(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )"

Transcript

1 CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO TECNICO DEI CERTIFICATI BIANCHI 2) SOGGETTI OBBLIGATI E OBIETTIVI DI RIDUZIONE ) BENEFICIARI DEI CERTIFICATI BIANCHI: SOGGETI OBBLIGATI, SOGGETTI VOLONTARI ED ESCO 4) INTERVENTI AMMISSIBILI E VALUTAZIONE 5) RICHIESTA E COMMERCIALIZZAZIONE DEI CERTIFICATI BIANCHI 1) MECCANISMO TECNICO DEI CERTIFICATI BIANCHI COSA SONO Il sistema dei certificati bianchi si basa si un cmpless meccanism che prevede bblighi a caric dei distributri di energia elettrica e gas naturale, cmbinati cn benefici fferti a sggetti che realizzan gli interventi di riduzine e miglirament negli usi finali di energia MECCANISMO TECNICO: l impstazine dei certificati bianchi (il cui nme ufficiale è Titl di Efficienza Energetica TEE) è basata su: l bblig da parte dei grandi distributri di energia di effettuare interventi press i prpri clienti che prtin a risultati di miglirament della tecnlgia e di risparmi energetic, in qute definite dalla legge. Alle qute di efficienza energetica crrispndn pari Certificati Bianchi (1 certificat bianc gni TEP - Tnnellata Equivalente di Petrli risparmiata). Se le qute ttenute sn inferiri a quelle impste, i sggetti bbligati devn acquistare da altri peratri i Certificati mancanti. All bblig di cui devn farsi caric i distributri, crrispnde un parziale rimbrs spese: per gni TEP di risparmi ttenut viene ricnsciut un cntribut fiss in denar la negziabilità dei Certificati bianchi secnd frmule reglate il cntrll tecnic del sistema da parte del GSE ed il cntrll del mercat dei Certificati bianchi da parte del GME (Gestre Mercati Energetici) gni sggett cinvlt è inserit nel Registr elettrnic dei titli di efficienza energetica, press il GME, che ne cntrlla le partite a debit ed a credit. Alla chiusura di gni esercizi il GSE verifica la psizine di ciascun sggett bbligat e, in cas di mancata ttemperanza, applica delle sanzini. NORME CHE NE REGOLANO LA MATERIA la legge 14 nvembre 1995 n. 481, che intrduce le nrme per la cncrrenza e la reglazine dei servizi di pubblica, utilità il Dlgs 79/1999 e 164/2000, che attuan rispettivamente la direttiva sulle nrme cmuni per il mercat dell elettricità e del gas naturale i due DM 20 lugli 2004 (pi mdificati dal DM 21 dicembre 2007) che ltre a fissare gli biettivi nazinali fin al 2012, dettan le regle di fnd del meccanism dei Certificati Bianchi

2 il DM svilupp del 28 dicembre 2012 che stabilisce gli biettivi nazinali per gli anni , detta le regle per il ptenziament del meccanism dei Certificati bianchi e intrduce 18 nuve schede standardizzate per la valutazine e certificazine dei risparmi numerse delibere dell AEEG tra cui la del 103/03 (e successive mdifiche) cn cui l AEEG ha emanat le linee guida per la preparazine, esecuzine e valutazine dei prgetti e definit i criteri e le mdalità per il rilasci dei TEE numerse delibere dve sn state definite le schede tecniche ed i cnteggi dei risparmi CARATTERISTICHE DEI CERTIFICATI BIANCHI i Certificati bianchi sn titli a tagli fissa negziabili, ciè sggetti alle leggi della dmanda ed fferta di mercat. Ad gni certificat bianc crrispnde il risparmi di una tnnellata equivalente di petrli (1 Certificat Bianc = 1 TEP). Pssiam dire che 1 TEP = 5000 kwh (crrispnde al cnsum di elettricità annu di 2 famiglie medie) TIPOLOGIE DI CERTIFICATI BIANCHI Titli di tip I: certifican i risparmi di energia attravers una riduzine dei cnsumi di energia elettrica Titli di tip II: certifican il cnseguiment di risparmi di energia attravers una riduzine dei cnsumi di gas naturale Titli di tip II-CAR: ricnsciuti ai risparmi di energia cnseguit dagli impianti di cgenerazine ad alt rendiment, cmunque alimentati Titli di tip III: certifican i risparmi di energia ttenuti nei cnsumi di cmbustibili fssili nn per auttrazine Titli di tip IV: certifican i risparmi ttenuti nei cnsumi di frme di energia diverse dall elettricità e dal gas naturale, realizzati nel settre dei trasprti e valutati attravers mdalità dall articl 30 del DLgs 28/2011 Titli di tip V: certifican i risparmi ttenuti in frma di energia diverse dall elettricità e dal gas naturale, realizzati nel settre dei trasprti e valutati attravers mdalità diverse da quelle previste per i Titli di Tip IV Titli di tip IN: nn certifican un effettiv risparmi ma sn emessi in seguit alle premialità attribuite all intervent in funzine del su grad di innvazine Titli di tip E: nn certifican un effettiv risparmi ma sn emessi in seguit alle premialità attribuite all intervent in funzine dell impatt sulla riduzine delle emissini in atmsfera VALIDITA NEL TEMPO i Certificati bianchi si riferiscn sempre a un cert ann slare e ciè ai risultati ttenuti in un cert esercizi. La cntabilità si chiude ad gni esercizi. I beneficiari nn hann l bblig di utilizzare i titli sl per l ann cui sn riferiti, ma pssn servirsene a cpertura dell bblig, venderli, anche negli anni successivi a quell di emissine. Si parla allra di bancabilità dei titli e cnsente la scelta del md e del mment miglire dell utilizz della vendita. CUMULABILITA I certificati bianchi sn cumulabili cn: Detassazine del reddit di impresa riguardante l acquist di macchinari e attrezzature

3 Fndi di garanzia e fndi di rtazine Cntributi in cnt interesse Incentivi ricnsciuti a livell reginale, lcale e cmunitari per interventi di efficientament energetic (Band FESR) Agevlazini fiscali nella frma del credit d impsta a favre del teleriscaldament alimentat cn bimassa cn energia getermica, di cui all art. 8 cmma10, lettera f), del la legge 23 dicembre 1998, n. 448, art. 29 della legge 23 dicembre 2000, n. 388 e dell art. 2 della legge 22 dicembre 2008 Scambi sul pst RID NB: I tempi da rispettare per presentare prgetti e sfruttare la cumulabilità cn altri incentivi Se quest aiuta a dissipare alcuni dubbi, può essere utile verificare le tempistiche per la presentazine delle Richieste di Verifica e Certificazine dei risparmi (RVC) per prgetti relativi ad interventi avviati prima dell entrata in vigre del Dm 28 dicembre 2012, prgetti per i quali la cumulabilità era ammessa. Anche in quest cas le FAQ del GSE vengn in aiut, stabilend quant segue. Prgetti standard I prgetti standard ssia la tiplgia che cmprende la maggir parte degli interventi per i quali si svrappnevan TEE e detrazini fiscali pssn beneficiare della cumulabilità purché la data di avvi sia precedente al 3 gennai La data di avvi rappresenta il girn in cui il prgett raggiunge la dimensine minima, ciè quand il prgett cmincia a prdurre risparmi tali da superare i 20 tep annui di risparmi. Tale data può ad esempi cincidere cn l installazine il cllaud e la FAQ dell AEEG ffrn indicazini a tale prpsit (si veda la dmanda n. 3 nel dcument FAQ cnsultabile nei riferimenti in bass). Prgetti analitici e a cnsuntiv Per i prgetti analitici la data di inizi del perid di rendicntazine dei risparmi deve essere antecedente al 3 gennai, mentre per i prgetti a cnsuntiv la PPPM (prpsta di prgett e prgramma di misura) dveva essere presentata entr il 3 gennai, per cui rmai nn c è più spazi per presentare nuve prpste che pssan beneficiare della cumulabilità. Due esempi Facciam due esempi per chiarire megli. Una scietà ha realizzat alcuni piccli impianti slari termici e installat infissi a dppi vetr (schede standard 8 e 5) fra il 2010 e il 2012, raggiungend la dimensine minima di 20 tep (slare più infissi) cn l ultim impiant famigliare realizzat e avviat il 20 nvembre 2012 (data cllaud fattura cliente). La data di avvi del prgett è dunque precedente al 3 gennai 2013 e si può beneficiare sia dei TEE, sia delle detrazini fiscali al 55%. Il prpnente deve presentare la RVC entr 180 girni dal 20 nvembre 2012, dunque entr il 19 maggi Se la dimensine minima fsse stata raggiunta il 20 settembre 2012, invece, i 180 girni sarebber scaduti e cn essi la pssibilità di presentare un prgett che pssa gdere delle detrazini di altri incentivi statali (a men che nn si sian realizzati altri interventi fra ttbre e dicembre 2012, nel qual cas andrebbe scartat qualche intervent fra quelli vecchi in md da superare i 20 tep fra ttbre 2012 e il 2 gennai 2013). In definitiva ci può essere la speranza di riuscire a presentare qualche prgett di tip standard che gda della cumulabilità, purché l avvi del prgett sia avvenut fra ttbre 2012 (cn scadenza ad aprile!) e il 3 gennai 2013.

4 Per il secnd esempi si cnsidera un prpnente che abbia realizzat alcune caldaie cndminiali a cndensazine fra il 2010 e il 2011 (scheda analitica 26), sempre beneficiand delle detrazini fiscali al 55%. Si può iptizzare che l avvi delle misure (perid di riferiment della prima richiesta) sia avvenut in data 1 gennai 2012 e che il prpnente abbia decis di presentare la dmanda cnsiderand un perid di riferiment pari a un ann (massim pssibile). In quest cas il perid di riferiment si chiuderebbe quindi il 31 dicembre 2012 e il prpnente avrebbe temp fin a fine giugn 2013 (180 girni) per presentare la prpsta. L avvi del perid di misura, essend fissat al 1 gennai 2012, è ampiamente precedente al 3 gennai 2013 e la cumulabilità sarebbe garantita. Cncettualmente nel cas dei prgetti analitici si può pensare di presentare un prgett in grad di gdere della cumulabilità anche nella prima metà del 2014, nell iptesi di prendere in cnsiderazine interventi realizzati nel 2012 per i quali il perid di riferiment della rendicntazine parta il prim gennai 2013 e si cncluda il 31 dicembre 2013 (vviamente il perid di riferiment può anche essere semestrale avere una durata cmunque inferire all ann, ma nn è imprtante ai fini di quant affrntat in questa nta). NON CUMULABILITA I certificati bianchi nn sn cumulabili cn: Detrazini fiscali per prgetti presentati successivamente al 3 gennai 2013 Cnt Energia e Cnt Termic certificati bianchi CAR previsti dal DM 5 settembre 2011 Premi per la cgenerazine ad alt rendiment, anche abbinata al teleriscaldament (DM 6 lugli 2012, incentivi alle rinnvabili elettriche) Cn incentivi, cmunque denminati, a caric delle tariffe dell energia e del gas finanziamenti statali cncessi in cnt capitale 2) SOGGETTI OBBLIGATI E OBIETTIVI DI RIDUZIONE I sggetti bbligati sn: Distributri di energia elettrica che hann più di clienti allacciati alla prpria rete I distributri di gas naturale che hann più di clienti allacciati alla prpria rete I sggetti bbligati pssn scegliere di cnseguire gli biettivi di risparmi impsti attravers: Interventi di efficienza energetica da effettuarsi press gli utenti finali Acquist di certificati bianchi in numer pari al quantitativ di riduzine di energia impst e nn cnseguit Il Decret Svilupp 28 dicembre 2012 ha intrdtt il cncett di biettivi (per il perid ) espressi in md cumulat. In pratica il risultat da cnseguire in un ann va ad aggiungersi a quell cnseguit negli anni precedenti, dunque dal 2005, si veda tabella a pag. 131 della guida Efficienza Energetica ed. Nextville. E stat intrdtt un nuv calcl degli biettivi di risparmi di elettricità e gas. Mentre prima si utilizzava il Tep cme unità di misura dei risparmi, il legislatre ha decis che i nuvi calcli sui Certificati Bianche vadan fatti cnsiderand i TEE per via dell intrduzine del cefficiente di durabilità che cnsente di attribuire un maggir numer di Certificati agli interventi effettuati cn tecnlgie avanzate. Esistn degli biettivi cumulati per l energia elettrica e per il gas naturale, si vedan le tabelle di pag. 132 e 133.

5 COEFFICIENTE DI DURABILITA L AEEG ha intrdtt il cncett di cefficiente di durabilità τ, che nelle frmule definisce il temp, che cnsente di ricnscere un numer maggire di TEE ai prgetti in grad di generare risparmi energetici nel crs di mlti anni. I risparmi incentivati rimangn cmunque sl quelli addizinali, ssia quelli relativi all installazine di tecnlgie più efficienti di quelle mediamente diffuse nel mercat e/ che rispettan gli standard di efficienza bbligatri per legge. Un ulterire nvità riguarda la riduzine della dimensine minima per l access dei prgetti agli incentivi. le linee guida sui TEE dell AEEG, riprese dal DM Svilupp ecnmic del 28 dicembre 2012 cnsideran i benefici derivanti da una vita tecnica superire alla vita utile. CORRETTIVI AL MERCATO DEI CERTIFICATI BIANCHI Per evitare le scillazini del mercat dei certificati bianchi cme avvenut nel perid d bblig , il legislatre ha intrdtt le seguenti misure: Per il bienni , la franchigia per evitare le sanzini passa dal 60 al 50% della quta d bblig e vengn cncessi due anni per cmpensare gli eventuali deficit. Per il bienni la franchigia trna al 60%, ferma restand la pssibilità di cmpensare la quta residua nel bienni successiv In cas di dispnibilità di TEE sul mercat superire al 5% degli bblighi dell ann precedente, sarann autmaticamente incrementati gli biettivi dell ann successiv del medesim 5% Sull equilibri dei certificati bianchi inciderà il numer dei grandi prgetti: prgetti di efficientament energetic su infrastrutture, su prcessi industriali relativi a interventi realizzati nel settre dei trasprti, che generan, nell arc di un ann dalla lr implementazine, risparmi, anche ptenziali, superiri uguali a Tep IL CONTRIBUTO Il DM 28 dicembre 2012 ha ribadit che ai sggetti bbligati viene ricnsciut un cntribut fiss in denar, a parziale cpertura dei csti sstenuti per la realizzazine di interventi ( per l acquist di certificati bianchi). Il valre di quest cntribut sarà definit dall AEEG e rifletterà l andament dei prezzi di mercat dei Certificati, entr un valre massim definit. Il cntribut ricnsciut per i certificati bianchi è cumulabile cn altri tipi di cntributi pubblici 3) BENEFICIARI DEI CERTIFICATI BIANCHI: SOGGETI OBBLIGATI, SOGGETTI VOLONTARI ED ESCO I primi beneficiari dei Certificati Bianchi sn vvie mante i sggetti bbligati (distributri di energia elettrica e gas) quand effettuan gli interventi di efficienza energetica previsti dalla legge Esistn però anche i sggetti vlntari che ttengn gli incentivi e vendn i Certificati Bianchi ai sggetti bbligati, qualra nn sian in grad di prvvedere direttamente agli interventi. I sggetti vlntari sn definiti e precisati dal DM 20 lugli 2004, mdificat dal DM 21 dicembre 2007, e dal DM 28 dicembre Si tratta di peratri che devn cmunque perare rispett a una base di cnsum sufficiente a ttenere risparmi di almen 1 Tep.

6 SOGGETTI VOLONTARI CHE POSSONO BENEFICIARE DEI CERTIFICATI BIANCHI I distributri di energia elettrica e gas naturale cn men di clienti I grandi utenti industriali e del terziari che sn bbligati alla nmina del respnsabile per la cnservazine e l us razinale dell energia (energy manager) e che hann effettivamente prvvedut alla sua nmina. In realtà, l bblig di nmina dell energy manager è legat ai cnsumi di energetici della struttura. La legge 10/1999, bbliga i sggetti cn cnsiderevli cnsumi a nminare un respnsabile per la cnservazine e l us razinale dell energia. Sn bbligati alla nmina le imprese peranti nei settri industriale, civile, terziari, agricl, trasprti e servizi pubblici e centri pubblici purché: Prvvedan alla nmina dell energy manager Oppure si dtin di un sistema di gestine dell energia certificat in cnfrmità alla nrma ISO e mantengan in essere tali cndizini per tutta la durata della vita tecnica dell intervent Le scietà peranti nel sttre dei servizi energetici, dette ESC, (Energy Service Cmpany) Le scietà cntrllate dai distributri bbligati I prprietari di impianti cgenerativi ad alt rendiment che accedn ai Certificati Bianchi CAR (Titli di tip II-CAR) intrdtti dal DM 5 settembre Oltre ad essere analghi a quelli precedenti, hann qualche caratteristica diversa: Sn attribuibili anche ai semplici prduttri Pssn essere ritirati dal GSE, ltre che cmmercializzati all intern del mercat dei TEE e i cntratti bilaterali 4) INTERVENTI AMMISSIBILI E VALUTAZIONE Gli interventi di efficienza energetica ammessi al rilasci dei Certificati Bianchi sn descritti in md dettagliat degli allegati 1 dei 2 DM 20 lugli 2004 pi mdificati dal DM 21 dicembre Prim DM fa riferiment agli biettivi quantitativi nazinali di risparmi energetic nel settre elettric (denminat Decret Elettric) Nell allegat 1 le tiplgie di interventi ammissibili sn distinte in Interventi di riduzine dei cnsumi di energia elettrica (tabella A) altri interventi (tabella B) Secnd DM fa riferiment agli biettivi nazinali di risparmi energetic nel settre gas (denminat Decret gas) Nell allegat 1 le tiplgie di interventi ammissibili sn distinte in Interventi di riduzine dei cnsumi di gas naturale (tabella A) altri interventi (tabella B) L AEEG li ha raggruppati in categrie mgenee per settre di intervent, frma di energia risparmiata, servizi energetic res e/ vita utile assegnata dai decreti ministeriali stressi (tabella 2 allegata alla delibera 103/03, cme mdificata dalla delibera EEN 9/11) INTERVENTI SETTORE RESIDENZIALE, AGRICOLO E TERZIARIO CIV-T) Settri residenziale, agricl e terziari: generazine di calre/fredd per climatizzazine e prduzine di acqua calda

7 Interventi per la sstituzine di scaldaacqua elettrici (per acqua calda sanitaria i per lavastviglie, lavatrici, etc.) cn dispsitivi alimentati cn altre fnti energetiche a più alta efficienza, mediante teleriscaldament Impianti slari termici utilizzanti macchine frigrifere ad assrbiment anche reversibili a pmpa di calre Climatizzazine ambienti sistemi a celle a cmbustine Installazine di pmpe di calre elettriche a gas cn funzine di riscaldament e raffreddament Utilizz di calre di recuper Impieg di impianti alimentati a bimassa per la prduzine di calre Impieg di pannelli slari per la prduzine di acqua calda Us del calre getermic a bassa entalpia e del calre da impianti getermici alimentati da prdtti vegetali e rifiuti rganici e inrganici, per il riscaldament di ambienti e per la frnitura di calre in applicazini civili CIV-GEN) Settri residenziale, agricl e terziari: piccli sistemi di generazine elettrica e cgenerazine Impianti ftvltaici di ptenza elettrica inferire a 20 kw NB: i certificati bianchi nn sn cumulabili cn il Cnt Energia per la prduzine elettrica da fnte slare Cgenerazine e sistemi di cgenerazine cme definiti dall AEEG Sistemi di rigenerazine e quadri generazine CIV-FC) Settri residenziale, agricl e terziari: interventi di edilizia passiva e interventi sull invlucr edilizi finalizzati alla riduzine dei fabbisgni di climatizzazine invernale d estiva Interventi per l islament termic degli edifici Interventi per il cntrll della radiazine entrante attravers le superfici vetrate durante i mesi estivi (vetri selettivi, prtezini slari esterne, etc.) Applicazini delle tecniche dell architettura biclimatica, del slare passiv e del raffrescament passiv CIV-FA) Settri residenziale, agricl e terziari: riduzine dei fabbisgni di acqua calda Installazine di sistemi e prdtti per la riduzine delle esigenze di acqua calda CIV-INF) Settre residenziale, agricl e terziari: riduzine dei fabbisgni di energia e per applicazini ICR Sistemi di telegestine Sistemi di termreglazine e cntabilizzazine del calre per impianti di riscaldament centralizzat Efficientament dei centri di elabrazine

8 Installazine di sistemi dmtici e di building management mirati alla riduzine dei cnsumi energetici negli edifici Interventi nel settre infrmatic cn particlare riguard all utilizz di server/servizi remti anche virtuali INTERVENTI SETTORE ILLUMINAZIONE PUBBLICA IPUB-NEW) Illuminazine pubblica: nuvi impianti efficienti rifaciment cmpleta degli esistenti Realizzazine di impianti di illuminazine pubblica ad alta efficienza in aree precedentemente nn illuminate IPUB-RET) Illuminazine pubblica: applicazine di dispsitivi per l efficientament di impianti esistenti (retrfit) Sstituzine di crpi illuminanti cn altri ad alta efficienza Installazine di sistemi autmatici di accensine, spegniment e reglazine dell intensità (sistemi di rilevazine presente, di illuminazine naturale, crepusclari, etc.) INTERVENTI SETTORE ILLUMINAZIONE PRIVATA IPRIV-NEW) Illuminazine privata: nuvi impianti efficienti riprgettazine cmpleta di impianti esistenti IPRIV-RET) Illuminazine privata: applicazine di dispsitivi per l efficientament di impianti esistenti (retrfit) Sstituzine di srgenti luminse cn altre ad alta efficienza e lunga durata Installazine di sistemi autmatici di accensine, spegniment e reglazine dell intensità (sistemi di rilevazine presenze, di illuminazine naturale, etc.) INTERVENTI NEI SISTEMI DI TRASPORTO TRASP) Sistemi di trasprt: efficientament energetic dei veicli Iniziative per la diffusine di veicli stradali a trazine elettrica, a gas naturale e a gpl LA SCELTA DEL PROGETTO RISPETTO AI METODI DI VALUTAZIONE La scelta degli interventi per i quali sn ttenibili i certificati bianchi passa attravers la riduzine di energia che deve essere ben quantificabile Esistn 3 metdi di valutazine per i prgetti realizzati Valutazine standardizzata: si basa sulla definizine di risparmi medi ttenibile per gni unità fisica del prgett. E il metd più velce e cn men requisiti e si basa su schede predispste dall AEEG. In quest cas si prevede l installazine di apparecchiature il cui risparmi è determinabile a priri (per es. lampade a bass cnsum, dppi vetri, caldaie ad alta efficienza, etc.

9 Valutazine analitica: si basa su alcuni parametri di utilizz (per es. re di utilizz, fattre di caric medi, etc.) e su algritmi predefiniti di calcl dei risparmi di energia primaria. Tali valri vengn registrati nel crs della vita del prgett cn appsite strumentazini di misura. Per i prgetti a valutazine analitica, il risparmi è ttenibile applicand appsiti algritmi di calcl predispsti dall Autrità in schede tecniche diverse e più cmplesse delle precedenti. Valutazine a cnsuntiv: si basa sulla misura dei cnsumi prima e dp l intervent, secnd piani di mnitraggi energetic. Si applica nel cas di prgetti per i quali nn sn dispnibili metdi di valutazine standardizzati e che necessitan una quantificazine dei risparmi attravers specifici prgrammi di misurazine. In quest cas il sggett titlare di prgetti a cnsuntiv deve presentare anticipatamente all Autrità una prpsta di prgett e il relativ prgramma di misura dei risparmi. LE SCHEDE TECNICHE Per semplificare il calcl dei risparmi cnseguibili e sveltire l iter di apprvazine dei prgetti sn state predispste delle schede tecniche. Esse pssn essere applicate alle sle tiplgie di interventi per cui è pssibile adttare il metd di valutazine standardizzata analitica. Ci sn 24 schede tecniche elabrate dall Autrità (5 di tip analitic e 19 di tip standardizzat) e sn cnsultabili sul sit del GSE più altre 18 schede tecniche (tra standardizzate e analitiche) elabrate dall ENEA allegate al DM Svilupp ecnmic 28 dicembre IL PRINCIPIO DI ADDINALITA I risparmi cnseguibili cn ciascun intervent sn calclati tenend cnt del principi di addizinalità : in pratica viene premiat sl il risparmi che l intervent aggiunge rispett alle tecnlgie medie di us cmune in quel settre. In altre parle, i Certificati Bianchi incentivan sl la quta di risparmi che si ttiene installand apparecchiature più efficienti rispett a quelle che il nrmale svilupp tecnlgic avrebbe prdtt di per sé. Un esempi: cnsideriam l intervent di efficienza energetica cnsistente nella sstituzine di una caldaia a gasli cn una caldaia a cndensazine, in una lcalità dve è presente una rete di distribuzine di gas a metan. Dunque, secnd il criteri di addizinalità, è cnsiderat risparmi in più apprtat rispett a una caldaia a gas di medie prestazini e nn rispett alla caldaia a gasli effettivamente sstituita. Il risparmi ricnsciut è dunque di minre entità. IL PRINCIPIO DI DURABILITA Per ricnscere l effettiv risparmi di energia primaria che l intervent realizzat può ttenere lung tutta la sua vita tecnica, cn la mdifica delle Linee Guida avvenuta nel 2011, l AEEG ha intrdtt il cefficiente di durabilità. Ess tiene cnt dei casi in cui la vita tecnica degli interventi supera la vita utile. La vita utile dell intervent equivale agli anni in cui ess ha diritt ai Certificati Bianchi. L intervent, generalmente prduce risparmi anche ltre il perid di ricnsciment dei TEE. Il cefficiente di durabilità valrizza questi risparmi cn un fattre mltiplicativ che tiene cnt di: Durata in anni della vita tecnica dell intervent Il tass di decadiment medi annu dei risparmi Durata in anni della vita utile

10 IL PRINCIPIO DI DURABILITA Per evitare una eccessiva frammentazine degli interventi e per utilizzare al megli le risrse, l AEEG ha dispst che, hai fini dell tteniment dei Certificati, i prgetti debban avere una dimensine minima. Essa varia a secnda del metd di valutazine: I prgetti di valutazine standardizzata devn avere una dimensine tale da permettere un risparmi nn inferire ai 20 TEP/annu I prgetti di valutazine analitica devn generare risparmi nn inferiri a 40 TEP/ann I prgetti di valutazine a cnsuntiv devn generare risparmi nn inferiri a 60 TEP/ann I GRANDI PROGETTI Il dm Svilupp ecnmic 28 dicembre 2012 ha dispst che anche i csiddetti grandi prgetti sian ammessi al meccanism dei Certificati Bianchi. Per grandi prgetti si intende prgetti di efficientament energetic realizzati su infrastrutture, su prcessi industriali relativi a interventi realizzati nel settre dei trasprti, che generan, nell arc di un ann della lr implementazine, risparmi, anche ptenziali, superiri uguali a TEP. [ ] 5) RICHIESTA E COMMERCIALIZZAZIONE DEI CERTIFICATI BIANCHI Dp aver verificat e certificat i risparmi, il GSE dà mandat al GME Gestre dei Mercati Energetici di emettere i titli a favre degli aventi diritt. IL RILASCIO I prgetti standardizzati e i prgetti a valutazine analitica nn necessitan di preliminari apprvazini. I titlari dei prgetti realizzan gli interventi e sl successivamente fan richiesta di verifica e certificazine dei risparmi. Il sggett titlare di prgetti a cnsuntiv, invece deve presentare anticipatamente al GSE una prpsta di prgett e il relativ prgramma di misura dei risparmi. La prpsta di prgett e di prgramma di misura (PPM) prevede vari adempimenti [ ] Una vlta realizzati gli interventi di efficienza energetica, i titlari del prgett devn fare richiesta di verifica e certificazine dei risparmi al GSE. Verificati i prgetti, il GSE ricnsce al titlare del prgett un numer di Certificati Bianchi pari al quantitativ di energia risparmiata. COMMERCIALIZZAZIONE I Certificati Bianchi pssn essere cmmercializzati nel mercat dei TEE, gestit dal GME, ppure in via privata, attravers accrdi bilaterali, Per cmmercializzare i titli sul mercat dedicat, è necessari ttenere la qualifica di peratre del mercat. I passi necessari sn: Iscrizine al registr dei TEE Presentazine di dmanda di ammissine al mercat Sttscrizine del cntratt di adesine Il funzinament del mercat dei TEE: ttenuta la qualifica di peratre di mercat, è pssibile effettuare la cmpravendita di titli sul mercat rganizzat, che tiene una sessine mediamente una vlta alla settimana. Le sessini sn rganizzate in bk di negziazine: il sistema telematic apre dei prspetti vide in cui appare l insieme delle prpste di acquist e vendita che gli

11 peratri inseriscn cn una mdalità di cntrattazine cntinua. Durante la sessine, gli peratri inseriscn nel bk di negziazine le lr prpste, indicand la tiplgia dei titli che vglin acquistare vendere, la quantità ed eventualmente il prezz a cui intendn acquistare vendere. Per ciascuna tiplgia di titl è previst un bk di negziazine divers: Bk di negziazine per i Titli di Tip I Bk di negziazine per i Titli di Tip II Bk di negziazine per i Titli di Tip III Bk di negziazine per i Titli di Tip IV Bk di negziazine per i Titli di Tip V Il prezz a cui si è dispsti a vendere acquistare può essere dichiarat men, a secnda della mdalità di cntrattazine di cui si intende avvalersi, e ciè: - Cn limite di prezz: l peratre dichiara il prezz massim a cui è dispst a cmprare vendere. Le fferte verrann abbinat sl cn dmande di prezz crrispndente - A mercat: l peratre è dispst a cmprare vendere al miglir prezz dispnibile. Il sistema terrà cnt sl delle quantità che si vglin trattare e le abbinerà alle prpste che al mment dell inseriment hann il miglir prezz. Man man che il sistema infrmatic riceve le prpste di acquist vendita, le rdina nei bk di negziazine in base al migli prezz di acquist e vendita. Cnclusa la cntrattazine, il sistema cancella autmaticamente le prpste ggett di cntrattazine, che nn sarann più visibili. I cntratti bilaterali: i titli pssn essere scambiati anche al di furi del mercat rganizzat, attravers cntratti bilaterali. Essi sn di natura privata, cn regle e prezzi decisi dai cntraenti. Nessuna tutela è prevista, da parte del Gestre, per gli acquirenti che adttan quest sistema di cmmercializzazine dei titli. Il crrispettiv per il GME: a frnte dei servizi frniti, chi acquista e vende i Certificati Bianchi deve crrispndere al GME un crrispettiv in denar per gni titl cmmercializzat (sia che sia stat scambiat sul mercat rganizzat sia attravers negziazini bilaterali). L ammntare del crrispettiv è definit annualmente dal GSE e viene cmunicat entr il 31 dicembre di gni ann per l ann successiv,a partire dal 2011 ess crrispnde a 20 cent di eur per gni titl scambiat. Per la riscssine del crrispettiv, successivamente all emissine e prima dell eventuale annullament dei titli, il GME emette trimestralmente fattura nei cnfrnti dell peratre entr i sette girni successivi al trimestre di calendari di riferiment. Il pagament della fattura emessa va effettuat entr il terzultim girn lavrativ del medesim mese di emissine della fattura e la valute deve crrispndere alla data di emissine della fattura. Attenzine: il mancat pagament del crrispettiv entr i termini stabiliti cmprta la sspensine dell peratre dal Registr TEE.

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Gli aggiornamenti più recenti proroga detrazione del 65% estensione dell agevolazione ad altri interventi aumento della ritenuta d acconto sui bonifici

Dettagli

REGOLE APPLICATIVE PER L ISCRIZIONE AI REGISTRI E PER L ACCESSO ALLE TARIFFE INCENTIVANTI DM 5 LUGLIO 2012 (QUINTO CONTO ENERGIA)

REGOLE APPLICATIVE PER L ISCRIZIONE AI REGISTRI E PER L ACCESSO ALLE TARIFFE INCENTIVANTI DM 5 LUGLIO 2012 (QUINTO CONTO ENERGIA) REGOLE APPLICATIVE PER L ISCRIZIONE AI REGISTRI E PER L ACCESSO ALLE TARIFFE INCENTIVANTI DM 5 LUGLIO 2012 (QUINTO CONTO ENERGIA) 7 agosto 2012 Indice Premessa... 5 1 Inquadramento generale e quadro normativo

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CHIARIMENTI IN MATERIA DI DIAGNOSI ENERGETICA NELLE IMPRESE AI SENSI

Dettagli

ESERCITAZIONI DI STATISTICA BIOMEDICA

ESERCITAZIONI DI STATISTICA BIOMEDICA ESERCITAZIONI DI STATISTICA BIOMEDICA ALCUNE NOTE SU R Matte Dell Omdarme agst 2012 Cpyright c 2012 Matte Dell Omdarme versin 1.3.3 mattdell@fastmail.fm Permissin is granted t cpy, distribute and/r mdify

Dettagli

Pompe di calore per la climatizzazione

Pompe di calore per la climatizzazione SPECIALE TECNICO Pompe di calore per la climatizzazione CO.AER CO.AER - Associazione Costruttori di Apparecchiature ed Impianti per la climatizzazione e le pompe di calore SPONSOR www.carel.com www.robur.it

Dettagli

EMANA la seguente. (Circolare pubblicata sul Supplemento Straordinario n. 3 alla G.U. n. 51 del 1 marzo 2012)

EMANA la seguente. (Circolare pubblicata sul Supplemento Straordinario n. 3 alla G.U. n. 51 del 1 marzo 2012) Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di concerto con il Ministero dello Sviluppo Economico e d intesa con la Cassa Depositi e Prestiti EMANA la seguente Circolare del 16

Dettagli

Prestazioni funzionali, prestazioni energetiche e sicurezza nei sistemi elettrici

Prestazioni funzionali, prestazioni energetiche e sicurezza nei sistemi elettrici Prestazioni funzionali, prestazioni energetiche e sicurezza nei sistemi elettrici A cura di Silvia Berri Responsabile Comunicazione e Promozione CEI e Cristina Timò Direttore Tecnico CEI Nel contesto degli

Dettagli

L 114/64 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 27.4.2006

L 114/64 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 27.4.2006 L 114/64 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 27.4.2006 DIRETTIVA 2006/32/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 5 aprile 2006 concernente l'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi

Dettagli

Prot. n. 5140. L'Assemblea legislativa

Prot. n. 5140. L'Assemblea legislativa Progr. n. 156 Oggetto n. 3124: Approvazione atto di indirizzo e coordinamento sui requisiti di rendimento energetico e sulle procedure di certificazione energetica degli edifici. (Proposta della Giunta

Dettagli

Allegato A TESTO INTEGRATO

Allegato A TESTO INTEGRATO TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA Periodo di regolazione 2008-2011

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

Scaglioni di potenza (kw) 1

1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1

Scaglioni di potenza (kw) 1<P 3 3<P 6 6<P 20 20<P 200 200<P 1.000 P>1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1 Tariffe per la copertura degli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attività di gestione, di verifica e di controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, a carico dei beneficiari

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SUL SETTORE DEL TELERISCALDAMENTO (IC 46)

INDAGINE CONOSCITIVA SUL SETTORE DEL TELERISCALDAMENTO (IC 46) INDAGINE CONOSCITIVA SUL SETTORE DEL TELERISCALDAMENTO (IC 46) 1 IC 46 - Executive Summary... 7 Premessa: genesi e finalità dell indagine... 22 1. Introduzione... 24 1.1 definizione... 24 1.2 configurazione

Dettagli

dello Svilupp Il Ministro concerto con di energia attuazione attuazione; successive dell'energia per di criteri e

dello Svilupp Il Ministro concerto con di energia attuazione attuazione; successive dell'energia per di criteri e Il Ministro dello Svilupp po Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE ACQUISITO il concerto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia"

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia" coordinato con il D.Lgs. 311/2006, con il D.M. 26/6/09, con la L. 99/2009

Dettagli

FAQ (domande più frequenti)

FAQ (domande più frequenti) FAQ (domande più frequenti) N.B. Le FAQ sotto riportate derivano dalle risposte effettivamente fornite da ENEA ai vari richiedenti nell'arco degli ultimi anni. Sono basate sull'esperienza del nostro Gruppo

Dettagli

Documento per la consultazione. (invio osservazioni entro: 6 marzo 2015)

Documento per la consultazione. (invio osservazioni entro: 6 marzo 2015) CRITERI GENERALI PER LA DEFINIZIONE DI REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA Documento tecnico di riferimento Documento per la consultazione (invio osservazioni entro: 6 marzo 2015)

Dettagli

Breve guida agli aiuti di Stato

Breve guida agli aiuti di Stato Breve guida agli aiuti di Stato Indice Lazioeuropa Temi e approfondimenti Breve guida agli aiuti di Stato Introduzione 3 1. Definizione di aiuto di Stato 5 1.1 Il principio dell investitore privato 8 2.

Dettagli