Direzione Cultura, Educazione e Gioventù /069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 01215/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE"

Transcript

1 Direzione Cultura, Educazione e Gioventù /069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 22 approvata il 23 marzo 2015 DETERMINAZIONE: STAMPA MANIFESTI MUPI PER TORINO INCONTRA BERLINO IN ESEC. DELIBERA G.M /45. IMPEGNO E AFFIDAMENTO PER EURO 4.672,60 IVA COMPRESA. CIG Z7E13BF26F. Con deliberazione della G. C. n. mecc /45 del 28/10/2014, esecutiva dal 13/11/2014, è stato approvato il progetto Torino incontra Berlino, realizzato dalla Città in collaborazione con la Fondazione per la Cultura e con il Servizio Relazioni Internazionali e Progetti Europei: un programma di iniziative dedicato a Berlino e alla Germania, attraverso lo sviluppo di progetti speciali che si svilupperà lungo tutto l anno 2015, con la partecipazione delle più prestigiose istituzioni culturali torinesi e tedesche. Partner del progetto sono il Goethe-Institut Turin, il Consolato Generale di Germania a Milano e l Ambasciata della Repubblica Federale di Germania in Italia, che hanno preparato, in accordo con la Città, un programma culturale dedicato che sarà oggetto di una campagna di comunicazione mirata, in cui ogni avvenimento sarà dovutamente segnalato al pubblico e adeguatamente amplificato. Il programma è suddiviso in 3 trimestri (aprile/giugno, luglio/settembre e ottobre/dicembre), ogni trimestre sarà caratterizzato da una diversa immagine grafica. Per promuovere il progetto descritto, uno degli strumenti più efficaci è quello delle affissioni di manifesti sugli impianti di arredo urbano denominati MUPI, installati nei punti strategici della Città. Si tratta di strutture in metallo, bifacciali e retroilluminate, pertanto particolarmente visibili, disponibili in due formati: junior (cm. 118 x 175) e senior (cm 313 x 230). Una delle due facciate di esposizione è riservata alla comunicazione istituzionale della Città in virtù di una convenzione stipulata tra la Città e la ditta IGP Decaux S.p.a., che gestisce la manutenzione degli impianti e cura le affissioni. Per promuovere Torino incontra Berlino verranno realizzati, per ogni trimestre, 140 MUPI junior e 27 MUPI senior Per affidare il servizio di stampa dei MUPI junior la Direzione scrivente aveva lanciato alla fine del 2014 una gara esplorativa sul Mepa per la stampa di tali manifesti, con diverse tirature. In seguito a verifiche effettuate è risultato che nessuna delle ditte che hanno risposto sono in grado di rispettare le caratteristiche tecniche richieste in sede di gara, e in particolare la stampa fronte/retro che garantisce un risultato ottimale per la visione dei manifesti retroilluminati.

2 /069 2 Inoltre i costi di stampa indicati dalle ditte offerenti erano superiori a quelli che applica la IGP Decaux, ditta che, in virtù di una convenzione stipulata con la Città di Torino, gestisce la manutenzione degli impianti e cura le affissioni Alla luce di quanto esposto, per affidare il servizio di stampa dei manifesti da inserire nei MUPI, verificato che la RDO espletata sul Mercato Elettronico P.A. non ha evidenziato risultati compatibili tali da soddisfare le esigenze del servizio, è stata contattata la IGP Decaux Spa che è l unica a garantire la stampa fronte/retro dei manifesti, oltre a costi contenuti e tempi rapidi di realizzazione, funzionali alle esigenze del servizio. Per la stampa dei MUPI senior la IGP Décaux detiene l esclusiva. Si ritiene pertanto di affidare il servizio di stampa dei MUPI alla IGP Decaux Spa Centro Direzionale Milanofiori Strada 3 Palazzo B Milano - P.IVA come segue: - N. 140 MUPI junior per ogni trimestre ad un costo unitario di Euro 10,00 per un importo complessivo di Euro 1.400,00 oltre a Euro 308,00 per IVA al 22% ed un totale di Euro 1.708,00 IVA compresa; i prezzi sono indicati nel prospetto allegato (All. 1) - affidamentoto ai sensi dell art. 125, comma 11 del D.Lgs. n. 163 del 12/4/2006 e dell art. 17 del Regolamento Contratti della Città di Torino n. 357; - N. 27 MUPI senior per ogni trimestre ad un costo unitario di Euro 90,00 per un importo complessivo di Euro 2.430,00 oltre a Euro 534,60 per IVA al 22% ed un totale di Euro 2.964,60 IVA compresa; i prezzi sono indicati nel prospetto allegato (All. 1) affidamento ai sensi dell art. 57 comma 2 lettera B del D.Lgs. n. 163 del 12/4/2006, in quanto trattasi di fornitore esclusivo; Il costo ammonta a Euro 4.672,60 IVA compresa per il trimestre aprile/giugno. La spesa per i seguenti trimestri verrà impegnata successivamente Visto il combinato disposto dell'art.163 del D.L.vo 267/2000 e dell'art.11 comma 16 del D.lgs.118/2011 così come modificato dall'art.1 comma1 lettera m) del D.lgs.126/2014 che, ove la scadenza del termine per la deliberazione del Bilancio di previsione sia stata fissata da norme statali in un periodo successivo all'inizio dell'esercizio finanziario di riferimento,autorizza automaticamente l'esercizio provvisorio nei limiti ivi previsti,occorre ora provvedere all'impegno della suddetta spesa. Richiamati i principi contabili in materia di imputazione delle spese di cui al D.lgs.118/2011 come integrati e corretti con D.lgs.126/2014. L'esigibilità dell'obbligazione avverrà entro il 31/12/2015. Si attesta che l'importo della spesa per l'acquisto del servizio oggetto del presente provvedimento è stato definito valutata la facoltà prevista dall'art. 8, comma 8 del DL 66/2014 come convertito in legge n. 89 del 23 giugno 2014 Si dichiara che la spesa in oggetto non è pertinente alle disposizioni in materia di valutazione dell impatto economico ai sensi della deliberazione della G. C. del 16/10/2012 n. 5288/128.

3 /069 3 Si dà atto dell inapplicabilità del termine dilatorio previsto dal D. Lgs. n. 53 del 20/03/2010 in quanto trattasi di fornitore esclusivo. Responsabile del procedimento è il Dirigente Dott. ssa Luisa PIAZZA ai sensi degli artt. 10 e 119 del D.Lgs 12/4/2006 n. 163 e s.m.i. Tutto ciò premesso, IL DIRIGENTE Visto l art. 107 del Testo Unico delle Leggi sull Ordinamento degli Enti Locali, approvato con D.Lgs 18 Agosto 2000 n. 267; Visto l art. 74 dello Statuto della Città; Visto l art. 36 del Regolamento di Contabilità; Visto l art.3 del D.Lgs 118/2011 come corretto e integrato dal D.Lgs 126/2014; Nell'ambito delle risorse finanziarie assegnate. DETERMINA 1. di attestare che il presente provvedimento è adottato nel rispetto della circolare del 20 ottobre 2011, prot. 4650, come da validazione della Direzione Economato allegata; 2. di dichiarare che la spesa in oggetto non è pertinente alle disposizioni in materia di valutazione dell impatto economico ai sensi della deliberazione della G. C. del 16/10/2012 n. 5288/128; 3. si dà atto che il presente provvedimento è rilevante ai fini della pubblicazione nella sezione amministrazione aperta ; 4. di approvare, per le motivazioni espresse in narrativa che qui si richiamano integralmente, l affidamento alla IGP Decaux Spa Centro Direzionale Milanofiori Strada 3 Palazzo B Milano - P.IVA per il servizio di stampa dei MUPI come segue: - N. 140 MUPI junior per ogni trimestre ad un costo unitario di Euro 10,00 per un importo complessivo di Euro 1.400,00 oltre a Euro 308,00 per IVA al 22% ed un totale di Euro 1.708,00 IVA compresa; i prezzi sono indicati nel prospetto allegato (All. 1) - affidamento ai sensi dell art. 125, comma 11 del D.Lgs. n. 163 del 12/4/2006 e dell art. 17 del Regolamento Contratti della Città di Torino n. 357; - N. 27 MUPI senior per ogni trimestre ad un costo unitario di Euro 90,00 per un importo complessivo di Euro 2.430,00 oltre a Euro 534,60 per IVA al 22% ed un totale di Euro 2.964,60 IVA compresa; i prezzi sono indicati nel prospetto allegato (All. 1) affidamento ai sensi dell art. 57 comma 2 lettera B del D.Lgs. n. 163 del 12/4/2006, in

4 /069 4 quanto trattasi di fornitore esclusivo; Il costo ammonta a Euro 4.672,60 IVA compresa per il trimestre aprile/giugno. La spesa per i seguenti trimestri verrà impegnata successivamente 5. di impegnare la somma complessiva di Euro 4.672,60 IVA compresa, con imputazione al codice di intervento del Bilancio 2015 corrispondente al codice di intervento n del Bilancio Turismo - Prestazioni di Servizi. (Cap 59200/2). Di dare atto che la presente determinazione è stata sottoposta al controllo di regolarità amministrativa ai sensi dell art. 147-bis TUEL e che con la sottoscrizione si rilascia parere di regolarità tecnica favorevole. In ottemperanza a quanto disposto dall articolo 63 comma 2 del vigente Regolamento per la disciplina dei Contratti del Comune di Torino, dopo l avvenuta esecutività del presente provvedimento, si procederà alla regolare stipulazione del relativo contratto. Gli allegati sono conservati agli atti del settore proponente. Torino, 23 marzo 2015 IL DIRIGENTE Dott.ssa Luisa PIAZZA Si esprime parere favorevole di regolarità contabile e visto di attestazione della copertura finanziaria. IL DIRETTORE FINANZIARIO dott.ssa Anna TORNONI

Appalti ed Economato 2015 01501/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 0 approvata il 8 aprile 2015

Appalti ed Economato 2015 01501/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 0 approvata il 8 aprile 2015 Appalti ed Economato 2015 01501/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 0 approvata il 8 aprile 2015 DETERMINAZIONE: 005/301. SERVIZIO DI PULIZIA ORDINARIA PRESSO

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 252 approvata il 15 aprile 2015 DETERMINAZIONE: ACQUISTO DI N. 42

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01535/019 Servizio Anziani e Tutele Tel. 31509

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01535/019 Servizio Anziani e Tutele Tel. 31509 Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01535/019 Servizio Anziani e Tutele Tel. 31509 CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 74 approvata il 10 aprile

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 71 approvata il 2 aprile 2015 DETERMINAZIONE:

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

LA CONFERENZA UNIFICATA

LA CONFERENZA UNIFICATA Intesa tra il Governo e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano e gli Enti locali sulla ripartizione del Fondo nazionale per le politiche giovanili di cui all art. 19, comma 2, del decreto legge

Dettagli

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Dipartimento per le Politiche di Gestione e di Sviluppo delle Risorse Umane DIPRU 3 Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture Vol. 3 - Il contratto

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

DIREZIONE GENERALE OCCUPAZIONE E POLITICHE DEL LAVORO

DIREZIONE GENERALE OCCUPAZIONE E POLITICHE DEL LAVORO 9749 31/10/2012 Identificativo Atto n. 766 DIREZIONE GENERALE OCCUPAZIONE E POLITICHE DEL LAVORO APPROVAZIONE DEI REQUISITI E DELLE MODALITÀ OPERATIVE PER LA RICHIESTA DI ISCRIZIONE ALL'ALBO REGIONALE

Dettagli

TESTI COORDINATI E AGGIORNATI

TESTI COORDINATI E AGGIORNATI TESTI COORDINATI E AGGIORNATI Testo del decreto-legge 31 dicembre 2014, n. 192 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 302 del 31 dicembre 2014), coordinato con la legge di conversione 27 febbraio

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Contratto Collettivo Integrativo del Ministero degli affari esteri 1998 2001, firmato il 3 agosto 2000. INDICE

Contratto Collettivo Integrativo del Ministero degli affari esteri 1998 2001, firmato il 3 agosto 2000. INDICE 1 Contratto Collettivo Integrativo del Ministero degli affari esteri 1998 2001, firmato il 3 agosto 2000. Premessa INDICE Parte Prima * Art. 1 - Campo di applicazione durata, decorrenza, tempi, procedure

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni;

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; Prot. n. 4084 AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; VISTO l articolo 12, comma 1, lettera m), del decreto-legge

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

COMUNE DI FORIO PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI CONTABILITA

COMUNE DI FORIO PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI CONTABILITA COMUNE DI FORIO PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI CONTABILITA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n.82 del 03.04.2013 INDICE CAPO I: FINALITÀ E CONTENUTI Art. 1 Finalità e contenuti del Regolamento

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF )

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente: SALINI

Dettagli

TESTO COORDINATO DEL REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DELL AMMINISTRAZIONE REGIONALE E DEGLI ENTI REGIONALI

TESTO COORDINATO DEL REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DELL AMMINISTRAZIONE REGIONALE E DEGLI ENTI REGIONALI TESTO COORDINATO DEL REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DELL AMMINISTRAZIONE REGIONALE E DEGLI ENTI REGIONALI A cura della Direzione Generale Servizio organizzazione, formazione, valutazione e relazioni sindacali

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Parte I Regolamento di organizzazione L assetto organizzativo della Provincia di Imperia - L attribuzione di responsabilità gestionali per l attuazione

Dettagli

SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. Ultimo aggiornamento 13 gennaio 2015

SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. Ultimo aggiornamento 13 gennaio 2015 COMUNE DI VICENZA REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Ultimo aggiornamento 13 gennaio 2015 Comune di Vicenza - a cura del Settore Risorse Umane, Segreteria 1 Generale e Organizzazione

Dettagli

MIUR IL DIRETTORE GENERALE

MIUR IL DIRETTORE GENERALE CI MIUR Firenze lì 24 aprile 2015 Bando per gli istituti scolastici pubblici e legalmente riconosciuti di ogni ordine e grado ad evidenza pubblica mediante procedura comparativa finalizzata alla creazione

Dettagli

Provincia di Venezia

Provincia di Venezia Provincia di Venezia POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO Determinazione N. 1145 / 2014 Responsabile del procedimento: GRANDESSO NICOLETTA Oggetto: DEFINIZIONE DEL CRONO PROGRAMMA PER IL 2014/2016 RELATIVO AI

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

STATUTO DEL COMUNE DI RAGUSA

STATUTO DEL COMUNE DI RAGUSA - STATUTO DEL COMUNE DI RAGUSA TESTO DEFINITIVO CON LE MODIFICHE APPROVATE DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 63 DELL 08 OTTOBRE 2007, N. 36 DEL 7 APRILE 2010 E N. 85 DEL 5 OTTOBRE

Dettagli