Europass Curriculum Vitae

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Europass Curriculum Vitae"

Transcript

1 Europass Curriculum Vitae Personal information First name(s) / Surname(s) Dario Nolli Address(es) Via Tavazzano Milano Italia Telephone(s) Mobile: Nationality Italian Date of birth 6 th of October 953 Gender Male Wo

2 Work experience Dates Occupation or position held Main activities and responsibilities September 2000 onwards t consultant Establishment and development of fire field for electrical companies (Ave and Comelit). Technical and marketing responsibility and assistance to sale department. Regulation expert for Notifier and during 2002 for osch. Regulation expert for installation companies and commercial company (Sicurtec). Expert for UNI in WG 9, and 22 in TC72. Coordinator in UNI for the new edition of UNI 9795 and UNI 224 Dates Type of business Occupation or position Main activities and responsibilities Electrical and Fire/security September 995 Sales manager Responsibility for sale budget and GP with coordination of two employees, two agents and three agencies Eurotronic Srl Security and safety distribution company employer business Dates Name of Type of Occupation or position Main activities and responsibilities employer business Dates Name of Type of July 99 Technical manager Responsibilities in installation and maintenance with approximately 50 employees and during 994 Emergency manager in Associate company (President Srl) with 5 employees. Chubb Lips Vago SpA Leader in security installation for banks and trade centers. October 983 Technical/Sales for fire and security systems till 985. Training manager for fire and intrusion till 987. Product manager for fire and centralize systems till 990. Northwest region Sales and technical manager in Turin with 7 employees. Cerberus SpA Leader in fire systems. and activities Occupation employer business Name of Type of

3 Education and training Dates Dates Title of qualification awarded exams in Engineering University 972 A-level G.C.E. Name and type of organisation Type of qualification awarded Liceo Scientifico L. Cremona Master in Human Resources, administration and Marketing (duration 5 month) in 985/86 Name and type of organisation I.P.F. Personal skills and competences Mother tongue(s) Italian Other language(s) Self-assessment European level (*) English Te Deutch Social skills and competences Understanding Speaking Writing Listening Reading Spoken interaction Spoken production A 2 Ind. user asic user Team work, I have worked in various type of company like European high risks team in Cerberus or WG in TC72. Good relationship with co-workers. Intercultural skills, I was in contact with people of different country and I worked out of Italy for 9 months in 985. Organisational skills and competences Organisation of meetings and training courses for sales and technical. Technical skills and competences Over-all competence in sales, marketing and regulatory for fire, publication of books and articles regarding fire and security. One book in the nineties was used at Architecture University.

4 Computer skills and competences Microsoft office (Word, Excel and Powerpoint). Additional information I like Middle Ages history, Architecture and the photograph. Enjoy basket and ski.

5 Prof. Ing. Vito CARRESCIA - Nato a Santa Maria Nuova (AN) il Ha conseguito la maturità scientifica, nel luglio Laureato in ingegneria elettrotecnica presso il Politecnico di Torino, il 20/2/963, con punti 06/0. - Abilitato all esercizio della professione, nella prima sessione dell esame di Stato del Ha svolto il servizio militare come sottotenente del genio Aeronautico (settembre gennaio 966). - Vincitore del concorso pubblico per esami nella categoria direttiva dell ENPI (Ente Nazionale Prevenzione Infortuni) dove ha preso servizio il aprile Ha svolto il ruolo di Ingegnere specializzato compartimentale con compiti di coordinamento tecnico professionale per il Piemonte e la Val d Aosta dei servizi di verifica degli impianti di terra, dei dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, svolte dall ENPI dal 968 al 982 e successivamente all ASL -23 di Torino e infine all ISPESL fino al 985 (allegato ). In tale periodo ha anche svolto servizi di verifica per conto dell ENPI per la sicurezza elettrica negli stabilimenti industriali con pericolo di esplosione. - Ha partecipato ai lavori del CEI dal 970 per conto dell ENPI nel settore della sicurezza degli impianti elettrici utilizzatori (allegato n. 2). - Ha rappresentato l ENPI nel Comitato Internazionale per la prevenzione dei rischi da elettricità (AISS) (allegato n. 3). - Ha partecipato attivamente quale rappresentante dell ENPI nel gruppo di lavoro internazionale WG 3 dell AISS sulla sicurezza degli impianti elettrici di cantiere (allegato n. 4). - E stato designato dall ENPI quale segretario del gruppo di lavoro della International Electrotechnical Commission sull alimentazione di emergenza (allegato n. 5). - Ha partecipato in rappresentanza del CEI, su mandato dell ENPI, ai lavori del Gruppo di lavoro della IEC Initial Inspection and testing (allegato n. 6). - Ha fatto parte della Commissione per l aggiornamento dei Comitati Tecnici, programmazione, coordinamento e metodologia dei servizi di verifica dell ENPI (allegato 7).

6 - Ha partecipato per conto dell ENPI all Commissione del Ministero del Lavoro per l esame di una normativa sulle apparecchiature elettriche installate in laboratori di sperimentazione e controllo per esplosivi e manufatti esplosivi (allegato n. 8). - E stato nominato membro del Comitato Tecnico Scientifico dell ISPESL con decreto del Ministero della Sanità del 24 agosto 982 (allegato n. 9). - E docente dal 978 al Politecnico di Torino di Tecnica della sicurezza elettrica (allegato n. 0). - Nel 970 ha pubblicato il primo libro sugli Impianti di messa a terra edito dall ENPI (allegato n. ). - Autore di più di cento pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali e di quindici volumi sulla sicurezza elettrica. - E presidente del Comitato Tecnico 64 Impianti elettrici utilizzatori del CEI. - E presidente della Associazione Elettrotecnica ed Elettronica Italiana, sede di Torino. - E direttore responsabile della rivista TuttoNormel Guida all applicazione delle norme nel settore elettrico. - Ha svolto importanti incarichi come perito d ufficio presso i tribunali di Torino, Milano, ologna su infortuni elettrici.

7 CURRICULUM Prof. Maurizio Delfanti Formazione: Maurizio Delfanti è nato a Castel San Giovanni (PC) il 0 Settembre 968. Dopo aver conseguito la maturità classica, nel 994 si è laureato in Ingegneria Elettrica con il massimo dei voti (0/0) presso l Università degli Studi di Pavia discutendo una tesi sperimentale sui sistemi elettrici dal titolo Controllo preventivo e correttivo nell esercizio dei sistemi elettrici: un algoritmo per il consolidamento della sicurezza rispetto al rischio di collasso di tensione". Ha conseguito l'abilitazione all'esercizio della professione di ingegnere presso la stessa Università nella sessione invernale del 994. Nel 995 ha collaborato con il CESI quale consulente per studi sulle reti elettriche, seguendo l implementazione di nuove procedure automatiche per il controllo delle tensioni del sistema elettrico italiano (regolazione secondaria, prevenzione del rischio di collasso) presso il Centro di Ricerche in Automatica dell ENEL (Cologno Monzese). Dal 996 si occupa dell'analisi e del controllo dei sistemi elettrici di potenza, prestando la propria collaborazione presso il Dipartimento di Elettrotecnica del Politecnico di Milano e presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica dell Università degli Studi di Pavia, dove, dal 996, è Cultore della materia per l insegnamento di Sistemi Elettrici per l Energia e, dal 998, per l insegnamento di Impianti Elettrici Industriali II. Nel 999 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Ingegneria Elettrica presso l Università di Pavia, presentando una Tesi di Dottorato relativa all'impatto dei servizi ancillari sul mercato libero dell'energia elettrica. Principali mansioni in ambito accademico ed esperienze lavorative: Dal 200 è Ricercatore di ruolo presso Dipartimento di Elettrotecnica del Politecnico di Milano, dove è responsabile delle esercitazioni del corso di Sistemi Elettrici per l Energia, nell ambito del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica. Nel 2002 ha affidato per supplenza il corso di Sistemi e Impianti Elettrici per il Corso di Laurea in Ingegneria Energetica (5 crediti). Nel 2003 ha affidato per supplenza il corso di Principi di Sistemi Elettrici per il Corso di Laurea in Ingegneria Energetica (0 crediti, affidamento che prosegue tuttora). Dal 2005 è Ricercatore Confermato, dal 2008 ha afferito al Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano. Per quanto concerne l attività di coordinamento di iniziative in campo didattico e divulgativo, oltre all attività istituzionale, nell A.A.999/2000 ha partecipato all organizzazione e alla docenza per il corso Power System Management tenuto per la Sondel presso la Società per l incoraggiamento delle arti e dei mestieri di Milano e finanziato dal Fondo Sociale Europeo. Nello stesso anno accademico ha partecipato all organizzazione del corso Il mercato dell energia elettrica, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, dal Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale e dalla Regione Lombardia, tenuto dai proff. George Gross dell Università di Urbana-Champaign (IL, USA) e Claudio Canizares dell Università di Waterloo (Canada). Nel 2003 ha partecipato all organizzazione del corso Topics in Uncertainty and Risk Management in Electricity Markets, tenuto dal medesimo prof. George Gross. Nel 2003 e 2004 ha partecipato all organizzazione del Master Universitario di I livello Ingegneria e gestione dei sistemi elettrici di potenza. Dal 2004 è co-responsabile del gruppo di lavoro Controllo del sistema elettrico nazionale del Forum RESCOM (Reliability of Electric Energy Supply in a Competitive Market) organizzato da Fondazione Politecnico di Milano. Nel 2006 ha organizzato presso il Politecnico di Milano il Workshop internazionale dei Regolatori Europei (CEER) sul tema dell evoluzione della normative europee sulla power quality (EN 5060). Nel 2007 e 2008 ha tenuto varie relazioni sul tema della connessione alle reti di distribuzione in media e alta tensione, nell ambito degli incontri tecnici annuali di Tuttonormel. Nell aprile 2008 ha organizzato una giornata di studio AEI/CEI sul tema della connessione alle reti nella prospettiva della generazione diffusa. Nel maggio 2008 ha organizzato il corso Integration of Wind Resources into the Power System, tenuto dal prof. George Gross. Nel luglio 2008 ha organizzato un seminario in ambito CEI sul progetto di norma europea 5060 edizione

8 2008. Per quanto concerne attività esterne a contratto, ha collaborato ai seguenti contratti di ricerca e/o consulenza stipulati dal Politecnico di Milano, di alcuni dei quali è stato anche Responsabile Scientifico: Analisi e stima dei costi dei servizi ancillari al sistema elettrico (Edison, 999). Stima di indicatori di sicurezza rispetto al collasso di tensione. (ENEL, CRA, 999). Technical and economic requirements for the connection of power stations to the transmission system in Italy e Simulazione del funzionamento del Market Splitting in Italia. (Electricité de France, 999, 2002). Assistenza alla progettazione e realizzazione di due centri elaborazione dati (CED) della società Vodafone. (Omnitel, poi Vodafone, 2000, 2004). Valutazione delle prestazioni statiche e dinamiche del controllo gerarchico delle tensioni di rete in evoluzione verso un mercato liberalizzato. Parte e 2. (CESI, 2000 e 200). Studio dell applicazione dei dispositivi FACTS - Flexible Alternating Current Transmission Systems alle linee private di interconnessione (merchant lines) ; Stima della capacità incrementale con accesso a titolo prioritario per la linea Mendrisio-Cagno ; Problematiche tecniche e autorizzative circa la realizzazione di linee con accesso a titolo prioritario sulla rete elettrica di interconnessione (merchant lines) (Techprom s.r.l., 2002, 2003, 2004). Studio dell impatto dei meccanismi flessibili previsti dal protocollo di Kyoto sul costo dell energia elettrica in Italia in un contesto di mercato zonale (Fondazione Einaudi, 2004) Incarico di servizio per le attività di assistenza tecnica nell ambito dell istruttoria conoscitiva avviata dall Autorità per l energia elettrica e il gas ; Incarico di servizio per attività di analisi del funzionamento del sistema elettrico ; Incarico di servizio per attività istruttorie di cui alla deliberazione dell Autorità 09 settembre 2004, n.52/04 (Autorità per l energia elettrica e il gas, 2004) Studio delle selettività delle protezioni relative all impianto elettrico AT/MT/T del Nuovo Polo Fieristico di Rho (Techprom, 2004, responsabile scientifico). Studio di massima finalizzato alla connessione alla rete elettrica in alta tensione della costruenda centrale di Ceriano Laghetto (Techprom, 2005, responsabile scientifico). Stima dell impatto sul sistema elettrico nazionale di nuovi investimenti di rete. (REF 2005). Analisi di rete finalizzate alla determinazione della struttura zonale e dei limiti di trasporto tra le zone circa la porzione di rete elettrica attualmente rappresentata dalle zone di mercato Sud e Centro-Sud (Energia spa, 2005, responsabile scientifico). Correlazioni tra la struttura, l esercizio, la protezione delle reti elettriche e la qualità del servizio (Autorità per l energia elettrica e il gas, 2006). Incarico di servizio per assistenza tecnica riguardo attività di analisi del funzionamento del sistema elettrico (Autorità per l energia elettrica e il gas, 2006). Incarico di servizio per sviluppare il progetto Regolazione delle prestazioni delle reti elettriche ed evoluzione della normativa tecnica europea in materia di power quality alla luce dei dati resi disponibili dai sistemi di monitoraggio (Autorità per l energia elettrica e il gas, 2006). Incarico di servizio per lo svolgimento delle attività di assistenza tecnica a supporto della direzione mercati dell Autorità (Autorità per l energia elettrica e il gas, 2007). Assessment reti elettriche (Cefriel S.Cons.r.l., 2007, relativo alla valutazione dei livelli di power quality in vari paesi europei in rapporto alla immunità degli elettrodomestici, responsabile scientifico). Incarico di servizio per sviluppare la proposta Ricerche a supporto della regolazione della qualità del servizio e della normazione tecnica europea sulla voltage quality (Autorità per l energia elettrica e il gas, 2007). Incarico di servizio per lo svolgimento delle attività di assistenza tecnica a supporto della direzione mercati dell Autorità (Autorità per l energia elettrica e il gas, 2007). Analisi costi-benefici della penetrazione della generazione distribuita nel sistema elettrico italiano (CESIRICERCA, 2008). Analisi tecnica circa la dispacciabilità di un gruppo turbogas a ciclo aperto da 50 MVA connesso alla stazione a 32 kv di Cessalto (SORGENIA, 2008, responsabile scientifico). Regole tecnico-economiche per la gestione della merchant line Mendrisio - Cagno (Techprom, 2008, responsabile scientifico). Consulenza tecnica per mitigare gli effetti dei disturbi sulla rete MT cui è connessa la centrale FRAVT di Collio Valtrompia (Artemide Energia, 2008, responsabile scientifico). E' stato membro dell'unità di ricerca di Milano nell'ambito di ricerche di interesse nazionale, tra cui: Effetti delle strategie d'impresa dei produttori e dei distributori, PRIN 2002.

9 Nel marzo 2008, su invito dall organizzazione dei TSO europei (ETSO, European Transmission System Operators) ha partecipato a una selezione ristretta per un lavoro di consulenza sul nuovo meccanismo di compensazione delle perdite sulle reti europee interconnesse (ITC, Inter TSO Compensation). Competenze e campi di ricerca: L'attività di ricerca svolta da Maurizio Delfanti è articolata su diversi temi, ed è suddivisibile in tre successive fasi. a) Una fase iniziale del percorso di ricerca seguito, a partire dalla tesi di laurea, è stata incentrata sulla pianificazione e sull esercizio dei sistemi elettrici di trasmissione. Un primo aspetto specifico analizzato riguarda la sicurezza dei piani di tensione. Un secondo aspetto affrontato riguarda i problemi di rete legati ai flussi di potenza attiva lungo le linee e i corridoi di trasmissione (le c.d. congestioni di rete): questo aspetto è stato trattato sia con riferimento a classiche applicazioni di Optimal Power Flow (OPF), sia prendendo in considerazione, sempre nell ambito dell OPF, i dispositivi per il controllo flessibile della rete di trasmissione (FACTS, Flexible Alternating Current Transmission Systems). b) A partire dal 999 (anno di istituzione del mercato elettrico in Italia a seguito del c.d. Decreto ersani), le stesse tematiche di cui al punto a) sono state trattate sotto l ottica di una gestione liberalizzata dei sistemi. In questa seconda fase si è posta maggiore attenzione agli aspetti economici in generale (borsa dell energia, mercato del giorno prima), nonché alla valorizzazione di quei servizi che, nel regime verticalmente integrato, erano forniti a cura del monopolista di stato, con costi implicitamente coperti dalle tariffe (servizi ancillari); servizi che, nella gestione liberalizzata, devono invece essere approvvigionati dal gestore della rete e opportunamente valorizzati. Un primo tema specifico di questa fase (borsa dell energia, flussi di potenza attiva, congestioni), ha portato a vari studi volti alla determinazione della capacità di trasmissione disponibile per le transazioni di mercato, in particolare eseguiti mediante strumenti probabilistici. Il secondo tema trattato in questa fase (servizi ancillari e loro approvvigionamento/valorizzazione) ha invece riguardato lo studio dell opportunità di remunerare la fornitura dei servizi ancillari, senza gravare di eccessivi costi il sistema complessivo, ma al contempo garantendo ai partecipanti al mercato, che forniscono i servizi in parola, una adeguata remunerazione, e quindi adeguati segnali nella direzione dei necessari investimenti. Un ulteriore direzione di ricerca, sempre nell ambito dei sistemi liberalizzati, ha riguardato le problematiche affidabilistiche, il cui approfondimento è reso necessario dalla maggiore attenzione alle ripercussioni economiche di eventuali guasti. Il problema è stato trattato con riferimento all affidabilità del complessivo sistema o di singoli nodi di generazione; infine, la ricerca sui sistemi gestiti con sempre più attenzione all economicità e sempre minori margini di sicurezza ha condotto a lavori dedicati ai disservizi diffusi accaduti sul sistema nazionale nel 2003 e nel c) L attività di ricerca più recente dell ing. Delfanti è focalizzata su un ulteriore risvolto della ormai completata liberalizzazione del sistema elettrico nazionale: si tratta della necessità di garantire opportuni livelli di qualità del servizio all utente finale. Questa garanzia era data, in regime monopolistico, dalla presenza della mano pubblica; in un ambiente liberalizzato è necessario prevedere opportune regole, che indirizzino i vari attori del sistema (in particolare le società di distribuzione, operanti in regime di concessione) in modo da evitare che il meccanismo del price cap finisca per incidere negativamente sulla qualità del servizio fornito all utenza finale. Questo filone di ricerca, su cui oggi verte maggiormente l attività di Maurizio Delfanti, ha dato luogo a tre diverse direzioni di indagine: una di tipo tecnico-scientifico, che ha visto l impiego di metodi di simulazione basati su algoritmi probabilistici (metodo Monte Carlo) per mettere a punto modelli previsionali sulla qualità del servizio sulle reti di distribuzione; una di tipo applicativo, in cui, partendo da un attento studio delle Norme tecniche relative, si è evidenziato il legame tra le regole imposte agli utenti alla rete in fase di connessione e la qualità del servizio; una di tipo normativo-regolatorio, in cui il problema della qualità è stato inquadrato nella prospettiva di una necessaria divisione di responsabilità tra distributore e utente della rete. Le competenze maturate nel tempo hanno permesso di partecipare ad attività di tipo normativo e regolatorio, sia in campo nazionale sia in campo europeo. Dal 200, Maurizio Delfanti è membro del Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI), nell'ambito del quale partecipa ai lavori del Comitato Tecnico 3 "Strutture delle informazioni, documentazioni e segni grafici", in qualità di segretario dell'area Tecnica; oggi Comitato Tecnico CT3/6 Strutture delle informazioni, documentazioni, segni grafici, contrassegni e altre identificazioni (ex CT 3, ex CT 6).

10 Dal 2005 è stato co-segretario del Gruppo di lavoro 36, incaricato dal CEI (su impulso dell Autorità per l energia elettrica e il gas) della stesura delle regole tecniche per la connessione di utenti attivi e passivi alle reti di distribuzione di alta e media tensione. Il Gruppo di Lavoro ha completato il proprio incarico, consentendo al CEI (marzo 2008) la pubblicazione della Norma CEI 0-6 Regola tecnica di riferimento per la connessione di utenti attivi e passivi alle reti AT ed MT delle Imprese distributrici di energia elettrica. Tale norma è stata in seguito recepita dall Autorità per l energia elettrica e il gas (Delibera ARG/elt 33/08) e costituisce oggi la regola tecnica unificata su base nazionale per la connessione alle reti AT e MT di distribuzione. Dal 2005 collabora con l Autorità per l energia elettrica e il gas su attività regolatorie relative alla power quality; le attività sono state condotte in stretto coordinamento con il CEER (Council of European Energy Regulators), come testimoniato dalla collaborazione prestata alla stesura del Terzo enchmarking Report, pubblicato dallo stesso CEER nel dicembre Dall ottobre 2008 è Segretario del Gruppo di lavoro 36 T, incaricato dal CEI (su impulso dell Autorità per l energia elettrica e il gas) della stesura delle regole tecniche per la connessione di utenti attivi e passivi alle reti di distribuzione di bassa tensione, che saranno in seguito recepite dall Autorità per l energia elettrica e il gas e costituiranno la regola tecnica unificata su base nazionale per la connessione alle reti T di distribuzione. Dal 2006 è membro del CT8/28 del CEI, e si occupa di aspetti di sistema della fornitura di energia elettrica. In ambito europeo, è stato designato dal CEI a partecipare ai lavori del TC8X del CENELEC; nel contesto del TC8X/WG è convenor (dal 2007) di una task force internazionale incaricata di rivedere la norma EN 5060 sul tema dei buchi di tensione. Il WG (e le varie task force) hanno completato il proprio incarico, consentendo al CENELEC la pubblicazione della nuova edizione della EN 5060 Voltage characteristics of electricity supplied by public distribution networks (marzo 2008). Dal settembre 2008 è Segretario del TC8X/WG Physical Characteristics of electric energy. Cariche ricoperte: Dal 2003 è membro del Consiglio di Corso di Studi in Ingegneria Energetica, dal 2006 è membro del Collegio dei Docenti del Dottorato in Ingegneria Elettrica (attualmente tutor di uno studente dottorando). Per quanto riguarda i servizi prestati presso l Ateneo, dal 2004 partecipa ai lavori della Commissione Logistica di Ateneo in funzione di esperto elettrotecnico; dal 2006 al 2008 è stato responsabile per l impiantistica elettrica interna del Dipartimento di Elettrotecnica. Dal 2006 è membro del CT8/28 del CEI, e si occupa di aspetti di sistema della fornitura di energia elettrica. E stato designato dal CEI a partecipare ai lavori del TC8X del CENELEC; nell ambito del TC8X/WG è convenor (dal 2007) di una task force internazionale incaricata di rivedere la norma EN 5060 sul tema dei buchi di tensione. Il WG (e le varie task force) hanno completato il proprio incarico, consentendo al CENELEC la pubblicazione della nuova edizione della EN 5060 Voltage characteristics of electricity supplied by public distribution networks (marzo 2008). Dal settembre 2008 è Segretario del TC8X/WG Physical Characteristics of electric energy. Per quanto riguarda la collaborazione a riviste, dal 2003 è membro del Comitato di Redazione della rivista L Energia Elettrica. Dal 2006 collabora con la rivista AEIT con funzione di revisore. Dal 2007 è revisore della rivista internazionale Electric Power System Research. Dal 2009 è Direttore Responsabile della stessa rivista AEIT, organo ufficiale della Federazione Italiana di Elettrotecnica, Elettronica, Automazione, Informatica e Telecomunicazioni. Affiliazioni: L'ing. Delfanti è membro della Federazione Italiana di Elettrotecnica, Elettronica e Telecomunicazioni (AEIT), e dell'institute of Electrical and Electronic Engineers (IEEE). Premi e riconoscimenti: Premio per il miglior lavoro della sessione al convegno IEEE Power Tech 2003 per il lavoro: A. erizzi, C. ovo, M. Delfanti, E. Fumagalli, M. Merlo: Simulation of a bid-based dispatch subject to inter-zonal transmission constraints.

11 Pubblicazioni in evidenza: [] P. Marannino, P. resesti, M. Delfanti, G. Granelli, M. Montagna: Voltage collapse proximity indicators for very short term security assessment, Proc. of the seminar ulk Power System Voltage Phenomena III Voltage stability and security, Davos Switzerland, agosto 94, pp [2] A. erizzi, G. Demartini, M. Delfanti, P. Marannino, L. Rizzi: Security constrained OPF for optimal transaction scheduling in an open access environment, Proc. of the XIII PSCC, Trondheim, giugno 999, pp [3] M. Delfanti, G. Granelli, P. Marannino, M. Montagna Optimal capacitor placement using deterministic and genetic algorithms, IEEE Trans. on Power Systems, August 2000, Vol. 5, N 3, pp [4] M. Delfanti, G. Pratesi: Sistemi di protezione, capitolo M0, sezione M della 84a edizione del Manuale dell Ingegnere, Editrice Hoepli, 2003, pp [5] C. ovo, M. Delfanti, M.S. Pasquadibisceglie, M. Pozzi, E. Zio, Indirect Monte Carlo approach to evaluate reliability and availability indices of distribution networks, 8th International Conference on Electricity Distribution CIRED 2005, Turin, 6-9 June 2005, pp. -5. [6] A. erizzi, M. Delfanti, P. Marannino, M.S. Pasquadibisceglie, A. Silvestri: "Enhanced security-constrained OPF with FACTS devices", IEEE Trans. on Power Systems, August 2005, Vol. 20, N 3, pp [7] M. Delfanti, M. Sforna: Overview of the events and causes of the 2003 Italian blackout IEEE Power System Conference and exhibition 2006, Atlanta, October 28 - November st, 2006, pp Invited paper. [8] A. erizzi; C. ovo; M. Delfanti; M. Merlo; M. S. Pasquadibisceglie: A Monte Carlo Approach for TTC Evaluation, IEEE Trans. on Power Systems, May 2007, pp [9] V. Allegranza, A. Ardito, E. De erardinis, M. Delfanti; L. Lo Schiavo: Assessment of short-circuit power level in HV and MV networks with respect to Power Quality, CIRED 9th Conference on Electricity Distribution, Vienna 2-24 May 2007, pp -5. [0] A. erizzi, C. ovo, M. Delfanti, M. Merlo, Security optimization of bulk power systems in the market environment, Chapter 8 of the book Optimization Advances in Electric Power Systems, ISN:

12

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/i nome/i Castelli Flavio Email flavio.castelli@gmail.com Sito web personale http://www.flavio.castelli.name Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

L Asset management e certificazione del personale di manutenzione: come la manutenzione sta cambiando

L Asset management e certificazione del personale di manutenzione: come la manutenzione sta cambiando Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la serie di Newsletter legate agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce all Asset Management e alla certificazione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Europa Nell'ottobre 2014, Autodesk

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

QUALITÀ DELL ALIMENTAZIONE ELETTRICA NEGLI IMPIANTI INDUSTRIALI

QUALITÀ DELL ALIMENTAZIONE ELETTRICA NEGLI IMPIANTI INDUSTRIALI QUALITÀ DELL ALIMENTAZIONE ELETTRICA NEGLI IMPIANTI INDUSTRIALI QUALITÀ DELL ALIMENTAZIONE ELETTRICA NEGLI IMPIANTI INDUSTRIALI La Guida sulla Qualità dell'alimentazione Elettrica negli Impianti Industriali

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Guida alla Lingua Inglese. Anno Accademico 2013/2014

Guida alla Lingua Inglese. Anno Accademico 2013/2014 Guida alla Lingua Inglese Anno Accademico 2013/2014 Redazione e coordinamento: Area Servizi agli Studenti e ai Dottorandi Servizio Segreterie Studenti Ultimo aggiornamento: 21 febbraio 2014 Tutti gli studenti

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Classificazione Istat dei titoli di studio italiani

Classificazione Istat dei titoli di studio italiani 24 ottobre 2005 Classificazione Istat dei titoli di studio italiani Anno 2003 Nota metodologica 1. INTRODUZIONE In occasione del Censimento 2001 della popolazione, il settore Istruzione dell Istat è stato

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Webinar. Il Cloud computing tra diritto e tecnologia

Webinar. Il Cloud computing tra diritto e tecnologia DATA: 14 giugno ore 15 16 LOCATION: Internet (online) Organizzazione: Centro Europeo per la Privacy - EPCE Webinar Il Cloud computing tra diritto e tecnologia Abstract Il ciclo di due web conference sul

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA RHO, DAL 25 AL 28 NOVEMBRE 2008 Un quarto di secolo di storia,

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2015

CALENDARIO CORSI 2015 SAFER, SMARTER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 039 60564 - Fax +39 039 6058324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvba.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli