2. Tempestività dei pagamenti - D.Lgs. n. 192/2012 del 9 novembre 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2. Tempestività dei pagamenti - D.Lgs. n. 192/2012 del 9 novembre 2012"

Transcript

1 Allegato alla Circolare n. /2014 Direzione Generale Ufficio Monitoraggio Risorse e Ragioneria della S.A.C. Il Direttore f.f. n. Reg. Mo.R.Ra. 799/2014 Roma, 10 dicembre 2014 Oggetto: Pagamento delle fatture o delle richieste equivalenti di pagamento relative agli acquisti di beni, servizi e forniture 1. Premessa Nell ultimo biennio, il legislatore ha profondamente inciso nella materia dei pagamenti dei debiti commerciali da parte della pubblica amministrazione, innovazioni finalizzate a generare un effetto favorevole sul rilancio dell attività economica del Paese, attraverso una maggiore celerità dei pagamenti. Gli interventi normativi, intervenuti in modo continuo e pervasivo, seguono tutti un unico filo conduttore e rendono necessaria, a parere dello scrivente, una trattazione sistematica e riassuntiva, che consenta agli operatori della Rete scientifica di percepire il disegno complessivo del legislatore e di comprendere come tutti gli adempimenti illustrati siano strettamente correlati tra loro. Si richiama l attenzione delle SS.VV. alla puntuale applicazione delle norme in seguito riportate, anche alla luce delle sanzioni previste. 2. Tempestività dei pagamenti - D.Lgs. n. 192/2012 del 9 novembre 2012 Come già dettagliatamente indicato nella circolare CNR 36/2012 (all. 1), alla quale si rimanda per la trattazione di dettaglio, le norme in oggetto si applicano ad ogni pagamento effettuato a titolo di corrispettivo in una transazione commerciale, intendendo come tale i contratti, comunque denominati, tra imprese e pubbliche amministrazioni, che comportano, in via esclusiva o prevalente, la consegna di merci o la prestazione di servizi contro il pagamento di un prezzo. In tale ambito è fatto obbligo di effettuare il pagamento dei corrispettivi ordinariamente entro trenta giorni: 1

2 - dalla data della verifica ai fini dell'accertamento della conformità della merce o dei servizi alle previsioni contrattuali (cd. prestazione resa), se la fattura viene ricevuta in data precedente alla data di verifica. - dalla data di ricevimento della fattura o della richiesta di pagamento di contenuto equivalente se la fattura viene ricevuta in data successiva alla data di verifica. Nel caso in cui il pagamento venga effettuato successivamente alla data di scadenza, calcolata con le modalità sopra indicate: - gli interessi moratori decorrono, senza che sia necessaria la costituzione in mora, dal giorno successivo alla scadenza del termine per il pagamento; - il saggio degli interessi legali di mora è pari al tasso di riferimento BCE maggiorato di otto punti percentuali (ad oggi pari al 8.15% annuo), da calcolarsi su base giornaliera; - il creditore ha diritto anche al rimborso dei costi sostenuti per il recupero delle somme non tempestivamente corrisposte; - al creditore spetta, senza che sia necessaria la costituzione in mora, un importo forfettario di 40 euro a titolo di risarcimento del danno. È fatta salva la prova del maggior danno, che può comprendere i costi di assistenza per il recupero del credito. 3. Indicatore di tempestività dei pagamenti Art. 9 DPCM 22/9/2014 L art. 9 del DPCM 22/9/2014 ha stabilito che le pubbliche amministrazioni elaborano,., un indicatore annuale dei propri tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture, denominato: «indicatore annuale di tempestività dei pagamenti» (ndr. sono quindi esclusi i lavori). A decorrere dall'anno 2015, le pubbliche amministrazioni elaborano,, un indicatore trimestrale dei propri tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture, denominato: «indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti» L'indicatore di tempestività dei pagamenti di cui ai commi 1 e 2 del presente articolo è calcolato come la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l'importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento. La norma chiarisce, infine, che sono esclusi dal calcolo i periodi in cui la somma era inesigibile essendo la richiesta di pagamento oggetto di contestazione o contenzioso ; pertanto non vengono prese in considerazione altre cause di differimento dei termini. 2

3 A tal fine, e in modo particolare in seguito all obbligatorietà della fatturazione elettronica da parte dei fornitori verso il CNR (dal 31/3/2015), nella procedura di contabilità SIGLA, nel folder fattura passiva, è stato inserito il campo stato liquidazione ed il relativo campo causale. Il calcolo di tale indicatore, che dovrà essere pubblicato sul sito internet istituzionale nella sezione Amministrazione trasparente/pagamenti dell'amministrazione di cui all'allegato A del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, in un formato tabellare aperto che ne consenta l'esportazione, il trattamento e il riutilizzo, verrà calcolato e pubblicato dallo scrivente Ufficio, sulla base delle scritture contabili risultanti dalla procedura di contabilità SIGLA. Considerata la rilevanza dell adempimento, si raccomanda, pertanto, alle SS.VV. di procedere al corretto calcolo della data di scadenza dei pagamenti in conformità delle norme e di inserire tale data nell apposito campo data di scadenza contenuto nel folder fattura passiva presente nella procedura di contabilità SIGLA. Appare evidente che la responsabilità della correttezza del dato, è del Direttore/Dirigente di ogni CdR dell Ente dotato di autonomia contabile. Oltre alle sanzioni previste dalla mancata pubblicazione di tale indicatore sul sito internet istituzionale nella sezione Amministrazione trasparente/pagamenti dell'amministrazione, di particolare rilievo è la sanzione che il legislatore opera con il richiamo all art. 41 del D.L. 66/2014. Tale ultima norma prevede che le amministrazioni pubbliche che, registrano tempi medi nei pagamenti superiori a 90 giorni nel 2014 e a 60 giorni a decorrere dal 2015, rispetto a quanto disposto dal decreto legislativo 9 ottobre 2002, n. 231, nell'anno successivo a quello di riferimento non possono procedere ad assunzioni di personale a qualsiasi titolo, con qualsivoglia tipologia contrattuale, ivi compresi i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa e di somministrazione, anche con riferimento ai processi di stabilizzazione in atto. Appare evidente che l incorrere in tale sanzione comporterebbe per il CNR effetti disastrosi. Si raccomanda, quindi, una particolare attenzione al monitoraggio dei tempi di pagamento e di segnalare allo scrivente Ufficio e alla Direzione Generale situazioni di particolare criticità. 3

4 4. Registro delle fatture emesse - Art. 42 del D.L. 66/2014 Come già comunicato con Circolare CNR 24/2014 (all. 2), l art. 42 del D.L. 66/2014 ha introdotto per le pubbliche amministrazioni l obbligo di adottare il registro unico delle fatture nel quale entro 10 giorni dal ricevimento sono annotate le fatture o le richieste equivalenti di pagamento per somministrazioni, forniture e appalti e per obbligazioni relative a prestazioni professionali emesse nei loro confronti. E' esclusa la possibilità di ricorrere a registri di settore o di reparto. Il registro delle fatture costituisce parte integrante del sistema informativo contabile". Tale registro è stato prontamente adottato dal CNR ed è in uso dal 1/7/2014, come prescritto dalla norma; appare evidente che tale registro è alimentato dall inserimento nella procedura di contabilità SIGLA delle fatture o delle richieste equivalenti di pagamento. Oltre a sottolineare l importanza che tale adempimento venga adempiuto entro dieci giorni dal ricevimento del documento, si sottolinea che la responsabilità della correttezza del dato, è del Direttore/Dirigente di ogni CdR dell Ente dotato di autonomia contabile. Anche per tale adempimento si raccomanda lo scrupoloso rispetto dei tempi. 5. Piattaforma di certificazione dei crediti (PCC) Art. 27 del D.L. 66/2014 In materia di certificazione dei crediti contratti dalle pubbliche amministrazioni, già oggetto delle circolari CNR 14/2013 (all. 3) e 26/2013 (all. 4), l art. 27 comma 1 del D.L. 66/2014 ha nuovamente e profondamente innovato l ambito di applicazione e la portata dei controlli (cfr. e_mail dello scrivente in data 23/7/2014 h in all. 5). In particolare dispone che A decorrere dal 1 luglio 2014 utilizzando la medesima piattaforma elettronica omissis, le amministrazioni pubbliche comunicano le informazioni inerenti alla ricezione ed alla rilevazione sui propri sistemi contabili delle fatture o richieste equivalenti di pagamento relativi a debiti per somministrazioni, forniture e appalti e obbligazioni relative a prestazioni professionali Pertanto le fatture emesse dal 1 luglio 2014 vengono registrate sulla piattaforma PCC e rese disponibili ai fornitori. Tale adempimento viene effettuato in modo automatico per il tramite dei dati inseriti sulla procedura di contabilità SIGLA. Successivamente al 31 marzo 2015, con l obbligatorietà dell emissione della fattura elettronica anche nei riguardi del CNR, tali dati saranno direttamente resi disponibili dal Sistema di Interscambio e non più dal sistema di contabilità SIGLA. Il comma 4 del suddetto art. 7 bis, inoltre, prescrive che a decorrere dalla medesima data le amministrazioni pubbliche comunicano, mediante la medesima piattaforma elettronica, 4

5 entro il 15 di ciascun mese, i dati relativi ai debiti non estinti, certi, liquidi ed esigibili per somministrazioni, forniture e appalti e obbligazioni relative a prestazioni professionali, per i quali, nel mese precedente, sia stato superato il termine di decorrenza degli interessi moratori di cui all'articolo 4 del decreto legislativo 9 ottobre 2002, n. 231, e successive modificazioni. Inoltre il comma 5 prescrive che le amministrazioni pubbliche, contestualmente all'ordinazione di pagamento, immettono obbligatoriamente sulla piattaforma elettronica i dati riferiti alla stessa. Pertanto la piattaforma PCC permette di tracciare e rendere trasparente l intero ciclo di vita dei debiti commerciali per i quali sia stata emessa fattura (o richiesta equivalente di pagamento) a decorrere dal 1 luglio Anche tali adempimenti vengono effettuati in modo automatico per il tramite dei dati inseriti sulla procedura di contabilità SIGLA e continueranno ad operare anche dopo il 31/3/2015 (fattura elettronica PA). Alla luce di quanto sopra esposto, è evidente che i dati inseriti nella procedura di contabilità SIGLA confluiranno direttamente nella piattaforma di certificazione dei crediti. Si raccomanda pertanto la massima attenzione nell inserimento dei dati e lo scrupoloso rispetto dei tempi di registrazione e della corretta indicazione della data di scadenza di tali debiti commerciali. Si segnala che la medesima norma prevede che Il mancato rispetto degli obblighi di cui ai commi 4 e 5 è rilevante ai fini della misurazione e della valutazione della performance individuale del dirigente responsabile e comporta responsabilità dirigenziale e disciplinare ai sensi degli articoli 21 e 55 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, o misure analogamente applicabili Nuova Organizzazione CNR nella PCC Al fine di gestire in modo accentrato ed automatico gli adempimenti sopra descritti, lo scrivente Ufficio ha provveduto ad inserire nella Piattaforma di Certificazione dei Crediti (PCC) una nuova struttura organizzativa del CNR, coincidente con quella presente nell Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) e congruente con i Codici Univoci Ufficio (CUU) da utilizzare per la fatturazione elettronica (cfr. all. 6). La nuova struttura vede il CNR registrato come Amministrazione, dotata di un unico Responsabile, ed una articolazione sottostante che corrisponde: - per la rete scientifica: Dipartimenti, Istituti, Unità Operative di Supporto (UOS) degli Istituti; - per l amministrazione centrale: Direzione generale, Direzioni centrali, Uffici (dirigenziali e non), Strutture di Particolare Rilievo. 5

6 Per la rete scientifica ogni soggetto CNR precedentemente accreditato alla Piattaforma verrà nuovamente accreditato come incaricato (FIRMAAD) e dovrà completare la procedura di iscrizione. Il Responsabile per la Piattaforma di Certificazione dei Crediti (PCC) del CNR è la Dott.ssa Tiziana Micolitti ), alla quale sarà possibile rivolgersi per qualsiasi chiarimento/informazione/supporto in merito agli adempimenti legati alla certificazione dei crediti. 6. Fattura elettronica DMEF 55/2013 Come ormai noto, tutti i processi di fatturazione verso la pubblica amministrazione dovranno essere effettuati in forma elettronica. Infatti come previsto dal DMEF 55/2013, dal 6 giugno 2014 l obbligo di fatturazione elettronica è entrato in vigore nei confronti dei Ministeri, delle Agenzie fiscali e degli Enti Nazionali di assistenza e di previdenza sociale, mentre dal 31/3/2015 riguarderà tutti le altre amministrazioni pubbliche, tra cui il CNR (per eventuali approfondimenti cfr. slide in allegato 7). Rimandando ad una successiva circolare le istruzioni operative per la gestione di tale nuovo adempimento, in questa sede si forniscono le prime indicazioni operative. Già dal 6 giugno 2014 è operativa in SIGLA l emissione di fatture elettroniche attive nei confronti dei Ministeri, delle Agenzie fiscali e degli Enti Nazionali di assistenza e di previdenza sociale e, nei prossimi giorni, verrà resa totalmente automatica la gestione di tale adempimento e di tutti quelli conseguenti (gestione delle notifiche, ecc.). Dal 31 marzo 2015 verrà messa in produzione (attualmente è in fase di test) una procedura automatica di gestione della ricezione delle fatture elettroniche passive emesse da parte di tutti i fornitori italiani. Tale procedura comporterà l inserimento automatico in SIGLA di tali fatture che, pertanto, non dovranno più essere registrate manualmente, ma soltanto completate di ulteriori dati relativi al ciclo passivo (accettazione, collegamento all impegno, ecc.). Relativamente agli adempimenti che dovranno essere effettuati con la massima sollecitudine e comunque entro il 31 dicembre 2014, rientra la comunicazione del Codice Univoco Ufficio (CUU) a tutti i fornitori del CNR. L amministrazione centrale ha terminato la registrazione nell Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) di tutti gli uffici deputati in via esclusiva alla ricezione delle fatture elettroniche che sono stati identificati come segue: 6

7 - per la rete scientifica: Dipartimenti, Istituti, Unità Operative di Supporto (UOS) degli Istituti; - per l amministrazione centrale: Direzione generale, Direzioni centrali, Uffici (dirigenziali e non), Strutture di Particolare Rilievo. Come previsto dalla normativa, ognuna delle strutture sopra indicate dovrà comunicare entro il 31 dicembre p.v. il proprio Codice Univoco Ufficio (CUU) (contenuto nell allegato 7) ai propri fornitori, unitamente alla relativa associazione con i contratti vigenti. Tale codice dovrà essere indicato in ogni nuovo contratto stipulato. Per quel che concerne i contratti relativi alle utenze che vengono pagate centralmente dall Ufficio Servizi Generali dell Amministrazione centrale, dovrà essere indicato il CUU relativo a tale Ufficio: YLLZWZ. 7. Corretta gestione del procedimento contabile di spesa Alla luce di quanto esposto nei precedenti paragrafi appare evidente che riveste una importanza cruciale la corretta pianificazione e gestione del procedimento di spesa ed in particolare la corretta gestione della fase dell impegno. Come previsto dall art. 28 del vigente Regolamento di amministrazione, contabilità e finanza del CNR L impegno costituisce autorizzazione ad impiegare le risorse finanziarie con cui, a seguito di obbligazione giuridicamente perfezionata, è determinata la somma da pagare, il soggetto creditore e la ragione. La registrazione dell impegno è subordinata alla preventiva verifica della regolarità della documentazione e dell esistenza dei fondi sui pertinenti capitoli di bilancio, anche con riferimento alle diverse commesse. Pertanto prima della stipula di un contratto/ordine andrà accertata l esistenza della prescritta copertura finanziaria sulla pertinente voce di bilancio, provvedendo, laddove necessario, in via preventiva alle variazioni/storni di bilancio al fine di allocare le risorse su capitoli di bilancio coerenti con la natura delle spese da sostenere. Al momento della stipula del contratto/ordine, dovrà essere prontamente registrato l impegno in contabilità SIGLA, previa verifica di regolarità amministrativo contabile da parte del segretario amministrativo della struttura. Appare evidente che laddove al momento delle ricezione della fattura elettronica non venga prontamente indicato l impegno di spesa relativo, la fattura stessa potrebbe essere considerata dagli stakeholder e dagli organismi di controllo quale debito fuori bilancio. Inoltre sarà fondamentale procedere alla pronta liquidazione (art. 29 del Regolamento di contabilità) delle spese a seguito del riscontro operato sulla regolarità della fornitura o della 7

8 prestazione al fine di consentire allo scrivente ufficio di provvedere al trasferimento delle disponibilità di cassa necessarie a far fronte al pagamento entro i trenta giorni prescritti dalle norme. Il Direttore f.f. (Roberto Tatarelli) Allegato 1 Circolare CNR n. 36/2012 Allegato 2 Circolare CNR n. 24/2014 Allegato 3 Circolare CNR n. 14/2013 Allegato 4 Circolare CNR n. 26/2013 Allegato 5 Comunicazione del 23/7/2014 Allegato 6 Organizzazione CNR con codice CUU e PCC Allegato 7 Slide Fattura elettronica Relazione al corso di Bressanone 28/5/2014 8

17/06/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 48. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori

17/06/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 48. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 3 giugno 2014, n. 326 Misure urgenti per l'applicazione delle disposizioni contenute nel decreto legge 24 aprile 2014, n. 66 finalizzate

Dettagli

"Fattura Elettronica: riflessi sulla Piattaforma di Certificazione dei Crediti e sull attestazione dei tempi di Pagamento."

Fattura Elettronica: riflessi sulla Piattaforma di Certificazione dei Crediti e sull attestazione dei tempi di Pagamento. "Fattura Elettronica: riflessi sulla Piattaforma di Certificazione dei Crediti e sull attestazione dei tempi di Pagamento." - Normativa di riferimento - Finalità della Piattaforma e dell indice dei pagamenti

Dettagli

Pubblicazione su internet dei bilanci preventivi e consuntivi

Pubblicazione su internet dei bilanci preventivi e consuntivi LexItalia.it Rivista internet di diritto pubblico http://www.lexitalia.it/a Pubblicazione su internet dei bilanci preventivi e consuntivi D.P.C.M. 22 settembre 2014* (in G.U. n. 265 del 14 novembre 2014)

Dettagli

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PCC - Estrazione dati

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PCC - Estrazione dati PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PCC - Estrazione dati L art. 27 decreto legge 24 aprile 2014 n. 66, convertito con modificazioni dalla legge 23 giugno 2014, n. 89, introduce significative

Dettagli

RIPARTIZIONE AFFARI FINANZIARI

RIPARTIZIONE AFFARI FINANZIARI RIPARTIZIONE AFFARI FINANZIARI Viale Gallipoli, 49 I 73100 Lecce T +39 0832 293395 direzione.riaf@unisalento.it Lecce, 01/07/2014 Prot. 53443 Class. I/1 Ai Direttori di Dipartimento Al Direttore del Centro

Dettagli

COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO

COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 82 DEL PROTOCOLLO DELLE DELIBERAZIONI OGGETTO: ISTITUZIONE REGISTRO UNICO FATTURE DIRETTIVE IN MATERIA DEI TEMPI

Dettagli

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Modalità di certificazione del credito, anche in forma telematica, di somme dovute per somministrazione, forniture e appalti da parte delle amministrazioni dello

Dettagli

Ritardi di Pagamento

Ritardi di Pagamento Ritardi di Pagamento Recepimento Direttiva Late Payments Direttiva 2011/7/UE (Late Payments) Recepita con decreto legislativo 9 novembre 2012, n. 192, recante Modifiche al decreto legislativo 9 ottobre

Dettagli

Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative

Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative 1) Premessa Decreto legge n. 78/2009 L articolo 9 del decreto legge n. 78/2009 obbliga tutte le

Dettagli

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE SCHEMA DI PROTOCOLLO PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO E DEI SUOI ENTI STRUMENTALI ATTRAVERSO LA CESSIONE, PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO, DEI CREDITI

Dettagli

Art. 1 Definizioni 1. Ai fini della presente convenzione si intende per: a) modello F24, il modello di pagamento F24, di cui al capo III, sezione I,

Art. 1 Definizioni 1. Ai fini della presente convenzione si intende per: a) modello F24, il modello di pagamento F24, di cui al capo III, sezione I, CONVENZIONE TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE E L ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO PER IL PAGAMENTO MEDIANTE IL MODELLO F24 DEI PREMI E DEI CONTRIBUTI DI SPETTANZA DELL

Dettagli

CITTA DI MANFREDONIA Provincia di Foggia

CITTA DI MANFREDONIA Provincia di Foggia CITTA DI MANFREDONIA Provincia di Foggia Deliberazione della Giunta Comunale Seduta n.19 del 14.05.2014 n 95 OGGETTO: DIRETTIVE PER L'ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE. L anno

Dettagli

Fatture - Informazioni Generali

Fatture - Informazioni Generali Fatture - Informazioni Generali Come deve essere considerato l'avviso di parcella? L avviso di parcella che trasmettono gli avvocati per il pagamento delle competenze è un documento di natura non fiscale

Dettagli

RELAZIONE RELATIVA ALL ANALISI E REVISIONE DELLE PROCEDURE DI SPESA (ai sensi dell articolo 9 del D.L. 78/2009 convertito in L.

RELAZIONE RELATIVA ALL ANALISI E REVISIONE DELLE PROCEDURE DI SPESA (ai sensi dell articolo 9 del D.L. 78/2009 convertito in L. RELAZIONE RELATIVA ALL ANALISI E REVISIONE DELLE PROCEDURE DI SPESA (ai sensi dell articolo 9 del D.L. 78/2009 convertito in L. 102/2009) L art. 9, comma 1, lettera a), del D.L. 78/2009, convertito con

Dettagli

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Procedura di certificazione del credito finalizzata alla cessione pro-soluto (Art. 9, comma 3-bis del D.L. 29 novembre 2008, n. 185, art. 9, convertito con

Dettagli

COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA

COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA CODICE ENTE 012022 COPIA ALBO ON LINE COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE Via Bernardino Luini n. 6; C.A.P. 21030; TEL.: 0332 575103 -FAX: 0332576443 E-MAIL: ragioneria@comune.brissago-valtravaglia.va.it

Dettagli

CONSIGLIO DI GESTIONE

CONSIGLIO DI GESTIONE CONGLIO DI GESTIONE PARCO ADDA SUD Atti Consortili n. Delibera n. 23 VERBALE DI DELIBERAZIONE OGGETTO: DEFINIZIONE DELLE MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE ALL OTTIMIZZAZIONE DELLA GESTIONE DELLA FATTURA

Dettagli

Comune di Sirolo Provincia di Ancona

Comune di Sirolo Provincia di Ancona TEMPESTIVITÀ DEI PAGAMENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI MISURE ORGANIZZATIVE IN MERITO In attuazione dell articolo 9, D.L. 01.07.2009, n. 78, convertito con modificazioni dalla L. 03.08.2009, n. 102

Dettagli

DOTT. MARCELLO MARCONI

DOTT. MARCELLO MARCONI ANALISI E COMMENTI AL DL 66/2014 MISURE URGENTI PER LA COMPETITIVITÀ E LA GIUSTIZIA SOCIALE : Disposizioni in tema di Monitoraggio dei debiti delle Pubbliche Amministrazioni e strumenti per favorire la

Dettagli

GUIDA ALL IMMISSIONE MANUALE DEI DATI

GUIDA ALL IMMISSIONE MANUALE DEI DATI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALL IMMISSIONE MANUALE DEI DATI ART. 7-BIS DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, N. 35 Versione 1.1 del 01/07/2014 Sommario Premessa... 3 1. Istruzioni operative

Dettagli

COMUNE DI CROCEFIESCHI Provincia di Genova P i a z za I V N o v e mb r e 2

COMUNE DI CROCEFIESCHI Provincia di Genova P i a z za I V N o v e mb r e 2 COMUNE DI CROCEFIESCHI Provincia di Genova P i a z za I V N o v e mb r e 2 Telefono 010 931215 Fax 010 931628 copia Deliberazione n. 3 Adunanza del 17 marzo 2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ragioneria della Struttura Amministrativa Centrale Il Dirigente

Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ragioneria della Struttura Amministrativa Centrale Il Dirigente Allegato alla Circolare n. 10/2008 Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ragioneria della Struttura Amministrativa Centrale Il Dirigente Oggetto: articolo 48-bis del DPR 29 settembre

Dettagli

Roma, - Q AGO. 2013. A tutte le Amministrazioni dello Stato. CIRCOLARE n. 4 I201 3

Roma, - Q AGO. 2013. A tutte le Amministrazioni dello Stato. CIRCOLARE n. 4 I201 3 Roma, - Q AGO. 2013 A tutte le Amministrazioni dello Stato CIRCOLARE n. 4 I201 3 Oggetto: Adempimenti a carico delle Amministrazioni centrali previsti dal decreto-legge 8 aprile 2013, n. 35, recante "disposizioni

Dettagli

FATTURAZIONE NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

FATTURAZIONE NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Dott. Giovanni Maria CONTI Dott. Emanuela Maria CONTI Dott. Marcello PRIORI Dott. Domenico MAISANO Avv. Emanuela REGAZZI Dott. Simone DALLEDONNE Dott. Lorenzo PICCININI Dott. Florjan SHTYLLA Dott. Domenico

Dettagli

REGISTRO UNICO FATTURE INFOSCHOOL

REGISTRO UNICO FATTURE INFOSCHOOL REGISTRO UNICO FATTURE INFOSCHOOL NOTE OPERATIVE del 18/12/2014 SOMMARIO 1. FINALITÀ E RIFERIMENTI NORMATIVI...2 1.1 Finalità...2 1.2 Riferimenti normativi...2 2. REGISTRO FATTURE...4 2.1 Impostazione

Dettagli

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011 PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011 Premessa Le seguenti disposizioni procedurali riguardano la certificazione dei crediti prevista

Dettagli

Sistema PCC Piattaforma per la Certificazione dei Crediti (D.L. 66/2014 Art. 27 Comma 1)

Sistema PCC Piattaforma per la Certificazione dei Crediti (D.L. 66/2014 Art. 27 Comma 1) GIOVE rel. 1.0.45 versione (attuale) aggiornata al 01.08.2014 QUADERNO sulle evoluzioni del software di contabilita finanziaria ed economica Sistema PCC Piattaforma per la Certificazione dei Crediti (D.L.

Dettagli

Introduzione. Importanti evoluzioni. Fatture tradizionali o elettroniche?

Introduzione. Importanti evoluzioni. Fatture tradizionali o elettroniche? Introduzione Dal 18 ottobre 2012, grazie alla Piattaforma per la Certificazione dei Crediti, chiedere la certificazione dei crediti relativa a somme dovute per somministrazioni, forniture, appalti e prestazioni

Dettagli

La fatturazione elettronica verso la P.A. - Modalità operative -

La fatturazione elettronica verso la P.A. - Modalità operative - I Dossier fiscali La fatturazione elettronica verso la P.A. - Modalità operative - Aprile 2014 pag. 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 Decorrenza del nuovo regime... 3 La procedura di fatturazione elettronica...

Dettagli

Obbligo generalizzato di emissione della fattura elettronica verso la Pubblica Amministrazione dal 31.03.2015

Obbligo generalizzato di emissione della fattura elettronica verso la Pubblica Amministrazione dal 31.03.2015 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 12 10 MARZO 2015 Obbligo generalizzato di emissione della fattura elettronica verso la Pubblica

Dettagli

Circolare N.149 del 25 Ottobre 2012. Certificazione crediti PA. Pronta la piattaforma telematica

Circolare N.149 del 25 Ottobre 2012. Certificazione crediti PA. Pronta la piattaforma telematica Circolare N.149 del 25 Ottobre 2012 Certificazione crediti PA. Pronta la piattaforma telematica Certificazione crediti PA: pronta la piattaforma telematica Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE AL RISPETTO DELLA TEMPESTIVITA DEI PAGAMENTI Art. 9 DL n. 78 del 1 luglio 2009

MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE AL RISPETTO DELLA TEMPESTIVITA DEI PAGAMENTI Art. 9 DL n. 78 del 1 luglio 2009 MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE AL RISPETTO DELLA TEMPESTIVITA DEI PAGAMENTI Art. 9 DL n. 78 del 1 luglio 2009 1 I. QUADRO NORMATIVO e REGOLAMENTARE I.1. Art. 9 comma 1 D.L. 1 luglio 2009 n. 78, convertito

Dettagli

Termini di pagamento di 30-60 giorni anche per i lavori pubblici

Termini di pagamento di 30-60 giorni anche per i lavori pubblici Termini di pagamento di 30-60 giorni anche per i lavori pubblici Con il D.Lgs. 192/212 il governo ha anticipato l adozione delle disposizioni contenute nella direttiva 2011/7/UE (la cui attuazione era

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I

C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I PROVINCIA DI TERNI RAGIONERIA Oggetto: Decreto Legge 8 Aprile 2013, n.55. Individuazione misure urgenti per il pagamento dei debiti maturati al 31 Dicembre 2912

Dettagli

Circolare 6. del 12 febbraio 2015. Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE

Circolare 6. del 12 febbraio 2015. Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE Circolare 6 del 12 febbraio 2015 Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Ambito oggettivo... 2 2.1 Esclusione per le operazioni soggette al reverse

Dettagli

Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 25 di data 25.09.2014 COMUNITA DELLA VALLAGARINA. Provincia Autonoma di Trento

Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 25 di data 25.09.2014 COMUNITA DELLA VALLAGARINA. Provincia Autonoma di Trento Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 25 di data 25.09.2014 IL SINDACO F.F. F.to Lucia Vicentini IL SEGRETARIO COMUNALE F.to dott.ssa Tiziana Angeli COMUNITA DELLA VALLAGARINA Provincia

Dettagli

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Premessa 1) Istanza di certificazione del credito 2) Avvio della procedura di certificazione 3) Certificazione del credito 4)

Dettagli

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E NUMERO 66 DATA 13/11/2014 OGGETTO: Misure organizzative per assicurare la tempestività

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO n. 192 del 09 novembre 2012

DECRETO LEGISLATIVO n. 192 del 09 novembre 2012 DECRETO LEGISLATIVO n. 192 del 09 novembre 2012 E pari allo 0,75%, (lo 0,25% in meno rispetto al semestre precedente) il tasso di riferimento cioè il tasso di interesse applicato dalla BCE / Banca Centrale

Dettagli

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE Allegato parte integrante All.1) Schema di protocollo SCHEMA DI PROTOCOLLO PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO E DEI SUOI ENTI STRUMENTALI ATTRAVERSO

Dettagli

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce ~ ~ ID: 292415 MEF - RGS - Prot. 2565 del 14/01/2015 - U ' J/tn~o ~//'g'cononu;a, e~~ w::- J't?UM?/.:ce DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO!SPETTO RATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO II -

Dettagli

REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 003 UTENTE PA OPERAZIONI SU FATTURE PRECARICATE

REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 003 UTENTE PA OPERAZIONI SU FATTURE PRECARICATE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 003 UTENTE PA OPERAZIONI SU FATTURE PRECARICATE ART. 7-BIS DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, N. 35 Versione 1.5 del 13/08/2014

Dettagli

Deliberazione della Giunta esecutiva n. 53 di data 13 aprile 2015.

Deliberazione della Giunta esecutiva n. 53 di data 13 aprile 2015. Deliberazione della Giunta esecutiva n. 53 di data 13 aprile 2015. Oggetto: Adesione al Protocollo promosso dalla Provincia autonoma di Trento per il sostegno dell accesso al credito dei fornitori della

Dettagli

Comune di Castiglione Cosentino PROVINCIA DI COSENZA

Comune di Castiglione Cosentino PROVINCIA DI COSENZA Comune di Castiglione Cosentino PROVINCIA DI COSENZA Piazza Vittorio Veneto, 16 CAP 87040 - Tel 0984.442007/442775 Fax 0984.442185 www.comune.castiglionecosentino.cs.it - castiglionecosentino@postecert.it

Dettagli

MODALITÀ DI TRASMISSIONE DEI DATI REGOLE TECNICHE PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI RIFERITI A FATTURE (O RICHIESTE EQUIVALENTI DI PAGAMENTO)

MODALITÀ DI TRASMISSIONE DEI DATI REGOLE TECNICHE PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI RIFERITI A FATTURE (O RICHIESTE EQUIVALENTI DI PAGAMENTO) PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI MODALITÀ DI TRASMISSIONE DEI DATI REGOLE TECNICHE PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI RIFERITI A FATTURE (O RICHIESTE EQUIVALENTI DI PAGAMENTO) ART. 7-BIS DECRETO

Dettagli

Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015

Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015 Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015 Rapporti con la PA - dal 01.01.2015 l IVA non viene incamerata dal privato ma versata dall ente pubblico (Legge di stabilita per il 2015 - art. 1 commi 629, 630, 632

Dettagli

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Il GAL Ternano in esecuzione della deliberazione adottata dal Consiglio di Amministrazione n. 12/2014 all ordine del giorno in data 29/01/2014

Dettagli

Legge di stabilità 2013 e ultime novità. Novità in materia di numerazione ed emissione delle fatture

Legge di stabilità 2013 e ultime novità. Novità in materia di numerazione ed emissione delle fatture Circolare n. 1/2013 Legge di stabilità 2013 e ultime novità In sintesi: Novità in materia di numerazione ed emissione delle fatture Riaperti i termini per rivalutare terreni e partecipazioni societarie

Dettagli

COMUNE DI ORCO FEGLINO Provincia di Savona

COMUNE DI ORCO FEGLINO Provincia di Savona COMUNE DI ORCO FEGLINO Provincia di Savona ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 53 OGGETTO : DIRETTIVE PER L'ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE L anno duemilaquattordici,

Dettagli

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PER LE AMMINISTRAZIONI E GLI ENTI PUBBLICI Versione 1.1 del 06/12/2013 Sommario Premessa... 3 Passo 1 - Registrazione dell Amministrazione/Ente...

Dettagli

La gestione della comunicazione alla piattaforma della certificazione dei crediti

La gestione della comunicazione alla piattaforma della certificazione dei crediti La gestione della comunicazione alla piattaforma della certificazione dei crediti 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. LA SOLUZIONE APPLICATIVA IN U-GOV... 6 3. LA GESTIONE DEL DETTAGLIO DELLA COMUNICAZIONE

Dettagli

Introduzione. Accreditamento

Introduzione. Accreditamento Introduzione Vanti un credito nei confronti di una P.A.? Vuoi ottenere il riconoscimento del tuo credito? Oggi tutto questo è possibile, in modo semplificato, grazie alla piattaforma per la certificazione

Dettagli

CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) Con il decreto legge 29 novembre 2008, n. 185 (art. 9, co. 3-bis) sono state introdotte

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA

FATTURAZIONE ELETTRONICA FATTURAZIONE ELETTRONICA Indice Perché elettronica Fattura elettronica PA Cos è e come funziona Chi è interessato In pratica Il Servizio 2 Perché elettronica Genesi Con la diffusione di strumenti digitali

Dettagli

OGGETTO: DIRETTIVE IN MATERIA DI RISPETTO DEI TEMPI DI PAGAMENTO E DI GESTIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE EX DECRETO LEGGE 14/04/2014 N.

OGGETTO: DIRETTIVE IN MATERIA DI RISPETTO DEI TEMPI DI PAGAMENTO E DI GESTIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE EX DECRETO LEGGE 14/04/2014 N. OGGETTO: DIRETTIVE IN MATERIA DI RISPETTO DEI TEMPI DI PAGAMENTO E DI GESTIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE EX DECRETO LEGGE 14/04/2014 N. 66 COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA N 64 del 23/06/2014 L'anno

Dettagli

COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto

COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 75 Del reg. Data 27.05.2014 OGGETTO: ISTITUZIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE DEL COMUNE DI PALAGIANO, AI

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA

FATTURAZIONE ELETTRONICA FATTURAZIONE ELETTRONICA Indice Perché elettronica Fattura elettronica PA Cos è e come funziona Chi è interessato In pratica Il Servizio www.infocamere.it www.registroimprese.it 2 Perché elettronica Genesi

Dettagli

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE ORIGINALE DETERMINAZIONE SETTORE: SETTORE POLITICHE ECONOMICHE FINANZIARIE E TRIBUTARIE REG. GEN.LE N. 384 0DEL 06/05/2015 REG. SERVIZIO N. 500DEL 05/05/2015

Dettagli

Consiglio di Bacino Sinistra Piave

Consiglio di Bacino Sinistra Piave Consiglio di Bacino Sinistra Piave DETERMINAZIONE N. 17 del 30.11.2015 Oggetto: ACQUISTO SOFTWARE PER LA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI (C.I.G. N. ZC41740D8F) PREMESSO: IL DIRETTORE - che con deliberazione

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA VIGILANZA E DELLA POLIZIA LOCALE. GESTIONE DEL P.E.G. anno 2013. Determinazione n. 1109 del 30/05/2013

DIPARTIMENTO DELLA VIGILANZA E DELLA POLIZIA LOCALE. GESTIONE DEL P.E.G. anno 2013. Determinazione n. 1109 del 30/05/2013 DIPARTIMENTO DELLA VIGILANZA E DELLA POLIZIA LOCALE GESTIONE DEL P.E.G. anno 2013 Determinazione n. 1109 del 30/05/2013 Oggetto: Affidamento fornitura materiale hardware n. 1 NAS con 2HDD da 2TB Corpo

Dettagli

C O M U N E D I C U R I N G A

C O M U N E D I C U R I N G A C O M U N E D I C U R I N G A (Provincia di Catanzaro) R.G. n. 277 del 01/07/2014 AREA FINANZIARIA DETERMINAZIONE N. 19 del 30.06.2014 OGGETTO : Anticipazioni di liquidità, ai sensi dell art. 13, comma

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Circolare Informativa n. 10 n. 52 del del 1512 dicembre 2012 Tutela contro i ritardi nei pagamenti delle transazioni commerciali - Nuova disciplina INDICE 1 Premessa... 2 2

Dettagli

I pagamenti dei debiti commerciali delle amministrazioni pubbliche

I pagamenti dei debiti commerciali delle amministrazioni pubbliche I pagamenti dei debiti commerciali delle amministrazioni pubbliche Presentazione della Piattaforma per la Certificazione dei Crediti - Sistema PCC Roma, 22 ottobre 2015 Come nasce la Piattaforma per la

Dettagli

Manuale d uso. Fatturazione elettronica attiva

Manuale d uso. Fatturazione elettronica attiva Manuale d uso Fatturazione elettronica attiva Prima FASE Data Versione Descrizione Autore 10/03/2015 Versione 2.0 Manuale Utente Patrizia Villani 28/05/2015 Versione 3.0 Revisione Manuale Utente Patrizia

Dettagli

comma 1 sono ricompresi anche i contratti pubblici disciplina apposita

comma 1 sono ricompresi anche i contratti pubblici disciplina apposita Articolo 22 (Norme di interpretazione e modifiche al D.Lgs. 231/2002, recante attuazione della direttiva 2000/35/CE relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali Caso

Dettagli

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE GESTIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO FINANZIARIO. DETERMINAZIONE FIN / 64 Del 08/05/2015

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE GESTIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO FINANZIARIO. DETERMINAZIONE FIN / 64 Del 08/05/2015 COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE GESTIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO FINANZIARIO DETERMINAZIONE FIN / 64 Del 08/05/2015 OGGETTO: ACCERTAMENTO ENTRATA INCASSO PENALI PER RITARDATE LAVORAZIONI

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE G2 - COMUNICAZIONE --- COMUNICAZIONE Determinazione dirigenziale Registro Generale N. 71 del 20/02/2015 Registro del Settore N. 3 del 16/02/2015 Oggetto: Servizio di fornitura di prodotti a stampa

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA P.A.

FATTURA ELETTRONICA P.A. FATTURA ELETTRONICA P.A. FATTURAZIONE ELETTRONICA OBBLIGATORIA L. 244/2007 (L.F. 2008) art. 1, co. 209-214 FATTURAZIONE ELETTRONICA FACOLTÀ OBBLIGO dal 2008 nei rapporti business to government (B2G) successivamente

Dettagli

C O M U N E D I G U A N Z A T E Provincia di Como

C O M U N E D I G U A N Z A T E Provincia di Como C O M U N E D I G U A N Z A T E Provincia di Como DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA Cod. Ente 10570 Numero 16 Del 23-02-2015 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLE MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE ALL'OTTIMIZZAZIONE

Dettagli

Determina Servizi Sociali ed Educativi/0000042 del 04/02/2013

Determina Servizi Sociali ed Educativi/0000042 del 04/02/2013 Comune di Novara Determina Servizi Sociali ed Educativi/0000042 del 04/02/2013 Area / Servizio Servizi Sociali Educativi (23.UdO) Proposta Istruttoria Unità Servizi Sociali Educativi (23.UdO) Proponente

Dettagli

Fattura Elettronica. Flusso dati

Fattura Elettronica. Flusso dati Fattura Elettronica Flusso dati Operatori economici * Intermediari SdI Intermediario della P.A. Amministrazione degli operatori economici (Sistema di Interscambio) (Applicativo SICOGE) Fase di emissione

Dettagli

Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ufficio Monitoraggio Risorse e Ragioneria della S.A.C. Il Direttore

Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ufficio Monitoraggio Risorse e Ragioneria della S.A.C. Il Direttore Allegato alla Circolare n. 24 /2011 Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ufficio Monitoraggio Risorse e Ragioneria della S.A.C. Il Direttore n. Reg. Mo.R.Ra. 308/2011 Roma, 22 luglio

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE, GLI AFFARI GENERALI, L INNOVAZIONE, IL BILANCIO ED IL PERSONALE

DIREZIONE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE, GLI AFFARI GENERALI, L INNOVAZIONE, IL BILANCIO ED IL PERSONALE DIREZIONE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE, GLI AFFARI GENERALI, L INNOVAZIONE, IL BILANCIO ED IL PERSONALE RELAZIONE SEMESTRALE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE 2014-2016 PER LA TRASPARENZA

Dettagli

Le modalità di liquidazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione

Le modalità di liquidazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione Ai gentili clienti Loro sedi Le modalità di liquidazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione Premessa Coloro che intendono partecipare alla procedura di liquidazione dei crediti nei

Dettagli

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari I dossier fiscali Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari - Guida operativa - Gennaio 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. Compensazione con debiti derivanti

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Comunicato n. 179 Debiti P.A.: pagati ai creditori 26 miliardi Ripartiti tra i debitori ulteriori 17 miliardi di risorse stanziate nel 2013 Entro

Dettagli

Studio Dott. Begni & Associati news 03 / 2015

Studio Dott. Begni & Associati news 03 / 2015 Oggetto: LO SPLIT PAYMENT E LE FATTURE EMESSE AGLI ENTI PUBBLICI DALL 01.01.2015 Nell ambito della Finanziaria 2015 è contenuto un nuovo metodo antievasione per il versamento dell IVA all Erario, in base

Dettagli

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PER I CREDITORI

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PER I CREDITORI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PER I CREDITORI Versione 1.1 del 12/08/2014 Sommario Cronologia delle revisioni... 3 Premessa... 4 Chi si può accreditare... 4 Registrazione

Dettagli

C O M U N E D I C U V I O Provincia di Varese

C O M U N E D I C U V I O Provincia di Varese C O M U N E D I C U V I O Provincia di Varese DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA Numero 97 Del 30-12-2014 Oggetto: ISTITUZIONE E DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE PER L'UF= FICIO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA.

Dettagli

COMUNE DI SERRACAPRIOLA PROVINCIA DI FOGGIA

COMUNE DI SERRACAPRIOLA PROVINCIA DI FOGGIA COMUNE DI SERRACAPRIOLA PROVINCIA DI FOGGIA COPIA Numero 21 Del 18-03-2015 OGGETTO: Nomina referente fatturazione elettronica, adeguamento della struttura informatica e definizione delle misure organizzative

Dettagli

Circolare Informativa n 21/2013

Circolare Informativa n 21/2013 Circolare Informativa n 21/2013 DURC negativo ed intervento sostitutivo della stazione appaltante e-mail: info@cafassoefigli.it - www.cafassoefigli.it Pagina 1 di 6 INDICE Premessa pag.3 1) Intervento

Dettagli

4. Caratteristiche minime delle prestazioni richieste: 5. Inserimento nell elenco e pubblicazione:

4. Caratteristiche minime delle prestazioni richieste: 5. Inserimento nell elenco e pubblicazione: AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI FINANZIARI (BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI) ADERENTI ALL INIZIATIVA TESA AD AGEVOLARE LA CONCESSIONE DI ANTICIPAZIONI SUI CREDITI AI FORNITORI DEL COMUNE

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA Reg. Gen. n. 351 del 22/07/2015 DETERMINAZIONE N 123 DEL 22.7.2015 CODICE IDENTIFICATIVO GARA (C.I.G.): Z5D1560660 OGGETTO: SERVIZIO DI CONNETTIVITA E SICUREZZA

Dettagli

Del. n. 4/2013/PAR. Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati:

Del. n. 4/2013/PAR. Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati: Del. n. 4/2013/PAR Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati: - Pres. Sez. Vittorio GIUSEPPONE Presidente - Cons. Raimondo POLLASTRINI Componente - 1 Ref. Laura d AMBROSIO Componente

Dettagli

IVA & FISCO ENTI LOCALI

IVA & FISCO ENTI LOCALI Iva e fisco Enti Locali NUMERO 7 ANNO II Settimanale di aggiornamento e approfondimento professionale per gli operatori degli Enti Locali Luglio 2014 6 Fatturazione elettronica una Circolare dell Agenzia

Dettagli

Circolare informativa

Circolare informativa Circolare informativa Ultime novità fiscali Ricarico irragionevole Sentenza CTR Marche 27.9.2012, n. 121/1/12 L accertamento induttivo dei ricavi è legittimo qualora il ricarico praticato è eccessivo rispetto

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU46 19/11/2015

REGIONE PIEMONTE BU46 19/11/2015 REGIONE PIEMONTE BU46 19/11/2015 Codice A1301A D.D. 18 settembre 2015, n. 200 L.r. n. 58/1987 e s.m.i., l.r. n. 57/1991 e s.m.i. e l.r. n. 44/2000 e s.m.i.. C.I.G. n. ZC115D6933. Servizi di assistenza

Dettagli

Numero CIG 59174523DE RISPOSTA A RICHIESTA DI INFORMAZIONI COMPLEMENTARI N. 2

Numero CIG 59174523DE RISPOSTA A RICHIESTA DI INFORMAZIONI COMPLEMENTARI N. 2 Procedura aperta per l affidamento di gas naturale per il periodo 01.01.2015 31.12.2015. Autorizzata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 22.07.2014. Numero CIG 59174523DE RISPOSTA A RICHIESTA

Dettagli

Soggetti obbligati. Ambito di applicazione DM 55 3 aprile 2013: Art. 1, comma 209 L. 244/2007

Soggetti obbligati. Ambito di applicazione DM 55 3 aprile 2013: Art. 1, comma 209 L. 244/2007 Soggetti obbligati Ambito di applicazione DM 55 3 aprile 2013: Art. 1, comma 209 L. 244/2007 Al fine di semplificare il procedimento di fatturazione e registrazione delle operazioni imponibili, a decorrere

Dettagli

STUDIO MURER COMMERCIALISTI

STUDIO MURER COMMERCIALISTI 1 R E N A T O M U R E R G A B R I E L E G I AM B R U N O R O B E R T A F A Z Z A N A C A R M E N B A T T I S T E L DOTTORI COMMERCIALISTI REVISORI CONTABILI San Donà di Piave, 10 dicembre 2002 Alle Spett.li

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

CITTA` DI GRAVINA IN PUGLIA ORIGINALE

CITTA` DI GRAVINA IN PUGLIA ORIGINALE N 114 del Registro CITTA` DI GRAVINA IN PUGLIA PROVINCIA DI BARI ORIGINALE VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Direttive in materia di rispetto dei tempi di pagamento e di gestione

Dettagli

Prot. n 6040 /p/cv Roma, 27 gennaio 2014. A tutte le Casse Edili. e p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE.

Prot. n 6040 /p/cv Roma, 27 gennaio 2014. A tutte le Casse Edili. e p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Prot. n 6040 /p/cv Roma, 27 gennaio 2014 Lettera Circolare n 3/2014 A tutte le Casse Edili e p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Loro sedi Oggetto: Durc ex art. 13 bis, comma

Dettagli

PARTE SPECIALE D REATI SOCIETARI

PARTE SPECIALE D REATI SOCIETARI PARTE SPECIALE D REATI SOCIETARI INDICE D.1. DESTINATARI DELLA PARTE SPECIALE E PRINCIPI GENERALI DI COMPORTAMENTO... 3 D.2. AREE POTENZIALMENTE A RISCHIO E PRINCIPI DI CONTROLLO PREVENTIVO... 5 D.3. COMPITI

Dettagli

L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (in seguito denominato, per brevità, INAIL) nella persona del

L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (in seguito denominato, per brevità, INAIL) nella persona del CONVENZIONE TRA L INAIL E L INPS PER L EROGAZIONE DELLA INDENNITA PER INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA DA INFORTUNIO SUL LAVORO, DA MALATTIA PROFESSIONALE E DA MALATTIA COMUNE NEI CASI DI DUBBIA COMPETENZA

Dettagli

UNIDOC. Fatturazione elettronica e PEC. Alessandra Bezzi Università degli Studi dell Insubria. Chieti 3 giugno 2014

UNIDOC. Fatturazione elettronica e PEC. Alessandra Bezzi Università degli Studi dell Insubria. Chieti 3 giugno 2014 UNIDOC Fatturazione elettronica e PEC Alessandra Bezzi Università degli Studi dell Insubria Chieti 3 giugno 2014 Riferimenti normativi DPCM 3 dicembre 2013 DPR 28 dicembre 2000 n. 445 D.Lgs. 7 marzo 2005

Dettagli

COMUNE DI GIOIA SANNITICA Provincia di Caserta

COMUNE DI GIOIA SANNITICA Provincia di Caserta COMUNE DI GIOIA SANNITICA Provincia di Caserta Prot. 3616 del 20/05/2014 Al Responsabile Area: Finanziaria Amministrativa Tecnica Vigilanza e p.c. Al Sig. Sindaco Al Revisore Unico dei Conti SEDE OGGETTO:

Dettagli

Circolare N. 94 del 25 Giugno 2015

Circolare N. 94 del 25 Giugno 2015 Circolare N. 94 del 25 Giugno 2015 Crediti PA: modificati i termini per l intervento del fondo di garanzia Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il DM 11.03.2015 ha modificato i termini

Dettagli

COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno

COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE *** COPIA *** numero 38 del 31-03-2015 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLE MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE ALL'OTTIMIZZAZIONE DELLA GESTIONE

Dettagli