REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA"

Transcript

1 Massima:... atteso che il procedimento di verifica di anomalia, essendo improntato alla massima collaborazione tra l'amministrazione appaltante e l'offerente, non ha per oggetto la ricerca di specifiche e singole inesattezze dell'offerta economica, mirando invece ad accertare se in concreto l'offerta, nel suo complesso, sia seria, attendibile ed affidabile in relazione alla corretta esecuzione dell'appalto (per tutti, Cons. St., Sez. VI, 20 settembre 2013, n. 4676)... N /2014REG.PROV.COLL. N /2013 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 6264 del 2013, proposto da: Aeroporto di Genova spa, nella persona dell amministratore in carica, rappresentato e difeso dagli avv. Gabriele Pafundi, Luigi Cocchi e Silvio Quaglia, con domicilio eletto presso Gabriele Pafundi in Roma, v.le Giulio Cesare, 14a, int. 4; contro Consorzio Nazionale Servizi soc. coop., nella persona dell amministratore in carica, rappresentato e difeso dall'avv. Roberto Paviotti, con domicilio eletto presso Roberto Paviotti in Roma, via Luigi Canina, 6; nei confronti di Fidente spa, nella persona dell amministratore in carica, rappresentato e difeso dall'avv. Francesco Massa, con domicilio eletto presso la Segreteria Sezionale del Consiglio di Stato in Roma, p.za Capo di Ferro 13; Abaco Società Consortile a r.l., nella persona dell amministratore in carica, rappresentato e difeso dagli avv. Alessandro Ghibellini, Stefano Ghibellini e Ludovico Villani, con domicilio eletto presso Ludovico Villani in Roma, via Asiago, 8; per la riforma della sentenza del T.A.R. LIGURIA - GENOVA: SEZIONE II n /2013, resa tra le parti, concernente affidamento servizio di movimentazione bagagli, merci, posta e pulizia aeromobili; Visti il ricorso in appello e i relativi allegati; Visti gli atti di costituzione in giudizio di Consorzio Nazionale Servizi soc. coop., di Fidente spa e di Abaco Società Consortile a r.l.; Viste le memorie difensive;

2 Visti tutti gli atti della causa; Relatore nell'udienza pubblica del giorno 4 febbraio 2014 il Cons. Vito Carella e uditi per le parti gli avvocati Cocchi, per sè e per delega dell'avvocato Massa, Clarizia per delega dell'avv.to Paviotti e Follieri per delea dell'avvocato Villani; Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue. FATTO I.- L Aeroporto di Genova s.p.a. ha indetto una gara a procedura aperta del valore complessivo di ,04 (di cui ,04 per oneri di sicurezza, non soggetti a ribasso) con il metodo dell offerta economicamente più vantaggiosa (30 punti all offerta tecnica e 70 punti a quella economica) per l affidamento del servizio triennale di movimentazione bagagli, merci e posta nonché di pulizia aeromobili che, in esito al giudizio positivo di anomalia, è stato definitivamente aggiudicata alla società Fidente con punti 99,128/100 (seconda graduata CNS e terza Abaco). Risulta dalla sentenza appellata che il Tribunale amministrativo regionale, previa riunione, ha accolto il ricorso come proposto dalla seconda offerente CNS quanto al giudizio di anomalia e lo ha invece rigettato relativamente al motivo di carente capacità tecnica per servizi non identici, prevedendo il bando solo servizi analoghi; ha dichiarato poi lo speculare ricorso introdotto dalla terza graduata Abaco in parte inammissibile (genericità della pretesa anomalia dell offerta di CNS) ed in parte infondato (servizi analoghi previsti dal bando e non identici). I giudici di prima istanza hanno ravvisato persuasivo il ragionamento della ricorrente originaria CNS contro il formulato giudizio di anomalia sotto due profili. Il primo riguarda il costo ritenuto sottostimato dall aggiudicataria per le figure di responsabile o coordinatore del servizio (il capoturno previsto dall art. 6, comma 1, del capitolato tecnico), indicato per le quattro persone che a rotazione avrebbero dovuto garantire la propria presenza costante in servizio come da offerta in ,52 (senza tuttavia considerare le sostituzioni e le indennità notturne), anziché l importo realistico di ,40 (con il conseguente sbilancio di ,00 superiore all utile annuo previsto di ,00), dovendo essere prese a riferimento, non il numero di unità da adibire al servizio, ma le ore necessarie per assicurare l ininterrotta prestazione. Di conseguenza, il TAR non ha ritenuto plausibili le spiegazioni fornite in giudizio dall amministrazione (Fidente non sarebbe stata tenuta ad imputare integralmente all appalto il costo del responsabile, atteso che il bando prescrive che tale figura debba essere solo presente in aeroporto, e non nello specifico servizio), sia perché tali giustificazioni non erano state sottoposte al vaglio della Commissione giudicatrice onde accertare che la prefigurata modalità di utilizzo della figura del responsabile non si traducesse in potenziale pregiudizio per la regolarità del servizio, sia perché non verrebbe garantito il tempestivo intervento nell eventualità di contemporanee situazioni di emergenza presso i diversi cantieri (Fidente gestisce altri servizi in aeroporto che può determinare la ragionevole formazione di economie di scala, ma non certo precostituire una sorta di rendita di posizione che alteri irrimediabilmente il confronto concorrenziale relativo allo specifico appalto), sia perché la garanzia del responsabile di servizio sempre presente non poteva che riferirsi allo specifico appalto che formava oggetto dell interlocuzione procedimentale (altrimenti, per ipotesi, l aggiudicataria avrebbe anche potuto indicare una figura di responsabile del servizio presente nell intero arco della giornata e, al contempo, omettere del tutto di calcolarne il costo, stante la disponibilità di analoghe figure già impiegate nei cantieri limitrofi). Il secondo profilo di anomalia dell offerta è fondato dai primi giudici sull inadeguatezza del numero di ore di lavoro preventivate dall impresa aggiudicataria per l esecuzione delle prestazioni che formano oggetto del contratto per la sintomatica sperequazione di stima dell impegno complessivo da parte dei diversi operatori (come precisato dalla ricorrente e non contestato dalle controparti, a fronte delle ore complessive dedicate dall impresa uscente all espletamento del servizio, comprensivo di pulizie e movimentazione

3 bagagli, e delle complessive ore su cui essa ha basato la propria offerta, l aggiudicataria Fidente S.p.a. ha stimato di prestare soltanto ore, potendo così formulare un ribasso pari al 31%). A loro ulteriore dire, se il giudizio di congruità reso dalla Commissione giudicatrice sulle giustificazioni può essere considerato non irragionevole per il servizio di pulizie (l impresa ha dichiarato la disponibilità di complessivi trenta cantieri, di cui quattordici situati all interno dell aerostazione, che possono effettivamente precostituire le condizioni per economizzare sul costo di servizio), altrettanto non può affermarsi con riguardo al servizio di movimentazione bagagli (Fidente non dispone di alcun cantiere ove impiegare il proprio personale nei periodi di inoperosità e, allo scopo di giustificare i risparmi previsti, ha ritenuto di poter utilizzare tre cantieri siti nelle vicinanze dell aeroporto, messi a disposizione dall impresa di avvalimento) perchè si verrebbe a retribuire solo una parte delle ore di lavoro del personale impegnato nel servizio di movimentazione bagagli e per il residuo, in prestazione ad un soggetto terzo (modalità insolita evidenziata nelle giustificazioni, non riconducibile a contratto di somministrazione lavoro o ad intermittenza, e non rilevata dalla Commissione giudicatrice). Di conseguenza i giudici di prima istanza hanno escluso la subordinata richiesta di risarcimento per equivalente, comportando la pronuncia un risarcimento in forma specifica all esito delle valutazioni eventualmente da compiersi circa la congruità dell offerta seconda graduata. 2.- Detta sentenza è stata criticata dalla appellante società aeroportuale a mezzo di tre censure: per la complessiva erroneità della sentenza (il giudice amministrativo non può sostituirsi all amministrazione e verificare autonomamente la congruità dell offerta presentata, ma annullare l aggiudicazione e non passare direttamente alla seconda graduata); per la supina adesione alle tesi della ricorrente CNS (Fidene ha invece imputato all appalto ,52, corrispondente al costo tabellare a tempo pieno di quattro unità per un totale di h. 6324/anno, ed ,00 agli altri appalti in corso di esecuzione all interno del medesimo aeroporto per ulteriori 1,54 persone corrispondenti ad h 2436/anno; l amministrazione non ha integrato le giustificazioni o le difese di Fidente ma si è limitata a rilevare l ottimizzazione del contemporaneo impiego dei supervisori responsabili, alla luce della decisione della Sezione Sesta del Consiglio di Stato n del 2012; come da capitolato la presenza dei capiturno è stabilita durante l esecuzione del contratto e non nell intero arco delle 24 ore; la diversa figura di responsabile dell organizzazione è invece prevista dal comma 3 dell art. 6, la cui relativa presenza in aeroporto è stata valutata con punteggio tecnico, in relazione all orario medio giornaliero e in rapporto al numero dei capiturno presenti; il TAR ha confuso i vari ruoli professionali e i diversi compiti assolti, andando in extrapetizione); per la irrealtà delle circostanze affermate in merito al calcolo del numero di ore di lavoro assolutamente inadeguato alla prestazione del servizio (nel verbale del 5 febbraio 2013 la Commissione giudicatrice dà atto del numero di ore di lavoro indicato da Fidente e delle ragioni della loro congruità ed attendibilità; Fidente nelle giustificazioni ha indicato le modalità di utilizzo del personale per evitare l impiego improduttivo e ridurre i costi; il distacco è disciplinato dall art. 30 del d.lgs. n. 276 del 2003; il motivo non è stato dedotto da CNS). E presente in giudizio, a sostegno dell appellante società aeroportuale, l aggiudicataria Fidente che, nel prospettare di avere conseguito il miglior punteggio tanto per l offerta tecnica (punti 29,128 a fronte dei punti 24,020 di CNS) quanto per quella economica (70 punti contro i 64,019), ha confutato gli errori di valutazione in cui sarebbe incorso il TAR. Con separati controricorsi le appellate CNS ed Abaco hanno avversato le posizioni difensive della società appellante e dell aggiudicataria, concludendo per la reiezione dell appello e per la conferma della sentenza. III.- Tutte le parti hanno prodotto altre numerose difese e repliche, in particolare, con la memoria depositata il 24 gennaio 2014, la società appellante ha opposto la carenza di legittimazione e di interesse in capo ad Abaco. Alla Camera di Consiglio del 4 febbraio 2014 la causa è stata trattenuta in decisione DIRITTO

4 1.- La questione controversa ruota intorno al giudizio di anomalia conclusosi positivamente per la società aggiudicataria Fidente nella gara espletata dall appellante società Aeroporto di Genova per l affidamento del servizio triennale di movimentazione bagagli, merci e posta nonché di pulizia aeromobili. L aggiudicazione è denunziata dalla seconda offerente CNS e dalla terza graduata Abaco, affidataria uscente soccombente in primo grado, rispetto alla quale società si può prescindere dall opposizione sollevata dall appellante società aeroportuale per difetto di legittimazione e d interesse. Infatti, l appello deve essere accolto e la sentenza merita di essere riformata. 2.- Relativamente al merito va subito messo in luce che, nel presente giudizio, è controversa l anomalia dell'offerta in ordine alla quale -secondo consolidato indirizzo giurisprudenziale- l'amministrazione gode di ampia discrezionalità, per cui la relativa valutazione, costituendo espressione di apprezzamento tecnicodiscrezionale ed inerendo quindi al merito amministrativo, è da ritenersi insindacabile in sede di legittimità, se non per aspetti di manifesta irrazionalità o evidente travisamento dei fatti. Nello specifico, tali ultime circostanze lumeggiate dai giudici di prima istanza su aspetti marginali e di dettaglio della singola voce, non sussistono affatto ove si consideri il concreto procedimento svolto per la verifica di attendibilità dell offerta, dopo gli ulteriori chiarimenti richiesti, in relazione alla valutazione complessiva e globale della proposta migliorativa dell offerente concretamente intervenuta. Del resto, senza entrare nel tema delle ultronee e non convincenti, se non erronee, proposizioni della sentenza in ordine ai costi della manodopera (nel complesso, per il responsabile e per i capiturno) e della tipologia lavorativa (a intermittenza o a distacco) nonché sulle correlate economie di scala (l aggiudicataria è presente in aeroporto con altri numerosi servizi) è qui sufficiente rilevare come l importo stesso della componente economica contestata, pur ad anno, non sia tale per la sua esiguità da incidere con immediata evidenza sull economicità del servizio appaltato ovvero da non poter essere sostanzialmente assorbito dall utile di impresa oppure da rendere l offerta economica complessivamente inattendibile relativamente al monte ore lavorativo quando essa, ai fini di un corretto esercizio in fase di esecuzione del contratto, è stata tangibilmente apprezzata dall amministrazione aeroportuale in termini positivi di serietà e proficuità all esito dello svolto giudizio di anomalia. 4.- Da disattendere erano, quindi, i motivi proposti in primo grado per le presenze e le sostituzioni del responsabile (unico e di organizzazione) e dei capiturno (la cui coerenza è entrata nel gioco della valutazione tecnica dove Fidente ha conseguito 4 punti rispetto al punteggio di CNS a 1,333), nonché per l affermata inadeguatezza del numero di ore a garantire le prestazioni di servizio (relativamente alla movimentazione bagagli), così impingendo nell organizzazione del lavoro e nell ottimizzazione dei costi ritraibili dalla società aeroportuale. Sul punto vale osservare che, nel riscontro del giudizio di anomalia in questione, non si poteva prescindere dal bilanciare che la stazione appaltante ha fornito agli offerenti l elenco dei voli annui stimati, la composizione della squadra tipo per ogni intervento e il tempo programmato per lo scarico o la pulizia di ogni volo (ritenuti dalla Commissione giudicatrice garantiti con la forza lavoro offerta) nonché la preminenza data in gara al fattore economico (ribasso del 31% in linea all andamento del mercato del settore con riguardo alle particolari condizioni vantate dall offerente aggiudicataria, anche in termini di mobilità tra i vari numerosi altri servizi espletati in aeroporto o collegati dall avvalimento), la stessa dotazione in macchinari e attrezzature ai fini della più celere esecuzione delle prestazioni. Quanto al costo orario per qualifica dei lavoratori, merita evidenziare che le apposite tabelle Fise del Ministero del lavoro indicano parametri retributivi (per elementi annui, mensili e ad ora) e segnalano le ore annue mediamente lavorate (sostituzioni, ferie e quant altro) in termini teorici e non effettivi d azienda (c.d. assenteismo), comunque nella specie non oggetto di specifica contestazione, nonostante la favorevole valutazione da parte della Commissione giudicatrice dei costi orari della manodopera risultanti dalle tabelle in relazione al numero di ore offerte per l espletamento dei servizi costituenti oggetto dell appalto.

5 Nella specie, dunque, non erano rintracciabili quei segni di manifesta irrazionalità o di evidente travisamento dei fatti, che soli possono giustificare l annullamento di un aggiudicazione per anomalia dell offerta valutata dall apposita Commissione giudicatrice. 5.- Come da precedenti di questo Consiglio di Stato, conclusivamente, l appello va accolto e la sentenza riformata, con il rigetto del ricorso in primo grado, atteso che il procedimento di verifica di anomalia, essendo improntato alla massima collaborazione tra l'amministrazione appaltante e l'offerente, non ha per oggetto la ricerca di specifiche e singole inesattezze dell'offerta economica, mirando invece ad accertare se in concreto l'offerta, nel suo complesso, sia seria, attendibile ed affidabile in relazione alla corretta esecuzione dell'appalto (per tutti, Cons. St., Sez. VI, 20 settembre 2013, n. 4676). Per la particolarità della fattispecie, sussistono validi motivi per disporre la compensazione integrale tra le parti delle spese di lite relative al doppio grado di giudizio. P.Q.M. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) definitivamente pronunciando sul ricorso come in epigrafe proposto (ricorso numero: 6264/2013), accoglie l appello e, per l effetto, a riforma della sentenza del Tribunale amministrativo regionale per la Liguria n del 2013, respinge il ricorso in primo grado. Spese compensate del doppio grado di giudizio. Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa. Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 4 febbraio 2014 con l'intervento dei magistrati: Sergio De Felice, Presidente FF Vito Carella, Consigliere, Estensore Claudio Contessa, Consigliere Giulio Castriota Scanderbeg, Consigliere Roberta Vigotti, Consigliere L'ESTENSORE IL PRESIDENTE DEPOSITATA IN SEGRETERIA Il 08/05/2014 IL SEGRETARIO (Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)

www.ildirittoamministrativo.it

www.ildirittoamministrativo.it N. 02195/2015REG.PROV.COLL. N. 05534/2012 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

Tar Campania Napoli n. 1147 del 18.02.2015

Tar Campania Napoli n. 1147 del 18.02.2015 MASSIMA Obbligo di indicazione degli oneri per la sicurezza interferenziali. Offerta con ribasso di quasi 80%, offerta inattendibile. Tar Campania Napoli n. 1147 del 18.02.2015 N. 01147/2015 REG.PROV.COLL.

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) SENTENZA. contro

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) SENTENZA. contro N. 00510/2011REG.PROV.COLL. N. 06055/2008 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it

www.ildirittoamministrativo.it N. 02724/2013REG.PROV.COLL. N. 03709/2012 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente Pagina 1 di 8 N. 01690/2014 REG.PROV.COLL. N. 00816/2012 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Liguria (Sezione Seconda)

Dettagli

Consiglio di Stato n. 5805 del 05/12/2013

Consiglio di Stato n. 5805 del 05/12/2013 MASSIMA Come si è premesso, la sentenza impugnata ha accolto il motivo relativo alla composizione della commissione aggiudicatrice, in numero pari di membri. Tale composizione, tuttavia, non determina

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) SENTENZA

www.ildirittoamministrativo.it REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) SENTENZA N. 00105/2012REG.PROV.COLL. N. 04602/2011 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA N. 03677/2012REG.PROV.COLL. N. 00583/2011 REG.RIC. ha pronunciato la presente REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA sul

Dettagli

Consiglio di Stato n. 5169 del 20/10/2014

Consiglio di Stato n. 5169 del 20/10/2014 MASSIMA Inoltre (ed è considerazione decisiva), la contestazione delle specifiche clausole della gara avrebbe postulato la presentazione della domanda di partecipazione da parte della ricorrente, poiché

Dettagli

Consiglio di Stato n. 3484 del 08/07/2014

Consiglio di Stato n. 3484 del 08/07/2014 MASSIMA 1. Nelle gare pubbliche, la scelta del criterio più idoneo per l'aggiudicazione di un appalto (tra quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa e quello del prezzo più basso) costituisce

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) N. 02447/2011REG.PROV.COLL. N. 01392/2011 REG.RIC. N. 01391/2011 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente 1 di 6 25/01/2012 13.16 N. 00095/2012REG.PROV.COLL. N. 01694/2008 REG.RIC. ha pronunciato la presente REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02212/2012REG.PROV.COLL. N. 01572/2008 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia. sezione staccata di Catania (Sezione Terza) SENTENZA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia. sezione staccata di Catania (Sezione Terza) SENTENZA Page 1 of 10 N. 02565/2011 REG.PROV.COLL. N. 00573/2010 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia sezione staccata di

Dettagli

Consiglio di Stato n. 3887/2012 del 03/07/2012

Consiglio di Stato n. 3887/2012 del 03/07/2012 MASSIMA - L istituto dell avvalimento consente ad un impresa che non possiede determinate caratteristiche di partecipare ad una gara d appalto per le quali tali caratteristiche sono richieste a pena d

Dettagli

contro nei confronti di

contro nei confronti di . N. 00174/2012REG.PROV.COLL. N. 05054/2011 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente

Dettagli

Consiglio di Stato, sez. VI, sentenza 15 maggio 2012, n. 2789. Impianto fotovoltaico Applicazione dispositivo di interfaccia Fine lavori Necessità

Consiglio di Stato, sez. VI, sentenza 15 maggio 2012, n. 2789. Impianto fotovoltaico Applicazione dispositivo di interfaccia Fine lavori Necessità Consiglio di Stato, sez. VI, sentenza 15 maggio 2012, n. 2789 Impianto fotovoltaico Applicazione dispositivo di interfaccia Fine lavori Necessità Sussiste. N. 02789/2012REG.PROV.COLL. N. 00697/2012 REG.RIC.

Dettagli

Consiglio di Stato n. 1184 del 09/03/2015

Consiglio di Stato n. 1184 del 09/03/2015 MASSIMA Obbligo del concorrente di dichiarare l intervenuta risoluzione ex art. 38 co. 1 lett. f) del Codice Appalti e libera valutazione relativa all intervenuto errore professionale da parte della S.A.

Dettagli

contro nei confronti di per la riforma

contro nei confronti di per la riforma N. 02228/2015REG.PROV.COLL. N. 01754/2015 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA N. 01105/2015REG.PROV.COLL. N. 02829/2013 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA N. 02746/2015REG.PROV.COLL. N. 04849/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater) SENTENZA

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater) SENTENZA N. 10136/2014 REG.PROV.COLL. N. 10666/2011 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Seconda Quater) ha pronunciato

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente 1 di 7 16/04/2012 11.46 N. 01843/2012REG.PROV.COLL. N. 06711/2008 REG.RIC. ha pronunciato la presente REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione

Dettagli

Consiglio di Stato: le dimissioni accettate non sono revocabili unilateralmente

Consiglio di Stato: le dimissioni accettate non sono revocabili unilateralmente Consiglio di Stato: le dimissioni accettate non sono revocabili unilateralmente http://www.dplmodena.it/04-10-11consstatodimisspubb.html Il Consiglio di Stato, con sentenza n. 5384 del 27 settembre 2011,

Dettagli

per l'annullamento, previa adozione di misure cautelari,

per l'annullamento, previa adozione di misure cautelari, N. 00657/2014 REG.PROV.COLL. N. 11981/2013 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Prima Ter) ha pronunciato

Dettagli

contro nei confronti di per la riforma

contro nei confronti di per la riforma N. 04457/2015REG.PROV.COLL. N. 09343/2014 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente

Dettagli

Consiglio di Stato n. 6374 del 12.12.2012

Consiglio di Stato n. 6374 del 12.12.2012 MASSIMA: Come già evidenziato dal Consiglio di Stato (per tutte, sez. VI, 18 gennaio 2012, n. 178), l'art. 38 del d.lgs. n. 163 del 2006, nella parte in cui elenca le dichiarazioni di sussistenza dei requisiti

Dettagli

Consiglio di stato n. 3646/2012 del 21/06/2012

Consiglio di stato n. 3646/2012 del 21/06/2012 MASSIMA La questione di diritto sottoposta al Collegio attiene al se l incameramento della cauzione provvisoria, nei confronti dell aggiudicatario, possa essere o meno disposta nel caso di difetto dei

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA N. 05497/2011REG.PROV.COLL. N. 10256/2010 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02226/2015REG.PROV.COLL. N. 01681/2015 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Terza) SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Terza) SENTENZA N. 05477/2015REG.PROV.COLL. N. 07065/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Terza) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

Consiglio di Stato Sentenza del 11 settembre 2015, n. 4253 REPUBBLICA ITALIANA

Consiglio di Stato Sentenza del 11 settembre 2015, n. 4253 REPUBBLICA ITALIANA Consiglio di Stato Sentenza del 11 settembre 2015, n. 4253 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente SENTENZA

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente Pagina 1 di 8 N. 01631/2013REG.PROV.COLL. N. 06791/2002 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Terza) ha pronunciato

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente Pagina 1 di 9 N. 05471/2014REG.PROV.COLL. N. 02900/2012 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) SENTENZA.

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) SENTENZA. N. 00866/2014REG.PROV.COLL. N. 09003/2013 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente

Dettagli

Consiglio di Stato: diniego della tariffa incentivante

Consiglio di Stato: diniego della tariffa incentivante Consiglio di Stato: diniego della tariffa incentivante Ai sensi dell art. 2-sexies del decreto legge DL 3/2010 e smi, le tariffe incentivanti di cui all'articolo 6 del decreto del Ministro dello sviluppo

Dettagli

sul ricorso numero di registro generale 2271 del 2014, integrato da motivi aggiunti, proposto da:

sul ricorso numero di registro generale 2271 del 2014, integrato da motivi aggiunti, proposto da: N. 00365/2015 REG.PROV.COLL. N. 02271/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania sezione staccata di Salerno (Sezione Seconda) ha

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente 1 di 6 31/05/2013 7.40 N. 00781/2013 REG.PROV.COLL. N. 01322/2012 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia (Sezione Prima) ha pronunciato

Dettagli

contro nei confronti di per l'annullamento

contro nei confronti di per l'annullamento N. 00461/2012 REG.PROV.COLL. N. 00382/2012 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Friuli Venezia Giulia (Sezione Prima) ha

Dettagli

DECISIONE. Eurotel Rapallo - SOGER s.r.l., rappresentata e difesa dall avv. Ludovico Villani, elettivamente domiciliata presso il medesimo.

DECISIONE. Eurotel Rapallo - SOGER s.r.l., rappresentata e difesa dall avv. Ludovico Villani, elettivamente domiciliata presso il medesimo. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL CONSIGLIO DI STATO IN SEDE GIURISDIZIONALE N. 431/07 Reg.Sent Anno N.9134 Reg.Ric. Sezione Quinta Anno 2005 ha pronunciato la seguente DECISIONE sul ricorso

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente 1 di 6 02/12/2013 10.31 N. 00997/2013 REG.PROV.COLL. N. 00200/2009 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia sezione staccata di Brescia

Dettagli

N. 04655/2012REG.PROV.COLL. N. 10337/2001 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato

N. 04655/2012REG.PROV.COLL. N. 10337/2001 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato N. 04655/2012REG.PROV.COLL. N. 10337/2001 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Terza) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE Appalti- Appalti pubblici- offerta condizionata Cons. St., sez. VI, 25.01.10 n. 248 ha pronunciato la presente REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it

www.ildirittoamministrativo.it N. 02106/2013 REG.PROV.COLL. N. 10570/2012 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza) ha pronunciato la

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente Pagina 1 di 7 N. 01041/2014 REG.PROV.COLL. N. 00844/2014 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Emilia Romagna (Sezione Prima)

Dettagli

Consiglio di Stato n. 3565 del 03.07.2013

Consiglio di Stato n. 3565 del 03.07.2013 MASSIMA Oneri di sicurezza aziendali ex art. 87 co. 4 del d.lgs. 163/2006. stante la natura di obbligo legale rivestita dall indicazione, resta irrilevante la circostanza che la lex specialis di gara non

Dettagli

N. 07514/2014 REG.PROV.COLL. N. 12076/2013 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

N. 07514/2014 REG.PROV.COLL. N. 12076/2013 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 07514/2014 REG.PROV.COLL. N. 12076/2013 REG.RIC. ha pronunciato la presente REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza) SENTENZA

Dettagli

Consiglio di Stato n. 5806 del 05/12/2013

Consiglio di Stato n. 5806 del 05/12/2013 MASSIMA La comunicazione attraverso il fax, il cui numero è stato, nella fattispecie in esame, espressamente riportato dalla società offerente nell autocertificazione allegata alla documentazione presentata

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente 1 di 6 30/04/2012 8.25 N. 00556/2012 REG.PROV.COLL. N. 00023/2012 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto (Sezione Prima) ha pronunciato

Dettagli

N. 01863/2010 REG. SEN. N. 00464/2010 REG. RIC.

N. 01863/2010 REG. SEN. N. 00464/2010 REG. RIC. N. 01863/2010 REG. SEN. N. 00464/2010 REG. RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio sezione staccata di Latina (Sezione Prima) ha pronunciato

Dettagli

Consiglio di Stato n. 5754 del 14/11/2012

Consiglio di Stato n. 5754 del 14/11/2012 MASSIMA: Il giudizio operato dalla commissione non è di tipo assoluto, bensì di tipo relativo: se ad un offerta viene assegnato il punteggio massimo, questo non vuol dire che la stessa costituisce la migliore

Dettagli

sul ricorso numero di registro generale 1850 del 2014, proposto da:

sul ricorso numero di registro generale 1850 del 2014, proposto da: N. 05856/2015REG.PROV.COLL. N. 01850/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

Consiglio di Stato n. 873 del 23/02/2015

Consiglio di Stato n. 873 del 23/02/2015 MASSIMA Come ha chiarito di recente la Sezione, infatti, è legittima l'esclusione da gara di appalto dell'impresa che abbia fatto ricorso all'avvalimento producendo un contratto che non contiene alcuna

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA N. 4847/08 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 485 REG:RIC.

REPUBBLICA ITALIANA N. 4847/08 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 485 REG:RIC. REPUBBLICA ITALIANA N. 4847/08 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 485 REG:RIC. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Quinta Sezione ANNO 2007 ha pronunciato la seguente decisione sul ricorso

Dettagli

Prot. n 6 Salerno, lì 8 Gennaio 2016

Prot. n 6 Salerno, lì 8 Gennaio 2016 COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO www.collegioperitiagrarisa.it - e-mail:collegio.salerno@pec.peritiagrari.it - collegio.salerno@peritiagrari.it Prot. n

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Quinta Sezione ANNO 2007.

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Quinta Sezione ANNO 2007. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 4847/08 REG.DEC. N. 485 REG:RIC. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Quinta Sezione ANNO 2007 ha pronunciato la seguente decisione sul ricorso

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it

www.ildirittoamministrativo.it N. 05630/2015REG.PROV.COLL. N. 05863/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

contro per la riforma ha pronunciato la presente

contro per la riforma ha pronunciato la presente N. 06974/2011REG.PROV.COLL. N. 00980/2011 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente

Dettagli

contro nei confronti di per l'annullamento

contro nei confronti di per l'annullamento N. 00328/2014 REG.PROV.COLL. N. 01295/2013 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto (Sezione Prima) ha pronunciato la

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) SENTENZA N. 06565/2012REG.PROV.COLL. N. 05911/2008 REG.RIC. N. 05897/2008 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la

Dettagli

contro nei confronti di per l'annullamento

contro nei confronti di per l'annullamento N. 00245/2014 REG.PROV.COLL. N. 00054/2014 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Friuli Venezia Giulia (Sezione Prima) ha

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it

www.ildirittoamministrativo.it N. 04642/2012REG.PROV.COLL. N. 07602/2010 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Terza Bis) ha pronunciato la presente

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Terza Bis) ha pronunciato la presente N. 07519/2015 REG.PROV.COLL. N. 10759/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza Bis) ha pronunciato la presente SENTENZA

Dettagli

www.dirittifondamentali.it - Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale ISSN: 2240-9823

www.dirittifondamentali.it - Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale ISSN: 2240-9823 «In presenza di determinati indici rivelatori anche le fondazioni possono essere qualificate come organismi di diritto pubblico con i relativi poteri di autotutela.» (Consiglio di Stato, sez. VI, 03/06/2014,

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02486/2015REG.PROV.COLL. N. 01045/2015 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

Consiglio di Stato n. 177 del 15.01.2013

Consiglio di Stato n. 177 del 15.01.2013 MASSIMA I motivi d appello terzo e quarto riguardano la questione sostanziale dell ammissibilità di un offerta pari a zero, riproponendosi con essi le censure di primo grado sopra sintetizzate. Al riguardo,

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Terza Bis) SENTENZA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Terza Bis) SENTENZA N. 10661/2015 REG.PROV.COLL. N. 01760/2011 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza Bis) ha pronunciato

Dettagli

TAR Veneto n. 1212 del 16/9/2014

TAR Veneto n. 1212 del 16/9/2014 MASSIMA La mancata partecipazione di candidati all'originaria gara consente alla stazione appaltante di utilizzare il sistema di assegnazione del servizio nei termini indicati dagli artt. 56 e 57 d.lgs

Dettagli

Consiglio di Stato n. 4744 del 07.09.2012

Consiglio di Stato n. 4744 del 07.09.2012 In merito alla legittimità di attribuzione del punteggio aggiuntivo e in merito al giudizio di verifica della congruità di un offerta apparentemente anomala Il TAR FRIULI VENEZIA - GIULIA, n. 495/2007

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. sezione staccata di Brescia (Sezione Seconda)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. sezione staccata di Brescia (Sezione Seconda) N. 00031/2015 REG.PROV.COLL. N. 01106/2005 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia sezione staccata di Brescia (Sezione Seconda)

Dettagli

della sentenza del T.A.R. PUGLIA - BARI: SEZIONE II n. 00622/2011, resa tra le parti, concernente SILENZIO P.A. -

della sentenza del T.A.R. PUGLIA - BARI: SEZIONE II n. 00622/2011, resa tra le parti, concernente SILENZIO P.A. - N. 06995/2011REG.PROV.COLL. N. 06233/2011 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A ha pronunciato la presente IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta)

Dettagli

Consiglio di Stato n. 5882 del 20.11.2012

Consiglio di Stato n. 5882 del 20.11.2012 MASSIMA: Sulla possibilità per i soggetti senza scopo di lucro di partecipare alle gare. L'assenza dello scopo di lucro non impedisce la qualificazione di un soggetto come imprenditore e non ne giustifica

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 00073/2013 REG.PROV.COLL. N. 00399/2012 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Emilia Romagna sezione staccata di Parma

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it

www.ildirittoamministrativo.it N. 00696/2014REG.PROV.COLL. N. 07242/2013 REG.RIC. N. 07384/2013 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) SENTENZA

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente 1 di 8 02/12/2013 10.29 N. 01567/2013 REG.PROV.COLL. N. 00598/2013 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana (Sezione Prima) ha pronunciato

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente 1 di 7 13/12/2012 8.47 N. 06117/2012REG.PROV.COLL. N. 09587/2011 REG.RIC. ha pronunciato la presente REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione

Dettagli

sul ricorso numero di registro generale 2249 del 2007, proposto da:

sul ricorso numero di registro generale 2249 del 2007, proposto da: N. 01874/2013REG.PROV.COLL. N. 02248/2007 REG.RIC. N. 02249/2007 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente Torna alla pagina precedente N. 04040/2015REG.PROV.COLL. N. 05136/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato

Dettagli

A cura di Sonia Lazzini

A cura di Sonia Lazzini In un appalto di servizi, qualora la cauzione provvisoria non venga accompagnata dall impegno del fideiussiore, in caso di aggiudicazione, ad emettere la successiva cauzione definitiva, come richiesto

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA N. 05874/2013REG.PROV.COLL. N. 00631/2013 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente

Dettagli

CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V - sentenza 19 maggio 2009 n. 3080 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V - sentenza 19 maggio 2009 n. 3080 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V - sentenza 19 maggio 2009 n. 3080 ha pronunciato la seguente REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, (Quinta Sezione) DECISIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Pagina 1 di 5 REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Sezione Quinta ANNO 2004 ha pronunciato la seguente DECISIONE

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia sezione staccata di Catania (Sezione Prima) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di

Dettagli

FNOMCeO. Svolgimento delle Funzioni di Medico Competente

FNOMCeO. Svolgimento delle Funzioni di Medico Competente FNOMCeO Svolgimento delle Funzioni di Medico Competente Tar Lazio Svolgimento delle funzioni di medico competente Il Collegio ha affermato che è manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater) SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater) SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio ha pronunciato la presente (Sezione Seconda Quater) SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 3344

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA N. 01323/2014 REG.PROV.COLL. N. 00453/2014 REG.RIC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA N. 01323/2014 REG.PROV.COLL. N. 00453/2014 REG.RIC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 01323/2014 REG.PROV.COLL. N. 00453/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Liguria (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA

Dettagli

Consiglio di Stato n. 1250 del 11/03/2015

Consiglio di Stato n. 1250 del 11/03/2015 MASSIMA Concessione di servizi; oneri di sicurezza aziendali 87 co. 4 Codice degli Appalti non rientra nei principi generali a tutela della concorrenza. Consiglio di Stato n. 1250 del 11/03/2015 N. 01250/2015REG.PROV.COLL.

Dettagli

N. 00131/2012 REG.RIC. http://www.giustizia-amministrativa.it/documentiga/cagliari/sezione 1/2012/201200131/Provvedime... REPUBBLICA ITALIANA

N. 00131/2012 REG.RIC. http://www.giustizia-amministrativa.it/documentiga/cagliari/sezione 1/2012/201200131/Provvedime... REPUBBLICA ITALIANA 1 di 5 14/03/2012 10.12 N. 00275/2012 REG.PROV.COLL. N. 00131/2012 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna (Sezione Prima) ha pronunciato

Dettagli

N. 00325/2014 REG.PROV.COLL. N. 00048/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

N. 00325/2014 REG.PROV.COLL. N. 00048/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 00325/2014 REG.PROV.COLL. N. 00048/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per le Marche (Sezione Prima) ha pronunciato la presente SENTENZA

Dettagli

contro nei confronti di per l'annullamento

contro nei confronti di per l'annullamento N. 00859/2011 REG.PROV.COLL. N. 00535/2010 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia (Sezione Prima) ha pronunciato la

Dettagli

Il CONSIGLIO DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA PER LA REGIONE SICILIANA

Il CONSIGLIO DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA PER LA REGIONE SICILIANA N. 00171/2014REG.PROV.COLL. N. 00871/2013 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il CONSIGLIO DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA PER LA REGIONE SICILIANA in sede giurisdizionale ha pronunciato

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Terza) SENTENZA

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Terza) SENTENZA N. 04086/2014REG.PROV.COLL. N. 05358/2014 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Terza) ha pronunciato la presente

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) SENTENZA

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) SENTENZA Page 1 of 9 N. 04563/2012REG.PROV.COLL. N. 07065/2008 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia. Lecce - Sezione Seconda SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia. Lecce - Sezione Seconda SENTENZA N. 00008/2013 REG.PROV.COLL. N. 00329/2011 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia Lecce - Sezione Seconda ha pronunciato la presente

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna. (Sezione Prima) SENTENZA. contro. per l'annullamento

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna. (Sezione Prima) SENTENZA. contro. per l'annullamento N. 00720/2014 REG.PROV.COLL. N. 00202/2014 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna (Sezione Prima) ha pronunciato

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA Pagina 1 di 9 N. 03256/2012REG.PROV.COLL. N. 02212/2012 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater) N. 03963/2015 REG.PROV.COLL. N. 02235/2011 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Seconda Quater) ha pronunciato la presente

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA Massima:...L esclusione, disposta per tardività della presentazione dell offerta (pervenuta oltre il termine di capitolato), è stata ritenuta legittima dalla sentenza impugnata,......non ha alcun fondamento

Dettagli