C.C.I.A.A. di Reggio Emilia Registro Imprese. cvf. Pagina 1 di 32

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "C.C.I.A.A. di Reggio Emilia Registro Imprese. cvf. Pagina 1 di 32"

Transcript

1 cvf Pagina 1 di 32

2 INDICE LETTERA A... 4 ACETO... 4 (PRODUZIONE E IMBOTTIGLIAMENTO)... 4 ACETO BALSAMICO TRADIZIONALE DI REGGIO EMILIA... 4 (PRODUZIONE E IMBOTTIGLIAMENTO)... 4 AFFITTACAMERE... 4 AGENTE D AFFARI IN MEDIAZIONE... 5 AGENTE (O AGENZIA) DI ASSICURAZIONE... 5 AGENTE DI CAMBIO O DI BORSA... 6 AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO... 7 AGENZIA D AFFARI VARI... 7 AGENZIA DI SCOMMESSE SPORTIVE... 8 AGENZIA DI VIAGGI E TURISMO... 8 AGENZIA IN ATTIVITA' FINANZIARIE... 8 AGRITURISMO... 8 ALLEVAMENTO DI ANIMALI... 9 AMIANTO (BONIFICA DI BENI CONTENENTI AMIANTO C/TERZI)... 9 AMMINISTRAZIONI CONDOMINIALI... 9 ASCENSORI (INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE) ASILI NIDO ATTIVITA FAUNISTICO-VENATORIA AUTONOLEGGIO AUTORIPARAZIONI AUTOTRASPORTO MERCI PER CONTO TERZI LETTERA B...11 BABY PARKING BAR BROKER DI ASSICURAZIONE LETTERA C...12 CALL CENTER CACCIA CAFFE CARBURANTI CARROZZERIA COMMERCIO AL DETTAGLIO COMMERCIO ALL INGROSSO COSMETICI Produzione e confezionamento LETTERA D...15 DISTRIBUTORE STRADALE DI CARBURANTI LETTERA E...15 EDICOLA EDITORIA EDUCATRICE DOMICILIARE ELETTRAUTO ENERGIA ELETTRICA (COSTRUZIONE ED ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA PRODUZIONE DI) LETTERA F...17 FERTILIZZANTI (PRODUZIONE) FUOCHI D ARTIFICIO (PRODUZIONE) LETTERA G...17 G.P.L GELATERIA GENERI DI MONOPOLIO GIARDINAGGIO Pagina 2 di 32

3 GOMMISTA LETTERA I...19 IDRAULICO IMPIANTI IMPORT-EXPORT IMPRENDITORE AGRICOLO IMPRESE DI FACCHINAGGIO IMPRESE DI PULIZIA IMPRESE TURISTICHE INTERMEDIARI FINANZIARI INTERNET POINT LETTERA L...21 AUTORIPARAZIONI INSTALLAZIONE IMPIANTI...22 LETTERA M...22 MACELLAZIONE CARNI CONTO TERZI O IN ALTERNATIVA LAVORAZIONE CARNI IN STRUTTURE DI TERZI GIA AUTORIZZATE MARGARINA E GRASSI IDROGENATI ANIMALI (PRODUZIONE E GESTIONE DI DEPOSITO ALL INGROSSO) MECCANICO/MOTORISTA MEDIATORE MEDIATORE CREDITIZIO MEDIATORE DI ASSICURAZIONI (O BROKER) METANO G.P.L. (DISTRIBUTORE) MONEY TRANSFER (servizi pagamento intermediazione cambi) LETTERA N...23 NOLEGGIO DI VEICOLI NOLEGGIO DI VIDEOCASSETTE LETTERA O...24 OGGETTI PREZIOSI COMMERCIO - ESERCIZI DI VICINATO (CON SUPERFICIE FINO A 250 MQ) ONORANZE FUNEBRI ORTOFRUTTICOLI OUTLET LETTERA P...25 PHONE CENTER PERITI ASSICURATIVI PISCINE PUBBLICHE(GESTIONE) PIZZERIA PONY EXPRESS PORTIERATO (SERVIZI DI)...26 PRESÌDI DIAGNOSTICI CURATIVI PRIVATI PROCACCIATORI D AFFARI...27 PRODUTTORI DI ASSICURAZIONE PROMOTORI DI SERVIZI FINANZIARI LETTERA R...28 RADIOTELEVISIVI (INSTALLAZIONE IMPIANTI) RECUPERO CREDITI REVISIONE AUTOVEICOLI RICEVITORIA RIFIUTI (Intermediazione e commercio senza detenzione) RISTORANTE LETTERA S...29 SALA CINEMATOGRAFICA SALA GIOCHI APPARECCHI AUTOMATICI DI INTRATTENIMENTO SERVIZI DI CONSULENZA SPACCIO SPACCIO INTERNO Pagina 3 di 32

4 SPETTACOLI VIAGGIANTI STAZIONE DI SERVIZIO - DISTRIBUTORE STRADALE DI CARBURANTI SUBAGENTE DI ASSICURAZIONE SUBAGENTE DI COMMERCIO SUPERMERCATO - GRANDE MAGAZZINO LETTERA T...30 TABACCHERIA TELEVENDITA LETTERA U...31 UNITA DA DIPORTO locazione o noleggio senza equipaggio di LETTERA V...31 VENDITA A DOMICILIO VENDITA AL PUBBLICO DI FARMACI DA BANCO O DI AUTOMEDICAZIONE VENDITA PER CORRISPONDENZA VENDITA TRAMITE APPARECCHI/DISTRIBUTORI AUTOMATICI VIGILANZA PRIVATA (CONDUZIONE DI UN ISTITUTO DI -) VISURISTA VIVAIO Attività libera (attività artigiana) Lettera A ACETO (PRODUZIONE E IMBOTTIGLIAMENTO) Legge 82/2006 Capo III [data di aggiornamento: 04/05/2011] ACETO BALSAMICO TRADIZIONALE DI REGGIO EMILIA (PRODUZIONE E IMBOTTIGLIAMENTO) Legge 93/1986 Disciplinare di produzione della denominazione di origine protetta 15/05/ Attività libera (attività artigiana) [data di aggiornamento: 04/05/2011] AFFITTACAMERE L.R. 28/07/2004 n. 16 artt. 10 e 18 Sono esercizi di affittacamere le strutture, gestite in forma imprenditoriale, composte da non più di sei camere destinate a clienti, ubicate in non più di due appartamenti ammobiliati in uno stesso stabile, nelle quali sono forniti alloggio ed eventualmente servizi complementari. - S.C.I.A al Comune [data di aggiornamento: 25/05/2009] Pagina 4 di 32

5 AGENTE D AFFARI IN MEDIAZIONE Legge n. 39/89 Legge n. 57/2001, art. 18 L. n. 241/90, art.19 modificato dalla L. 122/2010 art. 4, c. 4bis - D.Lgs. 59/2010, art S.C.I.A per accertamento requisiti professionali/morali al Registro Imprese competente - Tassa di Concessione Governativa - Formulari: devono riportare l indicazione degli estremi dell iscrizione nel ruolo dell agente o nel caso di società, della società stessa e del/dei legali rappresentanti o del preposto (dati posseduti solo dagli iscritti nel ruolo sino all 8/05/2010) 1. attività esercitata da una società il/i cui legale/legali rappresentanti sono iscritti nel soppresso ruolo ( prima dell'8/05/2010) o che hanno presentato la D.I.A.: - Modello S.C.I.A./AM ( in caso di un solo legale rappresentante) - Modello S.C.I.A./AM/IP ( se i legali rappresentanti sono più di uno) - Costi 168 T.C.G.-31 Diritti segreteria 2. attività esercitata da una società il/i cui legale/legali rappresentanti hanno frequentato il corso e superato l esame di abilitazione per l esercizio dell attività: - Modello S.C.I.A./AM (in caso di un solo legale rappresentante) - S.C.I.A./AM/IP (se i legali rappresentanti sono più di uno) - Costi 168 T.C.G.-31 Diritti segreteria per la società unitamente al - Modello S.C.I.A./AM per ogni legale rappresentante - Costi 168 T.C.G.-31 e Diritti segreteria per ogni legale rappresentante; 3. non è richiesta la S.C.I.A per coloro che esercitano l attività di compravendita e di locazione di beni immobili in conto proprio: 4. non è richiesta la SCIA per coloro che esercitano l attività di gestione dei beni immobili per conto terzi. La gestione deve riguardare la complessiva amministrazione attività del patrimonio e può comprendere la manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili, la gestione di servizi condominiali, la riscossione dei canoni, l attivazione prevista in caso di morosità, la stipula ed il rinnovo dei contratti di locazione ; [data di aggiornamento: 30/09/2011] AGENTE (O AGENZIA) DI ASSICURAZIONE D.Lgs. n. 209/ art.109 Regolamento ISVAP n. 5/2006 art. 4 Iscrizione nella sezione A del Registro degli intermediari assicurativi e riassicurativi tenuto presso l Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo (I.S.V.A.P.) ditta individuale/società - iscrizione Pagina 5 di 32

6 - mandato assicurazioni (società di assicurazione o riassicurazione che conferisce il mandato alle agenzie di assicurazione) D. Lgs. 209/2005 art autorizzazione dell I.S.V.A.P sub-agente di assicurazioni D. Lgs. 209/2005 art. 109 Regolamento ISVAP n. 5/2006 art. 4 - lettera di incarico rilasciata dall agente di assicurazioni - Iscrizione nella sezione E del Registro degli intermediari assicurativi e riassicurativi tenuto presso l Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo (I.S.V.A.P.) mediatore di assicurazione o broker (broker è colui che agisce su incarico del cliente senza avere poteri di rappresentanza di imprese di assicurazione o riassicurazione) D. Lgs. 209/2005 art. 109 Regolamento ISVAP n. 5/2006 art. 4 - Iscrizione nella sezione B del Registro degli intermediari assicurativi e riassicurativi tenuto presso l Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo (I.S.V.A.P.) [data di aggiornamento: 28/02/2007] AGENTE DI CAMBIO O DI BORSA L.402/ D.Lgs. n. 58 del 24/02/1998 art Iscrizione nel Ruolo degli agenti di cambio tenuto dal Ministero del Tesoro Nota Bene: 1. gli agenti di cambio sono iscritti in apposito Albo Professionale tenuto da uno degli Ordini Professionali di Milano e Roma. 2. gli agenti di cambio soci, amministratori, dirigenti, dipendenti o collaboratori di SIM o di banche sono iscritti in un RUOLO SPECIALE tenuto dal Ministero del Tesoro; tutti gli altri sono iscritti nel RUOLO UNICO NAZIONALE tenuto dal Ministero del Tesoro [data di aggiornamento: 08/05/2006] Pagina 6 di 32

7 AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO Legge n. 204/85 - D.M. 21/08/ D.M. 17/12/ D.Lgs. 59/2010, art. 74 L. n. 241/90, art.19 modificato dalla L. 122/2010 art. 4, c. 4bis senza deposito - S.C.I.A per accertamento requisiti professionali/morali - mandato con deposito - S.C.I.A. per accertamento requisiti professionali/morali - mandato o lettera d incarico registrato presso l Agenzia delle Entrate 1. nel mandato/lettera di incarico devono essere indicate le generalità dell agente, la zona in cui opererà e la data e le firme dei contraenti; 2. se l attività viene esercita in forma societaria deve essere presentata la S.C.I.A. per ogni persona avente la legale rappresentanza; 3. non occorre presentare la S.C.I.A. qualora l agente operi esclusivamente all estero;. [data di aggiornamento: 30/09/2011] AGENZIA D AFFARI VARI R.D. 773/1931 art T.U. di P.S artt.115 e 120 Regolamento del T.U. di P.S. dall art.205 all art D.Lgs. n.112/98 art.163 (agenzie disbrigo di pratiche amministrative, agenzie di pubblicità, agenzie teatrali, organizzazione spettacoli, sfilate di moda, convegni, esposizioni, mostre e fiere, agenzie di spedizioni (contratti c/terzi esclusi autotrasportatori e spedizionieri), agenzia di onoranze funebri, agenzie di informazioni commerciali, agenzie di catering (gestione e organizzazione di ricevimenti) attività d intermediazione nell assunzione e nella trattazione di affari altrui, qualunque sia l oggetto e la durata, con carattere di abitualità non occasionale, a scopo di lucro) - S.C.I.A. presentata al Comune Rimane di competenza della QUESTURA il rilascio delle licenze concernenti le agenzie: - di recupero crediti - di vendite all asta e pubblici incanti - matrimoniali - di pubbliche relazioni [data di aggiornamento: 19/12/2005] Pagina 7 di 32

8 AGENZIA DI SCOMMESSE SPORTIVE R.D. 773/31 art Licenza della Questura 1. Rientrano tra le competizioni sportive sotto il controllo del CONI le competizioni mondiali, continentali, di area europea o extraeuropea riguardanti gli sport olimpici. Gli sport o i singoli eventi sportivi ammessi alle scommesse sono stabiliti di anno in anno d intesa con il Ministero delle Finanze 2. Sono autorizzate le attività di accettazione scommesse relative ad eventi sportivi e non sportivi quali: TRIS, 101, BIGMATCH [data di aggiornamento: 11/01/2008] - S.C.I.A. presentata alla Provincia [data di aggiornamento: 22/09/2011] AGENZIA DI VIAGGI E TURISMO L.R. n. 7 del 31/03/2003 artt. 5 6 D. Lgs. 79/2011 art. 21 AGENZIA IN ATTIVITA' FINANZIARIE D.Lgs. 385/1993, art D.Lgs. 374/1999, art. 3 - Regolamento: D.M. 485/2001 E' l'impresa che viene stabilmente incaricata da uno o più intermediari finanziari a promuovere e concludere contratti riconducibili all'esercizio delle attività finanziarie previste dall'art. 106 del Testo Unico Bancario, senza disporre di autonomia nella fissazione dei prezzi e delle altre condizioni contrattuali. - Iscrizione definitiva in Elenco presso l Ufficio Italiano Cambi [data di aggiornamento: 19/12/2005] AGRITURISMO (ESERCIZIO DI ATTIVITA AGRITURISTICHE) L.R. n. 4 del 31/03/2009 art S.C.I.A. al comune competente per territorio previa iscrizione nell elenco degli operatori agrituristici tenuti dalla Regione e dalla Provincia: elenco Regione Emilia - Romagna sezione provinciale di Reggio Emilia 1. trattasi di attività agricola, pertanto occorre l iscrizione nella sezione speciale come impresa agricola o come coltivatore diretto; 2. le attività agrituristiche (ricezione ed ospitalità comprese le attività ricreative, culturali e didattiche, di pratica sportiva, escursionistica e di ippoturismo) devono risultare in rapporto di connessione e complementarità con l attività agricola (l attività agricola Pagina 8 di 32

9 tipica è prevalente sull agriturismo); in caso contrario, l attività ricettiva, non può dirsi tecnicamente agriturismo e deve considerarsi attività commerciale. [data di aggiornamento: 22/09/2011] ALLEVAMENTO DI ANIMALI D. Lgs. n. 228/2001 D. Lgs. n. 173/98 art. 9 - Attività agricola da iscrivere nella sezione speciale del Registro Imprese. Non occorre alcuna documentazione. Vedere anche: Attività faunistico-venatoria 1. rientrano nell allevamento di animali le attività che hanno ad oggetto la cura e lo sviluppo di un ciclo biologico animale o di una fase necessaria di esso. L allevamento è attività agricola anche quando gli animali non rientrano nella classica definizione di bestiame (come ad esempio LUMACHE E CAVALLI), determinante nella formulazione originaria dell art c.c.; 2. sono agricole le attività come bachicoltura, apicoltura, etc. etc. e l allevamento di animali in mancanza di un collegamento funzionale con il fondo: ad esempio l allevamento di polli o conigli in cortile o in batteria; 3. sono agricole, inoltre, le attività connesse all allevamento, se esercitate dal medesimo imprenditore agricolo: la manipolazione, la conservazione la trasformazione, la commercializzazione e la valorizzazione di prodotti ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del fondo, del bosco o dall allevamento. allevamento di cani L.R n. 5 art. 5 - S.C.I.A. al Comune. - Iscrizione nella sezione speciale del Registro Imprese perché trattasi di attività cinofila, quindi agricola [data di aggiornamento: 22/09/2011] AMIANTO (BONIFICA DI BENI CONTENENTI AMIANTO C/TERZI) D.Lgs. 5/2/1997 n. 22 art. 30 Le imprese che svolgono attività di bonifica dei beni contenenti amianto devono iscriversi all Albo Gestori rifiuti istituito presso la Camera di Commercio del capoluogo di regione [data di aggiornamento: 28/03/2007] AMMINISTRAZIONI CONDOMINIALI - Attività libera Nota bene 1. indicare come descrizione attività: amministrazione e gestione di beni immobili per conto terzi Pagina 9 di 32

10 2. per le imprese individuali bisogna dichiarare che l attività è esercitata in forma di impresa [data di aggiornamento: 19/12/2005] - S.C.I.A. Registro Imprese competente ASCENSORI (INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE) (D.M. 37/2008) [data di aggiornamento: 29/05/2008] apertura e gestione - autorizzazione comunale ASILI NIDO L.R. n. 1/2000 art. 16 così modificata dalla L.R. n. 8/2004 Regolamenti Comunali [data di aggiornamento: 19/12/2005] ATTIVITA FAUNISTICO-VENATORIA Legge regionale 15 febbraio 1994, n. 8 art. 41 Riproduzione di selvaggina al fine dell esercizio venatorio della caccia - autorizzazione della Provincia La Provincia autorizza la costituzione di centri privati di riproduzione di fauna selvatica allo stato naturale, organizzati in forma di azienda agricola, consortile o cooperativa, ove è vietato l esercizio dell attività venatoria ed è consentito il prelievo di animali appartenenti a specie cacciabili da parte del titolare dell impresa agricola, di dipendenti della stessa e di persone nominativamente indicate [data di aggiornamento: 11/06/2007] vedere voce Noleggio di veicoli AUTONOLEGGIO - S.C.I.A. Registro Imprese competente AUTORIPARAZIONI L. 122/1992 [data di aggiornamento: 02/08/2011] Pagina 10 di 32

11 AUTOTRASPORTO MERCI PER CONTO TERZI L. 298/74; L. 454/97; D. Lgs. 84/1998; D.M. Trasporti 161/2005 autotrasporto inferiore a 1,5 tonnellate - iscrizione con dicitura (da riportare in visura sotto l attività) autotrasporti conto terzi con autoveicoli con massa a pieno carico non superiore a 1,5 tonnellate presso l albo degli autotrasportatori della Provincia di Reggio Emilia - copia della carta di circolazione rilasciata dalla Motorizzazione autotrasporto superiore a 1,5 tonnellate - iscrizione presso l albo degli autotrasportatori della Provincia di Reggio Emilia - copia della carta di circolazione rilasciata dalla Motorizzazione 1. In caso il veicolo non fosse di proprietà del titolare o della società è necessario allegare la scansione del contratto che legittima l utilizzo del mezzo (patto di riservato dominio leasing usufrutto ) 2. Attività artigiana [data di aggiornamento: 21/06/2006] Lettera B BABY PARKING L.R n. 1 I baby parking sono strutture dedicate a tutti i genitori che hanno la necessità di lasciare per brevi periodi i figli in custodia e necessitano di un posto sicuro e fidato. Il baby parking è uno spazio attrezzato con giochi di vario genere, costruzioni, fogli e colori, libri di fiabe, un piccolo teatrino o un angolo con il necessario per travestirsi; qui i bambini vengono intrattenuti dalle animatrici mentre i genitori sono magari occupati altrove. Un baby parking può essere istituito in varie situazioni: nei Centri Commerciali, nei cinema, nei teatri, negli stabilimenti balneari, negli uffici pubblici, durante le feste di quartiere o manifestazioni di partito, ecc. - S.C.I.A. al Comune Attività artigiana [data di aggiornamento: 14/06/2011] - autorizzazione comunale BAR (CAFFE RISTORANTE BIRRERIA PIZZERIA) L.R. n. 14/2003 art. 8 Pagina 11 di 32

12 In caso di aggiunta di attività (es. già bar, aggiunge ristorante) va allegata autorizzazione sanitaria aggiornata. [data di aggiornamento: 05/03/08] BROKER DI ASSICURAZIONE vedere voce Agente di assicurazione Lettera C CALL CENTER se nel "centro telefonico" si effettuano servizi per: indagini di mercato/ telemarketing/consulenza: - attività libera se invece per "call center" si intende i servizi di internet point o "phone center": - vedere le voci relative [data di aggiornamento: 19/12/2005] Vedere voce Attività faunistico-venatoria vedere voce Bar CACCIA CAFFE CARBURANTI R.D.L. 1741/33 - D. Lgs. 504/95 ART. 25 D.Lgs. 32/98 art. 1 gestione distributore stradale - autorizzazione comunale se l impianto è gestito dal proprietario - licenza UTF rilasciata dall Agenzia delle dogane o in alternativa comunicazione all UTF per cambio gestione se gestito in comodato e/o affitto Se viene esercitato anche il commercio al minuto, di articoli della tabella annessa ai distributori, S.C.I.A. al comune (vedere voce Commercio al dettaglio) [data di aggiornamento: 11/10/2011] Pagina 12 di 32

13 - S.C.I.A. al Registro Imprese competente CARROZZERIA L. 122/1992 COMMERCIO AL DETTAGLIO D.Lgs. 31/03/98 n. 114 D. Lgs 59/2010 artt Legge regionale 21/05/2007 n. 6 Circolare Min. Industria n.3465/c del 25/05/99 Circolare Min. Industria n.3467/c del 28/05/99 in sede fissa - l inizio, la variazione e la cessazione dell attività, negli esercizi di vicinato, sono soggette a Scia al Comune territorialmente competente. nelle medie e grandi dimensioni D.Lgs. 114/98 artt. 8 e 9 - autorizzazione rilasciata dal Comune territorialmente competente 1. E' vietato esercitare congiuntamente nello stesso punto vendita le attività di commercio all'ingrosso e al minuto se il numero civico è il medesimo occorre una dichiarazione del quadro Note in cui specificare che le due tipologie di commercio vengono esercitate in luoghi separati. Il divieto non si applica per la vendita dei seguenti prodotti: a) macchine, attrezzature e articoli tecnici per l'agricoltura, l'industria, il commercio e l'artigianato; b) materiale elettrico; c) colori e vernici, carte da parati; d) ferramenta ed utensileria; e) articoli per impianti idraulici, a gas ed igienici; f) articoli per riscaldamento; g) strumenti scientifici e di misura; h) macchine per ufficio; i) auto-moto-cicli e relativi accessori e parti di ricambio; j) combustibili; k) materiali per l'edilizia; l) legnami. su aree pubbliche - autorizzazione rilasciata dal Comune territorialmente competente occorre distinguere: se il commercio viene svolto mediante l utilizzo di un posteggio l autorizzazione è rilasciata dal Comune dove è ubicato il posteggio; se il commercio su aree pubbliche è svolto esclusivamente in forma itinerante l autorizzazione è rilasciata dal Comune dove il richiedente intende avviare l attività. Pagina 13 di 32

14 elettronico/e-commerce (su tutto il territorio nazionale) - S.C.I.A. al Comune; per corrispondenza vedere voce Vendita per corrispondenza tramite apparecchi/distributori automatici vedere voce Vendita tramite apparecchi/distributori automatici commercio di cose usate senza valore o con valore esiguo D. Lgs. 59/2010 D.P.R. 311/2001 Ex art. 126 T.U.L.P.S. - S.C.I.A al Comune o se commercio ingrosso autocertificazione requisiti morali al Registro imprese competente - presa d atto al Comune commercio di auto usate (vendita per conto terzi) R.D. n. 773/31 artt. 115 e 126 D.P.R. 311/2001 D.Lgs. n.112/98 art S.C.I.A. al Comune [data di aggiornamento: 22/09/2011] COMMERCIO ALL INGROSSO D.Lgs. n. 59/2010 Legge regionale 21/05/2007 n. 6 Attività svolta da chiunque, professionalmente, acquista merci in nome e per conto proprio e le rivende ad altri commercianti, all'ingrosso o al dettaglio, o ad utilizzatori professionali, o ad altri utilizzatori in grande. Tale attività può assumere la forma di commercio interno, di importazione o di esportazione. alimentare - autocertificazione, con apposita modulistica, del possesso dei requisiti morali e professionali non alimentare - autocertificazione, con apposita modulistica, del possesso dei requisiti morali; - nella descrizione dell'attività denunciata, dovranno essere specificati in dettaglio, i prodotti commercializzati (ad es. commercio all'ingrosso di articoli di vestiario, prodotti tessili, mobili, articoli casalinghi, elettrodomestici, ecc.); non sarà quindi sufficiente inserire sul modulo di denuncia attività, la frase generica "commercio all'ingrosso di prodotti non alimentari". 1. E' vietato esercitare congiuntamente nello stesso punto vendita le attività di commercio all'ingrosso e al minuto se il numero civico è il medesimo occorre una dichiarazione del quadro Note in cui specificare che le due tipologie di commercio vengono Pagina 14 di 32

15 esercitate in luoghi separati. Il divieto non si applica per la vendita dei seguenti prodotti: a) macchine, attrezzature e articoli tecnici per l'agricoltura, l'industria, il commercio e l'artigianato; b) materiale elettrico; c) colori e vernici, carte da parati; d) ferramenta ed utensileria; e) articoli per impianti idraulici, a gas ed igienici; f) articoli per riscaldamento; g) strumenti scientifici e di misura; h) macchine per ufficio; i) auto-moto-cicli e relativi accessori e parti di ricambio; j) combustibili; k) materiali per l'edilizia; l) legnami. 2. Non sono commercianti all'ingrosso coloro che vendono direttamente a privati consumatori o rivendono occasionalmente merci precedentemente acquistate ovvero vendono a chiunque beni di propria produzione; [data di aggiornamento: 04/10/2011] COSMETICI Produzione e confezionamento L. 713/1986 art. 10 comma 5 D.Lgs. 504/1995 art. 63 modificato dal D.Lgs. 26/ Comunicazione al Ministero della Salute 1. se vengono trattati prodotti a base alcolica occorre la licenza dell Ufficio Tecnico Finanza (U.T.F.) 2. attività artigiana [data di aggiornamento: 25/05/2009] Lettera D DISTRIBUTORE STRADALE DI CARBURANTI vedere voce Carburanti - Autorizzazione Comune Lettera E EDICOLA D.Lgs. 114/98 L. 108/99 D.Lgs. 170/2001 [data di aggiornamento: 25/05/2009] Pagina 15 di 32

16 Editori di libri - Attività libera EDITORIA L. 47/ L. n. 416/1981 L. n. 249/1997 art. 1 - Legge 62/2001 Editori di quotidiani, periodici o riviste (pubblicazione) - Richiesta di iscrizione presso l Ufficio Stampa del Tribunale - Richiesta di iscrizione nel Registro Operatori della Comunicazione (R.O.C.) c/o l'autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Editoria elettronica e digitale L. 47/1948 artt. 2, 5-8 L. 249/1997 art. 1 D. M. 16/07/1999 L. 388/2000 art. 153 L. 62/ Richiesta di Iscrizione nel Registro Operatori della Comunicazione (R.O.C.) c/o l'autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni 1. Sono imprese editrici di giornali quotidiani, periodici o riviste: 1) i soggetti editori di cui all'art. 1, comma 1 e quelli equiparati di cui all'art. 18, comma 1 della legge 05/08/1981 n. 416, che pubblicano più di dodici numeri l'anno; 2) gli altri soggetti editori che comunque pubblicano una o più testate giornalistiche diffuse al pubblico con regolare periodicità per cui è previsto il conseguimento di ricavi da attività editoriale. 2. Sono soggetti esercenti l'editoria elettronica e digitale, gli editori che pubblicano con regolare periodicità una o più testate giornalistiche in formato elettronico e digitale. [data di aggiornamento: 21/06/2006] EDUCATRICE DOMICILIARE L.R n. 1 artt Autorizzazione al funzionamento rilasciata dal Comune Tale servizio, è un servizio sperimentale che accoglie al massimo cinque bambini. L educatrice domiciliare può svolgere l attività presso il proprio domicilio o presso locali in sua disponibilità o messi a disposizione dal Comune o da altro soggetto. All educatrice domiciliare è richiesta la stessa esperienza lavorativa e dovrà essere garantito lo stesso sostegno formativo in itinere previsto per l educatrice familiare. [data di aggiornamento: 05/09/2011] ELETTRAUTO L.122/92 - S.C.I.A. Registro Imprese competente [data di aggiornamento: 05/09/2011] Pagina 16 di 32

17 ENERGIA ELETTRICA (COSTRUZIONE ED ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA PRODUZIONE DI) L.R n. 26 La costruzione e l esercizio degli impianti, gli interventi di modifica, potenziamento, rifacimento totale o parziale e riattivazione degli impianti per la produzione di energia elettrica sono soggetti ad un autorizzazione unica rilasciata a seguito di un procedimento unico a cui partecipano tutte le Amministrazioni interessate svolto in Conferenza di servizi ai sensi degli articoli 14 e seguenti della legge 241/90. [data di aggiornamento: 05/09/2011] Lettera F FERTILIZZANTI (PRODUZIONE) D.Lgs. del 29/04/2006 n. 217 art. 8 Il fabbricante che intende immettere fertilizzanti sul mercato è tenuto all iscrizione presso il Registro dei fabbricanti di fertilizzanti istituito presso il Ministero delle politiche agricole e forestali, Direzione generale per la qualità dei prodotti agroalimentari. [data di aggiornamento: 10/12/2007] - licenza Prefettura FUOCHI D ARTIFICIO (PRODUZIONE) R.D. 773/1991 art. 46 [data di aggiornamento: 28/02/2008] Lettera G vendita e distribuzione G.P.L. D. Lgs 128/2006 La normativa prevede tre modalità di vendita: 1) vendita al dettaglio di bombole ex art. 20, comma 1, lett. a). In questa ipotesi non si applica il D.Lgs 128/2006, pertanto l'attività seguirà le disposizioni previste per il commercio in sede fissa, comprese le norme in materia di sicurezza la cui verifica è di competenza dei Comandi dei VVF Pagina 17 di 32

18 2) vendita, sia per mezzo di bombole sia attraverso il riempimento di serbatoi fissi presso il consumatore, quale operatore terzo facente parte integrante di una società in possesso dei requisiti previsti dagli artt. 8,9,13 e 14 del D.Lgs 128/2006 (art. 20, commi 2 e 3, del decreto medesimo). Per esercitare l'attività è necessaria l'autorizzazione rilasciata dalla Regione con le modalità indicate nella DGR 1412/2006 3) vendita, sia per mezzo di bombole sia attraverso il riempimento di serbatoi fissi presso il consumatore, effettuata dai soggetti in possesso dei requisiti soggettivi ed oggettivi richiesti dagli artt. 8, 9, 13, 14 del D.Lgs 128/2006. In questo caso non è previsto il rilascio di titoli abilitativi ulteriori rispetto all'autorizzazione all'esercizio dell'impianto di riempimento, travaso e deposito di GPL (di competenza provinciale, ex LR 26/2004) richiamata dagli articoli sopra citati [data di aggiornamento: 12/10/2011] GELATERIA (BAR GELATERIA) D.Lgs n. 59/2010 produzione e vendita per asporto o nello stesso luogo - attività libera (attività artigiana) vendita di gelati confezionati esercizi di vicinato (superficie fino a 250 mq) D.Lgs. 59/ S.C.I.A. al Comune [data di aggiornamento: 19/12/2010] GENERI DI MONOPOLIO D.P.R. n del 14/10/1958 art. 8 L. 1293/57 - L. n. 384 del 23/07/1980 commercio al dettaglio di generi di monopolio (es. sigarette, fiammiferi etc.) - Licenza o concessione rilasciata dall ispettorato compartimentale Monopoli di Stato; commercio al dettaglio di articoli annessi alla tabaccheria (es. articoli per fumatori, francobolli, articoli di bigiotteria, pelletteria, giocattoli etc.) D. Lgs. 59/ S.C.I.A al Comune 1. Le licenze dell Ispettorato possono essere rilasciate esclusivamente ad una persona fisica 2. In caso di subingresso viene rilasciata dall A.A.M.S. (amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato) un autorizzazione di gerenza provvisoria [data di aggiornamento: 21/06/2006] Pagina 18 di 32

19 GIARDINAGGIO - Attività libera [data di aggiornamento: 28/02/2008] GOMMISTA L. 122/92 - S.C.I.A. al Registro Imprese competente - S.C.I.A. al Registro Imprese competente Lettera I IDRAULICO D.M. 37/2008 IMPIANTI (INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE IN QUALSIASI TIPO DI EDIFICIO) elettrici - S.C.I.A. al Registro Imprese competente idraulici - se in edifici civili: S.C.I.A. (ex D.M. 37/2008) al Registro Imprese competente - se in edifici non di uso civile: attività libera [data di aggiornamento: 19/12/2005] IMPORT-EXPORT non alimentare vedere voce Commercio all ingrosso prodotti non alimentari alimentare vedere voce Commercio all ingrosso prodotti alimentari [data di aggiornamento: 19/12/2005] IMPRENDITORE AGRICOLO art cc - D.P.R. n. 633/72 art D.Lgs. 228/ Attività libera per la quale si chiede l'iscrizione nella sezione speciale del Registro Imprese. Non occorre alcuna documentazione; fanno eccezione "sementi", "bulbi", "tuberi", "rizomi di fiori", "vivaismo", "agriturismo", "attività fauna selvatica". Per queste voci vedere le relative schede Pagina 19 di 32

20 1. I produttori agricoli che nell anno solare precedente hanno realizzato un volume di affari non superiore a 7.000,00 (D.L. 262/2006 art. 4, comma 1, lett. b) sono esonerati dall iscrizione (ex. art. 34 D.P.R. 633/72 comma 6); 2. Si considerano produttori agricoli: - I soggetti che esercitano le attività di cui all art del c.c.; - I soggetti che esercitano attività di pesca in acque dolci, di piscicoltura, di mitilicoltura, di ostricoltura e di coltura di altri molluschi e crostacei, nonché di allevamento di rane; - gli organismi agricoli di intervento, o altri soggetti per loro conto, che effettuano cessioni di prodotti in applicazione di regolamenti della Unione europea concernenti l'organizzazione comune dei mercati dei prodotti stessi; - le cooperative e loro consorzi di cui all'articolo 1, comma 2, del D. Lgs. n. 228/2001 associazioni e loro unioni costituite e riconosciute ai sensi della legislazione vigente, che effettuano cessioni di beni prodotti prevalentemente dai soci, associati o partecipanti, nello stato originario o previa manipolazione o trasformazione, nonché gli enti che provvedono per legge, anche previa manipolazione o trasformazione, alla vendita collettiva per conto dei produttori soci. 3. L'impresa si iscrive nella provincia dove ha aperto la partita IVA. 4. Occorre specificare nell'attività esercitata, il tipo di coltura effettuata. 5. Sono agricole le attività come bachicoltura, apicoltura, etc. etc. e l allevamento di animali in mancanza di un collegamento funzionale con il fondo: ad esempio l allevamento di polli o conigli in cortile o in batteria; 6. Sono agricole, inoltre, le attività connesse all allevamento, se esercitate dal medesimo imprenditore agricolo: la manipolazione, la conservazione la trasformazione, la commercializzazione e la valorizzazione di prodotti ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del fondo, del bosco o dall allevamento. [data di aggiornamento: 14/05/2008] IMPRESE DI FACCHINAGGIO Decreto 03/12/ Legge n. 57/2001 art D.M. n. 221/ S.C.I.A. al Registro Imprese competente [data di aggiornamento: 15/04/2008] IMPRESE DI PULIZIA Legge n. 82/ D.M. n. 274/97 - D. Lgs. 31/03/1998 n. 112 art S.C.I.A. al Registro Imprese competente [data di aggiornamento: 15/04/2008] Pagina 20 di 32

C.C.I.A.A. di Reggio Emilia Registro Imprese. cvf INDICE. Pagina 1 di32

C.C.I.A.A. di Reggio Emilia Registro Imprese. cvf INDICE. Pagina 1 di32 cvf INDICE Pagina 1 di32 LETTERA A...4 ACETO... 4 (PRODUZIONE E IMBOTTIGLIAMENTO)... 4 ACETO BALSAMICO TRADIZIONALE DI REGGIO EMILIA... 4 (PRODUZIONE E IMBOTTIGLIAMENTO)... 4 AFFITTACAMERE... 4 AGENTE

Dettagli

MANUALE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE

MANUALE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE MANUALE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE Ufficio del Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura di Napoli Aggiornamento del 14 Novembre 2014 VERSIONE 3.1.0 INDICE

Dettagli

Comune di Burcei. Settore Affari Generali Servizio Attività Produttive e promozione del territorio Responsabile del Servizio dott.

Comune di Burcei. Settore Affari Generali Servizio Attività Produttive e promozione del territorio Responsabile del Servizio dott. del Servizio dott. Adolf Cantafio N. amministrativo Fonte normativa (Suap) Tipo finale Unico Finale finale 1 Esercizi di vicinato, (L.R. n 5/2006 D.Lgs. n 59/2010) DUAAP ALLEGATO_B1 2 MSV (medie strutture

Dettagli

COMUNE di PONZA Provincia di Latina

COMUNE di PONZA Provincia di Latina COMUNE di PONZA Provincia di Latina SUAP COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA Procedimento Normativa di riferimento Inizio del procedimento Data inizio Termine Atto conclusivo Competenza atto finale Apertura

Dettagli

CRITERI PER LA PROGRAMMAZIONE DELL ATTIVITÀ DI CONTROLLO AMMINISTRATIVO, EFFETTUATA MEDIANTE ACCESSO ISPETTIVO NEI LOCALI E NEI LUOGHI DELLE IMPRESE.

CRITERI PER LA PROGRAMMAZIONE DELL ATTIVITÀ DI CONTROLLO AMMINISTRATIVO, EFFETTUATA MEDIANTE ACCESSO ISPETTIVO NEI LOCALI E NEI LUOGHI DELLE IMPRESE. (allegato al provvedimento) CRITERI PER LA PROGRAMMAZIONE DELL ATTIVITÀ DI CONTROLLO AMMINISTRATIVO, EFFETTUATA MEDIANTE ACCESSO ISPETTIVO NEI LOCALI E NEI LUOGHI DELLE IMPRESE. ELENCO DEI CONTROLLI Esercizi

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE AGENZIE D AFFARI APPROVATO CON ATTO CC. N. 5 DEL 12/12/2008 ALLEGATO A ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE AGENZIE D AFFARI APPROVATO CON ATTO CC. N. 5 DEL 12/12/2008 ALLEGATO A ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO REGOLAMENTO COMUNALE PER LE AGENZIE D AFFARI APPROVATO CON ATTO CC. N. 5 DEL 12/12/2008 ALLEGATO A ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1) Il presente regolamento disciplina le attività così definite dall articolo

Dettagli

Interventi pubblicati sulla piattaforma SuapER

Interventi pubblicati sulla piattaforma SuapER Interventi pubblicati sulla piattaforma SuapER Settore: Esercizio di vicinato Operazione: Attività artigianali e di servizio...3 Operazione: Commercio di vicinato...3 Operazione: Vendite straordinarie...3

Dettagli

C O M U N E D I C A L O S S O. Provincia di Asti. Regolamento Comunale per le agenzie d affari

C O M U N E D I C A L O S S O. Provincia di Asti. Regolamento Comunale per le agenzie d affari C O M U N E D I C A L O S S O Provincia di Asti Regolamento Comunale per le agenzie d affari Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 26.04.2013 INDICE Articolo 1: Oggetto del Regolamento

Dettagli

Sig. Sindaco del Comune di Valenzano l.go Marconi, 58 70010 Valenzano Tel. 080 4607218 Fax. 080 4607269 E mail: suap@comune.valenzano.ba.

Sig. Sindaco del Comune di Valenzano l.go Marconi, 58 70010 Valenzano Tel. 080 4607218 Fax. 080 4607269 E mail: suap@comune.valenzano.ba. 00000000000000000000000 Protocollo generale del Comune Al Sig. Sindaco del Comune di Valenzano l.go Marconi, 58 70010 Valenzano Tel. 080 4607218 Fax. 080 4607269 E mail: suap@comune.valenzano.ba.it SEGNALAZIONE

Dettagli

CAMPO DI APPLICAZIONE

CAMPO DI APPLICAZIONE Campo di applicazione - CAMPO DI APPLICAZIONE NORMATIVA DI RIFERIMENTO Articoli da 1742 a 1752 del Codice civile; Legge 3 maggio 1985, n. 204 Disciplina dell attività di agente e rappresentante di commercio

Dettagli

Quadro delle compatibilità tra attività economiche e destinazioni d'uso dei locali

Quadro delle compatibilità tra attività economiche e destinazioni d'uso dei locali SOMMARIO A PUBBLICI ESERCIZI E SOMMINISTRAZIONE E ACCONCIATORI, ESTETISTE E BARBIERI H ALTRE ATTIVITA' VARIE A.1 RISTORANTI, PIZZERIE E.1 BARBIERI H.1 TINTOLAVANDERIE (LAVANDERIA, PULITURA A SECCO E AD

Dettagli

COMUNE di FORMIA Provincia di Latina SUAP ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE di FORMIA Provincia di Latina SUAP ELENCO DEI PROCEDIMENTI COMUNE di FORMIA Provincia di Latina SUAP Procedimento Realizzazione grande struttura di vendita Subingresso per atto tra vivi ed a causa di morte nella grande struttura di vendita Trasferimento di sede

Dettagli

SUAP - SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE TABELLA

SUAP - SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE TABELLA COMUNE DI SAN PIETRO IN CARIANO PROVINCIA DI VERONA SUAP - SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE TABELLA DEI DIRITTI DI ISTRUTTORIA DIFFERENZIATI PER TIPOLOGIA DI SETTORE DI ATTIVITA (ART. 4 C. 13 DEL D.P.R.

Dettagli

Commercio e artigianato

Commercio e artigianato Commercio e artigianato L ufficio: riceve le segnalazioni di inizio attività, variazione e trasformazione, cessazione di attività commerciali tratta il commercio su area privata, in particolare: - le comunicazioni

Dettagli

AGENZIA D AFFARI ex Art. 115 T.U.L.P.S. Segnalazione Certificata Inizio Attività

AGENZIA D AFFARI ex Art. 115 T.U.L.P.S. Segnalazione Certificata Inizio Attività AGENZIA D AFFARI ex Art. 115 T.U.L.P.S. Al COMUNE DI TORCHIAROLO Segnalazione Certificata Inizio Attività SERVIZIO S.U.A.P. NUOVA APERTURA TRASFERIMENTO DI SEDE (allegare vecchia Autorizzazione o D.I.A.)

Dettagli

Albo Imprese Artigiane

Albo Imprese Artigiane REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEL TURISMO, ARTIGIANATO E COMMERCIO Commissione Provinciale per l Artigianato c/o Camera di Commercio I. A.A. Via Carducci, 11/b Oristano Albo Imprese Artigiane

Dettagli

polizia amministrativa - agenzie di affari modello 6_01_01

polizia amministrativa - agenzie di affari modello 6_01_01 AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

Attività: AGENZIA D'AFFARI Codice: 005 Descrizione: agenzie d affari di cui all art. 115 del t.u.l.p.s. (r.d. n 773/1931) che effettuano di servizi

Attività: AGENZIA D'AFFARI Codice: 005 Descrizione: agenzie d affari di cui all art. 115 del t.u.l.p.s. (r.d. n 773/1931) che effettuano di servizi Attività: AGENZIA D'AFFARI Codice: 005 : agenzie d affari di cui all art. 115 del t.u.l.p.s. (r.d. n 773/1931) che effettuano di servizi per conto terzi. sono agenzie di affari quelle imprese comunque

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE NELLE CATEGORIE TARI

CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE NELLE CATEGORIE TARI CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE NELLE CATEGORIE TARI Classe 1 -Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali Associazioni o istituzioni

Dettagli

Ai sensi delle L.R. 1/2007 e 33/2009, delle DGR 4502/2007, 6919/2008 e 8547/08 e del D.L. 78/2010 conv. in L.122/2010. Il/La sottoscritto/a

Ai sensi delle L.R. 1/2007 e 33/2009, delle DGR 4502/2007, 6919/2008 e 8547/08 e del D.L. 78/2010 conv. in L.122/2010. Il/La sottoscritto/a Al Comune di 0 1 5 1 4 6 Cognome Codice Fiscale Nome Data di nascita: / / Cittadinanza: Sesso M F Luogo di nascita: Stato Comune Prov. Residenza: Comune Prov. Via, Piazza n C.A.P E-mail: Se disponibile,

Dettagli

ATTIVITÀ FUNEBRE L.R. 4 marzo 2010, n. 18 S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività

ATTIVITÀ FUNEBRE L.R. 4 marzo 2010, n. 18 S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività CAPAR04C.rtf - (06/2015) ATTIVITÀ FUNEBRE L.R. 4 marzo 2010, n. 18 S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _...l... sottoscritt...: Cog Nome C.F. _ _ _

Dettagli

QUESTURA DI BOLOGNA DIVISIONE POLIZIA AMMINISTRATIVA E SOCIALE UFFICIO LICENZE P.zza Galileo n. 1 piano terra

QUESTURA DI BOLOGNA DIVISIONE POLIZIA AMMINISTRATIVA E SOCIALE UFFICIO LICENZE P.zza Galileo n. 1 piano terra QUESTURA DI BOLOGNA DIVISIONE POLIZIA AMMINISTRATIVA E SOCIALE UFFICIO LICENZE P.zza Galileo n. 1 piano terra telefoni 051/6401574 051/6401559 fax 051/6401562 RICEVIMENTO DEL PUBBLICO dal Lunedì al Venerdì

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA DIRITTI DI SEGRETERIA ED ISTRUTTORIA SERVIZI ATTIVITA PRODUTTIVE SUAP IN VIGORE DAL 01/01/2015 ALLEGATO B PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO DIRITTI SUAP PROCEDIMENTI UNICI Impianti produttivi* richiesta avvio

Dettagli

DIRITTI DI ISTRUTTORIA PER LE PRATICHE DEL SERVIZIO S.U.A.P. - SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE - TABELLA ADOTTATA CON

DIRITTI DI ISTRUTTORIA PER LE PRATICHE DEL SERVIZIO S.U.A.P. - SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE - TABELLA ADOTTATA CON C I T T A' D I G A L A T I N A CITTA DI GALATINA Prov. di Lecce DIREZIONE POLIZIA MUNICIPALE-SUAP- PROTEZIONE CIVILE ALLEGATO A) DIRITTI DI ISTRUTTORIA PER LE PRATICHE DEL SERVIZIO S.U.A.P. - SPORTELLO

Dettagli

Vendita tolettatura allevamento pensione e trattamento animali da compagnia - SCIA

Vendita tolettatura allevamento pensione e trattamento animali da compagnia - SCIA Indice Agenzie d Affari Agenzie di Viaggi e Turismo Animali da compagnia Ascensori e montacarichi Attività artigianali Acconciatore Estetista e Mestieri Affini Commercio Aree Pubbliche Commercio cose antiche

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI SUBINGRESSO / CESSAZIONE / SOSPENSIONE E RIPRESA / CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI SUBINGRESSO / CESSAZIONE / SOSPENSIONE E RIPRESA / CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA Al Comune di Cognome Codice Fiscale Nome Data di nascita: / / Cittadinanza: Sesso M F Luogo di nascita: Stato Comune Prov. Residenza: Comune Prov. Via, Piazza n C.A.P E-mail: Se disponibile, indicare l'indirizzo

Dettagli

CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma)

CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO DEI DIRITTI ISTRUTTORIA DOVUTI ALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE PER IL RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE NEI PROCEDIMENTI INERENTI ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE Approvato

Dettagli

ELENCO ATTIVITÀ ARTIGIANE (L elenco comprende solo le attività più ricorrenti)

ELENCO ATTIVITÀ ARTIGIANE (L elenco comprende solo le attività più ricorrenti) ELENCO ATTIVITÀ ARTIGIANE (L elenco comprende solo le attività più ricorrenti) A Acconciatore Autodichiarazione dell attività presentata al Comune, previo riconoscimento di qualifica professionale da parte

Dettagli

VADEMECUM. PER L AVVIO E L ESERCIZIO DI UN ATTIVITA RICETTIVA ai sensi della L.R.42/2000

VADEMECUM. PER L AVVIO E L ESERCIZIO DI UN ATTIVITA RICETTIVA ai sensi della L.R.42/2000 VADEMECUM PER L AVVIO E L ESERCIZIO DI UN ATTIVITA RICETTIVA ai sensi della L.R.42/2000 Dopo il vademecum sulle attività commerciali e di somministrazione il Comune di Arezzo intende mettere a disposizione

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ Al Comune di MEOLO Ai sensi del D.Lgs. 59/2010 (art. 68) e del D.Lgs. 114/1998 (artt. 18 e 26 comma

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Modifiche e cancellazione dell impresa individuale

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Modifiche e cancellazione dell impresa individuale CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA Modifiche e cancellazione dell impresa individuale Guida a cura del Registro delle Imprese di Ancona Per informazioni registro.imprese@an.camcom.it versione 2 del 10 gennaio

Dettagli

UNI EN ISO 9001:2008 Certificato Cisq Cert n. 99.212 del 28.10.2009 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA VERONA

UNI EN ISO 9001:2008 Certificato Cisq Cert n. 99.212 del 28.10.2009 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA VERONA N. prot.: 17400/22.2 Uff. Registro delle Imprese Sigla: Rif: Data 22.06.2010 Spett.li ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO A tutti gli iscritti Loro

Dettagli

DICHIARAZIONE SUBINGRESSO / CESSAZIONE / SOSPENSIONE E RIPRESA / CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA

DICHIARAZIONE SUBINGRESSO / CESSAZIONE / SOSPENSIONE E RIPRESA / CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA MODULISTICA REGIONALE UNIFICATA MODELLO B Spazio per apposizione protocollo Inserire qui stemma del Comune Al Comune di Cognome Codice Fiscale Nome Codice ISTAT Comune A cura degli Uffici Comunali Data

Dettagli

AGENZIA D AFFARI ex Art. 115 T.U.L.P.S.

AGENZIA D AFFARI ex Art. 115 T.U.L.P.S. Al COMUNE DI ANDRIA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO AGENZIA D AFFARI ex Art. 115 T.U.L.P.S. Segnalazione Certificata Inizio Attività protocollo NUOVA APERTURA TRASFERIMENTO DI SEDE (allegare vecchia Autorizzazione

Dettagli

Comune di Termoli Campobasso Sportello Unico Attività Produttive

Comune di Termoli Campobasso Sportello Unico Attività Produttive Mod. SCIA Forme Speciali di Vendita ESERCIZI DI COMMERCIO CON FORME SPECIALI DI VENDITA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Art. 19 L. 241/90 Intervento nel Comune di TERMOLI Ai sensi del

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DI ATTIVITA ai sensi dell art. 19 della Legge 7 agosto 1990 n. 241 e s.m.i. AGENZIA DI AFFARI art.115 T.U.L.P.S.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DI ATTIVITA ai sensi dell art. 19 della Legge 7 agosto 1990 n. 241 e s.m.i. AGENZIA DI AFFARI art.115 T.U.L.P.S. E-MAIL: suap@pec.comunecorropoli.it Al SUAP del Comune di CORROPOLI Piazza Piè di Corte n. 5 64013 CORROPOLI (TE) SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DI ATTIVITA ai sensi dell art. 19 della Legge 7 agosto

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI SUBINGRESSO/CESSAZIONE/SOSPENSIONE E RIPRESA/CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI SUBINGRESSO/CESSAZIONE/SOSPENSIONE E RIPRESA/CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA MODULISTICA REGIONALE UNIFICATA S.C.I.A. MODELLO B SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI SUBINGRESSO/CESSAZIONE/SOSPENSIONE E RIPRESA/CAMBIAMENTO RAGIONE SOCIALE DI ATTIVITA' PRODUTTIVA Al Comune di NERVIANO (MI)

Dettagli

COMUNE DI PAOLA ( Provincia di Cosenza )

COMUNE DI PAOLA ( Provincia di Cosenza ) COMUNE DI PAOLA ( Provincia di Cosenza ) SETTORE N. 7 Attività Economiche e Produttive ( Piazza IV Novembre,22 ) tel. 0982 582860 fax 0982582397 ATTIVITA AGENZIA DI AFFARI legislazione di riferimento :

Dettagli

GIA' ATTIVI ALTRI GIA' ATTIVI PC NUOVI ATTIVATI SETTORE INTERVENTO. Aprire l'attività di agenzia d'affari X X

GIA' ATTIVI ALTRI GIA' ATTIVI PC NUOVI ATTIVATI SETTORE INTERVENTO. Aprire l'attività di agenzia d'affari X X SETTORE INTERVENTO GIA' ATTIVI PC GIA' ATTIVI ALTRI NUOVI ATTIVATI Aprire l'attività di agenzia d'affari Attività di servizio e professionali Attività ricreative e di svago Commercio ambulante e su aree

Dettagli

AGENZIA D AFFARI S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività

AGENZIA D AFFARI S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AGENZIA D AFFARI S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _...l... sottoscritt...: Cognome Nome C.F. _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ Stato Provincia Comune

Dettagli

Le norme legislative che disciplinano L attivita commerciale

Le norme legislative che disciplinano L attivita commerciale Le norme legislative che disciplinano L attivita commerciale DEFINIZIONE DI COMMERCIANTE E commerciante quel soggetto (persona fisica o società) che esercita un attività economica consistente nell acquisto

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE

CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE 1) Musei, Biblioteche, Scuole, Associazioni, Luoghi di culto Musei e gallerie pubbliche e private Biblioteche Scuole pubbliche di ogni ordine e grado Scuole parificate

Dettagli

Ateco 2002 Ateco 2007 Dizione Ateco 2007

Ateco 2002 Ateco 2007 Dizione Ateco 2007 Commercio all'ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli 50.1 45.1 Commercio di autoveicoli 50.20.5 45.20.9 autolavaggio e altre attività di manutenzione 50.3 45.31.0 commercio all'ingrosso

Dettagli

Ateco 2002 Ateco 2007 Dizione Ateco 2007

Ateco 2002 Ateco 2007 Dizione Ateco 2007 Commercio all'ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli 50.1 45.1 Commercio di autoveicoli 50.20.5 45.20.9 autolavaggio e altre attività di manutenzione 50.3 45.31.0 commercio all'ingrosso

Dettagli

ALLEGATO B Categorie di utenze non domestiche. Le utenze non domestiche sono suddivise nelle seguenti categorie:

ALLEGATO B Categorie di utenze non domestiche. Le utenze non domestiche sono suddivise nelle seguenti categorie: ALLEGATO B Categorie di utenze non domestiche Le utenze non domestiche sono suddivise nelle seguenti categorie: Categoria 1 Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni

Dettagli

Controlli sulle imprese

Controlli sulle imprese Controlli sulle imprese Art. 25 del d.lgs. 33/2013 Oggetto dei controlli è la verifica della conformità delle attività esercitate a quanto autorizzato, ovvero del contenuto delle dichiarazioni rilasciate

Dettagli

Vigilanza e attività economiche

Vigilanza e attività economiche Vigilanza e attività economiche Responsabile Procedimento: BUFFO Roberta segreteria@comune.prascorsano.to.it TEL. 0124.698141 Soggetto con potere sostitutivo in caso di inerzia - art. 2 c. 9 bis L. 241/90

Dettagli

FONDO REGIONALE PER IL COMMERCIO

FONDO REGIONALE PER IL COMMERCIO Prot. N. 1154 Li, 15/05/2013 Alla c.a. dei rappresentanti delle Imprese del Distretto Turistico Loro sede Oggetto: FONDO REGIONALE PER IL COMMERCIO Gli artt. 60 e 63 della L.R. 23/12/2000 n. 32 (successivamente

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA AGENZIE DI AFFARI

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA AGENZIE DI AFFARI COMUNE DI POLIZZI GENEROSA Prov. Di Palermo Servizio Attività Produttive PROTOCOLLO Al Comune di Polizzi Generosa Servizio Attività Produttive Via Garibaldi n. 13 90028 Polizzi Generosa SEGNALAZIONE CERTIFICATA

Dettagli

(presso Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura) Viale Umberto I n.80/84 04100 Latina Telefono 0773 6721 (centralino) Fax 0773 664259

(presso Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura) Viale Umberto I n.80/84 04100 Latina Telefono 0773 6721 (centralino) Fax 0773 664259 (presso Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura) Viale Umberto I n.80/84 04100 Latina Telefono 0773 6721 (centralino) Fax 0773 664259 (Aggiornato al 5 novembre 2007) Call center Albo Imprese

Dettagli

Comune di Chiaravalle

Comune di Chiaravalle ALLEGATO A - NUOVE TARIFFE (approvate con Delibera G.C. n. del ) Determinazione dei valori dei Diritti di Segreteria istituiti con il comma 10 dell art. 10 del D.L. 18/01/1993 n. 8, convertito con Legge

Dettagli

COMUNE DI SAN GEMINI PROVINCIA DI TERNI REGOLAMENTO COMUNALE PER LE AGENZIE D'AFFARI

COMUNE DI SAN GEMINI PROVINCIA DI TERNI REGOLAMENTO COMUNALE PER LE AGENZIE D'AFFARI COMUNE DI SAN GEMINI PROVINCIA DI TERNI REGOLAMENTO COMUNALE PER LE AGENZIE D'AFFARI Approvato con delib.c.c. n.54 del 03.08.2010 INDICE Art. 1 Oggetto del regolamento; Art. 2 Casi di esclusioni; Art.

Dettagli

ATTIVITÀ FUNEBRE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE IMPRESA FUNEBRE/GESTIONE CASA FUNERARIA COMUNICAZIONE GESTIONE CASA DEL COMMIATO

ATTIVITÀ FUNEBRE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE IMPRESA FUNEBRE/GESTIONE CASA FUNERARIA COMUNICAZIONE GESTIONE CASA DEL COMMIATO ATTIVITÀ FUNEBRE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE IMPRESA FUNEBRE/GESTIONE CASA FUNERARIA COMUNICAZIONE GESTIONE CASA DEL COMMIATO AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _ D. Lgs. 59/2010, L. 241/1990...l... sottoscritt...:

Dettagli

Agenzie di Affari. Attività sottoposte al procedimento

Agenzie di Affari. Attività sottoposte al procedimento Agenzie di Affari Attività sottoposte al procedimento Le Agenzie d Affari sono previste e regolate dall articolo 115 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (T.U.L.P.S.). Si tratta di quelle

Dettagli

Comune di Pietramontecorvino Area Vigilanza Polizia Locale

Comune di Pietramontecorvino Area Vigilanza Polizia Locale Comune di Pietramontecorvino Area Vigilanza Polizia Locale Piazza Martiri del Terrorismo 1 tel 0881-555020 - fax 0881 555189 Ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica del 26 ottobre 1972, n.

Dettagli

RICHIESTA DI INSTALLAZIONE INSEGNE PUBBLICITARIE DOMANDA INSTALLAZIONE INSEGNE

RICHIESTA DI INSTALLAZIONE INSEGNE PUBBLICITARIE DOMANDA INSTALLAZIONE INSEGNE M PAT 03 Pag. 1/6 DOMANDA INSTALLAZIONE INSEGNE Il sottoscritto: nome cognome ; nato a prov. ; il C. F. RICHIEDENTE e legale rappresentante della ditta: con sede in comune di prov. cap via n Tel Fax Sito

Dettagli

ATTIVITÀ FUNEBRE. Art. 13 Legge Emilia Romagna n. 156/2005 DOMANDA DI RILASCIO AUTORIZZAZIONE

ATTIVITÀ FUNEBRE. Art. 13 Legge Emilia Romagna n. 156/2005 DOMANDA DI RILASCIO AUTORIZZAZIONE Marca da bollo ATTIVITÀ FUNEBRE Art. 13 Legge Emilia Romagna n. 156/2005 DOMANDA DI RILASCIO AUTORIZZAZIONE PER ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI [] FORNITURA DI ARTICOLI FUNERARI, DISBRIGO PRATICHE AMMINISTRATIVE

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Ai sensi del D.Lgs. 59/2010 (art. 67) e del D.Lgs. 114/1998 (artt.

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Al Comune di Ai sensi del D.Lgs. 59/2010 (art. 68) e del D.Lgs.

Dettagli

UNIBAS ECONOMIA AZIENDALE Diritto commerciale 2013/14 IMPRESA AGRICOLA. Statuto generale dell imprenditore + Articoli da 2135 a 2140 c.c.

UNIBAS ECONOMIA AZIENDALE Diritto commerciale 2013/14 IMPRESA AGRICOLA. Statuto generale dell imprenditore + Articoli da 2135 a 2140 c.c. UNIBAS ECONOMIA AZIENDALE Diritto commerciale 2013/14 IMPRESA AGRICOLA Statuto generale dell imprenditore + Articoli da 2135 a 2140 c.c. TRATTAMENTO DI FAVORE DEL LEGISLATORE importanza concreta della

Dettagli

LOTTERIE 03 03 01 A SCIA manifestazione sorte locale Economia e Organizzazione

LOTTERIE 03 03 01 A SCIA manifestazione sorte locale Economia e Organizzazione Servizio / Prestazione Cod. Procedimento Pratica Settore LOTTERIE 03 03 01 A SCIA manifestazione sorte locale MANIFESTAZIONI PUBBLICHE 03 03 02 A domanda per trattenimenti pubblici temporanei presenza

Dettagli

Settore IV POLIZIA MUNICIPALE Attività Produttive. - art. 19 legge n. 241/90 come sostituito dall art. 49 c.4 legge n. 122 del 30/07/2010

Settore IV POLIZIA MUNICIPALE Attività Produttive. - art. 19 legge n. 241/90 come sostituito dall art. 49 c.4 legge n. 122 del 30/07/2010 C O M U N E D I M A T T I N A T A Provincia di Foggia Settore IV POLIZIA MUNICIPALE Attività Produttive via San Marino n. 2 poliziamunicipalemattinata@virgilio Tel/ 0884\550310-552435 Fax 559870 AL SINDACO

Dettagli

AGENZIA D AFFARI ex Art. 115 T.U.L.P.S.

AGENZIA D AFFARI ex Art. 115 T.U.L.P.S. Al COMUNE DI SAN PANCRAZIO SALENTINO SERVIZIO S.U.A.P. AGENZIA D AFFARI ex Art. 115 T.U.L.P.S. Segnalazione Certificata Inizio Attività (1 copia in carta semplice + copia per l interessato) protocollo

Dettagli

Altre Attività e Attività Produttive Agenzie d'affari

Altre Attività e Attività Produttive Agenzie d'affari Altre Attività e Attività Produttive Agenzie d'affari Descrizione Per agenzia d'affari si intende un'impresa organizzata che si offre come intermediaria nella gestione o trattazione di affari altrui, prestando

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA

MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA spazio per la protocollazione MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Domanda di autorizzazione Marca da bollo AL COMUNE DI PENNA IN TEVERINA ISTAT : 055026 Il/La sottoscritto/a cognome nome codice luogo di

Dettagli

Copia per il Comune la Camera di Commercio la Ditta. Ufficio SUAP del Comune di SALA CONSILINA 6 5 1 1 4

Copia per il Comune la Camera di Commercio la Ditta. Ufficio SUAP del Comune di SALA CONSILINA 6 5 1 1 4 Copia per il Comune la Camera di Commercio la Ditta All' Ufficio SUAP del Comune di SALA CONSILINA 6 5 1 1 4 OGGETTO: Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato. Segnalazione certificata di inizio

Dettagli

attività artigianale acconciatori e barbieri Comunicare la modifica degli orari di apertura nell'attività di Scia / comunicazione

attività artigianale acconciatori e barbieri Comunicare la modifica degli orari di apertura nell'attività di Scia / comunicazione Elenco interventi pubblicati sul portale "Su@p on line" per i quali è obbligatorio l'invio telematico macro settore settore attività Intervento Tipo procedimento acconciatori e barbieri Aprire l'attività

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio

Forme speciali di vendita al dettaglio Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Ai sensi del D.Lgs. 59/2010 (art. 68) e del D.Lgs.

Dettagli

0574/534439 417 (Ing. F.Agostini Dott. C.Renzi) Fax. 0574/534281 e-mail: motorizzazione@provincia.prato.it; fagostini@provincia.prato.

0574/534439 417 (Ing. F.Agostini Dott. C.Renzi) Fax. 0574/534281 e-mail: motorizzazione@provincia.prato.it; fagostini@provincia.prato. Amministrazione Trasparente Servizi erogati - Carta dei servizi e Standard di qualità art.32 c.1 D.Lgs.33/2013 > Iscrizione Albo Autotrasportatori di cose per conto di terzi > Licenze per l autotrasporto

Dettagli

COMUNICAZIONE UNICA ISTRUZIONI COMPILAZIONE MODULISTICA GESTIONE PREVIDENZIALE COMMERCIANTI AUTONOMI

COMUNICAZIONE UNICA ISTRUZIONI COMPILAZIONE MODULISTICA GESTIONE PREVIDENZIALE COMMERCIANTI AUTONOMI COMUNICAZIONE UNICA ISTRUZIONI COMPILAZIONE MODULISTICA GESTIONE PREVIDENZIALE COMMERCIANTI AUTONOMI PREMESSA I contributi previdenziali da lavoro autonomo derivano dallo svolgimento dell attività di impresa

Dettagli

PUBBLICO ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE. Al COMUNE DI B R O N T E

PUBBLICO ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE. Al COMUNE DI B R O N T E Al COMUNE DI B R O N T E PUBBLICO ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE Segnalazione Certificata Inizio Attività (D.Lgs. n.59/10- L. 122/10- D.Lgs. 147/12) Il sottoscritto nato a il e residente

Dettagli

Approfondimento 6.11 w - La nuova normativa relativa agli intermediari finanziari

Approfondimento 6.11 w - La nuova normativa relativa agli intermediari finanziari Approfondimento 6.11 w - La nuova normativa relativa agli intermediari finanziari INTERMEDIARI FINANZIARI ART. 106 TUB, CONFIDI, AGENTI IN ATTIVITÀ FINANZIARIA, MEDIATORI CREDITIZI E OPERATORI PROFESSIONALI

Dettagli

GUIDA AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO. Vers. 1.0

GUIDA AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO. Vers. 1.0 GUIDA AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO Vers. 1.0 AVVERTENZE GENERALI... 3 RIFERIMENTI NORMATIVI... 3 DEFINIZIONE... 4 INCOMPATIBILITA... 4 REQUISITI... 5 TITOLI DI STUDIO ABILITANTI E NON ABILITANTI...

Dettagli

MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA

MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA spazio per la protocollazione MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI FOLIGNO Il/La sottoscritto/a cognome nome codice ISTAT luogo di nascita provincia

Dettagli

APPUNTI SUI PRINCIPALI REQUISITI PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA ECONOMICHE ***********************

APPUNTI SUI PRINCIPALI REQUISITI PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA ECONOMICHE *********************** APPUNTI SUI PRINCIPALI REQUISITI PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA ECONOMICHE *********************** N.B. AI FINI DELL ISCRIZIONE AL REGISTRO DELLE IMPRESE (R.I.) O AL REPERTORIO ECONOMICO AMMINISTRATIVO

Dettagli

Regione Piemonte. Legge regionale del 23 marzo 1995, n. 38. Bollettino Ufficiale Regionale del 24 marzo 1995, n. 12. Disciplina dell'agriturismo.

Regione Piemonte. Legge regionale del 23 marzo 1995, n. 38. Bollettino Ufficiale Regionale del 24 marzo 1995, n. 12. Disciplina dell'agriturismo. Regione Piemonte Legge regionale del 23 marzo 1995, n. 38 Bollettino Ufficiale Regionale del 24 marzo 1995, n. 12 Disciplina dell'agriturismo. Preambolo IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato. IL COMMISSARIO

Dettagli

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE A LOCARE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE A LOCARE IMMOBILE

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE A LOCARE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE A LOCARE IMMOBILE Pag. 1/5 DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE A LOCARE ll sottoscritto: nome cognome nato a prov. ; il legale rappresentante della ditta: con sede nel comune di prov. cap via n Tel Fax Sito Internet E mail P. I.V.A.

Dettagli

Gli esercizi ricettivi - caratteristiche

Gli esercizi ricettivi - caratteristiche Gli esercizi ricettivi - caratteristiche Alberghi, motels e villaggi albergo Gli alberghi sono esercizi ricettivi aperti al pubblico, a gestione unitaria, che forniscono alloggio, eventualmente vitto ed

Dettagli

a) Soggetti Beneficiari sulla base della Delibera di Giunta regionale 986/2013

a) Soggetti Beneficiari sulla base della Delibera di Giunta regionale 986/2013 SOGGETTI BENEFICIARI I codici ATECO 2007 che verranno considerati sono quelli di attività primaria risultanti dalla visura camerale al momento della presentazione della domanda. a) Soggetti Beneficiari

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Al Comune di CARBONARA DI NOLA 6 3 0 1 5 Ai sensi

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES COMUNE DI SERRENTI Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

Provincia di Verona AREA ECONOMICO FINANZIARIA SERVIZIO TRIBUTI

Provincia di Verona AREA ECONOMICO FINANZIARIA SERVIZIO TRIBUTI Comune di Soave Provincia di Verona AREA ECONOMICO FINANZIARIA SERVIZIO TRIBUTI AL COMUNE DI SOAVE 1 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA PER IL RICONOSCIMENTO DELLA RURALITA AI FINI DELL IMPOSTA

Dettagli

TABELLA DIRITTI DI ISTRUTTORIA PORTALE SUAP VIGENTI DAL 01/01/2016

TABELLA DIRITTI DI ISTRUTTORIA PORTALE SUAP VIGENTI DAL 01/01/2016 TABELLA DIRITTI DI ISTRUTTORIA PORTALE SUAP VIGENTI DAL 01/01/2016 * L insediamento di una NUOVA attività economica all interno del Centro Storico è ESENTE DAL PAGAMENTO DEI DIRITTI SUAP PER TRE ANNI dalla

Dettagli

ATTIVITA FUNEBRE. Richiesta di autorizzazione per sede principale ai sensi dell art. 16 della Legge Regionale 29/7/2004 n. 19

ATTIVITA FUNEBRE. Richiesta di autorizzazione per sede principale ai sensi dell art. 16 della Legge Regionale 29/7/2004 n. 19 ALLO SPORTELLO UNICO DEL COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA marca da bollo ATTIVITA FUNEBRE Richiesta di autorizzazione per sede principale ai sensi dell art. 16 della Legge Regionale 29/7/2004 n. 19 Il sottoscritto

Dettagli