e - learning introduzione alla piattaforma di Salvatore Abate gennaio 2007 v.1.0

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "e - learning introduzione alla piattaforma di Salvatore Abate gennaio 2007 v.1.0"

Transcript

1 e - learning introduzione alla piattaforma di Salvatore Abate gennaio 2007 v.1.0 i

2 FORMAZIONE ON LINE PER ENTI E STUDI PROFESSIONALI e-learning Net2learn formazione Via Bonzanini Verona Tel Fax ii

3 Sommario Premessa La piattaforma net2learn Ambiente pubblico Ambiente riservato staff Ambiente riservato corsisti Le fasi per la realizzazione di un evento formativo Fase 1 Progettazione e creazione di un evento formativo Creazione di un evento Fase 2 Realizzazione dei contenuti di un evento formativo Unità web Condivisione dei contenuti : repository Condivisione dei contenuti : network formazione Fase 2 Associazione delle funzionalità all evento formativo Test Glossari Bibliografie Sitografie Faq Fase 3 Erogazione dell evento formativo Fase 4 Monitoraggio dell evento formativo Sondaggi Statistiche Gli utenti Creazione di un nuovo utente Accesso alla piattaforma di un nuovo utente Gestione pagamenti e fatturazione Funzionalità del singolo utente Funzionalità dell amministratore di sistema iii

4 9.1. Layout parte pubblica Funzionamento della piattaforma la formazione per i formatori iv

5 2 Premessa Che cos è net2learn? net2learn è una piattaforma tecnologica per la progettazione, realizzazione ed erogazione di un evento formativo on-line. Per illustrare le caratteristiche di tale piattaforma è necessario soffermarsi sugli elementi considerati per la sua creazione. Prescindendo dal modello didattico adottato per l evento formativo, gli elementi di successo ( o insuccesso) di una iniziativa formativa sono i seguenti: Contenuti Strumenti Servizi Su contenuti, strumenti e servizi è stata condotta l analisi per la progettazione e creazione della piattaforma net2learn. Contenuti. net2learn utilizza il web per erogare gli eventi formativi. Il web si caratterizza per essere uno strumento potente di condivisione e trasmissione di dati, informazioni e conoscenze, con alcuni pregi e alcuni difetti. L utilizzo del web per la formazione deve ricercare nuove modalità per erogare i contenuti. Nel progettare e realizzare la piattaforma net2learn si sono coniugate due esigenze: l utilizzo di contenuti che usualmente vengono impiegati nella formazione tradizionale (contenuti strutturati e lineari) e la creazione e l utilizzo di nuovi contenuti (non lineari) con nuovi strumenti. 1

6 Per questa seconda tipologia di contenuti si è tratto dal web la logica e lo strumento: il link ipertestuale. Utilizzando un editor all interno della piattaforma è possibile per chiunque, anche se privo di conoscenze informatiche, creare e strutturare qualsiasi tipo di contenuto, anche il più complesso. Nella piattaforma potranno essere utilizzati pertanto dispense ( documenti PDF), video e pagine web (HTML). Strumenti Per quanto riguarda il secondo elemento, sono stati creati diversi strumenti atti ad arricchire ed integrare i contenuti al fine di rendere l evento formativo completo e rispondente alle più diverse necessità e caratteristiche dell utente finale. Tali strumenti possono così essere classificati: Strumenti didattici Strumenti di comunicazione Strumenti di iterazione con la piattaforma Strumenti di monitoraggio Strumenti di amministrazione Strumenti di amministrazione Gli ambiti di utilizzo di una piattaforma di e-learning possono essere diversi: attraverso le opzioni di personalizzazione consentite dalla piattaforma e la facilità d uso della stessa è possibile creare ambienti formativi flessibili e aderenti alle proprie esigenze di formatori. Tra gli strumenti didattici si segnalano: 2 glossari sitografie bibliografie test faq esercitazioni Al fine di rendere l apprendimento non un fatto isolato ma una esperienza vissuta con gli altri, sebbene (esclusivamente o in parte) sul web, sono previsti i seguenti strumenti di comunicazione: forum

7 messaggistica interna chat archivio files di classe ( per lo scambio di files e materiali tra corsisti e/o tra corsisti e docenti/tutor) archivio files personale ( per lo scambio di files e materiali tra docente/tutor e corsista) Ma non è solo importante la comunicazione tra i partecipanti l evento formativo, ma anche quella tra il trainer e la platea di utilizzatori ( attuali o futuri) della piattaforma. Al riguardo è prevista la funzione di creazione e gestione delle news (indirizzate agli iscritti o ai visitatori del sito) e la funzione interna di creazione di newsletter. Per rendere la partecipazione meno passiva possibile, sono stati previsti dei momenti di iterazione con la piattaforma (diversi da quelli comunicativi sopra citati): creazione di appunti, creazione di bookmark, gestione della propria agenda con annotazioni e scadenze. Il corsista vive la propria esperienza formativa essenzialmente in solitudine e lontana dal docente. Un invito alla partecipazione del corsista all evento formativo è inoltre aiutata da funzionalità inserite nei forum,nella posta interna scadenziario. 1 Strumenti di monitoraggio: La lontananza tra corsista e docente impedisce a quest ultimo di percepire il grado di soddisfazione degli utenti e l utilizzo dei contenuti on-line. Per venire incontro a tali esigenze sono previsti i sondaggi e una dettagliata reportistica sugli accessi al sito e ai singoli contenuti. 2 1 Forum: se il corsista, quando inserisce nel forum una nuova discussione o una risposta, attiva l apposita opzione di avviso, il sistema invia in automatico una quando sul forum ci sono nuove discussioni o risposte. Messaggistica interna: se il corsista attiva nel proprio profilo l apposita opzione di avviso, il sistema invia in automatico una per ogni nuovo messaggio ricevuto nella casella di posta interna. Scadenziario: se il corsista attiva la relativa opzione, il sistema invia in automatico una e- mail di avviso nel giorno di scadenza. 2 Sondaggi: rappresentano una modalità organizzata di valutazione. Possono riguardare i contenuti, la modalità di erogazione e ogni altro aspetto per il quale si ritiene opportuno un feedback. 3

8 Strumenti amministrativi: Per semplificare e velocizzare la gestione amministrativa relativa alla creazione degli account e alle iscrizioni/preiscrizioni agli eventi formativi, sono previste una serie di funzionalità raggruppate nel modulo e-commerce. Tali funzionalità consentono di gestire con semplicità ed immediatezza l offerta commerciale e tutte le fasi che vanno dalla creazione dell account del corsista, alla preiscrizione/iscrizione agli eventi formativi, contabilizzazione dei pagamenti ed emissione delle fatture. Strumenti di aiuto: Sull uso della piattaforma si segnalano la presenza di guide pdf che trattano le tematiche relative all uso della piattaforma: esiste, oltre al presente documento introduttivo alla piattaforma, una guida corsista e una guida per lo staff. On line è possibile accedere da qualsiasi parte del sito alla guida (strutturata in pagine web) differenziata per i corsisti e per lo staff. Inoltre in ogni pagina del sito esiste un richiamo alla guida con un link specifico alla sezione interessata. L uso della piattaforma è inoltre aiutato da FAQ, anch esse accessibili da ogni pagina del sito, che esaminano le problematiche più diffuse. La piattaforma net2learn consente di gestire con immediatezza e semplicità le richieste di assistenza tecnica, attraverso una funzionalità accessibile da ogni pagina del sito. Strumenti di condivisione dei contenuti: La piattaforma net2learn è stata inoltre pensata per la condivisione dei contenuti tra diversi trainer, o in maniera informale attraverso il repository o in maniera più strutturata attraverso il network formazione. 3 Servizi Con riferimento al terzo ed ultimo aspetto, la piattaforma net2learn ha tutti i requisiti per poter garantire ottimali livelli di soddisfazione da parte dell utenza, in relazione agli strumenti a disposizione: servizio amministrativo erogazione evento formativo Statistiche: analizzando i log di accesso e di lettura dei contenuti, fin nei minimi aspetti, è possibile ottenere informazioni utili per una valutazione sull uso della piattaforma sia a livello individuale che di gruppo. 3 La differenza principale tra il repository e il network formazione risiede nel fatto che nel primo caso un trainer rende un proprio contenuto disponibile a tutti e nel secondo caso, appunto creando un network, stabilisce con chi condividere i contenuti e a quali condizioni. 4

9 da gestire in presenza. 4 * * * e-learning assistenza tecnica. La piattaforma net2learn non è stata creata pensando solo ad eventi formativi erogati on line, ma anche a eventi in presenza o misti. E possibile quindi poter gestire congiuntamente moduli da erogare on-line e incontri/lezioni * Nel presente lavoro verranno illustrate le funzionalità della piattaforma net2learn, per un maggiore approfondimento su tutte le funzionalità e sul loro utilizzo si rinvia al Manuale corsisti e al Manuale operatori. gennaio 2007 Salvatore Abate 4 A titolo esemplificativo si segnala come, per gli eventi in presenza sia possibile gestire e stampare un registro presenze di classe. 5

10 6

11 1 La piattaforma net2learn Definizione net2learn è un learning management system (LMS) e un learning content management system (LCMS). Come LMS net2learn consente di gestire ed amministrare tutte le fasi relative all erogazione di eventi formativi on line: registrazione degli account degli utenti, iscrizioni eventi, etc. Come LCMS net2learn consente di creare e gestire i contenuti erogati in eventi formativi on-line. Gli ambienti La piattaforma net2learn prevede l esistenza di tre diversi ambienti: Pubblico Riservato per lo staff Riservato per i corsisti AMBIENTE PUBBLICO login AMBIENTE RISERVATO STAFF AMBIENTE RISERVATO CORSISTI Figura 1 7

12 L accesso all ambiente riservato è possibile solo dopo aver effettuato il login (processo di identificazione per mezzo di un username e di una password). La tipologia di ambiente riservato è abbinato ad una username, pertanto un corsista non potrà accedere all ambiente dello staff, né un docente, tutor o segretario, potrà accedere come corsista. L interfaccia del portale è stata strutturata in aree di lavoro, secondo un percorso logico ed immediato, favorendo la navigazione nell uso e nella esplorazione. Help on-line consentono di individuare in ciascuna area quali siano le azioni consentite e le eventuali fasi successive. Le icone grafiche, mantenute costanti nelle pagine, presentano una simbologia caratterizzante il funzionamento Ambiente pubblico L ambiente pubblico del portale svolge la funzione di : Comunicazione: contenuti web, documenti di testo ( pdf o documenti word) e filmati sulle iniziative formative del trainer Informazione: news sugli eventi formativi in essere o in programmazione Iscrizione agli eventi formativi: catalogo attraverso il quale il navigatore internet, previa registrazione ( creazione di un account), può effettuare la preiscrizione all evento formativo. I contenuti dell ambiente pubblico sono personalizzabili attraverso le funzioni interne di amministrazione e gestione della piattaforma. 8

13 a b c d e f g h Figura 2 a b c d e f g h Catalogo eventi Didattica News Contatti login Approfondimenti Filmati Documenti pagina in autocomposizione all atto della creazione degli eventi formativi. pagina web creata all interno della piattaforma. pagina web creta con la funzionalità news all interno della piattaforma. pagina realizzata mediante la funzionalità contatti nella sezione Public HTML nell area Accesso all area riservata (corsisti o operatori) della piattaforma pagine web realizzate mediante la funzionalità approfondimenti nella sezione Public HTML pagina web creata all interno della piattaforma. pagina web creata all interno della piattaforma. 9

14 1.2. Ambiente riservato staff L accesso a tale ambiente avviene solo tramite login. Figura 3 Dalla home page è possibile accedere alle seguenti aree di lavoro: Amministrazione: selezione dei parametri del sito e delle condizioni di utilizzo profilo - creazione e modifica utenti - gestione pagamenti e fatturazione - richiedi assistenza. Gestione: creazione e gestione eventi formativi - creazione e gestione dei contenuti - utilizzo delle funzionalità associate agli eventi formativi. Consultazione: eventi formativi - casella di posta interna forum - statistiche di accesso al sito e agli eventi formativi - news - repository. Strumenti: appunti segnalibro - archivio files personali - agenda personale newsletter - assistenza agli utenti del sito Network: gestione e consultazione del network formazione 10

15 1.3. Ambiente riservato corsisti L accesso a tale ambiente avviene solo tramite login. Figura 4 Dalla home page è possibile accedere a tutte le aree di lavoro. Amministrazione: gestione del proprio profilo - consultazione pagamenti e fatturazione Eventi formativi: accesso agli eventi formativi - catalogo eventi - elenco iscrizioni Consultazione: casella di posta interna news - statistiche di accesso al sito e agli eventi formativi. Strumenti: appunti segnalibro - archivio files personali - agenda personale Assistenza: richiesta assistenza tecnica 11

16 12

17 2 Le fasi per la realizzazione di un evento formativo Nella progettazione di un evento formativo on-line è possibile individuare 4 fasi: progettazione realizzazione erogazione monitoraggio A ciascuna di queste fasi corrispondono delle attività da intraprendere e delle funzionalita della piattaforma da utilizzare, così come schematizzato nella figura 5. Gli eventi formativi creati con la piattaforma net2learn sono riutilizzabili, ma in tal caso occorre aggiungere alle quattro fasi sopra elencate una quinta : l implementazione. Per implementazione dell offerta formativa si deve intendere il miglioramento l integrazione la sostituzione: Dei contenuti Dei servizi Degli strumenti 13

18 FASE ATTIVITA STRUMENTI net2learn PROGETTAZIONE Analisi fabbisogni formativi Creazione progetto Creazione evento Creazione e gestione progetti Creazione e gestione eventi Forum progettazione (staff) REALIZZAZIONE Creazione contenuti Gestione contenuti Gestione eventi Gestione test Gestione glossario Gestione bibliografia Gestione sitografia Gestione sondaggi Forum realizzazione (staff) EROGAZIONE MONITORAGGIO Attivazione evento analisi delle statistiche Forum corsisti Messaggistica interna Forum erogazione (staff) statistiche Forum valutazione (staff) Figura 5 L implementazione si rende necessaria nelle seguenti ipotesi obsolescenza dei contenuti nuovi o diversi fabbisogni formativi mancato o parziale raggiungimento degli obiettivi prefissati 14

19 3 Fase 1: progettazione e creazione di un evento formativo Con la piattaforma net2learn è possibile progettare, realizzare e gestire i seguenti eventi formativi: corsi seminari master convegni workshop secondo le seguenti modalità di erogazione: esclusivamente on line on-line ed in presenza solo in presenza 5 net2learn infatti è uno strumento che può essere utilizzato non solo per eventi formativi on-line, ma anche per eventi in presenza con erogazione on line dei contenuti (corsi blended), o solo per eventi in presenza. 5 La gestione di un evento formativo svolto in presenza riguarda unicamente: 1. l erogazione di contenuti anche on-line 2. l attivazione di momenti di attività in collaborazione sul web o di attività di comunicazione (sincrona o asincrona) tra docenti/tutor e corsisti o tra corsisti. 15

20 Nell ambito di una formazione mista la piattaforma net2learn consente di gestire on line: contenuti delle lezioni comunicazione asincrona test autovalutativi. EVENTI FORMATIVI Corsi Seminari Master Convegni Workshop E R O G A Z I O N E ON -LINE PRESENZA PRESENZA e ON -LINE Figura 6 La modalità di erogazione dell evento influenza la progettazione dell evento stesso, la creazione dei contenuti, le risorse umane da impiegare e le funzionalità della piattaforma da utilizzare * * * Le unità dell evento saranno dei moduli o delle lezioni o incontri a seconda dell evento e della tipologia di erogazione prescelta. Ad esempio, un corso on-line sarà strutturato in moduli, un corso in presenza in lezioni, un seminario in presenza in incontri. EVENTI ON LINE EVENTI IN PRESENZA moduli lezioni Figura 7 Con net2learn è possibile inoltre strutturare eventi formativi on line con momenti in presenza (workshops). 16

21 EVENTI FORMATIVI MISTI ( FORMAZIONE BLENDED) moduli WORKSHOPS Figura Creazione di un evento formativo Dopo aver scelto la tipologia di evento e la modalità di erogazione è possibile creare l evento formativo. La procedura guidata è veloce e consente la creazione dell evento in brevi passaggi. A ciascun evento formativo è possibile associare: informazioni scheda di presentazione demo (video) A questo punto è possibile creare ed attivare il forum riservato allo staff e relativo alla fase di progettazione. Tale forum conterrà tutte le discussioni che i membri del team si saranno scambiati durante tale prima fase. Creato l evento formativo si dispone di un involucro all interno del quale dovranno essere creati dei contenitori (moduli, lezioni etc) che successivamente andranno riempiti con i contenuti. I passaggi sopra descritti sono schematizzati nella figura 9. 17

22 MODULI LEZIONI INCONTRI WORKSHOP ATTIVITA DI PROGETTAZIONE CREAZIONE EVENTO CREAZIONE ELEMENTI CORSO SEMINARIO MASTER CONVEGNO WORKSHOP INSERIMENTO CONTENUTI CREAZIONE CONTENUTI ON LINE PRESENZA MISTO ARCHIVIO Figura 9 Sulla base degli obiettivi prefissati, basati sui fabbisogni formativi da soddisfare, e del modello didattico da adottare, vengono definiti: i contenuti da realizzare; la combinazione delle funzionalità messe a disposizione dalla piattaforma. La piattaforma net2learn prevede tutte le funzionalità per la creazione di un ambiente di apprendimento di tipo collaborativo o di tipo trasmissivo; ciò è reso possibile dalla diversa combinazione e/o utilizzo delle funzionalità a disposizione. 18

23 4 Fase 2: realizzazione dei contenuti di un evento formativo Con la piattaforma net2learn è possibile progettare creare gestire condividere contenuti nei moduli/lezioni/incontri consentendo: diverse modalità di fruizione, multimedialità ed interattività. Le tipologie di contenuti gestibili con la piattaforma net2learn sono: Unità web: pagine web (HTML) create con net2learn, strutturate in paragrafi,sottoparagrafi e approfondimenti, fruibili on-line mediante link ipertestuali secondo personali percorsi di navigazione. Documenti: (testi realizzati in Word o PDF) Si tratta di documenti scritti nella forma tradizionale. Il docente crea la propria dispensa e successivamente la mette on-line. Lo studente scarica la dispensa, la stampa e successivamente passa allo studio. Diapositive: presentazioni in Powerpoint 19

24 Video Esercitazioni I contenuti creati e/o caricati sul server costituiranno l archivio dei contenuti, e potranno essere associati ad uno o più eventi formativi con un semplice click del mouse. La struttura dei contenuti prevista dalla piattaforma è quella dei Learning Object (LO), unità autoconsistenti riutilizzabili in più contesti. Nella figura 10 è esemplificata la modalità con la quale un medesimo contenuto, acquisito nell archivio del trainer, possa essere utilizzato in due diversi eventi formativi. CORSO A CORSO B MODULO 1 MODULO 2 MODULO 3 DISPENSA xx DISPENSA xx ARCHIVIO DISPENSA xx Figura 10 Un medesimo contenuto può essere progettato, realizzato ed erogato in forme diverse, lasciando all utente la scelta della modalità che meglio si adatta alla propria specifica modalità di apprendimento: 3.2. Unità web (Dispensa Pdf) I motori di ricerca sul web Contenuto lineare utilizzo: off-line In internet Es: l 80% dei navigatori non legge il testo ma semplicemente lo scorre, alla ricerca dei contenuti I motori di proprio di ricerca (Unità Web) Contenuto interesse. sul Web I motori di ricerca non-lineare In prima battuta si cerca quello che interessa, e dopo sul web si legge. utilizzo: on-line Proprio per le specificità del nuovo medium, non si può pensare di scrivere sul web nella stessa maniera di come si scrive sulla carta. (Video) I motori di ricerca sul web Contenuto multimediale utilizzo: on-line 20 Figura 11

25 4.1. Unità web La creazione di una unità web richiede una preventiva analisi sul testo e sulla grafica, che devono essere concepiti congiuntamente. E un errore limitarsi ad una semplice trasposizione in pagine html di contenuti concepiti per essere stampati e letti su carta. La creazione di una unità web comporta la rivisitazione e la riscrittura dei testi precedenti elaborati, seguendo le seguenti regole: a) sullo schermo si legge più difficilmente che sulla carta, pertanto i testi devono essere essenziali, concisi e i periodi devono essere diretti e brevi, b) rivisitare la sintassi, evitando aggettivi e avverbi inutili c) utilizzare elenchi puntati o numerati d) semplicità: utilizzare un linguaggio semplice e chiaro ed evitare una terminologia ricercata. Nell ipotesi di utilizzo di termini tecnici prevedere un glossario per la spiegazione degli stessi. e) introdurre i testi da titoli ed abstract f) riproporre la struttura in tutti i documenti. L utilizzo delle unità web e dei collegamenti ipertestuale consente di gestire in maniera ottimale anche contenuti di una certa complessità. Un documento ipertestuale non è semplicemente un documento spezzettato e collegato attraverso dei link, ma una modalità di organizzare l informazione su più livelli (distinguendo quello che è importante da quello che non lo è) consentendo al lettore una serie di vantaggi: capire subito di che cosa si sta parlando rintracciare subito l informazione di proprio interesse La struttura del testo: dalla logica sequenziale alla logica ipertestuale e ipermediale Qualsiasi documento scritto per il supporto cartaceo ha una struttura sequenziale. Gli elementi strutturali sono i seguenti: introduzione esposizione conclusione La modalità di fruizione del contenuto è uno e uno solo: lineare. La strutturazione e suddivisione dei contenuti sul web in diversi livelli, consente innumerevoli percorsi di fruizione, in relazione alle diverse esigenze del navigatore che possono variare da soggetto a soggetto o, per lo stesso soggetto, a seconda delle specifiche esigenze conoscitive e/o di apprendimento del momento. 21

26 La strutturazione dell informazione, in relazione alla fruizione delle stessa da parte nel navigatore, deve avvenire in maniera che il singolo documento, inteso come parte del contenuto globale, deve avere una sua autoconsistenza, cioè deve poter vivere di vita autonoma, e pienamente fruibile anche se estrapolato dal contesto. Autoconsistenza non intesa come esaustività: i singoli documenti permettono la completezza su di un argomento; il singolo documento mi rappresenta un elemento (di per sè compiuto, completo ed indipendente dagli altri) dell intero argomento. I singoli contenuti, microcontent, devono essere elaborati, strutturati e gerarchizzati su più livelli al fine di poter consentire, attraverso i link ipertestuali, la creazione di percorsi ipertestuali. Si tratta cioè di suddividere ed organizzare i contenuti in cluster logici: le informazioni Maggiori saranno i percorsi possibili e maggiore sarà la fruibilità dei contenuti. Elaborare un contenuto per il web rigidamente strutturato, con un unico percorso di fruizione, rende inutile ed inefficacie, in termini di navigabilità, la frammentazione del contenuto generale. La strutturazione ottimale di un contenuto per il web prevede che l argomento nel suo complesso sia suddiviso su più livelli, distribuiti in forma reticolare. I contenuti possono essere a loro volta integrati da : schemi esplicativi immagini grafici tabelle contributi video Ma come strutturare il singolo documento? Occorre applicare il principio della piramide rovesciata: cominciare dalle conclusioni, e successivamente esporre i dettagli. E necessario altresì prestare attenzione alla navigabilità: bisogna sempre capire dove si è, da dove si è arrivati e quali sono i percorsi di navigazioni possibili Condivisione dei contenuti: il repository La piattaforma net2learn consente di condividere con altri trainers i contenuti creati o caricati sul server. Ciascun trainer decide quali contenuti condividere. 22

27 TRAINER A TRAINER B contenuto 1 contenuto 2 contenuto f CORSO A MODULO 1 contenuto 2 Contenuto f Contenuto 2 Contenuto f REPOSITORY CORSO B MODULO 3 contenuto 2 Contenuto f Figura Condivisione dei contenuti: il network formazione La piattaforma net2learn consente ai trainers la possibilità di creare delle aree riservate per la condivisione dei contenuti creati o caricati sul server. Ciascun trainer decide quali contenuti condividere e, a differenza del repository, con chi condividerli. 23

28 TRAINER A TRAINER B contenuto 1 contenuto 2 contenuto f CORSO A MODULO 1 contenuto 2 Contenuto f Contenuto 2 Contenuto f Network Formazione ALFA CORSO B MODULO 3 contenuto 2 Contenuto f Figura 13 24

29 5 Fase 2: associazione delle funzionalità all evento formativo La piattaforma net2learn contiene molteplici funzionalità: Amministrative Didattiche utenti preiscrizioni/iscrizioni pagamenti fatturazione eventi formativi contenuti Test Glossari creazione e gestione gestione Inserimento e gestione Creazione e gestione documenti PDF creazione e gestione creazione gestione condivisione A ciascun evento formativo è possibile associare uno o più test. Ogni test è costituito da domande del tipo a risposta chiusa (massimo 5 risposte) e vero/falso. A ciascuna risposta è possibile associare un feedback. A test svolto il corsista potrà vedere i propri risultati. I docenti potranno consultare i risultati del test: per evento formativo per classe per singolo corsista A ciascun evento formativo è possibile associare uno o più glossari. I vari termini, anche se appartenenti a glossari diversi, possono essere associati tra di loro. Bibliografie A ciascun evento formativo è possibile associare una o più bibliografie. Ciascuna bibliografia è costituita da libri o 25

30 articoli di riviste Sitografie FAQ A ciascun evento formativo è possibile associare una o più sitografie (link utili). A ciascun evento formativo è possibile associare una o più serie di FAQ. Comunicazione Monitoraggio Strumenti personali Assistenza Casella di posta interna News Chat Forum Newsletter Sondaggi Statistiche Appunti Segnalibro Archivio files personali Agenda Richiesta assistenza tecnica Tabella 1 Invio e ricezione messaggi A ciascun evento formativo è possibile associare delle news, selezionando la tipologia di destinatari: I docenti potranno consultare i risultati del test: corsisti staff (docenti e tutor) visitatori della home page tutti gli utenti. Distinte chat per ogni classe dell evento formativo Forum corsisti: E possibile inserire, per ciascun evento formativo: Un forum generale Un forum per ciascun modulo/lezione Se sono istituite più classi, vi saranno forum distinti per ciascuna classe. Forum staff: Per ciascun evento formativo è possibile creare un forum dove i docenti e tutor possono inserire discussioni. Invio per categorie di utenti o gruppi di utenti A ciascun evento formativo è possibile associare uno o più sondaggi. Ogni sondaggio è costituito da domande del tipo a risposta chiusa (massimo 5 risposte). A sondaggio svolto il corsista potrà vedere i risultati del sondaggio di classe. I docenti potranno consultare i risultati del sondaggio: per evento formativo per classe Tracciabilità degli utenti per ogni accesso al sito. statistiche per evento formativo classe e contenuto. Creazione e gestione Creazione e gestione Gestione in area riservata del server Annotazioni e scadenziario riepilogo attività svolte Gestione ticket 26

31 La piattaforma net2learn consente non solo di creare e gestire i contenuti di un evento formativo, ma anche di associare una serie di funzionalità. Verranno ora illustrate le seguenti funzionalità: forum test glossari bibliografie sitografie FAQ 5.1. Test A ciascun evento formativo è possibile associare uno o più test. I test possono riguardare: l evento formativo (preiscrizione, inizio evento, fine evento) il modulo/la lezione/l incontro (test intermedi) I test possono essere composte da domande di due diverse tipologie: domanda a scelta multipla: una domanda con più alternative di risposta, di cui una sola esatta (massimo 5 risposte) domanda a scelta binaria (vero/falso): domanda con due sole alternative di risposta, di cui una corretta e l altra errata. A ciascuna risposta è possibile associare un feedback (feedback di risposta) A ciascun test è possibile associare un feedback (feedback del test). I test possono essere ripetibili o non ripetibili. I docenti possono rendere o meno obbligatoria la compilazione. A test svolto il corsista potrà vedere i propri risultati. I docenti potranno consultare i risultati del test: per evento formativo per classe per singolo corsista 27

32 SCHEMA DI LAVORO Utilizzare un test all interno di un evento formativo richiede: 1. Prima fase : creazione di un archivio di domande 2. Seconda fase : creazione del test, associando le domande presenti in archivio. 3. Terza fase: associazione del test all evento formativo. Lo schema di lavoro è rappresentato nella figura 14. 1^FASE 2^FASE 3^FASE Creazione domande Creazione e gestione dei test Archivio domande Archivio test Associazione test agli eventi formativi Archivio eventi formativi Figura Glossari A ciascun corso è possibile associare uno o più glossari. SCHEMA DI LAVORO Utilizzare un glossario all interno di un evento formativo richiede: 1. Prima fase: creazione dei singoli termini ( con la possibilità di creare delle associazioni tra di essi) 2. Seconda fase: creazione del glossario, utilizzando i termini creati o quelli preesistenti nell archivio 3. Terza fase: associazione del glossario all evento formativo. Lo schema di lavoro è rappresentato nella figura

33 1^FASE 2^FASE 3^FASE Creazione termini del glossario Creazione e gestione dei glossari Archivio termini Archivio glossari Associazione glossario agli eventi formativi Archivio eventi formativi (opzionale) associazione tra termini Figura Bibliografie Per ciascun evento formativo è possibile associare una o più bibliografie. Ciascuna bibliografia è costituita da libri o articoli di riviste SCHEMA DI LAVORO Utilizzare una bibliografia all interno di un evento formativo richiede: 1. Prima fase: creazione delle schede bibliografiche e delle schede degli articoli di rivista 2. Seconda fase: creazione della bibliografia, utilizzando le schede in archivio 3. Terza fase: associazione della bibliografia all evento formativo. Lo schema di lavoro è rappresentato nella figura 16. 1^ FASE 2^FASE 3^ FASE Creazione scheda libro/articolo di rivista Creazione e gestione della bibliografia Archivio libro/articoli Archivio Associazione bibliografia Figura 1.1.(10) bibliografia agli eventi formativi Archivio eventi formativi Figura 16 29

34 5.4. Sitografie Per ciascun evento formativo è possibile associare una o più sitografie. Ciascuna sitografia è costituita da link a siti web. SCHEMA DI LAVORO Utilizzare una sitografia all interno di un evento formativo richiede: 1. Prima fase: creazione di una scheda per ciascun sito ( con una o più pagine web) 2. Seconda fase: creazione della sitografia, utilizzando le schede dei siti web in archivio 3. Terza fase: associazione della sitografia all evento formativo. Lo schema di lavoro è rappresentato nella figura 17. 1^ FASE 2^FASE 3^ FASE Creazione scheda sito e/o pagina web Creazione e gestione della sitografia Archivio siti Archivio sitografia Associazione sitografia agli eventi formativi Archivio eventi formativi Figura Faq Per ciascun evento formativo è possibile associare una o più Faq. Le Faq sono strutturate in: argomenti sub-argomenti domanda e risposta (faq vera e propria) SCHEMA DI LAVORO Utilizzare una faq all interno di un evento formativo richiede: 4. Prima fase: creazione e inserimento nell archivio degli argomenti e i sub-argomenti 5. Seconda fase: creazione delle domande/risposte, assegnando un argomento e un sub-argomento. 30

35 6. Terza fase: associazione della FAQ all evento formativo. Lo schema di lavoro è rappresentato nella figura 18. 1^FASE 2^FASE 3^FASE Creazione argomenti sub-argomenti Creazione e gestione delle domande/risposte Archivio argomenti sub-argomenti Archivio domande /risposte Associazione faq agli eventi formativi Archivio eventi formativi Esempio: Figura 18 1^FASE 1^FASE 2^FASE Navigazione internet - i motori di ricerca Creazione argomento delle FAQ Creazione sub-argomento delle FAQ FAQ Creazione domande/risposte delle FAQ * come funziona un motore di ricerca? Un motore di ricerca utilizza algoritmi.. Esempio: Navigazione internet Esempio: I motori di ricerca Esempio: Come funziona un motore di ricerca Figura Figura 19 31

36 32

37 6 Fase 3: erogazione evento formativo Completata la creazione dei contenuti e associate le funzionalità desiderate, è possibile procedere all erogazione dell evento formativo. In questa fase la piattaforma net2learn consente di gestire: Aspetto didattico gestire funzionalità comunicative quali : o o o o forum chat messaggistica interna archivio di classe Aspetto commerciale attraverso: o o promozioni convenzioni Aspetto amministrativo 6 La piattaforma net2learn consente di gestire tutte le fasi relative a: o creazione account 6 Vedi capitolo 8. 33

38 o o o o definizione dei privilegi di accesso per i membri dello staff gestione delle preiscrizioni e iscrizione agli eventi formativi gestione dei pagamenti gestione della fatturazione Aspetto tecnico o o o Guida on-line Faq Assistenza on-line (creazione tickets) Forum Per ciascun evento formativo è possibile inserire Un forum generale Un forum per ciascun modulo/lezione Se sono istitituite più classi, vi saranno forum distinti per ciascuna classe. Chat Per ciascun evento formativo è possibile prevedere una chat per comunicazioni sincrone tra docenti/tutor e corsisti e corsisti. Se sono istitituite più classi, vi saranno chat distinte per ciascuna classe. E possibile gestire un calendario specifico per l utilizzo della chat. Messaggistica interna Ciascun utente può comunicare con gli altri mediante un sistema di messaggistica interna. Archivio di classe Per ciascuna classe dell evento formativo è possibile attivare un archivio files dove condividere contenuti, approfondimenti ed esercitazioni. 34

39 Promozioni Per ciascun evento formativo è possibile associare una o più promozioni commerciali. La promozione commerciale può riguardare uno o più eventi formativi Convenzioni Per ciascun evento formativo è possibile associare una o più convenzioni commerciali. Guida on-line Assistenza - FAQ La piattaforma net2learn dispone oltre che di una manualistica realizzata come documento PDF anche di una guida on line. Da ciascuna pagina del sito si può accedere: alla guida generale, che ripropone nella sua navigazione gli argomenti suddivisi per aree di lavoro; all argomento specifico trattato nella pagina visitata. A supporto degli utenti è stata prevista la funzionalità FAQ, anch essa accessibile da ogni pagina del sito e con gli argomenti suddivisi per aree di lavoro. Se la guida e le FAQ non fossero sufficienti può sempre risolvere le problematiche di utilizzo della piattaforma attraverso la funzionalità dell assistenza. Da ciascuna pagina del portale è possibile accedere alla funzionalità di assistenza, per poter ricevere un aiuto nella risoluzione di problemi tecnici legati all utilizzo della piattaforma. La richiesta di assistenza determina l apertura di un ticket, al quale è possibile associare un livello di importanza. All atto della risposta da parte dei soggetti preposti a fornire assistenza, il ticket viene chiuso. Se il richiedente l assistenza ha selezionato l opzione dell avvertimento via , viene spedito un messaggio al proprio indirizzo di posta elettronica. E possibile consultare i tickets chiusi. In caso di problema non risolto il ticket può essere riaperto. 35

40 36

41 7 Fase 4: monitoraggio evento formativo Avviata l erogazione di un evento formativo la piattaforma net2learn consente il monitoraggio attraverso due funzionalità: sondaggi statistiche 7.1. Sondaggi A ciascun evento formativo è possibile associare uno o più test. I sondaggi possono riguardare: l evento formativo (preiscrizione, inizio evento, fine evento) il modulo/la lezione/l incontro (sondaggi intermedi) I sondaggi possono essere composti da un massimo di cinque domande. I sondaggi possono essere ripetibili o non ripetibili. 37

42 I docenti possono rendere o meno obbligatoria la compilazione. A sondaggio svolto il corsista potrà vedere i risultati del sondaggio per la propria classe. I docenti potranno consultare i risultati dei sondaggi: per evento formativo per classe SCHEMA DI LAVORO Utilizzare un sondaggio all interno di un evento formativo richiede: 1. Prima fase : creazione di un archivio di domande 2. Seconda fase : creazione del sondaggio, associando le domande presenti in archivio. 3. Terza fase: associazione del sondaggio all evento formativo. Lo schema di lavoro è rappresentato nella figura 20. Lo schema di lavoro è rappresentato nella figura xx 1^ FASE 2^FASE 3^ FASE Creazione domande Creazione e gestione dei sondaggi Archivio domande Archivio sondaggi Associazione sondaggio agli eventi formativi Archivio eventi formativi Figura Statistiche La piattaforma net2learn consente di ottenere una dettagliata reportitistica sugli accessi. Le statistiche sono essenzialmente di quattro tipi: accessi al sito accessi eventi formativi accessi ai contenuti accessi singolo utente 38

43 La reportistica per evento formativo consente di ottenere un dettaglio degli accessi cumulativi per evento e/o suddivisi per classe e/o per singolo corsista: numero totale di accessi dettaglio singoli accessi durata degli accessi /durata media La reportistica sui contenuti consente inoltre di monitorare (a livello di evento - classe corsista) gli accessi alle singole componenti dell evento ( moduli, lezioni etc) che dei singoli documenti ( dispense, video, pagine web etc.). In relazione alle unità web è possibile ottenere delle statistiche su ciascuna singola pagina. Per il singolo corsista è possibile ottenere una dettagliata reportistica degli accessi per ciascun singolo evento formativo. 39

44 40

45 8 Gli utenti La piattaforma net2learn prevede: un solo account di amministratore di sistema, con tutti i privilegi di accesso alle varie aree della piattaforma; creazione di n accounts per : o o o o docenti tutor segretari corsisti Creazione di un nuovo utente Ogni utente deve possedere una user id e una password, per l accesso all area riservata. Pertanto l inserimento di un nuovo utente nel sistema richiede la creazione di un account con user id e password specifiche. Esistono due diverse possibilità per la creazione di un nuovo account: 1. direttamente da parte dell utente (autoregistrazione); 41

46 2. da parte dello staff ( amministratori, docenti etc.) Tra i parametri di sistema della piattaforma si può selezionare o meno la richiesta della conferma della registrazione mediante . Se tale opzione è selezionata, alla fine della creazione dell account viene spedita in automatico una al nuovo utente, con le indicazioni relative alla conferma della registrazione stessa Accesso alla piattaforma di un nuovo utente Completata la registrazione, per poter accedere alla piattaforma l utente deve essere attivato. Tra i parametri di sistema della piattaforma è possibile selezionare la tipologia di attivazione: 1. attivazione all atto della conferma della registrazione; 2. attivazione da parte dello staff. FASE 1: CREAZIONE ACCOUNT Creazione accont da parte dell utente (AUTOREGISTRAZIONE) Creazione accont da parte dello staff Conferma della registrazione con Figura 1.5. SI NO FASE 2: ACCESSO ALLA PIATTAFFORMA ATTIVAZIONE Da parte dello staff In automatico Figura 21 42

47 8.3. Gestione pagamenti - fatturazione Quando il corsista effettua il pagamento per l iscrizione all evento formativo, è possibile registrarne il pagamento e provvedere all emissione della fattura on-line. Per ciascun corsista è disponibile una scheda contabile con tutte le registrazioni riguardanti: preiscrizioni/iscrizioni eventi formativi pagamenti fatturazione Nella figura sono illustrate le fasi amministrative relative all iscrizione di un corsista : Corsista Mario Rossi Preiscrizione all evento formativo EVENTO A Promozione xx Convenzione a Rideterminazione del costo delle evento Accesso all evento formativo PREISCRIZIONE PAGAMENTO SCHEDA CONTABILE preiscrizione pagamenti fatture FATTURAZIONE Figura Figura 22 43

48 8.4. Funzionalità del singolo utente Ciascun singolo utente dispone, oltre a quelle già precedentemente esaminate, delle seguenti utilità: agenda archivio files personali appunti bookmark gestione del profilo personale statistiche personali Agenda L agenda raggruppa diverse funzionalità al proprio interno. E possibile inserire delle semplici annotazioni o gestire un proprio scadenziario personale. I membri dello staff hanno la possibilità di integrare le scadenze inserite dal corsista con delle proprie. In fase di consultazione l agenda riporta giornalmente oltre alle annotazioni e scadenze inserite anche una serie di altre informazioni relative a: eventi formativi (accessi effettuati e, per i corsisti, indicazione della durata) scadenze ( inserimenti effettuati) calendario community ( chat e web conferencing) appunti ( inserimenti effettuati) note ( inserimenti effettuati) bookmark ( inserimenti effettuati) files ( consultati caricati scaricati) messaggistica interna ( messaggi ricevuti messaggi letti messaggi spediti) Archivio files personali Si tratta di un area del server destinata ad accogliere i propri files. 44

49 All area personale di ciascun corsista possono accedere anche i doenti e tutor assegnati all evento formativo al fine di poter personalizzare a livello di singolo utente lo scambio di files ( esercitazioni personali, approfondimenti specifici etc) Appunti Si tratta di una funzionalità accessibile da ogni pagina del sito per inserire in un proprio archivio personale degli appunti che possono essere successivamente gestiti ( modificati cancellati, stampati) accedendo all area strumenti. Bookmark Si tratta di una funzionalità specifica attivata nei contenuti proposti attraverso le unità web. Si tratta di segnalibri che è possibile inserire in fase di consultazione assegnando un livello di importanza ed integrati con delle proprie annotazioni. I bookmark consentono un accesso immediato ai singoli contenuti. Profilo personale Ciascun singolo utente all interno del proprio profilo può: modificare ed integrare i dati del profilo stesso gestire le opzioni di avvertimento automatico (messaggistica interna, mailing list etc) gestire la visibilità dei propri dati privacy gestire il proprio curriculum Statistiche personali Attraverso tale funzionalità i singoli utenti possono accedere alla consultazione delle proprie statistiche di accesso al sito, e per i corsisti, agli eventi formativi. 45

50 46

51 9 Funzionalità dell amministratore di sistema La piattaforma net2learn consente di personalizzare il layout della parte pubblica del sito e di gestire una molteplicità di opzioni riguardanti il funzionamento della piattaforma Layout parte pubblica Attraverso la funzionalità Public HTML è possibile, per la parte pubblica del sito: comporre la home page comporre la pagina privacy, disclaimer e contatti creare e gestire gli aggiornamenti, i documenti e video selezionare la visibilità del catalogo eventi formativi Nella figura 23 sono indicate le sezioni personalizzabili della parte pubblica del sito: 47

52 Figura Funzionamento della piattaforma L amministratore di sistema ha la possibilità, attraverso una serie di opzioni, di selezionare e definire : il logo nelle pagine del sito le tipologie di creazione degli account utenti mediante autoregistrazione modalità per la preiscrizione/iscrizione agli eventi formativi i privilegi di accesso per ciascuna tipologia di utente (docenti tutor segretari) i privilegi di accesso personalizzati a livello di singolo utente definire il contenuto delle automatiche di sistema 48

53 10 La formazione per i formatori Lo staff di ciascun trainer può accedere, come corsista, all area riservata del portale per usufruire degli eventi formativi e tutorials predisposti per docenti,tutors e segretari. Figura 24 49

54 In tale area i trainers e loro collaboratori avranno la possibilità di condividere risorse per i formatori, e di richiedere l assistenza tecnica. 50

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO

GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO GUIDA A DOCEBO ACCESSO A DOCEBO L indirizzo di DOCEBO dell IPSSAR è il seguente: www.ipssarvieste.info/docebo. C è un apposito link nella parte bassa della

Dettagli

AREA STUDENTI. Manuale d'uso. Rielaborazione del. Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti

AREA STUDENTI. Manuale d'uso. Rielaborazione del. Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti AREA STUDENTI Manuale d'uso Rielaborazione del Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti Edizione: 01 Revisione: 00 Release software: 1.8.3 Data: 30/03/2007 ELEARNING SYSTEM ITIS A. Einstein - MANUALE STUDENTI

Dettagli

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by LMS ERUDIO E-learning Formazione a distanza powered by SISTEMI 0 febbraio 01 Autore: L.albanese www.sgslweb.it Che cos è l E- Learning? L' e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet

Dettagli

Strumenti E learning. Presentazione tecnica

Strumenti E learning. Presentazione tecnica Strumenti E learning Presentazione tecnica Luglio 2008 Grazie all esperienza del proprio management e alla propria struttura tecnologica, InterAteneo è riuscito a creare un sistema di integrazione, tra

Dettagli

Piattaforma per la realizzazione e distribuzione di corsi formativi in modalità e-learning

Piattaforma per la realizzazione e distribuzione di corsi formativi in modalità e-learning Piattaforma per la realizzazione e distribuzione di corsi formativi in modalità e-learning CNA FORMERETE COSA È L E-LEARNING è l'insieme delle attività didattiche svolte all'interno di un progetto educativo

Dettagli

Manuale Piattaforma Didattica

Manuale Piattaforma Didattica Manuale Piattaforma Didattica Ver. 1.2 Sommario Introduzione... 1 Accesso alla piattaforma... 1 Il profilo personale... 3 Struttura dei singoli insegnamenti... 4 I Forum... 5 I Messaggi... 7 I contenuti

Dettagli

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti Studium.UniCT Tutorial Studenti v. 6 06/03/2014 Pagina 1 Sommario 1. COS È STUDIUM.UniCT... 3 2. COME ACCEDERE A STUDIUM.UniCT... 3 3. COME PERSONALIZZARE IL PROFILO...

Dettagli

LA PIATTAFORMA DEL PROGETTO ORIENTAMENTO. Guida per Studente

LA PIATTAFORMA DEL PROGETTO ORIENTAMENTO. Guida per Studente Progetto Orientamento Edizione 2007 LA PIATTAFORMA DEL PROGETTO ORIENTAMENTO Guida per Studente http://www.elearning.unibo.it/orientamento assistenzaorientamento.cela@unibo.it Sommario 1 L accesso alla

Dettagli

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Rivolto ai discenti Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo Di Potenza Sommario 1. Cos è Moodle... 3 1.1. Accesso alla piattaforma Moodle... 4 1.2. Come

Dettagli

La piattaforma per la formazione statistica

La piattaforma per la formazione statistica La piattaforma per la formazione statistica formazione.istat.it Guida all accesso Indice 1. La piattaforma: breve descrizione... 1 2. Come accedere alla piattaforma... 3 2.1 Accesso dell utente Istat...

Dettagli

Guida rapida per i corsisti

Guida rapida per i corsisti Guida rapida per i corsisti Premessa La piattaforma utilizzata per le attività a distanza è Moodle, un software per la gestione di corsi online. Dal punto di vista dello studente, si presenta come un sito

Dettagli

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5 www.trustonline.org SOMMARIO 1. Introduzione 3 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3 2.1. Amministrazione degli utenti 5 2.2. Caricamento dei corsi 5 2.3. Publishing 6 2.4. Navigazione del corso

Dettagli

Guida Ariel Studenti

Guida Ariel Studenti TECNOLOGIE E LA DIDATTICA UNIVERSITARIA MULTIMEDIALE E A DISTANZA Guida Ariel Studenti La logica della piattaforma e i suoi strumenti 9 agosto 2012 CTU -CENTRO DI SERVIZIO PER LE Struttura ad albero Ogni

Dettagli

Manuale del portale internet e del servizio FaD di Clinical Forum Sommario

Manuale del portale internet e del servizio FaD di Clinical Forum Sommario Manuale del portale internet e del servizio FaD di Clinical Forum Sommario Note su questo documento... 2 Introduzione al portale di Clinical Forum... 3 La home page: www.clinicalforum.eu... 3 La sezione

Dettagli

La piattaforma sicurezza.elis.org permette all'utente registrato di:

La piattaforma sicurezza.elis.org permette all'utente registrato di: Benvenuto nella piattaforma e-learning dedicata alla formazione in tema di Salute e Sicurezza. Nata per soddisfare le esigenze di decentramento delle attività di formazione, l ambiente di apprendimento

Dettagli

SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2

SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2 SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2 1 - Il funzionamento di Web Magazine Web Magazine è un applicativo pensato appositamente per la pubblicazione online di un giornale, una rivista o un periodico. E'

Dettagli

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015 Carta dei Servizi per lo Studente a.a. 2014/2015 INDICE ART. 1 PRINCIPI GENERALI E FINALITÀ... 3 ART. 2 CONTRATTO CON GLI STUDENTI... 3 ART. 3 TUTELA DEI DATI PERSONALI... 3 ART. 4 MATERIALE DIDATTICO...

Dettagli

GUIDA STUDENTI HOMEPAGE DEI CORSI ON-LINE

GUIDA STUDENTI HOMEPAGE DEI CORSI ON-LINE GUIDA STUDENTI Benvenuti sulla piattaforma Des-K, basata su Moodle. Di seguito una breve introduzione alla navigazione tra i contenuti e le attività didattiche dei corsi on-line e una panoramica sui principali

Dettagli

PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008

PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008 PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008 PuntoEdu Formazione NeoAssunti 2008 è l ambiente di apprendimento per i docenti neoassunti nell anno scolastico 2007/08 con contratto a tempo indeterminato.

Dettagli

file://c:\documents%20and%20settings\maria\documenti\istruzioni_corso_elearning\istruzioni%20corso1.htm

file://c:\documents%20and%20settings\maria\documenti\istruzioni_corso_elearning\istruzioni%20corso1.htm Pagina 1 di 17 ISTRUZIONI PER LA FRUIZIONE DEL CORSO Qui trovi le spiegazioni sull utilizzo di questa piattaforma per la fruizione del corso che hai scelto, suddivise in schermate così come ti appaiono

Dettagli

Sistema di erogazione didattica Organizzata attraverso Piattaforme L.C.M.S. (Learning Content Management System)

Sistema di erogazione didattica Organizzata attraverso Piattaforme L.C.M.S. (Learning Content Management System) Learning and Management System Sistema di erogazione didattica Organizzata attraverso Piattaforme L.C.M.S. (Learning Content Management System) Linee guida: 1. StartUp sistema videoconferenza in piattaforma

Dettagli

Una piattaforma LMS open-source: Claroline a cura di G.Cagni (Irre Piemonte) http://www.claroline.net

Una piattaforma LMS open-source: Claroline a cura di G.Cagni (Irre Piemonte) http://www.claroline.net Una piattaforma LMS open-source: a cura di G.Cagni (Irre Piemonte) http://www.claroline.net I modelli di formazione in modalità e-learning richiedono necessariamente l utilizzo di una tecnologia per la

Dettagli

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09 Piattaforma e-learning Moodle Manuale ad uso dello studente Vers. 1 Luglio 09 Sommario 1. Introduzione...2 1.1 L ambiente...2 1.2 Requisiti di sistema...4 2. Come accedere alla piattaforma...4 2.1 Cosa

Dettagli

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente E.C.M. Educazione Continua in Medicina MyEcm Manuale utente Versione 1.3.3 Ottobre 2014 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 3 1. Introduzione 4 2. Registrazione 5 3. Accesso a myecm 8 3.1

Dettagli

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE Università degli Studi di Bergamo Centro per le Tecnologie Didattiche e la Comunicazione GUIDA ANALITICA PER ARGOMENTI ACCESSO...2 RISORSE e ATTIVITA - Introduzione...5

Dettagli

ATTENZIONE il corso è evidenziabile sul catalogo interregionale ricercando l'id 11834

ATTENZIONE il corso è evidenziabile sul catalogo interregionale ricercando l'id 11834 corso GRATUITO: CHIEDI IL VOUCHER DI FORMAZIONE REGIONALE! Corso di specializzazione della durata di 450 ore: si svolgerà con una frequenza di 3/4 volte a settimana, in orario pomeridiano/serale (presumibilmente

Dettagli

Manuale d uso per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente)

Manuale d uso per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente) per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente) Indice Introduzione... 3 Requisiti minimi di sistema... 4 Modalità di accesso... 4 Accesso alla Piattaforma... 5 Pannello Utente... 6 Pannello Messaggi...

Dettagli

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico MANUALE MOODLE STUDENTI Accesso al Materiale Didattico 1 INDICE 1. INTRODUZIONE ALLA PIATTAFORMA MOODLE... 3 1.1. Corso Moodle... 4 2. ACCESSO ALLA PIATTAFORMA... 7 2.1. Accesso diretto alla piattaforma...

Dettagli

LA SOLUZIONE PER LA GESTIONE DINAMICA DELLE INFORMAZIONI IN UN PORTALE

LA SOLUZIONE PER LA GESTIONE DINAMICA DELLE INFORMAZIONI IN UN PORTALE LA SOLUZIONE PER LA GESTIONE DINAMICA DELLE INFORMAZIONI IN UN PORTALE WEBVISION APPARTIENE ALLA FAMIGLIA DEI CONTENT MANAGEMENT SYSTEM PER LA GESTIONE DINAMICA DELLE INFORMAZIONI E DEL LORO LAYOUT ALL

Dettagli

Guida utilizzo e-care Pagina 1 di 13 E-CARE GUIDA UTENTE INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2. PREREQUISITI TECNICI... 2 3. COME ACCEDERE A E-CARE...

Guida utilizzo e-care Pagina 1 di 13 E-CARE GUIDA UTENTE INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2. PREREQUISITI TECNICI... 2 3. COME ACCEDERE A E-CARE... Direzione Formazione Guida utilizzo e-care Pagina 1 di 13 E-CARE GUIDA UTENTE INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2. PREREQUISITI TECNICI... 2 3. COME ACCEDERE A E-CARE... 3 4. LA STRUTTURA DELL AREA DI LAVORO

Dettagli

E-learning Guida pratica all utilizzo

E-learning Guida pratica all utilizzo E-learning Guida pratica all utilizzo Riccardo Picen 2014-2015 Sommario Cos è MOODLE?... 2 Come collegarsi alla pagina dei servizi... 2 PIATTAFORMA E-LEARNING... 3 1. Effettuare la registrazione (valida

Dettagli

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo 1. Elementi generali Le attività didattiche del Master

Dettagli

LA FORMAZIONE A DISTANZA (FAD)

LA FORMAZIONE A DISTANZA (FAD) 82 LA FORMAZIONE A DISTANZA (FAD) Presentazione La Fad (Formazione a Distanza) è un'alternativa moderna, efficiente e flessibile a forme tradizionali di apprendimento. In alcuni casi - grazie alle sue

Dettagli

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato IL PROGETTO E-LEARNING della Ragioneria Generale dello Stato Il Contesto Nel corso degli ultimi anni, al fine di migliorare qualitativamente i servizi resi dalla P.A. e di renderla vicina alle esigenze

Dettagli

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Le piattaforme Il concetto di ambiente di apprendimento riconduce storicamente a termini quali formazione

Dettagli

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI]

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] 2014 FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] Cosa è. Il portale Docebo è una piattaforma E-Learning e un Content Management System Open Source che La Fondazione Angelo Colocci ha deciso di

Dettagli

Prot n. Todi, 23/03/2013

Prot n. Todi, 23/03/2013 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE CIUFFELLI - EINAUDI TODI Agraria, Agroalimentare e Agroindustria -- Amministrazione, Finanza e Marketing Turismo - Costruzioni, Ambiente e Territorio Manutenzione ed Assistenza

Dettagli

Nuova Piattaforma Formazione a Distanza. Le regole di utilizzo

Nuova Piattaforma Formazione a Distanza. Le regole di utilizzo Nuova Piattaforma Formazione a Distanza Le regole di utilizzo LA STRUTTURA DEI CORSI Il catalogo formativo prevede per ogni utente di Agenzia un percorso formativo determinato sulla base del ruolo NewAge

Dettagli

KPMG e-learning Solution La nostra offerta

KPMG e-learning Solution La nostra offerta KPMG e-learning Solution La nostra offerta BUSINESS PERFORMANCE SERVICES Aprile 2011 ADVISORY Agenda 1. Introduzione Il ruolo della tecnologia nella formazione Le opportunità offerte dall e-learning 2.

Dettagli

FLESSIBILITÀ ED EFFICACIA DELLE PIATTAFORME INFORMATICHE DEDICATE ALLA FORMAZIONE A DISTANZA: IL PROGETTO SOFIA

FLESSIBILITÀ ED EFFICACIA DELLE PIATTAFORME INFORMATICHE DEDICATE ALLA FORMAZIONE A DISTANZA: IL PROGETTO SOFIA FLESSIBILITÀ ED EFFICACIA DELLE PIATTAFORME INFORMATICHE DEDICATE ALLA FORMAZIONE A DISTANZA: IL PROGETTO SOFIA M. CASALE*, R. D ANGELO*, D. FERRANTE* RIASSUNTO La Direzione regionale Inail per la Campania,

Dettagli

TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO

TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO CARATTERISTICHE FUNZIONALI DELLA SOLUZIONE TECNOLOGICA DEDICATA ALLA FORMAZIONE E ALL'AGGIORNAMENTO A DISTANZA

Dettagli

www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da

www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da Il nuovo servizio multimediale per la formazione e la didattica DESY è un applicazione web, dedicata a docenti e formatori, che consente, in

Dettagli

Manuale utente. Manuale utente per la fruizione del corso. (Aggiornato agosto 2011) Page 1 of 20

Manuale utente. Manuale utente per la fruizione del corso. (Aggiornato agosto 2011) Page 1 of 20 Manuale utente Manuale utente per la fruizione del corso (Aggiornato agosto 2011) Page 1 of 20 INDICE Introduzione... 3 Accesso alla piattaforma... 3 Ritornare alla Home... 4 Eseguire Logout... 4 Modificare

Dettagli

SISTEMA WEB PER LA GESTIONE DEI TEAM DI PROGETTO (DTPM)

SISTEMA WEB PER LA GESTIONE DEI TEAM DI PROGETTO (DTPM) SISTEMA WEB PER LA GESTIONE DEI TEAM DI PROGETTO SISTEMA WEB PER LA GESTIONE DEI TEAM DI PROGETTO (DTPM) Giovanni Serpelloni 1),Ermanno Ancona 2), Elisabetta Simeoni 3) 1. Dipartimento delle Dipendenze

Dettagli

Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M

Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M Manuale d'uso per l'utente Ver. 1.0 Maggio 2014 I.R.Fo.M. - Istituto di Ricerca e Formazione per il Mezzogiorno 1 Sommario 1. Introduzione...3 1.1 L'ambiente...3 1.2

Dettagli

La Formazione A Distanza. La Formazione A Distanza

La Formazione A Distanza. La Formazione A Distanza 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni Formazione rete di rilevazione Obiettivi Fornire una serie di prodotti e servizi aggiuntivi alla formazione in aula - percorsi didattici strutturati,

Dettagli

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Pagina 1 di 8 Indice 1. Gli obiettivi del corso...3 2. I contenuti del corso...3 3. Il percorso didattico...4 3.1 Studio individuale...4

Dettagli

Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Sistema inoltro telematico Manuale utente Versione 10 Data aggiornamento: 14/09/2012 Pagina 1 (25) Sommario 1. Il sistema di inoltro telematico delle

Dettagli

CLAROLINE. Manuale d'uso. Area Docenti

CLAROLINE. Manuale d'uso. Area Docenti CLAROLINE Manuale d'uso Area Docenti ELEARNING SYSTEM 2 Introduzione Claroline è un sistema Web di gestione di percorsi formativi a distanza. Permette a docenti, relatori, ecc. di generare ed amministrare

Dettagli

PON 2009-2011 Innovazione e Crescita a Supporto dell Efficienza dei Servizi per il Lavoro

PON 2009-2011 Innovazione e Crescita a Supporto dell Efficienza dei Servizi per il Lavoro PON 2009-2011 Innovazione e Crescita a Supporto dell Efficienza dei Servizi per il Lavoro Requisiti tecnici per la produzione di moduli formativi destinati all offerta didattica del progetto INCREASE Allegato

Dettagli

LE NUOVE NORME UNI-TS 11300 PARTE 1 E PARTE 2

LE NUOVE NORME UNI-TS 11300 PARTE 1 E PARTE 2 Corso di Formazione On-Line In collaborazione con il CNPI 8 Crediti LE NUOVE NORME UNI-TS 11300 PARTE 1 E PARTE 2 Docente: prof. Vincenzo Corrado - Politecnico di Torino Durata del corso: 8 ORE Al corso

Dettagli

La Guida Utente Luglio 2008

La Guida Utente Luglio 2008 La Guida Utente Luglio 2008 Indice 1. Il portale di e-learning e le modalità di accesso 3 2. Le principali funzioni 4 3. Il progetto formativo e i corsi 4 4. La comunicazione 7 2 1. Il portale di e-learning

Dettagli

Iscrizioni on line. Parte Scuola Personalizzazione e pubblicazione del modulo d iscrizione

Iscrizioni on line. Parte Scuola Personalizzazione e pubblicazione del modulo d iscrizione Iscrizioni on line Parte Scuola Personalizzazione e pubblicazione del modulo d iscrizione Manuale d'uso Iscrizioni on line - Manuale d uso per le scuole Personalizzazione e pubblicazione modulo d iscrizione

Dettagli

Manuale d istruzione SBS

Manuale d istruzione SBS Manuale d istruzione SBS Sommario MODALITA REGISTRAZIONE... 2 MODALITA LOGIN... 7 ACQUISTO CORSI... 12 CARRELLO ACQUISTI... 18 Inizio.... 18 Fase 1.... 19 Fase 2.... 20 Fase 3.... 21 Fase 3 bis.... 22

Dettagli

IAMP ISTITUTO AVANZATO MULTIPROGETTO IL FUTURO E QUI

IAMP ISTITUTO AVANZATO MULTIPROGETTO IL FUTURO E QUI ISTITUTO AVANZATO MULTIPROGETTO IL FUTURO E QUI E-LEARNING + ON LINE - costi + RISULTATI PROGETTO PRESENTAZIONE GENERALE è un marchio commerciale di Studio Mandelli S.r.l., società specializzata in servizi

Dettagli

Sistema di autopubblicazione di siti Web

Sistema di autopubblicazione di siti Web Sistema di autopubblicazione di siti Web Manuale d'uso Versione: SW 2.0 Manuale 2.0 Gennaio 2007 CEDCAMERA tutti i diritti sono riservati CEDCAMERA - Manuale d'uso 1 1 Introduzione Benvenuti nel sistema

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO 2

LINEE DI INDIRIZZO 2 LINEE DI INDIRIZZO 2 ATTIVITÀ DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA A DISTANZA PER L APPRENDIMENTO NON FORMALE 1. Attività di Formazione a distanza (FAD) 1.1. La formazione a distanza (FAD) consiste nell

Dettagli

MANUALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA di BCO CONSULTING PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN MATERIA DI SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO

MANUALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA di BCO CONSULTING PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN MATERIA DI SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Pag. 1 MANUALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA di BCO CONSULTING PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN MATERIA DI SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Pag. 2 Sommario 1. PREMESSA... 3 2. ACCESSO ALLA PIATTAFORMA...

Dettagli

Il catalogo è questo: offerta tra on line e off line

Il catalogo è questo: offerta tra on line e off line Il catalogo è questo: offerta tra on line e off line Catalogo Multimedia Scuola Aie, 2002 Cristina Mussinelli cristina.mussinelli@360publishing.it Il Catalogo Multimedia Scuola presenta: - titoli su supporto

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA

MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA Fornitore: Publisys Prodotto: Intranet Provincia di Potenza http://www.provincia.potenza.it/intranet Indice 1. Introduzione... 3 2. I servizi dell Intranet...

Dettagli

MANUALE MOODLE. Gestione Materiale Didattico

MANUALE MOODLE. Gestione Materiale Didattico MANUALE MOODLE Gestione Materiale Didattico 1 INDICE 1. INTRODUZIONE E DEFINIZIONE DI UN CORSO MOODLE... 4 2. FORMATO DI UN CORSO MOODLE... 6 2.1. Impostazione del formato di un corso Moodle... 6 2.2.

Dettagli

E-TOOLS FACILE : MO 05 E-Tools Facile Revisione 01

E-TOOLS FACILE : MO 05 E-Tools Facile Revisione 01 E-TOOLS FACILE MATERIALE INFORMATIVO CONFORME AI CONTENUTI DEL DOCUMENTO DEL SISTEMA QUALITÀ: MO 05 E-Tools Facile Revisione 01 del 21/03/2003 Introduzione all utilizzo Esegui il programma di navigazione

Dettagli

Modello per la progettazione di un percorso formativo. A cura di Novella Caterina

Modello per la progettazione di un percorso formativo. A cura di Novella Caterina A cura di Novella Caterina 1 RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI 1.1 Premessa di scenario 1.2 Finalità 1.3 Destinatari del corso 1.4 Obiettivi 1.5 Target di riferimento 1.6 Referenti di progetto manager (Pm) si

Dettagli

PORTALE FORMAZIONE CONTINUA, GUIDA UTENTE

PORTALE FORMAZIONE CONTINUA, GUIDA UTENTE PORTALE FORMAZIONE CONTINUA, GUIDA UTENTE Rev 2.0 PORTALE FORMAZIONE CONTINUA Il portale mette a disposizione dei soggetti interessati informazioni e modalità di registrazione per la partecipazione agli

Dettagli

CON LA CARTA DEI SERVIZI, I NOSTRI UTENTI SONO SEMPRE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI.

CON LA CARTA DEI SERVIZI, I NOSTRI UTENTI SONO SEMPRE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI. CARTA DEI SERVIZI La qualità del servizio nei confronti dell Utente e la soddisfazione per l utilizzo delle soluzioni sono obiettivi strategici per Sistemi. Le soluzioni software Sistemi, siano esse installate

Dettagli

Apprendimento 2.0: fare e-learning con Moodle

Apprendimento 2.0: fare e-learning con Moodle Apprendimento 2.0: fare e-learning con Moodle I vantaggi dell apprendimento on-line e gli strumenti per attuarlo Apprendere senza barriere ora è possibile E-learning: il futuro dell apprendimento Per e-learning

Dettagli

anthericacms Il sistema professionale per la gestione dei contenuti del tuo sito web Versione 2.0

anthericacms Il sistema professionale per la gestione dei contenuti del tuo sito web Versione 2.0 anthericacms Il sistema professionale per la gestione dei contenuti del tuo sito web Versione 2.0 Email: info@antherica.com Web: www.antherica.com Tel: +39 0522 436912 Fax: +39 0522 445638 Indice 1. Introduzione

Dettagli

MANUALE UTENTE. e-support Centre. Indicazioni per un corretto utilizzo del servizio

MANUALE UTENTE. e-support Centre. Indicazioni per un corretto utilizzo del servizio MANUALE UTENTE e-support Centre Indicazioni per un corretto utilizzo del servizio Indice 1 Premessa... 3 2 Amadeus e-support Centre Online. Come Accedere?... 4 3 Amadeus e-support Centre Online... 7 3.1

Dettagli

La piattaforma e-learning dello IAL

La piattaforma e-learning dello IAL La piattaforma e-learning dello IAL Lo IAL - Innovazione Apprendimento Lavoro della Campania è da sempre attento alle richieste formative e di aggiornamento che arrivano dai giovani e dal mercato del lavoro.

Dettagli

Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari. Guida all utilizzo di moodle per docenti

Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari. Guida all utilizzo di moodle per docenti Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari Indice Come collegarsi p. 02 Come effettuare il login p. 03 LaHome del docente p. 04 Header e Funzionalità p. 05 Preferenze del Profilo Utente p. 07 Il Calendario

Dettagli

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente E.C.M. Educazione Continua in Medicina MyEcm Manuale utente Versione 1.0 giugno 2013 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 3 1. Introduzione 4 2. Registrazione 5 3. Accesso a myecm 8 4. Home

Dettagli

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DELLO STUDENTE

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DELLO STUDENTE CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DELLO STUDENTE Sommario 1. Introduzione... 3 2. Registrazione... 3 3. Accesso alla piattaforma (login)... 4 4. Uscita dalla piattaforma (logout)... 5 5. Iscriversi a

Dettagli

PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine. MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE

PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine. MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE Introduzione 1. Requisiti di sistema 2. Accesso alla piattaforma didattica 2.1. Informazioni

Dettagli

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 FORMAZIONE BLENDED LEARNING http://puntoeduri.indire.it/neoassunti2008/in dex.php DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 e-tutor Lorelle Carini 1 AMBIENTE ON-LINE PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEOASSUNTI CON CONTRATTO

Dettagli

DM-Learning MOO. Manuale del Docente

DM-Learning MOO. Manuale del Docente DM-Learning MOO Manuale del Docente DM-Learning MOO è un ambiente virtuale di supporto alle attività didattiche svolte in presenza, ed è gestita da DidatticaMente.net per l I.T.I.S. Zuccante di Venezia

Dettagli

La piattaforma e-learning ------------------------- Informazioni e strumenti principali

La piattaforma e-learning ------------------------- Informazioni e strumenti principali La piattaforma e-learning ------------------------- Informazioni e strumenti principali Tipologia di corsi attivabili Pubblico Protetto Privato Disponibile per tutti gli utenti: non è richiesta la registrazione,

Dettagli

PRESENTAZIONE DEI CORSI AREA TEMATICA NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI (NTC)

PRESENTAZIONE DEI CORSI AREA TEMATICA NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI (NTC) PRESENTAZIONE DEI CORSI AREA TEMATICA NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI (NTC) L area NTC comprende sia corsi di Qualifica Professionale che corsi di aggiornamento tecnico/specialistico. I Corsi di Qualifica

Dettagli

Sulla colonna a destra si trovano invece i blocchi dedicati alle utilità e all amministrazione:

Sulla colonna a destra si trovano invece i blocchi dedicati alle utilità e all amministrazione: GUIDA STUDENTI Benvenuti sulla piattaforma Des-K, basata su Moodle! Di seguito una breve introduzione alla navigazione nell area dedicata alle Work Experience. Per i sistemi Windows si consiglia fortemente

Dettagli

Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari. Guida all utilizzo di moodle per studenti

Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari. Guida all utilizzo di moodle per studenti Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari Indice Introduzione p. 01 Come collegarsi p. 02 Come registrarsi p. 03 Come effettuare il login p. 04 La Home dello studente p. 05 Header e Funzionalità p.

Dettagli

E-learning con Docebo

E-learning con Docebo E-learning con Docebo Introduzione La suite Doceboè un progetto open source completamentegratuito che mette a disposizione: LMS (Learning Management System) CMS(Content Management System) Mydocebo( la

Dettagli

L E-LEARNING ENTRA NELLA PA : IL CASO ARPA PUGLIA

L E-LEARNING ENTRA NELLA PA : IL CASO ARPA PUGLIA Luigi Barberini Studiodelta S.r.l. Bari /Italia l.barberini@studiodelta.it FULL PAPER Obiettivo principale del progetto è stato la formazione informatica di base per un numero di circa 0 dipendenti dell

Dettagli

Piattaforma di e-learning Moodle

Piattaforma di e-learning Moodle Piattaforma di e-learning Moodle Manuale Utente Indice Introduzione Registrazione/Login/Logout Personalizzazione profilo Navigazione e blocchi Accesso/Iscrizione ai corsi Organizzazione contenuti all interno

Dettagli

REP_Guidawlg-SE-290410-TRIO

REP_Guidawlg-SE-290410-TRIO REP_Guidawlg-SE-290410-TRIO Istruzioni per l accesso e il completamento dei corsi TRIO per gli utenti di un Web Learning Group 29 aprile 20 Simone Borselli Trainer - Servizio A TRIO Versione Destinatari:

Dettagli

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008)

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Regolamento del servizio di tutorato (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Sommario Articolo 1 - L istituto del tutorato... 3 Articolo 2 - Obiettivi generali e specifici... 3 Articolo 3 - I tutor...

Dettagli

Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente.

Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. GALILEI Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente. ESERCITAZIONE PER L UTILIZZO DELLA WEB-INTRANET DI COLLABORAZIONE ASINCRONA SU RETE INTERNET Ing.

Dettagli

Strumenti a supporto

Strumenti a supporto ARTIST ARTIST ARchitettura Telematica Italiana per per il il Sistema dei dei Trasporti Iniziativa del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Roma, 18 dicembre 2002 Strumento di consultazione Relatore:

Dettagli

Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Sistema inoltro telematico Manuale utente Versione 10 Data aggiornamento: 14/09/2012 Pagina 1 (25) Sommario 1. Il sistema di inoltro telematico delle

Dettagli

nuovi abbonamenti Buddismo e società Il Nuovo Rinascimento

nuovi abbonamenti Buddismo e società Il Nuovo Rinascimento nuovi abbonamenti Buddismo e società Il Nuovo Rinascimento I Guida completa alle nuove modalità di abbonamento Il 1 luglio 2015 sono nate le edizioni digitali del Nuovo Rinascimento e di Buddismo e Società,

Dettagli

ERUDIO Sistema Web Integrato per Erogazione e Gestione delle Attività Formative

ERUDIO Sistema Web Integrato per Erogazione e Gestione delle Attività Formative ERUDIO Sistema Web Integrato per Erogazione e Gestione delle Attività Formative Sommario INDICE Lo strumento ideale per erogazione e gestione dei C.F.P. (Crediti formativi permanenti) Punti di Forza Sistema

Dettagli

Guida alla fruizione del percorso di validazione Trad Lab:Struttura la tua idea di BIC Lazio

Guida alla fruizione del percorso di validazione Trad Lab:Struttura la tua idea di BIC Lazio Guida alla fruizione del percorso di validazione Trad Lab:Struttura la tua idea di BIC Lazio Indice OBIETTIVI... 3 REQUISITI TECNICI... 3 ILLUSTRAZIONE DEL PERCORSO... 3 PARTE TEORICA...4 PARTE PRATICA...4

Dettagli

DESCRIZIONE OFFERTA TT-OPEN-SITE

DESCRIZIONE OFFERTA TT-OPEN-SITE DESCRIZIONE OFFERTA TT-OPEN-SITE Struttura di menù In base alla tipologia di template scelta, sono state predisposte 2 strutture di menù (destinate ad ospitare gli stessi contenuti): TT-OPEN-SITE template

Dettagli

Manuale d uso. 1. Introduzione

Manuale d uso. 1. Introduzione Manuale d uso 1. Introduzione Questo manuale descrive il prodotto Spazio 24.7 e le sue funzionalità ed è stato elaborato al fine di garantire un più agevole utilizzo da parte del Cliente. Il manuale d

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Direzione Generale dell Istruzione Elementare Servizio per la Scuola Materna Coordinamento per le Attività degli Studenti PROGETTO OR.M.E. Guida al Sito Internet www.bdp.it/orme

Dettagli

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi E-learning Vantaggi e svantaggi vantaggi Abbattimento delle barriere spazio-temporali Formazione disponibile sempre (posso connettermi quando voglio e tutte le volte che voglio) e a bassi costi di accesso

Dettagli

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO Istruzioni per l accesso e il completamento dei corsi TRIO per gli utenti di un Web Learning Group 06 novembre 2013 Servizio A TRIO Versione Destinatari: referenti e utenti

Dettagli

CPS1 Linee guida per l uso dei sistemi di e- learning nella didattica

CPS1 Linee guida per l uso dei sistemi di e- learning nella didattica learning nella didattica Il presente documento propone la struttura e i contenuti di un possibile documento relativo alle linee guida sull uso dell elearning nell ambito delle attività didattiche con riferimento

Dettagli

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr.

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr. Minerva Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione dr. Augusto Pifferi Istituto di Cristallografia C.N.R. dr. Guido Righini Istituto di Struttura della Materia C.N.R. http://minerva.mlib.cnr.it

Dettagli

1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI

1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI 1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI Per implementare una piattaforma di e-learning occorre considerare diversi aspetti organizzativi, gestionali e tecnici legati essenzialmente

Dettagli

Applicazione pedagogica degli ambienti di apprendimento

Applicazione pedagogica degli ambienti di apprendimento Applicazione pedagogica degli ambienti di apprendimento Materiale pratico della durata di un ora circa Il nuovo ambiente di apprendimento rappresenterà un cambiamento pedagogico radicale o sarà soltanto

Dettagli