Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara"

Transcript

1 LE METODOLOGIE DI CONTROLLO DELL AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA BASATE SUL REDDITOMETRO Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara

2 L ACCERTAMENTO SINTETICO L EVOLUZIONE DEL CONTROLLO ACCERTAMENTO REDDITO D IMPRESA O DI LAVORO AUTONOMO CONTROLLO SINTETICO 4 1 INDAGINI FINANZIARIE REDDITOMETRO 3 SPESOMETRO 2 4

3 IL PIANO STRAORDINARIO TRIENNALE L offensiva 2009/2011 IL PIANO STRAORDINARIO TRIENNALE IL RITORNO DEL REDDITOMETRO 6

4 IL PIANO STRAORDINARIO TRIENNALE L ACQUISIZIONE DEGLI ELEMENTI 7 IL PIANO STRAORDINARIO TRIENNALE I NUMERI DEI POTENZIALI CONTROLLATI 8

5 IL PIANO STRAORDINARIO TRIENNALE IL PRIVILEGIO PER GLI IMPOSTA ZERO 9 IL PIANO STRAORDINARIO TRIENNALE I CONTROLLORI 10

6 IL PIANO STRAORDINARIO TRIENNALE LA PARTECIPAZIONE DEI COMUNI 11 IL PIANO STRAORDINARIO TRIENNALE LA PROGRESSIONE PER LA PARTECIPAZIONE 12

7 IL PIANO STRAORDINARIO TRIENNALE LA SEGNALAZIONE QUALIFICATA 13 LE METODOLOGIE DI CONTROLLO BASATE SUL REDDITOMETRO IL REDDITOMETRO - IL FISCO RILANCIA L ACCERTAMENTO SINTETICO Redditometro o accertamento sintetico Strumento che consente di rettificare il reddito delle persone fisiche in funzione del possesso di determinati beni-indice, specificamente individuati. Procedimento che si fonda sulla sussistenza di elementi e circostanze di fatto certi dai quali è assolutamente legittimo presumere una correlata capacità di spesa. 14

8 LE METODOLOGIE DI CONTROLLO BASATE SUL REDDITOMETRO CIRC N. 49/E RILANCIO DELL ACCERTAMENTO SINTETICO ART. 38 CO. 4 E 5 DPR 600/73...il procedimento di accertamento sintetico può costituire un fattore critico di successo ai fini della complessiva proficuità dell'azione di controllo se si investe qualitativamente nell'individuazione dei Contribuenti da accertare affinando, in via generale, i criteri di selezione 15 LE METODOLOGIE DI CONTROLLO BASATE SUL REDDITOMETRO ART. 15 CO. 8-OCTIES DL 78/2009 POSSESSO DI PIÙ DI 10 MACCHINE Gli uffici del PRA, ove accertino che una singola persona fisica risulti proprietaria di 10 o più veicoli, sono tenuti ad effettuare una specifica segnalazione all Agenzia delle Entrate, alla Guardia di Finanza e alla Regione territorialmente competente. 16

9 LE METODOLOGIE DI CONTROLLO BASATE SUL REDDITOMETRO DOCUMENTO DELL Il documento conclusivo dell indagine conoscitiva sull anagrafe tributaria nel contrasto all evasione fiscale dell 8 luglio 2009 evidenzia come esistano profonde differenze tra: la presunzione dettata dal Legislatore in tema di accertamento sintetico all art. 38 co. 4 DPR 600/73 con quella prevista per gli Studi di Settore dall art.10 L. 146/98 17 LE METODOLOGIE DI CONTROLLO BASATE SUL REDDITOMETRO REDDITOMETRO - IL FUNZIONAMENTO Art. 38 co. 4 e 5 DPR 600/73 Il procedimento si fonda sulla sussistenza di elementi e circostanze di fatto certi dai quali è assolutamente legittimo presumere una correlata capacità di spesa FINALITÀ DELLE DIVERSE DETERMINAZIONI Induttiva Sintetica Rettifica i redditi d impresa o di lavoro autonomo Rettifica il reddito complessivo delle persone fisiche 18

10 LE METODOLOGIE DI CONTROLLO BASATE SUL REDDITOMETRO DETERMINAZIONE SINTETICA Quando scatta la determinazione sintetica del reddito Il reddito complessivo netto accertabile in base ad indici rilevatori di ricchezza - cosiddetti indici di capacità contributiva - si discosta di almeno 1/4 da quello dichiarato, per due o più periodi d imposta. 19 LE METODOLOGIE DI CONTROLLO BASATE SUL REDDITOMETRO GLI ELEMENTI DELL ACCERTAMENTO SINTETICO Fonti su cui poggia l accertamento sintetico NO su fonti di produzione del reddito SI sulle spese effettuate 20

11 LE METODOLOGIE DI CONTROLLO BASATE SUL REDDITOMETRO LA PROCEDURA DI CALCOLO L Amministrazione finanziaria può determinare il reddito netto del Contribuente, attraverso il calcolo di una maggiore capacità contributiva, prescindendo dall identificazione delle fonti del guadagno e limitandosi a rettificare il reddito complessivamente considerato, sulla base della capacità di spesa del soggetto, in relazione alla disponibilità di beni e servizi. 21 LE METODOLOGIE DI CONTROLLO BASATE SUL REDDITOMETRO LE CRITICITÀ DELL ACCERTAMENTO SINTETICO Obsolescenza dei beni-indice L obsolescenza dei beni-indice: nella versione attuale immutata rispetto al 1992, sono suddivisi in un elenco di 9 macro categorie di beni e servizi di lusso, in buona parte superato. La Commissione bicamerale ha proposto: da un lato di aggiornare il paniere delle 9 macro categorie di beni e servizi; dall altro di accrescere il dialogo fra le varie banche dati che, periodicamente, alimentano l Anagrafe Tributaria e tra esse l archivio del PRA. 22

12 IL REDDITEST REDDITEST Software di autodiagnosi per valutare autonomamente il grado di coerenza tra il reddito familiare dichiarato e quello consumato (= capacità di spesa)

13 NUOVO REDDITOMETRO REDDITOMETRO 2009 REDDITOMETRO Nuovi beni indice Elementi manifestazioni ricchezza Obbligo contraddittorio Scostamento 20% Scostamento annuale 26 26

14 REDDITOMETRO NUOVI BENI INDICE ABITAZIONI DISPONIBILITÀ E SOSTENIMENTO DELLE SPESE RELATIVE Case di proprietà Mutui Costi sostenuti per l affitto GLI INDICATORI DEL LUSSO MEZZI DI TRASPORTO DISPONIBILITÀ E SOSTENIMENTO DELLE SPESE RELATIVE Auto di lusso Barche e Aerei Auto anche in Leasing o a noleggio TEMPO LIBERO FREQUENTAZIONE E SOSTENIMENTO DELLE SPESE RELATIVE Costi sostenuti per frequenza centri ippici Costi sostenuti per frequenza centri benessere Case d asta ALTRE VOCI Costi sostenuti per Assicurazioni Movimenti di capitale Costi sostenuti per Scuole private Costi sostenuti per energia elettrica Moto Costi sostenuti per frequenza circoli esclusivi Costi sostenuti per Contributi previdenziali Costi sostenuti per gas utenza domestica Camper Costi sostenuti per fruizione di viaggi turistici Costi sostenuti per lavoratori domestici Minicar Altre informazioni presenti in anagrafe tributaria REDDITOMETRO LE NUOVE PROSPETTIVE DELLO STRUMENTO DI ACCERTAMENTO Anagrafe tributaria nel contrasto all evasione fiscale Esistono profonde differenze fra la presunzione dettata dal legislatore in tema di accertamento sintetico all art. 38 co. 4 DPR 600/73, con quella prevista per gli Studi di Settore dall art. 10 L. 146/98 Redditometro TIPOLOGIA DI PRESUNZIONI Studi di Settore Presunzione legale relativa Presunzione semplice (insufficiente a supportare rettifiche dei redditi dichiarati) 28

15 REDDITOMETRO REDDITOMETRO E STUDI DI SETTORE Il rilancio avvenuto negli ultimi anni del redditometro deve essere posto in stretta correlazione con l affievolirsi delle aspettative che l Amministrazione finanziaria aveva riposto sugli Studi di Settore. Il redditometro, diversamente dagli Studi di Settore, si presenta come uno strumento maggiormente in grado di svolgere una funzione accertativa dei redditi. 29 REDDITOMETRO REDDITOMETRO E STUDI DI SETTORE Limiti del redditometro Obsolescenza dei beni-indice - Suddivisi in un elenco di 9 macro categorie di beni e servizi di lusso, in buona parte superato. La commissione bicamerale ha proposto di: aggiornare il paniere delle 9 macro categorie di beni e servizi; accrescere il dialogo fra le vaie banche dati che, periodicamente alimentano l Anagrafe Tributaria. 30

16 REDDITOMETRO REDDITOMETRO E STUDI DI SETTORE PER FAMIGLIE Nuovi indicatori di reddito 1. Il pagamento di canoni di locazione finanziaria per l utilizzo di natanti di pregio 2. il pagamento di canoni per l affitto di posti barca 3. spese per ristrutturazioni immobiliari 4. spese di arredi di lusso 5. spese per l acquisto di auto e moto di lusso 6. spese per l acquisto di auto e moto d epoca 7. spese di iscrizione a circoli esclusivi 31 REDDITOMETRO REDDITOMETRO E STUDI DI SETTORE PER FAMIGLIE Nuovi indicatori di reddito 8. spese per la frequentazione di scuole private esclusive 9. spese per la frequentazione di case da gioco 10. partecipazioni ad aste 11. acquisti di viaggi 12. spese per frequentazioni di centri benessere 13. acquisto di quote societarie 14. acquisto di strumenti finanziari 32

17 IL REDDITOMETRO NUOVE CATEGORIE DI BENI E SERVIZI Il restyling del redditometro Il cambiamento negli stili di vita degli italiani impone una rivalutazione completa del paniere dei beni utilizzati per il calcolo del reddito sintetico, e l aggiunta nello stesso di nuovi indici segnalatori di un elevato tenore di vita. 33 IL REDDITOMETRO NUOVE CATEGORIE DI BENI E SERVIZI Ulteriori elementi e circostanze Art. 2 co. 1 decreto Resta ferma la facoltà dell'ufficio di utilizzare, per la determinazione sintetica del reddito complessivo netto, anche elementi e circostanze di fatto indicativi di capacità contributiva diversa da quelli menzionati nel comma 1. 34

18 IL REDDITOMETRO NUOVE CATEGORIE DI BENI E SERVIZI Circ. Guardia di Finanza 1/2008 Alla ricerca di elementi segnaletici e sintomatici di un elevato tenore di vita dei Contribuenti dovranno infatti dedicarsi sia le: pattuglie impiegate nelle attività di controllo del territorio; i reparti navali; i reparti aerei dell'arma. 35 REDDITOMETRO NUOVE CATEGORIE DI BENI E SERVIZI Navi e imbarcazioni da riporto L attività di ricerca del fisco si concentra su particolari tipologie di spesa sintomatiche di un elevato tenore di vita. Spese sostenute per l utilizzo di posti barca all interno di porti turistici o l iscrizione a circoli nautici in rinomate località balneari. 36

19 REDDITOMETRO NUOVE CATEGORIE DI BENI E SERVIZI Autoveicoli e moto Per tale categoria di beni occorre estendere la portata applicativa del redditometro considerando anche altre tipologie di spese che si aggiungono a quelle di acquisto e di utilizzo degli stessi. Residenze secondarie principali Si tratta di tutta una serie di costi che sono sintomatici di un tenore di vita elevato e che possono fare la differenza rispetto al valore segnaletico costituito dal semplice possesso dell'unità abitativa. 37 IL REDDITEST NUOVE CATEGORIE DI BENI E SERVIZI SPESE PER INCREMENTI PATRIMONIALI Circ. Guardia di Finanza 1/2008 Bisogna inserire fra gli investimenti che guidano gli uffici alla determinazione della spesa per incrementi patrimoniali anche le spese sostenute per: conferimenti o finanziamenti in società; acquisizione di quote societarie; acquisizione di titoli obbligazioni e simili; acquisizione di altri diritti non preventivamente definibili. 38

20 IL REDDITEST STRATIFICAZIONE CONTRIBUENTI ETÀ COMPOSIZIONE NUCLEO FAMILIARE AREE URBANE CLASSI REDDITUALI 39 IL REDDITEST NUOVI BENI INDICE Nucleo Familiare Area Territoriale 40 40

21 REDDITOMETRO SCOSTAMENTO REDDITUALE 20% IL REDDITEST SCOSTAMENTO RILEVANTE EX ANTE Nella precedente versione della norma, per poter procedere all accertamento sintetico occorreva che il reddito complessivo netto accertabile si discostasse rispetto al dichiarato per almeno un quarto. oltre allo scostamento del 25% era poi richiesto che il reddito complessivo dichiarato fosse incongruo in base agli indici di capacità contributiva per due o più periodi d imposta (ritenuti dalla giurisprudenza e dall Agenzia delle entrate anche non consecutivi). 42

22 IL REDDITEST SCOSTAMENTO RILEVANTE - ORA L attuale formula legislativa modifica le condizioni lo scostamento del 25% è stato ridotto al 20% mentre è venuto meno il riferimento a due o più periodi d imposta. In altre parole, fermo il 20% di scostamento tra reddito complessivo accertabile e reddito complessivo dichiarato, basterà che la differenza sussista anche per un solo periodo d imposta. Un ulteriore variazione riguarda poi gli oneri deducibili dal reddito complessivo determinato sinteticamente: se prima non erano deducibili ulteriori oneri rispetto a quelli dichiarati, - oggi si prevede la deducibilità per i soli oneri previsti dall art. 10 DPR n. 917; - spettano, inoltre, le detrazioni di legge dall imposta lorda. 43 IL REDDITEST IL RECESSO 20% REDDITO NETTO REDDITO COMPLESSIVO

23 REDDITOMETRO REDDITOMETRO 20% CONFRONTO Reddito sintetico VS Reddito complessivo lordo 45 REDDITOMETRO REDDITOMETRO REDDITO COMPLESSIVO NETTO REDDITO LORDO - ONERI DEDUCIBILI 46

24 REDDITOMETRO REDDITOMETRO REDDITO SINTETICO REDDITO ART. 38 DPR 600/73 ABBATTIMENTO ONERI DEDUCIBILI 47 REDDITOMETRO REDDITOMETRO SCOSTAMENTO % REDDITO DICHIARATO 48

25 REDDITOMETRO REDDITOMETRO SCOSTAMENTO % REDDITO ACCERTATO 49 REDDITOMETRO REDDITOMETRO Determinazione scostamento Anno Reddito accertato Scostamento Reddito soglia LORDO 2008 (1) NETTO 2008 (2)

26 L ACCERTAMENTO SINTETICO LO SCARTO PER L ACCERTAMENTO VERSIONE ANTE DL 78/2010 ACCERTAMENTO SINTETICO VERSIONE POST DL 78/ % TRA ACCERTABILE E DICHIARATO 20% TRA ACCERTABILE E DICHIARATO SCOSTAMENTO BIENNALE NON CONSECUTIVO SCOSTAMENTO ANNUALE 51 L ACCERTAMENTO SINTETICO LA FORMULA PER L ACCERTAMENTO La determinazione sintetica del reddito complessivo di cui ai precedenti commi è ammesso a condizione che il reddito complessivo accertabile ecceda di almeno un quinto quello dichiarato. RCA > RD x 1,20 52

27 L ACCERTAMENTO SINTETICO L ESEMPIO CORRETTO RD 100 1,20 RCA , , L ACCERTAMENTO SINTETICO L ESEMPIO ERRATO RCA 120 0,80 RD , ,

28 L ACCERTAMENTO SINTETICO IL CONFRONTO DEGLI ESEMPI RD CORRETTO RCA RD ERRATO REDDITOMETRO ANALISI DELLA RIGIDITÀ Rigidità dell equazione Spesa/Reddito (si spendono risorse finanziarie e non un reddito) Le spese di Gennaio dell anno X sono reddito dell anno X? In alcuni casi, quali prove se non vengono ammesse dichiarazioni testimoniali (es. su acquisto simulato); Vi sono rischi di prova diabolica? Come posso dimostrare di non aver fatto qualcosa? 56

29 REDDITOMETRO SPESE, PRESUNZIONE E PROVA Tutte le spese, sia quelle di investimento, sia quelle di gestione e per consumi, a prescindere dall importo, si presumono sostenute e finanziate con redditi conseguiti dal contribuente nel medesimo periodo d imposta in cui tali spese sono assunte. Al principio di cassa così evidenziato si è aggiunta però una più ampia prova contraria per il contribuente; questi ha facoltà di dimostrare che il pagamento delle spese sia collegato a redditi diversi da quelli posseduti nello stesso periodo d imposta (redditi, cioè, accumulati nel tempo), ovvero a redditi esenti o a redditi soggetti a ritenuta alla fonte «o comunque, legalmente esclusi dalla formazione della base imponibile». 57 REDDITOMETRO SPESE, PRESUNZIONE E PROVA Sembra rimanere fermo il principio - come in passato - che l accertamento sintetico si fondi su una presunzione legale relativa, con il contribuente che ha la possibilità di fornire una prova contraria più ampia. 58

30 REDDITOMETRO GIUSTIFICAZIONI Giustificazione del tenore di vita sulla scorta di: prestiti di terzi redditi e attività rimpatriate in base allo scudo fiscale redditi condonati disinvestimenti patrimoniali di cespiti lasciti ereditari redditi di soggetti conviventi beni e servizi utilizzati nell esercizio di un impresa o di una professione. 59 REDDITOMETRO LA PROVA CONTRARIA - ANTE Quali prove può fornire il contribuente per giustificarsi? 1. motivazioni ex lege art. 38 DPR 600/73 possiede redditi esenti, quali BOT,CCT e simili; titolare di redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d imposta (depositi bancari, buoni postali, dividendi, ) 2. motivazioni ex circ. 49/E/2007 utilizzo di finanziamenti difesa familiare ( redditometro familiare ) utilizzo di denaro proveniente da donazioni, successioni ereditarie, vincite esercita attività d impresa o di lavoro autonomo con proventi non tassabili o esenti 60

31 REDDITOMETRO LA PROVA CONTRARIA - ANTE 3. altre giustificazioni il reddito conseguito non è quello effettivamente ottenuto per effetto della tassazione forfetaria prevista dalla legge (agricoltura); l imprecisione dello strumento presuntivo (gli indicatori sono sempre quelli, ormai datati circ. 101/E/1999) non affinato sotto il profilo matematico/statistico ha venduto beni immobili i beni sono nella disponibilità di soggetti terzi che ne sostengono le spese il denaro (in prestito o finanziamento) proviene da soggetti terzi (parenti) estranei al nucleo familiare pagamento sempre tracciato? la dazione di denaro contante. Irragionevolezza della detenzione del contante? 61 REDDITOMETRO IDONEA DOCUMENTAZIONE Nell ambito del nuovo art. 38, riformulato dalla manovra correttiva, è venuto meno il riferimento alla necessaria produzione di idonea documentazione per contestare la pretesa finanziaria. Va peraltro evidenziato che, in precedenza, l «idonea documentazione» era riferita sotto il profilo letterale ai soli redditi esenti o ai redditi soggetti a ritenuta a titolo d imposta. Tuttavia, l Amministrazione finanziaria con la sua prassi e la giurisprudenza avevano esteso tale tipo di prova anche alle altre circostanze utilizzate dal contribuente per smentire l accertamento sintetico. 62

32 REDDITOMETRO IDONEA DOCUMENTAZIONE La sparizione dal corpo normativo dell espressione in argomento induce a ritenere che siano divenuti ammissibili anche mezzi probatori diversi da quello documentale. Ciò significa che potrà addursi a favore del contribuente anche la presunzione, circostanza che lascia maggior margine di manovra difensiva se si tiene presente che l accertamento sintetico si riferisce alle persone fisiche e, cioè, a contribuenti per lo più non soggetti ad adempimenti contabili e di documentazione. 63 REDDITOMETRO 2013

33 IL REDDITOMETRO 2013 IL COMUNICATO STAMPA DEL GENNAIO 2013 I pensionati, titolari della sola pensione, non saranno MAI selezionati dal nuovo redditometro che è uno strumento che verrà utilizzato per individuare i finti poveri e, quindi, l'evasione 'spudorata', ossia quella ritenuta maggiormente deplorevole dal comune sentire. Si tratta dei casi in cui alcuni contribuenti, pur evidenziando una elevata capacità di spesa, dichiarano redditi esigui, usufruendo così di AGEVOLAZIONI DELLO STATO SOCIALE negate ad altri che magari hanno un tenore di vita più modesto. 65 IL REDDITOMETRO 2013 IL COMUNICATO STAMPA DEL GENNAIO 2013 (segue) A conferma di quanto detto, sia il chiarimento fornito nei giorni scorsi, ossia che già in fase di selezione, le posizioni con SCOSTAMENTI INFERIORI A 12MILA EURO NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE; sia la convenzione annuale con il Ministero dell'economia, in base alla quale l'agenzia delle Entrate dovrà effettuare OGNI ANNO 35mila controlli utilizzando il redditometro. È ovvio che l'azione sarà efficace se diretta a individuare casi eclatanti e non leggeri scostamenti tra reddito dichiarato e quello peso. 66

34 IL REDDITOMETRO 2013 LE VERITÀ DELL AGENZIA? Riconoscimento franchigia di 12 mila euro quale scostamento tollerato L accertamento sarà indirizzato ai casi eclatanti di scostamento tra valori accertabili e redditi dichiarati MAI controlli sui pensionati Problema nuovo ISEE CONFERME UFFICIALI DI TALI POSIZIONI MANCANTI 67 IL REDDITOMETRO 2013 RILEVANZA DELLA SPESA MEDIA Il contenuto induttivo degli elementi indicativi di capacità contributiva viene determinato sulla base della spesa media risultante dall'analisi annuale Istat, effettuata su campioni appartenenti a 11 tipologie di nuclei familiari distribuite in 5 aree territoriali. 68

35 IL REDDITOMETRO 2013 PROCEDURA ACCERTATIVA REDDITOMETRO STUDI DI SETTORE 69 IL REDDITOMETRO 2013 LE PRESUNZIONI Presunzioni Legali (stabilite ex lege) Semplici (rimesse al prudente apprezzamento del giudice) Assolute Relative Gravi, precise e concordanti Prive dei requisiti di gravità, precisione e concordanza Non ammettono prova contraria Inversione dell onere della prova Devono essere provate dall Amministrazione Ammesse solo nell accertamento induttivo 70

36 LE METODOLOGIE DI CONTROLLO BASATE SUL REDDITOMETRO GIURISPRUDENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE IL VALORE DELLE PRESUNZIONI Studi di Settore Redditometro Presunzione semplice Presunzione legale relativa 71 LE METODOLOGIE DI CONTROLLO BASATE SUL REDDITOMETRO GIURISPRUDENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE PROVA SUFFICIENTE...l accertamento sintetico è da ritenere sufficiente per dispensare l Amministrazione Finanziaria da qualunque ulteriore prova rispetto a fatti indice di maggiore capacità contributiva, individuati dal redditometro stesso e posti a base della pretesa tributaria fatta valere ACCERTAMENTO SINTETICO Prova sufficiente a dispensare l amministrazione da ulteriori prove 72

37 LE METODOLOGIE DI CONTROLLO BASATE SUL REDDITOMETRO STUDI DI SETTORE ART. 10 L. 146/98 Presunzione semplice La presunzione da Studi di Settore, utilizzata dalle Entrate, è stata qualificata come presunzione semplice, essendo il responso di Ge.Ri.Co. inidoneo a fondare la pretesa delle Entrate, salvo che l Ufficio non aggiunga le integrazioni probatorie ritenute necessarie. Il rilancio avvenuto negli ultimi anni del redditometro deve essere posto in stretta correlazione con l affievolirsi delle aspettative che l Amministrazione Finanziaria aveva riposto sugli Studi di Settore. 73 IL REDDITOMETRO 2013 PENSIERO STUPENDO REDDITOMETRO PRESUNZIONE SEMPLICE 74

38 CASSAZIONE N /2012 IL REDDITOMETRO E UNA PRESUNZIONE SEMPLICE NATURA DELLA PRESUNZIONE PRESUNZIONE SEMPLICE INIZIALE PRONUNCIA DI MERITO CTR TORINO, SEZ. 14, n. 76 del 24 novembre 2011 Le presunzioni che derivano dal c.d. "redditometro" hanno la stessa valenza di quelle scaturenti dagli studi di settore e, più in generale, degli accertamenti standardizzati; esse hanno valore di presunzione semplice, la cui gravità, precisione e concordanza si formano nel contraddittorio tra le parti. La Commissione ritiene di accogliere l'orientamento espresso da Cass /2011. CASSAZIONE N /2012 IL REDDITOMETRO E UNA PRESUNZIONE SEMPLICE NATURA DELLA PRESUNZIONE LA CASSAZIONE PRECISA: E PRESUNZIONE LEGALE RELATIVA, ONERE DELLA PROVA SUL CONTRIBUENTE CASSAZIONE n DEL La disponibilità dei beni previsti dall art. 2 del D.P.R. n. 600/1973,costituisce "una presunzione di capacità contributiva da qualificare come legale" in base all'articolo 2878 cc, perché è la stessa legge che lo prevede. L'amministrazione deve provare solo i fatti presuntivi di reddito, mentre sta al contribuente provare che il reddito presunto sia esente, soggetto a ritenuta d'imposta o sia alimentato da indebitamento o da erogazione di patrimonio..

39 CASSAZIONE N /2012 IL REDDITOMETRO E UNA PRESUNZIONE SEMPLICE NATURA DELLA PRESUNZIONE PRESUNZIONE LEGALE RELATIVA: BASTANO I FATTI INDICE DI CAPACITA CONTRIBUTIVA CASSAZIONE n DEL La determinazione del reddito effettuata sulla base del redditometro dispensa l'a.f. da qualunque ulteriore prova rispetto ai fatti-indici di maggiore capacità contributiva, individuati dal redditometro stesso e posti a base della pretesa tributaria, e pone a carico del contribuente l'onere di dimostrare che il reddito presunto sulla base del redditometro non esiste o esiste in misura inferiore. CASSAZIONE N /2012 IL REDDITOMETRO E UNA PRESUNZIONE SEMPLICE NATURA DELLA PRESUNZIONE LA CASSAZIONE CAMBIA ROTTA: E PRESUNZIONE SEMPLICE CASSAZIONE n DEL Il comma 7, art. 38, già richiamato si limita a porre una presunzione semplice e non a delimitare l ambito oggettivo dell accertamento sintetico ; - D altra parte, proprio l accertamento sintetico disciplinato dal D.P.R. n. 600 del 1973, art. 38, già nella formulazione anteriore a quella successivamente modificata dal D.L. 31 maggio 2010, n. 78, art. 22, convertito in L. n. 122 del 2010, tende a determinare, attraverso l utilizzo di presunzioni semplici, il reddito complessivo presunto del contribuente mediante i c.d. elementi indicativi di capacità contributiva stabiliti dai decreti ministeriali con periodicità biennale.

40 NATURA DELLA PRESUNZIONE PRESUNZIONE SEMPLICE: RECENTISSIMA PRONUNCIA DI MERITO CTP TORINO, SEZ. 4, nn. 2 e 3 del 12 dicembre 2012 E presunzione semplice, per cui la mancanza del contraddittorio non può che determinare la nullità dell avviso di accertamento da redditometro Ciò in quanto sussiste la necessità di esperire il preventivo contraddittorio per adeguare l elaborazione statistica agli standard considerati dai D.M. del 1992 alla concreta realtà economica del contribuente. Per cui le norme del 2010 sul sintetico trovano applicazione anche ai vecchi accertamenti anteriori all anno di imposta Quanto sopra in coerenza con gli obblighi di lealtà, trasparenza, buona fede, collaborazione sanciti dallo Statuto del Contribuente. IL REDDITOMETRO 2013 PRESUPPOSTO DEL REDDITOMETRO SPESA REDDITO 80

41 LE MODALITÀ DI ACCERTAMENTO SINTETICO LA RILEVANZA DEL FATTO CERTO 81 LE MODALITÀ DI ACCERTAMENTO SINTETICO I DIVERSI EFFETTI NEL TEMPO 82

42 IL REDDITOMETRO 2013 MOTIVAZIONE DM Individuare il contenuto induttivo degli elementi indicativi di capacità contributiva su cui fondare l accertamento sintetico Operare un raffronto tra spese esistenti in A.T. e contenuto induttivo si assume SEMPRE il valore maggiore L assenza di spese non impedisce l applicazione del ricalcolo induttivo 83 IL REDDITOMETRO 2013 RILEVANZA DELLA SPESA MEDIA Il contenuto induttivo degli elementi indicativi di capacità contributiva viene determinato sulla base della spesa media risultante dall'analisi annuale ISTAT 84

43 IL REDDITOMETRO 2013 RILEVANZA DELLA SPESA MEDIA In presenza delle suddette spese si considera l'ammontare più elevato tra quelli disponibili (quindi anche se lo scontrino conservato dal contribuente indica un importo inferiore). 85 IL REDDITOMETRO 2013 ULTERIORI ELEMENTI L'Agenzia delle Entrate determina il reddito complessivo accertabile del contribuente sulla base dell'ammontare delle spese, ANCHE DIVERSE rispetto a quelle indicate nella tabella A che, dai dati disponibili o dalle informazioni presenti nel Sistema informativo dell'anagrafe tributaria, risultano sostenute dal contribuente 86

44 IL REDDITOMETRO 2013 ULTERIORI ELEMENTI A. T. Archivio dei rapporti finanziari CETE Spesometro Elenchi cli/for Comunicazione beni dei soci Scambi informazioni enti P.A. Campagne esterne Social Network 87 IL REDDITOMETRO 2013 ACCERTAMENTO SINTETICO PURO Normativa previgente Elementi e circostanze di fatto certi Spese per incrementi patrimoniali Normativa vigente Spese di qualsiasi genere sostenute nel corso del periodo di imposta 88

45 IL REDDITOMETRO 2013 ULTERIORI ELEMENTI Se esistono ulteriori elementi conosciuti al fisco di capacità contributiva possibilità sintetico puro? Quota di risparmio dell anno = differenziale tra saldo inizio e fine anno dei conti nuove informazioni finanziarie? circolare 1/E/ IL REDDITOMETRO 2013 LA RIFERIBILITÀ DELLE SPESE Le spese relative ai beni e servizi si considerano sostenute dalla persona fisica cui risultano riferibili sulla base dei dati disponibili o delle informazioni presenti in Anagrafe tributaria. Si considerano, inoltre, sostenute dal contribuente, le spese relative ai beni e servizi effettuate dal coniuge e dai familiari fiscalmente a carico. 90

46 IL REDDITOMETRO 2013 PROBLEMATICHE DELLA RIFERIBILITÀ DELLE SPESE Soggettività della spesa Carichi di famiglia Interposizione della spesa Beni ad uso promiscuo imprenditoriale-familiare Beni in uso gratuito - godimento 91 IL REDDITOMETRO 2013 BENI AI SOCI Pagamento corrispettivo Evita il reddito diverso Si può RICOSTRUIRE una maggiore capacità reddituale, sommando la spesa alle altre conosciute dal fisco o ricostruite induttivamente. Non dovrebbe incidere nell accertamento sintetico del bene Poiché: è sconosciuto il periodo di utilizzo; le spese sono state sostenute dell impresa; incide solo per il costo sostenuto effettivamente. 92

47 IL REDDITOMETRO 2013 BENI AI SOCI Assenza corrispettivo Nessuna rilevanza come capacità di spesa, anche parziale Generazione reddito diverso per l ammontare non corrisposto In caso di accertamento sintetico il contribuente si potrà difendere puntando a neutralizzare l incidenza del bene evidenziando: le spese sono state sostenute dell impresa, difficoltà imputazione temporale. 93 IL REDDITOMETRO 2013 VERSAMENTI DEI SOCI Versamenti Incidono quelli connessi ad effettive movimentazioni di denaro Senso dei versamento P.F. Impresa = è elemento di capacità reddituale P.F P.F. = aiuto difensivo ANOMALO Segnale di pericolo capace di generare ulteriori controlli per l impresa/persona fisica 94

48 IL REDDITOMETRO 2013 PROVA CONTRARIA DEL CONTRIBUENTE Il finanziamento delle spese è avvenuto con redditi diversi da quelli posseduti nel periodo d'imposta o con redditi esenti o soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta, oppure esclusi correttamente dalla base imponibile o, infine, da parte di soggetti diversi dal contribuente 95 IL REDDITOMETRO 2013 PROVA CONTRARIA DEL CONTRIBUENTE In presenza delle condizioni che ammettono l'accertamento sintetico (ai sensi dell'art. 38 co. 6 DPR n. 600) il contribuente PUÒ DIMOSTRARE IL DIVERSO AMMONTARE DELLE SPESE ATTRIBUITEGLI. 96

49 IL REDDITOMETRO 2013 TABELLA A Contenuto induttivo degli elementi indicativi di capacità contributiva 97 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO TABELLA A CONSUMI Consumi generi alimentari, bevande, abbigliamento e calzature alimentari e bevande abbigliamento e calzature altre spese risultanti da dati disponibili o presenti in Anagrafe tributaria Confronto tra spese tracciate (poche) e contenuto induttivo. Opinabile la ricostruzione su abbigliamento e calzature (possono anche non comprarsi in un anno) BASSA CONVENIENZA A TRACCIARE LE SPESE 98

50 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO TABELLA A ABITAZIONE Mutuo Canone di locazione = fitto figurativo in assenza, nel Comune di residenza, di: - abitazione in proprietà, o altro diritto reale; - locazione; - abitazione in uso gratuito da familiare) Canone di leasing immobiliare Acqua e condominio Manutenzione ordinaria Intermediazioni immobiliari (compensi ad agenti immobiliari) Altre spese risultanti da dati disponibili o presenti in Anagrafe tributaria 99 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO SPESE ABITAZIONE NOVITÀ NESSUN ricalcolo ancorato a coefficienti. Incide solo ed esclusivamente la spesa sostenuta. Lo stesso accade per i leasing e le intermediazioni Incidono induttivamente è estremamente conveniente conservare la documentazione probatoria NOVITÀ FITTO FIGURATIVO Se il contribuente non dimostra dove vive, gli è addebitato l importo induttivo N.B locazioni in nero rischi sia per il locatore che per il conduttore 100

51 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO CONSUMI COMBUSTIBILI ED ENERGIA Energia elettrica Gas Riscaldamento centralizzato Altre spese risultanti da dati disponibili o presenti in Anagrafe tributaria 101 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO CONSUMI Energia e Gas tracciati Riscaldamento centralizzato NON tracciato Convenienza conservazione documenti di spesa 102

52 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO CONSUMI MOBILI, ELETTRODOMESTICI E SERVIZI PER LA CASA Elettrodomestici e arredi Altri beni e servizi per la casa (biancheria, detersivi, pentole, lavanderia e riparazioni) Collaboratori domestici Altre spese risultanti da dati disponibili o presenti in Anagrafe tributaria 103 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO CONSUMI Si acquistano ogni anno??? Spese per altri beni e servizi assurdità Estrema difficoltà nella conservazione della documentazione relativa Collaboratori domestici NON esistono coefficienti di moltiplicazione rileva solo la spesa di cui il fisco ha cognizione 104

53 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO CONSUMI SANITÀ Medicinali e visite mediche Atre spese risultanti da dati disponibili o presenti in Anagrafe tributaria 105 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO CONSUMI Ricostruzione induttiva assurdità RP / E 106

54 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO CONSUMI TRASPORTI Assicurazione responsabilità civile, incendio e furto per auto, moto, caravan, camper, minicar Bollo (auto, moto, caravan, camper, minicar) Assicurazione responsabilità civile, incendio e furto natanti, imbarcazioni e aeromobili Pezzi di ricambio, olio e lubrificanti, carburanti, manutenzione e riparazione di auto, moto, caravan, camper, minicar Pezzi di ricambio, olio e lubrificanti, carburanti, manutenzione, riparazione, ormeggio e rimessaggio di natanti ed imbarcazioni Pezzi di ricambio, olio e lubrificanti, carburanti, servizi di hangaraggio, manutenzione e riparazione di aeromobili Tram, autobus, taxi e altri trasporti Canone di leasing o noleggio di mezzi di trasporto Altre spese risultanti da dati disponibili o presenti in A. T. IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO CONSUMI Auto ricostruzione sintetica MODIFICATA RILEVANO le spese EFFETTIVAMENTE sostenute già conosciute dal fisco Per le auto è comunque opportuno conservare la documentazione della manutenzione. Ricostruzione induttiva delle spese per i trasporti pubblici inutile la conservazione documentale

55 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Acquisto apparecchi per telefonia Spese telefono Altre spese risultanti da dati disponibili o presenti in Anagrafe tributaria 109 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO COMUNICAZIONI Ricostruzione sintetica ASSURDA SONO SPESE TRACCIATE 110

56 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO SPESE ISTRUZIONE ISTRUZIONE Libri scolastici, tasse scolastiche, rette e simili (ad esempio, per asili nido, scuola per l infanzia, corsi universitari, master, ecc.) Soggiorni studio all estero Canoni di locazione per studenti universitari Altre spese risultanti da dati disponibili o presenti in Anagrafe tributaria 111 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO SPESE ISTRUZIONE Induzione estrema Utile la conservazione di documenti, soprattutto per i libri non sono necessariamente tracciati Canoni locazione studenteschi Spese tracciate locazioni in nero? problemi redditometrici 112

57 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO WELLNESS TEMPO LIBERO, CULTURA E GIOCHI Giochi e giocattoli, radio, televisione, hi-fi, computer, libri non scolastici, giornali e riviste, dischi, cancelleria, abbonamenti radio, televisione ed internet, lotto e lotterie, piante e fiori, riparazioni radio, televisore, computer Abbonamenti pay-tv Attività sportive, circoli culturali, circoli ricreativi, abbonamenti eventi sportivi e culturali Giochi on-line Cavalli Animali domestici (comprese le spese veterinarie) Altre spese risultanti da dati disponibili o presenti in Anagrafe tributaria 113 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO COMUNICAZIONI Per i pasti e le consumazioni fuori casa dovrebbe rilevare sempre e soltanto il dato ISTAT Elemento induttivo rilevante per giochi, radio, giornali etc. Negli altri casi rilevano le notizie conosciute dal fisco Cavalli Variazione fondamentale rispetto al passato Redditometro 2008? 114

58 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO ALTRI BENI E SERVIZI ALTRI BENI E SERVIZI Assicurazioni danni, infortuni e malattia Contributi previdenziali obbligatori Barbiere, parrucchiere ed istituti di bellezza Prodotti per la cura della persona Centri benessere Argenteria, gioielleria, bigiotteria e orologi Borse, valige ed altri effetti personali Onorari liberi professionisti Alberghi, pensioni e viaggi organizzati Pasti e consumazioni fuori casa Assegni periodici corrisposti al coniuge altre spese risultanti da dati disponibili o presenti in A. T. 115 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO WELLNESS Assicurazioni NO moltiplicatore 10 Spese di bellezza??? Inutilità conservazione documentale Per i centri benessere rilevano le informazioni PRESENTI in A.T. Il contenuto induttivo negli altri casi potrebbe non esistere in un anno 116

59 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO INVESTIMENTI INVESTIMENTI ELEMENTO INDICATIVO DI CAPACITÀ CONTRIBUTIVA Incremento patrimoniale: Ammontare degli investimenti effettuati nell anno, meno ammontare dei disinvestimenti effettuati nell anno e dei disinvestimenti netti dei quattro anni precedenti all acquisto dei beni, risultante da dati disponibili o presenti in Anagrafe tributaria Ad esempio per: immobili, autoveicoli, polizze vita, azioni, obbligazioni 117 IL REDDITOMETRO 2013 CONTENUTO INDUTTIVO INVESTIMENTI Sostenimento investimenti rilevanti i disinvestimenti dimostrabili al fisco nell anno e nei quattro anni precedenti Elemento probatorio mutui e i finanziamenti Onere del contribuente dimostrazione precedente accumulo + disponibilità utilizzo risparmio Gli interventi del 36/50/55% rilevano per intero nell anno di sostenimento 118

60 INCIDENZA DEGLI INCREMENTI PATRIMONIALI SPESE PER INCREMENTI PATRIMONIALI L art. 2 co. 14-quater DL n. 203, convertito con modificazioni nella L n. 248, ha modificato il contenuto del co. 5 dell art. 38 DPR 600/73 in materia di accertamento sintetico. Spesa per incrementi patrimoniali Presunzione di sostenimento con redditi conseguiti in quote costanti nell'anno in cui è stata effettuata nei cinque precedenti nei quattro precedenti 119 I CALCOLI REDDITOMETRICI

61 I «CALCOLI» DEL REDDITOMETRICI RDDITOMETRO ELEMENTO INDICATIVO DI CAPACITÀ CONTRIBUTIVA SPESA SOSTENUTA DAL CONTRIBUENTE PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI E DI BENI DI CUI ALLA TABELLA A E PER IL RELATIVO MANTENIMENTO I «CALCOLI» DEL REDDITOMETRICI REDDITOMETRO CONTENUTO INDUTTIVO DEGLI ELEMENTI INDICATIVI DI CAPACITÀ CONTRIBUTIVA È DETERMINATO TENENDO CONTO DELLA SPESA MEDIA ISTAT, PER GRUPPI E CATEGORIE DI CONSUMI, DEL NUCLEO FAMILIARE DI APPARTENENZA DEL CONTRIBUENTE

62 I «CALCOLI» DEL REDDITOMETRICI REDDITOMETRO AMMONTARE DI SPESA PRESA IN CONSIDERAZIONE AMMONTARE PIÙ ELEVATO TRA QUELLO DISPONIBILE O RISULTANTE DALLE INFORMAZIONI PRESENTI IN ANAGRAFE TRIBUTARIA E QUELLO DETERMINATO CONSIDERANDO LA SPESA MEDIA I CALCOLI REDDITOMETRICI DETERMINAZIONE SINTETICA DEL REDDITO 1. AMMONTARE SPESE, ANCHE DIVERSE RISPETTO ALLA TABELLA A CHE, DAI DATI DISPONIBILI O DALLE INFORMAZIONI IN ANAGRAFE TRIBUTARIA, RISULTANO SOSTENUTE DAL CONTRIBUENTE 2. QUOTA PARTE, ATTRIBUIBILE AL CONTRIBUENTE, DELL AMMONTARE DELLA SPESA MEDIA ISTAT RIFERITA AI CONSUMI DEL NUCLEO FAMILIARE DI APPARTENENZA 3. AMMONTARE ULTERIORI SPESE RIFERITE AI BENI E SERVIZI, PRESENTI NELLA TABELLA A, NELLA MISURA DETERMINATA CONSIDERANDO LA SPESA RILEVATA DA ANALISI E STUDI SOCIO ECONOMICI 4. QUOTA RELATIVA AGLI INCREMENTI PATRIMONIALI DEL CONTRIBUENTE IMPUTABILE AL PERIODO D IMPOSTA 5. QUOTA DI RISPARMIO RISCONTRATA FORMATASI NELL ANNO

63 L ACCERTAMENTO SINTETICO LA SINTESI DEL SINTETICO SPESE DI QUALSIASI GENERE ELEMENTO CERTO ELEMENTI INDICE CAMPIONI STATISTICI ELEMENTO PRESUNTIVO INCREMENTI PATRIMONIALI ACCRESCIMENTO RICCHEZZA DEL CONTRIBUENTE ELEMENTO CERTO NUOVO ACCERTAMENTO SINTETICO 125 I CALCOLI REDDITOMETRICI LA CIRCOLARE N. 1/E/ Redditometro e quota di risparmio riscontrata La quota di risparmio formatasi nel corso dell anno e non utilizzata per spese di investimento o per consumi CONCORRE ALLA DETERMINAZIONE DEL REDDITO COMPLESSIVO ACCERTABILE, come previsto dall art. 3 del decreto ministeriale 24/12/

64 REDDITOMETRO - TECNICHE DI DIFESA REDDITOMETRO - TECNICHE DI DIFESA LA NATURA DELLE PRESUNZIONI IL VALORE DELLE PRESUNZIONI Studi di Settore Redditometro Presunzione semplice Presunzione legale relativa 128

65 REDDITOMETRO - TECNICHE DI DIFESA TELEFISCO 2010 Contenuto della prova contraria Il Contribuente deve fornire il contenuto della prova contraria al fine di confutare la ricostruzione sintetica effettuata con il redditometro Telefisco risposta n. 18 Le presunzioni legali derivanti dall applicazione del redditometro possono essere contrastate in vari modi 129 REDDITOMETRO - TECNICHE DI DIFESA COMPITO DEL CONTRIBUENTE E DEL PROFESSIONISTA Produrre un adeguata difesa nel merito, tesa a dimostrare, alternativamente o contemporaneamente il possesso di ulteriori disponibilità economiche che soddisfano i rilievi mossi. che per il proprio stile di vita è sufficiente un reddito inferiore. 130

66 REDDITOMETRO - TECNICHE DI DIFESA COMPITO DEL CONTRIBUENTE E DEL PROFESSIONISTA Il Contribuente a fronte di un accertamento che misura il reddito per un importo pari a euro, potrà: fornire documentazione utile per evidenziare comunque la disponibilità di tale importo; in alternativa dimostrare che per il proprio vivere quotidiano necessità di importi minori; combinare le due tesi difensive, dimostrando da un lato una maggiore capacità economica e dall altro che con tale capacità, seppur inferiore alla presunzione accertativa, riesce a sopperire alle sue necessità. 131 REDDITOMETRO - TECNICHE DI DIFESA DISPONIBILITÀ DELL IMPORTO Circ. 49/E/2007 Il Contribuente può dimostrare: il possesso ulteriore di redditi forfettari, la disponibilità di somme riscosse a titolo di disinvestimenti patrimoniali, il ricorso a finanziamenti di vario genere, l utilizzo di somme di denaro derivanti da eredità, donazioni, vincite l utilizzo di somme riscosse, fuori dall esercizio d impresa, a titolo di risarcimento patrimoniale. 132

67 REDDITOMETRO - TECNICHE DI DIFESA DISPONIBILITÀ DELL IMPORTO Circ. 49/E/2007 La circostanza che i beni e i servizi siano utilizzati all interno dell attività imprenditoriale o professionale, il possesso dei predetti beni per un periodo limitato dell anno, ovvero la disponibilità degli stessi anche nei confronti di soggetti terzi con relativa suddivisione delle spese; il ricorso al finanziamento o prestiti di altri soggetti, anche non appartenenti al nucleo familiare; il possesso di altre disponibilità, comunque legittime e ancorché collegate a eventi particolari. 133 VECCHIO REDDITOMETRO E NUOVA ATTIVITÀ ACCERTATIVA

68 VECCHIO REDDITOMETRO E NUOVA ATTIVITÀ ACCERTATIVA REDDITOMETRO E TELEFISCO 2010 Fornite specifiche indicazioni concernenti il tema dell accertamento sintetico L Agenzia delle Entrate, sulla base degli indici di capacità contributiva, nonché sull incremento per la spesa patrimoniale, può: determinare sinteticamente l imponibile del Contribuente quando, però, il reddito complessivo netto accertabile si discosta per almeno 1/4 da quello dichiarato. 135 VECCHIO REDDITOMETRO E NUOVA ATTIVITÀ ACCERTATIVA REDDITOMETRO E TELEFISCO 2010 Circ. 49/E/2009 per procedere con l'accertamento sintetico è necessario verificare la sussistenza delle condizioni previste dal predetto comma 4 dell'art. 38, cioè che il reddito complessivo netto sinteticamente accertabile si discosta per almeno un quarto dal reddito imponibile dichiarato e che tale scostamento è verificato per due annualità consecutive. 136

69 VECCHIO REDDITOMETRO E NUOVA ATTIVITÀ ACCERTATIVA AGENZIA DELLE ENTRATE TELEFISCO 2010 Risposta n consecutività dei due periodi Il tenore letterale dell art. 38 DPR 600/73: non impone che lo scostamento debba riguardare periodi d imposta consecutivi. Risposta n prova contraria Le presunzioni legali derivanti dall applicazione del redditometro possono essere contrastate in vari modi. 137 VECCHIO REDDITOMETRO E NUOVA ATTIVITÀ ACCERTATIVA AGENZIA DELLE ENTRATE TELEFISCO 2010 La giustificazione delle spese sostenute (DM ) È possibile dimostrare che le spese sostenute per il mantenimento dei beni indice sono state coperte con elementi patrimoniali accumulati nei periodi d imposta precedenti e sono state finanziate da economie terze. 138

70 VECCHIO REDDITOMETRO E NUOVA ATTIVITÀ ACCERTATIVA STRATEGIE DIFENSIVE La principale strategia difensiva del Contribuente passa dalla dimostrazione, supportata da elementi di natura documentale, del possesso di somme che, ancorché non dichiarate, consentono il mantenimento del tenore di vita evidenziato dal Fisco. 139 VECCHIO REDDITOMETRO E NUOVA ATTIVITÀ ACCERTATIVA STRATEGIE DIFENSIVE Somme non dichiarate che consentono di mantenere il tenore di vita evidenziato dal fisco 1. Redditi esenti (tre essi, ad esempio, le rendite dell INAIL ovvero le elargizioni o i vitalizi a favore delle vittime del terrorismo). 2. Redditi assoggettati a ritenuta alla fonte a titolo d imposta (è questo il caso degli interessi derivanti da depositi bancari o postali, dei titoli di Stato o utili generati da partecipazioni non qualificate, già tassati sul nascere, non devono essere indicati in dichiarazione). 3. Somme riscosse in occasione di disinvestimenti patrimoniali, quali, ad esempio, le vendite di patrimoni immobiliari o mobiliari che hanno generato rilevanti monetizzazioni. 140

71 VECCHIO REDDITOMETRO E NUOVA ATTIVITÀ ACCERTATIVA STRATEGIE DIFENSIVE Somme non dichiarate che consentono di mantenere il tenore di vita evidenziato dal fisco 4. Somme fatte emergere in occasione di condoni fiscali che hanno permesso al Contribuente di integrare la propria dichiarazione, sanandone la propria posizione tributaria. 5. Somme derivanti da scudi fiscali, che hanno consentito alla persona fisica di far emergere capitali detenuti all estero. 6. Importi derivanti da eredità, donazioni o vincite, che sono già tassate ovvero non imponibili. 7. Somme riscosse, al di fuori dall esercizio dell impresa, a titolo di risarcimento patrimoniale. 8. Somme derivanti dall accensione di prestiti o finanziamenti. 141 VECCHIO REDDITOMETRO E NUOVA ATTIVITÀ ACCERTATIVA IDONEA DOCUMENTAZIONE La dimostrazione inerente l entità di tali redditi e/o delle somme e la durata del loro possesso deve essere fornita attraverso idonea documentazione. Può essere fornita la dimostrazione che alcuni beni indice non rientrano nella disponibilità del Contribuente, in tutto o in parte. sono strumentali all esercizio dell attività d impresa, arte o Professione. 142

72 VECCHIO REDDITOMETRO E NUOVA ATTIVITÀ ACCERTATIVA BENI STRUMENTALI Qualora poi i beni utilizzati ai fini dell accertamento sintetico quali beni-indice coincidano con beni strumentali. al Contribuente dovrà essere data la facoltà di dimostrare che detti cespiti rientrano nella sfera dell attività d impresa, arte o professione. 143 IL REDDITOMETRO GIURISPRUDENZA

73 IL REDDITOMETRO - GIURISPRUDENZA LA MOTIVAZIONE Cassazione sentenza n. 328 È correttamente motivato l avviso di accertamento che si limita a richiamare i parametri del redditometro, poiché l efficacia presuntiva di essi è di tipo relativo e consente al contribuente di fornire prove contrarie. 145 IL REDDITOMETRO - GIURISPRUDENZA GLI INDICATORI DI REDDITIVITÀ Cassazione sentenza n In tema di accertamento dei redditi, costituiscono elementi indicativi di capacità contributiva, tra gli altri, specificatamente la disponibilità in Italia o all estero di autoveicoli, nonché di residenze principali o secondarie. La disponibilità di tali beni, come degli altri previsti dalla norma, costituisce, quindi, una presunzione di capacità contributiva da qualificare legale ai sensi dell art del codice civile, perché è la stessa legge che impone di ritenere conseguente al fatto (certo) di tale disponibilità l esistenza di una capacità contributiva. Pertanto, il giudice tributario, una volta accertata l effettività fattuale degli specifici elementi indicatori di capacità contributiva esposti dall ufficio, non ha il potere di di togliere a tali elementi la capacità presuntiva contributiva che il legislatore ha connesso alla loro disponibilità, ma può soltanto valutare la prova che il contribuente offra in ordine alla provenienza non reddituale delle somme necessarie per mantenere il possesso dei beni indicati dalla norma. 146

74 IL REDDITOMETRO - GIURISPRUDENZA L ONERE DELLA PROVA Cassazione sentenza n Grava sul contribuente che contesti l applicazione di tali coefficienti l onere di dimostrare in concreto che il proprio reddito effettivo è diverso ed inferiore a quello scaturente dalle presunzioni operate dall Ufficio. 147 IL REDDITOMETRO - GIURISPRUDENZA LA PROVA CONTRARIA SUFFICIENZA DEL MERO RINVIO AI DD.MM. Cassazione sentenza n La determinazione del reddito complessivo netto sulla base del cd. redditometro dispensa l A.F. da qualsiasi ulteriore prova rispetto ai fatti-indice di maggiore capacità contributiva. La pronuncia rimarca la natura di presunzione legale relativa dei coefficienti emanati dal Ministero delle finanze in attuazione del disposto dell art. 38 del DPR n. 600/1973 (cfr. Cass. n. 5794/2001). Particolarmente significativa è la parte di sentenza in cui si afferma che nemmeno il soddisfacimento dei bisogni primari (nel caso di specie: il possesso dell abitazione principale e di un auto ) consentono al giudice di disattendere la presunzione. 148

75 IL REDDITOMETRO - GIURISPRUDENZA LA PROVA CONTRARIA Cassazione civile sentenza n. 703 L attribuzione di efficacia probatoria alla dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà che, così come l autocertificazione in genere, ha attitudine certificativa e probatoria esclusivamente in alcune procedure amministrative, essendo viceversa priva di efficacia in sede giurisdizionale, trova, con specifico riguardo al contenzioso tributario, ostacolo invalicabile nella previsione dell art. 7, comma 4, del DLgs. 546 del 1992, giacché finirebbe per introdurre nel processo tributario eludendo il divieto di giuramento e prova testimoniale un mezzo di prova, non solo equipollente a quello vietato, ma anche costituito al di fuori del processo. 149 IL REDDITOMETRO - GIURISPRUDENZA LA PROVA CONTRARIA Cassazione sentenza n Il giudice tributario, una volta accertata l esistenza degli specifici elementi indicatori di capacità contributiva può soltanto valutare la prova che il contribuente offra in ordine alla provenienza non reddituale delle somme necessarie per mantenere il possesso dei beni. 150

76 IL REDDITOMETRO - GIURISPRUDENZA LA PROVA CONTRARIA - UN SOLO BENE INDICE Cassazione sentenza n La mera sussistenza di anche un solo indice di capacità contributiva è, di per sé, sufficiente a legittimare l Ufficio dall emettere avviso di accertamento ai fini della rideterminazione sintetica del reddito fondatamente attribuibile ad una persona fisica. 151 IL REDDITOMETRO - GIURISPRUDENZA LA PROVA CONTRARIA Cassazione sentenza n I dati presuntivi emergenti dal redditometro ben possono essere contestati dal contribuente con considerazioni specifiche anche presuntive (quali l età del contribuente, la professione, il territorio e l economia locale, il periodo temporale preso in considerazione, ecc.) che è onere dell Ufficio contestare. 152

Redditometro e dichiarazione dei redditi: riscontro e criticità operative.

Redditometro e dichiarazione dei redditi: riscontro e criticità operative. S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO NOVITÀ FISCALI E FOCUS FINALE SU MODELLI UNICO 2013 Redditometro e dichiarazione dei redditi: riscontro e criticità operative. ALESSANDRO CERATI 25 settembre

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Economia e delle Finanze Visti i commi quarto, quinto, sesto, settimo e ottavo dell articolo 38 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, come sostituiti dall

Dettagli

Circolare n. 4/2013 del 14 Gennaio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi

Circolare n. 4/2013 del 14 Gennaio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi Circolare n. 4/2013 del 14 Gennaio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi OGGETTO: Redditometro: primi chiarimenti sulle modalità di applicazione Gentile Cliente, iniziano a pervenire i primi chiarimenti sull'applicazione

Dettagli

IL NUOVO REDDITOMETRO E IL REDDITEST D.L. del 24 dicembre 2012

IL NUOVO REDDITOMETRO E IL REDDITEST D.L. del 24 dicembre 2012 IL NUOVO REDDITOMETRO E IL REDDITEST D.L. del 24 dicembre 2012 TORINO 4-5 FEBBRAIO 2013 DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSULENTI DEL LAVORO TORINO CORSO MATTEOTTI 44 TEL. 011 5623588 (3 LINEE R.A.) fax 011

Dettagli

COME M E F U F NZI Z ONA A I L L «NUOVO» REDDITOMETRO

COME M E F U F NZI Z ONA A I L L «NUOVO» REDDITOMETRO COME FUNZIONA IL COME FUNZIONA IL «NUOVO» REDDITOMETRO PERCHE REDDITOMETRO OGGI BUDGET SU ACCERTAMENTI INVIO DELLE LISTE AGLI UFFICI Circolare 18/E/2012 Avvio controlli DA COSA PARTIAMO NORMA BASE DM 24

Dettagli

REDDITOMETRO SCHEDA MONOGRAFICA TMG. Data aggiornamento scheda 15 gennaio 2013. Ultimi interventi normativi DM 24 dicembre 2012

REDDITOMETRO SCHEDA MONOGRAFICA TMG. Data aggiornamento scheda 15 gennaio 2013. Ultimi interventi normativi DM 24 dicembre 2012 SCHEDA MONOGRAFICA TMG REDDITOMETRO Data aggiornamento scheda 15 gennaio 2013 Redattore Davide David Ultimi interventi normativi DM 24 dicembre 2012 Con il DM 24.12.2012 (di seguito anche DM ) sono stati

Dettagli

ACCERTAMENTO SINTETICO. a cura di Francesco Barone

ACCERTAMENTO SINTETICO. a cura di Francesco Barone ACCERTAMENTO SINTETICO a cura di Francesco Barone LA NUOVA DISCIPLINA La nuova disciplina: 1. la determinazione sintetica del reddito avviene mediante la presunzione relativa che tutto quanto è stato speso

Dettagli

Il nuovo accertamento sintetico

Il nuovo accertamento sintetico Il nuovo accertamento sintetico 1 Lo strumento di accertamento 2 La nuova norma Articolo 38, commi 4 e 5, del DPR n. 600/1973 come modificato dal Dl n. 78/2010. L ufficio può sempre determinare sinteticamente

Dettagli

Parte il ReddiTest per misurare la coerenza tra reddito familiare e spese Si alza il sipario sul nuovo accertamento sintetico

Parte il ReddiTest per misurare la coerenza tra reddito familiare e spese Si alza il sipario sul nuovo accertamento sintetico Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA Parte il ReddiTest per misurare la coerenza tra reddito familiare e spese Si alza il sipario sul nuovo accertamento sintetico Tutti i contribuenti possono verificare la

Dettagli

NORMA DI RIFERIMENTO Articolo 38 DPR 600/1973 cosìcome modificato dal D.L. n. 78 del 2010

NORMA DI RIFERIMENTO Articolo 38 DPR 600/1973 cosìcome modificato dal D.L. n. 78 del 2010 Il nuovo redditometro Strumento di controllo ma soprattutto di compliance Parma, 6 dicembre Dario Deotto NORMA DI RIFERIMENTO Articolo 38 DPR 600/1973 cosìcome modificato dal D.L. n. 78 del 2010 Il reddito

Dettagli

IL NUOVO REDDITOMETRO

IL NUOVO REDDITOMETRO IL NUOVO REDDITOMETRO Dott. Fabrizio SCOSSA LODOVICO Modena, 10 maggio 2013 FONTI NORMATIVE Articolo 22 Decreto Legge 78/2010 Articolo 38 D.P.R. 600/73 (come modificato dal D.L. 78/2010) D.M. 24 dicembre

Dettagli

Fiscal News N. 79. Redditometro senza spese Istat. La circolare di aggiornamento professionale 17.03.2014

Fiscal News N. 79. Redditometro senza spese Istat. La circolare di aggiornamento professionale 17.03.2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 79 17.03.2014 Redditometro senza spese Istat Categoria: Accertamento e riscossione Sottocategoria: Redditometro L Agenzia delle Entrate con la

Dettagli

NORMA DI RIFERIMENTO Articolo 38 DPR 600/1973 così come modificato dal D.L. n. 78 del 2010

NORMA DI RIFERIMENTO Articolo 38 DPR 600/1973 così come modificato dal D.L. n. 78 del 2010 IL NUOVO REDDITOMETRO STRUMENTO DI CONTROLLO MA SOPRATTUTTO DI COMPLIANCE 1 NORMA DI RIFERIMENTO Articolo 38 DPR 600/1973 così come modificato dal D.L. n. 78 del 2010 Il reddito complessivo può essere

Dettagli

Il nuovo accertamento sintetico ed il redditometro. Valutazione delle possibili difese del contribuente. Data 24/10/2013

Il nuovo accertamento sintetico ed il redditometro. Valutazione delle possibili difese del contribuente. Data 24/10/2013 Il nuovo accertamento sintetico ed il redditometro. Valutazione delle possibili difese del contribuente. Data 24/10/2013 L accertamento sintetico del reddito delle persone fisiche, disciplinato principalmente

Dettagli

SCHEDA DI SINTESI A CURA DEL SUPPORTO NORMATIVO SVILUPPO SOFTWARE WOLTERS KLUWER ITALIA

SCHEDA DI SINTESI A CURA DEL SUPPORTO NORMATIVO SVILUPPO SOFTWARE WOLTERS KLUWER ITALIA SCHEDA DI SINTESI A CURA DEL SUPPORTO NORMATIVO SVILUPPO SOFTWARE WOLTERS KLUWER ITALIA Redditometro 2012 Premessa La rettifica delle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche segue le regole dell

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 21 del 1 Febbraio 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Redditometro: un attacco all evasione ma solo quella spudorata Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Redditometro: lo strumento rinnovato per la lotta contro l evasione fiscale

Redditometro: lo strumento rinnovato per la lotta contro l evasione fiscale Ai Gentili Clienti Redditometro: lo strumento rinnovato per la lotta contro l evasione fiscale Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il nuovo redditometro ha visto la luce: nella

Dettagli

Studio Commercialisti Associati

Studio Commercialisti Associati Revisore Contabile AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI Circolare Studio N. 3 / 2013 del 13/09/2013 Oggetto: Controlli da Redditometro al nastro di partenza. Sono state pubblicate dall'agenzia delle Entrate (C.M.

Dettagli

REDDITEST: cerchiamo di fare chiarezza

REDDITEST: cerchiamo di fare chiarezza Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 olga.circolari@studiocla.it Dott. Filippo CARLIN Rag. Daniele LAURENTI Dott.

Dettagli

L'ACCERTAMENTO DEL FUTURO : I RIFLESSI COMBINATI DEL NUOVO REDDITOMETRO, DEGLI STUDI DI SETTORE E DELLE COMUNICAZIONI ALL'ANAGRAFE TRIBUTARIA

L'ACCERTAMENTO DEL FUTURO : I RIFLESSI COMBINATI DEL NUOVO REDDITOMETRO, DEGLI STUDI DI SETTORE E DELLE COMUNICAZIONI ALL'ANAGRAFE TRIBUTARIA L'ACCERTAMENTO DEL FUTURO : I RIFLESSI COMBINATI DEL NUOVO REDDITOMETRO, DEGLI STUDI DI SETTORE E DELLE COMUNICAZIONI ALL'ANAGRAFE TRIBUTARIA Premessa generale Dopo la presentazione del software Redditest

Dettagli

IL NUOVO REDDITOMETRO

IL NUOVO REDDITOMETRO IL NUOVO REDDITOMETRO È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4 gennaio 2013, il decreto 24 dicembre 2012 sul degli elementi indicativi di sulla base dei quali può essere fondata la determinazione

Dettagli

Contro l'accertamento sintetico: prova contraria a cura del contribuente Ipsoa.it

Contro l'accertamento sintetico: prova contraria a cura del contribuente Ipsoa.it Contro l'accertamento sintetico: prova contraria a cura del contribuente Ipsoa.it di Roberto Fanelli In presenza della determinazione sintetica del reddito, il contribuente può dimostrare, oltre al diverso

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: AGGIORNATO IL REDDITOMETRO APPLICABILE DAL 2011 PAG. 2

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: AGGIORNATO IL REDDITOMETRO APPLICABILE DAL 2011 PAG. 2 CIRCOLARE N. 23 DEL 16/12/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: AGGIORNATO IL REDDITOMETRO APPLICABILE DAL 2011 PAG. 2 IN SINTESI: È stato recentemente pubblicato sulla

Dettagli

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra il vecchio e il nuovo strumento

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra il vecchio e il nuovo strumento L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra il vecchio e il nuovo strumento prof. avv. Paola ROSSI Professore associato Università del Sannio Ricercatore area fiscale IRDCEC Diretta 15 novembre 2010 Diretta,

Dettagli

Controlli da redditometro al nastro di partenza

Controlli da redditometro al nastro di partenza COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno 10/12/C - 50019 Osmannoro Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri@libero.it Informativa

Dettagli

Belluno, 13 settembre 2013. Spettabili Clienti dello Studio Associato di Consulenza Aziendale. Loro sedi. Circolare n. 24/2013

Belluno, 13 settembre 2013. Spettabili Clienti dello Studio Associato di Consulenza Aziendale. Loro sedi. Circolare n. 24/2013 Studio Associato di Consulenza Aziendale Dottori Commercialisti Dott. Gianpiero Perissinotto Dott.ssa Monica Lacedelli Via degli Agricoltori n. 11 32100 Belluno tel: 0437/932080 fax: 0437/932095 www.scacommercialisti.it

Dettagli

OGGETTO: IL RILANCIO DEL REDDITOMETRO: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

OGGETTO: IL RILANCIO DEL REDDITOMETRO: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE OGGETTO: IL RILANCIO DEL REDDITOMETRO: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Nell ambito del sistema di accertamento nei confronti delle persone fisiche, trovano nuova linfa le disposizioni che definiscono

Dettagli

Al via i controlli fiscali: ecco il nuovo redditometro a prova di privacy

Al via i controlli fiscali: ecco il nuovo redditometro a prova di privacy Al via i controlli fiscali: ecco il nuovo redditometro a prova di privacy L'Agenzia delle Entrate sblocca la partenza del nuovo redditometro al fine di scovare i furbetti del Fisco Dopo quattro anni di

Dettagli

News di approfondimento. OGGETTO: Redditometro. In arrivo i primi controlli relativi al 2009

News di approfondimento. OGGETTO: Redditometro. In arrivo i primi controlli relativi al 2009 News di approfondimento N. 33 29 ottobre Ai gentili 14Clienti Loro sedi Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Redditometro. In arrivo i primi controlli relativi al 2009 Gentile Cliente, Con la Circolare

Dettagli

Accertamento sintetico e redditometro

Accertamento sintetico e redditometro Accertamento sintetico e redditometro di Leda Rita Corrado (*) L accertamento dei redditi delle persone fisiche: metodo analitico versus metodo sintetico. L accertamento dei redditi delle persone fisiche

Dettagli

Accertamenti e Controlli 2011

Accertamenti e Controlli 2011 Accertamenti e Controlli 2011 Manovra estiva 2010 D.L. n. 78/2010 Manovre estive 2011 D.L. n. 70/2011 D.L. n. 98/2011 D.L. n. 138/2011 28 SETTEMBRE 2011 Avv. Giampaolo Foresi ACCERTAMENTO SINTETICO (Art.

Dettagli

AI SIGNORI CLIENTI IL NUOVO ACCERTAMENTO SINTETICO E DA REDDITOMETRO

AI SIGNORI CLIENTI IL NUOVO ACCERTAMENTO SINTETICO E DA REDDITOMETRO Dott. Francesco Ferri de Lazara Dott. Enrico Grigolin Avv. Filippo Lo Presti Avv. Vincenza Valeria Cicero Dott. Luisa Stritoni CIRCOLARE INFORMATIVA N. 14/2010 Padova, 27 dicembre 2010 AI SIGNORI CLIENTI

Dettagli

Circolare n. 6. Del 31 marzo 2014. Nuovo redditometro Ulteriori chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE

Circolare n. 6. Del 31 marzo 2014. Nuovo redditometro Ulteriori chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE Circolare n. 6 Del 31 marzo 2014 Nuovo redditometro Ulteriori chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Procedimento... 2 2.1 Notifica dell invito a comparire... 3 2.2 Notifica dell

Dettagli

Circolare n. 17-2010. Milano, 21 Settembre 2010. Egregi Signori Clienti. Loro indirizzi. Il Fisco usa la diligenza del buon padre di famiglia.

Circolare n. 17-2010. Milano, 21 Settembre 2010. Egregi Signori Clienti. Loro indirizzi. Il Fisco usa la diligenza del buon padre di famiglia. Milano, 21 Settembre 2010 Egregi Signori Clienti Loro indirizzi Circolare n. 17-2010 Redditometro ed indagini finanziarie Il Fisco usa la diligenza del buon padre di famiglia. Per essere diligenti, non

Dettagli

IL NUOVO REDDITOMETRO. a cura della dott.ssa Gabriella Liso

IL NUOVO REDDITOMETRO. a cura della dott.ssa Gabriella Liso IL NUOVO REDDITOMETRO a cura della dott.ssa Gabriella Liso Che cos è il redditometro? - Strumento che permette all Amministrazione Finanziaria di determinare, presumibilmente, il reddito complessivo attribuibile

Dettagli

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra vecchio. Carlo Nocera

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra vecchio. Carlo Nocera L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra vecchio e nuovo strumento Carlo Nocera IL CONFRONTO ACCERTAMENTO SINTETICO RILEVANZA VECCHIO STRUMENTO RILEVANZA NUOVO STRUMENTO DISPONIBILITA E POSSESSO BENI

Dettagli

IL (NUOVO) REDDITOMETRO

IL (NUOVO) REDDITOMETRO Circolare n. 5/2014 Pagina 1 di 8 A tutti i Clienti Loro sedi Circolare n. 5/2014 del 20 maggio 2014 (tutte le circolari sono consultabili anche sul nostro sito all indirizzo www.bdassociati.it ) Riferimenti

Dettagli

NUOVO ACCERTAMENTO SINTETICO E DA REDDITOMETRO

NUOVO ACCERTAMENTO SINTETICO E DA REDDITOMETRO NUOVO ACCERTAMENTO SINTETICO E DA REDDITOMETRO - APPROFONDIMENTI- Articolo 38 vecchio e nuovo a confronto Accertamenti relativi ad annualità per le quali il termine di dichiarazione non è ancora decaduto

Dettagli

REDDITOMETRO SCHEDA MONOGRAFICA TMG. www.tmgcommercialisti.it. Data aggiornamento scheda 16 ottobre 2013

REDDITOMETRO SCHEDA MONOGRAFICA TMG. www.tmgcommercialisti.it. Data aggiornamento scheda 16 ottobre 2013 SCHEDA MONOGRAFICA TMG REDDITOMETRO Data aggiornamento scheda 16 ottobre 2013 Redattore Davide David Ultimi interventi normativi DM 24 dicembre 2012 Ultimi interventi di prassi Circ. 24/E del 31.07.2013

Dettagli

Scheda di raccolta dati redditometro www.studiocavallari.it

Scheda di raccolta dati redditometro www.studiocavallari.it Scheda di raccolta dati redditometro www.studiocavallari.it Nel 2009, rispetto all'anno precedente, gli accertamenti sintetici sono aumentati dell'81%, facendo registrare una maggiore imposta accertata

Dettagli

SPESOMETRO E REDDITOMETRO FIRENZE 19 FEBBRAIO 2013

SPESOMETRO E REDDITOMETRO FIRENZE 19 FEBBRAIO 2013 SPESOMETRO E REDDITOMETRO FIRENZE 19 FEBBRAIO 2013 1 2 Il redditometro: cos è? Viene chiamata redditometro la tassazione della persona fisica in base ad indici di ricchezza, la cui disponibilità è considerata

Dettagli

Redditometro: alcuni esempi applicativi

Redditometro: alcuni esempi applicativi Redditometro: alcuni esempi applicativi di Giovanni Peli Dottore commercialista e revisore contabile in Brescia in breve Argomento Il piano straordinario dei controlli fiscali per il triennio 2009/2011,

Dettagli

SCHEDA RACCOLTA DATI PER CONTEGGIO REDDITEST

SCHEDA RACCOLTA DATI PER CONTEGGIO REDDITEST SCHEDA RACCOLTA DATI PER CONTEGGIO REDDITEST I sigg.ri Clienti che fossero interessati alla elaborazione del conteggio del Redditest (strumento informatico che consente di valutare la coerenza del reddito

Dettagli

REDDITOMETRO. Introduzione

REDDITOMETRO. Introduzione REDDITOMETRO di Sonia Pucci - Dottore Commercialista - Studio CMNP Il D.L. 78/2010 ha modificato in modo significativo l art. 38 del D.P.R. 600/1973, introducendo una nuova modalità di accertamento sintetico,

Dettagli

Dott. Roberto Azor Commercialista e Revisore Contabile

Dott. Roberto Azor Commercialista e Revisore Contabile Credaro (BG), 26/09/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi Circ. 48/2013: NUOVO REDDITOMETRO PRIME INDICAZIONI OPERATIVE In questa Circolare 1. Vecchio e nuovo redditometro 2. Ricostruzione sintetica del reddito

Dettagli

REDDITOMETRO: le prime comunicazione dell Agenzia delle Entrate

REDDITOMETRO: le prime comunicazione dell Agenzia delle Entrate Invio 21 REDDITOMETRO: le prime comunicazione dell Agenzia delle Entrate In data 11 Novembre 2011, l aggiornamento fiscale n. 40, si era occupato del restyling dell istituto del Redditometro: metodo di

Dettagli

IL REDDITEST. Dott. Mauro Nicola

IL REDDITEST. Dott. Mauro Nicola IL REDDITEST Dott. Mauro Nicola IL NUCLEO FAMILIARE IL NUCLEO FAMILIARE SOLO 2011!!! 3 IL NUCLEO FAMILIARE SITUAZIONE AL 31 DICEMBRE 2011 4 IL NUCLEO FAMILIARE OGNI TIPOLOGIA DI REDDITO 5 IL NUCLEO FAMILIARE

Dettagli

GUIDA UIL IL CONTRASTO ALL EVASIONE E AL SOMMERSO DA PARTE DEI COMUNI

GUIDA UIL IL CONTRASTO ALL EVASIONE E AL SOMMERSO DA PARTE DEI COMUNI Servizio Politiche Territoriali Servizio Politiche Fiscali e Previdenziali GUIDA UIL IL CONTRASTO ALL EVASIONE E AL SOMMERSO DA PARTE DEI COMUNI 1 COMPARTECIPAZIONE DEI COMUNI AL CONTRASTO ALLA LOTTA ALL

Dettagli

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra vecchio e nuovo strumento. di Carlo Nocera

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra vecchio e nuovo strumento. di Carlo Nocera L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra vecchio e nuovo strumento di Carlo Nocera IL CONFRONTO ACCERTAMENTO SINTETICO RILEVANZA VECCHIO STRUMENTO RILEVANZA NUOVO STRUMENTO DISPONIBILITA E POSSESSO BENI

Dettagli

D.ssa Silvia Bresciani Dr Claudio Pedrazzani

D.ssa Silvia Bresciani Dr Claudio Pedrazzani Consulenza fiscale, amministrativa e societaria P.le Martesana, 10-20128 Milano - Tel. (02) 2552761 r.a. - Fax. (02) 2552692 E MAIL studio.professionale@apiesse.com www.apiesse.com Via Della Valle, 46B

Dettagli

Il nuovo redditometro 2.0

Il nuovo redditometro 2.0 Numero 14/2013 Pagina 1 di 23 Il nuovo redditometro 2.0 Numero : 14/2013 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : ACCERTAMENTO REDDITOMETRO ART. 38, D.P.R. N. 600/1973; ART. 22, D.L. N. 78/2010; D.M. 24.12.2012,

Dettagli

Commissione Studi Imposte Dirette Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Monza e Brianza

Commissione Studi Imposte Dirette Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Monza e Brianza Commissione Studi Imposte Dirette Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Monza e Brianza VECCHIO e NUOVO REDDITOMETRO a CONFRONTO 1 LE FONTI NORMATIVE E DI PRASSI Norma primaria: art.38 DPR

Dettagli

L accertamento sintetico e il redditometro Gli accertamenti sui conti correnti bancari

L accertamento sintetico e il redditometro Gli accertamenti sui conti correnti bancari ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 20 4 AGOSTO 2011 L accertamento sintetico e il redditometro Gli accertamenti sui conti correnti

Dettagli

STUDIO CONSULENTI ASSOCIATI Dottori Commercialisti Revisori Legali Via G. Bovini, 41-48123 Ravenna (RA) www.consulentiassociati.ra.

STUDIO CONSULENTI ASSOCIATI Dottori Commercialisti Revisori Legali Via G. Bovini, 41-48123 Ravenna (RA) www.consulentiassociati.ra. Via G. Bovini, 41-48123 Ravenna (RA) www.consulentiassociati.ra.it Dott. Vincenzo Morelli Tel. +39 0544 501881 Dott. Paolo Mazza Fax +39 0544 461503 Dott. Marcello Toso info@consulentiassociati.ra.it -------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Il nuovo ISEE tassa la casa

Il nuovo ISEE tassa la casa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 341 21.11.2014 Il nuovo tassa la casa L abbattimento di 1/3 non compensa l abolizione della franchigia Categoria: Contribuenti Sottocategoria:

Dettagli

La manovra correttiva contemplata dal D.L. n. 78/2010 tra le altre disposizioni prevede la

La manovra correttiva contemplata dal D.L. n. 78/2010 tra le altre disposizioni prevede la CONVEGNO 7/5/2011 - RELAZIONE DR. CARLO PESSINA La manovra correttiva contemplata dal D.L. n. 78/2010 tra le altre disposizioni prevede la riformulazione, con decorrenza dal periodo d imposta 2009, delle

Dettagli

LE MODALITÀ DI ACCERTAMENTO SINTETICO. Le regole sino al periodo d imposta 2008. dott. Mauro Nicola LE PREMESSE L ACCERTAMENTO SINTETICO"

LE MODALITÀ DI ACCERTAMENTO SINTETICO. Le regole sino al periodo d imposta 2008. dott. Mauro Nicola LE PREMESSE L ACCERTAMENTO SINTETICO LE MODALITÀ DI ACCERTAMENTO SINTETICO Le regole sino al periodo d imposta 2008 dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara LE MODALITÀ DI ACCERTAMENTO

Dettagli

RELAZIONE LAVORI 2010-2011 GRUPPO FISCALITA

RELAZIONE LAVORI 2010-2011 GRUPPO FISCALITA Responsabile Stefano Stefanoni Team: PROMOZIONE RELAZIONE LAVORI 2010-2011 GRUPPO FISCALITA Italo Calegari, Francesco Delzano, Pietro Isacchi, Luigi Moro, Angelo Ondei, Sara Pagani, Guido Pedrotti, Pietro

Dettagli

Circolare Informativa n. 2/2013

Circolare Informativa n. 2/2013 Dr. Carmelo Grillo Dottore commercialista Revisore contabile Dr. Santi Grillo Consulente del lavoro - Dottore commercialista Revisore contabile Circolare Informativa n. 2/2013 Olivarella, 14.01.2013 Ai

Dettagli

Redditometro: si intensificano gli indici per valutare il reddito presunto

Redditometro: si intensificano gli indici per valutare il reddito presunto Informativa per i clienti dello studio 16 Febbraio 2010 Ai gentili clienti Loro sedi Redditometro: si intensificano gli indici per valutare il reddito presunto Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

Oggetto: REDDITEST. Studio Sembenotti. Ai gentili Clienti Loro sedi

Oggetto: REDDITEST. Studio Sembenotti. Ai gentili Clienti Loro sedi Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: REDDITEST In data 20 novembre l Agenzia delle Entrate ha reso disponibile sul proprio sito internet (www.agenziaentrate.gov.it) un nuovo software chiamato Redditest.

Dettagli

Newsletter 2013 20 del 23 Settembre 2013

Newsletter 2013 20 del 23 Settembre 2013 NUOVO REDDITOMETRO (art. 38 del DPR 600/73 e DM 24.12.2012) COME FUNZIONA? Newsletter 2013 20 del 23 Settembre 2013 Che cos è e quali sono i Riferimenti Normativi? L art. 38 del DPR 600/73 stabilisce che

Dettagli

COMUNICAZIONE DEI BENI AI SOCI E RIFLESSI NEL MODELLO UNICO

COMUNICAZIONE DEI BENI AI SOCI E RIFLESSI NEL MODELLO UNICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO SOCIETÀ DI COMODO E/O IN PERDITA SISTEMATICA: PRESUNZIONI DI NON OPERATIVITÀ E CONSEGUENTE TASSAZIONE COMUNICAZIONE DEI BENI AI SOCI E RIFLESSI NEL MODELLO

Dettagli

LE NOVITÀ DEL PERIODO (FISCO, BILANCIO E SOCIETÀ) DAL 18 AL 24 LUGLIO 2009. Sintesi della legislazione, della prassi e della giurisprudenza

LE NOVITÀ DEL PERIODO (FISCO, BILANCIO E SOCIETÀ) DAL 18 AL 24 LUGLIO 2009. Sintesi della legislazione, della prassi e della giurisprudenza LE NOVITÀ DEL PERIODO (FISCO, BILANCIO E SOCIETÀ) DAL 18 AL 24 LUGLIO 2009 Sintesi della legislazione, della prassi e della giurisprudenza LEGISLAZIONE Iva delle agenzie di viaggio Dal 1 gennaio 2010 entrerà

Dettagli

IL REDDITOMETRO: DUBBI E CRITICITA

IL REDDITOMETRO: DUBBI E CRITICITA IL REDDITOMETRO: DUBBI E CRITICITA Relatore : Dott. Vincenzo Di Tella Collaboratori: Dott. Piero Capestrano Dott. Alessando Paglione Dott. Mario Di Bernardo Dott. Alessandro Tentoni IL NUOVO REDDITOMETRO

Dettagli

Le nuove regole, come si dirà nel proseguo, si applicheranno a partire dai redditi prodotti nell esercizio 2009. Nuovo e vecchio testo a confronto

Le nuove regole, come si dirà nel proseguo, si applicheranno a partire dai redditi prodotti nell esercizio 2009. Nuovo e vecchio testo a confronto Gianluca Galatà e Pierluigi Rosano IL VECCHIO ED IL NUOVO REDDITOMETRO UN CONFRONTO Con il Decreto Legge 31 maggio 2010 numero 78, (di seguito D.L. 78/2010 ), convertito dalla Legge 30 Luglio 2010 numero

Dettagli

Il nuovo redditometro

Il nuovo redditometro Il nuovo redditometro 1 NOVITA dal 01/01/2009 (SINTETICO ANALITICO PURO) Ricostruzione sintetica del reddito sulla base delle spese di qualsiasi genere sostenute nel corso del periodo d imposta IN ALTERNATIVA

Dettagli

La tematica dell'utilizzo di auto aziendali da parte dei dipendenti o degli amministratori si articola in diverse questioni e temi.

La tematica dell'utilizzo di auto aziendali da parte dei dipendenti o degli amministratori si articola in diverse questioni e temi. a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 01 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 02.01.2012 Tariffe Aci per il 2012 Categoria Sottocategoria Auto Imposte

Dettagli

LE SPESE ALBERGHIERE E PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

LE SPESE ALBERGHIERE E PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE LE SPESE ALBERGHIERE E PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE MANOVRA D ESTATE 2008: LA DEDUCIBILITA AI FINI IVA E PER LE IMPOSTE SUI REDDITI Il D.L. n. 112/2008, ha adeguato la normativa nazionale

Dettagli

Redditest: il software di autodiagnosi per la congruità delle spese

Redditest: il software di autodiagnosi per la congruità delle spese Focus di pratica professionale di Lorenzo Pegorin Redditest: il software di autodiagnosi per la congruità delle spese Com è ormai noto, in data 20 novembre 2012, dopo averlo presentato nel corso di una

Dettagli

N. 10 del 10/04/2012

N. 10 del 10/04/2012 STUDIO DI CONSULENZA TRIBUTARIA LAI FRANCA Informativa per la clientela di studio N. 10 del 10/04/2012 Ai gentili Clienti Loro Sedi OGGETTO : REDDITOMETRO ANNO 2012 Gentile Cliente, con la stesura del

Dettagli

prof. avv. Paola ROSSI

prof. avv. Paola ROSSI L UTILIZZAZIONE DELLE INDAGINI FINANZIARIE NELL ACCERTAMENTO TRIBUTARIO prof. avv. Paola ROSSI Professore associato Università del Sannio Ricercatore area fiscale IRDCEC Diretta 15 novembre 2010 Diretta

Dettagli

Informativa Fiscale del Comitato Regionale Toscano Geometri A cura di Maurizio Consonni. Redditometro:

Informativa Fiscale del Comitato Regionale Toscano Geometri A cura di Maurizio Consonni. Redditometro: COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno 10/12/C - 50019 Osmannoro - Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri @libero.it

Dettagli

STUDIO DOTT. BONVICINI NOVITA DELLA FINANZIARIA 2005 LA MINIMUM TAX IMMOBILIARE ADEMPIMENTI SULLE LOCAZIONI

STUDIO DOTT. BONVICINI NOVITA DELLA FINANZIARIA 2005 LA MINIMUM TAX IMMOBILIARE ADEMPIMENTI SULLE LOCAZIONI STUDIO DOTT. BONVICINI Circolare n. 3 del 15 gennaio 2005 NOVITA DELLA FINANZIARIA 2005 LA MINIMUM TAX IMMOBILIARE ADEMPIMENTI SULLE LOCAZIONI Art. 1, commi da 341 a 345, Legge n. 311/2004 Dal 2005 entra

Dettagli

La normativa di riferimento

La normativa di riferimento C i r c o l a r e d e l 1 6 n o v e m b r e 2 0 1 1 P a g. 1 di 5 Circolare Numero 28/2011 Oggetto MANOVRA CORRETTIVA D.L. 98/2011 CONVERTITO IN L. 111/2011 CIRCOLARE AGENZIA ENTRATE N. 41/E DEL 05/08/2011

Dettagli

Unico 2006 Investimenti e trasferimenti esteri: cosa dichiarare Compilazione del quadro RW

Unico 2006 Investimenti e trasferimenti esteri: cosa dichiarare Compilazione del quadro RW Unico 2006 Investimenti e trasferimenti esteri: cosa dichiarare Compilazione del quadro RW a cura di Roberta De Pirro e Federica Lorusso- Studio Sciumé e Associati roberta.depirro@sciume.net; federica.lorusso@sciume.net

Dettagli

Deducibilità auto aziendali dimezzata dal 2013

Deducibilità auto aziendali dimezzata dal 2013 Numero 43/2013 Pagina 1 di 10 Deducibilità auto aziendali dimezzata dal 2013 Numero : 43/2013 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : IMPOSTE DIRETTE DEDUCIBILITÀ AUTO AZIENDALI ART. 164, COMMA 1, LETT. B),

Dettagli

Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria

Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria Corso Interregionale Puglia e Basilicata Aggiornamento Professionale per i Giudici Tributari Taranto 30/31 maggio 2014 Consiglio di Presidenza della Giustizia

Dettagli

RISOLUZIONE N. 248/E

RISOLUZIONE N. 248/E RISOLUZIONE N. 248/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 17 giugno 2008 OGGETTO: Interpello -ART.11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Prova del valore normale nei trasferimenti immobiliari soggetti

Dettagli

NUOVO REDDITOMETRO ACCERTAMENTO SINTETICO del REDDITO delle PERSONE FISICHE

NUOVO REDDITOMETRO ACCERTAMENTO SINTETICO del REDDITO delle PERSONE FISICHE Circolare informativa per la clientela n. 5/2013 del 14 febbraio 2013 NUOVO REDDITOMETRO ACCERTAMENTO SINTETICO del REDDITO delle PERSONE FISICHE In questa Circolare 1. Accertamento sintetico 2. Redditometro

Dettagli

CIRCOLARE N. 24/E. Roma, Roma, 31 luglio 2013. Direzione Centrale Accertamento

CIRCOLARE N. 24/E. Roma, Roma, 31 luglio 2013. Direzione Centrale Accertamento CIRCOLARE N. 24/E Roma, Roma, 31 luglio 2013 Direzione Centrale Accertamento OGGETTO: Accertamento sintetico del reddito complessivo delle persone fisiche ai sensi dell articolo 38, commi dal quarto al

Dettagli

Loro sedi. Oggetto: ai nastri di partenza le lettere relative al redditometro per il periodo di imposta 2009

Loro sedi. Oggetto: ai nastri di partenza le lettere relative al redditometro per il periodo di imposta 2009 Studio Associato di Consulenza Aziendale Dottori Commercialisti Dott. Gianpiero Perissinotto Dott.ssa Monica Lacedelli Via degli Agricoltori n. 11 32100 Belluno tel: 0437/932080 fax: 0437/932095 E-mail:

Dettagli

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili Roma, 24 gennaio 2014 Gent.li CLIENTI Loro Sedi Via mail Oggetto: Circolare n. 2/2014 principali novità fiscali 2014 1 Gentili Clienti, La legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 1473), in vigore dall

Dettagli

C era una volta il segreto bancario Oggi abbiamo il Grande Fratello Fisco!

C era una volta il segreto bancario Oggi abbiamo il Grande Fratello Fisco! DE PROFUNDIS C era una volta il segreto bancario Oggi abbiamo il Grande Fratello Fisco! C era una volta il segreto bancario Periodo 1974-1982 Art. 34 del D.P.R. 600/73 Ufficio imposte dirette poteva chiedere

Dettagli

La residenza delle persone fisiche nei rapporti Italia Svizzera Castellanza, 25 novembre 2008

La residenza delle persone fisiche nei rapporti Italia Svizzera Castellanza, 25 novembre 2008 La residenza delle persone fisiche nei rapporti Italia Svizzera Castellanza, 25 novembre 2008 La residenza delle persone fisiche nella legislazione tributaria italiana Marco Cerrato I criteri di collegamento

Dettagli

aggiornato al 31 luglio 2014

aggiornato al 31 luglio 2014 aggiornato al 31 luglio 2014 Regime fiscale applicabile ai lavoratori iscritti a una forma pensionistica complementare dopo il 31 dicembre 2006 e ai contributi versati, a partire dal 1 gennaio 2007, dai

Dettagli

RISOLUZIONE N. 251/E

RISOLUZIONE N. 251/E RISOLUZIONE N. 251/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 14 settembre 2007 Oggetto: Interpello - Alfa S.p.a. - Disciplina applicabile, ai fini IRES e IRAP, agli indennizzi assicurativi spettanti

Dettagli

Circolare per i Clienti dello studio

Circolare per i Clienti dello studio Circolare per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Lettere redditometro per il periodo di imposta 2009: ai nastri di partenza Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che è

Dettagli

Fiscal News N. 34. Redditometro: la prova contraria. La circolare di aggiornamento professionale 29.01.2013. Premessa

Fiscal News N. 34. Redditometro: la prova contraria. La circolare di aggiornamento professionale 29.01.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 34 29.01.2013 Redditometro: la prova contraria Categoria: Accertamento e riscossione Sottocategoria: Redditometro L accertamento basato sul Redditometro

Dettagli

Sentenza n. 6620 del 19 marzo 2009 della Corte Cassazione - Sezione tributaria

Sentenza n. 6620 del 19 marzo 2009 della Corte Cassazione - Sezione tributaria Sentenza n. 6620 del 19 marzo 2009 della Corte Cassazione - Sezione tributaria Svolgimento del processo - La C.T.P. di Milano, previa riunione, rigettava i ricorsi proposti dalla s.r.l. G.M. avverso avvisi

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 4 DEL 29.01. 2010. Vertenza giudiziale disciplina fiscale rivalutazione monetaria e interessi

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 4 DEL 29.01. 2010. Vertenza giudiziale disciplina fiscale rivalutazione monetaria e interessi FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 4 DEL 29.01. 2010 Vertenza giudiziale disciplina fiscale rivalutazione monetaria e interessi IL QUESITO Il giudice, a conclusione di una causa tra me ed

Dettagli

Circolare del 28 Dicembre 2006 a cura dello Studio De Vito e Associati

Circolare del 28 Dicembre 2006 a cura dello Studio De Vito e Associati LEGALE E TRIBUTARIO Circolare del 28 Dicembre 2006 a cura dello Studio De Vito e Associati Partecipazioni ancora in attesa di chiarimenti. Sono intervenuti in questa Circolare: Dr. Gaetano De Vito, Dr.

Dettagli

La Manovra Estiva e le Novità in materia di Accertamento

La Manovra Estiva e le Novità in materia di Accertamento ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE ROMA La Manovra Estiva e le Novità in materia di Accertamento Roma, 22 ottobre 2009 ACCERTAMENTO

Dettagli

NUOVO ACCERTAMENTO SINTETICO E DA REDDITOMETRO

NUOVO ACCERTAMENTO SINTETICO E DA REDDITOMETRO INQUADRAMENTO NORMATIVO NUOVO ACCERTAMENTO SINTETICO E DA REDDITOMETRO Sommario Redditometro Il Fisco rilancia l accertamento sintetico... 3 Le nuove frontiere del redditometro... 10 Strumenti e strategie

Dettagli

Rag. Renzo Del Rosso. OGGETTO: Nuovo redditometro: la procedura. Massa e Cozzile, li 01 aprile 2014. Circolare n 21

Rag. Renzo Del Rosso. OGGETTO: Nuovo redditometro: la procedura. Massa e Cozzile, li 01 aprile 2014. Circolare n 21 Massa e Cozzile, li 01 aprile 2014 Circolare n 21 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Nuovo redditometro: la procedura Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 06 maggio 2009

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 06 maggio 2009 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 06 maggio 2009 OGGETTO: Articolo 15, commi da 16 a 23, del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185 - Rivalutazione dei beni d impresa Chiarimenti

Dettagli

Detrazione Irpef spese ristrutturazione Casi risolti

Detrazione Irpef spese ristrutturazione Casi risolti Detrazione Irpef spese ristrutturazione Casi risolti Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 23/06/2015 1 Soggetti Circolare 10 giugno 2004, n. 24/E Nel caso

Dettagli

PrevAer Fondo Pensione

PrevAer Fondo Pensione Pagina 1 di 5 Documento sul Regime Fiscale aggiornato al 27 marzo 2015 Regime fiscale applicabile ai lavoratori iscritti a una forma pensionistica complementare dopo il 31 dicembre 2006 e ai contributi

Dettagli

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE DEFINIZIONE DEI CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DEI SOGGETTI CHE RICHIEDONO PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE 1 ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento,

Dettagli

Le regole per ottenere gli sconti fiscali

Le regole per ottenere gli sconti fiscali Periodico informativo n. 40/2011 Le regole per ottenere gli sconti fiscali Gentile cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, che con Provvedimento dell Agenzia

Dettagli