Franca Leverotti L archivio dei Visconti signori di Milano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Franca Leverotti L archivio dei Visconti signori di Milano"

Transcript

1 Franca Leverotti L archivio dei Visconti signori di Milano Estratto da Reti Medievali Rivista, IX <http://www.retimedievali.it> Scritture e potere. Pratiche documentarie e forme di governo nell Italia tardomedievale (XIV-XV secolo) a cura di Isabella Lazzarini Firenze University Press

2 Reti Medievali Rivista, IX /1 <http://www.retimedievali.it> ISSN Firenze University Press L archivio dei Visconti signori di Milano di Franca Leverotti 1. La scomparsa di un archivio diosi di questo periodo, impossibilitati a ricostruire una storia puntuale e - Emilia e Vercelli in particolare, molto ricchi di documentazione. Rare emer- 1. Dal momento che lo sviluppo e il consolidamento di un potere politico appaiono strettamente intrecciati alla vicenda e alla conservazione delle carte del materiale documentario visconteo allo scopo di portare un contributo alla - - La lacuna viscontea è stata messa in relazione innanzitutto con le movi- - 1 A.R. Natale, Introduzione, in Stylus Cancellariae, a cura di A.R. Natale, Milano 1965, pp. XI- - cesco Fossati. Ma si veda anche A.R. Natale, Per la storia dell Archivio Visconteo. Frammenti di un Registro dell Archivio Signorile (reg. di Bernabò, a. 1364), in «Archivio storico lombardo», Riva e A.R. Natale, Per la storia dell Archivio Visconteo Signorile. Il frammento del Registro di Bernabò del 1358, in «Archivio storico lombardo», 103 (1977 [ma 1979]), pp. 3-40, con la tra- visconteo fosse conservato a Pavia (p. 4).

3 2 Franca Leverotti zione del suocero-zio, la tormentata successione di Filippo Maria, e, alla sua morte, l ultimo sussulto di autonomia comunale 2. successioni potrebbero confermare questa ipotesi, ma, probabilmente, le carte su cui si era diretta l attenzione dei sudditi in rivolta erano state, almeno re «inventariarum taxarum, talearum, focorum, buccarum, onerisque salis et aliorum quorumvis onerum», una nota dei Sindaci di Milano del 6 settembre straordinarie e dei Sindaci. E ancora, una lettera di Aquilano, cancelliere del- 3, datata 8 novembre 1467, informava il duca del ritro- liere, che si premurava di far sapere che due cittadini pavesi risultavano debi- fatto che, alla morte di Filippo Maria, molti libri erano stati asportati e bru- 4. della vita privata del dominus (spese di corte, compravendite di immobili), o i zare che la dispersione non dovrebbe aver coinvolto né l archivio patrimoniale dei Visconti, né quello più propriamente istituzionale-amministrativo. Tuttavia portata, anche perché la cancelleria di Filippo Maria aveva sede nel castello di 5 si in A.R. Natale, Archivi milanesi del Trecento, in «Acme», 29 (1976), 3, pp , p Diplomazia e governo dello stato. I «famigli cavalcanti» di Francesco Sforza ( ), Pisa 1992, p. 230 nota 2). 4 Il documento, in Archivio di Stato di Milano [d ora in poi ASMi], Sforzesco 882, è ricordato Ancora dell archivio visconteo, in «Archivio storico lombardo», 32 (1932), pp , il quale ribadisce che l archivio antico era a Pavia (p. 408). 5 A.R. Natale, Un contributo alla storia della Repubblica Ambrosiana (Note e documenti), in «Acme», 34 (1981), 2, pp , p Fondo Sfor-

4 3 2. Una signoria condivisa: un archivio condiviso? infatti che, a partire da Azzone e dall arcivescovo Ottone, i Visconti avevano loro casa di abitazione a Milano e alla quale facevano da supporto per la documentazione privata dei notai che, parallelamente, esercitavano anche la libera professione, e per quella di carattere pubblico scribi denominati cancellieri. - camera actuum 7 - trimonio privato 8 Pietro all Orto, poi nel palazzo di Azzone situato davanti al duomo; Matteo alla morte di Matteo i beni erano stati ripartiti tra i due fratelli sopravvissuti, vi trasportava la sua cancelleria. cancellarius domini compare con Azzone nel 1335 e i funzionari di cancelleria sono soltanto sei, - zesco, 1594, c ASMi, Diplomatico, Pergamene per fondi, 768 contiene numerosi atti di acquisto di terre stipulati tra il 1339 e il Ricerche per la storia dello stato visconteo storia patria», 26 (1926), pp

5 4 Franca Leverotti e notai», altrettanti ne ha il fratello, reclutati tra i pavesi nel momento in cui trasferisce la corte a Pavia a partire dal devastata dopo la cattura, e soprattutto si chiedeva dove: a Milano o a Pavia? L archivio di Filippo Maria Visconti: uno strumento di governo per Francesco Sforza Recenti ricerche sulla cancelleria sforzesca 10 hanno dimostrato come il - - secretarius maior dello litterae iustitiae scribi, ostiari Natale, Archivi milanesi cit., p F. Leverotti, ta nel ducato sforzesco, in «Ricerche storiche», 24 (1994), 2, pp Registri ducali, 214 (impropriamente

6 5 - sco Sforza. Non è un caso che dei 18 membri presenti nel 1450 solo uno, Iris solo, ma a funzionari viscontei fu costretto a ricorrere lo Sforza per ammini tutto dalla tradizione documentaria. - diplomatica lo Sforza facesse esplicito riferimento a precedenti ordinamenti viscontei Maria, probabilmente iniziata da Milano, dove erano presenti, oltre all archi- 12 Leverotti, Diplomazia cit., pp Leverotti, Diplomazia cit., p. 58 e p ASMi, Registri Missive, 15, c. 71v

7 6 Franca Leverotti - 15, estesa anche ai notai milanesi che erano sta- nel castello di Pavia. Per uniformare lo stile delle lettere e il contenuto dei Lo scontro con Venezia sembra aver ritardato l intervento dello Sforza in di Pavia 16 teneva il fedecommesso dello stato di Milano». Filippo Maria le cui scritture erano state al momento del decesso del duca ritenesse opportuno. Ma il disordine archivistico e una scarsa conoscenza nonostante accurate ricerche 17 volte durante la Repubblica Ambrosiana e che nei capitoli di dedizione di Mi- delle entrate a Pavia, fu incaricato di far ricopiare da diversi notai pavesi, 15 F. Leverotti, Leggi del principe, leggi della città nel ducato visconteo-sforzesco, in Signori, regimi signorili e statuti nel tardo medioevo 16 Pavia, Milano 1875, pp I registri viscontei

8 7 Visconti a nessuno, senza il permesso del duca, i breviari del padre che conservavano «multi feudi et altri strumenti spettanti alla camera nostra». Un mese dopo scribi 19 ; la differenza Pavia 20 raco, coadiuvato ancora da un notaio, il pavese Beltrame Turconi, di inventa- reliquie per le quali nell occasione si dispone una nuova collocazione in una stanza a piano terra e si ordinano a Venezia nuovi contenitori: tabernacoli di 18 ASMi, Registri Missive Per la storia dell Archivio Visconteo Signorile. Gli «extracta» di Giovanni Panizario notaio della corte viscontea di Pavia ( ) Per la storia dell Archivio Visconteo Signorile. Notai della Corte Viscontea di Pavia, in «Archivio storico ita- effettuate nel triennio repubblicano si veda Natale, Un contributo - Adorno, hanno carattere pubblico. 19 ASMi, Registri Missive, 15, c. 399v 20 élite milanese: «Vuole mettere or-

9 8 Franca Leverotti 21 ; ma soprattutto si schedano i preziosi codici manoscritti e le scritture d archivio. La permanen- conservato anche l archivio visconteo concernente sia i diritti pubblici di so leazzo fu portato in archivio a Milano, a mio avviso, per il semplice fatto che era il primo della serie. 23, contenenti atti dal scribi Francesco Sforza. - neamente, di volta in volta, come mostrano le diverse dimensioni dei fascicoli copia, come mostra un annotazione sul verso 21 ASMi, Registri Missive pubblicato da M. Albertario, La cappella e l ancona delle reliquie nel castello di Pavia ( ), in «Museo in rivista. Notiziario dei Musei civici di Pavia», 3 (2003), pp Il Fabriano è nominato come custos librariae nel Bilancio del 1463 (BAMi, Sala Prefetto, 19) e come estensore dell inventario in ASMi, Registri Ducali, 158, c

10 9 Seicento a Pavia, era stato mandato a Milano, e solo allora inserito in archi- stato ritrovato in Pavia», per riporlo nell archivio. Questa preziosa testimo- anni da Morbio, in piccola parte conservati a Brera, e quelli in possesso della altro materiale in volume del periodo visconteo è annotato nell inventario della biblioteca di Pavia compilato nel dati nell inventario redatto nel 1456, conservati parte in «una cassa quadrata sconteo; infatti nell inventario della biblioteca del 1426 la «cassa dipinta tut- - italico, un volume sui colori e le virtù delle pietre, due sfere in auricalco, una Nel 1456 invece la stessa cassa conteneva alcuni codici di cui si indicava la «Il libro desquadernato: la carta rosechata da rati». Due nuovi inventari della libreria visconteasforzesca La biblioteca dei Visconti e degli Sforza. Gli inventari del 1488 e del 1490, in «Studi petrarcheschi», 8 (1991), pp

11 10 Franca Leverotti - Perché questo materiale non viene portato a Milano? Perché allo Sfor- cavalli e neppure interessava il materiale archivistico troppo antico, prece- - dicembre 1399, che fu appunto trasferito a Milano al solo scopo di completare - - Liber inventariorum scripturarum antiquarum - 25 scrive al castellano di Pavia di in- Barraco e ser Facino Diplomazia cit., p. 75 nota ASMi, Registri Missive, 32, f. 366.

12 11 Nel 1456 la «cassa quadrata dipinta» conteneva anche materiale archivistico sciolto: cioè strumenti di acquisti e permute di terre fatte dai Visconti tra il 1367 e il ; nell inventario redatto nel 1488 invece non si fa cenno a carte neva due volumi 28 : un «processus pacis factus Ianua in carta cum assidibus coperto coreo rubeo» e un libro del 1400 con assi, coperto di cuoio morello, 29 tra i volumi della biblioteca e probabilmente spostato successivamente nella cassa insieme al materiale archivistico. Nell inventario redatto nel 1426 infatti è descritto come «Liber copertus corio nel 1488 la biblioteca conteneva parecchi codici di carattere archivistico: alcuni - - quindi di uno scarto d archivio riutilizzato quarant anni dopo, quando i Viscon- 30. Queste testimonianze confermano che nel castello di Pavia, nello stesso locale che conservava i codici della biblioteca, era collocato l archivio pubblico e privato dei Visconti. 4. L archivio visconteo di Pavia: una fonte storica per Ludovico il Moro La presenza di carte d archivio nel castello di Pavia è testimoniata da di- 27 Si veda Il registro di Giovannolo Besozzi cancelliere di Giovanni Maria Visconti Santoro, Milano Nell inventario non si fa cenno esplicito alla cassa dipinta, ma dopo l elencazione dei volumi se- - l espressione «capitula iurium et instrumentorum» sembrerebbe riferirsi al solo materiale sciolto di concessioni imperiali e patti nuziali. 29 Sul codice appartenuto alla biblioteca Firmian e ora alla Biblioteca nazionale braidense AD Appunti sulla biblioteca dei Visconti e degli Sforza nel castello di Pavia, in «Studi petrarcheschi», 7 (1990), pp Appunti sulla biblioteca dei Visconti cit., p. 99.

13 12 Franca Leverotti come le rivendicazioni francesi sul ducato, sia in relazione alla storia dei Vi- mo la richiesta fatta al castellano nel 1460 di far cercare tra le scritture della simo castellano in cui lo informava di aver fatto copiare un certo capitolo da autenticare da un notaio e sottoscritto personalmente vanni Simonetta, ma delle due dinastie: Visconti e Sforza. Nel 1487 Ludovico tantia ultra li libri, volemo che non le lassate vedere da persona alcuna se non havereti speciale licentia»; sempre il Moro il 7 dicembre chiedeva di avere una «capseta piena di scripture di moltissima importantia che il fu Francesco disse di non farla mai vedere ad alcuno» 33 ventario di tutto il materiale conservato nella biblioteca del castello: reliquie e documenti d archivio (3-26 febbraio). vedere al Merula, per la storia dei Visconti, il materiale sulla dote di Valenti- librazolo contenente la dote - 31 ASMi, Registri Missive, 47, f. 242 e Sforzesco, Documento trascritto in Albertario, La cappella e l ancona cit. 33 Libri e vicende di una famiglia di castellani a Pavia nella seconda metà del Quattrocento, in «Studi petrarcheschi», 7 (1990), pp , p. 372 da Registri ducali, 182, f. 80v La biblioteca cit., per il secondo conservato in Registri Ducali, 89, f. 166rv.

14 13 di Valentina 34 di rimandarlo a Pavia. Si trattava probabilmente della «cronica que dicitur in quello del le cui opere erano conservate nella biblioteca e il successivo inventario del 1488 di cui parleremo più oltre. Nello stesso anno tra l altro, Merula, che era stato la carenza documentaria che caratterizzava il primo medioevo padano, aveva cercato le cronache anche fuori dalla biblioteca pavese, recuperando presso Cronica Longubardorum. 38, ha l incarico di continuare ria di Milano e poi nel castello di Pavia 39, e l importanza del materiale pave- 34 ASMi, Sforzesco aveva trascritto due quinternoni dell opera del Merula sui Visconti (ASMi, Miscellanea Storica, 13). 35 Su questo codice in particolare si veda Le miniature del Codex Astensis. Immagini del dominio per Asti medievale 36 ASMi, Sforzesco, La cartella contiene tutto il materiale citato e anche l elenco di inventari Registri cit., pp. XXIV- 37 Appunti sulla biblioteca cit., p Oltre alla voce di F. Petrucci, Calco (Calchi) Tristano, in DBI, XVI, Roma 1973, pp , si veda F. Leverotti, La cancelleria segreta da Ludovico il Moro a Luigi XII, in Milano e Luigi XII. Ricerche sul primo dominio francese in Lombardia ( ) Milano 2002, pp , a pp

15 14 Franca Leverotti se sono conclamati a chiare lettere nell introduzione della sua opera: «Quia recens revolveram reformaveramque Ticinensem bibliotecham in qua omne Il ritorno alle fonti, ossia il recupero di materiale archivistico nella com L archivio dei Visconti nel castello di Pavia dall inventario di consistenza del occasione dell avvicendamento del castellano, il quale era anche responsabile nel 1490, entrambi conservati nel Notarile di Pavia nella cartella 853 del notaio - - (951 per l esattezza) di volumi manoscritti 42. Si tratta per il materiale archivi- a Pavia con Filippo de Comite Sforzesco, 1607). Risulta Apostolica Vaticana, codice 3923). 40 ASMi, Registri Missive 41 ASMi, Registri Ducali di andare in diverse parti d Italia; ASMi, Registri Ducali, 192, p. 53; - Uno storiografo umanista alla, Milano D Adda,

16 15 stico di un inventario sommario, propriamente un inventario di consistenza; questo era almeno il quinto inventario d archivio compilato nel Quattrocento. Il primo risaliva al 1426: infatti al n. 824 dell inventario dei libri è ricordato un - del , il quarto, quello del Fabriano, del 1456, anno in cui si mette mano contemporaneamente anche all arredo della biblioteca: armadi, banchi ecc. Nel 1488 il materiale archivistico, oltre che in alcune casse, era conservato in 13 armadi che avevano una numerazione in numero romano da 1 a 24; primo e il secondo armadio signati semplicemente con I e III. L ordine di inventariazione ha inizio da destra rispetto alla porta di in- libraria castri e, nel caso del primo armadio, si pre documenti. Nello stesso armadio si trovava anche un libro in carta contenente - - di Pavia, illustrate da documenti editi ed inediti, Milano 1879, appendice alla prima parte. 43 cordava l esistenza del precedente inventario, che riteneva quanto mai necessario per la compila- La biblioteca cit., p. 4 nota 12). 44 Portiamo questi tre esempi a testimonianza dell accuratezza della descrizione (tra parentesi è - heredes sui discendentes cum predicta bolla esistenti seu coperta in tella alba cum cordino sirico r); - folio 554» (c. 855r).

17 16 Franca Leverotti (c. 858v); e talora il numero dei carneri, sacchi,, boytiae, spesso contenuti in armadi, sono 48. vava nello stesso contenitore, anche se era collocato comunque in un unico mo armadio: comitis Virtutum cum ill. d. duce Thuronie in petiis n. 29 in membranis cum bullis sic) Virtutum, omnia existentia in quadam capseta in petiis n. 15 in membranis; c) Item iura et instrumenta pertinentia ad dotem domine Valentine ducisse Thuronie in petiis 29 in appapiro cum uno alio libro in carta in quo contenentur multa instrumenta et littere cum una alia littera in carta qualiter domina Valentina de Vicecomitibus attestatur habuisse certas bullas apostolicas, item nonnulle bulle apostolice simul (c. 859rv). Poche scatole contenevano l indicazione del contenuto; abbiamo citato ora et procuratorium domini Bevessii, carte XLVIII scripta 33». «item in quadam bursa nimis tri- (c. 865r «primo carnirolus in quo sunt instrumenta sindicatuum factorum per communitates de suprascripto comitatu; item certi alii sindicatus continentes quod predic- 45 pactorum factarum et initorum (sic et cetera» (c. 861v). 46 «Item iura et instrumenta pro matrimonio inter dominum comitem Virtutum et dominam Isabellam de Francia et super creatione comitatus Virtutum et cet. in petiis n. 18 in membranis et bulla cere viridis in cordono sirico et uno alio bullo parvo cere viridis» (c. 859r). 47 no Rodulfo duce Austrie in petiis 51 in carta et nonnullis aliis scripturis et litteris in papiro: omnia r); «Item instrumenta dominii civitatis Pisarum in r); e ancora «Item iura et instrumenta pro pace inter d. Bernabovum Vicecomitem et dominos de la Schalla de Verona, omnia existentia in quadam cap- (c. 860r). 48 A. Behne, Antichi inventari dell archivio Gonzaga, Roma 1993 e P. Rück, L ordinamento degli archivi ducali di Savoia sotto Amedeo VIII ( ), Roma 1977.

18 17 tus capitaneus confrmetur in dicto comitatu in petiis 316 (sic) simul in dicto carnirolo» (c. 866r 49 mensioni 50 Vicecomiti pro concessione armorum cum liliis et viperis in quarteriis datum Parisius die 29 ianuarii 1394 cum bulla cerea et involuta in panno rubeo» (c. rossa in campo bianco, con sopra l aquila imperiale. termine privilegium oppure bulla - cordula o cordino sirico, croceo et nigro collorum. 6. L ordine dell archivio alia; item pacta inter d. comitem Virtutum et d. Antoniotum Adurnum ducem Ianue. Que quidem iura comprehensa in suprascriptis tribus capitulis sunt in quadam tascheta et in petiis 26 in carta simul in una tascheta». 50 aliorum de Becharia et certorum aliorum de PeluchisItem in quodam alia tascheto sunt petii in- quo continentur bona que tenebant et possidebant per suprascriptos de Becharia tam citra Pa- r).

19 18 Franca Leverotti politica di scambio matrimoniale era infatti l altro versante su cui tessere al La documentazione Sempre il secondo armadio conservava il materiale archivistico più anti- - e Milano, ma anche Asti, la Valtellina e la Valseriana. Nei primi due armadi ce erano i puntelli del potere provenienti dall interno dello stato visconteo. Un intero armadio, il quarto, racchiudeva invece i complessi rapporti con Stoccarda: Antonia Visconti ( 1405) - ein Schatz im Hause Württemberg, a cura di P. Rückert, Un nuovo documento visconteo, in «Bol- Gli Scaligeri e il mondo germanico, in Gli Scaligeri, Verona 1988, pp

20 19 - Nel decimo armadio insieme a sindacati, feudi, mutui e patti con Vene- Lancillotto e Manfredi Beccaria. L armadio successivo conteneva patti con Savoia, Monferrato, Asti e Man- la pace tra le fazioni valtellinesi. - descritti in questo modo: fassiculo litterarum in papiro directivarum diversis personis et aliarum diversarum aliarum diversarum litterarum emanatarum per pref. ill. d. B. diversis personis simul L attenzione per tutto quanto era stato prodotto dalla cancelleria del suo- - - na Lo stato visconteo. Linguaggi politici e dinamiche costituzionali, Milano 2005, p. 49 nota 32.

21 20 Franca Leverotti La cura e l attenzione per il recupero di questi archivi sono importanti - Nel tredicesimo armadio il nucleo fondante del materiale era costituito dal - castellani insieme a «certis cartis antiquissimis corrosis a muribus de quibus - e delle rocche di tutto lo stato e un «tascheto fracto et marcido» con le entrate delle terre, patti con i Veneti, e lettere del conte di Virtù e di altre persone. Un ultima cassa conteneva molte scritture antichissime, un libretto in in papiro cavallo era riposto in questa stessa cassa. 7. Conclusioni Nel castello di Pavia era conservata una parte dell archivio dei Visconti, ; quest ultimo, ricco di materiale - 53 A. Brenneke, Archivistica. Contributo alla teoria e alla storia archivistica europea, Milano 1968, p. 129.

22 21 Basti qui ricordare le istruzioni di Vittorio Amedeo II nel 1729 relative alla to da bolle, brevi, diplomi, investiture, trattati, contratti di matrimonio e testamenti 54 un diritto. Non era conservato a Pavia l archivio amministrativo; le carte prodotte - suocero-zio. La ripartizione in due settori principali del materiale archivistico prodot- - in un unica sede, cioè nella crota domini 55. Anche Cassono dali Signi nell inventario del 1481, costituiva una «sezione particolare dell archivio, con- l Hausarchiv 56 ne, quando al thesaurus principis 57. li avevano richiesto nel 1447 a Francesco Sforza di spostare le reliquie nella sia le reliquie, sia la biblioteca, ma il re di Francia fece trasportare nel suo - 54 Gli archivi del principe. L organizzazione della memoria per il governo dello Stato, in Il Tesoro del Principe. Titoli carte e memorie per il governo dello Stato, Torino 1989, p Rück, L ordinamento degli archivi ducali di Savoia cit., pp Behne, Antichi inventari cit., p. 24. Sulla creazione dell Hausarchiv si veda Brenneke, Archivistica cit., pp F. Valenti, Scritti e lezioni di archivistica, diplomatica e storia istituzionale, Roma 2000; sull archivio-thesaurus e l archivio-sedimento si vedano in particolare le pp , ; sull ar-

23 22 Franca Leverotti raccolte della Biblioteca Ambrosiana, ma anche di privati come Morbio e Trivulzio in particolare. Questo modesto inventario di consistenza che abbiamo - pressoché totale della documentazione. 58 Ricerche per la storia dello stato visconteo Giangaleazzo Visconti e gli eredi di Bernabò, in «Archivio storico lombardo», s. II, VIII, XVIII (1891), pp e

FONTI E BIBLIOGRAFIA I. FONTI INEDITE.

FONTI E BIBLIOGRAFIA I. FONTI INEDITE. FONTI E BIBLIOGRAFIA I. FONTI INEDITE. Archivio di Stato di Milano: - Carteggio Visconteo-Sforzesco, Potenze estere, Francia, cartella 543. - Registri delle Missive: Registro n. 124 (3/9/1475-29/8/1477)

Dettagli

178 guida all archivio storico del senato

178 guida all archivio storico del senato 177 Real Casa «Gli atti, coi quali si accertano legalmente le nascite, i matrimonii e le morti dei membri della Famiglia reale, sono presentati al Senato, che ne ordina il deposito nei suoi archivii» (art.

Dettagli

Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo

Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo Guerre e rivolte del XVII secolo italiano 1613-1617 / Prima guerra del Monferrato: Savoia e Venezia contro Gonzaga e Spagna; Monferrato

Dettagli

Tavola di corrispondenza tra numerazione vecchia e nuova (ASMi(

Tavola di corrispondenza tra numerazione vecchia e nuova (ASMi( Mappa Catastale Napoleonica della Città di Bergamo, 1811 ASMi ASMi) - particolare dei mappali 220-221 221 Sommarione napoleonico della mappa, 1811 ASBg Tavola di corrispondenza tra numerazione vecchia

Dettagli

Protocolli notarili a Milano nel secolo XIII

Protocolli notarili a Milano nel secolo XIII nel secolo XIII Archivio di Stato di Milano 22 marzo 2012 4 aprile 2012 ercorso espositivo a cura di Marta Mangini e Alba Osimo Testi di Marta Mangini Stampa delle didascalie a cura di Emilio Fortunato

Dettagli

Franca Leverotti La cancelleria dei Visconti e degli Sforza signori di Milano

Franca Leverotti La cancelleria dei Visconti e degli Sforza signori di Milano Franca Leverotti La cancelleria dei Visconti e degli Sforza signori di Milano [In corso di stampa negli atti del convegno Chancelleries et chanceliers del princes à la fin du Moyen Âge (Chambery 5-6 ottobre

Dettagli

Maria Serena BENEDETTI. La Biblioteca del Ministero dell Interno

Maria Serena BENEDETTI. La Biblioteca del Ministero dell Interno La Biblioteca del Ministero dell Interno CULTURA La Biblioteca del Ministero dell Interno fu istituita nel 1859 a Torino con fondi librari relativi alla Casa Savoia ed al Consiglio del Commercio, ampliati

Dettagli

Ma che storia è? PROPOSTE DIDATTICHE

Ma che storia è? PROPOSTE DIDATTICHE Ma che storia è? PROPOSTE DIDATTICHE per l anno scolastico 2012-2013 2012 Anna Riva, Archivio di Stato di Piacenza 2 SOMMARIO PRESENTAZIONE p. 5 INTRODUZIONE p. 6 INFORMAZIONI p. 8 NOVITÀ. P. 9 LABORATORI

Dettagli

CARTE BONFANTI. Anni 1405-1622. Buste 2

CARTE BONFANTI. Anni 1405-1622. Buste 2 CARTE BONFANTI Anni 1405-1622 Buste 2 71 Nota introduttiva Durante il periodo della direzione di Alessandro Luzio, il periodo immediatamente precedente e quello successivo, pervennero in dono all Archivio

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SCHILPARIO

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SCHILPARIO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SCHILPARIO ART. 1 COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Comunale di Schilpario è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Indirizzo(i) Telefono(i) 333 2011658 Via GRomano n 8, SGiorgio 46030 Mantova E-mail Cittadinanza veraghi@liberoit Italiana Luogo e Data

Dettagli

Carolina di Savoja Vogliono sposare la bella Carolina /e le vogliono far sposare il duca di Sassonia!/ «Oh quanto preferirei un povero contadino/ al duca di Sassonia che abita così lontano!»/ «Un povero

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA U. POZZOLI E DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA U. POZZOLI E DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA U. POZZOLI E DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO Art. 1 Finalità Il Comune di Lecco favorisce la crescita culturale, civile e sociale dei cittadini, tutela e valorizza

Dettagli

Corso di Laurea in Infermieristica "S" A.A. 2015/2016 Orario Lezioni III Anno - I Semestre Nuovo Ordinamento (D.M. 270/04)

Corso di Laurea in Infermieristica S A.A. 2015/2016 Orario Lezioni III Anno - I Semestre Nuovo Ordinamento (D.M. 270/04) I^ Settimana 12 ottobre 16 ottobre II^ Settimana 19 ottobre 23 ottobre III^ Settimana 26 ottobre 30 ottobre IV^ Settimana 2 novembre 6 novembre V^ Settimana 9 novembre 13 novembre VI^ Settimana 16 novembre

Dettagli

Comune: Belvedere Langhe

Comune: Belvedere Langhe Comune: Belvedere Langhe Provincia: Cuneo. Area storica: Alta Langa. Abitanti: 358 (ISTAT 1991); 359 (SITA 1995). Estensione: 4,96 kmq (ISTAT 1991; SITA 1995). Frazioni: centri abitati: Belvedere Langhe;

Dettagli

Potenze sovrane e altre voci

Potenze sovrane e altre voci VS 2/1 Archivio di Stato di Milano Carteggio visconteo sforzesco Potenze sovrane e altre voci Per la richiesta indicare: FONDO: SFORZESCO PEZZO N.: si veda in Segnatura il numero della scatola Intervento

Dettagli

Documento informatico, firme elettroniche e funzione notarile ...» XVII

Documento informatico, firme elettroniche e funzione notarile ...» XVII Prefazione di FRANCESCO DELFINI... pag. XV INTRODUZIONE Documento informatico, firme elettroniche e funzione notarile di Francesco Delfini 1. Paternità ed imputazione del documento tradizionale e di quello

Dettagli

COMUNE DI PAVONE DEL MELLA PROVINCIA DI BRESCIA BOZZA NUOVA REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE

COMUNE DI PAVONE DEL MELLA PROVINCIA DI BRESCIA BOZZA NUOVA REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE 1 COMUNE DI PAVONE DEL MELLA PROVINCIA DI BRESCIA BOZZA NUOVA REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C.N.51 DEL 18.04.2009 PUBBLICATA ALL ALBO PRETORIO DAL 13/05/2009

Dettagli

Le signorie dei Rossi di Parma tra XIV e XVI secolo. a cura di Letizia Arcangeli e Marco Gentile

Le signorie dei Rossi di Parma tra XIV e XVI secolo. a cura di Letizia Arcangeli e Marco Gentile Le signorie dei Rossi di Parma tra XIV e XVI secolo a cura di Letizia Arcangeli e Marco Gentile Firenze University Press 2007 Le signorie dei Rossi di Parma tra XIV e XVI secolo / a cura di Letizia Arcangeli

Dettagli

Amici di Palazzo Reale

Amici di Palazzo Reale Amici di Palazzo Reale 55 56 Umberto e Maria Josè. Ultimi Principi a Palazzo Una mostra per un ritrovato percorso di visita Giulia Piovano L hanno fornito l occasione per riaprire al pubblico le sale del

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI MOZZANICA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI MOZZANICA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI MOZZANICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 54 del 15.09.1995 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 46 del 10.09.1999 Art. 1 - Compiti

Dettagli

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000)

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000) Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000) Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 41 del 19.02.2008 In vigore

Dettagli

MUSEI DI PALAZZO DEI PIO Piazza dei Martiri 68 41012 Carpi MO tel. 059 649973 fax 059 649361 www.palazzodeipio.it/imusei musei@carpidiem.

MUSEI DI PALAZZO DEI PIO Piazza dei Martiri 68 41012 Carpi MO tel. 059 649973 fax 059 649361 www.palazzodeipio.it/imusei musei@carpidiem. MUSEI DI PALAZZO DEI PIO Piazza dei Martiri 68 41012 Carpi MO tel. 059 649973 fax 059 649361 www.palazzodeipio.it/imusei musei@carpidiem.it I Musei di Palazzo dei Pio si compongono di due percorsi, il

Dettagli

COMUNE DI CASTELLO CABIAGLIO

COMUNE DI CASTELLO CABIAGLIO COMUNE DI CASTELLO CABIAGLIO (PROVINCIA DI VARESE) REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI CASTELLO CABIAGLIO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 4 del 31/03/2015 Art. 1 Compiti e servizi

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche 18 SCHEDA DI RILEVAZIONE - COMPLESSO ARCHIVISTICO 1 Codice Ente Codice complesso Qualifica del complesso archivistico fondo uniformata locale

Dettagli

COMUNE di FIESSE PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE di FIESSE PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA ART. 1 - COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Comunale R. Remondi di Fiesse è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità

Dettagli

Archivio di Stato di Belluno-Sias Approfondimento scheda soggetto produttore Notai di Belluno Note storico-archivistiche Il più antico atto notarile

Archivio di Stato di Belluno-Sias Approfondimento scheda soggetto produttore Notai di Belluno Note storico-archivistiche Il più antico atto notarile Archivio di Stato di Belluno-Sias Approfondimento scheda soggetto produttore Notai di Belluno Note storico-archivistiche Il più antico atto notarile conservato presso l Archivio di Stato di Belluno risale,

Dettagli

Tre casi per l elaborazione di una metodologia: strategie progettuali

Tre casi per l elaborazione di una metodologia: strategie progettuali 9. Scheda Cavriana 125-137.qxp:00+01-ok+okGM 28-11-2011 0:18 Pagina 125 Parte seconda Tre casi per l elaborazione di una metodologia: strategie progettuali 9. Scheda Cavriana 125-137.qxp:00+01-ok+okGM

Dettagli

62 bis Titolo III - Degli atti notarili

62 bis Titolo III - Degli atti notarili h:/linotipo_h/06-wki/1218_13-codice legge notaril 62 bis Titolo III - Degli atti notarili La conservazione degli atti pubblici informatici e il ruolo del Consiglio Nazionale del Notariato (art. 62 bis,

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SUGLI ARCHIVI COMUNALI DEL VENETO (2002) a cura di Andreina Rigon

INDAGINE CONOSCITIVA SUGLI ARCHIVI COMUNALI DEL VENETO (2002) a cura di Andreina Rigon INDAGINE CONOSCITIVA SUGLI ARCHIVI COMUNALI DEL VENETO (2002) a cura di Andreina Rigon INTRODUZIONE Nel corso del 2002 è stata realizzata dall Ufficio Archivi della Direzione regionale Cultura un indagine

Dettagli

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche 6 SCHEDA DI RILEVAZIONE - COMPLESSO ARCHIVISTICO 3 Codice Ente Codice complesso Qualifica del complesso archivistico fondo uniformata locale

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

MILANO MILANO biblioteca nazionale braidense biblioteca nazionale braidense >> >>

MILANO MILANO biblioteca nazionale braidense biblioteca nazionale braidense >> >> M I L A N O MILANO biblioteca nazionale braidense biblioteca nazionale braidense L > PRESENTAZIONE Che cosa è la Carta della Qualità dei Servizi a Carta della qualità dei servizi risponde all esigenza

Dettagli

Archivio di Stato di Belluno-Sias Approfondimento scheda complesso documentario Notarile di Belluno Note storico-archivistiche Il fondo è stato

Archivio di Stato di Belluno-Sias Approfondimento scheda complesso documentario Notarile di Belluno Note storico-archivistiche Il fondo è stato Archivio di Stato di Belluno-Sias Approfondimento scheda complesso documentario Notarile di Belluno Note storico-archivistiche Il fondo è stato versato dall Archivio notarile distrettuale di Belluno tra

Dettagli

C. R. Pastè, I due Boniforti Oldoni. Una nota dell Aprati spesso dimenticata, p. 38.

C. R. Pastè, I due Boniforti Oldoni. Una nota dell Aprati spesso dimenticata, p. 38. Archivio della Società Vercellese di Storia e d Arte. Spoglio degli articoli sul medioevo (a cura dell Associazione Piemonte Medievale. Paesaggi Arte Storia ) Anno 1 (1909), 1 C. R. Pastè, Rito eusebiano,

Dettagli

Evoluzione della scrittura occidentale.

Evoluzione della scrittura occidentale. Evoluzione della scrittura occidentale. L esigenza di comunicare e di trasmettere idee e concetti in una maniera meno transitoria di quella orale è sempre stata una caratteristica dell umanità, fin dalle

Dettagli

Breve storia del corsivo

Breve storia del corsivo Breve storia del corsivo A cura di Monica Dengo Il modello di scrittura spiegato nell articolo Come imparare a scrivere meglio, ha origine nelle scritture del Rinascimento. Queste ultime si possono sommariamente

Dettagli

Laurea specialistica in SCIENZE DEL LIBRO, DELLA BIBLIOTECA E DELL'ARCHIVIO (Book, Library and Archive Science) CLASSE 5/S

Laurea specialistica in SCIENZE DEL LIBRO, DELLA BIBLIOTECA E DELL'ARCHIVIO (Book, Library and Archive Science) CLASSE 5/S UNIVRITÀ DI PIA FAOLTÀ DI LTTR FILOOFIA Laurea specialistica in INZ DL LIBRO, DLLA BIBLIOTA DLL'ARHIVIO (Book, Library and Archive cience) LA 5/ ALLGATO "A" AL RGOLAMNTO DIDATTIO lenco generale degli insegnamenti

Dettagli

Indice MAGNIFICA COMMUNITAS PODII RAINALDI. Premessa... 3

Indice MAGNIFICA COMMUNITAS PODII RAINALDI. Premessa... 3 MAGNIFICA COMMUNITAS PODII RAINALDI Indice Premessa... 3 SECOLI X XI XII L egida edificatrice dei conti di Ventimiglia... 11 Villa Giunco... 14 Podium Rainaldi... 18 La decadenza dei Conti... 20 SECOLO

Dettagli

NORMATIVA GRAFICA LOGO ENTI ESTERNI

NORMATIVA GRAFICA LOGO ENTI ESTERNI ENTI ESTERNI INTRODUZIONE 1 Il presente manuale contiene le linee guida fondamentali per l utilizzo del marchio UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO e delle sue applicazioni in caso di concessione dello stesso

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI CERRO AL LAMBRO PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. NR. 44/06 TITOLO 1 LE FINALITA ART. 1 - La Biblioteca Comunale è un istituzione culturale

Dettagli

CARTE MAGNAGUTI. Anni 1528-1964. Busta 1

CARTE MAGNAGUTI. Anni 1528-1964. Busta 1 CARTE MAGNAGUTI Anni 1528-1964 Busta 1 192 Nota introduttiva Le carte Magnaguti sono formate da un nucleo documentario eterogeneo, presente sul mercato antiquario, acquistato nel 1999 dall Associazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MADIGNANO

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MADIGNANO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MADIGNANO (APPROVATO CON DELIBERA N. 73 DEL 24/6/88 E MODIFICATO CON LE DELIBERE N. 45 E N. 4 DEL 30/10/95 E DEL 2/2/96) Premessa La promozione della cultura e

Dettagli

Una Casa TUTTa per Te

Una Casa TUTTa per Te Casa Museo Milano Eventi Speciali Una Casa TUTTa per Te Il Museo Bagatti Valsecchi Una delle Case Museo più importanti e meglio conservate d Europa, ispirata ai palazzi signorili del Cinquecento lombardo,

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R

F O R M A T O E U R O P E O P E R F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo MONDONI DANIELA 30, VIA DANTE, 26022 CASTELVERDE CREMONA, ITALIA Telefono 3385926312 Fax ------------------------

Dettagli

CURRICULUM SCIENTIFICO del Prof. Remigio PERCHINUNNO. - professore ordinario di Istituzioni di Diritto Privato presso la Facoltà di Economia

CURRICULUM SCIENTIFICO del Prof. Remigio PERCHINUNNO. - professore ordinario di Istituzioni di Diritto Privato presso la Facoltà di Economia CURRICULUM SCIENTIFICO del Prof. Remigio PERCHINUNNO - professore ordinario di Istituzioni di Diritto Privato presso la Facoltà di Economia dell Università degli Studi di Bari dal 1990 ; - dal 1997 ha

Dettagli

PROGETTO STRANIERI STORIA

PROGETTO STRANIERI STORIA Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 9 1600-1700 A cura di Maurizio Cesca PROGETTO STRANIERI SMS Maffucci-Pavoni Milano pag. 1 L Europa dal

Dettagli

Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE. (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 19 febbraio 1988)

Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE. (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 19 febbraio 1988) Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 19 febbraio 1988) REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI BASE Art. 1 - Compiti e

Dettagli

Il ruolo degli archivi di Stato sul territorio. LUCIANO SCALA Direttore Generale per gli Archivi

Il ruolo degli archivi di Stato sul territorio. LUCIANO SCALA Direttore Generale per gli Archivi Il ruolo degli archivi di Stato sul territorio LUCIANO SCALA Direttore Generale per gli Archivi Vorrei ringraziare i Vigili del fuoco dei quali ho avuto modo di apprezzare da vicino l impegno, la passione

Dettagli

Legge sulla tariffa notarile (del 26 novembre 2013)

Legge sulla tariffa notarile (del 26 novembre 2013) Legge sulla tariffa notarile (del 26 novembre 2013) 3.2.2.2 IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 5 aprile 2011 n. 6492 del Consiglio di Stato; visto il rapporto 13 novembre

Dettagli

Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme.

Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme. LEGGE 4 gennaio 1968, n. 15 (1). Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme. ART. 1. (Produzione e formazione, rilascio, conservazione di atti e documenti).

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 L OPERATIVITAv DI CREDITO FONDIARIO: PROFILI STORICI E LEGISLATIVI. Capitolo 2 LE OPERAZIONI DI CREDITO FONDIARIO

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 L OPERATIVITAv DI CREDITO FONDIARIO: PROFILI STORICI E LEGISLATIVI. Capitolo 2 LE OPERAZIONI DI CREDITO FONDIARIO INDICE SOMMARIO Introduzione... Elenco delle principali abbreviazioni... XIII XV Capitolo 1 L OPERATIVITAv DI CREDITO FONDIARIO: PROFILI STORICI E LEGISLATIVI 1.1. Evoluzione storica del credito fondiario...

Dettagli

(1) Il presente provvedimento è stato abrogato dall'art. 77, D.P.R. 28.12.2000, n. 445, con decorrenza dal 07.03.2001.

(1) Il presente provvedimento è stato abrogato dall'art. 77, D.P.R. 28.12.2000, n. 445, con decorrenza dal 07.03.2001. Legge Legge 04/01/1968 N. 15 Gazzetta Ufficiale N. 23 del 27/01/1968 Norma sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme. Preambolo [La Camera dei deputati ed il

Dettagli

FIRENZE 360 ITINERARI TURISTICO DIDATTICI WEEKEND. GRUPPO (minimo 25 partecipanti) 239

FIRENZE 360 ITINERARI TURISTICO DIDATTICI WEEKEND. GRUPPO (minimo 25 partecipanti) 239 FIRENZE 360 PROGRAMMA: Dalle colline dell Oltrarno, nel silenzio bucolico di Forte Belvedere, lo sguardo raccoglie l immortale impronta rinascimentale di una città, dove tra arte e vivere quotidiano non

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

APPROVATO CON DELIB.G.C.N.223 DEL 10.10.2005. Regolamento del Servizio Bibliotecario Comunale e della sua organizzazione

APPROVATO CON DELIB.G.C.N.223 DEL 10.10.2005. Regolamento del Servizio Bibliotecario Comunale e della sua organizzazione APPROVATO CON DELIB.G.C.N.223 DEL 10.10.2005 Regolamento del Servizio Bibliotecario Comunale e della sua organizzazione Art. 1 - Compiti e servizi della Biblioteca La Biblioteca Comunale di Paullo è un

Dettagli

RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE

RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE RICCARDO I D'INGHILTERRA, noto anche con il nome di Riccardo Cuor di Leone nacque in Inghilterra l 8 settembre 1157, quarto figlio del re d Inghilterra ENRICO

Dettagli

Scuola di commercio maschile serale Angelo Bargoni

Scuola di commercio maschile serale Angelo Bargoni ARCHIVIO DI STATO DI CREMONA Scuola di commercio maschile serale Angelo Bargoni Inventario (1906-1973) La scuola serale maschile di commercio di Cremona fu istituita il 22 gennaio 1894, per iniziativa

Dettagli

TEKNE RESTAURO s.n.c.

TEKNE RESTAURO s.n.c. TEKNE RESTAURO s.n.c. di Cirinei, Sartore e Tremori Loc. Patrignone 33/M 52100 AREZZO P.I.V.A./C.F. 01944510518 tel: 3287616593 3397930912 3476424467 info@teknerestauro.it www.teknerestauro.it Tekne Restauro

Dettagli

Indice del volume. L impero greco-romano PARTE V III. Cesare e Augusto: la nascita del principato. Il consolidamento e l apogeo dell impero

Indice del volume. L impero greco-romano PARTE V III. Cesare e Augusto: la nascita del principato. Il consolidamento e l apogeo dell impero PARTE V L impero greco-romano Cap. 12 Cesare e Augusto: la nascita del principato 1. Il primo triumvirato 4 La disfatta dimenticata: Carre 6 2. La seconda guerra civile e la dittatura di Cesare 7 3. La

Dettagli

SETTORE NOTARILE. Il settore riceve il pubblico esclusivamente per appuntamento.

SETTORE NOTARILE. Il settore riceve il pubblico esclusivamente per appuntamento. SETTORE NOTARILE L Ufficio Notarile del Consolato è deputato a ricevere gli atti tra vivi e quelli di ultima volontà, a curare il loro deposito ed a rilasciarne copie ed estratti. Il servizio notarile

Dettagli

Una delle attività che la Direzione Lavori. Giacomo Moretti

Una delle attività che la Direzione Lavori. Giacomo Moretti 8 contabilità lavori parte III Giacomo Moretti L analisi degli standard di qualità, le cui prime due puntate apparse sui numeri 53 e 54 della rivista erano dedicate all E02 Direzione Lavori, affronta ora

Dettagli

Legge 4/1/68 n.15 Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme

Legge 4/1/68 n.15 Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme Legge 4/1/68 n.15 Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme Art.1 Produzione e formazione, rilascio, conservazione di atti e documenti La produzione agli

Dettagli

Il progetto Diplomatico dell Archivio di Stato di Firenze: un archivio digitale di dati e immagini in costruzione

Il progetto Diplomatico dell Archivio di Stato di Firenze: un archivio digitale di dati e immagini in costruzione RM Reti Medievali Reti Medievali Rivista, I - 2000/1 (maggio-dicembre) ISSN 1593-2214 2000 Firenze University Press Il progetto Diplomatico dell Archivio di Stato di Firenze:

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Studium

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Studium BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Studium Biblioteca. Liceo Classico Statale Francesco Stelluti Fabriano, tel: 073221977 Posseduto: 1990- Lacune: 1990; Biblioteca Facoltà di Lettere e Filosofia

Dettagli

LE PERGAMENE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SANSEPOLCRO. (a cura di Patrizia Stoppacci)

LE PERGAMENE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SANSEPOLCRO. (a cura di Patrizia Stoppacci) LE PERGAMENE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SANSEPOLCRO (a cura di Patrizia Stoppacci) PERGAMENE 4. n inventario: 200 5. segnatura: Perg. 1 9. dimensioni: cm 37 14. 10. datazione: 1219 settembre 5. 11. contenuto

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. SAMA VALERIA Data di nascita 14/03/1955. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 051244056

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. SAMA VALERIA Data di nascita 14/03/1955. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 051244056 INFORMAZIONI PERSONALI Nome SAMA VALERIA Data di nascita 14/03/1955 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia CORTE Dirigente - SAUR EMILIA ROMAGNA 0512867862

Dettagli

VALENTINA ZAFARANA N O T A I O TEL. 049/9802249 DOCUMENTI RICHIESTI

VALENTINA ZAFARANA N O T A I O TEL. 049/9802249 DOCUMENTI RICHIESTI VALENTINA ZAFARANA N O T A I O VIA VENEZIA 17 - NOVENTA PADOVANA TEL. 049/9802249 DOCUMENTI RICHIESTI Documenti relativi ai dati anagrafici ed ai poteri delle parti PERSONE FISICHE: fotocopia del documento

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI. Nome BERNI CLAUDIA

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI. Nome BERNI CLAUDIA F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome BERNI CLAUDIA Telefono 06.67665226 Fax 06.67665282 E-mail c.berni@provincia.roma.it Data di nascita 02.05.1951

Dettagli

Pietro Abbà Cornaglia

Pietro Abbà Cornaglia Pietro Abbà Cornaglia (1851-1894) Compositore, organista, didatta e critico musicale Palazzo Ghilini, sec. XIX I primi anni Compositore, organista, critico musicale; nato ad Alessandria (Piemonte) il 20

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA Milano, lì 06 settembre 2010 Prot. n. 7187 / B12 OGGETTO: BANDO PER LA SELEZIONE DI PERSONALE SPECIALIZZATO DA INSERIRE ALL INTERNO DI PROGETTI DI ARCHIVIAZIONE E CATALOGAZIONE

Dettagli

VISITA A PALAZZO CISTERNA A TORINO

VISITA A PALAZZO CISTERNA A TORINO VISITA A PALAZZO CISTERNA A TORINO Martedì, 1 marzo siamo andati a Palazzo Cisterna di Torino. Questo palazzo, tanti anni fa, era di proprietà di Amedeo I di Savoia, duca d Aosta, re di Spagna e sua moglie

Dettagli

Il manoscritto e la storia del libro: riflessioni su Laboratori per ragazzi delle Scuole Elementari e Medie Siti di documentazione generale

Il manoscritto e la storia del libro: riflessioni su Laboratori per ragazzi delle Scuole Elementari e Medie Siti di documentazione generale Il manoscritto e la storia del libro: riflessioni su Laboratori per ragazzi delle Scuole Elementari e Medie Dr. Adriana Paolini, esperta di laboratori per la didattica del manoscritto e del libro antico

Dettagli

2. RACCOLTE E LORO INCREMENTO

2. RACCOLTE E LORO INCREMENTO 2. Il secondo obiettivo di fondo è la creazione di una biblioteca intesa più come "accesso alla lettura" che come "luogo della lettura" (cfr. R. RIDI, La biblioteca come portale delle letture, relazione

Dettagli

MEDICI MECENATI. da banchieri a signori

MEDICI MECENATI. da banchieri a signori MEDICI MECENATI da banchieri a signori iovanni di Bicci 1360-1429 1429! Agli inizi del 400 inaugura il successo politico ed economico della famiglia! Il figlio Cosimo detto il Vecchio inizia il ramo principale!

Dettagli

Restauro. Agenzia Formazione Orientamento Lavoro Monza e Brianza

Restauro. Agenzia Formazione Orientamento Lavoro Monza e Brianza Restauro Agenzia Formazione Orientamento Lavoro Monza e Brianza Gentili allievi Il corso di Tecnico del restauro dei beni culturali in legno è un corso di formazione post diploma della durata di tre anni

Dettagli

Obblighi di registrazione e conservazione

Obblighi di registrazione e conservazione CONVEGNO Il Notariato parte attiva del sistema antiriciclaggio Incontro con le altre Istituzioni impegnate nella difesa della legalità: esperienze, problematiche, contributi, istruzioni operative Roma,

Dettagli

Museo dei Papi. Padova. www.museodeipapi.it

Museo dei Papi. Padova. www.museodeipapi.it Museo dei Papi Padova www.museodeipapi.it Il Progetto Il progetto del Museo dei Papi nasce dal giovane Ivan Marsura impegnato già da anni nella ricerca di materiale originale appartenuto ai Pontefici della

Dettagli

Restauro. Agenzia Formazione Orientamento Lavoro Monza e Brianza

Restauro. Agenzia Formazione Orientamento Lavoro Monza e Brianza Restauro Agenzia Formazione Orientamento Lavoro Monza e Brianza Gentili allievi Il corso di Tecnico del restauro dei beni culturali in legno è un corso di formazione post diploma della durata di tre anni

Dettagli

ALLOGGI DEL MINISTERO DELLA DIFESA DA ALIENARE AI SENSI DEL D.P.R. 90/2010 - VENDITA CON IL SISTEMA D ASTA. F.A.Q.

ALLOGGI DEL MINISTERO DELLA DIFESA DA ALIENARE AI SENSI DEL D.P.R. 90/2010 - VENDITA CON IL SISTEMA D ASTA. F.A.Q. ALLOGGI DEL MINISTERO DELLA DIFESA DA ALIENARE AI SENSI DEL D.P.R. 90/2010 - VENDITA CON IL SISTEMA D ASTA. F.A.Q. 1. Perché ci sono due Aste? Cosa vuol dire Asta Principale e Asta Residuale? La vendita

Dettagli

Campus Martinitt: una casa per studiare

Campus Martinitt: una casa per studiare Campus Martinitt: una casa per studiare Residenze Universitarie CAMPUS ALER Milano e le Università In questi ultimi anni, in linea con le indicazioni e la programmazione di Regione Lombardia, ALER ha realizzato

Dettagli

67$78725(*2/$0(172 '(//$%,%/,27(&$',&$67(//(772',%5$1'8==2 $57±&203,7,(6(59,=,'(//$%,%/,27(&$ La Biblioteca Comunale di Castelletto di Branduzzo è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce

Dettagli

IL TEATRO DEL SOLE Sezione visite guidate IL TEATRO DEL SOLE presenta il dettaglio degli itinerari da noi proposti per la città di Roma.

IL TEATRO DEL SOLE Sezione visite guidate IL TEATRO DEL SOLE presenta il dettaglio degli itinerari da noi proposti per la città di Roma. IL TEATRO DEL SOLE presenta il dettaglio degli itinerari da noi proposti per la città di Roma. ROMA IMPERIALE Incontro dei partecipanti con le guide davanti all ingresso principale del Colosseo -13.00

Dettagli

IL RIORDINO DELL ARCHIVIO DELLA SOCIETÀ STORICA LOMBARDA SU SUPPORTO INFORMATICO

IL RIORDINO DELL ARCHIVIO DELLA SOCIETÀ STORICA LOMBARDA SU SUPPORTO INFORMATICO ADELE BELLÙ - MARINA BONOMELLI IL RIORDINO DELL ARCHIVIO DELLA SOCIETÀ STORICA LOMBARDA SU SUPPORTO INFORMATICO L archivio della Società Storica Lombarda iniziò a formarsi alla fine del 1873 con la prima

Dettagli

Archivio di Stato di Bergamo

Archivio di Stato di Bergamo Percorsi e Laboratori didattici per le Scuole Archivio di Stato di Bergamo La Scuola in Archivio ARCHIVIO DI STATO DI BERGAMO Via Fratelli Bronzetti n.26 24124 - BERGAMO - Direttore: Mauro Livraga Tel.:

Dettagli

VADEMECUM SULL AUTOCERTIFICAZIONE

VADEMECUM SULL AUTOCERTIFICAZIONE VADEMECUM SULL AUTOCERTIFICAZIONE COSA SI INTENDE PER AUTOCERTIFICAZIONE Con questo termine si intende un insieme di istituti i quali consentono al cittadino di sostituire la certificazione della pubblica

Dettagli

S T A T U T O DELL ASILO INFANTILE "A. CAMUSSONI" DI ALBAIRATE

S T A T U T O DELL ASILO INFANTILE A. CAMUSSONI DI ALBAIRATE S T A T U T O DELL ASILO INFANTILE "A. CAMUSSONI" DI ALBAIRATE DENOMINAZIONE - SEDE ORIGINE NATURA GIURIDICA ART. 1 La Scuola dell Infanzia ALESSANDRO CAMUSSONI, con sede in Albairate Via Roma n. 22, ebbe

Dettagli

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione N. 98 OGGETTO: ACCETTAZIONE DEL LASCITO TESTAMENTARIO DELLA DEFUNTA SIGNORA VERA BOZZOLA. L anno duemilaquattordici,

Dettagli

IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE. Disegno e Storia dell Arte_PATRIMONIO CULTURALE

IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE. Disegno e Storia dell Arte_PATRIMONIO CULTURALE IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE IL PATRIMONIO CULTURALE di solito indica quell insieme di cose, mobili ed immobili, dette più precisamente beni, che per il loro interesse pubblico e il valore storico,

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE: COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE

MERCATO IMMOBILIARE: COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE 24 Luglio 2015 I trimestre 2015 MERCATO IMMOBILIARE: COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE Nel I trimestre 2015 le convenzioni notarili di compravendita per unità immobiliari tornano a registrare variazioni

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Ruolo ricoperto GIOVANNINI, GIOVANNA Direttivo Area Operativa - Settore Area Amministrativa - Finanziaria Tecnico

Dettagli

Indice. 2 Il venir meno della esclusività della giurisdizione ecclesiastica. --------------------------------- 5

Indice. 2 Il venir meno della esclusività della giurisdizione ecclesiastica. --------------------------------- 5 INSEGNAMENTO DI DIRITTO DELLE RELIGIONI LEZIONE VIII LA GIURISDIZIONE ECCLESIASTICA MATRIMONIALE PROF. MARCO SANTO ALAIA Indice 1 Efficacia civile delle decisioni ecclesiastiche sui matrimoni canonici:

Dettagli

Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda.

Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda. Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda. I maestri veneti del Cinquecento e Il Convito in casa di Simone il fariseo di Paolo Veronese (Verona 1528 Venezia 1588)

Dettagli

RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI DI EPOCA PROTOSTORICA,

RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI DI EPOCA PROTOSTORICA, SILVANO PIROTTA RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI DI EPOCA PROTOSTORICA, ROMANA E LONGOBARDA LUNGO I CANTIERI AUTOSTRADALI E DELL ALTA VELOCITÀ 2012 I RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI NEL TERRITORIO DELLA MARTESANA I

Dettagli

Art. 1. Produzione e formazione, rilascio, conservazione di atti e documenti.

Art. 1. Produzione e formazione, rilascio, conservazione di atti e documenti. Legge 4 gennaio 1968, n. 15 (in Gazz. Uff., 27 gennaio 1968, n. 23) Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme Art. 1. Produzione e formazione, rilascio,

Dettagli

Sergio Chierici L Archivio storico del Comune di Ortonovo (La Spezia): software di catalogazione e web-cd di consultazione.

Sergio Chierici L Archivio storico del Comune di Ortonovo (La Spezia): software di catalogazione e web-cd di consultazione. Sergio Chierici L Archivio storico del Comune di Ortonovo (La Spezia): software di catalogazione e web-cd di consultazione. Il Comune di Ortonovo possiede un interessante Archivio Storico, contenente filze,

Dettagli

Liceo Scientifico, Classico, Socio-Psico-Pedagogico Leonardo da Vinci di Terracina (LT) Ricerca a cura di: Prof.ssa Emma Filomena Livoli

Liceo Scientifico, Classico, Socio-Psico-Pedagogico Leonardo da Vinci di Terracina (LT) Ricerca a cura di: Prof.ssa Emma Filomena Livoli Liceo Scientifico, Classico, Socio-Psico-Pedagogico Leonardo da Vinci di Terracina (LT) Ricerca a cura di: Prof.ssa Emma Filomena Livoli 70 anni... portati bene! Il Liceo scientifico di Terracina è nato

Dettagli

L apogeo di Luigi XIV guerra di devoluzione guerra d Olanda supremazia francese La fine della supremazia francese coalizione antifrancese

L apogeo di Luigi XIV guerra di devoluzione guerra d Olanda supremazia francese La fine della supremazia francese coalizione antifrancese Dal 500 fino alla pace di Westfalia che mette fine alla guerra dei Trent anni (1618-48), Francia e Impero si sono scontrati, in Italia e nell area tedesca, per la supremazia in Europa. Impedendo agli Asburgo

Dettagli

INDICE. Museo Archeologico: informazioni generali...p. 2. Sezione altomedievale... p. 3. Costi attività didattiche...p. 5

INDICE. Museo Archeologico: informazioni generali...p. 2. Sezione altomedievale... p. 3. Costi attività didattiche...p. 5 INDICE Museo Archeologico: informazioni generali.....p. 2 Sezione altomedievale....... p. 3 Costi attività didattiche........p. 5 Dove sono i musei e i siti...p. 5 Il Museo per gli Insegnanti....p. 6 Informazioni

Dettagli