CONVENZIONE QUADRO TRA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONVENZIONE QUADRO TRA"

Transcript

1 PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la definizione di strategie di gestione attiva del debito TRA La PROVINCIA DI PESARO E URBINO Viale Gramsci, 4, Pesaro (PU) - Partita Iva nella persona del Dott. Marco Domenicucci, Direttore Area 2 Gestione delle Risorse Umane e Finanziarie - Sistema Informativo Attività produttive della Provincia di Pesaro e Urbino, che è autorizzato a rappresentare l Ente con Delibera della Giunta provinciale n. 390 del 16/11/2006, ai sensi dell art. 107 comma 3 lettera C del D.Lgs. n. 267/ che agisce nell interesse degli Enti Locali appartenenti alla Provincia e che potranno aderire alla convenzione mediante comunicazione scritta a Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo S.p.A E BANCA INTESA INFRASTRUTTURE E SVILUPPO SPA Sede Sociale Via del Corso Roma Capitale Sociale interamente versato Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Roma, codice fiscale e Partita Iva Numero di iscrizione al R.E.A. di Roma Codice Abi Iscritta all Albo delle Banche Società unipersonale, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Banca Intesa SpA Appartenente al Gruppo Intesa iscritto all Albo dei Gruppi Bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e al Fondo Nazionale di Garanzia, rappresentata dai sottoscritti Massimo Scarabottini e Andrea Mauri, nella loro qualità di Dirigenti Si stipula quanto appresso: 1

2 Art. 1 - Espletamento dei servizi finanziari connessi all'emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori. Il presente contratto disciplina il collocamento di prestiti di titoli obbligazionari relativi agli Enti Locali fino a complessivi ,00 (centomilioni//00) destinati alla copertura dei fabbisogni finanziari degli Enti aderenti alla convenzione ai sensi dell art. 30 del D.Lgs. n.267/2000, fabbisogni legati a quanto consente la normativa vigente in materia di finanziamento per entrate in conto capitale (spese di investimento, ristrutturazione e/o estinzione di debiti pregressi, ecc ) dalla data di stipula della presente convenzione fino al 31 dicembre Art.2 Normativa di riferimento Le emissioni parziali sono soggette alla normativa posta dall art. 35 della legge 23 dicembre 1994, n. 724, dal relativo regolamento di attuazione di cui al Decreto del Ministero del Tesoro del 5 luglio 1996, n. 420 e successive modifiche e integrazioni e dal successivo regolamento attuativo approvato con Decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze del n. 389 e successiva circolare esplicativa del 27/5/2004. Art. 3 - Importo complessivo presunto delle emissioni obbligazionarie L importo complessivo presunto delle emissioni è di ,00 (centomilioni//00), in più emissioni parziali, effettuabili singolarmente da tutti gli Enti Locali ai sensi dell art. 30 del D.Lgs n. 267/2000, per gestire unitariamente le procedure di ricorso al credito ed altre operazioni accessorie. Antecedentemente alla prima emissione relativa ad un Ente Locale aderente alla convenzione, lo stesso si impegna a collaborare con Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo nel fornire la documentazione contabile necessaria per consentire alla stessa Banca l analisi istruttoria legata alle garanzie date dall Ente Locale (ultimi due bilanci consuntivi approvati, completi del conto del patrimonio e del conto economico, ultimo bilancio di previsione approvato, Dichiarazione capacità di indebitamento art. 204, comma 1 del D. Lgs. 267/2000). Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo, dopo aver ricevuto tutta la documentazione di cui sopra si impegna a terminare la fase di istruttoria entro 20 giorni; resta inteso che la decisione di dar corso all operazione richiesta da ogni singolo Comune, resta comunque ad insindacabile giudizio di Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo che dovrà esaminarne il merito creditizio. Qualora il plafond sia esaurito prima del 31/12/2007 è facoltà della Provincia di Pesaro e Urbino chiedere un ulteriore incremento dello stesso, alle medesime condizioni della presente offerta, per i prestiti deliberati dagli Enti Locali aderenti alla convenzione fino a detta data. Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo avrà l obbligo di estendere il plafond di cui sopra nel limite di (cinquantamilioni /00) alle medesime condizioni presenti nel contratto, mentre è sua facoltà 2

3 estenderlo oltre detto limite. Sarà possibile procedere ad emissioni inferiori all importo complessivo presunto sopra indicato, oppure non procedere ad emissioni, senza che ciò comporti pretesa alcuna da parte di Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo verso gli Enti aderenti. Il versamento del ricavato del prestito di ogni singola emissione da parte di Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo avverrà, al massimo, entro 20 giorni dalla positiva determinazione della fase di istruttoria e quindi al massimo entro 40 giorni dalla data di ricevimento della richiesta di attivazione/ perfezionamento del prestito trasmessa dall Ente Locale emittente, anche via fax. Art. 4 - Importo minimo delle singole emissioni parziali effettuabili da ciascun Ente Locale euro ,00 (unmilione//00). Le emissioni potranno essere effettuate anche per importi compresi: tra ,00 e ,00 euro con una maggiorazione di 0,010 p.p.a.; tra ,00 e ,00 euro con una maggiorazione di 0,015 p.p.a, rispetto allo spread convenzionato per le emissioni maggiori od uguali a ,00 di euro indicate all art. 18. Art. 5 - Valuta emissioni Euro. Art. 6 - Taglio obbligazioni (valore nominale singole obbligazioni) Euro. Art. 7- Modalità di collocamento Sottoscrizione "a fermo" da parte di Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo che agirà per il tramite della sua consorella al 100% Banca Caboto s.p.a.; conseguentemente le singole emissioni saranno assegnate dagli uffici competenti dei singoli enti emittenti direttamente a Banca Caboto s.p.a.. Art. 8 - Modalità di perfezionamento delle emissioni Il perfezionamento delle emissioni obbligazionarie potrà essere effettuato in qualsiasi momento mentre il pagamento delle rate dei prestiti obbligazionari dovrà avvenire alle scadenze del 30 giugno e del 31 dicembre di ogni anno. Ciò comporterà che la prima rata del prestito potrà avere una durata più estesa o più breve rispetto allo stesso semestre a seconda della data di emissione (perfezionamento). Nel caso 3

4 di emissioni effettate entro il 30/6, il pagamento della prima rata potrà avvenire a scelta dell Ente emittente il 30/6 od il 31/12 successivo all emissione, mentre nel caso di emissioni nel secondo semestre dell anno il pagamento della prima rata potrà avvenire a scelta dell ente emittente il 31/12 od il 30/6 successivo all emissione. Art. 9 - Servizi Assistenza gratuita nella gestione di tutti i servizi connessi al perfezionamento delle emissioni obbligazionarie quali a titolo esemplificativo: - l invio agli enti, entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della relativa richiesta, degli schemi di delibera di emissione, degli schemi di Regolamento del prestito obbligazionario e di piano di ammortamento, mentre gli schemi di verbale di assegnazione e di eventuale altra documentazione necessaria saranno inviati in prossimità della data di perfezionamento dell emissione; - gli adempimenti necessari al perfezionamento dell accentramento dei prestiti obbligazionari presso la Monte Titoli ivi compresi la predisposizione dei moduli richiesti dalla Monte Titoli per la gestione dei rapporti con i singoli enti; - la predisposizione e compilazione dei modelli di segnalazione dei collocamenti effettuati alla Banca d Italia/UIC. Art Commissioni di collocamento Nessuna. Art Modalità di arrotondamento I tassi di interesse nominali risultanti dai parametri di riferimento posti a base di gara maggiorati dello spread saranno arrotondati al millesimo di punto percentuale più vicino. Art Costi relativi al rimborso spese di emissioni Nessuno. Art Contributi una-tantum Lo 0,1% dell'importo dell emissione, da versare allo Stato (a carico dei singoli Enti Locali emittenti). Art Durata dell incarico L incarico avrà inizio dalla data di stipula della presente convenzione. Il termine ultimo sarà rappresentato dal verificarsi di una delle seguenti circostanze alternative: 4

5 a) avvenuta sottoscrizione a fermo da parte di Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo dell importo complessivo massimo di euro //00 (centomilioni//00), per emissioni fino a detta data, salvo diversa intesa tra le parti; b) raggiungimento del termine del 31/12/2007, a prescindere dall effettivo importo delle tranche emesse entro tale data. Art Regime fiscale Le cedole interessi sono soggette al regime fiscale degli interessi, premi ed altri frutti delle obbligazioni e titoli similari, pubblici e privati, come disposto dalla normativa vigente. Art Garanzie Il pagamento delle somme relative al servizio del prestito sarà garantito da ciascuno degli Enti Locali emittenti mediante il rilascio di delegazione di pagamento a valere sulle entrate afferenti i primi tre titoli del bilancio dell Ente (art. 206 e 220 D. Lgs. n. 267/2000). Tale garanzia sull'accordo delle parti sarà rilasciata, ai sensi dell'art. 35, comma 7, della Legge 724/1994, a Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo S.p.A. (sottoscrittore a fermo), in qualità di rappresentante dei possessori dei titoli obbligazionari nei confronti dell'ente emittente. Art. 17 Tipologie di emissioni Le emissioni obbligazionarie potranno avere le seguenti caratteristiche: 1) EMISSIONI CON RIMBORSO GRADUALE DEL CAPITALE A TASSO VARIABILE: Ammortamento: e 35 anni con rate semestrali posticipate ed ammortamento: A. alla francese (quote capitali crescenti); oppure B. a quote capitali costanti (annuali o semestrali); Parametro di riferimento: Tasso EURIBOR a 6 mesi (act/360) rilevato il 2 giorno lavorativo bancario, antecedente la data di godimento della cedola. Il tasso EURIBOR a 6 mesi è rilevato alla pagina Euribor 01 del circuito 5

6 Reuters o alla pagina 248 del circuito Telerate due giorni lavorativi antecedenti la data di decorrenza di ciascun periodo di interessi. Previsione di estinzione anticipata: Possibile senza indennizzo a partire dal 18 mese dalla data di emissione e in coincidenza con il pagamento delle cedole semestrali di interesse. 2) EMISSIONI CON RIMBORSO GRADUALE DEL CAPITALE A TASSO FISSO: Ammortamento: e 35 anni a rate semestrali posticipate con ammortamento alla francese (quote capitali crescenti) o con rimborso a quote capitali costanti (annuali o semestrali); Parametro di riferimento: "INTEREST RATE SWAP" (I.R.S.) - Tasso swap lettera sull euro (nominale) act/act - determinato il secondo giorno lavorativo bancario antecedente al perfezionamento del prestito, di durata corrispondente alla durata finanziaria equivalente del prestito obbligazionario, rilevato sulla corrispondente pagina del circuito Bloomberg; Per durata finanziaria equivalente si intende quella corrispondente al tasso swap verso EURIBOR, calcolato sulla base della curva dei tassi, relativo ad un operazione finanziaria avente le medesime caratteristiche, in termini di rimborso del capitale, di periodicità di corresponsione degli interessi e durata del prestito obbligazionario. Estinzione anticipata: L ente emittente ha la facoltà di estinguere il prestito obbligazionario trascorsi 18 mesi dalla data di emissione ed in corrispondenza della scadenza di ciascuna cedola interessi con rifusione all obbligazionista a titolo di indennizzo di una somma pari al differenziale, se positivo, tra gli importi delle rate residue del piano dei pagamenti del prestito obbligazionario emesso (detto A) e i corrispondenti importi delle rate di un teorico prestito obbligazionario (detto B) avente le medesime caratteristiche di importo, di durata e di modalità di rimborso della residua parte del prestito obbligazionario emesso A, da estinguere anticipatamente, e calcolato ad un tasso di interesse pari all Interest Rate Swap ( bid ) sull Euro a sei mesi, quotato per scadenza corrispondente a quella finanziaria residua equivalente del prestito obbligazionario stesso, e rilevato, con le modalità all uopo previste dalla contrattualistica adottata dall ISDA International Swap and Derivatives Association Inc., per valuta 15 giorni lavorativi bancari antecedenti la data di estinzione anticipata (attualmente pagina del circuito Telerate, colonna bid ). In caso di mancata corrispondenza fra la scadenza oggetto di quotazione e quella del prestito obbligazionario si opererà l interpolazione lineare dei valori disponibili. Ogni importo dovuto per ciascuna scadenza, una volta calcolato come sopra precisato, sarà pagabile all obbligazionista al suo 6

7 valore attuale alla data di estinzione; il tasso di attualizzazione applicato sarà pari al tasso quale definito precedentemente del prestito obbligazionario teorico B. 3) EMISSIONI CON RIMBORSO DEL CAPITALE IN UN'UNICA SOLUZIONE ALLA SCADENZA: Gli Enti aderenti alla convenzione potranno anche ricorrere ad emissioni obbligazionarie con rimborso del capitale in un'unica soluzione alla scadenza così come previsto dall' art. 41, 2 comma, della Legge n. 448/2001 con le seguenti maggiorazione dello spread : 0,02 % p.a. nel caso di emissione a 20 anni; 0,03 % p.a. nel caso di emissione a 25 anni; 0,04 % p.a. nel caso di emissione a 30 anni; 0,05 % p.a. nel caso di emissione a 35 anni, e nel rispetto delle norme relative all'ammortamento del debito e all'utilizzo di strumenti finanziari derivati così come stabilite dal Decreto del Ministero dell'economia e delle Finanze 1 Dicembre 2003 n Il relativo swap di ammortamento obbligatorio, sarà effettuato per il tramite di Banca Caboto/Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo. Art. 18 Spread per emissioni di importo pari o superiore ad (unmilione//00) Per le emissioni (sia a tasso variabile che a tasso fisso) saranno presi come riferimento gli spread previsti dalla Cassa Depositi e Prestiti Spa, con inizio ammortamento l anno successivo, per i prestiti ordinari di scopo e pubblicati settimanalmente sul sito relativo. Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo garantisce come spread finale (da aggiungere all Euribor 6 mesi o al tasso IRS di durata finanziaria equivalente) gli spread previsti dalla Cassa Depositi e Prestiti, per l ammortamento di pari durata meno: 0,014 % p.a. per piani di ammortamento di durata compresa tra i 5 e i 10 anni; 0,016 % p.a. per piani di ammortamento di durata pari a 15 anni; 0,018 % p.a. per piani di ammortamento di durata pari a 20 anni; 0,020 % p.a. per piani di ammortamento di durata pari a 25 anni; 0,022 % p.a. per piani di ammortamento di durata pari a 30 anni; per le emissioni obbligazionarie a 35 anni, fino a quando la Cassa DD.PP. non prevedrà la possibilità di contrarre mutui con simile scadenza, lo spread di riferimento sarà per il variabile pari a quanto stabilito da Cassa DD.PP. per il mutuo ordinario a 30 anni e per il tasso fisso sarà pari all IRS lettera a 20 anni più lo spread previsto per il tasso variabile prima descritto. Lo spread di riferimento della Cassa DD. PP. così definito sarà quello rilevato il terzo giorno antecedente la seduta del Consiglio dell Ente richiedente, nella quale verrà deliberata l emissione. 7

8 Per quanto riguarda le emissioni a tasso fisso, occorrerà prevedere un periodo tra un minimo di 2 e un massimo di 4 settimane tra data della deliberazione del consiglio dell Ente Locale e la data di perfezionamento (regolamento o pagamento) dell emissione; sarà cura di Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo, assistita anche dalla Provincia di Pesaro e Urbino, di determinare in questo lasso di tempo il tasso fisso dell emissione in modo che lo stesso risulti più conveniente rispetto a quello praticato dalla Cassa Depositi e Prestiti per mutui di pari scadenza a quella dell emissione. In ogni caso il tasso garantito da Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo non potrà essere inferiore: Per i prestiti a tasso variabile a 20 anni Euribor 6 mesi +0,083 % con maggiorazione di 3 centesimi di punto percentuale per ogni quinquennio aggiuntivo di ammortamento e diminuzione di 1,5 e 2 centesimi rispettivamente per il primo e per il secondo quinquennio in meno rispetto al prestito ventennale; Per i prestiti a tasso fisso a 20 anni IRS di durata equivalente + 0,083 % con maggiorazione di 3 centesimi di punto percentuale per ogni quinquennio aggiuntivo di ammortamento e diminuzione di 1,5 e 2 centesimi rispettivamente per il primo e per il secondo quinquennio in meno rispetto al prestito ventennale (l IRS per ogni durata di ammortamento sarà collegato alla durata equivalente in termini finanziari). Inoltre, per emissioni superiori al milione di Euro - o comunque di importo significativo per il singolo Ente Locale - Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo si rende disponibile ad esaminare la possibilità di offrire (nell arco di 5 giorni lavorativi) spread competitivi di mercato, in presenza di offerte scritte presentate da altri Istituti di credito all Ente Locale aderente alla convenzione. Resta ferma per l Ente Locale la facoltà di scegliere l offerta giudicata economicamente più conveniente. Resta salva inoltre la possibilità, in caso di inadempienze contrattuali, di procedere alla risoluzione del contratto, previa diffida ad adempiere nelle forme stabilite dalla legge, senza pregiudizio della rifusione dei danni e delle spese. Art. 19 Impegni in merito ad operazioni di finanza derivata sui titoli emessi. Gli Enti Locali aderenti alla convenzione si impegnano ad informare e coinvolgere Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo, che potrà agire anche per il tramite di società consorella di Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo (di seguito la Consorella ), in merito ad ogni operazione di consulenza e/o di finanza straordinaria avente lo scopo di coprire i rischi di tasso (di seguito la Copertura ) sui titoli emessi. Allo scopo, qualora l Ente intenda procedere alla Copertura, dovrà comunicare a Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo il dettaglio delle condizioni della offerta che l Ente abbia ricevuto da altre istituzioni finanziarie per l organizzazione della Copertura stessa e che, a suo insindacabile giudizio, ritenga la migliore reperibile sul mercato, e Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo, o sua Consorella, avrà diritto di accettare o meno di effettuare l operazione a parità di condizioni anche parzialmente entro 10 giorni dalla ricezione della comunicazione di cui sopra. Ferma restando la facoltà di Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo, o sua Consorella, di accettare o meno l incarico, l Ente potrà rinunziare a detta indagine di mercato, nel qual caso contratterà direttamente con Banca Intesa 8

9 Infrastrutture e Sviluppo o sua Consorella le condizioni per l organizzazione della Copertura. Art.20 Facoltà di investimento della liquidità giacente per prestiti obbligazionari erogati ma non ancora utilizzati dallo stesso Ente Locale. Per la gestione ottimale delle liquidità giacenti per prestiti obbligazionari erogati ma non ancora utilizzati dallo stesso Ente, è facoltà degli Enti aderenti alla convenzione di utilizzare i servizi finanziari relativi offerti da Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo secondo i vigenti tassi di mercato. Art. 21 Obblighi dell Ente Locale richiedente In caso di richiesta di emissione da parte dell Ente Locale convenzionato, successivamente annullata in seguito a sua decisione, l Ente Locale medesimo si obbliga a rimborsare a Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo le spese vive eventualmente affrontate per la predisposizione dell operazione fino ad un massimo di 500,00. Art. 22 Foro Competente e ultime disposizioni. - Per qualsiasi controversia sarà competente il Foro di Pesaro. - Le parti si danno reciprocamente atto che la presente convenzione è stata oggetto di specifica negoziazione in ogni sua clausola. Le spese connesse all eventuale registrazione della presente convenzione saranno a carico della Parte che con il proprio comportamento la rendesse necessaria. 9

10 Per l attivazione della procedura del prestito obbligazionario inviare il modulo di richiesta di attivazione allegato a: BANCA INTESA INFRASTRUTTURE E SVILUPPO S.PA. Direzione Prodotti e Finanza di Progetto Via del Corso, ROMA Referenti Dr. Andrea Mauri - tel Dr. Giuseppe Macrì tel fax E BANCA INTESA INFRASTRUTTURE E SVILUPPO SPA Direzione Centro Sud Via Felice Cavallotti, SPOLETO Referenti: Dr. Massimo Scarabottini - tel Dr. Fabrizio Cascino tel fax Dr. Luigi Sambataro tel Inoltre, solo presso la sede di Spoleto, inviare anche l ultimo e il penultimo Bilancio Consuntivo approvato e il Bilancio previsionale dell'esercizio in corso. Pesaro, Per PROVINCIA DI PESARO E URBINO Per Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo Spa Dott. Marco Domenicucci Massimo Scarabottini Andrea Mauri 10

11 Allegato: Prot. / Spett.le BANCA INTESA INFRASTRUTTURE E SVILUPPO S.p.A. Via del Corso R O M A (RM) c.a. Sig. Andrea Mauri FAX 06/ c.a. Sig Giuseppe Macrì FAX 06/ OGGETTO: Richiesta di attivazione procedure per effettuazione emissione obbligazionaria Con la presente siamo a richiedervi la trasmissione dello schema di delibera e relativi allegati (regolamento del prestito e piano di ammortamento) per procedere alla seguente emissione obbligazionaria: IMPORTO EMISSIONE:...,00 (IN LETTERE/00) TASSO: FISSO VARIABILE VARIABILE TRASFORMABLE DURATA ANNI: DESTINAZIONE: ESTINZIONE MUTUI INVESTIMENTI 11

12 MODALITA DI RIMBORSO: QUOTE CAPITALI COSTANTI QUOTE CAPITALI CRESCENTI PERIODICITA RATE SEMESTRALI ANNUALI DATA ENTRO CUI PERFEZIONARE IL PRESTITO (DATA DI CONSIGLIO: IL./2006) (DATA DI EMISSIONE: ENTRO IL.../2006) NEL CASO IN CUI LA DATA DI EMISSIONE RIENTRI: NEL 1 SEMESTRE: PAGAMENTO PRIMA RATA 30/06/ /12/2007 NEL 2 SEMESTRE: PAGAMENTO PRIMA RATA 31/12/ /06/2007 L ENTE HA GIA ACCENTRATO ALTRI PRESTITI PRESSO MONTE TITOLI SI NO 12

13 DATI ANAGRAFICI E VARI: NOME LEGALE DELL ENTE INDIRIZZO (VIA, NUMERO CIVICO, CODICE DI AVVIAMENTO POSTALE,CITTA, PROVINCIA) PARTITA I.V.A. CODICE FISCALE NUMERO TELEFONICO (CENTRALINO) SITO WEB NOMINATIVO DI RIFERIMENTO PRESSO L ENTE, RUOLO E RELATIVO NUMERO DI TELEFONO DIRETTO, NUMERO DI FAX E INDIRIZZO ESTREMI PER IL REGOLAMENTO DELL OPERAZIONE, OVVERO CONTO CORRENTE, CODICI ABI, CAB, IBAN E BIC DEL CONTO SU CUI VERSARE IL RICAVATO DELL EMISSIONE: 13

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A. Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA Mod. B-109/MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM aggiornamento n. 29 del 01/01/2014 Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA MEDIOLANUM S.p.A. Sede legale e Direzione Generale:

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile

Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile Pag. 1/13 INFORMAZIONI SULLA BANCA Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile Banca di Credito Popolare Società Cooperativa per Azioni Gruppo Bancario Banca di Credito Popolare Corso Vittorio Emanuele

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA Per un proficuo approccio alla problematica presa in esame si propone, qui di

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO A IMPRESE CON FONDI C.D.P. FIN. SABATINI INFORMAZIONI SULLA BANCA

MUTUO CHIROGRAFARIO A IMPRESE CON FONDI C.D.P. FIN. SABATINI INFORMAZIONI SULLA BANCA MUTUO CHIROGRAFARIO A IMPRESE CON FONDI C.D.P. FIN. SABATINI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI SASSARI S.p.A. (codice ABI 5676.2) Società per azioni con sede legale ed amministrativa in viale Mancini,

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

E ALTRI FINANZIAMENTI

E ALTRI FINANZIAMENTI Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione) E ALTRI FINANZIAMENTI FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Foglio Informativo

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

AFFIDAMENTI PER ANTICIPI SU FATTURE E CONTRATTI

AFFIDAMENTI PER ANTICIPI SU FATTURE E CONTRATTI DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO Il presente Foglio

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO Regolamento del fondo comune di investimento immobiliare chiuso riservato ad investitori qualificati PATRIMONIO UNO promosso da Patrimonio

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma PRODOTTO BASE UTENTE INFORMAZIONI SULL EMITTENTE ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo Sede legale e amministrativa Numero telefonico: 800.991.341 Numero fax: 06.87.41.74.25 E-mail

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Con la presente scrittura tra

Con la presente scrittura tra Accordo per assicurare la liquidità alle imprese creditrici dei Comuni e delle Province della Regione Emilia-Romagna attraverso la cessione pro-soluto dei crediti a favore di banche od intermediari finanziari

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L.

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L. INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N. 11971 RELATIVE AL PATTO PARASOCIALE FRA EQUILYBRA CAPITAL PARTNERS S.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI MEDIOLANUM S.P.A. IN BANCA MEDIOLANUM S.P.A. *** *** *** REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 2501-TER DEL CODICE CIVILE PREMESSA A norma dell articolo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. Sede Legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/B - 44042 CENTO (FE) Tel. 051 6833111 - Fax 051 6833237 CODICE FISCALE, PARTITA IVA e Numero

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO Allegato n. 2 alla delibera n. 11 del 12.12.05 SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO..., con sede in.., Codice

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio N. 165 del 6 Novembre 2013 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi POS obbligatorio per esercenti di attività di vendita di prodotti e servizi, anche professionali (Articolo 15 commi

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

SERVIZIO DI OPERATIVITÀ TRAMITE FILIALI DI ALTRE BANCHE DEL GRUPPO UNIONE DI BANCHE ITALIANE

SERVIZIO DI OPERATIVITÀ TRAMITE FILIALI DI ALTRE BANCHE DEL GRUPPO UNIONE DI BANCHE ITALIANE DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO Il presente Foglio

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali

Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali ED. LUGLIO 2013 Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

[B] INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

[B] INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Corso Unità d'italia 11, Cantù (Co) - info@cracantu.it - www.cracantu.it Tel 031/719.111 - Fax 031/7377.800 - Swift ACARIT22XXX Cod.Fisc/P.Iva n.00196950133 - R.E.A. n.43395 Como ABI n.08430 - Albo delle

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 -

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Versione 10/04/15 SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Rifiuti dei Beni a base di Polietilene, Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA) e (facoltativamente) anticipata mezzo fax Il richiedente... In persona del

Dettagli

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari)

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari) FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Informazioni sulla Banca Ordini di

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli