MOBILITA ELETTRICA. L ESPERIENZA di ACSM S.P.A. a PRIMIERO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MOBILITA ELETTRICA. L ESPERIENZA di ACSM S.P.A. a PRIMIERO"

Transcript

1 MOBILITA ELETTRICA L ESPERIENZA di ACSM S.P.A. a PRIMIERO

2 SOMMARIO 1. Il progetto Mobilità Elettrica Primiero: gli obiettivi 2. La convenzione tra gli enti partecipanti del Il contenuto del progetto 1. Modello prescelto 2. Luoghi di installazione delle colonnine 3. Correlazione tra colonnine di ricarica ed automezzi 4. L implementazione del progetto 1. La scelta delle colonnine e le loro caratteristiche 2. La tipologia degli automezzi 3. Il sistema di controllo acquisito 5. I risultati 6. Sviluppi ed aspettative

3 1. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: gli obiettivi sensibilizzare la popolazione locale e i numerosi turisti presenti sul territorio sull uso dei veicoli a basso impatto ambientale ed alimentati a fonte rinnovabile prodotta localmente diffondere sul territorio sistemi di ricarica per veicoli (ivi comprese biciclette) alimentati ad energia elettrica ridurre l impiego di combustibili fossili sostituendoli con fonte rinnovabile locale attuando così benefici ambientali territoriali promuovere l immagine, le attività e l impegno nei confronti delle politiche ambientali e sociali del Gruppo ACSM e di tutti gli Enti coinvolti nel progetto promuovere l immagine del territorio qualificandolo come zona ad alta vocazione ambientale con positive ricadute in termini turistici.

4 1. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: gli obiettivi Le possibilità tecnologiche esaminate da ACSM: Mobilità elettrica (prima 1993) Mobilità metano/biometano Mobilità idrometano/idrogeno ( )

5 1. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: gli obiettivi E stata scelta la Mobilità elettrica perché: 1. Poteva essere avviata in tempi brevi e certi 2. Non necessita di trasformazione di energia (l energia elettrica prodotta disponibile sul territorio ha origine rinnovabile ed è peraltro certificata) e quindi permette il conseguimento di un rendimento energetico locale estremamente elevato 3. ACSM gestisce l infrastruttura di distribuzione dell energia elettrica che può essere estesa, gradualmente, a costi contenuti e controllabili alla nuova applicazione senza incorrere in investimenti insostenibili e senza l interposizione di terzi

6 1. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: gli obiettivi E stata scelta la Mobilità elettrica perché: 4. I mezzi elettrici erano già disponibili sul mercato a costi accettabili e sostenibili 5. Alcuni importanti operatori dei settori coinvolti avevano già dimostrato forte interesse per l iniziativa e proposto il supporto (A2A come multi utility, Renault come produttore di ZEV, ecc ) 6. La tecnologia era in corso di sperimentazione in ambiente urbano (Milano, Brescia, Parma, Roma ecc ) ed esistevano quindi dati reali e metodi replicabili 7. L introduzione nel territorio di Primiero era la prima esperienza di questo tipo in ambiente turistico e montano, con ovvie ricadute di immagine

7 2. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: La convenzione tra gli enti partecipanti del 2012 I sottoscrittori (soci): ACSM S.p.A. Comune di Canal San Bovo Comune di Castello Tesino Comune di Cinte Tesino Comune di Fiera di Primiero Comune di di Imer Comune di Mezzano Comune di Pieve Tesino Comune di Predazzo Comune di Sagron Mis Comune di Sovramonte Comune di Siror Comune di Tonadico Comune di Transacqua

8 2. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: La convenzione tra gli enti partecipanti del 2012 I sottoscrittori (Enti non soci) Comunità di Primiero Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino APT Casse Rurali Valli di Primiero e Vanoi

9 2. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: La convenzione tra gli enti partecipanti del 2012 Gli obiettivi diventano impegni per tutti i firmatari Vengono definiti i ruoli di ognuno chi realizza l infrastruttura (ACSM) chi acquista gli automezzi e come mette gli stessi a disposizione degli altri enti (ACSM) quali sono le modalità di impiego dell infrastruttura chi e come si deve occupare della promozione dell immagine legata al progetto

10 2. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: La convenzione tra gli enti partecipanti del 2012 Vengono distinte tre fasi Fase 1 Infrastruttura aperta solo ai firmatari della convenzione Fase 2 Apertura a titolo gratuito dell infrastruttura all utente privato che ne faccia richiesta diretta ad ACSM Fase 3 Apertura dell infrastruttura, attivazione dell interoperabilità ed eventuale estensione della rete di ricarica

11 2. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: La convenzione tra gli enti partecipanti del 2012 E stato individuato un partner privato (Renault Italia) col quale è stata stipulata una convenzione per una sperimentazione congiunta

12 3. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: Il contenuto del progetto Modello prescelto: o Il modello del distributore (ACSM è un distributore) o Molti comuni ed enti del territorio e territori limitrofi stavano progettando piccole stazioni di ricarica, senza una logica e con standard diversi. Il modello del distributore ha permesso di costruire una regia ed evitare possibili sprechi

13 3. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: Il contenuto del progetto Luoghi di installazione delle colonnine (14) Un colonnina in prossimità di ognuna delle sedi degli enti aderenti

14 3. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: Il contenuto del progetto Luoghi di installazione delle colonnine (14) Un colonnina in prossimità di ognuna delle sedi degli enti aderenti

15 3. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: Il contenuto del progetto Luoghi di installazione delle colonnine (14) Un colonnina in prossimità di ognuna delle sedi degli enti aderenti

16 3. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: Il contenuto del progetto Luoghi di installazione delle colonnine (14) Almeno un parcheggio riservato (su suolo pubblico) in adiacenza ad ognuna delle colonnine

17 3. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: Il contenuto del progetto Luoghi di installazione delle colonnine (14) Connessione delle colonnine alle reti degli edifici degli enti aderenti se possibile, in alternativa connessione alla rete di distribuzione di ACSM Apertura dell infrastruttura, attivazione dell interoperabilità ed eventuale estensione della rete di ricarica

18 3. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: Il contenuto del progetto Luoghi di installazione delle colonnine (14) Sono state inoltre installate 7 wall box (presso gli impianti produttivi del Gruppo ACSM e ricovero automezzi di altri partecipanti)

19 3. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: Il contenuto del progetto

20 3. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: Il contenuto del progetto Correlazione tra le colonnine di ricarica e gli automezzi Per ogni colonnina un automezzo (nella fase 1), con possibilità di ricarica su tutte le colonnine

21 4. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: L implementazione del progetto La scelta delle colonnine e le loro caratteristiche Confronto con altri operatori (A2A Hera Enel Distribuzione Set Distribuzione) Analisi dei prodotti presenti sul mercato Ordine delle colonnine a Ducati Energia: maggio 2012 Messa in servizio: agosto 2012 Presentazione al pubblico del progetto: settembre 2012

22 4. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: L implementazione del progetto

23 4. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: L implementazione del progetto Tipologia degli automezzi (ad oggi 17) o Gli automezzi hanno lo scopo di sostituire veicoli tradizionali; analisi necessità medie d impiego dei partecipanti o Volontà di dare un immagine operativa e non dimostrativa o Si è quindi optato per mezzi da lavoro; il mercato al tempo proponeva un solo automezzo ideale: Renault Kangoo

24 Tipologia degli automezzi (ad oggi 17) Le caratteristiche principali sono: Kangoo 4. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: L implementazione del progetto Potenza Capacità batteria Autonomia 44 kw 22 kwh ioni di litio Dichiarata 140 km km a Primiero N passeggeri 2 posti furgonato 5 posti autovettura Carico trasportabile Potenza di ricarica Tempo medio di ricarica 625 kg furgonato 632 kg autovettura 3,5 kw 8 ore

25 4. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: L implementazione del progetto Tipologia degli automezzi (ad oggi 17) ZOE Le caratteristiche principali sono: Potenza Capacità batteria Autonomia 65 kw 22 kwh ioni di litio Dichiarata 200 km km a Primiero N passeggeri 5 Potenza di ricarica Tempo medio di ricarica 21 kw 2,5 ore

26 4. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: L implementazione del progetto Tipologia degli automezzi (ad oggi 17) Il parco macchine è quindi costituito da: n. 11 Kangoo 2 posti furgonati

27 4. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: L implementazione del progetto Tipologia degli automezzi (ad oggi 17) Il parco macchine è quindi costituito da: n. 5 Kangoo 5 posti

28 Tipologia degli automezzi (ad oggi 17) Il parco macchine è quindi costituito da: n. 1 ZOE 4. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: L implementazione del progetto

29 4. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: L implementazione del progetto Il sistema di controllo o Fornitore: Ducati Energia o Localizzazione: server in sede ACSM o Sistema di comunicazione tra colonnine e centro di controllo in GPRS e/o fibra ottica o Messa in servizio: agosto 12

30 4. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: L implementazione del progetto

31 4. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: L implementazione del progetto Gli stimoli e gli incentivi messi in campo per l utilizzatore privato o Ricarica gratuita fino al 31/12/2014 su tutte le colonnine o Possibilità di parcheggio gratuito in tutti i centri storici dei comuni aderenti e Parco di Paneveggio Pale di San Martino o Informativa capillare sugli incentivi statali all acquisto di veicoli elettrici o Finanziamenti agevolati erogati da Cassa Rurale Primiero Vanoi o Acquisizione diretta del marchio Green Way Primiero

32 4. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: L implementazione del progetto Gli stimoli e gli incentivi messi in campo per l utilizzatore privato ATTUALMENTE ABBIAMO 10 TESSERE CONSEGNATE A PRIVATI CHE USUFRUISCONO DELLA RICARICA GRATUITA

33 5. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: I risultati Concluse le fasi 1 e 2 In atto la fase 3 Effetto d immagine assolutamente positivo Forte interesse da parte dei turisti mostrato soprattutto nel corso dell anno 2014 con l emissione delle schede RFID per l accesso alla ricarica

34 5. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: I risultati Effettivo utilizzo del parco automezzi Km totali percorsi kwh totali di ricarica Litri di carburante risparmiati km in colonnina su wall box Oltre 1900 ricariche lt. Costo carburante evitato ca

35 6. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: Sviluppo ed aspettative In corso la fase 3 Si sta valutando la modalità più efficace ed economica per l implementazione dell interoperabilità (connessione tra sistemi di controllo o migrazione colonnine da centro di controllo ACSM a EMM Enel D.) Si sta programmando la connessione di tutte le colonnine collocate in suolo pubblico su rete di distribuzione pubblica

36 6. Progetto Mobilità Elettrica Primiero: Sviluppo ed aspettative E aperto e continuo il confronto e il coordinamento con gli altri distributori operanti nella Regione Trentino Alto Adige per arrivare alla completa interoperabilità entro metà 2015 Nei prossimi anni ipotizziamo un incremento della richiesta che rende necessario il completamento della fase 3 in tempi brevi, fatta salva l estensione dei punti di ricarica che seguirà l effettivo incremento del numero di utenti. Riteniamo che la nuova generazione di auto ibride, con autonomie in modalità elettrica superiori, potrà spingere realmente la richiesta di un servizio a rete

37 MOBILITA ELETTRICA L ESPERIENZA di ACSM S.P.A. a PRIMIERO GRAZIE PER L ATTENZIONE

Il Gruppo Dolomiti Energia e l'auto Elettrica. Ing. Francesco Faccioli

Il Gruppo Dolomiti Energia e l'auto Elettrica. Ing. Francesco Faccioli Il Gruppo Dolomiti Energia e l'auto Elettrica Ing. Francesco Faccioli Mesiano, 03 dicembre 2014 Gruppo Dolomiti Energia: attività Energia elettrica gestione impianti di produzione manutenzione e telecontrollo

Dettagli

Infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici

Infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici Infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici L esperienza di A2A Paolo Manzoni Ricerca e Innovazione Milano, 10/02/2015 Indice L offerta di A2A per la ricarica dei veicoli elettrici Origine del

Dettagli

Il progetto del Gruppo Hera per la mobilità elettrica. Relatore dott.ing.massimo Carratù

Il progetto del Gruppo Hera per la mobilità elettrica. Relatore dott.ing.massimo Carratù Il progetto del Gruppo Hera per la mobilità elettrica Relatore dott.ing.massimo Carratù Le ragioni dell interesse crescente sull auto elettrica Benefici Ambientali Raggiungimento obiettivi di riduzione

Dettagli

Il progetto Enel per la mobilità elettrica L Emilia Romagna come modello per l Europa

Il progetto Enel per la mobilità elettrica L Emilia Romagna come modello per l Europa Il progetto Enel per la mobilità elettrica L Emilia Romagna come modello per l Europa Fulvia Fazio, Sviluppo Smart Grids Italia Bologna 4 maggio 2012 Lo scenario complessivo Mobilità, energia, ambiente

Dettagli

IL PROGRAMMA DI RENAULT PER LE ZERO EMISSIONI

IL PROGRAMMA DI RENAULT PER LE ZERO EMISSIONI IL PROGRAMMA DI RENAULT PER LE ZERO EMISSIONI RENAULT ITALIA NOVEMBRE 2012 RENAULT E LA MOBILITÀ SOSTENIBILE PER TUTTI Il veicolo 100% elettrico «democratico»: alla portata di tutti Una gamma completa

Dettagli

IL PROGETTO DI MOBILITÀ ELETTRICA E-MOVING ENTRA NEL VIVO A BRESCIA. CONSEGNATI I PRIMI VEICOLI RENAULT Z.E.

IL PROGETTO DI MOBILITÀ ELETTRICA E-MOVING ENTRA NEL VIVO A BRESCIA. CONSEGNATI I PRIMI VEICOLI RENAULT Z.E. 24 gennaio 2011 IL PROGETTO DI MOBILITÀ ELETTRICA E-MOVING ENTRA NEL VIVO A BRESCIA. CONSEGNATI I PRIMI VEICOLI RENAULT Z.E. Consegnati oggi a Brescia, alla presenza del Sindaco Adriano Paroli, i primi

Dettagli

Scheda divulgativa interna 04- rev.00

Scheda divulgativa interna 04- rev.00 Pensiline fotovoltaiche serie K Scheda divulgativa interna 04- rev.00 Mobilità elettrica In considerazione del continuo aggiornamento delle tecnologie legate al settore della mobilità, spinto anche dalle

Dettagli

Sostenibilità nei trasporti in Trentino

Sostenibilità nei trasporti in Trentino Sostenibilità nei trasporti in Trentino I progetti già attuati e le prospettive future Trento, 21 giugno 2013 Relatore: ing. Ezio Facchin TRENTINO TRASPORTI S.P.A. Mission: Gestione, manutenzione ed implementazione

Dettagli

Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale

Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale Reti Infrastrutturali, Logistica e Sistemi di mobilità

Dettagli

Stefano Boldrin: Boldrin Centro Auto S.p.A.

Stefano Boldrin: Boldrin Centro Auto S.p.A. Stefano Boldrin: Boldrin Centro Auto S.p.A. Perché passare all auto elettrica: le amministrazioni pubbliche Il problema Inquinamento acustico e dell aria a causa delle auto con conseguenti costi sociali

Dettagli

Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza

Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza Fabrizio Iovino Responsabile Gestione e Coordinamento Sicurezza sul Lavoro di Poste Italiane

Dettagli

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy Pisa, 26 Maggio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici rispetto

Dettagli

La mobilità sostenibile per le aziende: L'esempio di Companies for emilan

La mobilità sostenibile per le aziende: L'esempio di Companies for emilan La mobilità sostenibile per le aziende: L'esempio di Companies for emilan 1 Il Gruppo Bosch in Italia 1,8 mld. EUR 5.848 collaboratori Tecnologia Automotive 1,2 mld. EUR (66% del fatturato) Tra i maggiori

Dettagli

VEICOLI ELETTRICI. Situazione del mercato. 20 Marzo 2012. ENERGIA SPA Via Padova, 6 31046 Oderzo (TV) Italy. Tel. +39 0422.507040 Fax +39 0422.

VEICOLI ELETTRICI. Situazione del mercato. 20 Marzo 2012. ENERGIA SPA Via Padova, 6 31046 Oderzo (TV) Italy. Tel. +39 0422.507040 Fax +39 0422. VEICOLI ELETTRICI Situazione del mercato 20 Marzo 2012 ENERGIA SPA Via Padova, 6 31046 Oderzo (TV) Italy C.F. e P.Iva 04410730263 www.energiaspa.eu Tel. +39 0422.507040 Fax +39 0422.507028 info@energiaspa.eu

Dettagli

Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici. Maggio 2012

Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici. Maggio 2012 Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici Maggio 2012 Lo scenario complessivo Mobilità, energia, ambiente Energia La mobilità fortemente legata ai combustibili fossili

Dettagli

Mobilità e Sistemi di Trasporto nel territorio. Esperienze e prospettive di Mobilità e Trasporto Elettrico nel Comune di Perugia

Mobilità e Sistemi di Trasporto nel territorio. Esperienze e prospettive di Mobilità e Trasporto Elettrico nel Comune di Perugia 104 Convegno Nazionale AEIT Mobilità e Trasporto Elettrico per l'italia di domani - Roma, 13-14 giugno 2012 Mobilità e Sistemi di Trasporto nel territorio Esperienze e prospettive di Mobilità e Trasporto

Dettagli

Oil Free Zone e autonomia energetica in una valle chiusa (soluzioni off-grid) Belluno, 22 marzo 2010

Oil Free Zone e autonomia energetica in una valle chiusa (soluzioni off-grid) Belluno, 22 marzo 2010 Azienda Consorziale Servizi Municipalizzati S.p.A. Primiero (TN) Oil Free Zone e autonomia energetica in una valle chiusa (soluzioni off-grid) Belluno, 22 marzo 2010 Dove operiamo La Nostra Storia La società

Dettagli

VEICOLI IN CITTA : TRASPORTI PULITI E SILENZIOSI SIACOM Salone del veicolo commerciale Torino Lingotto, 31 gennaio 2011

VEICOLI IN CITTA : TRASPORTI PULITI E SILENZIOSI SIACOM Salone del veicolo commerciale Torino Lingotto, 31 gennaio 2011 VEICOLI IN CITTA : TRASPORTI PULITI E SILENZIOSI SIACOM Salone del veicolo commerciale Torino Lingotto, 31 gennaio 2011 Progetto del Comune di Torino per l installazione di colonnine di ricarica per veicoli

Dettagli

IL PROGRAMMA DI RENAULT PER LE ZERO EMISSIONI

IL PROGRAMMA DI RENAULT PER LE ZERO EMISSIONI IL PROGRAMMA DI RENAULT PER LE ZERO EMISSIONI RENAULT ITALIA NOVEMBRE 2012 RENAULT E LA MOBILITÀ SOSTENIBILE PER TUTTI Il veicolo 100% elettrico «democratico»: alla portata di tutti Una gamma completa

Dettagli

Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati. Roma, 2 Febbraio 2011

Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati. Roma, 2 Febbraio 2011 Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati Roma, 2 Febbraio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici

Dettagli

Vantaggi della mobilità elettrica. Convegno AEIT a Mesiano 3 Dicembre 2014 Relatore: Marcello Pegoretti

Vantaggi della mobilità elettrica. Convegno AEIT a Mesiano 3 Dicembre 2014 Relatore: Marcello Pegoretti Vantaggi della mobilità elettrica Convegno AEIT a Mesiano 3 Dicembre 2014 Relatore: Marcello Pegoretti 1 Premessa il Global Warming e i cambiamenti climatici dovuti al consumo di combustibili fossili sono

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra Il Comune di Perugia, con sede in Corso Vannucci N. 19 - PERUGIA P.IVA 00218180545 e C.F.00163570542, rappresentato dal Sindaco Wladimiro Boccali, domiciliato per le proprie funzioni

Dettagli

Perugia, dalla città reale alla città immaginata. Presentazione di una ricerca condotta da Cittalia Anci Ricerche

Perugia, dalla città reale alla città immaginata. Presentazione di una ricerca condotta da Cittalia Anci Ricerche Perugia, dalla città reale alla città immaginata Presentazione di una ricerca condotta da Cittalia Anci Ricerche Contributo al posizionamento strategico di Perugia verso il 2019 Economia Il patto di stabilità

Dettagli

L ESPERIENZA ELETTRICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA

L ESPERIENZA ELETTRICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA L ESPERIENZA ELETTRICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA un modello di mobilità sostenibile arch. Alessandro Meggiato Dirigente del Servizio Politiche per la Mobilità Comune di Reggio Emilia IL CONTESTO abitanti

Dettagli

Il modello Ele.C.Tra. dei protocolli d intenti. The 2nd Italian NSG Florence, 18 th December

Il modello Ele.C.Tra. dei protocolli d intenti. The 2nd Italian NSG Florence, 18 th December Il modello Ele.C.Tra. dei protocolli d intenti The 2nd Italian NSG Florence, 18 th December 1 Punti chiave Auto-sostenibilità finanziaria: nessun fondo per forzare il mercato ad acquistare veicoli elettrici

Dettagli

ZEC ZERO EMISSION CITY

ZEC ZERO EMISSION CITY ZEC ZERO EMISSION CITY PIANO DI MOBILITÀ ELETTRICA PER LA CITTÀ DI PARMA Carlo Iacovini, Responsabile Progetto Comune di Parma Caratteristiche del progetto ZEC 2 Il progetto ZEC intende implementare un

Dettagli

Mobilità stradale e sostenibilità Parco autoveicoli di una città ad alta urbanizzazione. Costo per il Paese

Mobilità stradale e sostenibilità Parco autoveicoli di una città ad alta urbanizzazione. Costo per il Paese Mobilità stradale e sostenibilità Parco autoveicoli di una città ad alta urbanizzazione Costo per il Paese 225 gco2/km CO2 Attuali c.i. Elettrici Metano c /km Mobilità stradale e sostenibilità Parco autoveicoli

Dettagli

L ESPERIENZA ELETTRICA DI REGGIO EMILIA: UN MODELLO DI MOBILITÁ SOSTENIBILE

L ESPERIENZA ELETTRICA DI REGGIO EMILIA: UN MODELLO DI MOBILITÁ SOSTENIBILE L ESPERIENZA ELETTRICA DI REGGIO EMILIA: UN MODELLO DI MILANO, 23 Maggio 2012 PAOLO GANDOLFI ASSESSORE MOBILITA e INFRASTRUTTURE COMUNE DI REGGIO EMILIA IL CONTESTO TERRITORIALE CITTA di REGGIO EMILIA

Dettagli

UniCredit Banca a sostegno del fotovoltaico Stefano Rossetti Direttore Regionale Emilia Est e Romagna UniCredit Banca

UniCredit Banca a sostegno del fotovoltaico Stefano Rossetti Direttore Regionale Emilia Est e Romagna UniCredit Banca UniCredit Banca a sostegno del fotovoltaico Stefano Rossetti Direttore Regionale Emilia Est e Romagna UniCredit Banca 30 settembre 2007 Agenda La situazione della produzione di energia rinnovabile in Italia

Dettagli

Non sta comunque a me dimostrare che il futuro della mobilità sarà elettrico per il bene nostro e dei nostri figli!!!!

Non sta comunque a me dimostrare che il futuro della mobilità sarà elettrico per il bene nostro e dei nostri figli!!!! Progetto Sosta Verde Il progetto Sosta Verde prevede la realizzazione di un sistema di ricarica di veicoli elettrici con autoproduzione dell energia elettrica mediante impianto fotovoltaico con lo scopo

Dettagli

e mobility LA NUOVA MOBILITA : TRA ASPETTATIVE E REALTA Dr.ing.Andreas Bordonetti Direttore Generale AE Reti EW Netz

e mobility LA NUOVA MOBILITA : TRA ASPETTATIVE E REALTA Dr.ing.Andreas Bordonetti Direttore Generale AE Reti EW Netz e mobility LA NUOVA MOBILITA : TRA ASPETTATIVE E REALTA Dr.ing.Andreas Bordonetti Direttore Generale AE Reti EW Netz Temi trattati Introduzione: come far decollare una nuova mobilità? Il progetto AEW:

Dettagli

La politica Europea e Italiana per l Efficienza Energetica

La politica Europea e Italiana per l Efficienza Energetica La politica Europea e Italiana per l Efficienza Energetica Unità Tecnica Efficienza Energetica -UTEE Sommario Direttiva Europea sull Efficienza Energetica Strategia Energetica Nazionale (sett. 2012) 2

Dettagli

GENERAZIONE DISTRIBUITA + ELETTRIFICAZIONE DEI CONSUMI = EFFICIENZA ENERGETICA

GENERAZIONE DISTRIBUITA + ELETTRIFICAZIONE DEI CONSUMI = EFFICIENZA ENERGETICA ITALIA, PENSI DI AVERE GLI E FACTOR? Milano, 14 dicembre 2015 GENERAZIONE DISTRIBUITA + ELETTRIFICAZIONE DEI CONSUMI = EFFICIENZA ENERGETICA Agostino Re Rebaudengo Presidente assorinnovabili ASSORINNOVABILI

Dettagli

Il progetto Mobilità Elettrica di Enel Il caso di Pisa. Andrea Zara Divisione Ingegneria e Innovazione Area Innovazione e Ambiente

Il progetto Mobilità Elettrica di Enel Il caso di Pisa. Andrea Zara Divisione Ingegneria e Innovazione Area Innovazione e Ambiente Il progetto Mobilità Elettrica di Enel Il caso di Pisa Andrea Zara Divisione Ingegneria e Innovazione Area Innovazione e Ambiente Veicoli elettrici Prospettive di mercato e benefici ambientali Gli scenari

Dettagli

Azienda Consorziale Servizi Municipalizzati S.p.A. Primiero (TN)

Azienda Consorziale Servizi Municipalizzati S.p.A. Primiero (TN) Azienda Consorziale Servizi Municipalizzati S.p.A. Primiero (TN) L utilizzo finale della biomassa. Impianti di teleriscaldamento a cippato nel territorio di Primiero Cavalese 20 maggio 2011 1 Sommario

Dettagli

Piaggio Commercial Vehicles. Tommaso Croce VP Product Marketing

Piaggio Commercial Vehicles. Tommaso Croce VP Product Marketing Piaggio Commercial Vehicles Tommaso Croce VP Product Marketing 1 Piaggio Veicoli Commerciali Snapshot Trend Fatturato 35 mercati di presenza diretta +78 % 390 mln 421 mln 2 stabilimenti di produzione veicoli,

Dettagli

AL VIA IL TOUR RENAULT Z.E.: I VEICOLI ELETTRICI RENAULT PROTAGONISTI PER LE STRADE DI MILANO, FIRENZE E ROMA

AL VIA IL TOUR RENAULT Z.E.: I VEICOLI ELETTRICI RENAULT PROTAGONISTI PER LE STRADE DI MILANO, FIRENZE E ROMA COMUNICATO STAMPA 10 ottobre 2011 AL VIA IL TOUR RENAULT Z.E.: I VEICOLI ELETTRICI RENAULT PROTAGONISTI PER LE STRADE DI MILANO, FIRENZE E ROMA Alla vigilia del lancio sul mercato di una gamma completa

Dettagli

convegno GREEN MOBILITY I MERCATI CONSUMER E DELLE FLOTTE AZIENDALI Mobilità elettrica: un opportunità per una città sostenibile

convegno GREEN MOBILITY I MERCATI CONSUMER E DELLE FLOTTE AZIENDALI Mobilità elettrica: un opportunità per una città sostenibile convegno GREEN MOBILITY I MERCATI CONSUMER E DELLE FLOTTE AZIENDALI Mobilità elettrica: un opportunità per una città sostenibile Giuseppe Mauri Fiera Milano Rho, 9 maggio 2014 MOBILITÀ ELETTRICA: A CHE

Dettagli

Mobilità elettrica - Le strategie di Milano

Mobilità elettrica - Le strategie di Milano Mobilità elettrica - Le strategie di Milano Arch. Maria Berrini CEO Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio ebridge Milan workshop Urban emobility 2020 13 November 2015, Spazio Ex-Ansaldo - Milan 01. MILANO:

Dettagli

indice Company profile 6 Area Energy - Fotovoltaico 8 Area Energy - Eolico 16 Area Energy -Operation & Maintenance 18 18 Area Mobilità Sostenibile 20

indice Company profile 6 Area Energy - Fotovoltaico 8 Area Energy - Eolico 16 Area Energy -Operation & Maintenance 18 18 Area Mobilità Sostenibile 20 Company profile 6 Area Energy - Fotovoltaico 8 indice Area Energy - Eolico 16 Area Energy -Operation & Maintenance 18 18 Area Mobilità Sostenibile 20 Attestati e Certificazioni 26 Company profile Est Energy

Dettagli

Il nuovo progetto. per la. mobilità sostenibile in Emilia-Romagna

Il nuovo progetto. per la. mobilità sostenibile in Emilia-Romagna Il nuovo progetto per la mobilità sostenibile in Emilia-Romagna flash _ La regione Emilia-Romagna ha circa 4,5 milioni di abitanti. _ La densità di auto per abitante è superiore alla media nazionale ed

Dettagli

mobilità elettrica e fonti di energia rinnovabili a Mantova progetto pilota Nicola Pascal / Enrico Raffagnato Tea Reteluce Gruppo Tea

mobilità elettrica e fonti di energia rinnovabili a Mantova progetto pilota Nicola Pascal / Enrico Raffagnato Tea Reteluce Gruppo Tea mobilità elettrica e fonti di energia rinnovabili a Mantova progetto pilota Nicola Galli Agire Nicola Pascal / Enrico Raffagnato Tea Reteluce Gruppo Tea Mobilità tradizionale - Ieri Emissioni: locali anche

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 52/40 DEL 23.12.2014

DELIBERAZIONE N. 52/40 DEL 23.12.2014 Oggetto: POR FESR Sardegna 2007-2013. Progetto sperimentale Reti di distribuzione e mobilità elettrica. Programmazione azioni di promozione del risparmio e dell efficienza energetica a valere sulla linea

Dettagli

L autosufficienza energetica

L autosufficienza energetica Convegno «Vigonovo si rinnova» Patto dei Sindaci, efficienza energetica e qualità della vita L autosufficienza energetica Ing. Gianfranco Padovan, Presidente EnergoClub Onlus Vigonovo 08 novembre 2012

Dettagli

GREEN MOBILITY I MERCATI CONSUMER DELLE FLOTTE AZIENDALI Mobilità elettrica: un opportunità per una città sostenibile.

GREEN MOBILITY I MERCATI CONSUMER DELLE FLOTTE AZIENDALI Mobilità elettrica: un opportunità per una città sostenibile. GREEN MOBILITY I MERCATI CONSUMER DELLE FLOTTE AZIENDALI Mobilità elettrica: un opportunità per una città sostenibile Giuseppe Mauri MOBILITÀ ELETTRICA: A CHE PUNTO SIAMO? UNA PRIMA VERA OFFERTA DI VEICOLI

Dettagli

ESPERIENZE DI MOBILITA ELETTRICA Letizia Rigato

ESPERIENZE DI MOBILITA ELETTRICA Letizia Rigato ESPERIENZE DI MOBILITA ELETTRICA Letizia Rigato Convegno Mobilità Elettrica: Opportunità di riscossa per le città del futuro 24 maggio 2013 ore 10.00 Sala Paladin Palazzo Moroni - Padova I freni allo sviluppo

Dettagli

IL MOBILITY MANAGEMENT

IL MOBILITY MANAGEMENT IL MOBILITY MANAGEMENT L. BERTUCCIO, E. CAFARELLI Euromobility Associazione Mobility Manager Dei 24 capoluoghi di provincia con un numero di abitanti superiore a 150.000 unità non tutti hanno fornito l

Dettagli

MODALITA DI COMPILAZIONE DEL FOGLIO DI RACCOLTA DATI PER LE UTENZE PUBBLICHE

MODALITA DI COMPILAZIONE DEL FOGLIO DI RACCOLTA DATI PER LE UTENZE PUBBLICHE MODALITA DI COMPILAZIONE DEL FOGLIO DI RACCOLTA DATI PER LE UTENZE PUBBLICHE Gennaio 2015 1 Sommario 1 Introduzione...3 2 Edifici Pubblici...3 2.1 Denominazione stabile...3 2.2 Consumi elettrici e lettura

Dettagli

La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale

La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale L esperienza del PAES congiunto dell Isola d Elba 11 febbraio 2014 Roberto Bianco

Dettagli

Potenza efficiente Produzione lorda di lorda energia elettrica. Figura 1: situazione degli impianti di cogenerazione nel 2005 (fonti GSE e Terna).

Potenza efficiente Produzione lorda di lorda energia elettrica. Figura 1: situazione degli impianti di cogenerazione nel 2005 (fonti GSE e Terna). Scheda D Analisi e valutazioni relative al decreto legislativo 8 febbraio 2007, n. 20 di attuazione della Direttiva 2004/8/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e altre norme in materia di cogenerazione

Dettagli

AGENDA 21 LOCALE COMPRENSORIO DI PRIMIERO ACCORDO VOLONTARIO PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI AZIONE LOCALE

AGENDA 21 LOCALE COMPRENSORIO DI PRIMIERO ACCORDO VOLONTARIO PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI AZIONE LOCALE AGENDA 21 LOCALE COMPRENSORIO DI PRIMIERO ACCORDO VOLONTARIO PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI AZIONE LOCALE C O N V E N Z I O N E (ACCORDO VOLONTARIO) CONTENENTE LE MODALITÀ E GLI IMPEGNI RECIPROCI PER L

Dettagli

Progetto Pilota ALOT Energy in motion. Autore: ALOT scarl

Progetto Pilota ALOT Energy in motion. Autore: ALOT scarl Progetto Pilota ALOT Energy in motion Autore: ALOT scarl 1 E-moving A2A 38 9 Private & public companies (24..) Project creator and coordinator 47 EVs for more than 9 months test each 220 Charging Points:

Dettagli

LA GRID PARITY DIVENTA REALTA : IL PRIMO PROGETTO IN ITALIA DI FOTOVOLTAICO COMPETITIVO CON LA RETE PRESENTATO DA WWF E UNICREDIT CON OFFICINAE VERDI

LA GRID PARITY DIVENTA REALTA : IL PRIMO PROGETTO IN ITALIA DI FOTOVOLTAICO COMPETITIVO CON LA RETE PRESENTATO DA WWF E UNICREDIT CON OFFICINAE VERDI Roma, 22 Novembre 2012 COMUNICATO STAMPA LA GRID PARITY DIVENTA REALTA : IL PRIMO PROGETTO IN ITALIA DI FOTOVOLTAICO COMPETITIVO CON LA RETE PRESENTATO DA WWF E UNICREDIT CON OFFICINAE VERDI Ministro dell

Dettagli

Ing. Marco Manchisi marco.manchisi@terasrl.it

Ing. Marco Manchisi marco.manchisi@terasrl.it Apulian way to Green Ports and Vessels: Smart Energy Infrastructure and Power Systems Ing. Marco Manchisi marco.manchisi@terasrl.it Introduzione Il settore marittimo sta dimostrando un attenzione crescente

Dettagli

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA Città a mobilità elettrica è un progetto sperimentale che attraverso l utilizzo dei mezzi alimentati ad energia pulita, vuole dimostrare concretamente che un altro modo

Dettagli

GESTIONE RISORSE NATURALI E FONTI ENERGETICHE ACQUA

GESTIONE RISORSE NATURALI E FONTI ENERGETICHE ACQUA GESTIONE RISORSE NATURALI E FONTI ENERGETICHE ACQUA Nel 2014 è diminuito del 5% il consumo di acqua rispetto al 2013. Infatti il consumo per ogni notte-ospite è stato di litri 144, 40 con un risparmio

Dettagli

Il Progetto CO2 NeuTrAlp promuove il trasporto sostenibile nell ambito del territorio Alpino

Il Progetto CO2 NeuTrAlp promuove il trasporto sostenibile nell ambito del territorio Alpino PIAGGIO PER LA MOBILITÀ ELETTRICA Casi di successo PROVINCIA DI BELLUNO CO2 NeuTrAlp OBIETTIVO Il Progetto CO2 NeuTrAlp promuove il trasporto sostenibile nell ambito del territorio Alpino SOGGETTI COINVOLTI

Dettagli

L Efficienza Energetica: un opportunità per il Paese, i consumatori e le imprese

L Efficienza Energetica: un opportunità per il Paese, i consumatori e le imprese L Efficienza Energetica: un opportunità per il Paese, i Enel Energia Efficienza Energetica Fabio Tentori Motore di sviluppo sostenibile e di risparmio per il Paese Risparmio nel consumo primario di energia

Dettagli

Mobilità elettrica e fonti di energia rinnovabili a Mantova Progetto pilota. Nicola Pascal / Enrico Raffagnato Tea Reteluce Gruppo Tea

Mobilità elettrica e fonti di energia rinnovabili a Mantova Progetto pilota. Nicola Pascal / Enrico Raffagnato Tea Reteluce Gruppo Tea Mobilità elettrica e fonti di energia rinnovabili a Mantova Progetto pilota Nicola Galli Agire Nicola Pascal / Enrico Raffagnato Tea Reteluce Gruppo Tea 1 Mobilità tradizionale ed elettrica da fonti fossili

Dettagli

A Brescia su due ruote

A Brescia su due ruote Comune di Brescia - Assessorato alla Mobilità e Parchi A cura di E. Brunelli, V. Ventura Obiettivi per una politica a favore della mobilità ciclistica: CREAZIONE ED ESTENSIONE DELLA RETE CICLABILE SICUREZZA

Dettagli

Il Circuito ICS. Choose, Change, Combine Giornata Europea della Sharing Mobility Milano 16 settembre 2015

Il Circuito ICS. Choose, Change, Combine Giornata Europea della Sharing Mobility Milano 16 settembre 2015 Il Circuito ICS Choose, Change, Combine Giornata Europea della Sharing Mobility Milano 16 settembre 2015 ICS e il car sharing ICS è un Circuito di servizi di car sharing gestiti da operatori diversi in

Dettagli

Maurizio Cenci. Come ACEA supporta le Imprese per una maggiore efficienza energetica. 8 a Conferenza di Responsible Care

Maurizio Cenci. Come ACEA supporta le Imprese per una maggiore efficienza energetica. 8 a Conferenza di Responsible Care 8 a Conferenza di Responsible Care Strumenti finanziari per supportare lo Sviluppo Sostenibile dell Industria. Come ACEA supporta le Imprese per una maggiore efficienza energetica Maurizio Cenci Direttore

Dettagli

XXIII Edizione 2011 Premio Marketing

XXIII Edizione 2011 Premio Marketing XXIII Edizione 2011 Premio Marketing Enel - La storia Nasce Enel Ente Nazionale per l Energia Elettrica Sono inaugurati i primi 2 impianti italiani alimentati da energie rinnovabili Vengono inaugurati

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI TRA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, LA COMUNITA DELLA VALLE DEI LAGHI, IL COMUNE DI VEZZANO, IL COMUNE DI

Dettagli

Il progetto di Teleriscaldamento dei Comuni del Primiero (TN) Milano 23 gennaio 2012

Il progetto di Teleriscaldamento dei Comuni del Primiero (TN) Milano 23 gennaio 2012 Azienda Consorziale Servizi Municipalizzati S.p.A. Primiero (TN) Il progetto di Teleriscaldamento dei Comuni del Primiero (TN) Milano 23 gennaio 2012 1 Sommario Il gruppo A.C.S.M.: struttura e attività

Dettagli

La flotta elettrica per la consegna postale in centro città. Roma, 17 settembre 2013

La flotta elettrica per la consegna postale in centro città. Roma, 17 settembre 2013 1 La flotta elettrica per la consegna postale in centro città Roma, 17 settembre 2013 Le attività di trasporto per Poste Italiane 2 Reti di trasporto: Rete gomma veloce Rete gomma lenta Rete aerea Ultimo

Dettagli

Gruppo di Lavoro Agende 21 Locali per Kyoto

Gruppo di Lavoro Agende 21 Locali per Kyoto Gruppo di Lavoro Agende 21 Locali per Kyoto Daniela Luise Padova Verifica dello stato di avanzamento delle iniziative in corso di realizzazione e programma delle attività per il 2008 Rimini, 6 giugno 2008

Dettagli

La mobilità sostenibile in Italia. Fabio Di Giuseppe Head of Product Marketing Volkswagen

La mobilità sostenibile in Italia. Fabio Di Giuseppe Head of Product Marketing Volkswagen La mobilità sostenibile in Italia Fabio Di Giuseppe Head of Product Marketing Volkswagen Il mercato HEV Una realtà in forte crescita 21.387 15.171 4.845 5.165 6.839 2010 2011 2012 2013 2014 Pagina 2 15.

Dettagli

Il centro polifunzionale di Fiera Roma.

Il centro polifunzionale di Fiera Roma. Il centro polifunzionale di Fiera Roma. Un centro polifunzionale Esposizione, eventi, formazione, dimostrazioni, test e sperimentazione tecnologica: MES Polo Innovativo della Mobilità e Sicurezza Stradale

Dettagli

L esperienza e gli orientamenti dell AEEGSI per lo sviluppo della mobilità elettrica

L esperienza e gli orientamenti dell AEEGSI per lo sviluppo della mobilità elettrica L esperienza e gli orientamenti dell AEEGSI per lo sviluppo della mobilità elettrica 3 dicembre 2014 Università di Trento AEIT Sezione Trentino Alto Adige Sudtirol Andrea Caizzi Autorità per l energia

Dettagli

I Progetti incentivati e approvati da AEEG

I Progetti incentivati e approvati da AEEG I Progetti incentivati e approvati da AEEG Progetto dimostrativo del modello DSO Avanzamento e Risultati Federico Caleno Responsabile Progetti Speciali e Sviluppo Tecnologico Tecnologie di Rete Infrastrutture

Dettagli

C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO

C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Allegato C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Il decreto legislativo approvato il 7 febbraio 2007 in via definitiva dal Consiglio dei ministri in attuazione della

Dettagli

Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita

Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita Francesco Fioretto, Responsabile Succursale Emilia Romagna Parma, 25 marzo 2010 Agenda Il contesto di riferimento

Dettagli

Domanda di partecipazione sezione Azioni di eccellenza dei PAES

Domanda di partecipazione sezione Azioni di eccellenza dei PAES Quarta edizione - 2015 Segreteria organizzativa: Tel. 075.8554321 / Fa 075.8520429 Alleanza per il Clima Italia onlus coordinamento@climatealliance.it / mail@pec.climatealliance.it Via G. Marconi, 8 06012

Dettagli

Veicoli elettrici ricaricabili da rete: sfide e opportunità da cogliere

Veicoli elettrici ricaricabili da rete: sfide e opportunità da cogliere Bari, 26/07/2011 Veicoli elettrici ricaricabili da rete: sfide e opportunità da cogliere 8 - Progetti Pilota: Auto, Autobus Giuseppe Mauri Dip. Sviluppo del Sistema Elettrico Ricerca sul Sistema Energetico

Dettagli

Camera dei Deputati 33 Indagine conoscitiva 3. xvi legislatura commissioni riunite ix e x seduta del 22 febbraio 2011

Camera dei Deputati 33 Indagine conoscitiva 3. xvi legislatura commissioni riunite ix e x seduta del 22 febbraio 2011 Camera dei Deputati 33 Indagine conoscitiva 3 Camera dei Deputati 34 Indagine conoscitiva 3 Camera dei Deputati 35 Indagine conoscitiva 3 Camera dei Deputati 36 Indagine conoscitiva 3 PAGINA BIANCA Audizione

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI NEL PERIODO 2012-2016. ing. Luciano Tricarico Responsabile Area Commerciale IL RISPARMIO ENERGETICO NELLE AZIENDE DI TPL

IMPIANTI FOTOVOLTAICI NEL PERIODO 2012-2016. ing. Luciano Tricarico Responsabile Area Commerciale IL RISPARMIO ENERGETICO NELLE AZIENDE DI TPL LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI NEL PERIODO 2012-2016 2016 IL RISPARMIO ENERGETICO NELLE AZIENDE DI TPL ing. Luciano Tricarico Responsabile Area Commerciale Sala Aulo Vibenna ASSTRA

Dettagli

DDL "Legge annuale per il mercato e la concorrenza" (A.C. 3012)

DDL Legge annuale per il mercato e la concorrenza (A.C. 3012) FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA ASSOGASLIQUIDI Associazione Nazionale imprese gas liquefatti La norma DDL "Legge annuale per il mercato e la concorrenza" (A.C. 3012) Articolo 22 - Disposizioni riguardanti la

Dettagli

GENERAZIONE DISTRIBUITA + ELETTRIFICAZIONE DEI CONSUMI = EFFICIENZA PER LA COMPETITIVITA

GENERAZIONE DISTRIBUITA + ELETTRIFICAZIONE DEI CONSUMI = EFFICIENZA PER LA COMPETITIVITA EFFICIENZA PER LA COMPETITIVITA Milano, 16 dicembre 2015 GENERAZIONE DISTRIBUITA + ELETTRIFICAZIONE DEI CONSUMI = EFFICIENZA PER LA COMPETITIVITA Agostino Re Rebaudengo Presidente assorinnovabili e Gruppo

Dettagli

Infrastrutture Enel a Perugia per la ricarica dei veicoli elettrici. FILIPPO ALBERGANTI Smart Grids e Nuove Tecnologie Italia

Infrastrutture Enel a Perugia per la ricarica dei veicoli elettrici. FILIPPO ALBERGANTI Smart Grids e Nuove Tecnologie Italia Infrastrutture Enel a Perugia per la ricarica dei veicoli elettrici FILIPPO ALBERGANTI Smart Grids e Nuove Tecnologie Italia La mobilità elettrica di Enel I progetti nazionali e mobility Roma, Milano,

Dettagli

Alimentazione elettrica per la mobilità terrestre. Green Mobility Show Venezia, 6 Marzo 2015

Alimentazione elettrica per la mobilità terrestre. Green Mobility Show Venezia, 6 Marzo 2015 Alimentazione elettrica per la mobilità terrestre Green Mobility Show Venezia, 6 Marzo 2015 Il punto di svolta Enel Fast Recharge Plus Pomezia, 4 febbraio 2015, Inaugurazione in Eni Station L auto elettrica

Dettagli

Colonnine di Ricarica Comune di Firenze: -Dati generali -Spunti di riflessione Ing. Antonio Pasqua

Colonnine di Ricarica Comune di Firenze: -Dati generali -Spunti di riflessione Ing. Antonio Pasqua Colonnine di Ricarica Comune di Firenze: -Dati generali -Spunti di riflessione Ing. Antonio Pasqua SCENARIO NORMATIVO NUMERO DI COLONNINE INSTALLATE 118 PRESA TIPO SCAME SERIE LIBERA 4 POLI TIPOLOGIA DI

Dettagli

Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico.

Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. Nocera Torinese ( Cz ) Intervento di Luigi Sbarra Segretario Generale Cisl Calabria. Quando si osservano i dati statistici riguardanti la

Dettagli

La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD)

La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD) La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD) Udine, Palazzo della Regione 27 giugno 2014 La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto

Dettagli

Ren Italia. L energia che ti serve

Ren Italia. L energia che ti serve Ren Italia. L energia che ti serve La tua energia, il tuo futuro. La tua piccola centrale elettrica per un mondo più pulito Il mondo è cambiato, e continua a cambiare sempre più velocemente. Lo sviluppo

Dettagli

NUOVE LINEE PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIALE

NUOVE LINEE PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIALE Gruppo Consiliare NUOVE LINEE PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIALE INDICE Obiettivi... pag. 4 Per le imprese... pag. 5 Per i consumatori... pag. 8 Indirizzi generali per l insediamento

Dettagli

Il futuro della mobilità. è approdato sul sul. lago di Garda. è un progetto. Urban Green Mobility

Il futuro della mobilità. è approdato sul sul. lago di Garda. è un progetto. Urban Green Mobility Il futuro della mobilità sostenibile mobilità sostenibile è è approdato sul sul lago di Garda è un progetto I nostri obiettivi Azienda a totale capitale pubblico 32 soci tra Comuni ed Enti 40 anni di attività

Dettagli

Modena, 22 settembre 2011

Modena, 22 settembre 2011 Modena, 22 settembre 2011 Potenzialità del mercato Driver principali del mercato Possibili scenari adozione auto elettrica (mercato Italia) MEGATRENDS Riduzione dipendenza petrolio Risposta al climate

Dettagli

Agevolazioni riconosciute ai progetti pilota di cui all articolo 14 della deliberazione 15 dicembre 2010 ARG/elt 242/10 per il secondo semestre 2012

Agevolazioni riconosciute ai progetti pilota di cui all articolo 14 della deliberazione 15 dicembre 2010 ARG/elt 242/10 per il secondo semestre 2012 Determinazione 28 maggio 2013, n. 1/13 Agevolazioni riconosciute ai progetti pilota di cui all articolo 14 della deliberazione 15 dicembre 2010 ARG/elt 242/10 per il secondo semestre 2012 IL DIRETTORE

Dettagli

AUTO ELETTRICA A REGGIO EMILIA

AUTO ELETTRICA A REGGIO EMILIA AUTO ELETTRICA A REGGIO EMILIA KLIMAMOBILITY 2012, 20 Settembre PAOLO GANDOLFI ASSESSORE MOBILITA e INFRASTRUTTURE COMUNE DI REGGIO EMILIA reggio emilia emilia-romagna abitanti: 170.000 86 giorni di sforamento

Dettagli

FINANZIARIA 2007. Energia. www.governo.it

FINANZIARIA 2007. Energia. www.governo.it FINANZIARIA 2007 Energia www.governo.it 1 Risparmio energetico per la bolletta e per l ambiente Agevolazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici Fondo per l incentivazione di edifici

Dettagli

Green Globe Banking Conference. Martedì 15 giugno 2010 Atrium SIA SSB Via Taramelli, 26 Milano

Green Globe Banking Conference. Martedì 15 giugno 2010 Atrium SIA SSB Via Taramelli, 26 Milano RISORSAMBIENTE Green Globe Banking Conference Martedì 15 giugno 2010 Atrium SIA SSB Via Taramelli, 26 Milano La Banca delle Comunità Locali Costituita nel 1893, quale banca locale, la Cassa Rurale di Treviglio

Dettagli

ITWIND (Divisione di itautomation S.r.l.)

ITWIND (Divisione di itautomation S.r.l.) ITWIND (Divisione di itautomation S.r.l.) Energy, Life, You Soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia ITWIND si focalizza sull'efficienza nella generazione di energia puntando sull'eccellenza nelle

Dettagli

Comune di Udine Pianificazione Energetica

Comune di Udine Pianificazione Energetica Comune di Udine Pianificazione Energetica Pianificazione Energetica: procedura PIANIFICAZIONE ENERGETICA RACCOLTA DATI ANALISI DATI DEFINIZIONE BASELINE BILANCIO ENERGETICO INCIDENZA CONSUMI/EMISSIONI

Dettagli

Comune di Udine Pianificazione Energetica

Comune di Udine Pianificazione Energetica Comune di Udine Pianificazione Energetica Pianificazione Energetica: procedura PIANIFICAZIONE ENERGETICA RACCOLTA DATI ANALISI DATI DEFINIZIONE BASELINE BILANCIO ENERGETICO INCIDENZA CONSUMI/EMISSIONI

Dettagli

I livelli di emissioni correlabili all utilizzo dei mezzi aziendali sono legati a due aspetti principali:

I livelli di emissioni correlabili all utilizzo dei mezzi aziendali sono legati a due aspetti principali: Emissioni connesse all impiego della flotta I livelli di emissioni correlabili all utilizzo dei mezzi aziendali sono legati a due aspetti principali: 1. numerosità e tipologia dei veicoli impiegati; 2.

Dettagli

FLEET MANAGER: SVILUPPO DI CAPACITA MANAGERIALI QUANTO COSTA L AUTO AZIENDALE?

FLEET MANAGER: SVILUPPO DI CAPACITA MANAGERIALI QUANTO COSTA L AUTO AZIENDALE? CORSO DI FORMAZIONE PERMANENTE FLEET MANAGER: SVILUPPO DI CAPACITA MANAGERIALI QUANTO COSTA L AUTO AZIENDALE? Gian Primo Quagliano docente di comunicazione all Università di Bologna docente di economia

Dettagli

Abbiamo bisogno di una svolta, di una Svolta Elettrica

Abbiamo bisogno di una svolta, di una Svolta Elettrica Abbiamo bisogno di una svolta, di una Svolta Elettrica Ing. Gianfranco Padovan, Presidente EnergoClub Comune di Monza - 6 settembre 2013 Il progetto Svolta elettrica 2 Obiettivo: Sviluppare e diffonderela

Dettagli

Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES -

Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES - Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES - Smart City Comuni in classe A 1 Indice 1. Il Patto dei Sindaci 2. Il Piano di Azione per l Energia Sostenibile PAES 3. Il progetto

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra La Regione Emilia-Romagna, con sede in Bologna, Viale Aldo Moro, 52, codice fiscale n. 80062590379, rappresentata dall Assessore Alfredo Peri, in esecuzione della deliberazione

Dettagli