Risk Management Richard Zoni Business Unit Manager ICT Security

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risk Management Richard Zoni Business Unit Manager ICT Security"

Transcript

1 Risk Management Richard Zoni Business Unit Manager ICT Security ver 2.1

2 Agenda > Introduzione > Obiettivi e prospettive operative > Risk Analysis > Gap Analysis > Risk Management > Il prodotto: SkyboxView Suite > Case Study: Progetto di gestione della Sicurezza delle Informazioni per il Gruppo Hera > Presentazione di Business-e

3 Introduzione > Le aziende hanno la necessità di ridurre l esposizione al rischio dei propri asset (materiali e immateriali) > Per tutelare i fattori-chiave del proprio business, le aziende devono non solo reagire ai danni che subiscono ma prevenirli attraverso politiche adeguate di Analisi e Gestione del Rischio. > La percentuale di rischi accettati dipende dagli asset da proteggere e dall impatto delle eventuali contromisure > L onerosità di queste attività spinge le aziende ad esternalizzare queste attività presso outsourcer qualificati e specializzati (in termini metodologici, tecnologici ed organizzativi)

4 Obiettivi Obiettivi Tattici Proteggere le proprie risorse (umane, IT, dati, processi, immagine) dal ripetersi di danni; Adeguarsi a normative (Privacy, Telecomunicazioni, etc.); Tutelare i vincoli contrattuali con i clienti Obiettivi Strategici Prevenire danni alle risorse; Ottimizzare i processi rispetto agli obiettivi di business; Aumentare la competitività (in termini di immagine, sicurezza, soddisfazione del cliente) Procedure Operative Progetti di censimento e classificazione (dati, processi IT, architetture IT) Progetti di Analisi dei Rischi (metodologia e supporto all utilizzo del tool CRAMM) Progetti di Gestione dei Rischi - Piani di Sicurezza - Documenti Programmatici sulla Sicurezza - Piani di adeguamento Privacy - Piani di Business Continuity e Disaster Recovery - Assistenza alla implementazione - Supporto post-implementazione

5 Risk Assessment > La metodologia di Risk Analysis adottata fa riferimento alle Best Practices e gli standard internazionali in materia (ITSEC, ISO17799, CRAMM) > Le attività previste sono: > Rilevazione dello Scenario Informativo > Classificazione dello Scenario Informativo > Analisi del Rischio (Risk Analysis) > Analisi del Rischio residuo (Gap Analysis) > Gestione del Rischio (Risk Management)

6 Risk Assessment Risk Assessment secondo la metodologia ed CRAMM (Computer Risk Analysis and Management Method) che risulta essere conforme allo standard ISO/IEC ANALISI DEI RISCHI FASE 1: Identificazione e valutazione asset Identificazione Asset Asset Modeling Valutazione Asset FASE 2: Analisi Minacce e Vulnerabilità e Misurazione del Rischio Rilevazione vulnerabilità e minacce Calcolo esposizione al Rischio GESTIONE DEI RISCHI FASE 3: Generazione Contromisure Identificazione Contromisure FASE 4: Gap Analisys Calcolo del Rischio Residuo FASE 5: Piano degli interventi Piano degli interventi

7 Risk Management DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE FUNZIONALI > Questa attività ha lo scopo di individuare per ogni contromisura residua i fattori costitutivi: > Livello di copertura della rispettiva funzione di Sicurezza > Benefici attesi > Costi previsti (investimento, manutenzione, tasso di obsolescenza) > Impatti stimati (impegno risorse umane, performances, qualità del servizio e degli output)

8 Risk Management PIANO DEGLI INTERVENTI > Definite le specifiche di alto e basso livello si deve procedere allo sviluppo di un Piano degli Interventi di Sicurezza. > Il Piano deve individuare gli interventi necessari per mitigare i rischi residui sulla base di: > Analisi dei costi e dei benefici dell intervento > Valutazione delle interrelazioni nascenti da più interventi > Classificazione degli interventi per tipologia ed impatto organizzativo > Classificazione degli inteventi per priorità (per ragioni di criticità, costo, etc.)

9 Risk Management PIANO DEGLI INTERVENTI: ANALISI COSTI/BENEFICI > Singoli interventi del Piano devono essere analizzati sulla base di: > Benefici tecnici attesi in termini di funzionalità, sicurezza e performances > Benefici economici > Costi in termini di impegno delle risorse, funzionalità e performances > Costi economici

10 Risk Management PIANO DEGLI INTERVENTI: CLASSIFICAZIONE PER TIPOLOGIA > I singoli interventi del Piano devono essere classificati sulla base della propria tipologia: > Interventi architetturali che impattano sull architettura del Sistema Informativo (soluzioni topologiche) > Interventi tecnologici che impattano sugli asset IT (hardware, piattaforme, applicazioni di mercato o proprietarie, apparati di rete, etc.) > Interventi organizzativi che impattano sulla struttura aziendale (ruoli, responsabilità, procedure) > Interventi di esternalizzazione del rischio (contratti di outsourcing, contratti assicurativi)

11 Risk Management PIANO DEGLI INTERVENTI: CLASSIFICAZIONE PER PRIORITA > I singoli interventi del Piano devono essere classificati sulla base della priorità attribuita. > Questa attribuzione di priorità può essere distribuita su scale di diversa granularità ma deve comunque considerare alcuni fattori-chiave: > Impatto sul business dei rischi oggetto d intervento > Probabilità di accadimento dei rischi oggetto d intervento > Ragioni di tempistica rispetto al calendario aziendale > Rispetto di prescrizioni normative > Impatto dei costi dell intervento rispetto alle capacità di spesa/investimento dell azienda in un dato momento

12 Risk Management: SkyboxView Suite / IT & Exposure Risk management Con l aumento esponenziale della complessità delle infrastrutture tecnologiche a supporto dei processi di business, valutare correttamente ed in tempi brevi la minaccia di impatti tecnologici, riducendo il tempo di esposizione è un attività spesso ingestibile senza gli strumenti corretti. Vulnerability Risk Management Business Impact Analysis and Mitigation Patch Remediation Planning Firewall Auditing & Compliance Change Management Network Policy Compliance & Assurance

13 Risk Management: SkyboxView Suite / Risk Compliance

14 Risk Management: SkyboxView Suite / Steps to Security / Steps to Security / STEP 1 Model your environment / STEP 2 Analyze your Security / STEP 4 STEP 3 Reporting / Analyze your Compliance /

15 Model your environment / Model your environment / STEP 1 Risk Management: SkyboxView Suite / Vulnerability Assessment Network Configuration Threat Origins Business Assets

16 Analyze your Compliance / Analyze your Compliance / STEP 3 Risk Management: SkyboxView Suite / Network Compliance Device Compliance FW Change Management What if Modeling

17 STEP 4 Reporting / Reporting / Risk Management: SkyboxView Suite / Pdf Reporting Dashboard Auditors Reporting Automated Process

18 Risk Management: SkyboxView Suite / Skybox Skybox Architecture Architecture /

19 CASE STUDY Progetto di gestione della Sicurezza delle Informazioni per il Gruppo Hera

20 Obiettivo del progetto - Analizzare i rischi alla sicurezza delle informazioni critiche del sistema informativo del Gruppo Hera SpA - Individuare strategie e contromisure di sicurezza per ridurre o eliminare i rischi seguendo le indicazioni della Norma ISO 27001: Fornire indicazioni operative atte a realizzare le contromisure selezionate al fine di dare avvio ad un Sistema di Gestione per la Sicurezza delle Informazioni (SGSI) idoneo a proteggere l'integrità, la riservatezza e la disponibilità delle informazioni

21 Principali Attività - Definizione del processo di gestione della sicurezza delle informazioni secondo lo standard ISO/IEC 27001: Definizione della Politica Generale per la Sicurezza delle Informazioni - Risk Assessment - Gap analysis a norma ISO/IEC 27001: Vulnerability Assessment - Definizione del Piano di Implementazione

22 IL PROCESSO DI GESTIONE DELLA SICUREZZA IN OTTICA ISO/IEC 27001:2005 Il Processo di Gestione della Sicurezza è stato definito sulla base del modello proposto dal ISO/IEC 27001:2005 al fine di consentire il governo di tutte le attività necessarie alla Pianificazione, all Implementazione, al Controllo ed al Miglioramento delle misure di sicurezza fisiche, logiche ed organizzative. Parti interessate Ciclo di sviluppo, manutenzione e miglioramento Plan Definizione del ISMS Parti interessate Requisiti e aspettative di Information Security Do Implementazione e messa in opera del ISMS Manutenzione e miglioramento del ISMS Act Gestione della Information Security Monitoraggio e revisione del ISMS Check

23 POLITICA GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI La Politica Generale per la Sicurezza delle Informazioni definisce le linee guida ed i principi generali a cui l Organizzazione deve attenersi per garantire la sicurezza delle informazioni. Di seguito si riporta l indice della Politica emessa: 1 INTRODUZIONE 1.1 Destinatari 1.2 Riferimenti 2 LA POLITICA DI SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI 3 SICUREZZA FISICA 3.1 Ruoli e Responsabilità 3.2 Controlli Ambientali 3.3 Protezione Degli Asset 4 SICUREZZA LOGICA 4.1 Ruoli e Responsabilità 4.2 Identificazione E Autenticazione 4.3 Riservatezza 4.4 Tracciamento 4.5 Integrità 4.6 Disponibilità 5 SICUREZZA ORGANIZZATIVA 5.1 Ruoli E Responsabilità 5.2 Gestione Delle Conformità Nei Confronti Del Quadro Normativo Vigente 5.3 Analisi E Gestione Del Rischio 5.4 Audit 5.5. Business Continuity E Disaster Recovery 5.6 Gestione Del Personale Interno E Di Terze Parti 5.7 Normative Comportamentali 6 PROVVEDIMENTI \

24 Risk Assessment L attività di Risk Assessment è stata condotta utilizzando la metodologia ed il tool software messo a disposizione da CRAMM (Computer Risk Analysis and Management Method) che risulta essere conforme allo standard ISO/IEC 27001:2005. Di seguito si riportano le fasi principali dell attività: Risk Assesment CRAMM FASE 1: Identificazione e valutazione asset Identificazione Asset Asset Modeling Valutazione Asset Identificazione e Valutazione Asset FASE 2: Analisi Minacce e Vulnerabilità e Misurazione del Rischio Rilevazione vulnerabilità e minacce Calcolo esposizione al Rischio Livello Minacce Vulnerabilità e Grado di esposizione al Rischio FASE 3: Generazione Contromisure Identificazione Contromisure Gestione del Rischio FASE 4: Piano degli interventi Piano degli interventi Piano degli Intereventi Gap Analysis ISO 27001:2005 Vulnerability Assessment

25 Risk Assessment Principali Step Fase 1 : Identificazione e Valutazione degli asset 1. Identificazione degli asset Censimento di tutti i beni che costituiscono il patrimonio informativo del Gruppo HERA 2. Asset Modeling Creazione un modello che schematizza le relazioni che intercorrono fra Processi, Macrodati, Software, Hardware e Location Ad ogni coppia MACRODATO/PROCESSO sono stati associati gli asset che supportano i macrodati del processo, secondo il seguente schema che, a titolo esemplificativo, si riporta di seguito: PROCESSO MACRODATO SOFTWARE HARDWARE LOCATION Amministrazione, Finanza e Controllo Amministrazione Finanza Operativa Finanza Strutturata Archidoc Lotus Notes Microsoft Office SAP Archidoc Lotus Notes Microsoft Office SAP Archidoc Lotus Notes Microsoft Office SAP HW_Archidoc HW_PdL_BO_Berti Pichat HW_File_Server_Berti Pichat HW_SAP HW_Archidoc HW_PdL_BO_Berti Pichat HW_File_Server_Berti Pichat HW_SAP HW_Archidoc HW_PdL_BO_Berti Pichat HW_File_Server_Berti Pichat HW_SAP IMOLA - Data Center Bologna CED Berti Pichat IMOLA Data Center IMOLA - Data Center Bologna CED Berti Pichat IMOLA Data Center IMOLA - Data Center Bologna CED Berti Pichat IMOLA Data Center Controllo di Gestione Archidoc Lotus Notes Microsoft Office REMA HW_Archidoc HW_PdL_BO_Berti Pichat HW_File_Server_Berti Pichat HW_REMA IMOLA - Data Center CED Berti Pichat IMOLA Data Center

26 Risk Assessment Principali Step Fase 1 : Identificazione e Valutazione degli asset 3. Valutazione degli Asset Per ogni processo è stato determinato il potenziale IMPATTO derivante dalla perdita intenzionale o casuale della riservatezza, integrità o disponibilità delle informazioni trattate. Di seguito si riporta un esempio dei grafici di sintesi ottenuti il cui obiettivo è quello di evidenziare i dati più critici. Processo: Amministrazione, Finanza e Controllo indisp 1g indisp 2g indisp 1s indisp 2s indis... indis... mod pp mod gp mod int inser fm rip mit rip des non cons replic er inst mon traf div int div fs div est dis tot Amministrazione Controllo di Gestione Finanza Operativa Finanza Strutturata Deliverable > Identificazione e Valutazione Asset >.

27 Principali Step Risk Assessment Fase 2 : Analisi Minacce e Vulnerabilità e Misurazione del Rischio 1. Rilevazione grado di vulnerabilità e livello della minaccia In questa fase sono state valutate le potenziali Minacce che potrebbero causare gli Impatti, determinati nella fase precedente e le Vulnerabilità del sistema nei confronti di tali Minacce. I livelli di Minaccia e Vulnerabilità sono stati valutati sulla base dei valori indicati da CRAMM: Valore della Minaccia VERY LOW: Ci si aspetta un incidente una volta ogni 10 anni LOW: Ci si aspetta un incidente una volta ogni 3 anni MEDIUM: Ci si aspetta un incidente una volta all anno HIGH: Ci si aspetta un incidente una volta ogni 4 mesi VERY HIGH: Ci si aspetta un incidente una volta al mese Valori Vulnerabilità LOW: In caso di incidente c è meno del 33% di probabilità che si realizzi il peggior scenario MEDIUM: In caso di incidente c è tra il 33% e il 66% di probabilità che si realizzi il peggior scenario HIGH: In caso di incidente c è più del 66% di probabilità che si realizzi il peggior scenario

28 Principali Step Risk Assessment Fase 2 : Identificazione e Valutazione degli asset 2. Calcolo Esposizione al Rischio I valori della misura del rischio sono stati calcolati su una scala da 1 a 7, in cui 1 indica un rischio quasi trascurabile e 7 il massimo della criticità, calcolati sulla base degli Impatti e dei livelli di Minaccia e Vulnerabilità valutati nelle fasi precedenti, attraverso la seguente matrice di valutazione ricavata dal modello CRAMM: Deliverable > Livello Minacce - Vulnerabilità e Grado di esposizione al Rischio >.

29 Deliverable Risk Assessment : Fase 3 - Generazione delle Contromisure IDENTIFICAZIONE DELLE CONTROMISURE Sono state identificate le contromisure di natura organizzativa, logica e fisica che devono essere adottate per contrastare le minacce e le vulnerabilità e il rischio definiti. Per ogni contromisura è stata definita la priorità di attuazione (HIGH; MEDIUM; LOW) È stato poi, eseguito un confronto tra le contromisure suggerite e quelle esistenti al fina di identificare puntualmente i progetti di sicurezza da riportare nel Piano degli Interventi > Gestione dei Rischi >. Risk Assessment : Fase 4 - Piano degli Interventi DEFINIZIONE DEL PIANO DEGLI INTERVENTI Il Piano degli Interventi costituisce le indicazioni progettuali che dovrebbero essere implementate al fine di contrastare i rischi emersi nel corso delle precedenti attività di analisi e costituisce il Report di conclusione a seguito delle attività di Risk Assessment e Gap Analysis. Deliverable > Piano degli Interventi >.

30 Il Gruppo Itway Ravenna Milano Roma Bergamo Vicenza Massa Parigi Madrid Barcellona Lisbona Atene

31 La Forza dell integrazione La forza del Gruppo Itway è data dall'approccio integrato con il quale si propone sul mercato. Le aziende del Gruppo sono in grado di rispondere a tutte le esigenze dei clienti proponendosi come partner affidabili nell'offerta di soluzioni ICT ad alto valore P R O D O T T I E-BUSINESS & SECURITY CONSULENZA & SERVIZI BUSINESS-E aggiunto. ITWAY VAD ITWAY ACADEMY ASSISTENZA & FORMAZIONE

32 Il Profilo Business-e costituisce l'area Strategica d'affari (ASA Enterprise) del Gruppo Itway (società quotata al TechStar di Borsa Italiana) e opera nel mercato dei Servizi ICT per l azienda estesa. Business-e vanta una posizione di rilievo nazionale nei settori della sicurezza informatica, dell e-business e dell'integrazione dei sistemi aziendali. Le nostre sedi > Ravenna, Roma, Milano, Curno, Massa Milano Massa Curno Ravenna Le nostre dimensioni Roma > Addetti: 180 professionisti > Fatturato 2005: 19,5 M

33 La Mission >Drive your e-success: insieme per volare verso il successo >La nostra missione è quella di fornire il più valido supporto tecnologico ai nostri clienti per lo sviluppo della loro redditività e del loro business, migliorandone al contempo la competitività e la sicurezza. >Ottimizziamo i processi aziendali attraverso soluzioni concrete, aiutando i clienti a governare e a proteggere la crescita dei loro affari, per noi una missione ed al tempo stesso uno stimolo per un costante miglioramento.

34 Business-e Excellence Areas SECURITY CONSULTING SECURITY AND TECHNOLOGY SOLUTIONS BUSINESS SOLUTIONS OUTSOURCING

35 SECURITY CONSULTING Security Governance Compliance Consulting (SOX, ISO27001, Dlgs. 196.) Security Audit and assessment Pro-active Security Vulnerabilty Assessment & Ethical Hacking Web Application Security Risk assessment Security solution design

36 Business-e Excellence Areas Security Governance Pro-active Security Ethical Hacking SECURITY CONSULTING Web Application Security Compliance Consulting SECURITY AND TECHNOLOGY SOLUTIONS Network and Applications Security Content Security End Point Security Identity and Access Management Data Protection and Retention IT Infrastructure Physical security BUSINESS SOLUTIONS Document Management E-Commerce e Portali CRM e Multicanalità Progetti Custom Oracle Advanced Services Security Management Infrastructure Management Desktop Fleet Management OUTSOURCING Application Management Help Desk Presidi Reperibilità

37 Security Consulting L offerta di Business-e si distingue perché mira apertamente ad affiancare il management di PMI ed Enterprises nella Corporate Security Governance, attraverso un modello originale che tiene conto di COBIT e ISO > Consulenza Organizzativa e Metodologica Security Governance, Policy Management, Risk Assessment, Risk Management, Contenimento e Protezione dei Dati, Business Continuity, Security Assurance, Formazione Evolution of Data Security Data Level Protection > Consulenza Tecnica e per la sicurezza pro-attiva Web Applications Security, Code Review, Vulnerability Assessment,Penetration Testing Exposure VPN F/W IPS > Consulenza per la conformità a Standard e Normativa Protezione Dati Personali (D.Lgs 196), Misure Minime, Firma Digitale, Conservazione Sostitutiva, Responsabilità Amministrativa. Compliance ISO27001(BS7799), SOX, Basel II A/V Time Source: Morgan Stanley Research

38 Riferimenti RAVENNA Viale della Lirica, 35 Tel ROMA Via Valentino Mazzola, 66 Tel MILANO P.zza Martiri di Via Fani, 19 - Sesto S. Giovanni (Mi) - Tel BERGAMO Via Dalmine 10/a 35 Curno - Tel MASSA Via degli Oliveti, 110 Tel

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l.

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l. Balance GRC Referenze di Progetto Settembre 2013 Pag 1 di 18 Vers. 1.0 Project Management Anno: 2012 Cliente: ACEA SpA Roma Durata: 1 anno Intervento: Gestione dei progetti riguardanti l implementazione

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Focus, impegno e lealtà: queste sono le caratteristiche che contraddistinguono Emaze Networks.

Focus, impegno e lealtà: queste sono le caratteristiche che contraddistinguono Emaze Networks. Company Backgrounder : i pilastri su cui si fonda Focus, impegno e lealtà: queste sono le caratteristiche che contraddistinguono Emaze Networks. Focalizzati per essere il partner di riferimento delle grandi

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Kedrios propone un modello di outsourcing completo Il Gruppo SIA-SSB, attraverso Kedrios dispone di una consolidata tradizione di offerta di servizi di Outsourcing Amministrativo

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2015

CALENDARIO CORSI 2015 SAFER, SMARTER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 039 60564 - Fax +39 039 6058324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvba.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Servizi High. Value Audit. Aree di intervento per aumentare il valore delle attività di Internal Audit

Servizi High. Value Audit. Aree di intervento per aumentare il valore delle attività di Internal Audit Protiviti s High Value Audits are a series of audits programs that provide you with better information for decision-making regarding the systems and processes that drive technology, compliance or operational

Dettagli

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi Survey Risultati INDICE Pagina 1 Prefazione... 4 2 Premessa... 6 3 Informazioni generali...7 3.1 3.2 3.3 3.4 4 7 8 11 12 Organizzazione della funzione

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

rischi del cloud computing

rischi del cloud computing rischi del cloud computing maurizio pizzonia dipartimento di informatica e automazione università degli studi roma tre 1 due tipologie di rischi rischi legati alla sicurezza informatica vulnerabilità affidabilità

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

Titolo: La Sicurezza dei Cittadini nelle Aree Metropolitane

Titolo: La Sicurezza dei Cittadini nelle Aree Metropolitane Titolo: La Sicurezza dei Cittadini nelle Aree Metropolitane L esperienza di ATM Il Sistema di Sicurezza nell ambito del Trasporto Pubblico Locale Claudio Pantaleo Direttore Sistemi e Tecnologie Protezione

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Portfolio Prodotti MarketingDept. Gennaio 2015

Portfolio Prodotti MarketingDept. Gennaio 2015 Portfolio Prodotti Gennaio 2015 L azienda Symbolic Fondata nel 1994, Symbolic è presente da vent'anni sul mercato italiano come Distributore a Valore Aggiunto (VAD) di soluzioni di Data & Network Security.

Dettagli

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION digitale La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

N 2 2009 di Lorenzo Caselli

N 2 2009 di Lorenzo Caselli cerca home chi siamo la rivista contattaci saggi working paper autori archivio siamo in: Homepage / archivio N 2 2009 di Lorenzo Caselli Insegnare etica nelle Facoltà di Economia recensioni segnalazioni

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa Massimo Bozeglav Responsabile Direzione Internal Audit Banca Popolare di Vicenza Indice 1. I fattori di cambiamento 2. L architettura

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos

Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos L Autore Lino Fornaro, Security Consultant Amministratore

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli