Pesticidi analizzabili con metodi a singolo residuo: risultati preliminari del monitoraggio in Umbria

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pesticidi analizzabili con metodi a singolo residuo: risultati preliminari del monitoraggio in Umbria"

Transcript

1 Pesticidi analizzabili con metodi a singolo residuo: risultati preliminari del monitoraggio in Umbria Roma, 29 Marzo 2017 Angela Paoloni Ivan Pecorelli

2 OBIETTIVI RICERCA CORRENTE IZSUM SVILUPPO DI 3 METODO ANALITICI RISULTATI PRELIMINARI DEL CONTROLLO

3 Messa a punto e validazione di metodiche singolo-residuo (SRM) per la determinazione di pesticidi non analizzabili tramite metodi multiresiduo (MRM) negli alimenti di origine vegetale N. identificativo progetto: IZS UM 13/13 RC Responsabile Scientifico: Dr. Ivan Pecorelli 1. METODO A SINGOLO RESIDUO (SRM) PER PESTICIDI POLARI NEGLI ALIMENTI DI ORIGINE VEGETALE MEDIANTE LC- MS/MS. 2. METODO A SINGOLO RESIDUO (SRM) PER PESTICIDI ACIDI IN ALIMENTI DI ORIGINE VEGETALE MEDIANTE LC-MS/MS. 3. METODO A SINGOLO RESIDUO (SRM) PER DITIOCARBAMMATI NEGLI ALIMENTI DI ORIGINE VEGETALE MEDIANTE GC-MS.

4 Spesso più di uno di questi motivi si verificano contemporaneamente. Michelangelo Anastassiades and Dorothea Mack. CRL/NRL Training-Workshop Fellbach, 5-7 November 2008

5 PESTICIDI POLARI QuPPe: Quick Method for the Analysis of numerous Highly Polar Pesticides in Foods of Plant Origin via LC-MS/MS involving Simultaneous Extraction with Methanol. Version 9.2 ID Definizione di MRL LOQ (mg/kg) AMPA 0.03 Acido Cianurico 0.03 Acido Fosfonico Fosetil-Al (somma di fosetil, 0.03 Fosetil - Al acido fosfonico e dei loro sali, espressa in fosetil) 0.03 Clorato 0.01 Clormequat 0.01 Etefon 0.03 Glifosato 0.03 N-Acetil AMPA 0.03 Idrazide Maleica 0.03 Mepiquat 0.01 MPPA Glufosinato-ammonio (somma 0.03 Glufosinato di glufosinato, dei suoi sali, 0.03 MPP e NAG, espressa in N-Acetil Glufosinato equivalenti di glufosinato) 0.03 Perclorato 0.01

6 PESTICIDI POLARI PROCEDURA DI ANALISI Pesare 10 g di campione congelato (5 g di campione secco) Aggiungere 10 ml di solvente di estrazione (MeOH 1 % Acido Formico) Centrifugare 10 min rpm Filtrare un aliquota (PTFE 0.45µm) LC-MS/MS MATRICI VALIDATE Alto contenuto di amido e/o proteine e basso contenuto di acqua: Riso Alto contenuto di acqua e acidi: Mele Alto contenuto di zuccheri e basso contenuto di acqua: Confettura

7 PESTICIDI POLARI ESI + Clormequat e Mepiquat

8 PESTICIDI POLARI ESI

9 Problematiche metodo QuPPe Condizionamento colonna Hypercarb Sensibilità strumentale (Ab Sciex 3200) SANCO/12574/2014 (sensitivity check) Riduzione MRL: Reg.(EU)2016/1002 Applicable from 14/01/2017 Matrici bianche (acido fosfonico)

10 PESTICIDI FENOSSIACIDI Analysis of Acidic Pesticides using QuEChERS (EN15662) and acidified QuEChERS method. Reported by: EURL- SRM Version 1 (last update: ). Fast determination of Phenoxy acid Herbicides in carrots and apples using liquid chromatography coupled triple quadrupole mass spectrometry (Angela Santilio et Al. J Environ Sci Health B (2009) 44, ). LOQ ID Definizione di MRL (mg/kg) TFNA 0.01 Flonicamid: somma di flonicamid, TFNA e TFNG TFNG 0.01 espressa in flonicamid (R) Flonicamid 0.01 TFNA-AM ** 0.01 Diclorprop [somma di diclorprop (incluso Diclorprop e diclorprop-p) e dei suoi sali, esteri e coniugati, 0.01 Diclorprop-P espressa in diclorprop] (R) Mecoprop e Mecoprop- P Fluazifop Mecoprop (somma di mecoprop-p e mecoprop, espressa in mecoprop) Fluazifop-P (somma di tutti gli isomeri costituenti del fluazifop, dei suoi esteri e coniugati, espressa come fluazifop) MCPB MCPA e MCPB (MCPA, MCPB compresi i relativi sali, 0.01 MCPA esteri e coniugati, espressi in MCPA) (F) (R) 0.01 Aloxifop Alossifop [somma di alossifop e dei suoi esteri, sali e coniugati espressa in alossifop [somma di isomeri (R) e (S) in qualunque rapporto] (F) (R) ,4-D 2,4-D (somma di 2,4-D, i suoi sali, gli esteri e i coniugati, espressa come 2,4-D) 0.01 Dodina 0.01

11 PROCEDURA DI ANALISI Pesare 10 g di campione congelato (5 g di campione secco) Aggiungere 10 ml di solvente di estrazione (Acetonitrile) Aggiunta buffer citrato Centrifugare 10 min rpm Filtrare un aliquota (PTFE 0.45µm) MATRICI VALIDATE LC-MS/MS Alto contenuto di amido e/o proteine e basso contenuto di acqua: Riso Alto contenuto di acqua: Mele Alto contenuto acqua e acidi: Fragole

12 Caratteristiche metodo Fenossiacidi Criterio identificazione (Ion Ratio <10%) TFNA-AM

13 PESTICIDI FENOSSIACIDI ESI + Flonicamid, Dodina, (TFNA-AM)

14 PESTICIDI FENOSSIACIDI ESI

15 DITIOCARBAMMATI Michelangelo Anastassiades and Dorothea Mack. CRL/NRL Training-Workshop Fellbach, 5-7 November 2008

16 DITIOCARBAMMATI Analysis of Dithiocarbamate Residues in Foods of Plant Origin involving Cleavage in Carbon Disulfite, Partitioning into Isooctane and Determinative Analysis by GC-ECD (Version 2). Analysis of Dithiocarbamate Pesticides by GC-MS (Thermo scientific Application Note 10333). ID CS 2 Definizione di MRL Dithiocarbamates (dithiocarbamates expressed as CS2, including maneb, mancozeb, metiram, propineb, thiram and ziram) LOQ (mg/kg) 0.03

17 PROCEDURA DI ANALISI Pesare 25 g di campione Aggiungere 10 ml di solvente di estrazione (Isottano) + 75 ml di SnCl 2 /HCl 4 N Bagnomaria a 80 C per 2 h Centrifugare 5 min rpm Filtrare un aliquota (PTFE 0.45µm) MATRICI VALIDATE GC-MS Alto contenuto di amido e/o proteine e basso contenuto di acqua: Riso Alto contenuto di acqua: Mele Alto contenuto acqua e acidi: Fragole

18 Problematiche metodo Colonna GC 60 m. Interferenze ECD. Ditiocarbammati (Poiché tutti i ditiocarbammati danno il residuo finale CS 2, generalmente non è possibile distinguerli fra loro. Esistono tuttavia metodiche monoresiduo per propineb, ziram e tiram. Questi metodi vanno adottati caso per caso, se è necessaria una quantificazione specifica di propineb, ziram e/o tiram).

19 Risultati QuPPe

20 Risultati Fenossiacidi

21 Risultati QuPPe IZSUM vs EURL-SRM

22 CONCLUSIONI Nonostante il numero di analiti potenzialmente rilevabile sia molto diverso (15 QuPPe - 12 Fenossiacidi vs 250 del QuEChERS) la percentuale di campioni con presenza di residuo SRM, è molto elevata rispetto a quanto generalmente osservato con il QuEChERS. Risultati per QuPPE pesticidi sono stati confrontati con i dati presentati da EURL-SRM si è osservato che l incidenza è dello stesso ordine di grandezza dei dati dell EURL-SRM, nonostante il numero basso di campioni analizzato.

23 Single Residue Methods Dott. Ivan Pecorelli Sig.ra Sabrina Alunni Sig. Alessandro Pelliccia Dott.ssa Irene Diamanti Grazie per l attenzione! Dott.ssa Angela Paoloni Laboratorio Contaminanti Ambientali Tel

24 BIBLIOGRAFIA Analytical Quality Control and Method Validation Procedures for Pesticide Residue Analysis in Food and Feed SANTE/11945/ News on SRMs. Presentation of M.ANASTASSIADES Joint EURL Workshop 30 Sept-02 Oct 2015 in Stuttgart. s%20on%20srm_workshop2015d_pptx_nopictures.pdf. 4.Michelangelo Anastassiades and Dorothea Mack. CRL/NRL Training- Workshop Fellbach, 5-7 November Phosphonic Acid: Pesticide or Foliar Fertilizier? Residues in Organic and Conventional Samples from the German Market Marc Wieland, Nadja Bauer, Diana Ines Ströher Kolberg, Cristin Wildgrube, Michelangelo Anastassiades and Ellen Scherbaum

Laboratorio Nazionale di Riferimento Metodi a Singolo Residuo. I risultati delle prove interlaboratorio

Laboratorio Nazionale di Riferimento Metodi a Singolo Residuo. I risultati delle prove interlaboratorio Laboratorio Nazionale di Riferimento Metodi a Singolo Residuo. I risultati delle prove interlaboratorio 2012-2013 Workshop 2014: Laboratori Nazionali di Riferimento AO/FV/SRM e Laboratori Ufficiali per

Dettagli

Validazione dei metodi a singolo residuo per la determinazione dei residui di fitofarmaci in prodotti di origine vegetale

Validazione dei metodi a singolo residuo per la determinazione dei residui di fitofarmaci in prodotti di origine vegetale IX Convegno "Attività dell'amministrazione Pubblica in materia di controllo dei residui di fitofarmaci negli alimenti 17 Novembre 2011 Validazione dei metodi a singolo residuo per la determinazione dei

Dettagli

I LIMITI MASSIMI DI RESIDUI PER I DITIOCARBAMMATI NELL UNIONE EUROPEA. Angela Santilio. angela.santilio@iss.it

I LIMITI MASSIMI DI RESIDUI PER I DITIOCARBAMMATI NELL UNIONE EUROPEA. Angela Santilio. angela.santilio@iss.it I LIMITI MASSIMI DI RESIDUI PER I DITIOCARBAMMATI NELL UNIONE EUROPEA Angela Santilio Istituto Superiore di Sanità Dipartimento Ambiente e Connessa Prevenzione Primaria angela.santilio@iss.it Reg. 396/2005

Dettagli

NUOVE ESIGENZE NELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI: RICERCA DI NUOVE SOSTANZE ATTIVE E VALUTAZIONE DEL RISPETTO DI ARfD

NUOVE ESIGENZE NELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI: RICERCA DI NUOVE SOSTANZE ATTIVE E VALUTAZIONE DEL RISPETTO DI ARfD NUOVE ESIGENZE NELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI: RICERCA DI NUOVE SOSTANZE ATTIVE E VALUTAZIONE DEL RISPETTO DI ARfD Maria Rosaria Taurino Franco Gallone TORINO 6-7 DICEMBRE 2007 ATTIVITA

Dettagli

Linee guida per un approccio semplificato alla validazione del metodo multiresiduo

Linee guida per un approccio semplificato alla validazione del metodo multiresiduo Linee guida per un approccio semplificato alla validazione del metodo multiresiduo Simona Coppi Specializzazione Fitofarmaci ARPA Ferrara 4 CONVEGNO NAZIONALE FITOFARMACI E AMBIENTE Ambiente, Alimenti,

Dettagli

Strategie nella programmazione dell attivit. attività dell EURL CEFAO

Strategie nella programmazione dell attivit. attività dell EURL CEFAO Strategie nella programmazione dell attivit attività dell EURL CEFAO Laura Ciaralli Laboratorio Europeo di Riferimento per gli Elementi Chimici in Alimenti di Origine Animale 2 Direttiva del Consiglio

Dettagli

Validazione dei metodi chimici

Validazione dei metodi chimici AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E PROTEZIONE AMBIENTALE DEL VENETO L accreditamento dei laboratori per la sicurezza alimentare I.S.S. - Roma, 25-26 ottobre 2005 Validazione dei metodi chimici Antonio

Dettagli

Dott. Chim. Cristian Marinelli PromoFirenze

Dott. Chim. Cristian Marinelli PromoFirenze Validazione di metodi per la determinazione di residui di pestici in matrici grasse tramite LC-MS-MS secondo le linee guida SANTE 11945/2015 Dott. Chim. Cristian Marinelli PromoFirenze Riferimenti europei

Dettagli

Piano di controllo residui negli alimenti di origine vegetali: considerazioni sull'attività

Piano di controllo residui negli alimenti di origine vegetali: considerazioni sull'attività Piano di controllo residui negli alimenti di origine vegetali: considerazioni sull'attività Marco Morelli, Arpa Emilia Romagna, Laboratorio Tematico Fitofarmaci Roma, 19 novembre 2015 Agenzie ambientali:

Dettagli

Startup & Formazione in LC-MS: l'importanza di partire con il piede giusto

Startup & Formazione in LC-MS: l'importanza di partire con il piede giusto Startup & Formazione in LC-MS: l'importanza di partire con il piede giusto Samuele Scurati DaSP Solutions for your Science Gli spettrometri di una volta (1900-1950) Thomson 1912 Aston 1930 2 1 I Massisti

Dettagli

Analisi ATR-FTIR per la valutazione della sofisticazione del latte materno

Analisi ATR-FTIR per la valutazione della sofisticazione del latte materno Analisi ATR-FTIR per la valutazione della sofisticazione del latte materno Università della Calabria Dipartimento di Farmacia e Scienze della Salute e della Nutrizione, Rende (CS) Gruppo di Ricerca in

Dettagli

LOMBARDIA E DELL'EMILIA Staff - Reparto Chimica degli Alimenti di Origine Animale

LOMBARDIA E DELL'EMILIA Staff - Reparto Chimica degli Alimenti di Origine Animale INFORMAZIONI PERSONALI Nome Gasparini Mara Data di nascita 17/01/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Chimico Dirigente Staff - Reparto Chimica degli Alimenti

Dettagli

Barbara Vivaldi & Enrico Alesso

Barbara Vivaldi & Enrico Alesso RISULTATI DEI LABORATORI ITALIANI PARTECIPANTI A EUPT-CF9 SU FARINA DI MAIS ED ATTIVITÀ ANALITICA DI NRL-CF Barbara Vivaldi & Enrico Alesso N.R.L. for pesticides in cereals and feed Workshop 2016 LNR AO/CF/FV/SRM

Dettagli

Determinazione dei coccidiostatici autorizzati nei mangimi: esito del PT 2014 organizzato dal EURL-FA

Determinazione dei coccidiostatici autorizzati nei mangimi: esito del PT 2014 organizzato dal EURL-FA Determinazione dei coccidiostatici autorizzati nei mangimi: esito del PT 2014 organizzato dal EURL-FA C. Civitareale & M. Fiori LNRs Metalli Pesanti negli Alimenti e nei Mangimi e Additivi nei Mangimi

Dettagli

LT S.r.l. Spett.le Besani S.r.l. Via per Gallarate, 50/A 21010 Besnate (VA) Alla c.a. Sig. Riva. Busto Arsizio, 28 luglio 2014

LT S.r.l. Spett.le Besani S.r.l. Via per Gallarate, 50/A 21010 Besnate (VA) Alla c.a. Sig. Riva. Busto Arsizio, 28 luglio 2014 LT S.r.l. Laboratorio analisi tessili V.le dell'industria 42-21052 Busto Arsizio (VA) Capitale Sociale EURO 16.000 i.v. R.I. N 02642870121 R.E.A. N 274074 CF e P.IVA 02642870121 Tel. 0331 636078 Fax 0331

Dettagli

ACIDO IPPURICO e ACIDI o-m-p-metilippurici URINARI in UV Codice Z06010

ACIDO IPPURICO e ACIDI o-m-p-metilippurici URINARI in UV Codice Z06010 ACIDO IPPURICO e ACIDI o-m-p-metilippurici URINARI in UV Codice Z06010 BIOCHIMICA La determinazione dell Acido Ippurico urinario viene impiegata per il monitoraggio biologico dei soggetti esposti a Toluene.

Dettagli

Cromatografia liquida ad alta performance (HPLC)

Cromatografia liquida ad alta performance (HPLC) Cromatografia liquida ad alta performance (HPLC) La cromatografia in fase liquida viene utilizzata per la separazione di miscele complesse di molecole e/o biomolecole. Riducendo il diametro delle particelle

Dettagli

Determinazione simultanea di insetticidi neonicotinoidi mediante HPLC/MS/MS

Determinazione simultanea di insetticidi neonicotinoidi mediante HPLC/MS/MS Torino 6/7 dicembre 2007 7 Convegno Nazionale Fitofarmaci e Ambiente Determinazione simultanea di insetticidi neonicotinoidi mediante HPLC/MS/MS Annalisa Longo, Paolo Branca Arpa Piemonte - Agenzia Regionale

Dettagli

Attività di controllo: la parte analitica

Attività di controllo: la parte analitica Attività di controllo: la parte analitica Ferrara, 20 dicembre 2010 Dr. Marco Morelli Arpa Emilia - Romagna Dr. Marco Morelli Arpa Emilia - Romagna Campionamento: come? Articolo 1 Il prelevamento di campioni

Dettagli

RISOLUZIONE N. RIS-1/93-IV/05 SCOPERTA DEGLI IDROCARBURI POLICICLICI AROMATICI NEGLI OLI DI OLIVA E NEGLI OLI DI SANSA DI OLIVA COMMESTIBILI

RISOLUZIONE N. RIS-1/93-IV/05 SCOPERTA DEGLI IDROCARBURI POLICICLICI AROMATICI NEGLI OLI DI OLIVA E NEGLI OLI DI SANSA DI OLIVA COMMESTIBILI RISOLUZIONE N. RIS-1/93-IV/05 SCOPERTA DEGLI IDROCARBURI POLICICLICI AROMATICI NEGLI OLI DI OLIVA E NEGLI OLI DI SANSA DI OLIVA COMMESTIBILI IL CONSIGLIO OLEICOLO INTERNAZIONALE Vista la raccomandazione

Dettagli

BENESSERE ANIMALE, QUALITA DELLE PRODUZIONI ZOOTECNICHE E SICUREZZA ALIMENTARE: NORMATIVA E CONTROLLI DI LABORATORIO

BENESSERE ANIMALE, QUALITA DELLE PRODUZIONI ZOOTECNICHE E SICUREZZA ALIMENTARE: NORMATIVA E CONTROLLI DI LABORATORIO PG FOD 004/8 rev.13 pag. 1 di 7 BENESSERE ANIMALE, QUALITA DELLE PRODUZIONI ZOOTECNICHE E SICUREZZA ALIMENTARE: NORMATIVA E CONTROLLI DI LABORATORIO 21, 26, novembre; 2, 3, e 10 dicembre 2014 Roma, Istituto

Dettagli

ESTRAZIONE PURIFICAZIONE. Modificazione chimica ANALISI STRUMENTALE

ESTRAZIONE PURIFICAZIONE. Modificazione chimica ANALISI STRUMENTALE Procedura per l analisi quali/quantitativa. Analita puro Composto di riferimento Curva di calibrazione Singolo-Più punti Campione biologico ESTRAZIONE PURIFICAZIONE Modificazione chimica ANALISI STRUMENTALE

Dettagli

Residui nelle uve e nei mosti

Residui nelle uve e nei mosti Residui nelle uve e nei mosti Dott. Giuseppe Vassanelli Laboratorio enologico agroalimentare VASSANELLI LAB Lunedì 20 Giugno 2016, Servizi Fitosanitari Regione Veneto - Buttapietra INTRODUZIONE Gli agrofarmaci

Dettagli

ANALISI QUANTITATIVA DEI RESIDUI DI PESTICIDI NEL VINO DOPO ESTRAZIONE MEDIANTE METODO QuEChERS

ANALISI QUANTITATIVA DEI RESIDUI DI PESTICIDI NEL VINO DOPO ESTRAZIONE MEDIANTE METODO QuEChERS RISOLUZIONE OIV-OENO 436-2012 UTILIZZO DEL METODO DI ESTRAZIONE QUECHERS PER LA DETERMINAZIONE DEI PESTICIDI NEL VINO L ASSEMBLEA GENERALE Visto l articolo 2 paragrafo 2 iv dell accordo del 3 aprile 2001

Dettagli

L approccio analitico

L approccio analitico L approccio analitico la sequenza analitica Estrazione della frazione aromatica Introduzione in un sistema cromatografico Separazione dei composti dell aroma Riconoscimento e quantificazione L approccio

Dettagli

DETERMINAZIONE DELLA GUAZATINA NEGLI AGRUMI: ASPETTI ANALITICI

DETERMINAZIONE DELLA GUAZATINA NEGLI AGRUMI: ASPETTI ANALITICI DETERMINAZIONE DELLA GUAZATINA NEGLI AGRUMI: ASPETTI ANALITICI SERENA LAZZARO *,, PAOLO BRANCA ** * U.O.S. n. 34 A.S.C.A. - Analisi e Servizi per la Certificazione in Agricoltura- Ispica (Rg) **Arpa Piemonte

Dettagli

[ QuEChERS Simplified ] METODO QuEChERS ANCORA PIÙ SEMPLICE

[ QuEChERS Simplified ] METODO QuEChERS ANCORA PIÙ SEMPLICE [ QuEChERS Simplified ] METODO QuEChERS ANCORA PIÙ SEMPLICE Il metodo QuEChERS (acronimo di Quick, Easy, Cheap, Effective, Rugged e Safe) seguito dall estrazione dispersiva in fase solida (d-spe), è una

Dettagli

Nuova procedura di misurazione degli idrocarburi nelle acque: sviluppo e convalida Paolo de Zorzi Servizio Metrologia Ambientale - ISPRA Roma, 26 novembre 2014 Un processo condiviso a) Costituzione Gruppo

Dettagli

Università di Messina CURRICULUM VITAE

Università di Messina CURRICULUM VITAE Cognome: Nome: Indirizzo università: Università di Messina Dott. Mariosimone Zoccali. Dipartimento di Scienze del Farmaco e dei Prodotti per la Salute - 98168 - Messina, Italia CURRICULUM VITAE Telefono

Dettagli

Flavio Antonio Franchina

Flavio Antonio Franchina Nato a Messina, il 22/09/1986 E-mail: ffranchina@unime.it; PEC: flavioantonio.franchina@postacertificata.gov.it Nazionalità: Italiana Aggiornato: ottobre 2013 Page 1/10 CARRIERA ACCADEMICA Gennaio 2011

Dettagli

A methodology for determination of priority phenolic compounds in contaminated soils by LC-APCI mass spectrometry

A methodology for determination of priority phenolic compounds in contaminated soils by LC-APCI mass spectrometry A methodology for determination of priority ic compounds in contaminated soils by LC-APCI mass spectrometry F. Zanon, R. Lava, M. Prenzato, C. Cecchinato ARPAV Dipartimento Regionale Laboratori Laboratorio

Dettagli

analitica degli idrocarburi nell'ambiente: 26 novembre 2014 Il controllo e il monitoraggio ambientale degli idrocarburi: l esperienza in ARPA Toscana

analitica degli idrocarburi nell'ambiente: 26 novembre 2014 Il controllo e il monitoraggio ambientale degli idrocarburi: l esperienza in ARPA Toscana Determinazione analitica degli idrocarburi Determinazione nell'ambiente: analitica degli idrocarburi nell'ambiente: e problematiche e risposte 26 novembre 2014 26 novembre ISPRA 2014 ISPRA Il controllo

Dettagli

Il piano di controllo regionale alimenti: la parte analitica

Il piano di controllo regionale alimenti: la parte analitica Il piano di controllo regionale alimenti: la parte analitica Bologna, 24 giugno 2010 Dr. Marco Morelli Arpa Emilia - Romagna Dr. Marco Morelli Arpa Emilia - Romagna Premessa fondamentale gli alimenti devono

Dettagli

Marco Morelli Arpa Emilia Romagna. Roma, 14 aprile 2014

Marco Morelli Arpa Emilia Romagna. Roma, 14 aprile 2014 Marco Morelli Arpa Emilia Romagna Roma, 14 aprile 2014 Premessa In fase di revisione Fonte: REGOLAMENTO (CE) N. 882/2004 del 29 aprile 2004 relativo ai controlli ufficiali intesi a verificare la conformità

Dettagli

Applicazione di metodologie analitiche innovative per il miglioramento della sicurezza alimentare: il progetto S.I.Mi.S.A.

Applicazione di metodologie analitiche innovative per il miglioramento della sicurezza alimentare: il progetto S.I.Mi.S.A. Applicazione di metodologie analitiche innovative per il miglioramento della sicurezza alimentare: il progetto S.I.Mi.S.A. Angelo Visconti Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari, CNR, Bari; BonassisaLab

Dettagli

Università degli studi di Genova Facoltà di Ingegneria, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali in collaborazione con PERFORM Master

Università degli studi di Genova Facoltà di Ingegneria, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali in collaborazione con PERFORM Master Università degli studi di Genova Facoltà di Ingegneria, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali in collaborazione con PERFORM Master Universitario di II livello in Master Universitario di II

Dettagli

Alimenti di origine vegetale ed il controllo dei residui dei prodotti fitosanitari. Dr Marco Morelli Arpa Emilia Romagna Milano, 18 aprile 2012

Alimenti di origine vegetale ed il controllo dei residui dei prodotti fitosanitari. Dr Marco Morelli Arpa Emilia Romagna Milano, 18 aprile 2012 Alimenti di origine vegetale ed il controllo dei residui dei prodotti fitosanitari Dr Marco Morelli Arpa Emilia Romagna Milano, 18 aprile 2012 Fonte: EUROBAROMETRO SPECIALE 354, Rischi associati agli alimenti,riepilogo,

Dettagli

NASCITA: DATA DI NASCITA: 11/08/'63 RESIDENZA: via Ugo Foscolo n 18-00040 Castel Gandolfo - (Rm) STATO CIVILE: Separato SERVIZIO

NASCITA: DATA DI NASCITA: 11/08/'63 RESIDENZA: via Ugo Foscolo n 18-00040 Castel Gandolfo - (Rm) STATO CIVILE: Separato SERVIZIO Via Ugo Foscolo 18 Castel Gandolfo - Marino - Roma Tel.: 3351572723 e-mail fbusico@inwind.it CURRICULUM VITAE DATI PERSONALI NOME: Fabio COGNOME: Busico LUOGO DI Roma NASCITA: DATA DI NASCITA: 11/08/'63

Dettagli

Interferenti endocrini nelle acque destinate al consumo umano:approccio metodologico e valutazioni Genova 30 novembre 2011; Centro Congressi IREN

Interferenti endocrini nelle acque destinate al consumo umano:approccio metodologico e valutazioni Genova 30 novembre 2011; Centro Congressi IREN Interferenti endocrini nelle acque destinate al consumo umano:approccio metodologico e valutazioni Genova 30 novembre 2011; Centro Congressi IREN Obiettivi del Progetto: Gruppo Metodi Chimici messa a punto

Dettagli

Sostanze d Abuso urinarie in LC-MS Cod. LC Metodo di conferma in LC-MS

Sostanze d Abuso urinarie in LC-MS Cod. LC Metodo di conferma in LC-MS in LC-MS Cod. LC74010 Metodo di conferma in LC-MS INTRODUZIONE La determinazione delle sostanze d abuso nei liquidi biologici (soprattutto in urina) viene generalmente effettuata in prima istanza usando

Dettagli

L'Area Fitofarmaci ed il il territorio Regionale: l'attività di controllo ufficiale degli alimenti di origine vegetale

L'Area Fitofarmaci ed il il territorio Regionale: l'attività di controllo ufficiale degli alimenti di origine vegetale L'Area Fitofarmaci ed il il territorio Regionale: l'attività di controllo ufficiale degli alimenti di origine vegetale Marco Morelli Arpa Emilia Romagna Parma, 26 febbraio 2014 Premessa gli alimenti devono

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL LISOZIMA DA BIANCO D UOVO NEL FORMAGGIO: UN APPROCCIO MEDIANTE TECNICHE DI CROMATOGRAFIA A SCAMBIO IONICO

DETERMINAZIONE DEL LISOZIMA DA BIANCO D UOVO NEL FORMAGGIO: UN APPROCCIO MEDIANTE TECNICHE DI CROMATOGRAFIA A SCAMBIO IONICO SCIENZA E TECNICA LATTIERO-CASEARIA, 60 (3), 261-265 2009 DETERMINAZIONE DEL LISOZIMA DA BIANCO D UOVO NEL FORMAGGIO: UN APPROCCIO MEDIANTE TECNICHE DI CROMATOGRAFIA A SCAMBIO IONICO Giorgio PANARI 1 *,

Dettagli

Il trattamento del paziente epilettico richiede il contributo multidisciplinare di competenze mediche,

Il trattamento del paziente epilettico richiede il contributo multidisciplinare di competenze mediche, ANTIEPILETTICI plasmatici in LC-MS - Codice LC04910 (Levetiracetam, Lamotrigina, Primidone, Oxcarbazepina, Carbamazepina Epossido, Monoidrossicarbamazepina, Carbamazepina, Felbamato, Desmetilsuccimide,

Dettagli

Il reparto Sostanze d Abuso ha messo a punto una procedura di microestrazione in fase solida in

Il reparto Sostanze d Abuso ha messo a punto una procedura di microestrazione in fase solida in Determinazione di sostanze amfetamino-simili in matrici biologiche convenzionali e non convenzionali in HS-SPME e GC-MS Scheda tecnica a cura di: Stefano Gentili Il reparto Sostanze d Abuso ha messo a

Dettagli

Sviluppo e validazione di un metodo multiresiduo per la determinazione dei pesticidi negli alimenti di origine animale destinati all infanzia

Sviluppo e validazione di un metodo multiresiduo per la determinazione dei pesticidi negli alimenti di origine animale destinati all infanzia Sviluppo e validazione di un metodo multiresiduo per la determinazione dei pesticidi negli alimenti di origine animale destinati all infanzia Graziella Amendola ISS graziella.amendola@iss.it IX Convegno

Dettagli

ANTITUBERCOLARI PLASMATICI in LC/MS Codice LC79110 (Etambutolo, Isoniazide, Rifampicina)

ANTITUBERCOLARI PLASMATICI in LC/MS Codice LC79110 (Etambutolo, Isoniazide, Rifampicina) ANTITUBERCOLARI PLASMATICI in LC/MS Codice LC79110 (Etambutolo, Isoniazide, Rifampicina) INTRODUZIONE Tecnicamente si definisce antibiotico una sostanza di origine naturale prodotta da un microrganismo,

Dettagli

DEL DECRETO LEGISLATIVO 29 APRILE 2006, N. 217

DEL DECRETO LEGISLATIVO 29 APRILE 2006, N. 217 A LLEGATO MODIFICA DEGLI ALLEGATI 1, 6, 7 e 10 DEL DECRETO LEGISLATIVO 29 APRILE 2006, N. 217 E SUCCESSIVE MODIFICHE All Allegato 1, punto 1.11 è aggiunto il seguente testo: Estratto vegetale contenente

Dettagli

Chimica Analitica II

Chimica Analitica II Chimica Analitica II Corso di laurea triennale in Chimica Obiettivo del corso conoscenza dei principi fondamentali e della strumentazione relativi a tecniche analitiche strumentali di uso comune Durata

Dettagli

RISOLUZIONE OIV-OENO 461-2012. Visto l Articolo 2, Paragrafo 2 IV, dell'accordo che istituisce l Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino,

RISOLUZIONE OIV-OENO 461-2012. Visto l Articolo 2, Paragrafo 2 IV, dell'accordo che istituisce l Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino, RISOLUZIONE OIV-OENO 461-2012 METODI PER LA DETERMINAZIONE DI NATAMICINA NEL VINO L ASSEMBLEA GENERALE, Visto l Articolo 2, Paragrafo 2 IV, dell'accordo che istituisce l Organizzazione Internazionale della

Dettagli

Criticità circa l applicazione del documento SANCO/12574/2014 rev. 5 Working document on the summing up of LOQs in case of complex residue definitions

Criticità circa l applicazione del documento SANCO/12574/2014 rev. 5 Working document on the summing up of LOQs in case of complex residue definitions Criticità circa l applicazione del documento SANCO/12574/2014 rev. 5 Working document on the summing up of LOQs in case of complex residue definitions (patrizia.pelosi@iss.it) Istituto Superiore di Sanità

Dettagli

Caratterizzazione chimico fisica di matrici note, incognite e complesse. M. Priola

Caratterizzazione chimico fisica di matrici note, incognite e complesse. M. Priola Caratterizzazione chimico fisica di matrici note, incognite e complesse M. Priola priola@ssc.it Area analisi chimico fisiche Lab. Liquidi Grezzi Lab. Solidi Lab. Gas Lab. Spettoscopia AA 2 Laboratorio

Dettagli

Limit of Detection (LOD) Limit of Quantification (LOQ) e valutazione della calibrazione con Chromeleon Hubaux-Vos

Limit of Detection (LOD) Limit of Quantification (LOQ) e valutazione della calibrazione con Chromeleon Hubaux-Vos C.N.R. Istituto per lo Studio degli Ecosistemi Verbania Italy http://www.idrolab.ise.cnr.it e-mail: g.tartari@ise.cnr.it Limit of Detection (LOD) Limit of Quantification (LOQ) e valutazione della calibrazione

Dettagli

LOTTO 1 - CAPITOLATO TECNICO. Spettrometro di Massa lineare/reflectron MALDI completo di sistema 2D-gel e HPLC con Spotting caratterizzato da

LOTTO 1 - CAPITOLATO TECNICO. Spettrometro di Massa lineare/reflectron MALDI completo di sistema 2D-gel e HPLC con Spotting caratterizzato da 1 All.to 1 LOTTO 1 - CAPITOLATO TECNICO Spettrometro di Massa lineare/reflectron MALDI completo di sistema 2D-gel e HPLC con Spotting caratterizzato da Analizzatore Tubo di volo lineare di almeno 1,5m

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Determination of polar organic markers in atmospheric aerosol by gas chromatography - ion trap tandem mass spectrometry M. Visentin M. C. Pietrogrande PM2014 Genova, 21/05/2014

Dettagli

Il laboratorio opera dal 2004 nel controllo delle contaminazioni da aflatossina M1 e B1

Il laboratorio opera dal 2004 nel controllo delle contaminazioni da aflatossina M1 e B1 Attività del Laboratorio ARAS nel controllo delle contaminazioni da Il laboratorio opera dal 2004 nel controllo delle contaminazioni da aflatossina M1 e B1 Attività del Laboratorio ARAS nel controllo delle

Dettagli

Mercurio e Metilmercurio nei pet food. Renata Tarasco

Mercurio e Metilmercurio nei pet food. Renata Tarasco Mercurio e Metilmercurio nei pet food Renata Tarasco MERCURIO E METILMERCURIO In natura il mercurio si ritrova in forma di mercurio elementare (metallico), mercurio inorganico e mercurio organico (principalmente

Dettagli

Consiglio Nazionale Chimici

Consiglio Nazionale Chimici Consiglio Nazionale Chimici Curriculum vitae Candidati ai Consigli di disciplina iscritti all Ordine dei Chimici ai sensi dell art. 4, comma 3 del Regolamento per la designazione dei componenti i Consigli

Dettagli

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(Testo rilevante ai fini del SEE) L 327/ 2.12.16 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 16/27 DELLA COMMISSIONE del 1 o dicembre 16 che modifica l'allegato I del regolamento (CE) n. 669/09 per quanto riguarda l'elenco dei mangimi e degli alimenti

Dettagli

DIPARTIMENTO DI FARMACOLOGIA PRECLINICA E CLINICA

DIPARTIMENTO DI FARMACOLOGIA PRECLINICA E CLINICA DIPARTIMENT DI FARMACLGIA PRECLINICA E CLINICA PRGETT Monitoraggio della terapia enzimatica sostitutiva (ERT) nella malattia di Anderson-Fabry RESPNSABILE SCIENTIFIC: Prof. Gloriano Moneti CLLABRATRI:

Dettagli

ESPERIENZE DI LABORATORIO CORSO CHIMICA ANALITICA II (A.A )

ESPERIENZE DI LABORATORIO CORSO CHIMICA ANALITICA II (A.A ) ESPERIENZE DI LABORATORIO CORSO CHIMICA ANALITICA II (A.A. 2016-2017) Esp.1: DETERMINAZIONE DELLA CAFFEINA NELLE BEVANDE MEDIANTE ANALISI IN RP-HPLC-UV (metodo delle aggiunte multiple) Esp.2: DETERMINAZIONE

Dettagli

Metodo di conferma in LC-MS

Metodo di conferma in LC-MS 9 - TETRAIDROCANNABINOLO cheratinico e metabolita in LC-MS Cod. LC53010 Metodo di conferma in LC-MS INTRODUZIONE Nei primi anni 80 iniziarono una serie di studi sulla possibilità di determinare sostanze

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea

Gazzetta ufficiale dell'unione europea 28.3.15 L 84/23 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 15/525 DELLA COMMISSIONE del 27 marzo 15 che modifica l'allegato I del regolamento (CE) n. 669/09 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n.

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2015-114 del 24/02/2015 Oggetto Conferimento incarico di docenza

Dettagli

SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A.

SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A. SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A. ALLEGATO E al capitolato d'oneri ELENCO PREZZI LOTTO 1 Matrice Parametro

Dettagli

Stabilità Ossidativa e Qualità del Biodiesel

Stabilità Ossidativa e Qualità del Biodiesel Stabilità Ossidativa e Qualità del Biodiesel Paolo Bondioli INNOVHUB Stazioni Sperimentali Industria Divisione SSOG Milano Milano, 9 Novembre 2011 Sommario 1.Due parole sull ossidazione delle sostanze

Dettagli

Metodi: CEN/TC275/WG6/TAG4

Metodi: CEN/TC275/WG6/TAG4 Determinazione di HAV e Norovirus in molluschi bivalvi mediante Real time PCR Elisabetta Suffredini Istituto Superiore di Sanità Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare Ancona

Dettagli

STUDIO DELLA COMPOSIZIONE E DEL POTERE ANTIOSSIDANTE DI PRODOTTI DERIVATI DA MIRTILLI

STUDIO DELLA COMPOSIZIONE E DEL POTERE ANTIOSSIDANTE DI PRODOTTI DERIVATI DA MIRTILLI FILIERA MIRTILLI Valorizzazione della produzione locale attraverso l ottimizzazione delle operazioni lungo la filiera (raccolta, distribuzione del fresco, trasformazioni di alta qualità) Realizzazione

Dettagli

BERTUCCELLIMEDIAZIONI

BERTUCCELLIMEDIAZIONI Massa volumica relativa a 20/20 C da 0,918 a 0,923 Vedere A.1.1 Indice di rifrazione nd a 40 C da 1,461 a 1,468 Vedere A.1.2 Numero di iodio da 118 a 141 Vedere A.1.3 Composizione degli acidi grassi, GLC

Dettagli

Analisi del vino. - Cu, Pb, Cd e Zn mediante DPASV - Fe mediante DPV - Anidride solforosa mediante DPV

Analisi del vino. - Cu, Pb, Cd e Zn mediante DPASV - Fe mediante DPV - Anidride solforosa mediante DPV Analisi del vino Tracce di rame, piombo ferro e zinco possono essere presenti nel vino come contaminanti derivati dalle usuali pratiche di produzione sia delle uve che del vino vero e proprio. L anidride

Dettagli

Partecipazione dei laboratori italiani all EUPT AO-07 sulla panna

Partecipazione dei laboratori italiani all EUPT AO-07 sulla panna Partecipazione dei laboratori italiani all EUPT AO-07 sulla panna dott.ssa Patrizia Pelosi, dott.ssa Graziella Amendola (patrizia.pelosi@iss.it) Istituto Superiore di Sanità - Roma Dipartimento Ambiente

Dettagli

Prelevare 300 mg di capelli

Prelevare 300 mg di capelli Appendice F Determinazione di amfetamine, cocaina ed oppiacei nei capelli Prelevare 300 mg di capelli Lavare : 2 volte con un volume si diclorometano tale a coprire il campione 1 volta con metanolo (questi

Dettagli

A.R.P.A.F-VG dip. TRIESTEA.R.P.A. F-VG dip. Trieste. www.barcolana.it

A.R.P.A.F-VG dip. TRIESTEA.R.P.A. F-VG dip. Trieste. www.barcolana.it La tecnica SPME e sue applicazioni A.R.P.A.F-VG dip. TRIESTEA.R.P.A. F-VG dip. Trieste www.barcolana.it 7 CONVEGNO NAZIONALE FITOFARMACI E AMBIENTE Torino 06 07 dicembre 2007 Sala Conferenze ARPA Piemonte

Dettagli

Estrazione del DNA. A)Resine (Chelex 100) B) Solven: organici. C) Sali (sal:ng out)

Estrazione del DNA. A)Resine (Chelex 100) B) Solven: organici. C) Sali (sal:ng out) Estrazione del DNA A)Resine (Chelex 100) B) Solven: organici C) Sali (sal:ng out) La Chelex 100 è una resina cara4erizzata da biglie a carica nega:va (ioni imminoaceta: contenu: nei copolimeri di s:rene

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Data di nascita 25/03/1955

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Data di nascita 25/03/1955 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Sesia Elio Data di nascita 25/03/1955 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente ARPA AGENZIA REG.LE PROTEZIONE AMBIENTE PIEMONTE (ARPAP)

Dettagli

Estrazione con solventi. Dott.ssa Laura Casu Laurea in chimica e tecnologie farmaceutiche 9 crediti

Estrazione con solventi. Dott.ssa Laura Casu Laurea in chimica e tecnologie farmaceutiche 9 crediti Estrazione con solventi Dott.ssa Laura Casu Laurea in chimica e tecnologie farmaceutiche 9 crediti Estrazione in Soxhlet Vantaggi: Estrazione in continuo Refrigerante Svantaggi: richiede molte ore (12/24)

Dettagli

Materiali di riferimento, Armonizzazione di metodi ed Accreditamento dei laboratori

Materiali di riferimento, Armonizzazione di metodi ed Accreditamento dei laboratori Materiali di riferimento, Armonizzazione di metodi ed Accreditamento dei laboratori Roma 25-26 giugno 2009 Gli idrocarburi: aspetti critici e procedure di misura in matrici ambientali Patrizia Bolletti

Dettagli

Tecnologie di trasformazione industriale di frutta e verdura orientate alla riduzione dei residui di fitofarmaci. Luciana Bolzoni

Tecnologie di trasformazione industriale di frutta e verdura orientate alla riduzione dei residui di fitofarmaci. Luciana Bolzoni Tecnologie di trasformazione industriale di frutta e verdura orientate alla riduzione dei residui di fitofarmaci. Luciana Bolzoni Residui antiparassitari Normativa Europea REGOLAMENTO (CE) N. 396/2005

Dettagli

EXTRA-GENE I Kit per l estrazione del DNA genomico 50 Estrazioni

EXTRA-GENE I Kit per l estrazione del DNA genomico 50 Estrazioni IT Istruzioni d uso EXTRA-GENE I Kit per l estrazione del DNA genomico 50 Estrazioni REF 7059 1. Descrizione del prodotto EXTRA-GENE è un kit per l estrazione veloce del DNA genomico senza l utilizzo di

Dettagli

Dr. Francesco Beccari. Diessechem Srl, Via Meucci 61/b, 20128 Milano

Dr. Francesco Beccari. Diessechem Srl, Via Meucci 61/b, 20128 Milano RAMAN SORS per l identificazione delle materie prime attraverso il contenitore originale e RAMAN TRS per la misura spettrofotometrica della content uniformity Dr. Francesco Beccari Diessechem Srl, Via

Dettagli

Determinazione sperimentale di alcuni parametri sito-specifici

Determinazione sperimentale di alcuni parametri sito-specifici Determinazione sperimentale di alcuni parametri sito-specifici ISS Mod.PS.BIB-FOR.01.07 Rev 0 del 18/06/07 1 Coefficiente di ripartizione solido-liquido (Kd) Metodo per la determinazione sperimentale del

Dettagli

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(Testo rilevante ai fini del SEE) L 162/26 27.6.15 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 15/12 DELLA COMMISSIONE del 23 giugno 15 che modifica l'allegato I del regolamento (CE) n. 669/09 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n.

Dettagli

RESIDUI ALL EVAPORAZIONE NEL GPL. M.Alpini Milano, 13 Novembre 2013

RESIDUI ALL EVAPORAZIONE NEL GPL. M.Alpini Milano, 13 Novembre 2013 RESIDUI ALL EVAPORAZIONE NEL GPL M.Alpini Milano, 13 Novembre 2013 Residui all evaporazione nel GPL: Contenuti Contaminanti nel GPL Specifica di prodotto EN589 Nuove tecniche analitiche Nuovo metodo pren16423

Dettagli

OMOCISTEINA PLASMATICA in LC/MS Codice LC09010 H H COO - H H H

OMOCISTEINA PLASMATICA in LC/MS Codice LC09010 H H COO - H H H OMOCISTEINA PLASMATICA in LC/MS Codice LC09010 INTRODUZIONE L Omocisteina ( HCY ) è un aminoacido solforato prodotto dalla demetilazione della Metionina ( fig. 1 ). OMOCISTEINA H H COO - + HS C C C NH

Dettagli

Misura della contaminazione totale CEN TC/19 WG31

Misura della contaminazione totale CEN TC/19 WG31 Misura della contaminazione totale CEN TC/19 WG31 Davide Faedo 1 UNI EN 12662:2008 Total Contamination: undissolved substances retained on a filter after filtration under test conditions. Impurità insolubili

Dettagli

L ACQUA DI TUTTI I GIORNI

L ACQUA DI TUTTI I GIORNI Laboratorio Chimico Camera Commercio Torino 27 febbraio 2009 Villa Gualino L ACQUA DI TUTTI I GIORNI Panorama del le pri ncipali tecniche anali ti che util izzate nei control li di tipo chimico LABORATORIO

Dettagli

Clobenzorex. CH 3 Cl. Nome Clobenzorex. Struttura molecolare. Formula di struttura C 16 H 18. ClN. Numero CAS 13364-32-4

Clobenzorex. CH 3 Cl. Nome Clobenzorex. Struttura molecolare. Formula di struttura C 16 H 18. ClN. Numero CAS 13364-32-4 NEW DRUGS Nuove Sostanze Psicoattive Clobenzorex Nome Clobenzorex Struttura molecolare NH CH 3 Cl Formula di struttura C 16 H 18 ClN Numero CAS 13364-32-4 Nome IUPAC N-[(2-chlorophenyl)methyl]-1-phenylpropan-2-amine

Dettagli

Nuovi Metodi Analitici per la Qualita e la Sicurezza degli Alimenti

Nuovi Metodi Analitici per la Qualita e la Sicurezza degli Alimenti Nuovi Metodi Analitici per la Qualita e la Sicurezza degli Alimenti M. Careri Dipartimento di Chimica Generale ed Inorganica, Chimica Analitica, Chimica Fisica, Università di Parma, Viale G.P. Usberti

Dettagli

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO Azienda Speciale della Camera di commercio di Torino clelia.lombardi@lab-to.camcom.it Criteri microbiologici nei processi produttivi della ristorazione: verifica

Dettagli

CONSORZIO RICERCA FILIERA LATTIERO CASEARIA RAGUSA. Programma Operativo PSR 124 Campania

CONSORZIO RICERCA FILIERA LATTIERO CASEARIA RAGUSA. Programma Operativo PSR 124 Campania RAGUSA Programma Operativo PSR 124 Campania UN NUOVO MODELLO PER RIVITALIZZARE LA FILIERA DEL LATTE BOVINO. Il LATTE NOBILE Acronimo NOBILAT ALLEGATO C1 CARATTERIZZAZIONE DEI PROFILI AROMATICI (in grassetto-corsivo

Dettagli

PROVE INTERLABORATORIO UNICHIM

PROVE INTERLABORATORIO UNICHIM PROVE INTERLABORATORIO UNICHIM Idrocarburi policiclici aromatici in matrici ambientali (IPA) 6 ciclo Inquinanti organoclorurati (PCB) 6 ciclo Arpa Umbria UOLM Sezione Chimica Suolo e Rifiuti Responsabile:

Dettagli

Esperienza n 3: Determinazione del grado di acidità dell aceto commerciale

Esperienza n 3: Determinazione del grado di acidità dell aceto commerciale Esperienza n : Determinazione del grado di acidità dell aceto commerciale Obiettivo: determinare il grado di acidità di un aceto commerciale tramite titolazione con una soluzione di NaOH a titolo noto

Dettagli

Metodiche analitiche per il controllo del carry over da coccidiostatici e farmaci nei mangimi: attività dei laboratori ufficiali

Metodiche analitiche per il controllo del carry over da coccidiostatici e farmaci nei mangimi: attività dei laboratori ufficiali Metodiche analitiche per il controllo del carry over da coccidiostatici e farmaci nei mangimi: attività dei laboratori ufficiali Giusi Amato creaa@izsto.it 1 Obiettivi: I laboratori preposti ai controlli

Dettagli

CREMONA - 5 NOVEMBRE 2008 VALUTAZIONE DEI FORAGGI LOMBARDI ANALISI CHIMICHE E NIR

CREMONA - 5 NOVEMBRE 2008 VALUTAZIONE DEI FORAGGI LOMBARDI ANALISI CHIMICHE E NIR Laboratorio Agroalimentare CREMONA - 5 NOVEMBRE 2008 VALUTAZIONE DEI FORAGGI LOMBARDI ANALISI CHIMICHE E NIR Dott. Nicoletta Rizzi LE ANALISI CHIMICHE Accreditate Sinal Umidità Proteine Sostanze grasse

Dettagli

Il Nostro staff... la nostra forza

Il Nostro staff... la nostra forza CHI SIAMO... Il Centro Analisi Biochimiche grazie alla Sua pluriennale esperienza ed alla competenza del Suo Staff è riuscita a guadagnarsi negli anni una sempre crescente autorevolezza nei servizi analitici

Dettagli

Rovigo, 2 marzo Giulia Rosar Tecna s.r.l.

Rovigo, 2 marzo Giulia Rosar Tecna s.r.l. Campionamento ed analisi Rovigo, 2 marzo 2013 Giulia Rosar Tecna s.r.l. La filiera analitica Campionamento Sotto campionamento Preparazione del campione Analisi Errore Origine dell erroreerrore Lotto Campione

Dettagli

Lettura del RAPPORTO DI PROVA Maria Cesarina Abete

Lettura del RAPPORTO DI PROVA Maria Cesarina Abete Lettura del RAPPORTO DI PROVA Maria Cesarina Abete Il controllo chimico degli alimenti: dal campionamento alla valutazione del risultato ARPA Piemonte, Torino 5 6 febbraio 2014 Definizione Il rapporto

Dettagli

Corso di formazione: Gestione per il contenimento ed il controllo delle malattie trasmesse da alimenti (MTA)

Corso di formazione: Gestione per il contenimento ed il controllo delle malattie trasmesse da alimenti (MTA) Ministero della Salute Dipartimento della sanità pubblica veterinaria, della sicurezza alimentare e degli organi collegiali per la tutela della salute Ufficio II Corso di formazione: Gestione per il contenimento

Dettagli

PRINCIPIO ATTIVO DIOTTIL SOLFOSUCCINATO DI SODIO SORBITAN MONO OLEATO ETOSSILATO. Diserbante/Disseccante GLIFOSATE DI SALE ISOPROPILAMMINICO

PRINCIPIO ATTIVO DIOTTIL SOLFOSUCCINATO DI SODIO SORBITAN MONO OLEATO ETOSSILATO. Diserbante/Disseccante GLIFOSATE DI SALE ISOPROPILAMMINICO Coadiuvante dei prodotti fitosanitari /Disseccante /Disseccante /Arbusticida AZOCICLOTIN BIFENAZATE BROMOPROPILATO CLOFENTEZINE CYHEXATIN DICOFOL ETOXAZOLE EXITIAZOX FENAZAQUIN FENBUTATIN OSSIDO FENPIROXIMATE

Dettagli

Contaminazione da oli minerali (MOSH-MOAH):

Contaminazione da oli minerali (MOSH-MOAH): Contaminazione da oli minerali (MOSH-MOAH): Sviluppo e messa a punto di un metodo analitico Monitoraggio del livello di contaminazione da oli minerali nella produzione di matrici alimentari: Case History

Dettagli

FORMALDEIDE CONSIDERAZIONI TECNICHE ED ASPETTI ANALITICI

FORMALDEIDE CONSIDERAZIONI TECNICHE ED ASPETTI ANALITICI FORMALDEIDE CONSIDERAZIONI TECNICHE ED ASPETTI ANALITICI Formaldeide La formaldeide è una sostanza estremamente versatile: si tratta di uno dei prodotti chimici più importanti nelle sintesi organiche.

Dettagli