Studio Corno Elaborato per Federazione Opere Educative. Manuale. Buoni Lavoro. Realizzato da: Studio Corno.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Studio Corno Elaborato per Federazione Opere Educative. Manuale. Buoni Lavoro. Realizzato da: Studio Corno. www.cornoconsulting.it."

Transcript

1 Manuale Buoni Lavoro Realizzato da: Studio Corno Ottobre

2 INDICE: Che cosa sono?...3 Perché dovrei utilizzarli?...3 Quali tipologie esistono?...4 Chi può essere il prestatore?...4 C è un limite al loro utilizzo?...6 Esiste una retribuzione minima dovuta al lavoratore?...6 Il Buono Lavoro per le Opere Educative...6 Come funziona il Buono Lavoro?...7 Ci sono altri obblighi verso il lavoratore?...11 Modulo Fax Richiesta Buoni Lavoro...12 Numeri di fax delle sedi regionali INPS...13 Ottobre

3 Che cosa sono? I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte al di fuori di un normale contratto di lavoro in modo discontinuo e saltuario. Il lavoro occasionale accessorio non rappresenta una forma di lavoro subordinato. Perché dovrei utilizzarli? Perché Il committente può beneficiare di prestazioni di lavoro da parte di Studenti, Pensionati, Lavoratori assunti part-time presso un altro datore, Disoccupati, Cassaintegrati, nella completa legalità, con copertura assicurativa INAIL per eventuali infortuni sul lavoro, senza particolari formalità e senza costi amministrativi, in concreto: Per il Datore di lavoro non ci sono vincoli per l instaurazione e per la risoluzione del rapporto di lavoro (segnalando che le prestazioni effettuate da studenti hanno dei limiti specificati di seguito); non c è rigidità dell orario di lavoro, (sebbene per garantire il rispetto delle normative in materia di salute e sicurezza del lavoro e per un ottimale organizzazione si consiglia di concordare con il lavoratore inserito con i Buoni Lavoro un monte ore quindicinale non superiore all orario normale adottato dagli altri lavoratori); non si effettua la comunicazione al Centro per l Impiego e non si iscrive il lavoratore nel Libro Unico ; Per il lavoratore Instaura con facilità un rapporto di lavoro regolare accumula contributi presso la gestione separata INPS, è assicurato presso INAIL; Realizza un esperienza di lavoro regolare utile per il proprio CV; I redditi così prodotti non concorrono al reddito del lavoratore e quindi non sono imponibili ne vanno dichiarati; Ottobre

4 Il lavoro occasionale e accessorio non incide sullo stato di disoccupazione o inoccupazione; I redditi cosi prodotti sono cumulabili con altre prestazioni INPS, Pensione e Indennità di Cassa Integrazione o Mobilità. Quali tipologie esistono? Esistono 3 tipologie di voucher: Buoni singoli, del valore nominale di 10 (valore netto, per il lavoratore pari a 7,5 ) Buoni multipli, del valore nominale di 20 (valore netto, per il lavoratore, pari a 15 ) Buoni multipli, del valore nominale di 50 (valore netto, per il lavoratore, pari a 37,5 ) Nota: il valore nominale comprende una contribuzione (pari al 13%) a favore della gestione separata INPS, che viene accreditata sulla posizione individuale contributiva del prestatore; una in favore dell'inail per l'assicurazione anti-infortuni (7%) e un compenso al concessionario (Inps), per la gestione del servizio, pari al 5%. Chi può essere il prestatore? Pensionati: titolari di trattamento pensionistico in regime obbligatorio; Studenti: sono considerati studenti" i giovani con meno di 26 anni di età (compresa tra i 16 e i 25), regolarmente iscritti ad un ciclo di studi presso l'università o istituto scolastico di ogni ordine e grado. I giovani debbono, comunque, aver compiuto i 16 anni di età e, se minorenni, debbono possedere autorizzazione alla prestazione di lavoro occasionale da parte del genitore o di chi esercita la patria potestà. Ottobre

5 Nota: Gli studenti iscritti a istituti scolastici secondari, possono accedere al lavoro il sabato e la domenica di tutti i periodi dell anno, oltre che nei periodi di vacanza. I "periodi di vacanza" si riferiscono a: a) "vacanze natalizie" il periodo che va dal 1 dicembre al 10 gennaio; b) "vacanze pasquali" il periodo che va dalla domenica delle Palme al martedì successivo il lunedì dell'angelo; c) "vacanze estive" i giorni compresi dal 1 giugno al 30 settembre. Novità: Gli studenti iscritti regolarmente a corsi universitari, possono svolgere tali prestazioni durante l intero anno solare (365 giorni l anno). Altre tipologie di prestatori: comprendono le casalinghe, i disoccupati (titolari di disoccupazione ordinaria o a requisiti ridotti o disoccupazione speciale per agricoltura ed edilizia e comunque percettori della relativa indennità) e, sperimentalmente nel biennio , i cassaintegrati e i lavoratori in mobilità. Secondo le fattispecie previste, possono accedere al lavoro occasionale accessorio anche tutti i cittadini stranieri regolarmente presenti sul territorio nazionale. Nota: Per quanto concerne la categoria dei disoccupati, per poter istaurare forme di lavoro occasionale accessorio attraverso i Buoni Lavoro, questi devono percepire la relativa indennità di disoccupazione. Novità sperimentale per il 2010: nell arco temporale 2010 potranno essere svolte attività lavorative di natura occasionale, in tutti i settori produttivi, da parte di prestatori di lavoro titolari di contratti di lavoro a tempo parziale, con esclusione della possibilità di utilizzare i buoni lavoro presso il datore di lavoro titolare del contratto a tempo parziale. Si consiglia di verificare attentamente la situazione del collaboratore prima di impiegarlo all interno della propria struttura attraverso la richiesta di appositi certificati che attestino la sua frequenza a regolari corsi di studi piuttosto che l iscrizione alle apposite liste di mobilità-disoccupazione presso i centri per l impiego. Ottobre

6 C è un limite al loro utilizzo? Sì, ogni prestatore non può superare il limite economico di netto per singolo committente nell anno solare. Nel caso si tratti di cassaintegrati o lavoratori in mobilità, il limite massimo previsto è pari a netto per anno solare Esiste una retribuzione minima dovuta al lavoratore? La normativa non prevede un ammontare minimo come corrispettivo per l attività svolta dal prestatore, ciò significa che vige massima libertà per quanto riguarda la retribuzione. Tuttavia noi consigliamo di utilizzare il seguente modello retributivo: 1h lavorativa = 1 Buono Lavoro Tale modello, equivale ad una costo di 10 all ora per il committente, pari ad una retribuzione netta oraria di 7,50 per il lavoratore. Il Buono Lavoro per le Opere Educative Consigliamo l utilizzo dello strumento dei Buoni Lavoro da parte degli Istituti per attività saltuarie occasionali, comprese attività didattiche di doposcuola con docenti abilitati in pensione oppure impiegati part-time presso altre scuole paritarie o con scuole pubbliche. In merito al personale dipendente nel pubblico impiego, ricordiamo che può essere impiegato in altre attività lavorative remunerate se impiegato part-time (sino al 50%). Viceversa se impiegato full-time o part-time (superiore al 50%), non può svolgere altra attività lavorativa remunerata a meno di specifica richiesta e convalida da parte degli organi pubblici di cui è dipendente. Ottobre

7 Come funziona il Buono Lavoro? Ci sono due procedure operative relative ai Buoni Lavoro, a seconda che si vi voglia usufruire del voucher cartaceo o telematico. Procedura Buono Cartaceo: 1 Passo: Prenotare i buoni lavoro. Tale prenotazione deve avvenire tramite apposito modulo fax da inviare alla sede regionale INPS (vedere ultime pagine del manuale). I voucher prenotati saranno dispnibili nella sede INPS prescelta per il ritiro entro un massimo di 3 giorni lavorativi. Nota: il numero di buoni prenotati, deve essere relazionato all ammontare del corrispettivo che ogni lavoratore dovrà ricevere; tuttavia, vista la possibilità di ottenere un rimborso per i buoni non utilizzati, consigliamo di effettuare una stima per eccesso del numero necessario. 2 Passo: Pagare i buoni lavoro. Il pagamento deve essere fatto per mezzo del c.c.p.. n , intestato a INPS DG LAVORO OCCASIONALE ACC Nota: tale importo deve necessariamente essere un multiplo di 10 o in caso di acquisto di voucher multipli del valore di 50 euro o di 20 euro un multiplo di 50 o di 20 3 Passo: Ritirare i buoni lavoro. Presentarsi alla sede INPS (indicata nel fax di prenotazione), con la ricevuta di pagamento. I buoni possono essere ritirati anche dalle Associazioni di Categoria fornite di apposita delega. 4 Passo: Comunicazione a INAIL. Prima dell inizio delle attività di lavoro, i committenti devono effettuare la comunicazione preventiva verso l INAIL, attraverso: il contact center Inps/Inail (tel ), il numero di fax gratuito INAIL , il sito /Sezione Punto cliente, indicando, oltre ai propri dati anagrafici e codici fiscali: l anagrafica di ogni prestatore ed il relativo codice fiscale, il luogo di svolgimento della prestazione, la date presunte di inizio e di fine dell attività lavorativa; in caso di spostamento delle suddette date, dovrà essere effettuata, con le stesse modalità, nuova comunicazione di variazione all INAIL. Nota: si consiglia di tenere traccia di tale comunicazione, per esempio attraverso una copia del fax Ottobre

8 5 Passo: Utilizzo Il committente - prima di consegnare al lavoratore i buoni che costituiscono il corrispettivo dell attività lavorativa deve provvedere ad intestarli, scrivendo su ciascun buono, negli appositi spazi, il proprio codice fiscale, il codice fiscale del prestatore destinatario, il periodo della relativa prestazione e convalidando il buono con la propria firma. 6 Passo: Riscossione Il prestatore potrà recarsi in qualunque ufficio postale per riscuotere il corrispettivo dei Buoni Lavoro ricevuti 7 Passo: Rimborso Buoni non Utilizzati L eventuale rimborso dei buoni cartacei acquistati dai datori di lavoro e non utilizzati può avvenire esclusivamente presso le Sedi dell INPS, che rilascerà ricevuta e disporrà un bonifico per il loro controvalore a favore del datore di lavoro. Nota: tale procedura è da attivarsi per ogni prestatore Per maggiori dettagli sulla procedura per Buoni cartacei, visitare il sito: 27&iMenu=1&itemDir=5304 Procedura Telematica ATTENZIONE! La procedura telematica ha come premessa per la sua esecuzione, l iscrizione sia del Committente, sia del Prestatore presso l INPS; tale operazione può essere fatta mediante: Sportelli INPS (canale obbligatorio per il committente se il suo nominativo non è presente negli archivi dell INPS); Sito internet nella sezione Servizi OnLine/Per il cittadino/lavoro Occasionale Accessorio (se nominativo del committente è già presente in archivio e, di conseguenza si è già in possesso del PIN); Contact Center INPS/INAIL (numero gratuito ) (se nominativo committente è già presente in archivio); Associazioni di categoria dei datori di lavoro. (solo per committenti) L iscrizione del Prestatore è fondamentale, poiché il valore dei voucher, ricevuti come remunerazione, sarà accreditato sulla INPSCARD. Questa: verrà inviata al lavoratore dopo la sua iscrizione; dovrà essere attivata dal lavoratore presso qualsiasi ufficio postale. Ottobre

9 1 Passo: Richiedere i buoni lavoro. Prima dell inizio delle attività di lavoro, il committente deve richiedere all INPS (attraverso il Sito internet oppure il Contact Center ) i buoni lavoro virtuali. La richiesta dovrà contenere: l anagrafica di ogni prestatore ed il relativo codice fiscale; la data di inizio e di fine presunta dell attività lavorativa; il luogo di svolgimento della prestazione; il numero di buoni per ogni prestatore. Con la comunicazione dei dati contenuti nella richiesta dei buoni il committente assolve contestualmente agli obblighi di: comunicazione preventiva all INAIL (cui l INPS riverserà tempestivamente l informazione di inizio attività lavorativa); intestazione (provvisoria) dei buoni lavoro. Nota: nel caso in cui dopo la comunicazione all INAIL - si verifichino delle variazioni relativamente ai periodi di inizio e fine lavoro ovvero ai lavoratori impiegati, tali variazioni dovranno essere preventivamente comunicate all INAIL direttamente dal committente attraverso: il Contact Center Inps/Inail (numero gratuito ); il numero di fax gratuito INAIL ; il sito Sezione Punto Cliente. 2 Passo: Pagare i buoni lavoro. Il committente dovrà versare, prima dell inizio della prestazione, il valore complessivo dei buoni (virtuali) con una delle seguenti modalità: tramite modello F24; tramite versamento sul c.c.p intestato ad INPS DG LAVORO OCCASIONALE ACC, il cui importo deve necessariamente essere un multiplo di 10; tramite pagamento on line collegandosi al sito nella sezione Servizi OnLine / Per il cittadino / Lavoro Occasionale Accessorio, utilizzando uno dei seguenti strumenti di pagamento: addebito su conto corrente BancoPosta (BPOL) o carta prepagata Postepay o carta di credito abilitata al circuito internazionale VISA, VISA Electron, Mastercard. Ottobre

10 3 Passo: Rendicontazione dei voucher. Al termine della prestazione lavorativa, il committente deve comunicare all INPS (confermando o variando i dati della richiesta già effettuata a preventivo attraverso i canali sopra indicati), per ciascun prestatore, l entità della prestazione svolta e, quindi, l effettivo utilizzo dei buoni lavoro. Ricevuta la comunicazione a consuntivo, la Procedura di Gestione INPS: notificherà l operazione sia al committente, sia al prestatore; verificherà la copertura economica dei voucher, confrontando i versamenti effettuati dal committente con il complessivo onere dovuto per l attività svolta dal prestatore. Il risultato di questa verifica, o o se positivo, comporterà l accreditamento del corrispettivo dovuto sulla INPSCARD del lavoratore; se negativo, comporterà una notifica al committente per un sollecito di pagamento, pari alla somma non versata. Nota: la procedura è progettata in modo che la disponibilità sul conto può essere utilizzata in momenti diversi, quindi in fase di consuntivazione non è obbligatorio arrivare ad un saldo pari a zero, ma è consentito che permanga una somma residua da spendere per successive richieste di prestazioni di lavoro occasionale accessorio. 4 Passo: Conclusione. Il processo si conclude con l accredito dei contributi sulle posizioni assicurative individuali dei prestatori, a carico di INPS mediante riversamento ad INAIL del contributo del 7% destinato all assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. Per maggiori dettagli sulla procedura per i Buoni Telematici, consultare il sito: 27&iMenu=1&itemDir=5304 Ottobre

11 Ci sono altri obblighi verso il lavoratore? Da un punto di vista procedurale non esistono altri obblighi per il datore di lavoro. Nonostante questo, raccomandiamo di sottoscrivere una LETTERA DI RECIPROCO ACCORDO con il prestatore, in modo da regolarizzare in forma scritta alcune caratteristiche della prestazione di lavoro occasionale, quali: Orari di lavoro; Informativa sulla normativa di sicurezza e igiene vigente in azienda (ai sensi del D.lgs 81/2008, art. 36); Informativa sul trattamento dei dati aziendali (D.lgs 196/03). In tale accordo deve risultare in modo inequivocabile che tale collaborazione non costituisce un rapporto di lavoro di natura dipendente. Per qualsiasi necessità o approfondimento in merito ai Buoni Lavoro è possibile rivolgersi ai seguenti indirizzi: (Studio Corno, dott. Molteni Matteo). Ottobre

12 Modulo Fax Richiesta Buoni Lavoro Ottobre

13 Numeri di fax delle sedi regionali INPS Ottobre

BUONI LAVORO PER LAVORO OCCASIONALE ACCESSORIO VADEMECUM

BUONI LAVORO PER LAVORO OCCASIONALE ACCESSORIO VADEMECUM BUONI LAVORO PER LAVORO OCCASIONALE ACCESSORIO VADEMECUM COSA SONO I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l INPS (direttamente o per il tramite

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l INPS (direttamente o per il tramite

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Aggiornato al 05 novembre 2012 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l

Dettagli

/DYRURRFFDVLRQDOHGLWLSRDFFHVVRULR

/DYRURRFFDVLRQDOHGLWLSRDFFHVVRULR /DYRURRFFDVLRQDOHGLWLSRDFFHVVRULR Il lavoro occasionale di tipo accessorio è una particolare modalità di prestazione lavorativa prevista dalla Legge Biagi. La sua finalità è regolamentare quei rapporti

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l INPS (direttamente o per il tramite

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) posso utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

LAVORO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO. La procedura per l utilizzo telematico dei buoni lavoro si compone delle seguenti fasi.

LAVORO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO. La procedura per l utilizzo telematico dei buoni lavoro si compone delle seguenti fasi. Istituto Nazionale Previdenza Sociale LAVORO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO La procedura per l utilizzo telematico dei buoni lavoro si compone delle seguenti fasi. 1. Registrazione committente

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

STUDIO DE ALEXANDRIS Commercialisti Revisori Contabili Avvocati

STUDIO DE ALEXANDRIS Commercialisti Revisori Contabili Avvocati Circolare Studio Prot. N 14/09 del 27/02/09 MD/lb Monza, lì 27.02.2009 A Tutti i C l i e n t i Loro Sedi Oggetto: Voucher INPS per lavoro occasionale accessorio nei settori commercio, turismo, servizi

Dettagli

Voucher Lavoro: I compensi aumentano

Voucher Lavoro: I compensi aumentano Voucher Lavoro: I compensi aumentano È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale (G.U. Serie Generale n.144 del 24-6-2015 Supplemento Ordinario n. 34) il decreto legislativo n. 81 del 15 giugno 2015 che

Dettagli

BUONI LAVORO: un vademecum per i professionisti

BUONI LAVORO: un vademecum per i professionisti BUONI LAVORO: un vademecum per i professionisti Rivisitata da molteplici interventi normativi ed assoggettata ad altrettanti chiarimenti ministeriali, nonché di carattere previdenziale, sembra che ad oggi

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

IL LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO (VOUCHER) Rag.Roberto Ciotti

IL LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO (VOUCHER) Rag.Roberto Ciotti IL LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO (VOUCHER) Rag.Roberto Ciotti CHE COS'È IL LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO E' una particolare modalità di prestazione lavorativa, che regolamenta tutte quelle

Dettagli

Il lavoro accessorio. a cura di Patrizia Clementi. Supplemento a ex Lege 1/2009 Aggiornata con la Finanziara 2010 ( L. 23 dicembre 2009, n.

Il lavoro accessorio. a cura di Patrizia Clementi. Supplemento a ex Lege 1/2009 Aggiornata con la Finanziara 2010 ( L. 23 dicembre 2009, n. Il lavoro accessorio a cura di Patrizia Clementi Supplemento a ex Lege 1/2009 Aggiornata con la Finanziara 2010 ( L. 23 dicembre 2009, n. 191) Fonti normative: L. 14 febbraio 2003, n. 30 (legge delega)

Dettagli

LAVORO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO. La procedura per l utilizzo telematico dei buoni lavoro si compone delle seguenti fasi.

LAVORO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO. La procedura per l utilizzo telematico dei buoni lavoro si compone delle seguenti fasi. LAVORO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO La procedura per l utilizzo telematico dei buoni lavoro si compone delle seguenti fasi. 1. Registrazione committente Il committente si registra presso

Dettagli

Vademecum_VERS_def_Layout 1 17/10/12 16:53 Pagina 1. Buono Lavoro sempre più vantaggi per il lavoro occasionale accessorio

Vademecum_VERS_def_Layout 1 17/10/12 16:53 Pagina 1. Buono Lavoro sempre più vantaggi per il lavoro occasionale accessorio Vademecum_VERS_def_Layout 1 17/10/12 16:53 Pagina 1 Buono Lavoro sempre più vantaggi per il lavoro occasionale accessorio Vademecum_VERS_def_Layout 1 17/10/12 16:53 Pagina 2 COSA SONO I Buoni Lavoro (o

Dettagli

IL LAVORO OCCASIONALE O ACCESSORIO

IL LAVORO OCCASIONALE O ACCESSORIO IL LAVORO OCCASIONALE O ACCESSORIO Il lavoro accessorio consiste nella prestazione di attività lavorative di natura occasionale, rese per lo svolgimento di determinate attività, che non diano complessivamente

Dettagli

Oggetto: LAVORO ACCESSORIO: REGOLE APPLICATIVE E ADEMPIMENTI CONTABILI

Oggetto: LAVORO ACCESSORIO: REGOLE APPLICATIVE E ADEMPIMENTI CONTABILI Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: LAVORO ACCESSORIO: REGOLE APPLICATIVE E ADEMPIMENTI CONTABILI La Manovra d estate 2008 (D.L. n.112/08, convertito in L. n.133/08) ha disciplinato la regolamentazione

Dettagli

VOUCHER ATTIVITA OCCASIONALE

VOUCHER ATTIVITA OCCASIONALE VOUCHER ATTIVITA OCCASIONALE Riferimenti normativi Dlgs n 276 /2003 artt 70-73 Legge 33/2009 VALORE NOMINALE DEI BUONI 10 EURO per buono singolo Bonus multiplo da 50 euro (pari a 5 buoni) Importo stabilito

Dettagli

VADEMECUM BUONI AVORO. per il lavoro occasionale accessorio

VADEMECUM BUONI AVORO. per il lavoro occasionale accessorio VADEMECUM BUONI AVORO per il lavoro occasionale accessorio COSA SONO I Buoni Lavoro (o voucher) sono un sistema diretto per il pagamento di servizi di breve durata destinati alle aziende e ai privati.

Dettagli

BUONI AVORO VADEMECUM. per il lavoro occasionale accessorio

BUONI AVORO VADEMECUM. per il lavoro occasionale accessorio vademecum orizzontale_layout 1 08/03/12 15:32 Pagina 1 VADEMECUM Prodotto a cura di Italia Lavoro in collaborazione con Inps nell ambito del progetto Diffusione del Buono Lavoro per il lavoro occasionale

Dettagli

OGGETTO: NOVITA VOUCHER/LAVORO ACCESSORIO (JOBS ACT)

OGGETTO: NOVITA VOUCHER/LAVORO ACCESSORIO (JOBS ACT) Circolare 03/2015 Sava lì 25.06.2015 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi OGGETTO: NOVITA VOUCHER/LAVORO ACCESSORIO (JOBS ACT) Gentile Cliente, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 24 giugno

Dettagli

Un occasione in più per l occupazione: Il lavoro accessorio. Promozione e Utilizzo dei Voucher per il Lavoro Accessorio (LOA)

Un occasione in più per l occupazione: Il lavoro accessorio. Promozione e Utilizzo dei Voucher per il Lavoro Accessorio (LOA) Un occasione in più per l occupazione: Il lavoro accessorio Promozione e Utilizzo dei Voucher per il Lavoro Accessorio (LOA) Lavoro Accessorio COSA E è un attività lavorativa di natura puramente occasionale

Dettagli

Provincia di Pordenone Settore Politiche del Lavoro e Programmazione Sociale LAVORO ACCESSORIO

Provincia di Pordenone Settore Politiche del Lavoro e Programmazione Sociale LAVORO ACCESSORIO Provincia di Pordenone Settore Politiche del Lavoro e Programmazione Sociale LAVORO ACCESSORIO LAVORO ACCESSORIO Particolare modalità di prestazione lavorativa prevista dalla Legge delega 14 febbraio 2003,

Dettagli

NORMATIVA e APPROFONDIMENTI

NORMATIVA e APPROFONDIMENTI NORMATIVA e APPROFONDIMENTI APPROFONDIMENTI LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO Settembre 2009 - LAVORO ACCESSORIO E BUONI LAVORO - Il presente approfondimento ha lo scopo analizzare la normativa di

Dettagli

I Buoni Lavoro. Centro Studi AssoAPI Salerno

I Buoni Lavoro. Centro Studi AssoAPI Salerno I Buoni Lavoro Un vademecum per comprendere quali committenti e tipologie di lavoratori possono utilizzare il sistema dei voucher e la metodologia di utilizzo Centro Studi AssoAPI Salerno 9/8/2013 INDICE

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 74 15.04.2013 Voucher: i chiarimenti dell INPS Per instaurare un rapporto occasionale accessorio è necessario effettuare la

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE? SI, MA SERENO E SICURO. le opportunita' dei buoni lavoro per lavoratori e datori di lavoro

LAVORO OCCASIONALE? SI, MA SERENO E SICURO. le opportunita' dei buoni lavoro per lavoratori e datori di lavoro LAVORO OCCASIONALE? SI, MA SERENO E SICURO le opportunita' dei buoni lavoro per lavoratori e datori di lavoro Avevo diversi lavori straordinari da fare in azienda; e in casa alcuni lavoretti che non ci

Dettagli

IL LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO ED IL SISTEMA DEI VOUCHER

IL LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO ED IL SISTEMA DEI VOUCHER Numero 63 Settembre 2013 IL LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO ED IL SISTEMA DEI VOUCHER Lavoro a cottimo, lavoro a domicilio, lavoro nero, lavoro interinale, lavoro precario: sembra davvero che di

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 12/08/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 12/08/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 12/08/2015 Circolare n. 149 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Il lavoro occasionale di tipo accessorio nelle vendemmie: precisazioni Inps e Inail

Il lavoro occasionale di tipo accessorio nelle vendemmie: precisazioni Inps e Inail Il lavoro occasionale di tipo accessorio nelle vendemmie: precisazioni Inps e Inail La sperimentazione del lavoro occasionale di tipo accessorio sarà effettuata, per l anno 2008, con riferimento a prestazioni

Dettagli

Voucher per lavoro accessorio nel settore agricolo: i chiarimenti dell Inps

Voucher per lavoro accessorio nel settore agricolo: i chiarimenti dell Inps Voucher per lavoro accessorio nel settore agricolo: i chiarimenti dell Inps Il sistema dei buoni lavoro è pienamente operativo con riferimento non solo alle vendemmie, ma a tutte le attività agricole di

Dettagli

Le prestazioni occasionali di tipo accessorio

Le prestazioni occasionali di tipo accessorio Le prestazioni occasionali di tipo accessorio Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È IL LAVORO ACCESSORIO? La riforma del mercato del lavoro (Legge 92/2012) è intervenuta modificando anche questa tipologia

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA N.4 /2015

CIRCOLARE INFORMATIVA N.4 /2015 CIRCOLARE INFORMATIVA N.4 /2015 Ai Sig.ri Clienti Loro Sedi Oggetto: Nuovi requisiti per il lavoro accessorio (Voucher) Decreto Lgs. 20 febbraio 2015 artt. 51-54 Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 27

Dettagli

LAVORO ACCESSORIO Incontro Centro Studi 14/10/2014. A cura di Luca Furfaroe Monica Fogliatto

LAVORO ACCESSORIO Incontro Centro Studi 14/10/2014. A cura di Luca Furfaroe Monica Fogliatto LAVORO ACCESSORIO Incontro Centro Studi 14/10/2014 A cura di Luca Furfaroe Monica Fogliatto Lavoro ACCESSORIO Le prestazioni di lavoro accessorio sono attività lavorative svolte senza l instaurazione di

Dettagli

Direzione centrale Entrate contributive. Direzione centrale Organizzazione. Coordinamento e supporto attività connesse al fenomeno migratorio

Direzione centrale Entrate contributive. Direzione centrale Organizzazione. Coordinamento e supporto attività connesse al fenomeno migratorio Direzione centrale Entrate contributive Direzione centrale Organizzazione Coordinamento e supporto attività connesse al fenomeno migratorio Direzione centrale Sistemi informativi e Telecomunicazioni Direzione

Dettagli

Finalità: Far valere a fini previdenziali piccole attività lavorative che altrimenti andrebbero disperse.

Finalità: Far valere a fini previdenziali piccole attività lavorative che altrimenti andrebbero disperse. Si tratta di prestazioni di lavoro di natura meramente occasionale, e accessoria', non riconducibili a contratti di lavoro in quanto svolte in modo saltuario e discontinuo. Si offrono, così occasioni di

Dettagli

Città di Brienza REGOLAMENTO RELATIVO A PRESTAZIONI DI LAVORO ACCESSORIO DI NATURA MERAMENTE OCCASIONALE I N D I C E

Città di Brienza REGOLAMENTO RELATIVO A PRESTAZIONI DI LAVORO ACCESSORIO DI NATURA MERAMENTE OCCASIONALE I N D I C E Città di Brienza (Prov. di Potenza) (D.p.r. del 7/11/2005) Piazza dell Unità d Italia 85050 Brienza tel. 0975381003 - fax 0975381988 comune.brienza@cert.ruparbasilicata.it www.comune.brienza.pz.it REGOLAMENTO

Dettagli

I BUONI LAVORO: modalità di utilizzo e funzionamento

I BUONI LAVORO: modalità di utilizzo e funzionamento I BUONI LAVORO: modalità di utilizzo e funzionamento Giornata nazionale della Previdenza Ufficio Legislativo Milano, 4 maggio 2011 Buoni lavoro e modalità operative > i buoni lavoro > la procedura cartacea

Dettagli

Le domande più frequenti

Le domande più frequenti Le domande più frequenti ACQUISTO E RISCOSSIONE VOUCHER: 1. Che cosa si intende per prestazioni occasionali di tipo accessorio? Per qualificare le prestazioni occasionali di tipo accessorio si deve fare

Dettagli

Il limite annuo di compensi si calcola conteggiando le somme ricevute da tutti i committenti.

Il limite annuo di compensi si calcola conteggiando le somme ricevute da tutti i committenti. 251 01/2014 PICCOLI LAVORI, VOUCHER FINO A 5.050 EURO Il limite annuo di compensi si calcola conteggiando le somme ricevute da tutti i committenti. So che si può occupare un lavoratore pagandolo con il

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AVVISO PER ACQUISIZIONE DISPONIBILITA A SVOLGERE LAVORO DI NATURA OCCASIONALE PRESSO IL COMUNE DI MERATE CON PAGAMENTO MEDIANTE BUONO LAVORO (VOUCHER) PER ATTIVITÀ RESE NELL AMBITO DI LAVORI DI GIARDINAGGIO,

Dettagli

Il lavoratore Mario Rossi ha percepito nel corso dell anno 2.020 1 netti di voucher dalla Alfa S.r.l., 2.020 1 netti

Il lavoratore Mario Rossi ha percepito nel corso dell anno 2.020 1 netti di voucher dalla Alfa S.r.l., 2.020 1 netti Prospetto riepilogativo sull utilizzo dei voucher Valore Minimo di ogni Voucher 10,00 Valore Incassato dal lavoratore 7,50 Somma totale erogabile in un anno solare (quindi dal 01/01 al 31/12) ad ogni lavoratore

Dettagli

Il lavoro occasionale accessorio dopo gli interpelli del ministero del lavoro

Il lavoro occasionale accessorio dopo gli interpelli del ministero del lavoro N. 104 del 07.03.2011 La Memory A cura di Roberto Camera Funzionario della DPL Modena (1) Il lavoro occasionale accessorio dopo gli interpelli del ministero del lavoro Negli ultimi mesi il Ministero del

Dettagli

REGOLAMENTO per l erogazione dei buoni lavoro (voucher) relativi a prestazioni lavorative di tipo occasionale svolte in favore del

REGOLAMENTO per l erogazione dei buoni lavoro (voucher) relativi a prestazioni lavorative di tipo occasionale svolte in favore del COMUNE DI CARIATI (Prov. di COSENZA) AREA COMUNICAZIONE E RELAZIONI CON IL PUBBLICO U.R.P. - Cultura - Assistenza - Pubblica Istruzione - Turismo - Sport REGOLAMENTO per l erogazione dei buoni lavoro (voucher)

Dettagli

La presente circolare innova ed integra quanto disposto con la circolare Inps n. 169 del 16 dicembre 2014.

La presente circolare innova ed integra quanto disposto con la circolare Inps n. 169 del 16 dicembre 2014. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Roma, 06/05/2016 Circolare n. 75 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

Flusso per la gestione delle prestazioni occasionali di tipo accessorio

Flusso per la gestione delle prestazioni occasionali di tipo accessorio Flusso per la gestione delle prestazioni occasionali di tipo accessorio Fase facoltativa Domanda Domanda del del lavoratore lavoratore al al CPI CPI Registrazione Registrazione lavoratore lavoratore Richiesta

Dettagli

OGGETTO: Decreto legislativo 10.9.2003, n. 276, articoli 70 e 72 - Lavoro

OGGETTO: Decreto legislativo 10.9.2003, n. 276, articoli 70 e 72 - Lavoro Ufficio Legislativo Direzione centrale Entrate Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione centrale Bilanci e Servizi fiscali

Dettagli

Ufficio Legislativo. Direzione Centrale Entrate. Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici

Ufficio Legislativo. Direzione Centrale Entrate. Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Ufficio Legislativo Entrate Organizzazione Sistemi Informativi e Tecnologici Bilanci e Servizi fiscali Roma, 24 Marzo 2009 Circolare n. 44 Allegati 3 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle

Dettagli

Modalità operative per l acquisto dei voucher

Modalità operative per l acquisto dei voucher ALLEGATO N. 3 PROGETTO RECIPROCA SOLIDARIETA E LAVORO ACCESSORIO ANNO 2014 VADEMECUM Modalità operative per l acquisto dei voucher Il contributo del Comune, attraverso il finanziamento di Compagnia di

Dettagli

Via Genova 67050. Tel. 0863 978122-970923 fax 0863 978564 P.I. 0021 6390 666 AVVISO PUBBLICO

Via Genova 67050. Tel. 0863 978122-970923 fax 0863 978564 P.I. 0021 6390 666 AVVISO PUBBLICO COMUNE di CIVITA D ANTINO (L AQUILA) Via Genova 67050 Tel. 0863 978122-970923 fax 0863 978564 P.I. 0021 6390 666 AVVISO PUBBLICO PER LO SVOLGIMENTO DI PRESTAZIONI DI LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO

Dettagli

cosa sffino s ffiqltrnr LAVffiRffi?

cosa sffino s ffiqltrnr LAVffiRffi? REGIONE SICLIANA ASSESSORATO REGIONALE DELLA FAMIGLIA, DELLE POLITICHE SOCIALI E DEL LAVORO DIPARTIMENTO REGIONALE LAVORO CENTRO PER L'IMPIEGO DI PETRALIA SOPRANA occetto: IL LAVORO OCCASIONALE ED ACCESSORIO-

Dettagli

Mamme lavoratrici, le istruzioni per ottenere il contributo di 600 euro

Mamme lavoratrici, le istruzioni per ottenere il contributo di 600 euro Inps: Mamme lavoratrici, le istruzioni per ottenere il contributo di 600 euro Dopo il decreto arrivano le istruzioni. A chi spetta, a chi non spetta, le modalità di utilizzo, la domanda e tutto quello

Dettagli

Portale dei Pagamenti MANUALE UTENTE. Versione 3.0 del 01/04/2015 ELENCO VERSIONI. Versione Descrizione e Impatto della modifica Da Emissione

Portale dei Pagamenti MANUALE UTENTE. Versione 3.0 del 01/04/2015 ELENCO VERSIONI. Versione Descrizione e Impatto della modifica Da Emissione Portale dei Pagamenti MANUALE UTENTE Versione 3.0 del 01/04/2015 ELENCO VERSIONI Versione Descrizione e Impatto della modifica Da Emissione Versione 3 L acquisto online dei Voucher Virtuali è consentito

Dettagli

Il Coordinamento Donne Regionale FISTel-CISL Campania

Il Coordinamento Donne Regionale FISTel-CISL Campania . Carissime/i, in allegato le circolari dell'inps appena uscite in merito ai Voucher Baby Sitting. Si tratta della possibilità per la madre lavoratrice di richiedere, al termine del congedo di maternità

Dettagli

Inoltre sono stati previsti nuovi canali di distribuzione dei voucher: presso il circuito delle Banche Popolari e presso gli uffici postali.

Inoltre sono stati previsti nuovi canali di distribuzione dei voucher: presso il circuito delle Banche Popolari e presso gli uffici postali. Messaggio INPS N. 003846/12 Oggetto: Lavoro occasionale accessorio: 1. Piano di efficientamento servizio di Poste Italiane pagamento voucher distribuiti dalle sedi 2. Distribuzione voucher presso gli uffici

Dettagli

Voucher per lavoro occasionale disponibili presso tutti gli uffici postali

Voucher per lavoro occasionale disponibili presso tutti gli uffici postali CIRCOLARE A.F. N. 48 del 03 Aprile 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Voucher per lavoro occasionale disponibili presso tutti gli uffici postali Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che

Dettagli

Lavoro accessorio: valutazioni Cisl e materiali informativi e di approfondimento 1

Lavoro accessorio: valutazioni Cisl e materiali informativi e di approfondimento 1 Lavoro accessorio: valutazioni Cisl e materiali informativi e di approfondimento 1 INDICE 1) Valutazioni sul lavoro accessorio (Dip. Mercato del Lavoro Cisl) 2) La Campagna di Comunicazione del Ministero

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale

Istituto Nazionale Previdenza Sociale Istituto Nazionale Previdenza Sociale Prestazioni Occasionali di tipo Accessorio Normativa di riferimento comma d) dell articolo 4 della Legge n. 30 del 14 febbraio 2003 articoli da 70 a 73 del Decreto

Dettagli

INPS messaggio 14 maggio 2010, n. 13211

INPS messaggio 14 maggio 2010, n. 13211 INPS messaggio 14 maggio 2010, n. 13211 Premessa Il sistema di regolazione dei "Voucher" per il lavoro occasionale di tipo accessorio ha fatto registrare un notevole sviluppo, raggiungendo il numero di

Dettagli

BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER A FRONTE DI PRESTAZIONI LAVORATIVE SVOLTE PER IL COMUNE DI PASSIRANO

BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER A FRONTE DI PRESTAZIONI LAVORATIVE SVOLTE PER IL COMUNE DI PASSIRANO BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER A FRONTE DI PRESTAZIONI LAVORATIVE SVOLTE PER IL COMUNE DI PASSIRANO 1) Norme generali e finalità dell intervento Il Comune di Passirano intende ricercare personale disponibile

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 151 01.09.2015 Lavoro accessorio: i chiarimenti dell INPS Fino al 31 dicembre 2015 resta in vigore la vecchia disciplina per

Dettagli

COMUNE DI FRASSINORO PROVINCIA DI MODENA Piazza Miani 16-41044 Frassinoro tel. 0536/971811 fax 0536/971002

COMUNE DI FRASSINORO PROVINCIA DI MODENA Piazza Miani 16-41044 Frassinoro tel. 0536/971811 fax 0536/971002 COMUNE DI FRASSINORO PROVINCIA DI MODENA Piazza Miani 16-41044 Frassinoro tel. 0536/971811 fax 0536/971002 AVVISO PER ACQUISIZIONE DISPONIBILITA A SVOLGERE LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PER PRESTAZIONI

Dettagli

Prestazioni di tipo accessorio BUONI LAVORO VOUCHER

Prestazioni di tipo accessorio BUONI LAVORO VOUCHER Prestazioni di tipo accessorio BUONI LAVORO VOUCHER A cura della Commissione Lavoro Dott. Leonello Fontana Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Viterbo Viterbo, 16 Aprile 2014 Disciplina

Dettagli

COMUNE DI CAMPOTOSTO

COMUNE DI CAMPOTOSTO COMUNE DI CAMPOTOSTO Provincia di L Aquila C.A.P. 67013 C. F. 00085160661 c.c.p. 12153672 Tel. 0862 900142 900320 fax VERBALE DI DELIBERAZIONE COPIA DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: Acquisto buoni lavoro

Dettagli

Comune di Loano (Provincia di Savona) Servizio Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane

Comune di Loano (Provincia di Savona) Servizio Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane Comune di Loano (Provincia di Savona) Servizio Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane P.zza Italia 2, 17025 Loano Tel. 019.675694/ Fax 019.675698 - e-mail: personale@comuneloano.it AVVISO PUBBLICO

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 63 01.04.2014 Intermittenti: chiarimenti sui versamenti volontari Tempo fino al 20 settembre 2014 per le richieste di versamenti

Dettagli

IL LAVORO ACCESSORIO NEL TURISMO

IL LAVORO ACCESSORIO NEL TURISMO 1 IL LAVORO ACCESSORIO NEL TURISMO Federalberghi Il lavoro accessorio nel turismo di Serena Blundo introduzione di Angelo Giuseppe Candido e Federico Salis coordinamento a cura di Angelo Giuseppe Candido

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio PEA

Lavoro Occasionale Accessorio PEA Lavoro Occasionale Accessorio PEA Internet 1. PEA 3 1.1 Punto Emissione Autorizzato (PEA) 3 1.1.1 PEA - Servizi per il Committente 6 1.1.2 PEA - Dichiarazione prestazioni 7 1.1.3 PEA Modifica - Cancellazione

Dettagli

Sommario 1. Definizione 2. Campo di applicazione 3. Trattamento economico, previdenziale e fiscale 4. Modalità operative 5.

Sommario 1. Definizione 2. Campo di applicazione 3. Trattamento economico, previdenziale e fiscale 4. Modalità operative 5. LAVORO ACCESSORIO Sommario 1. Definizione 2. Campo di applicazione 3. Trattamento economico, previdenziale e fiscale 4. Modalità operative 5. Sanzioni 1. Definizione Gli artt. 48-50 del D.Lgs. n. 81/2015

Dettagli

Progetto VESPRO Valutazione dell Efficacia delle Strutture e delle Politiche Rivolte all Occupabilità nelle autonomie locali. Focus Monotematici

Progetto VESPRO Valutazione dell Efficacia delle Strutture e delle Politiche Rivolte all Occupabilità nelle autonomie locali. Focus Monotematici PON Governance e Azioni di Sistema Obiettivo Convergenza 2007-2013 (FSE) [IT051PO006] Asse B Occupabilità Progetto VESPRO Valutazione dell Efficacia delle Strutture e delle Politiche Rivolte all Occupabilità

Dettagli

Circolare N. 124 del 15 Settembre 2015

Circolare N. 124 del 15 Settembre 2015 Circolare N. 124 del 15 Settembre 2015 Lavoro accessorio: nuove modalità di acquisto voucher Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che con circ. 12.8.2015 n. 149, l'inps ha fornito le prime

Dettagli

GUIDA AL LAVORO ACCESSORIO AGGIORNATA AL DECRETO LAVORO N. 76-2013

GUIDA AL LAVORO ACCESSORIO AGGIORNATA AL DECRETO LAVORO N. 76-2013 Premessa generale GUIDA AL LAVORO ACCESSORIO AGGIORNATA AL DECRETO LAVORO N. 76-2013 La caratteristica principale del lavoro accessorio è rappresentata dal modo in cui il Committente compensa il lavoratore

Dettagli

Azienda certificata In sistema Qualità N 50 100 7754 ISO 9001. Lavoro accessorio

Azienda certificata In sistema Qualità N 50 100 7754 ISO 9001. Lavoro accessorio Azienda certificata In sistema Qualità N 50 100 7754 ISO 9001 Lavoro accessorio Artt.70 e seguenti del D.lgs. n.276/03, come da ultimo modificati dal Decreto legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito, con

Dettagli

Lavoro accessorio: i chiarimenti dell'inps. INPS, circolare 12/08/2015 n 149. Pubblicato il 25/08/2015

Lavoro accessorio: i chiarimenti dell'inps. INPS, circolare 12/08/2015 n 149. Pubblicato il 25/08/2015 Lavoro accessorio: i chiarimenti dell'inps INPS, circolare 12/08/2015 n 149 Pubblicato il 25/08/2015 L art 48, comma 1, del d.lgs. n. 81 del 15 giugno 2015 innalza il limite massimo del compenso che il

Dettagli

Circolare N.61 del 9 Aprile 2013

Circolare N.61 del 9 Aprile 2013 Circolare N.61 del 9 Aprile 2013 Rientro al lavoro delle madri lavoratrici. I chiarimenti dell INPS sull erogazione del voucher Gentile cliente con la presente intendiamo informarla è stato pubblicato

Dettagli

CUMIGNANO SUL NAVIGLIO

CUMIGNANO SUL NAVIGLIO CUMIGNANO SUL NAVIGLIO PROVINCIA DI CREMONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.41 Cod. Ente 10742 Trasmessa all ORECO/Capigruppo Consiliari Il 27.08.2014 prot. n. 1317 OGGETTO: APPROVAZIONE

Dettagli

Proroghe a termini in scadenza per il Ministero del lavoro

Proroghe a termini in scadenza per il Ministero del lavoro N. 157 del 13.04.2011 La Memory A cura di Roberto Camera Funzionario della DPL Modena (1) Proroghe a termini in scadenza per il Ministero del lavoro Il Governo, al fine di sostenere il reddito delle famiglie

Dettagli

IL LAVORO ACCESSORIO

IL LAVORO ACCESSORIO IL LAVORO ACCESSORIO (Artt. 70-73 del D.Lg. n. 276/03 - L. 133/2008- L. 33/2009-L. 191/2009- D.L. 225 del 29/12/2010 convertito in legge n. 10/2011- L. 92/2012 c.d. Riforma Fornero - circ. Ministero del

Dettagli

coop. servizi scuole materne - Brescia

coop. servizi scuole materne - Brescia EROGAZIONE CONTRIBUTI PER SERVIZI ALL'INFANZIA L Inps, con il messaggio n. 9524 del 10 dicembre 2014, rende noto che le strutture eroganti servizi per l infanzia appartenenti alla rete pubblica o privata

Dettagli

Data news: 18/12/2012 Titolo: Indennità di disoccupazione mini ASpI 2012

Data news: 18/12/2012 Titolo: Indennità di disoccupazione mini ASpI 2012 Data news: 18/12/2012 Titolo: Indennità di disoccupazione mini ASpI 2012 Dal 1 gennaio 2013, l indennità di disoccupazione ordinaria con requisiti ridotti non sarà più erogata. Per coloro che nel 2012

Dettagli

PENSIONE DI INABILITÀ: cumulo contribuzione accreditata in due o piu forme assicurative Circolare INPS n 140 del 3.10.2013

PENSIONE DI INABILITÀ: cumulo contribuzione accreditata in due o piu forme assicurative Circolare INPS n 140 del 3.10.2013 INCA INFORMA Quindicinale di informazione previdenziale a cura dell INCA- CGIL Bergamo http://new.cgil.bergamo.it/inca/ 9 Ottobre 2013 Numero 23 PENSIONE DI INABILITÀ: cumulo contribuzione accreditata

Dettagli

Legge n 214 del 22 dicembre 2011, art.12, comma 2 - invio di comunicazioni ai pensionati.

Legge n 214 del 22 dicembre 2011, art.12, comma 2 - invio di comunicazioni ai pensionati. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 30-12-2011 Messaggio n. 24711 Allegati n.1 OGGETTO: Legge n 214 del 22

Dettagli

COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO: ESCLUSIONE AZIENDE CON TASSO INAIL MAGGIORE DEL 60 X 1000

COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO: ESCLUSIONE AZIENDE CON TASSO INAIL MAGGIORE DEL 60 X 1000 Viale Berlinguer, 8 48124 Ravenna RA - Tel. 0544.516111 Fax 0544.407733 Reg. Imprese/RA, C.F. e P. IVA 00431550391 Albo Società Cooperative Sez. Mutualità prevalente n. A116117 Sito web: www.confartigianato.ra.it

Dettagli

Comune di MISANO DI GERA D ADDA. Provincia di Bergamo Regione Lombardia

Comune di MISANO DI GERA D ADDA. Provincia di Bergamo Regione Lombardia VOUCHER PER ACQUISTO SERVIZI BABY-SITTING: contributo per il pagamento del servizio di baby sitting ovvero per il pagamento di strutture eroganti servizi per l infanzia La legge 92/2012 ha introdotto,

Dettagli

Circolare N. 84 del 06 Giugno 2011. Il riscatto della laurea ora è on line

Circolare N. 84 del 06 Giugno 2011. Il riscatto della laurea ora è on line Circolare N. 84 del 06 Giugno 2011 Il riscatto della laurea ora è on line Il riscatto della laurea ora è on line Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, così come disposto dall INPS

Dettagli

Stop al pagamento in contanti delle pensioni eccedenti i 1.000 Euro

Stop al pagamento in contanti delle pensioni eccedenti i 1.000 Euro CIRCOLARE A.F. N.99 del 29 Giugno 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Stop al pagamento in contanti delle pensioni eccedenti i 1.000 Euro Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1

Dettagli

La legge n. 33 del 9 aprile 2009 ha modificato profondamente il decreto iniziale del 2003 di seguito si riportano gli articoli modificati

La legge n. 33 del 9 aprile 2009 ha modificato profondamente il decreto iniziale del 2003 di seguito si riportano gli articoli modificati LAVORO OCCASIONALE ED ACCESSORIO D.LGS N. 276/2003 E SUCCESSIVE MODIFICHE COMUNEMENTE DETTO LAVORO CON I VOUCHERS O BUONI LAVORO" ULTIME MODIFICHE LEGISLATIVE La legge n. 33 del 9 aprile 2009 ha modificato

Dettagli

Circolare N. 15 del 29 Gennaio 2015

Circolare N. 15 del 29 Gennaio 2015 Circolare N. 15 del 29 Gennaio 2015 Assegni familiari - per i dipendenti di aziende cessate o fallite richiesta solo telematica dal 01.01.2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che

Dettagli

Roma, 16/12/2014 Circolare n. 169

Roma, 16/12/2014 Circolare n. 169 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Ufficio centrale per l'applicazione del sistema di

Dettagli

Lavoro accessorio: riforma del lavoro, chiarimenti del ministero e novità introdotte dal DL 83/2012 convertito

Lavoro accessorio: riforma del lavoro, chiarimenti del ministero e novità introdotte dal DL 83/2012 convertito N. 384 del 03.10.2012 La Memory A cura di Mauro Muraca Lavoro accessorio: riforma del lavoro, chiarimenti del ministero e novità introdotte dal DL 83/2012 convertito La legge di riforma del mercato del

Dettagli

Il nuovo lavoro accessorio. a cura di Patrizia Clementi

Il nuovo lavoro accessorio. a cura di Patrizia Clementi Il nuovo lavoro accessorio a cura di Patrizia Clementi 2/2012 Il nuovo lavoro accessorio a cura di Patrizia Clementi SUPPLEMENTO AL N 2/2012 DI EX LEGE - POSTE ITALIANE SPA SPED. IN ABB.TO POSTALE DL 353/2003

Dettagli

Lavoratori dello spettacolo: Voucher e certificato di agibilità

Lavoratori dello spettacolo: Voucher e certificato di agibilità Le pillole di Notizie, commenti, istruzioni ed altro Lavoratori dello spettacolo: Voucher e certificato di agibilità Area Lavoro a cura di : Area Lavoro Silvio Moretti con la collaborazione di Andrea Stoccoro

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO PER LA CREAZIONE DI UN ELENCO DI PERSONE DISPONIBILI A PRESTARE ATTIVITA OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO NELL AMBITO DEL PROGETTO RECIPROCA SOLIDARIETA E LAVORO ACCESSORIO FINANZIATO DALLA

Dettagli

Modifiche del D. Lgs. 81/2015 al Lavoro occasionale accessorio

Modifiche del D. Lgs. 81/2015 al Lavoro occasionale accessorio Lavoro occasionale accessorio Limite massimo di compensi: innalzato da 5.060 a 7.000 (lordo 9.333) per anno civile con riferimento alla totalità dei committenti, rivalutabili annualmente; Rimane invece

Dettagli

COMUNE DI LA LOGGIA PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI LA LOGGIA PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI LA LOGGIA PROVINCIA DI TORINO ------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGETTO RECIPROCA SOLIDARIETÀ E LAVORO ACCESSORIO 2011 Dichiarazione

Dettagli

In atti deliberazione della Giunta Comunale n. 155 del 03.10.2013

In atti deliberazione della Giunta Comunale n. 155 del 03.10.2013 In atti deliberazione della Giunta Comunale n. 155 del 03.10.2013 AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA DI PERSONALE DISPONIBILE A SVOLGERE LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PRESSO I

Dettagli