RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA"

Transcript

1

2 RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA 1. PREMESSA La presente relazione tecnica è parte integrante del progetto per la realizzazione di un impianto tecnologico per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile mediante l installazione di una turbina eolica avente una potenza pari a 60 kw, commissionata dalla società: HGROUP Srl con sede in Potenza al viale del Basento, n 114, P.IVA L energia eolica, al pari delle altre fonti energetiche rinnovabili, ha trovato legittimità nella legge n. 10 del 09/01/91 che all art. 1 comma 4 così recita: L utilizzazione delle fonti di energia di cui al comma 3 (l energia eolica) è considerata di pubblico interesse e di pubblica utilità e le opere relative sono equiparate alle opere pubbliche dichiarate indifferibili ed urgenti ai fini dell applicazione delle leggi sulle opere pubbliche. L intervento è soggetto a Procedura Abilitativa Semplificata (PAS), ai sensi del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28 Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell uso dell energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE. L impianto è costituito da un singolo aerogeneratore e dalle opere di connessione alla rete di Enel. In particolare si prevede l utilizzo di un aerogeneratore mini eolico VICTORY (marca Tozzi Nord), della potenza massima di 60 kw, con rotore a tre pale montato su torre tubolare in acciaio. 2. DESCRIZIONE DEL SITO La turbina sarà installata su terreno in agro del Comune di Potenza, censito in Catasto al Foglio 10 Particella Nelle vicinanze, è prevista la realizzazione di altri impianti di pari potenza. La suddetta zona ricade, secondo lo strumento di pianificazione comunale vigente, in zona agricola. Il sito di installazione dell aerogeneratore ricade in aree libere da vincoli di carattere ambientale-urbanistico.

3 Le particelle di terreno interessate dall installazione dell aerogeneratore e dalla realizzazione delle opere di connessione (elettrodotti interrati) ricadono nella disponibilità del richiedente. La destinazione prevalente del territorio è quella agricola ed è presente scarsa vegetazione. Si riscontrano nelle zone limitrofe alla distanza di c.a. 200 mt. presenze di fabbricati ad uso abitativo ed è evidente quindi la presenza di forma antropica di tipo stabile, oltre ad una presenza di tipo occasionale legata alla tempistica delle operazioni colturali. Per quanto attiene l accessibilità al sito si sottolinea la presenza di strade di accesso allo stesso, elemento sicuramente positivo nell ottica di minimizzazione dell impatto ambientale, in quanto non necessitano opere importanti per l accessibilità. Si passa a descrivere le principali categorie di lavori necessari per la realizzazione dell impianto che in sintesi sono: lavori civili e lavori elettrici. 3. DESCRIZIONE LAVORI CIVILI E MECCANICI I lavori civili da eseguire sono: piazzola, strade private di accesso, montaggio aerogeneratore e montaggio armadio prefabbricato. La piazzola e la strada di accesso saranno ottenute con scarsi movimenti terra e rese idonee al transito di mezzi pesanti mediante la posa in opera di uno strato di adeguato spessore di misto di cava o di fiume e successivo strato di misto stabilizzato, il tutto posato su geotessile. La strada avrà una larghezza pari a circa 4,00 metri. La piazzola avrà dimensioni in pianta pari a circa 20 x 20 metri e sarà formata da un area permanente denominata postazione macchina che in pratica comprende l area destinata all aerogeneratore con annessa piazzola di servizio dedicata allo stoccaggio di mezzi e materiali. La fondazione della torre sarà di tipo diretto, meglio descritta negli elaborati strutturali atti all Autorizzazione Sismica-Denuncia di lavori ai sensi del D.P.R. 380/2001. La torre sarà costituita da un cilindro in acciaio di altezza pari a 30 mt. Il cilindro sarà formato da più conci che verranno montati in sito, fino a raggiungere l altezza voluta. All interno del tubolare ci sarà il cavedio in cui correranno i cavi elettrici necessari al vettoriamento dell energia.

4 Nello spazio utile alla base interna della torre, sarà ubicato il quadro di controllo che, oltre a consentire il controllo da terra di tutte le apparecchiature della navicella, conterrà l interfaccia necessaria per il controllo remoto dell intero processo tecnologico. La navicella sarà costituita da un involucro in vetroresina e conterrà tutte le apparecchiature necessarie al funzionamento elettrico e meccanico dell'aerogeneratore. In particolare conterrà la turbina, azionata dalle eliche, che con sistema a trasmissione diretta, trasmetterà il moto al generatore elettrico. Oltre ai dispositivi per la produzione, nella navicella saranno ubicati anche i motori che consentono il controllo della posizione della stessa (imbardate) rispetto la torre, in base alla direzione del vento. La navicella può ruotare di 360 sul piano di appoggio navicella-torre, mentre le eliche, che posso ruotare sul loro asse, hanno un angolo di inclinazione di circa 90. Le eliche o pale sono realizzate in materiale speciale non metallico per assicurare leggerezza e per non creare fenomeni indotti di riflessione dei segnali ad alta frequenza che percorrono l etere. Nel caso specifico la macchina adotta un sistema a tre eliche calettate attorno ad un mozzo, a sua volta fissato all albero della turbina. Il diametro del sistema mozzo-eliche è pari a 16,6 m. Ciascuna pala è in grado di ruotare sul proprio asse longitudinale, in modo da assumere sempre il profilo migliore ai fini dell impatto del vento. Con ventosità fuori dal range produttivo (> 25m/sec) le eliche sono portate in posizione detta a bandiera in modo da offrire la minima superficie di esposizione al vento. In tali condizioni la macchina cessa di produrre e rimane in stand-by. Il generatore da utilizzare sarà di tipo a tre eliche, ad asse orizzontale, con generatore elettrico trifase sincrono. La scelta del tipo di generatore, comunque, non varia la tipologia del sistema costruttivo/tecnologico. Infine è prevista l installazione di un armadio prefabbricato, nelle immediate vicinanze del palo, per l alloggiamento dell inverter. Le opere civili per il collegamento elettrico tra la turbina ed il punto di consegna saranno realizzate in accordo alle specifiche ENEL. 4. DESCRIZIONE OPERE DI CONNESSIONE La connessione dell impianto eolico alla rete nazionale avverrà tramite collegamento con cavidotto interrato fino al punto di consegna.

5 Tale intervento prevede la realizzazione del cavidotto interrato su proprietà privata, secondo una soluzione tecnica successivamente concordata con Enel e condivisa con altri produttori: costruzione di una cabina di trasformazione di tipo MINIBOX, unificata Enel Distribuzione, autorizzata e fornita da altro produttore; la nuova cabina sarà ubicata sul confine della particella 1719 con accesso libero ad Enel distribuzione e sarà derivata dalla linea a V Paschitiello così come previsto da Enel, tramite un breve tratto di cavo cordato da 35 mmq in discesa lungo il traliccio esistente della linea Paschitiello, sul quale sarà installato un sezionatore; dalla cabina di trasformazione saranno previste tre uscite BT, di cui una realizzata mediante un breve tratto di linea BT in cavo interrato e dedicata alla connessione del singolo impianto di produzione oggetto della presente relazione (codice di rintracciabilità Enel T ). Il gruppo di misura sarà installato in apposito contenitore, predisposto dal produttore e accessibile ad Enel. A costruzione avvenuta, le opere di rete per la connessione saranno ricomprese negli impianti del gestore di rete (Enel Distribuzione) e saranno quindi utilizzate per l espletamento del servizio pubblico di distribuzione/trasmissione. Il titolare dell autorizzazione all esercizio di tali opere non potrà che essere il concessionario del servizio di distribuzione (Enel Distribuzione). Relativamente a tali opere non sarà previsto l obbligo di rimozione delle stesse e di ripristino dei luoghi in caso di dismissione dell impianto di produzione. 5. DESCRIZIONE DELL AEROGENERATORE 5.1 DESCRIZIONE TECNICA L aerogeneratore di Tozzi Nord VICTORY è una turbina eolica ad asse orizzontale, tripala, sopravvento, con diametro del rotore di 24m, potenza nominale di 60 kw, controllo attivo del passo e velocità variabile. L altezza standard al mozzo è di 30 m. I prodotti Tozzi Nord sono progettati per massimizzare la raccolta energetica in condizioni di basse ventosità ROTORE Il rotore è costituito da tre pale in fibra di vetro-epossidica. Le pale sono vincolate al mozzo per mezzo di cuscinetti che ne permettono la rotazione attorno al proprio asse longitudinale.

6 L aerogeneratore VICTORY dispone di un sistema collettivo di controllo del passo palare TRENO DI POTENZA La coppia al generatore elettrico viene trasmessa a mezzo di un moltiplicatore di giri ad assi paralleli a due stadi, quest ultimo accoppiato attraverso un apposito giunto all albero lento principale SISTEMA DI IMBARDATA L imbardata è di tipo a controllo attivo. La regolazione dell angolo di imbardata avviene per mezzo di un motoriduttore elettrico posizionato sul lato inferiore del telaio, in presa con la dentatura interna di una speciale ralla precaricata che collega la navicella alla sottostante torre di sostegno TORRE La torre di supporto standard per VICTORY è di tipo poligonale a 24 lati in acciaio, costruita in tre sezioni con giunto ad innesto, per una lunghezza complessiva di 29,26 m SISTEMA DI REGOLAZIONE DEL PASSO PALARE Il sistema collettivo di regolazione del passo delle pale è operato da un attuatore lineare idraulico, azionato da una pompa idraulica ad alta pressione. 5.2 SISTEMA DI CONTROLLO Architettura del sistema di controllo Il sistema di controllo dell aerogeneratore VICTORY è basato sull utilizzo di un PLC industriale di tipo commerciale. I segnali principali sono: - velocità di rotazione del rotore; - velocità di rotazione del generatore; - velocità del vento; - direzione del vento; - accelerazioni in testa torre; - temperatura del generatore; - temperatura e pressione olio centrale idraulica; - temperatura olio moltiplicatore di giri; - posizione dell attuatore lineare pitch Controllo dell imbardata Il movimento di imbardata è controllato sulla base del segnale di direzione relativa fornito dalla banderuola posizionata all esterno nella parte posteriore della navicella. Un apposito sistema di sicurezza inibisce l eccessivo avvolgimento dei cavi elettrici, che dalla navicella scendono all interno della torre.

7 5.2.3 Controllo del passo palare Il sistema di controllo del passo palare è collettivo. Quando è raggiunta la massima velocità di rotazione del rotore, l angolo di attacco delle pale varia in modo opportuno affinché la velocità di rotazione rimanga costante. Tale logica si basa sulla valutazione continua in tempo reale dei valori di velocità di rotazione e di accelerazione del rotore. 5.3 SISTEMA DI FRENATURA L aerogeneratore VICTORY è dotato di due sistemi indipendenti di frenatura del rotore: arresto aerodinamico del rotore mediante variazione collettiva del passo delle tre pale in posizione di parcheggio, per mezzo dell attuatore idraulico; arresto di emergenza attraverso freno meccanico, posizionato sull albero lento Sistema di frenatura aerodinamica L arresto aerodinamico del rotore avviene per mezzo del pistone idraulico a servizio del sistema di controllo del passo palare, che porta le pale simultaneamente in posizione di parcheggio. Il sistema idraulico è regolato da una valvola proporzionale comandata dal PLC. Al fine di prevenire malfunzionamenti, anche in condizioni di mancanza della rete elettrica, il sistema è dotato di un serbatoio di accumulo che svolge funzione di riserva di pressione Sistema di frenatura meccanica L aerogeneratore VICTORY è provvisto di un freno a disco agente sull albero principale lento, in prossimità del mozzo del rotore. Il freno meccanico è di tipo negativo fail-safe, a garanzia della sicurezza della macchina in qualsiasi condizione di guasto o malfunzionamento. 5.4 PROTEZIONE DEL SISTEMA ELETTRICO DI POTENZA Le funzioni di protezione della catena elettrica di potenza sono assolte principalmente dal controllore logico del convertitore statico, che protegge l intero sistema dai seguenti possibili guasti: corto circuito verso terra del generatore; corto circuito fase-fase nel generatore; corto circuito nei cablaggi tra generatore ed inverter; guasti degli inverters; guasti della rete. 5.5 PROTEZIONE DA FULMINAZIONE L aerogeneratore VICTORY dispone di un sistema di protezione da fulminazione che include sia la navicella che la torre di supporto. E disponibile la protezione anti fulmine del rotore (opzionale).

8 5.6 PRESTAZIONI La tabella seguente riporta le prestazioni dell aerogeneratore VICTORY (turbolenza 0%), ottenute per mezzo del software BOT (ECN). TOZZI NORD - TN60-24 Wind Speed P C P [m/s] [mph] [kw] [-] 0,0 0,0 0,00 0,0% 0,5 1,1 0,00 0,0% 1,0 2,2 0,00 0,0% 1,5 3,4 0,00 0,0% 2,0 4,5 0,00 0,0% 2,5 5,6 0,12 2,9% 3,0 6,7 1,46 19,5% 3,5 7,8 3,32 27,9% 4,0 8,9 5,79 32,6% 4,5 10,1 8,97 35,5% 5,0 11,2 12,95 37,4% 5,5 12,3 17,80 38,6% 6,0 13,4 23,62 39,5% 6,5 14,5 30,50 40,1% 7,0 15,7 38,52 40,5% 7,5 16,8 47,78 40,9% 8,0 17,9 58,35 41,1% 8,5 19,0 60,00 35,3% 9,0 20,1 60,00 29,7% 9,5 21,3 60,00 25,3% 10,0 22,4 60,00 21,7% 10,5 23,5 60,00 18,7% 11,0 24,6 60,00 16,3% 11,5 25,7 60,00 14,2% 12,0 26,8 60,00 12,5% 12,5 28,0 60,00 11,1% 13,0 29,1 60,00 9,9% 13,5 30,2 60,00 8,8% 14,0 31,3 60,00 7,9% 14,5 32,4 60,00 7,1% 15,0 33,6 60,00 6,4% 15,5 34,7 60,00 5,8% 16,0 35,8 60,00 5,3% 16,5 36,9 60,00 4,8% 17,0 38,0 60,00 4,4% 17,5 39,1 60,00 4,0% 18,0 40,3 60,00 3,7% 18,5 41,4 60,00 3,4% 19,0 42,5 60,00 3,2% 19,5 43,6 60,00 2,9% 20,0 44,7 60,00 2,7%

9 Pelectric [kw] V [m/s]

10 DATI TECNICI TURBINA EOLICA VICTORY kw Tipo: Rotore sopravvento con controllo attivo del passo palare e dell imbardata. Direzione di rotazione: Oraria, visto da sopravvento Numero di pale: 3 Diametro del rotore: 24.0 m Altezza del mozzo: 30.0 m Potenza elettrica nominale: 59.9 kw Regolazione di potenza: Passo attivo (pitch to feather) Velocita del vento di avvio: 2.5 m/s Velocita del vento di arresto: 20.0 m/s Potenza 8.0 m/s Area spazzata: m2 Rotore Lunghezza pale: 11.6 m Materiale: Fibra di vetro/epossidica Protezione antifulmine: Opzionale Mozzo: Rigido Treno di potenza Trasmissione: Moltiplicatore di giri ad assi paralleli, due stadi rapporto di riduzione 20.6 Cuscinetti principali: a sfere Velocità nominale di rotazione dell asse 900 rpm veloce: Velocità nominale di rotazione dell asse 45 rpm lento: Generatore Potenza nominale: 80 kva Tipo: Generatore Sincrono a Magneti Permanenti Sistema di imbardata Tipo: Controllo attivo dell imbardata Velocità angolare di attuazione: 2.00 deg/s Controllore Tipo: PLC Sistema di frenatura Frenata aerodinamica: Variazione del passo, Collettiva Frenata meccanica: Freno a disco Torre Altezza: m Tipo: poligonale in acciaio, 3 segmenti Classe di vento di progetto: IIIA Pesi Navicella, escluso rotore e mozzo: 4405 kg Rotore, incluso mozzo: 2145 kg Torre: circa kg

11 FOTO RAPPRESENTATIVE

12 6. ASPETTI LEGATI ALLA SICUREZZA DELL IMPIANTO I rischi verso terzi si possono riassumere nelle seguenti categorie: Rischio di elettrocuzione diretta: può verificarsi nei casi in cui il cavidotto interrato non sia opportunamente segnalato o istallato a profondità sufficiente; Gli accorgimenti dettati dalle norme sicuramente contribuiscono ad abbassare notevolmente tale rischio. Rischio di ribaltamento del sistema palo turbina: la fondazione verrà calcolata combinando le sollecitazioni agenti nei modi più sfavorevoli secondo le norme tecniche vigenti, garantendo di conseguenza la stabilità della macchina anche in condizioni metereologiche estreme; inoltre in un raggio pari all altezza complessiva dell aerogeneratore, non vi sono abitazioni, strade ad elevata percorrenza, linee elettriche ad alta tensione o altre opere per le quali l installazione dell aerogeneratore possa costituire potenziale rischio. Rischio di distacco delle pale: le pale sono progettate ed ancorate per scongiurare tale evento, in ogni caso si proceduto ad effettuare il calcolo della massima gittata e ci si è mantenuti alla distanza di sicurezza rinvenente dal calcolo per le distanze da eventuali abitazioni, strade, confini o altre opere per le quali il distacco delle pale dall aerogeneratore possa costituire potenziale rischio. L impianto in oggetto non risulta fra le attività soggette a controlli di prevenzione incendi, per cui non sussiste l obbligo di parere antincendio, ad ogni buon fine saranno tenuti in loco un adeguato numero di estintori adatti per apparecchiature elettriche e l accesso avrà caratteristiche tali da garantire un agevole transito degli automezzi dei vigili del fuoco.

ACB Progettazione di Antoniucci Paolo. Via Vostok, 22 - Sant'Angelo in Vado (PU) Cell.: 3294663826 - E-mail: info@acbprogettazione.

ACB Progettazione di Antoniucci Paolo. Via Vostok, 22 - Sant'Angelo in Vado (PU) Cell.: 3294663826 - E-mail: info@acbprogettazione. Dott. Mauro Giavazzi - Consulente Ambientale / Aziendale ACB Progettazione di Antoniucci Paolo Via G. Reni, 15 - Fermignano (PU) Via Vostok, 22 - Sant'Angelo in Vado (PU) Cell.: 338 2403369 - E-mail: mauro.giavazzi@alice.it

Dettagli

v. p. green Energy G3 30KW

v. p. green Energy G3 30KW v. p. green Energy G3 30KW costruzione molto robusta che si adatta a tutti venti manutenzione ridotta triplo freno a disco non necessita di inverter il migliore compromesso qualità/prezzo diametro del

Dettagli

Generatore eolico EW 60

Generatore eolico EW 60 Generatore eolico EW Ergo Wind srl Ergo Wind è un azienda leader nella produzione di sistemi energetici a basso impatto ambientale che investe da sempre nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecnologie.

Dettagli

AEROGENERATORE. Libellula 55+ CARATTERISTICHE TECNICHE. codice: 8.017.0.007 rev.0 del 02/10/2014

AEROGENERATORE. Libellula 55+ CARATTERISTICHE TECNICHE. codice: 8.017.0.007 rev.0 del 02/10/2014 Sede legale: Viale Vittorio Veneto 60, 59100 Prato P.IVA /CF 02110810971 Sede operativa: Via del Mandorlo 30, 59100 Prato tel. (+39) 0574 550493 fax (+39) 0574 577854 Web: www.aria-srl.it Email: info@aria-srl.it

Dettagli

GENERATORI EOLICI KLIMEKO DI ULTIMA GENERAZIONE

GENERATORI EOLICI KLIMEKO DI ULTIMA GENERAZIONE GENERATORI EOLICI KLIMEKO DI ULTIMA GENERAZIONE SERIE BUSINESS KGE HK 12,5kW 25kW 38kW 55kW KLIMEKO PRESENTA LA NUOVA LINEA DI GENERATORI EOLICI A CONTROLLO TOTALE La nuova serie KGE HK è un generatore

Dettagli

ALLEGATO B SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI EOLICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 100 kw p

ALLEGATO B SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI EOLICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 100 kw p ALLEGATO B SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI EOLICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 100 kw p SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire

Dettagli

Impianti minieolici: energia elettrica gratuita dal vento

Impianti minieolici: energia elettrica gratuita dal vento Impianti minieolici: energia elettrica gratuita dal vento Cosa si intende per minieolico Un impianto eolico è un impianto di produzione di energia elettrica che utilizza come fonte primaria l energia cinetica

Dettagli

GENERATORI EOLICI DI ULTIMA GENERAZIONE

GENERATORI EOLICI DI ULTIMA GENERAZIONE Egr. Via Energia Mediterranea srl Loc. Savutano, N 102 88046 Lamezia Terme (CZ), Italy Tel +39 0968 22249 - Fax +39 0968 449242 info@energiamediterranea.it ww.energiamediterranea.it Data: 00/00/0000 GENERATORI

Dettagli

L ENERGIA EOLICA energia eolica

L ENERGIA EOLICA energia eolica L ENERGIA EOLICA L'energia eolica è l'energia ottenuta dal vento ovvero il prodotto della conversione dell'energia cinetica, ottenuta dalle correnti d'aria, in altre forme di energia (meccanica o elettrica).

Dettagli

Specifiche tecniche. Turbina GS 21 S. Potenza 60 kwp

Specifiche tecniche. Turbina GS 21 S. Potenza 60 kwp Specifiche tecniche Turbina GS 21 S Potenza 60 kwp GS 21 S - 60 kwp I migliori aerogeneratori, senza compromessi. Al fine di sfruttare l energia cinetica contenuta nel vento, convertendola in energia elettrica,

Dettagli

MINI EOLICO SERIE KGS 10kw

MINI EOLICO SERIE KGS 10kw Energia Mediterranea S.r.l. Via Basilio Sposato, 51 88046 Lamezia Terme Tel +39 0968 22249 - Fax +39 0968 1873016 www.energiamediterranea.it info@energiamediterranea.it La serie KGS è stata progettata

Dettagli

Minieolico verticale

Minieolico verticale Micro-Eolico GENIUS Minieolico verticale Piccola generazione di energia eolica per utilizzi domestici e produttivi La tecnologia che permette l indipendenza energetica alla piccola utenza domestica e produttiva

Dettagli

IL PRIMO GENERATORE BREVETTATO A MAGNETI PERMANENTI MULTISTADIO. Catalogo in Italiano

IL PRIMO GENERATORE BREVETTATO A MAGNETI PERMANENTI MULTISTADIO. Catalogo in Italiano IL PRIMO GENERATORE BREVETTATO A MAGNETI PERMANENTI MULTISTADIO Catalogo in Italiano IL PRIMO GENERATORE BREVETTATO A MAGNETI PERMANENTI MULTISTADIO Indice Corporate Tecnologia Italiana al servizio del

Dettagli

Aerogeneratore mini-eolico

Aerogeneratore mini-eolico Modello itwind SE-IT20SW - Rev04 Aerogeneratore mini-eolico Aerogeneratore ITWIND / Modello SE-IT20SW / 20 kw Caratteristiche generali: Serie itwind: energy Modello itwind: SE-IT20SW asse orizzontale sopravento,

Dettagli

JONICA IMPIANTI. tecnologia italiana per il minieolico

JONICA IMPIANTI. tecnologia italiana per il minieolico JONICA IMPIANTI tecnologia italiana per il minieolico CHI SIAMO Jonica Impianti ha sede in Lizzano (TA) ed opera nel settore delle energie rinnovabili da fonte eolica dal 992. svolge attività rivolte a:

Dettagli

GENERATORI EOLICI (AEROGENERATORI) PARTI PRINCIPALI E CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

GENERATORI EOLICI (AEROGENERATORI) PARTI PRINCIPALI E CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE GENERATORI EOLICI (AEROGENERATORI) PARTI PRINCIPALI E CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE La trasformazione dell energia cinetica posseduta dal vento in energia elettrica richiede macchine complesse e molto sofisticate.

Dettagli

DESCRIZIONE DELL'AEROGENERATORE

DESCRIZIONE DELL'AEROGENERATORE Si definiscono le caratteristiche tecniche del generatore eolico ELY 50, progettato e realizzato da L aerogeneratore è composto dai seguenti sottoinsiemi: - Telaio di supporto (navicella) - HUB con elica

Dettagli

Dispositivo di conversione di energia elettrica per aerogeneratori composto da componenti commerciali.

Dispositivo di conversione di energia elettrica per aerogeneratori composto da componenti commerciali. Sede legale: Viale Vittorio Veneto 60, 59100 Prato P.IVA /CF 02110810971 Sede operativa: Via del Mandorlo 30, 59100 Prato tel. (+39) 0574 550493 fax (+39) 0574 577854 Web: www.aria-srl.it Email: info@aria-srl.it

Dettagli

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza V90-3,0 MW Più efficienza per generare più potenza Innovazioni nella tecnologia delle pale 3 x 44 metri di efficienza operativa Nello sviluppo della turbina V90 abbiamo puntato alla massima efficienza

Dettagli

Aerogeneratori ad alte prestazioni

Aerogeneratori ad alte prestazioni ù GRE-W Srl Via Libertà 210 93100 Caltanissetta Sito Internet: www.ecosferaenergie.it Aerogeneratori ad alte prestazioni Email : commerciale.greenenergy@gmail.com Tel. 0934.594110 Caratteristiche principali:

Dettagli

INNOVAZIONE DELL AEOLIA

INNOVAZIONE DELL AEOLIA INNOVAZIONE DELL AEOLIA Per meglio comprendere i vantaggi derivanti dall utilizzo dei mini-aerogeneratori interamente progettati e realizzati dalla AEOLIA, è necessario illustrare brevemente le caratteristiche

Dettagli

Comune di Scampitella e Vallata

Comune di Scampitella e Vallata Comune di Scampitella e Vallata (provincia di Avellino) PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA CENTRALE EOLICA Allegato. 1 RELAZIONE TECNICA COMMITTENTE Ecoenergia Srl Via Cardito, 5 83012 Cervinara Avellino

Dettagli

Energy Italy Spa via Ca Balotta, 1-37010 Affi (VR) REGIONE MARCHE PROVINCIA DI PESARO E URBINO. Comune di Fano. Sig.

Energy Italy Spa via Ca Balotta, 1-37010 Affi (VR) REGIONE MARCHE PROVINCIA DI PESARO E URBINO. Comune di Fano. Sig. REGIONE MARCHE PROVINCIA DI PESARO E URBINO Comune di Fano Sig. Simoncini Sauro Impianto minieolico di potenza nominale pari a 55 kw Località Caminate Comune di Fano Foglio 90 Particella 69 PROGETTO DEFINITIVO

Dettagli

ReDriven Power Inc 24 Bath Road, Suite AIroquois, AIroquois, Ontario, Canada, K0E 1K0 (866) 330. 330 0007 www.redriven.net

ReDriven Power Inc 24 Bath Road, Suite AIroquois, AIroquois, Ontario, Canada, K0E 1K0 (866) 330. 330 0007 www.redriven.net ReDriven Power Inc 24 Bath Road, Suite AIroquois, AIroquois, Ontario, Canada, K0E 1K0 (866) 330 330 0007 www.redriven.net SCHEDA TECNICA 50 kw ReDriven Le seguenti specifiche sono fornite dal costruttore.

Dettagli

Room 2005 Zhongshang Building No.100 HongKong Middle Road Qingdao China code 266071 tel 008653285891039 e-mail: fazio@cinaservizi.

Room 2005 Zhongshang Building No.100 HongKong Middle Road Qingdao China code 266071 tel 008653285891039 e-mail: fazio@cinaservizi. Qingdao VERSOEST International TURBINE EOLICHE 2012 Qingdao VERSOEST International FD 2 0.3/8 300w / FD 3 1/9 1Kw FD 4 2/9 2Kw Caratteristiche. Bassa velocità del generatore a magnete permanente Bassa

Dettagli

WIND FARM PARTI PRINCIPALI DI UNA WIND FARM

WIND FARM PARTI PRINCIPALI DI UNA WIND FARM PARTI PRINCIPALI DI UNA WIND FARM Nello sviluppo dello sfruttamento dell energia eolica, risulta più conveniente dal punto di vista economico ed impiantistico, riunire più macchine in un unico gruppo al

Dettagli

Betawind l energia inesauribile

Betawind l energia inesauribile Betawind l energia inesauribile Catalogo turbine mini-eoliche Impianti mini-eolici L offerta L energia eolica, oltre che nei grandi impianti, è utilizzata anche su impianti in scala ridotta. Esistono infatti

Dettagli

SPECIFICA TECNICA GENERALE

SPECIFICA TECNICA GENERALE Deltatronic International S.r.l. IDENTIFICATIVO FOGLIO 1 SPECIFICA TECNICA GENERALE TURBINA EOLICA DELTAWIND New 3,0 N REV. DATA DESCRIZIONE DELLA REVISIONE REDAZ IONE 0 16/03/2011 EMISSIONE il documento

Dettagli

Rendelstein G.m.b.H. S.r.l. Centrale idroelettrica di Rendelstein Rinnovamento dell impianto. Presentazione delle attività svolte

Rendelstein G.m.b.H. S.r.l. Centrale idroelettrica di Rendelstein Rinnovamento dell impianto. Presentazione delle attività svolte Centrale idroelettrica di Rendelstein Rinnovamento dell impianto Presentazione delle attività svolte COMMITTENTE e CLIENTE FINALE: Rendelstein G.m.b.H. S.r.l. pag. 1 di 20 1 DESCRIZIONE DELL IMPIANTO 3

Dettagli

Velocità Variabile con Controllo di Pitch

Velocità Variabile con Controllo di Pitch Turbine SERIE GRE- HTC Velocità Variabile con Controllo di Pitch POTENZE NOMINALI DISPONIBILI 5 KW 10 KW 20 KW 30 KW 50 KW 5 KW SCHEDE TECNICA GRE-HTC 5.0 KW Curva di Potenza GRE-HTC 5.0 KW 7000 6000 5000

Dettagli

Eolico: teoria ed economicità degli impianti eolici

Eolico: teoria ed economicità degli impianti eolici Eolico: teoria ed economicità degli impianti eolici La teoria ingegneristica legata all eolico, oltre a fornire strumenti per la progettazione del generatore eolico, individua alcuni criteri per scegliere

Dettagli

Naturalmente Energia.

Naturalmente Energia. Naturalmente Energia. Produced by Gli aerogeneratori SWAN sono stati studiati e sviluppati principalmente per ottimizzare le caratteristiche ambientali del territorio Italiano, ponendo particolare attenzione

Dettagli

Politecnico di Bari I Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica ENERGIA EOLICA

Politecnico di Bari I Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica ENERGIA EOLICA Politecnico di Bari I Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica ENERGIA EOLICA turbine eoliche ad asse verticale VAWT A.A. 2008/09 Energie Alternative Prof.B.Fortunato

Dettagli

N 1 telaio in acciaio di sostegno gruppi completo di forature per l ancoraggio a pavimento;

N 1 telaio in acciaio di sostegno gruppi completo di forature per l ancoraggio a pavimento; Caratteristiche tecniche relative a N 2 gruppi Turbina Elica Generatore Asincrono Trifase non regolante, Quadro Elettrico di automazione/parallelo gruppi. Dati di Impianto: Q max = 0,64 mc/s Hlordo=9,35

Dettagli

Rivista Ligure di Meteorologia n 32 anno IX - giugno 2009

Rivista Ligure di Meteorologia n 32 anno IX - giugno 2009 Rivista Ligure di Meteorologia n 32 anno IX - giugno 2009 DIDATTICA di: Diego Rosa Breve introduzione alle energie rinnovabili (sole, vento, acqua) Parte terza L'energia eolica II Macchine antiche, macchine

Dettagli

INDICE. 1. Introduzione...2. 3. Calcolo strutturale...8

INDICE. 1. Introduzione...2. 3. Calcolo strutturale...8 INDICE 1. Introduzione...2 2. Descrizione dell aerogeneratore...4 3. Calcolo strutturale...8 1 1. Introduzione. Il COMUNE DI CANTIANO (PG), intende realizzare un impianto eolico che consiste nell istallazione

Dettagli

SPECIFICA TECNICA GENERATORE EOLICO 60 Kw Codice TREBA-0160

SPECIFICA TECNICA GENERATORE EOLICO 60 Kw Codice TREBA-0160 SPECIFICA TECNICA GENERATORE EOLICO 60 Kw Codice TREBA-0160 1 / 24 Rev4 23/01/2014 Sommario DESCRIZIONE GENERALE... 3 CARATTERISTICHE TECNICHE... 4 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEL GENERATORE... 5 Generatore

Dettagli

APPLICATION SHEET Luglio

APPLICATION SHEET Luglio Indice 1. Descrizione dell applicazione 2. Applicazione - Dati 3. Selezione del prodotto e dimensionamento 4. Soluzione Motovario 1. Descrizione dell applicazione Gli schermi per campi da cricket fanno

Dettagli

Minieolico Realizzazione di un caso pratico ROMA 15-16 MARZO 2012

Minieolico Realizzazione di un caso pratico ROMA 15-16 MARZO 2012 Minieolico Realizzazione di un caso pratico ROMA 15-16 MARZO 2012 Soluzioni realizzative e costruzione E importante valutare in fase di verifica preliminare del sito anche gli aspetti e le eventuali problematiche

Dettagli

SPECIFICA TECNICA GENERALE

SPECIFICA TECNICA GENERALE FOGLIO 1 SPECIFICA TECNICA GENERALE TURBINA EOLICA Mod. JIMP60 (@59.9 kw 10.5 m/s) N REV. DATA DESCRIZIONE DELLA REVISIONE REDAZIONE 0 30/09/2009 EMISSIONE Pietro Lecce 1 30/12/2009 2 15/03/2010 3 10/11/2011

Dettagli

SISTEMA DI ATTUAZIONE DEI GIUNTI

SISTEMA DI ATTUAZIONE DEI GIUNTI SISTEMA DI ATTUAZIONE DEI GIUNTI Organi di trasmissione Moto dei giunti basse velocità elevate coppie Ruote dentate variano l asse di rotazione e/o traslano il punto di applicazione denti a sezione larga

Dettagli

ARIA S.R.L. nasce nel settembre 2008 consolidando anni di collaborazione tra i soci fondatori:

ARIA S.R.L. nasce nel settembre 2008 consolidando anni di collaborazione tra i soci fondatori: ARIA S.R.L. nasce nel settembre 2008 consolidando anni di collaborazione tra i soci fondatori: Solaris s.r.l., rl che dal 1995 ha sviluppato la maggior partedei grandi impianti eolici realizzati nell Italia

Dettagli

Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact BAT-H 15

Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact BAT-H 15 Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact BAT-H 15 Sistemi per automazione industriale Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact BAT-H 15 Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact

Dettagli

Energia Eolica parte 2

Energia Eolica parte 2 Energia Eolica parte 2 Aerogeneratori Generatore elettrico Per avere una produzione di energia elettrica di elevata qualità si svincola il regime rotatorio della turbina (e quindi dell albero veloce in

Dettagli

Caratteristiche del sistema di pompaggio

Caratteristiche del sistema di pompaggio Sistema di approvvigionamento idrico affidabile ed esente da manutenzione basato su fonti di energia rinnovabile, quali l energia solare, l energia eolica o entrambe simultaneamente. Il sistema, progettato

Dettagli

Energia eolica. Filippo Spertino. Politecnico di Torino

Energia eolica. Filippo Spertino. Politecnico di Torino Energia eolica Filippo Spertino Politecnico di Torino (F. Spertino - Politecnico di Torino) I generatori eolici sono oggi la fonte non termica che è cresciuta di più al mondo come potenza installata Potenza

Dettagli

EOLICO E MINI EOLICO OPPORTUNITÀ E TENDENZE

EOLICO E MINI EOLICO OPPORTUNITÀ E TENDENZE EOLICO E MINI EOLICO OPPORTUNITÀ E TENDENZE Energie Rinnovabili Green Open Day Torricella Peligna, sabato 26/11/2011 Ing. Luigi Imperato Studio Rinnovabili INDICE GENERALE Premessa Aspetti generali di

Dettagli

REGIONE SICILIANA PARCO EOLICO OFFSHORE GOLFO DI GELA

REGIONE SICILIANA PARCO EOLICO OFFSHORE GOLFO DI GELA Pag. 1 di 20 REGIONE SICILIANA PARCO EOLICO OFFSHORE GOLFO DI GELA W M E D I T E R R A N E A N W I N D O F F S H O R E SPECIFICA GENERALE AEROGENERATORI 20/05/2013 Revisione M. Scafidi A. Sammartano A.

Dettagli

IL CAMPO EOLICO SPERIMENTALE DI TRENTO. Le diverse fasi del progetto e la sua realizzazione

IL CAMPO EOLICO SPERIMENTALE DI TRENTO. Le diverse fasi del progetto e la sua realizzazione IL CAMPO EOLICO SPERIMENTALE DI TRENTO Le diverse fasi del progetto e la sua realizzazione Presentazione del progetto Campagna anemometrica Realizzazione opere civili Allacciamento alla rete Logistica

Dettagli

Room 2005 Zhongshang Building No.100 HongKong Middle Road Qingdao China code 266071 tel 008653285891039 e-mail: fazio@cinaservizi.

Room 2005 Zhongshang Building No.100 HongKong Middle Road Qingdao China code 266071 tel 008653285891039 e-mail: fazio@cinaservizi. TURBINE EOLICHE 2012/2 Controllo della qualità Tutti i sistemi eolici, ad eccezione della torre, sono prodotti all interno della fabbrica che dispone all interno di tutti i settori meccanico, elettrico

Dettagli

SOMMARIO... Errore. Il segnalibro non è definito.

SOMMARIO... Errore. Il segnalibro non è definito. SOMMARIO... Errore. Il segnalibro non è definito. 1. PREMESSA... 2 2. TIPOLOGIA DI MATERIALI... 3 3. MODALITA DI RIMOZIONE... 6 4. SMALTIMENTO DEL MATERIALE... 7 5. RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI...

Dettagli

RELAZIONE VCEM: VALUTAZIONE COMPATIBILITA' ELETTROMAGNETICA DELLA CABINA ELETTRICA DI TRASFORMAZIONE VA.I.04 - GENNAIO 2014...

RELAZIONE VCEM: VALUTAZIONE COMPATIBILITA' ELETTROMAGNETICA DELLA CABINA ELETTRICA DI TRASFORMAZIONE VA.I.04 - GENNAIO 2014... RELAZIONE VCEM: VALUTAZIONE COMPATIBILITA' ELETTROMAGNETICA DELLA CABINA ELETTRICA DI TRAFORMAZIONE VA.I.04 - GENNAIO 2014... I N D I C E 1. OGGETTO... 2 1.1. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 1.2. DEFINIZIONI...

Dettagli

ALLEGATI ALLEGATO 1 MAPPA DEL BACINO, RETE IDROGRAFICA E UBICAZIONE INTERVENTO ALLEGATO 2 CARATTERISTICHE TECNICHE MICROCENTRALE IDROELETTRICA IREM

ALLEGATI ALLEGATO 1 MAPPA DEL BACINO, RETE IDROGRAFICA E UBICAZIONE INTERVENTO ALLEGATO 2 CARATTERISTICHE TECNICHE MICROCENTRALE IDROELETTRICA IREM ALLEGATI ALLEGATO 1 MAPPA DEL BACINO, RETE IDROGRAFICA E UBICAZIONE INTERVENTO ALLEGATO 2 CARATTERISTICHE TECNICHE MICROCENTRALE IDROELETTRICA IREM ALLEGATO 1 - MAPPA DEL BACINO, RETE IDROGRAFICA E UBICAZIONE

Dettagli

Turbine TKG Y20 e Y30 Prodotti e Servizi per il risparmio e l indipendenza energetica

Turbine TKG Y20 e Y30 Prodotti e Servizi per il risparmio e l indipendenza energetica Turbine TKG Y20 e Y30 Prodotti e Servizi per il risparmio e l indipendenza energetica Rivenditore Autorizzato SUN ECO POWER S.r.L. Via Francesco Crispi, 69 93012 - Gela ( CL ) Mobile +39 340 3661141 Ufficio

Dettagli

MINI EOLICO SERIE KGS 60kw

MINI EOLICO SERIE KGS 60kw Energia Mediterranea S.r.l. Via Basilio Sposato, 51 88046 Lamezia Terme Tel +39 0968 22249 - Fax +39 0968 1873016 www.energiamediterranea.it info@energiamediterranea.it La serie KGS è stata progettata

Dettagli

IMPIANTI MINIEOLICI 2013

IMPIANTI MINIEOLICI 2013 Sede Amministrativa e Commerciale: Viale Vittorio Veneto, 115-94018 Troina (EN) Cell: 329/4857300 Ufficio di Rappresentanza: Via Alcide De Gasperi, 18 24123 Bergamo (BG) - Cell: 328/3515308 Via Cavour,

Dettagli

Ecolibrì. e l Energia Eolica. Powered by

Ecolibrì. e l Energia Eolica. Powered by Pag.1 Ecolibrì e l Energia Eolica Pag.2 Sommario L energia eolica ed i generatori eolici... 3 L energia eolica... 3 Il generatore eolico... 3 I componenti di Ecolibrì... 5 Il funzionamento di Ecolibrì...

Dettagli

da 40 anni, la nostra passione per la vostra energia.

da 40 anni, la nostra passione per la vostra energia. da 0 anni, la nostra passione per la vostra energia. Crediamo nella possibilità di offrire alle generazioni future un mondo migliore. Crediamo nell energia pulita e nella possibilità di essere noi stessi

Dettagli

Il parere di conformità nella prevenzione incendi

Il parere di conformità nella prevenzione incendi 92 2.2.5.1.1 Tipi di estintore Gli estintori di distinguono: in base all agente estinguente utilizzato in: polvere idrocarburi alogenati (halon) anidride carbonica (CO 2 ) schiuma acqua in base alle dimensioni

Dettagli

ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE

ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Novità legislative (nuovo conto energia), problematiche tecniche, problematiche di installazione, rapporti con gli Enti ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE

Dettagli

COMBITEC Centro di deformazione

COMBITEC Centro di deformazione Centro di deformazione Più potenza e spazio per una nuova prospettiva produttiva L efficiente centro di deformazione COMBITEC apre nuove prospettive per la produzione. In virtù dell elevatissima potenza

Dettagli

ANTARIS 1.7 kw Turbina Eolica per Connessione in Rete

ANTARIS 1.7 kw Turbina Eolica per Connessione in Rete ANTARIS 1.7 kw Turbina Eolica per Connessione in Rete Diametro rotore 3,00 mt Per condizioni di vento particolare (,turbolenze) configurazioni con rotori di diametro diverso (2.35 mt) Rumore ridotto dal

Dettagli

PROGETTO DI LINEA ELETTRICA MT-BT IN CAVO SOTTERRANEO E N 1 CABINA DI TRASFORMAZIONE MT-BT IN LOCALITA GOLGO IN AGRO DEL COMUNE DI BAUNEI (OG)

PROGETTO DI LINEA ELETTRICA MT-BT IN CAVO SOTTERRANEO E N 1 CABINA DI TRASFORMAZIONE MT-BT IN LOCALITA GOLGO IN AGRO DEL COMUNE DI BAUNEI (OG) PROGETTO DI LINEA ELETTRICA MT-BT IN CAVO SOTTERRANEO E N 1 CABINA DI TRASFORMAZIONE MT-BT IN LOCALITA GOLGO IN AGRO DEL COMUNE DI BAUNEI (OG) RELAZIONE DI VALUTAZIONE PREVISIONALE CAMPO ELETTRICO E MAGNETICO

Dettagli

Trasportatori meccanici fissi

Trasportatori meccanici fissi Trasporti interni Trasportatori meccanici fissi Trasportatori meccanici fissi Trasportatori a rulli e a catene trasportatori a rulli trasportatori a catene Trasportatori a nastro Trasportatori a piastre

Dettagli

Istituto Tecnico Settore Tecnologico Giulio Cesare Falco. Studio dell elica aeronautica Parte 2

Istituto Tecnico Settore Tecnologico Giulio Cesare Falco. Studio dell elica aeronautica Parte 2 Istituto Tecnico Settore Tecnologico Giulio Cesare Falco nuovo indirizzo in Trasporti e Logistica articolazione Costruzione del Mezzo opzione Costruzioni Aeronautiche Studio dell elica aeronautica Parte

Dettagli

Energia Eolica Parte settima

Energia Eolica Parte settima Energia Eolica Parte settima Componenti delle HAWT Corso di ENERGETICA A.A. 2014/2015 Docente: Prof. Renato Ricci Esempi di HAWT Northwind 100 nel parco eolico Giulo 1 e 2 Turbina minieolica moderna sviluppata

Dettagli

Università degli Studi di Trieste a.a. 2009-2010. Convogliatori. continuo sono anche definiti convogliatori. Sono qui compresi:

Università degli Studi di Trieste a.a. 2009-2010. Convogliatori. continuo sono anche definiti convogliatori. Sono qui compresi: Convogliatori I trasportatori di tipo fisso con moto spesso continuo sono anche definiti convogliatori. Sono qui compresi: trasportatori a rulli (motorizzati o non motorizzati); trasportatori a nastro;

Dettagli

Turbine orizzontali da 400W a 1500W Modelli per connessione ad isola

Turbine orizzontali da 400W a 1500W Modelli per connessione ad isola Modelli per connessione ad isola Etneo presenta le turbine micro eoliche ad asse orizzontale in versione economica. Il fattore costo ridotto deriva dall utilizzo di componenti più semplici rispetto alle

Dettagli

DESCRIZIONE IMPIANTO. IMPIANTO MONTAUTO A PANTOGRAFO Modello DUO BOX Mod. PB1 con persona a bordo

DESCRIZIONE IMPIANTO. IMPIANTO MONTAUTO A PANTOGRAFO Modello DUO BOX Mod. PB1 con persona a bordo DESCRIZIONE IMPIANTO Ascensore per auto a comando elettrico con movimentazioni oleodinamiche per traslazione di autovetture tra piani definiti a pantografo senza coperchio di chiusura fossa e CON PERSONA

Dettagli

1. PREMESSA FCL VENTO Srl

1. PREMESSA FCL VENTO Srl 1. PREMESSA La presente relazione tecnica è parte integrante del progetto per la realizzazione di un impianto tecnologico per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile mediante l installazione

Dettagli

1. PROCEDURE PER IL RILASCIO DEL BENESTARE ALLA SINGOLA INSTALLAZIONE

1. PROCEDURE PER IL RILASCIO DEL BENESTARE ALLA SINGOLA INSTALLAZIONE ALL. A 1. PROCEDURE PER IL RILASCIO DEL BENESTARE ALLA SINGOLA INSTALLAZIONE Per ottenere il rilascio del benestare alla singola installazione di un sipario di sicurezza, il produttore deve inoltrare al

Dettagli

L energia eolica è il prodotto della conversione dell energia cinetica del vento in altre forme di energia. Per lo più adesso viene convertita in

L energia eolica è il prodotto della conversione dell energia cinetica del vento in altre forme di energia. Per lo più adesso viene convertita in ENERGIA EOLICA: L energia eolica è il prodotto della conversione dell energia cinetica del vento in altre forme di energia. Per lo più adesso viene convertita in energia elettrica tramite una centrale

Dettagli

TREGOO Business Unit specializzata in sistemi per l approvvigionamento energetico Off- Grid, che si rivolge al mercato B2C.

TREGOO Business Unit specializzata in sistemi per l approvvigionamento energetico Off- Grid, che si rivolge al mercato B2C. IL GRUPPO EN-ECO ENECOM Produttore di pannelli solari monocristallini flessibili, ad alta efficienza. TREGOO Business Unit specializzata in sistemi per l approvvigionamento energetico Off- Grid, che si

Dettagli

B 5000 Sistema di saldatura

B 5000 Sistema di saldatura B 5000 Sistema di saldatura Oggi per dimostrare la propria competenza tecnica e soddisfare le esigenze del mercato, un costruttore di impianti per produzioni in massa di componenti deve conoscere a fondo

Dettagli

Gli alimentatori stabilizzati: cenni alle problematiche relative alla trasmissione di

Gli alimentatori stabilizzati: cenni alle problematiche relative alla trasmissione di Gli alimentatori stabilizzati: cenni alle problematiche relative alla trasmissione di energia elettrica Abbiamo già accennato nella dispensa sugli alimentatori stabilizzati che la necessità del loro utilizzo

Dettagli

6 Cenni sulla dinamica dei motori in corrente continua

6 Cenni sulla dinamica dei motori in corrente continua 6 Cenni sulla dinamica dei motori in corrente continua L insieme di equazioni riportato di seguito, costituisce un modello matematico per il motore in corrente continua (CC) che può essere rappresentato

Dettagli

A. Maggiore Appunti dalle lezioni di Meccanica Tecnica

A. Maggiore Appunti dalle lezioni di Meccanica Tecnica Il giunto idraulico Fra i dispositivi che consentono di trasmettere potenza nel moto rotatorio, con la possibilità di variare la velocità relativa fra movente e cedente, grande importanza ha il giunto

Dettagli

1. PREMESSA. Caratteristiche del progetto

1. PREMESSA. Caratteristiche del progetto 1. PREMESSA La presente relazione è riferita al progetto per la realizzazione di un impianto eolico per la produzione di energia elettrica in comune di Garessio, località Colle di San Bernardo denominato

Dettagli

Trasportatore con cinghia dentata mk

Trasportatore con cinghia dentata mk Trasportatore con cinghia dentata mk Tecnologia del trasportatore mk 150 Indice Trasportatore con cinghia dentata mk ZRF-P 2010 152 ZRF-P 2040.02 164 ZRF-P Proprietà delle cinghie dentate 171 Esempi di

Dettagli

PIATTAFORMA AEREA CINGOLATA CON MOTORE A BENZINA

PIATTAFORMA AEREA CINGOLATA CON MOTORE A BENZINA ALLEGATO A Oggetto: Piattaforma di lavoro. CAPITOLATO TECNICO DEL PROGETTO PIATTAFORMA AEREA CINGOLATA CON MOTORE A BENZINA La Piattaforma di Lavoro Elevabile a braccio articolato e traslazione su cingoli

Dettagli

INDICE BOBINATRICI BOBINATRICE MATASSATRICE MANUALE COLONNA PORTAROCCHE CON TENDIFILO BOBINATRICE PER MOTORI E TRASFORMATORI

INDICE BOBINATRICI BOBINATRICE MATASSATRICE MANUALE COLONNA PORTAROCCHE CON TENDIFILO BOBINATRICE PER MOTORI E TRASFORMATORI INDICE BOBINATRICI BOBINATRICE MATASSATRICE MANUALE COLONNA PORTAROCCHE CON TENDIFILO BOBINATRICE PER MOTORI E TRASFORMATORI DL 1010B DL 1010D DL 1012Z KIT PER TRASFORMATORI E MOTORI KIT PER IL MONTAGGIO

Dettagli

TECHNICALINFO. Il gruppo motore LEITNER

TECHNICALINFO. Il gruppo motore LEITNER TECHNICALINFO Il gruppo motore LEITNER Il gruppo motore LEITNER Compatto, flessibile, affidabile Il presupposto per un utilizzo in sicurezza di un impianto a fune è sicuramente un gruppo argano affidabile

Dettagli

Motori Coppia. direct drive technology

Motori Coppia. direct drive technology Motori Coppia direct drive technology I perché dei Motori Coppia? Veloci ed efficaci La tecnologia dei motori coppia viene definita nella progettazione meccanica quale l uso di attuatori che trasferiscono

Dettagli

Piano Tecnico. Planimetria aerofotogrammetria scala 1:2.000. Estratto di mappa catastale scala 1:2.000. Estratto Regolamento Urbanistico Comune

Piano Tecnico. Planimetria aerofotogrammetria scala 1:2.000. Estratto di mappa catastale scala 1:2.000. Estratto Regolamento Urbanistico Comune Enel Distribuzione SpA SVR-PLA Livorno sede Pisa Piano Tecnico Relazione descrittiva Corografia scala 1:10.000 Planimetria aerofotogrammetria scala 1:2.000 Estratto di mappa catastale scala 1:2.000 Estratto

Dettagli

IMPIANTO PER INIETTARE MICROPALI PER L'EDILIZIA MODELLO PILOT 2-6-15

IMPIANTO PER INIETTARE MICROPALI PER L'EDILIZIA MODELLO PILOT 2-6-15 1/6 IMPIANTO PER INIETTARE MICROPALI PER L'EDILIZIA MODELLO PILOT 2-6-15 È stato ha progettato per produrre la boiacca d'acqua, cemento ed eventuali additivi necessari, e iniettarla in pali, micropali

Dettagli

AEROGENERATORI PER L UTILIZZO DELL ENERGIA CINETICA DEL VENTO

AEROGENERATORI PER L UTILIZZO DELL ENERGIA CINETICA DEL VENTO AEROGENERATORI PER L UTILIZZO DELL ENERGIA CINETICA DEL VENTO NER- CERTIFICAZIONE ISO 91:28 Rilasciata da RINA con emissione corrente in data 13/7/212 ATTESTAZIONE SOA Rilasciata da BENTLEY SOA in data

Dettagli

FRESATRICE A BANCO FISSO FMC 4 ASSI

FRESATRICE A BANCO FISSO FMC 4 ASSI 1 FRESATRICE A BANCO FISSO FMC 4 ASSI (QUATTRO ASSI LINEARI ) CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE STRUTTURA DELLA MACCHINA La struttura, realizzata completamente in fusione di ghisa perlitica stabilizzata, garantisce

Dettagli

[ significa: Risparmiare tempo, soldi e spazio! MAXXMILL 500. Centro di lavoro verticale a 5 assi

[ significa: Risparmiare tempo, soldi e spazio! MAXXMILL 500. Centro di lavoro verticale a 5 assi [ E[M]CONOMY] significa: Risparmiare tempo, soldi e spazio! MAXXMILL 500 Centro di lavoro verticale a 5 assi MAXXMILL 500 MAXXMILL 500 è il centro di lavoro verticale ideale per la lavorazione a 5 assi

Dettagli

MOTORIDUTTORE TAMBURO A CON INGRANAGGI B TRASVERSALE IN BAGNO D OLIO ALL ASTA DI FISSAGGIO

MOTORIDUTTORE TAMBURO A CON INGRANAGGI B TRASVERSALE IN BAGNO D OLIO ALL ASTA DI FISSAGGIO ELEVAZIONE A B D C E MOTORIDUTTORE A CON INGRANAGGI IN BAGNO D OLIO Il gruppo motoriduttore è realizzato con ingranaggi d acciaio a dentatura elicoidale in bagno d olio. La dentatura elicoidale permette

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO 1 Indice 1 PREMESSA...2 2 RIFERIMENTI NORMATIVI...2 3 CARATTERISTICHE GENERALI...3 4 CORPI ILLUMINANTI PREVISTI IN PROGETTO...5 5 VERIFICHE ILLUMINOTECNICHE...8

Dettagli

PIANO DI DISMISSIONE

PIANO DI DISMISSIONE PIANO DI DISMISSIONE INDICE OGGETTO E SCOPO DESCRIZIONE IMPIANTO DESCRIZIONE DEL PIANO DI DISMISSIONE ALLA CATEGORIA RAEE NORMATIVA DI RIFERIMENTO PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI APPARTENENTI CLASSIFICAZIONE

Dettagli

ERS P3k PLUG & PLAY. Sistema di recupero energia per Ascensori

ERS P3k PLUG & PLAY. Sistema di recupero energia per Ascensori Sistema di recupero energia per Ascensori 2 3 Il primo sistema sul mercato del recupero energetico per ascensori. Inserire un sistema consente di: Migliorare la classe energetica Migliorare l efficientamento

Dettagli

14.4 Pompe centrifughe

14.4 Pompe centrifughe 14.4 Pompe centrifughe Le pompe centrifughe sono molto diffuse in quanto offrono una notevole resistenza all usura, elevato numero di giri e quindi facile accoppiamento diretto con i motori elettrici,

Dettagli

PALLETTIZZAZATORI E FINE LINEA

PALLETTIZZAZATORI E FINE LINEA PALLETTIZZAZATORI E FINE LINEA Apiel produce pallettizzatori cartesiani per soddisfare le più svariate esigenze della clientela. Abbiamo 13 modelli base che possiamo realizzare con caratteristiche diverse

Dettagli

425 428 Miniescavatori

425 428 Miniescavatori 425 428 Miniescavatori 1 Il perfetto equilibrio tra dimensioni, peso e prestazioni I nuovi escavatori Bobcat ZTS (Zero Tail Swing) 425 e 428 offrono brillanti prestazioni di scavo, abbinate a dimensioni

Dettagli

PALLETTIZZAZATORI CARTESIANI APERTI

PALLETTIZZAZATORI CARTESIANI APERTI PALLETTIZZAZATORI CARTESIANI APERTI Il pallettizzatore cartesiano aperto è un robot cartesiano serie CC a 3/4 assi con un asse a terra che può arrivare a 10 metri di corsa, per pallettizzare fino a 7 posti

Dettagli

menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE

menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE Principio di funzionamento Nelle piscine medio grandi, la normativa prevede una ricambio giornaliero dell acqua totale delle vasche, nella

Dettagli

Produzione di energia elettrica da Fonti Rinnovabili fotovoltaico - eolico

Produzione di energia elettrica da Fonti Rinnovabili fotovoltaico - eolico EcoConsult sas di Terlizzi Annamaria & C. Via Repubblica Italiana, 54-70032 Bitonto (BA) tel./fax. 080.371.52.18 E-mail: ecoconsult@alice.it P.IVA 05581710729 Produzione di energia elettrica Pag. 2/10

Dettagli

DL 2105A SET DI DIAPOSITIVE 4 DL 2105 KIT PER IL MONTAGGIO DI UN MOTORE ASINCRONO 4

DL 2105A SET DI DIAPOSITIVE 4 DL 2105 KIT PER IL MONTAGGIO DI UN MOTORE ASINCRONO 4 INDEX DL 1010B BOBINATRICE MATASSATRICE MANUALE 2 DL 1010D COLONNA PORTAROCCHE CON TENDIFILO 2 DL 1012Z BOBINATRICE PER MOTORI E TRASFORMATORI 2 DL 2106 KIT PER IL MONTAGGIO DI 2 TRASFORMATORI 3 DL 2106A

Dettagli

BIOGAS AGITATORI PER BIOGAS. Le nostre soluzioni per incrementare la produzione di biogas. Rappresentanza in Italia:

BIOGAS AGITATORI PER BIOGAS. Le nostre soluzioni per incrementare la produzione di biogas. Rappresentanza in Italia: AGITATORI PER BIOGAS Le nostre soluzioni per incrementare la produzione di biogas Rappresentanza in Italia: Agitatori con elica Giantmix FR Per digestori chiusi in cemento Fissaggio a parete o su copertura

Dettagli