Obbiettivi: Fornire le conoscenze di base per creare un semplice gioco, tipo Pimball, in Visual Basic.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Obbiettivi: Fornire le conoscenze di base per creare un semplice gioco, tipo Pimball, in Visual Basic."

Transcript

1 Animazioni e giochi in Visual Basic Il gioco del Pimball - versione A Matteo Temperoni 4 A Programmatori, ITC "Vittorio Emanuele II", Perugia, a.s. 2005/2006 Obbiettivi: Fornire le conoscenze di base per creare un semplice gioco, tipo Pimball, in Visual Basic. Conoscenze Per realizzare il gioco bisogna avere delle conoscenze generali sui seguenti oggetti e proprietà: Timer; Shape; Top, Left, Height, Width; 1) Creazione e movimento della barra Dopo aver creato una semplice FORM inseriamo una SHAPE della Barra degli Strumenti. Ora bisogna muoverla dentro la FORM con il MOUSE. Per farlo utilizzeremo l Evento MouseMove Matteo Temperoni 4ATP prof.claudio Maccherani ITC Vittorio Emanuele II di Perugia - a.s.2005/06 pag.1 / 9

2 L Evento MauseMove ha due variabili di default utili al nostro scopo: nome descrizione variabile x restituisce la posizione del Puntatore del Mouse dal margine sinistro della FORM y restituisce la posizione del Puntatore del Mouse dalla cima della FORM x y form shape Analogamente la shape ha due proprietà (comuni a tutti gli oggetti, tranne le FORM): nome Descrizione left restituisce la posizione della SHAPE dal bordo sinistro della FORM top restituisce la posizione della SHAPE dalla cima della FORM form left y shape Perciò basterà eguagliare nell Evento MauseMove della FORM la proprietà left di shape alla x. Private Sub Form_MouseMove(Button As Integer, Shift As Integer, x As Single, y As Single) shabar.left = x 2) Movimento della pallina Per muovere la pallina avremo bisogno dell oggetto TIMER reperibile dalla Barra degli Strumenti. Per questo programma sarà necessario conoscere l unico evento dell oggetto e una sua proprietà. L evento si chiama come l oggetto Timer è viene eseguito ogni tot di tempo. Questo tot deve essere inserito nella proprietà Interval dell oggetto Timer. Il valore di Interval è espresso in millisecondi. Per muovere la pallina sarà necessario spostare le coordinate Left e Top della pallina ogni tot di tempo. Private Sub Form_Load() Timer.Interval = 1 Private Sub Timer_Timer() shaball.top = shabar.top + 40 Con questo codice otterremo un risultato un po deludente. La pallina si muoverà verso il basso e non si fermerà finche il valore della Top sarà Overflow. Matteo Temperoni 4ATP prof.claudio Maccherani ITC Vittorio Emanuele II di Perugia - a.s.2005/06 pag.2 / 9

3 3) Far rimbalzare la pallina a contatto con la barra Quando la pallina tocca la barra deve rimbalzare, tornare da dove è venuta. Per fare ciò saranno utili le proprietà delle Shape: Left, Top e Width Quando la pallina si trova nella scia immaginaria che crea la barra (quella colorata di celeste) e alla sua altezza (riga tratteggiata rossa) bisognerà semplicemente trasformare l addendo della shabar.top in un sottraendo nell evento Timer. (Vedremo l esempio con il prossimo passo) 4) Far rimbalzare la pallina a contatto con la parete superiore Quando la pallina tocca la parete superiore deve tornare nella direzione da dove è venuta. Per fare ciò saranno utili le proprietà delle Shape: Top e Height Quando la pallina tocca la parte superiore della barra significa che: shabar.top = 0 Private Sub Timer_Timer() If shaball.top >= shabar.top Then If shaball.left >= shabar.left And shaball.left <= shabar.left + shabar.width Then Incremento_verticale = -40 shaball.top = shaball.top + Incremento_verticale MsgBox "Game Over" End If shaball.top <= 0 Then Incremento_verticale = 40 shaball.top = shaball.top + Incremento_verticale shaball.top = shaball.top + Incremento_verticale N.B. Al posto di incrementare direttamente la top di shabar ho usato una variabile di incremento. L uso della variabile di incremento sarà molto utile più avanti, in quanto risparmiera di scrivere molte righe di comando. Matteo Temperoni 4ATP prof.claudio Maccherani ITC Vittorio Emanuele II di Perugia - a.s.2005/06 pag.3 / 9

4 5) Dare altre direzioni alla pallina Finora abbiamo lavorato solo nel movimento verticale, Ma per un gioco del pimball che si rispetti ci deve essere anche un movimento orizzontale. Per fare ciò saranno utili: le proprietà delle Shape: Left e Width le proprietà Form: Width il costrutto Select Case Quando la pallina tocca una parete laterale deve cambiare direzione (destra-sinistra) ma non verso (altobasso). Perciò oltre che incrementare o decrementare la top bisognerà fare lo stesso anche con la Left della shaball, Ma quanto? A seconda del punto d impatto della pallina sulla barra questa avrà un angolazione diversa. N.B. Se si incrementa sia la Top che la Left della pallina si avrà come risultato un movimento diagonale (come nel disegno), che potrà essere avere più o meno angolato in funzione della differenza tra l incremento della top e della left. Ora è essenziale conoscere il punto d impatto. A tal fine si può frazionare la barra in più parti: 1 / 5 1 / 5 1 / 5 1 / 5 1 / 5 width A seconda di dove la shaball toccherà ci sarà un diverso incremento della left di shaball. Select Case shaball.left Case Is <= shabar.left + shabar.width * 1 / 5 Incremento_orizzontale = -50 Case Is <= shabar.left + shabar.width * 2 / 5 Incremento_orizzontale = -20 Case Is <= shabar.left + shabar.width * 3 / 5 Incremento_orizzontale = 0 Case Is <= shabar.left + shabar.width * 4 / 5 Incremento_orizzontale = 20 Case Is <= shabar.left + shabar.width Incremento_orizzontale = 50 End Select Matteo Temperoni 4ATP prof.claudio Maccherani ITC Vittorio Emanuele II di Perugia - a.s.2005/06 pag.4 / 9

5 6) Sesto Passo Far rimbalzare la pallina sulle pareti laterali Questo passaggio, simile al terzo e quarto passo, consiste nel far rimbalzare la palla a contatto con i lati della form. Per fare ciò saranno utili: le proprietà delle Shape: Left le proprietà Form: Width Quando la shaball tocca la parete sinistra significa che la sua left è = 0, quando tocca la parete sinistra la sua left è = alla width della form left = 0 left = form.width A questo punto basterà creare un a variabile che gestisce il movimento orizzontale e, ogni qual volta la pallina tocchi una parete, cambiargli segno. Se la pallina si muove verso destra significa che la sua left sta aumentando, viceversa se si muove verso sinistra la sua left diminuisce, di conseguenza l incrementatore aumenterà o diminuirà. Matteo Temperoni 4ATP prof.claudio Maccherani ITC Vittorio Emanuele II di Perugia - a.s.2005/06 pag.5 / 9

6 Prototipo del programma Option Explicit Dim Incremento_verticale As Integer, Incremento_orizzontale As Integer Private Sub Form_Load() Incremento_verticale = 40 Timer.Interval = 1 Private Sub Form_MouseMove(Button As Integer, Shift As Integer, x As Single, y As Single) shabar.left = x Private Sub Timer_Timer() If shaball.top >= shabar.top Then If shaball.left >= shabar.left And shaball.left <= shabar.left + shabar.width Then Incremento_verticale = 0 - Incremento_verticale Select Case shaball.left Case Is <= shabar.left + shabar.width * 1 / 5 Incremento_orizzontale = -40 Case Is <= shabar.left + shabar.width * 2 / 5 Incremento_orizzontale = -20 Case Is <= shabar.left + shabar.width * 3 / 5 Incremento_orizzontale = 0 Case Is <= shabar.left + shabar.width * 4 / 5 Incremento_orizzontale = 20 Case Is <= shabar.left + shabar.width Incremento_orizzontale = 40 End Select MsgBox "Game Over" End If shaball.top <= 0 Then Incremento_verticale = 0 - Incremento_verticale If shaball.left <= 0 Or shaball.left >= Form1.Width Then Incremento_orizzontale = 0 - Incremento_orizzontale shaball.top = shaball.top + Incremento_verticale Matteo Temperoni 4ATP prof.claudio Maccherani ITC Vittorio Emanuele II di Perugia - a.s.2005/06 pag.6 / 9

7 Animazioni e giochi in Visual Basic Il gioco del Pimball - versione B prof. Claudio Maccherani Il gioco consiste nell abbattere tutti i mattoncini colpendoli con la pallina. La pallina rimbalza sui bordi laterali, sul bordo superiore, dopo aver colpito un mattoncino e sulla barra che il giocatore sposta orizzontalmente con il mouse. I mattoncini, quando colpiti, spariscono ed aumentano di uno il punteggio del giocatore. La partita termina con la vittoria del giocatore - quando abbatte l ultimo mattoncino o con la sua sconfitta quando la pallina, non intercettata dalla barra mossa dal giocatore con il mouse, tocca il bordo inferiore. ShaX(i) [ Shape ] mattoncino ShaP [ Shape ] pallina ShaB [ Shape ] barra cmbvel [ Combo box ] velocità!" # $ %& Matteo Temperoni 4ATP prof.claudio Maccherani ITC Vittorio Emanuele II di Perugia - a.s.2005/06 pag.7 / 9

8 ' frmspace.frm - esempio di animazione in Visual Basic - prof.claudio Maccherani Option Explicit Dim Kv As Integer ' fattore di spostamento verticale Dim Ko As Integer ' fattore di spostamento orizzontale Dim It As Integer ' intervallo di tempo del timer (più è grande, più è lenta la pallina) Dim Ms As Integer ' coordinata x del mouse Dim Pt As Integer ' contatore punti Private Sub Form_Load() Dim i As Integer: Kv = 60: Ko = 0: Ms = 0: Pt = 0: lblpunti = "" It = 1: Timer.Interval = It ' intervallo del timer in millesimi di secondo For i = 1 To 10: cmbvel.additem i * 20: Next i: cmbvel.text = Kv Private Sub Form_Activate() Dim i As Integer ' crea i mattoncini (a partire dall'unico "scax(0)" esistente For i = 1 To 11: Load shax(i): shax(i).left = shax(i - 1).Left + shax(i - 1).Width + 50: shax(i).visible = True: Next i Load shax(i): shax(i).left = s1hax(0).left + shax(0).width / : shax(i).top = shax(0).top + shax(0).height + 50: shax(i).visible = True For i = 13 To 22: Load shax(i): shax(i).left = shax(i - 1).Left + shax(i - 1).Width + 50: Load shax(i): shax(i).left = shax(12).left + shax(12).width / : shax(i).top = shax(12).top + shax(12).height + 50: shax(i).visible = True For i = 24 To 32: Load shax(i): shax(i).left = shax(i - 1).Left + shax(i - 1).Width + 50: Load shax(i): shax(i).left = shax(23).left + shax(23).width / : shax(i).top = shax(23).top + shax(23).height + 50: shax(i).visible = True For i = 34 To 41: Load shax(i): shax(i).left = shax(i - 1).Left + shax(i - 1).Width + 50: Load shax(i): shax(i).left = shax(33).left + shax(33).width / : shax(i).top = shax(33).top + shax(33).height + 50: shax(i).visible = True For i = 43 To 49: Load shax(i): shax(i).left = shax(i - 1).Left + shax(i - 1).Width + 50: Load shax(i): shax(i).left = shax(42).left + shax(42).width / : shax(i).top = shax(42).top + shax(42).height + 50: shax(i).visible = True For i = 51 To 56: Load shax(i): shax(i).left = shax(i - 1).Left + shax(i - 1).Width + 50: Private Sub cmdfine_click(): End: Private Sub frame_mousedown(button As Integer, Shift As Integer, X As Single, Y As Single) If Button = 1 Then With shab If (.Top +.Height) >= Y And Y >= (.Top) And (.Left +.Width) >= X And X >= (.Left) Then Ms = X ' coordinata x del mouse quando lo si clicca sopra la barra End With Private Sub frame_mousemove(button As Integer, Shift As Integer, X As Single, Y As Single) Dim k As Integer If Button = 1 And Ms > 0 Then ' controlla se muovere la barra With shab If (.Top +.Height) >= Y And Y >= (.Top) And (.Left +.Width) >= X And X >= (.Left) Then ' calcola lo spostamento positivo o negativo del mouse rispetto alla sua precedente posizione k = X Ms If (k > 0 And.Left +.Width + k < frame.width) Or (k < 0 And.Left + k > 0) Then.Left =.Left + k ' muove la barra Ms = X ' salva la nuova posizione del mouse End With Private Sub frame_mouseup(button As Integer, Shift As Integer, X As Single, Y As Single) If Button = 1 And Ms > 0 Then With shab Matteo Temperoni 4ATP prof.claudio Maccherani ITC Vittorio Emanuele II di Perugia - a.s.2005/06 pag.8 / 9

9 If (.Top +.Height) >= Y And Y >= (.Top) And (.Left +.Width) >= X And X >= (.Left) Then Ms = 0 End With Private Sub Timer_Timer() Call Muovi_Pallina ' controlla il movimento della pallina Private Sub Muovi_Pallina() ' controlla il movimento della pallina Dim Px As Integer: Px = shap.left + shap.width / 2 ' centro pallina Dim b0 As Integer: b0 = shab.left ' Dim b1 As Integer: b1 = b0 + shab.width / 3 ' Dim b2 As Integer: b2 = b1 + shab.width / 3 ' Dim b3 As Integer: b3 = b2 + shab.width / 3 ' b0 b1 b2 b3 If shap.top + shap.height >= shab.top And shap.top + shap.height <= shab.top + shab.height Then ' all'altezza della barra If shab.left <= shap.left + shap.width / 2 And shap.left + shap.width / 2 <= shab.left + shab.width Then ' pallina intercettata Kv = -Kv ' rimbalzo verticale (la pallina colpisce la barra) Select Case Px Case b0 To b1: Ko = -30 ' colpisce a sinistra, rimbalza a sinistra Case b1 To b2: Ko = 0 ' colpisce al centro, rimbalza verticale Case b2 To b3: Ko = 30 ' colpisce a destra, rimbalza a destra End Select If shap.top + shap.height / 2 >= frame.height Then ' pallina passata, partita finita male MsgBox "Game Over!": End If shap.left <= 0 Then ' la pallina colpisce il bordo sinistro Ko = 30 ' rimbalza a destra If shap.left + shap.width >= frame.width Then ' la pallina colpisce il bordo destro Ko = -30 ' rimbalza a sinistra If shap.top <= 0 Then ' la pallina colpisce il bordo superiore Kv = -Kv ' rimbalzo verticale (inverte la direzione) Ko = Ko ' rimbalzo orizzontale Call Abbatti_Birilli ' controlla se la pallina abbatte un "birillo" shap.top = shap.top + Kv: shap.left = shap.left + Ko Private Sub cmbvel_click(): Dim v: v = Val(cmbVel.Text): Kv = IIf(Kv > 0, v, -v): Private Sub Abbatti_Birilli() ' controlla se la pallina abbatte un "birillo" Dim x0 As Integer, x1 As Integer, i As Integer Dim pp0 As Integer: pp0 = shap.left ' inizio pallina (bordo sinistro) Dim pp1 As Integer: pp1 = shap.left + shap.width ' fine pallina (bordo destro) For i = 0 To shax.count - 1 ' controlla ciascun "birillo" rimasto (ancora visibile) If shax(i).visible Then ' solo se è visibile è ancora in gioco x0 = shax(i).left: x1 = shax(i).left + shax(i).width If (x0 <= pp0 And pp0 <= x1) Or (x0 <= pp1 And pp1 <= x1) Then ' in orizzontale è nella traiettoria della pallina If Kv > 0 Then ' pallina discendente If shap.top + shap.height >= shax(i).top And _ shap.top + shap.height <= shax(i).top + shax(i).height Then ' "birillo" colpito dall'alto, viene disattivato (reso invisibile) Kv = -Kv: Pt = Pt + 1: lblpunti = Pt: shax(i).visible = False: Exit Sub ' pallina ascendente If shap.top <= shax(i).top + shax(i).height And _ shap.top >= shax(i).top Then ' "birillo" colpito dal basso, diviene invisibile Kv = -Kv: Pt = Pt + 1: lblpunti = Pt: shax(i).visible = False: Exit Sub Next i Matteo Temperoni 4ATP prof.claudio Maccherani ITC Vittorio Emanuele II di Perugia - a.s.2005/06 pag.9 / 9

Realizzare semplici applicazioni windows

Realizzare semplici applicazioni windows ITIS Mattei - Prof. Luca Tessore Laboratorio in pillole: VisualBasic Realizzare semplici applicazioni windows Prerequisiti: Matematica: operazioni di base e calcolo letterale. Informatica: saper gestire

Dettagli

DAL DIAGRAMMA AL CODICE

DAL DIAGRAMMA AL CODICE DAL DIAGRAMMA AL CODICE Un diagramma di flusso Appare, come un insieme di blocchi di forme diverse che contengono le istruzioni da eseguire, collegati fra loro da linee orientate che specificano la sequenza

Dettagli

Visual Basic for Applications (VBA) Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015

Visual Basic for Applications (VBA) Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015 Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015 Scopo di questo approfondimento Lo scopo di questo approfondimento è rispondere alla domanda: e se nella vita mi troverò a dover utilizzare un linguaggio

Dettagli

Break Out Con GML di Game Maker

Break Out Con GML di Game Maker Break Out Con GML di Game Maker In questo tutorial impareremo a costruire un gioco stile break out utilizzando il linguaggio GML di Game Maker. Facciamo Partire il programma e salviamo subito il gioco

Dettagli

Clickomania con Blockly

Clickomania con Blockly Clickomania con Blockly Violetta Lonati Sommario Clickomania è un solitario, noto anche come Chain Shot! o Same Game. Il campo di gioco è costituito da una parete inizialmente coperta di mattoni, uno per

Dettagli

GUIDA. a cura di Maddalena Dal Degan

GUIDA. a cura di Maddalena Dal Degan ISTITUTO COMPRENSIVO DI VERONELLA E ZIMELLA Commissione Informatica a.s. 2010-2011 Coordinatore di commissione Maddalena Dal Degan GUIDA a cura di Maddalena Dal Degan - Iniziare il progetto pag 3 - I segnalibri

Dettagli

Struttura logica di un programma

Struttura logica di un programma Struttura logica di un programma Tutti i programmi per computer prevedono tre operazioni principali: l input di dati (cioè l inserimento delle informazioni da elaborare) il calcolo dei risultati cercati

Dettagli

Algebra Booleana ed Espressioni Booleane

Algebra Booleana ed Espressioni Booleane Algebra Booleana ed Espressioni Booleane Che cosa è un Algebra? Dato un insieme E di elementi (qualsiasi, non necessariamente numerico) ed una o più operazioni definite sugli elementi appartenenti a tale

Dettagli

ISI s.r.l. Corso di Access 05 CREARE UN ELENCO MAILING ED INVIARE MESSAGGI DI POSTA ELETTRONICA Pag. 1/6

ISI s.r.l. Corso di Access 05 CREARE UN ELENCO MAILING ED INVIARE MESSAGGI DI POSTA ELETTRONICA Pag. 1/6 Pag. 1/6 Quello che vogliamo ottenere con questo database è un semplice programma che permetta di fare mailing tramite posta elettronica. 1 Dopo aver creato il database con Access 97 o 2000 è necessario

Dettagli

Applicazioni grafiche

Applicazioni grafiche Applicazioni grafiche I grafici all interno di un form sono realizzati attraverso gli oggetti del namespace System.Drawing. Graphics. Il namespace è incluso automaticamente nel progetto, quindi non è necessaria

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

ITIS E. BARSANTI POMIGLIANO D ARCO CORSO DI SISTEMI ELETTRONICI AUTOMATICI Prof. Paolo Bisconti

ITIS E. BARSANTI POMIGLIANO D ARCO CORSO DI SISTEMI ELETTRONICI AUTOMATICI Prof. Paolo Bisconti ITIS E. BARSANTI POMIGLIANO D ARCO CORSO DI SISTEMI ELETTRONICI AUTOMATICI Prof. Paolo Bisconti SIMULAZIONE DI UN AUTOMA A STATI FINITI CON VISUAL BASIC 1. Introduzione L automa preso in considerazione

Dettagli

Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini

Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini Introduzione all utilizzo di Visual Basic for Application Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini PROGRAMMAZIONE Insieme delle attività da svolgersi per creare

Dettagli

UTILIZZO DEI CSS. categoria e lente possiamo aggregare le istruzioni inserite ed avere infondo alla colonna stessa un anteprima.

UTILIZZO DEI CSS. categoria e lente possiamo aggregare le istruzioni inserite ed avere infondo alla colonna stessa un anteprima. UTILIZZO DEI CSS FOGLI STILE Il CSS consente di associare regole stilistiche agli elementi del codice HTML come o . Queste regole definiscono l aspetto rappresentativo degli elementi HTML a cui

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO CMS GESTIONE TORNEI

MANUALE DI UTILIZZO CMS GESTIONE TORNEI MANUALE DI UTILIZZO CMS GESTIONE TORNEI Introduzione: Il sistema di gestione dei tornei verrà utilizzato da due attori principali: I Circoli I Giudici Arbitri (GA): che si divideranno in GA designati e

Dettagli

Tutorial a cura della teca didattica.

Tutorial a cura della teca didattica. Tutorial a cura della teca didattica. Attenzione: prima di far eseguire questo laboratorio ai bambini della vostra classe occorre farli esercitare, su diapositive singole, ad affrontare le diverse difficoltà

Dettagli

SoftWare DMGraphics. Indice. Manuale d uso. 1) Introduzione. 2) Pagine grafiche. 3) Grafici. 4) Menù

SoftWare DMGraphics. Indice. Manuale d uso. 1) Introduzione. 2) Pagine grafiche. 3) Grafici. 4) Menù SoftWare DMGraphics Manuale d uso Indice 1) Introduzione 2) Pagine grafiche. 2.1) Pagina grafica 2.2) Concetti generali 2.3) Scale dei valori 2.4) Posizionamento elementi nel grafico 3) Grafici 3.1) Grafici

Dettagli

Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 9

Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 9 Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 9 Anno accademico 2006-07 Titolare corso: Prof. Costanza Torricelli Docente: Dott.ssa Marianna Brunetti Variabili

Dettagli

Foglio di calcolo con OpenOffice Calc IV

Foglio di calcolo con OpenOffice Calc IV Foglio di calcolo con OpenOffice Calc IV Foglio di calcolo con OpenOffice Calc IV 1. Stampa e Anteprima di stampa 2. Riferimenti assoluti, riferimenti relativi e riferimenti misti 3. Navigazione e selezione

Dettagli

9 tecniche di selezione testi formattazione, copiare e incollare testi

9 tecniche di selezione testi formattazione, copiare e incollare testi 9 tecniche di selezione testi formattazione, copiare e incollare testi Creare un file (OpenOffice.org Writer) dentro ad una cartella e digitare un breve testo Per prima cosa occorre creare un file di testo

Dettagli

Microsoft PowerPoint 2003. Tutorial

Microsoft PowerPoint 2003. Tutorial Facoltà di Lettere e Filosofia Cdl in Scienze dell Educazione A.A. 2010/2011 Informatica (Laboratorio) Microsoft PowerPoint 2003 Tutorial Author Kristian Reale Rev. 2011 by Kristian Reale Liberamente distribuibile

Dettagli

Versione aggiornata al 11.11.2014

Versione aggiornata al 11.11.2014 Word Processing Versione aggiornata al 11.11.2014 A cura di Massimiliano Del Gaizo Massimiliano Del Gaizo Pagina 1 SCHEDA (RIBBON) HOME 1. I L G R U P P O C A R AT T E R E Word ci offre la possibilità,

Dettagli

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Capittol lo 2 Visualizzazione 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Nel primo capitolo sono state analizzate le diverse componenti della finestra di Word 2000: barra del titolo, barra dei menu,

Dettagli

GUIDA. a cura di Maddalena Dal Degan

GUIDA. a cura di Maddalena Dal Degan ISTITUTO COMPRENSIVO DI VERONELLA E ZIMELLA Commissione Informatica a.s. 2010-2011 Coordinatore di commissione Maddalena Dal Degan GUIDA a cura di Maddalena Dal Degan - Iniziare il progetto pag 3 - I segnalibri

Dettagli

Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 13

Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 13 Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 13 Anno accademico 2006-07 Titolare corso: Prof. Costanza Torricelli Docente: Dott.ssa Marianna Brunetti I

Dettagli

21-01 Controlli al volo

21-01 Controlli al volo 01. Matrici di controlli Per iniziare, una matrice di pulsanti Dichiarare una matrice di Button come segue: Button [, ] matrix; matrix = new Button [8, 8]; 21-01 Controlli al volo 21-01 Controlli al volo

Dettagli

Guida. Macchina Scratch

Guida. Macchina Scratch Pagina 1 di 22 Guida Macchina Scratch Pagina 2 di 22 Scopo Lo scopo della guida è quello di spiegare all'utente come sia possibile creare un unità da scratch con il software Nuovo AHU. La guida spiegherà

Dettagli

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 -

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 - 1-1 - Introduzione Microsoft Excel 2000 è una applicazione software che può essere usata come: Foglio elettronico. Database. Generatore di grafici. Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea Si può paragonare

Dettagli

Creare tabelle con Word

Creare tabelle con Word Creare tabelle con Word Premessa In questa breve guida userò spesso il termine "selezionare". "Selezionare", riferito ad un documento informatico, vuol dire evidenziare con il mouse, o con altre combinazioni

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

OpenOffice.org. tutorial per calc

OpenOffice.org. tutorial per calc tutorial per calc Fondamenta dei Fogli elettronici I Fogli elettronici Le colonne Le righe Le celle Come selezionare le celle Selezionare le celle Selezionare una colonna o una riga Copiare e muovere celle

Dettagli

IL LINGUAGGIO Visual Basic

IL LINGUAGGIO Visual Basic Caratteristiche del linguaggio VB Linguaggio basato sugli eventi IL LINGUAGGI Visual Basic I programmi non sono procedurali, poiche non seguono una sequenza operativa. gni programma si basa infatti su

Dettagli

Software Stampa Cambiali - Guida all'uso

Software Stampa Cambiali - Guida all'uso Software Stampa Cambiali - Guida all'uso Per avviare il programma fare un doppio click su "CambialeDemo.exe" o su "Stampa Cambiale" se è stato acquistato il programma. 1. Inserire i dati delle cambiale:

Dettagli

Settore Giovanile Giochi ed esercizi nel MiniVolley

Settore Giovanile Giochi ed esercizi nel MiniVolley Giochi tradizionali adatti alla pallavolo ASINO Si può giocare in un numero imprecisato di bambini che si mettono in cerchio; si tira la palla a colui che lo precede e così via. Quando si sbaglia (la palla

Dettagli

Strumenti per la costruzione di modelli economici in Excel. Parte 4. Altre Funzioni

Strumenti per la costruzione di modelli economici in Excel. Parte 4. Altre Funzioni Strumenti per la costruzione di modelli economici in Excel Parte 4. Altre Funzioni Agenda 1. Obiettivi del documento 2. Funzioni basilari 3. Strumenti per analisi di sensitività 4. Strumenti di ottimizzazione

Dettagli

Word_2000 Capitolo 1 Word_2000. lo 1

Word_2000 Capitolo 1 Word_2000. lo 1 Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea 1-1 Introduzione Microsoft Word 2000 è un programma di trattamento testi, in inglese Word Processor, che può essere installato nel proprio computer o come singolo

Dettagli

qui possiamo scegliere se creare un nuovo Database oppure aprire un Database già esistente. Fatto ciò avremo questa seconda schermata:

qui possiamo scegliere se creare un nuovo Database oppure aprire un Database già esistente. Fatto ciò avremo questa seconda schermata: Creare un Database completo per la gestione del magazzino. Vedremo di seguito una guida pratica su come creare un Database per la gestione del magazzino e la rispettiva spiegazione analitica: Innanzitutto

Dettagli

[Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel

[Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel [Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel Aperta in Excel una nuova cartella (un nuovo file), salviamo con nome in una precisa nostra cartella. Cominciamo con la Formattazione del foglio di lavoro.

Dettagli

Tris, anagrammi e dintorni

Tris, anagrammi e dintorni Tris, anagrammi e dintorni Giocando a tris 1 mi sono sempre chiesto quale fosse la probabilità di vincere la partita iniziando per primo. È in effetti indubbio che le probabilità di riuscita siano superiori:

Dettagli

Levitas. Di Roberto Grassi Regole Base - Ancients

Levitas. Di Roberto Grassi Regole Base - Ancients Levitas Di Roberto Grassi Regole Base - Ancients 1 Cosa è Levitas Indice Levitas è un semplice regolamento per wargame, scritto e concepito in maniera tale che sia immediatamente utilizzabile da chiunque,

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

Programmazione in Excel con il linguaggio Visual Basic

Programmazione in Excel con il linguaggio Visual Basic Programmazione in Excel con il linguaggio Visual Basic L'ambiente di programmazione Il foglio elettronico Excel, così come gli altri prodotti Office di Microsoft, possiede un vero e proprio ambiente di

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle Foglio di calcolo Il foglio di calcolo: Excel I dati inseriti in Excel sono organizzati in Cartelle di lavoro a loro volta suddivise in Fogli elettronici. I fogli sono formati da celle disposte per righe

Dettagli

APPUNTI DI HTML (TERZA LEZIONE)

APPUNTI DI HTML (TERZA LEZIONE) Il web è costituito non da testi ma da ipertesti. APPUNTI DI HTML (TERZA LEZIONE) I link ci permettono di passare da un testo all altro. I link sono formati da due componenti: IL CONTENUTO "nasconde" il

Dettagli

SPECTER OPS. L'obiettivo del giocatore agente è quello che il suo agente completi 3 su 4 missioni obiettivo qualsiasi

SPECTER OPS. L'obiettivo del giocatore agente è quello che il suo agente completi 3 su 4 missioni obiettivo qualsiasi SPECTER OPS REGOLE 2-3 giocatori: 1 agente e 2 cacciatori - Le 4 missioni obiettivo sono conosciute dai giocatori: si lancia il dado e si segnano col relativo gettone sul lato verde sulla plancia e sul

Dettagli

[Dimensionare la pagina-creare le tabelle-formattare le tabelle-formattare la pagina

[Dimensionare la pagina-creare le tabelle-formattare le tabelle-formattare la pagina [Dimensionare la pagina-creare le tabelle-formattare le tabelle-formattare la pagina Creare cartelle per salvare il lavoro] Per iniziare dobbiamo imparare a gestire quello spazio bianco che diverrà la

Dettagli

Time Line: File=>Nuova Chiave Scorciatoia: Nessuna

Time Line: File=>Nuova Chiave Scorciatoia: Nessuna 356 Animare il Progetto del Logo 3D Si aprirà il dialogo della Sequenza. Cambiare la sequenza per farla iniziare al Fotogramma 91 e terminare al Fotogramma 160. Clic su OK. Passo 6. Rotazione Sequenza

Dettagli

Preps Crea nuovo modello

Preps Crea nuovo modello indice Preps Crea nuovo modello 1. Introduzione 2. Definizione modello 3. Creazione imposizione 4. Numerazione pagine 5. Definizione del bianco tipografico 6. Definizione abbondanza pagine 7. Aggiunta

Dettagli

Capitolo 28: Creare un profilo per il comando Extrude Shape

Capitolo 28: Creare un profilo per il comando Extrude Shape Capitolo 28: Creare un profilo per il comando Extrude Shape Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma,

Dettagli

Word Processor: WORD. Classificazione

Word Processor: WORD. Classificazione Parte 5 Word Processor: WORD Classificazione Esistono diversi strumenti per la realizzazione di documenti di testuali: Editor di testo (Es: Blocco Note) Word Processor (Es: MS Word, Open Office ) Applicazioni

Dettagli

Operazioni fondamentali

Operazioni fondamentali Elaborazione testi Le seguenti indicazioni valgono per Word 2007, ma le procedure per Word 2010 sono molto simile. In alcuni casi (per esempio, Pulsante Office /File) ci sono indicazioni entrambe le versioni.

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

Modellazione 3D con elementi solidi. Esempio guidato 10 Pag. 1

Modellazione 3D con elementi solidi. Esempio guidato 10 Pag. 1 Esempio guidato 10 Modellazione 3D con elementi solidi Esempio guidato 10 Pag. 1 Esempio guidato 10 Modellazione 3D con elementi solidi In questo Tutorial si illustra la procedura per la modellazione 3D

Dettagli

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE 6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE Le funzionalità di Impress permettono di realizzare presentazioni che possono essere arricchite con effetti speciali animando gli oggetti o l entrata delle diapositive.

Dettagli

Le variabili di Visual Basic consentono di memorizzare temporaneamente valori durante

Le variabili di Visual Basic consentono di memorizzare temporaneamente valori durante Tiipii dii Datii iin Viisuall Basiic Le variabili di Visual Basic consentono di memorizzare temporaneamente valori durante l'esecuzione di un'applicazione. Alle variabili è associato un nome, utilizzato

Dettagli

Regolamento Roulette Francese

Regolamento Roulette Francese Regolamento Roulette Francese Lo scopo del gioco è di predire dove cadrà la pallina quando si ferma la ruota della roulette. La ruota della Roulette consiste di numeri da 1 a 36, alternativamente colorati

Dettagli

CREARE PRESENTAZIONI CON POWERPOINT

CREARE PRESENTAZIONI CON POWERPOINT CREARE PRESENTAZIONI CON POWERPOINT Creare presentazioni per proiettare album fotografici su PC, presentare tesi di laurea, o esporre prodotti e servizi. Tutto questo lo puoi fare usando un programma di

Dettagli

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER.

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. Windows 7 e 8 strumenti per l ipovisione. Windows Seven/8 offrono ottimi strumenti per personalizzare la visualizzazione in caso di ipovisione: - una lente di

Dettagli

BLENDER. LEZIONI DI LABORATORIO Lezione 1

BLENDER. LEZIONI DI LABORATORIO Lezione 1 BLENDER LEZIONI DI LABORATORIO Lezione 1 Sito ufficiale: www.blender.org BLENDER Sito ufficiale italiano: www.blender.it Wiki: http://wiki.blender.org/ Quick start: http://wiki.blender.org/index.php/file:quickstart_guide.png

Dettagli

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO Con questa esercitazione guidata imparerai a realizzare una macro. Una macro è costituita da una serie di istruzioni pre-registrate che possono essere

Dettagli

REAL POWER VALUTAZIONE DELLA POTENZA PER LO SPORT, LA RIABILITAZIONE E L ALLENAMENTO SPORTIVO

REAL POWER VALUTAZIONE DELLA POTENZA PER LO SPORT, LA RIABILITAZIONE E L ALLENAMENTO SPORTIVO REAL POWER VALUTAZIONE DELLA POTENZA PER LO SPORT, LA RIABILITAZIONE E L ALLENAMENTO SPORTIVO 1 LEG PRESS 2 FUNZIONI * VALUTAZIONE * TRAINING * RIABILITAZIONE SPORTIVA 3 TRAINING Il Real Power consente

Dettagli

GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services. Manuale d'uso

GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services. Manuale d'uso GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services Manuale d'uso Indice generale Visualizzatore GREASE...1 Toolbar...3 FUNZIONI DI BASE...3 Annulla selezione...4 Aggiornamento...4 Stampa...4

Dettagli

LA FINESTRA DI EXCEL

LA FINESTRA DI EXCEL 1 LA FINESTRA DI EXCEL Barra di formattazione Barra degli strumenti standard Barra del titolo Barra del menu Intestazione di colonna Contenuto della cella attiva Barra della formula Indirizzo della cella

Dettagli

Prof. Giuseppe Chiumeo. Avete già studiato che qualsiasi algoritmo appropriato può essere scritto utilizzando soltanto tre strutture di base:

Prof. Giuseppe Chiumeo. Avete già studiato che qualsiasi algoritmo appropriato può essere scritto utilizzando soltanto tre strutture di base: LA STRUTTURA DI RIPETIZIONE La ripetizione POST-condizionale La ripetizione PRE-condizionale INTRODUZIONE (1/3) Avete già studiato che qualsiasi algoritmo appropriato può essere scritto utilizzando soltanto

Dettagli

Scuola Digitale. Manuale utente. Copyright 2014, Axios Italia

Scuola Digitale. Manuale utente. Copyright 2014, Axios Italia Scuola Digitale Manuale utente Copyright 2014, Axios Italia 1 SOMMARIO SOMMARIO... 2 Accesso al pannello di controllo di Scuola Digitale... 3 Amministrazione trasparente... 4 Premessa... 4 Codice HTML

Dettagli

di Kai Haferkamp per 2-5 giocatori dagli 8 anni in su

di Kai Haferkamp per 2-5 giocatori dagli 8 anni in su di Kai Haferkamp per 2-5 giocatori dagli 8 anni in su Traduzione e adattamento a cura di Gylas per Giochi Rari Versione 1.0 Novembre 2001 http://www.giochirari.it e-mail: giochirari@giochirari.it NOTA.

Dettagli

DIAGRAMMA CARTESIANO

DIAGRAMMA CARTESIANO DIAGRAMMA CARTESIANO Imparerai ora a costruire con excel un diagramma cartesiano. Inizialmente andremo a porre sul grafico un solo punto, lo vedremo cambiare di posizione cambiando i valori nelle celle

Dettagli

CREARE IL SITO DI UN UFFICIO/STRUTTURA AMMINISTRATIVA

CREARE IL SITO DI UN UFFICIO/STRUTTURA AMMINISTRATIVA CREARE IL SITO DI UN UFFICIO/STRUTTURA AMMINISTRATIVA A. Come accedere alla propria area di lavoro B. Creare una nuova pagina C. Creare un sotto-sito D. Modificare lo stile dei menù E. Pubblicare le pagine

Dettagli

Corso di Visual Basic (Parte 8)

Corso di Visual Basic (Parte 8) Corso di Visual Basic (Parte 8) di MAURIZIO CRESPI Questo mese il corso di programmazione in Visual Basic focalizza la propria attenzione sulle procedure, talvolta dette subroutine L oggetto dell ottava

Dettagli

Golfshot: Golf GPS. Guida Utente Android Versione 1.8

Golfshot: Golf GPS. Guida Utente Android Versione 1.8 Golfshot: Golf GPS Guida Utente Android Versione 1.8 Contenuti Schermata Iniziale 3 Seleziona una Struttura 14 Ottimizzazione Durata 28 Segnapunti 6 Organizza Partita 15 Batteria Statistiche 7 Lista Buca

Dettagli

Excel. A cura di Luigi Labonia. e-mail: luigi.lab@libero.it

Excel. A cura di Luigi Labonia. e-mail: luigi.lab@libero.it Excel A cura di Luigi Labonia e-mail: luigi.lab@libero.it Introduzione Un foglio elettronico è un applicazione comunemente usata per bilanci, previsioni ed altri compiti tipici del campo amministrativo

Dettagli

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL)

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) 1. Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei Personal computer. Essi

Dettagli

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Pagina 1 di 32 USARE WORD - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu pag.

Dettagli

USARE WORD - non solo per scrivere -

USARE WORD - non solo per scrivere - GUIDA WORD USARE WORD - non solo per scrivere - corso Word Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu

Dettagli

Sistemi di Numerazione

Sistemi di Numerazione Fondamenti di Informatica per Meccanici Energetici - Biomedici 1 Sistemi di Numerazione Sistemi di Numerazione I sistemi di numerazione sono abitualmente posizionali. Gli elementi costitutivi di un sistema

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 La scheda vai a La scheda Vai è probabilmente la meno utilizzata delle tre: permette di spostarsi in un certo punto del documento, ad esempio su una determinata pagina

Dettagli

Microsoft Word -II Lezione

Microsoft Word -II Lezione Microsoft Word -II Lezione Approfondiamo alcuni aspetti di Word e in particolare: Disegno e modifica di oggetti come forme, linee, frecce etc. Gestione delle tabelle Impostazione e cura dell estetica di

Dettagli

LE MEDIE MOBILI CENTRATE

LE MEDIE MOBILI CENTRATE www.previsioniborsa.net 2 lezione METODO CICLICO LE MEDIE MOBILI CENTRATE Siamo rimasti a come risolvere il precedente problema del ritardo sulle medie mobili Quindi cosa dobbiamo fare? Dobbiamo semplicemente

Dettagli

Lezione II: Web server e ambiente di lavoro

Lezione II: Web server e ambiente di lavoro Lezione II: Web server e ambiente di lavoro In questa lezione, in laboratorio, si mostrerà quali sono i passi necessari per creare ed eseguire una pagina ASP. Brevemente, verrà fatto anche vedere, come

Dettagli

PLANET REAVERS INTRODUZIONE: CARATTERISTICHE

PLANET REAVERS INTRODUZIONE: CARATTERISTICHE PLANET REAVERS Per testare l attuale versione del gioco visitare il sito: http://baenor.altervista.org/alphatest.html Attenzione: non sarà possibile connettersi al Photon Cloud (e quindi giocare) se la

Dettagli

UTILIZZARE I SINOTTICI NEL PROGRAMMA DI TELEGESTIONE SWC701

UTILIZZARE I SINOTTICI NEL PROGRAMMA DI TELEGESTIONE SWC701 UTILIZZARE I SINOTTICI NEL PROGRAMMA DI TELEGESTIONE SWC701 GENERALITÁ I sinottici sono disegni che rappresentano graficamente uno o più impianti tecnici. Questi disegni sono completi di tutti gli accessori

Dettagli

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI Benvenuti a tutti al corso sull utilizzo di Autocad, in questa prima lezione voglio quali sono i principi base del funzionamento di Autocad. Autocad non è nient altro che

Dettagli

FH-SY capitolo 2.4 - Versione 3 - FH-SY.NET - FAQ -

FH-SY capitolo 2.4 - Versione 3 - FH-SY.NET - FAQ - FH-SY capitolo 2.4 - Versione 3 - FH-SY.NET - FAQ - Versione del 02/02/2010 Indice 1. POSSO INSERIRE, IN UN SECONDO TEMPO, UN NUOVO CONTENUTO ( QUALI ARGOMENTI SONO STATI TRATTATI? ) IN UNA LEZIONE A NOME

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA GESTIONE DEI PRESTITI INTERNI IN BOOKMARK WEB

ISTRUZIONI PER LA GESTIONE DEI PRESTITI INTERNI IN BOOKMARK WEB ISTRUZIONI PER LA GESTIONE DEI PRESTITI INTERNI IN BOOKMARK WEB Novembre 2010 INDICE 1. Registrazione di un prestito 1.1. Registrazione del prestito di un testo catalogato 1.2. Registrazione del prestito

Dettagli

Il foglio elettronico: Excel

Il foglio elettronico: Excel Il foglio elettronico: Excel Laboratorio di Informatica Corso di Laurea triennale in Biologia Dott. Fabio Aiolli (aiolli@math.unipd.it) Dott.ssa Elisa Caniato (ecaniato@gmail.com) Anno accademico 2007-2008

Dettagli

IL MIO PRIMO SITO NEWS USANDO GLI SCHEDARI

IL MIO PRIMO SITO NEWS USANDO GLI SCHEDARI Pagina 1 UN SISTEMA DI NEWS Sommario UN SISTEMA DI NEWS...1 Introduzione...2 Scelgo l'area su cui operare...3 Un minimo di teoria...3 Creo le Pagine...4 Definizione dello Schedario Novità...6 Compilo la

Dettagli

Bot Tutorial. NTR Italia Via Sangro, 29 20132 Milano Tel. +39 02 28 04 04 68 Fax +39 02 28 93 80 2 www.ntradmin.com www.ntrglobal.

Bot Tutorial. NTR Italia Via Sangro, 29 20132 Milano Tel. +39 02 28 04 04 68 Fax +39 02 28 93 80 2 www.ntradmin.com www.ntrglobal. Bot Tutorial NTR Italia Via Sangro, 29 20132 Milano Tel. +39 02 28 04 04 68 Fax +39 02 28 93 80 2 www.ntradmin.com www.ntrglobal.com Offices in Barcelona - Boston - Dallas - Heidelberg - London - Madrid

Dettagli

PULSANTI E PAGINE Sommario PULSANTI E PAGINE...1

PULSANTI E PAGINE Sommario PULSANTI E PAGINE...1 Pagina 1 Sommario...1 Apertura...2 Visualizzazioni...2 Elenco...2 Testo sul pulsante e altre informazioni...3 Comandi...3 Informazioni...4 Flow chart...5 Comandi...6 Pulsanti Principali e Pulsanti Dipendenti...6

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5.

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4 Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Una delle funzioni più importanti di un foglio elettronico

Dettagli

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY INFORMAZIONI Strategia basata sul semplice utilizzo di due medie mobili esponenziali che useremo solamente per entrare in direzione del trend. Utilizzeremo due grafici

Dettagli

Programma Gestione Presenze Manuale autorizzatore. Versione 1.0 25/08/2010. Area Sistemi Informatici - Università di Pisa

Programma Gestione Presenze Manuale autorizzatore. Versione 1.0 25/08/2010. Area Sistemi Informatici - Università di Pisa - Università di Pisa Programma Gestione Presenze Manuale autorizzatore Versione 1.0 25/08/2010 Email: service@adm.unipi.it 1 1 Sommario - Università di Pisa 1 SOMMARIO... 2 2 ACCESSO AL PROGRAMMA... 3

Dettagli

Partite... 2 Pulsanti... 2 Impostazione dati prepartita... 4 Schermata scelta convocati... 5 Assegnazione numeri di maglia e ruoli...

Partite... 2 Pulsanti... 2 Impostazione dati prepartita... 4 Schermata scelta convocati... 5 Assegnazione numeri di maglia e ruoli... Partite... 2 Pulsanti... 2 Impostazione dati prepartita... 4 Schermata scelta convocati... 5 Assegnazione numeri di maglia e ruoli... 9 Emissione distinta giocatori... 11 Caricamento moduli e schemi...

Dettagli

hnefatafl Hnefatafl Il gioco da tavolo del Re Regole - massimiliano.dellarovere[su]gmail.com -

hnefatafl Hnefatafl Il gioco da tavolo del Re Regole - massimiliano.dellarovere[su]gmail.com - hnefatafl Hnefatafl Il gioco da tavolo del Re Regole - massimiliano.dellarovere[su]gmail.com - Tema: Il gioco rappresenta un assedio dove il numero degli Assedianti, è il doppio di quello degli Assediati.

Dettagli

DOC. Manuale utente di configurazione quadri

DOC. Manuale utente di configurazione quadri DOC Manuale utente di configurazione quadri 1. CONFIGURATORE QUADRI 3 1.1. Indicazione generali sul configuratore quadri... 4 1.2. Disegno Fronte quadro con procedura automatica Wizard... 4 1.3. Comandi

Dettagli

L amministratore di dominio

L amministratore di dominio L amministratore di dominio Netbuilder consente ai suoi clienti di gestire autonomamente le caselle del proprio dominio nel rispetto dei vincoli contrattuali. Ciò è reso possibile dall esistenza di un

Dettagli

FlyWise contiene al suo interno il più completo database di aereoporti, campi di volo, aviosuperfici, punti di riporto, radioaiuti e spazi aerei.

FlyWise contiene al suo interno il più completo database di aereoporti, campi di volo, aviosuperfici, punti di riporto, radioaiuti e spazi aerei. FlyWise Navigare con saggezza. FlyWise è un sistema di navigazione completo dedicato ai piloti, che vi aiuta in ogni aspetto della vostra navigazione. Un sistema pensato per rispondere velocemente alle

Dettagli

Esercitazione n. 7: Presentazioni

Esercitazione n. 7: Presentazioni + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 7: Presentazioni Scopo: Creare una presentazione con Microsoft PowerPoint 2010. Scegliere uno sfondo, uno stile per i caratteri, diversi

Dettagli