Conegliano Valdobbiadene

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Conegliano Valdobbiadene"

Transcript

1 Conegliano Valdobbiadene Colline del Prosecco Superiore Numero 4 Dicembre 2012 Parola d ordine: sostenibilita Anno 14 - Numero 4 - Dicembre Periodico Bimestrale - Poste Italiane Spa Sped. A.P. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art. 1 comma 1 NE/TV - Contiene I.P. 50 ANNI DI CONSORZIO Le tappe fondamentali nella storia del Conegliano Valdobbiadene MERCATI ESTERI Il Superiore protagonista fra Hong Kong e Tokyo TECNICA Green e sostenibilità nelle colline del Conegliano Valdobbiadene Conciliare il consolidamento sul mercato con la tutela dell ambiente. Le prossime sfide della Denominazione raccontate dagli esperti presenti al convegno di presentazione del Rapporto 2012

2

3 BENVENUTI di innocente nardi Un impegno comune per costruire il futuro Dopo 50 anni di storia ricchi di risultati positivi, guardiamo insieme ai prossimi obiettivi della Denominazione, dalla tutela dell ambiente al miglioramento della qualità, dallo sviluppo turistico a quello dell internazionalizzazione Sono passati 50 anni da quando un gruppo di poco più di dieci produttori, decise di unirsi per realizzare un sogno: proteggere il proprio patrimonio culturale e territoriale valorizzando il prodotto simbolo, il Conegliano Valdobbiadene Prosecco. Nacque così il nostro Consorzio di Tutela e, presto, il progetto divenne quello di molti altri uomini, fino ad arrivare ai più di 3000 soci attuali. In questi cinquant anni di storia, l unione ha permesso di raggiungere risultati importanti come l ottenimento della Doc nel 1969, della Docg nel 2009, la costituzione del primo Distretto Spumantistico d Italia, l inserimento delle colline nella tentative list dei Patrimoni Unesco italiani. Vorrei dire grazie a tutte le persone che, con passione, umiltà e costanza, hanno reso grande il nostro vino rendendolo, in pochi anni, un successo mondiale. Molto è stato fatto ma tanti sono gli obiettivi ancora da raggiungere. L impegno del Consorzio di Tutela sarà lavorare con lo stesso rigore e la stessa passione, soprattutto per proteggere l ambiente ed il paesaggio, che sono la nostra prima ricchezza. Per questo il Consorzio di Tutela ha voluto da un lato avviare il progetto per il riconoscimento a Patrimonio Unesco per le nostre colline, dall altro sviluppare una crescente responsabilità per ridurre l impatto ambientale, grazie al Protocollo Viticolo e ai molti progetti sperimentali che sono stati avviati. L impegno per il miglioramento della qualità del prodotto ci vede al lavoro per il perfezionamento ed il riconoscimento del Metodo Conegliano Valdobbiadene, cui si affianca la ricerca in vigneto ed in cantina. Lo sviluppo dell enoturismo sarà il terzo obiettivo. Conoscere in prima persona la bellezza dell area, il nostro stile di vita e la nostra cultura dell accoglienza, infatti, è il modo migliore per fare capire al consumatore l unicità del nostro vino. Visitare i vigneti e scoprire quanto difficile è coltivare la vite sulle Rive è, ad esempio, un esperienza unica che aiuta operatori del settore, appassionati e giornalisti a capire il valore del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, un vino a tutti gli effetti fatto a mano. Infine, il nostro impegno sarà fare conoscere sempre più nel mondo il nostro vino come prodotto simbolo del nostro Paese, sinonimo dello stile di vita italiano. Siamo oggi una delle prime denominazioni spumantistiche a livello mondiale e l interesse per il Conegliano Valdobbiadene è crescente. Una dimostrazione è venuta, proprio in questi giorni, dalla partecipazione del nostro Consorzio alla fiera di Hong Kong e all evento Italian Wine Masters in Giappone. Tutti questi sono obiettivi certamente ambiziosi, ma va ricordato che il Consorzio è la casa di tutti i produttori e ognuno, con il proprio contributo, è determinante per raggiungere il risultato. Se lavoreremo uniti sono certo che potremo realizzare in tempi brevi quanto ci siamo prefissati.

4

5 OPINIONI Un impegno comune per costruire il futuro 3 Export, strategia vincente anni di consorzio Mezzo secolo di Conegliano Valdobbiadene 6 Promozione Segnali positivi dall'oriente 13 Eventi Il Conegliano Valdobbiadene conquista la capitale 17 Dentro il territorio Per una viticoltura sempre più sostenibile 20 Sulla strada Territorio e cultura, valori aggiunti della denominazione 27 La parola all'esperto Enoteche: la comunicazione è fondamentale 33 Internet Vini & domini: come riappropriarsi dell identità virtuale 35 Rubriche Parlano della DOCG 38 News 41 Mappa della zona DOCG 43 Numero 4 - Dicembre 2012 Proprietario CONSORZIO TUTELA VINO CONEGLIANO VALDOBBIADENE PROSECCO P.zza Libertà, 7 loc. Solighetto Pieve di Soligo (TV) Tel Fax Presidente Innocente Nardi Direttore responsabile Giancarlo Vettorello Redattori Silvia Baratta, Paolo Colombo, Giulia Pussini, Filippo Taglietti Editore e concessionaria pubblicitaria EDIMARCA Sas Strada Comunale delle Corti, TREVISO Tel Fax Iscrizione ROC Progetto grafico generale Caseley Giovara Immagini fotografiche Giovanni De Broi, Roberta De Min, Francesco Galifi, Francesco Orini, Renato Vettorato e archivio Consorzio Stampa Marca print snc Via Dell Arma di Cavalleria, Quinto di Treviso (TV) IN STAGIONE. TECNICHE E SOLUZIONI VITIVINICOLE Una viticoltura sostenibile 49 Contenimento della deriva 49 Riduzione dei trattamenti 53 Biodiversità in vigneto 57 Winzero 59 Una disciplinare di potatura 64 ANNO 14 - N.4 - Dicembre 2012 Periodico Bimestrale - Registrazione Tribunale di Treviso n del Poste Italiane Spa Sped. A.P. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art. 1 comma 1 NE/TV Nessun albero è stato abbattuto per la stampa di questo giornale. Stampato su carta riciclata 100%. Cyclus Print by Dalum A/S.

6 50 anni di consorzio Mezzo secolo di Conegliano Valdobbiadene Quest anno si festeggia il cinquantesimo anniversario della nascita del Consorzio: ecco le tappe principali della storia che hanno portato al riconoscimento della Doc e successivamente della Docg, fino al suo assetto attuale

7 Dicembre 2012 Conegliano Valdobbiadene Il Consorzio compie quest anno cinquant anni: mezzo secolo di storia contraddistinto da un continuo sviluppo della denominazione che ha portato ad importanti riconoscimenti, in particolare quello della Docg, ottenuto grazie all impegno di tutti i produttori che nel corso degli anni si sono uniti intorno ad un obiettivo comune: la valorizzazione del vino simbolo delle colline di Conegliano Valdobbiadene. La storia del Consorzio inizia nei primi anni Sessanta, e precisamente il 7 giugno 1962, quando un gruppo di produttori rappresentanti delle principali cooperative e case spumantistiche decide di unirsi per perseguire un preciso obiettivo: la tutela e la promozione del Prosecco dei Colli di Conegliano - Valdobbiadene. I fondatori del Consorzio sono stati undici: Isidoro Brunoro, Ezio Spina, Sergio Bolla, Umberto Bortolotti, Luigi Barnabò, Federico Sammartini, Antonio Carpenè, Filippo La Grassa, Labano Brunoro, Arturo Orlandi e Giuseppe Orlandi. Sette anni più tardi il Ministero dell Agricoltura riconosce con decreto del 2 aprile 1969 il primo disciplinare, fortemente voluto dal Consorzio allo scopo di migliorare la produzione e regolare l utilizzo delle diverse pratiche viticole ed enologiche. Alla stesura di questo primo documento collaborano i più importanti rappresentanti del mondo produttivo, oltre ad esponenti dell ambito della ricerca. Grazie all unione di queste personalità viene riconosciuta la Doc Prosecco di Conegliano Valdobbiadene per le tipologie Superiore di Cartizze, frizzante e spumante, facendo emergere lo stretto legame tra il mondo aziendale e scientifico, che fin dall inizio ha caratterizzato la storia del nostro vino. In questi primi anni di attività la maggior parte del lavoro del Consorzio si rivolge al miglioramento dell aspetto tecnico-qualitativo del vino e al rafforzamento della base sociale. A partire dagli anni Settanta prende il via anche l attività promozionale rivolta al mercato nazionale ed estero, prima in Germania e successivamente negli Stati Uniti, dando inizio a quel graduale processo di affermazione del nostro vino a livello globale, che lo porterà a divenire simbolo dello stile di vita italiano e di un nuovo modo di bere, informale ed elegante. Se oggi il Conegliano Valdobbiadene è venduto in 80 Paesi questo è dovuto soprattutto alla volontà ed alla determinazione di alcuni pionieri che a partire da quegli anni hanno iniziato a girare il mondo per far conoscere lo spumante delle nostre colline. L impegno del Consorzio per promuovere la denominazione è sempre andato di pari passo con il miglioramento produttivo ed il perfezionamento dei controlli al fine di garantire al consumatore uno spumante di elevata qualità. L importante valore economico della denominazione ha portato nel 2003 al riconoscimento dell area di Conegliano Valdobbiadene come pri- 7

8 50 anni di consorzio mo Distretto Spumantistico d Italia ed all affermazione del ruolo guida del Consorzio nello sviluppo del territorio, che a partire dalla produzione viticola ha portato alla crescita di numerose attività economiche collegate. Il lavoro del Consorzio non si è fermato qui ma è proseguito poi verso il più importante traguardo, raggiunto nel 2009: il riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata e Garantita. Nel corso dei decenni, il Consorzio si è affermato sempre più come punto di riferimento per la denominazione, incrementando notevolmente la sua rappresentatività e arrivando a contare oggi 168 soci imbottigliatori, a cui vanno aggiunti quasi viticoltori, che rappresentano quasi la totalità della Docg. Questa continua evoluzione è avvenuta grazie all importante lavoro svolto da tutti i Presidenti, a partire dal primo, il Prof. Moretti, a cui sono seguiti Ezio Spina, Primo Franco, Antonio Bisol e Franco Adami. Il Consorzio di oggi ed i progetti futuri L ottenimento della Docg ha rappresentato un importante riconoscimento per la denominazione, frutto della determinazione del Consorzio e di tutti i produttori. Con la Docg si è aperta una nuova fase che ha comportato diversi cambiamenti strutturali all interno del Consorzio ed altri che riguardano l intera comunità dei produttori del Conegliano Valdobbiadene. A partire dal giugno 2011, la guida del Consorzio è stata affidata al presidente Innocente Nardi e si è registrato un grande rinnovamento nei comparti del consiglio di amministrazione oltre alla creazione di tre Commissioni. Nate con l obiettivo di rendere il Consorzio un istituzione sempre più partecipata, le commissioni sono dei gruppi di lavoro che coinvolgono tutte le diverse categorie che rappresentano la denominazione per agevolare ed approfondire il lavoro svolto dal Consiglio. Questi gruppi sono presieduti ciascuno da un diverso membro del consiglio di amministrazione e coinvolgono una decina di produttori per discutere di tematiche specifiche. La loro presenza è molto utile: le commissioni infatti consentono di avere nuovi spazi di discussione in cui vengono formulate diverse proposte riportate poi da ciascun presidente di commissione all interno del Consiglio. Nello specifico tre sono quelle che operano all interno del Consorzio: la Commissione Promozione e Valorizzazione, quella Tecnica e quella Viticola. La Commissione Promozione e Valorizzazione, presieduta dalla vicepresidente del Consorzio, Elvira Bortolomiol è nata con l obiettivo di dare valore alla Docg e rafforzare l identità del nostro vino. Costituita dai titolari e responsabili marketing di diverse aziende della denominazione, la commissione discute la strategia di comunicazione del Consorzio e valuta i migliori strumenti e attività promozionali per realizzarla nei mercati più interessanti per la Docg. 8

9 Dicembre 2012 Conegliano Valdobbiadene La commissione è nata per volontà del Consiglio in una fase delicata per la nostra denominazione, che si è aperta con il passaggio a Docg. Il nostro lavoro - spiega Elvira Bortolomiol - si concentra sui temi della tutela e della comunicazione del marchio con l obiettivo di raggiungere un posizionamento elevato che rispecchi l alto livello di qualità del nostro vino, sintesi di un territorio vocato, della tradizione e di un antica cultura spumantistica. La commissione costituisce un nucleo importante per la condivisione della strategia comunicativa del Consorzio ed ha fatto emergere un nuovo spirito di collaborazione tra le aziende, che iniziano a riconoscere l importanza del fare sistema come chiave per affermare il valore della Docg nel futuro. La Commissione Tecnica, presieduta dall enologo Valerio Fuson è stata istituita per proseguire il lavoro compiuto negli ultimi dieci anni dal tavolo tecnico che ha portato alle modifiche del vecchio disciplinare e all elaborazione di quello della Docg. Il gruppo di lavoro in passato si è occupato anche della realizzazione e dell adeguamento del Piano dei Controlli. Ufficializzata con l attuale consiglio di amministrazione, la Commissione Tecnica ora sta lavorando con l obiettivo di arrivare al riconoscimento del Metodo Conegliano Valdobbiadene, specifico per il nostro vino, afferma Valerio Fuson, che sottolinea anche come sia importante la presenza all interno del gruppo di lavoro di rappresentanti di diverse realtà, dalle più piccole aziende vitivinicole alle grandi cantine imbottigliatrici per avere uno spettro di tutte le problematiche riscontrate nella denominazione e discutere le possibili soluzioni attraverso un confronto aperto a differenti punti di vista. Di fronte all importanza sempre più centrale del tema della sostenibilità, è stata istituita la Commissione Viticola, presieduta dall enologo Mar- 9

10 50 anni di consorzio co Lucchetta. Nata come evoluzione del La.Vi.Pe, il Laboratorio Viticolo Permanente del Consorzio, questa commissione è stata creata con l obiettivo di affrontare le problematiche riguardanti la viticoltura nell ambito della Docg. La commissione viticola afferma Marco Lucchetta ha il compito di lavorare a 360 gradi per promuovere una viticoltura sostenibile nell ambito della denominazione, fondata sull utilizzo di tecniche agronomiche appropriate e prodotti con il minor impatto possibile sull ambiente. Negli ultimi anni la sostenibilità ha assunto sempre più un ruolo centrale nel nostro territorio portando ad una nuova visione del rapporto tra viticoltura e cittadinanza e facendo emergere l importanza chiave del viticoltore nella conservazione dell ambiente. Per questo la commissione ha lavorato per la realizzazione di uno strumento come il Protocollo Viticolo che quest anno è arrivato alla terza edizione e per la stessa ragione stiamo portando avanti altri progetti specifici in tema di sostenibilità in collaborazione con l Università di Padova. Se le commissioni rappresentano una novità nella struttura del Consorzio, all orizzonte si prospettano degli ulteriori cambiamenti che riguardano l intero assetto della denominazione. Al Consorzio, infatti, è stato affidato l incarico di rappresentanza della denominazione Erga Omnes previsto dal decreto 61/2010 e ufficializzato con decreto ministeriale il 31 ottobre Con questo nuovo riconoscimento, il nostro ente avrà l incarico di promuovere e tutelare la denominazione effettuando un attività di vigilanza per monitorare la presentazione del prodotto sul mercato. Con l attribuzione di questo nuovo compito, si estende ulteriormente l ambito di attività del Consorzio ed il suo raggio d azione che riguarderà non solo le aziende associate ma tutti i produttori che si fregiano della Docg. 10

11

12

13 Promozione Dicembre 2012 Conegliano Valdobbiadene Segnali positivi dall Oriente Si chiude con un bilancio più che positivo la trasferta del Consorzio nel Sud Est asiatico, alla volta di Hong Kong e del Giappone. Mentre il 2012 sta per volgere al termine, il Consorzio tira le somme dell ultima missione che lo ha portato a volare verso l Oriente, per tornare nuovamente a Tokyo e scoprire a Hong Kong un mercato emergente ricco di potenzialità. Dall 8 al 10 novembre il Consorzio ha partecipato per la prima volta all Hong Kong International Wine & Spirits Fair, manifestazione giunta quest anno alla quinta edizione, che ha registrato la presenza di buyer nell arco di tre giorni e 950 espositori di 36 paesi diversi. Un esperienza molto positiva, sia per le notevoli potenzialità del mercato sia per l elevato interesse dimostrato dalla stampa nei confronti del nostro vino. Hong Kong rappresenta una vetrina internazionale, un punto di riferimento per molti paesi dell area del Sud Est asiatico Cina, Malesia, Tailandia e un hub commerciale di eccellenza, grazie ad un sistema fondato sul libero commercio. Si tratta di un mercato giovane, dove la cultura del vino è un fenomeno recente ma in cui s intravvedono grandi potenzialità per il Conegliano Valdobbiadene: nel segmento degli spumanti, infatti, l Italia è leader con una quota del 31,8% e le esportazioni sono aumentate del 105% nel primo semestre 13

14 Promozione Aziende presenti all hong kong international wine & spirits fair Bepin De Eto, Bortolotti, La Farra, Masottina, Nani Rizzi, Sorelle Bronca, Tenuta Degli Ultimi, Valdellövo, Valdo Se le potenzialità del mercato sono elevate c è molto lavoro da fare sul fronte della formazione: la conoscenza del nostro vino, infatti, anche tra i professionisti del settore, si è rivelata scarsa. La partecipazione alla fiera con uno spazio istituzionale è stata una scelta premiante: presentare la Docg con uno stand di impatto e dall identità forte ha permesso di far emergere il Conegliano Valdobbiadene come una delle principali denominazioni italiane del vino, accanto a quelle toscane. Il nostro spazio, contraddistinto dalle suggestive immagini del territorio, ha attirato l attenzione dei top buyer invitati dalla fiera, così come quelle dei principali giornalisti di Hong Kong. Conclusa la prima tappa del tour asiatico, la missione del Consorzio è proseguita a Tokyo per un tavolo d assaggio che ha coinvolto sette aziende ed è stato organizzato all interno della Settimana del vino italiano, manifestazione che ha visto protagoniste dal 12 al 20 novembre le principali denominazioni del nostro Paese. Il Consorzio ha avuto l occasione di presentare la sua realtà durante la conferenza stampa di apertura della manifestazione, che si è tenuta presso l Ambasciata italiana di Tokyo il 12 novembre, in cui è intervenuta la vicepresidente del Consorzio, Elvira Aziende presenti all evento italian wine masters a tokyo Astoria, Bortolomiol, Domus Picta, Le Bertole, Nani Rizzi, Sorelle Bronca, Tenuta Degli Ultimi Bortolomiol, di fronte ad una platea di giornalisti e operatori giapponesi. Il giorno successivo si è svolto invece l evento Italian Wine Masters organizzato dal Consorzio in collaborazione con le tre Docg toscane del Brunello di Montalcino, Chianti Classico e Nobile di Montepulciano. La manifestazione ha presentato la formula del banco d assaggio preceduto da un seminario guidato dalla vicepresidente Elvira Bortolomiol e dal sommelier giapponese Koji Kumamoto, nominato l anno scorso Ambasciatore della nostra denominazione. La manifestazione, che si è tenuta all hotel Ana Intercontinental, ha registrato una buona affluenza con 450 operatori del settore presenti, tra sommelier, ristoratori, giornalisti ed importatori. Con questo evento si chiude il programma triennale di promozione realizzato dal Consorzio in Giappone, un mercato storico per la nostra denominazione e molto importante per l attenzione del consumatore alla qualità. In questi tre anni, il progetto Italian Wine Masters ha coinvolto oltre persone, tra professionisti e wine lovers, incrementando notevolmente la conoscenza del Conegliano Valdobbiadene, un vino che per le sue caratteristiche si presta perfettamente all abbinamento con la cucina orientale. 14

15

16

17 Eventi Dicembre 2012 Conegliano Valdobbiadene Il Conegliano Valdobbiadene conquista la capitale Affluenza record per le Degustazioni romane : si chiude con un risultato strepitoso il debutto della Docg a Roma L autunno romano probabilmente non è mai stato così spumeggiante come quello di quest anno, grazie al Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore. Il nostro vino, infatti, è stato protagonista per il mese di ottobre di eventi e degustazioni che hanno coinvolto la stampa, il pubblico e i clienti delle principali enoteche del centro storico di Roma. Un debutto contrassegnato da un accoglienza molto calorosa, che ha fatto registrare il tutto esaurito all appuntamento principale: il tavolo d assaggio organizzato a Palazzo Rospigliosi il 27 ottobre, a cui hanno partecipato 23 aziende della denominazione. L evento, presentato ai giornalisti il 18 ottobre con una cena di gala coordinata dallo chef Igles Corelli, ha suscitato un grande interesse innanzitutto da parte della stampa, che ha ripreso la manifestazione in diversi articoli e servizi video, come quelli realizzati dal Gambero Rosso, dal Tg regionale del Lazio e Eat Parade. Anticipato dalle uscite sui giornali e tv e da una campagna di affissioni che ha portato ad una diffusione capillare dell immagine del Conegliano Valdobbiadene in tutte le stazioni della 17

18

19 Eventi Dicembre 2012 Conegliano Valdobbiadene metropolitana, il banco d assaggio del 27 ottobre ha suscitato un interesse eccezionale da parte degli appassionati. Le degustazioni guidate tenute dai giornalisti Francesco D Agostino e Fabio Turchetti e dal responsabile tecnico del Consorzio Filippo Taglietti hanno registrato il tutto esaurito ed anche lo spazio dedicato ai produttori ha ricevuto una grandissima affluenza. L attività promozionale non si è fermata qui: il Consorzio, infatti, per rinforzare l immagine del Conegliano Valdobbiadene e incrementare la visibilità dell evento, ha attivato una collaborazione con Arte dei Vinattieri, storica associazione di enoteche della capitale, coinvolgendo diciassette esercizi per la promozione della Docg attraverso l allestimento delle vetrine e l organizzazione di degustazioni. L associazione, guidata da Claudio Arcioni, comprende 20 esercizi concentrati nel centro storico della città ed è stata creata con l obiettivo di valorizzare le eccellenze enologiche, in particolare italiane, attraverso l organizzazione di degustazioni e la realizzazione di pubblicazioni. Arte dei Vinattieri vanta un legame storico con la nostra denominazione: l associazione, infatti, negli anni Ottanta aveva partecipato alla realizzazione della prima iniziativa promozionale del nostro vino a Roma, abbinata alla festa della donna, in un periodo in cui c era ancora una divisione molto netta nella distribuzione dei consumi e si voleva avvicinare al vino il pubblico femminile. Roma ha sempre rappresentato un mercato molto importante sia in termini di presenze sia per la sua capacità di creare tendenze di consumo afferma Claudio Arcioni. Negli anni 80 si voleva lanciare il fenomeno dell aperitivo, ora invece il Conegliano Valdobbiadene è molto diffuso e si tratta di suggerire al consumatore nuove occasioni di consumo, proponendo ad esempio il suo utilizzo a tutto pasto. 19

20 Per una viticoltura sempre più sostenibile Le esperienze più interessanti a livello mondiale sul tema della tutela ambientale a confronto durante il convegno di presentazione del Rapporto Annuale del Centro Studi di Distretto 20

21 Dicembre 2012 Conegliano Valdobbiadene Il tema della sostenibilità ambientale è ormai diventato centrale nell agricoltura moderna. Anzi, fa parte del suo dna come settore custode del territorio, proprio perché dalla tutela di questo e dalla sua conservazione dipendono anche le sue attività economiche. Senza l una l altra non sussisterebbe affatto o nel tempo verrebbe a mancare. Ecco perché da tempo la denominazione Conegliano Valdobbiadene si è posta l impegno concreto di una filosofia produttiva che operi nel rispetto dell ambiente, ma che vada di pari passo anche con il consolidamento della sua posizione di mercato e con la sensibilizzazione dei consumatori su questi temi. Proprio su questo argomento si è tenuto il convegno dedicato alla consueta presentazione del Rapporto Annuale del Centro Sudi di Distretto, realizzato con la collaborazione scientifica del Centro Interdipartimentale per la ricerca in Viticoltura ed Enologia (C.I.R.V.E.) dell Università di Padova. Convegno, dal titolo Ambiente e mercato: una sinergia possibile, in cui i relatori presenti Vasco Boatto, responsabile scientifico Centro Studi Distretto, Giancarlo Gramatica, client service director SymphonyIRIGroup, Eugenio Pomarici, Università Federico II Napoli, Dominique Moncomble, direttore dei servizi tecnici del Comité Interprofessionnel du Vin de Champagne (CIVC) e Francesco Iacono, responsabile Arcipelago Muratori hanno illustrato le più interessanti esperienze internazionali sul tema della sostenibilità. Inoltre, è stata anche l occasione per presentare i progetti che verranno sviluppati dalla denominazione Conegliano Valdobbiadene per rendere la viticoltura sempre più verde. In queste pagine abbiamo selezionato alcuni degli interventi più stimolanti della giornata, quello del professor Boatto che ha illustrato i risultati di un indagine voluta dal Consorzio di tutela sull approccio sostenibile dei propri soci, di Eugenio Pomarici, sulle esperienze principali a livello internazionale sulla sostenibilità, e di Francesco Iacono che ha raccontato l esperienza diretta in materia di tutela ambientale del gruppo Muratori. Buona lettura. DENTRO IL TERRITORIO 21

22 Dentro il territorio Per una viticoltura sempre più sostenibile Le azioni intraprese a livello di Denominazione hanno permesso di ottenere dei risultati tangibili nella riduzione della vulnerabilità economica e sociale delle popolazioni residenti Vasco Boatto Responsabile scientifico Centro Studi Distretto, Università di Padova (in collaborazione con Luigino Barisan) Il territorio del Conegliano Valdobbiadene Docg è stato oggetto di un indagine volta a conoscere l impegno delle imprese imbottigliatrici negli ambiti della vitivinicoltura sostenibile. Questa si ispira ad alcuni principi fondamentali, che ne caratterizzano l approccio complessivo, in particolare: tenere conto delle dimensioni ambientale, sociale ed economica; interdisciplinarietà delle azioni nei differenti aspetti della produzione; privilegiare l utilizzo di fonti energetiche rinnovabili; valorizzare le risorse naturali; ottimizzare l utilizzo dei fattori della produzione; limitare la produzione di rifiuti; preservare e valorizzare la biodiversità; valutare le soluzioni di prossimità; avere un approccio creativo verso il cambiamento; pianificare l approccio sostenibile e la transizione verso un sistema sostenibile. In questo ambito si è inserita la ricerca, che si avvale delle informazioni raccolte presso 150 case spumantistiche del Conegliano Valdobbiadene Docg. Dall indagine è stato possibile ricavare un primo quadro dell impegno delle aziende della denominazione riguardo i principali elementi di sostenibilità ambientale, con riferimento al triennio 2009/2011. Per quello che riguarda il tema della valorizzazione ambientale, conservazione paesaggistica e dell architettura locale si evidenzia un coinvolgimento delle imprese imbottigliatrici in azioni e progetti volti a valorizzare e conservare l ambiente e il paesaggio della Docg. Tra questi, gli interventi rivolti alla sistemazione del terreno nel rispetto delle connotazioni e delle caratteristiche del territorio, riguardano quasi i 3/4 degli imbottigliatori. Queste azioni si accompagnano a operazioni volte a tutelare la presenza e la ricchezza degli elementi caratteristici del paesaggio vitivinicolo dell area. È interessante notare come la valorizzazione della cultura storica sia effettuata anche attraverso il restauro e il mantenimento di vecchie stalle, edifici caratteristici della bioarchitettura rurale delle colline della Docg. Ulteriore elemento d interesse è rappresentato dall adesione a progetti di moltiplicazione di vecchie viti locali, azione anch essa significativa nella conservazione e valorizzazione della biodiversità del germoplasma viticolo della denominazione. In crescita anche l utilizzo di energie rinnovabili. Dall analisi si registra nei 2/5 delle imprese imbottigliatrici della denominazione la produzione di energia da fonti energetiche rinnovabili. In questo ambito, gli impianti fotovoltaici, utilizzati per la produzione di energia elettrica per la cantina, rappresentano la fonte principale d investimento aziendale, con l 84,6% dei casi. Questi impieghi sono stati accompagnati da un lato dall utilizzo di pannelli solari per il riscaldamento dell acqua, assieme ad altre fonti energetiche rinnovabili, dall altro da processi produttivi che utilizzano le agroenergie (da biomasse) ottenute dalla trasformazione dei sarmenti di potatura. L esame condotto nell ambito delle best practices di vitivinicoltura sostenibile evidenzia anche l adesione a procedure e comportamenti virtuosi, che prevedono un riciclo selettivo dei materiali utilizzati nel ciclo produttivo (75,9% dei casi). Esse riguardano l intera filiera, dalle attività in vigneto a quelle di cantina, fino a quelle di vendita e di logistica della spedizione. Nelle procedure di cantina, le vinacce sono frequentemente utilizzate come ammendante organico e reintegrate nei vicini vigneti, contenendo così i costi di trasporto (61,2% dei casi). In cantina, la gestione dell acqua prevede il suo riutilizzo 22

23 Dicembre 2012 Conegliano Valdobbiadene a scopo di fertirrigazione dei vigneti (55,8% dei casi) ed è contemperata dalla depurazione dei reflui. La fase di vendita prevede, oltre al ricorso alla prassi di riciclo e recupero delle bottiglie, l utilizzo di tappi naturali. A questo riguardo si sta diffondendo, inoltre, la buona prassi di consegnare i tappi a ditte specializzate. L adesione a comportamenti virtuosi si può rilevare pure nella logistica della filiera di confezionamento e di spedizione delle bottiglie, che prevede l utilizzo crescente, come materiale di promozione aziendale e di imballi stampati, della carta riciclata o di quella FSC. Dall esame dei risultati emerge pure l impegno delle imprese nello sviluppo di una vitivinicoltura sostenibile che segue le migliori pratiche della produzione integrata, biologica e biodinamica. Le azioni intraprese a livello di denominazione, inoltre, hanno permesso di ottenere dei risultati tangibili nella riduzione della vulnerabilità economica e sociale delle popolazioni residenti. In modo particolare la maggioranza delle imprese segue le linee guida previste dalla difesa integrata (84,9% dei casi). Nell ambito dei sistemi di produzione utilizzati in vigneto, le imprese della denominazione, con le dotazioni previste del Protocollo Viticolo, strumento fortemente voluto dal Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene, stanno mettendo in campo le misure più adatte per un uso ragionato dei fitofarmaci. Tale azione permetterà di raggiungere i risultati auspicati in termini di ecosostenibilità in vigneto. L adozione di questo strumento, il cui ruolo trova un elevato consenso presso il mondo produttivo, permetterà da un lato di migliorare l impatto sull ambiente e sulla popolazione locale e dall altro di rispondere pienamente alle richieste di food safety del consumatore finale. Molto significativi anche i dati sui paesaggi caratterizzanti il territorio delle imprese imbottigliatrici del Conegliano Valdobbiadene, nei quali emerge un modello identitario prevalente di tipo tradizionale-culturale. Questi risultati appaiono di particolare interesse, in quanto recenti studi hanno sottolineato come la bellezza del paesaggio può positivamente interessare la qualità percepita della Docg. D altro canto, è stato pure rilevato come il prezzo del prodotto sia un segnale della relazione positiva con la qualità percepita del paesaggio e del vino. 23

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco n. 2-2011 La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco Mariangela Franch, Umberto Martini, Maria Della Lucia Sommario: 1. Premessa - 2. L approccio

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM il nuovo modo di bere Abruzzo Abruzzo DOP Tullum Tullum è il riconoscimento ai produttori di Tollo, cittadina in provincia di Chieti, che vedono premiata la vocazione di un

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

Costruire nuovi prodotti turistici in provincia di Palermo: l Enogastronomia. Il disciplinare della rete Enogastronomia

Costruire nuovi prodotti turistici in provincia di Palermo: l Enogastronomia. Il disciplinare della rete Enogastronomia Costruire nuovi prodotti turistici in provincia di Palermo: l Enogastronomia Il disciplinare della rete Enogastronomia marzo 2004 A. Le premesse L Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Palermo

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Gli eventi organizzati in provincia di Trento che hanno al loro centro una proposta enogastronomica sono, nell arco dell anno, numerosi.

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Giornata dell Economia 2004

Giornata dell Economia 2004 Giornata dell Economia 2004 Premio Camera di Commercio Comunicato stampa n. 22 del 13 luglio 2004 La società ha bisogno oggi più che mai, dinanzi ad una congiuntura sfavorevole e all insicurezza determinata

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA C V A M O S T R E Mostre in Centrale 2010 Doppio appuntamento a Maën A Valtournenche, in occasione dei dieci anni

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA

CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA IL RUOLO STRATEGICO DELLE AZIENDE COME ACCELERATORI DEL SISTEMA ECONOMICO E DELL OCCUPAZIONE: IL CASO " LA CREAZIONE DI VALORE CONDIVISO SI FOCALIZZA SULL

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

Dall emozione di un sorso di vino ad un sorriso per la vita

Dall emozione di un sorso di vino ad un sorriso per la vita Dall emozione di un sorso di vino ad un sorriso per la vita La Bruciata adotta un filare per la vita L Azienda Vinicola La Bruciata, di Oscar Bosio, fatta da uomini e donne veri, gente della terra e venuta

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Catering fieristico e Banqueting per ogni evento di business L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Credo che un buon cibo, preparato con ingredienti di qualità e un equilibrato

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 11. La sfida alle indicazioni geografiche. Contributo n 38

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 11. La sfida alle indicazioni geografiche. Contributo n 38 Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 11 La sfida alle indicazioni geografiche Contributo n 38 LE IDEE DI EXPO 2015 VERSO LA CARTA DI MILANO Milano, 7 febbraio 2015 TAVOLO N

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli