Solennità del Corpo e Sangue del Signore. Concelebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Massimo Camisasca

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Solennità del Corpo e Sangue del Signore. Concelebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Massimo Camisasca"

Transcript

1 Cattedrale di Santa Maria Assunta Solennità del Corpo e Sangue del Signore Concelebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Massimo Camisasca Processione eucaristica per le vie della città e Benedizione in piazza del Duomo Giovedì 30 maggio 2013, Anno della Fede XXV della visita del beato Giovanni Paolo II alla Chiesa di Reggio Emilia-Guastalla CANTO D INGRESSO: Chiesa di Dio, popolo in festa Chiesa di Dio, popolo in festa, alleluia, alleluia! Chiesa di Dio, popolo in festa, canta di gioia, il Signore è con te! Dio ti ha scelto, Dio ti chiama, nel suo amore ti vuole con sé; spargi nel mondo il suo Vangelo, seme di pace e di bontà. Dio ti guida come un padre: tu ritrovi la vita con lui. Rendigli grazie, sii fedele, finché il suo Regno ti aprirà. Dio ti nutre col suo cibo, nel deserto rimane con te. Ora non chiudere il tuo cuore: spezza il tuo pane a chi non ha. Dio mantiene la promessa: in Gesù Cristo ti trasformerà. Porta ogni giorno la preghiera di chi speranza non ha più. Chiesa, che vivi nella storia, sei testimone di Cristo quaggiù: Riti di introduzione

2 apri le porte ad ogni uomo, salva la vera libertà. Chiesa, chiamata al sacrificio dove nel pane si offre Gesù, offri gioiosa la tua vita per una nuova umanità. SEGNO DI CROCE E SALUTO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. La pace sia con voi. E con il tuo spirito. ATTO PENITENZIALE Il Vescovo introduce brevemente all atto penitenziale. Si fa una breve pausa di silenzio e il cantore o un diacono propone le invocazioni. Kyrie, eleison, Kyrie, eleison! Signore, che sei l eterno sacerdote della nuova alleanza, abbi pietà di noi. Kyrie, eleison... Cristo, che ci edifichi come pietre vive nel tempio santo di Dio, abbi pietà di noi. Christe, eleison... Signore, che ci fai partecipi del tuo corpo e del tuo sangue, abbi pietà di noi. Kyrie, eleison... Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. Amen. INNO DI LODE Gloria a Dio nei cieli! Pace su tutta la terra! (2 v.) Le strofe sono eseguite da una solista o dal coro. Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa! Rit. Signore Dio, re del cielo, il Padre onnipotente! Signore Dio, agnello di Dio, Figlio del Padre! Rit. Tu che togli i peccati del mondo, accogli la nostra supplica; tu che siedi alla destra del Padre, abbi pietà di noi! Rit. Tu solo il Santo, tu solo il Signore, tu solo l Altissimo Gesù Cristo, con lo Spirito Santo, nella gloria del Padre! Rit. 2

3 COLLETTA Preghiamo. Signore Gesù Cristo, che nel mirabile sacramento dell Eucaristia ci hai lasciato il memoriale della tua Pasqua, fa che adoriamo con viva fede il santo mistero del tuo Corpo e del tuo Sangue, per sentire sempre in noi i benefici della redenzione. Tu sei Dio e vivi e regni con Dio Padre, nell unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen. PRIMA LETTURA Gen 14,18-20 Offrì pane e vino. Dal libro della Gènesi Liturgia della Parola In quei giorni, Melchìsedek, re di Salem, offrì pane e vino: era sacerdote del Dio altissimo e benedisse Abram con queste parole: «Sia benedetto Abram dal Dio altissimo, creatore del cielo e della terra, e benedetto sia il Dio altissimo, che ti ha messo in mano i tuoi nemici». E [Abramo] diede a lui la decima di tutto. Parola di Dio. SALMO RESPONSORIALE dal Salmo 109 (110) Tu sei sacerdote per sempre, Cristo Signore. Oracolo del Signore al mio signore: «Siedi alla mia destra finché io ponga i tuoi nemici a sgabello dei tuoi piedi». Lo scettro del tuo potere stende il Signore da Sion: domina in mezzo ai tuoi nemici! A te il principato nel giorno della tua potenza tra santi splendori; dal seno dell'aurora, come rugiada, io ti ho generato. Il Signore ha giurato e non si pente: «Tu sei sacerdote per sempre al modo di Melchìsedek». SECONDA LETTURA 1Cor 11,23-26 Ogni volta infatti che mangiate questo pane e bevete al calice, voi annunciate la morte del Signore. Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi 3

4 Fratelli, io ho ricevuto dal Signore quello che a mia volta vi ho trasmesso: il Signore Gesù, nella notte in cui veniva tradito, prese del pane e, dopo aver reso grazie, lo spezzò e disse: «Questo è il mio corpo, che è per voi; fate questo in memoria di me». Allo stesso modo, dopo aver cenato, prese anche il calice, dicendo: «Questo calice è la Nuova Alleanza nel mio sangue; fate questo, ogni volta che ne bevete, in memoria di me». Ogni volta infatti che mangiate questo pane e bevete al calice, voi annunciate la morte del Signore, finché egli venga. Parola di Dio. CANTO AL VANGELO Durante i riti di preparazione al Vangelo, si rimane seduti. Quando il diacono raggiunge l altare e ostende l evangeliario, tutti si alzano e acclamano il Vangelo. Accompagnato da coloro che recano le luci e l incenso, il diacono sale in processione all ambone. Alleluia, alleluia! Io sono il pane vivo, disceso dal cielo, dice il Signore; se uno mangia di questo pane vivrà in eterno. Alleluia, alleluia! Il pane che io darò, dice il Signore, è la mia carne per la vita del mondo. Alleluia, alleluia! Siamo invitati a volgere il nostro sguardo verso il luogo della Parola per ascoltare con tutto noi stessi il Vangelo. VANGELO Lc 9,11-17 Tutti mangiarono a sazietà. Dal vangelo secondo Luca In quel tempo, Gesù prese a parlare alle folle del regno di Dio e a guarire quanti avevano bisogno di cure. Il giorno cominciava a declinare e i Dodici gli si avvicinarono dicendo: «Congeda la folla perché vada nei villaggi e nelle campagne dei dintorni, per alloggiare e trovare cibo: qui siamo in una zona deserta». Gesù disse loro: «Voi stessi date loro da mangiare». Ma essi risposero: «Non abbiamo che cinque pani e due pesci, a meno che non andiamo noi a comprare viveri per tutta questa gente». C'erano infatti circa cinquemila uomini. Egli disse ai suoi discepoli: «Fateli sedere a gruppi di cinquanta circa». Fecero così e li fecero sedere tutti quanti. Egli prese i cinque pani e i due pesci, alzò gli occhi al cielo, recitò su di essi la benedizione, li spezzò e li dava ai discepoli perché li distribuissero alla folla. Tutti mangiarono a sazietà e furono portati via i pezzi loro avanzati: dodici ceste. Parola del Signore. Si risponde con il canto dell Alleluia; la processione ritorna davanti al Vescovo per il gesto di venerazione al libro dei Vangeli e per la benedizione: mentre il Vescovo traccia un segno di croce con il libro, noi tutti ci segniamo. Il libro, poi, viene deposto aperto sull altare. Alleluia, alleluia! Gesù prese i pani e li dava ai discepoli perché li distribuissero alla folla. 4

5 Alleluia, alleluia! OMELIA Momento di riflessione silenziosa PROFESSIONE DI FEDE (Simbolo apostolico) In comunione con tutta la Chiesa cattolica, in questo Anno della fede, proclamiamo con gioia: Io credo in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra; e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; siede alla destra di Dio Padre onnipotente; di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen. PREGHIERA UNIVERSALE Fratelli e sorelle, invitati alla mensa del Corpo e del Sangue del Signore, culmine e fonte di tutta la vita della Chiesa, innalziamo la nostra preghiera unanime, perché da questo grande mistero scaturisca il dono della nostra unità e della pace. Ascolta, Signore, la nostra preghiera. Per Papa Francesco per tutti i Vescovi e i sacerdoti, chiamati a presiedere nel tuo nome la celebrazione dell Eucaristia: mediante il ministero e la santità personale siano educatori e padri nella fede, specialmente dei giovani. Preghiamo. Per la nostra Chiesa che in questa tradizionale sosta orante ti rende grazie, Signore, per i doni ricevuti nell anno pastorale, e stasera fa gioiosa memoria della visita del beato Giovanni Paolo II: dalla celebrazione dell Eucaristia sappia sempre attingere luce e forza per discernere le situazioni, compiere le scelte pastorali necessarie per la nuova evangelizzazione delle nostre terre. Preghiamo. Per le famiglie e le comunità parrocchiali della nostra Diocesi colpite un anno fa dal devastante sisma: concedi loro, Signore, di vincere ogni paura e, confortate dalla nostra solidarietà, 5

6 non si perdano d animo nella difficile ricostruzione. Preghiamo. Per la nostra città, dove ti porteremo Signore stasera, nella figura del pane, per affidare alla tua bontà la vita quotidiana delle famiglie, specialmente quelle in difficoltà a motivo della crisi economica; per affidarti le case visitate dalla malattia o dal dolore per la perdita di un proprio caro. Preghiamo. Per i fratelli e le sorelle che anche in questo anno, nelle diverse parti del mondo, hanno pagato la fedeltà all Eucaristia con il dono della vita; per i giovani della Caritas del Libano che stanno facendo fronte all emergenza umanitaria dei numerosi profughi scampati dalla guerra in Siria e che in questi giorni ricevono la visita dell inviato del Papa. Preghiamo. Il Vescovo conclude con l orazione: Signore Gesù, che nel sacramento del tuo Corpo e del tuo Sangue hai posto la sorgente dello Spirito che dà la vita, fa che la tua Chiesa, spezzando il pane in tua memoria, diventi il germe dell umanità rinnovata, a lode di Dio Padre. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen. Liturgia eucaristica All inizio della Liturgia eucaristica si prepara l altare, o mensa del Signore; poi i fedeli recano il pane e il vino, frutto della terra e del lavoro dell uomo, che diventeranno il Corpo e il Sangue di Cristo. CANTO ALLA PRESENTAZIONE DEI DONI: Questa santa mensa Prepariamo insieme questa santa mensa, Cena dell Agnello, Pasqua di Gesù. Camminiamo in festa e portiamo i doni: pane condiviso, vino che dà gioia. Quando viene l ora di passare al Padre, Cristo rende grazie e si offre a Lui; e spezzando il pane per i suoi amici nel suo corpo offerto dona nuova vita. Cristo ci precede, ci conduce al Padre, e ci chiama ancora alla carità. PREGHIERA SULLE OFFERTE Concedi benigno alla tua Chiesa, o Padre, i doni dell unità e della pace, misticamente significati nelle offerte che ti presentiamo. Per Cristo nostro Signore. Amen. PREGHIERA EUCARISTICA III Prefazio: L Eucaristia memoriale del sacrificio di Cristo 6

7 Il Signore sia con voi. E con il tuo spirito. In alto i nostri cuori. Sono rivolti al Signore. Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio. È cosa buona e giusta. È veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza, rendere grazie sempre e in ogni luogo a te, Signore, Padre santo, Dio onnipotente e misericordioso, per Cristo nostro Signore. Sacerdote vero ed eterno, egli istituì il rito del sacrificio perenne; a te per primo si offrì vittima di salvezza, e comandò a noi di perpetuare l offerta in sua memoria. Il suo corpo per noi immolato è nostro cibo e ci dà forza, il suo sangue per noi versato è la bevanda che ci redime da ogni colpa. Per questo mistero del tuo amore, uniti agli angeli e ai santi, cantiamo con gioia l inno della tua lode: Santo Il Vescovo a braccia allargate: Padre veramente santo, a te la lode da ogni creatura. Per mezzo di Gesù Cristo, tuo Figlio e nostro Signore, nella potenza dello Spirito Santo fai vivere e santifichi l universo, e continui a radunare intorno a te un popolo, che da un confine all altro della terra offra al tuo nome il sacrificio perfetto. I Concelebranti stendono le mani (o solo la mano destra) verso le offerte e si uniscono alla preghiera del Vescovo a voce sommessa. Ora ti preghiamo umilmente: manda il tuo Spirito a santificare i doni che ti offriamo, perché diventino il Corpo e il Sangue di Gesù Cristo, tuo Figlio e nostro Signore, che ci ha comandato di celebrare questi misteri. I Concelebranti ritirano la destra e proseguono sempre a voce sommessa. Alle parole del Signore, stendono la mano destra (con la palma della mano rivolta a lato) verso il pane e il calice. Nella notte in cui fu tradito, egli prese il pane, ti rese grazie con la preghiera di benedizione, lo spezzò, lo diede ai suoi discepoli, e disse: PRENDETE, E MANGIATENE TUTTI: QUESTO È IL MIO CORPO, OFFERTO IN SACRIFICIO PER VOI. 7

8 Dopo la cena, allo stesso modo, prese il calice, ti rese grazie con la preghiera di benedizione, lo diede ai suoi discepoli, e disse: PRENDETE, E BEVETENE TUTTI: QUESTO È IL CALICE DEL MIO SANGUE PER LA NUOVA ED ETERNA ALLEANZA, VERSATO PER VOI E PER TUTTI IN REMISSIONE DEI PECCATI. FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME. Mistero della fede. Ogni volta che mangiamo di questo pane e beviamo a questo calice annunciamo la tua morte, Signore, nell'attesa della tua venuta. I Concelebranti con le braccia allargate (e sempre a voce sommessa): Celebrando il memoriale del tuo Figlio, morto per la nostra salvezza, gloriosamente risorto e asceso al cielo, nell attesa della sua venuta ti offriamo, Padre, in rendimento di grazie questo sacrificio vivo e santo. Guarda con amore e riconosci nell offerta della tua Chiesa la vittima immolata per la nostra redenzione; e a noi, che ci nutriamo del Corpo e Sangue del tuo Figlio, dona la pienezza dello Spirito Santo, perché diventiamo in Cristo un solo corpo e un solo spirito. Egli faccia di noi un sacrificio perenne a te gradito, perché possiamo ottenere il regno promesso insieme con i tuoi eletto: con la beata Maria, Vergine e Madre di Dio, con i tuoi santi apostoli, i gloriosi martiri Crisanto e Daria, san Prospero, e tutti i santi, nostri intercessori presso di te. Per questo sacrificio di riconciliazione, dona, Padre, pace e salvezza al mondo intero. Conferma nella fede e nell amore la tua Chiesa pellegrina sulla terra: il tuo servo e nostro Papa Francesco il nostro Vescovo Massimo, il collegio episcopale, tutto il clero e il popolo che tu hai redento. Ascolta la preghiera di questa famiglia, che hai convocato alla tua presenza. Ricongiungi a te, Padre misericordioso, tutti i tuoi figli ovunque dispersi. Accogli nel tuo regno i nostri fratelli defunti e tutti i giusti che, in pace con te, hanno lasciato questo mondo; concedi anche a noi di ritrovarci insieme a godere per sempre della tua gloria, 8

9 in Cristo, nostro Signore, per mezzo del quale tu, o Dio, doni al mondo ogni bene. I Concelebranti si uniscono al Vescovo nel canto della dossologia: Per Cristo, con Cristo e in Cristo, a te, Dio Padre onnipotente, nell unità dello Spirito Santo, ogni onore e gloria per tutti i secoli dei secoli. L assemblea acclama: Amen. Amen. RITI DI COMUNIONE * Preghiera del Signore * Rito della pace * Frazione del pane Allo spezzare del pane, si canta l Agnello di Dio. In questa solenne celebrazione eucaristica, a tutti viene data la possibilità di comunicarsi al Corpo e al Sangue di Cristo. CANTI ALLA COMUNIONE 1) Eucaristia Solo: Prendete, questo è il mio corpo che è dato per voi; questo è il mio calice dato per tutti voi. Tutti: Poiché noi mangiamo un solo pane siamo un unico corpo in comunione con il Signore. Ti ringraziamo, Padre nostro, per la vite di Davide che per mezzo di Gesù ci hai rivelato: gloria a te nei secoli. Ti ringraziamo, Padre nostro, per la vita e la fede che nel servo tuo, Gesù, ci hai rivelato: gloria a te nei secoli. Poiché noi mangiamo Ti ringraziamo, Padre santo, per il tuo santo nome che per mezzo di Gesù abita in noi: gloria a te nei secoli. Ti ringraziamo, Padre santo, perché sei nostra forza; e per mezzo di Gesù venga la grazia: gloria a te nei secoli. Poiché noi mangiamo 9

10 Ti ringraziamo, Padre santo, per l immortalità e l amore che nel servo tuo, Gesù, ci hai rivelato: gloria a te nei secoli. Poiché noi mangiamo per finire: Prendete, questo è il mio corpo 2) Io sarò con voi Chi ha fame venga a me, chi ha sete beva: lo ristorerò. Io sarò il suo pane, gioia troverà. Chi è nel pianto venga a me, chi non ha speranza: lo consolerò. Io sarò fortezza, luce troverà. Chi è solo venga a me, chi non sa più amare: lo rinfrancherò. Io sarò l amico, gioia troverà. Chi è nel dubbio venga a me, chi non ha certezze: lo sorreggerò. Io sarò saldezza: luce troverà. Chi è malato venga a me, chi non ha futuro: lo risanerò. Io sarò speranza: gioia troverà. Chi è nel buio venga a me, chi non può cantare: lo libererò. Io sarò il suo canto: luce troverà. Chi ha fame venga a me, chi ha sete beva: lo ristorerò. Io sarò il suo pane, per l eternità. Terminata la Comunione, l ostia consacrata da portarsi in processione viene lasciata sull altare della celebrazione. PREGHIERA DOPO LA COMUNIONE Donaci, Signore, di godere pienamente della tua vita divina nel convito eterno, che ci hai fatto pregustare in questo sacramento del tuo Corpo e del tuo Sangue. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen. ESPOSIZIONE DEL SANTISSIMO SACRAMENTO L ostia consacrata viene esposta nell ostensorio e incensata, mentre l assemblea canta: Mistero della Cena è il Corpo di Gesù. Mistero della Croce è il Sangue di Gesù. E questo pane e vino è Cristo in mezzo ai suoi. 10

11 Gesù risorto e vivo sarà sempre con noi. Mistero della Chiesa è il Corpo di Gesù. Mistero della pace è il Sangue di Gesù. Il pane che mangiamo fratelli ci farà Intorno a questo altare l amore crescerà. Terminato il canto, si lascia un breve momento di adorazione silenziosa, poi un diacono introduce alla processione con queste o simili parole: Fratelli e sorelle, dal pomeriggio di domenica 5 giugno al mattino di lunedì 6 di venticinque anni fa avvenne la storica visita del Papa Giovanni Paolo II alla nostra Chiesa. La domenica 5 era la solennità del Corpus Domini e nella indimenticabile celebrazione eucaristica al Campovolo, il Papa commentò le stesse letture che abbiamo ascoltato questa sera. Mentre ci muoveremo in processione per le vie della città, seguendo e accompagnando il Signore, presente nel Santissimo Sacramento dell Eucaristia, riascolteremo la seconda parte dell omelia del Papa, quella applicata alla nostra realtà sociale ed ecclesiale. Alziamoci, dunque e camminiamo nel nome del Signore. Vengono date le indicazioni per un ordinato svolgimento della processione e poi inizia il canto. Uscendo dalla Cattedrale, i fedeli sono invitati a prendere una candela e a tenerla accesa durante la processione. Si prega tutti di portare con sé il libretto per partecipare alla preghiera e al canto. CANTO Sei tu, Signore, il pane, tu cibo sei per noi. Risorto a vita nuova, sei vivo in mezzo a noi. Nell ultima sua cena Gesù si dona ai suoi: Prendete pane e vino, la vita mia per voi. Mangiate questo pane: chi crede in me, vivrà. Chi beve il vino nuovo, con me risorgerà. È Cristo il pane vero, diviso qui fra noi: formiamo un solo corpo e Dio sarà con noi. Se porti la sua croce, in lui tu regnerai. Se muori unito a Cristo, con lui rinascerai. Verranno i cieli nuovi, la terra fiorirà. Vivremo da fratelli: la Chiesa è carità. Processione eucaristica Mentre si forma la processione in Piazza, i Campanari Reggiani suonano le campane del Duomo. Lettore: 1. Dategli voi stessi da mangiare Dall omelia del beato Giovanni Paolo II (Reggio Emilia, 5 giugno 1988) 11

12 Mentre oggi ascoltiamo le parole di Cristo indirizzate agli apostoli: Dategli voi stessi da mangiare, ci rendiamo conto che alla sfera della sollecitudine della Chiesa appartiene anche ciò che è collegato con il cibo per gli uomini e con la richiesta del pane quotidiano, insegnataci dal Signore. Sì, la richiesta del pane quotidiano! È una richiesta sempre attuale, perché non sono stati ancora colmati i dislivelli sociali, e la drammatica situazione di chi non ha ancora pane a sufficienza per sé e per i suoi familiari è una triste realtà che ci interpella. Il problema del pane per tutti gli uomini, a qualunque nazione, razza e religione appartengano, non ci può lasciare indifferenti; esso fa appello - come ho detto nell enciclica Sollicitudo Rei Socialis - alle nostre responsabilità sociali e, perciò, al nostro vivere, alle decisioni da prendere coerentemente circa la proprietà e l uso dei beni (Sollicitudo Rei Socialis, 42). La Chiesa che da sempre ha avuto un amore preferenziale per i poveri non può non abbracciare le immense moltitudini di affamati, di mendicanti, di senzatetto, senza assistenza medica e, soprattutto, senza speranza di un futuro migliore; essa non può non prendere atto dell esistenza di queste realtà. L ignorarle significherebbe assimilarci al «ricco epulone», che fingeva di non conoscere Lazzaro il mendico, giacente fuori della sua porta (cf. Lc 16, 19-31) (Sollicitudo Rei Socialis, 42). Vogliamo sperare che questa nostra preoccupazione per chi è affamato moltiplichi, mediante un economia sensibile a questo problema, i pani necessari per sfamare chi è nel bisogno. A questo proposito, esprimo il mio compiacimento per le iniziative promosse dalla Chiesa che è in Emilia al fine di sovvenire alle necessità materiali di tanti nostri fratelli meno fortunati, che in molte parti del mondo vivono in condizione disagiate, privi come sono di mezzi di sussistenza. Dopo un momento di silenzio la guida pronuncia l orazione di questo Anno della Fede: O Dio, che nella potenza dello Spirito Santo hai mandato il tuo Verbo a portare il lieto annuncio ai poveri, fa che, tenendo gli occhi fissi su di lui in questo Anno della fede, viviamo nell amore sincero per diventare annunciatori e testimoni del suo Vangelo nelle nostre terre e in tutto il mondo. Per Cristo nostro Signore Amen. CANTO: Canto di beatitudine Beato colui che vince se stesso facendosi servo del Cristo che viene. Chi è nel Signore cammini con lui, con lui che l ha amato per primo. Beato chi veglia con fede e preghiera, chi accoglie il Vangelo col cuore e la vita, che ancora quest oggi è potenza di Dio che salva colui che crede. Beato chi annuncia l amore di Dio, la sua fedeltà e la sua tenerezza. Che è resa presente in ogni fratello che vive l amore con gioia. Beato chi ama nei poveri il Cristo, li serve così come lui fece a noi: si è fatto carne ed ha condiviso la vita che vive ogni uomo... Lettore: 2. Eucaristia, vincolo di carità 12

13 Dall omelia del beato Giovanni Paolo II (Reggio Emilia, 5 giugno 1988) Tuttavia le parole di Cristo dette in occasione della moltiplicazione del cibo hanno anche, come abbiamo visto nell odierna liturgia, un significato profetico. Sono il preannuncio dell ultima cena. Non di solo pane vivrà l uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio (Mt 4, 4). E questa parola raggiunge la sua culminante espressione sacramentale nell Eucaristia: quando il pane e il vino diventano un velo del cibo e della bevanda che Cristo ci ha preparato mediante il suo sacrificio redentore. All Eucaristia dobbiamo andare portando tutta la nostra vita; dall Eucaristia dobbiamo uscire con la ricchezza d amore che abbiamo trovato in Cristo. Quali siano gli effetti autentici dell Eucaristia voi tutti, cari fratelli, li avete sott occhio nelle realizzazioni della carità cristiana. Mi piace qui ricordare le Case della carità fondata da monsignor Mario Prandi e che traducono l amore cristiano in un servizio premuroso e sincero ai poveri; la loro diffusione non solo in Italia, ma in India e in Madagascar, dice già da sé l equilibrio di una formula di servizio così legata alle comunità cristiane da fare di tali case altrettante famiglie in mezzo alle altre, famiglie che sostengono le altre e dalle altre sono sostenute per realizzare l amore che nasce necessariamente dall Eucaristia. Penso anche ai Servi della Chiesa, fondati da monsignor Dino Torreggiani per la cura pastorale di ex-carcerati, nomadi, zingari, personale degli spettacoli viaggianti; una famiglia al servizio degli ultimi, di coloro dei quali nessuno s interessa e per i quali nessuno sa che cosa fare. Penso altresì all Azione Cattolica di questa diocesi, che ha una grande e viva tradizione di fedeltà ecclesiale e di testimonianza civile e sociale, volta ad incarnare i valori del Vangelo nella realtà delle vostre situazioni. Sono, questi, frutti preziosi che l Eucaristia ha suscitato qui, nella vostra Chiesa, simbolo di quei frutti che l Eucaristia deve sempre suscitare e generare in tutti. CANTO: Quello che abbiamo udito Quello che abbiamo udito, quello che abbiam veduto, quello che abbiam toccato dell amore infinito l annunciamo a voi. Grandi cose ha fatto il Signore. Del suo amore vogliamo parlare: Dio Padre il suo Figlio ha donato, sulla croce l abbiamo veduto. In Gesù tutto il cielo si apre, ogni figlio conosce suo Padre; alla vita rinasce ogni cosa e l amore raduna la Chiesa. Viene il regno di Dio nel mondo e l amore rivela il suo avvento; come un seme germoglia nell uomo che risponde all invito divino. Lettore: 3. Eucaristia, vincolo di unità Dall omelia del beato Giovanni Paolo II (Reggio Emilia, 5 giugno 1988) Penso alle comunità cristiane stesse, a tutte le parrocchie nelle quali si articola il tessuto pastorale della vostra Chiesa. Esse sono autentiche comunità nelle quali la carità, vincolo di unità che scaturisce dal Dio uno e trino, deve diventare la logica su cui si regolano i rapporti: Gesù ha pregato perché tutti i credenti siano una cosa sola, e san Luca dice che i primi cristiani erano un cuore solo e un anima sola (At 4, 2). Tutto questo mi conduce a rivolgere un appello forte a tutti voi che siete venuti numerosi a questo incontro, un appello soprattutto a voi giovani perché prendiate sul serio il Vangelo con le sue esigenze e le sue promesse, perché accogliate la legge dell Eucaristia e facciate della vostra vita davvero un dono al Signore. Come dicevo, nel 13

14 pane e nel vino consegniamo al Signore noi stessi; non deve essere un gesto puramente rituale. Il rito deve esprimere la verità della vita, l atteggiamento sincero del cuore. A Cristo dobbiamo donare noi stessi, tutta la nostra vita perché egli, il Signore, se ne serva per il suo progetto di salvezza. INVOCAZIONI A CRISTO Guida: Cristo nella Cena pasquale ha donato il suo Corpo e il suo Sangue per la vita del mondo. Riuniti nella preghiera di lode, diciamo: Attira ogni essere a te, o Signore. T.: Attira ogni essere a te, o Signore. Cristo, Figlio del Dio vivo, che ci hai comandato di celebrare l'eucaristia in tua memoria, fa' che vi partecipiamo sempre con fede e amore a beneficio di tutta la Chiesa. Attira... Cristo, unico e sommo sacerdote, che hai affidato ai tuoi sacerdoti i santi misteri, fa' che essi esprimano nella vita ciò che celebrano nel sacramento. Attira... Cristo, che nell Eucaristia ci inviti alla tua mensa, guarda i fanciulli delle nostre parrocchie che hanno partecipato per la prima volta al banchetto eucaristico, perché portino nella famiglia e nella Chiesa l annuncio della gioia pasquale. Attira... Cristo, che nell'eucaristia edifichi la tua Chiesa fa che le nostre comunità si educhino a celebrare ogni domenica liturgie autentiche e gioiose, accoglienti e missionarie. Attira... Cristo, con la forza dell Eucaristia, fa' maturare i germi di vocazione che a piene mani tu semini nel campo della Chiesa, perché molti scelgano come ideale di vita di servire te nei loro fratelli. Attira... Cristo, che nell'eucaristia ci dai la grazia di annunciare la tua morte e risurrezione fino al giorno della tua venuta. rendi partecipi della tua gloria i nostri fratelli defunti. Attira... La Guida pronuncia l orazione: Donaci, o Padre, di non avere nulla di più caro del tuo Figlio, che rivela al mondo il mistero del tuo amore e la vera dignità dell uomo; colmaci del tuo Spirito, perché lo annunziamo ai fratelli con la fede e con le opere. Per Cristo nostro Signore. Amen. CANTO: Dov è carità e amore Dov è carità e amore, qui c è Dio. Ci ha riuniti tutti insieme Cristo amore: godiamo esultanti nel Signore! Temiamo e amiamo il Dio vivente, 14

15 e amiamoci tra noi con cuore sincero. Noi formiamo, qui riuniti, un solo corpo: evitiamo di dividerci tra noi: via le lotte maligne via le liti! E regni in mezzo a noi Cristo Dio. Chi non ama resta sempre nella notte e dall ombra della morte non risorge; ma se noi camminiamo nell amore, noi saremo veri figli della luce. Lettore: 4. Sono Io il pane della vita Dall omelia del beato Giovanni Paolo II (Reggio Emilia, 5 giugno 1988) Il mondo in cui viviamo è scosso da varie crisi, tra le quali una delle più pericolose è la perdita del senso della vita. Molti dei nostri contemporanei hanno perso il vero senso della vita e ne cercano surrogati nel consumismo sfrenato, nella droga, nell alcol e nell erotismo. Cercano la felicità ma il risultato è sempre una profonda tristezza, un vuoto nel cuore e non di rado la disperazione. Come vivere la propria vita per non perderla? Su quale fondamento edificare il proprio progetto di esistenza? Gesù Cristo si presenta a noi come la risposta di Dio alla nostra ricerca, alle nostre angosce. Egli dice: Sono io il pane della vita capace di saziare ogni fame; sono io la luce del mondo capace di orientare il cammino di ogni uomo; sono io la risurrezione e la vita capace di aprire la speranza dell uomo sull eternità. Certo non è facile seguire Cristo, non è facile rischiare su di lui tutta la propria vita; eppure proprio in questa capacità di rischiare sta la nobiltà e la grandezza dell uomo. Non rischiamo sul vuoto; sul nulla; rischiamo su Gesù Cristo e sul suo Vangelo; rischiamo sull amore disinteressato dei fratelli. Il Signore susciti molti giovani capaci di rischiare in questo modo, capaci di considerare la propria vita come una sfida da vincere contro l ingiustizia e l egoismo, come un dono da fare a Gesù Cristo e con lui a tutti i fratelli; susciti in particolare tra voi molte e generose vocazioni al sacerdozio, al diaconato, alla vita religiosa, all impegno missionario. Se qualcuno è in Cristo, è una creatura nuova; l egoismo di prima è passato, ecco nasce qualcosa di nuovo. CANTO: Eccomi, Signore Eccomi, Signore, mi hai chiamato: da prima che io fossi hai pronunciato il nome mio con amore. Mi hai amato ed ora tu sai: ardo del tuo desiderio. Fame e sete ho di te, mio Signor, non dimenticare il grido del tuo servo. Sii tu la luce, la guida al mio cuor: ardo del tuo desiderio. Tu non mi hai dimenticato: mi hai mostrato la strada dell amore. La mia debolezza, Dio, tu ami, con tenera pazienza, ora mi chiami. Ora, mio Dio, tu vivi in me. Fa che io dimentichi me stesso; fa che la mia vita sia riflesso 15

16 della vita tua, che è solo amore. 5. Io sono il pane vivo, disceso dal cielo Lettore: Dall omelia del beato Giovanni Paolo II (Reggio Emilia, 5 giugno 1988) Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno (Gv 6, 51). Cari fratelli e sorelle di Reggio Emilia, mi è dato oggi di essere con voi e meditare nella comunità della vostra Chiesa la verità di queste parole di Cristo. Questo nostro incontro, come una particolare manifestazione della nostra fede nel mistero di Cristo diventato il pane vivo, risvegli in noi il desiderio di questa vita che ci è data dall Eucaristia. Come ringraziare per questo dono? Come ricambiarlo? Siate assidui nella frazione del pane! Siate assidui nell ascoltare l insegnamento degli apostoli (cf. At 2, 42). Non cessi in mezzo a voi l operare eucaristico di Cristo. Non cessi questa moltiplicazione del suo corpo e sangue, del cibo e della bevanda che dura per la vita eterna (cf. Gv 6, 27)! Lettore: Vorrei aggiungere una parola di ringraziamento. Durante questa Celebrazione eucaristica c erano parecchi bambini per la Prima Comunione. A questi bambini che per la prima volta hanno ricevuto Cristo eucaristico, voglio augurare di cuore che sia un buon inizio di un lungo cammino. A noi tutti questa circostanza dei bambini che per la prima volta ricevono la Santissima Comunione Eucaristica, a noi tutti ricorda la nostra Prima Comunione. E poi la continuazione: ringraziamo della continuazione, preghiamo per tutti quelli per cui questa continuazione si è interrotta. Ma soprattutto cerchiamo di vivere sempre più profondamente il dono che si riceve nel cibo, nel pane eucaristico: il dono infinito, il dono incommensurabile, il dono per cui manca la parola per esprimere la sua grandezza, il dono della carità che è Dio stesso... INVOCAZIONI A CRISTO Guida: A Cristo, che nell Eucaristia si dona a noi, edificandoci continuamente come suo corpo, diciamo: Insegnaci ad amare, Signore. T: Insegnaci ad amare, Signore. Perché tutta la Chiesa risplenda per l amore dei suoi membri, e viva sempre nell unità e nella pace, preghiamo. Insegnaci... Per il Vescovo Massimo, per i presbiteri e i diaconi, perché ricerchino la comunione sopra ogni cosa e siano testimoni di carità, preghiamo. Insegnaci... Perché le nostre famiglie crescano unite nell amore, e non si perdano d animo nell opera educativa dei figli, preghiamo. Insegnaci... Per i consacrati, chiamati a essere segno eloquente dell amore di Dio, per tutte le loro opere educative e quelle a servizio dei più poveri, preghiamo. Insegnaci... Per quanti sono ammalati nel corpo e nello spirito, e per quanti si occupano della loro cura e assistenza, preghiamo. Insegnaci... La Guida pronuncia l orazione: O Dio, che ci hai amati per primo e ci hai donato il tuo Figlio, 16

17 perché riceviamo la vita per mezzo di lui, fa che nel tuo Spirito impariamo ad amarci gli uni gli altri come lui ci ha amati, fino a dare la vita per i fratelli. Per Cristo nostro Signore. Amen. CANTO: Gerusalemme Gerusalemme, città del Signore verso di te torneranno i tuoi figli, per abitar nella casa del Padre: palpiterà di gioia il tuo cuore. Potrai rialzarti e vestirti di luce poiché la luce viene a te. Ti chiameranno città del Signore, perché la gloria di Dio è su di te. Gerusalemme che scendi dal cielo, il tuo splendore è gemma preziosa. Non hai bisogno di luce di sole, poiché tua lampada è il Signore. Non hai bisogno nemmeno di un tempio poiché il Signore è tempio per te. Cammineranno alla tua luce ogni nazione ed ogni re. Così la pace sarà tuo sovrano, governatore sarà la giustizia. Tu chiamerai le tue mura salvezza e le tue porte saranno gloria. Non ci saranno più devastazioni né prepotenze entro di te. Il tuo Signore sarà luce eterna e tuo splendore sarà il tuo Re. CANTO DI ADORAZIONE Adoriamo il Sacramento che Dio Padre ci donò. Nuovo patto, nuovo rito nella fede si compì. Al mistero è fondamento la parola di Gesù. Gloria al Padre onnipotente, gloria al Figlio Redentor, lode grande, sommo onore all eterna Carità. Gloria immensa, eterno amore alla santa Trinità. Amen. ORAZIONE Il Vescovo, in piedi, davanti al Santissimo, a braccia allargate dice: 17

18 Preghiamo. O Dio che nel mistero eucaristico, ci hai dato il pane vero disceso dal cielo, fa che viviamo sempre in te con la forza di questo cibo spirituale e nell ultimo giorno risorgiamo gloriosi alla vita eterna. Per Cristo nostro Signore. Amen. BENEDIZIONE EUCARISTICA Il Vescovo traccia con l ostensorio un ampio segno di croce senza nulla dire. Mentre si porta l ostia consacrata in Cattedrale per essere riposta nel tabernacolo, si dicono insieme le seguenti acclamazioni: Dio sia benedetto. Benedetto il suo santo nome. Benedetto Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo. Benedetto il nome di Gesù. Benedetto il suo sacratissimo Cuore. Benedetto il suo preziosissimo Sangue. Benedetto Gesù nel santissimo Sacramento dell altare. Benedetto lo Spirito Santo Paraclito. Benedetta la gran Madre di Dio, Maria Santissima. Benedetta la sua santa e immacolata concezione. Benedetta la sua gloriosa assunzione. Benedetto il nome di Maria, vergine e madre. Benedetto san Giuseppe, suo castissimo sposo. Benedetto Dio nei suoi angeli e nei suoi santi. Intervento del Vescovo CANTICO DI MARIA L anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio Salvatore, perché ha guardato l umiltà della sua serva. D ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto in me l Onnipotente e Santo è il suo nome: di generazione in generazione la sua misericordia si stende su quelli che lo temono. Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili; 18

19 ha ricolmato di beni gli affamati, ha rimandato i ricchi a mani vuote. Ha soccorso Israele, suo servo, ricordandosi della sua misericordia, come aveva promesso ai nostri padri, ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre. Gloria 19

RITO DELLA MESSA. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. Amen.

RITO DELLA MESSA. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. Amen. RITO DELLA MESSA RITI DI INTRODUZIONE Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l'amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo sia con tutti

Dettagli

ORDINARIO DELLA MESSA

ORDINARIO DELLA MESSA RITI DI INTRODUZIONE CANTO D'INGRESSO Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. La grazia del Signore nostro Gesú Cristo, l'amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo sia con tutti

Dettagli

PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE

PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto. BREVIARIO BENEDIZIONE

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

DOMENICA V DI PASQUA C

DOMENICA V DI PASQUA C DOPO LA COMUNIONE Assisti, Signore, il tuo popolo che hai colmato della grazia di questi santi misteri, e fa che passi dalla decadenza del peccato alla pienezza della vita nuova. Per Cristo nostro Signore.

Dettagli

La Messa. in rito ambrosiano. spiegata. ai bambini. e non solo

La Messa. in rito ambrosiano. spiegata. ai bambini. e non solo La Messa in rito ambrosiano spiegata ai bambini e non solo 2 3 RITI DI INTRODUZIONE! Le parti più importanti: Riti di introduzione Accoglienza Canto d ingresso Atto penitenziale Liturgia della parola Inno

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

Insieme verso Gesù. Parrocchia di San Pietro

Insieme verso Gesù. Parrocchia di San Pietro Parrocchia di San Pietro Carissimo, carissima, questo messalino ti accompagnerà lungo queste domeniche durante le quali cercheremo di capire più a fondo il significato della Messa e delle sue varie parti.

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 1. RITO ORDINARIO RITI INIZIALI 60. Il ministro, entrando dal malato, rivolge a lui e a tutti i presenti un fraterno saluto.

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr.

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr. I Quaresima B Padre buono, ti ringraziamo per aver nuovamente condotto la tua Chiesa nel deserto di questa Quaresima: donale di poterla vivere come un tempo privilegiato di conversione e di incontro con

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA.

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA. PREPARAZIONE ALLA PRIMA COMUNIONE LA SANTA MESSA ANNO CATECHISTICO 2008/09 NOME E COGNOME 1 DOMENICA: perché? Tutti i popoli hanno dei giorni di festa. Il popolo ebraico, a cui apparteneva Gesù, aveva

Dettagli

4. La celebrazione ha inizio presso una chiesa sussidiaria o un luogo adatto.

4. La celebrazione ha inizio presso una chiesa sussidiaria o un luogo adatto. GIUBILEO DELLA MISERICORDIA RITO DI APERTURA NELLE PARROCCHIE _ PREMESSE 1. L Ufficio Liturgico Diocesano in occasione del Giubileo della Misericordia ha predisposto una celebrazione di apertura per le

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

Qual è il giorno di festa per il popolo ebraico.. Cosa ricorda loro questo giorno?......

Qual è il giorno di festa per il popolo ebraico.. Cosa ricorda loro questo giorno?...... LA DOMENICA GIORNO DEL SIGNORE Per il popolo ebraico, al quale apparteneva Gesù, il giorno di festa e di riposo è il sabato che in ebraico (sabbat) significa riposo e di preghiera nel quale gli Ebrei ancora

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE

PARROCCHIA SACRO CUORE PARROCCHIA SACRO CUORE VEGLIA MISSIONARIA 2013 1 ARCIDIOCESI DI CAPUA PARROCCHIA SACRO CUORE VEGLIA MISSIONARIA 30 OTTOBRE 2013 SULLE STADE DEL MONDO PRESIEDE DON CARLO IADICICCO MISSIONARIO FIDEI DONUM

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE RITI DI INTRODUZIONE S - Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. A - Amen. S - La Grazia e

Dettagli

3. Rito della benedizione senza la Messa

3. Rito della benedizione senza la Messa 3. Rito della benedizione senza la Messa INIZIO 500. Quando la comunità è già riunita, si può cantare il Salmo 33 (34) o eseguire un altro canto adatto. Terminato il canto, tutti si fanno il segno della

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL SIGNORE

PRESENTAZIONE DEL SIGNORE sorgente di acqua pura, con te fra noi il deserto fiorirà. PRESENTAZIONE DEL SIGNORE PARROCCHIA CATTEDRALE SS. PIETRO E PAOLO 2 Febbraio 2008 Ore 16:00 12 1 BENEDIZIONE DELLE CANDELE E PROCESSIONE Il Celebrante

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

31 dicembre PREGHIERA NELL ULTIMO GIORNO DELL ANNO CIVILE

31 dicembre PREGHIERA NELL ULTIMO GIORNO DELL ANNO CIVILE 31 dicembre PREGHIERA NELL ULTIMO GIORNO DELL ANNO CIVILE Il Direttorio su Pietà popolare e liturgia Benedici, Signore, il tuo popolo che attende i doni della tua misericordia; porta a compimento i desideri

Dettagli

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio Il Credo Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo, nato da Maria, nato a Betlemme, vissuto a Nazareth, quel Gesù di cui parlano i vangeli di Matteo, Marco, Luca, Giovanni, quel Gesù

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

GIUBILEO DELLA MISERICORDIA

GIUBILEO DELLA MISERICORDIA GIUBILEO DELLA MISERICORDIA INIZIO DELL ANNO GIUBILARE NELLE COMUNITÀ PARROCCHIALI 13 dicembre 2015 Terza Domenica di Avvento 1 Nella terza domenica di Avvento, detta Gaudete, in ogni chiesa cattedrale

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

VEGLIA MISSIONARIA Spezzare pane per tutti i popoli

VEGLIA MISSIONARIA Spezzare pane per tutti i popoli VEGLIA MISSIONARIA Spezzare pane per tutti i popoli In preparazione alla Giornata Missionaria Mondiale, proponiamo la celebrazione di una Veglia sul tema di quest anno: Spezzare pane per tutti i popoli.

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

Elenco dei Ragazzini 1ª Comunione in ordine di fila. Per Processione d inizio Santa messa. 1 ALESSANDRO 1 GIOSE MARIA 2 CENDY 2 ANGELO

Elenco dei Ragazzini 1ª Comunione in ordine di fila. Per Processione d inizio Santa messa. 1 ALESSANDRO 1 GIOSE MARIA 2 CENDY 2 ANGELO PARROCCHIA San. Nicolo di Bari in Pistunina Elenco dei Ragazzini 1ª Comunione in ordine di fila Per Processione d inizio Santa messa. 1 ALESSANDRO 1 GIOSE MARIA 2 CENDY 2 ANGELO 3 LUCIANO 3 MARIA TINDARA

Dettagli

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora MISTERO DELLA PASQUA lezionario festivo anno C Sabato 13 febbraio 2016,

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI

INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI Giornata di preghiera per il Bicentenario della Diocesi 1816-2016 Giubileo della Misericordia Domenica 25 ottobre 2015 PREMESSA In vista dell apertura del Bicentenario della

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

OMELIA SOLENNITÀ DEL CORPUS DOMINI

OMELIA SOLENNITÀ DEL CORPUS DOMINI OMELIA SOLENNITÀ DEL CORPUS DOMINI 7 GIUGNO 2015 BASILICA CATTEDRALE CASSANO ALLO IONIO Dove vuoi che andiamo a preparare la cena di Pasqua? Andate in città! Dove vuoi che andiamo a preparare perché tu

Dettagli

Parrocchia San Camillo De Lellis

Parrocchia San Camillo De Lellis Parrocchia San Camillo De Lellis Santa Messa di Prima Comunione Roma, 2 Giugno 2013 Anno della Fede Giulia Belletti Gabriele Cadoni Tristano Campello Giulio Emanuele Cimmino Diana D Agostino Vittorio La

Dettagli

Canti per la Settimana Santa, Pasqua 2009

Canti per la Settimana Santa, Pasqua 2009 Canti per la Settimana Santa, Pasqua 2009 Domenica delle Palme Rito della benedizione delle palme (in fondo alla navata) Canto d inizio: Hosanna (Frisina) - n.42-1 semitono Benedizione dei rami e aspersione

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

DIO TRINITA : comunità di amore

DIO TRINITA : comunità di amore DIO TRINITA : comunità di amore 8a domenica per anno 22.05.2005 ACCOGLIENZA Anche in questa domenica, festa della SS. Trinità, siamo invitati alla tavola del Signore ove si celebra la comunione di amore

Dettagli

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO I C1 INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO Per il celebrante e l'équipe battesimale Monizioni Accoglienza Siamo radunati sulla soglia della chiesa è un luogo altamente simbolico, poiché evoca l

Dettagli

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore. MARIA DISCEPOLA DELLA PAROLA E MAESTRA DI PREGHIERA + Dal Vangelo secondo Luca 1,26-56 In quel tempo, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, sposa

Dettagli

Mandato agli Operatori pastorali parrocchiali

Mandato agli Operatori pastorali parrocchiali Parrocchia Sacro Cuore Capua Mandato agli Operatori pastorali parrocchiali 29 Settembre 2013 Monizione In questa Eucaristia, il nostro parroco consegnerà il mandato a svolgere il servizio nella pastorale

Dettagli

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI 1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI Gesù disse ai suoi discepoli: Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè,

Dettagli

CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE

CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE RITI DI INTRODUZIONE DELLA CHIESA STAZIONALE 1. Quando il popolo si è riunito nella Chiesa stazionale il Vescovo saluta la comunità: Nel nome del Padre e del

Dettagli

EUCARESTIA PANE DELLA VITA

EUCARESTIA PANE DELLA VITA EUCARESTIA PANE DELLA VITA Adorazione Eucaristica - Giovedì Santo 2015 Figlie del Divino Zelo GESÙ, PANE DELLA VITA Guida: In quest anno dedicato alla Vita Consacrata e, per la nostra Congregazione, a

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

EUCARESTIA E SANTA MESSA

EUCARESTIA E SANTA MESSA EUCARESTIA E SANTA MESSA Cari figli, Gesù, così come è nei Cieli, è anche qui sulla Terra, presente nell Eucarestia. Gesù è presente nell Eucarestia per fortificare lo spirito di ognuno di voi. Rendete

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI 5 febbraio S. AGATA, VERGINE E MARTIRE Patrona principale della città di Capua PREGHIERE: dal comune delle Vergini Al Dio tre volte santo, rivolgiamo

Dettagli

ELISABETTA VENDRAMINI

ELISABETTA VENDRAMINI ORA MEDIA In onore della beata ELISABETTA VENDRAMINI vergine e fondatrice festa liturgica 27 aprile 2 INNO Nel canto celebriamo la vergine fedele che ha dato alla Chiesa una famiglia nuova. Di nobili natali,

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

Orazioni in suffragio

Orazioni in suffragio Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio SHALOM Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio «Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia: nel tuo grande amore cancella il mio peccato».

Dettagli

ADORAZIONE EUCARISTICA

ADORAZIONE EUCARISTICA PARROCCHIA IMMACOLATA CONCEZIONE CHIESA MADRE ARCIPRETURA DI SAN CATALDO 93017 San Cataldo (CL) 0934.587018 - www.madrice.it info@madrice.it ADORAZIONE EUCARISTICA ANIMATA DAI MINISTRI STRAORDINARI DELLA

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

In quei giorni, aumentando il numero dei discepoli, quelli di lingua greca mormorarono contro

In quei giorni, aumentando il numero dei discepoli, quelli di lingua greca mormorarono contro -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) ======================================================

Dettagli

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor!

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015 Canto d'inizio: 1 TERRA TUTTA DÀ LODE A DIO R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! 1. Servite Dio nell allegrezza, 2. Sì, il Signore

Dettagli

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale Conoscere, amare, seguire, testimoniare Gesù Itinerario d incontro e di formazione; liturgico - esperienziale. «Non abbiate paura di accogliere Cristo! Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

Dettagli

E voi, padrini e madrine, siete disposti ad aiutare i genitori in questo compito così importante?

E voi, padrini e madrine, siete disposti ad aiutare i genitori in questo compito così importante? RITO DI ACCOGLIENZA Genitori Genitori Genitori Che nome date al vostro bambino? Per i vostri bambini che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Il Battesimo. Cari genitori, chiedendo il Battesimo per i vostri

Dettagli

SAN CAMILLO DE LELLIS SACERDOTE. Secondi Vespri

SAN CAMILLO DE LELLIS SACERDOTE. Secondi Vespri LITURGIA DELLE ORE 14 luglio SAN CAMILLO DE LELLIS SACERDOTE V. O Dio, vieni a salvarmi. Secondi Vespri R. Signore, vieni presto in mio aiuto. Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era

Dettagli

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Tipologia Obiettivi Linguaggio suggerito Setting Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Una celebrazione

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

quaresima, cammino verso la pasqua.

quaresima, cammino verso la pasqua. quaresima, cammino verso la pasqua. Siamo in cammino verso la Pasqua. Nelle nostre comunità accoglieremo, con la fatica di una umanissima e trepidante attesa, la gioia della resurrezione: Cristo, nostra

Dettagli

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te!

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te! Liturgia per matrimonio Versione abbreviata della liturgia di matrimonio della Chiesa luterana danese, autorizzata con risoluzione regale del 12 giugno 1992 ENTRATA (PRELUDIO) DI ENTRATA SALUTO Pastore:

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

Padre nostro venga il tuo regno

Padre nostro venga il tuo regno 2 Incontro di preghiera per le vocazioni Con don Guanella andiamo al Padre Padre nostro venga il tuo regno A cura della Pastorale Vocazionale Giovanile Opera don Guanella SdC e FSMP Centro Diocesano Vocazioni

Dettagli

Novena alla Regina della Pace si recita dal 15 al 23 giugno o per nove giorni consecutivi, in ogni momento di necessità

Novena alla Regina della Pace si recita dal 15 al 23 giugno o per nove giorni consecutivi, in ogni momento di necessità Novena alla Regina della Pace si recita dal 15 al 23 giugno o per nove giorni consecutivi, in ogni momento di necessità PRIMO GIORNO Preghiamo per i veggenti Preghiera alla Regina della Pace Madre di Dio

Dettagli

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora MISTERO DELL INCARNAZIONE lezionario festivo anno B Sabato 15 novembre 2014,

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Parrocchia del Crocifisso. In cerca d autore. Incontro con i genitori per presentare le attività 2012/13

Parrocchia del Crocifisso. In cerca d autore. Incontro con i genitori per presentare le attività 2012/13 Parrocchia del Crocifisso In cerca d autore Incontro con i genitori per presentare le attività 2012/13 Dal vangelo di Luca [Cap. 9 ver. 10-17] Nel nome del Padre Al loro ritorno, gli apostoli raccontarono

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

RIFLESSIONI PER LA PROCESSIONE DEL CORPUS DOMINI

RIFLESSIONI PER LA PROCESSIONE DEL CORPUS DOMINI RIFLESSIONI PER LA PROCESSIONE DEL CORPUS DOMINI I) Il Corpo di Cristo Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 26, 26-28) Mentre mangiavano, Gesù prese il pane, recitò la benedizione, lo spezzò e, mentre lo dava

Dettagli

SALMO RESPONSORIALE (Sal 33,12.18-22) Rit. Della grazia del Signore è piena la terra

SALMO RESPONSORIALE (Sal 33,12.18-22) Rit. Della grazia del Signore è piena la terra Di seguito una selezione di 10 brani per il SALMO RESPONSORIALE. Il Salmo segue la Prima Lettura. É una preghiera comunitaria che coinvolge tutta l'assemblea. Potrebbe essere uno dei vostri invitati a

Dettagli

CASA ESERCIZI SPIRITUALI CASA PADRE LUIGI SUORE DELLA PROVVIDENZA VIA MOIMACCO 21, ORZANO DI REMANZACCO (UD)

CASA ESERCIZI SPIRITUALI CASA PADRE LUIGI SUORE DELLA PROVVIDENZA VIA MOIMACCO 21, ORZANO DI REMANZACCO (UD) ARCIDIOCESI DI UDINE UFFICIO DIOCESANO PER LA PASTORALE DELLA FAMIGLIA La coppia cristiana: segno di speranza pomeriiggiio dii spiiriitualliità famiilliiare domenica 27 aprile 2014 CASA ESERCIZI SPIRITUALI

Dettagli

WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC

WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC ctüüévv{ t w fa TÇwÜxt Parrocchia di S. Andrea Sommacampagna féååtvtåñtzçt Domenica 21 marzo 2010 WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC 12 BRUCIAMO I BIGLIETTINI Bruciamo i nostri peccati, con il perdono non ci sono

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Pontificia Basilica Collegiata S. MARIA DELL ELEMOSINA Parrocchia Matrice Santuario Mariano Biancavilla SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Omelia del Prev. Agrippino Salerno 22-06-2014 Cari fratelli e sorelle!

Dettagli