IMPARO A STUDIARE. Quadro di civiltà. Titolo del paragrafo, p. xx A CHE COSA SERVONO COME SI USANO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IMPARO A STUDIARE. Quadro di civiltà. Titolo del paragrafo, p. xx A CHE COSA SERVONO COME SI USANO"

Transcript

1 IMPARO A STUDIARE Quadro di civiltà TERRITORIO Titolo del paragrafo, p. xx Ogni popolo si stabilisce in un territorio, si adatta a esso e ne sfrutta le risorse naturali. Conoscere il tipo di territorio dove si è stabilito permette di comprendere aspetti della vita di quel popolo. A CHE COSA SERVONO I quadri di civiltà ti servono per: scoprire che ogni civiltà può essere studiata con un metodo comune; conoscere gli aspetti caratteristici di ogni civiltà; confrontare le civiltà dei diversi popoli. COME SI USANO I quadri di civiltà iniziali ti danno una sintesi per ogni argomento che viene poi sviluppato nelle pagine interne dell unità. I simboli grafici ( ), identificano quale argomento viene trattato. Prima di iniziare lo studio, o a mano a mano che procedi, completa il quadro con i titoli e i numeri di pagina dei paragrafi contrassegnati. I quadri di civiltà finali ti consentono di verificare le conoscenze e le competenze che hai acquisito. GOVERNO SOCIETÀ Ciascun popolo sceglie una forma di governo. Conoscere la forma di governo di un popolo permette di comprendere chi esercitava il potere, in che modo e che rapporti aveva con il popolo stesso. Tutti i popoli hanno un organizzazione sociale; c è chi governa, chi conosce la scrittura, chi si dedica all agricoltura e chi al commercio. Conoscere il tipo di società permette di capire quali erano i diritti e i doveri di ciascun gruppo di persone. ECONOMIA I popoli sfruttano il proprio territorio con l agricoltura e l allevamento; utilizzano le risorse di mari o corsi d acqua e sviluppano il commercio. Conoscere le attività economiche di un popolo permette di conoscere meglio come viveva. RELIGIONE Ogni popolo ha i propri dei, che venera in luoghi di culto costruiti appositamente. Conoscere il tipo di religione permette di capire le idee di ciascun popolo sull origine del mondo, su di sé e sul proprio destino, soprattutto dopo la morte. CULTURA L arte, la scienza, la tecnologia sono aspetti importanti della cultura di un popolo. Le scoperte e le invenzioni fatte da un popolo permettono di migliorare le condizioni di vita, e si diffondono poi presso altri popoli. Conoscere la cultura dei popoli permette di comprendere i progressi dell umanità. 2

2 IMPARO A STUDIARE DOCUMENTI SCRITTI A CHE COSA SERVONO Leggo i documenti Sono documenti che descrivono fatti reali, scritti da persone vissute nell epoca della civiltà che stai studiando o vicino a essa. COME SI LEGGONO Leggi i titoli per farti un idea dell argomento. Leggi i testi introduttivi, ti danno informazioni sull autore del testo. Rileggi con attenzione il testo e sottolinea i concetti importanti, per capire più a fondo alcuni aspetti della civiltà che stai studiando. FONTI MATERIALI A CHE COSA SERVONO Le immagini di monumenti, pitture, oggetti ti danno un idea di come fosse la civiltà che stai studiando, sia per quanto riguarda la vita pubblica sia per quanto riguarda quella privata. COME SI LEGGONO Osserva le immagini con attenzione, individua tutti i particolari importanti. Quando la scrittura non era stata ancora inventata o era poco diffusa, vi furono storici che ricostruirono la storia di interi popoli grazie alle fonti materiali. Fai così anche tu! MITI E LEGGENDE A CHE COSA SERVONO Ti aiutano a scoprire i pensieri, le credenze e le idee che i popoli antichi avevano su se stessi e sul mondo. COME SI LEGGONO Il titolo ti indica l argomento o il protagonista del mito o della leggenda. Li riconoscerai subito, perché contengono elementi fantastici. Inoltre sono scritti nella forma del racconto. Quando li leggi cerca di capire se vogliono spiegare qualcosa, un fatto o un fenomeno naturale. 3

3 IMPARO A STUDIARE La linea del tempo A CHE COSA SERVE Lo storico studia dove e quando è avvenuto un certo fatto, è vissuto un certo popolo o un certo personaggio. Suo compito è quindi anche quello di ordinare le civiltà e i fatti secondo il criterio cronologico, cioè da quelli più lontani a quelli più vicini a noi. Per ordinare gli eventi storici uno strumento molto utile è la linea del tempo. L utilizzo della linea del tempo ti permette di comprendere con facilità lo sviluppo delle diverse civiltà nel tempo. Ti aiuta inoltre a renderti conto che molte di esse, pur non avendo avuto uguale durata, sono esistite lungo il corso degli stessi secoli o millenni, anche se in luoghi diversi. IV millennio a.c. III millennio a.c. II millennio a.c a.c a.c a.c a.c a.c a.c a.c a.c. MESOPOTAMIA EGITTO INDIA CINA AFRICA AMERICA CENTRALE FENICIA PALESTINA ANATOLIA CRETA GRECIA SUMERI CIVILTÀ DELL AFRICA BABILONESI CIVILTÀ DELL INDIA CIVILTÀ CINESE HITTITI CRETESI MICENEI a.c a.c a.c a Nella linea del tempo qui sopra puoi vedere che alcune civiltà hanno lo stesso colore. Questo perché, nelle pagine seguenti, le conoscerai insieme.

4 COME SI USA Sulla linea del tempo gli storici indicano gli anni, i secoli (periodi di cento anni) e i millenni (periodi di mille anni) sulla base di un riferimento condiviso dai popoli di una certa cultura, religione o territorio. Oggi, in gran parte del mondo si usa come riferimento la nascita di Cristo. Gli anni, i secoli e i millenni che precedono questo evento si indicano con a.c. (avanti Cristo) e hanno un ordine decrescente; quelli successivi si indicano con d.c. (dopo Cristo) e hanno un ordine crescente. Secoli e millenni sono indicati con i numeri romani, numeri inventati da un popolo antico che studierai l anno prossimo: III millennio a.c. (si legge «terzo millennio avanti Cristo»), VIII secolo d.c. (si legge «ottavo secolo dopo Cristo») e così via. Osserva la corrispondenza tra le nostre cifre e quelle romane e scopri come si legge il valore ordinale di queste ultime. nostre cifre numeri romani I II III IV V VI VII VIII IX X valore ordinale primo secondo terzo quarto quinto sesto settimo ottavo nono decimo I millennio a.c. I millennio d.c. II millennio d.c. III millennio d.c. Nascita di Cristo 1000 d.c d.c d.c. EGIZI FENICI 1000 a.c. ASSIRI CIVILTÀ DELL AMERICA CENTRALE EBREI Nascita di Cristo qualcosa in più Il riferimento per contare gli anni, come abbiamo detto, non è uguale per tutti. Per esempio, gli Ebrei contano gli anni a partire dalla data della creazione del mondo secondo la Bibbia (il 3760 a.c.). I musulmani calcolano gli anni a partire dalla fuga del loro profeta Maometto dalla città di La Mecca (fatto accaduto nel 622 d.c.)..c. 500 a.c. 500 d.c. 5

5 PER RIPRENDERE... IL CAMMINO La ricerca delle fonti Le informazioni che trovi sul tuo libro di Storia provengono dal lavoro dello storico e sono frutto della ricerca e dello studio delle fonti, cioè di tutto ciò che permette di ricostruire il passato. Ma, lo storico, dove trova le fonti che utilizza? Le sue ricerche si svolgono in varie direzioni: il territorio, i musei, le biblioteche e gli archivi. Proviamo a scoprire che tipo di informazioni fornisce ciascuno di questi luoghi. Il territorio in cui è vissuto un popolo conserva le fonti materiali. Non solo ciò che resta delle antiche costruzioni, ma anche oggetti di vario genere ritrovati negli scavi archeologici, ci forniscono molte informazioni su una civiltà. Il museo è il luogo in cui vengono conservati gli oggetti ritrovati durante gli scavi archeologici. Alcuni di questi oggetti sono esposti in sale aperte al pubblico; la maggior parte è conservata nei depositi e viene messa a disposizione dei ricercatori per i loro studi. 6

6 La biblioteca è il luogo in cui sono conservati i libri con ricerche e studi compiuti nel passato. Ci sono anche le opere degli scrittori antichi, che lo studioso può leggere nella lingua originale o tradotte nella propria. L archivio è il luogo in cui vengono conservati i documenti originali che riguardano la storia di un popolo. Sono documenti scritti che contengono informazioni molto diverse tra loro: accordi tra sovrani, spese per opere pubbliche, elenchi di materiali consegnati alle autorità, resoconti di processi Lo studio delle fonti Lo storico non compie di persona uno scavo archeologico e neppure riordina e restaura i materiali ritrovati, in modo da renderli comprensibili. Non sempre è in grado di capire le lingue e le scritture antiche, perciò basa il suo lavoro sulle ricerche di altri studiosi, ciascuno dei quali è esperto in una certa disciplina. Quest anno anche tu avrai la possibilità di conoscere alcuni di questi studiosi. Io sono Giorgio, un paleografo. Ciao, mi chiamo Emma e sono un archeologa. Ciao, io sono Paolo, un antropologo. Ciao, mi chiamo Laura e sono una glottologa. Il paleografo conosce e interpreta le scritture antiche. L archeologo cerca e restaura le tracce materiali delle antiche civiltà. L antropologo studia l organizzazione delle società antiche. Il glottologo studia le lingue e la loro origine. 7

7 PER RIPRENDERE... IL CAMMINO La Preistoria L anno scorso hai studiato la Preistoria, un lunghissimo periodo che ha inizio con la comparsa dell uomo sulla Terra e si conclude con l invenzione della scrittura. La Preistoria comprende due periodi: il Paleolitico e il Neolitico. Durante il Paleolitico l uomo imparò cose importantissime per la sua sopravvivenza, come vivere in gruppo, utilizzare il fuoco, lavorare la pietra per costruire armi e strumenti di lavoro. In seguito, durante il Neolitico, imparò a coltivare la terra e ad allevare gli animali, a vivere stabilmente in un luogo, a produrre oggetti in ceramica e tessuti. Pietra scheggiata. 8 ora imparo Osserva le immagini di vita preistorica. Indica con P quelle che si riferiscono al Paleolitico, con N quelle che si riferiscono al Neolitico. Poi prova a ricordare, insieme con i tuoi compagni e le tue compagne, che cos altro imparò a fare l uomo durante la Preistoria. Costruite un cartellone.

8 La Storia Dopo la Preistoria alcune popolazioni, che vivevano in zone dal clima e dall ambiente naturale particolarmente favorevoli, fecero scoperte importanti che le portarono a notevoli progressi nel loro modo di vivere. Recipiente d argilla. ora imparo Leggi l elenco dei progressi e numera le immagini corrispondenti nel disegno grande. 1. Scambiarono merci tra loro praticando il commercio in forma organizzata. 2. Usarono mezzi di trasporto come il carro e la barca a vela. 3. Costruirono le prime città. 4. Inventarono e utilizzarono la scrittura. 5. Iniziarono a lavorare i metalli. 9

9 ORA IMPARO Leggo le immagini Osserva le immagini, leggi le didascalie e il testo della di Giorgio. Ricava informazioni utili a conoscere le civiltà che si sono sviluppate nella zona della Mesopotamia. L Iraq Museum di Baghdad. Esso conserva testimonianze di tutti i popoli che abitarono la Mesopotamia a partire dalla Preistoria. Una strada di Baghdad durante la guerra scoppiata in Iraq nel A Ur, una delle più antiche città della Mesopotamia, è stata ritrovata questa ziggurat. Una lunga scala portava i fedeli al luogo dove si trovava il tempio. Nelle paludi del sud dell Iraq ci sono ancora capanne di canne. 10

10 Tigri Le civiltà della Mesopotamia Marco Un saluto dal tuo collega paleografo Caro Marco, ho una buona notizia. Finalmente l Iraq Museum di Baghdad riapre al pubblico le sale principali dopo che i bombardamenti sulla città lo avevano quasi distrutto. I pochi visitatori potranno ammirare solo le opere monumentali, come la ricostruzione della Porta di Ishtar e le fantasiose raffigurazioni di animali di Khorsabad; ma il restauro di molti reperti e delle preziose tavolette d argilla, su cui è scritta la storia di questo Paese, procede bene. Mi chiedo, invece, quale sia la situazione degli scavi archeologici nel sud del Paese. Penso spesso a come era bello il fiume, vicino agli scavi archeologici della città di Ur, quando sono venuto qui la prima volta Spero che tu possa raggiungermi presto. Giorgio OGGI I T A L I A MAR NERO Turchia I r a n M A R M E D I SIRIA T E R R A N E O Giordania Eufrate IRAQ Baghdad Egitto Arabia Saudita Kuwait La Porta di Ishtar era l ingresso principale dell antica città mesopotamica di Babilonia. 11

11 ORA IMPARO Quadro di civiltà Orientati nel percorso di studio di questa civiltà: leggi i testi nei riquadri colorati. Cerca nelle pagine dell unità dove si parla di ciascun argomento, aiutandoti con i tasselli colorati ( ). Completa il quadro con i titoli e i numeri di pagina. Segui l esempio. Le civiltà della Mesopotamia TERRITORIO La terra tra i due fiumi, p. 13 La Mesopotamia si trovava al centro della cosiddetta «Mezzaluna fertile», una vasta regione compresa tra il Golfo Persico, il Mar Mediterraneo e l Egitto. Il suo territorio aveva un clima favorevole e, nella sua parte meridionale, era fertile e ricco di acque. GOVERNO A partire dal IV millennio a.c. alcuni villaggi si ingrandirono fino a diventare delle città. Poiché si credeva che appartenessero agli dei, erano governate da sacerdoti. A questi, nel tempo, si affiancarono i re. SOCIETÀ La società dei popoli della Mesopotamia era formata da gruppi diversi, in base al lavoro che svolgevano le persone o al fatto che vivessero all interno o all esterno delle città. ECONOMIA L economia mesopotamica si basava su un agricoltura e su un allevamento molto sviluppati. I prodotti agricoli, insieme a quelli artigianali, favorirono lo sviluppo del commercio. RELIGIONE I popoli della Mesopotamia veneravano molte divinità e ogni città aveva il proprio dio protettore. Le imprese delle divinità erano narrate nei miti, racconti fantastici che esaltavano le loro doti straordinarie. CULTURA Arte, scienze e tecnologia sono aspetti importanti della cultura dei popoli che vissero in Mesopotamia. A loro si attribuiscono grandi invenzioni come la scrittura e la ruota. Sumeri Babilonesi Assiri QUANDO a.c a.c a.c a.c a.c. 612 a.c. Nascita di Cristo

12 TERRITORIO La terra tra i due fiumi Il territorio occupato dalla Mesopotamia era costituito da fertili pianure circondate dal deserto e comprese fra i fiumi Tigri ed Eufrate. Essi, ancora oggi, scorrono paralleli per quasi tutto il loro percorso. Anticamente i due fiumi avevano piene irregolari e allagavano il sud della regione, formando delle paludi. Le terre, dopo il ritiro delle piene, erano coperte da un fango ricco di sostanze nutritive depositato dalle acque (il limo). L abbondanza di piante e animali selvatici in queste zone umide spinse le popolazioni delle regioni settentrionali, più aride, a spostarsi a sud. I nuovi abitanti bonificarono le paludi e costruirono una rete di canali per far scorrere l acqua stagnante verso bacini (cioè piccoli laghi) artificiali, dove veniva raccolta per essere utilizzata in caso di necessità. Dai canali partivano numerosi fossati, nei quali lo scorrere dell acqua era regolato con sbarramenti mobili, che venivano alzati o abbassati a seconda delle esigenze per irrigare i campi. Per difendere i campi e le abitazioni dalle piene del Tigri e dell Eufrate furono costruiti argini di terra, che venivano continuamente rafforzati. ora imparo Osserva il disegno e inserisci al posto giusto le parole: argine canale bacino artificiale fossato sbarramento mobile DOVE legenda Mezzaluna fertile parole La parola Mesopotamia è formata da due termini di origine greca: mesos, che vuol dire «mezzo», e potamos, che vuol dire «fiume». Quindi, significa «terra in mezzo ai fiumi», per indicare appunto il territorio compreso tra il Tigri e l Eufrate. 13

13 GOVERNO I Sumeri Verso il 1930, un archeologo inglese alla ricerca delle antiche città di cui si parla nella Bibbia, scoprì le rovine della città di Ur e le testimonianze di una civiltà straordinaria, che risaliva al 3500 a.c. Era la civiltà dei Sumeri. I Sumeri vivevano in città-stato, completamente indipendenti fra loro; ciascuna aveva infatti un proprio governo, proprie leggi, un proprio dio protettore. Le città-stato controllavano il territorio che le circondava, da cui ricavavano il necessario per la vita dei propri abitanti. Spesso erano in guerra tra loro proprio per procurarsi territori più ampi. Le più importanti città sumere furono Uruk, Nippur, Ur e Lagash. Verso il 2500 a.c. vennero conquistate dai Babilonesi. LE CIVILTÀ DELLA MESOPOTAMIA parole La Bibbia è il libro sacro degli Ebrei e dei cristiani, ma è anche una fonte importante per la conoscenza di numerosi popoli antichi. La parola bibbia ha origine greca e significa «i libri». Il nome Sumeri viene dalla parola sumer, che significa «terra coltivata». Il re metteva la sua firma per mezzo di un cilindro inciso fatto scorrere sull argilla fresca. Il governo Gudea, re di Lagash. All inizio il governo della città-stato era affidato al gran sacerdote (l En), che era il rappresentante in terra del dio protettore della città. Quando governare diventò troppo difficile per un solo uomo, all En si affiancò il re. Egli comandava l esercito e amministrava la giustizia, mentre i sacerdoti continuavano a occuparsi delle questioni religiose. A fianco del tempio comparve così il palazzo reale, simbolo del potere del sovrano, e in città si costruirono monumenti per celebrarne la grandezza. ora imparo Colora sulla linea del tempo il periodo corrispondente allo sviluppo della civiltà dei Sumeri. Poi controlla a pagina 12 se hai lavorato correttamente a.c a.c a.c a.c. Nascita di Cristo

14 SOCIETÀ La società sumera La società sumera era divisa in quattro grandi gruppi. Schiavi Gli schiavi erano per lo più prigionieri di guerra; anche i cittadini che non pagavano i loro debiti, però, potevano perdere la libertà. Contadini e allevatori Lavoravano per il tempio o per il re. Erano ricompensati con cibo e vestiti e vivevano fuori dalla città. Pur non essendo schiavi, appartenevano al padrone della terra. Quello che producevano veniva consegnato alle autorità. Sacerdoti, amministratori pubblici, scribi, alti ufficiali dell esercito Non dovevano pagare tasse, ma offrivano dei doni al re o al gran sacerdote per ottenere la loro amicizia. Erano istruiti e spesso conoscevano la scrittura e il calcolo. qualcosa in più Lo scriba era la persona specializzata nell uso della scrittura. La sua preparazione avveniva fin dall infanzia nella scuola del tempio. Era una scuola molto impegnativa e costosa e solo i figli delle famiglie più ricche avevano la possibilità di diventare scribi, acquisendo importanza e considerazione nella società. Artigiani e mercanti Erano detti «uomini liberi», perché potevano vendere liberamente ciò che producevano. Gli artigiani esercitavano diverse attività; i mercanti venivano stimati, perché erano i soli in grado di far arrivare alle città materie prime e merci necessarie alla vita quotidiana. Tutti pagavano pesanti tasse. 15

15 SOCIETÀ Nasce la città I Sumeri si dedicavano principalmente alla coltivazione dei campi. Gli eventi naturali, come un periodo di siccità o una tempesta di sabbia, però, potevano distruggere inaspettatamente i loro raccolti. Gli uomini e le donne che lavoravano la terra pensavano che questi fenomeni fossero provocati dalle divinità che volevano punire gli uomini. Così, inizialmente, dedicarono loro piccoli templi in mezzo ai campi, dove pregare e portare le offerte per chiedere aiuto e benevolenza. A mano a mano che i villaggi crescevano, anche i templi divennero più grandi e furono costruiti su basi di mattoni per essere protetti dalle inondazioni. I templi si chiamavano ziggurat. Intorno alle ziggurat sorsero le abitazioni per i sacerdoti, i magazzini dove raccogliere le offerte dei fedeli, le case e le botteghe di artigiani e commercianti. Nacque così la cittàtempio, circondata da robuste mura che la proteggevano dai nemici. La città apparteneva al dio ed era governata in suo nome dai sacerdoti. ora imparo LE CIVILTÀ DELLA MESOPOTAMIA 16 Dopo aver letto il testo, immagina di essere un contadino che ha perso la casa a causa di una tempesta di sabbia. Che cosa faresti? Numera da 1 a 5 e rispondi. Recupero materiali riutilizzabili. Ringrazio gli dei per essere salvo. Cerco i miei familiari. Vado al tempio con dei doni. Chiedo al dio di proteggermi per il futuro. A chi consegneresti le offerte? vai all atlante, PP. 6-7

I SUMERI - ALLEVAMENTO: ALLEVAVANO PECORE, CAPRE, MAIALI, ASINI E BUOI. - ARTIGIANATO: COSTRUIVANO OGGETTI PER LA VITA DI TUTTI I GIORNI, COME VASI.

I SUMERI - ALLEVAMENTO: ALLEVAVANO PECORE, CAPRE, MAIALI, ASINI E BUOI. - ARTIGIANATO: COSTRUIVANO OGGETTI PER LA VITA DI TUTTI I GIORNI, COME VASI. I SUMERI CIRCA 6000 ANNI FA UNA POPOLAZIONE CHE VIVEVA SULLE MONTAGNE A NORD DELLA MESOPOTAMIA SI SPOSTÒ VERSO SUD, DOVE SI TROVAVANO LE PIANURE. IN QUESTI NUOVI TERRITORI, QUESTE PERSONE COSTRUIRONO CANALI

Dettagli

Le prime civiltà La Mezzaluna fertile

Le prime civiltà La Mezzaluna fertile Le prime civiltà La Mezzaluna fertile Le prime civiltà si svilupparono lungo i fiumi Individuiamo dov è la Mezzaluna fertile - 1 Individuiamo dov è la Mezzaluna fertile - 2 Individuiamo dov è la Mezzaluna

Dettagli

Il lavoro dello storico

Il lavoro dello storico Il lavoro dello storico Le fonti storiche Consolidare il concetto di fonte. Saper riconoscere diversi tipi di fonte. Formulare domande e ipotesi di spiegazione a partire da dati e informazioni. pp. 10-11

Dettagli

GLI ETRUSCHI L ETRURIA AVEVA:

GLI ETRUSCHI L ETRURIA AVEVA: GLI ETRUSCHI LA CIVILTÀ ETRUSCA SI SVILUPPÒ VERSO L 800 A.C. IN ETRURIA. L ETRURIA ERA UNA ZONA TRA IL FIUME ARNO E IL FIUME TEVERE UNA CITTÀ IMPORTANTE DELL ETRURIA ERA POPULONIA GLI ETRUSCHI OCCUPAVANO

Dettagli

DAL VILLAGGIO ALLA CITTÀ TESTO SEMPLIFICATO dal brano pag sussidiario Biribò classe III Elmedi

DAL VILLAGGIO ALLA CITTÀ TESTO SEMPLIFICATO dal brano pag sussidiario Biribò classe III Elmedi DAL VILLAGGIO ALLA CITTÀ TESTO SEMPLIFICATO dal brano pag. 44-45 sussidiario Biribò classe III Elmedi Per alunni di scuola primaria ad un livello A2 di competenza linguistica. Riesce a comprendere frasi

Dettagli

Un riassunto del primo incontro, con qualche domanda (facile )

Un riassunto del primo incontro, con qualche domanda (facile ) L età del Bronzo oltre le terramare percorso per le classi quarte della scuola primaria Un riassunto del primo incontro, con qualche domanda (facile ) il mio nome classe Quando? Quando che cosa? Beh, quando

Dettagli

Obiettivo formativo: Orientarsi e collocare nello spazio e nel tempo fatti ed eventi. 3.Storia

Obiettivo formativo: Orientarsi e collocare nello spazio e nel tempo fatti ed eventi. 3.Storia Obiettivo formativo: Orientarsi e collocare nello spazio e nel tempo fatti ed eventi. 3.Storia Le fonti La preistoria La linea del tempo Dal lavoro dello storico a tutte le civiltà della mesopotamia Le

Dettagli

Certo chi si avventurava per le vie delle grandi città-stato

Certo chi si avventurava per le vie delle grandi città-stato I palazzi e i templi nelle città stato mesopotamiche Certo chi si avventurava per le vie delle grandi città-stato di Lagash o di Uruk non poteva godere di un grande spettacolo. La mancanza di pietra da

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE STORIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE STORIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE STORIA CLASSE PRIMA Orientarsi e collocare nel tempo fatti ed eventi. Conoscere e utilizzare i nessi temporali Utilizzare la successione lineare: prima, e la ciclicità deigiorni

Dettagli

Dal Neolitico all Età del Bronzo - Tavola sinottica

Dal Neolitico all Età del Bronzo - Tavola sinottica Dal Neolitico all Età del Bronzo - Tavola sinottica Età Neolitica (IX-IV/III millennio a.c.) Nascita dell agricoltura e dei primi villaggi stanziali (IX- VIII millennio a. C.) Nascita della civiltà urbana

Dettagli

I Babilonesi, gli Ittiti e gli Assiri

I Babilonesi, gli Ittiti e gli Assiri I Babilonesi, gli Ittiti e gli Assiri Alla fine del terzo millennio a.c., il popolo nomade dei Babilonesi iniziò a occupare la Mesopotamia per poi conquistarla interamente. Fondarono un unico grande regno

Dettagli

CURRICOLO DI STORIA CLASSE I

CURRICOLO DI STORIA CLASSE I CURRICOLO DI STORIA CLASSE I dall analisi di vari tipi di fonti. Stabilire relazioni tra i fatti storici. 1) Percepire le diverse temporalità. 2) Confrontare il passato con il presente. 1) Sperimentare

Dettagli

I Babilonesi. amorrei. Babilonia. Marduk. 1146 a.c. 2000 a.c. Hammurabi. codice di Hammurabi. cultura tecnico scientifica dei sumeri

I Babilonesi. amorrei. Babilonia. Marduk. 1146 a.c. 2000 a.c. Hammurabi. codice di Hammurabi. cultura tecnico scientifica dei sumeri I Babilonesi amorrei Babilonia 2000 a.c. Hammurabi Marduk assiri 1146 a.c. cultura tecnico scientifica dei sumeri codice di Hammurabi prosperità economica ingegneria idraulica classi liberi semiliberi

Dettagli

CURRICOLO STORIA CLASSE PRIMA

CURRICOLO STORIA CLASSE PRIMA CURRICOLO STORIA CLASSE PRIMA SPAZIO E NEL TEMPO COGLIERE LA SUCCESSIONE CRONOLOGICA - Riconoscere nel tempo la successione degli avvenimenti e riordinarli. COGLIERE LA SUCCESSIONE CICLICA E LA PERIODIZZAZIONE

Dettagli

LE CIVILTA' DELLA MESOPOTAMIA

LE CIVILTA' DELLA MESOPOTAMIA LE CIVILTA' DELLA MESOPOTAMIA I SUMERI, I BABILONESI, GLI ASSIRI sono vissuti circa 6.000 anni fa in MESOPOTAMIA. La MESOPOTAMIA è una zona del MEDIO ORIENTE. I SUMERI, I BABILONESI, GLI ASSIRI, erano

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI POZZUOLO MARTESANA CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Indicatori Competenze Abilità Conoscenze

ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI POZZUOLO MARTESANA CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Indicatori Competenze Abilità Conoscenze ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI POZZUOLO MARTESANA CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Indicatori Competenze Abilità Conoscenze 1. Riconosce elementi significativi del suo passato e del suo

Dettagli

I.C. MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONI ISTITUTO STORIA

I.C. MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONI ISTITUTO STORIA I.C. MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONI ISTITUTO STORIA DISCIPLINA : STORIA Classe Prima O.F. Riconoscere e utilizzare categorie di durata per la successione di azioni e situazioni Categorie di durata: supporto

Dettagli

STORIA OTTOBRE.

STORIA OTTOBRE. geografiche del civiltà dell antico oriente e sa costruire un quadro di - Comprendere perché le prime civiltà si svilupparono lungo i fiumi. ambientali della Mesopotamia e le sue risorse. - Conoscere le

Dettagli

I BABILONESI I BABILONESI ARRIVANO A BABILONIA

I BABILONESI I BABILONESI ARRIVANO A BABILONIA I BABILONESI I BABILONESI ARRIVANO A BABILONIA IN MESOPOTAMIA C'ERANO I SUMERI. IL SUO TERRITORIO ERA FERTILE E PER QUESTO ATTIRAVA I POPOLI VICINI. VERSO IL 2000 A.C. ARRIVO IN MESOPOTAMIA UN NUOVO POPOLO

Dettagli

LE PRIME CIVILTA. A cura di ANNA CARMELITANO SI SVILUPPARONO. Vicino ai FIUMI TIGRI, EUFRATE NILO INDO GIALLO VISSERO VISSERO VISSERO VISSERO

LE PRIME CIVILTA. A cura di ANNA CARMELITANO SI SVILUPPARONO. Vicino ai FIUMI TIGRI, EUFRATE NILO INDO GIALLO VISSERO VISSERO VISSERO VISSERO A cura di ANNA CARMELITANO LE PRIME CIVILTA SI SVILUPPARONO Vicino ai FIUMI TIGRI, EUFRATE NILO INDO GIALLO VISSERO VISSERO VISSERO VISSERO I SUMERI, GLI EGIZI GLI INDIANI I CINESI I BABILONESI GLI ASSIRI

Dettagli

ISTITUTO: Liceo Classico CLASSE: I MATERIA: Geostoria

ISTITUTO: Liceo Classico CLASSE: I MATERIA: Geostoria ISTITUTO: Liceo Classico CLASSE: I MATERIA: Geostoria Modulo n 1 Dalla Preistoria alla storia delle prime civiltà U.D. 1 Introduzione alla storia - La scansione cronologica del tempo: millenni, secoli

Dettagli

21 aprile del 753 fu fondata Roma (Romolo) XXXVI c.a XXI XX XIX XVIII XVII XVI XV XIV XIII XII XI X IX VIII VII VI V VI III II I. a. C.

21 aprile del 753 fu fondata Roma (Romolo) XXXVI c.a XXI XX XIX XVIII XVII XVI XV XIV XIII XII XI X IX VIII VII VI V VI III II I. a. C. Invenzione Ruota (Sumeri 3500c.a.) Nascita scrittura (3100c.a.) Sancisce il passaggio dalla preistoria alla storia 1600 Invenzione Alfabeto Moderno 21 aprile del 753 fu fondata Roma (Romolo) 670 Scoperta

Dettagli

scaricato da www.risorsedidattiche.net

scaricato da www.risorsedidattiche.net Nel terzo millennio a.c. gli Amorrei, pastori nomadi della Siria, giunsero in Mesopotamia e occuparono Babilonia. In un primo tempo si integrarono con le popolazioni locali, poi, quando i Sumeri si indebolirono,

Dettagli

Ordinare cronologicamente una serie di avvenimenti vissuti e saperli collocare su una linea del tempo. Intuire e comprendere il concetto di ciclicità

Ordinare cronologicamente una serie di avvenimenti vissuti e saperli collocare su una linea del tempo. Intuire e comprendere il concetto di ciclicità Ordine di scuola L alunno riferisce esperienze e fatti usando adeguati connettivi temporali L alunno organizza fatti ed eventi rappresentandoli su una linea del tempo Abilità Ordinare cronologicamente

Dettagli

Verifica Storia 1. RICOSTRUISCI LA FRASE USANDO LE PAROLE DATE: SCRITTE - MATERIALI STORICO - LE FONTI - ORALI

Verifica Storia 1. RICOSTRUISCI LA FRASE USANDO LE PAROLE DATE: SCRITTE - MATERIALI STORICO - LE FONTI - ORALI Verifica Storia 1. RICOSTRUISCI LA FRASE USANDO LE PAROLE DATE: SCRITTE - MATERIALI STORICO - LE FONTI - ORALI Lo è lo studioso del passato dei gruppi umani e li atudia attraverso., cioè le tracce del

Dettagli

Anno Scolastico 2014/2015 Liceo Linguistico e Scient. Statale Principe Umberto di Savoia Catania. Programma di GEO-STORIA

Anno Scolastico 2014/2015 Liceo Linguistico e Scient. Statale Principe Umberto di Savoia Catania. Programma di GEO-STORIA Anno Scolastico 2014/2015 Liceo Linguistico e Scient. Statale Principe Umberto di Savoia Catania Classe II sez. A / L Programma di GEO-STORIA Libro di testo Fabio Cioffi, Alberto Cristofori, CORREVA L

Dettagli

Adattamento del testo di studio. Dott.ssa Rita Agnolet

Adattamento del testo di studio. Dott.ssa Rita Agnolet Adattamento del testo di studio Dott.ssa Rita Agnolet Analisi degli elementi principali del testo ( compito dell insegnante) Idea principale Concetti chiave Analisi degli elementi di rilevanza mnestica

Dettagli

Gli Etruschi. Mondadori Education

Gli Etruschi. Mondadori Education Gli Etruschi La civiltà etrusca si è sviluppata in Etruria, un territorio ricco di risorse situato nell Italia centrale, tra il fiume Tevere e il fiume Arno. In questa zona si trovavano pianure costiere

Dettagli

Visita al Centro Storico Archeologico di Sammardenchia

Visita al Centro Storico Archeologico di Sammardenchia Visita al Centro Storico Archeologico di Sammardenchia Prima di cominciare Questa presentazione è il resoconto della visita al museo archeologico di Sammardenchia, Liza lo racconta in LIS nel video che

Dettagli

IL NILO FONTE DI VITA

IL NILO FONTE DI VITA Storia Classe quarta Scheda 1 Leggi i seguenti testi. IL NILO FONTE DI VITA a. La terra senza pioggia dipendeva completamente dal Nilo. Negli anni normali l inondazione saliva da giugno a ottobre per poi

Dettagli

Programmazione curricolare di Istituto

Programmazione curricolare di Istituto SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA Competenza 1 A ORIENTARSI NELLO SPAZIO E NEL TEMPO Competenza 1 B STABILIRE RELAZIONI DI CAUSA ED EFFETTO TRA FATTI STORICI ED AMBIENTE a. Utilizzare correttamente gli indicatori

Dettagli

Programmazione curricolare di Istituto

Programmazione curricolare di Istituto SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA Competenza 1 ORIENTARSI NELLO SPAZIO E NEL TEMPO a. Utilizzare correttamente gli indicatori temporali di successione, contemporaneità e durata per ricostruire le sequenze

Dettagli

GLI STRUMENTI DELLA STORIA

GLI STRUMENTI DELLA STORIA GLI STRUMENTI DELLA STORIA Che cos è la storia La storia (dal greco historìa, indagine) è la disciplina che studia il passato utilizzando delle fonti, cioè un insieme di documenti, oggetti, manufatti che

Dettagli

Gli Egizi. Mondadori Education

Gli Egizi. Mondadori Education Gli Egizi A partire dal 3600 a.c. la civiltà egizia si sviluppò per circa tre millenni. Vi fu prima l Antico Regno, in cui il re Menes riunì tutte le tribù in un unico grande regno e ne divenne il faraone,

Dettagli

LA CHIESA IN EUROPA TRA IL 400 E IL E' l'insieme di tutte le persone che credono in Gesù Cristo. Capi dei Sacerdoti di un grande territorio

LA CHIESA IN EUROPA TRA IL 400 E IL E' l'insieme di tutte le persone che credono in Gesù Cristo. Capi dei Sacerdoti di un grande territorio LA CHIESA IN EUROPA TRA IL 400 E IL 1000 In questi anni la vita delle persone è difficile nelle terre che sono state dell'impero Romano. Perché la vita è difficile? C'è la guerra, perché i barbari entrano

Dettagli

LA TIPICA CITTÀ SUMERA

LA TIPICA CITTÀ SUMERA LA TIPICA CITTÀ SUMERA OSSERVA BENE QUESTA IMMAGINE, POI LEGGI/ASCOLTA IL TESTO. ALLA FINE RISPONDI ALLE DOMANDE DI COMPRENSIONE (Fonte: maestramary.altervista.org/storia/una-citta-sumera.pdf) LE CITTÀ

Dettagli

Carlo Magno, il Sacro romano impero e il feudalesimo

Carlo Magno, il Sacro romano impero e il feudalesimo la nostra proposta didattica del mese Unità di apprendimento semplificata con glossario, schemi ed esercizi che facilitano l apprendimento A cura di Emma Mapelli Carlo Magno, il Sacro romano impero e il

Dettagli

Un importante scoper ta per l uomo della Preistoria fu

Un importante scoper ta per l uomo della Preistoria fu LA PREISTORIA.5 La scoperta del fuoco Un importante scoper ta per l uomo della Preistoria fu quella del fuoco. Una volta che imparò ad accenderlo e a mantenerlo acceso, egli riuscì a risolvere diversi

Dettagli

STORIA - CLASSE PRIMA Scuola Primaria

STORIA - CLASSE PRIMA Scuola Primaria ISTITUTO MARIA CONSOLATRICE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO VERTICALE DI STORIA A.S. 2014/2015 1 STORIA - CLASSE PRIMA Scuola Primaria COMPETENZE ABILITÁ CONOSCENZE Riconoscere relazioni di successione, contemporaneità,

Dettagli

PROCESSO DI TRASFORMAZIONE Dall Impero Romano al suo apogeo (II sec. d. C.) al Sacro Romano Impero (IX sec. d. C.)

PROCESSO DI TRASFORMAZIONE Dall Impero Romano al suo apogeo (II sec. d. C.) al Sacro Romano Impero (IX sec. d. C.) PROCESSO DI TRASFORMAZIONE Dall Impero Romano al suo apogeo (II sec. d. C.) al Sacro Romano Impero (IX sec. d. C.) Indicatori per la tabella di confronto tra i due imperi e pagine del manuale in cui si

Dettagli

III CIRCOLO DI BRESCIA CURRICOLO DI SCUOLA A.S. 2007/08

III CIRCOLO DI BRESCIA CURRICOLO DI SCUOLA A.S. 2007/08 STORIA - CLASSE PRIMA L alunno sa orientarsi nel tempo, ponendo in successione cronologica eventi legati al vissuto. Conosce le scansioni temporali codificate (parti del giorno, giorni della settimana,

Dettagli

CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO PASSIRANO-PADERNO. Revisione Curricolo di Istituto a.s

CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO PASSIRANO-PADERNO. Revisione Curricolo di Istituto a.s ISTITUTO COMPRENSIVO PASSIRANO-PADERNO CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA Revisione Curricolo di Istituto a.s. 2014-2015 Curricolo suddiviso in obiettivi didattici, nuclei tematici e anni scolastici sulla

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA AURELIO SAFFI

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA AURELIO SAFFI ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA AURELIO SAFFI Via del Mezzetta, 15-50135 FIRENZE - tel. 055-666383 - 677142 - fax 055-670597 email: istitutoalberghierosaffi@virgilio.it

Dettagli

L IMPERO ROMANO DOPO LA MORTE DI CESARE, IL POTERE PASSÒ A SUO NIPOTE OTTAVIANO. NEL 27 A.C. IL SENATO LO NOMINÒ AUGUSTO, CIOÈ DEGNO DI ONORE.

L IMPERO ROMANO DOPO LA MORTE DI CESARE, IL POTERE PASSÒ A SUO NIPOTE OTTAVIANO. NEL 27 A.C. IL SENATO LO NOMINÒ AUGUSTO, CIOÈ DEGNO DI ONORE. L IMPERO ROMANO DOPO LA MORTE DI CESARE, IL POTERE PASSÒ A SUO NIPOTE OTTAVIANO. EGLI CONCENTRÒ TUTTI I POTERI NELLE SUE MANI. NEL 27 A.C. IL SENATO LO NOMINÒ AUGUSTO, CIOÈ DEGNO DI ONORE. COSÌ... FINIVA

Dettagli

MUSEO ARCHEOLOGICO DEL FINALE. Laboratori Didattici di Archeologia Sperimentale

MUSEO ARCHEOLOGICO DEL FINALE. Laboratori Didattici di Archeologia Sperimentale MUSEO ARCHEOLOGICO DEL FINALE Laboratori Didattici di Archeologia Sperimentale Storia della scrittura: dallo Scriba all Amanuense PRIMA DELLA SCRITTURA Circa 38.000 anni fa, durante le prime fasi del Paleolitico

Dettagli

OBIETTIVO GENERALE: promuovere la conoscenza degli elementi significativi del trascorrere del tempo cogliendone le trasformazioni

OBIETTIVO GENERALE: promuovere la conoscenza degli elementi significativi del trascorrere del tempo cogliendone le trasformazioni CURRICOLO DI STORIA CLASSE PRIMA OBIETTIVO GENERALE: promuovere la conoscenza degli elementi significativi del trascorrere del tempo cogliendone le trasformazioni Sa cogliere il concetto di tempo cronologico,

Dettagli

MODULO DI STORIA LA CIVILTÀ DEI CINESI IN EPOCA HAN

MODULO DI STORIA LA CIVILTÀ DEI CINESI IN EPOCA HAN MODULO DI STORIA LA CIVILTÀ DEI CINESI IN EPOCA HAN Destinatari: gruppo di studenti di scuola primaria, classe V. Livello: intermedio. Destinatari: gruppo di studenti di scuola secondaria I grado, classi

Dettagli

CIVILTA MESOPOTAMICHE

CIVILTA MESOPOTAMICHE CIVILTA MESOPOTAMICHE MESOPOTAMIA 3000-400 a.c. i regni dell antico Oriente 3200-2350 2350 a.c. città-stato dei Sumeri 2200-1700 a.c. regno dei Babilonesi 900-600 a.c. Assiro-babilonesi e Assiri X-V V

Dettagli

Etruschi. I pavoni della Dea Era

Etruschi. I pavoni della Dea Era Etruschi I pavoni della Dea Era Placido Aurilio ETRUSCHI I pavoni della Dea Era Saggio www. booksprintedizioni.it Copyright 2015 Placido Aurilio Tutti i diritti riservati Alla mia nipotina EMMA MARIA,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE RELIGIONE CLASSI PRIME, SECONDE, TERZE, QUARTE, ANNO SCOLASTICO 2015/2016

PROGRAMMAZIONE RELIGIONE CLASSI PRIME, SECONDE, TERZE, QUARTE, ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE RELIGIONE CLASSI PRIME, SECONDE, TERZE, QUARTE, ANNO SCOLASTICO 2015/2016 INDICATORI CLASSI PRIME, SECONDE, TERZE, QUARTE, QUINTE. Conoscere espressioni, documenti, in particolare la Bibbia

Dettagli

IIS LICEO NICCOLO MACHIAVELLI ROMA PROGRAMMA DI GEO-STORIA CLASSE I LICEO LINGUISTICO SEZ. F A.S

IIS LICEO NICCOLO MACHIAVELLI ROMA PROGRAMMA DI GEO-STORIA CLASSE I LICEO LINGUISTICO SEZ. F A.S IIS LICEO NICCOLO MACHIAVELLI ROMA PROGRAMMA DI GEO-STORIA CLASSE I LICEO LINGUISTICO SEZ. F A.S. 2016-2017 Prof.ssa Zanzarri Paola CONTENUTI: Modulo 1 Che cos è la storia? Il tempo Lo spazio Le fonti

Dettagli

Le origini Via Reale di Persia Via della Seta La destinazione finale della seta era Roma

Le origini Via Reale di Persia Via della Seta La destinazione finale della seta era Roma Le origini Ai tempi di Erodoto (circa 475 a.c.), uno dei più importanti storici greci, il tratto orientale di quella che veniva chiamata Via Reale di Persia, coincideva con quella che poi diverrà uno dei

Dettagli

CIAO MI PRESENTO: IO SONO UN FIUME, SONO UN CORSO D ACQUA DOLCE. NASCO IN MONTAGNA E SCENDO GIU FINO AL MARE.

CIAO MI PRESENTO: IO SONO UN FIUME, SONO UN CORSO D ACQUA DOLCE. NASCO IN MONTAGNA E SCENDO GIU FINO AL MARE. CIAO MI PRESENTO: IO SONO UN FIUME, SONO UN CORSO D ACQUA DOLCE. NASCO IN MONTAGNA E SCENDO GIU FINO AL MARE. I FIUMI COME ME NASCONO DALL ACQUA DEI GHIACCIAI CHE SI SCIOGLIE MA ANCHE DALLA PIOGGIA. APPENA

Dettagli

CASTELFRANCO MUSEI UN MUSEO PER LA SCUOLA PROPOSTE DIDATTICHE PER L ANNO SCOLASTICO

CASTELFRANCO MUSEI UN MUSEO PER LA SCUOLA PROPOSTE DIDATTICHE PER L ANNO SCOLASTICO CASTELFRANCO MUSEI UN MUSEO PER LA SCUOLA PROPOSTE DIDATTICHE PER L ANNO SCOLASTICO 2016-2017 Per l anno scolastico 2016-2017 i musei del Comune di Castelfranco di Sotto propongono una serie diversificata

Dettagli

DISCIPLINA: STORIA CLASSE: PRIMA ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI, USO DEI DOCUMENTI, STRUMENTI CONCETTUALI E CONOSCENZE, PRODUZIONE

DISCIPLINA: STORIA CLASSE: PRIMA ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI, USO DEI DOCUMENTI, STRUMENTI CONCETTUALI E CONOSCENZE, PRODUZIONE DISCIPLINA: STORIA CLASSE: PRIMA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE l'alunno conosce e usa alcuni indicatori temporali; riconosce relazioni di successione, di contemporaneità, cicli temporali, in esperienze

Dettagli

LA PREISTORIA 1. L'EVOLUZIONE DELL'UOMO COME TUTTI GLI ANIMALI E I VEGETALI ANCHE L'UOMO SI È EVOLUTO.

LA PREISTORIA 1. L'EVOLUZIONE DELL'UOMO COME TUTTI GLI ANIMALI E I VEGETALI ANCHE L'UOMO SI È EVOLUTO. Ausilioteca del Comune di Firenze - Piattaforma didattica "Facilefacile" - www.ausiliotecafirenze.org/facilefacile LA PREISTORIA 1. L'EVOLUZIONE DELL'UOMO COME TUTTI GLI ANIMALI E I VEGETALI ANCHE L'UOMO

Dettagli

La preistoria. La preistoria

La preistoria. La preistoria 1 Definizione e periodi Preistoria 2,5 milioni di anni: comparsa dell uomo 3 000 a.c.: invenzione della scrittura in Mesopotamia Storiografia ottocentesca senza documenti scritti non c è storia senza scrittura

Dettagli

Tanti tempi, una storia

Tanti tempi, una storia Tanti tempi, una storia Antonio Brancati Trebi Pagliarani RCS LIBRI EDUCATION SPA libri per sperimentare La Nuova Italia Coordinamento editoriale: Francesca Magazzini Coordinamento redazionale: Daniela

Dettagli

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO MINEO A.S CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA D APPRENDIMENTO

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO MINEO A.S CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA D APPRENDIMENTO ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO MINEO A.S. 2016-2017 CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA INDICATORI OBIETTIVI D APPRENDIMENTO UNITÀ D APPRENDIMENTO A USO DI FONTI A.1. Produrre informazioni

Dettagli

EBLA. Nuovi orizzonti della storia

EBLA. Nuovi orizzonti della storia EBLA Nuovi orizzonti della storia Istituto Universitario Architettura Venezia STUR AS SY 2 Servizio Blbllograflco Audiovisivo e di Documentazione C..f I 2~9 2. ~ Giovanni Pettinato EBLA NUOVI ORIZZONTI

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO FEDERICO II DI SVEVIA MELFI (PZ) PROGRAMMADI STORIA E GEOGRAFIA

LICEO SCIENTIFICO FEDERICO II DI SVEVIA MELFI (PZ) PROGRAMMADI STORIA E GEOGRAFIA LICEO SCIENTIFICO FEDERICO II DI SVEVIA MELFI (PZ) PROGRAMMADI STORIA E GEOGRAFIA Classe I Sez.B Anno Scolastico 2013-2014 STORIA L ETA PREISTORICA (Modulo) I U.D. Origini ed evoluzione dell uomo II U.D.

Dettagli

METODO E STRUMENTI RACCORDI INTERDISCIPLINARI

METODO E STRUMENTI RACCORDI INTERDISCIPLINARI METODO E STRUMENTI Le indicazioni metodologiche tengono conto degli aspetti specifici della disciplina e della necessità di superare un insegnamento meramente trasmissivo. Le prime attività di ricostruzione

Dettagli

L età di Giulio Cesare

L età di Giulio Cesare Unità di apprendimento semplificata A cura di Emma Mapelli 1 Osserva gli schemi. Puoi usare il vocabolario, se vuoi. schema 1 Date, parole importanti, numeri romani Anno 0 nascita di Cristo Console ha

Dettagli

L età del Bronzo oltre le terramare percorso per le classi quarte della scuola primaria

L età del Bronzo oltre le terramare percorso per le classi quarte della scuola primaria L età del Bronzo oltre le terramare percorso per le classi quarte della scuola primaria SINTESI DEL PRIMO INCONTRO L Età del Bronzo, analizzata l anno scorso nella sua espressione più caratteristica del

Dettagli

Scheda di presentazione

Scheda di presentazione Scheda di presentazione TITOLO: La preistoria e la città BREVE DESCRIZIONE DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO: in questa unità di apprendimento si vuole trattare lo studio della nascita delle città nel contesto

Dettagli

I.S.I.I. ISTITUTO SUPERIORE D ISTRUZIONE INDUSTRIALE G. Marconi - Piacenza PROGRAMMA DI STORIA

I.S.I.I. ISTITUTO SUPERIORE D ISTRUZIONE INDUSTRIALE G. Marconi - Piacenza PROGRAMMA DI STORIA I.S.I.I. ISTITUTO SUPERIORE D ISTRUZIONE INDUSTRIALE G. Marconi - Piacenza ANNO SCOLASTICO 2016-2017 CLASSE: 1ª N Meccanica DOCENTE: Prof. Giuseppe Proiti PROGRAMMA DI STORIA - Testo in uso: G. Gentile

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DI STORIA CLASSE PRIMA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DI STORIA CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA competenze al termine della classe I Usa fonti per produrre informazioni sulle esperienze vissute. Individuare le tracce e usarle come fonti per ricavare conoscenze sul passato personale,

Dettagli

I POPOLI BARBARI barbari i popoli barbari non conoscevano la scrittura non avevano leggi scritte abitavano in villaggi di capanne

I POPOLI BARBARI barbari i popoli barbari non conoscevano la scrittura non avevano leggi scritte abitavano in villaggi di capanne I POPOLI BARBARI I Romani chiamavano barbari tutti quei popoli che abitavano al di fuori dell Impero romano e che non appartenevano alla loro civiltà. Intorno al 300-400 d.c. i popoli barbari erano ancora

Dettagli

I Fenici. Mondadori Education

I Fenici. Mondadori Education I Fenici La civiltà fenicia si sviluppò sulle coste orientali del Mar Mediterraneo, in un territorio stretto e montuoso affacciato sul mare. Dalle foreste che lo ricoprivano i Fenici ricavavano molto legname

Dettagli

QUANDO NASCE IL PRIMO RACCONTO DELLA CREAZIONE?

QUANDO NASCE IL PRIMO RACCONTO DELLA CREAZIONE? QUANDO NASCE IL PRIMO RACCONTO DELLA CREAZIONE? Nel racconto del primo capitolo della Genesi (Gen 1-2,4a) il creatore del mondo non è una divinità pagana ma il Dio d Israele. Egli è il Dio di Abramo, di

Dettagli

Proposta di lavoro elaborata da:

Proposta di lavoro elaborata da: Proposta di lavoro elaborata da: STRAFFALACI ANGELA MARIA TITOLO : Il riso, grano dell Estremo Oriente. I. Il riso è stato per millenni il cibo principale delle popolazioni indiane e cinesi; poi si è diffuso

Dettagli

GLI IMPERATORI ROMANI DOPO AUGUSTO

GLI IMPERATORI ROMANI DOPO AUGUSTO GLI IMPERATORI ROMANI DOPO AUGUSTO TIBERIO (dal 14 al 37 d.c.) continuò l opera di Augusto. Cercò di far migliorare l agricoltura e mise l esercito di guardia al confine dell Impero Romano. NERONE (dal

Dettagli

Un po di storia del sistema di numerazione

Un po di storia del sistema di numerazione Un po di storia del sistema di numerazione 5 10 15 20 25 30 Chi ha introdotto il nostro sistema di numerazione? Spesso le cifre che usiamo vengono chiamate cifre arabe. Effettivamente gli Europei hanno

Dettagli

L espansione di Roma in Italia e nel Mediterraneo

L espansione di Roma in Italia e nel Mediterraneo Unità di apprendimento semplificata A cura di Emma Mapelli L espansione di Roma in Italia e nel Mediterraneo 1 Osserva lo schema. Puoi usare il vocabolario, se vuoi. schema 1 Date, parole importanti, numeri

Dettagli

ECONOMIA-MONDO e TRATTA DEGLI SCHIAVI

ECONOMIA-MONDO e TRATTA DEGLI SCHIAVI Schema di appoggio e sintesi del Cap. 10 ECONOMIA-MONDO e TRATTA DEGLI SCHIAVI Dal XV (15 ) al XVII (17 ) secolo le navi europee continuano a viaggiare tra l Europa e gli altri continenti. A Ovest la Spagna

Dettagli

La nascita del pensiero scientifico. Talete, Pitagora, Euclide

La nascita del pensiero scientifico. Talete, Pitagora, Euclide La nascita del pensiero scientifico Talete, Pitagora, Euclide Con la scoperta del numero e l invenzione della scrittura inizia il cammino dell uomo verso la comprensione delle leggi che governano il mondo.

Dettagli

I.I.S. G. Veronese G. Marconi Chioggia (VE)

I.I.S. G. Veronese G. Marconi Chioggia (VE) I.I.S. G. Veronese G. Marconi Chioggia (VE) PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO A. S. 2016/2017 DOCENTE: PEPE ALESSANDRO - CLASSE: 1^ - SEZIONE: D SCIENZE APPLICATE - DISCIPLINA: GEOSTORIA LIBRO DI TESTO: Zanette,

Dettagli

VERIFICA FINALE ITALIANO A.S. 2016/2017 ALUNNO... CL.IV PUNTEGGIO.

VERIFICA FINALE ITALIANO A.S. 2016/2017 ALUNNO... CL.IV PUNTEGGIO. VERIFICA FINALE ITALIANO A.S. 2016/2017 ALUNNO... CL.IV PUNTEGGIO. LA VITA DEI POPOLI 1 LA GRANDE MURAGLIA DELLA CINA È ALTA DAI CINQUE AI DIECI METRI ED È LUNGA 2 6000 CHILOMETRI, QUASI DIECI VOLTE IL

Dettagli

Istituto Comprensivo Noventa di Piave - Scuola Primaria G. Noventa a. s. 2014/ 15 classe 4^ A B - C

Istituto Comprensivo Noventa di Piave - Scuola Primaria G. Noventa a. s. 2014/ 15 classe 4^ A B - C Istituto Comprensivo Noventa di Piave - Scuola Primaria G. Noventa a. s. 2014/ 15 classe 4^ A B - C UNITÀ DI APPRENDIMENTO: LA MIA STORIA NELLA STORIA DELL UMANITA Competenze chiave di riferimento: Consapevolezza

Dettagli

LA CIVILTÀ DEGLI EGIZI STATO UNITARIO DELL ANTICHITÀ

LA CIVILTÀ DEGLI EGIZI STATO UNITARIO DELL ANTICHITÀ LA CIVILTÀ DEGLI EGIZI STATO UNITARIO DELL ANTICHITÀ L EGITTO DONO DEL NILO L Egitto si sviluppa lungo le sponde del fiume Nilo, da cui trae sostentamento. Tutto intorno alla striscia fertile, che costituisce

Dettagli

LE CIVILTÀ FLUVIALI. - saper organizzare le informazioni in una mappa. - saper organizzare le informazioni in una mappa

LE CIVILTÀ FLUVIALI. - saper organizzare le informazioni in una mappa. - saper organizzare le informazioni in una mappa LE CIVILTÀ FLUVIALI Introduzione allo studio sulle civiltà fluviali con materiali cartacei. 1 STEP : Lavoro di Cooperative Learning a gruppi di 3. Gruppi 1, 2, 3 Incarichi: lettore, scrittore, moderatore.

Dettagli

b) Osservare- sperimentare la contemporaneità tra più azioni

b) Osservare- sperimentare la contemporaneità tra più azioni CLASSE PRIMA Nucleo: TEMPO 1.1 Riconoscere i rapporti di a) Ordinare sequenze temporali - Prima/dopo/infine successione tra alcuni eventi. 1.2 Rilevare la contemporaneità tra b) Osservare- sperimentare

Dettagli

Verifica Oggettiva FINALE ITALIANO a.s. 2016/2017. Alunno cl.iv Punteggio./.. LA VITA DEI POPOLI

Verifica Oggettiva FINALE ITALIANO a.s. 2016/2017. Alunno cl.iv Punteggio./.. LA VITA DEI POPOLI Verifica Oggettiva FINALE ITALIANO a.s. 2016/2017 Alunno cl.iv Punteggio./.. LA VITA DEI POPOLI 1 La Grande Muraglia della Cina è alta dai cinque ai dieci metri ed è lunga 6000 chilometri, 2 quasi dieci

Dettagli

Classe IV materiali di lavoro Storia vita nel Medioevo I PROGRESSI NELL' AGRICOLTURA DURANTE IL SECONDO MEDIOEVO

Classe IV materiali di lavoro Storia vita nel Medioevo I PROGRESSI NELL' AGRICOLTURA DURANTE IL SECONDO MEDIOEVO Scheda 14 I PROGRESSI NELL' AGRICOLTURA DURANTE IL SECONDO MEDIOEVO Nei secoli dopo il 1000 si ebbero molti progressi per quanto riguarda le tecniche di coltivazione della terra. In particolare: - si ebbe

Dettagli

LA CIVILTA ROMANA. NEL 900 a.c., NEI TERRITORI DELL ITALIA CENTRALE, VICINO AL FIUME TEVERE, VIVEVANO DIVERSE TRIBU DI PASTORI E DI AGRICOLTORI.

LA CIVILTA ROMANA. NEL 900 a.c., NEI TERRITORI DELL ITALIA CENTRALE, VICINO AL FIUME TEVERE, VIVEVANO DIVERSE TRIBU DI PASTORI E DI AGRICOLTORI. NEL 900 a.c., NEI TERRITORI DELL ITALIA CENTRALE, VICINO AL FIUME TEVERE, VIVEVANO DIVERSE TRIBU DI PASTORI E DI AGRICOLTORI. QUESTI POPOLI AVEVANO COSTRUITO I LORO VILLAGGI SULLE COLLINE PERCHE LA LA

Dettagli

STORIA: PRIMO BIENNIO CLASSI 1 E 2 DELLA SCUOLA PRIMARIA

STORIA: PRIMO BIENNIO CLASSI 1 E 2 DELLA SCUOLA PRIMARIA STORIA: PRIMO BIENNIO CLASSI 1 E 2 DELLA SCUOLA PRIMARIA COMPETENZA 1 COMPRENDERE CHE LA STORIA È UN PROCESSO DI RICOSTRUZIONE DEL PASSATO AL FINE DI PERVENIRE AD UNA CONOSCENZA DI FENOMENI STORICI ED

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA competenze al termine della classe I Coglie i segni religiosi nel mondo e nell esperienza della festa e del vivere insieme come comunità cristiana. Riflette sugli elementi fondamentali della

Dettagli

L organizzazione sociale egizia. La piramide sociale Il Faraone I Faraoni più importanti Il grande impero

L organizzazione sociale egizia. La piramide sociale Il Faraone I Faraoni più importanti Il grande impero L organizzazione sociale egizia La piramide sociale Il Faraone I Faraoni più importanti Il grande impero La piramide sociale egiziana La piramide sociale egizia era molto grande perché comprendeva molte

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO EUGENIO MONTALE

ISTITUTO COMPRENSIVO EUGENIO MONTALE STORIA, CITTADINANZA E COSTITUZIONE CLASSE I SCUOLA PRIMARIA Indicatori Contenuti e attività Orientarsi e collocare nel tempo e nello spazio fatti ed eventi Conoscere, ricostruire e comprendere eventi

Dettagli

STORIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA

STORIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA TRAGUARDO PER LO SVILUPPO n. 1: L alunno conosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita. TRAGUARDO PER LO SVILUPPO n. 4: Conosce le società studiate, come quella greca e romana, e

Dettagli

LA PREISTORIA E LE PRIME CIVILTA

LA PREISTORIA E LE PRIME CIVILTA CLASSE:1^SA DOCENTE: FLAVIA RICCO ANNO: 2016/2017 LIBRO DI TESTO: SULLE TRACCE DI ERODOTO MATERIA: STORIA CASA EDITRICE: PEARSON LA PREISTORIA E LE PRIME CIVILTA CAPITOLO 1 I TEMPI DELLA PREISTORIA 1.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA PRIMO BIENNIO ABILITA CONOSCENZE OBIETTIVI FORMATIVI

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA PRIMO BIENNIO ABILITA CONOSCENZE OBIETTIVI FORMATIVI OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Applicare in modo appropriato gli indicatori temporali anche in successione UNITA DI APPRENDIMENTO ORIENTAMENTO TEMPORALE A PARTIRE DALL ESPERIENZA PERSONALE COLLOCAZIONE

Dettagli

LE ANTICHE CIVILTA PRE-ELLENICHE

LE ANTICHE CIVILTA PRE-ELLENICHE LE ANTICHE CIVILTA PRE-ELLENICHE LA PEDAGOGIA DELLE ORIGINI FONTI: Clemente Danieli «La mente e l albero» LA MEZZALUNA FERTILE 12.000-10.000 ANNI FA MEZZALUNA FERTILE, FRA IL TIGRI E L EUFRATE SI SVILUPPA

Dettagli

La civiltà della valle dell'indo. Le civiltà fluviali

La civiltà della valle dell'indo. Le civiltà fluviali La civiltà della valle dell'indo Le civiltà fluviali Mappa concettuale di orientamento del percorso storico Le societa Caratteristiche di una civiltà Quando l'uomo iniziò a capire che anche l'acqua poteva

Dettagli

RELIGIONE: PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE: PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE: PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA - RICONOSCERE CHE PER I CRISTIANI E TANTI CREDENTI IL MONDO E LA VITA SONO DONI DI DIO. - OSSERVARE CON STUPORE E MERAVIGLIA IL MONDO. - SCOPRIRE

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA E GEOGRAFIA

PROGRAMMA DI STORIA E GEOGRAFIA LICEO SCIENTIFICO TITO LUCREZIO CARO CITTADELLA Anno Scolastico 2012-2013 PROGRAMMA DI STORIA E GEOGRAFIA Classe I AL Insegnante: B. Baggio STORIA Origini dell uomo e storia dell età della pietra Il processo

Dettagli

Gaia C. E Martina. Martina, Gaia C. e Giulia B.

Gaia C. E Martina. Martina, Gaia C. e Giulia B. Anno Scolastico 2013-2014 Gaia C. E Martina Il museo virtuale ci è piaciuto tantissimo!! In particolare ci sono piaciuti i miti e poter osservare meglio i reperti delle ricche e raffinate civiltà del mar

Dettagli

Scheda di presentazione

Scheda di presentazione Scheda di presentazione TITOLO: La preistoria e l essere umano BREVE DESCRIZIONE DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO: in questa unità di apprendimento si vuole introdurre lo studente nel mondo della storia e cercare

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA STORIA Obiettivi di apprendimento

SCUOLA PRIMARIA STORIA Obiettivi di apprendimento SCUOLA PRIMARIA STORIA Obiettivi di apprendimento TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE (N.I.) 1. Organizzazione delle informazioni 2. Uso dei documenti 3. Strumenti concettuali e conoscenze 4. Produzione

Dettagli

World History all Ariosto (per ora biennio )

World History all Ariosto (per ora biennio ) World History all Ariosto (per ora biennio ) Come è fatto l Atlante l Storico Dati generali 1. Trascrivi autore/i, titolo, eventuale sottotitolo, casa editrice in Italia e quella originale, anno di pubblicazione.

Dettagli