IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA"

Transcript

1 IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Il progetto è stato promosso e finanziato dal Ministero per i beni e le attività culturali - Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici per la regione Friuli Venezia Giulia, in attuazione dell Accordo di programma quadro Stato-Regione in materia di beni e attività culturali del 22 dicembre Il progetto, realizzato dall Associazione Mecenate 90 nel periodo settembre 2005-settembre 2006, ha comportato: - un indagine sul campo per l acquisizione di dati analitici su domanda e offerta per ciascun museo della regione; - l archiviazione delle informazioni in un data base aggiornabile nel tempo; - la produzione di un Rapporto di studio; - la realizzazione del canale web che fornisce informazioni in lingua italiana e inglese sui musei della regione. I RISULTATI DELL INDAGINE SUI MUSEI DELLA REGIONE Nell ambito del progetto, è stata realizzata un indagine sul campo per l acquisizione di dati analitici su tutti i musei aperti o temporaneamente chiusi della regione. L indagine è stata svolta tramite la somministrazione di un questionario ai responsabili dei musei (98% di questionari compilati e restituiti) e un attività di ricognizione diretta presso tutte le strutture. I dati sono aggiornati al mese di gennaio Alla luce dell indagine svolta l offerta museale della regione Friuli Venezia Giulia risulta composta da 185 musei: 23 in provincia di Gorizia, 32 in provincia di Pordenone, 45 in provincia di Trieste e 85 in provincia di Udine (le sezioni di musei multipli ex L.R.60/1976 sono state trattate come unità museali a se stanti). In rapporto alla popolazione residente e alla superficie, la regione si distingue per una densità museale superiore a quella italiana: 15,4 musei ogni abitanti (Italia: 7), 2,4 musei per 100 kmq (Italia: 1,4). E la provincia di Trieste a emergere per densità museale: 18,9 musei ogni abitanti e 21,2 musei per 100 kmq. Rispetto all articolazione tipologica, la composizione dei musei è la seguente: 1

2 - 34 musei di Etnografia e/o antropologia, - 30 di Storia e documentazione, - 27 Specializzati, - 25 di Arte, - 18 di Archeologia, - 8 di Arte e Archeologia, - 15 Misti, - 13 di Scienza e/o storia naturale, - 10 di Scienza e/o tecnica, - 3 Giardini/orti botanici, - 2 Territoriali. A un confronto con i dati nazionali (1996) emerge la maggiore incidenza delle tipologie Etnografia e/o antropologia (18,4% del totale contro il 6,4% dell Italia), Storia e documentazione (16,2% contro 8,1%), Specializzato (14,6% contro 7,8%). Sottorappresentate, invece, le tipologie Arte (13,5% contro il 26,7% dell Italia) e Archeologia (9,7% contro 17,3%). Rispetto al regime proprietario, l indagine ha ricostruito il seguente quadro: 85 musei comunali, 43 privati, 15 ecclesiastici, 13 statali, 10 provinciali, 9 regionali, 7 di altro ente pubblico, 3 universitari. In linea con il dato nazionale (1996), prevalgono quindi musei a titolarità comunale, con un valore percentualmente superiore a quello nazionale (45,9% contro 42,1%). Percentualmente più diffusi anche i musei di proprietà privata (23,8 contro 17,2% dell Italia), regionale (4,9%) e provinciale (5,4%), mentre meno rappresentati sono i musei statali (7% contro il 13,4% dell Italia), ecclesiastici (7,6% contro 13%) e universitari (1,6% contro 6,1%). L analisi del tasso di natalità museale nel tempo evidenzia che la maggior parte dei musei della regione (circa il 68%) sono stati fondati nel periodo che va dal 1962 a oggi. Il periodo più recente ( ) è quello in cui l offerta museale è cresciuta in misura maggiore (64 nuove strutture, pari al 34,6% del totale). Per quanto riguarda il personale, il totale delle unità impiegate nei musei della regione si aggira intorno a 830 unità (una cifra indicativa, poiché il 9% ca. dei musei non ha fornito dati a riguardo). La custodia/vigilanza/assistenza al pubblico è l area funzionale che assorbe il maggior numero di unità di personale (44,3%). I dipendenti a tempo indeterminato rappresentano il 47,3% delle unità impiegate, seguiti dai volontari (circa il 27%), dai dipendenti a tempo determinato (l 11,7%), dai collaboratori/consulenti (il 10,3%). L incidenza del personale volontario sul personale totale varia dal 10%, nei musei statali, al 22% nei musei comunali, al 26% nei musei ecclesiastici fino ad arrivare al 70% nei musei privati. Secondo le dichiarazioni dei musei, prevalgono come sedi museali immobili di interesse storico-artistico (67% del totale), con uno stato di conservazione buono o ottimo in circa il 90% dei casi. 2

3 Rispetto alla registrazione e documentazione delle collezioni l inventariazione è presente nel 69,2% dei musei, la precatalogazione nel 13,5%, la catalogazione nel 36,2%, la documentazione fotografica nel 59,5%. Il 13,5% dei musei dichiara che il proprio patrimonio non è stato oggetto di alcuna attività di registrazione o documentazione. Gli allestimenti delle collezioni sono in gran parte recenti (56,8% post 1991). Rispetto alla fruibilità, circa l 88% dei musei (163 musei) è aperto e visitabile dal pubblico interamente, il 4,3% (8) è aperto e parzialmente visitabile (una parte consistente delle collezioni non è fruibile al pubblico), il 6,5% (12) temporaneamente chiuso, 2 musei sono musei virtuali. Il 47,4% dei 171 musei aperti osserva un apertura regolare (secondo giorni e orari prestabiliti), il 22,8% un apertura su richiesta, il 29,8% entrambe le modalità. Circa il 28% dei musei che osservano orari di apertura presenta diversificazioni stagionali dell orario e l 8% è aperto solo in alcuni periodi dell anno. Circa il 32% dei musei che osservano orari di apertura è aperto per non più di 9 ore/settimana nel periodo invernale, il 24% nel periodo estivo. Rispetto alla modalità d ingresso, nella regione prevalgono i musei con ingresso gratuito, per un totale di 123 unità (72% dei musei aperti), contro i 48 musei (28%) con ingresso a pagamento. 117 musei, il 63,2% del totale, dichiarano di organizzare una qualche forma di attività temporanea per il pubblico: mostre temporanee (attività presente nel 54,6% dei musei), seminari e/o conferenze (46,5% dei musei), convegni (37,8%) e altre attività, tra cui presentazioni di libri, concerti, degustazioni (13,5%). 157 musei, circa l 85% del totale, offrono servizi per i visitatori: il più diffuso è il servizio di visite guidate (nel 75,6% dei musei), seguito dal bookshop/punto vendita (60%) e dai laboratori didattici (40,5%). Molto meno diffusi il guardaroba (8%), il bar/caffetteria (6%), il noleggio audioguide (2,7%). Nei bookshop i prodotti più diffusi sono nell ordine le guide brevi (disponibili in 87 musei, 47% del totale), cataloghi (in 64 musei, 34,5% del totale), DVD (in 38 musei, 20,5% del totale) e oggettistica (in 25 musei, 13,5% del totale). Rispetto alla domanda di visitatori, l analisi condotta sui 153 musei che hanno fornito dati rivela una domanda complessiva regionale che si aggira, nel 2004, intorno a visite. Rispetto alla distribuzione territoriale, i comuni capoluogo richiamano circa il 55% della domanda museale regionale.nel 2004 i musei della provincia di Trieste sono quelli che hanno accolto il maggior numero di visitatori, sia in 3

4 termini assoluti ( visitatori), che relativi alla popolazione (311 visitatori ogni 100 abitanti) e in rapporto al numero dei musei (media di circa visite per museo). La sola città di Trieste conta quasi il 47% della domanda regionale rilevata nel 2004, mentre gli altri 3 capoluoghi provinciali variano tra il 4,5% di Gorizia e lo 0,9% di Pordenone. Il primato di Trieste è imputabile in parte all elevato numero di strutture presenti nel capoluogo ed in parte alla presenza di singoli musei che contano elevati valori di domanda. I comuni non capoluogo accolgono circa il 45% della domanda museale regionale. E possibile analizzare la ripartizione di questa domanda complessiva con vari criteri. Rispetto alla tipologia museale nel 2004 risultano più visitati i musei di Storia e documentazione ( visitatori); si noti che i musei etno-antropologici, nonostante il loro numero elevato, accolgono meno visitatori ( unità) rispetto ai poco numerosi musei d arte, che arrivano a quasi visitatori. I musei mediamente più visitati della regione sono quelli statali, seguiti da quelli di altro ente pubblico, comunali ed ecclesiastici. L andamento nel periodo rivela una crescita rilevante a livello regionale (+40%), particolarmente accentuata per i musei della provincia di Trieste (+66%) e per quelli della provincia di Pordenone, la meno frequentata dai visitatori, che tuttavia ha visto un incremento del 134% nei 5 anni considerati. Nel 2004 solo 12 musei hanno raggiunto almeno visitatori (tra questi il Museo Storico del Castello di Miramare, con i suoi visitatori è il più visitato) mentre oltre la metà dei musei che hanno fornito i dati dichiara di aver avuto meno di visite. Per quanto riguarda le mostre temporanee, nel triennio solo 5 mostre hanno superato i visitatori e solo 7 hanno avuto un numero medio di visitatori al giorno superiore alle 100 unità. IL SITO WEB Promuovere la conoscenza dei musei pubblici e privati della regione Friuli Venezia Giulia. E questo l obiettivo del sito realizzato, nell ambito del progetto, da Mecenate 90, in collaborazione con Cultur-e. Attraverso una struttura dei contenuti e della grafica che permette un facile accesso alle informazioni, il sito si rivolge a un pubblico variegato: cittadini, studiosi, turisti e operatori del settore, interessati a vari livelli di approfondimento. Per garantire una maggiore diffusione dei contenuti, il sito è stato realizzato anche in inglese. 4

5 Avere informazioni dettagliate su un museo Il sito permette di ottenere informazioni su collezioni e servizi di tutti i musei presenti sul territorio regionale. Navigando le sue sezioni è possibile visualizzare i musei organizzandoli per categoria tematica (musei di arte, archeologia, etnografia, scienza, storia, ecc.), proprietà (statale, provinciale, comunale, ecclesiastica, ecc.), servizi offerti (bar-caffetteria, bookshop, guardaroba, ecc.). Ogni singolo museo viene presentato attraverso una scheda informativa che fornisce, oltre ad alcune immagini di opere significative della sua collezione, informazioni relative ai dati identificativi (indirizzo, numero di telefono, ed eventuale sito web, ecc.), alla logistica (la posizione rispetto al centro città, la stazione ferroviaria, la fermata degli autobus, l imbocco autostradale o l aeroporto più vicini), agli orari di apertura, ai contenuti delle collezioni, alle attività e ai servizi offerti al pubblico. Verificare la posizione del museo e scoprire come raggiungerlo Il sito permette di entrare in una mappa interattiva della regione e individuare la sede di ogni singolo museo. Si tratta di una funzione innovativa per i siti web dedicati ai musei di una regione e consente non solo di visualizzare la posizione del museo, ma anche di conoscere i punti d interesse nelle sue vicinanze (altri musei, beni di interesse culturale) e di sapere come meglio raggiungere il museo (in treno, auto, autobus, ecc.). Presente nella sezione Come arrivare e in ogni scheda informativa, la mappa può essere navigata anche tramite filtri di ricerca, individuando ad esempio tutti i musei statali di storia oppure tutti i musei gratuiti presenti in regione. Cercare un museo Il motore di ricerca permette di affinare la selezione di musei di proprio interesse, impostando una ricerca per parola chiave o secondo un criterio specifico. Ad esempio è possibile individuare i musei appartenenti a uno stesso ambito tematico (musei scientifici, archeologici, ecc.) e a una stessa titolarità giuridica (musei statali, ecclesiastici, comunali, ecc.), in base alla presenza di un particolare servizio (guardaroba, bookshop, bar-caffetteria, ecc.) e alle modalità di ingresso (gratuito o a pagamento). Avere informazioni su itinerari regionali a tema La sezione Itinerari propone sei percorsi di visita, segnalando i musei presenti in regione e dedicati a un tema specifico: Alto Medioevo e Longobardi, Arti e mestieri del metallo, la Grande Guerra, collezioni curiose, dimore storiche, il carsismo. Tramite la mappa interattiva è possibile visualizzare sul territorio regionale i musei appartenenti al singolo itinerario e accedere alle relative informazioni di dettaglio. 5

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE DATI GENERALI Dati informativi - descrittivi Denominazione del museo o della

Dettagli

Questionario di autovalutazione

Questionario di autovalutazione Questionario di autovalutazione SCHEDA ANAGRAFICA i Denominazione del museo e recapiti A.1.1 Denominazione. A.1.2 Complesso di appartenenza (1). A.1.3 Indirizzo (2) A.1.4 Località (3). A.1.5 CAP A.1.6

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI, IL BILANCIO, LE RISORSE UMANE E LA FORMAZIONE

Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI, IL BILANCIO, LE RISORSE UMANE E LA FORMAZIONE IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 8 gennaio 2004, n. 3; VISTO il decreto legislativo 22 gennaio 2004,

Dettagli

*4. Proprietà. Informazioni sul museo. 1. Denominazione Museo. 2. Provincia. 3. Tipologia. Page 1. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj.

*4. Proprietà. Informazioni sul museo. 1. Denominazione Museo. 2. Provincia. 3. Tipologia. Page 1. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. SI Informazioni sul museo 1. Denominazione Museo 2. Provincia Avellino 5 6 Benevento Caserta Napoli Salerno 3. Tipologia storico archeologico artistico demoetnoantropologico scientifico naturalistico composito

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAMAIORE

REGOLAMENTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAMAIORE Comune di Camaiore 12 REGOLAMENTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAMAIORE Approvato con deliberazione del C.C. n 50 del 26.07.2005 Ripubblicato il Regolamento dal 26/08/2005 al 09/09/2005 REGOLAMENTO

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

STUDI PER UNA GUIDA GEOLOGICA INTERATTIVA SU COMPUTER PALMARE. A. Mereu, R. Riccamboni

STUDI PER UNA GUIDA GEOLOGICA INTERATTIVA SU COMPUTER PALMARE. A. Mereu, R. Riccamboni STUDI PER UNA GUIDA GEOLOGICA INTERATTIVA SU COMPUTER PALMARE A. Mereu, R. Riccamboni Gruppo di Geomorfologia, Geologia Applicata e Cartografia Informatica Dipartimento di Scienze Geologiche, Ambientali

Dettagli

COMUNE DI PALAGIANO. Provincia di Taranto. Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO

COMUNE DI PALAGIANO. Provincia di Taranto. Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO Approvato con Delibera di C.C. n. 12 del 19 marzo 2012 ART. 1 Denominazione e sede Il Museo Civico di Palagiano denominato

Dettagli

VENDITA > ALBERGHI-RESIDENCE > Noventa di Piave (VE) Z.I. ALBERGO - PROSSIMA REALIZZAZIONE

VENDITA > ALBERGHI-RESIDENCE > Noventa di Piave (VE) Z.I. ALBERGO - PROSSIMA REALIZZAZIONE VENDITA > ALBERGHI-RESIDENCE > Noventa di Piave (VE) Z.I. ALBERGO - PROSSIMA REALIZZAZIONE DESCRIZIONE IL PROGETTO Alla base di questo progetto c è l idea di offrire alle aziende uno spazio di nuova concezione

Dettagli

COMUNE DI BUTTRIO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MUSEO DELLA CIVILTA ' DEL VINO - CENTRO DI DOCUMENTAZIONE LABORATORIO DI RICERCA

COMUNE DI BUTTRIO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MUSEO DELLA CIVILTA ' DEL VINO - CENTRO DI DOCUMENTAZIONE LABORATORIO DI RICERCA COMUNE DI BUTTRIO P R O V I N C I A D I U D I N E REGOLAMENTO COMUNALE DEL MUSEO DELLA CIVILTA ' DEL VINO - CENTRO DI DOCUMENTAZIONE LABORATORIO DI RICERCA Approvato con deliberazione consiliare n 35/2000

Dettagli

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi:

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi: CARTA DEI SERVIZI DEL COMUNE DI SASSARI Settore Sviluppo Locale, Politiche Culturali e Marketing Turistico Macro categoria attività Museo della Città Finalità attività Il Museo della Città, è il luogo

Dettagli

IL PUBBLICO DEI MUSEI DI ARTE CONTEMPORANEA (Centro Studi e Ricerche Associazione Civita)

IL PUBBLICO DEI MUSEI DI ARTE CONTEMPORANEA (Centro Studi e Ricerche Associazione Civita) IL PUBBLICO DEI MUSEI DI ARTE CONTEMPORANEA (Centro Studi e Ricerche Associazione Civita) L indagine L indagine sul pubblico dell arte contemporanea, condotta dal Centro Studi e Ricerche dell Associazione

Dettagli

IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA

IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA Analisi su base economico gestionale delle realtà museali provinciali, per una progettazione consapevole di sviluppo futuro del Sistema museale provinciale.

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

GESTIRE E VALORIZZARE I BENI CULTURALI Il contributo strategico dei servizi di Facility Management

GESTIRE E VALORIZZARE I BENI CULTURALI Il contributo strategico dei servizi di Facility Management FMI - Facility Management Italia GESTIRE E VALORIZZARE I BENI CULTURALI Il contributo strategico dei servizi di Facility Management Arch. Carmen Voza Roma, Auditorium Ara Pacis 24.11. 15 Beni Culturali

Dettagli

1. Rappresentare l identità del soggetto culturale pubblico

1. Rappresentare l identità del soggetto culturale pubblico 4.3.3 Analisi di siti web di eventi culturali temporanei SCHEDA 3 DATI GENERALI EVENTO CULTURALE: "L'Oro e l'azzurro. I colori del Sud da Cezanne a Bonnard" LUOGO: Treviso, Casa dei Carraresi PERIODO:

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari- Settore Attività Socio-Culturali. Telefono 070/675.2420 070/675.2111 Fax 070/675.2998 E-mail acabras@amm.unica.

Università degli Studi di Cagliari- Settore Attività Socio-Culturali. Telefono 070/675.2420 070/675.2111 Fax 070/675.2998 E-mail acabras@amm.unica. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE AFFARI LEGALI SETTORE ATTIVITA SOCIO-CULTURALI Funzionario Responsabile: Angela Maria Cabras Tel 070 675.2420 Fax 070 675.2998 Ragione Sociale Università degli

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali. CARTA DEI SERVIZI Museo di Palazzo Reale, Genova

Ministero per i Beni e le Attività Culturali. CARTA DEI SERVIZI Museo di Palazzo Reale, Genova Ministero per i Beni e le Attività Culturali CARTA DEI SERVIZI Museo di Palazzo Reale, Genova 2013 PRESENTAZIONE CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei servizi risponde all esigenza di fissare principi

Dettagli

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM Approvato con D.G.C. n. 50 del 18/05/09 Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE Il presente regolamento disciplina

Dettagli

Scopo e struttura della comunicazione

Scopo e struttura della comunicazione Approfondimento # 2 Analisi di mercato e web Lezione di approfondimento individuale # 2 Valore di mercato A cura arch. Mirko Bisulli Scopo e struttura della comunicazione La comunicazione ha un duplice

Dettagli

Istituto Superiore Regionale Etnografico COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

Istituto Superiore Regionale Etnografico COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Regione Autonoma della Sardegna Istituto Superiore Regionale Etnografico COMITATO TECNICO SCIENTIFICO DIRETTIVE SCIENTIFICHE PER IL TRIENNIO 2006/2008 E PROGRAMMA ANNUALE DI ATTIVITÀ 2006 Direttive scientifiche

Dettagli

Biblioteca del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali Carta dei Servizi

Biblioteca del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali Carta dei Servizi Biblioteca del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali Carta dei Servizi PREMESSA La Biblioteca del museo del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali si configura

Dettagli

Regolamento del Museo di 'Palazzo Corte Metto' del Comune di Auronzo di Cadore. Premessa

Regolamento del Museo di 'Palazzo Corte Metto' del Comune di Auronzo di Cadore. Premessa Regolamento del Museo di 'Palazzo Corte Metto' del Comune di Auronzo di Cadore Premessa Il Museo Palazzo Corte Metto (ex Museo della Flora, Fauna e Mineralogia) farà parte della costituenda rete museale

Dettagli

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ANTIQUARIUM PITINUM MERGENS Approvato con Delibera 1 Art.1 Costituzione dell Antiquarium Pitinum Mergens e sue finalità

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM13U ATTIVITÀ 52.47.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI GIORNALI, RIVISTE E PERIODICI

STUDIO DI SETTORE SM13U ATTIVITÀ 52.47.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI GIORNALI, RIVISTE E PERIODICI STUDIO DI SETTORE SM13U ATTIVITÀ 52.47.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI GIORNALI, RIVISTE E PERIODICI Aprile 2002 1 STUDIO DI SETTORE SM13U Numero % sugli invii Invii 11.200 Ritorni 8.229 73,5 Distribuzione

Dettagli

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 Statuto del Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 1 Art. 1 Denominazione e sede del museo Per iniziativa del Comune di Zavattarello è costituito il del

Dettagli

Finalità comunicative. Struttura degli SVV e funzionalità interattive e comunicative dei componenti

Finalità comunicative. Struttura degli SVV e funzionalità interattive e comunicative dei componenti Visite virtuali Alba Pratalia realizza sistemi di visita virtuale (SVV) per la promozione turistica - attraverso internet - delle attrattive storiche, artistiche e culturali delle città. L integrazione

Dettagli

COME CONSERVANO E VALORIZZANO I BENI NATURALISTICI MUSEALI?

COME CONSERVANO E VALORIZZANO I BENI NATURALISTICI MUSEALI? COME CONSERVANO E VALORIZZANO I BENI NATURALISTICI MUSEALI? A Flusso di attività B - INPUT C Descrizione dell attività D RISULTATO E - SISTEMA PROFESSIONALE ESIGENZA DI CONSERVARE E VALORIZZARE LE PRESENTI

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SG82U ATTIVITÀ 74.40.1 - STUDI DI PROMOZIONE PUBBLICITARIA ATTIVITÀ 74.14.5 - PUBBLICHE RELAZIONI

STUDIO DI SETTORE SG82U ATTIVITÀ 74.40.1 - STUDI DI PROMOZIONE PUBBLICITARIA ATTIVITÀ 74.14.5 - PUBBLICHE RELAZIONI STUDIO DI SETTORE SG82U ATTIVITÀ 74.40.1 - STUDI DI PROMOZIONE PUBBLICITARIA ATTIVITÀ 74.14.5 - PUBBLICHE RELAZIONI Aprile 2002 1 STUDIO DI SETTORE SG82U Numero % sugli invii Invii 8.416 Ritorni 4.988

Dettagli

SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI

SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI 5.1 Visite SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI visita possibilità di accesso a: Piano Nobile Stanze del cardinale Museo del Barocco Romano Museo dell Arte Contemporanea Parco Chigi Mostra temporanea accesso:

Dettagli

IL PARMIGIANO-REGGIANO ED IL MARKETING TERRITORRIALE. Intervento di Kees De Roest Centro Ricerche Produzioni Animali

IL PARMIGIANO-REGGIANO ED IL MARKETING TERRITORRIALE. Intervento di Kees De Roest Centro Ricerche Produzioni Animali Consorzio del Formaggio Parmigiano-Reggiano Convegno IL PARMIGIANO-REGGIANO ED IL MARKETING TERRITORRIALE Intervento di Kees De Roest Centro Ricerche Produzioni Animali La vendita del Parmigiano-Reggiano

Dettagli

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n.

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. 42/1997) 1) le domande di iscrizione all Albo degli Istituti culturali della

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AFFIDATI ALLA GESTIONE DELLA FONDAZIONE BRESCIA MUSEI (approvata dalla Giunta Comunale con delib. n. 1129 del 31.10.

CARTA DEI SERVIZI AFFIDATI ALLA GESTIONE DELLA FONDAZIONE BRESCIA MUSEI (approvata dalla Giunta Comunale con delib. n. 1129 del 31.10. CARTA DEI SERVIZI AFFIDATI ALLA GESTIONE DELLA FONDAZIONE BRESCIA MUSEI (approvata dalla Giunta Comunale con delib. n. 1129 del 31.10.2007) F O N D A Z I O N E INDICE 1. Introduzione... pag. 3 2. Presentazione

Dettagli

venerdì 30 gennaio 2015, alle ore 12, presso la Sala Conferenze del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria

venerdì 30 gennaio 2015, alle ore 12, presso la Sala Conferenze del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria Il Soprintendente per i Beni Archeologici della Calabria Simonetta Bonomi presenterà venerdì 30 gennaio 2015, alle ore 12, presso la Sala Conferenze del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria

Dettagli

Programma Gioventù in Azione 2007-2013

Programma Gioventù in Azione 2007-2013 Programma Gioventù in Azione 2007-2013 Questionario rivolto agli Enti pubblici, Gruppi informali, Organizzazioni e Giovani partecipanti coinvolti nel Programma GiA in FVG Udine, 30 gennaio 2012 L indagine

Dettagli

Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO

Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO Premessa Il MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE di Schilpario successivamente indicato solamente come MUSEO ETNOGRAFICO

Dettagli

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale Articolo 1 Istituzione...

Dettagli

COMUNE DI CALVI DELL UMBRIA PROVINCIA DI TERNI

COMUNE DI CALVI DELL UMBRIA PROVINCIA DI TERNI COMUNE DI CALVI DELL UMBRIA PROVINCIA DI TERNI TELEFONO 0744/710119-710723 - FAX 0744/710159 - E-MAIL: COMUNECALVI@TISCALINET.IT ART. 1 Il Comune di Calvi dell Umbria, in esecuzione della deliberazione

Dettagli

ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI VILLA FARNESINA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI

ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI VILLA FARNESINA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI ACCADEMIANAZIONALEDEILINCEI VILLAFARNESINA CARTADELLAQUALITÀDEISERVIZI 1 1.Caratteristiche della carta La Carta della qualità dei servizi risponde ad una duplice esigenza: fissare principi e regole nel

Dettagli

Leggi e Decreti istitutivi, Statuto, Regolamenti Organi

Leggi e Decreti istitutivi, Statuto, Regolamenti Organi Allegato 1: Griglia di analisi DENOMINAZIONE DEL MUSEO IL MUSEO OGGETTO CONTENUTO NOTE Data di rilevazione Denominazione Descrizione Ubicazione Sede Sedi aziendali Proprietà Collegamenti/Infrastrutture

Dettagli

Interventi formativi per lavoratori destinatari di ammortizzatori sociali in deroga

Interventi formativi per lavoratori destinatari di ammortizzatori sociali in deroga Fondo Sociale Europeo POR 2007-13 Misure di politica attiva del lavoro in Friuli Venezia Giulia Interventi formativi per lavoratori destinatari di ammortizzatori sociali in deroga In base all accordo del

Dettagli

COMUNE DI BRACCIANO REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO

COMUNE DI BRACCIANO REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO COMUNE DI BRACCIANO REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO Art. 1 Denominazione, definizione, sede Il Museo Civico di Bracciano è un organismo permanente, senza fini di lucro, istituito dal Comune di Bracciano con

Dettagli

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n.

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. 42/1997) 1) Entro il 15 gennaio 2016 gli istituti culturali in possesso dei

Dettagli

IL TERZO SETTORE IN FRIULI VENEZIA GIULIA

IL TERZO SETTORE IN FRIULI VENEZIA GIULIA IL TERZO SETTORE IN FRIULI VENEZIA GIULIA Dossier statistico 2013 a cura di In collaborazione con: Presentazione Il dossier illustra in forma grafica la consistenza, in Friuli Venezia Giulia, del Terzo

Dettagli

A Gioia, la realtà è aumentata.

A Gioia, la realtà è aumentata. A Gioia, la realtà è aumentata. Nasce Visit Gioia Lab, la piattaforma integrata di servizi multilingue per promuovere e valorizzare il territorio e le attività ricettive di Gioia del Colle. Finalista Premio

Dettagli

Comune di. Cavriago. Multiplo. Cavriago

Comune di. Cavriago. Multiplo. Cavriago Comune di Cavriago MULTIPLO - Centro Cultura Cavriago - via della Repubblica, 23 cap 42025 Cavriago (RE) tel. 0522/373466 fax 0522/373463 multiplo@comune.cavriago.re.it www.comune.cavriago.re.it/multiplo

Dettagli

LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE

LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE Legenda D.G.R. 33/21 = Delibera della Giunta Regionale n. 33/21 del 08.08.2013 Riconoscimento regionale dei musei e delle raccolte museali

Dettagli

4.3.4 Analisi di siti web di eventi culturali temporanei

4.3.4 Analisi di siti web di eventi culturali temporanei 4.3.4 Analisi di siti web di eventi culturali temporanei SCHEDA 4 DATI GENERALI EVENTO CULTURALE: Federico Zandomeneghi, impressionista veneziano LUOGO: Milano, Fondazione Antonio Mazzotta PERIODO: 20

Dettagli

ITINERARIO 1 - GROTTE DI FRASASSI

ITINERARIO 1 - GROTTE DI FRASASSI ITINERARIO 1 - GROTTE DI FRASASSI http://www.frasassi.com/ DISTANZA DA SENIGALLIA: CA. 60 KM Dal 1 marzo 2010 gli orari di ingresso alle Grotte di Frasassi sono i seguenti: dal Lunedì alla Domenica: 6

Dettagli

Indagini di Customer Satisfaction. Museo Napoleonico. Settembre Ottobre 2011. Data 13/11/2011

Indagini di Customer Satisfaction. Museo Napoleonico. Settembre Ottobre 2011. Data 13/11/2011 Data 13/11/2011 Indagini di Customer Satisfaction Museo Napoleonico Settembre Ottobre 2011 Indice Il documento si articola nei seguenti capitoli: Premessa e nota metodologica Sintesi dei risultati Medie

Dettagli

I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale

I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale Forum Bologna. Città che cambia. I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale 6. L EVOLUZIONE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Bologna aprile 2005 Indice 1. LE ABITAZIONI IN COMPLESSO...1 2. LE

Dettagli

Topografie della Memoria

Topografie della Memoria Topografie della Memoria Museo diffuso dell area di confine Gorizia / Nova Gorica Visite guidate 2013-2014 Un museo a cielo aperto che recupera la memoria storica rivolgendosi ai giovani con linguaggi

Dettagli

Università Iuav Venezia Esame di Stato per la professione di Architetto

Università Iuav Venezia Esame di Stato per la professione di Architetto CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nazionalità ALESSANDRA BERTAZZOLO Italiana ISTRUZIONE Conseguimento del titolo 04/07/2011 Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Alma Mater Studiorum

Dettagli

Tra il 1998 e oggi il mondo del web è cambiato ed ha subito una profonda trasformazione

Tra il 1998 e oggi il mondo del web è cambiato ed ha subito una profonda trasformazione SINTESI DELLA RICERCA CIVITA SU WEB E MUSEI CAMPIONE DI RIFERIMENTO DELLA RICERCA Indagine sull offerta : 110 musei italiani selezionati sulla base del criterio geografico e della tipoloia dei musei; 110

Dettagli

MUSEsplorandO: processi e tecnologie per una didattica in ambiente museale IL PROGETTO. Flaviano Fanfani

MUSEsplorandO: processi e tecnologie per una didattica in ambiente museale IL PROGETTO. Flaviano Fanfani MUSEsplorandO: processi e tecnologie per una didattica in ambiente museale IL PROGETTO Flaviano Fanfani La Scienza in pochi click!! Tutte le opportunita o eventi che ti aiutano a viaggiare nel meraviglioso

Dettagli

MICHAEL italiano nel contesto europeo

MICHAEL italiano nel contesto europeo MICHAEL e le politiche locali MICHAEL italiano nel contesto europeo Rossella Caffo MICHAEL Multilingual Inventory of Cultural Heritage in Europe Finalità: Lanciare un servizio in linea che promuova il

Dettagli

SEZIONE ETRUSCA (Museo Archeologico, corso Magenta 15)

SEZIONE ETRUSCA (Museo Archeologico, corso Magenta 15) INDICE Museo Archeologico: informazioni generali.....p. 2 Sezione etrusca... p. 3 Costi attività didattiche...........p. 5 Dove sono i musei e i siti... p. 5 Il Museo per gli Insegnanti....p. 6 Informazioni

Dettagli

L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM»

L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM» L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM» Dott.ssa Sara Grufi 1 INTRODUZIONE AL «MARKETING MUSEALE» Constatazione dei limiti delle politiche di management adottate dalle realtà museali.

Dettagli

L uso delle tecnologie avanzate per la diffusione della cultura Storico-Scientifica

L uso delle tecnologie avanzate per la diffusione della cultura Storico-Scientifica L uso delle tecnologie avanzate per la diffusione della cultura Storico-Scientifica Scientifica sul web Esempi di applicazioni sviluppate dall Istituto e Museo di Storia della Scienza Marco Berni, Jacopo

Dettagli

Indagine sulla diffusione del wireless nelle università italiane

Indagine sulla diffusione del wireless nelle università italiane Indagine sulla diffusione del wireless nelle università italiane - A cura di Massimo Carfagna - Finanziato nell ambito della convenzione siglata il 19 luglio 2007 tra il Dipartimento per l Innovazione

Dettagli

LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE

LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE 1 LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE Legenda D.G.R. 33/21 = Delibera della Giunta Regionale n. 33/21 del 08.08.2013 Riconoscimento regionale dei musei e delle raccolte

Dettagli

Benvenuto turista : conoscere il territorio e informare

Benvenuto turista : conoscere il territorio e informare Benvenuto turista : conoscere il territorio e informare Il Palazzo Ducale di Modena e il castello di Spezzano o quello di Formigine; il Duomo e il sito Unesco di piazza Grande e il lambrusco; il Museo

Dettagli

Godimento beni culturali e disabilità Questionario sottoposto ai Musei dell Emilia Romagna

Godimento beni culturali e disabilità Questionario sottoposto ai Musei dell Emilia Romagna Il gruppo di lavoro Godimento beni culturali e disabilità, a seguito della definizione del proprio piano di lavoro ha elaborato e somministrato ai musei dell Emilia-Romagna una scheda di rilevamento relativa

Dettagli

Questionario di gradimento del Museo di Palazzo Grimani Estratto dalla relazione sui dati raccolti giugno 2011 luglio 2012

Questionario di gradimento del Museo di Palazzo Grimani Estratto dalla relazione sui dati raccolti giugno 2011 luglio 2012 Questionario di gradimento del Museo di Palazzo Grimani Estratto dalla relazione sui dati raccolti giugno 2011 luglio 2012 Premessa La seguente analisi dei questionari distribuiti dal Museo di Palazzo

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni

Dettagli

COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL ARTE. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL ARTE. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL ARTE Accademia di Belle Arti di Brera - Milano La Scuola di Didattica dell arte dell Accademia di Brera risponde ad un vuoto formativo sulle culture del contemporaneo e dei

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica Art. 1. È costituita l Associazione culturale denominata MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica.

Dettagli

CMS Museo & Web Maria Teresa Natale (OTEBAC) Venezia, 14-12-2007

CMS Museo & Web Maria Teresa Natale (OTEBAC) Venezia, 14-12-2007 CMS Museo & Web Le origini Gli strumenti MINERVA per la qualità dei siti Web culturali: Manuale per la qualità dei siti Web pubblici culturali (en, it) i 10 principi per la qualità di un sito Web culturale

Dettagli

CARTA DELLA QUALITA DEI SERVIZI DELL AREA ARCHEOLOGICA. degli SCAVI DI POMPEI

CARTA DELLA QUALITA DEI SERVIZI DELL AREA ARCHEOLOGICA. degli SCAVI DI POMPEI SOPRINTENDENZA SPECIALE PER I BENI ARCHEOLOGICI DI NAPOLI E POMPEI CARTA DELLA QUALITA DEI SERVIZI DELL AREA ARCHEOLOGICA degli SCAVI DI POMPEI SCAVI DI POMPEI Via Villa dei Misteri 1, 80045 Pompei tel.

Dettagli

CONSERVATRICE e VALORIZZATRICE di MUSEI NATURALISTICI e CONSERVATORE E VALORIZZATORE di MUSEI NATURALISTICI

CONSERVATRICE e VALORIZZATRICE di MUSEI NATURALISTICI e CONSERVATORE E VALORIZZATORE di MUSEI NATURALISTICI CONSERVATRICE e VALORIZZATRICE di MUSEI NATURALISTICI e CONSERVATORE E VALORIZZATORE di MUSEI NATURALISTICI 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...3 3. DOVE LAVORA...4 4. CONDIZIONI DI LAVORO...5 5.

Dettagli

PREVISIONI DI ASSUNZIONE NELLE IMPRESE DEL NORDEST

PREVISIONI DI ASSUNZIONE NELLE IMPRESE DEL NORDEST PREVISIONI DI ASSUNZIONE NELLE IMPRESE DEL NORDEST 2009 Settembre 2009 FONDAZIONE LEONE MORESSA Via Torre Belfredo 81/d 30171 Mestre (Venezia) www.fondazioneleonemoressa.org info@fondazioneleonemoressa.org

Dettagli

Numero 22 /2015 Prime analisi dei dati desunti dall Allegato 3B del D.Lgs 81/2008

Numero 22 /2015 Prime analisi dei dati desunti dall Allegato 3B del D.Lgs 81/2008 Numero 22 /2015 Prime analisi dei dati desunti dall Allegato 3B del D.Lgs 81/2008 L art. 40 ha introdotto per il medico competente, al fine di favorire un utile rapporto di questi con il SSN, l obbligo

Dettagli

GranTour 2012 Itinerari culturali sul territorio piemontese

GranTour 2012 Itinerari culturali sul territorio piemontese GranTour 2012 Itinerari culturali sul territorio piemontese GranTour è un'iniziativa promossa e sostenuta da Regione Piemonte, Provincia di Torino, Città di Torino, Compagnia di San Paolo e Fondazione

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 907 del 23 marzo 2010 pag. 1/6

ALLEGATOA alla Dgr n. 907 del 23 marzo 2010 pag. 1/6 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 907 del 23 marzo 2010 pag. 1/6 Regione del Veneto Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo Organizzazione e funzionamento della Mediateca

Dettagli

TURISMO A TORINO: PERCHE SI SOGGIORNA E QUANTO SI SPENDE

TURISMO A TORINO: PERCHE SI SOGGIORNA E QUANTO SI SPENDE TURISMO A TORINO: PERCHE SI SOGGIORNA E QUANTO SI SPENDE (PRIMA STIMA DELLA SPESA MEDIA EXTRA ALBERGHIERA) A CURA DEL REPARTO STUDI ANNO 2003 INDICE 1 PREMESSA PAG.2 2 PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEI TURISTI

Dettagli

Qualità dei siti Web Culturali

Qualità dei siti Web Culturali Qualità dei siti Web Culturali Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Soggetto culturale pubblico (SCP) Un istituzione, organismo o progetto di interesse pubblico che abbia quale finalità statuita quella di

Dettagli

2. E la prima volta che visita questo Museo? 1. Sì 2. No

2. E la prima volta che visita questo Museo? 1. Sì 2. No QUESTIONARIO 1. Motivo della visita 1. Per ragioni di studio 2. Per ragioni connesse al proprio lavoro 3. Per interessi culturali 4. Per curiosità 5. Per accompagnare altre persone Parte 1 VALUTAZIONE

Dettagli

Allegato 1. Oggetto dell'affidamento

Allegato 1. Oggetto dell'affidamento Allegato 1 Oggetto dell'affidamento L'oggetto dell'affidamento è la gestione integrata dei Servizi Aggiuntivi di cui all'art 117, c.2, lettere a), d), e), f), g) del D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 e s.m.i.,

Dettagli

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE La Macchina del Tempo Il progetto ideato e realizzato da L Asino d Oro Associazione Culturale per le scuole primarie, dal titolo La Macchina del Tempo, si propone come uno strumento

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI Il Museo civico è, lo specchio della storia sociale, economica, culturale, religiosa ed artistica del territorio cuneese. Il suo patrimonio

Dettagli

Analisi dei fabbisogni formativi dei professionisti che. operano nella valorizzazione dei Beni Culturali nella. Provincia di Pisa

Analisi dei fabbisogni formativi dei professionisti che. operano nella valorizzazione dei Beni Culturali nella. Provincia di Pisa Analisi dei fabbisogni formativi dei professionisti che operano nella valorizzazione dei Beni Culturali nella Provincia di Pisa A cura di Katia Orlandi Il territorio della Provincia di Pisa si caratterizza

Dettagli

L attività congressuale del 2010

L attività congressuale del 2010 1 L attività congressuale del 2010 Per la città e la provincia di Firenze il turismo congressuale rappresenta uno dei segmenti di maggiore interesse, sia per la spesa media del turista congressuale che

Dettagli

LICEO FERMI. CATALOGO DELLE ATTIVITA DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO CLASSI TERZE 2015/16 (aggiornato al 9 aprile 2016)

LICEO FERMI. CATALOGO DELLE ATTIVITA DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO CLASSI TERZE 2015/16 (aggiornato al 9 aprile 2016) LICEO CATALOGO DELLE ATTIVITA DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO CLASSI TERZE 2015/16 (aggiornato al 9 aprile 2016) ATTIVITA 1 FERM IMPORTA 2 Stampante 3 d 3 Progetto TAPT 4 GESTIONE UFFICI 5 ASSISTENZA AI LABORATORI

Dettagli

2008 MOLTITUDINE di EVENTI

2008 MOLTITUDINE di EVENTI 2008 MOLTITUDINE di EVENTI dall 8 dicembre 2007 al 5 febbraio Piazza Venerio GHIACCIO SOTTO LE STELLE Pista di pattinaggio sul ghiaccio dal 31 gennaio al 5 febbraio CARNEVALE UDINESE Spettacoli, sfilate

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI NICOLETTA LUSUARDI ESPERIENZA LAVORATIVA F O R M A T O E U R O P E O P E R. Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail.

INFORMAZIONI PERSONALI NICOLETTA LUSUARDI ESPERIENZA LAVORATIVA F O R M A T O E U R O P E O P E R. Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail NICOLETTA LUSUARDI Nazionalità Luogo e data di nascita Reggio Emilia lì 19.10.1974

Dettagli

Iniziative didattiche per la mitigazione del rischio vulcanico presso l Osservatorio Vesuviano INGV: il museo.

Iniziative didattiche per la mitigazione del rischio vulcanico presso l Osservatorio Vesuviano INGV: il museo. Iniziative didattiche per la mitigazione del rischio vulcanico presso l Osservatorio Vesuviano INGV: il museo. Maddalena De Lucia, Osservatorio Vesuviano INGV, Napoli, Italia L Osservatorio Vesuviano,

Dettagli

Gli immobili in Italia - 2015

Gli immobili in Italia - 2015 LO STOCK IMMOBILIARE IN ITALIA: ANALISI DEGLI UTILIZZI Gli immobili in Italia - 2015 LO STOCK IMMOBILIARE IN ITALIA: ANALISI DEGLI UTILIZZI Il primo capitolo è dedicato alla presentazione dei risultati

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Amministrazione Provinciale di Vercelli 2) Codice di accreditamento: NZ00384 3)

Dettagli

Il mercato della locazione in Lombardia

Il mercato della locazione in Lombardia Il mercato della locazione in Lombardia Milano, 29 Gennaio 2009 Circolo della Stampa Il mercato della locazione in Lombardia I principali risultati dell indagine Daniela Percoco Responsabile Real Estate

Dettagli

TARIFFE DI PALAZZO E PARCO CHIGI APPROVATE CON ATTO DI GIUNTA MUNICIPALE N 86 DEL 29/06/2015

TARIFFE DI PALAZZO E PARCO CHIGI APPROVATE CON ATTO DI GIUNTA MUNICIPALE N 86 DEL 29/06/2015 TARIFFE DI PALAZZO E PARCO CHIGI APPROVATE CON ATTO DI GIUNTA MUNICIPALE N 86 DEL 29/06/2015 TARIFFE BIGLIETTERIA Intero - Visita guidata del Piano Nobile 8,00 - Visita guidata di Parco Chigi 6,00 - Visita

Dettagli

SERVIZI EDUCATIVI MUSEALI E DOMANDA DELLE SCUOLE

SERVIZI EDUCATIVI MUSEALI E DOMANDA DELLE SCUOLE 1 SERVIZI EDUCATIVI MUSEALI E DOMANDA DELLE SCUOLE Come i musei si aprono alla società: l organizzazione dei servizi educativi I Servizi educativi dei Musei si collocano nel progetto di valorizzazione

Dettagli

Biennale di Alessandria Video fotografia contemporanea

Biennale di Alessandria Video fotografia contemporanea Città di Alessandria Servizio Controllo di Gestione e Qualità Biennale di Alessandria Video fotografia contemporanea Analisi di customer satisfaction Luglio Agosto 2008 Dal 31 maggio al 31 agosto si è

Dettagli

28 maggio 2015, LEZIONE 10: La didattica museale

28 maggio 2015, LEZIONE 10: La didattica museale MUSEOLOGIA e ARCHEOLOGIA Anno Accademico 2015/2016 Docente Patrizia Gioia patrizia.gioia@uniroma1.it 28 maggio 2015, LEZIONE 10: La didattica museale CULTURA E FORMAZIONE I musei rappresentano una straordinaria

Dettagli

Vivere il museo 2013

Vivere il museo 2013 OBIETTIVI DEL PROGETTO: 1. ACQUARIO CIVICO (Sede 91334) Scheda progetto Vivere il museo 2013 apporre migliorie alle vasche espositive del percorso interno supportando il lavoro dei biologi acquaristi nella

Dettagli

VISION 2020 Piano Strategico di Area Vasta del Nord Barese Ofantino

VISION 2020 Piano Strategico di Area Vasta del Nord Barese Ofantino VISION 2020 Piano Strategico di Area Vasta del Nord Barese Ofantino AZIONI PARTENARIALI: SCHEDA PER LE PROPOSTE DI INTERVENTO Parte I - Proposta Titolo dell intervento Da Canne della Battaglia alla battaglia

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CANDIDATURA AL BANDO VALORIZZAZIONE 2015 SEZIONE N. 2 GIACIMENTI CULTURALI

LINEE GUIDA PER LA CANDIDATURA AL BANDO VALORIZZAZIONE 2015 SEZIONE N. 2 GIACIMENTI CULTURALI LINEE GUIDA PER LA CANDIDATURA AL BANDO VALORIZZAZIONE 2015 SEZIONE N. 2 GIACIMENTI CULTURALI a. STUDIO SCIENTIFICO Lo studio dovrà essere redatto in un testo tra le 3.000 e le 10.000 battute e dovrà giustificare

Dettagli

Centro Studi e Ricerche

Centro Studi e Ricerche Centro Studi e Ricerche I Musei più frequentati 2007 Luglio 2008 Nelle pagine che seguono si presentano alcune elaborazioni riguardanti i musei statali e non statali più visitati in Italia, allo scopo

Dettagli

Carta dei Servizi Musei e Mostre Permanenti

Carta dei Servizi Musei e Mostre Permanenti Carta dei Servizi Musei e Mostre Permanenti PREMESSA La Carta dei Servizi è il mezzo attraverso il quale qualsiasi soggetto che eroga un servizio pubblico individua gli standard della propria prestazione,

Dettagli

Informazioni. Pubbli house

Informazioni. Pubbli house La Sala Alessandrina, chiamata anche Ospedaletto poichè destinata in passato al ricovero dei feriti di guerra, è sita nell'ala secentesca dell'ospedale Santo Spirito, ed è oggi adibita a sala conferenze.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA

REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA 34 REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 15/I93197/2003 P.G. NELLA SEDUTA DEL 02/02/2004 Art. 1 Premessa Il presente regolamento

Dettagli