Stefania Conti Università degli Studi Docente di Dinamica e Controllo dei Sistemi Elettrici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Stefania Conti Università degli Studi Docente di Dinamica e Controllo dei Sistemi Elettrici http://www.diees.unict."

Transcript

1 Verso le Smart Grids Docente di Dinamica e Controllo dei Sistemi Elettrici 1

2 Evoluzione in corso delle reti di distribuzione Reti Passive Nascono in un contesto di integrazione verticale del sistema elettrico di potenza. Sono concepite per la distribuzione a carichi che prelevano potenza dalla rete, secondo il criterio fit & forget, proveniente dai grandi centri di produzione e dai livelli del sistema a tensione superiore. Hanno struttura radiale, secondo tradizionali criteri tecnicoeconomici (economicità del sistema, semplicità protezioni, relativa affidabilità). Direttiva 96/92/CE In Italia recepimento con Decreto Bersani (Liberalizzazione del Mercato dell Energia Elettrica) Direttive dell AEEG Spinta verso la qualità e la continuità del servizio Livelli tendenziali ed incentivi/penali Incentivi governativi alla diffusione delle energie rinnovabili S. Conti Distributed Generation and Distribution Networks 2

3 Necessità di sviluppo eco-sostenibile a fronte di un costante aumento dei consumi Avvicinamento dei centri di produzione a quelli di carico con la generazione diffusa (GD) Efficientamento i t energetico degli impiantii Necessità di livellamento delle curve di domanda Reti Attive I criteri tradizionali di pianificazione ed esercizio non sono più adeguati a mantenere il corretto funzionamento del sistema in presenza di GD Si effettuano monitoraggio e controllo in diversi nodi di rete per ottenere il massimo sfruttamento possibile dell infrastruttura. Permangono definiti limiti di penetrazione. 3

4 Impatto della Generazione Distribuita (GD) DEF: Insieme dei sistemi di generazione di varia tecnologia, di taglia compresa, tipicamente, tra il kw e la decina di MW, connessi alle reti di distribuzione di MT e BT, in assenza di pianificazione e dispacciamento centralizzati. Principali effetti negativi: Alterazione dei profili di carico lungo le linee rispetto ai modelli tradizionali e bidirezionalità dei flussi di potenza Aleatorietà della potenza disponibile da generatori basati su fonti energetiche rinnovabili Difficoltà di regolazione della tensione Incremento delle correnti di corto circuito Perdita di selettività delle protezioni di rete Potenziale malfunzionamento delle protezioni anti-islanding (intervento intempestivo o mancato intervento) 4

5 Dove stiamo andando? Nella prospettiva di dover gestire un sistema elettrico con prestazioni superiori i si punta verso un sistema più intelligente piuttosto che solo più stressato! La GD può e deve diventare una risorsa. 5

6 Finalità del processo evolutivo internazionale La creazione di una rete più intelligente è la risposta alla necessità di avere un sistema elettrico più efficiente e sostenibile, più affidabile ed elastico, atto a consentire di mantenere un elevato livello della qualità della vita. Modernizzazione delle reti di trasmissione e distribuzione (anche topologica) Copertura del crescente consumo di energia, riduzione delle perdite Risposta ai problemi ambientali ed alle nuove politiche energetiche Monitoraggio dello stato della rete e raccolta dati Ottimizzazione e controllo della potenza prodotta dalla GD Incremento di affidabilità, sostenibilità e sicurezza di esercizio Minimizzazione di frequenza e durata delle interruzioni, nonché del rischio di blackout Integrazione delle energie rinnovabili col mercato dell energiaenergia elettrica Necessità di rendere più attivo e consapevole il ruolo degli utenti del sistema elettrico. 6

7 Nasce il Paradigma di Rete Intelligente (Smart Grid European Technology Platform 2006) Rete che integra intelligentemente le azioni di tutti gli utenti connessi produttori, consumatori e prosumers al fine di distribuire energia in modo efficiente, sostenibile, economicamente vantaggioso e sicuro. La Smart Grid utilizzerà prodotti e servizi innovativi assieme a tecnologie intelligenti di monitoraggio, controllo, comunicazione, auto-diagnostica e auto-riparazione al fine di: facilitare la connessione e l operatività di generatori elettrici eterogenei di varie dimensioni e tecnologie; fornire ai consumatori strumenti ti per contribuire i ad ottimizzare i il funzionamento del sistema globale; dare ai consumatori maggior informazione e potere di scelta; ridurre significativamente ifi t l impatto ambientale dell intero sistema elettrico; aumentare il grado di affidabilità e sicurezza del sistema elettrico. 7

8 Altre def. dal Nord America (2009) US U.S. Department of Energy (DOE) A smart grid uses digital technology to modernize the electric system from large generation, through the delivery systems to electricity consumption and is defined by seven enabling performance-based functionalities: customer participation, integration of all generation and storage options, new markets and operations, power quality for the 21st Century, asset optimization and operational efficiency, self healing from disturbances, and resiliency against attacks and disasters Electric Power Research Institute (EPRI) The term smart grid refers to a modernization of the electricity delivery system so it monitors, protects, and automatically optimizes the operation of its interconnected elements from the central and distributed generator through the high-voltage network and distribution system, to industrial users and building automation systems, to energy storage installations and to end-use consumers and their thermostats, electric vehicles, appliances, and other household devices. 8

9 Fattori di influenza sulle Smart Grids a livello internazionale Technology & Infrastructures Diffused Generation Climate and Energy Package (EU) SmartGrids come mezzo indicato da EU SET Plan 9

10 10

11 Da dove nascono le prime criticità Impatto della generazione distribuita sul sistema di distribuzione, originariamente concepito per una diversa funzione ed intrinsecamente più debole dal punto di vista elettrico. Realizzazione e gestione dell infrastruttura di comunicazione per monitoraggio, controllo e protezione del sistema (bassa quantità di informazione ma elevata affidabilità anche in assetto dinamico) interoperabilità tra soggetti ed apparecchiature. 11

12 Principali standard e normative vigenti di forte impatto sulla gestione della distribuzione EN 50160: Caratteristiche della tensione fornita dalle reti pubbliche di distribuzione dell energia elettrica, 04/2008. CEI : Impianti di produzione di energia elettrica e gruppi di continuità collegati a reti di I e II categoria, 08/2000. CEI : Regola tecnica di riferimento per la connessione di utenti attivi e passivi alle reti AT ed MT delle imprese distributrici di energia elettrica, 02/2008. CEI 1058: Regola tecnica di riferimento per la connessione di utenti attivi e passivi delle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica, 06/2010. IEC 61850: Communication networks and systems for power utility automation Delibere AEEG relative alla continuità del servizio che i gestori devono garantire nelle reti di distribuzione (333/07) Posizione di AEEG con ARG/elt 39/10 in merito al field-test Procedura e criteri di selezione degli investimenti ammessi al trattamento incentivante ( ) 12

13 Funzioni e Tecnologie chiave per l implementazione delle Smart Grids dal Report del Technology Action Plan Smart Grids di Italia e Corea per il Major Economy Forum on Energy and Climate ( ) 2012) 13

14 Technology / Capabilities Functionality Technology / Capabilities Enablement 1 Active demand response and integration with smart homes 2 Smart metering infrastructure and data processing 3 Integration of small- and largescale renewable energy sources and storage Demand-side user participation and response to the market Time-based energy consumption management based on the market s various price signals and the grid s critical and emergency performance requirements Reading remote energy consumption Real-time, bi-directional information exchange between consumer and utility/retailer Green energy production through renewable energy sources, to reduce high CO2 emissions Real-time, bi-directional information flow Smart metering Smart home (e.g., smart appliances, energy portal) Consumer programs and user interface Electricity price diversity Real-time, bi-directional information flow Smart metering Interoperability and standardization Data security measures Renewable generation technology and grid integration: performance, lifespan, and cost Energy storage to mitigate technical challenges related to dispatch and control issues Reinforcement of the transmission and distribution (T&D) networks Safety and protection schemes Grid operation and control guidelines Engineering, maintenance, safety standards, and guidelines 14

15 Technology / Capabilities Smart Grids: Rivoluzione Functionality nella Distribuzione dell Energia Technology Elettrica / Capabilities Enablement 4 Infrastructure to host electric Catania, 9 Novembre Central or 2010 local charging and discharging New and reinforced T&D infrastructure vehicles of electric vehicles Charging station technology Billing for charging electric vehicles (gridto-vehicle) Crediting for supply of ancillary services to the grid (vehicle-to-grid) Specific ICT schemes Billing technologies Solutions/technology standardization Business model definition Engineering and maintenance standards and guidelines 5 Embedded sensing automation, protection, ti and control Intelligent fault and outage detection based on the sensing system combined with advanced analytics Self-healing grid State estimation enabling real-time dynamic and static ti system stability analysis Grid risk and margin evaluation Power system optimization Failure probability Predictability of possible severe grid disturbances leading to major power system outages and blackouts Power system reliability improvement Advanced sensors Advanced d technology Interoperability and standardization Knowledge rules Engineering and maintenance standards and guidelines 6 Integrated distributed communication and data security Real-time data transfer between grid assets between generation, transmission, distribution, and end user Secure access and data management for all smart grids stakeholders Technology developments (PLC, IP, etc.) Standardization between various smart grids communication technology solutions Interdependence between electric and communication infrastructure Cyber security/data/information 15 standards and rules

16 Technology / Capabilities Functionality Technology / Capabilities Enablement 7 Advanced system operation Dynamic security assessment Wide-area grid reliability improvements Advanced simulation/estimation methods and tools 8 Advanced system management Optimum equipment performance (effective asset utilization) Condition and performance-based maintenance Advanced sensing equipment Dynamic engine, methods, and tools 9 Advanced system planning System planning considering real-time system impacts from large-scale e integration of renewable energy resources, high penetration of distributed generation, and chargeable electric vehicles 10 Innovative power technologies Grid reliability improvements Grid efficiency and asset utilization improvements Effective integration of distributed and renewable energy technologies Advanced planning/ simulation/ estimation methods and tools New and reinforced T&D infrastructure Grid codes, standards, and regulations Advanced technology Interoperability and standardization Construction and engineering standards and guidelines Regulation and finance 16

17 17

18 Smart Grids come incentivo allo sviluppo tecnologico 18

19 Potenziali barriere per lo sviluppo delle SM 19

20 Le azioni internazionali in atto riguardano: Politiche energetiche adottate Iniziative tecnologiche (progetti pilota ed implementazioni test) Sil Sviluppo normativo Promozione della conoscenza e delle capacità tecniche Sicurezza informatica e riservatezza delle informazioni 20

21 Principali misure generali di politica energetica Climate and Energy , 2008 (EU) EISA 2007 (US): Energy Independence &SecurityAct ACES 2009 (US): American Clean Energy & Security Act Regulatory Review (UK): 21

22 Sviluppo, progetti pilota e realizzazione Europa (integrazione RES e partecipazione prosumers) Progetti Europei nell ambito del 6 e 7 PQ (es. ADDRESS) Spiccano i Progetti Italiani nell ambito della Ricerca sul Sistema Elettrico (MSE) EEGI: European Electricity Grid Initiative Telegestore (Italia) E-Energy Energy Project (Germania) Smart Grid Initiatives (Francia) Amsterdam Smart City (Paesi Bassi) Smart metering e infrastrutture tt di comunicazione i (Spagna) Cell Controller Pilot Project (Danimarca) Energy Systems Tomorrow (Austria) OFGEM Registered Power Zones (U.K.) AEEG (Italia) 22

23 International Smart Grid Action Network (ISGAN) a luglio 2010 Australia, Belgium, Canada, China, the European Commission, France, India, Italy, Japan, Korea, Mexico, Norway, Russia, Sweden, the United Kingdom, and the United States. 23

24 Grazie per la Vostra attenzione! it/users/sconti/ 24

Panorama della ricerca in edilizia nell IEA ETN

Panorama della ricerca in edilizia nell IEA ETN Panorama della ricerca in edilizia nell IEA ETN Ezilda Costanzo, ENEA IEA EUWP building vice-chair Giornata Nazionale IEA IA Ricerca Energetica e Innovazione in Edilizia ENEA Roma, 27 febbraio 2015 Gli

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

PlantStruxure: la piattaforma per l automazione di processo

PlantStruxure: la piattaforma per l automazione di processo PlantStruxure: la piattaforma per l automazione di processo Venerdì 16 Novembre 2012 Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - BG Massimo Daniele Marketing Manager Plant Solutions Schneider Electric

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione STE è una società di integrazione di sistemi che opera nell Information e Communication Technology applicata alle più innovative e sfidanti aree di mercato. L azienda, a capitale italiano interamente privato,

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

La nuova era delle città

La nuova era delle città La nuova era delle città Res Novae: il cuore intelligente della città. Res Novae Un progetto innovativo, che ricerca e sperimenta un sistema di gestione avanzata ed efficiente dei flussi energetici a livello

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE Alessandro Clerici Chairman Gruppo di Studio WEC «World Energy Resources» Senior Corporate Advisor - CESI S.p.A. ATI--MEGALIA Conferenza

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Osservatorio Internet of Things

Osservatorio Internet of Things Osservatorio Internet of Things Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? Angela Tumino, angela.tumino@polimi.it Innovation Day, 25 Settembre 2014 L Internet of

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico CITTÀ, RETI, EFFICIENZA ENERGETICA CAGLIARI, 10 APRILE 2015 a cura di Fabrizio Fasani Direttore Generale Energ.it Indice 1. Scenari del mercato

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop.

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sottotitolo : Soluzioni di Asset Management al servizio delle attività di Facility Management Avanzato Ing. Sandro

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

Best practice per il Service Mgmt

Best practice per il Service Mgmt Best practice per il Service Mgmt IBM e il nuovo ITIL v3 Claudio Valant IT Strategy & Architecture Consultant IBM Global Technology Services IBM Governance and Risk Agenda Introduzione ad ITIL V3 Il ruolo

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

Mappa degli standard: stato dell arte ed orientamenti

Mappa degli standard: stato dell arte ed orientamenti Mappa degli standard: stato dell arte ed orientamenti Domenico Natale AB Medica Versione 1 Riunione della Commissione UNINFO Informatica Medica Milano, 30 Settembre 2013 Introduzione La presente nota intende

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Continua evoluzione dei modelli per gestirla

Continua evoluzione dei modelli per gestirla Governance IT Continua evoluzione dei modelli per gestirla D. D Agostini, A. Piva, A. Rampazzo Con il termine Governance IT si intende quella parte del più ampio governo di impresa che si occupa della

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

Le fonti rinnovabili in Italia

Le fonti rinnovabili in Italia Le fonti rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa LEGAMBIENTE - Comuni rinnovabili 2010 Roma, 23 marzo 2010 www.gse.it 2 Indice Le attività del Gestore dei Servizi Energetici

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2015

CALENDARIO CORSI 2015 SAFER, SMARTER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 039 60564 - Fax +39 039 6058324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvba.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità 25 Gennaio 2012, Roncegno Terme Workshop: la micro-cogenerazione con celle a combustibile SOF e i progetti in corso in Italia RISORSE ENERGETIHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità Omar

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION digitale La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

Industrial Batteries Europa Medio Oriente Africa ITALIANO

Industrial Batteries Europa Medio Oriente Africa ITALIANO Secure Power Solutions Industrial Batteries Europa Medio Oriente Africa ITALIANO AGM VRLA (regolate da valvola) FG FGL FGC FGH FGHL AGM VRLA AGM VRLA AGM VRLA AGM VRLA AGM VRLA Le batterie FIAMM con tecnologia

Dettagli

Watt e Voltampere: facciamo chiarezza

Watt e Voltampere: facciamo chiarezza Watt e Voltampere: facciamo chiarezza White Paper n. 15 Revisione 1 di Neil Rasmussen > Sintesi Questa nota spiega le differenze tra Watt e VA e illustra l uso corretto e non dei termini utilizzati per

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

Internet Of Things: come migliorerà la nostra vita e le nostre aziende

Internet Of Things: come migliorerà la nostra vita e le nostre aziende Internet Of Things: come migliorerà la nostra vita e le nostre aziende Che cos è l internet degli oggetti intelligenti? Quali sono gli ambiti di applicazione? Come possono le aziende trarre vantaggio da

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Titolo: La Sicurezza dei Cittadini nelle Aree Metropolitane

Titolo: La Sicurezza dei Cittadini nelle Aree Metropolitane Titolo: La Sicurezza dei Cittadini nelle Aree Metropolitane L esperienza di ATM Il Sistema di Sicurezza nell ambito del Trasporto Pubblico Locale Claudio Pantaleo Direttore Sistemi e Tecnologie Protezione

Dettagli

( ) ( ) 0. Entrata e uscita dal mercato. Entrata e uscita dal mercato. Libertà d entrata ed efficienza. Libertà d entrata e benessere sociale

( ) ( ) 0. Entrata e uscita dal mercato. Entrata e uscita dal mercato. Libertà d entrata ed efficienza. Libertà d entrata e benessere sociale Entrata e uscita dal mercato In assenza di comportamento strategico, le imprese decidono di entrare/uscire dal mercato confrontando i guadagni attesi con i costi di entrata. In assenza di barriere strategiche

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti,

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, Data Center ELMEC Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, alimentazione e condizionamento. Con il nuovo

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento Esempi e strumenti di attuazione A. A Beccara I. Pilati Trento RISE S3 PAT ICT Micro nano-elett. Qualità della vita Agrifood Nanotech. Fotonica

Dettagli

UNA CITTA INTELLIGENTE per I SERVIZI AL CITTADINO

UNA CITTA INTELLIGENTE per I SERVIZI AL CITTADINO UNA CITTA INTELLIGENTE per I SERVIZI AL CITTADINO FGTecnopolo S.p.A ha costituito la società Itramas FGT una joint venture internazionale con la società malese ItraMA Technology (Kuala Lumpur, Malesia),

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Edifici, Impianti, Macchine, sempre sotto controllo. Con un touch (o un click). Febbraio, 2015

Edifici, Impianti, Macchine, sempre sotto controllo. Con un touch (o un click). Febbraio, 2015 Edifici, Impianti, Macchine, sempre sotto controllo. Con un touch (o un click). Febbraio, 2015 Smart Building: Edifici efficienti, funzionanti e controllati Illuminazione Riscaldamento Forza motrice Condizionamento

Dettagli

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Firenze 15 febbraio 2010 Pisa 1 marzo 2010 Siena 29 marzo 2010 Dott. Ing. Daniele Novelli

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

rischi del cloud computing

rischi del cloud computing rischi del cloud computing maurizio pizzonia dipartimento di informatica e automazione università degli studi roma tre 1 due tipologie di rischi rischi legati alla sicurezza informatica vulnerabilità affidabilità

Dettagli