di Miva (Hosting Windows) Configurare ASP.NET (Hosting Windows) Configurazione del Pool di Applicazioni IIS (Hosting Windows) Configurazione delle statistiche Configurazione del sistema di notifiche Regolare la data e l'ora di sistema Abilitare registri inoltrati per il server di posta per ridurre il rischio di interruzione del servizio web (Hosting Linux) Ampliare le capacità di Parallels Plesk Panel con moduli e componenti aggiuntivi (Hosting Linux) Siti SSL multipli di hosting su un unico indirizzo IP (Linux Hosting) Configurazione di SSL condiviso (Hosting Windows) Limitare l'utilizzo delle opzioni di hosting potenzialmente non affidabili Configurazione dell'help Desk

93 Configurazione del Server 93 Configurazione del Pool IP del Server Questa sezione presenta i due concetti di indirizzi IP e descrive il modo in cui sono assegnati nel Pannello per fini di hosting web. Questa sezione contiene le seguenti sezioni secondarie: Informazioni sugli Indirizzi IP: IPv4 e IPv6. Requisiti per lavorare su IPv6. Assegnazione di clienti di hosting e rivenditori: Come viene realizzato in Parallels Plesk Panel. Come realizzare operazioni sul pool di IP del server. Informazioni sugli Indirizzi IP: IPv4 e IPv6 Un indirizzo IP è un numero che identifica in modo unico ogni dispositivo, come un computer, su una rete. L'utilizzo degli indirizzi IP rende possibile ai computer di trovare altri computer su una rete e di comunicare con essi. Esistono due formati di indirizzi IP: IP versione 4. Questi indirizzi di rete a 32-bit presentano un aspetto simile a questo: Al momento sono utilizzati dalla maggior parte di dispositivi. Il numero di indirizzi IPv4 è limitato e le ultime porzioni rimanenti di indirizzi IP liberi sono già state assegnate ai fornitori di servizi Internet. IP versione 6. Questi indirizzi di rete a 128-bit presentano un aspetto simile a questo: 2001:0db8:85a3:0000:0000:8a2e:0370:7334. IPv6 è il nuovo standard che fu sviluppato per dare risposta all'esaurimento di indirizzi di rete IPv4. Quando Parallels Plesk Panel viene implementato in reti compatibili con IPv6, può funzionare simultaneamente su indirizzi IPv4 e IPv6. I fornitori possono aggiungere indirizzi IPv4 e IPv6 al pool IP del server, assegnarli ai rivenditori e creare abbonamenti basati su essi. Ogni abbonamento di hosting può essere assegnato: Un indirizzo IPv4. Un indirizzo IPv6. Un indirizzo IPv4 + un indirizzo IPv6 (abbonamenti dual-stack). Nota: Ogni abbonamento che deva ospitare porzioni FTP accessibili dagli utenti Internet senza autorizzazione password (FTP Anonimo) deve avere almeno un indirizzo IPv4 dedicato.

94 94 Configurazione del Server Requisiti per lavorare su IPv6 I seguenti requisiti devono essere soddisfatti per garantire il corretto funzionamento di Parallels Plesk Panel in reti compatibili con Pv6: Il server gestito dal Pannello deve contenere almeno un indirizzo IPv4 statico. Questo è necessario per le connessioni ai server di licenze del Pannello e ai cataloghi di applicazioni. Se l'esecuzione avviene in ambienti virtuali, è necessario utilizzare Parallels Virtuozzo Containers 4.6 o versioni successive. Per visualizzare la lista di sistemi operativi Linux che supportano questa funzionalità, consultare le note di release del Pannello, per Linux o per Windows. Assegnazione di clienti di hosting e rivenditori: Come viene realizzato in Parallels Plesk Panel. Di seguito si dettagliano le informazioni su come vengono assegnati gli indirizzi IP nel Pannello: 1. Gli indirizzi IP vengono aggiunti al pool IP del server. Dopo l'installazione, il Pannello legge tutti gli indirizzi IP assegnati dalla configurazione del sistema operativo e li aggiunge al pool IP del server. Quando si ottengono nuovi indirizzi IP da usare sul server, si dovrebbero aggiungere al pool mediante il Pannello, poiché il Pannello potrebbe non riconoscere le modifiche manuali effettuate nei file di configurazione di rete. Nota: Se stai utilizzando il Pannello in Parallels Virtuozzo Container (PVC), puoi aggiungere indirizzi IP soltanto sul nodo hardware di PVC. Quando vengono aggiunti indirizzi al pool di IP del server (in Strumenti e Utility > Indirizzi IP > Aggiungi Indirizzo IP), puoi selezionare come dovrebbero essere assegnati - ovvero dedicato o condiviso: Un indirizzo IP dedicato può essere assegnato a un singolo rivenditore. Gli indirizzi IP dedicati sono necessari per l'hosting di siti e-commerce con crittografia SSL e siti che ospitano porzioni FTP che sono accessibili senza autorizzazione di password. Nota: L'estensione SNI (Server Name Indication), recentemente aggiunta, permette di abilitare la protezione SSL per siti su indirizzi IP condivisi; tuttavia, questo potrebbe non funzionare per tutti i server di hosting e browser di utenti. Per maggiori informazioni, consultare la sezione Hosting di multipli siti SSL su un singolo indirizzo IP (a pagina 162). Un indirizzo IP condiviso può essere letteralmente condiviso tra diversi siti e account rivenditore. La condivisione di indirizzi aiuta a utilizzare risorse scarse di un indirizzo IPv4 in modo efficiente, ma non dovrebbe essere necessario per gli indirizzi IPv6. 2. Durante la configurazione di piani rivenditore (in Piani di Servizio > Piani Rivenditore > Aggiungi Nuovo Piano > Indirizzi IP), è necessario selezionare gli indirizzi IP che devono essere assegnati ai rivenditori:

95 Configurazione del Server 95 Per gli indirizzi IP condivisi, puoi selezionare manualmente quali indirizzi devono essere assegnati. Per gli indirizzi IP dedicati, puoi soltanto specificare il numero di indirizzi che devono essere assegnati: Quando creerai un nuovo account rivenditore, dal pool del server, un indirizzo IP dedicato e libero viene automaticamente selezionato dal Pannello e assegnato al rivenditore. 3. Nella procedura d'iscrizione di nuovi clienti (in Clienti > Aggiungi nuovo cliente) o nella creazione di abbonamenti per fini propri (in Abbonamenti > Aggiungi nuovo abbonamento), è possibile selezionare gli indirizzi IP che devono essere assegnati. Tutti gli indirizzi condivisi e dedicati disponibili dal pool IP del server sono elencati in un menu. Come realizzare operazioni sul pool di IP del server. Per visualizzare gli indirizzi IP che avete a vostra disposizione: 1. Vai su Strumenti e Utility > Indirizzi IP (nel gruppo Risorse). I vostri indirizzi IP vengono elencati e la successiva informazione supplementare viene resa disponibile: Le colonne Indirizzo IP, Maschera di Sottorete e Interfaccia mostrano gli indirizzi IP che sono presenti su ogni interfaccia di rete. La colonna Rivenditori mostra il numero di account utente a cui hai assegnato un determinato indirizzo IP. Per visualizzare gli utenti per nomi, fai clic sul relativo numero nella colonna Rivenditori. La colonna Domini mostra il numero di siti web ospitati su un indirizzo IP. Per visualizzare i nomi a dominio di questi siti web, cliccare sul relativo numero nella colonna Domini. 2. Per aggiornare la lista di indirizzi IP e il loro stato, fai clic su Rileggi IP. Questa azione potrebbe essere necessaria se hai aggiunto indirizzi IP manualmente all'interfaccia di rete nel sistema operativo del server o durante l'utilizzo in Parallels Virtuozzo Containers. Per aggiungere un indirizzo IP al server: 1. Vai su Strumenti e Utility> Indirizzi IP (nel gruppo Risorse) e fai clic su Aggiungi Indirizzo IP. 2. Selezione l'interfaccia di rete per il nuovo IP dal menu Interfaccia. Le nuove schede di rete installate sul server vengono visualizzate in questo menu. 3. Inserire l'indirizzo IP e la maschera di sottorete nella casella corrispondente. Ad esempio, /16 o 2002:7b7b:7b7b::1/ Seleziona il tipo del nuovo indirizzo IP, condiviso o dedicato.

96 96 Configurazione del Server 5. Dalla casella a discesa, selezionare il certificato SSL predefinito da usare per il nuovo indirizzo IP. È possibile selezionare i seguenti certificati: Certificato predefinito - il certificato che comprende il pacchetto di distribuzione di Parallels Plesk Panel. Nonostante, questo certificato non viene riconosciuto dai browser web, perché non è firmato da un'autorità di Certificazione (compare un messaggio di avviso). Il certificato predefinito viene usato per fornire l'accesso al pannello tramite il protocollo https (https://server-name-or-ip-address:8443/). Altri certificati - i certificati (autofirmati o firmati da un'autorità di Certificazione) che sono stati aggiunti all'archivio di certificati SSL. Per ulteriori informazioni sull'aggiunta di certificati, nel Manuale Utente del Pannello di Controllo, consultare la sezione Proteggere i siti con crittografia SSL. 6. Se il tuo server gira sul sistema operativo Windows, seleziona la casella di controllo FTP su SSL per abilitare la capacità di usare la connessione FTP sicura (FTP su SSL) per il dominio su un indirizzo IP dedicato. Nota: Per abilitare le connessioni FTP sicure, il server FTP installato sul server Parallels Plesk Panel deve supportare FTP su SSL. Per esempio, i server Gene6, Serv-U FTP, IIS FTP 7.x supportano FTP su SSL. 7. Fai clic su OK. Per rimuovere un indirizzo IP dal server: 1. Vai su Strumenti e Utility > Indirizzi IP (nel gruppo Risorse). 2. Selezionare la relativa casella di controllo e cliccare su Rimuovere, confermare la rimozione e cliccare su OK. Per assegnare un indirizzo IP a un rivenditore: 1. Vai su Strumenti e Utility > Indirizzi IP (nel gruppo Risorse) e clicca sul numero corrispondente nella colonna Rivenditori e quindi clicca su Assegna. 2. Seleziona l'account che ti interessa e fai clic su OK. Per revocare un indirizzo IP da un rivenditore: 1. Vai su Strumenti e Utility > Indirizzi IP (nel gruppo Risorse) e clicca sul numero corrispondente nella colonna Rivenditori. 2. Seleziona la relativa casella di controllo e clicca su Rimuovi 3. Conferma la rimozione e clicca su OK. Poiché gli utenti possono consultare una risorsa web sul tuo server digitando un indirizzo IP e ci possono essere diversi siti web ospitati su quell'indirizzo, il Pannello deve sapere quale sito mostrare in tali occasioni. Il Pannello assegna in modo automatico il primo sito web creato su un indirizzo IP come sito web predefinito; nonostante, è possibile selezionare un altro sito web e renderlo quello predefinito.

97 Configurazione del Server 97 Per assegnare un sito web predefinito (dominio predefinito) ad un indirizzo IP: 1. Vai su Strumenti e Utility > Indirizzi IP (nel gruppo Risorse) e clicca sull'indirizzo IP di cui hai bisogno. 2. Nel menu Sito predefinito, seleziona il sito che ti interessa e clicca su OK. Per cambiare il tipo di assegnazione di un indirizzo IP (condiviso, dedicato) o per assegnare un altro certificato SSL a un indirizzo IP: 1. Vai su Strumenti e Utility > Indirizzi IP (nel gruppo Risorse) e clicca sull'indirizzo IP di cui hai bisogno. 2. Seleziona il tipo di assegnazione d'indirizzo IP necessario e il certificato SSL e clicca su OK.

98 98 Configurazione del Server Visualizzare e selezionare componenti di software usati sul server Parallels Plesk Panel supporta diversi componenti di software di terze parti, da soluzioni antivirus fino a server webmail. Nell'uso di hosting basato su Windows, è possibile selezionare i componenti da usare sul server. Per visualizzare la lista di componenti disponibili e selezionare i componenti di software da usare da Parallels Plesk Panel: 1. Vai su Impostazioni > Componenti del Server (nel gruppo Generale). Vengono elencati tutti i componenti installati. Nell'uso di hosting basato su Windows, è possibile visualizzare lo stato attuale dei componenti e selezionare i componenti da usare. Lo stato attuale di un componente è segnato da un'icona: vuol dire che il Pannello usa questo componente e il componente funziona. vuol dire che il Pannello non usa questo componente (normalmente perché una chiave di licenza è scaduta o inesistente), ma il componente funziona. vuol dire che il Pannello non usa questo componente, perché il componente è arrestato. vuol dire che il Pannello non usa questo componente, ma il componente è installato nel sistema ed è disponibile. 2. Clicca sul nome del componente (per esempio, Server di posta) e seleziona il componente necessario dalla lista di componenti disponibili supportati da Parallels Plesk Panel. 3. Fai clic su OK.Parallels Plesk Panel avvierà il componente selezionato. Alcuni componenti (per esempio, Merak Mail Server) si possono configurare cliccando sul loro nome nella tabella Versione del componente. Le impostazioni di un componente individuale dipendono dal componente. Dopo aver finito la configurazione di un componente, fai clic su OK. Per aggiornare la lista di componenti disponibili, fai clic su Aggiorna. Configurare Servizi DNS Parallels Plesk Panel funziona insieme ad un server DNS, il che ti permette di eseguire il servizio DNS sullo stesso computer in cui ospiti dei siti web.

99 Configurazione del Server 99 La configurazione di zone DNS per i domini appena aggiunti è automatica: Quando si aggiunge un nuovo nome di dominio al pannello di controllo, un file di zona viene automaticamente generato per esso a seconda del modello di zona DNS del server e registrato nel database del server di nomi. Un server di nomi viene istruito per agire come server DNS principale (master) per la zona. È possibile: Aggiungere e rimuovere registri di risorse al o dal modello. Sovrascrivere la configurazione di zona automatica con impostazioni personalizzate per ogni dominio. Selezionare un altro server DNS (per esempio, passare al server DNS Microsoft dal server DNS BIND). Disattiva il servizio del nome di dominio su questo computer se il tuo provider o un'altra organizzazione esegue il servizio DNS per i tuoi siti. Per visualizzare i record predefiniti nel modello DNS dell'intero server: Vai su Impostazioni > Impostazioni del Modello DNS (nel gruppo Generale). Tutti i modelli di record di risorse saranno mostrati. I modelli <ip> e <domain> sono automaticamente sostituiti nella zona generata con indirizzi IP e nomi di domini reali. Per aggiungere un nuovo record di risorsa al modello DNS dell'intero server: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Modello DNS (nel gruppo Generale). 2. Clicca su Aggiungi registro DNS. 3. Selezionare il tipo di record di risorsa e specificare le proprietà del record come desiderato. Tenete presente che potete usare modelli <ip> e <domain> che saranno sostituiti nella zona generata con indirizzi IP e nomi di domini reali. Potete utilizzare un simbolo jolly (*) per specificare qualsiasi parte del nome del dominio e specificare i valori esatti di cui avete bisogno. 4. Fai clic su OK. Per eliminare un record di risorsa da un modello DNS nell'intero server: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Modello DNS (nel gruppo Generale). 2. Seleziona la casella di controllo corrispondente al modello di record che desideri rimuovere e clicca su Rimuovi. 3. Conferma la rimozione e clicca su OK. Il Pannello aggiorna automaticamente il nome di zona, il nome di host, l'indirizzo dell'amministratore e il numero di serie. Inoltre scrive i valori predefiniti per il resto di parametri di record di Start of Authority per i file di zona che conserva. Se non sei soddisfatto con i valori predefiniti, puoi modificarli tramite il pannello di controllo.

100 100 Configurazione del Server Per modificare le impostazioni dei record di Start of Authority (SOA) nel modello DNS dell'intero server: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Modello DNS (nel gruppo Generale). 2. Cliccare su Modelli Record SOA. 3. Specificare i valori desiderati: TTL. Rappresenta il tempo che gli altri server DNS devono conservare il record in un cache. Il Pannello imposta il valore predefinito per un giorno. Aggiornare. Rappresenta la frequenza con cui i server dei nomi secondari verificano insieme al server dei nomi primario se sono state realizzate delle modifiche sul file di zona del dominio. Il Pannello imposta il valore predefinito per tre ore. Riprova. Rappresenta il tempo che un server secondario aspetta prima di riprovare un trasferimento di zona non riuscito. Normalmente questo tempo è inferiore a quello dell'intervallo di aggiornamento. Il Pannello imposta il valore predefinito per un'ora. Scadenza. Indica il periodo prima che il server secondario smetta di rispondere alle richieste, dopo un intervallo di tempo in cui la zona non e' stata aggiornata. Il Pannello imposta il valore predefinito per una settimana. Minimo. Rappresenta il tempo che un server secondario deve occultare una risposta negativa. Il Pannello imposta il valore predefinito per tre ore. 4. Fai clic su OK.I nuovi parametri di record SOA saranno impostati per i nuovi domini creati. L'utilizzo di un formato di numero di serie consigliato da IETF e RIPE è obbligatorio per diversi domini registrati in alcune zone DNS ad alto livello, maggiormente quelle europee. Se il vostro dominio è registrato in una di queste zone e il vostro registrar rifiuta il vostro numero di serie SOA, l'utilizzo di un formato di numero di serie consigliato da IETF e RIPE dovrebbe risolvere questo problema. I server Parallels Plesk Panel usano la sintassi della data e ora UNIX per configurare le zone DNS. La data e ora UNIX rappresentano il numero di secondi dal primo gennaio 1970 (Unix Epoch). La registrazione oraria da 32-bit verrà superata a luglio RIPE consiglia l'utilizzo del formato YYYYMMDDNN, dove YYYY è l'anno (quattro digiti), MM è il mese (due digiti), DD è il giorno del mese (due digiti) e NN è la versione per giorno (due digiti). Il formato YYYYMMDDNN non verrà superato fino all'anno Per modificare il formato del numero di serie di Start of Authority (SOA) a quello di YYYYMMDDNN per il modello DNS in tutto il server: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Modello DNS (nel gruppo Generale). 2. Cliccare su Modelli Record SOA. 3. Seleziona la casella di controllo Usa il formato di numero seriale consigliato da IETF e RIPE.

101 Configurazione del Server 101 Nota: Visualizzare il campione del numero di serie SOA creato con il formato selezionato. Se il numero conseguente è inferiore al numero di zona corrente, la modifica può causare un malfunzionamento temporaneo di DNS in questo dominio. Gli aggiornamenti di zona possono essere visibili per gli utenti Internet durante un po' di tempo. 4. Fai clic su OK. Per ripristinare il formato del numero di serie di Start of Authority (SOA) predefinito (registrazione oraria di UNIX) per il modello DNS in tutto il server: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Modello DNS (nel gruppo Generale). 2. Cliccare su Modelli Record SOA. 3. Deseleziona la casella di controllo Usa il formato di numero seriale consigliato da IETF e RIPE. Nota: Visualizzare il campione del numero di serie SOA creato con il formato selezionato. Se il numero conseguente è inferiore al numero di zona corrente, la modifica può causare un malfunzionamento temporaneo di DNS in questo dominio. Gli aggiornamenti di zona possono essere visibili per gli utenti Internet durante un po' di tempo. 4. Fai clic su OK. In modo predefinito, il trasferimento di zone DNS è permesso solo per server di nomi designati dai record NS contenuti dentro di ogni zona. Se il registrar del vostro nome a dominio richiede di permettere il trasferimento per tutte le zone che servite: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Modello DNS (nel gruppo Generale). 2. Cliccare su Trasferire Modello di Restrizioni. Una schermata mostrerà tutti gli host a cui la zona DNS viene trasferita per tutte le zone permesse. 3. Specificare l'indirizzo di rete o l'ip del registratore e cliccare su Aggiungere Rete. Se usi dei server DNS di terze parti senza lavorare con il proprio server DNS, devi disattivare il server DNS del pannello di controllo: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Modello DNS (nel gruppo Generale). 2. Cliccare su Disattivare. Per ripristinare la configurazione originale del modello DNS dell'intero server: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Modello DNS (nel gruppo Generale). 2. Cliccare su Ripristinare Predefinito.

102 102 Configurazione del Server Potete specificare se il vostro server DNS dovrebbe procurare servizi ricorrenti per le richieste. Con il permesso di servizi ricorrenti, il vostro server DNS, se necessario, realizza tutte le procedure di ricerca richieste per trovare l'indirizzo IP di destinazione per il richiedente. Quando il servizio ricorrente non è permesso, il vostro server DNS realizza il minimo di ricerche solo per trovare un server che sa dove risiede la risorsa richiesta e come redirigere il richiedente verso quel server. Quindi, i servizi ricorrenti consumano più risorse del server e rende il vostro server suscettibile degli attacchi di negazione di servizi, particolarmente quando il server risponde alle richieste ricorrenti dai clienti fuori dalla vostra rete. Una volta installato Parallels Plesk Panel, il server DNS incorporato non gestisce le query ricorsive unicamente dal tuo server e da altri server all'interno del tuo network. Questa è l'impostazione ottimale. Se hai ottenuto l'aggiornamento dalle versioni precedenti di Parallels Plesk Panel, il tuo server DNS non gestisce le query ricorsive da alcun host. Se desiderate modificare le impostazioni per servizi ricorrenti di nome del dominio: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Modello DNS (nel gruppo Generale) > Ricorsione DNS. 2. Selezionate l'opzione che vi interessa: Per consentire le query ricorsive da tutti gli host, selezionare Consentire tutte le richieste. Per consentire le query ricorsive dal vostro server e gli host dalla vostra rete, selezionare Consentire solo richieste locali. Per consentire le query ricorsive solo dal proprio server, selezionare Negare. 3. Fai clic su OK. In modo predefinito, gli utenti possono creare nuovi sottodomini e alias di dominio nelle zone DNS appartenenti ad altri utenti. Questo vuol dire che possono configurare siti web ed account che potrebbero essere usati come spamming, phishing o furto d'identità. Per evitare che gli utenti configurino domini e alias di domini nelle zone DNS appartenenti ad altri utenti: 1. Vai su Impostazioni > Limita la creazione di sottozone (nel gruppo Generale). 2. Seleziona la casella di controllo Non consentire agli utenti di creare sottozone DNS nelle superzone DNS di altri utenti. 3. Fai clic su OK. Se dovete assegnare un nuovo nome di host al vostro server: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Server (nel gruppo Generale).

103 Configurazione del Server Nella casella Nome host completo, digitare il nuovo nome host e cliccare su OK.

104 104 Configurazione del Server Configurare il Pannello per l'esecuzione dietro un router con NAT Ogni volta che si configura un nuovo sito web nel Pannello, il nome di dominio usato dal vostro sito web viene associato all'indirizzo IP gestito dal Pannello nella zona DNS di questo dominio. Se si sta eseguendo il Pannello dietro un dispositivo di routing con NAT (Network Address Translation), questo indirizzo IP sarà un indirizzo di rete interno come Dato che gli indirizzi IP x.x sono riservati da Internet Assigned Numbers Authority (IANA) per l'uso da reti private, questo sito web non sarà accessibile per gli utenti di Internet. Per risolvere questo problema, è necessario associare questo nome di dominio con l'indirizzo IP pubblico del dispositivo di routing nella zona DNS di questo dominio. Se state usando il Pannello come parte del pacchetto di hosting acquistato dal vostro provider di hosting (contrariamente ad avere il proprio server), nella maggior parte dei casi, il vostro provider di hosting avrà già configurato il dispositivo di routing e il modello di zona DNS usato per la creazione dei vostri siti web. In questo caso, potete passare direttamente alla sezione Rendere il vostro sito web accessibile quando il pannello venga eseguito dietro un router con NAT, per le istruzioni su come rendere il sito web accessibile agli utenti Internet. Per verificare che il vostro provider di hosting abbia realizzato le corrette modifiche sul modello di zona DNS: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Modello DNS (nel gruppo DNS). 2. Trovare tutti i record di risorse del tipo A. In modo predefinito, questi record hanno il seguente aspetto: <domain>. A <ip> mail.<domain>. A <ip> ns.<domain>. A <ip> webmail.<domain>. A <ip> Se visualizzate indirizzi IP reali invece di <ip>, vuol dire che il vostro provider di hosting ha modificato il modello di zona DNS usato per la creazione dei vostro siti web. Digitare questo indirizzo IP e accedere alla sezione Rendere il vostro sito web accessibile quando il pannello venga eseguito dietro un router con NAT, per ulteriori istruzioni su come rendere il sito web accessibile agli utenti Internet. Nonostante, se visualizzate i record come vengono mostrati nell'esempio sopra (con <ip> invece di indirizzi IP reali), vuol dire che il Pannello fornito come parte del pacchetto di hosting non sta funzionando dietro un router con NAT oppure che dovete modificare il modello di zona DNS in modo manuale. Per modificare il modello di zona DNS usato per la creazione dei vostri siti web:

105 Configurazione del Server Vai su Impostazioni > Impostazioni del Modello DNS (nel gruppo DNS). 2. Trovare tutti i record di risorse del tipo A. Questi record hanno il seguente aspetto: <domain>. A <ip> mail.<domain>. A <ip> ns.<domain>. A <ip> webmail.<domain>. A <ip> 3. Modificare tutti questi record di tipo A: a. Cliccare sui collegamenti corrispondenti nella colonna Host. b. Nella casella d'input Inserire indirizzo IP, eliminare i modelli <ip> e digitare l'indirizzo IP pubblico assegnato dal vostro provider di hosting. Se avete dimenticato l'indirizzo IP pubblico che vi era stato assegnato, contattare il provider di hosting per richiedere assistenza. 4. Fai clic su OK. Se stai usando il proprio server Parallels Plesk Panel dietro un router con NAT, è necessario configurare manualmente il dispositivo di routing e modificare il modello di zona DNS usato per la creazione dei tuoi siti web. Se state eseguendo il proprio server con il Pannello dietro un router con NAT: 1. Configurare il vostro dispositivo di routing per assicurare il trasferimento corretto dell'indirizzo. Consultare la documentazione del vostro dispositivo di routing per maggiori informazioni. 2. Accedi al Pannello e vai su Impostazioni > Impostazioni del Modello DNS (nel gruppo DNS). 3. Trovare tutti i record di risorse del tipo A. Questi record hanno il seguente aspetto: <domain>. A <ip> mail.<domain>. A <ip> ns.<domain>. A <ip> webmail.<domain>. A <ip> 4. Modificare tutti questi record di tipo A: a. Cliccare sui collegamenti corrispondenti nella colonna Host. b. Nella casella d'input Inserire indirizzo IP, eliminare i modelli <ip> e digitare l'indirizzo IP pubblico del dispositivo di routing. c. Fai clic su OK.

106 106 Configurazione del Server d. Accedere alla sezione Rendere il vostro sito web accessibile quando il pannello venga eseguito dietro un router con NAT, per ulteriori istruzioni su come rendere il sito web accessibile agli utenti Internet. Configurare il Pannello per l'esecuzione dietro un firewall Questa sezione offre l'informazione sulla configurazione del firewall incorporato nel pannello in modo da consentire l'accesso al Pannello ed ai suoi servizi. La seguente è una lista di porte e protocolli usati dai servizi di Parallels Plesk Panel. Nome di servizio Porte usate dal servizio Interfaccia amministrativa del Pannello TCP 8443, 8880 Samba (file in condivisione su reti Windows) Servizio VPN UDP 1194 UDP 137, UDP 138, TCP 139, TCP 445 Server Web TCP 80, TCP 443 Server FTP TCP 21 Server SSH (secure shell) TCP 22 Server SMTP (invio di posta) TCP 25, TCP 465 Server POP3 (recupero di posta) TCP 110, TCP 995 Server IMAP (recupero di posta) TCP 143, TCP 993 Servizio di modifica della password di posta TCP 106 Server MySQL TCP 3306 Server MS SQL TCP 1433 Server PostgreSQL TCP 5432 Connessioni al Server di Licenze TCP 5224 Server di nomi a dominio UDP 53, TCP 53 In questa sezione Usare il software Firewall incorporato del Pannello (Hosting Windows)

107 Configurazione del Server 107 Usare il software Firewall incorporato del Pannello (Hosting Windows) Parallels Plesk Panel comprende un firewall che si può usare per proteggere il server dalle connessioni di rete in arrivo che potrebbero essere usate per compromettere la sicurezza del server. Il firewall comprende un set di regole predefinite che consentono le connessioni ai servizi richiesti per il corretto funzionamento di un server di hosting, quali Web, mail e FTP. In modo predefinito, il firewall è disconnesso. Leggere questa sezione per imparare il modo in cui: Attivare il firewall Visualizzare le Connessioni Permesse Attualmente in Entrata Consentire e bloccare le connessioni in arrivo Consentire e bloccare le comunicazioni ICMP Ripristinare la Configurazione Predefinita del Firewall Disattivare il firewall In questa sezione Attivare il Firewall Visualizzare le Connessioni Permesse Attualmente in Entrata Permettere e Bloccare Connessioni in Arrivo Permettere e Bloccare Comunicazioni ICMP Ripristinare la Configurazione Predefinita del Firewall Chiudere Tutte le Connessioni del Server Usando il Modo Panic Disattivare il Firewall

108 108 Configurazione del Server Attivare il Firewall Per attivare il firewall: 1. Vai su Impostazioni > Firewall (nel gruppo Sicurezza). 2. Sotto Strumenti, cliccare Attivare. 3. Per attivare il firewall per un'interfaccia di rete specifica, se disponete di diverse interfacce di rete, nell'elenco d'interfacce, cliccare sul nome d'interfaccia che vi interessa. L'elenco di norme di filtro applicate (regole) comparirà. La colonna S (stato) mostra l'icona se il firewall blocca i pacchetti che concordano con la regola e l'icona se il firewall permette i pacchetti che concordano con la regola per poter passare. Nota: Configurare il firewall per le interfacce di rete specifiche è solo disponibile sotto Microsoft Windows Server 2003.

109 Configurazione del Server 109 Visualizzare le Connessioni Permesse Attualmente in Entrata In modo predefinito, tutte le connessioni in arrivo che non sono esplicitamente permesse, sono bloccate. Per visualizzare le regole del firewall attualmente applicate per le connessioni in entrata: 1. Vai su Impostazioni > Firewall (nel gruppo Sicurezza). 2. Cliccare sull'interfaccia di rete di cui avete bisogno. Tutte le regole attualmente definite sono elencate. La colonna S (stato) mostra l'icona se il firewall blocca i pacchetti che concordano con la regola e l'icona se il firewall permette i pacchetti che concordano con la regola per poter passare. Nota: Configurare il firewall per le interfacce di rete specifiche è solo disponibile sotto Microsoft Windows Server Se state usando Microsoft Windows Server 2008, andare sulla scheda Norme sul Firewall. 3. Eseguite una delle seguenti operazioni: Per visualizzare o modificare le proprietà di una regola, cliccare sul rispettivo nome di regola. Per salvare qualsiasi modifica fatta nella regola, cliccare su OK. Per tornare alla schermata precedente senza salvare nessuna modifica, cliccare su Annulla oppure cliccare su Livello Superiore. Per consentire le connessioni ad un servizio, cliccare su Aggiungi Regola di Firewall, specificate il nome della regola per futuri riferimenti, specificate la porta ed il protocollo per le connessioni che devono essere permesse. Lasciare selezionata la casella di controllo Attiva regola, se desideri applicare la regola immediatamente. Fai clic su OK. Per consentire le connessioni ad un servizio che avevate stabilito precedentemente come accessibile, cliccare sulla rispettiva icona nella colonna S. Per bloccate temporaneamente le connessioni ad un servizio, cliccare sulla rispettiva icona nella colonna S. Per bloccare permanentemente le connessioni al servizio, seleziona la casella di controllo corrispondente alla norma che consente le connessioni al relativo servizio e clicca su Rimuovi. Eliminare una regola blocca le connessioni che erano state specificate in quella regola.

110 110 Configurazione del Server Permettere e Bloccare Connessioni in Arrivo. In modo predefinito, tutte le connessioni in arrivo che non sono esplicitamente permesse, sono bloccate. Per permettere le connessioni in arrivo per un servizio: 1. Vai su Impostazioni > Firewall (nel gruppo Sicurezza). 2. Cliccare sull'interfaccia di rete di cui avete bisogno. Nota: Configurare il firewall per le interfacce di rete specifiche è solo disponibile sotto Microsoft Windows Server Se state usando Microsoft Windows Server 2008, andare sulla scheda Norme sul Firewall. 3. Cliccare su Aggiungere Regola Firewall e specificate le seguenti proprietà: Il nome di regola per future riferimenti La porta o l'intervallo di porte ed il protocollo per i quale le connessioni in arrivo devono essere permesse. 4. Lasciare selezionata la casella di controllo Attiva regola, se desideri applicare la regola immediatamente. 5. Fai clic su OK. Per bloccare le connessioni in arrivo previamente permesse per un servizio: 1. Vai su Impostazioni > Firewall (nel gruppo Sicurezza). 2. Cliccare sull'interfaccia di rete di cui avete bisogno. Nota: Configurare il firewall per le interfacce di rete specifiche è solo disponibile sotto Microsoft Windows Server Se state usando Microsoft Windows Server 2008, andare sulla scheda Norme sul Firewall. 3. Seleziona la casella di controllo corrispondente alla regola che permette le connessioni al relativo servizio e clicca su Rimuovi. Eliminare una regola blocca le connessioni che erano state specificate in quella regola.

111 Configurazione del Server 111 Permettere e Bloccare Comunicazioni ICMP Le comunicazioni ICMP si usano per la risoluzione di problemi di rete. In modo predefinito, tutte le comunicazioni ICMP sono permesse. Per la descrizione dettagliata di messaggi ICMP, per favore rivolgersi a: guringicmpsettingsinwindowsfirewall.asp Se avete bisogno di bloccare o permettere delle comunicazioni ICMP, seguite questi passi: 1. Vai su Impostazioni > Firewall (nel gruppo Sicurezza) > Protocollo ICMP. Le regole predefinite per le comunicazioni ICMP sono elencate. La colonna S (stato) mostra l'icona se il firewall blocca i pacchetti che concordano con la regola e l'icona se il firewall permette i pacchetti che concordano con la regola per poter passare. 2. Eseguite una delle seguenti operazioni: Per permettere le richieste ICMP di un tipo specifico, cliccare sulla rispettiva icona nella colonna S. Per bloccare le richieste ICMP di un tipo specifico, cliccare sulla rispettiva icona nella colonna S. Per bloccare tutte le richieste ICMP, cliccare Modo Allarme. Per risolvere le impostazioni in modo predefinito per le richieste ICMP, cliccare su Predefinito. Ripristinare la Configurazione Predefinita del Firewall Per ripristinare la configurazione iniziale: 1. Vai su Impostazioni > Firewall (nel gruppo Sicurezza). 2. Cliccare sull'interfaccia di rete di cui avete bisogno. Nota: Configurare il firewall per le interfacce di rete specifiche è solo disponibile sotto Microsoft Windows Server Se state usando Microsoft Windows Server 2008, andare sulla scheda Norme sul Firewall. 3. Sotto Strumenti, cliccare Ripristinare Predefinito.

112 112 Configurazione del Server Chiudere Tutte le Connessioni del Server Usando il Modo Panic Se il vostro server è compromesso ed i siti web sono attaccati, forse volete fare sì che il server sia non disponibile su Internet e mantenerlo inattivo finché tutte le vulnerabilità saranno aggiustate ed i siti web saranno ripristinati dai file di backup. Per chiudere tutte le connessione dal server: 1. Vai su Impostazioni > Firewall (nel gruppo Sicurezza). 2. Cliccare su Modo Panic. Nota: Configurare il firewall per le interfacce di rete specifiche è solo disponibile sotto Microsoft Windows Server Se state usando Microsoft Windows Server 2008, andare sulla scheda Norme sul Firewall. Disattivare il Firewall Per disattivare il firewall: 1. Vai su Impostazioni > Firewall (nel gruppo Sicurezza). 2. Sotto Strumenti, cliccare Disattivare. Configurazione dell'intervallo di porte per la modalità FTP passiva (Hosting Windows) Per definire una determinata porta o un intervallo di porte per la connessione al server su FTP in modalità passiva: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni FTP (nel gruppo Generale). 2. Indicare la porta richiesta o l'intervallo di porte richiesto nel campo Porta o intervallo di porte per le connessioni in modalità FTP passiva e cliccare OK.

113 Configurazione del Server 113 Configurare Servizi di Posta Il Pannello funziona in cooperazione con un software del server di posta, che offre servizi per caselle di posta e liste di posta. Dopo l'installazione, il server di posta viene configurato automaticamente ed è pronto per servire. Nonostante, si consiglia di verificare le impostazioni predefinite per garantire che soddisfano le vostre necessità. In modo predefinito, il server di posta Postfix è installato su Parallels Plesk Panel per le piattaforme Linux e il server di posta MailEnable, su Parallels Plesk Panel per le piattaforme Windows. È possibile installare un altro software del server di posta, se supportato dal Pannello e quindi configurare il Pannello per l'utilizzo. Se vuoi usare un server di posta in esecuzione su un computer separato o se desideri evitare che i tuoi utenti usino servizi di posta, puoi rimuovere dal Pannello tutti i controlli correlati alla gestione di servizi e all'aggiunta di nuovi account di posta. Questa opzione non disattiva il server di posta gestito dal Pannello ma rimuove solo i seguenti elementi dal Pannello di Controllo ai quali accedono i clienti dei servizi di hosting e i loro utenti: Scheda Posta. Scheda Home > gruppo Posta. Scheda Utenti > nome utente > Crea un indirizzo sotto il tuo account. Per nascondere gli elementi dell'interfaccia utente correlati ai servizi di posta dal Pannello di Controllo: 1. Nel Pannello di Amministrazione del Server, vai su Impostazioni > Impostazioni del Server di Posta (nel gruppo Posta). 2. Deseleziona la casella di controllo Abilita le funzioni di gestione di posta nel Pannello. 3. Fai clic su OK. Per usare un altro software del server di posta con il Pannello (attualmente supportato solo su hosting Windows): 1. Verifica la lista di server di posta supportati nella Guida all'installazione di Parallels Plesk Panel. Verifica che il software del server di posta che desideri usare sia supportato. 2. Installa il software secondo le istruzioni fornite nella Guida all'installazione di Parallels Plesk Panel oppure usa le istruzioni fornite dal fabbricante del server di posta. 3. Accedi al Pannello a vai su Impostazioni > Componenti del Server. 4. Fai clic sul link Server di posta. Il server di osta che avete installato dovrebbe ora apparire nella lista di server disponibili.

114 114 Configurazione del Server 5. Selezionare il server di posta che vi interessa e cliccare OK. Il Pannello comincerà ad usare il nuovo server di posta senza necessità di riavviare il server. Tenete presente che è possibile selezionare un altro server di posta in qualsiasi momento. Per visualizzare o configurare le impostazioni del servizio di posta: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del server di posta (nel gruppo Posta). La schermata delle preferenze di posta del server si aprirà nella scheda Impostazioni. 2. Lascia selezionata la casella di controllo Abilita le funzioni di gestione di posta nel Pannello se desideri consentire ai tuoi utenti di creare account di posta nel Pannello di Controllo ed usare i servizi di posta forniti dal server di posta gestito dal Pannello. Se usi un server di posta esterno, deseleziona questa casella di controllo. 3. Se desideri limitare la dimensione di un messaggio di posta elettronica che può essere inviato tramite il tuo server, digita il valore desiderato in kilobyte nella casella Dimensione massima del messaggio. Altrimenti, lascia questo campo in bianco. 4. Se desideri proteggere gli account di posta dagli attacchi di hacker evitando che gli utenti usino delle password semplici, seleziona il valore richiesto dal menu Complessità password minima. Esistono cinque livelli di complessità: Molto bassa - da 0 a 19 punti. Bassa - da 20 a 39 punti. Media - da 40 a 59 punti. Alta - da 60 a 79 punti. Molto alta - da 80 a 100 punti. Secondo l'algoritmo di calcolo usato dal Pannello, la password più complessa soddisfa i seguenti criteri: è composta da più di 8 caratteri di lunghezza, contiene una combinazione di lettere maiuscole e minuscole, numeri e caratteri speciali, 5. Per proteggere il tuo server contro l'inoltro di posta non autorizzato o l'inserimento di posta indesiderata, seleziona la casella di controllo Abilita l'invio di messaggi per consentire ai clienti di inviare messaggi di posta elettronica tramite la porta 587. Inoltre, comunica ai clienti che devono indicare nelle impostazioni dei programmi di posta elettronica la porta 587 per le connessioni SMTP in uscita e assicurati di consentire le connessioni a questa porta nelle impostazioni del tuo firewall. 6. Seleziona la modalità d'inoltro di posta. Con l'inoltro chiuso il server di posta accetterà solo i messaggi di posta elettronica indirizzati agli utenti che possiedono caselle postali in questo server. I tuoi clienti non saranno in grado d'inviare alcun messaggio tramite il tuo server SMTP in uscita e quindi, non si consiglia di chiudere l'inoltro di posta.

115 Configurazione del Server 115 Con l'inoltro dopo l'autorizzazione, solo i tuoi clienti saranno in grado di ricevere e inviare tramite il tuo server di posta. Si consiglia di lasciare l'opzione autorizzazione richiesta selezionata e di indicare i metodi di autenticazione consentiti: Tempo di blocco POP3. Con l'autorizzazione POP3, una volta un utente si è autorizzato con successo al server POP, ottiene il permesso di ricevere ed inviare tramite il server di posta per il periodo di tempo indicato. SMTP. Con l'autorizzazione SMTP, il tuo server di posta richiede l'autorizzazione se il messaggio deve essere inviato ad un indirizzo esterno. Nota per gli utenti di hosting Windows: Se non desideri usare le limitazioni d'inoltro per le reti che ritieni affidabili, indica l'ip e la maschera di rete nel campo Non usare limitazioni di inoltro per le seguenti reti: (es., /16) e clicca sull'icona. Per rimuovere una rete dalla lista, fai clic sull'icona corrispondente alla rete che desideri rimuovere. Gli host d'inoltro sulle reti della lista non sono considerati quali oggetti potenzialmente gestiti dagli spammer, inoltri aperti o proxy aperti. In alcuni casi, un host affidabile potrebbe anche trasmettere spam, ma non lo creerà e non falsificherà i dati dell'intestazione. Le verifiche della lista nera DNS non richiederanno mai alcun host su queste reti. Esiste anche un'opzione per consentire l'inoltro aperto senza autorizzazione, la quale è nascosta dall'interfaccia utente in modo predefinito. L'apertura dell'inoltro di posta senza autorizzazione non è consigliata perché consente agli spammer di inviare messaggi indesiderati tramite il tuo server. Se desideri impostare l'inoltro aperto, accedi al file system del server, trova il file root.controls.lock nella directory d'installazione di Parallels Plesk Panel (PRODUCT_ROOT_D/var/root.controls.lock sulle piattaforme Unix e PRODUCT_DATA_D/var/root.controls.lock sulle piattaforme Windows) e rimuovi la riga /server/mail.php3:relay_open da questo file. L'opzione d'inoltro aperto verrà visualizzata nel pannello di controllo. 7. Seleziona il programma antivirus che si dovrebbe usare sul server. 8. Seleziona le opzioni di protezione spam che si dovrebbero usare sul server. 9. Fai clic su OK per applicare eventuali modifiche. Nota: Se desideri configurare sistemi di protezione spam, come il filtro spam di SpamAssassin o sistemi di protezione basati su DomainKeys, liste blackhole DNS o Sender Policy Framework (SPF), procedi alla sezione Configurazione della protezione spam (a pagina 116). In questa sezione Configurare la Protezione Spam Configurare la Protezione contro Virus (Hosting Linux) Configurazione della protezione contro virus (Hosting Windows) Selezionare il software Webmail Configurazione del software di liste di posta Mailman (Hosting Linux) Evitare che i clienti inviino di massa (Hosting Linux)...129

116 116 Configurazione del Server Configurare la Protezione Spam Per proteggere gli utenti dallo spam, è possibile usare i seguenti strumenti insieme al Pannello: Filtro spam SpamAssassin. È un potente filtro contro lo spam che utilizza una grande varietà di test locali e della rete per identificare le signature di spam. È possibile configurare il filtro spam per eliminare i messaggi sospetti quando arrivano nel vostro server di posta o modificare la linea oggetto ed aggiungere "Indicatore-Spam-X: YES" e "X-Spam-Status: Yes" intestazioni per i messaggi. L'ultimo può essere utile per gli utenti che preferiscono filtrare la posta con programmi di filtrazione di posta installati nei loro computer. Per saperne di più su SpamAssassin, visitate Per configurare e attivare il filtro SpamAssassin, proseguire alla sezione Configurare il Filtro Spam di SpamAssassin (a pagina 118). DomainKeys (disponibile solo per l'hosting Linux). DomainKeys è un sistema di protezione spam basato sull'autenticazione del mittente. Quando un si dichiara come originario da un determinato dominio, DomainKeys fornisce un meccanismo tramite il quale il sistema di destinazione può determinare, in modo credibile, che l' infatti proviene da una persona o sistema autorizzato all'invio di dal determinato dominio. Se la verifica del mittente non è riuscita, il sistema del destinatario esclude quei messaggi . Per configurare il sistema di DomainKeys sul vostro server, consultate la sezione Attivare la Protezione Spam Basata su DomainKeys (a pagina 120). Liste di Blocco DNS. Questo sistema per evitare lo spam è basato su delle richieste DNS fatte dal vostro server di posta a un database, il quale contiene risorsi di spam conosciute e documentate, cosí come un elenco estensivo d'indirizzi IP. Qualsiasi risposta positiva da questo database dovrebbe risultare nel ritorno del vostro server di posta all'errore '550' o il rigetto della connessione richiesta. Per configurare il vostro server di posta perché lavori con database DNSBL, proseguire alla sezione Attivare la Protezione Spam Basata sulle Liste Blackhole DNS (a pagina 122). Sender Policy Framework (disponibile solo per l'hosting Linux). Questa prevenzione di spam è anche basata sulle richieste DNS. È progettata per ridurre la quantità di spam inviato da indirizzi contraffatti. Con il protocollo SPF, il proprietario di un dominio in Internet può specificare gli indirizzi di macchine che sono autorizzate ad inviare per gli utenti del suo dominio. I ricevitori che implementano il protocollo SPF quindi trattano come sospetto qualsiasi che arriva da quel dominio ma falisce se arriva da ubicazioni che il dominio autorizza. Per saperne di più su SPF, visitate Per consentire il filtro basato su SPF, procedi alla sezione Configurare il Supporto per il Sistema Sender Policy Framework (a pagina 123).

117 Configurazione del Server 117 Lista bianca e lista nera nel server. La lista nera e quella bianca sono delle abilità standard del server di posta. Puoi usare una lista nera o bianca per bloccare o ricevere posta da server specifici. Il tuo server di posta ottiene i nomi di domini e gli indirizzi IP dei server che cercano di stabilire una connessione con esso. Se un nome di dominio corrisponde ai risultati di una lista nera, il tuo server rifiuta la connessione. Quindi, il possibile messaggio di spam non sarà mai ricevuto. Se un indirizzo IP corrisponde ai risultati di una lista bianca, il tuo server riceve un messaggio dal mittente senza usare i sistemi di protezione spam, come l'autenticazione del mittente, greylisting o DNSBL. Per configurare la lista bianca e la lista nera del server, procedere alla sezione Configurare la lista bianca e la lista nera del server (a pagina 122). Greylisting (disponibile solo per l'hosting Linux). Il greylisting è un sistema di protezione che funziona come segue: Gli indirizzi elettronici dal mittente e dal destinatario vengono memorizzati in un database, per ogni messaggio che arriva dal server. Quando un messaggio arriva per la prima volta, i relativi indirizzi del mittente e del destinatario non sono ancora memorizzati nel database e quindi il server rifiuta temporaneamente tale messaggio, creando un codice di errore SMTP. Se la posta risulta legittima e il server d'invio è correttamente configurato, si proverà ad inviare l' di nuovo e il messaggio verrà accettato. Se il messaggio è inviato da uno spammer, non si riproverà a rinviare la posta: gli spammer normalmente inviano di massa a migliaia di destinatari e non si preoccupano del rinvio. Il sistema di protezione greylisting tiene anche in considerazione la lista nera e bianca per utente e per server dei mittenti di posta eletronica: la posta eletronica da mittenti di liste bianche viene accettata senza passare attraverso la verifica di greylisting e la posta da mittenti di liste nere viene sempre rifiutata. Quando i componenti del supporto greylisting sono installati sul server, la tecnica di graylisting viene automaticamente attivata per tutti i domini. È possibile disattivare ed attivare la protezione greylisting per tutti i domini alla volta (su Impostazioni > Impostazioni del Filtro Spam) o per abbonamenti individuali (su Pannello di Controllo > Posta > Modifica Impostazioni). In questa sezione Configurazione del Filtro Antispam SpamAssassin Configurare la Protezione Spam Basata su DomainKeys (Hosting Linux) Attivare la Protezione Antispam Basata sulle Liste di Blocco DNS Configurare la Lista Nera e la Lista Bianca in tutto il Server Configurazione del supporto per Sender Policy Framework System (Hosting Linux) Configurazione della protezione spam basata su Greylisting (Hosting Linux)...124

118 118 Configurazione del Server Configurazione del Filtro Antispam SpamAssassin Per attivare il filtro spam SpamAssassin: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del filtro spam (nel gruppo Posta). 2. Per attivare il filtro nel server basato sulle impostazioni da voi definite, selezionare la casella di controllo Attivare il filtro spam SpamAssassin nel server. 3. Per permettere ai vostri utenti di impostare le proprie preferenze del filtro spam per ogni casella postale, selezionare la casella di controllo Applicare impostazioni individuali al filtro spam. 4. Se desiderate regolare la quantità di risorse di sistema che il filtro spam dovrebbe usare (disponibile solo per l'hosting Linux), digitare il valore desiderato da 1 a 5 nella casella Numero massimo di elaborazioni spam di lavoro da eseguire (1-5), (1 è il carico più basso e 5 è quello più alto). Si consiglia di usare il valore predefinito. 5. Se desiderate regolare la sensibilità del filtro spam, digitare il valore desiderato nella casella Numero di punti che un messaggio deve segnare per essere considerato spam. SpamAssassin esegue un elevato numero di test differenti sul contenuto e sull'oggetto di ogni messaggio. Come risultato ogni messaggio riporta un differente punteggio. Più elevato è il punteggio, maggiori sono le possibilità che il messaggio sia spam. Per esempio, a un messaggio che contiente la stringa di testo VIAGRA A PREZZI IMBATTIBILI!!! nell'oggetto e nel corpo del messaggio viene assegnato un punteggio di 8.3. I valori predefiniti del filtro sono impostati in modo tale che un messaggio che riporti un punteggio pari o superiore a 7 venga considerato spam. Se i vostri utenti ricevono tanti messaggi spam con la corrente impostazione, in modo da rendere il filtro più sensibile, provate ad impostare un valore più basso nella casella Punteggio che un messaggio deve ricevere per essere considerato spam; per esempio, 6. Se i vostri utenti non stanno ricevendo più perché il filtro spam li considera posta indesiderata, provate a ridurre la sensibilità del filtro impostando un valore più alto nella casella Punteggio che un messaggio deve ricevere per essere considerato spam. 6. Per ridurre il carico sul server Windows, è possibile selezionare la casella di controllo Non filtrare se la dimensione della posta supera la dimensione specificata e specificare la dimensione massima del messaggio che il filtro spam analizzerà. La dimensione de posta consigliata è Kbyte, considerata normale per i messaggi in formato HTML con immagini. La dimensione della posta è considerata critica per il filtro e il sovraccarico del server se supera 500 Kbyte, considerata normale per i messaggi con allegati.

119 Configurazione del Server Per assicurarsi che il filtro spam sul server Windows non lascia dei messaggi senza verificare (questo è probabile se la quantità di posta in arrivo è molto estesa), limitare il numero di messaggi che si possono verificare simultaneamente nel campo Numero di thread che il filtro spam può creare. 8. Specificare come segnare i messaggi riconosciuti come spam. A livello del server, non è possibile impostare il filtro spam per eliminare lo spam automaticamente: è solo possibile farlo per ogni casella postale. Quindi, per le norme sul server, potete scegliere solo di segnare i messaggi come spam: X-Spam-Flag: YES e X-Spam-Status: Le intestazioni Yes vengono aggiunte alla sorgente del messaggio in modo predefinito e se volete, il filtro spam includerà anche una stringa concreta di testo all'inizio della linea Oggetto. Per includere una combinazione di simboli o di parole nell'oggetto del messaggio, digitatela nella casella Aggiungere il seguente testo all'inizio dell'oggetto di ogni messaggio riconosciuto come spam. Se preferite che il filtro anti spam non modifichi l'oggetto del messaggio, lasciate vuoto questo campo. Se volete includere nell'oggetto del messaggio il punteggio spam, digitate SCORE in questo campo. 9. Se si usa Parallels Plesk Panel per Windows, definire le caratteristiche relative alla lingua della posta che dovrebbero sempre passare il filtro, specificando le lingue e le impostazioni internazionali di fiducia. Selezionare gli elementi richiesti nelle caselle sotto Lingue e impostazioni internazionali di fiducia e cliccare Aggiungere >>. Le lettere scritte nelle lingue specificate e con i set di caratteri definiti non verranno segnate come spam. 10. Se non desiderate che i vostri utenti ricevano da particolari domini o da mittenti, cliccare sulla scheda Lista Nera e quindi aggiungete gli indirizzi alla lista nera del filtro antispam: Per aggiungere elementi alla lista nera, cliccare su Aggiungere Indirizzi. Separa gli indirizzi da una virgola, punto e virgola o uno spazio in bianco. Potete utilizzare un asterisco (*) per sostituire più lettere e un punto interrogativo (?) per sostituire una singola lettera. Per Indicando bloccherete l'intero dominio di posta spammers.net. Se si usa un server basato su Windows, indicare anche l'azione da effettuare con i messaggi che arrivano dagli indirizzi specificati. Per salvare le voci aggiunte, fare clic su OK. Per rimuovere delle voci dalla lista nera, sotto la scheda Lista Nera, selezionare le voci e cliccare su Rimuovere. Conferma la rimozione e clicca su OK. 11. In modo da garantire che, sia voi che i vostri utenti, non perdiate la posta inviata da mittenti specifici, cliccare sulla scheda Lista Bianca e aggiungere gli indirizzi di posta elettronica o gli interi domini alla lista bianca del filtro antispam:

120 120 Configurazione del Server Per aggiungere elementi alla lista bianca, cliccare su Aggiungere Indirizzi. Se avete un elenco di indirizzi archiviati in un file, cliccaresfoglia per recuperarlo, quindi cliccareok. Altrimenti, selezionate l'opzione Dalla Lista e digitate l'indirizzo di posta elettronica nel campoindirizzi . Posizionate ciascun indirizzo in una riga separata oppure separate gli indirizzi con una virgola, un punto e virgolo o uno spazio vuoto. Potete utilizzare un asterisco (*) per sostituire più lettere e un punto interrogativo (?) per sostituire una singola lettera. Per indicando aggiungerete alla lista bianca tutti gli indirizzi di posta elettronica del dominio di posta mycompany.com. Per salvare gli indirizzi aggiunti, cliccare su OK, quindi confermate l'inserimento e cliccare nuovamente su OK. Per rimuovere delle voci dalla lista bianca, sotto la scheda Lista Bianca, selezionare le voci e cliccare su Rimuovere. Conferma la rimozione e clicca su OK. 12. Una volta completata la configurazione del filtro spam, cliccare su OK. Adesso, la posta in arrivo verrà filtrata sul lato server. In modo predefinito, il filtro spam non elimina la posta spam, ma aggiunge solo il contrassegno "X-Spam-Flag: YES" e "X-Spam-Status: Intestazioni Yes" al messaggio e la stringa di testo "*****SPAM*****" all'inizio dell'oggetto di ogni messaggio riconosciuto come spam. Se avete abilitato l'opzione Applicare impostazioni individuali nel filtro spam, gli utenti saranno in grado di impostare i propri filtri in modo da eliminare automaticamente la posta indesiderata. Saranno anche in grado di configurare le proprie liste nera e bianca per i mittenti che sovrascriveranno le impostazioni del server e guideranno il filtro spam per ogni casella postale. Per regolare le impostazioni del filtro spam per una determinata casella di posta, consultare la sezione Manuale Utente del Pannello di Controllo, Configurazione della protezione spam. Nota: Il Pannello espone soltanto le funzionalità SpamAssassin di base. Per creare regole antispam più complesse, è necessario modificare i file di configurazione di SpamAssassin. Per maggiori informazioni sulla configurazione avanzata di SpamAssassin, consultare Parallels Plesk Panel 10: Guida all'amministrazione Avanzata, Protezione Spam sia per Linux che per Windows e altra documentazione correlata (ad esempio: (http://spamassassin.apache.org/doc/mail_spamassassin_conf.html)). Configurare la Protezione Spam Basata su DomainKeys (Hosting Linux) Per attivare la protezione spam basata su DomainKeys: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del server di posta (nel gruppo Posta). 2. Sotto il gruppo DomainKeys protezione spam, seleziona le seguenti opzioni:

121 Configurazione del Server 121 Consenti di firmare la posta in uscita. La selezione di questa opzione consente di attivare il supporto per la firma di posta elettronica di DomanKeys in base ad ogni abbonamento tramite il Pannello di Controllo (Pannello di Controllo > Posta > Modifica Impostazioni). Non attiva automaticamente la firma dei messaggi in uscita. Verifica della posta in arrivo. Selezionando questa opzione il sistema DomainKeys verrà configurato per la verifica di tutti i messaggi indirizzati agli utenti di posta sotto tutti i domini ospitati sul server. 3. Fai clic su OK. Quindi, il server di posta verificherà tutti i messaggi in arrivo per garantire che provengano dai mittenti da cui ritengono provenire. Tutti i messaggi inviati dai domini che usino DomainKeys per firmare la posta elettronica che non superino la verifica, verranno esclusi. Tutti i messaggi inviati dai domini che non partecipino al programma DomainKeys e non firmino la posta elettronica, verranno accettati senza verifica. Per attivare la firma di messaggi in uscita per tutti i domini di un abbonamento: 1. Vai su Pannello di Controllo > Posta > Modifica Impostazioni. 2. Seleziona la casella di controllo Usa il sistema di protezione spam di DomainKeys per firmare i messaggi in uscita. 3. Fai clic su OK. Quindi, verranno realizzate le seguenti azioni per i domini selezionati: Le chiavi private sono generate e posizionate nel database del server. Le chiavi pubbliche sono generate e posizionate nei registri di risorse TXT create nelle zone DNS dei domini. Le normative sul mittente annunciate nei registri di risorse DNS TXT sono definite per "tutti i messaggi inviati da questo dominio devono essere firmati con crittografia; Nel caso in cui qualcuno riceva un messaggio che sostenga di provenire da questo dominio, il quale non è firmato, questo messaggio dovrà essere escluso." I messaggi in uscita sono firmati in modo digitale: l'intestazione "DomainKeys-Signature" contenente una firma basata su una chiave privata viene aggiunta alle intestazioni del messaggio.

122 122 Configurazione del Server Attivare la Protezione Antispam Basata sulle Liste di Blocco DNS È possibile usare liste blackhole di abbonamenti gratis e a pagamento con il server. Visita e scegli il server DNSBL che desideri usare. Per attivare la protezione spam basata su DNSBL: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Server di Posta (nel gruppo Posta). 2. Seleziona la casella di controllo Attiva la protezione spam basata sulle liste blackhole DNS. 3. Nella casella Zone DNS per il servizio DNSBL, indica il nome host che il server di posta dovrebbe richiedere, per esempio: sbl.spamhaus.org. 4. Fai clic su OK. Quindi, i messaggi da spammer conosciuti dovrebbero essere rifiutati con il codice di errore 550 (connessione rifiutata). Configurare la Lista Nera e la Lista Bianca in tutto il Server Per rifiutare le connessioni da server di posta specifici: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Server di Posta (nel gruppo Posta). 2. Fai clic sulla scheda Black List. 3. Fai clic su Aggiungi Dominio. 4. Indica il nome del dominio dal quale non vuoi ricevere . Per esempio, 'evilspammers.net'. 5. Fai clic su OK. 6. Ripeti i passaggi da 3 a 5 per aggiungere tanti domini quanti richiesti. Per garantire la ricezione di posta da determinati server o reti: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Server di Posta (nel gruppo Posta). 2. Fai clic sulla scheda Lista Bianca. 3. Clicca su Aggiungi rete. 4. Indica un indirizzo IP o un intervallo di indirizzi IP da cui la posta elettronica dovrebbe sempre essere accettata. 5. Fai clic su OK. 6. Ripeti i passaggi da 3 a 5 per aggiungere tanti indirizzi quanti richiesti.

123 Configurazione del Server 123 Configurazione del supporto per Sender Policy Framework System (Hosting Linux) Per configurare il supporto SPF sul server basato su Linux: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Server di Posta (nel gruppo Posta).La schermata delle preferenze di posta del server si aprirà nella scheda Impostazioni. 2. Seleziona la casella di controllo Attiva protezione spam SPF ed indica come gestire la posta elettronica: Per accettare tutti i messaggi in arrivo a prescindere dai risultati di verifica SPF, seleziona l'opzione Crea solo le intestazioni SPF ricevute, non bloccare mai dal menu a discesa Modalità di verifica SPF. Si raccomanda l'uso di questa opzione. Per accettare tutti i messaggi in arrivo a prescindere dai risultati di verifica SPF, anche se la verifica SPF non è riuscita a causa di problemi di ricerca DNS, seleziona l'opzione In caso di problemi di ricerca DNS, crea errori temporanei dal menu a discesa Modalità di verifica SPF. Per rifiutare i messaggi da mittenti non autorizzati all'uso del dominio in questione, selezionare l'opzione Rifiuta la posta se SPF risolve come "non è riuscito" dalla casella a discesa Modalità di verifica SPF. Per rifiutare i messaggi che probabilmente arrivano da mittenti non autorizzati all'uso del dominio in questione, selezionare l'opzione Rifiuta la posta se SPF risolve come "softfail" dalla casella a discesa Modalità di verifica SPF. Per rifiutare i messaggi da mittenti che non possono essere identificati dal sistema SPF come autorizzati o non autorizzati perché il dominio non ha record SPF pubblicati, selezionare l'opzione Rifiuta la posta se SPF risolve a "neutrale" dalla casella a discesa Modalità di verifica SPF. Per rifiutare i messaggi che non passano la verifica SPF per qualche motivo (ad esempio, quando il dominio del mittente non implementa SPF e la verifica SPF ritorna lo stato "sconosciuto"), selezionare l'opzione Rifiuta la posta se SPF non risolve a "pass" dalla casella a discesa Modalità di verifica SPF. 3. Per specificare delle norme addizionali applicate dal filtro antispam prima che il controllo SPF sia in effetti realizzato dal server di posta, digitate i regolamenti che vi interessano nella casella Norme locali SPF. Si raccomanda di aggiungere una norma per controllare i messaggi contro database aperti o mittenti di fiducia, per esempio, 'include:spf.trusted-forwarder.org'. Per maggiori informazioni sulle regole SPF, visitare 4. Per specificare le norme applicate ai domini che non pubblicano registri SPF, digitate le norme nella casella Norme d'ipotesi SPF. Per esempio:v=spf1 +a/24 +mx/24 +ptr?all 5. Per specificare la notifica di un errore in modo arbitrario, ritornato al mittente di SMTP quando un messaggio viene rifiutato, digitate nella casella Testo di spiegazione di SPF.

124 124 Configurazione del Server Se non viene specificato nessun valore, il testo predefinito sarà usato come notifica. 6. Per completare la configurazione, fai clic su OK. Configurazione della protezione spam basata su Greylisting (Hosting Linux) Quando i componenti di supporto greylisting sono installati sul server, la protezione greylisting viene automaticamente attivata per tutti i domini. Quindi, non si richiedono ulteriori azioni. Se non si desidera usare la protezione greylisting, è possibile disattivarla. Per disattivare la protezione greylisting per tutti i domini: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del filtro spam (nel gruppo Posta). 2. Deselezionare la casella di controllo Attivare la protezione spam greylisting nel server. 3. Fai clic su OK. Per attivare la protezione greylisting per tutti i domini: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del filtro spam (nel gruppo Posta). 2. Seleziona la casella di controllo Attivare la protezione spam greylisting nel server. 3. Fai clic su OK. Per disattivare la protezione greylisting per tutti i domini di un abbonamento: 1. Vai su Pannello di Controllo > Posta > Modifica Impostazioni. 2. Deselezionare la casella di controllo Attivare la protezione spam di greylisting per tutti gli account di posta sotto questo dominio. 3. Fai clic su OK. Per attivare la protezione greylisting per tutti i domini di un abbonamento: 1. Vai su Pannello di Controllo > Posta > Modifica Impostazioni. 2. Seleziona la casella di controllo Attivare la protezione spam di greylisting per tutti gli account di posta sotto questo dominio. 3. Fai clic su OK.

125 Configurazione del Server 125 Configurare la Protezione contro Virus (Hosting Linux) Per fornire agli utenti di posta elettronica la protezione antivirus, è possibile usare le soluzioni Parallels Premium Antivirus o Kaspersky Antivirus. Entrambe le soluzioni possono analizzare il traffico della posta del server in tempo reale, nonostante, solo Kaspersky Antivirus consente di regolare accuratamente e filtrare determinati tipi di file presenti negli allegati. Entrambi i programmi richiedono una chiave di licenza addizionale con rinnovo annuo. Verifica i prezzi attuali dal tuo provider o visita il sito web di Parallels. Per installare Parallels Premium Antivirus o Kaspersky Antivirus: 1. Vai su Strumenti e Utility > Aggiornamenti. L'Updater si aprirà in una nuova finestra o scheda. 2. Fai clic su Annulla aggiornamento. 3. Fai clic su Aggiungi componenti. 4. Nella lista di componenti, espandi il gruppo Servizi di posta addizionali e scegli il modulo Parallels Premium antivirus o Kaspersky antivirus. 5. Cliccare su Continuare. Dopo il completamento dell'installazione, ottieni e installa la chiave di licenza per il programma antivirus selezionato, come descritto nei passaggi successivi. 6. Vai su Strumenti e Utility > Gestione di Licenze. 7. Fai clic su Ordina Nuova Chiave. In una nuova finestra del browser compare la pagina del negozio online di Parallels con i componenti aggiuntivi disponibili. 8. In questa pagina, scegli la casella di controllo vicino a Parallels Premium Antivirus o Kaspersky Antivirus e clicca su AGGIUNGI AL MIO CARRELLO. 9. Poiché i componenti aggiuntivi di Parallels Plesk Panel vengono aggiunti alle chiavi di licenza già esistenti, sarà necessario indicare il numero della chiave di licenza a cui verrà aggiunta questa caratteristica e cliccare su Invio. 10. Nei passaggi seguenti, indica la valuta, il numero delle chiavi di licenza, fornisci i dati personali, l'indirizzo di fatturazione, la modalità di pagamento e invia il formulario. Riceverai un una volta elaborato il tuo ordine. 11. Quando avrai ricevuto la notifica per , torna alla schermata Gestione di Licenze (Strumenti e Utility > Gestione di Licenze) e clicca su Ripristina Chiavi per ripristinare la chiave di licenza ordinata. Il Manager di Licenze del Pannello ripristinerà la chiave di licenza aggiornata dal server di licenze Parallels e l'installerà nel pannello di controllo.

126 126 Configurazione del Server 12. Vai su Impostazioni > Impostazioni di protezione contro virus (nel gruppo Posta). 13. Sotto Preferenze Antivirus, seleziona l'antivirus che t'interessa e fai clic su OK. Se hai installato Parallels Premium Antivirus, puoi attivare la protezione antivirus solo in base ad ogni casella postale e solo dopo aver configurato le caselle postali. In modo predefinito, le definizioni di virus sono ripristinate ogni 5 ore e non è possibile modificare questa impostazione mediante il pannello di controllo. Se hai installato Kaspersky Antivirus, vai su Strumenti e Utility > Kaspersky Antivirus per configurarlo.

127 Configurazione del Server 127 Configurazione della protezione contro virus (Hosting Windows) Per proteggere gli utenti da virus e altri software maligni che si propagano mediante la posta elettronica, è possibile attivare il servizio antivirus compreso in Parallels Plesk Panel. Per configurare e attivare l'antivirus per le caselle postali di tutti gli utenti: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni di protezione contro virus (nel gruppo Posta). 2. Seleziona la modalità di analisi desiderata. 3. Per consentire agli utenti di regolare le impostazioni di analisi per la posta in arrivo e la posta in uscita, seleziona le relative caselle di controllo. 4. Clicca OK. L'antivirus verrà attivato. Analizzerà la posta ed eliminerà tutti i messaggi danneggiati. Selezionare il software Webmail È possibile installare sul server diversi pacchetti di software webmail e selezionarli quale di essi dovrebbe essere disponibili agli utenti. Altrimenti, è anche possibile reindirizzare gli utenti verso un servizio webmail esterno. A tale fine, registra l'indirizzo di un servizio webmail esterno nel Pannello aggiungendo il registro corrispondente. Tutti i pacchetti webmail installati e servizi webmail esterni registrati sono elencati nelle impostazioni di posta di abbonamenti e piani di hosting (nella scheda Posta). Lì è possibile selezionare l'opzione webmail da fornire agli utenti. Per registrare un servizio webmail esterno: 1. Vai su Impostazioni > Webmail (nel gruppo Posta). 2. Fai clic su Registra Webmail. 3. Specificare quanto segue: a. Nome del servizio Webmail. b. URL del servizio Webmail. Indica un indirizzo che cominci con il prefisso o https://. c. Lasciare selezionata la casella di controllo Disponibile per rendere il servizio webmail registrato disponibile alla selezione nelle impostazioni del piano di hosting. 4. Fai clic su OK.

128 128 Configurazione del Server Per cambiare le proprietà di un registro webmail esterno: 1. Vai su Impostazioni > Webmail (nel gruppo Posta). 2. Fai clic sul link appropriato nella colonna Nome. 3. Effettuare le modifiche occorrenti e cliccare OK. Per rendere in servizio webmail non disponibile per l'inclusione in piani di hosting: 1. Vai su Impostazioni > Webmail (nel gruppo Posta). 2. Procedi nel modo seguente: Per rendere un servizio temporaneamente non disponibile senza necessariamente rimuoverlo, seleziona la casella di controllo corrispondente e clicca su Disabilita. Questo funziona per i pacchetti di software webmail installati e per i link ai servizi webmail esterni. Per rimuovere permanentemente il registro di un servizio, seleziona la casella di controllo corrispondente e fai clic su Rimuovi. In questo modo, sarà possibile rimuovere solo i link ai servizi webmail esterni. I pacchetti di software installati possono essere rimossi solo mediante l'installer di Prodotti Parallels (Strumenti e Utility > Aggiornamenti). Configurazione del software di liste di posta Mailman (Hosting Linux) Per fornire ai clienti delle capacità per eseguire le proprie liste di posta o newsletter, è necessario installare sul server il pacchetto GNU Mailman (è anche possibile farlo durante l'installazione di Parallels Plesk Panel) e configurare l'account amministratore della lista di posta, altrimenti non funzionerà. Per configurare l'account amministratore della lista di posta dal pannello di controllo: 1. Vai su Strumenti e Utility > Configurazione del server di liste di posta (nel gruppo Risorse). 2. Specificare il nome utente e la password che userai per l'amministrazione delle liste di posta e le loro impostazioni. 3. Fai clic su OK. Dopo aver configurato l'account amministratore di Mailman, è possibile configurare il software delle liste di posta o cambiare il login e la password di amministrazione visitando l'url:

129 Configurazione del Server 129 Nota: Dopo aver configurato l'account amministratore di Mailman, l'icona Configurazione del Server delle Liste di Posta non sarà più accessibile dal Pannello. Evitare che i clienti inviino di massa (Hosting Linux) Per evitare che gli utenti inviino di massa, realizzare le seguenti azioni: 1. Crea un file col nome maxrcpt nella directory $QMAIL_ROOT_D/qmail/control/ dove $QMAIL_ROOT_D è la posizione definita nel file /etc/psa/psa.conf file. 2. Digita il numero di destinatari consentiti in questo file e registralo. Tieni presente che questo numero incide anche sull'invio di messaggi per liste di posta o abbonati a gruppi di posta. In questo modo, se viene impostato il valore a 100, allora solo 100 abbonati riceveranno il messaggio inviato ad una lista o gruppo di posta. Quando non sarà più necessario limitare il numero di destinatari, elimina il file maxrcpt. Configurazione di Web Presence Builder Il componente Web Presence Builder è installato in modo predefinito con Parallels Plesk Panel, nonostante, per usarlo, è necessario installare una chiave di licenza per il Pannello (a pagina 73) che consenta la creazione di diversi siti web di Web Presence Builder. Dopo l'installazione di una licenza, vai al Pannello di Amministrazione del Server > Piani di Servizio > Piani di Hosting, fai clic sul nome del piano dove vuoi che Web Presence Builder sia disponibile e imposta il parametro Siti pubblicati con Web Presence Builder al numero che sia stato scelto (almeno 1, perché 0 vuol dire non disponibile). Nella fornitura di un abbonamento basato su questo piano di servizio, i clienti che accedono ai propri Pannelli di Controllo vedranno i pulsanti Avvia Web Presence Builder nella pagina Home e nella pagina Siti Web e Domini. L'unica cosa che richiede la configurazione per Web Presence Builder è la modalità di prova, che dovrà essere configurata unicamente quando verrà usata. Per le istruzioni sulla configurazione della modalità di prova, consultare la sezione Configurazione di Scenari di Acquisizione Clienti (a pagina 130).

130 130 Configurazione del Server Configurazione di Scenari di Acquisizione Clienti Questa sezione descrive come configurare uno scenario per acquisire più clienti di hosting con i siti di prova Web Presence Builder. In questo scenario, i futuri clienti che visiteranno il tuo sito e quelli esistenti possono creare siti web con tutte le funzionalità disponibili nell'applicazione Web Presence Builder compresa. Nonostante, per pubblicare i siti web creati, i futuri clienti hanno la possibilità di abbonarsi ad un servizio di hosting e i clienti esistenti possono aggiornare a un piano di hosting diverso oppure ordinare un componente del piano. Questo scenario funziona solo se Parallels Plesk Panel era installato con il componente Customer and Business Manager. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dello scenario, consultare il documento Come configurare uno scenario di acquisizione clienti, disponibile su Per abilitare la modalità di prova di Web Presence Builder: 1. Accedi a Impostazioni > Impostazioni dello scenario di acquisizione clienti. 2. Indicare Durata del sito web di prova. Questo è lo spazio di tempo che deve trascorrere prima che i siti web di prova che non sono stati acquistati dai clienti vengano rimossi dal server. 3. Per attirare nuovi clienti mediante della pubblicità relativa all'hosting di Web Presence Builder e offrire loro la possibilità di guardare la demo di Web Presence Builder, scegli la casella di controllo Abilitare l'accesso pubblico alla modalità di prova. In seguito viene visualizzato l' URL di accesso alla modalità di prova. Questo link aprirà Web Presence Builder in modalità di prova. Pubblica questo link sul tuo sito web per fare pubblicità dell'hosting mediante Web Presence Builder e attirare nuovi clienti. 4. Per visualizzare notifiche addizionali sul funzionamento di Web Presence Builder in modalità di prova, scegli la casella di controllo Visualizza notifica sulla modalità di prova nell'editor di Web Presence Builder. Le notifiche in modalità di prova nell'editor di Web Presence Builder possono essere personalizzate. 5. Fai clic su OK. In questa sezione Personalizzare le notifiche in modalità di prova di Web Presence Builder

131 Configurazione del Server 131 Personalizzare le notifiche in modalità di prova di Web Presence Builder È possibile personalizzare le notifiche che i clienti visualizzeranno da Web Presence Builder in modalità di prova, per esempio, nell'aggiunta di collegamenti al tuo negozio online. In modo predefinito, la modalità di prova di Web Presence Builder usa messaggi dal file tbbmessagesdefault.lng delle impostazioni locali usate. Per personalizzare le notifiche che i clienti visualizzeranno da Web Presence Builder in modalità di prova: 1. Vai sulla directory /usr/local/sb/resources/locale/<locale_name> su sistemi operativi Linux o accedi alla directory C:\Parallels\Plesk\sb\resources\locale\<locale_name> su sistemi operativi Windows. <locale_name> è il nome delle impostazioni locali per cui si modificano le notifiche. Per esempio, il nome predefinito per la lingua inglese è en_us. 2. Copia tbbmessagesdefault.lng e rinominalo in tbbmessagescustom.lng. Una volta ci sarà il file tbbmessagescustom.lng, Web Presence Builder lo userà invece di tbbmessagesdefault.lng. 3. Modifica i messaggi nel file tbbmessagescustom.lng. Il seguente schema elenca i messaggi che si possono modificare. Parola chiave del messaggio nelle impostazioni internazionali Descrizione del messaggio startupselllimitexceedingtitle Titolo della finestra di dialogo visualizzata nella pagina iniziale di Web Presence Builder dai clienti che hanno superato il limite di siti web pubblicati con Web Presence Builder. startupselllimitexceedingbody Titolo della finestra di dialogo visualizzata nella pagina iniziale di Web Presence Builder dai clienti che hanno superato il limite di siti web pubblicati con Web Presence Builder. startupsellnositestitle startupsellnositesbody Titolo della finestra di dialogo visualizzata nella pagina iniziale di Web Presence Builder dai clienti, i cui abbonamenti non comprendono Web Presence Builder. Corpo della finestra di dialogo visualizzata nella pagina iniziale di Web Presence Builder dai clienti, i cui abbonamenti non comprendono Web Presence Builder.

132 132 Configurazione del Server editortopmessagetrialsite editortopmessageupselllimit Exceeding editortopmessageupsellnosit es defaultpersonalname initialmailsubject initialmailhtml limitsexceededtitle limitsexceededmsg firstsitepublishtitle firstsitepublishmsg licenseexceededmsg trialsitesignuppublishtitle trialsitesignuppublishmsg trialfeaturedisabled Messaggio sulla barra "Chiamata all'azione" nella parte superiore dell'editor di Web Presence Builder mostrato ai nuovi clienti che creano un sito di prova. Messaggio sulla barra "Chiamata all'azione" per un sito di prova nella parte superiore dell'editor di Web Presence Builder mostrato ai clienti che superano il limite di siti web pubblicati con Web Presence Builder. Messaggio sulla barra "Chiamata all'azione" per un sito di prova nella parte superiore dell'editor di Web Presence Builder mostrato a un cliente, il cui abbonamento non comprende Web Presence Builder. Nome predefinito del cliente mostrato ai clienti esistenti sulla pagina iniziale di Web Presence Builder. Oggetto dell' di conferma sulla creazione del sito web inviato ad un nuovo cliente. Corpo di testo dell' di conferma sulla creazione del sito web inviato ad un nuovo cliente. Titolo della finestra di dialogo mostrato ai clienti che hanno superato il limite di siti web pubblicati con Web Presence Builder quando faranno clic sul pulsante Pubblica. Corpo della finestra di dialogo mostrato ai clienti che hanno superato il limite di siti web pubblicati con Web Presence Builder quando faranno clic sul pulsante Pubblica. Titolo della finestra di dialogo mostrato ai clienti, il cui abbonamento non comprenda Web Presence Builder, quando faranno clic sul pulsante Pubblica. Corpo della finestra di dialogo mostrato ai clienti, il cui abbonamento non comprenda Web Presence Builder, quando faranno clic sul pulsante Pubblica. Messaggio di errore mostrato sulla barra di stato ai clienti dopo aver fatto clic sul pulsante Pubblica, quando verrà superato il numero di siti web di Web Presence Builder permessi dalla licenza Plesk. Titolo della finestra di dialogo mostrato ai nuovi clienti che creeranno un sito web di prova, dopo aver fatto clic sul pulsante Pubblica. Corpo di testo della finestra di dialogo mostrato ai nuovi clienti che creeranno un sito web di prova, dopo aver fatto clic sul pulsante Pubblica. Messaggio di errore mostrato sulla barra di stato quando un nuovo cliente cercherà di verificare la proprietà nelle impostazioni di un sito di prova.

133 Configurazione del Server 133 È possibile usare i seguenti segnaposti nelle notifiche della modalità di prova di Web Presence Builder: ppserverid - ID unico del server di Parallels Plesk Panel; billingsignupentrypoint - punto di ingresso a Business Manager per nuovi clienti; billingupsellentrypoint - punto di ingresso a Business Manager per clienti esistenti; subscriptionid - ID unico dell'abbonamento dell'utente; sbsiteuuid - ID unico di un sito web in Web Presence Builder; sbonetimebackurl - link Web Presence Builder che può essere usato soltanto una volta; locale - nome di lingua; trialsitelifetime - tempo trascorso prima che i siti web di prova che non sono stati acquistati dai clienti siano rimossi dal server; trialsiteexpiredate - data di scadenza dei siti web di prova; trialsiteurl - link al sito web di prova; siteownername - nome dell'utente a cui appartiene il sito web; siteownercompanyname - nome della società dell'utente; siteowner - dell'utente; siteownerphone - telefono dell'utente; siteowneraddress - indirizzo dell'utente; siteownercity - città dell'utente; siteownercountry - paese dell'utente; querystring - una stringa query addizionale passata all'url di accesso alla modalità di prova; helpurl - link to Web Presence Builder documentazione; sbhttphost - HTTP link all'host di Web Presence Builder. Quando si usano segnaposti nei messaggi, usare i seguenti marcatori di segnaposti: &placeholder_name& - quando si usa un segnaposto all'interno di un collegamento ipertestuale; - quando si usa un segnaposto all'interno di un codice JavaScript; %placeholder_name% - quando si usa un segnaposto in testo semplice.

134 134 Configurazione del Server Personalizzare Web Presence Builder - Demo introduttiva È possibile impostare Web Presence Builder perché mostri ai clienti una demo introduttiva personalizzata. In modo predefinito, la demo introduttiva Web Presence Builder viene visualizzata in lingua inglese. Per impostare Web Presence Builder perché mostri ai clienti una demo introduttiva personalizzata. 1. Sul tuo server, crea il file di configurazione, per esempio sb_demo_config.ini, con il seguente contenuto: [general] abilitato = on [locales] en_us = "<getting_started_url>" de_de = "<getting_started_url>" en_gb = "<getting_started_url>" es_es = "<getting_started_url>" fr_fr = "<getting_started_url>" it_it = "<getting_started_url>" ja_jp = "<getting_started_url>" nl_nl = "<getting_started_url>" ru_ru = "<getting_started_url>" zh_cn = "<getting_started_url>" zh_tw = "<getting_started_url>" dove il parametro abilitato della sezione [general] attiva la demo introduttiva a Web Presence Builder, la sezione [locales] specifica i collegamenti alla demo introduttiva per ogni localizzazione Web Presence Builder. Se il link a una demo introduttiva personalizzata per una versione tradotta di Web Presence Builder non viene specificato, allora viene usato un link per la versione predefinita en_us. Se il link alla demo introduttiva personalizzata per la versione en_us di Web Presence Builder non viene specificato, allora la demo introduttiva non verrà visualizzata. 2. Apri il file /usr/local/sb/config per la modifica su sistemi operativi Linux o il file C:\Parallels\Plesk\sb\config su sistemi operativi Windows. 3. Se non c'è la versione [help], puoi aggiungerla alla fine del file e aggiungi la seguente linea alla sezione [help]: [help] getting_started_demo_config_url = "http://<myserver.com>/sb_demo_config.ini" dove <myserver.com> è la posizione del file di configurazione sul server.

135 Configurazione del Server Nel database Web Presence Builder, rimuovi la riga getting_started_demo_config_refresh_time dalla tabella config_param. Per farlo, in Parallels Plesk Panel, vai su Home > Strumenti del Server > server MySQL locale > seleziona il database Web Presence Builder ed esegui la seguente richiesta: DELETE FROM config_param WHERE name = 'getting_started_demo_config_refresh_time'; Quindi, quando i clienti entrano in Web Presence Builder, la tua demo introduttiva personalizzata verrà visualizzata. Configurazione di Parallels Plesk Panel per l'hosting di Database È possibile ospitare database di clienti sia su un singolo server sia su alcuni server differenti. Il fatto di avere i database dell'utente su un server remoto può essere utile nelle installazioni multi-server, in cui l'hosting di database centralizzati può essere preferibile per l'amministrazione, i backup e l'utilizzo delle risorse. Nonostante, se si dispone di un unico server Parallels Plesk Panel, si consiglia di conservare tutti i database su di esso. Per usare dei server database remoti con il vostro server di hosting, è necessario: 1. Configurare un server database remoto: a. Installare MySQL, PostgreSQL o Microsoft SQL. b. Configurare l'account dell'amministratore del database. c. Abilitare l'accesso di rete al server database. 2. Configurare Parallels Plesk Panel per il funzionamento con il server di database remoto. In questa sezione Configurare il Hosting Database Remoto Gestire Server Database

136 136 Configurazione del Server Configurare il Hosting Database Remoto Dopo la configurazione del server database remoto, è necessario registrare questo server database sul Pannello. Per registrare un server database sul Pannello: 1. Accedi a Parallels Plesk Panel. 2. Vai su Strumenti e Utility > Server Database e clicca su Aggiungi Server Database. 3. Specificare le proprietà di un server database: Indica il motore di server database nel menu Tipo di server database. Indica l'hostname o l'indirizzo IP del server database. Specificate il numero di porta che il server database ascolta. Questa opzione è disponibile solo per MySQL. In modo predefinito, i server di MySQL ascoltano sulla porta È possibile lasciare la casella Numero di porta in bianco se il vostro server database di MySQL ascolta sulla porta predefinita. Nota: Non inserire il valore per la porta del server MySQL pari a 8306, poiché viene usato da Parallels Plesk Panel per la comunicazione con il suo database interno. Indica quale tipo di database è in esecuzione sul server database. Per rendere questo server database quello predefinito per ospitare i database dei clienti, selezionare la casella di controllo Usa questo server come predefinito per MySQL. Se usi un server database MS SQL, seleziona la casella di controllo Usa questo server come predefinito per MS SQL. Indica il nome di login e la password dell'amministratore del server database. 4. Fai clic su OK. Per configurare le preferenze di hosting del database che incideranno su tutti i database creati tramite Parallels Plesk Panel: 1. Vai su Impostazioni > Preferenze di Hosting del Database (nel gruppo Database). 2. Per semplificare la manutenzione dei database dei clienti, seleziona la casella di controllo Aggiungi nome di login dell'utente più carattere di sottolineatura all'inizio dei nomi dei database. Tutti i nomi dei nuovi database creati assomiglieranno al nome username_database. Questo ti consentirà di trovare i database correlati ad un determinato utente di Parallels Plesk Panel. Tieni presente che anche se non selezionerai questa casella di controllo, nella creazione di un nuovo database, Parallels Plesk Panel aggiungerà un nome utente alla casella d'immissione del nome del database e potrai modificarlo o rimuoverlo.

137 Configurazione del Server È anche possibile configurare il Pannello per aggiungere nomi utenti in corrispondenza ai nomi utenti del database, semplificando ancora il mantenimento dei database dei clienti. A tale fine, seleziona la casella di controllo Aggiungi nome di login dell'utente più carattere di sottolineatura all'inizio dei nomi utente del database. Tutti i nomi di utenti di database appena creati assomiglieranno al nome utente username_database. Questo ti consentirà di trovare con semplicità gli utenti di database correlati ad un determinato utente di Parallels Plesk Panel. 4. Indica se la creazione di database è consentita sul tuo server Parallels Plesk Panel. Alcune applicazioni non supportano i database remoti e possono solo funzionare con database ospitati sullo stesso server. Si consiglia di selezionare l'opzione predefinita Consenti l'hosting locale di database per queste applicazioni web, altrimenti non sarà possibile usare tali applicazioni. 5. Fai clic su OK. Se volete eseguire il backup dei database ospitati su un MS SQL Database Server remoto configurato precedentemente, dovete configurare le impostazioni di backup per quel MS SQL Database Server. Per configurare le impostazioni di backup per MS SQL Database Server remoto: 1. Vai su Strumenti e Utility > Server Database e fai clic sul nome di Server Database MS SQL remoto necessario. 2. Definisci la directory temporanea per il MS SQL Database Server remoto nel campo Directory di rete temporanea. Questa directory può essere ubicata ovunque nella vostra rete ed è necessaria per eseguire il backup e ripristinare i database MS SQL. Questa directory deve essere accessibile sulla rete sia dal server Parallels Plesk Panel sia dal server MS SQL: sia il Pannello sia l'utente che usa il server database MS SQL remoto, devono entrambi avere accesso di lettura/scrittura a questa directory. 3. Specificare il nome utente e la password richiesti per accedere alla directory della rete temporanea. 4. Fai clic su OK.

138 138 Configurazione del Server Gestire Server Database Per gestire un server database: 1. Vai su Strumenti e Utility > Server Database. 2. Fai clic sull'icona corrispondente al server database che ti interessa. Un'interfaccia web di uno strumento di gestione del database si aprirà in una finestra separata nel browser. Per modificare la password dell'amministratore del server database: 1. Vai su Strumenti e Utility > Server Database. 2. Cliccare sul nome host di un database server. 3. Cliccare su Modifica Password. 4. Digitare la nuova password e cliccare su OK. Per annullare la registrazione di un server database dal Pannello: 1. Vai su Strumenti e Utility > Server Database. 2. Seleziona la casella di controllo a destra nel nome host del server database. 3. Clicca su Rimuovi. 4. Confermare l'operazione e cliccare su OK. Per annullare la registrazione di un server database contenente dei database o il quale sia stato assegnato come predefinito per ospitare i database dei clienti dal Pannello: 1. Eliminare database dal server database: a. Vai su Strumenti e Utility > Server Database. b. Cliccare sul nome di host del server database per cui desiderate eliminare la registrazione dal Pannello. c. Seleziona la casella di controllo nell'angolo sinistro in alto della lista per selezionare tutti i database. d. Clicca su Rimuovi. e. Conferma la rimozione e clicca su OK. 2. Rendi predefinito un altro server database: a. Fai clic sul collegamento Server database nella barra degli indirizzi in alto alla schermata.

139 Configurazione del Server 139 b. Cliccare sul nome host del server database che volete scegliere come predefinito. Questo dovrebbe essere lo stesso tipo di server database (MySQL o MS SQL) che lo stesso che state per eliminare. c. Fai clic su Preferenze e seleziona la casella di controllo Usa questo server come predefinito per MySQL. Se usi un server database MS SQL, seleziona la casella di controllo Usa questo server come predefinito per MS SQL. d. Fai clic su OK. 3. Torna alla lista di server database (Strumenti e Utility > Server Database). 4. Seleziona la casella di controllo corrispondente al server database di cui non hai più bisogno. 5. Clicca su Rimuovi. 6. Confermare l'operazione e cliccare su OK. Importante: Non è possibile rimuovere i database di applicazioni Web in questo modo. Per rimuoverli, è necessario rimuovere prima le relative applicazioni web dai siti che le usano. Per le istruzioni sulla gestione di database, consultare il Manuale Utente del Pannello di Controllo, sezione Implementazione di database. Configurare la connessione ai sistemi di gestione di database esterni (Hosting Windows) Se vuoi che i tuoi utenti accedano ai dati da sistemi di gestione di database esterni, è necessario usare i driver ODBC (Open Database Connectivity). Per esempio, è possibile installare un driver Microsoft Access ODBC, creando una connessione ad un database Microsoft Access esterno e consentire che le applicazioni web usino questo database per archiviare i dati. In questa sezione Creare nuove connessioni a database esterni (Hosting Windows) Modificare le impostazioni delle connessioni ODBC esistenti (Hosting Windows) Rimuovere le connessioni a database esterni (Hosting Windows)

140 140 Configurazione del Server Creare nuove connessioni a database esterni (Hosting Windows) Per consentire che le applicazioni web dei clienti usino database esterni per l'archiviazione di dati, è necessario creare delle connessioni a questi database esterni installando i corretti driver ODBC. Per installare un nuovo driver ODBC, creando una connessione ad un database esterno: 1. Vai su Strumenti e Utility > Origini Dati ODBC. 2. Cliccare su Aggiungere Nuovo DSN ODBC. 3. Specificate il nome di connessione ODBC e la descrizione nei campi corrispondenti. 4. Selezionare il driver richiesto nel campo Driver. 5. Fai clic su OK. 6. Scegliere le opzioni appropriate sulla schermate di configurazione del driver. Normalmente, si dovrebbe specificare il percorso per il database, le credenziali dell'utente ed altre opzioni di connessione, dipendendo del driver selezionato. 7. Cliccare su Test per verificare se la connessione funzionerà correttamente con le impostazioni fornite. Cliccare su Fine per terminare la creazione. Modificare le impostazioni delle connessioni ODBC esistenti (Hosting Windows) Per modificare le impostazioni di una connessione ODBC esistente: 1. Vai su Strumenti e Utility > Origini Dati ODBC. 2. Cliccare sul nome di connessione richiesta nell'elenco. 3. Modificare le impostazioni a seconda delle necessità. 4. Cliccare su Test per verificare se la connessione funzionerà correttamente con le nuove impostazioni. Cliccare su Fine per salvare le modifiche.

141 Configurazione del Server 141 Rimuovere le connessioni a database esterni (Hosting Windows) Per rimuovere una connessione ODBC ridondante: 1. Vai su Strumenti e Utility > Origini Dati ODBC. 2. Seleziona la casella di controllo corrispondente alla connessione che desideri rimuovere. 3. Cliccare su Rimuovere, confermare la rimozione e cliccare OK. Abilitare il supporto per Adobe ColdFusion (Hosting Linux) Se vuoi supportare degli script di ColdFusion sul server, è necessario ottenere un pacchetto di distribuzione da Adobe e quindi installarlo sul server. Parallels Plesk Panel supporta le versioni 6,7 e 8 di Adobe ColdFusion. Dopo aver installato Adobe ColdFusion sul server, proseguire nel modo seguente: 1. Accedi a Parallels Plesk Panel come amministratore. 2. Vai su Strumenti e Utility > Aggiornamenti. 3. Fai clic sul link corrispondente alla versione di release appropriata. 4. Seleziona la casella di controllo corrispondente alla voce Supporto di ColdFusion per Parallels Panel e clicca su Installa. Conferma l'installazione quando ti verrà richiesto. 5. Una volta installati i componenti selezionati, vai su Impostazioni > Impostazioni di ColdFusion (nel gruppo Applicazioni). 6. Indica il percorso della directory d'installazione di ColdFusion e clicca su OK.

142 142 Configurazione del Server Abilitare l'integrazione con Servizi Google per siti web Parallels Plesk Panel offre alle aziende di hosting i mezzi per integrare in modo semplice i Servizi Google per siti web. La partecipazione al programma di Servizi Google per siti web offre ai provider di hosting e ai loro clienti i vantaggi di seguito riportati: I provider possono ricevere delle commissioni ogniqualvolta i loro clienti si aderiscono al programma Google AdSense o si iscrivono ai servizi a pagamento di Google Site Search. I proprietari di siti possono usare gli strumenti Google per migliorare la visibilità dei siti, aggiungere funzioni di ricerca di alta qualità e widget per attirare e trattenere i visitatori, nonché realizzare guadagni con il traffico verso i tuoi siti web con annunci pertinenti. Per saperne di più sul programma, visitare e Per integrare i server gestiti da Parallels Plesk Panel con i Servizi Google per Siti Web: 1. Visita e iscriviti per ottenere un account di Google Apps (Premier Edition), un account di Google AdSense e un account di Google Affiliate Network. Per ogni server di hosting gestito da Parallels Plesk Panel è necessario creare un account di Google Apps separatamente, connesso agli account di Google AdSense e Google Affiliate Network. Una volta la tua richiesta verrà elaborata da Google e la tua società verrà approvata dal programma, riceverai per le credenziali di accesso. 2. Crea una chiave privata RSA e un certificato digitale autofirmato usando l'utility gratuita di OpenSSL. È compresa nella distribuzione Linux oppure può essere scaricata da e installata su computer basati su Windows. a. Esegui il comando openssl genrsa -out rsaprivatekey.pem Questo comando crea una chiave privata 1024-bit e la salva nel file rsaprivatekey.pem. La chiave privata risultante dovrebbe essere segreta. b. Esegui il comando openssl req -new -x509 -key rsaprivatekey.pem -out rsacert.pem.

143 Configurazione del Server 143 Dopo aver risposto diverse domande, il certificato verrà creato e salvato come rsacert.pem. Questo è il file che dovrai caricare su Google Apps tramite il Pannello di Controllo di Apps Google nella configurazione di SSO. 3. Accedi come amministratore al Pannello di Controllo di Google Apps su 4. Seleziona Strumenti Avanzati e quindi Configura SSO (single sign-on). 5. Specificare quanto segue: a. Seleziona la casella di controllo Abilita Single Sign-on. b. Nel campo URL della pagina di accesso indica l'url https://<your-panel-server>:8443/plesk/gapps-identity-provider/. c. Nel campo URL della pagina di disconnessione indica l'url https://<your-panel-server>:8443/. d. Nel campo Cambia URL della password indica l'url https://<your-panel-server>:8443/. e. Nel campo Certificato di verifica, carica il tuo certificato. f. Cliccare su Salva Modifiche. 6. Accedi a Parallels Plesk Panel come amministratore. 7. Fai clic sul collegamento Impostazioni nel pannello di navigazione e quindi clicca su Impostazioni di Servizi Google per Siti Web. 8. Specificare le seguenti impostazioni: Nome di dominio di Google Apps. Nome utente dell'amministratore del dominio di Google Apps. Password dell'amministratore del dominio Google Apps. ID di Rete di Affiliazione Google. File della chiave privata. Se hai creato il file relativo alla chiave privata su un computer diverso da quello del server di hosting, usa questo campo per caricare il file della chiave sul server. dell'account sviluppatore di API di Google AdSense. Password dell'account di Sviluppatore di API di Google AdSense 9. Fai clic su OK. Ora Parallels Plesk Panel è connesso al tuo account di dominio di Google Apps e puoi creare account utente nel Pannello, nonché associarli agli account utente di Google Apps. Queste operazioni sono descritte nella successiva sezione. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Servizi Google per siti web, consultare il Manuale utente del Pannello di Controllo, sezione Usare i Servizi Google per siti web. In questa sezione Offrire agli utenti l'accesso ai Servizi Google per Siti Web

144 144 Configurazione del Server

145 Configurazione del Server 145 Offrire agli utenti l'accesso ai Servizi Google per Siti Web Dopo aver creato un nuovo account utente in Parallels Plesk Panel, devi associarlo all'account utente di Google Apps. Per creare un account utente di Google Apps e associarlo ad un account utente in Parallels Plesk Panel: Per l'account dell'amministratore di Parallels Plesk Panel, esegui l'utility della riga di comando admin con l'opzione --create-gapps-account. Il percorso all'utility è /usr/local/psa/bin/admin sui sistemi Linux e C:\Program Files\Parallels\Plesk\bin\admin.exe sui sistemi Windows. Per un account rivenditore di Parallels Plesk Panel, esegui l'utility della riga di comando reseller con l'opzione --create-gapps-account <reseller's-username-in-the-panel>. Il percorso all'utility è /usr/local/psa/bin/reseller sui sistemi Linux e C:\Program Files\Parallels\Plesk\bin\reseller.exe sui sistemi Windows. Per un account cliente di Parallels Plesk Panel, esegui l'utility client con l'opzione --create-gapps-account <customer's-username-in-the-panel>. Il percorso all'utility è /usr/local/psa/bin/client sui sistemi Linux e C:\Program Files\Parallels\Plesk\bin\client.exe sui sistemi Windows. Dopo aver associato l'account utente del Pannello all'account utente appena creato in Google Apps, sul Pannello di Controllo dell'utente compariranno i seguenti elementi: I collegamenti Servizi Google per Siti Web sulla Home page e sulla scheda Siti web e domini. La pagina dei Servizi Google per siti web sarà accessibile tramite i link summenzionati. Questa pagina consente agli utenti di aggiungere i motori di Ricerca Personalizzata ai siti web, creare un nuovo account di Google AdSense, oltre ad offrire delle utilissime risorse e i collegamenti agli strumenti per i webmaster del sito web di Google. Quando gli utenti di Parallels Plesk Panel fanno clic su questi collegamenti, vengono reindirizzati agli account Google ai quali accedono automaticamente. Per associare un account utente in Parallels Plesk Panel con un account utente di Google Apps già esistente: Per l'account amministratore di Parallels Plesk Panel, esegui l'utility della riga di comando admin con le opzioni --link-gapps-account -gapps-login <google-apps-account-username> -gapps-passwd <google-apps-account-password>.

146 146 Configurazione del Server Il percorso all'utility è /usr/local/psa/bin/admin sui sistemi Linux e C:\Program Files\Parallels\Plesk\bin\admin.exe sui sistemi Windows. Per un account rivenditore di Parallels Plesk Panel, esegui l'utility della riga di comando reseller con le opzioni --link-gapps-account <reseller's-username-in-the-panel> -gapps-login <google-apps-account-username> -gapps-passwd <google-apps-account-password>. Il percorso all'utility è /usr/local/psa/bin/reseller sui sistemi Linux e C:\Program Files\Parallels\Plesk\bin\reseller.exe sui sistemi Windows. Per un account cliente di Parallels Plesk Panel, esegui l'utility client con le opzioni --link-gapps-account <customer's-username-in-the-panel> -gapps-login <google-apps-account's-username> -gapps-passwd <google-apps-account's-password>. Il percorso all'utility è /usr/local/psa/bin/client sui sistemi Linux e C:\Program Files\Parallels\Plesk\bin\client.exe sui sistemi Windows. Per rimuovere un account utente dal Pannello, è necessario rimuovere prima l'account di Google Apps associato a quell'utente e quindi rimuovere l'account utente dal Pannello. Per rimuovere un account di Google Apps associato ad un utente: Per l'account amministratore di Parallels Plesk Panel, esegui l'utility della riga di comando admin con l'opzione --remove-gapps-account. Il percorso all'utility è /usr/local/psa/bin/admin sui sistemi Linux e C:\Program Files\Parallels\Plesk\bin\admin.exe sui sistemi Windows. Per un account rivenditore di Parallels Plesk Panel, esegui l'utility della riga di comando reseller con l'opzione --remove-gapps-account <reseller's-username-in-the-panel>. Il percorso all'utility è /usr/local/psa/bin/reseller sui sistemi Linux e C:\Program Files\Parallels\Plesk\bin\reseller.exe sui sistemi Windows. Per un account cliente di Parallels Plesk Panel, esegui l'utility client con l'opzione --remove-gapps-account <customer's-username-in-the-panel>. Il percorso all'utility è /usr/local/psa/bin/client sui sistemi Linux e C:\Program Files\Parallels\Plesk\bin\client.exe sui sistemi Windows.

147 Configurazione del Server 147 Abilitare l'integrazione con i Servizi UNITY Mobile per siti web Parallels Plesk Panel offre l'integrazione con i servizi online UNITY Mobile, che consente ai proprietari dei siti web di creare e gestire copie dei loro siti in modo ottimizzato per la visualizzazione sui dispositivi mobili. UNITY Mobile ospita copie di siti web ottimizzate sui propri server. Le tariffe e gli addebiti di servizi UNITY Mobile sono coperti da una chiave di licenza addizionale per Parallels Plesk Panel, la quale puoi acquistare dal Negozio Online Parallels. Come funziona: 1. Un utente crea un sito web con il nome di dominio example.com e clicca sul link Crea sito mobile nel Pannello di Controllo. 2. All'utente viene richiesto di specificare un nome di dominio per accedere alla copia del sito mobile. L'utente specifica mobile.example.com. 3. Il Pannello connette ai server di hosting UNITY Mobile, configura un account con UNITY Mobile per il nome di dominio mobile.example.com. 4. Il browser dell'utente apre il sito web UNITY Mobile, in cui l'utente viene automaticamente registrato nel relativo account. Inoltre, gli verrà richiesto di importare il proprio sito web dal server gestito dal Pannello. 5. Dopo l'importazione e l'ottimizzazione del sito per la visualizzazione mobile, diventa accessibile dall'indirizzo mobile.example.com. Il server DNS del Pannello conserva un registro CNAME che punta verso il sito su un server UNITY Mobile. L'utente può ora realizzare le seguenti operazioni sul sito mobile usando i collegamenti nel Pannello di Controllo: Apri l'editor di siti. Rimuovi il sito mobile. Se desideri fornire questo servizio ai tuoi clienti, procedi nel modo seguente: 1. Acquista una chiave di licenza addizionale nel negozio online Parallels (https://shop.marketplace.parallels.com) e installalo su Parallels Plesk Panel. a. Vai su Pannello di Amministrazione del Server > Strumenti e Utility > Gestione di Licenze > Chiavi di licenza addizionale. b. Fai clic su Carica chiave. c. Cerca il file e selezionalo facendo clic su OK.

148 148 Configurazione del Server 2. Nella configurazione di un piano rivenditore o un piano di hosting (a pagina 53), vai alla scheda Risorse e nella casella Siti mobili, indica un numero di siti che possono essere creati e ospitati con il servizio UNITY Mobile. Per maggiori informazioni sui servizi UNITY Mobile, visita il sito web Per le istruzioni sulla gestione di siti mobili mediante il Pannello di Controllo, consultare il Manuale Utente del Pannello di Controllo, sezione Configurazione di siti web mobili. Abilitare il Supporto per le Applicazioni E-commerce di Miva (Hosting Linux) Per consentire ai clienti di usare le soluzioni e-commerce di Miva, è necessario installare sul server il pacchetto Miva Empresa compreso nella distribuzione di Parallels Plesk Panel (nel caso in cui non fosse già stato installato durante l'installazione di Parallels Plesk Panel) e quindi attivare il supporto per le applicazioni Miva nei piani di hosting. Le applicazioni per il negozio online Miva Fasttrack e Miva Merchant sono comprese in Parallels Plesk Panel come applicazioni web standard, che tu o i tuoi clienti potete installare dal Pannello di Controllo. Per maggiori informazioni sulle soluzioni Miva, consultare ources.htm Per installare il pacchetto Miva Empresa: 1. Vai su Strumenti e Utility > Aggiornamenti. 2. Fai clic sul link corrispondente alla versione di Parallels Plesk Panel che possiedi. Per esempio, Parallels Panel Trova la voce Supporto di Miva Empresa e seleziona la casella di controllo a sinistra. 4. Cliccare su Installare. Ora l'ambiente di server di Miva Empresa è installato.

149 Configurazione del Server 149 Abilitare il Supporto per le Applicazioni E-commerce di Miva (Hosting Windows) Per consentire ai clienti di usare le soluzioni e-commerce di Miva, è necessario installare sul server il pacchetto di Miva Empresa e abilitare il supporto per le applicazioni Miva nei piani di hosting. Tieni presente che i tuoi clienti dovranno ottenere una licenza da Miva o da Parallels e indicare il numero seriale durante l'installazione delle applicazioni Miva. Per installare sul server il supporto per le applicazioni e-commerce di Miva: 1. Scarica e installa il pacchetto Miva Empresa dal sito web di Miva sul tuo server. Le istruzioni per l'installazione sono disponibili sul link seguente: web_host_resources.htm 2. Esegui Parallels Plesk Panel Reconfigurator e quindi, esegui il task Correggi permessi del disco. Una volta attivato il supporto di Miva nei piani di hosting, i clienti possono installare ed usare le applicazioni Miva necessarie. Le istruzioni per l'installazione delle applicazioni Miva sono disponibili sul link seguente: ources.htm Per maggiori informazioni sulle soluzioni Miva, consultare: Configurare ASP.NET (Hosting Windows) ASP.NET è un insieme flessibile di strumenti e tecnologie di sviluppo web che permette di impiegare diverse applicazioni basate su ASP.NET framework. Parallels Plesk Panel supporta la versione 1.1.x e 2.0.x di.net framework e consente la configurazione della maggior parte delle impostazioni presenti. La maggior parte di impostazioni di configurazione di ASP.NET che normalmente devono essere personalizzate affinché le applicazioni ASP.NET funzionino nel modo desiderato, possono essere modificate attraverso Parallels Plesk Panel. Per configurare le impostazioni ASP.NET nell'intero server: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni ASP.NET (nel gruppo Applicazioni). Le impostazioni per ASP.NET 1.1.x e ASP.NET 2.0.x si trovano sulle corrispondenti schede.

150 150 Configurazione del Server 2. Configurare le stringhe che determinano i dati di connessione del database per le applicazioni ASP.NET, che utilizzato dei database. Quest'opzione è disponibile solo per ASP.NET 2.0.x. Quando aprirete la pagina di configurazione di ASP.NET per la prima volta, verranno mostrati dei parametri di connessione come esempio, con delle costruzioni comuni. È possibile eliminarle e definire le proprie stringhe. Per aggiungere una stringa, inserite i dati richiesti dentro dei campi Nome e Parametri di Connessione e cliccare vicino ad essi. Per eliminare una stringa, cliccare vicino ad essa. 3. Configurare messaggi di errore personalizzati che saranno ritornate dalle applicazioni ASP.NET nel campo Impostazioni Personalizzate di Errori: Per impostare il modo di messaggi personalizzati di errore, selezionare l'opzione appropriata dal menu Modo Personalizzato di Errori: On - i messaggi personalizzati di errore sono attivati. Off - i messaggi personalizzati di errore sono disattivati e gli errori dettagliati saranno mostrati. RemoteOnly - i messaggi personalizzati di errore sono mostrati solo ai clienti a distanza e gli errori ASP.NET sono mostrati nel host locale. Per aggiungere un nuovo messaggio personalizzato di errore (il quale sarà applicato a meno che il modo Off fosse selezionato), immettere i valori nei campi Codice di Stato e URL di reindirizzamento e fare clic. Codice di Stato definisce il codice di stato HTTP come reindirizzamento alla pagina di errore. URL di reindirizzamento definisce l'indirizzo web della pagina di errore che presenta l'informazione sull'errore al cliente. A causa di possibili conflitti, non è possibile aggiungere un nuovo messaggio personalizzato di errore con un codice di errore già esistente, ma è possibile ridefinire l'url per il codice esistente. Per eliminare un messaggio personalizzato di errore dall'elenco, cliccare vicino ad esso. 4. Configurare l'insieme di impostazioni nel campo Compilation e Debugging: Per determinare la lingua di programmazione che verrà usata in modo predefinito in file dinamici di compilazione, scegliere una voce dall'elenco Lingua della pagina in modo predefinito. Per abilitare la compilazione di binari retail, lasciare vuota la casella di controllo Abilitare debugging. Per abilitare la compilazione di binari debug, seleziona la casella di controllo Abilitare debugging. In questo caso, i frammenti codice di origine che contengono errori saranno mostrati in un messaggio di pagina di diagnostico. Nota: Quando si eseguono delle applicazioni in modo debug, avviene una saturazione di memoria e/o di performance. Si consiglia l'utilizzo del debugging quando si prova un'applicazione e si consiglia di disattivarlo prima d'implementare l'applicazione in uno scenario di produzione.

151 Configurazione del Server Configurare impostazioni codificate per applicazioni ASP.NET nella sezione Impostazioni di Globalizzazione : Per impostare una codificazione adottata di tutte le richieste in arrivo, immettere un valore di codificazione nel campo Codificare richiesta (in modo predefinito è utf-8). Per impostare una codificazione adottata di tutte le risposte, immettere un valore di codificazione nel campo Codificare risposta (in modo predefinito è utf-8). Per impostare una codificazione da utilizzare in modo predefinito per analisi di file.aspx,.asmx, e.asax, immettere un valore di codificazione nel campo Codificare file (in modo predefinito è Windows-1252). Per impostare una cultura da utilizzare in modo predefinito per elaborare le richieste web in arrivo, selezionare la voce appropriata dall'elenco Cultura. Per impostare una cultura da utilizzare in modo predefinito quando si elaborano le ricerche per una risorsa dipendente dal luogo, selezionare la voce appropriata dall'elenco Cultura UI. 6. Impostare un livello di sicurezza di fiducia contro l'accesso di codice (CAS, Code Access Security) per le applicazioni ASP.NET nel campo Code Access Security. Il livello di fiducia di CAS è una zona di sicurezza alla quale viene assegnata l'esecuzione delle applicazioni, definendo a quali risorse del server avranno accesso le applicazioni. Importante: Quando viene assegnato un livello di fiducia troppo basso ad un'assembly, non funziona correttamente. Per ulteriori informazioni sui livelli di permessi, consultare #c _ Impostare i parametri per la sessione del client nel campo Impostazioni di Sessione : Per configurare il modo di autenticazione in modo predefinito per le applicazioni, selezionare la voce appropriata dall'elenco Modo di autenticazione. Il modo di autenticazione di Windows dovrebbe essere selezionato se viene usata qualche forma di autenticazione IIS. Per configurare il tempo che una sessione può rimanere inattiva prima di essere abbandonata, inserire il numero appropriato di minuti nel campo Tempo di sessione scaduto. 8. Cliccare su OK per applicare tutte le modifiche. Nota: Parallels Plesk Panel supporta le configurazioni separate per differenti versioni di.net framework (1.1.x e 2.0.x). Configurazione del Pool di Applicazioni IIS (Hosting Windows)

152 152 Configurazione del Server Il pool di applicazioni IIS serve i siti web e le applicazioni web ospitate sul proprio server. Il pool di applicazioni IIS dedicato consente ai clienti di godere di un livello d'isolamento tra i siti web. Poiché ogni pool di applicazioni dedicato funziona in modo indipendente, gli errori in un pool di applicazioni appartenente ad un utente non coinvolgeranno le applicazioni in esecuzione in altri pool di applicazioni dedicati ad altri utenti. In modo predefinito, Parallels Plesk Panel offre un pool di applicazioni dedicato a tutti gli utenti. Nonostante, gli utenti possono usare pool di applicazioni dedicati se questa opzione è offerta dal pacchetto di hosting. Il pool di applicazioni IIS può funzionare nelle due modalità seguenti: Pool condiviso - un pool viene usato per tutti gli utenti e siti web in modo predefinito. Pool dedicato - viene fornito un pool separato per ogni cliente. È anche possibile assegnare dei pool per pacchetto dentro al pool del cliente, che isoleranno i siti web in esecuzione ospitati sotto un determinato pacchetto da siti web di clienti diversi. Per cambiare la modalità di funzionamento del pool di applicazioni IIS: 1. Vai su Strumenti e Utility > Pool di applicazioni IIS. 2. Scegli la scheda Impostazioni globali. 3. Seleziona la modalità necessaria e clicca su OK. Per limitare la quantità di risorse della CPU che il pool di applicazioni può usare: 1. Vai su Strumenti e Utility > Pool di applicazioni IIS. 2. Seleziona la casella di controllo Attiva Monitoraggio della CPU ed inserisci un numero (percentuale) nel campo Utilizzo massimo della CPU (%). 3. Fai clic su OK. Per arrestare tutte le applicazioni in esecuzione nel pool di applicazioni del server: 1. Vai su Strumenti e Utility > Pool di applicazioni IIS. 2. Fai clic su Arresta. Per avviare tutte le applicazioni nel pool di applicazioni: 1. Vai su Strumenti e Utility > Pool di applicazioni IIS. 2. Fai clic su Avvio. Per riavviare tutte le applicazioni in esecuzione nel pool di applicazioni: 1. Vai su Strumenti e Utility > Pool di applicazioni IIS.

153 Configurazione del Server Clicca su Ricicla. Questo può risultare utile nel caso in cui alcune applicazioni presentino perdite di memoria o diventino instabili dopo il funzionamento durante un lungo periodo di tempo.

154 154 Configurazione del Server Configurazione delle statistiche Dopo l'installazione, l'utility di statistiche di Parallels Plesk Panel è configurata per: Calcolare il traffico in arrivo e in uscita. Calcolare lo spazio su disco occupato dal contenuto web, dai file di registro, dai database, dalle caselle postali, dalle applicazioni web, dai file delle liste di posta e dai file di backup. Conserva le statistiche web e le statistiche sul traffico raccolte dai programmi Webalizer o AWstats solo durante gli ultimi tre mesi. Per visualizzare o regolare queste impostazioni: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni delle statistiche del server (nel gruppo Generale). 2. Sotto il gruppo Preferenze di sistema, indica il periodo durante il quale si devono conservare le statistiche sull'utilizzo di larghezza di banda per i clienti. 3. Indicare le voci di cui si deve tener conto quando viene calcolato l'utilizzo di larghezza di banda e lo spazio su disco. 4. Fai clic su OK. Nota: Oltre alle impostazioni correlate alle statistiche, questa schermata offre i mezzi per rinominare l'hostname del server e l'opzione per consentire o proibire agli utenti di creare nuovi sottodomini e alias di dominio nelle zone DNS appartenenti ad altri utenti (la casella di controllo Non consentire agli utenti di creare sottozone DNS nelle superzone DNS di altri utenti). Si consiglia di selezionare questa casella di controllo, altrimenti gli utenti saranno in grado di creare sottodomini sotto i domini appartenenti ad altri utenti e configurare siti web e account che potrebbero essere usati come spam o persino come phishing o furto dell'identità. Per le istruzioni sulla visualizzazione delle statistiche, consultare il capitolo Visualizzare le Statistiche. Configurazione del sistema di notifiche Il Pannello informa sul sovrautilizzo dello spazio su disco e della larghezza di banda inviando notifiche per posta elettronica. Oltre al sovrautilizzo delle risorse, il pannello di controllo può informare gli utenti quando: Vengono creati nuovi account utente. Vengono aggiunti nuovi domini.

155 Configurazione del Server 155 Gli account di hosting sono scaduti (la data di scadenza è definita per gli account utente ed i siti web separatamente). Per visualizzare o modificare le impostazioni del sistema di notifiche: 1. Vai su Impostazioni > Notifiche (nel gruppo Registri e Notifiche). 2. Selezionando le caselle di controllo nella tabella Notifiche, indica i tipi di utenti del pannello di controllo o utenti esterni che devono ricevere notifiche o eventi. 3. Per visualizzare o modificare il testo di notifica predefinito, fai clic sulla relativa icona nella colonna Testo. Nelle notifiche è possibile usare etichette che saranno sostituite con dati reali (vedi tabella sotto). 4. Indica quando inviare notifiche relative alla scadenza dell'account utente e del sito web. In modo predefinito, tali notifiche sono inviate 10 giorni prima. Fai clic su OK. Etichette usate nei messaggi di notifica Tipo di evento Creazione di un account rivenditore o cliente Etichette che possono essere usate nelle notifiche <reseller_contact_name> <user_contact_name> <reseller_login> <user_login> <password> <reseller_company_name> <user_company_name> <reseller_cr_date> <user_cr_date> <reseller_phone> <user_phone> <reseller_fax> <user_fax> Dati che denotano le etichette nome e cognome dell'utente nome utente di autorizzazione nel Pannello password dell'utente per l'autorizzazione nel Pannello nome dell'azienda Data di creazione dell'account utente numero di telefono numero di fax

156 156 Configurazione del Server <reseller_country> paese <user_country> <reseller_state_province> stato o provincia <user_state_province> <reseller_city> città <user_city> <reseller_postal_zip_code> codice di avviamento postale <user_postal_zip_code> <reseller_address> Indirizzo <user_address> Aggiunta di un nuovo sito web al server Notifiche sulla scadenza dell'abbonamen to <reseller_id> <user_id> <hostname> <domain_name> <reseller_login> <user_login> <reseller_contact_name> <user_contact_name> <dom_id> <ip> <domain_name> <reseller_login> <user_login> <reseller_contact_name> <user_contact_name> identificativo unico assegnato dal sistema nome host per l'accesso al Pannello nome di dominio nome utente di autorizzazione nel Pannello nome e cognome dell'utente identificativo unico assegnato dal sistema indirizzo IP in cui il sito web è ospitato nome dell'abbonamento nome utente di autorizzazione nel Pannello nome e cognome dell'utente

157 Configurazione del Server 157 Notifiche sul sovrautilizzo delle risorse <dom_id> <domain_expiration_date> <domain_name> <reseller_login> <user_login> <reseller_contact_name> <user_contact_name> <disk_usage> <disk_space_limit> <resource_table> <traffic> <traffic_limit> identificativo unico assegnato dal sistema Data di scadenza dell'abbonamento nome dell'abbonamento nome utente di autorizzazione nel Pannello nome e cognome dell'utente informazioni sull'utilizzo dello spazio su disco informazioni sulla quantità di spazio su disco assegnato all'account informazioni su tutti i limiti delle risorse che sono stati o saranno presto superati informazioni sull'utilizzo della larghezza di banda informazioni sulla quantità di larghezza di banda assegnata all'account

158 158 Configurazione del Server Nota: Se hai aggiornato Parallels Plesk Panel da una versione precedente, allora tutti i modelli di notifica personalizzati usati in precedenza rimarranno attivi. Date le modifiche nella gerarchia di account utente e l'aggiunta dello schema sul sovrautilizzo delle risorse, è ora possibile sovrautilizzare qualsiasi tipo di risorsa. Quindi, per visualizzare l'informazione su tutte le risorse sovrautilizzate nei modelli di notifica, si consiglia di usare un'unica variabile <resource_table> invece delle variabili <disk_usage>, <disk_space_limit>, <traffic>, and <traffic_limit>. Regolare la data e l'ora di sistema È possibile definire manualmente la data e l'ora del server tramite l'interfaccia ed abilitare la sincronizzazione dell'ora del server con un server NTP (Network Time Protocol). Per definire le impostazioni della data e dell'ora di sistema: 1. Vai su Impostazioni > Ora di sistema (nel gruppo Generale). 2. Modifica le impostazioni sull'ora e la data nel modo desiderato e seleziona la propria zona oraria. Sarà necessario riavviare il server gestito da Parallels Plesk Panel perché la modifica sulla zona oraria abbia effetto. Avviso per gli utenti di Parallels Panel per Windows: Deselezionare la casella di controllo Regolare automaticamente l'orologio per salvare le modifiche realizzare di giorno se non si desidera che Parallels Plesk Panel regoli automaticamente l'orologio del server. 3. Per sincronizzare l'ora del server con quella di un server che esegua Network Time Protocol, selezionare la casella di controllo Sincronizza ora di sistema e indicare un indirizzo IP o un nome di dominio valido. Per ottenere la lista dei server NTP disponibili, visitate ope=text 4. Fai clic su OK. Nota: Abilitare la funzione Sincronizza ora di sistema sovrascriverà qualsiasi ora e data inserita manualmente nei campi Data e ora di sistema. Inoltre, accertati che il nome di dominio o indirizzo IP inserito per la sincronizzazione sia un server NTP valido. Altrimenti, questa funzione non sarà attiva ed il tuo server continuerà ad utilizzare le proprie impostazioni dell'ora correnti.

159 Configurazione del Server 159 Abilitare registri inoltrati per il server di posta per ridurre il rischio di interruzione del servizio web (Hosting Linux) Se stai per ospitare più di 300 siti web sul tuo server, sarebbe necessario attivare il supporto per l'inoltro di registri nel server web Apache. A tale fine, seguire i passaggi seguenti: 1. Accedi al server shell. 2. Esegui il seguente comando: mysql -uadmin -p`cat /etc/psa/.psa.shadow` -D psa -e "replace into misc (param,val) values ('apache_pipelog', 'true');" 3. Ricostruisci la configurazione di Apache eseguendo il comando /usr/local/psa/admin/sbin/websrvmng -a -v In questo modo, sarà possibile ospitare circa 900 siti web. Se devi ospitare più di 900 siti web, allora dovrai ricompilare Apache e altri pacchetti di sistema, come descritto nell'articolo della base di conoscenza online:

160 160 Configurazione del Server Ampliare le capacità di Parallels Plesk Panel con moduli e componenti aggiuntivi (Hosting Linux) È possibile ampliare la funzionalità del Pannello senza necessità di aggiornarlo. È possibile farlo installando i componenti funzionali aggiuntivi, disponibili come moduli aggiuntivi sviluppati da Parallels o da terze parti. Questi moduli possono essere facilmente installati, rimossi e configurati direttamente dal Pannello. Per ottenere i componenti aggiuntivi sviluppati dai partner Parallels, visitare il nostro negozio online: I collegamenti al negozio online sono anche disponibili dalle seguenti posizioni sul Pannello di Amministrazione del Server: Strumenti e Utility > Prodotti da partner Parallels. Moduli > Prodotti da partner Parallels. Per installare il modulo aggiuntivo: 1. Vai su Moduli > Gestisci Moduli. 2. Cliccare su Aggiungere Modulo. 3. Cliccare su Sfoglia per trovare il file del pacchetto del modulo aggiuntivo richiesto sul computer o rete locale, selezionatelo e quindi cliccare OK. Prima di iniziare ad usare il modulo aggiuntivo, è necessario configurarlo. I passaggi di configurazione variano a seconda di ogni modulo. Per configurare un modulo aggiuntivo: 1. Vai su Moduli > Gestisci Moduli. 2. Nella lista di moduli installati, cliccare sul nome del modulo presentato come un link. Alcuni moduli potrebbero richiedere l'installazione di una chiave di licenza per usarli. È possibile verificare i termini di utilizzo presso il sito web dello sviluppatore del modulo, oppure rivolgersi direttamente al Pannello (Moduli > Gestisci Moduli): per ogni modulo installato esiste la corrispondente voce sulla lista accompagnata da un'icona, che mostra se la chiave di licenza è necessaria. Ci sono tre tipologie di icone che indicano quanto segue: - il modulo non richiede una chiave di licenza.

161 Configurazione del Server il modulo richiede una chiave di licenza e la chiave è installata. - il modulo richiede una chiave di licenza, ma la chiave non è installata. Se un modulo è fornito da Parallels e richiede una chiave di licenza aggiuntiva, è possibile ottenerla da Parallels seguendo la procedura descritta nella sezione Installare chiavi di licenza aggiuntive per i componenti aggiuntivi del Pannello (a pagina 75). In altri casi, sarà necessario ottenere l'informazione sull'installazione delle chiavi di licenza per i moduli dallo sviluppatore del modulo. Per rimuovere un modulo aggiuntivo: 1. Vai su Moduli > Gestisci Moduli. 2. Selezionare la casella di controllo corrispondente al modulo che desiderate rimuovere e cliccare Rimuovere. 3. Confermate la rimozione e cliccare su OK.

162 162 Configurazione del Server Siti SSL multipli di hosting su un unico indirizzo IP (Linux Hosting). Parallels Plesk Panel per Linux supporta l'estensione SNI (Server Name Indication) per il protocollo Transport Layer Security, che rende possibile l'utilizzo di certificati SSL autentici per i siti ospitati su indirizzi IP condivisi. SNI permette di usare le risorse IPv4 in modo efficace, oltre a offrire i seguenti vantaggi: I fornitori possono eseguire tutti i siti SSL desiderati con certificati indipendenti su un unico indirizzo IPv4.. I clienti di hosting possono installare certificati SSL indipendenti su ciascuno dei propri siti; quindi, non è necessario acquistare un altro abbonamento. Ogni cliente può installare un certificato SSL anche se c'è soltanto un indirizzo IP condiviso sull'intero server. Per visualizzare la lista di sistemi operativi che supportano SNI, consultare le note della release. Il supporto SSL con SNI su indirizzi IP condivisi richiede anche il supporto SNI nei browser degli utenti. La maggior parte di browser web moderni, quali IE 7, Firefox 2.0, Opera 8.0 e Chrome lo supportano, a meno che siano eseguiti su Windows XP. Per maggiori informazioni su SNI e sul software che lo supporta, consultare Nei casi in cui SNI non sia supportato, l'assegnazione di un certificato SSL a un sito ospitato su un indirizzo IP condiviso assocerà quel certificato a tutti gli altri siti ospitati sullo stesso indirizzo IP. Per le istruzioni sull'assegnazione di certificati SSL ai siti web, consultare il Manuale Utente del Pannello di Controllo, sezione Protezione di connessioni a siti web con SSL. Configurazione di SSL condiviso (Hosting Windows) SSL condiviso è un mezzo per proteggere l'accesso ad un sito con SSL (Secure Sockets Layer) per i proprietari di siti senza dover acquistare il proprio certificato SSL. I siti web che impiegano SSL condiviso stanno, infatti, usando il certificato condiviso da un altro dominio. Il dominio che condivide il suo certificato SSL con altri si chiama dominio SSL principale.

163 Configurazione del Server 163 È possibile selezionare un sito web di tua proprietà, attivare il supporto SSL nelle impostazioni di hosting web, installare un certificato SSL valido su quel sito e fare in modo che agisca come dominio SSL principale per tutti gli altri siti web ospitati sul server. Oppure, puoi selezionare un sito web appartenente ad un tuo utente (account cliente o rivenditore), attivare il supporto SSL nelle impostazioni di hosting web, installare un certificato SSL valido su quel sito e fare in modo che agisca come dominio SSL principale per tutti i siti web di tale utente. Una volta il dominio SSL principale verrà assegnato, tu o i tuoi clienti dovrete aggiungere dei link SSL condiviso per ogni sito web per cui si dovrà proteggere l'accesso. Per configurare il dominio SSL principale e abilitare SSL condiviso sul server: 1. Vai su Strumenti e Utility > SSL Condiviso (nel gruppo Risorse). 2. Seleziona la casella di controllo Attiva SSL condiviso. 3. Seleziona il sito web necessario dal menu Nome di dominio. Solo i siti web che sono ospitati sul server con SSL abilitato sono presenti nella lista. 4. Fai clic su OK. Per maggiori informazioni sull'aggiunta di link a SSL condiviso per siti web, consultare il Manuale utente del Pannello di Controllo, sezione Utilizzo del Certificato Condiviso SSL da un altro sito web. Per disabilitare SSL condiviso sul server: 1. Vai su Strumenti e Utility > SSL Condiviso (nel gruppo Risorse). 2. Deseleziona la casella di controllo Attiva SSL condiviso. 3. Fai clic su OK. Limitare l'utilizzo delle opzioni di hosting potenzialmente non affidabili Questa sezione descrive il modo in cui evitare che gli utenti attivino opzioni di hosting potenzialmente insicure e che eseguano script via cron shell (pianificatore di task). In questa sezione Limitare l'utilizzo delle opzioni di hosting potenzialmente non affidabili Esecuzione di script via il pianificatore di task cron (Hosting Linux)

164 164 Configurazione del Server Limitare l'utilizzo delle opzioni di hosting potenzialmente non affidabili Per isolare siti in ambienti di hosting condiviso, è possibile applicare delle normi di sicurezza nel server. Le norme impongono l'esecuzione degli script PHP attraverso i gestori FastCGI e proibisce agli utenti del Pannello di attivare funzionalità e opzioni di hosting non sicure. È possibile definire le norme affinché proibiscano agli utenti del Pannello di cambiare le seguenti opzioni di hosting: Supporto PHP Tipo di gestore PHP (Modulo Apache, ISAPI, FastCGI, CGI) Modalità Sicura PHP Supporto di Python Supporto di Perl Supporto FastCGI Supporto di Miva Supporto di SSI Supporto SSL Accesso alla console del server su SSH o Desktop Remoto Supporto ASP Supporto ASP.NET (applicabile solo ai server basati su Windows) Supporto di ColdFusion Permessi di scrittura/modifica addizionali (applicabile solo ai server basati su Windows) Pool di applicazioni IIS dedicato (applicabile solo ai server basati su Windows) Per configurare e applicare le norme: 1. Modifica il file site_isolation_settings.ini che si trova nella directory /usr/local/psa/admin/conf/ sui sistemi Linux e in %plesk_dir%\admin\conf\ sui sistemi Windows, dove %plesk_dir% è la variabile di un ambiente per la directory d'installazione Parallels Plesk Panel sui sistemi Windows. Il file contiene le seguenti voci predefinite: ;php = any ;php_handler_type = fastcgi ;python = off ;perl = off ;fastcgi = any ;miva = off ;ssi = any ;ssl = on ;shell = /usr/local/psa/bin/chrootsh ;asp = any

165 Configurazione del Server 165 \'safe_mode\ di PHP attivata ;coldfusion = off On significa che un'opzione deve essere attivata, off significa disattivata ed any significa che l'opzione non è registrata. È possibile modificare le linee corrispondenti rimuovendo il punto e virgola (;) ed usare dei valori predefiniti oppure usare le impostazioni personalizzate per le norme. Le impostazioni delle norme possono usare i seguenti valori: php = on off any php_handler_type = (Unix: module Windows: isapi) fastcgi cgi any python = on off any perl = on off any fastcgi = on off any miva = on off any ssi = on off any ssl = on off any shell = (Unix: <string> Windows: on off) any asp = on off any asp_dot_net = on off any php_safe_mode = on off any coldfusion = on off any write_modify = on off any iis_app_pool = on off any 2. Per garantire che le impostazioni delle norme siano applicate agli account appena creati e agli abbonamenti di servizi di hosting, definisci le seguenti impostazioni nella creazione dei piani di servizio: Nelle proprietà del piano del rivenditore, fai clic sulla scheda Permessi, deseleziona la casella di controllo Configurazione delle opzioni di scripting web di hosting potenzialmente non sicure che sovrascrivono le norme del fornitore. Nelle proprietà del piano di hosting, fai clic sulla scheda Permessi e deseleziona la casella di controllo Gestione delle impostazioni di hosting. Se hai deciso di consentire agli utenti di gestire le impostazioni di hosting, deseleziona la casella di controllo Configurazione delle opzioni di scripting web di hosting potenzialmente non sicure che sovrascrivono le nome del fornitore. Alternativamente, è possibile applicare le norme e sovrascrivere qualsiasi permesso consentito in precedenza per la gestione delle impostazioni di hosting, cliccando sulla scheda Parametri di Hosting e quindi, cliccando sul link applica impostazioni sicure. Se il permesso Gestione delle impostazioni di hosting e garantito, ma il permesso Configurazione delle opzioni di scripting web di hosting potenzialmente non sicure che sovrascrivono le norme del fornitore non è garantito, allora gli utenti saranno in grado di cambiare solo le opzioni di hosting che non sono limitate dalle norme di sicurezza del server. Se entrambi i permessi sono concessi, gli utenti saranno in grado di cambiare tutte le opzioni di hosting disponibili, a prescindere dalle norme di sicurezza. Quando un utente del Pannello, a cui è stato permesso di sovrascrivere le norme di sicurezza, cambia nel Pannello di Controllo un'opzione limitata dalle norme, il Pannello avverte su questo fatto e chiede di confermare l'operazione.

166 166 Configurazione del Server Per consentire ad un determinato utente di sovrascrivere le norme, vai su Abbonamenti > nome dell'abbonamento > Personalizza > Permessi e seleziona l'opzione Configurazione delle opzioni di scripting web di hosting potenzialmente non sicure che sovrascrivono le norme del fornitore. Per consentire a tutti gli utenti abbonati ad un piano di servizio di sovrascrivere le norme, vai su Piani di servizio > nome del piano > Permessi o Piani di servizio > Piani del rivenditore > nome del piano > Permessi e seleziona l'opzione Configurazione delle opzioni di scripting web di hosting potenzialmente non sicure che sovrascrivono le norme del fornitore. Esecuzione di script via il pianificatore di task cron (Hosting Linux) In versioni Plesk precedenti, gli utenti a cui era concesso il permesso di pianificare i task con cron ma non potevano accedere al server shell, potevano comunque eseguire script nel shell sotto il quale veniva eseguito il cron. In questo modo, potevano accedere ai dati che potevano essere potenzialmente usati per compromettere il server. A partire da Parallels Plesk Panel 10.1, l'esecuzione di task cron è automaticamente limitata all'ambiente shell di chroot. Questa è l'impostazione predefinita applicata nelle installazioni pulite di Panel 10.1 e nei casi in cui i dati siano spostati da altre piattaforme o versioni Plesk precedenti. Se hai aggiornato a Parallels Plesk Panel 10.1 da versioni precedenti (includendo 10.0), allora il shell chroot non viene automaticamente selezionato per non interrompere l'esecuzione dei task pianificati che i clienti potrebbero avere in esecuzione. Se ti fidi dei tuoi clienti per consentire loro di eseguire script in un ambiente non-chroot, allora puoi selezionare la shell richiesta eseguendo il seguente comando nella console: # /usr/local/psa/admin/bin/server_pref -u -crontab-secure-shell "/bin/sh" Se vuoi invertire questa impostazione e definire nuovamente la shell predefinita usata nel sistema, esegui il seguente comando nella console: # /usr/local/psa/admin/bin/server_pref -u -crontab-secure-shell ""

167 Configurazione del Server 167 Configurazione dell'help Desk Per permettere ai clienti di inviare segnalazioni di errori nel Pannello di Controllo, è possibile fare quanto segue: 1. Configurare un abbonamento per ospitare il sito web della tua società. 2. Installa sul sito l'applicazione osticket 1.6, o versioni successive, dal Catalogo di Applicazioni. Tra le soluzioni gratuite disponibili, osticket è considerato quella migliore per la sua semplicità di utilizzo e l'insieme di prestazioni. Per maggiori informazioni su osticket, visita il sito web: Per configurare un abbonamento per ospitare il proprio sito web: 1. Nel Pannello di Amministrazione del Server, fai clic sul link Abbonamenti nel pannello di navigazione, sotto il gruppo Servizi di hosting. 2. Fai clic su Aggiungi nuovo abbonamento. 3. Digita il nome di dominio del sito della tua società. Per esempio provider-example.com. 4. Seleziona l'indirizzo IP. 5. Digita il nome utente e la password che userai per connettere allo spazio web su FTP e per gestire i file. 6. Nel menu Piano di servizio, seleziona Illimitato per consentire al sito di utilizzare quantità di risorse illimitate. 7. Clicca su OK. La prossima volta che accederai al Pannello di Amministrazione del Server, il link InstallaHelp Desk comparirà nel pannello di navigazione. Puoi usarlo per installare osticket sul tuo sito web. Per avviare l'installazione subito, senza dover effettuare il logout e accedere nuovamente: 1. Clicca sul link Pannello di Controllo vicino al nome di dominio del sito. Il Pannello di Controllo aprirà una nuova finestra o scheda nel browser. 2. Nella scheda Home, fai clic sul link osticket nel gruppo Applicazioni. 3. Cliccare su Installare. 4. Leggere i termini del contratto di licenza, accettali e clic su Avanti. 5. Per aprire tutte le impostazioni dell'applicazione, fai clic sul collegamento Mostra tutte le impostazioni e indica le seguenti informazioni: Percorso alla directory d'installazione sul server.

168 168 Configurazione del Server Accesso amministrativo all'applicazione. Lasciare selezionata l'opzione Concedere accesso amministrativo all'utente esistente e selezionare Admin dal menu se si desidera usare il nome utente e la password dell'account FTP del sito per gestire l'help Desk. dell'amministratore. Indicare l'indirizzo dell'amministratore dell'help Desk. Nome del sito web. Per esempio, portale di servizi ai clienti di Nome dell'azienda. di sistema predefinito. Indicare un indirizzo che verrà visualizzato sul sito come mezzo per contattare gli ingegneri di supporto. Per esempio, Password dell'amministratore del database. 6. Fai clic su Installa. Una volta completata l'installazione, sarai in grado di usare il link dell' Help Desk nel pannello di navigazione del Pannello di Amministrazione del Server per configurare l'help Desk ed elaborare le segnalazioni di errori inviate dai tuoi clienti e da quelli dei tuoi rivenditori. I clienti saranno in grado di inviare segnalazioni di errori facendo clic sul link Help Desk nei propri Pannelli di Controllo, nel gruppo Pulsanti Personalizzati.

169 C A P I T O L O 9 Amministrazione del Sistema In questo capitolo: Gestione di Applicazioni Visualizzare le Statistiche Monitoraggio del server con Health Monitor Gestire Servizi di Sistema Monitoraggio della coda di messaggi del server di posta e risoluzione della congestione della posta (Hosting Linux) Pianificare Task Delegare privilegi amministrativi agli ingegneri di supporto tecnico (Hosting Windows) Eseguire il Backup e il Ripristino di Dati Accedere al server usando il Desktop Remoto (Hosting Windows) Monitoraggio delle connessione al Pannello e Servizi FTP Condividere File e Cartelle Migrare dati da altre piattaforme di hosting Aggiornamento del Pannello Segnalare problemi dell'installazione e dell'aggiornamento

170 170 Amministrazione del Sistema Gestione di Applicazioni La maggior parte di clienti acquistano account di hosting web per eseguire diverse applicazioni web: Webmail, CRM, sistemi e-commerce, blog, gallerie d'immagini eccetera. Normalmente, tali utenti non sono in grado di installare le applicazioni da soli perché non dispongono delle conoscenze tecniche e l'esperienza necessaria e quindi chiedono al proprio fornitore di servizi di farlo. Pertanto, il personale del fornitore diventa carico di operazioni routinarie correlate alle applicazioni. Per facilitare la procedura d'installazione (e di manutenzione) di applicazioni web e ridurre il flusso di lavoro del personale, Parallels offre diverse applicazioni commerciali e gratuite, disponibili agli utenti del Pannello direttamente dai propri Pannelli di Controllo. Esistono diversi fattori che regolano le applicazioni che sono disponibili ai clienti. Per esempio, la lista di applicazioni è limitata dalla licenza del Pannello, dalle proprietà del piano di servizio, dalle proprietà dell'abbonamento eccetera. Per sapere come viene elaborata la lista di applicazioni, consultare la sezione Come rendere disponibili le applicazioni ai clienti. Tipi di applicazioni Parallels offre due tipi di applicazioni: Applicazioni che vengono direttamente installate su un sito web (per esempio, la piattaforma di blogging WordPress o Joomla! - sistema di gestione del contenuto). Applicazioni che non richiedono un sito web per l'installazione. Queste sono, normalmente, applicazioni esterne che si trovano sul Web e che unicamente offrono un link ai servizi (per esempio, il servizio di videoconferenza imind o OfficeDrive - suite office online). Installazione e manutenzione di applicazioni La procedura d'installazione non richiede conoscenze specifiche dai clienti. Compilano le impostazioni delle applicazioni (per esempio, le credenziali dell'amministratore) e il Pannello installa l'applicazione per conto loro. L'ulteriore gestione di applicazioni è anche disponibile quando le applicazioni vengono aggiornate o rimosse direttamente nel Pannello. Inoltre, i clienti sono in grado di accedere ad alcune funzionalità che le applicazioni espongono sul Pannello di Controllo (senza necessità di accedere a un'applicazione). Per esempio, i clienti possono caricare nuovi temi WordPress o aggiungere account utente di SugarCRM direttamente dal loro Pannello di Controllo. Tale parte di funzionalità dell'applicazione rappresenta un servizio che l'applicazione fornisce ai clienti. Backup e ripristino di applicazioni Il backup delle applicazioni viene effettuato da mezzi del Pannello standard (utilitybackup ). Poiché l'unità di backup è un abbonamento, è solo possibile creare il backup di tutte le applicazioni in un abbonamento alla volta. Le applicazioni da un backup vengono ripristinate tra altri dati dell'abbonamento.

171 Amministrazione del Sistema 171 Application Vault e Catalogo di Applicazioni Se non ci sono limitazioni sulla disponibilità delle applicazioni, la lista di applicazioni disponibili nel Pannello di Controllo comprende tutte le applicazioni dalle seguenti due sorgenti: 1. Catalogo di Applicazioni - l'archivio remoto sostenuto da Parallels, la sorgente principale di applicazioni. 2. Application Vault - archivio locale nel Pannello. Ogni Pannello ha il proprio Application Vault, disponibile tramite il Pannello di Amministrazione del Server (Gestione del Server > Strumenti & Utility > Application Vault). Gli scopi principali dell'application Vault sono: Ampliare la lista di applicazioni disponibili caricando i propri pacchetti APS. Questo è importante se si desidera offrire alcune applicazioni ai clienti ma le applicazioni non sono presenti nel Catalogo di Applicazioni. Applica aggiornamenti alle applicazioni installate dal Catalogo di Applicazioni. Ottieni il controllo sulle applicazioni dal Catalogo di Applicazioni. Scarica un'applicazione del Catalogo nel Vault per controllare alcune delle sue opzioni. Per esempio, puoi attivare la relativa visibilità ai clienti o configurare le impostazioni del server. Per maggiori informazioni sulla gestione di applicazioni tramite l'application Vault, consultare la sezione Gestione di applicazioni con l'application Vault (a pagina 175). In definitiva, l'application Vault non è solo un archivio locale di applicazioni ma uno strumento per controllare il versioning, la visibilità e le impostazioni del server delle applicazioni del Catalogo di Applicazioni. Per capire meglio il concetto di Application Vault, consultare lo schema mostrato nella sezione Come rendere disponibili le applicazioni ai clienti. Condivisione di applicazioni tra i server del pannello Se si aggiunge un pacchetto APS all'application Vault sarà disponibile soltanto ai clienti. Se desideri condividere le tue applicazioni con gli utenti di altri server del Pannello, aggiungi un'applicazione al Catalogo di Applicazioni. Il Catalogo accetta solo applicazioni integrate secondo l'aps (Application Packaging Standard) - la serie di regole che consente l'installazione e la gestione semplice di applicazioni. Dopo aver integrato l'applicazione, è necessario sottomettersi alla procedura di certificazione. Per i dettagli su come farlo, vedi Vetrina virtuale

172 172 Amministrazione del Sistema Dalla versione Panel 10, il programma Vetrina Online di Partner Parallels offre la possibilità di guadagnare, vendendo ai clienti applicazioni commercial, grazie ad un modello di condivisione di entrate. In questo programma, puoi selezionare le applicazioni che vuoi vendere e Parallels le aggiunge alla lista di applicazioni disponibili nel Pannello di Controllo. Quando i clienti sceglieranno una delle applicazioni a pagamento selezionate per il programma, verranno reindirizzati a un negozio personalizzato con il tuo marchio per completare l'ordine. Questo negozio personalizzato riceve il nome Vetrina Online. Tutti gli aspetti relativi all'ordinazione, le licenze e la fatturazione sono gestiti dalla Vetrina Online. Tu dovrai solo seguire le vendite e trarre vantaggio da ogni applicazione venduta. Tieni presente che devi essere in possesso della licenza adatta del pannello per partecipare al programma. Per maggiori informazioni sulla Vetrina Online di Partner Parallels, consultare la sezione Più avanti in questa sezione, vengono forniti i dettagli su come gestire le applicazioni utilizzando l'application Vault, nonché le informazioni relative al modo in cui le applicazioni diventano disponibili nel Pannello di Controllo del cliente. In questa sezione Come rendere disponibili le applicazioni ai clienti Gestione di applicazioni con Application Vault

173 Amministrazione del Sistema 173 Come rendere disponibili le applicazioni ai clienti La lista di applicazioni disponibili a un cliente dipende da diversi fattori, come la licenza del Pannello, il piano di servizio o la configurazione dell'application Vault. Per visualizzare la lista di applicazioni disponibili a un cliente, vai a Servizi di Hosting > Abbonamenti e nel Pannello di Controllo del cliente seleziona la scheda Applicazioni > Tutte le applicazioni disponibili. Questo diagramma descrive come si forma la lista di applicazioni disponibili. Prima che un'applicazione diventi disponibile nella lista di applicazioni di un determinato cliente, passa attraverso una serie di filtri. L'applicazione viene filtrata in base ai seguenti livelli:

174 174 Amministrazione del Sistema 1. Licenza di Parallels Plesk Panel. La licenza del Pannello definisce quali applicazioni del Catalogo di Applicazioni sono disponibili ai clienti. In questo livello, puoi offrire tutte le applicazioni, soltanto applicazioni commerciali, soltanto applicazioni gratuite o nessuna applicazione. Questo filtro è applicabile a tutti gli utenti del Pannello alla volta. 2. Vetrina Online. Se partecipi al programma Vetrina Online, puoi inoltre definire quali applicazioni commerciali visualizzeranno i clienti. Questo filtro è applicabile a tutti gli utenti del Pannello alla volta. 3. Application Vault. Il Pannello permette di abilitare o disabilitare la disponibilità dei pacchetti APS caricati sul Vault. Tieni presente che questo funziona soltanto per i propri pacchetti: Non c'è un modo per controllare la disponibilità delle applicazioni scaricate del Catalogo. Per maggiori informazioni sulla gestione di applicazioni, consultare la sezione Gestione di applicazioni con l'application Vault (a pagina 175). 4. Piano di servizio. Il pannello consente di specificare quali applicazioni comprendere in un determinato piano di servizio. Il filtro coinvolge tutti i clienti con tale piano di servizio. La procedura per aggiungere applicazioni a un piano di servizio è descritta nella sezione Abbonamenti e Piani di Hosting (a pagina 34). 5. Abbonamento. Se vuoi selezionare le applicazioni disponibili per un determinato cliente, aggiorna la lista di applicazioni nell'abbonamento appropriato. La lista di applicazioni conseguente è disponibile ai tuoi clienti.

175 Amministrazione del Sistema 175 Gestione di applicazioni con Application Vault L'Application Vault realizza le funzioni di un archivio locale e di uno strumento di gestione di applicazioni. La funzionalità dell'archivio consente di aggiungere, aggiornare e rimuovere pacchetti di applicazioni.utilizzando le capacità di gestione, puoi visualizzare quali applicazioni sono state installate nel Pannello, configurare applicazioni o renderle non disponibili all'installazione. Inoltre, puoi eliminare i file d'installazione temporanei cancellando la cache del Vault. Più avanti in questa sezione si trovano le istruzioni dettagliate sulla realizzazione di queste operazioni con applicazioni. L'Application Vault è disponibile nel Pannello di Amministrazione del Server: Gestione del Server > Strumenti & Utility > Application Vault. In questa sezione Aggiungi le tue applicazioni al pannello Configurare le impostazioni di applicazioni a livello del server Gestione della disponibilità delle applicazioni ai clienti Rimuovere pacchetti di applicazioni Controllo di installazioni di applicazioni Aggiornamento di applicazioni installate Eliminare la cache dell'application Vault

176 176 Amministrazione del Sistema Aggiungi le tue applicazioni al pannello Se hai un'applicazione web da offrire ai tuoi clienti, oltre alle applicazioni del Catalogo, puoi aggiungerla all'application Vault. Tieni presente che puoi caricare soltanto applicazioni integrate in formato APS. Per caricare la tua applicazione, vai su Strumenti & Utility > Application Vault > Le mie applicazioni > Aggiungi applicazione. Una volta che l'applicazione sarà stata aggiunta, comparirà nel Pannello di Controllo di tutti i clienti. Configurare le impostazioni di applicazioni a livello del server In alcuni casi, le applicazioni del Catalogo richiedono la configurazione del server prima che i clienti le possano installare. Per esempio, se l'installazione di un'applicazione incide su alcuni servizi del Pannello, potrebbe richiedere la password dell'amministratore. Quando i clienti cercheranno di installare tale applicazione, gli verrà richiesto di contattare il proprio fornitore (ovvero tu) per completare la configurazione. Dopo aver configurato le impostazioni, i clienti potranno installare le applicazioni sui propri siti. Normalmente, le impostazioni di un'applicazione a livello del server sono le impostazioni che vengono applicate a tutte le installazioni di applicazioni e non possono essere modificate dai clienti. Per esempio, i clienti non possono installare l'applicazione e-commerce di epages finché definirai il modo in cui i clienti devono accedere all'applicazione, su HTTP o HTTPS. Per configurare le impostazioni a livello server, completare questi due passaggi: 1. Aggiungi il l'applicazione del Catalogo, scegliendo Strumenti & Utility > Application Vault > Le mie applicazioni > Aggiungi applicazione. 2. Seleziona l'applicazione dalla lista nella scheda Le mie applicazioni e invia le impostazioni.

177 Amministrazione del Sistema 177 Gestione della disponibilità delle applicazioni ai clienti Successivamente al caricamento di un pacchetto APS sul Vault, è possibile gestire la disponibilità ai clienti. Può essere utile quando desideri nascondere temporaneamente la tua applicazione da tutti i clienti. In tale caso, rendi l'applicazione disponibile nella scheda Strumenti & Utility > Application Vault > Le mie applicazioni. L'applicazione scomparirà dalla lista di applicazioni disponibili di tutti i clienti. Per restituire l'applicazione alla lista, rendila disponibile nella scheda Le mie applicazioni. Tieni presente che non puoi realizzare queste operazioni su applicazioni scaricate dal Catalogo. Rimuovere pacchetti di applicazioni È possibile rimuovere soltanto pacchetti archiviati nel Vault. Se rimuovi un'applicazione dalla scheda Strumenti & Utility > Application Vault > Le mie applicazioni, il Vault eliminerà il pacchetto di applicazioni. Questa operazione non incide sulle installazioni di applicazioni. Le applicazioni installate possono essere rimosse soltanto da determinati clienti (proprietari d'installazioni) dal proprio Pannello di Controllo. Controllo di installazioni di applicazioni Normalmente, i clienti installano le applicazioni direttamente dal Catalogo di Applicazioni omettendo il passaggio dall'archivio locale. Le uniche eccezioni sono per le applicazioni che hai aggiunto al Vault. Nonostante, tutte le installazioni di applicazioni sono registrate nel Vault. È possibile visualizzare i dettagli dell'installazione nella scheda Strumenti & Utility > Application Vault > Applicazioni installate. Se compare il numero zero nella lista di installazioni vuol dire che il pacchetto di applicazioni è archiviato nel Vault ma non è stato installato da nessun cliente. Aggiornamento di applicazioni installate L'Application Vault consente di aggiornare ogni applicazione installata nel Pannello all'ultima versione disponibile nel Catalogo. Esistono due principali scenari per l'aggiornamento di applicazioni nel Pannello: L'installazione di una determinata applicazione viene aggiornata da te o dal tuo cliente (proprietario dell'installazione). Entrambi gli scenari richiedono questo passaggio preliminare: È necessario verificare la presenza di aggiornamenti disponibili nella scheda Strumenti & Utility > Application Vault > Applicazioni installate. Se gli aggiornamenti sono disponibili, tu o i tuoi clienti potete applicarli all'installazione di un'applicazione. Eliminare la cache dell'application Vault Quando i clienti installano un'applicazione dal Catalogo di Applicazioni, il pacchetto dell'applicazione viene archiviato in una directory temporanea sul server, la cache del Vault. I file della cache possono velocizzare ulteriormente le installazioni di applicazioni, ma puoi eliminare questi file per liberare spazio sul disco nel tuo server.

178 178 Amministrazione del Sistema Per eliminare i file temporanei dalla cache dell'application Vault, vai alla scheda Strumenti & Utility > Application Vault > Applicazioni installate > Elimina Cache.

179 Amministrazione del Sistema 179 Visualizzare le Statistiche Per visualizzare l'informazione sull'utilizzo delle risorse del server: 1. Vai su Strumenti e Utility > Informazioni sul server. Vedrete le seguenti informazioni: Informazione del Processore. Versione e numero di build di Parallels Plesk Panel. Il sistema operativo e la versione del suo kernel. Numero della chiave di licenza di Parallels Plesk Panel. Attività del server. Media di carica del processore per l'ultimo minuto, per i 5 ultimi minuti e per i 15 ultimi minuti. La quantità di RAM installata e usata. La quantità di spazio swap usato. Utilizzo del disco rigido da partizioni e directory. Storage collegato (montato) e dispositivi di storage di rete. Il numero di domini ospitati: attivi mostra i domini che sono online; problema mostra i domini che hanno superato lo spazio su disco e le assegnazioni di larghezza di banda, ma continuano ad essere online; passivi mostra i domini che non sono online perché sono stati sospesi da te o dai tuoi rivenditori. 2. Clicca su Aggiorna per aggiornare le statistiche del server con gli ultimi dati. Per visualizzare un report sull'utilizzo delle risorse dai tuoi rivenditori, clienti e siti web: 1. Vai su Strumenti e Utility > Report riassuntivo. 2. Per visualizzare un riepilogo sull'utilizzo di larghezza di banda per mesi, clicca su Visualizza cronologia sul traffico. Operazioni su report: Per ottenere maggiori informazioni, selezionare l'opzione Report completo dal menu a discesa. Per regolare la quantità di informazione presente in un report, modifica il modello di report esistente o creane uno nuovo. Per modificare un modello, clicca su Proprietà e quindi modifica il modello di report. Per creare un nuovo modello, vai su Layout di Report > Crea Layout di Report e indica l'informazione che dovrebbe comparire in ogni sezione del report: seleziona Nessuna per non ricevere informazioni, seleziona Riepilogo per ricevere informazioni precise o seleziona Completo, per accedere al report dettagliato. Seleziona la casella di controllo Usa come rapporto predefinito e scegli OK.

180 180 Amministrazione del Sistema Per eliminare un layout di report personalizzato, seleziona la casella di controllo corrispondente al nome del layout di report e clicca su Rimuovi. Per stampare il rapporto, fare clic su Stampa. Il report si aprirà in una finestra di browser separata. Seleziona l'opzione File > Stampa dal menu del browser per stampare il rapporto. Per inviare un rapporto via , digitare l'indirizzo del mittente nella casella d'input nella parte destra del gruppo Rapporto e fare clic su Invia per . Se voi siete i destinatari, non è necessario specificare un indirizzo il sistema assume in modo predefinito che sei tu il destinatario del report, indicando il tuo indirizzo registrato nell'account del Pannello. Affinché i report siano automaticamente generati e consegnati per una volta al giorno, una volta alla settimana o una volta al mese, fare clic su Pianifica la consegna e segui le istruzioni fornite nella sezione Automatizzare la creazione e la consegna di rapporti per (a pagina 181). Per visualizzare un report sull'utilizzo del traffico dagli utenti e siti: 1. Clicca su Strumenti e Utility. 2. Eseguite una delle seguenti operazioni: Per visualizzare i report sulla quantità di traffico usato dai rivenditori, fai clic su Utilizzo del traffico dai rivenditori (nel gruppo Risorse). Per visualizzare i report sulla quantità di traffico usato da tutti i rivenditori e clienti, fare clic su Utilizzo del traffico dagli utenti (nel gruppo Risorse). Per visualizzare i report sulla quantità di traffico usato dai domini (siti web), fare clic su Utilizzo del traffico dai domini (nel gruppo Risorse). In questa sezione Automatizzare la creazione e la consegna di rapporti per Visualizzare le statistiche sulla protezione contro virus e spam (Hosting Windows)

181 Amministrazione del Sistema 181 Automatizzare la creazione e la consegna di rapporti per Per pianificare la consegna di un report regolarmente: 1. Vai su Strumenti e Utility > Report riassuntivo > Pianificazione di consegna. 2. Clicca su Aggiungi pianificazione di consegna di report. 3. Per inviare report agli indirizzo registrati nel sistema, seleziona il valore amministratore del server dal menu Consegna a. Per inviare report ad un altro indirizzo , seleziona l'opzione indirizzo che io scelgo e digitare l'indirizzo Nel menu Frequenza di consegna, seleziona la frequenza con cui il report deve essere inviato: quotidianamente, settimanalmente o mensilmente. 5. Fai clic su OK. Visualizzare le statistiche sulla protezione contro virus e spam (Hosting Windows) Per visualizzare l'informazione sui virus rilevati e rimossi da Kaspersky Antivirus: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Server di Posta (nel gruppo Posta) > Statistiche e clicca su Statistiche Virus. 2. Seleziona il periodo durante il quale vuoi visualizzare le statistiche su virus. Per visualizzare informazioni più dettagliate sui virus o indirizzi di mittenti o destinatari , fai clic sulla relativa scheda. Per visualizzare l'informazione su messaggi spam rilevati e filtrati da SpamAssassin: 1. Vai su Impostazioni > Impostazioni del Server di Posta (nel gruppo Posta) > Statistiche e clicca su Statistiche Spam. 2. Seleziona il periodo durante il quale vuoi visualizzare le statistiche spam. Per visualizzare informazioni più dettagliate sui destinatari di messaggi spam, fare clic sulla scheda Destinatari.

182 182 Amministrazione del Sistema Monitoraggio del server con Health Monitor Normalmente, con il passare del tempo, le risorse del server del Pannello diventano sempre più utilizzate: Il numero di utenti del Pannello aumenta; i clienti creano nuovi siti che usano diversi servizi di sistema eccettera. Questo vuol dire che ad un certo punto, potrebbe verificarsi la mancanza di risorse di sistema, come quelle relative alla RAM, le prestazioni della CPU o lo spazio su disco. Per mantenerti informato sull'utilizzo delle risorse del server, offriamo il componente - Health Monitor. In base alle sue statistiche, puoi rapidamente decidere quali servizi devono essere regolati per ridurre l'utilizzo delle risorse di sistema o quali componenti di hardware devono essere aggiornati. Health Monitor è un componente aggiuntivo del Pannello che controlla tutti i principali parametri dello stato del server, quali: L'utilizzo della memoria e la CPU da differenti servizi, l'utilizzo del disco rigido, il numero di processi in esecuzione eccetera. Inoltre, Health Monitor può essere configurato in modo da elaborare notifiche visive e per quando un certo parametro del monitoraggio supera una determinata soglia. Questa sezione offre le informazioni dettagliate su come installare e configurare Health Monitor, nonché per ottenere le statistiche sull'utilizzo delle risorse. In questa sezione Installazione di Health Monitor Monitoraggio del server Esattezza dei valori di Health Monitor Configurazione di avvisi, tendenze e notifiche Aggiornamento dei parametri dello stato del server dopo la modifica di hardware Installazione di Health Monitor Health Monitor è un componente aggiuntivo fornito nel Pannello in modo predefinito. È possibile installarlo durante l'installazione personalizzata del Pannello oppure aggiungerlo in seguito su Gestione del server > Strumenti & Utility > Aggiornamenti. Monitoraggio del server Health Monitor mostra l'informazione relativa all'utilizzo delle risorse del server in due modi: Un rapporto riassuntivo su tutti i principali parametri di monitoraggio. Un rapporto dettagliato con il grafico delle modifiche per ogni parametro di monitoraggio.

183 Amministrazione del Sistema 183 Rapporto riassuntivo Il rapporto riassuntivo contiene l'informazione su tutti i parametri principali dello stato del server che possono essere raggruppati per una maggiore comodità di utilizzo. Il rapporto mostra lo stato di ogni gruppo, i valori istantanei del parametro e le relative tendenze. Per ottenere il rapporto riassuntivo di Health Monitor, vai su Pannello di Amministrazione del Server > Home > Monitoraggio del Server. Tieni presente che il rapporto riassuntivo mostra i valori dei parametri istantanei rilevanti soltanto nel momento in cui la Home page viene aggiornata. Di seguito si riporta un esempio di rapporto riassuntivo (valori casuali). Avvisi gialli e rossi Come puoi vedere, uno dei parametri ha superato una soglia e quindi Health Monitor ci avvisa evidenziandolo in giallo. Esistono due tipi di avvisi per ogni parametro: Avviso giallo - un parametro è vicino al suo valore critico. Avviso rosso - un parametro supera il suo valore critico. La soglia di questi avvisi può essere impostata usando il file di configurazione. Tendenze Health Monitor può anche avvertirti se uno dei parametri aumenta troppo velocemente. Questo viene fatto con l'aiuto delle tendenze. Una tendenza è un modo per mostrare come il valore di un parametro cambia nel tempo. In questo esempio, il parametro, che rappresentava l'origine dell'avviso, è aumentato ( ) nell'ultima ora di 1.87 volte confronto all'ora prima (l'intervallo di tendenza predefinito è un'ora). Se il valore di un parametro è insignificante, la sua tendenza non viene visualizzata. Rapporto dettagliato Un rapporto dettagliato può aiutarti a conoscere i periodi di tempo in cui l'utilizzo delle risorse è al massimo (minimo). Per visualizzare il rapporto, vai su Gestione del server > Monitoraggio dello stato. Per visualizzare il modo in cui sono cambiati con il tempo i parametri dello stato del server, seleziona le caselle di controllo appropriate. È possibile selezionare un periodo per la creazione del grafico: Dalle ultime 3 settimane fino a una settimana. Tieni presente che i valori dei parametri dietro il grafico sono anche istantanei e sono pertinenti soltanto nel momento in cui la pagina è stata aggiornata.

Notifica sul Copyright

Notifica sul Copyright Parallels Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011 Parallels

Dettagli

Notifica sul Copyright

Notifica sul Copyright Parallels Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 49 CH8200 Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526-722-030 Fax+41 (-526) -722-010 Copyright 1999-2011

Dettagli

Notifica sul Copyright

Notifica sul Copyright Parallels Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Notifica sul Copyright

Notifica sul Copyright Parallels Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Parallels Plesk Automation. Guida introduttiva a Parallels Plesk Automation

Parallels Plesk Automation. Guida introduttiva a Parallels Plesk Automation Parallels Plesk Automation Guida introduttiva a Parallels Plesk Automation Informazioni sul Copyright Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono +41 526320 411 Fax +41

Dettagli

Notifica sul Copyright

Notifica sul Copyright Parallels Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Notifica sul Copyright

Notifica sul Copyright Parallels Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011 Parallels

Dettagli

Parallels Panel. Guida del Rivenditore. Parallels Plesk Panel 11.0

Parallels Panel. Guida del Rivenditore. Parallels Plesk Panel 11.0 Parallels Panel Guida del Rivenditore Parallels Plesk Panel 11.0 Informazioni sul Copyright Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono +41 526320 411 Fax +41 52672 2010

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 49 CH8200 Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526-722-030 Fax+41 (-526) -722-010 Copyright

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011

Dettagli

Intego Guida Per iniziare

Intego Guida Per iniziare Intego Guida Per iniziare Guida Per iniziare di Intego Pagina 1 Guida Per iniziare di Intego 2008 Intego. Tutti i diritti riservati Intego www.intego.com Questa guida è stata scritta per essere usata con

Dettagli

Utilizzo di MioNet. 2008 Western Digital Technologies Inc. Manuale utente MioNet Versione 1.08

Utilizzo di MioNet. 2008 Western Digital Technologies Inc. Manuale utente MioNet Versione 1.08 Utilizzo di MioNet 1 Avviso di Copyright Non è consentito riprodurre, trasmettere, trascrivere, archiviare in un sistema di recupero, o tradurre in qualunque linguaggio, umano o informatico, in qualunque

Dettagli

Guida introduttiva. Versione 7.0.0 Software

Guida introduttiva. Versione 7.0.0 Software Guida introduttiva Versione 7.0.0 Software Installazione del software - Sommario Panoramica sulla distribuzione del software CommNet Server Windows Windows Cluster - Virtual Server Abilitatore SNMP CommNet

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

TeamViewer 9 Manuale Manager

TeamViewer 9 Manuale Manager TeamViewer 9 Manuale Manager Rev 9.1-03/2014 TeamViewer GmbH Jahnstraße 30 D-73037 Göppingen teamviewer.com Panoramica Indice Indice... 2 1 Panoramica... 4 1.1 Informazioni su TeamViewer Manager... 4 1.2

Dettagli

Installazione del software - Sommario

Installazione del software - Sommario Guida introduttiva Installazione del software - Sommario Panoramica sulla distribuzione del software CommNet Server Windows Cluster Windows - Virtual Server CommNet Agent Windows Cluster Windows - Virtual

Dettagli

Client Avaya Modular Messaging per Microsoft Outlook versione 5.0

Client Avaya Modular Messaging per Microsoft Outlook versione 5.0 Client Avaya Modular Messaging per Microsoft Outlook versione 5.0 Importante: le istruzioni all'interno di questa guida sono applicabili solamente nel caso in cui l'archivio di messaggi sia Avaya Message

Dettagli

Notifica sul Copyright

Notifica sul Copyright Parallels Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels, Inc.

Dettagli

Guida all'amministrazione. BlackBerry Professional Software per Microsoft Exchange. Versione: 4.1 Service Pack: 4

Guida all'amministrazione. BlackBerry Professional Software per Microsoft Exchange. Versione: 4.1 Service Pack: 4 BlackBerry Professional Software per Microsoft Exchange Versione: 4.1 Service Pack: 4 SWD-313211-0911044452-004 Indice 1 Gestione degli account utente... 7 Aggiunta di un account utente... 7 Aggiunta manuale

Dettagli

Utilizzo di MioNet. 2008 Western Digital Technologies Inc. Manuale utente MioNet Versione 1.08

Utilizzo di MioNet. 2008 Western Digital Technologies Inc. Manuale utente MioNet Versione 1.08 Utilizzo di MioNet 1 Avviso di Copyright Non è consentito riprodurre, trasmettere, trascrivere, archiviare in un sistema di recupero, o tradurre in qualunque linguaggio, umano o informatico, in qualunque

Dettagli

Parallels Plesk Panel. Guida del Rivenditore di Parallels Plesk Panel 9.0. Revision 1.1

Parallels Plesk Panel. Guida del Rivenditore di Parallels Plesk Panel 9.0. Revision 1.1 Parallels Plesk Panel Guida del Rivenditore di Parallels Plesk Panel 9.0 Revision 1.1 Avviso sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425)

Dettagli

Manuale TeamViewer Manager 6.0

Manuale TeamViewer Manager 6.0 Manuale TeamViewer Manager 6.0 Revisione TeamViewer 6.0-954 Indice 1 Panoramica... 2 1.1 Informazioni su TeamViewer Manager... 2 1.2 Informazioni sul presente Manuale... 2 2 Installazione e avvio iniziale...

Dettagli

Articolo di spiegazione FileMaker Replica di un ambiente di autenticazione esterna per lo sviluppo

Articolo di spiegazione FileMaker Replica di un ambiente di autenticazione esterna per lo sviluppo Articolo di spiegazione FileMaker Replica di un ambiente di autenticazione esterna per lo sviluppo Pagina 1 Replica di un ambiente di autenticazione esterna per lo sviluppo La sfida Replicare un ambiente

Dettagli

Acronis Backup Advanced Version 11.5 Update 6

Acronis Backup Advanced Version 11.5 Update 6 Acronis Backup Advanced Version 11.5 Update 6 SI APPLICA AI SEGUENTI PRODOTTI Advanced for Windows Server Advanced for PC Per Windows Server Essentials GUIDA INTRODUTTIVA Informazioni sul copyright Copyright

Dettagli

hottimo procedura di installazione

hottimo procedura di installazione hottimo procedura di installazione LATO SERVER Per un corretto funzionamento di hottimo è necessario in primis installare all interno del server, Microsoft Sql Server 2008 (Versione minima Express Edition)

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Installazione e guida introduttiva. Per WebReporter 2012

Installazione e guida introduttiva. Per WebReporter 2012 Per WebReporter 2012 Ultimo aggiornamento: 13 settembre, 2012 Indice Installazione dei componenti essenziali... 1 Panoramica... 1 Passo 1 : Abilitare gli Internet Information Services... 1 Passo 2: Eseguire

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Editions. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Editions. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Editions Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare le seguenti edizioni di Acronis Backup & Recovery 10: Acronis Backup

Dettagli

Parallels Plesk Panel. Guida del Cliente di Parallels Plesk Panel 9.0. Revision 1.1

Parallels Plesk Panel. Guida del Cliente di Parallels Plesk Panel 9.0. Revision 1.1 Parallels Plesk Panel Guida del Cliente di Parallels Plesk Panel 9.0 Revision 1.1 Avviso sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282

Dettagli

FileMaker Pro 12. Guida di FileMaker Server

FileMaker Pro 12. Guida di FileMaker Server FileMaker Pro 12 Guida di FileMaker Server 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker è un marchio di FileMaker,

Dettagli

GFI Product Manual. ReportPack

GFI Product Manual. ReportPack GFI Product Manual ReportPack http://www.gfi.com info@gfi.com Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Salvo se indicato diversamente, le società, i nomi

Dettagli

Guida introduttiva di F-Secure PSB

Guida introduttiva di F-Secure PSB Guida introduttiva di F-Secure PSB Guida introduttiva di F-Secure PSB Indice generale 3 Sommario Capitolo 1: Introduzione...5 Capitolo 2: Guida introduttiva...7 Creazione di un nuovo account...8 Come

Dettagli

ecafé TM EMAIL CENTER

ecafé TM EMAIL CENTER ecafé TM EMAIL CENTER Manuel de l'utilisateur 1/17 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. PRIMO UTILIZZO: AGGIUNTA DELL ACCOUNT E-MAIL PRINCIPALE...4 3. INVIO / RICEZIONE DI E-MAIL...7 4. RECUPERO RAPIDO DEI CONTATTI

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Guida in linea di Symantec pcanywhere Web Remote

Guida in linea di Symantec pcanywhere Web Remote Guida in linea di Symantec pcanywhere Web Remote Connessione da un browser Web Il documento contiene i seguenti argomenti: Informazioni su Symantec pcanywhere Web Remote Metodi per la protezione della

Dettagli

Retrospect 9 per Mac Appendice al Manuale per l'utente

Retrospect 9 per Mac Appendice al Manuale per l'utente Retrospect 9 per Mac Appendice al Manuale per l'utente 2 Retrospect 9 Manuale dell'utente Appendice www.retrospect.com 2011 Retrospect, Inc. Tutti i diritti riservati. Manuale per l'utente Retrospect 9,

Dettagli

Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file

Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file 2.1.1.1 Primi passi col computer Avviare il computer Windows è il sistema operativo più diffuso per la gestione dei personal computer, facile e amichevole

Dettagli

Symantec Backup Exec 12.5 for Windows Servers. Guida rapida all'installazione

Symantec Backup Exec 12.5 for Windows Servers. Guida rapida all'installazione Symantec Backup Exec 12.5 for Windows Servers Guida rapida all'installazione 13897290 Installazione di Backup Exec Il documento contiene i seguenti argomenti: Requisiti di sistema Prima dell'installazione

Dettagli

ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI

ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI SISTEMA DISTRIBUZIONE SCHEDE OnDemand GUIDA ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI un servizio Avviso agli utenti Il prodotto è concesso in licenza come singolo prodotto e le parti che lo compongono

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel 1 Avviso sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Guida all installazione

Guida all installazione Guida all installazione Introduzione ScanRouter V2 Lite è un server consegna che può consegnare i documenti letti da uno scanner o consegnati da DeskTopBinder V2 a una determinata destinazione attraverso

Dettagli

VERITAS Backup Exec 9.1 for Windows Servers Manuale di installazione rapida

VERITAS Backup Exec 9.1 for Windows Servers Manuale di installazione rapida VERITAS Backup Exec 9.1 for Windows Servers Manuale di installazione rapida N109548 Dichiarazione di non responsabilità Le informazioni contenute nella presente pubblicazione sono soggette a modifica senza

Dettagli

Manuale configurazione rete, accesso internet a tempo e posta elettronica

Manuale configurazione rete, accesso internet a tempo e posta elettronica accesso internet a tempo e posta elettronica Indice 1. REQUISITI NECESSARI -------------------------------------------------------------------------- 4 1.1. PREDISPORRE I COLLEGAMENTI --------------------------------------------------------------------

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

Server USB Manuale dell'utente

Server USB Manuale dell'utente Server USB Manuale dell'utente - 1 - Copyright 2010Informazioni sul copyright Copyright 2010. Tutti i diritti riservati. Disclaimer Incorporated non è responsabile per errori tecnici o editoriali od omissioni

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8JZGL450591 Data ultima modifica 22/07/2011 Prodotto Tuttotel Modulo Tuttotel Oggetto: Installazione e altre note tecniche L'utilizzo della procedura è subordinato

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Windows Live OneCare Introduzione e installazione

Windows Live OneCare Introduzione e installazione Windows Live OneCare Introduzione e installazione La sicurezza e la manutenzione del proprio computer è di fondamentale importanza per tenerlo sempre efficiente e al riparo dalle minacce provenienti dalla

Dettagli

Retrospect 10 per Mac Appendice alla Guida per l'utente

Retrospect 10 per Mac Appendice alla Guida per l'utente Retrospect 10 per Mac Appendice alla Guida per l'utente 2 Appendice alla Guida per l'utente di Retrospect 10 www.retrospect.com 2012 Retrospect Inc. Tutti i diritti riservati. Guida per l'utente di Retrospect

Dettagli

Software della stampante

Software della stampante Software della stampante Informazioni sul software della stampante Il software Epson comprende il software del driver per stampanti ed EPSON Status Monitor 3. Il driver per stampanti è un software che

Dettagli

REMOTE ACCESS24. Note di installazione

REMOTE ACCESS24. Note di installazione REMOTE ACCESS24 Note di installazione . 2011 Il Sole 24 ORE S.p.A. Sede legale: via Monte Rosa, 91 20149 Milano Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale e con qualsiasi

Dettagli

Il tuo manuale d'uso. F-SECURE PSB http://it.yourpdfguides.com/dref/2859693

Il tuo manuale d'uso. F-SECURE PSB http://it.yourpdfguides.com/dref/2859693 Può anche leggere le raccomandazioni fatte nel manuale d uso, nel manuale tecnico o nella guida di installazione di F-SECURE PSB. Troverà le risposte a tutte sue domande sul manuale d'uso (informazioni,

Dettagli

Introduzione a VMware Fusion

Introduzione a VMware Fusion Introduzione a VMware Fusion VMware Fusion per Mac OS X 2008 2012 IT-000933-01 2 Introduzione a VMware Fusion È possibile consultare la documentazione tecnica più aggiornata sul sito Web di VMware all'indirizzo:

Dettagli

Aggiornamento a edizioni avanzate di Acronis Backup & Recovery 11

Aggiornamento a edizioni avanzate di Acronis Backup & Recovery 11 Aggiornamento a edizioni avanzate di Acronis Backup & Recovery 11 Si applica alle seguenti edizioni: Advanced Server Virtual Edition Advanced Server SBS Edition Advanced Workstation Server for Linux Server

Dettagli

UTILIZZO DEI COOKIES (informativa conforme al Provvedimento del Garante Privacy del 8 Maggio 2014)

UTILIZZO DEI COOKIES (informativa conforme al Provvedimento del Garante Privacy del 8 Maggio 2014) UTILIZZO DEI COOKIES (informativa conforme al Provvedimento del Garante Privacy del 8 Maggio 2014) Star Link srl, Titolare del trattamento dei dati personali, informa che questo Sito internet fa uso di

Dettagli

SOMMARIO: ------- 1. INFORMAZIONI SU PARALLELS TRANSPORTER

SOMMARIO: ------- 1. INFORMAZIONI SU PARALLELS TRANSPORTER File Leggimi di Parallels Transporter SOMMARIO: 1. Informazioni su Parallels Transporter 2. Requisiti di Sistema 3. Installazione di Parallels Transporter 4. Rimozione di Parallels Transporter 5. Informazioni

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 3 Introduzione 4 Cosa ti occorre 5 Panoramica dell installazione 5 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 5 Passo 2: Per preparare

Dettagli

Acronis License Server. Manuale utente

Acronis License Server. Manuale utente Acronis License Server Manuale utente INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 Panoramica... 3 1.2 Politica della licenza... 3 2. SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI... 4 3. INSTALLAZIONE DI ACRONIS LICENSE SERVER...

Dettagli

Guida Moderatori e Conduttori

Guida Moderatori e Conduttori STEP ONE: Login to OnSync Guida Moderatori e Conduttori Guida Moderat ori e Condutt ori pag. Ultimo aggiornamento 10/2012 STEP ONE: Login to OnSync Cap. I - Quick Start Guide Guida Moderat ori e Condutt

Dettagli

Norton Password Manager Manuale dell'utente

Norton Password Manager Manuale dell'utente Manuale dell'utente Norton Password Manager Manuale dell'utente Il software descritto nel presente manuale viene fornito in conformità a un contratto di licenza e può essere utilizzato esclusivamente ai

Dettagli

Symantec Backup Exec 2010. Guida rapida all'installazione

Symantec Backup Exec 2010. Guida rapida all'installazione Symantec Backup Exec 2010 Guida rapida all'installazione 20047221 Installazione di Backup Exec Il documento contiene i seguenti argomenti: Requisiti di sistema Prima dell'installazione Informazioni sull'account

Dettagli

Utilizzo di Conference Manager per Microsoft Outlook

Utilizzo di Conference Manager per Microsoft Outlook Utilizzo di Conference Manager per Microsoft Outlook Maggio 2012 Sommario Capitolo 1: Utilizzo di Conference Manager per Microsoft Outlook... 5 Presentazione di Conference Manager per Microsoft Outlook...

Dettagli

ESET NOD32 Antivirus 4 per Linux Desktop. Guida all'avvio rapido

ESET NOD32 Antivirus 4 per Linux Desktop. Guida all'avvio rapido ESET NOD32 Antivirus 4 per Linux Desktop Guida all'avvio rapido ESET NOD32 Antivirus 4 fornisce una protezione all'avanguardia per il computer contro codici dannosi. Basato sul motore di scansione ThreatSense

Dettagli

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente Programma Introduzione a Windows XP Professional Esplorazione delle nuove funzionalità e dei miglioramenti Risoluzione dei problemi mediante Guida in linea e supporto tecnico Gruppi di lavoro e domini

Dettagli

NAS 323 Uso del NAS come server VPN

NAS 323 Uso del NAS come server VPN NAS 323 Uso del NAS come server VPN Usare il NAS come server VPN e connettersi ad esso con Windows e Mac A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe essere in

Dettagli

La pagina di Explorer

La pagina di Explorer G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 11 A seconda della configurazione dell accesso alla rete, potrebbe apparire una o più finestre per l autenticazione della connessione remota alla rete. In linea generale

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

Guida dell'utente. Guida dell utente Intego NetUpdate Pagina 1

Guida dell'utente. Guida dell utente Intego NetUpdate Pagina 1 Guida dell'utente Guida dell utente Intego NetUpdate Pagina 1 Intego NetUpdate per Macintosh 1999-2004 Intego, Inc. Tutti i diritti riservati Intego, Inc. 500 N Capital of Texas Hwy, Ste 8-150 Austin,

Dettagli

Conferencing. Novell. Conferencing 1.0. novdocx (it) 6 April 2007 AVVIARE IL CLIENT CONFERENCING: ACCESSO. Luglio 2007

Conferencing. Novell. Conferencing 1.0. novdocx (it) 6 April 2007 AVVIARE IL CLIENT CONFERENCING: ACCESSO. Luglio 2007 Guida di riferimento rapido per Conferencing Novell Conferencing novdocx (it) 6 April 2007 1.0 Luglio 2007 GUIDA RAPIDA www.novell.com Conferencing Novell Conferencing si basa sulla tecnologia Conferencing.

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Internet Security 2012

Internet Security 2012 Internet Security 2012 Guida introduttiva Importante Sulla custodia del CD sarà possibile trovare il codice di attivazione con il quale attivare il prodotto. Si consiglia di conservarlo in un luogo sicuro.

Dettagli

GUIDA UTENTE VODAFONE MAIL. Vodafone Mail Guida utente per Windows Mobile GUIDA ALL UTILIZZO DEL PORTALE VODAFONE MAIL

GUIDA UTENTE VODAFONE MAIL. Vodafone Mail Guida utente per Windows Mobile GUIDA ALL UTILIZZO DEL PORTALE VODAFONE MAIL Vodafone Mail Guida utente per Windows Mobile GUIDA ALL UTILIZZO DEL PORTALE VODAFONE MAIL 1 Indice 1 INTRODUZIONE... 3 2 CONTATTI... 5 2.1.1 Gestione dei contatti... 5 2.1.2 Importazione di un contatto...

Dettagli

Windows SteadyState?

Windows SteadyState? Domande tecniche frequenti relative a Windows SteadyState Domande di carattere generale È possibile installare Windows SteadyState su un computer a 64 bit? Windows SteadyState è stato progettato per funzionare

Dettagli

Manuale per la configurazione di AziendaSoft in rete

Manuale per la configurazione di AziendaSoft in rete Manuale per la configurazione di AziendaSoft in rete Data del manuale: 7/5/2013 Aggiornamento del manuale: 2.0 del 10/2/2014 Immagini tratte da Windows 7 Versione di AziendaSoft 7 Sommario 1. Premessa...

Dettagli

Per iniziare con Parallels Desktop 8

Per iniziare con Parallels Desktop 8 Per iniziare con Parallels Desktop 8 Copyright 1999-2012 Parallels Holdings, Ltd. and its affiliates. All rights reserved. Parallels IP Holdings GmbH. c/o Parallels International GmbH. Parallels International

Dettagli

Worry-Free TM Remote Manager TM 1

Worry-Free TM Remote Manager TM 1 Worry-Free TM Remote Manager TM 1 for Small and Medium Business Guida all'installazione dell'agent Trend Micro Incorporated si riserva il diritto di apportare modifiche a questa documentazione e ai prodotti

Dettagli

License Service Manuale Tecnico

License Service Manuale Tecnico Manuale Tecnico Sommario 1. BIM Services Console...3 1.1. BIM Services Console: Menu e pulsanti di configurazione...3 1.2. Menù Azioni...4 1.3. Configurazione...4 1.4. Toolbar pulsanti...5 2. Installazione

Dettagli

Il tuo manuale d'uso. F-SECURE PSB E-MAIL AND SERVER SECURITY http://it.yourpdfguides.com/dref/2859686

Il tuo manuale d'uso. F-SECURE PSB E-MAIL AND SERVER SECURITY http://it.yourpdfguides.com/dref/2859686 Può anche leggere le raccomandazioni fatte nel manuale d uso, nel manuale tecnico o nella guida di installazione di F-SECURE PSB E-MAIL AND SERVER SECURITY. Troverà le risposte a tutte sue domande sul

Dettagli

Profim2000 Rete (Guida operativa)

Profim2000 Rete (Guida operativa) Profim2000 Rete (Guida operativa) :: INDICE :: 1 INSTALLAZIONE... 3 1.1 REQUISITI MININI... 3 1.2 VERIFICA IMPOSTAZIONI NUMERO DI ISCRIZIONE ALL ORDINE... 3 1.3 PRELEVAMENTO DEL FILE DI INSTALLAZIONE...

Dettagli

Parallels Plesk Panel. Guida dell'amministratore del Dominio di Parallels Plesk Panel 9.0. Revision 1.1

Parallels Plesk Panel. Guida dell'amministratore del Dominio di Parallels Plesk Panel 9.0. Revision 1.1 Parallels Plesk Panel Guida dell'amministratore del Dominio di Parallels Plesk Panel 9.0 Revision 1.1 Avviso sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA

Dettagli

Connessioni e indirizzo IP

Connessioni e indirizzo IP Connessioni e indirizzo IP Questo argomento include le seguenti sezioni: "Installazione della stampante" a pagina 3-2 "Impostazione della connessione" a pagina 3-6 Installazione della stampante Le informazioni

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2014 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

Indice. Introduzione. Capitolo 1

Indice. Introduzione. Capitolo 1 indice Xp pro.qxd 4-04-2002 19:42 Pagina V Indice Introduzione XV Capitolo 1 Sistemi operativi Windows di nuova generazione 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Introduzione alla famiglia Windows XP 1 Windows XP Home

Dettagli

Manuale Utente. Indice. Your journey, Our technology. 1. Introduzione 2. 6. Come aggiornare le mappe 6. 2. Installazione di Geosat Suite 2

Manuale Utente. Indice. Your journey, Our technology. 1. Introduzione 2. 6. Come aggiornare le mappe 6. 2. Installazione di Geosat Suite 2 Manuale Utente Indice 1. Introduzione 2 2. Installazione di Geosat Suite 2 3. Prima connessione 2 4. Operazioni Base 3 4.1 Come avviare la Suite 3 4.2 Come chiudere la Suite 4 4.3 Come cambiare la lingua

Dettagli

Prima di installare Mac OS X

Prima di installare Mac OS X Prima di installare Mac OS X Leggi il seguente documento prima di installare Mac OS X. Tale documento fornisce informazioni importanti sui computer supportati, sui requisiti del sistema e sull installazione

Dettagli

Crea questionari on-line, test e quiz in pochi minuti!

Crea questionari on-line, test e quiz in pochi minuti! Crea questionari on-line, test e quiz in pochi minuti! 1. ACCEDI Utilizzando Microsoft Internet Explorer (è necessario questo browser) vai all indirizzo http://demo.ewebtest.com e inserisci il tuo nome

Dettagli

Symantec Enterprise Vault

Symantec Enterprise Vault Symantec Enterprise Vault Guida per gli utenti di Microsoft Outlook 2003/2007 9.0 Symantec Enterprise Vault: Guida per gli utenti di Microsoft Outlook 2003/2007 Il software descritto nel presente documento

Dettagli