LA VARIANTE 3 DELLA NORMA CEI 64-8

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA VARIANTE 3 DELLA NORMA CEI 64-8"

Transcript

1 LA VARIANTE 3 DELLA NORMA CEI 64-8 evoluzione degli impianti elettrici nelle abitazioni Firenze 27 Gennaio 2012, Sala Varlecchi Annalisa Marra*, Angelo Baggini** * ECD Engineering Consulting and Design, Pavia, ** Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Ingegneria, 1

2 1a Edizione* a Edizione* a Edizione* a Edizione* a Edizione* a Edizione* 2007 Norma CEI 64-8 nel tempo Variante * segue IEC e CENELEC: IEC CENELEC HD 384 e HD 60364

3 * soggetti al Decreto Legislativo 42/2004 Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell articolo 10 della Legge 6 luglio 2002, n. 37 Norma CEI 64-8 Allegato A normativo Ambienti residenziali Prestazioni dell impianto si applica unità abitative all interno di condomini, mono o plurifamiliari non si applica unità abitative negli edifici pregevoli per arte e storia* parti comuni degli edifici residenziali e gli articoli: ; 53; 531.2; ; 537.5;

4 Sommario Wh QG AVQ

5 Livelli Prestazionali e di fruibilità 1: minimo 2: maggiore fruibilità 3: dotazioni ampie e innovative

6 Cap. 41 AVQ Protezione del montante contro le sovracorrenti Parte 4 < 3 m Installazione dei nuovi contatori elettronici

7 Cap. 41, Allegato A Parte 4 Montante Potenza di dimensionamento: 3 kw < 75 m2 6 kw > Montante 6 mm²

8 Cap. 41, Allegato A Parte 4 Montante L (m) 3 kw cdt% 4,5kW cdt% 6 kw cdt% <10 6 (1,5) (1,48%) 6 (2,5) (1,33%) 6 (4) (1,11%) <20 6 (1,5) (2,95%) 6 (2,5) (2,66%) 6 (4) (2,21%) <30 6 (2,5) (2,66%) 6 (4) (2,49%) 6 2,22% <50 6 (4) (2,76%) 6 2,77% 10 2,15% <75 6 2,77% 10 2,42% 16 2,07% < ,15% 16 2,07% 16 2,76% < ,80% 16 2,69% 25 2,34% < ,22% 25 2,16% 25 2,88%

9 QG Generalità Spazio libero > 15% min 2 moduli Terra per SPD Almeno 2 D

10 Norme CEI e CEI 64-8, Sezione 534 QG Livello 1 Descrizione Area Numero A 50 m² 2 Numero dei circuiti 50 m² < A 75 m² 3 75 m² < A 125 m² 4 A > 125 m² 5 SPD Toll. Rischio 1 AUX Campanello, citofono o videocitofono

11 Norme CEI e CEI 64-8, Sezione 534 QG Livello 2 Descrizione Area Numero A 50 m² 3 Numero dei circuiti 50 m² < A 75 m² 3 75 m² < A 125 m² m² < A 6 SPD Toll. Rischio 1 AUX Campanello, videocitofono, antintrusione, controllo carichi (es. relè massima corrente)

12 Norme CEI e CEI 64-8, Sezione 534 QG Livello 3 Descrizione Area Numero A 50 m² 3 Numero dei circuiti 50 m² < A 75 m² 4 75 m² < A 125 m² m² < A 7 SPD AUX Toll. Rischio 1 + sovratensioni impulsive Campanello, videocitofono,antintrusione, controllo carichi. Interazione domotica

13 NOTA BENE Il grafico è puramente indicativo e rappresenta il risultato dell analisi del rischio relativamente ad un edificio di civile abitazione, con caratteristiche e misure di protezione date. QG Protezione contro i fulmini nessuna misura di protezione rischio R1 0,01 Rischio tollerabile 0,001 0,0001 0,00001 Rischio tollerabile 0, , Rischio di incendio ridotto ordinario elevato altezza edificio [m] Tratto da R. Tomasini Protezione contro i fulmini: norma CEI V1 e norma CEI 64-8 Convegno Istituzionale CEI 2009

14 Parte 4 art QG Protezione contro i contatti diretti Interruttore differenziale Edizione 2003 Protezione addizionale alle altre protezioni richieste Edizione 2007 Richiesta Idn 30 ma (TT,TN,IT): circuiti che alimentano prese a spina con corrente nominale non superiore a 20 A nei locali ad uso abitativo Prese a spina con corrente nominale non superiore a 32A destinate ad apparecchi utilizzatori montati all esterno

15 UL: tensione di contatto limite convenzionale QG Protezione del montante contro i contatti indiretti Interruzione automatica (Sistemi TT) Edizione 2003: Edizione 2007: Parte 4 R A I a 50 R A I dn U L

16 CEI EN , CEI EN , CEI EN , * IEC 62423:2007 Tipologie costruttive (1) AC A B A + PAS improvvise o lentamente crescenti AC + pulsanti unidirezionali improvvise o lentamente crescenti CC RIPPLE < 10%

17 ad esclusione di quelli sotto in Tabella (ad es. camera da letto, soggiorno studio, ) ** non alimentati dai servizi condominiali, *** prese comandate Punti periferici Livello 1 Locale Area Presa Luce*** TV Tel Per ogni locale* 8 m² < A 12 m² 12 m² < A 20 m² 20 m² < A Ingresso Angolo cottura 2 (1) Cucina 5 (2) Lavanderia 3 1 Bagno/doccia 2 2 WC 1 1 Corridoio 5 m > 5 m Balcone/terrazzo A 10 m Ripostiglio A 1 m 2-1 Cantina/soffitta 1 1 Box auto 1 1 Giardino A 10 m

18 ad esclusione di quelli sotto in Tabella (ad es. camera da letto, soggiorno studio, ) ** non alimentati dai servizi condominiali, *** prese comandate Punti periferici Livello 2 Locale Area Presa Luce*** TV Tel Per ogni locale* 8 m² < A 12 m² 12 m² < A 20 m² 20 m² < A Ingresso Angolo cottura 2 (1) 1 Cucina 6 (2) Lavanderia 4 1 Bagno/doccia 2 2 WC 1 1 Corridoio 5 m > 5 m Balcone/terrazzo A 10 m Ripostiglio A 1 m 2-1 Cantina/soffitta 1 1 Box auto 1 1 Giardino A 10 m

19 ad esclusione di quelli sotto in Tabella (ad es. camera da letto, soggiorno studio, ) ** non alimentati dai servizi condominiali, *** prese comandate Punti periferici Livello 3 Locale Area Presa Luce*** TV Tel Per ogni locale* 8 m² < A 12 m² 12 m² < A 20 m² 20 m² < A Ingresso Angolo cottura 3 (2) 1 Cucina 7 (3) Lavanderia 4 1 Bagno/doccia 2 2 WC 1 1 Corridoio 5 m > 5 m Balcone/terrazzo A 10 m Ripostiglio A 1 m 2-1 Cantina/soffitta 1 1 Box auto 1 1 Giardino A 10 m

20 * se non è prevista una gestione separata ancora Livello 3 Inoltre almeno 4 tra: 1. anti intrusione 2. controllo carichi 3. gestione comando luci 4. gestione temperatura* 5. gestione scenari (tapparelle, ecc.) 6. controllo remoto 7. sistema diffusione sonora 8. rilevazione incendio (UNI 9795)* 9. sistema antiallagamento e/o rilevazione gas

21 (* anche se non conformi alla Norma CEI 34-22) Illuminazione di sicurezza Per la mobilità delle persone in caso di mancanza dell illuminazione ordinaria SI dispositivi estraibili* NO tramite presa a spina LIVELLO o A 100 m² 1 2 A > 100 m² 2 3

22 Grazie per l attenzione!

Norma CEI 64-8 nel tempo

Norma CEI 64-8 nel tempo Angelo Baggini*, Franco Bua** * angelo.baggini@unibg.it - Università degli Studi di Bergamo ** franco.bua@ecd.it - ECD Engineering Consulting and Design Evoluzione degli impianti elettrici nelle abitazioni

Dettagli

Impianti elettrici utilizzatori in BT Variante V3 (Allegato A) Modena 15 novembre 2011

Impianti elettrici utilizzatori in BT Variante V3 (Allegato A) Modena 15 novembre 2011 Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori in BT Variante V3 (Allegato A) Modena 15 novembre 2011 1 Variante V3 alla Norma CEI 64-8 La variante V3 alla norma CEI 64-8 contiene l allegato A normativo

Dettagli

Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua

Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua Ci siamo! Dal settembre 0 è entrata in vigore la Variante V3 alla Norma CEI 64.8 che rivoluziona gli standar qualitativi e dotazionali degli impianti elettrici in ambito civile Impianti elettrici utilizzatori

Dettagli

IE 109 Ambienti residenziali - Impianti a livelli Ottobre 2017

IE 109 Ambienti residenziali - Impianti a livelli Ottobre 2017 IE 09 Ambienti residenziali Impianti a livelli Ottobre 07 Riferimenti Normativi CEI 648/: Capitolo 7 Ambienti residenziali Prestazioni dell impianto Prescrizioni Generali La presente scheda fornisce criteri

Dettagli

Nuova Come cambia l impianto

Nuova Come cambia l impianto Nuova 64-8 Come cambia l impianto 1 Cos è la CEI 64-8? "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua Nasce negli anni

Dettagli

VARIANTE V3 alla norma CEI 64-8 Allegato A ambienti residenziali - prestazioni dell impianto Dal primo settembre 2011 entra in vigore la nuova

VARIANTE V3 alla norma CEI 64-8 Allegato A ambienti residenziali - prestazioni dell impianto Dal primo settembre 2011 entra in vigore la nuova VARIANTE V3 alla norma CEI 64-8 Allegato A ambienti residenziali - prestazioni dell impianto Dal primo settembre 2011 entra in vigore la nuova variante V3 della CEI 64-8 : Impianti elettrici utilizzatori

Dettagli

Allegato A della 64-8/3. Ambienti residenziali Prestazioni dell impianto

Allegato A della 64-8/3. Ambienti residenziali Prestazioni dell impianto Allegato A della 64-8/3 Ambienti residenziali Prestazioni dell impianto Introduzione L Allegato A alla norma CEI 64-8/3 (pubblicata in febbraio) riguarda le prestazioni funzionali dell impianto elettrico

Dettagli

IMPIANTI CONFORMI CEI 64-8

IMPIANTI CONFORMI CEI 64-8 La nuova variante alla norma CEI 64-8èstatopubblicatanelmesedimarzo2011edèdiventata obbligatoria il 1 settembre 2011. Il campo di applicazione dell allegato, che introduce i livelli minimi delle dotazioni

Dettagli

Rappresentanze Elettriche

Rappresentanze Elettriche Rappresentanze Elettriche Il Gruppo GEWISS Dal 1970 Azienda leader del mercato elettrico in Italia e nel Mondo 85 Paesi serviti commercialmente 330 milioni di fatturato nel 2010 1.600 20.000 100.000 Il

Dettagli

Nuova Come cambia l impianto. Luigi Rota Formazione Tecnica GEWISS

Nuova Come cambia l impianto. Luigi Rota Formazione Tecnica GEWISS Nuova 64-8 Come cambia l impianto Luigi Rota Formazione Tecnica GEWISS 1 Cos è la CEI 64-8? "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V

Dettagli

Norma CEI 64-8 V3 impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V e a 1500 V in corrente continua

Norma CEI 64-8 V3 impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V e a 1500 V in corrente continua Norma CEI 64-8 V3 impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V e a 1500 V in corrente continua Grosseto, 21.10.2011 Relatore Ing. Carmine Battipaglia Campo di applicazione

Dettagli

CRITERI DI SCELTA DELLE PROTEZIONI DIFFERENZIALI

CRITERI DI SCELTA DELLE PROTEZIONI DIFFERENZIALI CRITERI DI SCELTA DELLE PROTEZIONI DIFFERENZIALI Angelo Baggini*, Franco Bua** Comitato Elettrotecnico Italiano * Università degli Studi di Bergamo, angelo.baggini@unibg.it ** ECD Engineering Consulting

Dettagli

Angelo Baggini*, Franco Bua** CT CEI 14 e 64 - Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Ingegneria

Angelo Baggini*, Franco Bua** CT CEI 14 e 64 - Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Ingegneria Ultime novità per gli impianti elettrici secondo la nuova Norma CEI 64-8, Angelo Baggini*, Franco Bua** anche alla luce del nuovo Decreto 37/2008 Angelo Baggini* * angelo.baggini@unibg.it - Università

Dettagli

CEI 64-8;V3 Ambienti residenziali --Prestazioni dell'impianto

CEI 64-8;V3 Ambienti residenziali --Prestazioni dell'impianto Leggi e Norme Leggi le Norme Studio Tecnico Zecchini Via Strada Romana fraz.ischia38057 Pergine Valsugana TN Via Crimea 12 20090 Buccinasco (MI) Via Cormor 137 30020 Bibione (VE) Telefono 0461-510638 Fax

Dettagli

Meeting AVE - CNPI febbraio 2011

Meeting AVE - CNPI febbraio 2011 Ampliamento impianti Norme CEI 64-8 8 V3 Meeting AVE - CNPI febbraio 2011 1 Inizio lavori in ANIE: Gennaio 2008; termine inchiesta pubblica in CEI gennaio 2011 Il progresso tecnologico e le nuove esigenze

Dettagli

Variante V3 alla norma CEI 64-8: dotazioni minime per gli impianti elettrici.

Variante V3 alla norma CEI 64-8: dotazioni minime per gli impianti elettrici. Variante V3 alla norma CEI 64-8: dotazioni minime per gli impianti elettrici. Allegato A ambienti residenziali - prestazioni dell impianto Lo scorso marzo è stata pubblicata la nuova variante V3 della

Dettagli

Guida alla normativa CEI 64-8 V3. Le soluzioni del Gruppo BPT

Guida alla normativa CEI 64-8 V3. Le soluzioni del Gruppo BPT Guida alla normativa CEI 64-8 V3 Le soluzioni del Gruppo BPT LA VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 Dal Settembre 0 è entrata in vigore la nuova variante alla norma CEI 64-8, riferimento normativo per la realizzazione

Dettagli

NORMA CEI 64-8 ED CAPITOLO 37

NORMA CEI 64-8 ED CAPITOLO 37 NORMA CEI 64-8 ED. 2012 CAPITOLO 37 AMBIENTI RESIDENZIALI PRESTAZIONI D IMPIANTO Una nuova classificazione degli impianti Il capitolo 37 della Norma CEI 64-8 Ambienti residenziali - Prestazioni dell impianto

Dettagli

IMPIANTI A LIVELLI BOOKLET AREA TRADE. Impianti a livelli / BOOKLET TRADE

IMPIANTI A LIVELLI BOOKLET AREA TRADE. Impianti a livelli / BOOKLET TRADE IMPIANTI A LIVELLI 2014 BOOKLET AREA TRADE Impianti a livelli / BOOKLET TRADE AREA PROFESSIONISTI 2014 INDICE 3 CHI È ANIE 4 COS È IMPIANTI A LIVELLI FAQ 5 ASPETTI GENERALI 12 APPLICAZIONE 15 LIVELLO 1

Dettagli

Norma CEI 64-8/3. Allegato A (normativa) Ambienti residenziali - Prestazioni dell'impianto

Norma CEI 64-8/3. Allegato A (normativa) Ambienti residenziali - Prestazioni dell'impianto l Aggiungere il seguente nuovo Allegato~ Norma CE 64-8/3 Allegato A (normativa) Ambienti residenziali - Prestazioni dell'impianto ] A.1 Campo di applicazione Ad integrazione delle prescrizioni riportate

Dettagli

La Norma CEI 64-8 e la variante V3. Scritto da Per. Ind. Bruno Orsini Lunedì 10 Giugno 2013 00:00

La Norma CEI 64-8 e la variante V3. Scritto da Per. Ind. Bruno Orsini Lunedì 10 Giugno 2013 00:00 La variante V3 della Norma CEI 64-8 contiene il nuovo allegato A Ambienti residenziali - Prestazioni dell impianto e le conseguenti modifiche in alcuni articoli della Parte 3 e della Parte 5. Introduce

Dettagli

NORMA CEI 64-8 LA NORMA CEI

NORMA CEI 64-8 LA NORMA CEI NORMA CEI 64-8 LA NORMA CEI 64-8... 4 1.1 La nuova variante... 4 1.2 Pubblicazione ed entrata in vigore... 4 1.3 Campo di applicazione... 4 2. CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI... 5 2.1. Dotazioni per la

Dettagli

La norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a

La norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a Sede Legale: via A.Canossi, 33-25010 Montirone(BS) Sede Operativa: via L.Einaudi, 11-25086 Rezzato (BS) P.IVA 02520240983 PEC masterfire@pec.it Web:www.masterfire.it E.mail: info@masterfire.it Tel.0302594495

Dettagli

Necessità di progetto: SI, secondo guida CEI 0-2, se classificato come ambiente ad uso medico o se di superficie superiore a 400 m 2

Necessità di progetto: SI, secondo guida CEI 0-2, se classificato come ambiente ad uso medico o se di superficie superiore a 400 m 2 Norme di riferimento: Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua Norma CEI 64-8 /7 Sezione 710 Ambienti

Dettagli

Evoluzione degli impianti elettrici nelle case degli italiani

Evoluzione degli impianti elettrici nelle case degli italiani Evoluzione degli impianti elettrici nelle case degli italiani di Silvia Berri e Giuseppe Bosisio Negli ultimi decenni gli apparecchi elettrici utilizzatori nelle nostre case si sono profondamente trasformati.

Dettagli

l evoluzione della casa

l evoluzione della casa MART La Nuova CEI 64-8 Cosa cambia con la 7 edizione della CEI 64-8. L introduzione dei livelli, dotazioni minime per ambiente, sicurezza e comfort 1 Una riflessione... Gli italiani possono dormire sonni

Dettagli

Listino Gennaio 2017 Pagina 1 di 6

Listino Gennaio 2017 Pagina 1 di 6 Listino Gennaio 2017 Pagina 1 di 6 Nel seguito è descritto un esempio di impianto elettrico di LIVELLO 3, per un appartamento avente una superficie di circa 150/200 mq, costituito da: ingresso, soggiorno,

Dettagli

Listino Gennaio 2018 Pagina 1 di 6

Listino Gennaio 2018 Pagina 1 di 6 Listino Gennaio 2018 Pagina 1 di 6 Nel seguito è descritto un esempio di impianto elettrico di LIVELLO 3, per un appartamento avente una superficie di circa 150/200 mq, costituito da: ingresso, soggiorno,

Dettagli

IE Locali ad uso medico (Gruppo 0 e 1) - Novembre 2016

IE Locali ad uso medico (Gruppo 0 e 1) - Novembre 2016 IE 114 - Locali ad uso medico (Gruppo 0 e 1) - Novembre 2016 Riferimenti normativi: - CEI 64-8/7-710 - Ambienti ed applicazioni particolari" e nello specifico alla Sezione 710 "Locali ad uso medico". -

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI. Legge 46/90 Norme CEI Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI 64-8) Norme UNI (alcuni argomenti specifici)

RIFERIMENTI NORMATIVI. Legge 46/90 Norme CEI Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI 64-8) Norme UNI (alcuni argomenti specifici) RIFERIMENTI NORMATIVI Legge 46/90 Norme CEI Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI 64-8) Norme UNI (alcuni argomenti specifici) CONTATORI o GRUPPI DI MISURA Sono centralizzati per edificio (o scala) e devono

Dettagli

Interruttore differenziale

Interruttore differenziale Interruttore differenziale Dispositivo meccanico destinato a connettere e a disconnettere un circuito all alimentazione, m ediante operazione manuale, e ad aprire il circuito auto m atica m ente quando

Dettagli

INSTALLAZIONE CIVILE Protezione

INSTALLAZIONE CIVILE Protezione Protezione Limitatore di sovratensione (SPD) Campo di applicazione L apparecchio fornisce la protezione delle prese di alimentazione di tutti i tipi di elettrodomestici ed in particolare di quelli contenenti

Dettagli

IA 015 Alimentazione e linee dei servizi di sicurezza e di riserva Dicembre 2014

IA 015 Alimentazione e linee dei servizi di sicurezza e di riserva Dicembre 2014 IA 015 Alimentazione e linee dei servizi di sicurezza e di riserva Dicembre 2014 Riferimenti normativi: CEI EN 50171 Sistemi di alimentazione centralizzata CEI EN 50172 Sistemi di illuminazione di sicurezza

Dettagli

Dotazione degli impianti Requisiti per i punti di comando e di prelievo energia Livello 1

Dotazione degli impianti Requisiti per i punti di comando e di prelievo energia Livello 1 Requisiti per i punti di comando e di prelievo energia Livello Come si realizza Soggiorno m In un ambiente come la sala la nuova Norma si concentra sul televisore, ormai affiancato da numerosi altri dispositivi

Dettagli

Aggiornamento Catalogo SENTRON 02/2012 1

Aggiornamento Catalogo SENTRON 02/2012 1 1 Introduzione 2 Trasformatori per campanello Caratteristiche generali Il tipico impiego dei trasformatori per campanello è l alimentazione, per brevi periodi, di dispositivi come campanelli, ronzatori,

Dettagli

Terasaki Italia Srl via Campania, Segrate (MI) Tel Fax

Terasaki Italia Srl via Campania, Segrate (MI) Tel Fax Sovracorrenti Generalità E trattato l impiego degli interruttori magnetotermici modulari (MCBs: Miniature Circuit Breakers) nell edilizia residenziale, intendendo per edifici residenziali quelli che contengono

Dettagli

Interruttori differenziali per uso mobile

Interruttori differenziali per uso mobile Interruttori differenziali per uso mobile di Gianluigi Saveri Pubblicato il: 31/07/2006 Aggiornato al: 31/07/2006 La Norma CEI 23-78 si occupa dei dispositivi differenziali mobili che vengono interposti

Dettagli

ebook I regimi anomali di funzionamento degli UPS Seguici su:

ebook I regimi anomali di funzionamento degli UPS Seguici su: ebook I regimi anomali di funzionamento degli UPS Seguici su: Introduzione Questo documento ha lo scopo di fornire una guida per il corretto dimensionamento dei dispositivi di protezione, quando un sistema

Dettagli

INDICE Manuale Volume 2

INDICE Manuale Volume 2 INDICE Manuale Volume 2 Pag. NOTA DEGLI EDITORI PREFAZIONE 1. INTRODUZIONE 1 2. DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E RIFERIMENTI NORMATIVI 3 2.1 Principali disposizioni legislative 3 2.2 Principali norme tecniche

Dettagli

Riferimenti. Le principali Norme considerate sono:

Riferimenti. Le principali Norme considerate sono: Sommario Sommario... 1 Riferimenti... 2 Forniture... 3 Condutture... 4 Compatibilità e coordinamento... 4 Modalità di esecuzione... 5 Impianto di terra... 6 Riferimenti Le principali Norme considerate

Dettagli

Elenco e situazione delle norme CEI 81 aggiornato 2014

Elenco e situazione delle norme CEI 81 aggiornato 2014 Elenco e situazione delle norme CEI 81 aggiornato 2014 30.01.2013 / 8028_I_1 Normativa per la protezione da fulminazione IEC CLC CEI (2010 2013) IEC 62305 II a edizione 12-2010 CLC EN 62305-1, -3 e -4

Dettagli

Sovracorrenti negli edifici

Sovracorrenti negli edifici Sovracorrenti negli edifici Generalità E trattato l impiego degli interruttori magnetotermici modulari (MCBs: Miniature Circuit Breakers) nell edilizia residenziale, intendendo per edifici residenziali

Dettagli

IE 080 Uffici Novembre 2015

IE 080 Uffici Novembre 2015 IE 080 Uffici Novembre 2015 L impianto elettrico negli uffici deve essere molto flessibile al fine di consentire l allacciamento di nuovi utilizzatori o servire nuovi impianti. La flessibilità dipende

Dettagli

Guida CEI Progettazione definitiva/esecutiva. La progettazione definitiva/esecutiva definisce:

Guida CEI Progettazione definitiva/esecutiva. La progettazione definitiva/esecutiva definisce: Guida CEI 205-14 Uno degli ultimi prodotti dei lavori del CT 205 del CEI è la Guida CEI 205-14 Guida alla progettazione, installazione e collaudo degli impianti HBES. Scopo della Guida è quello di definire:

Dettagli

Tutte le linee elettriche, realizzate con cavi unipolari, verranno posate all interno di apposite tubazioni in PVC incassate nella muratura.

Tutte le linee elettriche, realizzate con cavi unipolari, verranno posate all interno di apposite tubazioni in PVC incassate nella muratura. PREMESSA La presente relazione tecnica è relativa alla realizzazione degli impianti elettrici a servizio di una sala polifunzionale denominata ex lavatoio e di un locale destinato ad attività socio-ricreative,

Dettagli

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica (Prima parte) Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI L articolo 7 del Decreto Ministeriale 22/01/2008,

Dettagli

Apparecchi. Protezione - CARATTERISTICHE TECNICHE. Portafusibili. Conformità normativa Direttiva BT

Apparecchi. Protezione - CARATTERISTICHE TECNICHE. Portafusibili. Conformità normativa Direttiva BT Apparecchi Protezione - CARATTERISTICHE TECNICHE Portafusibili Sostituzione del fusibile Scudo Campo di applicazione Protezione delle prese di alimentazione di tutti i tipi di elettrodomestici ed in particolare

Dettagli

obiettivi del corso lo scopo è di affinare gli strumenti per lavorare meglio con il cliente e con altri professionisti

obiettivi del corso lo scopo è di affinare gli strumenti per lavorare meglio con il cliente e con altri professionisti obiettivi del corso lo scopo è di affinare gli strumenti per lavorare meglio con il cliente e con altri professionisti Ore 10.00 11.15 SALUTO DI BENVENUTO. INDIVIDUAZIONE DEGLI SPAZI INSTALLATIVI, PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Servizio Facility e Energy Management U.O. Patrimonio. Relazione di calcolo impianto elettrico

Servizio Facility e Energy Management U.O. Patrimonio. Relazione di calcolo impianto elettrico Servizio Facility e Energy Management U.O. Patrimonio Relazione di calcolo impianto elettrico Oggetto: lavori di Ripristino impianto di depurazione arco di lavaggio e impianto di depurazione acque di prima

Dettagli

L impianto in esame sarà alimentato mediante n. 1 fornitura di energia elettrica in bassa tensione 230 V.

L impianto in esame sarà alimentato mediante n. 1 fornitura di energia elettrica in bassa tensione 230 V. PREMESSA La presente relazione tecnica è relativa alla realizzazione dell impianto di pubblica illuminazione a servizio del PARCO DI MADONNA DEL COLLE di Stroncone (TR). DESCRIZIONE DELL IMPIANTO L impianto

Dettagli

Impianti per la carica conduttiva dei veicoli elettrici Le norme CEI per l alimentazione delle colonnine di ricarica Angelo Baggini* Franco Bua**

Impianti per la carica conduttiva dei veicoli elettrici Le norme CEI per l alimentazione delle colonnine di ricarica Angelo Baggini* Franco Bua** E-mobility: il futuro è oggi Bari 23 ottobre 2017 Impianti per la carica conduttiva dei veicoli elettrici Le norme CEI per l alimentazione delle colonnine di ricarica Angelo Baggini* Franco Bua** *Dipartimento

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI E DI ILLUMINAZIONE RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

IMPIANTI ELETTRICI E DI ILLUMINAZIONE RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA IMPIANTI ELETTRICI E DI ILLUMINAZIONE RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA INDICE 1. PRINCIPI INFORMATORI... 2 1.1. OGGETTO... 2 1.2. CRITERI DI PROGETTO... 2 1.3. NORME DI RIFERIMENTO... 2 2. PRESCRIZIONI E

Dettagli

Un impianto al passo con i tempi

Un impianto al passo con i tempi Un impianto al passo con i tempi Sicurezza, allarme intrusione, TVCC, cablaggio strutturato connettività, domotica, gestione dellʼenergia: come realizzare secondo la normativa un impianto a regola dʼarte

Dettagli

REGIONE PIEMONTE COMUNE DI ALBA PERMESSO DI COSTRUIRE IN DEROGA IN BASE ALLA LEGGE DEL N.106 ES.M.I.

REGIONE PIEMONTE COMUNE DI ALBA PERMESSO DI COSTRUIRE IN DEROGA IN BASE ALLA LEGGE DEL N.106 ES.M.I. REGIONE PIEMONTE COMUNE DI ALBA PERMESSO DI COSTRUIRE IN DEROGA IN BASE ALLA LEGGE DEL 12 07 2011 N.106 ES.M.I. RECUPERO DI COMPARTO INDUSTRIALE DISMESSO OGGETTO: PROGETTO IMPIANTO ELETTRICO RELAZIONE

Dettagli

Guida agli interruttori differenziali - prima parte -

Guida agli interruttori differenziali - prima parte - Guida agli interruttori differenziali - prima parte - Pubblicato il: 06/06/2005 Aggiornato al: 06/06/2005 di Gianlugi Saveri 1. Generalità La somma vettoriale delle correnti che percorrono i conduttori

Dettagli

ELETTRO 2000 IMPIANTI S.R.L. GRUMELLO DEL MONTE P.IVA

ELETTRO 2000 IMPIANTI S.R.L. GRUMELLO DEL MONTE P.IVA 24/02/2016 ELETTRO 2000 IMPIANTI S.R.L. GRUMELLO DEL MONTE P.IVA 02812810162 spett. Edil Valleri Nembrini s.r.l. oggetto : preventivo appartamenti PIANO TERRA TIPO "A" SOGGIORNO / INGRESSO/CUCINA punto

Dettagli

Norma CEI 64-8: qualità e sicurezza

Norma CEI 64-8: qualità e sicurezza Norma CEI 64-8: qualità e sicurezza Vi presentiamo i principali concetti della nuova Norma dedicata alla corretta progettazione, installazione e manutenzione degli impianti elettrici utilizzatori di bassa

Dettagli

SCALE MOBILI E MARCIAPIEDI MOBILI

SCALE MOBILI E MARCIAPIEDI MOBILI SCALE MOBILI E MARCIAPIEDI MOBILI Sistema di alimentazione: TT, TN Norme di riferimento: o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata

Dettagli

La sicurezza elettrica nel condominio

La sicurezza elettrica nel condominio La sicurezza elettrica nel condominio Relatore Francesco Mirabile Federazione Nazionale Amministratori Immobiliari 16/11/2014 EN Measure s.r.l 1 Indice del corso 1. Leggi di riferimento 2. Norme tecniche

Dettagli

Protezione contro i fulmini degli impianti FV: normativa attuale e attività del CEI

Protezione contro i fulmini degli impianti FV: normativa attuale e attività del CEI SICUREZZA E PREVENIONE DEL RISCHIO INCENDIO NEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SU TETTI E FACCIATE Protezione contro i fulmini degli impianti FV: normativa attuale e attività del CEI Francesco Groppi Responsabile

Dettagli

Flessibilità dei sistemi domotici per una casa confortevole, sicura e ad elevata efficienza energetica

Flessibilità dei sistemi domotici per una casa confortevole, sicura e ad elevata efficienza energetica Flessibilità dei sistemi domotici per una casa confortevole, sicura e ad elevata efficienza energetica Sergio Puricelli 7 Giugno 2011 La domotica La domotica è il sistema nervoso della casa che controlla

Dettagli

Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua.

Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua. Scheda Sistema di alimentazione TT, TN (vietato TN-C). Nota: il sistema TT generalmente prevale rispetto al sistema TN, inoltre, da un punto di vista prettamente normativo sarebbe possibile realizzare,

Dettagli

INDICE 1 PREMESSA 2 2 DESCRIZIONE GENERALE DEGLI IMPIANTI 3 3 RIFERIMENTI A NORME E LEGGI 4 4 CLASSIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI 5

INDICE 1 PREMESSA 2 2 DESCRIZIONE GENERALE DEGLI IMPIANTI 3 3 RIFERIMENTI A NORME E LEGGI 4 4 CLASSIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI 5 INDICE 1 PREMESSA 2 2 DESCRIZIONE GENERALE DEGLI IMPIANTI 3 3 RIFERIMENTI A NORME E LEGGI 4 4 CLASSIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI 5 5 DESCRIZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO 6 6 PROTEZIONE DELLE CONDUTTURE ELETTRICHE

Dettagli

Progetto in inchiesta pubblica PROGETTO C ; V1

Progetto in inchiesta pubblica PROGETTO C ; V1 N O R M A I T A L I A N A C E I 1 Data Scadenza Inchiesta C. 1113 08-03-2013 Data Pubblicazione 2013-. Classificazione 64-8; V1 Titolo Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore

Dettagli

INTERRUTTORI AD USO DOMESTICO CON POTERE DI INTERRUZIONE 4,5KA

INTERRUTTORI AD USO DOMESTICO CON POTERE DI INTERRUZIONE 4,5KA INTERRUTTORI AD USO DOMESTICO CON POTERE DI INTERRUZIONE 4,5KA Italclem ha introdotto nella propria gamma una rinnovata versione di interruttori automatici e differenziali magnetotermici con potere di

Dettagli

PROGETTO IMPIANTO ELETTRICO RELAZIONE TECNICA DI PROTEZIONE CONTRO LE SOVRATENSIONI

PROGETTO IMPIANTO ELETTRICO RELAZIONE TECNICA DI PROTEZIONE CONTRO LE SOVRATENSIONI COMUNE DI LENOLA (PROVINCIA DI LATINA) AREA TECNICA - URBANISTICA - SERVIZIO LL. PP. PROGETTO ESECUTIVO PROGETTO PER L'INNALZAMENTO DEL LIVELLO DI SICUREZZA E LA RIQUALIFICAZIONE DELL'EDIFICIO SCOLASTICO

Dettagli

N E W S MARZO

N E W S MARZO 1 COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO N E W S MARZO 2 0 1 7 82 nuovi DOCUMENTI NORMATIVI CEI (NORME, GUIDE, VARIANTI) sono stati pubblicati nel mese di MARZO 2017. o L elenco completo è facilmente selezionabile

Dettagli

Norma CEI 64-8 V3 - Allegato A

Norma CEI 64-8 V3 - Allegato A L Allegato A "Ambienti residenziali - Prestazioni dell impianto" riguardante principalmente le prestazioni funzionali dell impianto elettrico nelle unità immobiliari ad uso abitativo, è stato pubblicato

Dettagli

IDEAV SAS VIA DEL FRINGUELLO, 55 ABC Progetto : Uffici Amnesty International. Disegnato : Coordinato : N di Disegno :

IDEAV SAS VIA DEL FRINGUELLO, 55 ABC Progetto : Uffici Amnesty International. Disegnato : Coordinato : N di Disegno : Quadro Generale di Distribuzione 1 Quadro Utenze Sotto Ups Tensione di Esercizio : 00 / 230 [V] Sistema di distribuzione : TT 2 Pagina : 1 Nome quadro Quadro Generale di Distribuzione Quadro Utenze Sotto

Dettagli

Contatti Indiretti Premessa Protezione contro i contatti indiretti

Contatti Indiretti Premessa Protezione contro i contatti indiretti Contatti Indiretti Premessa Nel presente documento sarà trattata l installazione degli interruttori differenziali modulari per la protezione delle persone dai contatti indiretti nell edilizia residenziale.

Dettagli

N0RME TECNICHE 23/05/2013 SPSAL AUSL Ferrara TdP Dott. Loreano Veronesi

N0RME TECNICHE 23/05/2013 SPSAL AUSL Ferrara TdP Dott. Loreano Veronesi N0RME TECNICHE 23/05/2013 SPSAL AUSL Ferrara TdP Dott. Loreano Veronesi Punti salienti delle Norme CEI 64-8/7 Cantieri di costruzione e di demolizione e Norme CEI 64-17 Guida all'esecuzione degli impianti

Dettagli

ERRATA CORRIGE NORMA CEI (fasc )

ERRATA CORRIGE NORMA CEI (fasc ) ERRATA CORRIGE NORMA CEI 64-8 2012-07 (fasc. 99998) Il presente fascicolo contiene modifiche ad alcuni articoli della Norma CEI 64-8:2012 per i quali sono state riscontrate imprecisioni o errori che ne

Dettagli

1 - Quadro Esistente - Linea Ordinaria/Privilegiata. Progetto: Ospedale Termini Imerese 5 Piano Ginecologia (Ambulatori) Disegnato:

1 - Quadro Esistente - Linea Ordinaria/Privilegiata. Progetto: Ospedale Termini Imerese 5 Piano Ginecologia (Ambulatori) Disegnato: Ginecologia (Ambulatori) - Quadro Esistente - Linea Ordinaria/Privilegiata 00 / 0 [V] Sistema di Distribuzione: TT Data: 05/0/0 Pagina: - Quadro Generale Reparto Ambulatori Descrizione Quadro Esistente

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA IMPIANTO ELETTRICO

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA IMPIANTO ELETTRICO RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA IMPIANTO ELETTRICO INDICE - ELENCO ELABORATI Tutti gli elaborati riportati sono da considerarsi parte integrante del presente progetto preliminare. Relazione tecnica 1)

Dettagli

Scaricatori e limitatori di sovratensione

Scaricatori e limitatori di sovratensione 5SD741 e 5SD748 Scaricatori di sovratensione di origine atmosferica Tipo 1 / 2 Caratteristiche Gli scaricatori di Tipo 1 / 2 sono dispositivi, in esecuzione compatta, che possono essere installati sia

Dettagli

Concetto di edificio intelligente

Concetto di edificio intelligente Concetto di edificio intelligente L affermarsi di nuovi modelli abitativi e costruttivi ha portato ad una trasformazione della struttura degli edifici sostanziale. Concetto di edificio intelligente L integrazione

Dettagli

Progettazione elettrica, lezione 2. Prof. Mario Angelo Giordano

Progettazione elettrica, lezione 2. Prof. Mario Angelo Giordano Progettazione elettrica, lezione 2 Prof. Mario Angelo Giordano Le sovracorrenti La sovracorrente è una qualsiasi corrente superiore alla portata I z che può circolare nel cavo. Si tratta di correnti dannose

Dettagli

INDICE. Parte prima: Introduzione alla sicurezza 17

INDICE. Parte prima: Introduzione alla sicurezza 17 Indice 5 INDICE Parte prima: Introduzione alla sicurezza 17 Capitolo 1 - Generalità 21 1.1 Le basi legislative della sicurezza 21 1.2 Gli enti normatori nazionali e internazionali 23 1.3 La conformità

Dettagli

NOME AZIENDA Via, Civico Cap, Città IMPIANTO ELETTRICO USO INDUSTRIALE. 21 agosto 2017

NOME AZIENDA Via, Civico Cap, Città IMPIANTO ELETTRICO USO INDUSTRIALE. 21 agosto 2017 o unico sulla sicurezza sul lavoro Committente: Via, Civico Cap, Città Descrizione dell'impianto: IMPIANTO ELETTRICO USO INDUSTRIALE Data: 21 agosto 2017 Realizzato da: o unico sulla sicurezza sul lavoro

Dettagli

04 - MINIMO DOMOTICO E PREDISPOSIZIONI. Gestione luci ed energia

04 - MINIMO DOMOTICO E PREDISPOSIZIONI. Gestione luci ed energia 04 - MINIMO DOMOTICO E PREDISPOSIZIONI Gestione luci ed energia SOMMARIO Il minimo domotico La distribuzione dell energia La distribuzione del segnale La gestione delle luci Predisporre le infrastrutture

Dettagli

PROGETTO RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA

PROGETTO RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA PROGETTO RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA Donnas : 15/12/2015 Relazione Tecnica di Progetto Impianto Elettrico Illuminazione Pubblica Progetto di riqualificazione energetica

Dettagli

Gli interventi impiantistici, come si evince dagli allegati progetti grafici, consistono in quanto segue

Gli interventi impiantistici, come si evince dagli allegati progetti grafici, consistono in quanto segue Pagina 1 di 5 PREMESSA Il presente progetto prevede la realizzazione di un Centro Comunale per la Raccolta Differenziata di Rifiuti Urbani ed Assimilati (cd CCR). La struttura in oggetto sarà ubicata nel

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica - Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro ATTREZZATURE E APPARECCHI UTILIZZATORI

Dipartimento di Sanità Pubblica - Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro ATTREZZATURE E APPARECCHI UTILIZZATORI ATTREZZATURE E APPARECCHI UTILIZZATORI 1 2 3 4 5 PROTEZIONE con impianto di terra (Rif. CEI 64-8/4) 1) IMPIANTO DI MESSA A TERRA. Collegamento di tutte le masse metalliche ad un proprio, e unico, impianto

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Progetto di impianto elettrico per uffici e illuminazione esterna

RELAZIONE TECNICA. Progetto di impianto elettrico per uffici e illuminazione esterna RELAZIONE TECNICA O ggetto per uffici e illuminazione esterna C o mmitte nza S.T.P. S.p.a. I l Tecnico D a ta 05/10/2015 Indice Indice...2 Caratteristiche generali dell impianto...3 Norme Tecniche e Leggi

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI - NORME GENERALI ( SISTEMI IN CORRENTE ALTERNATA )

IMPIANTI ELETTRICI - NORME GENERALI ( SISTEMI IN CORRENTE ALTERNATA ) IMPIANTI ELETTRICI - NORME GENERALI ( SISTEMI IN CORRENTE ALTERNATA ) Gli impianti utilizzatori in alternata di categoria 0 e 1 vengono alimentati dal circuito BT delle cabine di trasformazione le quali

Dettagli

Quadro unità abitativa

Quadro unità abitativa Generalità e dispositivi di sezionamento e protezione E Interruttore generale differenziale Se scegli un interruttore generale differenziale, ricordati che deve essere selettivo verso gli interruttori

Dettagli

INDICE 1 PREMESSA ED ESIGENZE IMPIANTISTICHE DEL COMMITTENTE 2 2 DESCRIZIONE GENERALE DEGLI IMPIANTI 3 3 RIFERIMENTI A NORME E LEGGI 4

INDICE 1 PREMESSA ED ESIGENZE IMPIANTISTICHE DEL COMMITTENTE 2 2 DESCRIZIONE GENERALE DEGLI IMPIANTI 3 3 RIFERIMENTI A NORME E LEGGI 4 INDICE 1 PREMESSA ED ESIGENZE IMPIANTISTICHE DEL COMMITTENTE 2 2 DESCRIZIONE GENERALE DEGLI IMPIANTI 3 3 RIFERIMENTI A NORME E LEGGI 4 4 CLASSIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI 5 5 DESCRIZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO

Dettagli

INCONTRO TECNICO CON: ---VITRIUM --- Riqualificazione impianti elettrici, di edifici esistenti, senza opere murarie.

INCONTRO TECNICO CON: ---VITRIUM --- Riqualificazione impianti elettrici, di edifici esistenti, senza opere murarie. INCONTRO TECNICO CON: ---VITRIUM --- Riqualificazione impianti elettrici, di edifici esistenti, senza opere murarie. VITRIUM Riqualificazione impianti elettrici, di edifici esistenti, senza opere murarie.

Dettagli

INDICE 1. INTERVENTI IN PROGETTO IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA... 1

INDICE 1. INTERVENTI IN PROGETTO IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA... 1 INDICE 1. INTERVENTI IN PROGETTO... 1 2. IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA... 1 2.1. GENERALITÀ... 1 2.2. ALIMENTAZIONE, SISTEMA DI DISTRIBUZIONE E PROTEZIONI... 1 2.3. CONDUTTURE E CIRCUITI... 2 2.4.

Dettagli

Catalogo Generale 2012

Catalogo Generale 2012 nergy ndustrial Solutions atalogo enerale 2012 Prodotti per distribuzione di energia pparecchi modulari nstallazioni residenziali nterruttori scatolati nterruttori aperti Sezionatori Quadri di distribuzione

Dettagli

DISCIPLINA: TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI CLASSE DI CONCORSO: A035 - C270

DISCIPLINA: TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI CLASSE DI CONCORSO: A035 - C270 A: Quadri elettrici OBIETTIVI DEL Conoscere i principali apparecchi di comando, segnalazione e protezione degli impianti elettrici. Conoscere il CAD elettrico. Saper descrivere le caratteristiche degli

Dettagli

Norma CEI : Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua

Norma CEI : Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua Norma CEI 64-8 2012: Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua Norma CEI 64-8 Edizione 2012 Impianti elettrici utilizzatori

Dettagli

90 RCD INTERRUTTORI MODULARI PER PROTEZIONE DIFFERENZIALE

90 RCD INTERRUTTORI MODULARI PER PROTEZIONE DIFFERENZIALE INTERRUTTORI MAGNETOTERMICI DIFFERENZIALI COMPATTI MDC Dati tecnici TIPO MDC 45 MDC 60 MDC 100 MDC 100 MA Norma di riferimento EN 61009-1 EN 61009-1 EN 61009-1 EN 61009-1 Corrente nominale (In) (A) 6-32

Dettagli

Interruttori differenziali puri: Blocchi differenziali: Interruttori differenziali magnetotermici:

Interruttori differenziali puri: Blocchi differenziali: Interruttori differenziali magnetotermici: Gli interruttori differenziali assicurano la protezione delle persone e degli impianti dalle correnti di guasto a terra, dividendosi in tre categorie. - Interruttori differenziali puri: sono sensibili

Dettagli

Apparecchi e impianti di illuminazione

Apparecchi e impianti di illuminazione Apparecchi e impianti di illuminazione Pubblicato il: 04/06/2007 Aggiornato al: 04/06/2007 di Gianluigi Saveri 1. Generalità Nella nuova Norma 64-8 è stata inserita una nuova sezione, la 559, con prescrizioni

Dettagli

Piscina (Prescrizioni Particolari e Verifiche)

Piscina (Prescrizioni Particolari e Verifiche) Prescrizioni particolari: Illuminazione di sicurezza Per le piscine (solo quelle pubbliche) ad uso natatorio, oltre alle disposizioni previste eventualmente come impianto sportivo, vige un comunicato del

Dettagli

art. 3 art.4 art. 5 art.6

art. 3 art.4 art. 5 art.6 Regolamento concernente i requisiti minimi qualitativi per la classificazione degli alberghi diffusi, ai sensi dell articolo 23, comma 3, della legge regionale 9 dicembre 2016, n. 21 (Disciplina delle

Dettagli

CARATTERISTICHE TECNICHE COMPORTAMENTO AGLI AGENTI CHIMICI ED ATMOSFERICI

CARATTERISTICHE TECNICHE COMPORTAMENTO AGLI AGENTI CHIMICI ED ATMOSFERICI 46 QP - Quadri stagni in poliestere - IP 65 Normativa: EN 61439-1 (CEI 17-113); EN 61439-2 (CEI 17-114); EN 60439-1 (CEI 17-13/1); EN 60439-4* (CEI 17-13/4*); EN 62208 (CEI 17-87); EN 60670-1 (CEI 23-48);

Dettagli

Impianti di carica per i veicoli elettrici (Seconda parte) Sistemi di carica

Impianti di carica per i veicoli elettrici (Seconda parte) Sistemi di carica Impianti di carica per i veicoli elettrici (Seconda parte) Sistemi di carica Il sistema di carica dei veicoli elettrici è attualmente oggetto di acceso dibattito internazionale per la definizione o meglio

Dettagli

Interruttori differenziali di Tipo B+

Interruttori differenziali di Tipo B+ Interruttori differenziali di Tipo B+ BETA Apparecchi Modulari, Fusibili BT, Quadretti e Centralini Nel settore industriale, del terziario e in quello medicale, è sempre più frequente l impiego di utilizzatori

Dettagli