STANDARD DEL VERDONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STANDARD DEL VERDONE"

Transcript

1 Nomenclatura ufficiale STANDARD DEL VERDONE Nome scientifico : Carduelis chloris o Chloris chloris nome comune/ denominazione ufficiale : Verdone Nota a tale denominazione riferita alla forma tipo, si associa il nome riconosciuto dal seguente standard delle varianti cromatiche come di seguito riportato: VERDONE Agata VERDONE Mascherato VERDONE Lutino. VERDONE bruno VERDONE isabella VERDONE satinè VERDONE pastello VERDONE diluito Verdone mutato ( identifica tutte le altre varietà oggi non standardizzate) NOTA a tale nomenclatura va aggiunta la determinazione del genere sessuale : Es Verdone maschio ; Verdone mascherato femmina, ecc

2 PARTE PRIMA. INTRODUZIONE Tra i fringillidi di comune allevamento il Verdone è certamente quello che ha la più lunga ed intensa storia di selezione domestica. Oltre a numerose varietà cromatiche, negli anni è stato sottoposto più volte a indicazioni selettive, tendenze d'allevamento e input genetici provenienti da sottospecie differenti, che nel tempo hanno determinato una sostanziale diversificazione dai progenitori selvatici, rispetto ai quali, oggi in sede di giudizio si hanno pretese fenotipiche ben diverse, che ci portano a identificare come forma domestica la varietà di seguito standardizzata. DESCRIZIONE MORFOLOGICA GENERALE : STRUTTURA : taglia, proporzioni e forma. Per il Verdone è richiesta una taglia notevole che trova la perfezione nei 15 cm, con mezzo centimetro di tolleranza in eccesso e difetto. Il Verdone deve presentare una struttura imponente, che esprima robustezza e forza. IL capo deve essere tondo e imponente, presentare fronte alta e nuca tonda che scende con continuità sul collo possente di forma trapezoidale. L'occhio centrale sul profilo sarà grande ed espressivo. Il becco conico, sufficientemente lungo, con base larga e squadrata, deve essere inserito centralmente sotto una fronte alta. Spalle larghe simmetriche da cui parte la linea dorsale dolcemente arcuata a costituire col petto ampio e profondo una sagoma leggermente bombata che si chiude a punta con la coda corta e in asse sulla linea centrale, lungo la quale devono essere portate anche le ali ben aderenti ai fianchi. Le stesse devono chiudere precise e simmetriche sul groppone. zampe corte, parallele e dalla presa forte, con articolazione tibiotarsica tenuta semiflessa a realizzare un angolo di 50 rispetto al posatoio orizzontale così da mantenere un portamento fiero e impettito. nota : Le varie parti del corpo devono essere proporzionate ed equilibrate tra loro per dar una sensazione di armonia e fierezza.

3 STANDARD del DISEGNO DISEGNO del capo e del dorso Il Verdone presenta un disegno ornamentale a grani e righe, realizzato dall'addensamento di pigmento eumelanico nero e bruno. Questi disegni devono risaltare in modo netto rispetto al fondo omogeneo e uniforme. Nel maschio il disegno a righe sul capo è poco marcato o può addirittura essere assente, mentre deve essere sempre presente sul dorso dove apparirà di colore nero se pur ridotto (stretto) e meno evidente perchè ricoperto parzialmente dall'abbondante lipocromo. Nelle femmine è richiesto un disegno netto e marcato di espressione nitida, a chicchi di grano sul capo e righe larghe (3-4 mm) e precise sul dorso, sempre di colore nerastro. IL GROPPONE E' SEMPRE INTERESSATO DAL SOLO LIPOCROMO (preferibilmente intenso) SIA NEL MASCHIO CHE NELLA FEMMINA. DISEGNO della gola Partendo dalla base del becco e scendendo sui lati della gola devono essere presenti i mustacchi di colore grigio scuro/ nerastri, ben evidenti, larghi e simmetrici. Generalmente sono più marcati e larghi nei maschi, ma devono essere ben espressi ed evidenti anche nelle femmine. Disegno del petto Il petto nel maschio è richiesto pulito, privo di disegno melanico e di colore verde-giallastro intenso e limpido, dall'espressione uniforme proprio per la ricchezza di lipocromo. E' possibile apprezzare a volte una fiamma di lipocromo giallo limone in corrispondenza dello sterno (L'assenza di questo ornamento non è difetto). Nelle femmine deve essere di contro nettamente manifesto un disegno a grani e righe, di colore bruno nerastro, che dalla gola scende regolare e preciso fino al ventre interessando anche i fianchi che devono essere ben marcati. - Ventre biancastro non interessato da disegno in entrambi i sessi - Le redini dell'occhio sono un' indice di adeguata ossidazione melanica. La giusta espressione delle stesse, enfatizza la bellezza degli esemplari e va considerata per tanto elemento di pregio e quindi premiato in sede di giudizio quando presente. STANDARD DEL PIUMAGGIO In questa specie è richiesto un piumaggio morbido, abbondante, che ammorbidisca i profili anatomici, ma assolutamente ordinato aderente e lucido. Il piumaggio deve in oltre avere una consistenza tale da permettere la giusta espressione del colore. Sono difetti del piumaggio, muta incompleta, piumaggio mancante, rado o secco.

4 STANDAED del COLORE ancestrale Il Verdone presenta una livrea appariscente determinata da pigmenti melanici e lipocromici esattamente determinati. Esiste e deve essere giustamente espresso il tipico dimorfismo sessuale della specie, dato essenzialmente da una ridotta saturazione del lipocromo e un maggiore deposito di melanina bruna nelle femmine con evidenza del disegni specifico. - Capo e Dorso, verde scuro intenso, si realizza dall'interazione tra il fondo eumelanico bruno scuro ed il lipocromo giallo brillante che determina il tipico colore di questa specie. Nelle moderne selezioni è apprezzata una brillantezza del colore verde, consentito da uno scarso deposito feomelanico. La presenza di una leggera brinatura o soffusione grigiastra è tollerata, mentre è considerata eccellenza un colore intenso e saturo. Groppone verde brillante. NOTA nelle femmine,sul dorso la carica lipocromica è fortemente inferiore a quella maschile così da mettere in evidenza il fondo melanico notoriamente più ricco di eumelanina bruna e di feomelanina che va a realizzare un colore bruno caldo ed intenso su cui va ad evidenziarsi un regolare disegno a grani dai toni nerastri. - Gola e petto nei maschi deve presentare un colore verde/giallastro, carico, intenso e brillante, dato dal deposito eumelanico profondo che consente di mette in risalto il lipocromo, che deve estendersi quasi fino all'area ventrale dove si diluisce facendo apparire biancastra la zona cloacale. NOTA nelle femmine,sulla gola la carica lipocromica è fortemente ridotta rispetto a quella maschile così da realizzare nell'area della gola e del petto un colore di fondo biancastro o grigio, sfumato di lipocromo giallo su cui andrà a evidenziarsi un netto disegno a grani bruno scuro. - Remiganti e timoniere devono presentare un colore nero/brunastre sature con ampia banda lipocromica giallo limone. Nelle femmine le bande lipocromiche sono più ristrette e di colore meno intenso. Estensioni adeguate e intensità lipocromica delle bande alari e della coda sono elementi di pregio in sede di giudizio. Copritrici primarie e secondarie grigio brunastro. - Becco di colore bruno/nerastro, zampe carnicine, occhio nero.

5 STANDARD DELLE MUTAZIONI DI COLORE Verdone Agata maschio Identifica gli esemplari maschi della specie interessati dalla classica mutazione sesso legata detta "agata". Per questa mutazione è richiesto un fondo pulito, assolutamente privo di feomelanina e di eumelanina bruna, così da manifestarsi limpido e dai toni freddi, questo grazie alla forte ossidazione del residuo melanico richiesto come espressione selettiva della varietà. L'eumelanina deve presentarsi grigio scuro sul fondo e nerastra nei disegni. Capo e dorso devono presentare un intenso fondo grigio di tono freddo su cui risalta un disegno a grani completo, ma ridotto di colore nerastro. E' tollerabile una leggera brinatura apicale del vessillo. Groppone di colore verde chiaro intenso e brinato. Gola e petto devono presentare un fondo di colore verde chiaro brillante, apprezzato quando intenso, su cui devono risaltare i mustacchi di colore grigio scuro. Il lipocromo carico intenso e brillante per l'assenza di feomelanina e per la diluizione dell'eumelanina si deve manifestare di tonalità limone ed avere un'estensione adeguata e uguale all'ancestrale. La carenza di lipocromo deve essere considerata difetto grave del colore. remiganti e timoniere grigio/nerastro nettamente orlate di grigio chiaro con ampia banda lipocromica e copritrici grigie. becco grigio, zampe carnicino o appena melanizzate e occhio nero. Verdone Agata femmina Identifica gli esemplari femmina della specie, interessati dalla classica mutazione sesso legata detta "agata". Anche nelle femmine è richiesto un fondo melanico pulito e privo di feomelanina e di eumelanina bruna, così da manifestarsi limpido e dai toni freddi, questo grazie alla forte ossidazione del residuo melanico richiesta come espressione selettiva della varietà. L'eumelanina deve presentarsi grigio chiaro sul fondo di testa e dorso sul quale deve risaltare il disegno grigio scuro. E' richiesta un' espressione completa del disegno a chicchi della testa, del dorso dei mustacchi, del disegno a grani del petto e dei fianchi come per l'ancestrale, se pur ridotto nello spessore.

6 Il capo e il dorso devono presentare un fondo grigio chiaro su cui deve risaltare un disegno a grani grigio scuro quasi nerastro, completo e marcato, assimilabile a quello del tipo base. Groppone di colore verde chiaro intenso e brillante Gola e del petto devono presentare un fondo grigio molto chiaro, quasi biancastro su cui deve risaltare un disegno a grani ridotto, di colore grigio scuro e ben marcato. E' richiesta un espressione completa dei mustacchi, del disegno a grani del ventre e dei fianchi. Il lipocromo apparirà limpido e di tonalità limone. remiganti e timoniere grigio/nerastre, nettamente orlate di grigio chiaro, con copritrici grigie. Becco carnicino o appena melanizzato, zampe carnicino o appena melanizzate e occhio nero. PRINCIPALI DIFETTI DELLA VARIETA' AGATA Sono difetti gravi del colore la palese presenza di feomelanina e un'espressione brunastra o beige dell'eumelanina. Una diluizione eccessiva che porta ad un'espressione eumelanica grigio chiaro è considerato difetto grave di colore. Di contro un eccessiva ossidazione con toni eumelanici assolutamente neri è da considerarsi difetto del colore. XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX Verdone mascherato Maschio Identifica gli esemplari maschi della specie, interessati dalla classica mutazione sesso legata detta "mascherato" allelica all' agata. Per questa varietà è richiesta un'assenza totale della feomelanina e una forte riduzione di tutta l'eumelanina che deve assumere toni grigio perlacei. Il capo e il dorso devono presentare toni melanici grigio perlacei omogeneo e uniforme,che ricoperti dal lipocromo originano un colore verde grigiastro chiaro e brillante. In questa varietà si accetta che il disegno dorsale tenda a confondersi col fondo, ma è apprezzato il suo manifesto apparire, sempre a grani ordinati e precisi, di colore appena più intenso del fondo grigio perla. Groppone di colore giallo verdastro intenso e brillante gola e petto assumono toni giallo/verdastro chiaro e luminoso su cui devono risaltare i mustacchi di colore grigio. remiganti e timoniere grigio scuro orlate di grigio chiaro con ampia banda lipocromica e copritrici grigio perla. Becco carnicino o grigio chiaro, zampe carnicino, occhio scuro.

7 Verdone mascherato femmina Identifica gli esemplari femmina della specie, interessati dalla classica mutazione sesso legata detta "mascherato", allelica all'agata. Per questa varietà e richiesta una totale assenza di feomelanina e un decisa riduzione dell'eumelanina che deve apparire di colore grigio perlaceo. Il capo e il dorso devono presentare un fondo limpido e di colore grigio perla chiaro soffuso di lipocromo giallo limone, sul quale deve risaltare nettamente un disegno a grani completo e preciso, ma ridotto, di colore grigio perla. Groppone di colore giallo verdastro intenso e brillante Gola e petto devono presentare un fondo biancastro ornato da un evidente disegno eumelanico di colore grigio perla. E' richiesta un espressione completa, se pur ridotto dei mustacchi, del disegno a grani del ventre e dei fianchi. remiganti e timoniere grigio scuro orlate di grigio chiaro con copritrici grigio perla. Becco grigio chiaro, zampe carnicine, occhio scuro. PRINCIPALI DIFETTI DELLA VARIETA' "MASCHERATO" E' difetto grave di colore un fondo melanico infiltrato di feomelanina, così come un'espressione eumelanica brunastra. Altro difetto del colore ricorrente di questa varietà è l'eccessiva diluizione melanica. Anche toni grigio scuro o peggio nerastri o una disomogenea ossidazione delle melanine vanno penalizzati nella voce colore. NOTA non sono ammesse a concorso combinazioni con questa varietà XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX Verdone lutino maschio Identifica gli esemplari maschi della specie, interessati dalla classica mutazione sesso legata detta "lutino", allelica all'agata. In questa varietà è richiesta una totale assenza di feomelanina e un riduzione subtotale dell'eumelanina, di cui si apprezza solo un ridottissimo residuo di colore beige molto chiaro, visibile solo nella porzione centrale delle remiganti e delle timoniere, dove deve esprimersi in modo delicato e omogeneo senza addensamenti. L'eventuale assenza totale di melanina è considerata pregio.

8 In questa varietà ricerchiamo essenzialmente un fenotipo lipocromico con tonalità sature e limpide. Il fondo pressoché aciainico permette di esaltare il lipocromo che deve apparire saturo, brillante e assolutamente di tonalità limone. Becco e zampe carnicino, occhio rosso vivo. Verdone lutino femmina Identifica gli esemplari femmina della specie, interessati dalla classica mutazione sesso legata detta "lutino", allelica all'agata. In questa varietà è richiesta una totale assenza di feomelanina e un riduzione subtotale dell'eumelanina, di cui si apprezza un ridottissimo residuo di colore beige molto chiaro, visibile solo nella porzione centrale delle remiganti e delle timoniere, dove deve esprimersi in modo delicato e omogeneo senza addensamenti. L'eventuale assenza totale di melanina è considerata pregio. In questa varietà ricerchiamo essenzialmente un fenotipo lipocromico con tonalità sature e limpide. Nelle femmine il lipocromo pur apparendo generalmente brinato deve essere assolutamente di tonalità limone carico e più appariscente per l'estrema diluizione del fondo melanico. Becco e zampe carnicino, occhio rosso vivo. PRINCIPALI DIFETTI DELLA VARIETA' LUTINO In questa varietà è difetto grave di colore un infiltrazione melanica evidente, così come è difetto grave di colore un'espressione lipocromica scadente, slavata di tonalità opaca e disomogenea, o di contro calda e dorata, così come è da considerarsi impropria una distribuzione a "mosaico" dello stesso pigmento. A questa varietà possono associarsi oltre che espressioni scorrette del colore anche rachitismo, cecità, piumaggio rado o troppo abbondante e cadente. XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX Verdone bruno maschio Identifica gli esemplari maschi della specie interessati dalla classica mutazione sesso legata, detta "bruno". E' richiesta per questi animali una riduzione dell'ossidazione eumelanica, che deve esprimersi in un deciso colore marrone scuro combinato con un abbondante deposito feomelanico. capo e dorso devono esprimere un fondo melanico deciso e intenso di colore bruno carico sul quale è manifesto il disegno di colore bruno molto scuro, di cui è ricercata un'espressione completa, assimilabile al tipo base. Groppone di colore giallo caldo ed intenso

9 gola e petto assumono un intenso colore verde-giallastro uniforme e intenso, su cui devono essere ben evidenti i mustacchi bruno scuro. remiganti e timoniere devono essere marrone scuro orlate di beige con ampia banda lipocromica e copritrici grigio tortora. Il lipocromo intenso e brillante deve assumere toni dorati per l'abbondante presenza di feomelanina becco bruno chiaro, zampe carnicino, occhio scuro Verdone bruno femmina Identifica gli esemplari femmina della specie, interessati dalla classica mutazione sesso legata detta "bruno".". E' richiesta per questi animali un riduzione dell'ossidazione eumelanica, che deve esprimersi in un deciso colore marrone combinato con un abbondante deposito feomelanico. capo e dorso devono presentare un fondo melanico intenso di colore bruno carico sul quale è manifesto il disegno di colore bruno molto scuro, di cui è ricercata un'espressione completa assimilabile al tipo base. Groppone di colore giallo caldo ed intenso gola e petto devono presentare un fondo bruno caldo e intenso su cui si evidenzia un disegno a grani, completo e regolare di colore bruno molto scuro assimilabile al tipo base. E' richiesta un'espressione ottimale dei mustacchi, del disegno a grani del petto e dei fianchi. remiganti e timoniere devono essere marrone scuro orlate di beige, con copritrici grigio tortora. lipocromo assume tono dorati per la presenza abbondante di feomelanina becco bruno, zampe carnicino occhio scuro PRINCIPALI DIFETTI RICORRENTI NELLA VARIETA' BRUNO E'difetto ricorrente nella varietà Bruno un'espressione chiara e poco satura dell'eumelanina bruna, con fondo scarico e di tonalità fredda, anche per la carente pigmentazione feomelanica.di contro anche un'espressione decisamente nera dell'eumelanina deve essere considerato difetto di colore. XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

10 Verdone isabella maschio Identifica gli esemplari della specie interessati dalla combinazione genetica tra la mutazione agata e la bruno, notoriamente definita Isabella. Tale combinazione in coerenza con gli effetti delle due mutazioni incidenti determina una forte riduzione del fondo feomelanico e una forte riduzione del deposito eumelanico che si deve esprimere solo con toni brunastri e beige. Essendo una varietà a base bruna è richiesta un espressione melanica calda più vicina al bruno che all'agata, a sancirne un'immediata differenza con il mascherato. Capo e dorso devono presentare un colore di fondo beige carico e omogeneo senza schiarite o diluizioni che in combinazione con il lipocromo assume toni giallo carico, tendente al dorato per un evidente residuo feomelanico, su cui deve essere presente il disegno a grani completo, ma decisamente ridotto di tono bruno. Groppone di colore giallo intenso Gola e petto devono presentare un bel colore giallo carico, tendente al dorato dovuto al fondo bruno che caratterizza la varietà in questione. Devono essere evidenti i mustacchi di color beige scuro. Lipocromo appare intenso e brillante, ma caratteristicamente tendente al dorato per il fondo melanico su cui interagisce. remiganti e timoniere devono essere di un deciso colore beige scuro, leggermente orlate di beige molto chiaro, con ampia banda lipocromica e copritrici grigio tortora. Becco e zampe carnicino, occhio rosso scuro. Verdone isabella femmina Identifica gli esemplari femmina della specie interessati dalla combinazione genetica tra la mutazione agata e la bruno, notoriamente definita Isabella. Tale combinazione in coerenza con gli effetti delle due mutazioni incidenti, determina una forte riduzione del fondo feomelanico e una forte riduzione del deposito eumelanico che si deve esprimere solo con toni brunastri e beige. Essendo una varietà a base bruna è richiesta un espressione melanica calda più vicina al bruno che all'agata, a sancirne un'identità chiara e caratteristica Capo e dorso devono presentare un caldo ed intenso colore di fondo bruno chiaro, realizzato dall'interazione tra un residuo di feomelanina e l'eumelanina bruna ridotta. sul fondo deve risaltare completo e preciso, ma fortemente ridotto il disegno a grani tipico. E' tollerato un appastellamento solo del disegno del capo,

11 mentre deve essere apprezzabile il disegno del dorso di colore bruno chiaro. Groppone di colore giallo intenso gola e petto devono presentare un fondo melanico omogeneo e saturo, senza schiarite di colore beige carico su cui deve essere evidente un disegno a grani regolare,ma ridotto di colore bruno chiaro così come devono essere evidenti i mustacchi di colore beige scuro. remiganti e timoniere devono essere di un deciso colore beige scuro leggermente orlate di beige chiaro, copritrici grigio tortora. Lipocromo intenso e di tonalità calda per la presenza sottostante di feomelanina Becco e zampe carnicino, occhio rosso scuro. DIFETTI RICORENTI DELLA VARIETA' ISABELLA sono difetti ricorrenti del colore di questa varietà l'eccessiva diluizione del fondo melanico, con esemplari maschi che appaiono molto gialli/ lipocromici e femmine di colore beige omogeneo. così come è difetto di colore un'espressione fredda e grigiastra del deposito melanica e un'ossidazione eccessiva. E' difetto grave del disegno l'appastellamento o la scomparsa completa dello stesso. XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX Verdone satiné maschio Identifica gli esemplari maschi della specie interessati dalla combinazione genetica tra la mutazione lutino e la mutazione bruno notoriamente definita Satiné. Tale combinazione in coerenza con gli effetti delle due mutazioni incidenti, determina una totale riduzione del fondo feomelanico e una forte riduzione del deposito eumelanico che si esprimere solo con toni bruno chiaro. Essendo una varietà a base bruna è richiesta un espressione melanica calda, ma fortemente diluita in particolare rispetto al fondo che risulta quasi aciainico, questo a sancirne un'identità caratteristica e ben distinguibile dalla varietà isabella dove è richiesta di contro un'evidente fondo melanico. capo e dorso il fondo melanico in questa varietà non deve essere palesemente evidente perchè fortemente ridotto, così da produrre solo un leggerissimo

12 scurimento del lipocromo che deve apparire saturo ed intenso di tonalità calda, ma non dorata. E' apprezzabile la presenza di un leggerissimo disegno di colore nocciola chiaro. Groppone di colore giallo intenso gola e petto devono essere intensamente pigmentati da lipocromo giallo carico di tonalità calda su cui devono risaltare i mustacchi di colore beige remiganti e timoniere devono essere pigmentate in modo deciso ed omogeneo di colore beige chiaro ed essere orlate di bianco per l'assenza di feomelanina. Bande lipocromiche ampie ed intense. Copritrici beige chiaro. Lipocromo deve apparire intenso e carico, di tonalità calda, ma non dorata. Appare più evidente per la scarsità del fondo melanico Becco e zampe carnicino, occhio rosso. Verdone satinè femmina Identifica gli esemplari femmina della specie interessati dalla combinazione genetica tra la mutazione lutino e la mutazione bruno notoriamente definita Satiné. Tale combinazione in coerenza con gli effetti delle due mutazioni incidenti, determina una totale riduzione del fondo feomelanico e una forte riduzione del deposito eumelanico che si esprimere solo con toni bruno chiaro. Essendo una varietà a base bruna è richiesta comunque un espressione melanica calda, ma fortemente diluita in particolare rispetto al fondo che risulta quasi aciainico, questo a sancirne un'identità caratteristica e ben distinguibile dalla varietà isabella dove è richiesta di contro un'evidente fondo melanico. Capo e dorso devono presentare un fondo bruno estremamente chiaro e freddo per l'assenza di feomelanina, possibilmente soffuso di lipocromo. E' apprezzata l'evidenza di un leggerissimo disegno bruno molto chiaro. Groppone di colore giallo intenso petto e gola devono presentare un fondo beige molto chiaro dove è appena percettibile il disegno a grani di colore bruno molto chiaro. E' richiesta una chiara evidenza dei mustacchi di colore bruno molto chiaro.

13 Remiganti e timoniere devono essere pigmentate in modo deciso ed omogeneo di eumelanina beige chiaro ed essere orlate di bianco per l'assenza di feomelanina. Copritrici beige chiaro. Lipocromo carico ed intenso di tonalità calda, appare più manifesto per la scarsità del fondo melanico. Becco e zampe carnicino, occhio rosso. DIFETTI RICORRENTI DELLA VARIETA' SATINE' E' difetto ricorrente del colore un fondo troppo diluito con totale scomparsa dell'espressione melanica richiesta come tipicità della varietà. Anche una saturazione eccessiva del fondo melanico con disegno troppo marcato, remiganti e timoniere troppo scure sono da penalizzare nella voce colore. Lipocromo troppo brinato e poco brillante, di tonalità decisamente limone sono condizioni da penalizzare perchè non caratterizzanti il fenotipo richiesto. XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX Verdone pastello maschio Identifica gli esemplari maschi della specie interessati dalla classica mutazione sesso legata detta "pastello". E' richiesta per questa varietà una modesta riduzione quantitativa del pigmento eumelanico senza che ne vengano modificati i rapporti qualitativi, questo significa che sono considerati ottimali i seguenti rapporti cromatici : il nero diventa grigio scuro, il bruno diventa castano. Il deposito feomelanico rimane inalterato e va a sommarsi con l'eumelanina bruna enfatizzando un fondo di tono brunastro, caldo e carico. Nell'insieme si apprezza un fenotipo che presenta una diluizione contenuta ma omogenea, dove si appiattiscono i contrasti cromatici a causa dello schiarimento delle melanina più scure che non risaltano più sul fondo, fenomeno questo che va sotto il nome di di appastellamento Capo e dorso devono presentare un colore di fondo bruno, carico e omogeneo su cui non deve risaltare alcun disegno, che deve essere ridotto a livello di una patina grigio scura, che nell'insieme da un aspetto appastellato del colore ( deciso omogeneo ma indistinguibile tra le componenti)

14 Gola e petto devono presentarsi di un verde carico, omogeneo e di tonalità calda. I mustacchi devono essere di colore grigio scuro, chiaramente distinti dal fondo. Remiganti e timoniere devono essere grigio molto scuro uniforme, appena orlate di grigio chiaro con ampie bande lipocromiche e copritrici grigio/brunastro. Lipocromo carico ed intenso di tono caldo. Becco grigio scuro, zampe melanizzate, occhio nero Verdone pastello femmina Identifica gli esemplari femmina della specie interessati dalla classica mutazione sesso legata detta "pastello". E' richiesta per questa varietà una riduzione quantitativa del pigmento eumelanico senza che ne vengano modificati i rapporti qualitativi, questo significa che sono considerati ottimali i seguenti rapporti cromatici : il nero diventa grigio scuro, il bruno diventa castano. Il deposito feomelanico rimane inalterato e va a sommarsi con l'abbondante l'eumelanina bruna enfatizzando un fondo di tono brunastro e caldo. Nell'insieme si apprezza un fenotipo che presenta una diluizione contenuta ma omogenea dei toni neri, dove si appiattiscono i contrasti cromatici a causa dello schiarimento delle melanina più scure che non risaltano più sul fondo decisamente bruno, fenomeno questo che va sotto il nome di appastellamento. Capo e dorso devono presentare un deciso colore brunastro infiltrato di grigio scuro su cui è apprezzabile un disegno dell'espressione appastellata, ma non marcata. gola e petto devono presentare un colore bruno grigiastro omogeneo e saturo, su cui deve essere percepibile un disegno a grani dall'espressione appastellata. Timoniere e remiganti devono presentare un deciso colore grigio scuro orlate di grigio chiaro Lipocromo carico ed intenso di tonalità calda. Becco grigio scuro, zampe melanizzate, occhio nero

15 DIFETTI RICORENTI DELLA VARIETA' PASTELLO E' considerato difetto grave del colore una forte diluizione melanica che schiarisca il fondo melanico e in particolare il colore delle penne forti che da grigio scuro assume tono grigio chiari o addirittura perlacei. Anche toni troppo freddi dell'espressione melanica per perdita del deposito di melanine brune sono considerati difetto perchè espressione inappropriata del fenotipo considerato. E' difetto del disegno un disegno marcato e ben distinto dal fondo così come la comparsa di "perlature" aree di schiarimento, prodotte per la diluizione drastica del disegno eumelanico rappresenta grave difetto di colore e disegno. NOTA non sono ammesse a concorso combinazioni con questa varietà. XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX Verdone Diluito Premessa. Questa varietà corrisponde esattamente alla nota mutazione "diluito" presente storicamente nel lucherino europeo, con ereditarietà di tipo interdominante, capace di determinare un fenotipo diverso a seconda della condizione di omozigosi o di eterozigosi. Considerando come tipica e oggettivamente distinguibile solo la forma omozigote della varietà, si ritiene opportuno deliberare la sola ammissione a concorso dei soggetti omozigoti su base nerobruno che nettamente si distinguono dalla classica varietà pastello. Per tanto non sono ammessi a concorso esemplari che palesano un fenotipo intermedio dato dalla condizione di eterosi della mutazione, così come non sono ammesse a concorso le sue combinazioni, al fine di fissarne la conoscenza adeguata e migliorarne e indirizzarne la giusta selezione. Verdone diluito maschio Identifica gli esemplari maschi della specie interessati in modo omozigote dalla nota varietà genetica detta diluito a dominanza intermedia. E' richiesta per questi esemplari un'espressione melanica caratterizzata da una forte diluizione eumelanica che in combinazione col deposito feomelanico anch'esso ridotto, danno origine ad un fondo grigio brunastro su cui devono risaltare regolari ed ordinate le perlature date dall'intensa diluizione del disegno eumelanico. Queste devono apparire per tanto nettamente più chiare del fondo. La perlatura è da considerare un elemento di rilevante importanza nell'espressione ottimale di questo fenotipo.

16 Capo e dorso presentano un colore di fondo grigioverdastro omogeneo, infiltrato di pigmento bruno su cui deve risaltare la "perlatura" tipica della varietà. Gola e petto devono presentare un colore verde/giallastro omogeneo su cui è richiesta la visibilità dei mustacchi. Timoniere e remiganti devono apparire fortemente diluite e assumere lo stesso colore delle perlature ovvero assumere un deciso colore grigio perlaceo uniforme, appena orlate di beige chiaro con copritrici brunastre Lipocromo intenso e limpido di tonalità limone. Becco carnicino, zampe carnicino occhio scuro Verdone diluito femmina Identifica gli esemplari femmina della specie interessati in modo omozigote dalla varietà genetica detta diluito a dominanza intermedia. E' richiesta per questi esemplari un'espressione melanica caratterizzata da una forte diluizione eumelanica che in combinazione col deposito feomelanico anch'esso ridotto, danno origine ad un fondo grigio brunastro su cui devono risaltare regolari ed ordinate le tipiche perlature date dall'intensa diluizione del disegno eumelanico. Queste devono apparire per tanto nettamente più chiare del fondo. La perlatura è da considerare un elemento di rilevante importanza nell'espressione ottimale di questo fenotipo. Capo e dorso devono esprimere un colore di fondo grigio opaco su cui in modo regolare ed evidente devono risaltare le perlature grigio perlacee. Può essere presente una patina brunastra, da considerare elemento di tipicità. Gola e petto devono presentare un colore di fondo grigio opaco, carico ed omogeneo su cui si possono evidenziare tracce del disegno. I mustacchi devono essere apprezzabili. Timoniere e remiganti devono apparire fortemente diluite e assumere lo stesso colore delle perlature ovvero assumere un deciso colore grigio perlaceo uniforme, appena orlate di beige chiaro con copritrici brunastre. lipocromo intenso e limpido di tonalità limone. Becco carnicini, zampe carnicino, occhio scuro

17 PRINCIPALI DIFETTI DELLA VARIETA' DILUITO E' grave e ricorrente difetto di colore di questa varietà, una diluizione melanica eccessiva e disomogenea dove non siano più evidenti le perlature. E' difetto di colore anche un fondo marmorizzato o infiltrato di melanina troppo scura così come è difetto del colore la totale assenza di feomelanina. E' difetto del disegno una perlatura scadente, poco evidente e irregolare o di contro esagerata. NOTA non sono ammesse a concorso combinazioni con questa varietà

STANDARD DEL CARPODACO MESSICANO

STANDARD DEL CARPODACO MESSICANO STANDARD DEL CARPODACO MESSICANO NOMENCLATURA UFFICIALE Nome scientifico: haemorhous messicanus / Carpodacus messicanus (sinonimi) nome comune/ denominazione ufficiale : Carpodaco messicano Nota: a tale

Dettagli

A G A P O R N I S - 2

A G A P O R N I S - 2 A G A P O R N I S - 2 1 CLASSIFICAZIONE Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Agapornis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE Fischeri Serie verde: verde (ancestrale),

Dettagli

Schede tecniche INDIGENI ESOTICI IBRIDI. Diamante Mandarino mutazione topazio (ex agata) di G. Ficeti e M. Piccinini - foto di S.

Schede tecniche INDIGENI ESOTICI IBRIDI. Diamante Mandarino mutazione topazio (ex agata) di G. Ficeti e M. Piccinini - foto di S. Diamante Mandarino bruno topazio femmina Schede tecniche Diamante Mandarino mutazione topazio (ex agata) di G. Ficeti e M. Piccinini - foto di S. Giannetti e Foi La mutazione causa la riduzione delle eumelanine

Dettagli

Diamante Mandarino PETTO ARANCIO

Diamante Mandarino PETTO ARANCIO Diamante Mandarino PETTO ARANCIO Scheda tecnica del D. Mandarino mutazione Petto Arancio La mutazione Petto Arancio è un fattore a carattere recessivo che agisce principalmente sull eumelanina dei disegni

Dettagli

Scheda tecnica del D. Mandarino mutazione Guancia Nera

Scheda tecnica del D. Mandarino mutazione Guancia Nera D. Mandarino mutazione Guancia Nera Il fattore guancia nera determina la sostituzione della feomelanina con eumelanina nel disegno delle guance e dei fianchi nei maschi formando un tuttuno con il disegno

Dettagli

A G A P O R N I S - 5

A G A P O R N I S - 5 A G A P O R N I S - 5 1 CLASSIFICAZIONE Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Agapornis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE Personatus Serie verde: verde (ancestrale),

Dettagli

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI A G A P O R N I S 4 CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. verde scuro verde oliva

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI A G A P O R N I S 4 CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. verde scuro verde oliva A G A P O R N I S 4 CLASSIFICAZIONE 1 Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Agapornis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE nigrigenis verde verde scuro verde oliva pastello*

Dettagli

A G A P O R N I S - 4

A G A P O R N I S - 4 A G A P O R N I S - 4 1 CLASSIFICAZIONE Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Agapornis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE Nigrigenis Serie verde: verde (ancestrale),

Dettagli

SCHEDA STANDARD DEL CARDELLINO (CARDUELIS CARDUELIS)

SCHEDA STANDARD DEL CARDELLINO (CARDUELIS CARDUELIS) Scheda CARDELLINO SCHEDA STANDARD DEL CARDELLINO (CARDUELIS CARDUELIS) Il cardellino fa parte dell avifauna europea ed è uccello che si presenta in molte varietà geografiche che hanno dato luogo a diverse

Dettagli

Scheda tecnica del D. Mandarino mutazione Topazio (ex Agata)

Scheda tecnica del D. Mandarino mutazione Topazio (ex Agata) Mandarino mutazione Topazio La mutazione causa la riduzione delle eumelanine sull intero fenotipo e delle feomelanine nel solo piumaggio del dorso-ali sia nei maschi che nelle femmine. La mutazione Topazio

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori ANATRA CIUFFATA

Associazione Lombarda Avicoltori  ANATRA CIUFFATA ANATRA CIUFFATA I GENERALITA Origine: E' il risultato di una mutazione di anatre comuni europee. Uovo Peso minimo g. 60 Colore del guscio: bianco verdastro. Anello : 16 : 16 II TIPOLOGIA ED INDIRIZZI PER

Dettagli

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI P O L Y T E L I S CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. p. swainsonii nessuna Ancestrale

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI P O L Y T E L I S CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. p. swainsonii nessuna Ancestrale P O L Y T E L I S 1 CLASSIFICAZIONE Ordine: Psittaciformes Famiglia: Psittacidae Sottofamiglia: Psittacinae Genere: Polytelis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE p. swainsonii nessuna Ancestrale p. anthopeplus

Dettagli

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI A G A P O R N I S 1 CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. ablectanae essuna

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI A G A P O R N I S 1 CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. ablectanae essuna A G A P O R N I S 1 CLASSIFICAZIONE 1 Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Agapornis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE canus nessuna ablectanae essuna pullarius verde

Dettagli

ANATRA MUTA DI BARBERIA

ANATRA MUTA DI BARBERIA ANATRA MUTA DI BARBERIA I GENERALITA Origine: America del Sud. Regione della Barberia, dove ancora oggi si trova allo stato selvatico. Uovo Peso minimo g. 70 Colore del guscio: bianco giallastro. Anello

Dettagli

Scheda tecnica del D. Mandarino mutazione Petto Nero

Scheda tecnica del D. Mandarino mutazione Petto Nero mutazione Petto Nero Disegno Petto Nero Striscia dell'occhio (Lacrima) Assente. Striscia del becco (Mustacchio) E' presente in entrambi i sessi, deve essere sempre presente a fianco della valva superiore

Dettagli

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI A G A P O R N I S 1 CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. ablectanae essuna.

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI A G A P O R N I S 1 CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. ablectanae essuna. A G A P O R N I S 1 CLASSIFICAZIONE 1 Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Agapornis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE canus nessuna ablectanae essuna lilianae verde

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori PLYMOUTH ROCK

Associazione Lombarda Avicoltori  PLYMOUTH ROCK PLYMOUTH ROCK I GENERALITA Origine: USA. Plymouth nel Massachusetts. Uovo Peso minimo g. 55 Colore del guscio: da crema a bruno. Anello Gallo : 22 Gallina : 20 II TIPOLOGIA ED INDIRIZZI PER LA SELEZIONE

Dettagli

B O L B O R H Y N C H U S

B O L B O R H Y N C H U S B O L B O R H Y N C H U S 1 CLASSIFICAZIONE Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Bolborhynchus SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE Ferrugineifrons (Lawrence) nessuna

Dettagli

NYMPHICUS HOLLANDICUS

NYMPHICUS HOLLANDICUS NYMPHICUS HOLLANDICUS 1 CLASSIFICAZIONE Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Nymphicus SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE hollandicus nessuna ancestrale pezzato cannella

Dettagli

A G A P O R N I S CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. verde scuro. verde oliva. pastello verde. pastello verde scuro. pastello verde oliva

A G A P O R N I S CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. verde scuro. verde oliva. pastello verde. pastello verde scuro. pastello verde oliva 1 A G A P O R N I S CLASSIFICAZIONE Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Agapornis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE nigrigenis verde verde scuro verde oliva pastello

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori COCINCINA

Associazione Lombarda Avicoltori  COCINCINA COCINCINA I GENERALITA Origine: Sud della Cina. Allevata dopo la metà del XIX secolo. Uovo Peso minimo 53 g. Colore del guscio: bruno-giallo. Anello Gallo : 27 Gallina : 24 II TIPOLOGIA ED INDIRIZZI PER

Dettagli

TACCHINO BRIANZOLO. Uovo Peso minimo g. 70 Bianco avorio fittamente punteggiato di marrone. Anello Maschio: 22 Femmina: 20

TACCHINO BRIANZOLO. Uovo Peso minimo g. 70 Bianco avorio fittamente punteggiato di marrone. Anello Maschio: 22 Femmina: 20 I - GENERALITA' Origine Tacchino di mole leggera, diffuso nel nord Italia, Brianza. Discende probabilmente dal Ronquieres belga, dal quale ha ereditato la variabilità nei colori della livrea. Molto conosciuto

Dettagli

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI F O R P U S CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI F O R P U S CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE F O R P U S 1 CLASSIFICAZIONE Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Aratingidae Forpinae Forpus (Boie) SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE coelestis (Linnè) nessuna ancestrale fulvo verde ala

Dettagli

MARANS I - GENERALITA. Origine

MARANS I - GENERALITA. Origine MARANS I - GENERALITA Origine Francia, città portuale di Marans sull Oceano Atlantico. Razza selezionata incrociando polli locali con soggetti di tipologia combattente e più recentemente con la Langschan

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori COMBATTENTE INDIANO

Associazione Lombarda Avicoltori  COMBATTENTE INDIANO COMBATTENTE INDIANO I GENERALITA Origine: Creazione puramente inglese a partire dall Asyl. Create più tardi negli USA le varietà Bianca e Fulva ricorrendo alla Malese Bianca e rispettivamente alla Cocincina

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori OLANDESE CON CIUFFO

Associazione Lombarda Avicoltori  OLANDESE CON CIUFFO OLANDESE CON CIUFFO I GENERALITA Origine: Paesi Bassi. Da secoli molto allevato nell Europa centrale. Uovo Peso minimo g. 45 Colore del guscio: bianco. Anello Gallo : 18 Gallina : 16 II TIPOLOGIA ED INDIRIZZI

Dettagli

SCHEDA STANDARD DEL FRINGUELLO (FRINGILLIA COELEBS)

SCHEDA STANDARD DEL FRINGUELLO (FRINGILLIA COELEBS) SCHEDA STANDARD DEL FRINGUELLO (FRINGILLIA COELEBS) Il Fringuello fa parte dell avifauna europea ed è uccello comune e di passo nella nostra nazione. Il soggetto presenta un dimorfismo sessuale evidente

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori ARAUCANA NANA

Associazione Lombarda Avicoltori  ARAUCANA NANA ARAUCANA NANA I GENERALITA Origine: Germania e Stati Uniti. Uovo Peso minimo g. 32 Colore del guscio: turchese (da blu verdastro a verde bluastro) Anello Gallo : 13 Gallina : 11 II TIPOLOGIA ED INDIRIZZI

Dettagli

Carduelis flammea cabaret (Archivio F.O.I.) ITALIANO

Carduelis flammea cabaret (Archivio F.O.I.) ITALIANO Carduelis flammea cabaret (Archivio F.O.I.) ITALIANO VERZELLINO SERINUS SERINUS Anello: A = 2,00 mm. (per l Italia anello A = 2,4 ) COLLO: SPALLE: SOPRAC Piccolo, corto, conico e grigio scuro Bruno scuro

Dettagli

I MELANINICI OPALE. I Melaninici TIPO - VARIETA - CATEGORIA. G/n,L',O AVOR'O G'A'JO. c - MosArco ROSSO. c - MosAtco ROSSO AVOR /O BTANCO DOTIAINANTE

I MELANINICI OPALE. I Melaninici TIPO - VARIETA - CATEGORIA. G/n,L',O AVOR'O G'A'JO. c - MosArco ROSSO. c - MosAtco ROSSO AVOR /O BTANCO DOTIAINANTE I Melaninici I MELNINII I anarini di olore interessati dal 3o fattore di riduzione, vengono denominati. Tale fattore riduce quantitativamente e modifica qualitativamente l'eumelanina, riducendo fortemente

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori WYANDOTTE

Associazione Lombarda Avicoltori  WYANDOTTE WYANDOTTE I GENERALITA Origine: Selezionata negli U.S.A. e riconosciuta ufficialmente come razza nel 1883. In Europa è presente dal 1890. Uovo Peso minimo g. 60 Colore del guscio: bruno scuro: Anello Gallo

Dettagli

ANATRA CORRITRICE INDIANA

ANATRA CORRITRICE INDIANA ANATRA CORRITRICE INDIANA I GENERALITA Origine: India Orientale. La razza progenitrice, per quanto riguarda la forma, è l'anatra Pinguino dell'india Orientale Meridionale. Selezionata alla fine del XIX

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori PADOVANA

Associazione Lombarda Avicoltori  PADOVANA PADOVANA I GENERALITA Origine: Italia. Razza molto antica, selezionata incrociando polli di campagna ciuffati. Uovo Peso minimo g. 50 Colore del guscio: bianco. Anello Gallo : 18 Gallina : 16 II TIPOLOGIA

Dettagli

STANDARD DEL PASSERO DEL GIAPPONE (Lonchura striata domestica) Origini

STANDARD DEL PASSERO DEL GIAPPONE (Lonchura striata domestica) Origini STANDARD DEL PASSERO DEL GIAPPONE (Lonchura striata domestica) Origini Anche se tassonomicamente viene considerato alla stregua delle varie sottospecie di Lonchura striata, il Passero del Giappone non

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori BARBUTA DI GRUBBE

Associazione Lombarda Avicoltori  BARBUTA DI GRUBBE BARBUTA DI GRUBBE I GENERALITA Origine: Belgio. Apparsa agli inizi del XX secolo nell allevamento di Robert Pauwels a Everberg. Chiamata poi come la città De Grubbe. Uovo Peso minimo g. 35 Colore del guscio:

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori ITALIANA

Associazione Lombarda Avicoltori  ITALIANA ITALIANA I GENERALITA Origine: Germania. Selezionata da polli di campagna italiani. Uovo Peso minimo g. 55 Colore del guscio: bianco candido. Anello Gallo : 18 Gallina : 16 II TIPOLOGIA ED INDIRIZZI PER

Dettagli

Appenzell con Ciuffo

Appenzell con Ciuffo Appenzell con Ciuffo I GENERALITA Origine: Svizzera, cantone di Appenzell. Selezionata da vecchie razze ciuffate. Uovo Peso minimo g. 55 Colore del guscio: bianco. Anello Gallo : 16 Gallina : 15 II TIPOLOGIA

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori BARBUTA D UCCLE

Associazione Lombarda Avicoltori  BARBUTA D UCCLE BARBUTA D UCCLE I GENERALITA Origine: Belgio, Uccle. Selezionata dal Sig. Michel van Gelber nel 1904. E' il risultato di incroci di polli nani calzati con la Barbuta d' Anversa. Uovo Peso minimo g. 35

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori ORPINGTON

Associazione Lombarda Avicoltori  ORPINGTON ORPINGTON I GENERALITA Origine: Selezionata dall'inglese William Cook nel 1886. Il nome deriva dal villaggio dove viveva Cook. Selezionata incrociando differenti razze, quali, Minorca, Plymouth Rock e

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori CHABO

Associazione Lombarda Avicoltori  CHABO CHABO I GENERALITA Origine: Giappone. Uovo Peso minimo g. 28 Colore del guscio: da bianco crema a beige. Anello Gallo : 13 Gallina : 11 II TIPOLOGIA ED INDIRIZZI PER LA SELEZIONE Pollo nano autentico tranquillo,

Dettagli

CLUB ITALIANO DELLA COCINCINA ARGENTATA FRUMENTO E DORATA FRUMENTO

CLUB ITALIANO DELLA COCINCINA ARGENTATA FRUMENTO E DORATA FRUMENTO CLUB ITALIANO DELLA COCINCINA ARGENTATA FRUMENTO E DORATA FRUMENTO ARGENTATA FRUMENTO 1992 (D.Aschenbach) BELGIO (zilvertarwe; froment argentè) FRANCIA (froment argentè) GERMANIA (silber-weizenfarbig)

Dettagli

Moroseta perniciata argento a maglie

Moroseta perniciata argento a maglie Moroseta perniciata argento a maglie Mezza sorella della perniciata a maglie, la varietà di Moroseta perniciata argento a maglie ha visto crescere la propria popolarità a partire dagli anni 2000. Inizialmente

Dettagli

TACCHINO Famiglia:Galliformi Genere: Meleagris Specie: gallopavo

TACCHINO Famiglia:Galliformi Genere: Meleagris Specie: gallopavo TACCHINO Famiglia:Galliformi Genere: Meleagris Specie: gallopavo Nome comune: Tacchino di Parma e Piacenza Sinonimi accertati: Sinonimie errate: Denominazioni dialettali locali Data inserimento nel repertorio:

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori BRAHMA

Associazione Lombarda Avicoltori  BRAHMA BRAHMA I GENERALITA Origine: Selezionata in U.S.A. da polli di origine asiatica. Uovo Peso minimo g. 60 Colore del guscio: da giallo bruno a giallo rosso. Anello Gallo : 27 Gallina : 24 II TIPOLOGIA ED

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori TACCHINI

Associazione Lombarda Avicoltori  TACCHINI TACCHINI I GENERALITA Origine: America. Selezionato dai tacchini selvatici. Comune negli stati dell'europa occidentale già dal 1550. Uovo Peso minimo g. 70 Colore del guscio: bruno giallastro con dei puntini

Dettagli

ARLECCHINO PORTOGHESE

ARLECCHINO PORTOGHESE ARLECCHINO PORTOGHESE Tipo: mesomorfo Canarino di razza pesante L Arlecchino portoghese (Arlequim Português in Lingua portoghese) rappresenta l evoluzione selettiva, avvenuta in cattività, dei vecchi canarini

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori LIVORNO

Associazione Lombarda Avicoltori  LIVORNO LIVORNO I GENERALITA Origine: Italia centrale. Razza selezionata usando polli leggeri allevati nelle campagne toscane. Uovo Peso minimo g. 55 Colore del guscio: bianco: Anello Gallo : 18 Gallina : 16 II

Dettagli

Nani di colore (FZw) Sommario. Razza nana in diversi colori

Nani di colore (FZw) Sommario. Razza nana in diversi colori Nani di colore (FZw) Razza nana in diversi colori Peso minimo 1,1 kg Peso ideale 1,25-1,4 kg Peso massimo 1,5 kg Caratteri ereditati dominanti Grigio ferro, Hotot e martora recessivi Originario dell Inghilterra

Dettagli

INTRODUZIONE. La Commissione Tecnica Nazionale

INTRODUZIONE. La Commissione Tecnica Nazionale INTRODUZIONE L esigenza di provvedere all elaborazione di una nuova edizione dei criteri di giudizio dei canarini di colore non nasce solo dalla necessità di dover aggiornare un testo ormai obsoleto. Tra

Dettagli

Mutazioni INDIGENI ESOTICI IBRIDI. La genetica dell agata e dintorni. La selezione tra azione mutante, alleli multipli e tecnica

Mutazioni INDIGENI ESOTICI IBRIDI. La genetica dell agata e dintorni. La selezione tra azione mutante, alleli multipli e tecnica Verdone agata maschio Mutazioni La genetica dell agata e dintorni di Francesco Faggiano - foto P. Rocher, S. Giannetti e Foi La selezione tra azione mutante, alleli multipli e tecnica Introduzione Nell

Dettagli

Nuove mutazioni. CANARINI di COLORE. Benvenuto Jaspe. di Roberto Rossi e Diego Crovace - foto S. Giannetti. Bruno Jaspe rosso mosaico femmina s.f..

Nuove mutazioni. CANARINI di COLORE. Benvenuto Jaspe. di Roberto Rossi e Diego Crovace - foto S. Giannetti. Bruno Jaspe rosso mosaico femmina s.f.. Bruno Jaspe rosso mosaico femmina s.f.. Nuove mutazioni Benvenuto Jaspe di Roberto Rossi e Diego Crovace - foto S. Giannetti Gli appassionati della canaricoltura di colore ricorderanno l anno 2014 come

Dettagli

L. R. N. 1/2008 TUTELA DEL PATRIMONIO DI RAZZE E VARIETÀ LOCALI DI

L. R. N. 1/2008 TUTELA DEL PATRIMONIO DI RAZZE E VARIETÀ LOCALI DI L. R. N. 1/2008 TUTELA DEL PATRIMONIO DI RAZZE E VARIETÀ LOCALI DI INTERESSE AGRARIO DEL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO SCHEDA TECNICA PER L ISCRIZIONE AL REPERTORIO (revisionata) TACCHINO DI PARMA E PIACENZA

Dettagli

Categorie ufficiali Canarini di colore lipocromici

Categorie ufficiali Canarini di colore lipocromici Categorie ufficiali Canarini di colore lipocromici 1 Giallo intenso 2 3 Giallo intenso ali bianche 4 5 Giallo brinato 6 7 Giallo brinato ali bianche 8 9 Giallo mosaico maschio 10 11 Giallo mosaico femmina

Dettagli

CATEGORIE A CONCORSO

CATEGORIE A CONCORSO Cat. singolo CATEGORIE A CONCORSO Cat. stamm 1 Verdone Ancestrale Maschio 2 3 Verdone del Meridione Ancestrale Maschio 4 5 Verdone Scozzese Ancestrale Maschio 6 7 Verdone Bruno Maschio 8 9 Verdone Agata

Dettagli

Screziato inglese (ESch)

Screziato inglese (ESch) Screziato inglese (ESch) Razza piccola con screziatura a punti Peso minimo 2,5 kg Peso ideale 2,7-3,1 kg Peso massimo 3,3 kg Caratteri ereditari recessivi Originario dell Inghilterra Discendente da conigli

Dettagli

Quello sparviero di cioccolato

Quello sparviero di cioccolato La varietà è stata riconosciuta in Italia lo scorso mese di aprile Quello sparviero di cioccolato Gruppo di Moroseta cioccolato sparviero Pulcino di Moroseta cioccolato sparviero di Olivier Nicou In tutte

Dettagli

Standard Italiano. I - Generalità

Standard Italiano. I - Generalità PLYMOUTH ROCK D I FABRIZI IO I FOCARDI Standard Italiano Il nome di questa razza deriva dal suo luogo d origine: Plymouth, nel Massachusetts. L aggiunta di Rock - che significa roccia - sta forse a significare

Dettagli

I CANARINI ONICE. I Melaninici. I Canarini di Colore interessati dall'8o fattore di riduzione vengono denominati "ONICE".

I CANARINI ONICE. I Melaninici. I Canarini di Colore interessati dall'8o fattore di riduzione vengono denominati ONICE. I Melaninii I CNRINI I Canarini di Colore interessati dall'8o fattore di riduzione vengono denominati "". Tale fattore eserita la sua azione riduendo le eumelanin e la feomelanina, lasiando però inalterata

Dettagli

ANELLI IN ALLUMINIO ANODIZZATO PER CANARINI DI FORMA E POSIZIONE LISCI

ANELLI IN ALLUMINIO ANODIZZATO PER CANARINI DI FORMA E POSIZIONE LISCI Il valore della lunghezza morfologica viene calcolato stimando la distanza visiva tra la punta del becco e la punta della coda quando il canarino è nella sua posizione standard. Ali e code sudice, zampe

Dettagli

PASSERI DEL GIAPPONE A ZEBRA S 2011

PASSERI DEL GIAPPONE A ZEBRA S 2011 ESOTICI PASSERI DEL GIAPPONE A ZEBRA S 2011 Quella del 2011 è stata l edizione dei record. Record generale di ingabbi, record per il numero dei Diamanti mandarini (628) e, soprattutto, record di Passeri

Dettagli

Quattro chiacchiere sull età della beccaccia

Quattro chiacchiere sull età della beccaccia Quattro chiacchiere sull età della beccaccia Giuseppe Landucci e Arianna Aradis Questa breve guida vi potrà, forse, essere utile per tentare di dare un età alle beccacce. Sono ormai note le caratteristiche

Dettagli

Anno d insediamento. N. riproduttori. Accessioni valutate. 1) Luoghi di conservazione ex situ: Incubatoi incaricati della moltiplicazione:

Anno d insediamento. N. riproduttori. Accessioni valutate. 1) Luoghi di conservazione ex situ: Incubatoi incaricati della moltiplicazione: COLOMBO REGGIANINO Famiglia: Genere: Columba Specie:livia Nome comune: Codice iscrizione Registro nazionale: Sinonimi accertati: Cravattato italiano, Reggianino Sinonimie errate: Denominazioni dialettali

Dettagli

GUIDA ALLE PRINCIPALI VARIETA DI SCALARE DOMESTICO by

GUIDA ALLE PRINCIPALI VARIETA DI SCALARE DOMESTICO by GUIDA ALLE PRINCIPALI VARIETA DI SCALARE DOMESTICO by Il cosidetto Silver è la forma più comune in commercio è quella che si avvicina maggiormente al "wild-type", ha il corpo argenteo, il dorso bruno/rossiccio,

Dettagli

ZEBRA S INTERNATIONAL

ZEBRA S INTERNATIONAL 2012 Italia Zebravinken Club e Club dell Esotico con la collaborazione di S.O.R. organizzano ZEBRA S INTERNATIONAL Esposizione Internazionale Specialistica Esotici secondo le regole COM/FOI Reggio Emilia,

Dettagli

FRINGILLIA CATEGORIE A CONCORSO

FRINGILLIA CATEGORIE A CONCORSO FRINGILLIA 2017 - CATEGORIE A CONCORSO Codice di Ingabbio VERDONE G101 G102 G103 G104 G105 G106 G107 G108 G109 G110 G111 G112 G113 G114 G115 G116 G117 G118 G119 G120 G121 G122 G123 G124 G125 G126 G127

Dettagli

Capra di Saanen ( 1 )

Capra di Saanen ( 1 ) Stato: 20.02.2008 Capra di Saanen ( 1 ) m f m f 90 80 85 60 fine bianca con corto, ben aderente bianca, tollerate piccole macchie pigmentate; Colore bianco impuro Becchi più severo macchie nere, più grandi

Dettagli

SEZIONE D - CANARINI DI COLORE

SEZIONE D - CANARINI DI COLORE SEZIONE D - CANARINI DI COLORE Stamm LIPOCROMICI Singoli 1 Giallo intenso 2 3 Giallo intenso ali bianche 4 5 Giallo brinato 6 7 Giallo brinato ali bianche 8 9 Giallo mosaico maschio 10 11 Giallo mosaico

Dettagli

STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA BROGNA

STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA BROGNA STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA BROGNA 117 Standard di razza della Pecora Brogna CARATTERI DELLA PECORA BROGNA, CONOSCIUTA ANCHE COME BROGNOLA, NOSTRANA, PROGNA, ROSS-A-VIS, TESTA ROSSA CARATTERI ESTERIORI

Dettagli

PREMIAZIONI PER LE SPECIALISTICHE

PREMIAZIONI PER LE SPECIALISTICHE PREMIAZIONI PER LE SPECIALISTICHE CATEGORIE A CONCORSO E PREMIAZIONI IRISH FANCY 1. A GIALLO UNICOLORE O MACCHIATO INTENSO 2. A GIALLO UNICOLORE O MACCHIATO BRINATO 3. A VERDE UNICOLORE O MACCHIATO INTENSO

Dettagli

IDENTIFICARE I CETACEI IN MARE

IDENTIFICARE I CETACEI IN MARE IDENTIFICARE I CETACEI IN MARE Un percorso guidato: 1) Per primo stimare la taglia dell'animale Questo prima informazione vi permette di accedere alle pagine seguenti dove sono comparate due specie aventi

Dettagli

Ordre Mondial des Juges STANDARDS. Canaris de Couleur. Colourbred Canaries

Ordre Mondial des Juges STANDARDS. Canaris de Couleur. Colourbred Canaries Ordre Mondial des Juges STANDARDS Canaris de Couleur Colourbred Canaries INTRODUZIONE Per iniziativa del Presidente dell O.M.J. Daniel SOMMER, esperti Tedeschi, Belgi, Spagnoli, Francesi, Olandesi, Italiani

Dettagli

I CANARINI GIALLO E ROSSO

I CANARINI GIALLO E ROSSO I CANARINI GIALLO E ROSSO In queste due varietà devono essere prese in considerazione: la plxezza,la quantità e l'uniformità del lipocromo espresso dal soggetto. CARATTERI TIPICI La varietà "Giallo" deve

Dettagli

GUIDA AL RICONOSCIMENTO DEGLI UCCELLI IN CAMPO

GUIDA AL RICONOSCIMENTO DEGLI UCCELLI IN CAMPO GUIDA AL RICONOSCIMENTO DEGLI UCCELLI IN CAMPO L identificazione spesso risulta difficile Habitat? Comportamento? Dimensioni? Corvo imperiale (Corvus corax Linnaeus, 1758) Primarie digitate Collo sporgente

Dettagli

categoria categoria stamm singoli ESTRILDIDI ED AFFINI Soggetti anellati

categoria categoria stamm singoli ESTRILDIDI ED AFFINI Soggetti anellati categoria stamm categoria singoli ESTRILDIDI ED AFFINI Soggetti anellati 2015-2016 737 Diamante di Gould maschio a testa rossa 738 739 Diamante di Gould maschio a testa gialla 740 741 Diamante di Gould

Dettagli

STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA ALPAGOTA

STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA ALPAGOTA STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA ALPAGOTA 75 Standard di razza della Pecora Alpagota CARATTERI DELLA PECORA ALPAGOTA, CONOSCIUTA ANCHE COME PAGOTA CARATTERI ESTERIORI Taglia media. Testa acorne, in entrambi

Dettagli

ECOSISTEMA RISAIA TRYOPS CANCRIFORMIS IBIS SACRO D EGITTO BECCACCINO AIRONE CENERINO GALLINELLA DI RISAIA LIBELLULA PAVONCELLA ZANZARA

ECOSISTEMA RISAIA TRYOPS CANCRIFORMIS IBIS SACRO D EGITTO BECCACCINO AIRONE CENERINO GALLINELLA DI RISAIA LIBELLULA PAVONCELLA ZANZARA ECOSISTEMA RISAIA IBIS SACRO D EGITTO LIBELLULA BECCACCINO AIRONE CENERINO GALLINELLA DI RISAIA PAVONCELLA TRYOPS CANCRIFORMIS ZANZARA IBIS SACRO D EGITTO Uccello caratteristico, si presenta con un piumaggio

Dettagli

Singoli denominazione Stamm CANARINI DA CANTO A-2 HARZER ROLLER A-1 A-4 HARZER ROLLER COPPIA A-3 B-2 MALINOIS B-1 B-4 MALINOIS COPPIA B-3 CANARINI DI

Singoli denominazione Stamm CANARINI DA CANTO A-2 HARZER ROLLER A-1 A-4 HARZER ROLLER COPPIA A-3 B-2 MALINOIS B-1 B-4 MALINOIS COPPIA B-3 CANARINI DI Singoli denominazione Stamm CANARINI DA CANTO A-2 HARZER ROLLER A-1 A-4 HARZER ROLLER COPPIA A-3 B-2 MALINOIS B-1 B-4 MALINOIS COPPIA B-3 CANARINI DI COLORE D-2 GIALLO INTENSO D-1 D-2a GIALLO INTENSO ALI

Dettagli

STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA LAMON

STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA LAMON STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA LAMON 97 Standard di razza della Pecora Lamon CARATTERI DELLA PECORA LAMON, CONOSCIUTA ANCHE COME FELTRINA CARATTERI ESTERIORI Taglia grande. Testa acorne, in entrambi i

Dettagli

2 Determinazione del sesso nei pulcini

2 Determinazione del sesso nei pulcini Pollo008 24-11-15 Prodotto finale Ibridi commerciali 2 Determinazione del sesso nei pulcini Linee pure, Grand parents e Parents Utilizzo geni legati al sesso esame diretto della cloaca 1 Esame della cloaca

Dettagli

CARIOTIPO DEGLI AVICOLI

CARIOTIPO DEGLI AVICOLI Pollo007 CARIOTIPO DEGLI AVICOLI 24-11-15 Immagini: Lucidi lezioni Avicoltura prof. Bagliacca unipi.it MASCHIO - ZZ Sesso HOMOGAMETICO (un solo gamete) FEMMINA - ZW Sesso HETEROGAMETICO (due gameti) Immagini:

Dettagli

POLLO Famiglia: : Galliformi Genere: Gallus Specie: gallus

POLLO Famiglia: : Galliformi Genere: Gallus Specie: gallus POLLO Famiglia: : Galliformi Genere: Gallus Specie: gallus Nome comune: Modenese Codice iscrizione Registro nazionale: Sinonimi accertati: pollo Modenese, Gallina Modenese, Fulva di Modena Sinonimie errate:

Dettagli

INVERTEBRATI DA CERCARE NEL PARCO ADDA SUD

INVERTEBRATI DA CERCARE NEL PARCO ADDA SUD INVERTEBRATI DA CERCARE NEL PARCO ADDA SUD 21 gennaio 2004 Lycaena dispar (Haworth, 1803) Licena dispari Zone umide di pianura (prati umidi, paludi, acquitrini) dal livello del mare a 400 m di altezza.

Dettagli

Capra di Saanen ( 1 )

Capra di Saanen ( 1 ) Stato: 20.02.2008 Capra di Saanen ( 1 ) m f m f 90 80 85 60 fine bianca con corto, ben aderente bianca, tollerate piccole macchie pigmentate; accettati becchi e capre decornati Colore bianco impuro Becchi

Dettagli

I CANARINI PASTELLO. I Melaninici TIPO - VARIETA - CATEGORIA. c G'ALU' c ROSSO G'AL',O AVOR'O. ROSSO AVORf,O. BTANCO DOIU INANîE BIANCO RECESSTVO

I CANARINI PASTELLO. I Melaninici TIPO - VARIETA - CATEGORIA. c G'ALU' c ROSSO G'AL',O AVOR'O. ROSSO AVORf,O. BTANCO DOIU INANîE BIANCO RECESSTVO I Melaninii I NRINI PSTELLO I anarini di olore interessati dal 2o fattore di riduzione vengono denominati PSTELLO. Tale fattore eserita la sua azione riduendo sia la eumelanine he la feomelanina. Non produe

Dettagli

ORDINE DEI GIUDICI COMITATO TECNICO-SCIENTIFICO 3 SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO 2003 VALIDO PER IL CORSO GIUDICI

ORDINE DEI GIUDICI COMITATO TECNICO-SCIENTIFICO 3 SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO 2003 VALIDO PER IL CORSO GIUDICI ORDINE DEI GIUDICI COMITTO TECNICO-SCIENTIFICO 3 SEMINRIO DI GGIORNMENTO 2003 VLIDO PER IL CORSO GIUDICI Domenica 12 Ottobre 2003 CSTELLO ROCC ESTENSE - S. FELICE SUL PNRO (MO) R e l a t o r e : FBRIZIO

Dettagli

4 SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO 2004 VALIDO PER IL CORSO GIUDICI. Domenica 16 Maggio 2004 CASTELLO ROCCA ESTENSE - S. FELICE SUL PANARO (MO)

4 SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO 2004 VALIDO PER IL CORSO GIUDICI. Domenica 16 Maggio 2004 CASTELLO ROCCA ESTENSE - S. FELICE SUL PANARO (MO) ORDINE DEI GIUDICI COMITATO TECNICO-SCIENTIFICO 4 SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO 2004 VALIDO PER IL CORSO GIUDICI Domenica 16 Maggio 2004 CASTELLO ROCCA ESTENSE - S. FELICE SUL PANARO (MO) R e l a t o r e

Dettagli

Modello di conservazione per allevatori custodi di anatre

Modello di conservazione per allevatori custodi di anatre Modello di conservazione per allevatori custodi di anatre Autore: Maurizio Arduin Foto: dell autore. Disegni: Marialaura Arduin: illustratore-animatore Realizzazione grafica: Federica Mazzuccato Pubblicazione

Dettagli

PREMESSA teorici. CENNI DI GENETICA geni mutazione

PREMESSA teorici. CENNI DI GENETICA geni mutazione PREMESSA Dopo parecchi anni mi sono riavvicinato all allevamento dei Diamanti Mandarino. Grazie ad internet ho potuto imparare molte cose che non conoscevo ed in particolare tutte le varie mutazioni della

Dettagli

MOSAICO GIALLO MASCHIO

MOSAICO GIALLO MASCHIO STAMM CAT DESCRIZIONE SINGOLI CAT D1 INTENSO GIALLO D2 D3 BRINATO GIALLO D4 D5 MOSAICO GIALLO MASCHIO D6 D7 MOSAICO GIALLO FEMMINA D8 D9 GIALLO AVORIO D10 D11 BRINATO ROSSO D12 D13 MOSAICO ROSSO MASCHIO

Dettagli

DAINO MASCHI FEMMINE Lunghezza testa-tronco tronco (cm) Lunghezza coda (cm) Altezza al garrese (cm) Pes

DAINO MASCHI FEMMINE Lunghezza testa-tronco tronco (cm) Lunghezza coda (cm) Altezza al garrese (cm) Pes Corso di formazione per la conoscenza del capriolo Caratteristiche distintive per il riconoscimento degli ungulati A cura di Lilia Orlandi e Sandro Nicoloso Foto di: Andrea Barghi CERVO MASCHI FEMMINE

Dettagli

Il Diamante Codalunga

Il Diamante Codalunga Italia Ornitologia Anno XXVIII Giugno-Luglio 2002 F. Faggiano S. De Barberis N 6-7 Il Diamante Codalunga Diamanti codalunga:feomelanici-topazio-ancestrale Tra gli appartenenti al genere phoephyla, il Diamante

Dettagli

PUNTI DI VISTA PERSONALI NEL MERITO DEL PETTO BIANCO GRIGIO-FEMMINA

PUNTI DI VISTA PERSONALI NEL MERITO DEL PETTO BIANCO GRIGIO-FEMMINA PUNTI DI VISTA PERSONALI NEL MERITO DEL PETTO BIANCO GRIGIO-FEMMINA Alcuni mi hanno chiesto il perché di questa mia inquadratura mentale, visto che il mio passato in FOI è stato di tutt altro avviso. Ebbene

Dettagli

Corso di laurea in Tutela e Benessere Animale Anno accademico ZOOCOLTURE Avicoli 5. Dr. Agr. Oreste VIGNONE

Corso di laurea in Tutela e Benessere Animale Anno accademico ZOOCOLTURE Avicoli 5. Dr. Agr. Oreste VIGNONE Corso di laurea in Tutela e Benessere Animale Anno accademico 2016-2017 ZOOCOLTURE Avicoli 5 Dr. Agr. Oreste VIGNONE ALLEVAMENTO DEL TACCHINO Allevati circa 31 milioni di capi. Produzione di carne di tacchino

Dettagli

Modello di conservazione per allevatori custodi di anatre

Modello di conservazione per allevatori custodi di anatre Modello di conservazione per allevatori custodi di anatre INDICE Introduzione... pag. 4 Autore: Maurizio Arduin Foto: dell autore. Anatra Germanata veneta...» 7 Anatra Mignon...» 11 Dimensionamento del

Dettagli

Le mutazioni del cincillà si dividono per geni : standard, tov, beige, white, ebano,bont, violett e zaffiro.

Le mutazioni del cincillà si dividono per geni : standard, tov, beige, white, ebano,bont, violett e zaffiro. Qui elencate alcune mutazioni dei nostri cincillà La Plata. Disponiamo di tutte le mutazioni di colore esistenti ed in più siamo specializzati nelle nascite dei cincillà Bont e Panda. Il cincillà è un

Dettagli

TIPOLOGIE DEL CORPO UMANO

TIPOLOGIE DEL CORPO UMANO FISIOGNOMICA TIPOLOGIE DEL CORPO UMANO CHE TIPO SEI? La prima classificazione è quella relativa alla tipologia generale dell'individuo: armonico e disarmonico. In ogni tipologia, inoltre, avremo un diverso

Dettagli

LA GENETICA. La GENETICA (dal greco gennao, γενναω, dare vita, generare) è la scienza che studia le regole e i meccanismi dell ereditarieta biologica.

LA GENETICA. La GENETICA (dal greco gennao, γενναω, dare vita, generare) è la scienza che studia le regole e i meccanismi dell ereditarieta biologica. LA GENETICA La GENETICA (dal greco gennao, γενναω, dare vita, generare) è la scienza che studia le regole e i meccanismi dell ereditarieta biologica. L inizio della Genetica come scienza risale agli esperimenti

Dettagli

NATURALI SCURI: 1 nero; 2 bruno; 4 castano medio; 6 castano chiaro;

NATURALI SCURI: 1 nero; 2 bruno; 4 castano medio; 6 castano chiaro; La corretta rappresentazione on-line delle diverse sfumature di colore è estremamente complessa. Oltretutto, i colori possono risultare leggermente diversi a seconda delle caratteristiche d' impostazione

Dettagli

L. R. N. 1/2008 TUTELA DEL PATRIMONIO DI RAZZE E VARIETÀ LOCALI DI

L. R. N. 1/2008 TUTELA DEL PATRIMONIO DI RAZZE E VARIETÀ LOCALI DI L. R. N. 1/2008 TUTELA DEL PATRIMONIO DI RAZZE E VARIETÀ LOCALI DI INTERESSE AGRARIO DEL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO SCHEDA TECNICA PER L ISCRIZIONE AL REPERTORIO (revisionata) TACCHINO ROMAGNOLO RER

Dettagli

3ª MOSTRA ORNITOLOGICA INTERNAZIONALE CITTÀ DI SALERNO

3ª MOSTRA ORNITOLOGICA INTERNAZIONALE CITTÀ DI SALERNO 3ª MOSTRA ORNITOLOGICA INTERNAZIONALE CITTÀ DI SALERNO PREMIAZIONE ORDINARIA Per tutte le categorie a concorso verranno premiati i soggetti che avranno ottenuto il punteggio minimo riconosciuto dalla COM.

Dettagli