Modalità di ingresso e soggiorno in Italia per attività di docenza e ricerca di cittadini non comunitari LINEE GUIDA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Modalità di ingresso e soggiorno in Italia per attività di docenza e ricerca di cittadini non comunitari LINEE GUIDA"

Transcript

1 Modalità di ingresso e soggiorno in Italia per attività di docenza e ricerca di cittadini non comunitari LINEE GUIDA

2

3 INDICE 1. INTRODUZIONE pag DOCENZA pag. 7 Lavoro Subordinato pag Richiesta Nulla Osta per Lavoro subordinato allo Sportello Unico per l immigrazione pag Richiesta visto di ingresso pag Ingresso in Italia e richiesta del permesso di soggiorno pag Rilascio del permesso di soggiorno pag. 9 Lavoro Autonomo pag Richiesta Certificazione per lavoro autonomo alla Direzione Territoriale del Lavoro e Nulla Osta alla Questura pag Richiesta visto di ingresso pag Ingresso in Italia e richiesta del permesso di soggiorno pag Rilascio del permesso di soggiorno pag RICERCA SCIENTIFICA - LAVORO SUBORDINATO E LAVORO AUTONOMO pag Convenzione di accoglienza pag Richiesta Nulla Osta per ricerca scientifica allo Sportello Unico per l immigrazione pag Richiesta visto di ingresso pag Ingresso in Italia e richiesta del permesso di soggiorno pag Rilascio del permesso di soggiorno pag Ricercatore ammesso in altro stato dell Unione Europea pag INVITO pag Invito pag CONTATTI - LINK UTILI pag ALLEGATI pag Allegato 1 pag Allegato 2 pag Allegato 3 pag Allegato 4 pag Allegato 5 pag. 22

4

5 1. INTRODUZIONE L ingresso in Italia di cittadini non comunitari per motivi di lavoro è regolamentato dal Testo Unico sull Immigrazione (D.Lgs. 286/98) come modificato dalla Legge 189/02 (Bossi-Fini) che ha previsto l istituzione di uno Sportello Unico per l Immigrazione presso la Prefettura di ogni Provincia. In generale, per assumere lavoratori non comunitari residenti all estero occorre presentare domanda di nulla osta allo Sportello Unico per l Immigrazione nell ambito delle quote previste dall apposito decreto-flussi che stabilisce il numero massimo di cittadini stranieri non comunitari ammessi annualmente a lavorare sul territorio nazionale. Con la Legge 189/02 è stata poi introdotta anche l obbligatorietà del contratto di soggiorno per lavoro subordinato, che datore di lavoro e lavoratore devono sottoscrivere prima di procedere all assunzione. Il Testo Unico disciplina inoltre le modalità e i termini per il rilascio di autorizzazioni al lavoro, dei visti di ingresso e dei permessi di soggiorno per particolari categorie di stranieri, non ricomprese nella programmazione dei flussi, tra cui i professori e ricercatori. DESCRIZIONE ATTIVITÀ AUTORIZZAZIONI RICHIESTE DOCENZA Lavoro Subordinato Lavoro Autonomo Cittadini stranieri non comunitari che si recano presso l Università per svolgere attività di docenza che prevedono un compenso e per le quali è necessario stipulare un contratto di lavoro. Cittadini stranieri non comunitari che si recano presso l Università per svolgere attività di docenza che prevedono un compenso e per le quali è necessario stipulare un contratto di lavoro. - Nulla osta sportello unico immigrazione - Visto - Permesso di soggiorno - Nulla osta Direzione Territoriale del Lavoro e Questura - Visto - Permesso di soggiorno RICERCA SCIENTIFICA Lavoro Subordinato e Autonomo Cittadini stranieri non comunitari che intendono trattenersi presso l Università per svolgere specifici programmi di ricerca che prevedono un compenso e per i quali è necessario stipulare un contratto di lavoro. - Nulla osta sportello unico immigrazione - Visto - Permesso di soggiorno 5

6 Ulteriore modalità di ingresso e soggiorno in Italia è rappresentata da: DESCRIZIONE ATTIVITÀ INVITO Cittadini stranieri non comunitari invitati dall Università a collaborare a progetti scientifici e a partecipare a eventi di particolare rilevanza scientifico-culturale. AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Visto Le seguenti linee guida, seguono la logica della successione degli atti necessari per il perfezionamento delle diverse procedure da attivarsi a seconda della tipologia di collaborazione che si intende instaurare. In particolare verranno indicati: le attività degli Uffici amministrativi e delle strutture proponenti (Facoltà, Dipartimenti, Istituti, Centri di ricerca) dell Università Cattolica; le modalità e i tempi di richiesta per ottenere le autorizzazioni necessarie; gli adempimenti a carico dei professori e ricercatori stranieri. 6

7 2. DOCENZA Normativa di riferimento Art. 27 del Decreto Legislativo 25 luglio 1998, n. 286, comma 1, lett. c. (Ingresso per lavoro in casi particolari) 1. Al di fuori degli ingressi per lavoro di cui agli articoli precedenti, autorizzati nell ambito delle quote di cui all articolo 3, comma 4, il regolamento di attuazione disciplina particolari modalità e termini per il rilascio delle autorizzazioni al lavoro, dei visti di ingresso e dei permessi di soggiorno per lavoro subordinato, per ognuna delle seguenti categorie di lavoratori stranieri: omissis c) i professori universitari destinati a svolgere in Italia un incarico accademico; omissis Lo svolgimento di un incarico accademico prevede la stipula di un contratto di lavoro; pertanto l Università/il Professore straniero dovranno ottenere: NULLA OSTA PER LAVORO; VISTO DI INGRESSO; PERMESSO DI SOGGIORNO. Lavoro Subordinato 2.1 Richiesta NULLA OSTA PER LAVORO SUBORDINATO allo Sportello Unico per l Immigrazione Con la circolare prot. n del 13 maggio 2008, il Ministero dell Interno ha informato che dal 19 maggio 2008 è attiva la procedura informatizzata per la presentazione delle istanze di nulla osta per lavoro. Le strutture che intendono conferire un incarico devono inviare l apposito modulo (all. 1) alla Direzione Risorse Umane accompagnato da una copia del Curriculum vitae e da una fotocopia della prima pagina del passaporto del Professore; tale invio deve essere effettuato con congruo anticipo (almeno 90 giorni prima) rispetto alla data di arrivo. La Direzione Risorse Umane, ricevuto il modulo attiva la procedura per la richiesta di NULLA OSTA, presso lo Sportello Unico per l Immigrazione attivo presso la Prefettura della Provincia dove verrà svolto l incarico. 7

8 La Prefettura, ottenuto il parere favorevole della Questura di competenza e della Direzione Territoriale del Lavoro, verificata la completezza della documentazione, convoca un funzionario delegato della Direzione Risorse Umane, per il rilascio del NULLA OSTA e la sottoscrizione del CONTRATTO DI SOGGIORNO. La Prefettura procede quindi all invio telematico del NULLA OSTA alla rappresentanza consolare all estero. La Direzione Risorse Umane, ritirato il NULLA OSTA ne dà comunicazione al Professore perché provveda a richiedere il VISTO DI INGRESSO; la Direzione Risorse Umane provvede inoltre alla stipula della polizza assicurativa per malattia ovvero all iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale. 2.2 Richiesta VISTO DI INGRESSO Il Professore, solo dopo aver ricevuto il NULLA OSTA, può prendere contatto con gli uffici consolari italiani del Paese di residenza per presentare la richiesta di visto di ingresso. Ottenuto il visto dalla rappresentanza consolare il Professore può entrare regolarmente in Italia. Importante: Il Professore all atto della compilazione della richiesta di VISTO deve obbligatoriamente indicare che si tratta di un VISTO PER LAVORO SUBORDINATO ai sensi dell art. 27, comma 1, lett. c. Solo in presenza di questa precisa tipologia di visto il Professore potrà lavorare e ricevere compensi dall Università. 2.3 Ingresso in Italia e richiesta del PERMESSO DI SOGGIORNO Il Professore, appena entrato in Italia, deve comunicare il suo arrivo alla Direzione Risorse Umane inviando copia del VISTO e del passaporto recante la data di ingresso in Italia. La Direzione Risorse Umane, entro 8 giorni lavorativi dalla data di ingresso del Professore, contatta la Prefettura di competenza per fissare l appuntamento per la sottoscrizione del CONTRATTO DI SOGGIORNO e per avviare la richiesta di PERMESSO DI SOGGIORNO, unico titolo che legittima la presenza dello straniero sul territorio italiano per il motivo e la durata indicati sul visto. 8

9 All appuntamento il Professore deve presentare: 1. Documenti riguardanti la sistemazione alloggiativa: - contratto di locazione + certificato di idoneità alloggiativa, rilasciato dal comune o ASL di zona (se trattasi di appartamento privato) + copia della cessione di fabbricato presentata all Autorità di Pubblica Sicurezza da parte del proprietario dell immobile entro 48 ore dalla consegna dei locali oppure - prenotazione albergo, con copia documento di identità dell amministratore o di chi ne fa le veci. 2. Dichiarazione di ospitalità da parte del titolare dell alloggio (richiesta entro 48 ore dall ingresso dello straniero presso la Questura di competenza); 3. Passaporto (originale da esibire e fotocopie di tutto il documento, pagine bianche comprese, incluso il visto di ingresso). Firmato il CONTRATTO DI SOGGIORNO e verificata la completezza della documentazione, la Prefettura consegna al Professore la documentazione da depositare presso gli Uffici postali per il rilascio del PERMESSO DI SOGGIORNO. L ufficio postale fissa altresì la data per l effettuazione dei rilievi fotodattiloscopici. La ricevuta dell Ufficio Postale (gli uffici accreditati sono quelli dotati di SPORTELLO AMICO ) recante due codici identificativi permette di seguire lo stato della pratica (http://questure.poliziadistato.it/stranieri/). 2.4 Rilascio del PERMESSO DI SOGGIORNO Verificata la posizione del Professore ospitato, la Questura provvede a contattare il Professore per la consegna del PERMESSO DI SOGGIORNO. Lavoro Autonomo 2.5 Richiesta CERTIFICAZIONE PER LAVORO AUTONOMO alla Direzione Territoriale del Lavoro e NULLA OSTA alla Questura Le strutture che intendono conferire un incarico devono inviare l apposito modulo (all. 1) alla Direzione Risorse Umane accompagnato da una copia del Curriculum vitae e da una fotocopia della prima pagina del passaporto del Professore; tale invio deve essere effettuato con congruo anticipo (almeno 90 giorni prima) rispetto alla data di arrivo. 9

10 La Direzione Risorse Umane, ricevuto il modulo attiva la procedura per la richiesta di CERTIFICAZIONE del contratto, presso la Direzione Territoriale del Lavoro del luogo in cui l attività verrà eseguita. Il contratto dovrà prevedere un compenso pari al doppio dell assegno sociale su base annua, che verrà riproporzionato in relazione all effettivo periodo di permanenza in Italia. La Direzione Territoriale del Lavoro, verificato che il contratto sottoscritto tra l Università ed il Professore non configura un rapporto di lavoro subordinato, rilascia il CERTIFICATO richiesto. La Direzione Risorse Umane, ritirato il CERTIFICATO dalla Direzione Territoriale del Lavoro di competenza richiede alla QUESTURA, per conto del Professore, previa delega da lui compilata e legalizzata, la verifica che non sussistano nei confronti dello stesso motivi ostativi all ingresso ed al soggiorno nel territorio Italiano per motivi di lavoro autonomo. Contestualmente presenta il CERTIFICATO della Direzione Territoriale del Lavoro ed i documenti attestanti la sistemazione alloggiativa. La Questura emette il NULLA OSTA provvisorio che non può essere rilasciato prima di 120 giorni dalla data di ingresso in Italia del Professore. La Direzione Risorse Umane, ritirato il CERTIFICATO della Direzione Territoriale del Lavoro ed il NULLA OSTA della Questura ne dà comunicazione al Professore perché provveda a richiedere il VISTO DI INGRESSO. 2.6 Richiesta VISTO DI INGRESSO Il Professore, solo dopo aver ricevuto la CERTIFICAZIONE rilasciata dalla Direzione Territoriale del Lavoro ed il NULLA OSTA emesso dalla Questura, può prendere contatto con gli uffici consolari italiani del Paese di residenza per presentare la richiesta di VISTO di ingresso. Ottenuto il VISTO dalla rappresentanza consolare il Professore può entrare regolarmente in Italia. Importante: Il Professore all atto della compilazione della richiesta di VISTO deve obbligatoriamente indicare che si tratta di un VISTO PER LAVORO AUTONOMO ai sensi dell art. 27, comma 1, lett. c. Solo in presenza di questa precisa tipologia di visto il Professore potrà lavorare e ricevere compensi dall Università. 10

11 2.7 Ingresso in Italia e richiesta del PERMESSO DI SOGGIORNO Il Professore, appena entrato in Italia, deve comunicare il suo arrivo alla Direzione Risorse Umane inviando copia del VISTO e del passaporto recante la data di ingresso in Italia. Se il Professore, soggiornerà oltre i 90 giorni in Italia, la Direzione Risorse Umane, entro 8 giorni lavorativi dalla data di ingresso, predisporrà con lo stesso il KIT delle Poste necessario per la richiesta del PERMESSO DI SOGGIORNO, unico titolo che legittima la sua presenza sul territorio italiano per il motivo e la durata indicati sul visto. La ricevuta dell Ufficio Postale (gli uffici accreditati sono quelli dotati di SPORTELLO AMICO ) recante due codici identificativi permette di seguire lo stato della pratica (www.questure.poliziadistato.it/stranieri/). 2.8 Rilascio del PERMESSO DI SOGGIORNO Verificata la posizione del Professore ospitato, la Questura provvede a contattare il Professore per la consegna del PERMESSO DI SOGGIORNO. 11

12 3. RICERCA SCIENTIFICA - LAVORO SUBORDINATO E AUTONOMO Normativa di riferimento Art. 27-ter del Decreto Legislativo 25 luglio 1998, n. 286 (Ingresso e soggiorno per ricerca scientifica) 1. L ingresso ed il soggiorno per periodi superiori a tre mesi, al di fuori delle quote di cui all articolo 3, comma 4, è consentito a favore di stranieri in possesso di un titolo di studio superiore, che nel Paese dove è stato conseguito dia accesso a programmi di dottorato. Il cittadino straniero, denominato ricercatore ai soli fini dell applicazione delle procedure previste nel presente articolo, è selezionato da un istituto di ricerca iscritto nell apposito elenco tenuto dal Ministero dell Università e della ricerca. Art. 1 Decreto Legislativo 9 gennaio 2008, n. 17, comma 3 (Attuazione della direttiva 2005/71/CE relativa ad una procedura specificamente concepita per l ammissione di cittadini di Paesi terzi a fini di ricerca scientifica). Il ricercatore e l istituto di ricerca di cui al comma 1 stipulano una convenzione di accoglienza con cui il ricercatore si impegna a realizzare il progetto di ricerca e l istituto si impegna ad accogliere il ricercatore. Il progetto di ricerca deve essere approvato dagli organi di amministrazione dell istituto medesimo che valutano l oggetto della ricerca, i titoli in possesso del ricercatore rispetto all oggetto della ricerca, certificati con una copia autenticata del titolo di studio, ed accertano la disponibilità delle risorse finanziarie per la sua realizzazione. La convenzione stabilisce il rapporto giuridico e le condizioni di lavoro del ricercatore, le risorse mensili messe a sua disposizione, pari ad almeno il doppio dell assegno sociale, le spese per il viaggio di ritorno, la stipula di una polizza assicurativa per malattia per il ricercatore ed i suoi familiari ovvero l obbligo per l istituto di provvedere alla loro iscrizione al Servizio sanitario nazionale. In attuazione al suddetto Decreto, l Università Cattolica - registrata nell elenco istituito dal Miur - ed il Ricercatore non comunitario dovranno stipulare/ottenere: CONVENZIONE DI ACCOGLIENZA; VISTO DI INGRESSO; NULLA OSTA PER LAVORO; PERMESSO DI SOGGIORNO. 1 Articolo inserito dal D.Lgs. 9 gennaio 2008, n. 17 Attuazione della direttiva 2005/71/CE relativa ad una procedura specificamente concepita per l ammissione di cittadini di Paesi terzi a fini di ricerca scientifica. 12

13 3.1 CONVENZIONE DI ACCOGLIENZA Le strutture che intendono conferire un incarico devono inviare l apposito modulo (all. 2) alla Direzione Risorse Umane accompagnato da una copia del Curriculum vitae e da una fotocopia della prima pagina del passaporto del Ricercatore; tale invio deve essere effettuato con congruo anticipo (almeno 90 giorni prima) rispetto alla data di arrivo al fine di poter procedere alla stesura della CONVENZIONE DI ACCOGLIENZA. La Convenzione di accoglienza deve essere sottoscritta dal Magnifico Rettore in qualità di Legale rappresentante. 3.2 Richiesta NULLA OSTA PER RICERCA SCIENTIFICA allo Sportello Unico per l Immigrazione La Direzione Risorse Umane, previa sottoscrizione della CONVENZIONE DI ACCO- GLIENZA, attiva la procedura per la richiesta di NULLA OSTA, presso lo Sportello Unico per l Immigrazione attivo presso la Prefettura della provincia dove verrà svolto l incarico. La Prefettura, ottenuto il parere favorevole della Questura di competenza e della Direzione Territoriale del Lavoro, verificata la completezza della documentazione, convoca un funzionario delegato della Direzione Risorse Umane, per il rilascio del NULLA OSTA e la sottoscrizione del CONTRATTO DI SOGGIORNO. La Prefettura procede quindi all invio telematico del NULLA OSTA alle rappresentanze consolari all estero. La Direzione Risorse Umane ritirato il NULLA OSTA ne dà comunicazione al Ricercatore perché provveda a richiedere il VISTO DI INGRESSO; la Direzione Risorse Umane provvede inoltre alla stipula della polizza assicurativa per malattia ovvero all iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale. 3.3 Richiesta VISTO DI INGRESSO Il Ricercatore, solo dopo aver ricevuto il NULLA OSTA, può prendere contatto con gli uffici consolari italiani del Paese di residenza per presentare la richiesta di visto di ingresso. Ottenuto il visto dalla rappresentanza consolare il Ricercatore potrà entrare in Italia. 13

14 Importante: Il Ricercatore all atto della compilazione della richiesta di VISTO deve obbligatoriamente indicare che si tratta di VISTO PER RICERCA SCIENTIFICA ai sensi dell art. 27 ter. Solo in presenza di questa precisa tipologia di visto il Ricercatore potrà lavorare e ricevere un compenso dall Università. 3.4 Ingresso in Italia e richiesta del PERMESSO DI SOGGIORNO Il Ricercatore, appena entrato in Italia, deve comunicare il suo arrivo alla Direzione Risorse Umane inviando copia del VISTO e del passaporto recante la data di ingresso in Italia. La Direzione Risorse Umane, entro 8 giorni lavorativi dalla data di ingresso del Ricercatore, contatta la Prefettura di competenza per fissare l appuntamento per la sottoscrizione del CONTRATTO DI SOGGIORNO e per avviare la richiesta di PERMESSO DI SOGGIORNO (per soggiorni oltre i 90 giorni), unico titolo che legittima la presenza dello straniero sul territorio italiano per il motivo e la durata indicati sul visto. All appuntamento il Ricercatore deve presentare: 1. Documenti riguardanti la sistemazione alloggiativa: - contratto di locazione + certificato di idoneità alloggiativa, rilasciato dal comune o ASL di zona (se trattasi di appartamento privato) + copia della cessione di fabbricato presentata all Autorità di Pubblica Sicurezza da parte del proprietario dell immobile entro 48 ore dalla consegna dei locali oppure - prenotazione albergo, con copia documento di identità dell amministratore o di chi ne fa le veci. 2. Dichiarazione di ospitalità da parte del titolare dell alloggio (richiesta entro 48 ore dall ingresso dello straniero presso la Questura di competenza). 3. Passaporto (originale da esibire e fotocopie di tutto il documento, pagine bianche comprese, incluso il visto di ingresso). Firmato il CONTRATTO DI SOGGIORNO e verificata la completezza della documentazione, la Prefettura consegna al Ricercatore la documentazione da depositare presso gli Uffici postali per il rilascio del PERMESSO DI SOGGIORNO. L ufficio postale fissa altresì la data per l effettuazione dei rilievi fotodattiloscopici. La ricevuta dell Ufficio Postale (gli uffici accreditati sono quelli dotati di SPORTELLO AMICO ) recante due codici identificativi permette di seguire lo stato della pratica (www.questure.poliziadistato.it/stranieri/). 14

15 3.5 Rilascio del PERMESSO DI SOGGIORNO Verificata la posizione del Ricercatore ospitato, la Questura provvede a contattarlo per la consegna del Permesso di soggiorno. Tale permesso è rilasciato per la durata del programma di ricerca e consente lo svolgimento dell attività indicata nella CONVENZIONE DI ACCOGLIENZA. 3.6 Ricercatore ammesso in altro Stato dell Unione Europea Il Ricercatore già ammesso in uno Stato appartenente all Unione Europea per motivi di ricerca può fare ingresso in Italia per continuare la sua attività, senza necessità di visto, secondo le modalità sotto specificate: soggiorni fino a tre mesi: il nulla osta è sostituito da una comunicazione da effettuare allo Sportello Unico per l Immigrazione; soggiorni superiori a tre mesi: è necessario il rilascio del nulla osta subordinato alla stipula della convenzione di accoglienza con l Università. In questo caso valgono le modalità sopra descritte per i Ricercatori che entrano in Italia e quindi sarà necessario richiedere il permesso di soggiorno. 15

16 4. INVITO Normativa di riferimento Decreto 12 luglio Allegato A (Definizione delle tipologie di visti d ingresso e dei requisiti per il loro ottenimento) Visto per invito. Il visto per invito consente l ingresso, al fine di un soggiorno di breve durata, allo straniero invitato da enti, istituzioni, organizzazioni pubbliche o private ma notorie, quale ospite di particolari eventi e manifestazioni di carattere politico o scientifico-culturale, le cui spese di soggiorno siano a carico dell Ente invitante. 4.1 Invito Il VISTO per INVITO riguarda cittadini stranieri invitati a collaborare a progetti scientifici e a partecipare a eventi di particolare rilevanza scientifico-culturale organizzati dall Ateneo. La struttura proponente dovrà segnalare il nominativo del Professore e Ricercatore invitato attraverso la compilazione dell apposito modulo (All. 3). La struttura proponente dovrà inoltre predisporre una lettera d invito indirizzata all Autorità consolare del paese di residenza del Professore/Ricercatore invitato, che lo stesso dovrà consegnare alla Sezione VISTI, per l ottenimento del visto di ingresso in Italia. Si segnala che a tal fine è stato predisposto un fac-simile di lettera (All.4), che in ogni caso potrà subire delle variazioni secondo le disposizioni impartite dall Autorità consolare italiana del paese di provenienza del Professore/Ricercatore invitato. La presenza sul territorio nazionale con visto per invito non consente lo svolgimento di incarichi accademici né la possibilità di ricevere compensi. L Ente ospitante può prendersi carico delle spese di soggiorno. 16

17 5. CONTATTI - LINK UTILI Direzione Risorse Umane Tel Ufficio Amministrazione Segreteria Docenti Tel Ministero dell Interno Ministero degli Affari Esteri default.html Portale Immigrazione Poste Italiane Questura - Controllo on-line rilascio Permesso di Soggiorno 6. ALLEGATI ALLEGATO 1: Richiesta per l ammissione sul territorio nazionale di professori universitari non comunitari destinati a svolgere incarichi di docenza ALLEGATO 2: Richiesta per l ammissione sul territorio nazionale di ricercatori non comunitari destinati a svolgere attività di ricerca ALLEGATO 3: Invito Professori e ricercatori non comunitari ALLEGATO 4: Lettera di invito per Consolati/Ambasciate ALLEGATO 5: Lettera di invito per Professori 17

18 ALLEGATO 1: Richiesta per l ammissione sul territorio nazionale di professori universitari non comunitari destinati a svolgere incarichi di docenza Struttura proponente Facoltà Dipartimento/Istituto Ufficio/Direzione Dati anagrafici del Professore non comunitario Nome Cognome Luogo di nascita Data di nascita Nazionalità Residenza Situazione alloggiativa in Italia Dati relativi all attività di docenza Università di provenienza Posizione attualmente ricoperta presso l Università di provenienza Periodo di permanenza previsto dal al presso l Università Cattolica Descrizione dell attività di docenza La struttura si impegna a: corrispondere al Professore risorse mensili pari almeno al doppio dell assegno sociale; sostenere le spese per il viaggio di ritorno; stipulare una polizza assicurativa per il Professore; indicare il centro di costo su cui addebitare le spese relative agli oneri legati alla permanenza del docente (cdc ) Data Allegati: Firma del Responsabile della struttura proponente (telefono: Curriculum Vitae Fotocopia della prima pagina del Passaporto Modulo Anagrafico Fiscale 18

19 ALLEGATO 2: Richiesta per l ammissione sul territorio nazionale di ricercatori non comunitari destinati a svolgere incarichi di ricerca Struttura proponente Facoltà Dipartimento/Istituto Ufficio/Direzione Dati anagrafici del Ricercatore non comunitario Nome Cognome Luogo di nascita Data di nascita Nazionalità Residenza Titolo di studio del Ricercatore Rilasciato da Situazione alloggiativa in Italia Dati relativi all attività di ricerca Università di provenienza Posizione attualmente ricoperta presso l Università di provenienza Periodo di svolgimento dal al dell attività di ricerca Descrizione dell attività di ricerca oggetto della ricerca Luogo dove di svolgerà l attività di ricerca La struttura si impegna a: corrispondere al Ricercatore risorse mensili pari almeno al doppio dell assegno sociale; sostenere le spese per il viaggio di ritorno; stipulare una polizza assicurativa per il Ricercatore; indicare il centro di costo su cui addebitare le spese relative agli oneri legati alla permanenza del Ricercatore (cdc ) Data Firma del Responsabile della struttura proponente (telefono: Allegati: Curriculum Vitae Fotocopia della prima pagina del Passaporto Modulo Anagrafico Fiscale 19

20 ALLEGATO 3: Invito sul territorio nazionale di professori universitari non comunitari per eventi e manifestazioni di particolare rilevanza scientifica e culturale Struttura proponente Facoltà Dipartimento/Istituto Ufficio/Direzione Dati anagrafici del Professore non comunitario Nome Cognome Luogo di nascita Data di nascita Nazionalità Residenza Situazione alloggiativa in Italia Dati relativi all evento/manifestazione Università di provenienza Posizione attualmente ricoperta presso l Università di provenienza Periodo di permanenza previsto dal al presso l Università Cattolica Descrizione dell evento/manifestazione Data Firma del Responsabile della struttura proponente (telefono: Allegati: Fotocopia della prima pagina del Passaporto Lettera di invito 20

21 ALLEGATO 4: Lettera di invito per Consolati/Ambasciate Consolato Generale d Italia di Indirizzo Consolato / Ambasciata Oggetto: Lettera di invito per studio e ricerca Il sottoscritto Nato il di nazionalità a residente a in via n. c.a.p. tel. occupazione/professione: Professore/Preside/Direttore del Dipartimento di dell Università Cattolica del Sacro Cuore consapevole delle conseguenze previste dall art. 12, comma 1, del Decreto Legislativo 25 luglio 1998, n. 286 (Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell immigrazione e norme sulla condizione dello straniero), con la presente comunica di volere invitare per motivi di studio e ricerca universitaria il/la cittadino/a straniero/a Nato/a il di nazionalità indirizzo n. passaporto per il periodo dal a residente a motivazione: Periodo di studio e ricerca presso la/il Facoltà/Dipartimento di Il sottoscritto dichiara inoltre: al dell Università Cattolica del Sacro Cuore 1) di avere con la stessa persona legami di studio e di ricerca universitari; 2) di sapere con certezza che la stessa persona nel proprio Paese di origine svolge la seguente attività lavorativa: PROFESSORE UNIVERSITARIO; 3) di possedere le disponibilità per ospitare il suddetto cittadino straniero, Il sottoscritto in caso di esito positivo della richiesta di visto inoltrata dal/la cittadino/a straniero/a, provvederà a 1) fornirgli/le alloggio presso: 2) sostenere eventuali oneri derivanti da ricorso all assistenza medico-sanitaria da parte del/la cittadino/a straniero/a, laddove questi non abbia una propria copertura (polizza assicurativa ovvero convenzione bilaterale fra Italia e Paese d origine); 3) assicurare il suo rientro al Paese di origine entro i termini previsti dal visto d ingresso e segnati sul permesso di soggiorno che lo straniero dovrà consegnare alle Autorità di frontiera italiane all uscita del territorio italiano. Luogo, data Firma del Dichiarante All. fotocopia documento identità del dichiarante 21

22 ALLEGATO 5: Lettera di invito per Professori FAC SIMILE Professor (Luogo e data) Object: Invitation to take part in research activities at the Faculty/Department of Dear Professor, It is my great pleasure to invite you to visit Università Cattolica del Sacro Cuore, from to. Your visit will be supported by the. Also, we would be happy to include your lectures in the programme of our research seminars during your visit. You will receive neither a payment nor other consideration from the University for your work, which you accept to do completely at your own expense. You are personally responsible for your own health insurance, housing, travel costs, visa fees, and daily expenses, and for appropriate documents to prove to the competent authorities your ability to manage all these costs by yourself. or You will receive neither a payment nor other consideration from the University for your work, which you accept to do completely at you own expense. The University will cover for your own health insurance, housing, travel costs, visa fees, and daily expenses. I very much hope that you are able to accept the invitation, and I am looking forward to welcoming you in. Sincerely, (firma del prof. che invita) Dati prof. Facoltà/ Dipartimento che invita 22

23

24 Università Cattolica del Sacro Cuore Direzione Risorse Umane Servizio Personale Docente e Tecnico Amministrativo

Ingresso di cittadini extracomunitari ai fini di ricerca scientifica per periodi superiori ai tre mesi

Ingresso di cittadini extracomunitari ai fini di ricerca scientifica per periodi superiori ai tre mesi Ingresso di cittadini extracomunitari ai fini di ricerca scientifica per periodi superiori ai tre mesi Redatto dall Ufficio Ricerca Scientifica e Relazioni Internazionali (aggiornato al 29/02/2012) (art.27

Dettagli

INGRESSO IN ITALIA DI RICERCATORI NON COMUNITARI

INGRESSO IN ITALIA DI RICERCATORI NON COMUNITARI INGRESSO IN ITALIA DI RICERCATORI NON COMUNITARI Dal 1 Luglio scorso è attiva la procedura informatizzata per la presentazione delle domande relative all ingresso per ricerca scientifica, ai sensi dell

Dettagli

Linee Guida per la richiesta del visto per ricerca scientifica

Linee Guida per la richiesta del visto per ricerca scientifica Linee Guida per la richiesta del visto per ricerca scientifica Il ricercatore di cittadinanza extra-ue deve inviare via e-mail al dipartimento ospitante copia del passaporto e del certificato del titolo

Dettagli

Presentare domanda di prima assunzione dei lavoratori stranieri: la procedura presso lo Sportello unico e i moduli

Presentare domanda di prima assunzione dei lavoratori stranieri: la procedura presso lo Sportello unico e i moduli Presentare domanda di prima assunzione dei lavoratori stranieri: la procedura presso lo Sportello unico e i moduli Per assumere lavoratori non comunitari residenti all estero si deve presentare domanda

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER LA RICHIESTA DI UN VISTO PER MOTIVI DI AFFARI

FOGLIO INFORMATIVO DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER LA RICHIESTA DI UN VISTO PER MOTIVI DI AFFARI DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER LA RICHIESTA DI UN VISTO PER MOTIVI DI AFFARI 1. Invito su carta intestata da parte di una Ditta italiana compilato rigorosamente secondo il facsimile allegato. La presente

Dettagli

Linee Guida per la richiesta del visto per ricerca scientifica

Linee Guida per la richiesta del visto per ricerca scientifica Linee Guida per la richiesta del visto per ricerca scientifica Il direttore del Dipartimento ospitante invia al Rettore una Richiesta di delega (si allega modello) per la stipula della Convenzione di accoglienza

Dettagli

Istruzioni di compilazione

Istruzioni di compilazione Modulo Z : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 26 T.U. Immigrazione e art.

Dettagli

ATTENZIONE. Allo Sportello Unico per l Immigrazione competente

ATTENZIONE. Allo Sportello Unico per l Immigrazione competente Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 39, comma 9, del DPR. n. 39499 e successive

Dettagli

IL PERMESSO DI SOGGIORNO. a cura di Gianluca Cassuto

IL PERMESSO DI SOGGIORNO. a cura di Gianluca Cassuto IL PERMESSO DI SOGGIORNO CHE COSA È IL PERMESSO DI SOGGIORNO È l autorizzazione a soggiornare in Italia Viene rilasciato dalla Questura (Ministero dell Interno) Si differenziano in base alla durata tra

Dettagli

Prefettura-Ufficio territoriale del Governo di Cremona

Prefettura-Ufficio territoriale del Governo di Cremona Prot. nr. 463/12B-10A/A1 lì, 13 febbraio 2006 DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI AI SIGG. SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DELLA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA AGRICOLTURA E ARTIGIANATO DI AL SIG. QUESTORE

Dettagli

SOGGETTI CHE POSSONO INOLTRARE LA RICHIESTA DI RICONGIUNGIMENTO

SOGGETTI CHE POSSONO INOLTRARE LA RICHIESTA DI RICONGIUNGIMENTO RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE L ingresso per ricongiungimento familiare è possibile previo rilascio del visto per ricongiungimento familiare che consente l ingresso in Italia, ai fini di un soggiorno di lunga

Dettagli

Allegato Mod. T (compilare in stampatello) il / / scadenza il / /

Allegato Mod. T (compilare in stampatello) il / / scadenza il / / Richiesta nominativa di nulla osta per Allo Sportello Unico per familiare al seguito ai sensi l Immigrazione dell art. 29 del D.LG.VO n.286/98 di come modificato dalla legge n.189/02 sigla provincia (1)

Dettagli

Il permesso di soggiorno per motivi familiari viene rilasciato, nel caso di soggiorno di durata superiore a tre mesi:

Il permesso di soggiorno per motivi familiari viene rilasciato, nel caso di soggiorno di durata superiore a tre mesi: PERMESSO DI SOGGIORNO PER MOTIVI FAMILIARI Il permesso di soggiorno per motivi familiari viene rilasciato, nel caso di soggiorno di durata superiore a tre mesi: allo straniero in possesso del visto per

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo Z2 : Domanda di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 26 T.U. Immigrazione e dell'art. 39, comma 9, del D.P.R. n. 394/99 e successive modifiche

Dettagli

Rep.405/2015 Prot. 29680-VII/16 del 16/6/2015 L UNIVERSITÀ CA FOSCARI VENEZIA - DIPARTIMENTO DI ECONOMIA

Rep.405/2015 Prot. 29680-VII/16 del 16/6/2015 L UNIVERSITÀ CA FOSCARI VENEZIA - DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PER L INDIVIDUAZIONE DI UNA RISORSA PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITÀ DI SCRITTURA DI TESTI E RACCOLTA DI MATERIALE PER LO SVILUPPO DI CONTENUTI DI UN APP PER SMARTPHONE

Dettagli

Immatricolazioni degli studenti stranieri e comunitari presso:

Immatricolazioni degli studenti stranieri e comunitari presso: Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca scientifica e tecnologica Direzione Generale per lo studente e il diritto allo studio Prot. 658 Roma, 21

Dettagli

SP.I.S.A. SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN STUDI SULL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

SP.I.S.A. SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN STUDI SULL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA IL DIRETTORE Prot. N. 228/2012 VISTO l art. 23 co. 2 della L. 240/2010; VISTO il Decreto Rettorale n 418/2011 Regolamento di Ateneo per la disciplina dei contratti di insegnamento e di tutorato; VISTE

Dettagli

DOMANDA DI PREISCRIZIONE CITTADINI NON - COMUNITARI RESIDENTI ALL ESTERO Anno Accademico 2001-2002

DOMANDA DI PREISCRIZIONE CITTADINI NON - COMUNITARI RESIDENTI ALL ESTERO Anno Accademico 2001-2002 DOMANDA DI PREISCRIZIONE CITTADINI NON - COMUNITARI RESIDENTI ALL ESTERO Anno Accademico 2001-2002 MODELLO A (da compilare in stampatello) Al Magnifico Rettore dell Università degli Studi di (indicare

Dettagli

Facoltà di ARCHITETTURA

Facoltà di ARCHITETTURA Decreto n. 26/ 2012 Prot. n. 612 pos. III/5 del 03/05/2012 Facoltà di ARCHITETTURA IL PRESIDE VISTA la legge 30 dicembre 2010, n. 240, ed in particolare l articolo 23 Contratti per attività d insegnamento

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per. ricongiungimento familiare ai sensi. dell art. 29 del D.LG.VO n.286/98

Richiesta nominativa di nulla osta per. ricongiungimento familiare ai sensi. dell art. 29 del D.LG.VO n.286/98 Richiesta nominativa di nulla osta per Allo Sportello Unico per ricongiungimento familiare ai sensi l Immigrazione dell art. 29 del D.LG.VO n.286/98 di come modificato dalla legge n.189/02 sigla provincia

Dettagli

da esibire in fotocopia in aggiunta agli originali il giorno della convocazione presso l Ufficio Immigrazione della Questura

da esibire in fotocopia in aggiunta agli originali il giorno della convocazione presso l Ufficio Immigrazione della Questura DOCUMENTI PER IL RILASCIO/RINNOVO DEI PERMESSI DI SOGGIORNO IN FORMATO CARTACEO O ELETTRONICO LA CUI ISTANZA VA PRESENTATA PRESSO LA QUESTURA DI TREVISO UFFICIO IMMIGRAZIONE da esibire in fotocopia in

Dettagli

il / / scadenza il / /

il / / scadenza il / / Richiesta nominativa di nulla osta per familiare al seguito ai sensi dell art. 29 del D.Lg.vo n.286/98 come modificato dalla legge n.189/02 e art. 6 D.P.R. 394/99 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

DIREZIONE SPORT E PREPARAZIONE OLIMPICA Roma, 19.6.2006 Pt. 2024 A TUTTE LE FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI LORO SEDI

DIREZIONE SPORT E PREPARAZIONE OLIMPICA Roma, 19.6.2006 Pt. 2024 A TUTTE LE FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI LORO SEDI DIREZIONE SPORT E PREPARAZIONE OLIMPICA Roma, 19.6.2006 Pt. 2024 A TUTTE LE FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI LORO SEDI OGGETTO: nuovo regolamento di attuazione del testo unico delle disposizioni in materia

Dettagli

Master Universitario di I livello (X edizione- I sessione)

Master Universitario di I livello (X edizione- I sessione) Master Universitario di I livello (X edizione- I sessione) in GESTIONE DEL COORDINAMENTO NELLE PROFESSIONI SANITARIE Anno Accademico 015/016 Presso l Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma

Dettagli

I permessi di soggiorno

I permessi di soggiorno Corso accogliere per integrare I permessi di soggiorno Normativa di riferimento dlgs 25 luglio 1998, n. 286 e successive modificazioni D.P.R. 179/2011 Principali tipologie di permessi di soggiorno nella

Dettagli

IL LAVORO AUTONOMO DEI CITTADINI EXTRACOMUNITARI IN ITALIA. GLI ADEMPIMENTI DI COMPETENZA DELLA CAMERA DI COMMERCIO

IL LAVORO AUTONOMO DEI CITTADINI EXTRACOMUNITARI IN ITALIA. GLI ADEMPIMENTI DI COMPETENZA DELLA CAMERA DI COMMERCIO IL LAVORO AUTONOMO DEI CITTADINI EXTRACOMUNITARI IN ITALIA. GLI ADEMPIMENTI DI COMPETENZA DELLA CAMERA DI COMMERCIO di Claudio Venturi Sommario: - 1. Normativa di riferimento. 2. Condizioni richieste per

Dettagli

Istruzioni di compilazione

Istruzioni di compilazione Modulo LS2 : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi degli articoli 26 e 9 T.U. Immigrazione

Dettagli

IL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA

IL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA IL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA Bando n. 1 DEF 2015/16 Vista la legge 24 dicembre 1993 n. 537 ed in particolare l'art. 5; Vista la legge 18 giugno 2009 n. 69 ed in particolare l'art. 32, relativo

Dettagli

Bando n. 60/2015 È INDETTA

Bando n. 60/2015 È INDETTA Bando n. 60/2015 AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI n. 8 INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA DA ATTIVARE PER LE ESIGENZE DELLA FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA.

Dettagli

FAQ STUDENTI CINESI PROGETTO MARCO POLO A.A. 2015-2016

FAQ STUDENTI CINESI PROGETTO MARCO POLO A.A. 2015-2016 FAQ STUDENTI CINESI PROGETTO MARCO POLO A.A. 2015-2016 1) Sono uno studente cinese interessato a studiare presso l Università degli Studi di Bergamo nell ambito del Progetto Marco Polo anno accademico

Dettagli

Borse di Studio per Neolaureati Anno Accademico 2014

Borse di Studio per Neolaureati Anno Accademico 2014 Ente bilaterale nazionale del comparto proprietari di fabbricati costituito da Confedilizia, Filcams CGIL, Fisascat CISL, UILTuCS Borse di Studio per Neolaureati Anno Accademico 2014 BANDO DI CONCORSO

Dettagli

e delle Politiche Sociali

e delle Politiche Sociali Prot. Ministero dell Interno Roma, data del protocollo Ai Sigg.ri Prefetti LORO SEDI Sig. Commissario del Governo per la Provincia Autonoma di TRENTO Sig. Commissario del Governo per la Provincia Autonoma

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

DOCUMENTI NECESSARI PER LA CONVERSIONE DEL PERMESSO DI SOGGIORNO

DOCUMENTI NECESSARI PER LA CONVERSIONE DEL PERMESSO DI SOGGIORNO DOCUMENTI NECESSARI PER LA CONVERSIONE DEL PERMESSO DI SOGGIORNO da allegare in fotocopia nella busta con cui si spedisce il kit postale ed esibire in originale il giorno della convocazione presso l Ufficio

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Direzione del Personale e degli Affari Generali Dirigente: Dott. Ascenzo Farenti Unità Forme flessibili di e lavoro e mobilità Responsabile: Dott.ssa Chiara Viviani Prot. n. 10532 del 18/03/2015 Pubblicato

Dettagli

Art. 3 Domanda e modalità per l ammissione Per essere ammesso al Master, il candidato dovrà effettuare online, entro la data 8 luglio 2015:

Art. 3 Domanda e modalità per l ammissione Per essere ammesso al Master, il candidato dovrà effettuare online, entro la data 8 luglio 2015: MODALITÀ DI AMMISSIONE E ISCRIZIONE AL MASTER DI 1 LIVELLO IN CUCINA POPOLARE ITALIANA DI QUALITÀ ANNO ACCADEMICO 2015/2016 Art. 1 Indicazioni di carattere generale L Università degli Studi di Scienze

Dettagli

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER \ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 Art.1 Master universitari REGOLAMENTO MASTER 1. In attuazione dell articolo 1,

Dettagli

Articolo 2 Periodo di studio all estero

Articolo 2 Periodo di studio all estero BANDO DI MOBILITÀ INTERNAZIONALE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA DI DOPPIA LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA DEL TURISMO DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA (ITALIA) E DELL ACCADEMIA INTERNAZIONALE

Dettagli

AVVISO DI PROCEDURA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PER COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PRESSO IL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT

AVVISO DI PROCEDURA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PER COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PRESSO IL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT Prot. n. 15329 del 30 Novembre 2012 Pubblicato il: 1 Dicembre 2012 Scadenza: 10 Dicembre 2012 AVVISO DI PROCEDURA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PER COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PRESSO

Dettagli

COMUNE DI CARGEGHE Provincia di Sassari

COMUNE DI CARGEGHE Provincia di Sassari COMUNE DI CARGEGHE Provincia di Sassari VIA BRIGATA SASSARI N^ 1-07030 CARGEGHE Tel. 079 3440112 Fax 079 345001 UFFICIO TECNICO REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI IDONEITA DELL ALLOGGIO (Allegato

Dettagli

È INDETTA ART. 1 ART. 2

È INDETTA ART. 1 ART. 2 Bando n. 190/2015 AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI n. 1 INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA DA ATTIVARE PER LE ESIGENZE DELLA FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA.

Dettagli

Città di Tortolì Provincia dell Ogliastra

Città di Tortolì Provincia dell Ogliastra Città di Tortolì Provincia dell Ogliastra 08048 Via G. Garibaldi n. 1 0782600700 0782623049 e mail: segreteria.personale@comuneditortoli.it Servizio Segreteria, Affari Generali e Personale Ufficio Personale

Dettagli

L ingresso in Italia di lavoratori stranieri

L ingresso in Italia di lavoratori stranieri S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO EXPO 2015 Strumenti di impiego temporaneo dei lavoratori stranieri negli eventi Expo L ingresso in Italia di lavoratori stranieri Dottor Salvatore Vitiello

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE - SCHEDA

RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE - SCHEDA RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE - SCHEDA L ingresso per ricongiungimento familiare è possibile previo rilascio del visto per ricongiungimento familiare che consente l ingresso in Italia, ai fini di un soggiorno

Dettagli

Ministero delle Attività Produttive

Ministero delle Attività Produttive Ministero delle Attività Produttive Ufficio B4 registro delle imprese Via Sallustiana n. 53, 00187 - Roma * * * Tel. 06484480 Dr. Marco Maceroni Tel. 0647055306 Dr.ssa Isabella Raganelli Fax 06483691 RICONOSCIMENTO

Dettagli

Modulo A : Richiesta nominativa e numerica di nulla osta al lavoro domestico ai sensi dell'art. 22 del D.Lgs. 25.07.1998, n.286. Informazioni generali

Modulo A : Richiesta nominativa e numerica di nulla osta al lavoro domestico ai sensi dell'art. 22 del D.Lgs. 25.07.1998, n.286. Informazioni generali Modulo A : Richiesta nominativa e numerica di nulla osta al lavoro domestico ai sensi dell'art. 22 del D.Lgs. 25.07.1998, n.286 Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà

Dettagli

NUOVA PROCEDURA COMUNITARI

NUOVA PROCEDURA COMUNITARI NUOVA PROCEDURA COMUNITARI Dall 11 aprile 2007, in adempimento a quanto sancito dal decreto legislativo 6 febbraio 2007, nr.30, recante Attuazione della direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini

Dettagli

DIPARTIMENTO DI ECONOMIA

DIPARTIMENTO DI ECONOMIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA 43125 Parma Italia V. J.F.Kennedy, 6 Tel. Tel 0521/032455 Fax 0521/032400 http://economia.unipr.it/ BANDO PER CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO ANNO ACCADEMICO 2013/2014

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2015/2016 IL RETTORE VISTA. La legge 02.08.1999, n. 264 recante norme in materia di accessi ai corsi universitari; VISTO

ANNO ACCADEMICO 2015/2016 IL RETTORE VISTA. La legge 02.08.1999, n. 264 recante norme in materia di accessi ai corsi universitari; VISTO Div. III-1 BANDO PER LA PARTECIPAZIONE ALLA SECONDA E TERZA SESSIONE DELLA PROVA DI AUTOVALUTAZIONE PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN: MANAGEMENT PUBBLICO SCIENZE DEL LAVORO, DELL AMMINISTRAZIONE

Dettagli

CONVENZIONE PER L UTILIZZO DELLA FORESTERIA TRA. l UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA, di seguito denominata Università, con sede

CONVENZIONE PER L UTILIZZO DELLA FORESTERIA TRA. l UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA, di seguito denominata Università, con sede CONVENZIONE PER L UTILIZZO DELLA FORESTERIA TRA l UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA, di seguito denominata Università, con sede in via dell Artigliere n. 8 a Verona, Codice Fiscale 93009870234, nella persona

Dettagli

Selezione per la partecipazione al Bando MIUR per borse di studio per studenti universitari di lingua e cultura russa. Anno 2014.

Selezione per la partecipazione al Bando MIUR per borse di studio per studenti universitari di lingua e cultura russa. Anno 2014. Prot. nr. 136 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI STUDI LINGUISTICI E CULTURALI Largo S. Eufemia, 19 41121 MODENA centralino 059 205 5811 fax 059 205 593 - fax 059 205 5933

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA IL RETTORE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA IL RETTORE Pubblicato in Albo web in data 2.11.2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA IL RETTORE Decreto n. 8963 del 2.11.2015 in conformità a quanto previsto dalla legge n. 240/2010 ed, in particolare, dall articolo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI "G. D ANNUNZIO" DI CHIETI - PESCARA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO DI CHIETI - PESCARA Allegato 3) al Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI "G. D ANNUNZIO" DI CHIETI - PESCARA DISCIPLINA ISCRIZIONE A CORSI LIBERI E A CORSI SINGOLI CON ATTRIBUZIONE DI CREDITI FORMATIVI

Dettagli

BANDO DESTINATO AGLI STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE/SPECIALISTICA, AI DOTTORATI DI RICERCA E ALLE SCUOLE

BANDO DESTINATO AGLI STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE/SPECIALISTICA, AI DOTTORATI DI RICERCA E ALLE SCUOLE BANDO DESTINATO AGLI STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE/SPECIALISTICA, AI DOTTORATI DI RICERCA E ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE PER GLI INSEGNANTI DELLA SCUOLA SECONDARIA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Procedura MASTER 5/2014

Procedura MASTER 5/2014 Prot.: 161/2014 AFFISSIONE: 4 aprile 2014 Pos.: III.15 SCADENZA: 18 aprile 2014 AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI DOCENZA A TITOLO ONEROSO Procedura MASTER 5/2014 Vista:

Dettagli

SCUOLA INTERNAZIONALE SUPERIORE DI STUDI AVANZATI - INTERNATIONAL SCHOOL FOR ADVANCED STUDIES

SCUOLA INTERNAZIONALE SUPERIORE DI STUDI AVANZATI - INTERNATIONAL SCHOOL FOR ADVANCED STUDIES N. 92 VISTA VISTO la legge 30.11.1989 n. 398 concernente le norme in materia di borse di studio universitario; il Regolamento per l assegnazione di borse di studio per l attività di ricerca di post-dottorato,

Dettagli

2. Requisiti per l ammissione alla selezione Per l ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

2. Requisiti per l ammissione alla selezione Per l ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti: SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO O INDETERMINATO CON CONTRATTO DI LAVORO PART-TIME O FULL TIME DI PERSONALE CON QUALIFICA DI IMPIEGATO

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE N. 1 BORSA ( 12.900) PER: UNIVERSITY OF OXFORD (UK) N. 1 BORSA ( 12.900) PER: UNIVERSITY COLLEGE LONDON (UK) A.A.

AVVISO DI SELEZIONE N. 1 BORSA ( 12.900) PER: UNIVERSITY OF OXFORD (UK) N. 1 BORSA ( 12.900) PER: UNIVERSITY COLLEGE LONDON (UK) A.A. AVVISO DI SELEZIONE N. 1 BORSA ( 12.900) PER: UNIVERSITY OF OXFORD (UK) N. 1 BORSA ( 12.900) PER: UNIVERSITY COLLEGE LONDON (UK) A.A. 2008/2009 1 Oggetto È indetta una selezione per l assegnazione di n.

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Allegato 1_UE DICHIARAZIONE DI RESIDENZA ALL UFFICIALE D ANAGRAFE DEL COMUNE DI NANNO DICHIARAZIONE DI RESIDENZA CON PROVENIENZA DA ALTRO COMUNE. Indicare il Comune di provenienza: DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

Dettagli

1) Qual è la normativa di riferimento? 2) Chi può richiedere il ricongiungimento familiare? 3) Per quali familiari si può richiedere?

1) Qual è la normativa di riferimento? 2) Chi può richiedere il ricongiungimento familiare? 3) Per quali familiari si può richiedere? LA PROCEDURA DI RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE PER I CITTADINI STRANIERI RESIDENTI IN PROVINCIA DI VARESE - Risposte a domande frequenti - A cura del Coordinamento della Rete territoriale di sportelli per

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo VA : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro subordinato ai sensi degli artt. 14 comma 6 e 39 comma 9 del DPR. n. 394/99 e successive modifiche ed integrazioni Informazioni

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Dipartimento di Scienze politiche Largo della Zecca, 8/16 Fax: 010/2099027. BANDO Prot. 2420 del 26/11/2014

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Dipartimento di Scienze politiche Largo della Zecca, 8/16 Fax: 010/2099027. BANDO Prot. 2420 del 26/11/2014 BANDO Prot. 2420 del 26/11/2014 per l affidamento di incarichi di insegnamenti ufficiali a contratto ai sensi dell art. 23, comma 2, della Legge n. 240/2010 nei corsi di studio dell Università degli Studi

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO A. PACINOTTI - PONTEDERA -

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO A. PACINOTTI - PONTEDERA - ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO A. PACINOTTI - PONTEDERA - Prot. n.0004689/a1 Pontedera li 06/11/2013 IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTO il Piano dell Offerta formativa per l

Dettagli

Ufficio di riferimento: Sportello Unico per l Immigrazione della Provincia di appartenenza.

Ufficio di riferimento: Sportello Unico per l Immigrazione della Provincia di appartenenza. ISTRUZIONI per la conversione del permesso di soggiorno rilasciato per motivi di studio o formazione a permesso di soggiorno per lavoro autonomo. (art. 6 del D.Lgs. 286/98 e s.m.i. e art. 14 del D.P.R.

Dettagli

Decreto Flussi 2014. Le nuove quote di ingresso

Decreto Flussi 2014. Le nuove quote di ingresso MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA Home Chi siamo I Servizi Le Regioni Attualità Normativa Ricerche Home» Attualità»

Dettagli

MODALITÀ DI AMMISSIONE E ISCRIZIONE AL MASTER DI 1 LIVELLO IN CULTURA DEL VINO ITALIANO ANNO ACCADEMICO 2015/2016

MODALITÀ DI AMMISSIONE E ISCRIZIONE AL MASTER DI 1 LIVELLO IN CULTURA DEL VINO ITALIANO ANNO ACCADEMICO 2015/2016 MODALITÀ DI AMMISSIONE E ISCRIZIONE AL MASTER DI 1 LIVELLO IN CULTURA DEL VINO ITALIANO ANNO ACCADEMICO 2015/2016 Art. 1 Indicazioni di carattere generale L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche,

Dettagli

IMMATRICOLAZIONE STUDENTI STRANIERI

IMMATRICOLAZIONE STUDENTI STRANIERI IMMATRICOLAZIONE STUDENTI STRANIERI Le procedure di iscrizione alle Università italiane da parte degli studenti in possesso di un titolo di studio straniero, sono differenti in base alla cittadinanza ed

Dettagli

Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Scienze della Formazione

Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Scienze della Formazione Dispositivo n. 29-2010 del 29 novembre 2010 Prot. n. 1949-2010 del 29 novembre 2010 La Preside della VISTO il DPR 11 luglio 1980, n 382, in particolare gli artt. 9, 100 e 114, e successive modificazioni

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA IUSS Ferrara 1391

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA IUSS Ferrara 1391 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA IUSS Ferrara 1391 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO PER SOGGIORNI ALL ESTERO DI DOTTORANDI ISCRITTI AL XXVII E XXVIII CICLO DI DOTTORATO CON SEDE

Dettagli

BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa.

BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa. Prot. n. 436 del 05.08.2015 Class. VII/16 BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa. IL DIRETTORE

Dettagli

SEMPLIFICA UNIVERSITÀ III"

SEMPLIFICA UNIVERSITÀ III II. Le procedure per la concessione del visto e del permesso di soggiorno in Italia per i ricercator SEMPLIFICA UNIVERSITÀ III A proposito di internazionalizzazione: UN FAST TRACK PER UN «VISTO DI RICERCA»!

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara REGOLAMENTO LAUREATI FREQUENTATORI DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Art. 1 L Università degli Studi di Ferrara offre a coloro che hanno terminato un percorso formativo universitario (Laurea, laurea

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE MOBILITÀ STUDENTI PER L AUSTRALIA A.A. 2008/2009

AVVISO DI SELEZIONE MOBILITÀ STUDENTI PER L AUSTRALIA A.A. 2008/2009 AVVISO DI SELEZIONE MOBILITÀ STUDENTI PER L AUSTRALIA A.A. 2008/2009 1 Oggetto È indetta una selezione per l assegnazione di posti di mobilità per studenti, laureandi, laureati, specializzandi e dottorandi

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2015/2016 IL RETTORE VISTA. La legge 02.08.1999, n. 264 recante norme in materia di accessi ai corsi universitari; VISTO

ANNO ACCADEMICO 2015/2016 IL RETTORE VISTA. La legge 02.08.1999, n. 264 recante norme in materia di accessi ai corsi universitari; VISTO Div. III-1 BANDO PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROVA DI AUTOVALUTAZIONE DEI CORSI DI LAUREA IN MANAGEMENT PUBBLICO SCIENZE DEL LAVORO, DELL AMMINISTRAZIONE E DEL MANAGEMENT SCIENZE INTERNAZIONALI E ISTITUZIONI

Dettagli

SCUOLA INTERNAZIONALE SUPERIORE DI STUDI AVANZATI - INTERNATIONAL SCHOOL FOR ADVANCED STUDIES

SCUOLA INTERNAZIONALE SUPERIORE DI STUDI AVANZATI - INTERNATIONAL SCHOOL FOR ADVANCED STUDIES BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI N. 1 BORSA DI STUDIO PER STUDIOSI ITALIANI E STRANIERI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI RICERCA DI POST-DOTTORATO (Legge 30.11.1989 n. 398) E indetto un concorso

Dettagli

UNIVERSITA DELLA CALABRIA AREA RICERCA SCIENTICA E RAPPORTI INTERNAZIONALI UFFICIO BORSE DI STUDIO

UNIVERSITA DELLA CALABRIA AREA RICERCA SCIENTICA E RAPPORTI INTERNAZIONALI UFFICIO BORSE DI STUDIO UNIVERSITA DELLA CALABRIA AREA RICERCA SCIENTICA E RAPPORTI INTERNAZIONALI UFFICIO BORSE DI STUDIO IL RETTORE VISTA la legge 9 maggio 1989, n.168; VISTO lo Statuto dell Università della Calabria; VISTO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Dipartimento di Scienze economiche e aziendali

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Dipartimento di Scienze economiche e aziendali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Dipartimento di Scienze economiche e aziendali Rep. n. _854/2013 Prot. n. _854 del _15/07/2013 Anno 2013 Titolo _VII Classe 16 Fascicolo _1 Allegati _2 BANDO PER ATTRIBUZIONE

Dettagli

Allegato 1. Data di pubblicazione dell Avviso sul web: / / Data di scadenza della selezione : / /

Allegato 1. Data di pubblicazione dell Avviso sul web: / / Data di scadenza della selezione : / / Data di pubblicazione dell Avviso sul web: / / Data di scadenza della selezione : / / Allegato 1 AVVISO DI SELEZIONE Autorizzato con D.R./Delibera C.d.A. n. del Visto il Regolamento per il conferimento

Dettagli

Bando di concorso per l assegnazione di tre premi di studio Prof. E. h. Dipl.- Ing. Klaus Fischer. Edizione 2015

Bando di concorso per l assegnazione di tre premi di studio Prof. E. h. Dipl.- Ing. Klaus Fischer. Edizione 2015 Bando di concorso per l assegnazione di tre premi di studio Prof. E. h. Dipl.- Ing. Klaus Fischer. Edizione 2015 DIREZIONE GENERALE AREA DIDATTICA E SERVIZI AGLI STUDENTI Decreto Rep. 1935 Prot. n. 139721

Dettagli

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 novembre 2014 e termine il 31 ottobre 2017.

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 novembre 2014 e termine il 31 ottobre 2017. SERVIZIO FORMAZIONE ALLA RICERCA BANDO DI CONCORSO PER 15 BORSE DI DOTTORATO RISERVATE A CANDIDATI STRANIERI PER L AMMISSIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA- XXX CICLO SCADENZA: 9 GIUGNO 2014 Art. 1

Dettagli

nelle scuole di istruzione secondaria superiore, per la/e seguente/i disciplina/e: (4)

nelle scuole di istruzione secondaria superiore, per la/e seguente/i disciplina/e: (4) Mod. B MODELLO DI DOMANDA (1) ED ALLEGATI Applicare Marca da bollo di 14,62 Al Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE MOBILITÀ STUDENTI PER IL CANADA A.A. 2008/2009

AVVISO DI SELEZIONE MOBILITÀ STUDENTI PER IL CANADA A.A. 2008/2009 AVVISO DI SELEZIONE MOBILITÀ STUDENTI PER IL CANADA A.A. 2008/2009 1 Oggetto È indetta una selezione per l assegnazione di posti di mobilità per studenti, laureandi, laureati, specializzandi e dottorandi

Dettagli

Accordo di Integrazione La nuova procedura per ottenere il Permesso di soggiorno.

Accordo di Integrazione La nuova procedura per ottenere il Permesso di soggiorno. Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO PER L INTEGRAZIONE DI CITTADINI DI PAESI TERZI 2007-2013 ANNUALITÀ 2010 - AZIONE 1 PROGETTO ABC: DALLA LINGUA ALLA CITTADINANZA ATTIVA Accordo di Integrazione

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA IX

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA IX PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA IX Direzione Infrastrutture Territoriali e Datore di Lavoro Ufficio Area Metropolitana, Infrastrutture,Trasporti e Servizi di distribuzione BANDO PER L AMMISSIONE ALL ESAME

Dettagli

Il Ministro per gli Affari Esteri

Il Ministro per gli Affari Esteri Decreto Ministeriale 16 marzo 2001, n. 032/655, Procedure di selezione ed assunzione di Personale a contratto. DM VISTATO REGISTRATO AL PERSONALE DALL UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO DM n. 032/655 PRESSO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Servizio Formazione Post Lauream

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Servizio Formazione Post Lauream UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Servizio Formazione Post Lauream DECRETO Rep. n 1543 Prot. N. 38115 Anno 2009 Tit. III Cl. 9 Fasc. 13 Oggetto: Approvazione del bando di concorso

Dettagli

POLITECNICO DI BARI Direzione Servizi Interni Ufficio Concorsi e Supplenze

POLITECNICO DI BARI Direzione Servizi Interni Ufficio Concorsi e Supplenze POLITECNICO DI BARI Direzione Servizi Interni Ufficio Concorsi e Supplenze D.R. n. 299. IL RETTORE VISTA la Legge n. 168 del 09/05/1989; VISTA la Legge n. 245 del 07/08/1990, ed in particolare l art. 8,

Dettagli

GUIDA PER DOCENTI STRANIERI OSPITI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA

GUIDA PER DOCENTI STRANIERI OSPITI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA GUIDA PER DOCENTI STRANIERI OSPITI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA Mappa della Citta e sedi Universitarie 1 Richiesta di Visti 2 Permessi di soggiorno ed eventuali rinnovi 3 Richiesta di codice

Dettagli

CIRCOLARE N 81. OGGETTO: Bando di selezione di incarico esperto lingua inglese scuola infanzia

CIRCOLARE N 81. OGGETTO: Bando di selezione di incarico esperto lingua inglese scuola infanzia MINISTERO DELL ISTRUZIONE, UNIVERSITA e RICERCA Istituto Comprensivo Via Acquaroni Via Acquaroni, 53-00133- Roma tel.06/2050607 fax 06/20449294 C.F. 97713360580 Cod. Mecc. RMIC8E700Q email: rmic8e700q@istruzione.it

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I G E N O V A

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I G E N O V A U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I G E N O V A AREA DIDATTICA SERVIZIO MOBILITÁ INTERNAZIONALE E ACCOGLIENZA STUDENTI STRANIERI Settore Attività Internazionali per la Didattica BANDO DI SELEZIONE

Dettagli

AVVISO DI PROCEDURA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PER COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PRESSO LA DIREZIONE GENERALE IL DIRETTORE GENERALE

AVVISO DI PROCEDURA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PER COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PRESSO LA DIREZIONE GENERALE IL DIRETTORE GENERALE Direzione del Personale e degli Affari Generali Dirigente: Dott. Ascenzo Farenti Unità Forme flessibili di lavoro e mobilità Responsabile: Dott.ssa Chiara Viviani Prot. n. 36957 del 02/10/2015 Pubblicato

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo T : Richiesta nominativa di nulla osta ai sensi dell'art. 29 del D.Lgs. n.286/98 e art. 6 DPR. n. 394/99 e successive modifiche ed integrazioni per familiari al seguito per cittadini non presenti

Dettagli

Università degli studi di Napoli Parthenope

Università degli studi di Napoli Parthenope Università degli studi di Napoli Parthenope REGOLAMENTO DI ATENEO RECANTE LA DISCIPLINA PER LA SELEZIONE DELLE FIGURE DEL VISITING PROFESSOR, VISITING RESEARCHER E VISITING FELLOW (APPROVATO CON DELIBERE

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODRCAL.Registro Ufficiale(U).0002134.24-02-2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale Ai Dirigenti Scolastici delle scuole di ogni ordine e grado della Calabria

Dettagli

P. A. HELP FOR CHILDREN BRESCIA ONLUS

P. A. HELP FOR CHILDREN BRESCIA ONLUS C O M U N I C A T O ACCOGLIENZA BAMBINI BIELORUSSI ESTATE 2015 In allegato Vi invio la normativa ed i moduli da compilare per l accoglienza Estate 2015, i periodi sono : GIUGNO LUGLIO LUGLIO / AGOSTO AGOSTO

Dettagli

Allegato 1. Data di pubblicazione dell Avviso sul web: 14/09/2015 Data di scadenza della selezione: 29/09/2015

Allegato 1. Data di pubblicazione dell Avviso sul web: 14/09/2015 Data di scadenza della selezione: 29/09/2015 Data di pubblicazione dell Avviso sul web: 14/09/2015 Data di scadenza della selezione: 29/09/2015 Allegato 1 AVVISO DI SELEZIONE Autorizzato con D.R.D. n. 2376 del 10/09/2015 Visto il Regolamento per

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO IN MATERIA DI: CHIAMATE DI PROFESSORI DI PRIMA E DI SECONDA FASCIA; DI CHIAMATA DIRETTA DI STUDIOSI STABILMENTE IMPEGNATI ALL ESTERO O DI CHIARA FAMA; DI TRASFERIMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO

Dettagli

IL RETTORE. vista la legge 9 maggio 1989, n. 168, concernente l istituzione del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica;

IL RETTORE. vista la legge 9 maggio 1989, n. 168, concernente l istituzione del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica; D.R. 27/7/2010 n.125 recante valutazione comparativa per il conferimento di n. 1 assegno per la collaborazione ad attività di ricerca della LUISS Guido Carli, nell area scientifico disciplinare DIRITTO

Dettagli

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 gennaio 2014 e termine il 31 dicembre 2016.

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 gennaio 2014 e termine il 31 dicembre 2016. SERVIZIO FORMAZIONE ALLA RICERCA BANDO DI CONCORSO PER 15 BORSE DI DOTTORATO RISERVATE A CANDIDATI STRANIERI PER L AMMISSIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA- XXIX CICLO SCADENZA: 19 settembre 2013 Art.

Dettagli