Universita' degli Studi di Ferrara PFM. Corsi di Perfezionamento, Formazione, Master. - Master di secondo livello -

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Universita' degli Studi di Ferrara PFM. Corsi di Perfezionamento, Formazione, Master. - Master di secondo livello -"

Transcript

1 Universita' degli Studi di Ferrara PFM Corsi di Perfezionamento, Formazione, Master - Master di secondo livello - 'Economia e Management dei Servizi Sanitari' Anno Accademico: 2010/2011 Stato proposta: Fase di BLOCCO AMMINISTRATIVO Pagina 1

2 Punto 1: Dettagli della Proposta Informazioni di base della proposta Id. Proposta 1363 Denominazione Economia e Management dei Servizi Sanitari Denominazione inglese Health Administration and Management Rinnovo Si Anno Accademico 2010/2011 Tipologia Master di secondo livello Durata Annuale Crediti 60 Numero ore Num. min iscritti UE 15 Num. min iscritti non UE 0 Posti disponibili Limitati Num massimo iscritti 25 (di cui n. 0 non UE ) Modalita' di svolgimento della Integrata didattica Tipo di attestato Pergamena (formato A3) Dipartimento al quale sono Dipartimento di Economia, Istituzioni, Territorio assegnati i fondi Attivita' cliniche, diagn. e Non è previsto lo svolgimento di attività cliniche, diagnostiche e strumentali strumentali Prove di verifica Prevista una verifica per ogni insegnamento Iscriz. contemporanea Divieto di iscrizione contemporanea Compenso orario per Lez. 60,00 Euro Teoriche Compenso orario per Lez. 0,00 Euro Pratiche Compenso orario per Tirocinio 0,00 Euro Compenso orario per 45,00 Euro Tutoraggio Rapp. Ore/Crediti per Lez. n.10 ore per maturare 1 credito Teoriche Rapp. Ore/Crediti per Lez. n.0 ore per maturare 1 credito Pratiche Rapp. Ore/Crediti per Tirocinio n.25 ore per maturare 1 credito Percentuale Crediti docenza 45.5 % UNIFE Pagina 2

3 Punto 2: Titoli di studio richiesti per l'ammissione al corso I titoli sottoelencati sono necessari per l'ammissione al corso Tipologia titolo Classe Nome titolo Laurea magistrale Laurea specialistica conseguita ai sensi del DM 509/99 Tutte Tutte Punto 3: Modalita' di ammissione al corso Modalita' di ammissione al corso Modalita' Note Prova scritta Punto 4: Prove finali del corso Prove finali del corso Sessione Dal Al Descrizione della prova Unica 15/01/ /03/2012 La prova finale può essere sostenuta solo da coloro che hanno superato positivamente le prove di verifica di tutti gli insegnamenti svolti nell'ambito dell'attività didattica.la prova finale consiste nella presentazione dell'elaborato di tesi di Master.L'oggetto dell'elaborato di tesi sarà concordato tra il partecipante e uno dei Docenti del Master (responsabile scientifico) e dovrà essere inerente alle tematiche caratterizzanti il percorso formativo del Master, nonché possedere rilevanza scientifica e corretto approccio metodologico. L'ammissione alla discussione dell'elaborato di tesi è subordinata alla valutazione positiva del Responsabile scientifico. Punto 5: Attivita' di tirocinio legate al corso Elenco delle attivita' di tirocinio N.ore Crediti N. anno Note L'attività di tirocinio dovrà essere svolta all'interno di una azienda sanitaria pubblica o privata, di un ente che svolge attività nell'ambito dei servizi sanitari o socio sanitari (comune, regione, agenzie, ecc) o presso un'impresa che operi nel settore sanitario o socio sanitario (es. produttore di apparecchiature o beni sanitari, erogatore di servizi per il settore sanitaio ecc) o qualsiasi altra struttura che la commissione diattica ritenga deguata agli obiettivi formativi del percorso di Master Pagina 3

4 Punto 6: Facolta' che partecipano al corso Elenco delle facolta' Facolta' Modalita' coll. Fac. di Medicina e Chirurgia Fac. di Economia Proponente Proponente Punto 7: Collaborazioni esterne (altre Universita', altri Enti) Elenco delle collaborazioni esterne Universita' Dip./Fac Tipo coll. Stato conv. Data Conv. Data intenti Altro Ente Fondazione Villa-Maria ora ridenominata Fondazione Ettore Sansavini La collaborazione si riferisce alle attività di promozione e di supporto all'organizzazione del Master anche attraverso apposito personale e di strutture della Fondazione Approvata 27/06/2008 Punto 8: Collaborazioni interne di supporto alla didattica e alla organizzazione del corso Collaborazioni interne di supporto alla didattica e alla organizzazione del corso Dip. Centro Modalita' di collaborazione Centro di ricerca e servizi sull'economia e il Management della Salute "CRISAL" Punto 9: Periodi e sedi attivita' formative del corso Periodi e sedi attivita' formative del corso Calendario attivita' sede inizio att. fine att. I Settimana dal 24 al 28 gennaio 2011 II Settimana dal 14 al 18 febbraio 2011 III Settimana dal 14 al 18 marzo 2011 IV Settimana dal 11 al 15 aprile 2011 V Settimana dal 16 al 20 maggio 2011 VI Settimana dal 20 al 24 giugno 2011 Sede di Ferrara: Facoltà di Economia - Via Voltapaletto, Ferrara. Sede di Lugo: Palazzo Ceccoli Locatelli, piazza Baracca Lugo (RA) 24/01/ /07/2011 Pagina 4

5 Punto 10: Obiettivi formativi del corso Obiettivi formativi Obiettivi (italiano) Obiettivi (inglese) Pagina 5

6 - Formare personale che opera nelle strutture sanitarie con particolare riferimento ai ruoli di Direzione e Alta Direzione. - Acquisire conoscenze per l'utilizzo di strumenti manageriali per la valutazione dell'impatto sui processi clinico sanitari in merito alle azioni poste in essere in ambito gestionale - Acquisire le conoscenze necessarie per la realizzazione delle indagini epidemiologiche finalizzate alla sanità pubblica e all'identificazione dei bisogni di salute - Acquisire le conoscenze circa le relazioni tra obiettivi governativi e politiche sanitarie adottate a livello internazionale sia in termini di modelli sanitari adottati sia in termini di obiettivi e responsabilità assegnate ai diversi soggetti coinvolti, nonché l'evoluzione caratterizzante il sistema sanitario nazionale - Acquisire le conoscenze su processo di aziendalizzazione del Ssn e sull'organizzazione delle Strutture operative presenti, nonché sulle problematiche emergenti nella gestione delle attività sanitarie - Acquisire le conoscenze per la valutazione dell'efficacia dei programmi di intervento, nonché dei rischi da affrontare e delle eventuali azioni di controllo e rimozione degli stessi. - Apprendere i meccanismi che sostengono il processo di progettazione di un sistema qualità in azienda, nonché le implicazioni gestionali, organizzative e cliniche derivanti dall'attuazione dei diversi modelli di quality management. - Conoscere e comprendere le dinamiche relative alla produzione di beni per il supporto dell'industria della salute, nonché i meccanismi organizzativi aziendali e le azioni derivanti dalle politiche pubbliche - Comprendere gli obiettivi di economicità e le modalità per il monitoraggio dei risultati - Comprendere le modalità di programmazione delle attività e le tecniche di misurazione dei risultati di efficacia, di qualità e di efficienza - Sviluppare capacità di operare intorno ai sistemi di misurazione delle performance aziendali o di parti di azienda - Conoscere la tipologia delle informazioni richieste per i processi di scelta e di decisione sia a livello operativo che strategico - Comprendere e analizzare gli effetti di lungo periodo derivanti dai processi decisionali aziendali quali gli investimenti, innovazione tecnologica, innovazione organizzativa, Punto 11: Finalita' del corso Finalita' del corso - To train professionals who work in health care organizations with specific reference to Management and Top Management roles.- To acquire competences for the utilization of managerial tools in order to evaluate the impact on clinical and managerial processes- To acquire competences for the realization of epidemiological surveys for public health care services - To acquire competences to understand the relationships between governmental objectives and health care policies both in an international context and in relation to local health care models and individual objectives and responsibilities,- To acquire competences about the new public management in health care services,- To acquire competences for the evaluation of effectiveness and efficiency of health care planning and related risk management analysis,- To understand the mechanisms related to quality system process and the concerned management implications,- To understand the dynamics of the health production and health industry,- To understand the accounting objectives and the tools to monitor the results,- To understand the strategic process and the performance evaluation system and tools, in terms of effectiveness, efficiency and quality,- To understand the different forms of information for the decision making both at the operative and strategic levels,- To understand the effects on the long period about the processes of decision making Pagina 6

7 Finalita' (italiano) Il Master è finalizzato alla formazione e allo sviluppo di professionalità in grado di operare nel settore della gestione dei servizi sanitari e amministrativi in ambito sanitario, con ruoli dirigenziali rispetto ai quali le competenze di carattere economico-manageriale costituiscono un requisito fondamentale. Il Master intende unire alla conoscenza degli strumenti e dei processi di gestione strategica nonché dell'attività di controllo di gestione aziendale anche l'acquisizione di metodi e strumenti per il supporto alle decisioni economico-aziendali di medio-lungo periodo. Finalita' (inglese) The Master aims are the training and development of professionals who work in the management and administration of health care services and have roles of responsibility within health care organizations.the Master intends to link the clinical aspects with the management information.the Master intends also to link the strategic information with those of operative control. Punto 12: Sbocchi professionali del corso Sbocchi professionali del corso Sbocchi professionali (italiano) Ruoli dirigenziali (Direzione di 2 livello, Direzione di strutture complesse) in aziende sanitarie pubbliche (aziende USL, aziende ospedaliere, policlinici, IRCCS) e private (case di cura); Ruoli dirigenziali di carattere economico-sanitaria in assessorati regionali, agenzie regionali per i servizi sanitari, imprese fornitrici di beni e servizi alle aziende sanitarie pubbliche, aziende sanitarie private. Sbocchi professionali (inglese) The Master intends to train in:- Top Management roles in complex operative units,- Management in simple operative units,- Management public and private health care organizations,both in clinical and management activities. Punto 13: Curricula del corso Curricula del corso 1 Percorso Comune Nome Curricula Pagina 7

8 Punto 14: Autorizzazione svolgimento attivita' cliniche, diagnostiche e strumentali Elenco degli enti autorizzatori Autorizzazione da parte di data autor. Punto 15: Relazione attivita' svolte Per i corsi gia' attivati in anni accademici precedenti Relazione Il Master in Economia e Management dei Servizi Sanitari (EMSS) ad oggi ha visto l'attivazione di 8 precedenti edizioni. Il Master nella 1 e 2 ediz. è stato finanziato dal Consorzio Symposium grazie ai Fondi F.S.E.,posizionandosi al secondo posto della graduatoria tra tutte le proposte di master pervenute. Segno questo di una corretta progettazione, sia nei contenuti che nella forma. A seguito del cambio delle politiche di gestione dei fondi europei, non destinati a Master in ambito sanitario, le edizioni successive del Master EMSS sono state attivate in piena autonomia finanziaria attraverso la quota di iscrizione dei partecipanti. I partecipanti delle precedenti edizioni si sono caratterizzati per elevata eterogeneità di provenienza sia in termini di formazione che di professionalità svolte alimentando il confronto tra le diverse e complesse realtà presenti nel sistema sanitario arricchendo il dibattito in aula e favorendo la trasmissione di sconoscenze. Nel corso delle 6 edizioni i partecipanti presentavano un background formativo per il 47% Formazione No Medico-Sanitaria; il 37% Formazione Medica; il 16% Formazione Professioni sanitarie. I partecipanti di formazione medica e sanitaria hanno registrato nel corso delle ultime tre edizioni un incremento notevole rispetto al totale dei partecipanti delle singole edizioni. La 4 edizione ha visto aumentare il numero dei partecipanti ed in particolare ha visto crescere il numero dei partecipanti provenienti da fuori Regione (circa il 75% dei partec.) evidenziando la capacità del Master EMSS di rispondere positivamente al mercato della formazione post-laurea che ha visto nel corso degli anni aumentare l'offerta dei Master universitari da parte di più Atenei. La presenza di un numero elevato di partecipanti extra- Regione si è mantenuta su valori del 50% anche nella 5 e 6 ediz. Nella 4, 5 e 6 ediz. il numero dei partecipanti è risultato essere di molto superiore al numero minimo di 15. Il Master EMSS nelle sue precedenti edizioni ha seguito la programmazione prevista rispettando i tempi e permettendo agli studenti di svolgere il periodo di tirocinio presso aziende sanitarie ed elaborando pregevoli lavori di tesi. L'oggetto degli elaborati di tesi rispecchia e risponde sempre più alle attuali problematiche caratterizzanti le strutture sanitarie. Ciò anche in ragione dell'aumento dei partecipanti già impiegati presso strutture sanitarie che è passato da un 35% della 1 ediz. ad un valore costante del 95% circa nelle ultime edizioni. Indice, questo, di una domanda di competenze manageriali all'interno di strutture sanitarie complesse. Un ulteriore elemento di qualità del Master EMSS si riscontra nelle relazioni internazionali che dal 1 anno ad oggi il Comitato Scientifico ha consolidato. In particolare, si fa riferimento ai rapporti con l'univ.di Melbourne (Australia), la Macquaire Graduate School of Management in Sidney (Australia), il Dublin University College (Irlanda) presso le quali gli studenti hanno la possibilità, all'interno dei loro project work, di svolgere dei periodi di studio e di approfondimento, oltre che di relazionarsi con i docenti parte della Faculty del Master EMSS. In sintesi, le prime 6 edizioni del Master hanno confermato pienamente le aspettative e gli obiettivi fissati in sede di programmazione, consolidando la sua struttura e le relazioni con le aziende. Questi aspetti rivestono un'importante base, sia per la positiva conclusione dell'edizione in corso, sia per la futura edizione del Master EMSS. L'ediz. 2009/10, attualmente giunta a metà della fase di formazione, ha confermato l'interesse dei contenuti ed obiettivi formativi con 19 iscritti. E' confermato altresì l'interesse proveniente dal mondo professionale medico e da diverse aree geografiche del paese. Pagina 8

9 Punto 16: Insegnamenti - Ore e crediti (N.B.: 1 credito per lezione teoriche = n.10 ore di lezione; 1 credito per laboratorio = n.0 ore di laboratorio; 1 credito per tirocinio = n.25 ore di tirocinio) Insegnamento Anno Responsabile Cfu F. Cfu L. Cfu T. Cfu Tot. N. ore F N. ore L N. ore T Ore Tot. Analisi del fabbisogno di salute 1 GREGORIO PASQUALE Comunicazione aziendale 1 VAGNONI EMIDIA Diritto amministrativo 1 VAGNONI EMIDIA Industria della salute 1 DI TOMMASO MARCO RODOLFO Misurazione della performance 1 VAGNONI EMIDIA Organizzazione e gestione delle 1 MASINO GIOVANNI risorse umane Programmazione e controllo 1 VAGNONI EMIDIA Responsabilità professionale e 1 DE ROSA EDOARDO sicurezza Strumenti per l'analisi epidemiologica 1 GREGORIO PASQUALE Pagina 9

10 Punto 17: Diploma Supplement - Obiettivi Obiettivi degli insegnamenti Insegnamento Anno Obiettivo Obiettivo (inglese) Analisi del fabbisogno di salute Comunicazione aziendale 1 Al partecipante saranno forniti gli strumenti volti a permettergli di: - definire le finalità e gli obiettivi assegnati dal piano sanitario regionale all'indagine epidemiologica; - costruire il modello sistemico per un obiettivo aziendale e definire gli indicatori; - analizzare i sistemi sanitari ed i modelli di organizzazione e gestione; - gestire le attività del personale; - valutare i servizi, le procedure ed il soddisfacimento degli utenti; - analizzare i livelli di assistenza e qualità dei servizi offerti dall'azienda ASL in tutte le sue strutture: distretti, unità assistenziali, dipartimenti, in ragione delle diverse finalità di salute; - analizzare i livelli di assistenza e la qualità dei servizi offerti nel caso di un'azienda ospedaliera universitaria; - analizzare il modello di organizzazione sanitaria dell'azienda USL: distretti, unità assistenziali, dipartimenti. 1 I partecipanti dovranno aver maturato le conoscenze utili a: - Conoscere ed applicare gli strumenti legati alla comunicazione interna all'organizzazione - Conoscere ed applicare gli strumenti legati alla comunicazione nei confronti dei diversi stakeholder esterni - Sviluppare conoscenze relative all'utilizzo di strumenti di comunicazione in ragione del fine aziendale e dei soggetti ai quali la comunicazione è diretta. These activities are meant at: - defining the aims and objectives assigned by Regional Health Plan to the epidemiological survey - creating a systemic model to achieve organization objective and indexes definition - analysing health systems and management, and organization models - managing human resources activities - evaluating services, procedures and users' satisfaction - analysing organization model of Health Local Authorit (HLA)y: health districts, health units, departments - analysing health care levels and quality services of the HLA considering all its structures: health districts, health units, departments - analysing health-care levels and services quality of the University Hospitals. This subject is meant at knowing and applying some communication and marketing tools towards different stakeholders Improving knowledge about communication instruments used relate with organization focus, and with who is communication subject Pagina 10

11 Diritto amministrativo 1 I partecipanti dovranno aver sviluppato capacità di: - comprendere le ragioni che hanno condotto alla riforma del SSN - comprendere gli obiettivi a capo delle tre principali riforme del SSN - analizzare l'impatto dell'intervento legislativo sugli aspetti organizzativi, operativi e sulle responsabilità professionali Industria della salute 1 I partecipanti dovranno essere in grado di: - approfondire le tematiche relative all'economia Applicata con particolare riferimento all'economia ed alle Politiche del Settore della Salute; - sviluppare capacità di valutazione e discussione delle politiche economiche in materia di sanità ; - acquisire le conoscenze circa le azioni e le scelte economiche nel settore sanitario e dei prodotti e tecnologie per la salute; - analizzare le logiche che collegano i diversi soggetti appartenenti al sistema salute in un ottica nazionale, ed internazionale; - acquisire conoscenze in merito al settore dell'industria farmaceutica nazionale ed internazionale. Misurazione della performance 1 Ai partecipanti dovranno essere fornite le conoscenze che permettano loro di essere in grado di: - acquisire le capacità di valutazione della portata informatica degli indicatori di performance, nonché la possibilità di utilizzo. Sviluppare conoscenze relative alla misurazione della performance nella dimensione individuale, organizzativa e aziendale. Sviluppare capacità di visione delle finalità aziendali e dei meccanismi gestionali alla luce delle linee strategiche aziendali. This subject is meant at: - Understanding causes to SSN reforms - Understanding objectives of the three mean SSN reforms - - Analysing laws impact about organizational, operative and responsibility systems These activities are meant at - Deepening the concept and content of Economic Policies, with focus on Health Sector Economics and Policy; - Developing evaluation and discussion capabilities about economic and health economic policies; - Acquiring the understanding of economic dynamics in health care sector and health technologies. - Acquiring the understanding of health economics system subject, national and international, and their relationship - Acquiring the understanding of Pharmaceutical Industry system. This subject is meant at - Improving the managerial and decision making process' knowledge, - Learning the logic and uses of management accounting, - To develop knowledge in order to performance measurement - Improving performance measurement instruments' use - Improving knowledge about various dimensions of organizations performance. - To develop knowledge about the relation between organization objectives and strategic plan. Pagina 11

12 Organizzazione e gestione delle risorse umane 1 I partecipanti dovranno essere in grado di: - comprendere le variabili presenti in merito ai sistemi di valutazione delle prestazioni e del meccanismo premiante; - analizzare le problematiche sottostanti ad mutamento delle logiche del sistema premiante; - approfondire i concetti di sistema premiante e di sistema incentivante a confronto; - individuare le problematiche legate ai mutamenti dei sistemi premianti in relazione allo stile organizzativo aziendale; - sviluppare le capacità manageriali con riferimento alle diverse caratteristiche delle risorse umane che contribuiscono alla realizzazione dei servizi sanitari. I partecipanti dovranno aver sviluppato la capacità di: - comprendere ed analizzare le diverse forme organizzative nei legami, i processi e le componenti strutturali ed umane che ne fanno parte; - analizzare i principali modelli organizzativi nei diversi sistemi sanitari: nazionale ed internazionali; - analizzare l'impatto degli obiettivi strategici in relazione al modello organizzativo; - comprendere il significato di qualità interna ed esterna dell'organizzazione ed i processi per la sua programmazione ed il controllo; Referring to the recent laws on public employees motivation, this subject is meant at: - Understanding the variables of reward mechanisms, - Developing the managerial skills in human resources management in fulfilling health services - Analysing the reward mechanism modify and its problems for organization - Understanding the most difference among the different Human performance measurement models in terms of their variables and objective - Improving knowledge about reward system modified and its relation with organizational stile. This subject is meant at: - Acquiring the capabilities of understanding and analysing the different organizational forms in their links, processes, structural and human components, - Understanding the internal and external quality significance and the processes for its planning and control - Analysing most organizational models apply to different health systems national and international too - Analysing the relation between strategic objectives achieved and organizational model. Pagina 12

13 Programmazione e controllo Responsabilità professionale e sicurezza 1 I partecipanti dovranno essere in grado di: - approfondire le tematiche relative alle principali problematiche di carattere aziendale presenti nelle strutture sanitarie; - sviluppare le conoscenze di base relative ai processi manageriali e decisionali; - individuare i principali strumenti informativo contabili introdotti nelle aziende sanitarie; - apprendere i fondamenti degli strumenti di programmazione e controllo della gestione; - individuare la portata informativa e le caratteristiche delle informazioni inserite all'interno dei principali strumenti di programmazione e controllo. 1 I partecipanti dovranno essere in grado di: - distinguere la responsabilità dirigenziale nelle correlazioni etico-deontologiche delle scelte organizzative da quella del professionista; -applicare le norme in materia di sicurezza sull'ambiente di lavoro (D.L.vo 626/96 e ss.). This subject is meant at - Learning difference between profit and not for profit organizations - Learning the logic and uses of management accounting, - Learning the mean accounting and managerial instrument - Acquiring the evaluation skills about the information contents and utilization of performance indicators Referring to the recent laws on public employees motivation, this subject is meant at: - Understanding the variables of reward mechanisms, - Developing the managerial skills in human resources management in fulfilling health services - Analysing the reward mechanism modify and its problems for organization - Understanding the most difference among the different Human performance measurement models in terms of their variables and objective - Improving knowledge about reward system modified and its relation with organizational stile. Pagina 13

14 Strumenti per l'analisi epidemiologica 1 Completare le conoscenze dei partecipanti provenienti da aree formative diverse approfondendo alcune tematiche di base ed uniformare il livello cognitivo di partenza. L'insegnamento intende fornire le conoscenze teoriche ed applicative al fine di consentire ai partecipanti di: - utilizzare le fonti dei dati; - utilizzare i sistemi informativi in sanità; - utilizzare i sistemi di misura in Biometria, Demografia e Statistica sanitaria; - applicare i test statistici in relazione alla loro significatività; - scegliere programmare e gestire i processi di comunicazione; - acquisire le capacità di rilevamento dei dati, di elaborazione e presentazione dei dati necessari alla gestione del sistema sanitario, di misura delle frequenze degli eventi sanitari, di scelta ed utilizzo degli indicatori, di valutazione del bisogno sanitario espresso e di quello latente, di scelta, applicazione e conduzione di indagini epidemiologiche. These activities are meant at completing the participants' knowledge. Participants having different backgrounds, will widen some basic themes and uniform the beginning knowledge. They are required to be able: - To use the health data bases, - To use the information systems, - To use the biometrical, demographical and statistical measurement systems, - To apply statistical texts in relation to their significance, - To choose, programme and manage the communication process, - To manage and improve the different professional skills' relations. These activities are meant at: - Knowing data search skills - Acquiring skills: - To process and to present data for health system management - To measure the frequency of the health system events - To choose and to use indexes - To evaluate the explicit and implicit health needs - To chose, apply and lead epidemiological surveys. Pagina 14

15 Punto 18: Diploma Supplement - Contenuti formativi Contenuti formativi degli insegnamenti Insegnamento Anno Contenuti form. Contenuti form. (inglese) Analisi del fabbisogno di salute Comunicazione aziendale 1 Nel corso dell'insegnamento si intende: - Organizzare i sistemi di valutazione della domanda espressa e di rilevazione dei bisogni sanitari individuali e collettivi. - Definire gli obiettivi prioritari per la programmazione e la pianificazione dei servizi. - Illustrare i principali indicatori ed i modelli per l'analisi sistemica delle organizzazioni. - Fornire analisi empiriche connesse alle problematiche di organizzazione sanitaria di modo tale da comprendere gli aspetti critici del meccanismo di programmazione. - Analizzare gli aspetti applicativi connessi alle analisi epidemiologiche ed evidenziare le criticità che emergono dall'analisi di una realtà territoriale. - Sviluppare i nessi manageriali tra strategie aziendali, modelli organizzativi ed esigenze collettive. 1 Nel corso dell'insegnamento si intende analizzare: - Logiche, ruoli e funzioni della comunicazione esterna nell'erogazione dei servizi sanitari. - La gestione della comunicazione esterna nelle scelte di partnership per l'erogazione dei servizi sanitari. - Le relazioni che legano l'obiettivo della comunicazione, l'oggetto della comunicazione, il soggetto al quale la comunicazione è indirizzata con la performance del sistema di comunicazione. These activities will: - organize evaluation systems of express demand, the individual and collective health needs - define the main objectives to program and plan services - describe the main indexes and organization systemic analysis - give empirical content connected at healthcare organization problems in order to understand critical aspects into systems program - analyse the operative aspects linked to epidemiological analysis, and to underline the critical aspects emerging from territorial analysis - develop the management links among organization strategies, organization models and collectives needs. The participants will learn - the logics, roles and function of external communication, in supplying health services, - the management of external communication in the partnership choices for supplying health services - the relations among the different objectives of communication, the communication instruments, the subjects and the communications system performance Pagina 15

16 Diritto amministrativo 1 Nel corso dell'insegnamento saranno esposte le seguenti tematiche: - legislazione sulla nascita del SSN - le principali norme che hanno caratterizzato la riforma del SSN - Le norme costituzionali - Riforma delle professioni sanitarie: inquadramento generale e legislazione speciale Industria della salute 1 Nel corso dell'insegnamento si intende: - Illustrare i principi fondamentali dell'economia applicata ed i fondamenti delle politiche legate all'intervento pubblico in sanità. - Descrivere l'industria della salute nel suo sistema e i meccanismi e logiche economiche sottese. - Sviluppare capacità di analisi e di decisione su scelte economiche di policy sanitaria. - Descrivere gli strumenti di policy dell'industria farmaceutica presenti nei principali Paesi individuando eventuali correlazioni con i diversi sistemi sanitari Misurazione della performance 1 Nel corso dell'insegnamento si intende approfondire la tematica della misurazione dei risultati attraverso: - L'analisi ed approfondimenti in tema di della contabilità direzionale: indicatori per la valutazione dell'efficienza, di efficacia e di economicità - L'analisi degli scostamenti ed il sistema di reporting - L'analisi dei processi e delle attività - Gli indicatori di struttura - Gli indicatori clinici - strategie per l'efficacia dei comportamenti organizzativi - strumetni per la valutazione della performance multidimensionale The participants will learn about: - lows on birth of the SSN - means lows that characterize SSN reforms - health care professional reforms: general and specific aspects These activities will: - describe economics principles and the foundations of health public interventions - describe the health industry into its system and economic logics - develop analysis and decision making capabilities about health policy choices - Describe the different policy instrument of Pharmaceutical Industry at national and international level. In order to deepen the mean aspects about performance measurement the participants will learn - the analysis for process and activities, - the indicators for measuring efficiency and effectiveness and for the economic evaluation in the health system, - the reporting process - the organizational structure indicators, - the process and activities analysis - the clinical indicators - the strategies for an effective behaviour, - the multimensional performance evaluation instruments Pagina 16

17 Organizzazione e gestione delle risorse umane 1 Nel corso dell'insegnamento si intende affrontare: - Dicotomia tra personale di area medica e personale di area amministrativa. - Relazioni tra medici-manager-infermieri. - I sistemi di misurazione e valutazione delle prestazioni. - L'attività del Nucleo di Valutazione. - Caratteri motivazionali. - Il sistema incentivante. - La valutazione dei manager. - L'introduzione di nuovi modelli di valutazione e l'impatto organizzativo'. Nel corso dell'insegnamento saranno esposte le seguenti tematiche: - Il modello divisionale. Il modello dipartimentale. Il modello matriciale ed il network sanitario. - L'efficacia quantitativa ed efficacia qualitativa. - I modelli organizzativi in un'ottica di perseguimento degli obiettivi strategici -La qualità percepita, erogata. La qualità tecnica e gestionale. La carta dei servizi sanitari. Le norme ISO ed il processo di certificazione. Il Total Quality Management. This subject will give some insight on: - the reward system, - the performance measurement and evaluation, - the evaluation group's activity, - the difference between medical and administrative staff, - the relations among practitioners, nurses and managers, - the motivation levers - the evaluation problems link of reward mechanisms introduction, related to organization stile - The manager evaluation - The new model evaluation introduction and the organizational reactions The participants will learn about: - the divisional model, - the departmental model, - the matrix model and the health network, - the qualitative and quantitative effectiveness, - the perceived and supplied quality - the technical and managerial quality - health services chart - ISO regulations and auditing process - the total quality management - the organizational model and the implication with the strategic objectives. Pagina 17

18 Programmazione e controllo Responsabilità professionale e sicurezza 1 Nel corso dell'insegnamento si intende sviluppare: - I principi economico aziendali applicati alle strutture sanitarie. - Il sistema informativo contabile nelle aziende sanitarie: fabbisogno informativo e principali strumenti L'impatto dei sistemi informativi sull'organizzazione. - Il processo di programmazione e controllo - La contabilità dei costi - Il processo di budgeting 1 I partecipanti dovranno essere in grado di: - distinguere la responsabilità dirigenziale nelle correlazioni etico-deontologiche delle scelte organizzative da quella del professionista; -applicare le norme in materia di sicurezza sull'ambiente di lavoro (D.L.vo 626/96 e ss.). This subject will give a comprehensive knowledge about: - the management accounting principles applies to healthcare organizations - the information system - the informative requirements for the health care management - the management accounting process, - the organization impact of IT systems, - the budgeting, - the cost accounting, - the analysis for process and activities, - the indicators for measuring efficiency and effectiveness and for the economic evaluation in the health system, - the organizational structure indicators, - the strategies for an effective behaviour, Referring to the recent laws on public employees motivation, this subject is meant at: - Understanding the variables of reward mechanisms, - Developing the managerial skills in human resources management in fulfilling health services - Analysing the reward mechanism modify and its problems for organization - Understanding the most difference among the different Human performance measurement models in terms of their variables and objective - Improving knowledge about reward system modified and its relation with organizational stile. Pagina 18

19 Strumenti per l'analisi epidemiologica 1 Nel corso dell'insegnamento si intende: - illustrare la metodologia informatica di base; - individuare i sistemi informatici presenti ed utilizzabili nella gestione di strutture complesse; - descrivere il razionale dell'analisi statistica e la significatività degli indicatori e delle tecniche di analisi; - analizzare i principali indicatori demografici; - descrivere i caratteri dell'imprendi-torialità; - illustrare gli indicatori utili a monitorare lo stato di salute individuale e collettiva; - studio delle: a) analisi epidemiologiche finalizzate alla sanità pubblica per quanto attiene alla identificazione dei bisogni di salute presenti nella comunità, al riconoscimento delle priorità tra i bisogni di salute; b) valutazioni dell'efficacia dei programmi di intervento in base alla evidenza scientifica. These activities will: - illustrate information technology methodology and single out the Information technology system for manage complex units; - describe the statistical analysis and indexes and analysis techniques significance; - single out the mean demographical indexes, - describe business organizations characters, - analyse the communication processes into the organization and towards external system These activities will: - monitor the individual and collective health status through specific indexes in the different moments of prevention activities. - apply methodologies and techniques of epidemiological studies. - Apply the: a) epidemiological analysis b) effectiveness evaluation of intervention programmes based on EBM Describe the main health indexes. Pagina 19

20 Punto 19: Docenti incaricati (N.B.: Per i docenti UNIFE il ruolo puo' essere: 'PO', 'PA' o 'RU'; Per i docenti di altre Universita e pers. esterno il ruolo e': 'PE'; Per i docenti Eminenti Studiosi il ruolo e': 'ES') Insegnamento Anno Docente Modulo Qual. SSD Tip. lezione Cfu imp./ora ore ore gratuite Lordo Lordo + C.E. Analisi del fabbisogno di salute Comunicazione aziendale Diritto amministrativo 1 CRUCIANI MARCO TRONCONI LIVIO PIETRO 1 RICCIARDI PE MED/42 Seminario.4 0, ,00 0,00 WALTER CAPELLI PE MED/42 Seminario.4 0, ,00 0,00 GIOVANNI FOGLIETTA PE MED/42 Seminario.6 0, ,00 0,00 FOSCO BURIANI PE MED/42 Seminario.8 0, ,00 0,00 ORAZIO GREGORIO PO MED/42 Lez. Teoriche , , ,56 PASQUALE VILLARI Paolo PE MED/42 Seminario.4 0, ,00 0,00 CONTATO PE MED/42 Seminario.6 0, ,00 0,00 Edgardo , ,56 1 DA ASSEGNARE PE Seminario.4 0, ,00 0,00 DA ASSEGNARE PE Seminario.6 0, ,00 0,00 DA ASSEGNARE PE Seminario.4 0, ,00 0,00 DA ASSEGNARE PE Seminario.6 0, ,00 0, ,00 0,00 PE IUS/10 Seminario.4 0, ,00 0,00 PE IUS/10 Seminario.8 0, ,00 0,00 Pagina 20

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Obiettivi formativi qualificanti della classe: L-20 Scienze della comunicazione

Obiettivi formativi qualificanti della classe: L-20 Scienze della comunicazione Università Classe Nome del corso Nome inglese Lingua in cui si tiene il corso Codice interno all'ateneo del corso 61 Il corso é Libera Università di lingue e comunicazione IULM-MI L-20 - Scienze della

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

3. LO STAGE INTERNAZIONALE

3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3.1. IL CONCETTO La formazione professionale deve essere considerata un mezzo per fornire ai giovani la conoscenza teorica e pratica richiesta per rispondere in maniera flessibile

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Parere n. 5 del 22/6/2011 Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Oggetto: Programmazione nazionale dei

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli